QUESITO 5: RISPOSTA : QUESITO 6: RISPOSTA:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUESITO 5: RISPOSTA : QUESITO 6: RISPOSTA:"

Transcript

1 QUESITI RELATIVI AL BANDO DI GARA 2013/S AFFIDAMENTO DI SERVIZI PROFESSIONALI PER LA MANUTENZIONE CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DELLE APPLICAZIONI C.I.G QUESITO 1: ai punti b) e c) dell'articolo III.2.2) del Bando GUCE si dice: "b) dichiarazione attestante che l'importo relativo ai servizi analoghi nel settore oggetto della gara.... "c) di aver eseguito nelle stesso settore negli ultimi tre anni almeno un servizio analogo..." Si richiede di specificare cosa si intende per "settore. RISPOSTA: Il settore di attività a cui si riferiscono i documenti di gara è relativo ai Servizi di manutenzione e riparazione di software CPV Le attività di sviluppo di software ad hoc si intendono ricomprendere come estensione dell attività di manutenzione evolutiva. QUESITO 2: Con riferimento alla procedura di gara di cui in oggetto, con la presente, si richiede di conoscere i termini e le tempistiche di fatturazione relative ai servizi oggetto di appalto. Si chiede, inoltre, di specificare la frequenza di tale fatturazione (mensile, bimestrale, trimestrale, o altro) e se sarà anticipata o posticipata. RISPOSTA: Come indicato all art. 6.2 del Capitolato Tecnico al termine di ogni mese, ed entro il quinto giorno lavorativo successivo, dovrà essere presentata una rendicontazione delle attività. Approvata tale rendicontazione, potrà essere emessa fattura, ai sensi dell art. 10 dello schema di Contratto, ed il pagamento avverrà entro i 30 giorni successivi. QUESITO 3: Si richiede la possibilità, laddove la risorsa indicata nella risposta alla gara non fosse più disponibile, la sostituzione con una di pari o superiori requisiti. RISPOSTA: Il punto del Capitolato Tecnico prevede che In caso di indisponibilità del personale a causa di forza maggiore, il fornitore dovrà proporre all approvazione del Ministero la sostituzione con personale in possesso di professionalità ed esperienza non inferiore a quelle del personale indisponibile, entro e non oltre cinque giorni lavorativi. La sostituzione dovrà poi essere operativa dal giorno successivo all approvazione da parte dell Amministrazione. QUESITO 4 : Capitolo 3.3 del Capitolato Tecnico Servizio di help desk e assistenza agli utenti, viene indicato che l Amministrazione metterà a disposizione dei sistemi di Trouble Ticketing per garantire la tracciabilità delle richieste e il monitoraggio del servizio. Si chiede se in alternativa è possibile avvalersi di altri sistemi di Trouble Ticketing messi a disposizione dal Fornitore. RISPOSTA: Il Fornitore può mettere a disposizione e proporre l utilizzo di sistemi di tracciabilità delle richieste e il monitoraggio dl servizio alternativi o aggiuntivi. Pagina 1 di 14

2 QUESITO 5: Nel bando di gara viene richiesta, al punto III.2.3) capacità tecnica, la presentazione della relazione tecnica e dei curricula degli specialisti, mentre è prassi consolidata, così come recitano i richiamati artt. 42 e 43 del d.lgs. n.163/2006 e s.m.i., che al punto III.2.3) capacità tecnica sia richiesto ad esempio, l elenco dei principali lavori prestati negli ultimi 3 anni, o il possesso di certificati che attestino il rispetto dell operatore economico di norme in materia di qualità. Peraltro nel disciplinare di gara, gli stessi documenti, vengono richiesti in quanto oggetto di valutazione di merito tecnico, nell apposita Busta B Offerta tecnica (cfr. punto 9 del Disciplinare). Si chiede, pertanto, se trattasi di un mero refuso la dicitura riportata nel punto III.2.3) del bando; e se in luogo dell offerta tecnica e dei Cv occorre fornire quanto indicato negli artt. 42 e 43 del codice degli appalti. RISPOSTA : L art. 42 Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi, del d.lgs 163/06 s.m.i., prevede, al comma 1, che la dimostrazione delle capacità tecniche dei concorrenti può essere fornita in uno o più dei modi elencati nel medesimo comma, a seconda della natura, della quantità o dell'importanza e dell'uso delle forniture o dei servizi. Ai sensi del comma 2 del medesimo art. 42 la stazione appaltante precisa nel bando di gara o nella lettera d'invito, quali dei suindicati documenti e requisiti devono essere presentati o dimostrati. L Amministrazione ha ritenuto di individuare tra i vari modi indicati al comma 1 quelli relativi a: lettera b) indicazione dei tecnici e degli organi tecnici, facenti direttamente capo, o meno, al concorrente e, in particolare, di quelli incaricati dei controlli di qualità; lettera e) indicazione dei titoli di studio e professionali dei prestatori di servizi o dei dirigenti dell'impresa concorrente e, in particolare, dei soggetti concretamente responsabili della prestazione di servizi. Di tali elementi minimi, punto III.2.3., lett. B), è prescritta la prova, da inserire nella busta B Offerta Tecnica ma non in quanto elemento di valutazione del merito tecnico, come esposto nel quesito, ma al fine della verifica del possesso del requisito minimo di bando ex art. 42, in termine di risorse e di competenze dei soggetti concretamente responsabili della prestazione, prescritto a pena di esclusione dal Capitolato Tecnico, come consta dal punto 9.Busta B- Offerta Tecnica, punto B, del Disciplinare di gara. Le eventuali competenze aggiuntive offerte saranno, invece, valutate, nei limiti di quanto previsto nel Disciplinare di gara, rispetto alle singole figure professionali. Al riguardo, si richiamano il punto 11. Valore tecnico, criterio C del Disciplinare di Gara nonché il punto Allegato A, di cui al Capitolato Tecnico, pag.17. In tale ottica la collocazione topografica della Relazione Tecnica nel punto III.2.3, lettera A), del Bando, costituisce, pertanto, un refuso, non rilevando sotto il profilo dei requisiti, come sopra precisato e dovendo essere contenuta, come prescritto dal Disciplinare di Gara, nella Busta B Offerta Tecnica. QUESITO 6: All art. 7.3 della bozza di contratto viene affermato che, per lo svolgimento dei lavori, l Impresa potrà avvalersi solo di personale regolarmente contrattualizzato, e al punto III.2.1) (n.9 lettera a) del bando di gara, si parla di regolarità delle assunzioni nei confronti dei dipendenti occupati nelle prestazioni del servizio. Con questa premessa s intende chiedere se l Impresa può avvalersi di forme contrattuali quali, ad esempio, contratti di lavoro atipici e simili (contratti di collaborazione a progetto, partite Iva), oppure se è necessariamente previsto un tipo di contratto di natura subordinata, ovvero alle dirette dipendenze dell Impresa. RISPOSTA: L utilizzo di personale assunto con forme cc.dd. atipiche, quali le collaborazioni coordinate e continuative o contratti a progetto, deve ritenersi ammissibile per l`espletamento di un appalto. Invero, come è già stato chiarito dalla giurisprudenza, la collaborazione a progetto non rappresenta una forma di lavoro meramente occasionale, e, come tale, inadatta a garantire la continuità del servizio. Ragion per cui detti Pagina 2 di 14

3 lavoratori potranno essere computati ai fini della valutazione della consistenza organizzativa del concorrente quale requisito di carattere tecnico nell'ambito della procedura di gara. Si precisa che, in fase di esecuzione del contratto, l'appaltatore dovrà garantire il rispetto dell'orario di presenza del personale in presidio presso il Ministero, adottando, per tali prestazioni, la forma contrattuale giuslavoristica più adatta ed osservando i minimi retributivi di cui ai CCNL pro tempore vigenti, ai sensi dell art. 67 del d.lgs 276 del 2003 e successive modifiche e integrazioni. QUESITO 7: Nel 4 del Capitolato Tecnico si dice che la versione iniziale del Piano di qualità deve essere proposta nell Offerta Tecnica. Nel 8.1 in cui è descritta la struttura della Relazione Tecnica sembra che non sia previsto il Piano di Qualità. Si chiede cortesemente di chiarire se la versione iniziale del Piano di qualità deve essere proposta o meno nell Offerta Tecnica da presentare in fase di gara. RISPOSTA: La struttura della Relazione Tecnica indicata nel paragrafo 8.1 ricomprende gli elementi riportati al paragrafo 4 e, pertanto, la versione iniziale del Piano di Qualità è compresa nella relazione tecnica. QUESITO 8: Nel 11.1 del Disciplinare di gara a pag. 7 i punteggi associati ai tre criteri (Qualità della proposta Tecnica, Organizzazione e qualità del servizio, Profili delle figure professionali) sono rispettivamente 28, 20, 22 a pag 8 sono 30, 20, 20. Si chiede cortesemente di chiarire i punteggi corretti. RISPOSTA: I punteggi corretti sono indicati a pag. 8, ove per ciascun criterio è indicato il relativo sub criterio ed allo stesso associato il relativo punteggio analitico, che concorre al complessivo punteggio dei tre criteri (Qualità della proposta Tecnica, Organizzazione e qualità del servizio, Profili delle figure professionali) rispettivamente pari a 30, 20, 20 punti. L indicazione contenuta a pag. 7 costituisce un refuso. QUESITO 9: Nel 4 del Capitolato Tecnico si dice.. è richiesto che il Fornitore nomini un Responsabile del Servizio con responsabilità degli aspetti tecnici e contrattuali.... Si chiede cortesemente di chiarire se si tratta di una figura aggiuntiva rispetto a quelle specificate a pag. 13 nella composizione del gruppo di lavoro o se, viceversa, coincide con l analista funzionale capo progetto. RISPOSTA: Il Responsabile del Servizio è individuato ai fini di assunzione della responsabilità degli aspetti tecnici e contrattuali e, pertanto, non necessariamente coincide con l analista funzionale capo progetto. QUESITO 10: Si chiede cortesemente di chiarire se il gruppo di lavoro deve essere presente al completo presso la sede dell Amministrazione per tutta la durata contrattuale o se il dimensionamento può essere variabile a fronte delle specifiche esigenze (ad esempio analisti funzionali ed analisti programmatori presenti a fronte dell attivazione di interventi di manutenzione evolutiva pianificati). Pagina 3 di 14

4 RISPOSTA: Il gruppo di lavoro deve essere presente al completo presso la sede dell Amministrazione per tutta la durata contrattuale. E possibile che l Amministrazione, nel corso dell esecuzione del contratto, chieda delle variazioni alla composizione del gruppo di lavoro, a fronte delle specifiche esigenze, nei limiti degli importi contrattuali. QUESITO 11: Con riferimento al servizio di Help desk si chiede cortesemente di chiarire se la strumentazione ed i canali di attivazione (es. numero verde, ) del contact center sono messi a disposizione dall Amministrazione o se devono essere inclusi nella fornitura in fase di definizione. RISPOSTA: Si conferma che la strumentazione ed i canali di attivazione del servizio di Help desk center sono resi disponibili dall Amministrazione. QUESITO 12: Con riferimento al servizio di Trattamento documentale si chiede cortesemente di chiarire se la strumentazione (scanner,..) è messa a disposizione dall Amministrazione o se deve essere inclusa nella fornitura in fase di definizione. RISPOSTA: Si conferma che la strumentazione per il servizio di Trattamento documentale è resa disponibile dall Amministrazione. QUESITO 13: A pag 17 del Capitolato tecnico (. 6.2 Rendicontazione delle attività) si parla di rendicontazione mensile, a pag. 21 del Capitolato tecnico (. 7.2 Indicatori di qualità) si parla di report trimestrali. Si chiede cortesemente di chiarire se la rendicontazione dei livelli di servizio deve essere mensile o trimestrale. RISPOSTA: la rendicontazione mensile è finalizzata alla verifica dell attività svolta per l emissione, esperiti i controlli previsti, della fattura. Il report trimestrale afferisce, invece, alla verifiche di qualità. QUESITO 14: E' richiesta la certificazione EN ISO 9001 per la partecipazione alla gara, il non possesso della certificazione comporta l esclusione? Nel disciplinare si fa riferimento all art. 75 comma 7 del D. Lgs. 163/06, per la sola riduzione del 50% dell importo della cauzione, mentre nel capitolato si legge Nell esecuzione delle attività contrattualmente previste il Fornitore si impegna a rispettare i principi di assicurazione e di gestione della qualità della norma EN ISO 9001 rispetto alla quale è richiesto il possesso della certificazione e quanto riportato nel Piano di Qualità. RISPOSTA: Al punto 9. "Busta B - Offerta Tecnica", a pag 6 del Disciplinare, e' previsto che, "a pena di esclusione dalla gara, tutte le certificazioni richieste dal Bando di gara, dal presente Disciplinare di Gara e dal Capitolato Tecnico devono essere possedute alla data di presentazione dell'offerta". La certificazione di qualità e' richiesta al punto 7 del Capitolato Tecnico per l'esecuzione delle attività contrattuali e, pertanto, ne dovrà essere provato il possesso dall'aggiudicatario provvisorio alla data di presentazione dell'offerta. Ove Pagina 4 di 14

5 sia provato il possesso già in sede di gara, ciò comporta il beneficio della riduzione dell'importo della cauzione. QUESITO 15: Riguardo alla capacità economico finanziaria, è possibile specificare meglio cosa si intende per servizi analoghi: si tratta di sviluppo software e assistenza o di utilizzo delle medesime tecnologie citate? settore oggetto della gara: si tratta del settore Digital e web in genere o del settore Digital applicato ai beni culturali? E necessario che il fatturato richiesto afferisca a servizi offerti alla Pubblica Amministrazione? RISPOSTA: Il settore di attività a cui si riferiscono i documenti di gara è relativo ai Servizi di manutenzione e riparazione di software CPV Le attività di sviluppo di software ad hoc si intendono ricomprendere come estensione dell attività di manutenzione evolutiva. Il fatturato richiesto può riferirsi anche a servizi e forniture prestati a privati, come specificato nel Nota bene 2, a pagina 5 del Disciplinare di gara. QUESITO 16: E possibile modificare i nominativi delle figure professionali in seguito alla presentazione della proposta e in che percentuale? RISPOSTA: Il punto del Capitolato Tecnico prevede che In caso di indisponibilità del personale a causa di forza maggiore, il fornitore dovrà proporre all approvazione del Ministero la sostituzione con personale in possesso di professionalità ed esperienza non inferiore a quelle del personale indisponibile, entro e non oltre cinque giorni lavorativi. La sostituzione dovrà poi essere operativa dal giorno successivo all approvazione da parte dell Amministrazione. QUESITO 17: Connettività fra le infrastrutture tecnologiche: si possono conoscere performance e caratteristiche tecniche? RISPOSTA: Le infrastrutture tecnologiche presenti nella sede sono interconnesse in rete locale, i sistemi esterni sono connessi tramite banda larga. QUESITO 18: Siti e componenti DB Unico 2.0: è un database relazionale? SISTAN: è possibile conoscere le modalità di fruizione dei dati statistici e il loro formato? Bacheca di amministrazione: è possibile indicare i flussi di pubblicazione delle circolari e le modalità di alimentazione del database? Community: si appoggia a framework/software già esistenti per implementare forum, wiki, utenti e rubrica? RISPOSTA: Il DB Unico 2.0 è un database relazionale I dati del SISTAN sono pubblicati nelle pagine html in formato tabellare- Il database delle circolari è alimentato all applicativo di protocollo informatico, Pagina 5 di 14

6 non oggetto del servizio, mentre il flusso di pubblicazione è gestito dalle funzionalità di BACHECA - La Community si appoggia al framework di Liferay Portal. QUESITO 19: Servizi online Portale dei procedimenti: con quali sistemi si integra per espletare le funzionalità indicate? Sistema informativo beni tutelati: è possibile indicare i processi di gestione delle credenziali? Restauratori: è possibile indicare l'iter di presentazione della domanda? Piattaforma è possibile indicare, se presente, la profilazione degli utenti per l'accesso ai documenti gestiti con Alfresco? RISPOSTA: Portale dei procedimenti si integra con l applicativo di protocollo informatico; Il processo di gestione delle credenziali avviene tramite le funzionalità presenti nel pannello di amministrazione; L iter di presentazione delle domande per Restauratori, completamente on-line tramite presentazione dell istanza e upload degli allegati, è attualmente sospesa, in conseguenza di variazioni normative in itinere; Il prototipo della piattaforma prevede la profilatura degli utenti. QUESITO 20: Gestionali per l'amministrazione del personale Anagrafe del personale: con quali altri sistemi è integrata l'applicazione? Carriera del personale: è possibile indicare quale tecnologia è stata utilizzata per le ricerche full text e tramite metadati? Presenze e competenze accessorie: è possibile indicare con quali sistemi (anche hardware) è integrata l'applicazione? SIMI: è possibile avere ulteriori dettagli sui protocolli implementati per colloquiare con gli altri sistemi? Monitoraggio auto di servizio: come avviene la comunicazione agli organi competenti? Consuntivo informatico: è possibile indicare le tecnologie adottate per la reportistica? RISPOSTA: Per l Anagrafe del personale si prevede l integrazione negli ambiti indicati a pagina 9 del capitolato tecnico; Le ricerche full-text e tramite metadati di Carriera del personale è realizzata tramite funzionalità della piattaforma NextApps; Il sistema delle presenze si integra con il sistema di rilevazione delle timbrature (lettori RFID Mifare/banda magnetica conformi agli standard ISO c e EPCgIobal Gen2); SIMI è predisposto per l interoperabilità verso altri sistemi tramite web services; Monitoraggio auto di servizio è finalizzato alla raccolta dei dati per la successiva comunicazione ufficiale con i mezzi messi a disposizione dagli organi competenti; La reportistica di consuntivo informatico è realizzata tramite JasperSoft IReport. QUESITO 21: Gestione utenti: è possibile indicare come avviene il SSO tramite la piattaforma APE? E possibile indicare il workflow di associazione dei ruoli alle utenze? RISPOSTA: Le applicazioni effettuano la verifica delle credenziali tramite web services verso la piattaforma LDAP di APE; L associazione dei ruoli alle utenze avviene con gli strumenti predisposti in ciascuna applicazione, tramite processo autorizzativo (richiesta/approvazione/abilitazione). Pagina 6 di 14

7 QUESITO 22: Con riferimento al punto 8.2 del Disciplinare di Gara CAUZIONE PROVVISORIA Si chiede di confermare che l importo della Cauzione Provvisoria è di Euro ,00 (ridotta a euro 8.000,00 ai fini dell articolo 75 del DGLS 163/2006). RISPOSTA: Si conferma che l importo della cauzione provvisoria corrisponde ad ,00 (sedicimila/00), ridotta a euro ai sensi dell'art. 75 del d.lgs 163/06. QUESITO 23: Con riferimento al punto 8.2 del Disciplinare di Gara CAUZIONE PROVVISORIA Si chiede di confermare che ai fini della riduzione dell importo della cauzione del 50%, nel caso di possesso di certificazione del sistema qualità, è possibile allegare ai fini della dimostrazione del possesso di tale certificazione, fotocopia semplice del certificato di qualità accompagnato da dichiarazione rilasciata da Persona in grado di impegnare la società attestante la conformità all originale e allegando copia del documento di riconoscimento del sottoscrittore non scaduto. RISPOSTA: Si conferma, e' possibile autenticare la certificazione del sistema qualità, allegando fotocopia semplice del certificato di qualità accompagnato da dichiarazione rilasciata da Persona in grado di impegnare la società attestante la conformità all originale e allegando copia del documento di riconoscimento del sottoscrittore, non scaduto. QUESITO 24: Con riferimento al punto 8.1 a pag. 3 del Disciplinare di Gara : 1) ISTANZA DI PARTECIPAZIONE, AUTODICHIARAZIONE SUL POSSESSO DEI REQUISITI E DICHIARAZIONE NEGOZIALE (redatta preferibilmente sull apposito modulo predisposto dalla Stazione Appaltante (Allegato 1), che costituisce parte integrante del Bando e Disciplinare di Gara da richiedere all indirizzo di cui al punto 1 del presente Disciplinare ovvero scaricabile dal sito ivi indicato) e sottoscritta, a pena di esclusione dalla gara dal legale rappresentante dell impresa offerente. Si chiede di confermare che invece che in Allegato 1 (Capitolato Tecnico) il modulo da utilizzare è riportato nell Allegato 5 MODELLO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ALLEGATO 5 al DISCIPLINARE DI GARA. In caso contrario si richiede copia del modulo da usare. RISPOSTA: si tratta di un refuso, in quanto il corretto riferimento e', come esposto nel quesito, all'allegato 5 MODELLO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA - ALLEGATO 5 al DISCIPLINARE DI GARA. QUESITO 25: Si chiede di confermare quanto segue: nel documento Allegato B Curricula vitae delle figure professionale offerte, da inserire nella busta B Offerta Tecnica, devono essere incluse solamente le schede di presentazione delle sole figure professionali riportate nell elenco a pagina 29 del capitolato, ovvero una per ognuno dei codici indicati a lato della figura professionale, per un totale di 11 schede. RISPOSTA: Si conferma che il documento " Allegato B- Curricula vitae delle figure professionale offerte, da inserire nella busta B Offerta Tecnica, deve contenere le schede di presentazione, senza alcuna Pagina 7 di 14

8 identificazione nominativa, delle figure professionali prescritte dal capitolato. QUESITO 26: Con riferimento ai servizi oggetto della fornitura di cui al paragrafo 3.1 Manutenzione Correttiva e 3.2 Manutenzione Evolutiva ed ai paragrafi , indicanti le modalità si erogazione degli stessi, si richiede quanto segue: A) Le risorse del Fornitore che opererà presso l Amministrazione dovrà essere dotato di propri strumenti HW/SW personali (notebook)? B) Gli ambienti di sviluppo e test per tutti e tre gli ambiti tecnologici (Microsoft, Java e Java/Liferay) saranno messi a disposizione del Fornitore dall Amministrazione? C) In caso negativo al quesito B, come dovrà procedere il fornitore per integrare propri ambienti di sviluppo? Dovrà predisporre HW/SW presso l Amministrazione o provvedere ad un collegamento remoto con la propria Software/Test Factory? In caso di collegamento remoto è ammessa la tipologia VPN via internet (secure tunneling)? D) In caso positivo al quesito B (il Fornitore utilizzerà ambienti di sviluppo e test dell Amministrazione) sarà concesso al Fornitore l installazione ed utilizzo di software di mercato per il test (ad es. black box) o di altri tool di supporto quali ad esempio software di Application Lifecycle Management)? E) In caso non sia consentito installare prodotti di cui al precedente punto D presso gli ambienti di sviluppo e test dell amministrazione è concessa la modalità SAAS (software as a service= tramite la quale, via VPNinternet, il Fornitore, ad esempio invia i sorgenti alla propria factory per i test white box? F) L Amministrazione renderà disponibili prodotti per il test? Se si quali? G) L amministrazione renderà disponibili prodotti per il gestione ed il tracciamento dei requisiti? RISPOSTA: Le risorse che opereranno presso l Amministrazione potranno utilizzare strumenti HW/SW messi a disposizione dal fornitore. Gli ambienti di sviluppo e test per gli ambiti tecnologici saranno messi a disposizione del Fornitore dall Amministrazione. L Amministrazione non renderà disponibili prodotti per il test e il tracciamento dei requisiti. Il Fornitore può proporre l installazione ed utilizzo di software/tool di supporto negli ambienti di sviluppo e test dell Amministrazione e/o di utilizzare la modalità SAAS via VPN. L amministrazione valuterà le proposte in dipendenza della convenienza e sostenibilità delle stesse. QUESITO 27: Il prodotto di Trouble Ticketing in uso all Amministrazione per il supporto ai servizi di cui al paragrafo 3.3 Help Desk e Assistenza agli utenti, è un prodotto di mercato? Se si, quale? Se no, in che formato deve essere realizzata la documentazione per la Knowledge Base? RISPOSTA: Il sistema di Trouble Ticketing Management in uso è un prodotto open source denominato Mantis, personalizzato per le esigenze dell Amministrazione. La documentazione per la Knowledge Base è contenuta all interno del sistema e aggiornabile in tempo reale QUESITO 28: Il Responsabile del Servizio di cui al Capitolo 4 Esecuzione del Contratto deve intendersi come figura diversa e ulteriore rispetto all Analista Funzionale Capo Progetto? Pagina 8 di 14

9 RISPOSTA: Il Responsabile del Servizio è individuato ai fini di assunzione della responsabilità degli aspetti tecnici e contrattuali e, pertanto, non necessariamente coincide con l analista funzionale capo progetto. QUESITO 29: Capitolato tecnico, Art. 2.2 Pag. 6 7 Per ciascuna applicazione da gestire riportata nel capitolo 2.1, quali sono le dimensioni quantitative( es. numero di pagine, numero di classi, dimensioni del database) anche indicative? RISPOSTA: Si riportano alcune dimensioni, indicative, delle principali applicazioni: Applicativo Numero Utenti Dimension i DB Dimensioni Repository (File System) Frequenza di utilizzo Interazioni con altri SW - Presenza componenti esterni Bacheca di Amministrazione 171 redattori utenti 26 MB ( circa dal 2000 al 2013) 15,60 GB (circolari e allegati) Pubblicazione giornaliera 3 circolari (valore medio) Frequente accesso in visualizzazione: accessi/mese(valore medio) ESPI Tessera di riconoscimento utenti 600 referenti 3,7 GB N/A Rara necessità di supporto (attivazione/disattivazione referenti - verifica anagrafica dipendenti importati dal SIAP). SIAP Europaweb 123 uffici del personale operativi in fase di attivazione utenti 1,14 GB Utilizzo giornaliero (elaborazione timbrature dei dipendenti per ogni istituto) Supporto intenso sia di I che di II livello Rilavazioni WEB, ANTIGUA Infragistics 2011 SIAP 100 utenti circa 1,5 GB N/A Utilizzo giornaliero Nessuna. SIAP-WEB utenti 600 referenti 90 MB N/D N/D Nessuna. Sviluppi Economici 2010 (SE2010) utenti 50 valutatori Fasse 1: 130 MB Fase 2: 140 MB 700 MB Giornaliero e fino a fine procedure Consuntivo informatico Censimento Auto blu MB Fino a fine raccolta Dati MB Giornaliero e annuale Community Mibac utenti 100 MB Giornaliero Sito Istituzionale Mibac visitatori (anno 2012) 1,3 GB 300 GB Giornaliero DBUnico 2.0, Pagina 9 di 14

10 DB Unico ( ) 150 redattori 5 pubblicatori DB2 757 MB DB1 350 MB DB2 250 GB DB1 100 GB Giornaliero Interoperabiltà Luoghi della Cultura dalle Regioni Sistema Informativo Integrato Musei Internet ancora non in esercizio. 5 MB DB2 757 MB Giornaliero DBUnico 2.0, ISTAT QUESITO 30: Capitolato tecnico, Art. 3.1 Pag. l0 Quale strumento di configuration management viene utilizzato? RISPOSTA: Lo strumento di configuration management utilizzato è il prodotto open source Subversion. QUESITO 31: Capitolato tecnico, Art. 3.1 Pag. 10 Quale strumento viene utilizzato per l'ingaggio per attività di manutenzione correttiva? RISPOSTA: Le attività di manutenzione correttiva sono, di norma, attivate attraverso i canali standard del sistema di Trouble Ticketing Management e/o di segnalazione di malfunzione. QUESITO 32: Capitolato tecnico, Art. 3.2 Pag. l0 Relativamente alla frase "configurazione e personalizzazione di soluzioni basate su software/soluzioni commerciali e/o personalizzazione e riuso di software esistente possiamo assumere che un eventuale supporto su i prodotti di mercato sarà messo a disposizione dal Mibac? RISPOSTA: Si conferma che l eventuale supporto dei produttori di prodotti di mercato, sarà a carico dell Amministrazione. QUESITO 33: Capitolato tecnico, Art. 3.2 Pag. 11 Relativamente alla riga "esecuzione dei test" si intende un'attività di collaudo PQR e PVV con stesura e gestione delle test List utilizzando eventuali software di test automation o la fase di collaudo sarà effettuata da un'altra struttura dedicata? RISPOSTA: Con "esecuzione dei test" si intende l'attività di esecuzione del piano dei test e collaudo previsto nel piano di lavoro, rendicontazione dei risultati e gestione delle difformità riscontate. QUESITO 34: Capitolato tecnico, Art. 3.2 Pag. 11 La manutenzione evolutiva è richiesta anche su prodotti di terze parti utilizzate dal personale addetto al servizio di Application Management? (es. Document Management e Sistema OCR) Pagina 10 di 14

11 RISPOSTA: Non è richiesta manutenzione evolutiva su prodotti di terze parti QUESITO 35: Capitolato tecnico, Art. 3.3 Pag. 12 Le attività del gruppo di help desk prevedono sia un primo che secondo livello di supporto? RISPOSTA: Il Servizio di help desk riceve, classifiche e inserisce nel sistema di Ticketing le richieste di assistenza. Ove possibile risolve le problematiche note. Inoltra le richieste non risolte al personale specialistico o amministrativo di riferimento. Cura il processo di chiusura del problema. QUESITO 36: Capitolato tecnico, Art. 3.3 Pag. 12 è corretto assumere che la fornitura per l'help desk riguarderà risorse umane e che il fornitore non dovrà mettere a disposizione anche il software di gestione? RISPOSTA: Si conferma che il fornitore non dovrà mettere a disposizione anche il software di gestione. QUESITO 37: Capitolato tecnico, Art. 3.3 Pag. 12 Quali sono i sistemi di Trouble Ticketing messi a disposizione all'amministrazione? RISPOSTA: Il sistema di Trouble Ticketing Management in uso è un prodotto open source denominato Mantis, personalizzato per le esigenze dell Amministrazione. QUESITO 38: Capitolato tecnico, Art. 3.3 Pag. 12 Qual'è l'indicazione storica sui numero annuale medio di richieste inviate al servizio di Help Desk e assistenza agli utenti negli ultimi due anni? RISPOSTA: Il numero medio di richieste di assistenza è di circa richieste/anno. QUESITO 39: Capitolato tecnico, Art. 3.4 Pag. 12 è corretto assumere che la fornitura per il Servizio di trattamento documentale e acquisizione dati riguarderà risorse umane e che il fornitore non dovrà mettere a disposizione anche il software di gestione (ad esempio il software di OCR)? RISPOSTA: Si conferma che il fornitore non dovrà mettere a disposizione anche il software di gestione QUESITO 40: Capitolato tecnico, Art. 3.4 Pag. 12 Quali sono gli strumenti software attualmente utilizzati per il servizio di trattamento documentale ed acquisizione dati? RISPOSTA: Lo strumento utilizzato principalmente per il trattamento documentale è Kodak capture pro. Pagina 11 di 14

12 QUESITO 41: Capitolato tecnico, Art. 3.4 Pag. 12 Indicativamente qual è il numero di documenti e la loro dimensione (numero di pagine) che saranno oggetto del servizio di trattamento documentale ed acquisizione dati? RISPOSTA: La dimensione numerica dei documenti non è quantificabile a priori. A tale proposito si precisa che l esecuzione del servizio non è misurata in numero di documenti acquisiti. QUESITO 42: Capitolato tecnico, Art. 4 Pag. 12 La figura del Responsabile del servizio e quella dell'analista funzionale Capo progetto possono e/o devono coincidere? RISPOSTA: Il Responsabile del Servizio è individuato ai fini di assunzione della responsabilità degli aspetti tecnici e contrattuali e, pertanto, non necessariamente coincide con l analista funzionale capo progetto. QUESITO 43: Capitolato tecnico, Art. 4 Pag. 12 E' corretto assumere che la versione iniziale del Piano di qualità sia inclusa all'interno della Relazione Tecnica o dovrà essere allegata come documento esterno? RISPOSTA: La struttura della Relazione Tecnica indicata nel paragrafo 8.1 ricomprende gli elementi riportati al paragrafo 4 e, pertanto, la versione iniziale del Piano di Qualità è compresa nella relazione tecnica. QUESITO 44: Capitolato tecnico, Art Pag. 15 al punto "cancellazione degli interventi", viene detto: "Nel caso di non approvazione del Piano di lavoro (fase di Definizione) e quindi di abbandono dell'iniziativa,. Questo vuol dire che non verrà riconosciuto nemmeno l'effort erogato per la fase di definizione (Raccolta e/o supporto alla raccolta e formalizzazione dei requisiti, preparazione del piano di lavoro, dei test...). RISPOSTA: Con l'amministrazione non sosterrà alcun onere si intende che non saranno riconosciuti corrispettivi per la mancata esecuzione delle attività. Come indicato ai successivi paragrafi, saranno riconosciute le giornate erogate, purché dimostrate, salvo nei casi in cui la cancellazione sia motivata da mancato adempimento contrattuale del fornitore. QUESITO 45: Capitolato tecnico, Art. 6.1 Pag. 17 Relativamente al sistema di SLA management richiesto, sarà possibile utilizzare un software open source? RISPOSTA: L utilizzo di prodotti open source è possibile. Pagina 12 di 14

13 QUESITO 46: Capitolato tecnico, Art. 6.1 Pag. 17 Relativamente al sistema di SLA management richiesto, l'accesso al sistema dovrà essere necessariamente garantito da un'autenticazione SSO via LDAP? RISPOSTA: L accesso al sistema di SLA management deve avvenire con strumenti idonei a garantirne l uso ai soggetti abilitati. Il processo di profilatura e autenticazione degli utenti non deve obbligatoriamente utilizzare il sistema di SSO. QUESITO 47: Capitolato tecnico, Art. 6.2 Pag. 18 Nell'allegato tecnico viene detto: "Al fornitore è richiesta la predisposizione di un ambiente di monitoraggio, in tempo reale dei sistemi/servizi e conseguenti SLA per la consultazione e verifica da parte di personale autorizzato dall'amministrazione. La soluzione proposta dovrà essere riportata nella proposta tecnica del Fornitore.". E' possibile proporre soluzioni basate su software open source? La soluzione deve essere pronta all'avvio del servizio? Che tipo di monitoraggio sui sistemi deve essere previsto? RISPOSTA: Si conferma la possibilità di utilizzare soluzioni open source. Come indicato al paragrafo 5.1, la misurazione degli SLA inizierà dalla data di termine del periodo di presa in carico, per tale data deve essere disponibile il prototipo della soluzione. Il monitoraggio richiesto è quello che permetta di verificare gli SLA previsti. QUESITO 48: Capitolato tecnico, Art. 6.3 Pag. 20 In riferimento al livello di servizio HDA.01, cosa si intende per rilievo? RISPOSTA: I rilievi sono comunicazioni formali di avvertimento da parte dell Amministrazione conseguenti il non rispetto delle indicazioni contenute nella documentazione contrattuale. QUESITO 49: Capitolato tecnico, Art. 6.3 Pag. 20 In riferimento allivello di servizio MEV.02, come vengono calcolati i cicli di approvazione? (su ogni singolo documento? sulla media del numero di documenti...) RISPOSTA: Il livello di servizio MEV.02, misura la qualità della documentazione prodotta a corredo di un intervento di manutenzione evolutiva. La documentazione si intende approvata/non approvata nella sua interezza. QUESITO 50: Capitolato tecnico, Art. 8.1 Pag. 23 In merito ai criteri di valutazione della parte tecnica, possiamo ritenere corretta questa associazione tra punto della struttura della proposta tecnica e criterio di assegnazione? B.4 > punto 8 della proposta B.2 > punto 11 della proposta B.1 > punto 9 della proposta Pagina 13 di 14

14 RISPOSTA: I criteri di valutazione possono trovare riscontro negli elementi esposti dal concorrente nell intera Relazione Tecnica, ovviamente la rispondenza sarà prioritariamente riscontrabile nel contenuto dei capitoli attinenti il criterio in valutazione. In tal senso si conferma che i criteri oggetto del quesito sono prioritariamente associati al contenuto dei paragrafi sopra indicati. QUESITO 51: Capitolato tecnico, Art. 8.2 Pag. 26 Quale livello di certificazione ltil v3 è richiesto? RISPOSTA: Tra i requisiti minimi richiesti per la figura professionale di Analista funzionale capo progetto è indicato il possesso di almeno una certificazione tra PMP, CAPM, Prince2, ITIL3. Per l eventuale certificazione ITIL3 non è richiesto uno specifico livello. QUESITO 52: Disciplinare Gara, Art Pag. 8 Relativamente al criterio A, nei punti A.2 e A.3 si fa riferimento alla qualità e sicurezza del software. Per sicurezza si intende il rispetto di criteri di sicurezza (ad esempio interazione con SS0, uso di protocolli sicuri come SSL...) o per sicurezza si vuole intendere robustezza del software? RISPOSTA: Relativamente all ambito del quesito si conferma che con qualità e sicurezza del software si intende assenza di vulnerabilità, robustezza e affidabilità. Roma 9 agosto 2013 Il Responsabile unico del procedimento Marco Coluzzi Pagina 14 di 14

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE)

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) Sono pervenuti in merito al Bando riservato alle P.M.I. pubblicato sul sito dell ASI in data 11 agosto 2010

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito di valutare /

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari Proposta nr. 113 del 08/07/2011 - OGGETTO: mostra «FOTOGRAFIA E RISORGIMENTO. TESORI DEI GRANDI MUSEI ITALIANI». Spese per fornitura di immagini digitali. Assunzione impegno di spesa. I L F U N Z I O N

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

NoiPA " Censimento Operatori del Sistema"

NoiPA  Censimento Operatori del Sistema NoiPA " Censimento Operatori del Sistema" Roma, 23 luglio2013 Percorso fatto di attivazione del servizio: ultima Click scadenze to edit Master title style Procedura operativa per la Configurazione Tracciati

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli