Implementazione di funzioni di sicurezza e protezione IP in Architettura Integrata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Implementazione di funzioni di sicurezza e protezione IP in Architettura Integrata"

Transcript

1 Implementazione di funzioni di sicurezza e protezione IP in Architettura Integrata

2

3

4

5 Implementazione di funzioni di sicurezza e protezione IP in Architettura Integrata IMPLEMENTAZIONE DI FUNZIONI DI SICUREZZA E PROTEZIONE IP IN ARCHITETTURA INTEGRATA _ 3 PRIMA DI INIZIARE 4 PRESENTAZIONE DEL LABORATORIO 4 Utenti di FactoryTalk 4 STRUMENTI E REQUISITI 6 DISTRIBUZIONE DEL PROGETTO INIZIALE RSLOGIX 5000 AL CONTROLLORE 7 SEZIONE 1: SICUREZZA DI FACTORYTALK DIRECTORY 12 STRUTTURA DI FACTORYTALK DIRECTORY 12 COME FUNZIONA FACTORYTALK SECURITY 15 CREAZIONE DI UNA COPIA DI BACKUP DELLA CONFIGURAZIONE DI FACTORYTALK DIRECTORY 16 ABILITARE E CONFIGURARE FACTORYTALK SECURITY 17 Rimozione del gruppo Windows Administrators 17 Modifica delle autorizzazioni All Users 18 Verifica delle impostazioni di sicurezza delle policy dei prodotti 22 PROTEZIONE DI PROGETTI RSLOGIX5000 E CONTROLLORI 24 Associare il progetto di RSLogix 5000 a FactoryTalk Directory 24 Associare il controllore come risorsa fisica al server di FactoryTalk Security 31 Configurazione del valore di identificazione unico in RSLogix 5000 e FactoryTalk Security 34 SEZIONE 2: FUNZIONI DI SICUREZZA DI RSLOGIX FUNZIONE DI RILEVAMENTO DELLE MODIFICHE DI CONTROLLOGIX V20 42 Configurazione di AssetCentre 42 Configurazione della funzione di rilevamento delle modifiche di RSLogix Uso del rilevamento delle modifiche di FactoryTalk AssetCentre v4.10 con RSLogix 5000 v FUNZIONE DI SICUREZZA DEGLI SLOT V20 54 APPENDICE: PROTEZIONE DEL CODICE SORGENTE CON UNA CHIAVE HARDWARE 56 ALCUNE INFORMAZIONI SU WIBU SYSTEMS 56 COME SI UTILIZZA LA CHIAVE WIBU 58 3/24/2015 Pagina 3 di 74

6 Prima di iniziare Presentazione del laboratorio La tecnologia FactoryTalk Security consente di proteggere efficacemente il controllore di automazione programmabile (PAC) ControlLogix dalle crescenti minacce alla sicurezza. Questo laboratorio descrive un metodo pratico per proteggere la proprietà intellettuale contenuta nel PAC ControlLogix, gestire il controllo degli accessi all hardware ed al software del sistema di controllo e migliorare la difesa dalle manomissioni. La procedura prevede l applicazione di FactoryTalk Security, RSLogix 5000 Source Protection, RSLogix 5000 Data Access Protection. Nelle appendici viene spiegato come usare FactoryTalk Security nelle applicazioni FactoryTalk View Site Edition e come usare FactoryTalk AssetCentre per altre modalità di controllo degli accessi in un sistema di controllo industriale. Il laboratorio richiede circa 60 minuti (escluse le Attività extra). Utenti di FactoryTalk In questo laboratorio, gli utenti di FactoryTalk possono essere utilizzati solo per il login in FactoryTalk, non in Windows. All interno di FactoryTalk Security sono disponibili funzioni per collegare gli utenti di FactoryTalk ad account e gruppi locali di Windows o Microsoft Active Directory. Ai fini di questo laboratorio, sarà utilizzato e configurato l accesso per i seguenti utenti di FactoryTalk: Nome utente Nome completo Password Gruppo di appartenenza lianne.operator Lianne Operator rockwell Operators adam.maintenance Adam Maintenance rockwell Maintenance gordon.denied Gordon Denied rockwell No Access kylee.engineer Kylee Engineer rockwell Engineers bruce.supervisor Bruce Supervisor rockwell Supervisors** Ftadmin FactoryTalk Administrative User rockwell Administrators ** Questo utente ed il relativo gruppo saranno creati in un Attività extra del laboratorio 3/24/2015 Pagina 4 di 74

7

8 Strumenti e requisiti Programmi software richiesti Per lo svolgimento del laboratorio sono richiesti i seguenti software. VMWare Workstation v8.0.2 FactoryTalk Services Platform v (CPR 9 SR 5) FactoryTalk View Site Edition v6.10 (CPR 9 SR 4) RSLinx Enterprise v (CPR 9 SR 5) RSSecurity Emulator 2.50 (CPR 9 SR 5) RSLogix 5000 v20.01 (CPR 9 SR 5) RSLogix 500 v (CPR 9 SR 3) RSLinx Classic v2.59 (CPR 9 SR 5) FactoryTalk AssetCentre v4.10 (CPR 9 SR 5) Microsoft SQL Server 2008 R2 Dispositivi hardware richiesti Per questo laboratorio sono richiesti i seguenti dispositivi hardware. Chassis ControlLogix 1756-A4 Bridge EtherNet 1756-EN2T(R) (slot 1) PLC ControlLogix 1756-L75 (slot 3) File richiesti Per lo svolgimento di questo laboratorio sono richiesti i seguenti file. File di immagine di VMWare per le macchine virtuali HOTT 2012 Security Lab File di progetto InstantFizz.ACD per RSLogix5000 (archiviato in FactoryTalk AssetCentre Archive, all interno dell immagine) File di progetto InstantFizz_HMI per FactoryTalk View SE v6.10 (archiviati in FactoryTalk AssetCentre Archive, all interno dell immagine) 3/24/2015 Pagina 6 di 74

9 Distribuzione del progetto iniziale RSLogix 5000 al controllore Per prima cosa, il progetto del controllore che sarà usato in questo laboratorio deve essere distribuito correttamente al processore. 1. Verificare che il modulo EtherNet 1756-EN2TR abbia il seguente indirizzo IP: xx.2 dove xx è il numero a due cifre della stazione in uso, compreso tra 10 e Lanciare il progetto InstantFizz_Controller.ACD RSLogix 5000 dal desktop facendo doppio clic sulla seguente icona: 3. Viene aperta la finestra Log On to FactoryTalk, dove andranno inseriti i dati di login dell utente FTAdmin. Perché connettersi a FactoryTalk all avvio di RSLogix 5000 All avvio di RSLogix 5000 viene chiesto di connettersi a FactoryTalk per due ragioni. In primo luogo, a partire dalla versione RSLogix 5000 v20, l editor di progettazione riconosce FactoryTalk Security durante l installazione. Questo non significa che i controllori sono protetti per default, ma soltanto che il software di progettazione riconosce FactoryTalk Security. In secondo luogo, in questo laboratorio è stata disabilitata la funzione di Single-Sign-On (SSO) in FactoryTalk Directory. Ciò significa che ogni volta che viene lanciata un applicazione abilitata per FactoryTalk, viene chiesto di inserire le credenziali dell utente. Per maggiori informazioni sulla funzione di SSO, consultare l indice della guida dalla FactoryTalk Administration Console. 3/24/2015 Pagina 7 di 74

10 4. Dal menu principale, accedere a Communications Who Active. 5. Viene aperta la finestra Who Active. 3/24/2015 Pagina 8 di 74

11 6. Selezionare AB_ETHIP xx.2 Backplane 01, 1756-L75 LOGIX5575, dove xx è il numero della stazione utilizzata, e fare clic su Set Project Path come indicato nella figura. 7. Ora fare clic su Download. 3/24/2015 Pagina 9 di 74

12 8. Nella finestra di dialogo successiva, fare clic nuovamente su Download. Suggerimento: osservare l area riquadrata in rosso. Questo campo indica che il controllore non è protetto. Più avanti sarà spiegato come appare questo campo quando il controllore è protetto. 9. Dopo avere scaricato l applicazione, impostare la modalità Run dal menu del controllore. 3/24/2015 Pagina 10 di 74

13 10. Quando il controllore è online, fare clic su Save. 11. Se viene chiesto di caricare i valori dei tag, fare clic su Yes. 12. Dal menu del controllore, fare clic sul pulsante e selezionare la scheda Date/Time. 13. Fare clic sul pulsante Set Date, Time, and Zone from Workstation (riquadrato in rosso nella figura). 14. Fare clic su OK. 15. Salvare e chiudere RSLogix Se viene chiesto di caricare i valori dei tag, fare clic su Yes. 3/24/2015 Pagina 11 di 74

14 Sezione 1: sicurezza di FactoryTalk Directory In questa parte del laboratorio viene fornita una descrizione dettagliata della struttura e delle funzionalità di FactoryTalk Directory. Vengono approfondite le caratteristiche e le funzioni della FactoryTalk Administration Console e viene spiegato come implementare il modello di sicurezza che sarà usato nelle parti successive di questo laboratorio. Infine, viene presentato lo strumento FactoryTalk Security, viene spiegato come utilizzarlo e come configurare e gestire il controllo degli accessi usando la metodologia chi-cosa-dove. Al termine di questa sezione, si saranno acquisite informazioni su: Cos è FactoryTalk Directory e quali sono le sue funzioni di base nel sistema di controllo In che modo gli utenti ed i gruppi (sia di FactoryTalk che di Windows) interagiscano con le risorse Come si gestiscono le policy a livello di sistema e di prodotto e quali sono le loro finalità Come si configurano le impostazioni di FactoryTalk Security dopo l installazione iniziale Struttura di FactoryTalk Directory FactoryTalk Directory è parte integrante di FactoryTalk Security; entrambi appartengono a loro volta a FactoryTalk Services Platform. Di seguito viene esaminata la struttura di FactoryTalk Directory e ne vengono spiegati i diversi componenti. 1. Avviare FactoryTalk Administration Console: A. Fare doppio clic sull icona seguente sul desktop: OPPURE Fare clic sul pulsante Start e selezionare Programmi Rockwell Software FactoryTalk Administration Console. 2. Alla richiesta del sistema, selezionare l opzione Network e fare clic su OK. 3/24/2015 Pagina 12 di 74

15 3. Viene aperta la finestra di dialogo Log on to FactoryTalk sotto raffigurata. 4. L immagine qui sotto mostra la struttura della directory di rete di FactoryTalk dopo l installazione di FactoryTalk Services Platform. Alla directory è stata aggiunta l applicazione Instant Fizz utilizzata in questo laboratorio. Suggerimento: osservare, nell immagine qui sopra, la voce Network (THIS COMPUTER) riquadrata in rosso. Qui è indicato il nome del computer in cui risiede la directory di rete di FactoryTalk che si sta gestendo. In questo caso, il server di FactoryTalk Directory è la stazione utilizzata per il laboratorio. Nella maggior parte delle implementazioni reali, si tratterà del server in cui risiede l applicazione utilizzata. 3/24/2015 Pagina 13 di 74

16 5. Espandere la struttura della directory System come illustrato nella figura qui sotto facendo clic sul segno + accanto alle singole cartelle. Questi elementi saranno descritti in maggiore dettaglio nelle parti successive del laboratorio. Si osservi che le informazioni sulle policy dei prodotti abilitati per FactoryTalk si trovano in FactoryTalk Directory. Queste policy possono essere modificate prodotto per prodotto per specifici utenti, gruppi e computer inclusi in FactoryTalk Directory. Nelle sezioni successive del laboratorio saranno esaminati diversi esempi di queste impostazioni. Nomi dei computer facenti parte di FactoryTalk Directory. Gruppi di utenti di FactoryTalk definiti in FactoryTalk Directory. Questi gruppi possono essere nativi di FactoryTalk oppure collegati a gruppi di utenti di Windows. Utenti di FactoryTalk definiti in FactoryTalk Directory. Questi utenti possono essere nativi di FactoryTalk oppure collegati ad account di Windows. 3/24/2015 Pagina 14 di 74

17 Come funziona FactoryTalk Security La tecnologia FactoryTalk Security risponde essenzialmente alle domande: chi, cosa e dove? Durante l installazione di molti prodotti Rockwell Automation, come RSLogix 5000 o FactoryTalk View Site Edition, viene installato come prerequisito un componente software denominato FactoryTalk Services Platform. FactoryTalk Services Platform (FTSP) è il custode della tecnologia FactoryTalk Security. Per default, quando un utente installa FTSP, il modello di sicurezza è completamente aperto; ciò significa che tutti gli utenti amministrativi del PC possono accedere all intero sistema FactoryTalk. Poiché l abilitazione della sicurezza comporta molte implicazioni, all utente viene chiesto di eseguire alcune procedure all interno della FactoryTalk Administration Console perché il sistema possa essere considerato sicuro. In particolare, viene chiesto di rispondere alle domande: chi, cosa e dove. Chi: si tratta di indicare l utente o il gruppo di FactoryTalk a cui si desidera concedere o limitare l accesso. Cosa: occorre indicare la risorsa o l azione (ad esempio un controllore, un computer o un pacchetto software) a cui si desidera concedere o limitare l accesso. Dove: occorre indicare la posizione del computer o del gruppo di computer a cui si desidera concedere o limitare l accesso. Avvertenza: prima di apportare modifiche ad una configurazione esistente, eseguire una copia di backup della configurazione di FactoryTalk Directory. A partire dalla versione 2.50 di FactoryTalk Services Platform, l identificativo unico, o GUID (che sarà descritto più avanti nel laboratorio), può essere recuperato solo da una copia di backup creata in precedenza. La perdita di questo GUID potrebbe compromettere l accesso alle risorse del sistema di controllo. 3/24/2015 Pagina 15 di 74

18 Creazione di una copia di backup della configurazione di FactoryTalk Directory Prima di creare o modificare una configurazione di FactoryTalk Security, occorre eseguire una copia di backup della directory di rete di FactoryTalk. Di seguito è descritta la procedura da seguire. 1. Con la finestra FactoryTalk Administration Console aperta, fare clic con il pulsante destro del mouse su Network (THIS COMPUTER) e selezionare Backup (riquadrato in rosso nella figura qui sotto) 2. Fare clic su OK per creare la copia di backup dalla finestra di dialogo Backup, osservando i seguenti punti: Il nome dell archivio comprende una serie criptica di cifre che vengono aggiunte per default. Questo campo è modificabile. Posizione in cui sarà salvato il file di backup. Lasciare in bianco l opzione per creare una password con cui crittografare l archivio di backup. Avvertenza: se l archivio di backup viene crittografato e si dimentica la password, non sarà più possibile decodificarlo. Scegliere una password che si è certi di ricordare. 3/24/2015 Pagina 16 di 74

19 3. Fare clic su OK per confermare che la copia di backup è stata eseguita correttamente. Si è creata una copia di backup della directory di rete di FactoryTalk, che include la configurazione di sicurezza. Abilitare e configurare FactoryTalk Security Quando si installa FactoryTalk Services Platform su un computer per la prima volta (a differenza di quando si aggiorna una versione precedente) FactoryTalk Directory viene configurata per default con l accesso abilitato a tutti gli utenti; essenzialmente, il sistema di protezione è completamente aperto. Nella directory di rete di FactoryTalk, tutti gli utenti che appartengono al gruppo Windows Administrators locale su qualsiasi computer collegato alla directory di rete di FactoryTalk hanno pieno accesso al sistema FactoryTalk distribuito sulla rete. Per iniziare a circoscrivere il modello di sicurezza della directory di rete di FactoryTalk, occorre per prima cosa rimuovere il gruppo Windows Administrators dal gruppo Administrators di FactoryTalk. IMPORTANTE: prima di rimuovere il gruppo Windows Administrators dal sistema, creare un nuovo account amministrativo per FactoryTalk oppure bloccare il proprio accesso a FactoryTalk. Ai fini di questo laboratorio è stato precedentemente creato un account di nome Ftadmin che funge da utente amministrativo per FactoryTalk; ogni utente dovrà creare un account simile nelle proprie applicazioni. Rimozione del gruppo Windows Administrators 1. Individuare il gruppo Windows Administrators sotto Users and Groups. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Windows Administrators e selezionare Delete. In questo caso, il gruppo Windows Administrators viene rimosso dalla directory per rafforzare il modello di sicurezza ed impedire agli utenti non autorizzati di accedere a FactoryTalk Directory per il semplice fatto di essere amministratori Windows. 3/24/2015 Pagina 17 di 74

20 2. Alla richiesta del sistema, rispondere Yes per confermare l eliminazione. Modifica delle autorizzazioni All Users Per abilitare la funzione di sicurezza è necessario apportare alcune ulteriori modifiche a FactoryTalk Directory. Per default, l installazione di FactoryTalk Services Platform in CPR9 assegna a tutti gli utenti di FactoryTalk tutti i tipi di autorizzazioni per operazioni e risorse. Ciò significa che ogni nuovo utente aggiunto a FactoryTalk Directory avrà le stesse autorizzazioni dell amministratore di FactoryTalk. Per modificare questo comportamento predefinito, è necessario rimuovere le autorizzazioni concesse a tutti gli utenti. Rimozione delle autorizzazioni concesse a tutti gli utenti 1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Network, all inizio della finestra di Esplora risorse di FactoryTalk Directory, e selezionare Security. Finora, le autorizzazioni di sicurezza impostate pongono un limite agli utenti che possono eseguire il login in FactoryTalk Directory, ma non stabiliscono quali autorizzazioni siano disponibili agli utenti dopo il login. A questo punto si procederà a configurare le autorizzazioni di sicurezza che controllano le autorizzazioni dei singoli utenti sulle risorse protette e sui singoli prodotti abilitati per FactoryTalk Security. 3/24/2015 Pagina 18 di 74

21 2. Nella scheda Permissions, evidenziare il gruppo All Users per verificare che a questo gruppo siano assegnati tutti i tipi di autorizzazioni in FactoryTalk Directory. Selezionare il gruppo All Users. Per default, l installazione di FactoryTalk Services Platform assegna al gruppo All Users l autorizzazione All Actions, abilitandolo ad eseguire tutti i tipi di operazioni sul sistema. 3. Selezionare il gruppo All Users e fare clic sul pulsante Remove per rimuovere l accesso completo assegnato per default a tutti gli utenti del sistema FactoryTalk. Rimozione e diniego: quando si nega (casella Deny) l autorizzazione ad eseguire una data operazione ad un utente o ad un gruppo, questa impostazione prevale sull abilitazione (casella Allow) concessa altrove per la stessa operazione. Ad esempio, si supponga che Adam faccia parte sia del gruppo Maintenance sia del gruppo Operator; se al gruppo Operator viene negata l autorizzazione a connettersi online con un processore, mentre al gruppo Maintenance quell autorizzazione viene concessa, l accesso ad Adam sarà negato perché il diniego per il gruppo Operators prevarrà sull impostazione opposta. Si consiglia di negare l accesso solo ai gruppi e/o agli utenti per i quali si desidera limitare esplicitamente l accesso a determinate operazioni o risorse. 3/24/2015 Pagina 19 di 74

22 4. Scegliere OK per applicare la modifica al sistema. 3/24/2015 Pagina 20 di 74

23 Modifica delle autorizzazioni di sicurezza All Users L ultimo passaggio per abilitare la sicurezza nelle applicazioni FactoryTalk consiste nel rimuovere i privilegi All Users dalle policy dei prodotti. Cosa sono le policy dei prodotti: le policy sono insiemi di caratteristiche che è possibile proteggere a livello di singoli prodotti nel sistema FactoryTalk. È possibile definire impostazioni di sicurezza che limitino l accesso alle funzionalità di singoli prodotti FactoryTalk installati sul sistema, in modo da impedire possibili manomissioni o modifiche non intenzionali. Le funzionalità così protette potranno essere utilizzate solo dagli utenti che possiedano il livello di accesso richiesto. 1. Espandere FactoryTalk Directory come mostrato nella figura ed individuare la cartella Product Policies. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Product Policies e selezionare Configure Feature Security. 3/24/2015 Pagina 21 di 74

24 2. Evidenziare il gruppo All Users e fare clic sul pulsante Remove per rimuovere il gruppo dall elenco degli accessi. Una volta effettuate le modifiche richieste, fare clic su OK per continuare. 3. Uscire dalla finestra FactoryTalk Administration Console. A questo punto, le autorizzazioni per FactoryTalk Directory sono state modificate per l implementazione del modello di sicurezza di base. Nella sezione successiva si verificherà che l utente a cui è stato negato l accesso non possa effettivamente collegarsi al sistema di controllo. Verifica delle impostazioni di sicurezza delle policy dei prodotti Una volta inizializzato il modello di sicurezza di FactoryTalk, è utile verificare che l utente a cui è stato negato l accesso (Gordon Denied) non possa effettivamente accedere al sistema. 1. Avviare l applicazione di RSLogix 5000 InstantFizz_Controller.ACD. Eseguire il login con l utente gordon.denied. 3/24/2015 Pagina 22 di 74

25 2. Si osserverà che RSLogix 5000 consente a Gordon Denied di aprire l applicazione InstantFizz_Controller.ACD anche se nel modello di sicurezza di FactoryTalk gli sono state negate tutte le autorizzazioni, inclusa quella per l apertura dei progetti di RSLogix5000. Leggere le didascalie qui sotto e chiudere RSLogix La sicurezza di sistema opera a livello di risorse. Anche se all utente è stato impedito di aprire i progetti di RSLogix 5000, la risorsa (InstantFizz_Controller.ACD) non è configurata per controllare le autorizzazioni di FactoryTalk Security. Per questa ragione, Gordon è abilitato ad aprire il progetto ACD. La sicurezza funzionale viene applicata al prodotto software in oggetto e diventa subito efficace. Nell immagine a sinistra, si osservi che non è possibile creare un nuovo progetto perché la funzione corrispondente non è abilitata. 3/24/2015 Pagina 23 di 74

26 Protezione di progetti RSLogix5000 e controllori In questa sezione del laboratorio viene spiegato come proteggere sia i file di progetto di RSLogix 5000, sia le risorse hardware del controllore di automazione programmabile (PAC) in FactoryTalk Directory. Associare il progetto di RSLogix 5000 a FactoryTalk Directory Per proteggere le risorse nel modello di sicurezza di FactoryTalk, occorre per prima cosa abilitare l associazione di FactoryTalk Security al file di progetto di RSLogix Nota di progettazione: l associazione delle funzioni di sicurezza è gestita a livello di risorse. Occorre abilitare ogni progetto del sistema a comunicare con il modello di sicurezza di FactoryTalk Directory, quindi collegare la risorsa a FactoryTalk Directory usando la procedura sotto descritta. 1. Se RSLogix 5000 è ancora aperto, chiuderlo in modo da poterlo riaprire ed eseguire il login con un utente diverso. 2. Aprire il progetto InstantFizz_Controller.ACD dal desktop facendo clic sull icona simile alla seguente: 3. Viene aperta la finestra Log On to FactoryTalk; eseguire il login come utente kylee.engineer. 4. Fare clic sul pulsante delle proprietà del controllore, riquadrato in rosso nella figura qui sotto: 3/24/2015 Pagina 24 di 74

27 5. Dalla finestra di dialogo Controller Properties, selezionare la scheda Security Si osservi che il campo Security Authority (riquadrato in rosso nella figura in alto), dove il progetto viene configurato per comunicare con FactoryTalk Security, non è modificabile. Questo campo fa riferimento ad un opzione di sicurezza funzionale controllata dalla FactoryTalk Administration Console; occorrerà perciò assegnare all utente l autorizzazione a modificare questo campo. Perché il campo Security Authority non è modificabile per default: poiché la protezione a livello di risorse limita l accesso alle risorse di automazione, la possibilità di applicarla ai progetti di RSLogix 5000 è impedita per default al livello di FactoryTalk Directory. Per abilitare questa funzionalità in RSLogix 5000, occorre che la relativa autorizzazione funzionale venga concessa espressamente agli utenti ed ai gruppi desiderati. 6. Lasciando RSLogix 5000 aperto, spostarsi nella FactoryTalk Administration Console. 3/24/2015 Pagina 25 di 74

28 7. Fare doppio clic su Feature Security dal contenitore System Policies RSLogix Viene aperta la finestra di dialogo seguente: 8. Dalla finestra di dialogo Feature Security Properties, aprire la finestra Configure Security facendo clic sul pulsante nel campo Controller: Secure (riquadrato in blu nella figura in alto). 3/24/2015 Pagina 26 di 74

29 9. Dalla finestra di configurazione (1), fare clic sul pulsante Add, (2) selezionare il gruppo Engineers dalla finestra di dialogo Select User and Computer e (3) fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo Select User and Computer. 10. Verificare che il gruppo Engineers sia stato abilitato ad accedere a questa funzione di sicurezza e fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo Configure Securable Action. 11. Dopo avere aggiunto il gruppo Engineers a questa funzione di sicurezza, fare clic su OK nella finestra Feature Security Property per applicare le modifiche. 12. Ridurre ad icona la FactoryTalk Administration Console e tornare a RSLogix /24/2015 Pagina 27 di 74

30 13. Dal menu principale di RSLogix 5000, accedere a Tools Security Refresh Privileges. Se la finestra Controller Properties è aperta, si vedrà che il campo Security Authority è diventato modificabile. 14. Leggere le didascalie seguenti e quindi, dal menu a discesa, selezionare FactoryTalk Security (NIS05-SECURITY) e fare clic su OK per applicare questa modifica al progetto. La voce NIS05-SECURITY indica che si tratta del server della directory e delle funzioni di sicurezza. A partire da RSLogix 5000 v20, la sicurezza a livello di risorse è associata ad uno specifico server in cui risiedono FactoryTalk Directory e FactoryTalk Security. Per poter selezionare la casella Use only the selected Security Authority for Authentication and Authorization, occorre che la chiave di identificazione unica (GUID) del server di FactoryTalk Security selezionato corrisponda al valore crittografato in questo progetto. Questo valore sarà spiegato in maggiore dettaglio nella prossima sezione. 15. Dopo avere fatto clic su OK per applicare la configurazione di sicurezza del progetto, si apre una finestra di dialogo che avverte che, applicando le impostazioni di sicurezza, alcuni privilegi andranno perduti. Confermare questa avvertenza facendo clic su Yes. 3/24/2015 Pagina 28 di 74

31 16. Dal menu del controllore, selezionare Download per scaricare l applicazione. 17. Dalla finestra di dialogo Download, si osservi che il processore su cui si sta scaricando l applicazione non è abilitato per le funzioni di sicurezza (area riquadrata in blu nella figura qui sotto), e fare clic su Download. 18. Al termine del download, sarà chiesto di riportare il controllore in modalità Remote Run; fare clic su Yes per inizializzare il progetto. 19. Fare clic sul pulsante per salvare ed applicare le modifiche al progetto. 20. Chiudere RSLogix /24/2015 Pagina 29 di 74

32 21. Dopo avere chiuso RSLogix 5000, aprire nuovamente l applicazione e questa volta eseguire il login come Gordon, l utente a cui erano state negate le autorizzazioni. 22. Eseguire il login come gordon.denied usando la password rockwell. 23. Dovrebbe essere visualizzato il messaggio raffigurato qui sotto, per informare l utente che non è autorizzato ad aprire questo progetto in base alla policy di sicurezza. 24. Fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo. 25. Chiudere RSLogix /24/2015 Pagina 30 di 74

33 Associare il controllore come risorsa fisica al server di FactoryTalk Security Dopo avere configurato il server di sicurezza ed avere protetto il file di progetto di RSLogix 5000, occorre associare la risorsa controllore al server di FactoryTalk Security per proteggerla dalle connessioni non autorizzate. 1. Nella FactoryTalk Administration Console, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla risorsa 3, 1756-L75 LOGIX5575, InstantFizz_Controller da Networks and Devices Workstation, NIS05-SECURITY AB_ETHIP1,EtherNet xx.2 Backplane e selezionare Properties 2. Dal campo Logical name: selezionare dall elenco a discesa la voce InstantFizz_Controller appena creata e fare clic su OK. Questo nome logico è stato creato da RSLogix 5000 quando il progetto è stato associato a FactoryTalk Security. Suggerimento: i nomi logici possono essere assegnati come descritto in precedenza ad una risorsa di un area specifica, ad esempio ad un controllore dell area HMI. A questo punto sono state protette la directory, il progetto ed il controllore fisico. 3/24/2015 Pagina 31 di 74

34 Verifica della protezione della risorsa controllore. Ora si eseguirà il login in RSLogix 5000 con l utente Lianne Operator, e si verificherà di non poter eseguire il download sulla risorsa del controllore InstantFizz_Controller. 1. Sempre operando dalla FactoryTalk Administration Console, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla risorsa 1756-L75 LOGIX5575,InstantFizz_Controller da Networks and Devices Workstation,NIS05-SECURITY xx.2 Backplane e selezionare Security 2. Dalla finestra Security Settings, selezionare il gruppo Operators dalla finestra superiore, espandere le autorizzazioni di RSLogix 5000 e scorrere fino all autorizzazione Project: Download. 3. Si osserverà, nella risorsa InstantFizz_Controller, che il gruppo Operators non possiede l autorizzazione per eseguire il download su questo controllore. Fare clic su Cancel per chiudere la finestra di dialogo di sicurezza e chiudere la FactoryTalk Administration Console. 4. Aprire InstantFizz_Controller.ACD dal desktop facendo clic sull icona simile alla seguente. 5. Eseguire il login come lianne.operator usando la password rockwell. 3/24/2015 Pagina 32 di 74

35 6. Nel menu del controllore, l opzione Download appare in grigio, perché l utente non è autorizzato ad eseguire il download sulla risorsa del controllore selezionato. 7. Chiudere RSLogix 5000 A questo punto sono state verificate le impostazioni di sicurezza per il controllore e per il file di progetto di RSLogix /24/2015 Pagina 33 di 74

36 Configurazione del valore di identificazione unico in RSLogix 5000 e FactoryTalk Security In questa sezione viene spiegato cosa implica l associazione dei progetti di RSLogix 5000 in modo esclusivo ad uno specifico server di FactoryTalk Security mediante la chiave di identificazione unica (GUID) dei server di FactoryTalk Security. 1. Nella FactoryTalk Administration Console, dal menu Tools selezionare FactoryTalk Security Authority Identifier 2. Dalla finestra Security Authority Identifier, fare clic su Backup per conservare una copia dell ID corrente. 3. Dalla finestra Backup, lasciare il nome impostato sul valore di default, ma cambiare la posizione del file di backup sul desktop (C:\Users\Labuser\Desktop) e fare clic su OK per creare la copia di backup. 3/24/2015 Pagina 34 di 74

37 AVVERTENZA: prima di associare le applicazioni di RSLogix 5000 in modo esclusivo ad un server di FactoryTalk Security mediante l ID unico, è necessario creare una copia di backup di FactoryTalk Directory, usando la procedura appena descritta, in modo da avere una copia del valore di questo ID nel caso in cui il server di FactoryTalk Security e l identificativo unico vadano perduti. In mancanza di una copia di backup dell ID associato alle risorse del controllore, non sarà più possibile recuperare l ID ed operare online con il controllore protetto. 4. Al termine del processo di backup, lasciare aperta la finestra di dialogo Security Authority Identifier. 5. Aprire l applicazione di RSLogix 5000 InstantFizz_Controller facendo clic dal desktop sull icona simile alla seguente. 6. Eseguire il login come kylee.engineer usando la password rockwell. 7. Fare clic sul pulsante delle proprietà del controllore, riquadrato in rosso nella figura qui sotto: 3/24/2015 Pagina 35 di 74

Protezione dei controllori Logix5000

Protezione dei controllori Logix5000 Manuale di programmazione Protezione dei controllori Logix5000 Numeri di catalogo 1756 ControlLogix, 1769 CompactLogix, 1789 SoftLogix, 1794 FlexLogix, PowerFlex 700S con DriveLogix Informazioni importanti

Dettagli

Console di Amministrazione Centralizzata Guida Rapida

Console di Amministrazione Centralizzata Guida Rapida Console di Amministrazione Centralizzata Contenuti 1. Panoramica... 2 Licensing... 2 Panoramica... 2 2. Configurazione... 3 3. Utilizzo... 4 Gestione dei computer... 4 Visualizzazione dei computer... 4

Dettagli

Software Intel per la gestione di sistemi. Manuale dell'utente di Intel Modular Server Management Pack

Software Intel per la gestione di sistemi. Manuale dell'utente di Intel Modular Server Management Pack Software Intel per la gestione di sistemi Manuale dell'utente di Intel Modular Server Management Pack Dichiarazioni legali LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTO DOCUMENTO SONO FORNITE IN ABBINAMENTO AI PRODOTTI

Dettagli

Installazione e attivazione delle licenze

Installazione e attivazione delle licenze Capitolo 1 Installazione e attivazione delle licenze L installazione del software su una singola macchina è di solito un operazione piuttosto semplice, ma quando si deve installare AutoCAD in rete è richiesta

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

License Service Manuale Tecnico

License Service Manuale Tecnico Manuale Tecnico Sommario 1. BIM Services Console...3 1.1. BIM Services Console: Menu e pulsanti di configurazione...3 1.2. Menù Azioni...4 1.3. Configurazione...4 1.4. Toolbar pulsanti...5 2. Installazione

Dettagli

Installazione di GFI MailArchiver

Installazione di GFI MailArchiver Installazione di GFI MailArchiver Requisiti di sistema di GFI MailArchiver Windows 2000/2003 Server oppure Advanced Server. Microsoft Exchange Server 2000/2003 (il prodotto è installato sulla macchina

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

Guida all installazione Command WorkStation 5.5 con Fiery Extended Applications 4.1

Guida all installazione Command WorkStation 5.5 con Fiery Extended Applications 4.1 Guida all installazione Command WorkStation 5.5 con Fiery Extended Applications 4.1 Informazioni su Fiery Extended Applications Fiery Extended Applications (FEA) 4.1 è un pacchetto da usare con i controller

Dettagli

Aggiornamento, backup e ripristino del software

Aggiornamento, backup e ripristino del software Aggiornamento, backup e ripristino del software Guida per l utente Copyright 2007 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Windows è un marchio registrato negli Stati Uniti di Microsoft Corporation. Le

Dettagli

Proteggi ciò che crei. Guida all avvio rapido

Proteggi ciò che crei. Guida all avvio rapido Proteggi ciò che crei Guida all avvio rapido 1 Documento aggiornato il 10.06.2013 Tramite Dr.Web CureNet! si possono eseguire scansioni antivirali centralizzate di una rete locale senza installare il programma

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

Printer Driver. Prima di procedere con l utilizzo del driver stampante, leggere il file Readme. Prima dell utilizzo del software 4-152-267-42(1)

Printer Driver. Prima di procedere con l utilizzo del driver stampante, leggere il file Readme. Prima dell utilizzo del software 4-152-267-42(1) 4-152-267-42(1) Printer Driver Guida per l installazione Questa guida descrive l installazione del driver stampante per Windows 7, Windows Vista, Windows XP e. Prima dell utilizzo del software Prima di

Dettagli

Supporto di più revisioni di controllori da un singolo PC

Supporto di più revisioni di controllori da un singolo PC Documento tecnico Supporto di più revisioni di controllori da un singolo PC Introduzione Tutti i controllori Logix utilizzano firmware flash aggiornabile dall'utente. Aggiornando il firmware di un controllore,

Dettagli

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net Your Detecting Connection Manuale utente support@xchange2.net 4901-0133-4 ii Sommario Sommario Installazione... 4 Termini e condizioni dell applicazione XChange 2...4 Configurazione delle Preferenze utente...

Dettagli

Guida introduttiva all uso di ONYX

Guida introduttiva all uso di ONYX Guida introduttiva all uso di ONYX Questo documento spiega come installare e preparare ONYX Thrive per iniziare a stampare. I. Installazione del software II. Uso del Printer & Profile Download Manager

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Editions. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Editions. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Editions Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare le seguenti edizioni di Acronis Backup & Recovery 10: Acronis Backup

Dettagli

Windows XP - Account utente e gruppi

Windows XP - Account utente e gruppi Windows XP - Account utente e gruppi Cos è un account utente In Windows XP il controllo di accesso è essenziale per la sicurezza del computer e dipende in gran parte dalla capacità del sistema di identificare

Dettagli

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Scansione In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Nozioni di base sulla scansione" a pagina 4-2 "Installazione del driver di scansione" a pagina 4-4 "Regolazione delle opzioni di scansione"

Dettagli

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (licenza di rete)

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (licenza di rete) Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (licenza di rete) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di IBM SPSS Modeler Client versione 14.2 con licenza di rete. Questo documento è stato

Dettagli

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema è un servizio del server di stampa che consente di tenere il software di sistema sul proprio server di stampa sempre aggiornato con gli

Dettagli

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati 2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati Sommario COME INSTALLARE STR VISION CPM... 3 Concetti base dell installazione Azienda... 4 Avvio installazione... 4 Scelta del tipo Installazione... 5 INSTALLAZIONE

Dettagli

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale Introduzione Introduzione a NTI Shadow Benvenuti in NTI Shadow! Il nostro software consente agli utenti di pianificare dei processi di backup continui che copiano una o più cartelle ( origine del backup

Dettagli

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (utente singolo)

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (utente singolo) Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (utente singolo) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di IBM SPSS Modeler Client versione 14.2 con licenza per utente singolo. Una licenza

Dettagli

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 4-153-310-42(1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

STAMPE LASER: TIME_CHECKER.EXE

STAMPE LASER: TIME_CHECKER.EXE STAMPE LASER: TIME_CHECKER.EXE Sommario Cosa è...2 Cosa fa...3 Protezione del software:...3 Protezione delle stampe laser:...3 Modalità di attivazione chiave laser e ricarica contatori dichiarazioni da

Dettagli

Corso BusinessObjects SUPERVISOR

Corso BusinessObjects SUPERVISOR Corso BusinessObjects SUPERVISOR Il modulo SUPERVISOR permette di: impostare e gestire un ambiente protetto per prodotti Business Objects distribuire le informazioni che tutti gli utenti dovranno condividere

Dettagli

http://bcloud.brennercom.it/it/brennercom-b-cloud/applicazioni/26-0.html

http://bcloud.brennercom.it/it/brennercom-b-cloud/applicazioni/26-0.html b.backup Manuale Windows Questo manuale descrive le funzionalità di base del client b.backup illustra le operazioni necessarie per installare e attivare l applicazione, e spiega come eseguire un backup

Dettagli

MyDiagnostick Management Studio

MyDiagnostick Management Studio MyDiagnostick Management Studio Manuale d uso MyDiagnostick Medical All Rights Reserved 1 Indice MANUALE D'USO... 1 FABBRICANTE... 3 VENDITA E ASSISTENZA... 3 REQUISITI DEL SISTEMA... 3 1. PRIMO UTILIZZO

Dettagli

SecurityLogWatcher Vers.1.0

SecurityLogWatcher Vers.1.0 SecurityLogWatcher Vers.1.0 1 Indice Informazioni Generali... 3 Introduzione... 3 Informazioni in materia di amministratore di sistema... 3 Informazioni sul prodotto... 5 Installazione e disinstallazione...

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014 TS-CNS Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi Versione 04.00 del 05.09.2014 - Sistema Operativo Microsoft Windows 32/64 bit - Carte Athena Per conoscere tutti i servizi della TS CNS visita il sito:

Dettagli

Introduzione ai certificati S/MIME e alla posta elettronica certificata...2 Procedura di installazione del certificato personale S/MIME rilasciato

Introduzione ai certificati S/MIME e alla posta elettronica certificata...2 Procedura di installazione del certificato personale S/MIME rilasciato Guida all installazione e all utilizzo di un certificato personale S/MIME (GPSE) Introduzione ai certificati S/MIME e alla posta elettronica certificata...2 Procedura di installazione del certificato personale

Dettagli

Petra VPN 3.1. Guida Utente

Petra VPN 3.1. Guida Utente Petra VPN 3.1 Guida Utente Petra VPN 3.1: Guida Utente Copyright 1996, 2004 Link s.r.l. (http://www.link.it) Questo documento contiene informazioni di proprietà riservata, protette da copyright. Tutti

Dettagli

Aggiornamento da Windows XP a Windows 7

Aggiornamento da Windows XP a Windows 7 Aggiornamento da Windows XP a Windows 7 Se si aggiorna il PC da Windows XP a Windows 7 è necessario eseguire un'installazione personalizzata che non conserva programmi, file o impostazioni. Per questo

Dettagli

TACHOSAFE Lite. Requisiti di sistema: Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali.

TACHOSAFE Lite. Requisiti di sistema: Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali. TACHOSAFE Lite Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali. Requisiti di sistema: Prima di iniziare l'installazione assicuratevi che il vostro PC è conforme alle seguenti

Dettagli

Quantum Blue Reader QB Soft

Quantum Blue Reader QB Soft Quantum Blue Reader QB Soft Manuale dell utente V02; 08/2013 BÜHLMANN LABORATORIES AG Baselstrasse 55 CH - 4124 Schönenbuch, Switzerland Tel.: +41 61 487 1212 Fax: +41 61 487 1234 info@buhlmannlabs.ch

Dettagli

FileMaker Server 14. Guida alla configurazione dell installazione in rete

FileMaker Server 14. Guida alla configurazione dell installazione in rete FileMaker Server 14 Guida alla configurazione dell installazione in rete 2007 2015 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati

Dettagli

INSTALLAZIONE DMS - DENTAL MANAGEMENT SYSTEM... 2 INSTALLAZIONE AGGIORNAMENTO... 4 CAMBIO COMPUTER SERVER... 6

INSTALLAZIONE DMS - DENTAL MANAGEMENT SYSTEM... 2 INSTALLAZIONE AGGIORNAMENTO... 4 CAMBIO COMPUTER SERVER... 6 Sommario INSTALLAZIONE DMS - DENTAL MANAGEMENT SYSTEM... 2 INSTALLAZIONE SU SINGOLO COMPUTER O SERVER DI RETE:... 2 INSTALLAZIONE CLIENT DI RETE:... 3 REGISTRAZIONE PROGRAMMA... 3 INSTALLAZIONE AGGIORNAMENTO...

Dettagli

MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10

MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10 GESTIONE DEL SISTEMA EASYMIX CONNECT E RELATIVO AGGIORNAMENTO MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10 Sommario LAUNCH MANAGEMENT TOOL...3 APPLICATION UPDATE...4 MODULO SYSTEM MANAGEMENT...5 LINGUA... 6 DATE

Dettagli

SidekickPC 3.0 Risoluzione Problemi 31 MAGGIO 2012

SidekickPC 3.0 Risoluzione Problemi 31 MAGGIO 2012 SidekickPC 3.0 Risoluzione Problemi 31 MAGGIO 2012 2012 Electrolux Italia S.p.A., All rights reserved INDICE 1. ERRORI DI PROGRAMMA DOPO AGGIORNAMENTO ALLA VERSIONE 3.0... 2. MESSAGGI NELLA FINESTRA DI

Dettagli

REMOTE ACCESS24. Note di installazione

REMOTE ACCESS24. Note di installazione REMOTE ACCESS24 Note di installazione . 2011 Il Sole 24 ORE S.p.A. Sede legale: via Monte Rosa, 91 20149 Milano Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale e con qualsiasi

Dettagli

Xerox Device Agent, XDA-Lite. Guida all installazione rapida

Xerox Device Agent, XDA-Lite. Guida all installazione rapida Xerox Device Agent, XDA-Lite Guida all installazione rapida Introduzione a XDA-Lite XDA-Lite è un software di acquisizione dati dei dispositivi il cui compito principale consiste nell inviare automaticamente

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

Printer Driver UP-GR700. Guida all installazione. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver UP-GR700. Guida all installazione. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 3-197-623-32 (1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

Istruzioni per l uso della Guida. Icone utilizzate in questa Guida. Istruzioni per l uso della Guida. Software di backup LaCie Guida per l utente

Istruzioni per l uso della Guida. Icone utilizzate in questa Guida. Istruzioni per l uso della Guida. Software di backup LaCie Guida per l utente Istruzioni per l uso della Guida Istruzioni per l uso della Guida Sulla barra degli strumenti: Pagina precedente / Pagina successiva Passa alla pagina Indice / Passa alla pagina Precauzioni Stampa Ottimizzate

Dettagli

Laplink FileMover Guida introduttiva

Laplink FileMover Guida introduttiva Laplink FileMover Guida introduttiva MN-FileMover-QSG-IT-01 (REV.01/07) Recapiti di Laplink Software, Inc. Per sottoporre domande o problemi di carattere tecnico, visitare il sito: www.laplink.com/it/support/individual.asp

Dettagli

RIPETITORE WIRELESS N 300MBPS

RIPETITORE WIRELESS N 300MBPS RIPETITORE WIRELESS N 300MBPS Guida rapida all'installazione DN-70181 Introduzione: DN-70181 e un ripetitore Wi-Fi con una combinazione dispositivo di connessione di rete cablato/wireless progettato specificamente

Dettagli

INDICE. - COPIA EBRIDGE uso interno 1. INTRODUZIONE... 3 2. PREREQUISITI... 3 3. MENÙ, DIRETTORI E FILES... 4

INDICE. - COPIA EBRIDGE uso interno 1. INTRODUZIONE... 3 2. PREREQUISITI... 3 3. MENÙ, DIRETTORI E FILES... 4 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. PREREQUISITI... 3 3. MENÙ, DIRETTORI E FILES... 4 4. FUNZIONALITÀ GENERALI... 5 4.1 CREAZIONE DI UNA COPIA... 5 4.2 ATTIVAZIONE DI UNA COPIA...7 4.3 RUN-TIME 429... 9 5.

Dettagli

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com 2015 Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi

Dettagli

Sistema Informativo Sanitario Territoriale

Sistema Informativo Sanitario Territoriale Sistema Informativo Sanitario Territoriale MANUALE KIT ACTALIS CNS Versione 1.0 Dicembre 2009 Innova S.p.A. Pag 1 di 34 Indice 1. SCOPO DEL MANUALE... 3 2. REQUISITI DI SISTEMA... 3 3. ACTALIS KIT CNS

Dettagli

Manuale di KWallet 2

Manuale di KWallet 2 George Staikos Lauri Watts Sviluppatore: George Staikos Traduzione della documentazione: Nicola Ruggero Traduzione della documentazione: Federico Zenith 2 Indice 1 Introduzione 5 1.1 Usare KWallet........................................

Dettagli

Convertitore PDF (WSO2PDF) Manuale Sistemista

Convertitore PDF (WSO2PDF) Manuale Sistemista Convertitore PDF (WSO2PDF) Manuale Sistemista Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1 Introduzione 3 2 Moduli dell applicazione 3 3 Installazione 4 3.1 Installazione da Setup Manager 4 3.2 Installazione da pacchetto

Dettagli

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 02.00 del 21.01.2014

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 02.00 del 21.01.2014 TS-CNS Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi Versione 02.00 del 21.01.2014 - Sistema Operativo Microsoft Windows 32/64 bit - Carte Athena Per conoscere tutti i servizi della TS CNS visita il sito:

Dettagli

Hosting Applicativo Installazione Web Client

Hosting Applicativo Installazione Web Client Hosting Applicativo Installazione Web Client Utilizzo del portale di accesso e guida all installazione dei client Versione ridotta Marzo 2012 Hosting Applicativo Installazione Web Client 21 1 - Prerequisiti

Dettagli

Soluzioni IBM Client Security. Password Manager Versione 1.4 - Guida per l utente

Soluzioni IBM Client Security. Password Manager Versione 1.4 - Guida per l utente Soluzioni IBM Client Security Password Manager Versione 1.4 - Guida per l utente Soluzioni IBM Client Security Password Manager Versione 1.4 - Guida per l utente Prima edizione (Ottobre 2004) Copyright

Dettagli

Procedura di abilitazione alla Rete di Lombardia Integrata

Procedura di abilitazione alla Rete di Lombardia Integrata VPN Client Versione 5.0.07 - Release 2 Procedura di abilitazione alla Rete di Lombardia Integrata La presente procedura descrive la fase di installazione dell applicazione VPN Client versione 5.0.07 utilizzata

Dettagli

Installazione MS SQL Express e utilizzo con progetti PHMI

Installazione MS SQL Express e utilizzo con progetti PHMI Installazione MS SQL Express e utilizzo con progetti PHMI Introduzione La nota descrive l utilizzo del database Microsoft SQL Express 2008 in combinazione con progetti Premium HMI per sistemi Win32/64

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Qlik Sense Desktop. Qlik Sense 2.1.1 Copyright 1993-2015 QlikTech International AB. Tutti i diritti riservati.

Qlik Sense Desktop. Qlik Sense 2.1.1 Copyright 1993-2015 QlikTech International AB. Tutti i diritti riservati. Qlik Sense Desktop Qlik Sense 2.1.1 Copyright 1993-2015 QlikTech International AB. Tutti i diritti riservati. Copyright 1993-2015 QlikTech International AB. Tutti i diritti riservati. Qlik, QlikTech, Qlik

Dettagli

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO MANUALE UTENTE Computer Palmare WORKABOUT PRO INDICE PROCEDURA DI INSTALLAZIONE:...3 GUIDA ALL UTILIZZO:...12 PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO:...21 2 PROCEDURA DI INSTALLAZIONE: Per il corretto funzionamento

Dettagli

Utilizzo di Conference Manager per Microsoft Outlook

Utilizzo di Conference Manager per Microsoft Outlook Utilizzo di Conference Manager per Microsoft Outlook Maggio 2012 Sommario Capitolo 1: Utilizzo di Conference Manager per Microsoft Outlook... 5 Presentazione di Conference Manager per Microsoft Outlook...

Dettagli

ROUTER WIRELESS A BANDA LARGA 11N 300MBPS

ROUTER WIRELESS A BANDA LARGA 11N 300MBPS ROUTER WIRELESS A BANDA LARGA 11N 300MBPS Guida all'installazione rapida DN-70591 INTRODUZIONE DN-70591 è un dispositivo combinato wireless/cablato progettato in modo specifico per i requisiti di rete

Dettagli

BavInAzienda. Manuale di Attivazione. Edizione Maggio 2010

BavInAzienda. Manuale di Attivazione. Edizione Maggio 2010 BavInAzienda Manuale di Attivazione Edizione Maggio 2010 Manuale Attivazione BavInAzienda - Maggio 2010 INDICE 1. Requisiti preliminari 3 2. Dati per l accesso al servizio 3 3. Istruzioni per l attivazione

Dettagli

Manuale di KWallet 2

Manuale di KWallet 2 George Staikos Lauri Watts Sviluppatore: George Staikos Traduzione della documentazione: Vincenzo Reale Traduzione della documentazione: Nicola Ruggero Traduzione della documentazione: Federico Zenith

Dettagli

Guida di Pro PC Secure

Guida di Pro PC Secure 1) SOMMARIO 2) ISTRUZIONI DI BASE 3) CONFIGURAZIONE 4) INFORMAZIONI AGGIUNTIVE 1) SOMMARIO Guida di Pro PC Secure Pro PC Secure è un programma che si occupa della protezione dagli attacchi provenienti

Dettagli

Consulenza Informatica ======================================================================= Introduzione. Documentazione tecnica

Consulenza Informatica ======================================================================= Introduzione. Documentazione tecnica Introduzione Le novità che sono state introdotte nei terminal services di Windows Server 2008 sono davvero tante ed interessanti, sotto tutti i punti di vista. Chi già utilizza i Terminal Services di Windows

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a: Lab 2.1 Guida e assistente LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE In questa lezione imparerete a: Descrivere la Guida in linea e l'assistente Office, Descrivere gli strumenti della Guida in linea di Windows XP,Utilizzare

Dettagli

IL SISTEMA OPERATIVO

IL SISTEMA OPERATIVO IL SISTEMA OPERATIVO Windows è il programma che coordina l'utilizzo di tutte le componenti hardware che costituiscono il computer (ad esempio la tastiera e il mouse) e che consente di utilizzare applicazioni

Dettagli

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Questo argomento include le seguenti sezioni: "Punti preliminari" a pagina 3-17 "Procedura rapida di installazione da CD-ROM" a pagina 3-17 "Altri metodi

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2015 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

Indicatore archiviazione

Indicatore archiviazione Introduzione Memeo Instant Backup è una soluzione semplice per il complesso mondo digitale. Grazie al backup automatico e continuo dei file importanti dell'unità C, Memeo Instant Backup protegge i dati

Dettagli

SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione per (Licenza per utenti singoli)

SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione per (Licenza per utenti singoli) SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione per (Licenza per utenti singoli) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di SPSS Statistics con licenza per utenti singoli. Una

Dettagli

Installazione o aggiornamento del software di sistema di Fiery

Installazione o aggiornamento del software di sistema di Fiery Installazione o aggiornamento del software di sistema di Fiery Questo documento spiega come installare o aggiornare il software di sistema su Fiery Network Controller per DocuColor 240/250. NOTA: In questo

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2014 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

IBM SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione (Licenza per sito)

IBM SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione (Licenza per sito) IBM SPSS Statistics per Windows - Istruzioni di installazione (Licenza per sito) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di IBM SPSS Statistics versione 21 con licenza per sito. Questo documento

Dettagli

Guida alla ricerca e soluzione dei guasti HASP

Guida alla ricerca e soluzione dei guasti HASP Guida alla ricerca e soluzione dei guasti HASP 1 Corporate Office: Trimble Geospatial Division 10368 Westmoor Drive Westminster, CO 80021 USA www.trimble.com Copyright e marchi di fabbrica: 2005-2013,

Dettagli

Manuale d installazione KIT di Firma Digitale Token Arubakey

Manuale d installazione KIT di Firma Digitale Token Arubakey Manuale d installazione KIT di Firma Digitale Token Arubakey Il presente documento intende guidare l Utente nell installazione del dispositivo ArubaKey. Indice 1 - Inserimento SIM Card...Pag.1 2 - Installazione.....Pag.2

Dettagli

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Informazioni sul copyright 2004 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione, l'adattamento e la

Dettagli

DeeControl Manuale dell'utente

DeeControl Manuale dell'utente Impostazione, manutenzione e funzionalità del software di taglio DeeControl DeeControl Manuale dell'utente Versione 1.1 - 2 - Contenuto Introduzione... - 4 - Requisiti minimi... - 4 - Installazione...

Dettagli

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014 TS-CNS Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi Versione 04.00 del 05.09.2014 - Sistema operativo Windows 32bit e 64bit - Carte Siemens Per conoscere tutti i servizi della TS CNS visita il sito: www.regione.sardegna.it/tscns

Dettagli

GateManager. 1 Indice. tecnico@gate-manager.it

GateManager. 1 Indice. tecnico@gate-manager.it 1 Indice 1 Indice... 1 2 Introduzione... 2 3 Cosa vi serve per cominciare... 2 4 La Console di amministrazione... 2 5 Avviare la Console di amministrazione... 3 6 Come connettersi alla Console... 3 7 Creare

Dettagli

11/02/2015 MANUALE DI INSTALLAZIONE DELL APPLICAZIONE DESKTOP TELEMATICO VERSIONE 1.0

11/02/2015 MANUALE DI INSTALLAZIONE DELL APPLICAZIONE DESKTOP TELEMATICO VERSIONE 1.0 11/02/2015 MANUALE DI INSTALLAZIONE DELL APPLICAZIONE DESKTOP TELEMATICO VERSIONE 1.0 PAG. 2 DI 38 INDICE 1. PREMESSA 3 2. SCARICO DEL SOFTWARE 4 2.1 AMBIENTE WINDOWS 5 2.2 AMBIENTE MACINTOSH 6 2.3 AMBIENTE

Dettagli

Software Manuale SOFTWARE

Software Manuale SOFTWARE Software Manuale 1 Contenuto 1. Download ed installazione del driver e degli strumenti software 2. Il menu contestuale 3. Il menu di configurazione (XP) 3.1 La scheda Main setting (Impostazioni principali)

Dettagli

Manuale di Attivazione. Edizione 2007

Manuale di Attivazione. Edizione 2007 Manuale di Attivazione Edizione 2007 Manuale attivazione PaschiInAzienda - 2007 INDICE 1. Requisiti preliminari 3 2. Dati per l accesso al servizio 3 3. Istruzioni per l attivazione del servizio 5 3.1.

Dettagli

Capitolo 1 Installazione del programma

Capitolo 1 Installazione del programma Capitolo 1 Installazione del programma Requisiti Hardware e Software Per effettuare l installazione del software Linea Qualità ISO, il computer deve presentare una configurazione minima così composta:

Dettagli

Retrospect 10 per Mac Appendice alla Guida per l'utente

Retrospect 10 per Mac Appendice alla Guida per l'utente Retrospect 10 per Mac Appendice alla Guida per l'utente 2 Appendice alla Guida per l'utente di Retrospect 10 www.retrospect.com 2012 Retrospect Inc. Tutti i diritti riservati. Guida per l'utente di Retrospect

Dettagli

Guida introduttiva. Fiery Network Controller per DocuColor 240/250

Guida introduttiva. Fiery Network Controller per DocuColor 240/250 Fiery Network Controller per DocuColor 240/250 Guida introduttiva In questo documento, ogni riferimento a DocuColor 242/252/260 rimanda a DocuColor 240/250. 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo

Dettagli

L ambiente di sviluppo Android Studio

L ambiente di sviluppo Android Studio L ambiente di sviluppo Android Studio Android Studio è un ambiente di sviluppo integrato (IDE, Integrated Development Environment) per la programmazione di app con Android. È un alternativa all utilizzo

Dettagli

Guida all installazione di Fiery proserver

Guida all installazione di Fiery proserver Guida all installazione di Fiery proserver Il presente documento descrive la procedura di installazione di EFI Fiery proserver ed è rivolto ai clienti che intendono installare Fiery proserver senza l assistenza

Dettagli

hottimo procedura di installazione

hottimo procedura di installazione hottimo procedura di installazione LATO SERVER Per un corretto funzionamento di hottimo è necessario in primis installare all interno del server, Microsoft Sql Server 2008 (Versione minima Express Edition)

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11 Guida rapida

Acronis Backup & Recovery 11 Guida rapida Acronis Backup & Recovery 11 Guida rapida Si applica alle seguenti edizioni: Advanced Server Virtual Edition Advanced Server SBS Edition Advanced Workstation Server for Linux Server for Windows Workstation

Dettagli

Petra VPN 2.7. Guida Utente

Petra VPN 2.7. Guida Utente Petra VPN 2.7 Guida Utente Petra VPN 2.7: Guida Utente Copyright 1996, 2001 Link s.r.l. (http://www.link.it) Questo documento contiene informazioni di proprietà riservata, protette da copyright. Tutti

Dettagli

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 ARGO DOC ARGO DOC è un sistema per la gestione documentale in formato elettronico che consente di conservare i propri documenti su un server Web accessibile via internet. Ciò significa che i documenti

Dettagli

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza (ITALIANO) Software Gestionale Professionale Specifico per Comuni Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza Indice Introduzione e requisiti tecnici 3 Installazione 5 Menu principale 6 Gestione 7 Dati Societari

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli