Le competenze degli adulti nell ambito delle iniziative PON 2007/2013: modelli di rilevazione e strumenti diagnostici

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le competenze degli adulti nell ambito delle iniziative PON 2007/2013: modelli di rilevazione e strumenti diagnostici"

Transcript

1 Le competenze degli adulti nell ambito delle iniziative PON 2007/2013: modelli di rilevazione e strumenti diagnostici Bagheria 16 settembre 2008 Monitoraggio Nazionale EdA a.s. 2006/07 GestioneProgetti PON Mis. 6.1 /7.3 Gestione della Programmazione Unitaria

2 E.D.A. STRUMENTI DI RILEVAZIONE UTILIZZATI P.O.N. SCHEDE DI MONITORAGGIO Formato elettronico SISTEMA per la gestione/documentazione dei progetti P.O.N. DATI RILEVATI: - Numero e tipologie di corsi realizzati; - Numero di iscritti Caratteristiche dell utenza rilevate: -genere, fascia di età, livello di scolarizzazione, condizione lavorativa, stato di provenienza, ecc.. DATI RILEVATI: Numero corsi autorizzati per misura; Numero di utenti(distinti tra corsisti e operatori) Caratteristiche dell utenza rilevate: genere; fascia di età, stato civile, titolo di studio, condizione lavorativa, condizione lavorativa dei genitori dei corsisti studenti e titolo di studio, ecc.. 2

3 Monitoraggio a.s. 2006/07 L Educazione degli Adulti nella Regione 3

4 Monitoraggio Nazionale EdA per l a.s. 2006/07 dati aggiornati al 9 settembre 2008 Le istituzioni scolastiche censite Tipologie scolastiche: ISTITUTI SCOLASTICI DI RIFERIMENTO SEDI E.D.A. di cui: Centri Territoriali Permanenti Istituti di 2 grado gestori di corsi Serali Scuole Carcerarie ITALIA SICILIA 116 8, , ,4 54 6, ,2 In, il 95 delle istituzioni scolastiche presenti negli archivi ufficiali ha partecipato alla rilevazione. Gli istituti di riferimento presso cui sono state attive e funzionanti Sedi EdA in ammontano a 116, ossia l 8,4 del totale nazionale. Le Sedi EdA - fra CTP, Serali e Scuole Carcerarie sono state 159 (9,5). 4

5 Monitoraggio Nazionale EdA per l a.s. 2006/07 dati aggiornati al 9 settembre 2008 I Corsi per Adulti TIPOLOGIE CORSI ITALIA SICILIA nazionale Corsi di Alfabetizzazione Culturale ,6 Corsi di Scuola Secondaria di I grado ,8 Totale Corsi del Primo Ciclo di istruzione (Corsi di Alfabetizzazione Culturale + Corsi di Scuola Secondaria di I grado) Corsi a favore di cittadini stranieri per l Integrazione Linguistica e Sociale ,1 Corsi Brevi Modulari di alfabetizzazione funzionale ,1 TOTALE CORSI EDA ,8 I corsi per adulti erogati a livello nazionale nel 2006/07 sono stati in tutto , di cui in ovvero il 6,8. Rispetto al totale nazionale, le tipologie di corso che in hanno inciso maggiormente sono state i corsi del primo ciclo di istruzione: di scuola secondaria di I grado (18,8) e di alfabetizzazione culturale (8,6). Quelli che invece hanno riportato in proporzione i valori più bassi: i corsi di italiano per stranieri (2,1 del totale nazionale). 5

6 Monitoraggio Nazionale EdA per l a.s. 2006/07 dati aggiornati al 9 settembre 2008 L utenza: Iscritti ai Corsi EdA ISCRITTI PER TIPOLOGIA DI CORSO ITALIA SICILIA nazionale Corsi di Alfabetizzazione Culturale , Corsi di Scuola Secondaria di I grado ,9 Totale Corsi del Primo Ciclo di istruzione (Corsi di Alfabetizzazione Culturale + Corsi di Scuola Secondaria di I grado) ,2 Corsi a favore di cittadini stranieri per l Integrazione Linguistica e Sociale ,5 Corsi Brevi Modulari di alfabetizzazione funzionale ,8 Corsi Serali finalizzati al conseguimento del diploma di istruzione secondaria di II grado ,8 TOTALE ISCRITTI CORSI ,5 Gli iscritti ai corsi per adulti in Italia sono stati , di questi nella Regione (8,59). I corsi più seguiti a livello regionale risultano quelli brevi modulari di alfabetizzazione funzionale, dove sono stati rilevati iscritti (il 9,8 della somma nazionale) e quelli di scuola secondaria di I grado, che hanno totalizzato iscritti (il 16,9 del totale nazionale). 6

7 Monitoraggio Nazionale EdA per l a.s. 2006/07 dati aggiornati al 9 settembre 2008 L utenza: Frequentanti nei Corsi EdA FREQUENTANTI PER TIPOLOGIA DI CORSO Corsi di Alfabetizzazione Culturale Corsi di Scuola Secondaria di I grado Totale Corsi del Primo Ciclo di istruzione (Corsi di Alfabetizzazione Culturale + Corsi di Scuola Secondaria di I grado) Corsi a favore di cittadini stranieri per l Integrazione Linguistica e Sociale Corsi Brevi Modulari di alfabetizzazione funzionale Corsi Serali finalizzati al conseguimento del diploma di istruzione secondaria di II grado TOTALE FREQUENTANTI ITALIA SICILIA nazionale , , , , ,1 I soggetti che hanno frequentato i corsi EdA in Italia sono stati , di questi nella Regione (7,17). Rispetto ai valori nazionali, i corsi che in sono risultati in proporzione più frequentati sono quelli di scuola secondaria di I grado (che hanno totalizzato quota 17 del totale, in tutto 5.338), di seguito figurano i corsi brevi e modulari, con soggetti (7,71). 7

8 Monitoraggio Nazionale EdA per l a.s. 2006/07 dati aggiornati al 9 settembre 2008 L utenza: Frequentanti per genere e provenienza Corsi di Alfabetizzazione Culturale Corsi di Scuola Secondaria di I grado Totale Corsi del Primo Ciclo di istruzione (Corsi di Alfabetizzazione Culturale + Corsi di Scuola Secondaria di I grado) Corsi a favore di cittadini stranieri per l Integrazione Linguistica e Sociale Corsi Brevi Modulari di alfabetizzazione funzionale Corsi Serali finalizzati al conseguimento del diploma di istruzione secondaria di II grado Totali Tot. Frequentanti TIPOLOGIE CORSI ITALIA Italiani Stranieri M F M F SICILIA Italiani Stranieri M F M F I frequentanti sono stati in prevalenza italiani: il 68,8 del totale (in tutto ); mentre gli stranieri hanno assorbito il restante 31,2 (in tutto ). In i cittadini italiani sono risultati (di cui: uomini e donne), gli stranieri pari a (di cui: uomini e donne).

9 Monitoraggio Nazionale EdA per l a.s. 2006/07 dati aggiornati al 9 settembre 2008 Frequentanti per tipologia di corso e provenienza Frequentanti ai: ITALIA v.a. v.a. SICILIA nazionale Italiani Stranieri Italiani Stranieri Italiani Stranieri Corsi di Alfabetizzazione Culturale ,7 2,1 Corsi di Scuola Secondaria di I grado ,6 5,4 Totale Corsi del Primo Ciclo di istruzione (Corsi di Alfabetizzazione Culturale + Corsi di Scuola Secondaria di I grado) ,3 Corsi a favore di cittadini stranieri per l Integrazione Linguistica e Sociale ,9 2 Corsi Brevi Modulari di alfabetizzazione funzionale ,2 Corsi Serali finalizzati al conseguimento del diploma di istruzione secondaria di II grado ,2 1,1 TOTALE FREQUENTANTI ,1 2,7 A livello nazionale, gli stranieri sono risultati oltre il 31 dell utenza complessiva censita. Quelli che hanno frequentato corsi EdA in in tutto rappresentano il 2,73 del totale nazionale. La loro presenza è stata significativa soprattutto nei corsi di scuola secondaria di I grado, toccando qui il 5,47. 9

10 Programma Operativo Nazionale La scuola per lo Sviluppo Misura 6.1: Istruzione Permanente Misura 7.3: Iniziative di orientamento e di rimotivazione allo studio per favorire l'inserimento e il reinserimento delle donne adulte nel mercato del lavoro Alcuni dati statistici a confronto 10

11 La Misura 6.1 e 7.3 del PON: il numero di corsi per regione Nell ambito del PON 2000/2006, sono state indirizzate alle finalità proprie dell educazione degli adulti la misura azione 6.1 e la misura azione 7.3 Entrambe le misure/azioni prevedono interventi finalizzati alla qualificazione e al recupero delle conoscenze di base di giovani adulti e adulti con insufficiente grado di istruzione scolastica o con inadeguati livelli culturali in funzione dell inserimento e/o del reinserimento nel sistema scolastico e/o nel mercato del lavoro. Numero corsi Misura 6.1 PON 2006 Numero corsi Misura 7.3 PON 2006 Campania Basilicata Sardegna Totale

12 Misura 6.1: le caratteristiche socio-anagrafiche degli iscritti: genere e cittadinanza Campania Basilicata Sardegna TOTALE Femmine , , , , , , ,3 Maschi , , , , , , ,7 TOTALE E la regione Sardegna ad avere il numero maggiore di iscritti donne ai corsi, pari al 75,5, mentre in si fermano al 58,1. In le donne che partecipano ai corsi della misura 6.1 sono il 70,3. Italia Altri paesi UE Paesi europei non UE ,8 2,2 0,7 A livello nazionale gli iscritti con cittadinanza italiana sono il 93,8 del totale, gli stranieri ammontano al 6,2 (di cui il 2,2 proviene da altri paesi dell Unione Europea). Paesi non UE del mediterraneo Altri paesi africani Altri paesi asiatici ,5 1,5 0,7 America 2 0 America latina 26 0,6 TOTALE Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell Autonomia Scolastica (Ex Indire) Gestione Commissariale

13 Misura 6.1: la condizione degli iscritti nel mercato del lavoro Campania Basilicata Sardegna TOTALE v.a. v.a. v.a. v.a. v.a. v.a. v.a. Occupato , , , , , , ,2 Inoccupato , ,4 19 5, ,9 32 7, ,6 Disoccupato , , , , , , ,8 Altro , , , , , ,5 N.D. 14 1,1 5 0,7 4 1,2 6 0,8 7 0,9 1 0,2 37 0,9 TOTALE In il 48,5 degli iscritti è disoccupato, percentuale che arriva al 54,4 in. Sul totale, il 24, degli utenti risulta già occupato, mentre circa il 50 è disoccupato. Se osserviamo il dato sul genere per condizione occupazionale, osserviamo come siano in netta prevalenza le donne iscritte ai corsi ad essere disoccupate, pari al 56, mentre il dato si inverte per la condizione di occupati, tra cui troviamo una maggioranza di uomini, pari al 33,8 Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell Autonomia Scolastica (Ex Indire) Gestione Commissariale ,3 33,8 10,7 10,4 Occupato Inoccupato Disoccupato Femmine Maschi 56 37,6 13

14 La Misura 6.1 e 7.3 del PON: il dato sull utenza per regione MISURA 6.1 Iscritti Frequentanti Ritirati di ritirati Campania ,9 Basilicata , , ,3 Sardegna ,6 TOTALE ,2 Nel 2006 si sono iscritti ai corsi della misura soggetti, di cui si sono ritirati (11,2). Si sono iscritti invece ai corsi della misura donne, di cui 13,3si sono ritirate. Da notare come la percentuale di abbandoni sia maggiore nei corsi in cui l utenza è esclusivamente femminile. MISURA 7.3 Campania Basilicata Sardegna TOTALE Iscritti Frequentanti Ritirati di ritirati 13 16,8 10,9 11,8 9,6 14,7 13,3 14 Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell Autonomia Scolastica (Ex Indire) Gestione Commissariale

15 Misura 6.1: la condizione degli iscritti nel mercato del lavoro Licenza media / Biennio di scuola superiore Diploma di qualifica Diploma di maturità e diploma di scuola superiore Laurea II livello Laurea vecchio ordinamento Altro 3,2 DISOCCUPATO 36,2 4,8 46,9 7,2 1,1 INOCCUPATO 29,2 3,8 49,7 4 9,7 1,5 OCCUPATO 27,6 4,5 51,2 7,6 6, Emerge come esista un preoccupante 46,9 dei disoccupati iscritti ai corsi comunque in possesso del diploma di maturità e diploma di scuola superiore, percentuale che si discosta di poco da quella relativa agli occupati, pari al 51,2. 15

16 L educazione degli adulti nella Programmazione : Obiettivo G Migliorare i sistemi di apprendimento durante tutto l arco della vita N. progetti presentati 126 N. progetti approvati 126 N. progetti chiusi (al 10 settembre 2008) 28 Campani a Totale Complessivamente, con il primo bando della nuova programmazione, sono stati approvati 437 progetti sull Obiettivo G, di cui 126 in. Al 10 settembre 2008 risultavano iscritti in soggetti, di cui circa il 68 donne e il 32 uomini. N. iscritti maschi N. iscritti femmine Numero totale maschi femmine Totale Campania ,5 68, ,7 67, ,4 66, ,1 67,9 Totale ,3 67,7 16

17 L educazione degli adulti nella Programmazione : iscritti, ritirati ed operatori N. iscritti N. ritirati totale ritirati ritirati maschi ritirati femmine Campania ,5 3,8 7, ,4 4,1 7, ,9 3,1 4, ,6 4,5 8,1 Totale ,4 4,0 7,3 Complessivamente, la percentuale di ritiri al 10 settembre risultava essere pari all 11,4, di cui il 4 d maschi e l 7,3 di donne. In la percentuale di ritirate donne sale all 8,1. N. Esperti N. Tutor Campania Totale

18 L educazione degli adulti nella Programmazione : La provenienza degli esperti Campania Totale Agenzia formativa 3,9 4,6 1,5 1,1 2,8 CTP 4,9 4,8 3,4 8,1 5,7 Regioni e enti locali 0,6 0,2 0,4 2,3 1,0 Imprese 2,5 4,2 4,5 2,3 3,2 Mondo delle professioni 9,8 11,1 18,0 11,4 11,9 Scuola 30,9 30,5 33,1 31,5 31,3 Università 5,7 5,0 6,8 7,0 6,1 Centri per l'impiego 0,2 3,8 1,1 0,2 1,3 Organismi del privato sociale 1,6 2,9 1,5 2,6 2,3 Ministero Pubblica Istruzione 18,4 18,0 10,2 14,9 16,0 Altra provenienza 13,3 9,4 13,2 11,0 11,9 Associazioni di categoria 0,0 0,6 1,1 0,5 0,6 Non pervenuto 7,8 4,8 3,8 6,8 6,1 Totale,0,0,0,0,0 18

Graf. 1 - Totale corsi per adulti ripartiti per tipologia 18,16% CPC (Tot. 3.400) CILS (Tot. 3.209) CBM (Tot. 12.112)

Graf. 1 - Totale corsi per adulti ripartiti per tipologia 18,16% CPC (Tot. 3.400) CILS (Tot. 3.209) CBM (Tot. 12.112) 1.4 - I Corsi Complessivamente i corsi per adulti attivati nell a.s. 26/7 sono stati 18.721 1, così ripartiti: 3.4 corsi del primo ciclo di istruzione (pari al 18,16% del totale), 3.29 corsi a favore di

Dettagli

Rapporto di monitoraggio dell Istruzione degli Adulti Basilicata Anno scolastico 2007/2008

Rapporto di monitoraggio dell Istruzione degli Adulti Basilicata Anno scolastico 2007/2008 Rapporto di monitoraggio dell Istruzione degli Adulti Basilicata Anno scolastico 2007/2008 Indice Introduzione I dati in sintesi 1. Le sedi 1.1. Le tipologie 1.2. La distribuzione dei Centri Territoriali

Dettagli

Monitoraggio Nazionale dell offerta formativa per Adulti Rapporto di Sintesi per l annualità 2010/11

Monitoraggio Nazionale dell offerta formativa per Adulti Rapporto di Sintesi per l annualità 2010/11 1 Hanno collaborato alla ricerca: Area Tematica 4 Sviluppo e trasformazione del sistema e del curricolo Progetto: Istruzione degli Adulti (IdA): Gruppo di lavoro: Coordinamento: Antonella Zuccaro Risorse:

Dettagli

Capitolo 1 I dati in sintesi

Capitolo 1 I dati in sintesi Capitolo 1 I dati in sintesi 1.1 - Le sedi Nell anno scolastico 2006/07 gli istituti scolastici coinvolti nell istruzione degli adulti sono stati 1.403. Il presente rapporto è però realizzato utilizzando

Dettagli

Donatella Rangoni I dati in sintesi, Quadro Sinottico, Capitolo 4 paragrafi 4.1 e 4.4, Capitolo 5, Capitolo 6 paragrafo 6.1, 6.5

Donatella Rangoni I dati in sintesi, Quadro Sinottico, Capitolo 4 paragrafi 4.1 e 4.4, Capitolo 5, Capitolo 6 paragrafo 6.1, 6.5 Hanno collaborato alla ricerca: Progetto: Istruzione degli Adulti (IdA) Gruppo di lavoro: Caterina Orlandi, responsabile del progetto Nicola Malloggi, coordinatore del gruppo di lavoro Donatella Rangoni,

Dettagli

RAPPORTO DI MONITORAGGIO 2012

RAPPORTO DI MONITORAGGIO 2012 ISTRUZIONE DEGLI ADULTI RAPPORTO DI MONITORAGGIO 2012 La redazione del rapporto di sintesi è realizzata dalla sezione Istruzione degli Adulti di Indire. Direzione: Flaminio Galli Coordinamento ed elaborazione:

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE Enrico FERMI Brindisi

LICEO SCIENTIFICO STATALE Enrico FERMI Brindisi Corsista Studente Nome Cognome SESSO : uomo donna CITTADINANZA Italia Altri paesi UE Paesi europei non UE Paesi non UE del Mediterraneo Paesi africani non del Mediterraneo Paesi asiatici non del Mediterraneo

Dettagli

Area Tematica 4 Sviluppo e trasformazione del sistema e del curricolo Progetto: Istruzione degli Adulti (IdA): Gruppo di lavoro:

Area Tematica 4 Sviluppo e trasformazione del sistema e del curricolo Progetto: Istruzione degli Adulti (IdA): Gruppo di lavoro: Hanno collaborato alla ricerca: Area Tematica 4 Sviluppo e trasformazione del sistema e del curricolo Progetto: Istruzione degli Adulti (IdA): Gruppo di lavoro: Caterina Orlandi, responsabile dell area

Dettagli

DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO

DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO...l... sottoscritto/a Nome...Cognome... nato/a il a... (...) Nazione... (Comune) (Prov.) Codice Fiscale fa domanda di partecipazione all intervento indicato come: Progetto

Dettagli

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza. Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza. Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012 ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012 IL MERCATO DEL LAVORO IN ITALIA -1 Alcune definizioni: 2 Tasso

Dettagli

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Ricerca Uil Scuola da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Non solo bambini Stranieri adulti sui banchi di scuola Una fotografia dell Italia che

Dettagli

annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale

annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale popolazione scolastica QUADRO RIASSUNTIVO ALUNNI ISCRITTI A.S.

Dettagli

IL SISTEMA DI FORMAZIONE PERMANENTE DELLA REGIONE PIEMONTE Scheda informativa a cura dell Area Sistemi Formativi dell Isfol (marzo 2003)

IL SISTEMA DI FORMAZIONE PERMANENTE DELLA REGIONE PIEMONTE Scheda informativa a cura dell Area Sistemi Formativi dell Isfol (marzo 2003) IL SISTEMA DI FORMAZIONE PERMANENTE DELLA REGIONE PIEMONTE Scheda informativa a cura dell Area Sistemi Formativi dell Isfol (marzo 2003) 1. Le politiche regionali di istruzione e formazione permanente

Dettagli

Adult Education. I Centri Provinciali per l Istruzione degli Adulti (CPIA)

Adult Education. I Centri Provinciali per l Istruzione degli Adulti (CPIA) Adult Education I Centri Provinciali per l Istruzione degli Adulti (CPIA) Il contesto Europeo Circa il 75% degli adulti (tra i 25 e i 64 anni) in Europa hanno completato un percorso di istruzione secondaria

Dettagli

2 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

2 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Ministero dell Istruzione Università e Ricerca Istituto Comprensivo Statale Via Tiburtina Antica 25 2 Centro Territoriale Permanente Via Tiburtina Antica 25, 00185 Roma 11 Distr. Tel. 06 491777 - Fax 06

Dettagli

GLI STUDENTI TRENTINI E IL LORO FUTURO Trento, 6 marzo 2015

GLI STUDENTI TRENTINI E IL LORO FUTURO Trento, 6 marzo 2015 GLI STUDENTI TRENTINI E IL LORO FUTURO Trento, 6 marzo 2015 Nella scuola oggi e nella società domani ANTONIO SCHIZZEROTTO FBK-IRVAPP e Università di Trento Uno sguardo sull istruzione secondaria in Trentino

Dettagli

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE IN ETÀ ADULTA. Scuola Secondaria Statale di 1 Grado A.Belvedere Vico Acitillo 90 Napoli

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE IN ETÀ ADULTA. Scuola Secondaria Statale di 1 Grado A.Belvedere Vico Acitillo 90 Napoli CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE IN ETÀ ADULTA Scuola Secondaria Statale di 1 Grado A.Belvedere Vico Acitillo 90 Napoli Anno Scolastico 2014/2015 PIANO OFFERTA FORMATIVA PREMESSA Il Centro

Dettagli

ASSE IV CAPITALE UMANO

ASSE IV CAPITALE UMANO ASSE IV CAPITALE UMANO 1.PERCORSI FORMATIVI E SERVIZI SUCCESSIVI AL CONSEGUIMENTO DELL OBBLIGO Attività SCOLASTICO FINO A 16 ANNI, RIVOLTI ALL ACQUISIZIONE DI UNA QUALIFICA 2. PERCORSI FORMATIVI ANCHE

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO E SECONDO GRADO

DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO E SECONDO GRADO AI DOCENTI E AI COORDINATORI DELLE CLASSI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO E SECONDO GRADO Oggetto: Bando di ammissione degli studenti ai corsi di potenziamento del progetto MARCO POLO

Dettagli

Domanda d iscrizione all intervento 1

Domanda d iscrizione all intervento 1 REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali PO FSE ABRUZZO 2007-2013 OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE Domanda d iscrizione all intervento

Dettagli

22/10/2015 Mauro FRANCIA CPIA Perugia 1

22/10/2015 Mauro FRANCIA CPIA Perugia 1 Mauro FRANCIA CPIA Perugia 1 SI CHIAMA C.P.I.A. 2 BUONA SCUOLA CPIA LINGUA INGLESE TUTTE LE LINGUE INFORMATICA CE L ABBIAMO LOTTA ALLA DISPERSIONE SIAMO IN PRIMA FILA INTEGRAZIONE ITALIANO L2 3 BUONA SCUOLA

Dettagli

SERVIZI AFOL METROPOLITANA COMUNE DI LIMBIATE

SERVIZI AFOL METROPOLITANA COMUNE DI LIMBIATE SERVIZI AFOL METROPOLITANA COMUNE DI LIMBIATE 1 COMUNE DI LIMBIATE Afol Metropolitana, tra le diverse attività, si occupa di gestire i servizi all impiego per favorire l ingresso delle persone nel mercato

Dettagli

RECEPTIONIST 5* - ADDETTO AL RICEVIMENTO Specializzato in lingue orientali ed est europeo

RECEPTIONIST 5* - ADDETTO AL RICEVIMENTO Specializzato in lingue orientali ed est europeo Programma Operativo Fondo Sociale Europeo- Regione Liguria 2014-2020 ASSE 1 Occupazione - ASSE 3 Istruzione e formazione Soggetto proponente- ATI: LAVAGNA SVILUPPO SCRL VILLAGGIO DEL RAGAZZO FO.R.AGRI-

Dettagli

I diplomati e lo studio Anno 2007

I diplomati e lo studio Anno 2007 12 novembre 2009 I diplomati e lo studio Anno 2007 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. + 39 06 4673 2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673 3106 Informazioni e chiarimenti

Dettagli

FORMAZIONE degli ADULTI

FORMAZIONE degli ADULTI FORMAZIONE degli ADULTI Indice La Formazione degli Adulti Opportunità in Piemonte L A FORMAZIONE DEGLI ADULTI La promozione dell'apprendimento permanente si inserisce nel contesto della strategia di Lisbona,

Dettagli

Condizioni d Attuazione funzionali alla realizzazione degli obiettivi PON FSE 2010/11

Condizioni d Attuazione funzionali alla realizzazione degli obiettivi PON FSE 2010/11 Condizioni d Attuazione funzionali alla realizzazione degli obiettivi PON FSE 2010/11 La normativa di riferimento per la progettazione dei piani integrati dà precise indicazioni per la pianificazione della

Dettagli

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5.1 DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ 82 Sono più spesso le donne ad intraprendere gli studi universitari A partire

Dettagli

I.P.S.S.C.T. PROFILI PROFESSIONALI ED OBIETTIVI DELLA SCUOLA

I.P.S.S.C.T. PROFILI PROFESSIONALI ED OBIETTIVI DELLA SCUOLA I.P.S.S.C.T. PROFILI PROFESSIONALI ED OBIETTIVI DELLA SCUOLA L IPSSCT N. Miraglia offre un percorso formativo che risponde alla vocazione economica di un territorio sempre più interessato allo sviluppo

Dettagli

EDUCAZIONE DEGLI ADULTI

EDUCAZIONE DEGLI ADULTI EDUCAZIONE DEGLI ADULTI La proposta EDA, al fine di consentire una personalizzazione ed una differenziazione dei percorsi, è stata costruita secondo una logica modulare e flessibile, strutturata su un

Dettagli

Assessore alla Formazione professionale Istruzione ed Edilizia scolastica Provincia di Torino

Assessore alla Formazione professionale Istruzione ed Edilizia scolastica Provincia di Torino Benvenuta! Benvenuto! Le scuole di Torino e provincia ti aspettano: andare a scuola è un tuo diritto, ma anche un dovere. Conoscere i propri diritti e sapere come accedere ai servizi è fondamentale per

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO Regione Liguria DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO (da utilizzare per gli interventi rivolti alle PERSONE) A cura del Soggetto attuatore: TITOLO DELL INTERVENTO CORSO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO (n.

Dettagli

Investimento in formazione e inserimento nel mercato del lavoro

Investimento in formazione e inserimento nel mercato del lavoro Investimento in formazione e inserimento nel mercato del lavoro Le Linee guida per la formazione nel 2010 e il rilancio dei contratti a contenuto formativo Roma, 6 maggio 2010 Emmanuele Massagli Ricercatore

Dettagli

Corso gratuito di italiano per cittadini extracomunitari

Corso gratuito di italiano per cittadini extracomunitari Lo IAL MARCHE S.R.L. in collaborazione con la CISL promuove un corso di formazione - della durata di 50 ore con sede a Civitanova Marche. Il corso è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche

Dettagli

Cosa è il CTP EdA. INTRODUZIONE: presentazione del C.T.P.

Cosa è il CTP EdA. INTRODUZIONE: presentazione del C.T.P. ISTITUTO COMPRENSIVO Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria 1 grado Via A. Volta, 1-24060 VILLONGO (BG) / 035 927200 e-mail: segreteria.icv@virgilio.it Cosa è il CTP EdA Il Centro Territoriale Permanente

Dettagli

Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001

Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001 Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001 Sintesi del rapporto Possiamo affermare di essere un popolo più istruito rispetto al 1991. Aumentano le persone in possesso del

Dettagli

MONITORAGGIO DELL OFFERTA FORMATIVA PER ADULTI EROGATA DALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE NELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

MONITORAGGIO DELL OFFERTA FORMATIVA PER ADULTI EROGATA DALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE NELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Ha curato il rapporto Silvana Marchioro 1 PRIMA PARTE PREMESSA In seguito all emanazione dell art.1, comma 632, della Legge Finanziaria 2007, riguardante la riorganizzazione dei CTP e dei corsi serali

Dettagli

MISURA 2.A FORMAZIONE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO

MISURA 2.A FORMAZIONE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO ORGANISMO INTERMEDIO REGIONE ABRUZZO Dipartimento Sviluppo Economico, Politiche del Lavoro, Istruzione, Ricerca e Università PON Iniziativa Occupazione Giovani Piano di Attuazione Abruzzo 2014-2015 PIANO

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA. Anno scolastico 2008/09

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA. Anno scolastico 2008/09 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2008/09 Il Piano dell Offerta formativa 2008/09 è stato deliberato dal Consiglio di Istituto nella seduta del 26 giugno 2008, con delibera n. 27/2008. CENTRO

Dettagli

I CENTRI TERRITORIALI DI EDUCAZIONE PERMANENTE di Augusta Marconi

I CENTRI TERRITORIALI DI EDUCAZIONE PERMANENTE di Augusta Marconi I CENTRI TERRITORIALI DI EDUCAZIONE PERMANENTE di Augusta Marconi Se l offerta formativa integrata tra università, scuole ed agenzie di formazione professionale, favorita da Governo e Regioni, potrà rispondere

Dettagli

RICONOSCIMENTO, VALIDAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE. CON QUALI COMPETENZE?

RICONOSCIMENTO, VALIDAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE. CON QUALI COMPETENZE? Convegno Nazionale RICONOSCIMENTO, VALIDAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE. CON QUALI COMPETENZE? Con il patrocinio della Convegno Nazionale Riconoscimento, validazione

Dettagli

da Centri Territoriali Permanenti Centri provinciali di Istruzione per Adulti di Augusta Marconi

da Centri Territoriali Permanenti Centri provinciali di Istruzione per Adulti di Augusta Marconi da Centri Territoriali Permanenti a Centri provinciali di Istruzione per Adulti di Augusta Marconi Introduzione QuickTime e un decompressore sono necessari per visualizzare quest'immagine. Attualmente

Dettagli

Tavola 1 Istituti per ripartizione geografica Anno 2005. Nord Est. Tipologia Istituto. 1 1 Accademia Nazionale di Danza

Tavola 1 Istituti per ripartizione geografica Anno 2005. Nord Est. Tipologia Istituto. 1 1 Accademia Nazionale di Danza Numero 1 Si riporta di seguito una sintesi dei dati sul sistema dell Alta Formazione Artistica e Musicale in riferimento all anno accademico 2005/2006. Essa è il risultato dell ultima delle rilevazioni

Dettagli

GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 30 NOVEMBRE

GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 30 NOVEMBRE GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 3 NOVEMBRE 215 SOMMARIO Dall adesione alla presa in carico - Focus 1, 2 e 3 Distribuzione delle prese in carico per fascia

Dettagli

4I LAUREATI E IL LAVORO

4I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO Meno disoccupati tra i laureati oltre i 35 anni La formazione universitaria resta un buon investimento e riduce il rischio di disoccupazione: la percentuale

Dettagli

Donne in Italia e nel Sud. Statistiche in breve

Donne in Italia e nel Sud. Statistiche in breve Donne in Italia e nel Sud Statistiche in breve DEMOGRAFIA 1. numero medio di figli per donna (199 11) 2. speranza di vita alla nascita (6 11) 3. speranza di vita a 6 anni (6 11) LAVORO 4. tasso occupazione

Dettagli

Inserimento professionale dei diplomati universitari

Inserimento professionale dei diplomati universitari 22 luglio 2003 Inserimento professionale dei diplomati universitari Indagine 2002 Nel corso degli ultimi anni l Istat ha rivisitato e notevolmente ampliato il patrimonio informativo sull istruzione e la

Dettagli

Disposizioni in materia di tirocini ai sensi dell art. 41 della legge regionale n. 3 del 2009

Disposizioni in materia di tirocini ai sensi dell art. 41 della legge regionale n. 3 del 2009 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. 337 del 6.03.2012 pag. 1/9 Disposizioni in materia di tirocini ai sensi dell art. 41 della legge regionale n. 3 del 2009 - Art. 1 Definizioni...2 - Art.

Dettagli

Progetto Sprint IV: Seminario Conclusivo

Progetto Sprint IV: Seminario Conclusivo CTP Besta Viale Aldo Moro, 31 40127 Bologna Tel. 051/364967-051/374673 Fax 051/361168 boic853007 @istruzione.it http://kids.bo.cnr.it/ctpbesta Progetto Sprint IV: Seminario Conclusivo a cura di Giulia

Dettagli

REPORT L'ISTRUZIONE DEGLI ADULTI A BOLOGNA E PROVINCIA A.S.. 2012/13

REPORT L'ISTRUZIONE DEGLI ADULTI A BOLOGNA E PROVINCIA A.S.. 2012/13 REPORT L'ISTRUZIONE DEGLI ADULTI A BOLOGNA E PROVINCIA A.S.. 2012/13 1 Il Report è stato curato da Giulia Rossi (IRS) con la collaborazione di Stefania Sabella (Ce.trans) Si ringraziano i CTP e gli Istituti

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA In questa analisi vengono presi in esame i dati relativi alle comunicazioni obbligatorie pervenute al Sistema Informativo Lavoro

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO A cura dell'amministrazione titolare DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL INTERVENTO Provincia Autonoma di Bolzano Ufficio FSE Anno Obiettivo 2 Asse Denominazione del progetto Operatore/ Beneficiario finale Cod.

Dettagli

GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 19 OTTOBRE

GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 19 OTTOBRE GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 19 OTTOBRE 215 SOMMARIO Dall adesione alla presa in carico - Focus 1, 2 e 3 Distribuzione delle prese in carico per fascia

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di regolamento recante norme generali per la ridefinizione dell assetto organizzativo didattico dei centri d istruzione per gli adulti,

Dettagli

A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009

A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009 A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009 L Alternanza Scuola-Lavoro è stata introdotta In Italia come una delle modalità di realizzazione dei percorsi

Dettagli

Addetto allo sviluppo e promozione delle iniziative di fruizione dell'artigianato e degli antichi mestieri

Addetto allo sviluppo e promozione delle iniziative di fruizione dell'artigianato e degli antichi mestieri Regione Liguria Comunità Montana Valli Stura e Orba Comunità Montana Argentea Nell ambito del P.O.R. Ob. 3 FSE 2000-2006 Piano di Sviluppo Locale Progetto Integrato Sviluppo Risorse Umane ARTIUM - La Comunità

Dettagli

Alternanza scuola lavoro: a che punto siamo?

Alternanza scuola lavoro: a che punto siamo? Alternanza scuola lavoro: a che punto siamo? Esiti monitoraggio nazionale a.s. 2012/2013 1 Dati in sintesi e trend L alternanza scuola lavoro è una metodologia didattica innovativa del sistema dell istruzione

Dettagli

I LIVELLI RETRIBUTIVI DEI DIPENDENTI STRANIERI e i differenziali con gli italiani

I LIVELLI RETRIBUTIVI DEI DIPENDENTI STRANIERI e i differenziali con gli italiani I LIVELLI RETRIBUTIVI DEI DIPENDENTI STRANIERI e i differenziali con gli ITALIA II trimestre 2009 Ottobre 2009 Livelli retributivi dei in Italia La presenza straniera nel nostro Paese è in continua evoluzione

Dettagli

L OFFERTA DI FORMAZIONE PERMANENTE IN ITALIA

L OFFERTA DI FORMAZIONE PERMANENTE IN ITALIA Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ufficio Centrale O.F.P.L. L OFFERTA DI FORMAZIONE PERMANENTE IN ITALIA PRIMO RAPPORTO NAZIONALE Volume II Approfondimenti settoriali Roma, settembre 2003

Dettagli

I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio

I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio Mariagrazia Santagati Università Cattolica, Fondazione Ismu Mariagrazia Santagati Università Cattolica Fondazione Ismu

Dettagli

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Codice fiscale Tornabene Lucrezia TRNLRZ71S41H224W ESPERIENZA LAVORATIVA 02/2009 - in corso Progetto "Servizi di orientamento di base

Dettagli

Centro Territoriale Permanente per l Educazione Degli Adulti c/o Istituto Comprensivo Statale Pietro Vanni Viterbo

Centro Territoriale Permanente per l Educazione Degli Adulti c/o Istituto Comprensivo Statale Pietro Vanni Viterbo M.I.U.R. - UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Centro Territoriale Permanente per l Educazione Degli Adulti c/o Istituto Comprensivo Statale Pietro Vanni Viterbo MODULO A DOMANDA DI ISCRIZIONE AI

Dettagli

Titolo progetto: CORSO INGLESE BIENNIO

Titolo progetto: CORSO INGLESE BIENNIO MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Dipartimento dell Istruzione Direzione Generale per gli Affari Internazionali Uff. V UNIONE EUROPEA Direzione Generale Occupazione e Affari Sociali Liceo classico. Liceo

Dettagli

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI (D.P.R 263/2012) LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI (D.P.R 263/2012) LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO ISTRUZIONE DEGLI ADULTI (D.P.R 263/2012) **** LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (Art.11, comma 10, D.P.R 263/2012) I risultati di apprendimento attesi in esito ai percorsi di alfabetizzazione

Dettagli

IL PROGRAMMA INCORAGGIA L APPRENDISTATO FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE E ALL INSERIMENTO DEI GIOVANI NEL MONDO DEL LAVORO

IL PROGRAMMA INCORAGGIA L APPRENDISTATO FINALIZZATO ALLA FORMAZIONE E ALL INSERIMENTO DEI GIOVANI NEL MONDO DEL LAVORO Roma, 10 Luglio 2015 I giovani presi in carico sono 380 mila. A oltre 128 mila è stata proposta almeno una misura I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 666 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA

Dettagli

Report finale sportello Ricomincio da qui

Report finale sportello Ricomincio da qui Report finale sportello Ricomincio da qui Contesto generale del progetto Ricomincio da qui Lo sportello Ricomincio da qui offre supporto e sostegno a tutti coloro che sono residenti a Spinea e cercano

Dettagli

Test di conoscenza della lingua italiana

Test di conoscenza della lingua italiana Prefettura di Torino Ufficio Territoriale di Governo Test di conoscenza della lingua italiana a cura di Donatella Giunti 51 La legge n. 94/2009 ha previsto che, per ottenere il rilascio del permesso di

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE L istruzione a Firenze La diffusione dell istruzione tra le varie classi della popolazione non soltanto misura l efficacia del sistema scolastico di un dato sistema sociale, ma fornisce anche una misura

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI FORMATIVI

CARTA DEI SERVIZI FORMATIVI CARTA DEI SERVIZI FORMATIVI 1. Generalità e obiettivi. Questa carta dei servizi dell Agenzia Formativa dell I.I.S Roncalli Sarrocchi di Poggibonsi ha lo scopo di illustrare brevemente la nostra struttura

Dettagli

Le trasformazioni del vivere: il lavorare delle donne

Le trasformazioni del vivere: il lavorare delle donne Le trasformazioni del vivere: il lavorare delle donne Alberto Zuliani Presidente dell Istat UNO Il percorso formativo Licenza media si iscrivono al 1 anno delle superiori 133 Qualifica professionale 1.000

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA Luglio 2010 1 Rapporto curato da: G. Coccia gcoccia@lavoro.gov.it B. Rossi brossi@lavoro.gov.it Sul sito http://www.lavoro.gov.it

Dettagli

PROTOCOLLO ORGANIZZATIVO C.T.P. 32 DI LATINA ANNO SCOLASTICO 2013 2014

PROTOCOLLO ORGANIZZATIVO C.T.P. 32 DI LATINA ANNO SCOLASTICO 2013 2014 PROTOCOLLO ORGANIZZATIVO C.T.P. 32 DI LATINA ANNO SCOLASTICO 2013 2014 UNA RETE TERRITORRIALE DI SERVIZIO Il 32 CTP ha un ruolo di centralità nel territorio di Latina e borghi limitrofi grazie alla sua

Dettagli

L università piemontese nel 2014/15

L università piemontese nel 2014/15 5/6 6/7 7/8 8/9 9/1 1/11 11/12 12/13 13/14 14/15 L università piemontese nel 214/15 SISFORM Osservatorio sul sistema formativo piemontese ARTICOLO 2/ 215 (AGOSTO) QUANTI UNIVERSITARI STUDIANO IN PIEMONTE?

Dettagli

MODELLAZIONE 3D E 4D

MODELLAZIONE 3D E 4D PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL AZIONE FORMATIVA MODELLAZIONE 3D E 4D PSS LINEA ECONOMIA DEL MARE PROGETTO IL GOLFO FA RETE NEL BLU (Ente realizzatore: CISITA Formazione

Dettagli

Domanda d iscrizione all intervento 1

Domanda d iscrizione all intervento 1 REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali PO FSE ABRUZZO 2007-2013 OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE Domanda d iscrizione all intervento

Dettagli

Garanzia Giovani PON Iniziativa Occupazione Giovani. Valentina Curzi

Garanzia Giovani PON Iniziativa Occupazione Giovani. Valentina Curzi Garanzia Giovani PON Iniziativa Occupazione Giovani Valentina Curzi Garanzia Giovani (2013) Raccomandazione del Consiglio (22/4/2013) Entro 4 mesi i giovani < 25 anni devono ricevere un offerta qualitativamente

Dettagli

Domanda d iscrizione all intervento 1

Domanda d iscrizione all intervento 1 REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali PO FSE ABRUZZO 2007-2013 OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE Domanda d iscrizione all intervento

Dettagli

La Riforma Moratti. una scuola che cambia.

La Riforma Moratti. una scuola che cambia. La Riforma Moratti una scuola che cambia. Possiamo dire che cfr. AA.VV., Norme per la scuola, Ed.Adierre, p.37; p.43; p.147 gli anni 70 e 80 gli anni 90 il 2003 Sono stati gli anni della collegialità.

Dettagli

4I LAUREATI E IL LAVORO

4I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO La laurea riduce la probabilità di rimanere disoccupati dopo i 35 anni L istruzione si rivela sempre un buon investimento a tutela della disoccupazione.

Dettagli

- 3 scuola media Supplenti annuali scuola elementare - Supplenti annuali scuola media 3 Docenti in compartecipazione

- 3 scuola media Supplenti annuali scuola elementare - Supplenti annuali scuola media 3 Docenti in compartecipazione Istituto Comprensivo «Dozza» DATI STRUTTURALI ANNO DI ISTITUZIONE 1998/1999 PERSONALE IN SERVIZIO NEL CTP 1998 1998 Docenti di ruolo scuola elementare 2 3 5 Docenti di ruolo scuola media 9 3 13 Docenti

Dettagli

3L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA

3L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA 3L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE IL PERSONALE GLI ISCRITTI I DIPLOMATI LA CONTRIBUZIONE E IL DIRITTO ALLO STUDIO I NUOVI INGRESSI NEI CORSI SUPERIORI 3 L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE Variabile

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE DOMANDA DI ISCRIZIONE TECNICO SUPERIORE PER L ICT...l... sottoscritto/a...... nato/a il - - a... (...) Stato...... Codice Fiscale CHIEDE di essere iscritto/a a frequentare/partecipare all intervento indicato

Dettagli

P.O. R. Ob. 3 FSE 2000-2006 Piano di Sviluppo Locale Progetto Integrato Sviluppo Risorse Umane Naturalia

P.O. R. Ob. 3 FSE 2000-2006 Piano di Sviluppo Locale Progetto Integrato Sviluppo Risorse Umane Naturalia Regione Liguria Ente Parco del Beigua P.O. R. Ob. 3 FSE 2000-2006 Piano di Sviluppo Locale Progetto Integrato Sviluppo Risorse Umane Naturalia DOMANDA DI ATTIVAZIONE DI Borse Lavoro per Laureati Attività

Dettagli

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA 11 maggio 2011 Anno 2010 LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA Nel 2010 il 46,8% della popolazione di 6 anni e più (26 milioni e 448 mila persone) dichiara di aver letto, per motivi non strettamente scolastici

Dettagli

OPERATORE SOCIO ASSISTENZIALE Misure compensative

OPERATORE SOCIO ASSISTENZIALE Misure compensative Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 3 del 17 gennaio 2005 Allegato A REGIONE CAMPANIA OPERATORE SOCIO ASSISTENZIALE Misure compensative Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 3 del 17

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI AGENZIA DEL LAVORO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L IMPIEGO 1. LA CONDIZIONE GIOVANILE SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI TRENTO

Dettagli

I destinatari del programma Youth Guarantee in Abruzzo

I destinatari del programma Youth Guarantee in Abruzzo I destinatari del programma Youth Guarantee in Abruzzo Aggiornamento dei dati al 2013 (16 aprile 2014, ver. 0.3) APRILE 2014 Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego 2012-2014 Area

Dettagli

Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano

Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano Un breve estratto, arricchito di dettagli e approfondimenti, dalla ricerca Gli studenti stranieri nel sistema di istruzione secondaria

Dettagli

Calcoli... in gioco. Il Progetto. Crescere in competenze: Italiano

Calcoli... in gioco. Il Progetto. Crescere in competenze: Italiano 1 Il Progetto La bassa scolarizzazione e la crescente disoccupazione giovanile sono tra i maggiori impedimenti alla crescita del nostro Paese. Nelle regioni dell Obiettivo Convergenza (Campania, Calabria,

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente? Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro? Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

I nuovi orizzonti per l'istruzione degli Adulti. Bologna, 18 febbraio 2014

I nuovi orizzonti per l'istruzione degli Adulti. Bologna, 18 febbraio 2014 I nuovi orizzonti per l'istruzione degli Adulti Bologna, 18 febbraio 2014 DPR 263 del 29 ottobre 2012 Regolamento recante norme generali per la ridefinizione dell'assetto organizzativo didattico dei Centri

Dettagli

Funzione strumentale - C.T.P.

Funzione strumentale - C.T.P. Premessa Funzione strumentale - C.T.P. Prof.ssa Amella Leonarda Relazione finale Anno scolastico 2013/2014 Il sistema di istruzione degli adulti si è progressivamente sviluppato con l istituzione dei Centri

Dettagli

PERCORSO RICONOSCIUTO DA ARSEL LIGURIA SEDE DI GENOVA. con Decreto dirigenziale n. 1792 del 3/02/2016

PERCORSO RICONOSCIUTO DA ARSEL LIGURIA SEDE DI GENOVA. con Decreto dirigenziale n. 1792 del 3/02/2016 PERCORSO RICONOSCIUTO DA ARSEL LIGURIA SEDE DI GENOVA con Decreto dirigenziale n. 1792 del 3/02/2016 Titolo Corso Interventi di prima formazione per OPERATORI SOCIO-SANITARI OSS Il corso è in partenariato

Dettagli

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione Perché e come scegliere un master in Affari e Finanza, i master universitari

Dettagli

P r o v i n c i a d i P i s t o i a PRESENTAZIONE SISTEMA EDA IN VALDINIEVOLE LE OFFERTE DI LICEO SALUTATI E ISTITUTO ALBERGHIERO

P r o v i n c i a d i P i s t o i a PRESENTAZIONE SISTEMA EDA IN VALDINIEVOLE LE OFFERTE DI LICEO SALUTATI E ISTITUTO ALBERGHIERO P r o v i n c i a d i P i s t o i a PRESENTAZIONE SISTEMA EDA IN VALDINIEVOLE LE OFFERTE DI LICEO SALUTATI E ISTITUTO ALBERGHIERO Viene presentata sabato 21 novembre (ore 10 liceo Salutati Montecatini),

Dettagli

4 I LAUREATI E IL LAVORO

4 I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO La laurea riduce la probabilità di rimanere disoccupati dopo i 30 anni L istruzione si rivela sempre un buon investimento a tutela della disoccupazione.

Dettagli

I SERVIZI DI INTEMEDIAZIONE PUBBLICI

I SERVIZI DI INTEMEDIAZIONE PUBBLICI N.57 MARZO 2014 I SERVIZI DI INTEMEDIAZIONE PUBBLICI E PRIVATI AUTORIZZATI OVERVIEW Analizzare i canali attraverso cui i lavoratori trovano un, costituisce un esercizio di grande interesse per la conoscenza

Dettagli

BANDO DI RECLUTAMENTO di personale esperto per l attivazione di progetti EDA finanziati con DDS 1835/X del 20/10/2009

BANDO DI RECLUTAMENTO di personale esperto per l attivazione di progetti EDA finanziati con DDS 1835/X del 20/10/2009 SCUOLA MEDIA STATALE GIOVANNI XXIII Centro Territoriale Permanente per l istruzione e la formazione in età adulta Via Fabrizio, s.n. MODICA ( RG ) Tel.0932/780259 fax 0932/1856061 web : http://www.giovanni23ctp.it

Dettagli

Donne al lavoro: un bando per la ricerca scientifica e tecnologica in rosa

Donne al lavoro: un bando per la ricerca scientifica e tecnologica in rosa Donne al lavoro: un bando per la ricerca scientifica e tecnologica in rosa Dal 1 dicembre il bando per l assegnazione di 12 borse lavoro nei settori, biotecnologie ed energia. cadenza 1 marzo 2010. ei

Dettagli