LA DISINFEZIONE CON IL CALORE: «Una tecnica che premia Produttori e Consumatori. Marco Mingozzi Giovanni Zambardi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA DISINFEZIONE CON IL CALORE: «Una tecnica che premia Produttori e Consumatori. Marco Mingozzi Giovanni Zambardi"

Transcript

1 LA DISINFEZIONE CON IL CALORE: «Una tecnica che premia Produttori e Consumatori Marco Mingozzi Giovanni Zambardi

2 Le Officine Mingozzi si occupano della costruzione, sperimentazione ed espansione dei campi applicativi della tecnologia del pirodiserbo già dalla metà degli anni 80 producendo attrezzature che sono commercializzate con marchio Tecnoecologia. L obiettivo era di promuovere produzioni che adottassero tecniche a basso impatto ambientale contenendo i costi di produzione, aumentando nel contempo la qualità del prodotto.

3 La costante collaborazione con Università, Centri di Studi e Aziende Agricole ha portato, negli anni successivi, a rendere concreti questi obiettivi come ad esempio la trasformazione del residuo vegetale sul campo che, da fonte di inoculo di malattie, si trasforma in sostanza organica immediatamente disponibile per il terreno.

4 La macchina rimuove dal terreno le radici superficiali delle colture raccolte.. L utilizzo di questa macchina offre i seguenti vantaggi: -disseccare il residuo colturale -facilitare l asportazione dal terreno dei residui della coltura -velocizzare la successiva fase di sterilizzazione del terreno tramite la tecnica del pirodiserbo -arieggiare lo strato superficiale del terreno L utilizzo è indicato anche su terreni che presentano una modesta ciottolatura. La velocità di lavoro può variare dai 3 ai 5 Km/ora. LO SCALZATORE

5 Il taglio delle radici consente una più facile raccolta dei residui presenti.. LO SCALZATORE

6 Il taglio delle radici consente una più rapida essiccazione della vegetazione rimasta sul campo. LO SCALZATORE

7 La macchina rimuove i residui colturali dalla superficie del terreno dopo la raccolta del prodotto. I residui della vegetazione devono essere asportati per prevenire il rischio di attacchi fungini e la stanchezza dei terreni. LA SPAZZATRICE

8 La macchina è dotata di spazzola a comando idraulico. Il ribaltamento del contenitore di raccolta consente di scaricare il prodotto su di un piano con altezza da terra di m. 1,20 La velocità di lavoro varia da 3-6 Km/ora LA SPAZZATRICE

9 LA SPAZZATRICE La raccolta dei residui della vegetazione. La macchina può essere equipaggiata anche con timone per il traino. Questo ne consente l utilizzo anche a piccole trattrici

10 La raccolta dei residui della vegetazione. LA SPAZZATRICE

11 La raccolta dei residui della vegetazione. LA SPAZZATRICE

12 La raccolta dei residui della vegetazione. LA SPAZZATRICE

13 IL PIRODISERBO DOPO LA RACCOLTA DEL PRODOTTO L essiccazione dei residui vegetali è favorita dal rapido aumento della temperatura dell acqua che, presente all interno delle cellule della foglia, evapora.

14 IL PIRODISERBO DOPO LA RACCOLTA DEL PRODOTTO Con il trattamento si effettua la distruzione dei residui (piccoli rami, cladodi, scarti da raccolta, defogliazione della coltura). Questa operazione consente di annullare o ridurre notevolmente la fonte di inoculo per alcune delle più pericolose malattie fungine e ridurre la presenza d insetti nocivi.

15 IL PIRODISERBO PRIMA DELLA FASE DI SEMINA DEL PRODOTTO La macchina esegue la sterilizzazione superficiale del terreno. Utile nella lotta al batterio Escherichia Coli soprattutto nelle produzioni di valerianella. Produce l alterazione della germinabilità dei semi d infestanti che si trovano in superficie.

16 IL PIRODISERBO La macchina consente di effettuare tramite appositi bruciatori: - l eliminazione delle erbe infestanti -la disinfezione di eventuali spore fungine - l alterazione della germinabilità dei semi di erbe infestanti tra i pali delle serre multiple

17 IL PIRODISERBO PRIMA DELLA FASE DI SEMINA DEL PRODOTTO Successivamente la macchina è stata equipaggiata con un erpice rotante per aumentare la penetrazione del calore nel terreno e distruggere, oltre alle spore dei funghi, anche i semi superficiali delle erbe infestanti.

18 IL PIRODISERBO PRIMA DELLA FASE DI SEMINA DEL PRODOTTO La temperatura della fiamma raggiunge i 1700 C e distrugge tutti i residui dell apparato radicale portati in superficie dalla lavorazione dell erpice rotante.

19 IL PIRODISERBO PRIMA DELLA FASE DI SEMINA DEL PRODOTTO La macchina esegue minime lavorazioni del terreno che può essere asciutto solo in superficie. L effetto del calore rilasciato dall azione della macchina sul terreno permette di asciugare la superficie del medesimo e consentire l immediata operazione di semina.

20 IL PIRODISERBO Minime lavorazioni del terreno asciutto solo in superficie PRIMA DELLA FASE DI TRAPIANTO DEL PRODOTTO

21 IL PIRODISERBO PRIMA DELLA FASE DI SEMINA DEL PRODOTTO La velocità di avanzamento varia da 2 a 4 km/ora a seconda delle condizioni del terreno. L operazione consente di: - affinare il terreno e prepararlo per la successiva operazione di semina - disinfettare il terreno fino alla profondità di 2/3 cm; - arieggiarlo con un apposito rullo.

22 IL PIRODISERBO In attesa del recepimento da parte dell Italia delle normative Europee NORMATIVE EUROPEE Utilizzo del Tank contenente 320 Kg di GPL

23 IL PASSATO Dalla seconda metà degli anni novanta vi è stata una forte crescita del mercato del prodotto di IV gamma. In 10 anni si è avuto un notevole incremento di questi prodotti sia in quantità prodotte sia come consumi e diffusione (oltre il 300%). Questo ha portato ad avere aree di produzione intensiva con l insorgere di rischi per la diffusione di malattie fungine. L intensificazione nelle Aziende dei cicli colturali, 6-8 cicli annui, ha causato problemi sia alla struttura sia alla vitalità del terreno. Il vertiginoso aumento del costo della manodopera e la sua specializzazione sono diventati fattori vitali per le Aziende produttrici. La diversificazione e il livello qualitativo dei prodotti richiesti si sono notevolmente innalzati. Queste sono una parte delle sfide che le Aziende produttrici di ortaggi hanno affrontato fino ad oggi. Le OFFICINE MINGOZZI con i loro prodotti hanno contribuito alla risoluzione di alcuni di questi problemi.

24 IL FUTURO La tracciabilità completa del prodotto. La sicurezza alimentare. Il rispetto per l ambiente. Il continuo miglioramento delle tecniche produttive. La gestione delle risorse idriche. La riduzione dei consumi energetici. Queste sono forse le sfide future per questo settore che deve restare in continuo fermento per potersi migliorare. Le OFFICINE MINGOZZI contano di potervi accompagnare ancora in questo cammino.

25 GRAZIE PER LA GENTILE ATTENZIONE Marco Mingozzi Giovanni Zambardi

LA DISINFEZIONE CON IL CALORE IN ORTICOLTURA A CICLO VELOCE Una tecnica che premia Produttori e Consumatori

LA DISINFEZIONE CON IL CALORE IN ORTICOLTURA A CICLO VELOCE Una tecnica che premia Produttori e Consumatori LA DISINFEZIONE CON IL CALORE IN ORTICOLTURA A CICLO VELOCE Una tecnica che premia Produttori e Consumatori Calore istantaneo: una tecnologia per il miglioramento quantitativo e qualitativo dei prodotti

Dettagli

L impiego del calore istantaneo per ridurre i rischi da PSA nell actinidieto

L impiego del calore istantaneo per ridurre i rischi da PSA nell actinidieto L impiego del calore istantaneo per ridurre i rischi da PSA nell actinidieto Luciano Trentini Marco Mingozzi Piemonte Ha 5.000 20% Veneto Ha 3.700-14% Emilia-Romagna 4.000 Ha - 15% Lazio Ha 7.350 30% Il

Dettagli

Il pirodiserbo in frutti-viticultura:

Il pirodiserbo in frutti-viticultura: Il pirodiserbo in frutti-viticultura: l innovazione tecnologica per favorire la sostenibilità ambientale. www.pirodiserbo.it La nuova Organizzazione Comune di Mercato per il settore ortofrutticolo (Reg.

Dettagli

www.pirodiserbo.it IL PIRODISERBO OFFICINE MINGOZZI NATALE Marco Mingozzi Giovanni Zambardi

www.pirodiserbo.it IL PIRODISERBO OFFICINE MINGOZZI NATALE Marco Mingozzi Giovanni Zambardi www.pirodiserbo.it IL PIRODISERBO OFFICINE MINGOZZI NATALE Marco Mingozzi Giovanni Zambardi Si chiama pirodiserbo la tecnica di lavoro che permette di controllare ed eliminare le erbe infestanti, le malattie

Dettagli

FEASR - Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

FEASR - Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 FEASR - Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 214 Pagamenti agroambientali Azione M Introduzione di tecniche di agricoltura conservativa ALLEGATO 6 disposizioni attuative anno 2012 DESCRIZIONE

Dettagli

Altedo, 29 novembre 20011 www.pirodiserbo.it IL PIRODISERBO e LA PATATA una coltura a basso impatto ambientale OFFICINE MINGOZZI NATALE Marco Mingozzi Giovanni Zambardi Si chiama pirodiserbo la tecnica

Dettagli

DI COMO - LECCO - SONDRIO. Ufficio Tecnico

DI COMO - LECCO - SONDRIO. Ufficio Tecnico Consigli per ridurre la presenza di micotossine nella granella di mais (Presentato da A.I.R.E.S Associazione Raccoglitori Essiccatori Stoccatori di cereali e semi oleosi) Le ricerche sperimentali condotte

Dettagli

Superficie complessiva: ha 07.16.81, di cui in coltura pura 04.15.39 ha e in coltura consociata ha 03.01.42

Superficie complessiva: ha 07.16.81, di cui in coltura pura 04.15.39 ha e in coltura consociata ha 03.01.42 Scheda operativa n.5 LE COLTIVAZIONE DELLE PIANTE OFFICINALI Superficie complessiva: ha 07.16.81, di cui in coltura pura 04.15.39 ha e in coltura consociata ha 03.01.42 Premessa Le piante officinali rappresentano

Dettagli

Corso per alimentaristi

Corso per alimentaristi La sicurezza degli alimenti intesa sia come sicurezza igienica che come sicurezza nutrizionale è una responsabilità che non riguarda soltanto l'industria alimentare, ma tutti gli attori della catena di

Dettagli

BROCH. Macchine per Aglio

BROCH. Macchine per Aglio ROH Macchine per glio Sgranatrice per aglio ccurata sgranatura e selezione degli spicchi La separazione e la classificazione dello spicchio è il primo passo per una semina uniforme e regolare. L alto rendimento

Dettagli

ATTIVITA DIDATTICO - SPERIMENTALE NELLE CLASSI III B - IV B, SULLA CONCIMAZIONE AZOTATA DEI CEREALI AUTUNNO VERNINI.

ATTIVITA DIDATTICO - SPERIMENTALE NELLE CLASSI III B - IV B, SULLA CONCIMAZIONE AZOTATA DEI CEREALI AUTUNNO VERNINI. ATTIVITA DIDATTICO - SPERIMENTALE NELLE CLASSI III B - IV B, SULLA CONCIMAZIONE AZOTATA DEI CEREALI AUTUNNO VERNINI. Pagina1 LA PRIMA FASE: LA SEMINA E LA PRIMA CONCIMAZIONE La differenza tra le cariossidi

Dettagli

Università degli Studi di Torino Facoltà di Agraria. Pietro Piccarolo. Realizzazione e gestione del verde pubblico

Università degli Studi di Torino Facoltà di Agraria. Pietro Piccarolo. Realizzazione e gestione del verde pubblico Realizzazione e gestione Quando si progetta e realizza un area verde, non si può prescindere da quella che sarà la sua gestione. Una manutenzione inadeguata infatti, porta inevitabilmente al degrado dell

Dettagli

dal campo alla tavola con i sarti della tecnologia

dal campo alla tavola con i sarti della tecnologia dal campo alla tavola con i sarti della tecnologia Casa Forigo, il tuo sarto di fiducia Il buon sarto Ascolta le richieste del cliente Consiglia il cliente sulle scelte Elabora proposte Prende le misure

Dettagli

CASO-STUDIO 1 Coltivazione di mais NON-IRRIGUO su cover-crop di leguminosa (VECCIA)

CASO-STUDIO 1 Coltivazione di mais NON-IRRIGUO su cover-crop di leguminosa (VECCIA) SEMINA su SODO CASO-STUDIO 1 Coltivazione di mais NON-IRRIGUO su cover-crop di leguminosa (VECCIA) Il presente caso studio è stato sviluppato da AIPAS nell ambito di un progetto europeo di educazione ambientale

Dettagli

Preparatore letto di semina Korund 8

Preparatore letto di semina Korund 8 Preparatore letto di semina Korund 8 2 La base per una ottimale crescita della coltura La difficile situazione di costi e tempi di lavorazione di molte aziende agricole favorisce attrezzature ad elevato

Dettagli

PROGETTO ARSIA VIS Vivaismo Sostenibile Rapporto annuale dello Stato di Avanzamento delle Attività Mese dall inizio del progetto: 9 - Dicembre 2010

PROGETTO ARSIA VIS Vivaismo Sostenibile Rapporto annuale dello Stato di Avanzamento delle Attività Mese dall inizio del progetto: 9 - Dicembre 2010 PROGETTO ARSIA VIS Vivaismo Sostenibile Rapporto annuale dello Stato di Avanzamento delle Attività Mese dall inizio del progetto: 9 - Dicembre 2010 PARTNER: CIRAA, UNIVERSITÀ DI PISA, PISA RESPONSABILE

Dettagli

FEASR - Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

FEASR - Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 FEASR - Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 214 Pagamenti agroambientali Azione M Introduzione di tecniche di agricoltura conservativa ALLEGATO 4 disposizioni attuative campagna 2011 DESCRIZIONE

Dettagli

PROGRAMMA MANUTENZIONE GIARDINO

PROGRAMMA MANUTENZIONE GIARDINO Operazioni PREPARAZIONE DEL TERRENO Il terreno ideale da giardino è quello con tessitura argillosa-sabbiosa, friabile. Se il terreno dovesse essere pesante e compatto bisognerà correggerlo incorporando

Dettagli

PROGETTO PER ORTO BIOLOGICO COOP. AGESPHA ONLUS ED AZIENDA AGRICOLA CALIARI

PROGETTO PER ORTO BIOLOGICO COOP. AGESPHA ONLUS ED AZIENDA AGRICOLA CALIARI PROGETTO PER ORTO BIOLOGICO COOP. AGESPHA ONLUS ED AZIENDA AGRICOLA CALIARI La Cooperativa Agespha ha stipulato una collaborazione con l Azienda Agricola Caliari di Bussolengo un progetto di Orto Biologico

Dettagli

LAVORAZIONE MECCANICA DELLE SEMENTI

LAVORAZIONE MECCANICA DELLE SEMENTI LAVORAZIONE MECCANICA DELLE SEMENTI Si effettua nello stabilimento, dopo la raccolta dei semi in campo Le finalità sono molteplici: - eliminazione delle impurità - eliminazione di parti del seme o residuo

Dettagli

Opportunità di commercializzazione e Tecnica di coltivazione dell ASPARAGO in Italia

Opportunità di commercializzazione e Tecnica di coltivazione dell ASPARAGO in Italia Piacenza, 1 dicembre 2009 Opportunità di commercializzazione e Tecnica di coltivazione dell ASPARAGO in Italia Luciano Trentini CSO - Centro Servizi Ortofrutticoli 1 1 LA PRODUZIONE DI ASPARAGO NEI PRINCIPALI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Agricoltura conservativa

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Agricoltura conservativa DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI PRODUZIONE, TERRITORIO, AGROENERGIA Agricoltura conservativa Lodovico Alfieri - Università degli Studi di Milano - DiSAA. Agricoltura conservativa Agricoltura

Dettagli

Marco_09 PIRODISERBO SU ASPARAGO POST RACCOLTA E BRUCIATURA ASPARGETA

Marco_09 PIRODISERBO SU ASPARAGO POST RACCOLTA E BRUCIATURA ASPARGETA PIRODISERBO SU ASPARAGO POST RACCOLTA E BRUCIATURA ASPARGETA 1 1 Asparago L asparago (Asparagus officinalis L.) è una pianta ortiva erbacea e perenne, originaria dell Asia, probabilmente della Mesopotamia

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI. Scheda tecnica triticale

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI. Scheda tecnica triticale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO di AGRARIA - SACEG Scheda tecnica triticale Dott. Giovanni Pruneddu Tecnica colturale triticale Tipi di triticale Fra le varietà disponibili sul mercato possiamo

Dettagli

GETINGE 88 TURBO PULIZIA E DISINFEZIONE ECCELLENTI IN METÀ TEMPO. Always with you

GETINGE 88 TURBO PULIZIA E DISINFEZIONE ECCELLENTI IN METÀ TEMPO. Always with you GETINGE 88 TURBO PULIZIA E DISINFEZIONE ECCELLENTI IN METÀ TEMPO Always with you LEAD TIME INFERIORI VOLUME DI PRODUZIONE MAGGIORE C è un semplice motivo per cui Getinge è leader mondiale nella sterilizzazione

Dettagli

SERRA SUD AFRICA: NOTE DI COLTIVAZIONE

SERRA SUD AFRICA: NOTE DI COLTIVAZIONE SERRA SUD AFRICA: NOTE DI COLTIVAZIONE La Serra Nuova dedicata ad alcuni ambienti del Sud Africa rappresenta una delle sfide più ardue per chi lavora nell Orto Botanico di Torino. Su una superficie di

Dettagli

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili

Tesina di tecnica. L Energie Rinnovabili Tesina di tecnica L Energie Rinnovabili L Energia: parte della nostra vita quotidiana Nella vita di tutti i giorni, forse senza saperlo, consumiamo energia, anche senza saperlo. Infatti un corpo che è

Dettagli

TRASFORMAZIONE DEGLI ORTAGGI. Prodotti freschi pronti al consumo (quarta gamma) Prodotti freschi ed elaborati congelati (terza e quarta gamma)

TRASFORMAZIONE DEGLI ORTAGGI. Prodotti freschi pronti al consumo (quarta gamma) Prodotti freschi ed elaborati congelati (terza e quarta gamma) TRASFORMAZIONE DEGLI ORTAGGI Prodotti freschi pronti al consumo (quarta gamma) Prodotti freschi ed elaborati congelati (terza e quarta gamma) Prodotti in scatola o in vasetto (quarta gamma) CONSERVE PRODOTTI

Dettagli

Il presente documento è di proprietà dell azienda Maito srl e non può essere riprodotto all esterno senza Autorizzazione scritta dall azienda

Il presente documento è di proprietà dell azienda Maito srl e non può essere riprodotto all esterno senza Autorizzazione scritta dall azienda 2 MACCHINE MANUALI & SPALLEGGIATE Le attrezzature manuali, idonee per trattamenti su superfici ridotte e non raggiungibili da mezzi dotati di due ruote, sono state realizzate con la finalità di effettuare

Dettagli

AGRICOLTURA E AMBIENTE. BOSCO Buone Opportunità per Sostenere la Competitività e l Occupazione in Agricoltura

AGRICOLTURA E AMBIENTE. BOSCO Buone Opportunità per Sostenere la Competitività e l Occupazione in Agricoltura AGRICOLTURA E AMBIENTE BOSCO Buone Opportunità per Sostenere la Competitività e l Occupazione in Agricoltura Soggetto ATTUATORE Soggetti PROMOTORI il PROGettO BOSCO rende disponibile un ampia e diversificata

Dettagli

Micorriza, un valore aggiunto per la produzione di piantine da seme di carciofo

Micorriza, un valore aggiunto per la produzione di piantine da seme di carciofo Micorriza, un valore aggiunto per la produzione di piantine da seme di carciofo Angela Campanelli, Claudia Ruta, Anna Tagarelli, Irene Morone- Fortunato Università degli Studi di Bari Facoltà di Agraria

Dettagli

Controllo e autocontrollo nella filiera lattiero casearia

Controllo e autocontrollo nella filiera lattiero casearia Controllo e autocontrollo nella filiera lattiero casearia Che cos è l Autocontrollo? L Autocontrollo è un obbligo di legge.. per tutte le Aziende alimentari di realizzarlo; per le Autorità Sanitarie competenti

Dettagli

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007 11 luglio 2008 Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007 L Istat rende disponibili i principali risultati dell indagine campionaria sull utilizzo dei prodotti

Dettagli

Ammendante Compostato Misto

Ammendante Compostato Misto Ammendante Compostato Misto Cos è il Compost? Il Compost deriva da rifiuti, come buona parte dei fertilizzanti, dal letame alla farina di carne, dal cuoio idrolizzato al solfato ammonico. Il Compost non

Dettagli

si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi

si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi LA PATATA Famiglia delle solanacee Genere solanum Pianta erbacea coltivata come annuale ma che in natura si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi I fiori sono riuniti a

Dettagli

Qualità e sostenibilità dalla terra alla tavola

Qualità e sostenibilità dalla terra alla tavola Qualità e sostenibilità dalla terra alla tavola La sfida nel reparto ortofrutta Nel momento dell acquisto di ortofrutta, la scelta dei prodotti da parte del consumatore è fondamentale per creare fidelizzazione

Dettagli

RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO DELLE SERRE PROPOSTE PER AUMENTARE L EFFICIENZA E RIDURRE I COSTI

RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO DELLE SERRE PROPOSTE PER AUMENTARE L EFFICIENZA E RIDURRE I COSTI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO DELLE SERRE PROPOSTE PER AUMENTARE L EFFICIENZA E RIDURRE I COSTI I sistemi di riscaldamento sono numerosi e si sono evoluti in relazione a: costo dell energia (fonti fossili

Dettagli

Impianti a disco con spaccalegna integrato

Impianti a disco con spaccalegna integrato 89, Envie (CN) 077 - Fax +39 0175 278421 - info@pezzolato.it www.pezzolato.it Impianti a disco con spaccalegna integrato Macchine professionali per la produzione di legna da ardere REDLINE TLC 1000 1100

Dettagli

OBBLIGHI ED ADEMPIMENTI DEI PRODUTTORI PRIMARI. Dott.ssa Viviana Pisano S.C. Igiene Alimenti e Nutrizione

OBBLIGHI ED ADEMPIMENTI DEI PRODUTTORI PRIMARI. Dott.ssa Viviana Pisano S.C. Igiene Alimenti e Nutrizione OBBLIGHI ED ADEMPIMENTI DEI PRODUTTORI PRIMARI Dott.ssa Viviana Pisano S.C. Igiene Alimenti e Nutrizione PRINCIPALE NORMATIVA DI RIFERIMENTO Regolamento (CE) n. 178/2002 Regolamento (CE) n. 852/2004 Regolamento

Dettagli

PROTEZIONE DALLE ERBE INFESTANTI

PROTEZIONE DALLE ERBE INFESTANTI Giornata di studio PROTEZIONE DELLE COLTURE DA FOGLIA PER LA IV GAMMA PROTEZIONE DALLE ERBE INFESTANTI AOP UNOLOMBARDIA Battipaglia (SA), 30 aprile 2013 LA FLORA INFESTANTE Quali sono le problematiche

Dettagli

CELLI VIGNETO e FRUTTETO

CELLI VIGNETO e FRUTTETO CELLI VIGNETO e FRUTTETO INDICE MACCHINE CELLI PER VIGNETO E FRUTTETO - LAVORAZIONE PROFONDA, NUOVI IMPIANTI: Vangatrici - LAVORAZIONE SUPERFICIALE, CON EVENTUALE SEMINA: Erpici e macchine combinate (MiniGo

Dettagli

Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale

Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale A G E A Agenzia per le erogazioni in agricoltura Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale Associazione Produttori Olivicoli C.N.O. aderente al Finanziato

Dettagli

L argilla assorbe elementi nutritivi e li cede lentamente alle piante - si evita un sovradosaggio di concimazione

L argilla assorbe elementi nutritivi e li cede lentamente alle piante - si evita un sovradosaggio di concimazione TERRICCI FRUX Prodotti con garanzia di successo per la buona qualità dell argilla. I terricci Frux sono prodotti di qualità, per la presenza di pregiate materi prime quali argilla montmorillonitica dei

Dettagli

Contenuti Perché comprare un Carrier Drill Particolari tecnici I cantieri lavorativi del Carrier Drill Concetto Regolazione Evoluzione

Contenuti Perché comprare un Carrier Drill Particolari tecnici I cantieri lavorativi del Carrier Drill Concetto Regolazione Evoluzione Contenuti Perché comprare un Carrier Drill Particolari tecnici I cantieri lavorativi del Carrier Drill Concetto Regolazione Evoluzione Perché comprare un Carrier Drill? Flessibilità per eseguire 2 operazioni,

Dettagli

Piano Sementiero Nazionale per l Agricoltura Biologica

Piano Sementiero Nazionale per l Agricoltura Biologica Piano Sementiero Nazionale per l Agricoltura Biologica Presentazione dei risultati del secondo biennio di attività Linee guida e disciplinari per la produzione di sementi biologiche D.ssa Alessandra Sommovigo

Dettagli

A base d acqua. 1.4 Caratteristiche: Efficace contro gli insetti dei legni infestati (capricorni, lictidi, tarli) nonché contro le termiti e funghi.

A base d acqua. 1.4 Caratteristiche: Efficace contro gli insetti dei legni infestati (capricorni, lictidi, tarli) nonché contro le termiti e funghi. 1 / 6 pagine Codice prodotto: 450120 Nome prodotto: Consigliato per: Confezioni disponibili: BONDEX PRESERVE Tutte le superfici e tipo di legno per esterni ed interni 0.75 L - 5.00 L Protegge dai funghi

Dettagli

Prove di coltivazione in floating system di specie orticole ed aromatiche. per produzioni di IV gamma.

Prove di coltivazione in floating system di specie orticole ed aromatiche. per produzioni di IV gamma. REGIONE SICILIANA ENTE DI SVILUPPO AGRICOLO SOPAT N. 62 - PARTINICO RESPONSABILE: Dr. Agr. Angelo Cuccì L.R. n. 73/77 - Programmi annuali di lavoro RELAZIONE ATTIVITÀ Prove di coltivazione in floating

Dettagli

BI-O.K. STEAM INDICATORE BIOLOGICO per il controllo dei processi di sterilizzazione con vapore saturo

BI-O.K. STEAM INDICATORE BIOLOGICO per il controllo dei processi di sterilizzazione con vapore saturo BI-O.K. STEAM INDICATORE BIOLOGICO per il controllo dei processi di sterilizzazione con vapore saturo INTRODUZIONE PROPPER BI-OK è un sistema per il controllo biologico dei cicli di sterilizzazione con

Dettagli

L ESPERIENZA TOSCANA NELLA GESTIONE SOSTENIBILE DEI RIFIUTI AGRICOLI. Piediripa di Macerata, 27 maggio 2003

L ESPERIENZA TOSCANA NELLA GESTIONE SOSTENIBILE DEI RIFIUTI AGRICOLI. Piediripa di Macerata, 27 maggio 2003 L ESPERIENZA TOSCANA NELLA GESTIONE SOSTENIBILE DEI RIFIUTI AGRICOLI Marco Buzzichelli A.R.R.R. Spa Piediripa di Macerata, 27 maggio 2003 Delibera del Consiglio Regionale della Toscana n. 385 del 21 dicembre

Dettagli

PRODUZIONE PRIMARIA E SICUREZZA ALIMENTARE

PRODUZIONE PRIMARIA E SICUREZZA ALIMENTARE PRODUZIONE PRIMARIA E SICUREZZA ALIMENTARE Tecnico Della Prevenzione Lazzaro Dott. Alessandro (Servizio Igiene degli alimenti e della Nutrizione Aulss n 13 Mirano-VE) Verona 03/02/2012 Quadro normativo

Dettagli

Alcune malattie fungine dell olivo

Alcune malattie fungine dell olivo Alcune malattie fungine dell olivo Massimo Pilotti CRA- Centro di Ricerca per la Patologia Vegetale ROMA Malattia fungina nota già nel dopoguerra nelle zone di coltivazione meridionali. Segnalazioni del

Dettagli

NovaE e Consorzio Agrario

NovaE e Consorzio Agrario NovaE e Consorzio Agrario Insieme per accompagnare le aziende agricole verso un futuro sostenibile è una partnership NovaE aiuta le imprese agricole, scegli un partner affidabile per investire nell ambiente.

Dettagli

GIARDINO. Seminare un. tappeto erboso

GIARDINO. Seminare un. tappeto erboso GIARDINO Seminare un tappeto erboso 05 1 Gli attrezzi POLVERIZZATORE RASTRELLO TOSAERBA SUOLE PER AERARE RASTRELLO SCARIFICATORI TAGLIABORDI RASTRELLI CONCIMATRICE DISTRIBUTORE DI SEMI MANUALE RULLO MOTOZAPPA

Dettagli

ACQUAPONICA la nuova frontiera delle bio-colture integrate

ACQUAPONICA la nuova frontiera delle bio-colture integrate ACQUAPONICA la nuova frontiera delle bio-colture integrate Con il patrocinio di AGENDA Concetti base e principi di funzionamento dell acquaponica. Applicazioni e vantaggi derivanti da biocolture in acquaponica.

Dettagli

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns ORTICOLE IN SERRA Preparazione del terreno Trapianto Post-Trapianto Inizio accrescimento vegetativo Accrescimento vegetativo Fioritura Allegagione Ingrossamento bacche frutti Invaiatura Maturazione Obiettivo/Problema

Dettagli

Mais: impianto e tecnica colturale

Mais: impianto e tecnica colturale Mais: impianto e tecnica colturale Modulo di sistemi foraggeri Andrea Onofri Perugia, A.A. 2009-2010 1 Contenuti Contents 1 Tipologie di ibridi 1 2 Impianto 3 3 Fertilizzazione 4 4 Cure colturali 4 5 Raccolta

Dettagli

Utilizzo energie rinnovabili per il risparmio energetico in fase di cura

Utilizzo energie rinnovabili per il risparmio energetico in fase di cura Convegno - Sostenibilità della coltura del tabacco in Italia - Utilizzo energie rinnovabili per il risparmio energetico in fase di cura Dott. Pasquale Raiola 20 Aprile 2011 Dip. Scienze Economico-Estimative

Dettagli

Fa per due, fa per te

Fa per due, fa per te NOVITà REVUS TOP Fa per due, fa per te per patata e pomodoro Massima efficacia su peronospora Massima efficacia su alternaria Orticoltura Valore Sementi Agrofarmaci Insetti ausiliari e impollinatori Servizi

Dettagli

Le pale Bobcat possono trasformarsi in fresatrici economiche ed efficienti grazie al a fresa Bobcat disponibile come accessorio. 14 (36 cm) portata

Le pale Bobcat possono trasformarsi in fresatrici economiche ed efficienti grazie al a fresa Bobcat disponibile come accessorio. 14 (36 cm) portata Frese Accessori Le pale Bobcat possono trasformarsi in fresatrici economiche ed Fresa Bobcat 14 (36 cm) con portata idraulica standard Modello economico, progettato specificamente per l utilizzo su alcuni

Dettagli

PREPARAZIONE DEL SITO

PREPARAZIONE DEL SITO Pur essendo un lavoro che richiede molta cura, la realizzazione di un buon prato è alla portata anche di chi, per hobby, si dedica con passione al giardinaggio. Al giardiniere fai da te sono necessarie

Dettagli

L evoluzione della sterilizzazione chimica liquida

L evoluzione della sterilizzazione chimica liquida System 1 Express Sistema di sterilizzazione L evoluzione della sterilizzazione chimica liquida Per una rapida rotazione Eccellenza ed efficienza: SYSTEM 1 EXPRESS rispetta la tradizione SYSTEM 1 Efficienza

Dettagli

Simply. Grow. Together.

Simply. Grow. Together. Simply. Grow. Together. Una storia, un viaggio di imprenditori creativi. Adama tra le società leader a livello internazionale nella fornitura di agrofarmaci. Stiamo progettando un nuovo futuro per la nostra

Dettagli

Tipo di bruciatore MILLBERG. Potenza MAX. Consumo medio su FORNO FISSO : Consumo in fiamma MAX. Ø 100 cm Ø 120 cm Ø 140 cm Ø 160 cm Ø 180 cm

Tipo di bruciatore MILLBERG. Potenza MAX. Consumo medio su FORNO FISSO : Consumo in fiamma MAX. Ø 100 cm Ø 120 cm Ø 140 cm Ø 160 cm Ø 180 cm Consumo medio su FORNO FISSO : dopo 5 ore di lavoro a temperatura cottura pizza (330-350 C sul piano di cottura) Ø 100 cm Ø 120 cm Ø 140 cm Ø 160 cm Ø 180 cm Metano 1,88mc/h GPL : 1,00 kg/h Metano 1,65mc/h

Dettagli

ecofarm Dagli scarti della tua azienda, energia pulita e concime. Domino Nuova energia per la tua azienda

ecofarm Dagli scarti della tua azienda, energia pulita e concime. Domino Nuova energia per la tua azienda Dagli scarti della tua azienda, energia pulita e concime. Domino Nuova energia per la tua azienda Domino Come funziona un impianto biogas Il biogas si ottiene dalla fermentazione anaerobica di biomasse

Dettagli

I film plastici in agricoltura tra opportunità e criticità

I film plastici in agricoltura tra opportunità e criticità Giacomo Scarascia Mugnozza Dipartimento di Progettazione e Gestione dei Sistemi Agro-zootecnici e Forestali Università di Bari I film plastici in agricoltura tra opportunità e criticità Bologna 12 Novembre

Dettagli

Fonte Scaldabagni a camera aperta

Fonte Scaldabagni a camera aperta Fonte Scaldabagni a camera aperta Fonte, acqua calda in dimensioni compatte Dall esperienza e dalla ricerca tecnologica di Beretta nasce la nuova linea di scaldabagni Fonte, progettata per offrire il massimo

Dettagli

Tappeti Decontaminanti Adesivi Sticky Mat. Tappeti autoadesivi per la pulizia delle calzature in ambienti controllati

Tappeti Decontaminanti Adesivi Sticky Mat. Tappeti autoadesivi per la pulizia delle calzature in ambienti controllati Tappeti Decontaminanti Adesivi Sticky Mat Tappeti autoadesivi per la pulizia delle calzature in ambienti controllati Tappeto adesivo per il controllo della contaminazione (con efficienza antibatterica)

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DALLE BIOMASSE E DAI RIFIUTI

PRODUZIONE DI ENERGIA DALLE BIOMASSE E DAI RIFIUTI PRODUZIONE DI ENERGIA DALLE BIOMASSE E DAI RIFIUTI Il TEAM di Si-Web ha lavorato con impegno e professionalità utilizzando informazioni provenienti da autorevoli fonti sia nazionali che internazionali,

Dettagli

STUDIO SPERIMENTALE DI VALIDAZIONE DELLE PROCEDURE DI DISINFEZIONE CON IL SISTEMA HYGIENIO NEGLI AMBULATORI DENTISTICI

STUDIO SPERIMENTALE DI VALIDAZIONE DELLE PROCEDURE DI DISINFEZIONE CON IL SISTEMA HYGIENIO NEGLI AMBULATORI DENTISTICI STUDIO SPERIMENTALE DI VALIDAZIONE DELLE PROCEDURE DI DISINFEZIONE CON IL SISTEMA HYGIENIO NEGLI AMBULATORI DENTISTICI Indice. Introduzione Scopo Campo di Applicazione Luogo esecuzione delle prove di laboratorio

Dettagli

PULIZIA E DISINFEZIONE

PULIZIA E DISINFEZIONE Regione Piemonte - Direzione Sanità Pubblica PULIZIA E DISINFEZIONE 1 riduzione della contaminazione batterica OBIETTIVI eliminazione completa dei germi patogeni Un corretto sistema di pulizia si articola

Dettagli

Società Agricola F.lli Piva. Lavoriamo per aggiungere qualità alla perfezione della natura

Società Agricola F.lli Piva. Lavoriamo per aggiungere qualità alla perfezione della natura Società Agricola F.lli Piva Lavoriamo per aggiungere qualità alla perfezione della natura L Azienda La Società Agricola F.lli Piva S.S., conosciuta con il proprio marchio commerciale UOVA DI FATTORIA è

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Titolo Asparago - Costituzione e diffusione dell ibrido maschile Italo Risultati della Ricerca Descrizione estesa del risultato Italo è il primo ibrido interamente maschile (le piante maschili sono notoriamente

Dettagli

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010 22 febbraio 2011 Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010 L Istat rende disponibili, per l annata agraria 2009-2010, i principali risultati dell indagine

Dettagli

Paolo Marzialetti - Ce.Spe.Vi. Energie Rinnovabili ed Efficienza Energetica - Un Volano per lo Sviluppo Economico Pistoiese?

Paolo Marzialetti - Ce.Spe.Vi. Energie Rinnovabili ed Efficienza Energetica - Un Volano per lo Sviluppo Economico Pistoiese? Il Riutilizzo degli Scarti Verdi dei Vivai Paolo Marzialetti - Ce.Spe.Vi. Centro Sperimentale Vivaismo di Pistoia Energie Rinnovabili ed Efficienza Energetica - Un Volano per lo Sviluppo Economico Pistoiese?

Dettagli

Fonte. Scaldabagni. Scaldabagni istantanei a camera aperta. Residenziale

Fonte. Scaldabagni. Scaldabagni istantanei a camera aperta. Residenziale Fonte Scaldabagni istantanei a camera aperta Scaldabagni Residenziale Fonte Fonte: grande comfort in dimensioni compatte Dall esperienza e dalla ricerca tecnologica di Beretta nasce la nuova linea di scaldabagni

Dettagli

UNO SCUDO IMPENETRABILE CONTRO MICROBI, BATTERI, FUNGHI E MUFFE

UNO SCUDO IMPENETRABILE CONTRO MICROBI, BATTERI, FUNGHI E MUFFE UNO SCUDO IMPENETRABILE CONTRO MICROBI, BATTERI, FUNGHI E MUFFE I CARRELLI VDM SONO TRATTATI CON PROTEZIONE ANTIBATTERICA MICROBAN Lo sapevate che...? ci sono in media più batteri su una mano che abitanti

Dettagli

Linee guida su attrezzature e applicazione Sistemi di applicazione per rivenditore

Linee guida su attrezzature e applicazione Sistemi di applicazione per rivenditore NUTRIZIONE PER SEMI Linee guida su attrezzature e applicazione Sistemi di applicazione per rivenditore PROTINUS Nutrizione per semi linee guida per l applicazione PROTINUS Nutrizione per semi è un prodotto

Dettagli

POMODORO DA INDUSTRIA

POMODORO DA INDUSTRIA home >> schede tecniche colturali di sintesi >> Pomodoro da industria POMODORO DA INDUSTRIA ZONA DI RIFERIMENTO Nord- Italia ESIGENZE PEDOCLIMATICHE Nel Nord-Italia il pomodoro da industria si adatta a

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

EIMA 2003 - CONFERENZA STAMPA. Illustrazione dei dati rilevati in campo sull efficienza dei rotoloni e degli impianti a goccia

EIMA 2003 - CONFERENZA STAMPA. Illustrazione dei dati rilevati in campo sull efficienza dei rotoloni e degli impianti a goccia EIMA 2003 - CONFERENZA STAMPA Relazione del dr. Giorgio Gazzotti, agronomo Illustrazione dei dati rilevati in campo sull efficienza dei rotoloni e degli impianti a goccia Dati rilevati in campo sull efficienza

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

Scaldabagni istantanei a camera aperta NOVITÀ. ARTÙ 11-14 / 11-14 ie b

Scaldabagni istantanei a camera aperta NOVITÀ. ARTÙ 11-14 / 11-14 ie b Scaldabagni istantanei a camera aperta NOVITÀ L B M - / - ie b LE PRESTAZIONI EFFICIENZA E CONSUMI RIDOTTI L entrata in vigore della Direttiva Europea ErP (6.09.0) prevede che anche i generatori per la

Dettagli

SPEZIE ED ERBE AROMATICHE

SPEZIE ED ERBE AROMATICHE Marchio di qualità con indicazione di origine Marchio di qualità Südtirol/Alto Adige DISCIPLINARE per il settore SPEZIE ED ERBE AROMATICHE Decreto del Direttore della Ripartizione Economia n. 833 del 26.11.2014

Dettagli

Come funziona una centrale a ciclo combinato? Aggiungere l immagine sotto e fare un mix dei due testi di spiegazione del funzionamento

Come funziona una centrale a ciclo combinato? Aggiungere l immagine sotto e fare un mix dei due testi di spiegazione del funzionamento LA TECNOLOGIA DEL CICLO COMBINATO A GAS NATURALE La maggiore quantità di energia elettrica generata da Edison è prodotta da 28 centrali termoelettriche. Edison sviluppa, progetta e costruisce interamente,

Dettagli

M A C C H I N E P E R L A P U L I Z I A I N D U S T R I A L E E U R B A N A

M A C C H I N E P E R L A P U L I Z I A I N D U S T R I A L E E U R B A N A 5000 ZERO EMISSIONS Il concetto La spazzatrice Dulevo 5000 Zero Emissions è l unica spazzatrice meccanico-aspirante al mondo alimentata a gas metano. Senza modificarne la capacità di spazzamento, Dulevo

Dettagli

TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA

TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA Scuola di specializzazione in: Allevamento, igiene, patologia delle specie acquatiche e controllo dei prodotti derivati TECNOLOGIE PER L ACQUACOLTURA PROF. MASSIMO LAZZARI Anno accademico 2007-2008 Meccanizzazione

Dettagli

SCALDABAGNI ISTANTANEI A GAS

SCALDABAGNI ISTANTANEI A GAS SCALDABAGNI ISTANTANEI A GAS 3.4.2 7.2008 0694 a gas metano e GPL, camera aperta, accensione automatica a batteria Acquasprint Iono è lo scaldabagno a camera aperta per l installazione semplice e veloce

Dettagli

di fare pulizia quanto l acqua, se privata di tutti i minerali in essa normalmente dissolti, diventa un potente

di fare pulizia quanto l acqua, se privata di tutti i minerali in essa normalmente dissolti, diventa un potente Cambia il modo di fare pulizia con l Acqua Pura Pulire con l acqua pura, significa lavare con un agente pulente estremamente efficace in quanto l acqua, se privata di tutti i minerali in essa normalmente

Dettagli

ELENCO PREZZI MANUTENZIONE AREE A VERDE IMPIANTI

ELENCO PREZZI MANUTENZIONE AREE A VERDE IMPIANTI ELENCO PREZZI MANUTENZIONE AREE A VERDE IMPIANTI 1) Operaio Specializzato Prezzo a ora 22,54 2) Operaio Qualificato Prezzo a ora 20,43 3) Autocarro con gru ruotante con braccio articolato MTT 26000 kg

Dettagli

L odontoiatria conservativa

L odontoiatria conservativa Gianfranco Politano L odontoiatria conservativa come ripariamo un dente cariato Una pubblicazione dello: L autore! Gianfranco Politano Laureato in odontoiatria e protesi dentale all universita di Modena

Dettagli

Piano formativo standard scuola professionale. Giardiniera / Giardiniere AFC

Piano formativo standard scuola professionale. Giardiniera / Giardiniere AFC Piano formativo standard scuola professionale Giardiniera / Giardiniere AFC Tutti gli indirizzi 1 anno 1 giugno 2012 Testo obiettivo di Spiegazioni Lezioni Consulenza e vendita 10 1.1.1.1 Contatto con

Dettagli

Possibili pre-trattamenti dei residui colturali e delle biomasse impiegabili negli impianti di digestione anaerobica

Possibili pre-trattamenti dei residui colturali e delle biomasse impiegabili negli impianti di digestione anaerobica Possibili pre-trattamenti dei residui colturali e delle biomasse impiegabili negli impianti di digestione anaerobica S. Menardo, P. Balsari Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Scienze Agrarie,

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA MONTESSU

AZIENDA AGRICOLA MONTESSU AZIENDA AGRICOLA MONTESSU Un agricoltura innovativa con l utilizzo delle risorse naturali 1 Azienda Montessu L azienda agricola Montessu nasce nel 2006 quando l avvocato Marco Secci con l aiuto del fratello

Dettagli

Novità2014. L impiego del calore istantaneo per ridurre i rischi da PSA nell actinidieto. Luciano Trentini. Marco Mingozzi

Novità2014. L impiego del calore istantaneo per ridurre i rischi da PSA nell actinidieto. Luciano Trentini. Marco Mingozzi Novità2014 L impiego del calore istantaneo per ridurre i rischi da PSA nell actinidieto Luciano Trentini Marco Mingozzi Piemonte Ha 5.000 20% Veneto Ha 3.700-14% Emilia-Romagna 4.000 Ha -15% Lazio Ha 7.350

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

IL PROFILO DEL SUOLO

IL PROFILO DEL SUOLO Cognome... Nome... IL PROFILO DEL SUOLO Se scaviamo una buca abbastanza profonda in un terreno, osserviamo che la parete tagliata presenta una successione di strati, di diverso colore e struttura, che

Dettagli

Coop. Fattoria della Piana Società Agricola

Coop. Fattoria della Piana Società Agricola Impianto di digestione anaerobica e cogenerazione da biogas Agroenergia della Piana Azienda: Coop. Fattoria della Piana Soc.Agricola Località: C.da Sovereto, 89020 Candidoni (RC) Potenza installata: 998

Dettagli

VIVAISMO E GIARDINAGGIO

VIVAISMO E GIARDINAGGIO CORSO DI VIVAISMO E GIARDINAGGIO INTRODUZIONE Il vivaismo rappresenta un segmento molto importante della filiera produttiva agricola, perché dalla capacità propositiva delle aziende vivaistiche e dalla

Dettagli

PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO ASL 7

PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO ASL 7 PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO 1 Criteri generali Per quanto sia stato ampiamente dimostrato che le superfici ambientali sono, di per sé, difficilmente responsabili della trasmissione

Dettagli

Novità allo studio. Andrea Peruzzi UNIVERSITÀ DI PISA, SEZIONE MECCANICA AGRARIA E MECCANIZZAZIONE AGRICOLA DAGA

Novità allo studio. Andrea Peruzzi UNIVERSITÀ DI PISA, SEZIONE MECCANICA AGRARIA E MECCANIZZAZIONE AGRICOLA DAGA Il Divulgatore n.10/2003 Soluzioni meccaniche per un'agricoltura a basso impatto ambientale Pagg. 58-67 Gestione delle infestanti Novità allo studio Ecco i risultati ottenuti nelle prove condotte dall

Dettagli