UNIVERSITÀ DI URBINO FACOLTÀ DI ECONOMIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DI URBINO FACOLTÀ DI ECONOMIA"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DI URBINO FACOLTÀ DI ECONOMIA ORGANIZZAZIONE DEL CORSO GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI Anno Accademico 2010/2011 Prof. PETROSELLI FRANCA INDICE NOVITA DELL A.A PRESENTAZIONE DEL CORSO 2 2. DOCENTI, LEZIONI E TESTI CONSIGLIATI 5 3. ESAMI 7 4. PROGRAMMA ANALITICO DEI 3 MODULI 9 5. CHE COS È ECDL 21

2 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 2 DI 23 NOVITA DELL A.A A partire dal precedente a.a il corso di GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI È STATO SEMESTRALIZZATO: VIENE TOTALMENTE SVOLTO NEL 1 SEMESTRE, SIA PER IL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE CHE PER IL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO. Cio implica che tutti gli studenti potranno sostenere l esame a partire dall appello di gennaio Esattamente l intero corso si svolgerà nel 1 semestre: - nella settimana ROSSA per gli studenti di ECONOMIA AZIENDALE LEZIONI: lunedì ore 11-13, lunedì ore 14-16, martedì ore 9-11 ESERCITAZIONI: lunedì ore 16-18, mercoledì ore nella settimana BLU per gli studenti di ECONOMIA e COMMERCIO LEZIONI: lunedì ore 11-13, lunedì ore 14-16, martedì ore 9-11 ESERCITAZIONI: lunedì ore 16-18, mercoledì ore 9-11 PER GLI AGGIORNAMENTI DEGLI ORARI CONSULTARE LA PAGINA DEL DOCENTE (NEL SITO DELLA FACOLTA DI ECONOMIA) ALL INDIRIZZO: L esame di Gestione informatica comporta il riconoscimento di 7+1 crediti: - per l attribuzione dei 7 crediti è necessario il superamento dell esame; - per l attribuzione del credito aggiuntivo è necessaria la frequenza al seminario che si terrà a gennaio 2011 Valutazione degli investimenti ed analisi delle fonti di finanziamento con Excel : la data esatta e l orario del seminario saranno adeguatamente pubblicizzati sempre sul sito alla pagina del docente e nelle bacheche universitarie. 1. PRESENTAZIONE DEL CORSO OBIETTIVI FORMATIVI Il corso di GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI persegue 3 obiettivi: 1. fornire agli studenti la conoscenza dei concetti teorici fondamentali dell informatica; 2. fornire le conoscenze operative per l utilizzo del computer a livello professionale negli applicativi di maggior diffusione a livello di foglio elettronico (modulo Excel) e di database (modulo Access) 3. fornire la preparazione e la formazione necessaria per l ottenimento della: ECDL (European Computer Driving Licence) o PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER (A LIBERA SCELTA DELLO STUDENTE)

3 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 3 DI 23 PROGRAMMA LEZIONI Il programma del corso comprende le lezioni e le esercitazioni su 3 moduli: TEORIA EXCEL VERS ACCESS VERS I 3 moduli (TEORIA, EXCEL, ACCESS), in funzione di una preparazione più approfondita che si reputa necessaria per uno studente di Economia, sono molto ampliati ed integrati rispetto ai rispettivi programmi ECDL core dei corrispondenti moduli: MODULO 1 - CONCETTI BASE DELLA TECNOLOGIA DELL'INFORMAZIONE; MODULO 4 - FOGLIO ELETTRONICO; MODULO 5 DATABASE. Si veda a tale proposito il programma analitico a pag. 9 e seg. Il fatto che nel corso questi MODULI sono trattati ad un LIVELLO PIU APPROFONDITO rispetto al programma ECDL determina che l aver superato i TEST sui 3 paralleli moduli Ecdl NON comporta il RICONOSCIMENTO DELL ESAME. ESAMI Ai fini dell esame di GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI, per tutti gli studenti, verrà accertata la preparazione sui seguenti 3 moduli con prove e test che saranno erogate direttamente dai docenti ed esclusivamente nelle date degli appelli di esame fissate dalla facoltà: TEORIA (TEST CON UTILIZZO SOFTWARE SPECIFICO) EXCEL (PROVA APPLICATIVA SU PC) ACCESS (PROVA APPLICATIVA SU PC) Gli studenti con ECDL possono far valere l avvenuto superamento solo del modulo 1 Teoria: si legga attentamente le informazioni di pag.8

4 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 4 DI 23 EQUIVALENZA ESAME/ECDL (vedi DETTAGLI e spiegazioni a pag. 8 e seg. Studenti in possesso di ECDL ) MODULO ESAME EQUIVALENZA ECDL BASE EQUIVALENZA ECDL ADVANCED TEORIA X MODULO 1 + MODULO 2 + MODULO 7 EXCEL X EXCEL ADVANCED ACCESS X ACCESS ADVANCED CREDITI AGGIUNTIVI Per l ottenimento della Patente Europea del Computer, durante l anno accademico la facoltà organizza seminari e lezioni specifiche sui diversi moduli ed, in qualità di Test Center accreditato, mensilmente fissa le date dei test ECDL: date ed iscrizioni aggiornate sempre sul sito della facoltà. Inoltre, in considerazione dell importanza che si attribuisce al fatto che lo studente consegua la Patente Europea, la Facoltà ha deliberato che ai seguenti moduli ECDL (ed al relativo superamento dei rispettivi test ECDL) vengano attribuiti i seguenti crediti: 2 CREDITI ACCESS - BASI DI DATI (=MODULO 5 ECDL) 1 CREDITO WORD - ELABORAZIONE TESTI (=MODULO 3 ECDL) POWERPOINT - STRUMENTI DI PRESENTAZIONE (=MODULO 6 ECDL) Gli studenti potranno utilizzare tali crediti a copertura dei 6 crediti (1 al secondo anno e 5 al terzo) a loro scelta per ulteriori attività formative oppure a copertura dei crediti a scelta libera previsti al secondo anno. Nelle pagine seguenti vengono illustrati in dettaglio sia l organizzazione del corso, che le nome per l ottenimento della Patente Europea.

5 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 5 DI DOCENTI, LEZIONI E TESTI CONSIGLIATI I DOCENTI Petroselli Franca PER I CORSI DI LAUREA DELLA SEDE DI URBINO IN: r ECONOMIA AZIENDALE r ECONOMIA E COMMERCIO URL sito facoltà di economia: Nicoletti Carmela PER LE ESERCITAZIONI TESTI CONSIGLIATI PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME TEORIA r DISPENSE a cura del prof. BENTIVOGLIO SCARICABILI LIBERAMENTE DAL SITO DELLA FACOLTA alla pag. del docente PETROSELLI: OPPURE, uno a scelta tra i seguenti testi r INTRODUZIONE ALL INFORMATICA (LUCA CONSOLE MARINA RIBAUDO - UTET INFORMATICA r INFORMATICA AZIENDALE (P.MERTENS E ALTRI) - MC GRAW-HILL r INTRODUZIONE AI SISTEMI INFORMATICI (SCIUTO, BUONANNO, FORNACIARI, MARI) - MC GRAW-HILL EXCEL : r EXCEL PER GLI STUDENTI DI ECONOMIA (G. BENTIVOGLIO F. PETROSELLI C. NICOLETTI) EDIZIONI GOLIARDICHE, VERSIONE AMPLIATA ED AGGIORNATA ANNO 2005 ACCESS r DISPENSE a cura del docente SCARICABILI LIBERAMENTE DAL SITO DELLA FACOLTA alla pagina del docente PETROSELLI (sezione MATERIALE): r Un qualsiasi manuale o guida (MacGraw Mondatori Informatica, Apogeo, ecc..) Nel Centro di calcolo e nella biblioteca della facoltà è disponibile per il prestito agli studenti il testo Guida completa ad Access 2000 edizione Apogeo. Rivolgersi ai tecnici del centro di calcolo per avere indicazioni sulle parti del manuale che non sono oggetto di programma e di prova di esame.

6 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 6 DI 23 LEZIONI ED ESERCITAZIONI ORARI MODALITÀ DIDATTICHE TEORIA: Lezioni frontali EXCEL: Lezioni frontali + Esercitazioni ACCESS: Lezioni frontali + Esercitazioni TUTTE LE LEZIONI E LE ESERCITAZIONI SONO TENUTE PRESSO IL CENTRO DI CALCOLO DELLA FACOLTA DI ECONOMIA Esattamente l intero corso si svolgerà nel 1 semestre: - nella settimana ROSSA per gli studenti di ECONOMIA AZIENDALE LEZIONI: lunedì ore 11-13, lunedì ore 14-16, martedì ore 9-11 ESERCITAZIONI: lunedì ore 16-18, mercoledì ore nella settimana BLU per gli studenti di ECONOMIA e COMMERCIO LEZIONI: lunedì ore 11-13, lunedì ore 14-16, martedì ore 9-11 ESERCITAZIONI: lunedì ore 16-18, mercoledì ore 9-11 LEZIONI ED ESERCITAZIONI, FISSATE SECONDO IL CALENDARIO ACCADEMICO, POTRANNO SUBIRE AGGIORNAMENTI E VARIAZIONI CHE VERRANNO PUBBLICATE NELLE BACHECHE E SUL SITO ALLA URL: -

7 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 7 DI ESAMI MODALITÀ DI ACCERTAMENTO L esame del corso consiste in 3 prove, RELATIVE ai 3 MODULI di lezione: TEORIA: EXCEL 2000/2003: ACCESS 2000/2002: test con quiz a risposta multipla prova applicativa in laboratorio prova applicativa in laboratorio Sul sito della facoltà alla pagina del docente (http://www.econ.uniurb.it/big.asp?pagdocente.asp?57), nella sezione MATERIALE e presso il Centro di calcolo sono disponibili (a fini esercitativi e preparatori all esame) copie delle precedenti prove di esame per Excel e per Access. Non possono essere resi noti (né disponibili per consultazione) i test delle precedenti prove di esame relativi al modulo di TEORIA. AVVERTENZE Le singole prove (relative ai 3 moduli) possono essere sostenute anche in appelli diversi (1 alla volta, 2 alla volta, tutte insieme, ecc..), purché ENTRO L APPELLO DI FEBBRAIO Poiché le prove applicative richiedono tempo per la loro correzione e valutazione, non è possibile la comunicazione del voto nel giorno in cui l esame viene sostenuto. Di volta in volta gli esaminatori renderanno noto il giorno della pubblicazione dei risultati. Per la registrazione del voto sul libretto e sui verbali di esame (verbalizzazione dell esame): a) gli studenti si possono presentare solo dopo aver sostenuto TUTTI i 3 moduli con esito positivo: non è possibile una registrazione parziale dell esame. Gli studenti che, in luogo della prova di TEORIA vogliono far valere l avvenuto superamento dei 3 moduli ECDL (Teoria + Windows + Internet vedi pag. seg.), possono presentarsi alla registrazione o verbalizzazione dell esame solo dopo aver sostenuto le prove Excel + Access e muniti degli ORIGINALI della skill card o della patente Europea + certificazione timbrata e firmata IN ORIGINALE (rilasciata dal Test Center presso il quale i test sono stati sostenuti) con la quale si attesta la votazione o la % con la quale i 3 moduli sono stati superati. In mancanza di questa ultima certificazione delle % ECDL, il voto finale sarà dato dalla media dei voti ottenuti nella prova Excel e Access; b) gli studenti si possono presentare a partire dall appello di esame successivo a quello in cui hanno completato l esame. Il voto finale è dato dalla media dei voti conseguiti sui 3 moduli. Per l iscrizione all esame: a) è obbligatoria l iscrizione on line attivabile tramite il sito della facoltà; b) NON SONO CONSENTITE richieste di ISCRIZIONI inoltrate per ai diversi docenti; c) le iscrizioni on line vengono chiuse 24 ore prima della data e dell ora fissata per l esame. Non sono consentite iscrizioni via Internet o tramite successivamente alla chiusura delle liste telematiche.

8 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 8 DI 23 STUDENTI IN POSSESSO DELLA CERTIFICAZIONE ECDL (PATENTE EUROPEA) BASE Gli studenti che, nell ambito della Patente Europea (ECDL), abbiano già sostenuto gli esami ECDL relativi ai moduli: TEORIA: MODULO 1 (ECDL) + WINDOWS: MODULO 2 (ECDL) + INTERNET: MODULO 7 (ECDL) o gli studenti che hanno la Patente Europea completa, ai fini del conseguimento dell esame dovranno comunque sostenere le seguenti 2 prove negli appelli di esame ufficiali: EXCEL 2000/2003: ACCESS 2000/2002: prova applicativa in laboratorio prova applicativa in laboratorio L aver superato i corrispondenti test ECDL non esonera, quindi, lo studente dal sostenere la prova di esame per i moduli Excel ed Access. Si ribadisce che viene considerato come sostenuto solo il modulo di Teoria se si dimostra che sono stati superati i 3 moduli Ecdl: modulo 1 + modulo 2 + modulo 7. In sede di registrazione e verbalizzazione dell esame, gli studenti (per far valere il superamento del modulo TEORIA) dovranno esibire al docente i seguenti documenti: 1) la certificazione ECDL comprovante il superamento delle 3 prove (SKILL CARD in ORIGINALE timbrata dal Test Center relativamente ai 3 moduli Teoria + Windows + Internet) oppure la Patente Europea del computer in ORIGINALE; 2) l Attestato rilasciato IN ORIGINALE (firmato e timbrato) dall Ente Certificatore o Test Center con il quale viene certificato il voto (o la %) con cui i 3 moduli sono stati superati, Se dalla certificazione ECDL esibita al docente al momento della registrazione non risulta il voto o la % con cui i 3 moduli sono stati superati, il voto finale sarà dato dal risultato della media dei voti Excel ed Access. Negli altri casi, invece, si terrà conto della valutazione ECDL dando al voto medio conseguito nei 3 moduli ECDL un peso pari al 33% del voto finale. STUDENTI IN POSSESSO DELLA CERTIFICAZIONE ECDL ADVANCED Gli studenti, in possesso della certificazione ECDL ADVANCED sia per Excel che per Access possono presentarsi direttamente per la registrazione del voto negli ordinari appelli di esame, muniti di Patente Europea del computer (ECDL base) + l Attestato rilasciato dall Ente Certificatore con il quale viene certificato il voto (o la %) con cui sono stati superati i moduli Excel ed Access advanced. Gli studenti, in possesso della certificazione ECDL ADVANCED solo per Excel o solo per Access, per poter ottenere il riconoscimento dell esame, devono prima superare il modulo mancante o nella forma ECDL advanced o nella modalità di prova di esame ordinaria. Potranno, quindi, presentarsi per la registrazione del voto negli ordinari appelli di esame, solo dopo aver completato i 3 moduli e muniti di Patente Europea del computer (ECDL base) + l Attestato rilasciato dall Ente Certificatore con il quale viene certificato il voto (o la %) con cui sono stati superati i moduli Excel ed Access advanced o l unico modulo sostenuto in modalità Ecdl advanced.

9 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 9 DI PROGRAMMA ANALITICO DEI 3 MODULI D ESAME Nel pagine seguenti è riportato il programma dettagliato dei 3 Moduli del Corso di GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI. 1. TEORIA-CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA DELL'INFORMAZIONE In questo modulo vengono illustrati i concetti fondamentali riguardanti la Tecnologia dell'informazione, trasferendo le conoscenze di base relative alla codifica dell informazione, alla struttura e al funzionamento di un personal computer, al software, alle reti informatiche, a come queste tecnologie impattano la società e la vita di tutti i giorni, ai criteri ergonomici da adottare quando si usa il computer ed ai problemi riguardanti la sicurezza dei dati e gli aspetti legali. (Il programma riprende ed approfondisce i contenuti del Modulo 1 della Patente Europea, con l aggiunta dei seguenti argomenti: Concetti base sulla codifica dell informazione e Sistemi Informativi Aziendali) Sezione Tema Argomento Concetti generali Hardware/Software/Tecnologia dell informazione HARDWARE DATI SOFTWARE Tipi di computer Definizione di INFORMATICA come scienza che si occupa della rappresentazione e della elaborazione dell informazione Comprendere a livello di base cos'è l'hardware, il SOFTWARE e DATI L INFORMATION TECHNOLOGY (IT) COMPONENTI DI UN PERSONAL COMPUTER Sapere quali sono le componenti principali di un personal computer: l'unità centrale di elaborazione (CPU), i tipi di memoria, l'hard disk, i supporti rimovibili come dischetti, zip disk, CD-ROM, i più comuni dispositivi di input/output, ecc. Conoscere lo schema funzionale del PERSONAL COMPUTER. Capire il motivo per cui, nel computer reale, è necessario avere più livelli di memoria. Capire la differenza che esiste tra un calcolatore ed una calcolatrice Comprendere a livello di base la differenza tra DATO e INFORMAZIONE Comprendere a livello di base il concetto di codifica dell informazione Definizione di PROGRAMMA inteso come la ricetta che indica in che modo manipolare i dati per ottenere i risultati attesi Introduzione alle due tipologie di SOFTWARE: - SOFTWARE DI BASE/SISTEMA OPERATIVO - SOFTWARE APPLICATIVO Comprendere e distinguere tra varie classi di computer (mainframe, minicomputer, network computer, personal computer, laptop computer, PDA-personal digital assistant) in termini di capacità di elaborazione, velocità, costo, e impieghi tipici. Cenni sull evoluzione tecnologica nel settore dell IT Codifica Informazione e dato Il dato come risultato del processo di codifica dell informazione e l informazione come significato che noi attribuiamo al dato Alcune considerazioni sui dati: - i dati sono una semplificazione della realtà - i dati di per se sono privi di significato - dati diversi possono rappresentare la stessa informazione - non tutte le informazioni sono codificabili Il sistema di numerazione Cenni sui sistemi di numerazione posizionale Hardware binario Convergenza digitale La codifica binaria delle informazioni Architettura e schema di funzionamento del PC Bus di sistema Unità centrale di elaborazione Le diverse basi. Il passaggio da base 10 a base 2 e viceversa Semplicità delle operazioni in binario: la somma La numerazione esadecimale ed il suo utilizzo Il bit, il byte e l unità di misura Perché il computer utilizza la codifica binaria La codifica dei caratteri (ASCII) La codifica dei numeri interi (in binario, in ASCII in BCD) La codifica dei numeri reali La codifica delle immagini La codifica dei suoni Schema di funzionamento di un computer ideale a confronto con un computer reale : la necessità di più livelli di memoria Il PERSONAL COMPUTER il particolare tipo di computer oggetto del nostro studio. Componenti che lo costituiscono. L architettura a BUS e suoi aspetti caratteristici. Vantaggi e limiti della tecnologia a BUS Sapere quali sono le funzioni della CPU: calcolo, controllo logico, gestione della memoria Hardware (segue) CPU Caratteristiche della CPU: l ARCHITETTURA - set di istruzioni

10 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 10 DI 23 - il parallelismo - il cooprocessore matematico - la presenza di una memoria interna ( cache ) Cenni sulla tecnologia utilizzata Caratteristiche della CPU: la VELOCITÀ - la velocità di funzionamento - sapere che la velocità della CPU è misurata in Megahertz (MHz) in Gigahertz GHz) - scalari e super scalari Cenni sulla differenza tra la filosofia CISC e RISC Conoscere i parametri che influiscono sulla velocità di una CPU. L indice INTEL icomp Conoscere i nomi commerciali delle CPU presenti sul mercato (cenni) Memoria centrale Memoria di massa Prestazioni dei computer Dispositivi di input/output Hardware (segue) Dispositivi di input/output Conoscere i differenti tipi di memoria veloce, ad es. RAM (random-access memory), ROM (read-only memory). Dire quando sono usate. Schema elementare di funzionamento Caratteristiche della RAM - TECNOLOGIA - VELOCITÀ - VOLATILITÀ - COSTO RAM dinamiche e RAM statiche Il montaggio all interno del computer: SIMM e DIMM La ROM: caratteristica della ROM e suo utilizzo. Le altre tipologie di memorie a sola lettura: PROM ed EPROM Capacità della memoria: sapere come viene misurata la memoria di un computer: bit, byte, KB, MB, GB, TB. Saper mettere in relazione le misure di memoria di un computer con caratteri, campi, record, file, cartelle/directory Alcuni problemi di prestazioni dovuti alla cresciuta velocità della CPU: - La CACHE, ovvero un ulteriore livello di memoria per garantire alla CPU un accesso veloce ai dati presenti in memoria - Ulteriori BUS AGGIUNTIVI per garantire un rapido trasferimento dei dati tra i sottosistemi Distinguere i vari tipi di memoria di massa in termini di velocità, capacità e costo, per es. hard disk interni/esterni, zip disk, data cartridge, CD-ROM, dischetti ecc.. Distinguere le memorie di massa in funzione della tecnologia usata: - MAGNETICA VS. OTTICA Distinguere le memorie di massa in funzione del loro utilizzo all interno del computer - in appoggio alla RAM (velocità) - come BACKUP o SCAMBIO DATI (capacità ed economicità) Distinguere i vari tipi di memoria di massa in termini di tecnologia, velocità, capacità e costo TECNOLOGIA MAGNETICA La struttura fisica, la struttura dei dati memorizzati e modalità di funzionamento DISCHI FISSI La struttura fisica, la struttura dei dati memorizzati e modalità di funzionamento. Le principali caratteristiche di un hard disk: CAPACITÀ, TEMPO DI ACCESSO, VELOCITÀ DI ROTAZIONE, INTERFACCIA E VELOCITÀ DI TRASFERIMENTO. Cenni sulle altre tipologie di dischi magnetici Conoscere lo scopo della formattazione di un disco FLOPPY DISK Caratteristiche di funzionamento del floppy disk, capacità, formati, velocità DISCHI ZIP Cenni sulle caratteristiche dei dispositivi IOMEGA ZIP IMATION SUPERDISK Cenni sulle caratteristiche dei dispositivi NASTRI Cenni sulle caratteristiche dei dispositivi a nastro: QIC e DAT TECNOLOGIA OTTICA Conoscere il principio di funzionamento della tecnologia ottica e le diverse categorie di dischi ottici (READ ONLY, WORM, RISCRIVIBILI) CD-ROM I lettori CD-ROM ed i diversi formati dei CD. I masterizzatori DVD La tecnologia DVD ed i diversi formati attualmente in uso LE GERARCHIE DI MEMORIA Confronto tra i diversi tipi di memoria sulla base di : - VELOCITÀ, CAPACITÀ, VOLATILITÀ, COSTO PER BYTE MEMORIZZATO Prospettive e limiti di memorizzazione dei sistemi Sapere quali sono i principali fattori che influiscono sulle prestazioni di un computer, per es. velocità della CPU, dimensione della RAM, velocità e capacità dell'hard disk Conoscere i vari dispositivi usati per inserire dati nel computer come mouse, tastiera, trackball, scanner, touchpad, penna luminosa, joystick ecc. Conoscere quali sono i più comuni dispositivi utilizzati per mostrare i risultati delle elaborazioni del computer: unità di visualizzazione (schermo, monitor), stampanti di uso normale, plotter, dispositivi a microfilm, sintetizzatori vocali ecc. Sapere dove e come sono usati questi dispositivi. Il collegamento con il computer: interfaccia SERIALE, interfaccia PARALLELA, interfaccia USB

11 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 11 DI 23 LA TASTIERA (INPUT) Come funziona e come si usa IL MOUSE (INPUT) Come funzione e come si usa. Le alternative: TRACKBALL, SOFTBALL, TOUCHPAD IL VIDEO (OUTPUT) Il monitor: la struttura e la logica di funzionamento. Aspetti caratteristici del monitor: - risoluzione - visualizzazione in B&N o a colori - la memoria video - un trucco ovvero l interlacciamento Parametri da prendere in considerazione nella scelta del monitor. Gli schermi LCD LA STAMPANTE (OUTPUT) Il funzionamento e l utilizzo della stampante. Aspetti caratteristici della stampante: - velocità di stampa - tecnologia ad impatto / non ad impatto - tecnica di stampa a carattere pieno / a matrice di punti - formato della carta - interfaccia Stampanti a MARGHERITA e a SFERA, ad AGHI, TERMICHE, a GETTO D INCHIOSTRO o INK-JET, Stampanti LASER DISPOSITVI MULTIMEDIALI La necessità di una scheda audio. Microfono (INPUT) e Altoparlanti (OUTPUT) Il sintetizzatore vocale. Macchina Fotografica digitale IL JOYSTICK (INPUT) Dispositivo di controllo utilizzato nei giochi LO SCANNER (INPUT) Utilizzo dello scanner per acquisizione immagini, archiviazioni documenti, OCR Riconoscimento ottico dei caratteri IL PLOTTER (OUTPU) Dispositivo per la riproduzione di disegni LA TAVOLETTA GRAFICA (INPUT) Dispositivo per immettere nel computer le coordinate di un punto rispetto al piano IL LETTORE BAR CODE (INPUT) Dispositivo per la lettura di codici a barre IL LETTORE BADGE (INPUT) Dispositivo la lettura dei dati memorizzati su un badge magnetico o a microprocessore IL MODEM (INPUT/OUTPUT) Dispositivo per la trasmissione dei dati su linea telefonica TOUCHSCREEN (INPUT/OUTPUT) Come funzione e come si usa Software Tipi di software Conoscere il significato dei termini SOFTWARE DI SISTEMA e SOFTWARE APPLICATIVO e capirne la differenza. Software di sistema Sapere quali sono le principali funzioni del SISTEMA OPERATIVO Il sistema operativo visto come generatore di una macchina virtuale (molto più facile da usare) al di sopra della macchina fisica Le principali tipologie di sistemo operativi: - MONO-UTENTE e MULTI-UTENTE Architettura a cipolla del sistema operativo e funzionalità dei singoli strati: - gestione processi (nucleo) - gestione della memoria - gestione periferiche - file system - interprete comandi/interfaccia grafica LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE Cenni sui linguaggi di programmazione. I programmi per la traduzione in linguaggio macchina: compilatori e interpreti Graphical User Interface (GUI) Comprendere il significato di Graphical User Interface (GUI) e fare degli esempi. Comprendere i vantaggi di usare una interfaccia GUI. Software applicativo Elencare alcuni dei programmi applicativi più comuni e il loro uso, ad es. elaborazione testi, foglio elettronico, database, browser Web, strumenti di presentazione, desktop publishing, applicazioni multimediali, contabilità Sviluppo del software Avere un idea di come viene prodotto il software. Conoscere a grandi linee le fasi di sviluppo del software: analisi, programmazione, implementazione, testing. Metodologie di sviluppo: per fasi o a cascata e per prototipi Il ciclo di vita del software Studio di fattibilità Definizione delle specifiche funzionali Definizione delle specifiche tecniche: - definizione del modello di dati - analisi esatta del problema e ricerca di un algoritmo efficace ed efficiente Programmazione e Test Installazione Manutenzione Reti informatiche Telematica Conoscere il significato del termine TELEMATICA e di RETE TELEMATICA

12 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 12 DI 23 Il computer nella vita di ogni giorno LAN e WAN Conoscere gli aspetti significativi di una rete telematica e come si modificano in funzione della tipologia di collegamento (locale-lunga distanza): - rete di collegamento (LAN-WAN) - interfaccia con cui il computer si collega alla rete - protocollo - architettura Conoscere il significato di LAN (Local Area Network) e di WAN (Wide Area Network) Sapere quali sono i vantaggi del lavoro di gruppo e della condivisione delle risorse in rete. La rete telefonica e i computer Comprendere l uso della rete telefonica nei sistemi informatici. Capire cosa significa rete pubblica di dati commutata (Public Switched Telephone Network - PSTN), rete digitale integrata nei servizi (Integrated Service Digital Network - ISDN), linea digitale asimmetrica ADSL, comunicazioni via satellite. Capire i termini fax, telex, modem, digitale, analogico, baud (misurato in bps, bit per sec.). Interfaccia per il collegamento La scheda di rete ed il modem alla rete Protocolli Architettura di rete Internet Intranet, Extranet Il computer al lavoro Mondo elettronico Il router :dispositivo per il collegamento remoto di reti locali (LAN) Le regole con cui i computer si scambiano i dati Il protocollo TCP/IP: aspetti significativi del suo funzionamento Le due principali modalità utilizzate dai sistemi per interagire: - CLIENT-SERVER - PEER TO PEER Sapere cos è Internet: il concetto di base, i suoi usi principali. Conoscere i vantaggi economici di usare Internet rispetto agli altri sistemi di comunicazione. I principali servizi su Internet Come si può realizzare la connessione ad Internet. Chi è il PROVIDER e come sceglierlo. POSTA ELETTRONICA Capire il termine posta elettronica, come funziona e quali sono i suoi usi. Sapere cos è necessario per inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. Conoscere quali sono le attrezzature informatiche e di telecomunicazione necessarie per usare la posta elettronica. WWW (WORLD WIDE WEB) I concetti di Ipertesto e Multimedia che sono stati alla base dello sviluppo del principale servizio di Internet: il World Wide Web Che cos è e come funziona il World Wide Web. Conoscere la differenza tra Internet e il World Wide Web. Gli indirizzi sul WEB Il problema della ricerca di informazioni ed i motori di ricerca: a cosa servono, come funzionano e come si usano Comprendere cosa è una extranet, e sapere quali sono le differenze tra Internet e una intranet. Comprendere cosa è una Intranet, e sapere quali sono le differenze tra Internet e una extranet Sapere quali sono le situazioni in cui un computer può essere più adatto di una persona a svolgere un compito, e quali no Conoscere alcuni degli impieghi delle più comuni applicazioni di ufficio, quali: sistemi di amministrazione, sistemi di prenotazione aerea, elaborazione di richieste di assicurazione, online banking Conoscere alcuni degli impieghi delle più comuni applicazioni amministrative, quali: sistemi di registrazione pubblica (censimento, registro automobilistico), dichiarazione dei redditi, voto elettronico Conoscere alcuni degli impieghi delle più comuni applicazioni in ospedale o negli ambulatori medici, quali: sistemi di catalogazione dei pazienti, sistemi di controllo delle ambulanze, strumenti e apparecchiature diagnostiche, particolari apparecchiature chirurgiche Conoscere alcuni degli impieghi delle più comuni applicazioni nella scuola, quali: sistemi di registrazione degli studenti e di preparazione dei calendari delle lezioni, sistemi di autoapprendimento basati su computer (Computer Based Training - CBT), apprendimento a distanza, svolgimento dei compiti attraverso Internet Comprendere il termine TELELAVORO e saper elencare alcuni dei suoi vantaggi, quali: riduzione del pendolarismo, maggiore possibilità di concentrarsi su un solo compito, orario flessibile, riduzione delle necessità di spazi aziendali. Elencare anche gli svantaggi quali: mancanza di rapporti umani, minore importanza del lavoro di gruppo Comprendere il termine posta elettronica ( ) e conoscerne gli utilizzi principali Comprendere il termine e-commerce e il concetto di acquisto di beni e servizi online, i metodi di pagamento, il diritto del consumatore di poter restituire merci non soddisfacenti. Elencare alcuni dei vantaggi dell'acquisto online di beni e servizi, quali: servizi disponibili 24 ore al giorno, opportunità di vedere un'ampia gamma di prodotti. Elencare inoltre alcuni svantaggi, quali: scelta da un negozio virtuale, assenza di contatti umani, rischi legati a metodi di pagamento non sicuri Salute, sicurezza e Ergonomia Comprendere quali elementi possono concorrere a creare un buon ambiente operativo:

13 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 13 DI 23 ambiente collocazione adeguata dei monitor, tastiere e sedie regolabili, tappetino per il mouse, illuminazione e ventilazione adeguate, frequenti interruzioni nell'uso del computer Salute Elencare i più comuni problemi di salute che possono essere associati all'uso di un computer, quali: problemi ai polsi, stanchezza degli occhi e problemi alla schiena Precauzioni Elenca alcune delle precauzioni da adottare durante l'uso di un computer, quali: assicurarsi che i cavi di alimentazione siano collegati correttamente, e le prese di corrente non abbiamo collegate troppe apparecchiature Ambiente Comprendere che riciclando i fogli stampati e le cartucce del toner, e utilizzando un monitor a basso consumo di energia quando il computer non è attivo si può aiutare l'ambiente. Comprendere che l'utilizzo di documenti elettronici può contribuire a ridurre la necessità di materiale stampato Sicurezza Sicurezza dei dati Comprendere il termine sicurezza dei dati ed i vantaggi che un'azienda ottiene gestendo i problemi di sicurezza: adozione di una politica di sicurezza relativa alla gestione di dati sensibili, preparazione del personale in modo che conosca le proprie responsabilità riguardanti la sicurezza dei dati, procedure per riferire incidenti riguardanti la sicurezza, Conoscere le problematiche di privacy relative ai computer, quali l'adozione di una corretta politica di password. Comprendere cosa si intende con il termine ID utente e la differenza esistente tra ID utente e password. Comprendere il termine "diritti di accesso" e sapere per quale motivo sono importanti. Conoscere lo scopo e la validità di effettuare salvataggi di backup di dati e software su un supporto di memoria rimovibile. Conoscere le possibili implicazioni del furto di un laptop o di un telefono cellulare, quali: perdita di importanti informazioni (se non sono disponibili anche su un altro supporto separato), possibile uso improprio di file riservati e dei numeri di telefono Virus Comprendere il termine virus quando viene impiegato nell'ambito informatico. Sapere che esistono diversi tipi di virus e quando e come i virus possono penetrare in un computer Conoscere le principali misure anti-virus e le tattiche da adottare quando un virus infetta un computer. Conoscere le limitazioni del software anti-virus e comprendere il significato del termine "disinfezione" dei file Comprendere le corrette operazioni da effettuare quando si scaricano i file o si accede ad allegati di posta, quali: usare software di verifica antivirus, evitare di aprire messaggi (e file allegati) di provenienti da sconosciuti Diritto d'autore e aspetti giuridici Il sistema Informativo Aziendale Copyright Comprendere il concetto di copyright quando è applicato al software e a file di tipo grafico, testuale, audio e video. Comprendere le problematiche di copyright legate al reperimento (download) di informazioni da Internet. Comprendere le problematiche di copyright associate all'utilizzo e alla distribuzione di materiale presente su supporti rimovibili Sapere come verificare il numero di serie di un prodotto software. Comprendere i termini shareware, freeware e licenza d'uso Privacy Conoscere la legislazione sulla privacy in Italia. Comprendere le implicazioni di questa legislazione per quanto riguarda i soggetti dei dati e chi li possiede. Descrivere alcuni degli impieghi dei dati personali Il sistema Informativo aziendale Definizione ed obiettivi del SISTEMA INFORMATIVO. AZIENDALE Il sistema informatico Progettazione del SI Il data base La funzione SI in azienda Le componenti del sistema informativo: - DATI, PROCEDURE, MEZZI, PERSONE Il sistema informativo FORMALE e INFORMALE Definizione ed obiettivi del SISTEMA INFORMATIVO AUTOMATIZZATO o SIST. INFORMATICO Sistema informatico UFFICIALE e PRIVATO Caratteristiche assunte dal S.I. in rapporto agli utilizzatori, relativamente alle componenti del sistema informativo stesso. Un modello di sviluppo del SI (Nolan) DSS : sistemi a supporto delle decisioni L importanza della coerenza del SI con gli obiettivi aziendali Passi progettuali per la revisione del SI: - definizione degli obiettivi strategici/tattici - pianificazione a medio lungo termine degli interventi - revisione dell attuale organizzazione - specifiche del SI desiderato - scelta del software (make/buy) - scelta dell hardware - sviluppo di eventuali personalizzazioni - conversioni - formazione personale - avvio - manutenzione Da una visione algoritmo-centrica ad una visione dato-centrica Vantaggi che derivano dall utilizzo della tecnologia data base nella gestione dei dati Organizzazione del CED. Le figure professionali Riporto organizzativo della funzione SI Costi del SI aziendale

14 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 14 DI EXCEL 2000/2003 Utilizzo del foglio elettronico Il modulo si sostanzia nella conoscenza dei concetti fondamentali del foglio elettronico EXCEL e nella capacità di applicare praticamente questo strumento nella soluzione delle più usuali problematiche aziendali: creare e formattare un foglio di calcolo elettronico, utilizzare le funzioni aritmetiche e logiche di base, le funzioni di ricerca, le funzioni statistiche e finanziarie, le funzioni sulle date, usare funzionalità aggiuntive come l'importazione di oggetti nel foglio e la rappresentazione in forma grafica dei dati in esso contenuti Il programma riprende ed approfondisce i contenuti del Modulo 4 della Patente Europea, con l aggiunta dei seguenti argomenti: funzioni logiche e di ricerca, funzioni finanziarie, funzioni statistiche e matematiche, funzioni stringa, funzioni date, i comandi del Menu Dati Sezione Tema Argomento Concetti generali Un po di storia I predecessori di EXCEL Struttura del foglio Primi passi col FOGLIO elettronico Scambiare documenti I concetti che stanno alla base del funzionamento di un foglio elettronico Il foglio come gestore di dati La presentazione grafica dei dati Cenni sulla programmazione con le MACRO La struttura del foglio: CASELLE, RIGHE e COLONNE La barra dei MENU Le barre STANDARD e FORMATTAZIONE La barra della FORMULA Aprire (e chiudere) un programma di foglio elettronico Aprire uno o più fogli elettronici Creare un nuovo foglio elettronico Salvare un foglio elettronico all interno di un unità a disco o su un floppy disk Salvare un foglio elettronico con un altro nome Aprire un foglio elettronico esistente, fare delle modifiche e salvarlo Mentre si sta lavorando su un foglio elettronico, aprirne uno nuovo Passare da un foglio elettronico ad un altro già aperto Affiancare due o più finestre dello stesso foglio o di fogli diversi Usare le funzione di guida in linea (Help) del programma Chiudere un foglio elettronico Salvare un foglio elettronico in un altro formato come: TXT, HTML, RTF, tipo di software o numero di versione. Salvare un documento in un formato appropriato per invio a un web site Modificare le impostazioni Modificare il modo di visualizzazione sullo schermo. di base Usare gli strumenti di ingrandimento/zoom Mostrare e nascondere le barre degli strumenti. Mostrare e nascondere le barre strumenti STANDARD e FORMATTAZIONE Visualizzare e togliere la barra di stato e quella della formula Bloccare e sbloccare titoli di righe e/o colonne Celle Inserire i dati Inserire un numero in una cella. Selezionare le celle Righe e colonne Modificare i dati Parametri per una visualizzazione ottimale della finestra EXCEL Segnalazione d errore se il numero è più grande della larghezza della cella Inserire un testo, una data, un codice in una cella. Selezionare una cella o un insieme di celle adiacenti o un insieme di celle non adiacenti. Selezionare un intero foglio di lavoro Selezionare una riga, un insieme di righe adiacenti, un insieme di righe non adiacenti Selezionare una colonna, un insieme di colonne adiacenti, un insieme di colonne non adiacenti Inserire una riga o una colonna. Inserire più righe o più colonne contemporaneamente Modificare la larghezza delle colonne e l'altezza delle righe. Adattare l altezza di una riga o la larghezza di una colonna al contenuto. Nascondere righe/colonne e visualizzare righe/ colonne nascoste Copiare/spostare righe e colonne Cancellare una riga o una colonna. Cancellare più righe o più colonne contemporaneamente Aggiungere dati in una casella, sostituire i dati esistenti Modificare il contenuto di una casella Usare il comando "Annulla" e Ripristina

15 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 15 DI 23 Celle (segue) Ripetere l ultimo comando utilizzato Copiare,spostare,cancellare Usare le funzioni "Copia" e "Incolla" per duplicare il contenuto di una cella all interno del foglio di lavoro, tra fogli di lavoro diversi e tra fogli elettronici aperti Ottenere lo stesso risultato (copia di caselle) utilizzando i pulsanti sulla barra degli strumenti, il mouse, i comandi con la tastiera Usare le funzioni "Taglia" e "Incolla" per spostare il contenuto di una cella all interno del foglio di lavoro, tra fogli di lavoro diversi e tra fogli elettronici aperti Ottenere lo stesso risultato (spostamento di caselle) utilizzando i pulsanti sulla barra degli strumenti, il mouse, i comandi con la tastiera Usare lo strumento di riempimento automatico per copiare o incrementare i dati Trovare e sostituire Ordinare i dati Cancellare il contenuto di una cella o di un insieme di celle. Cancellare solo il formato di una cella o di un insieme di celle Usare il comando INCOLLA SPECIALE per copiare solo i valori, solo le formule, solo i formati Usare il comando di ricerca per trovare dati specifici Usare il comando di sostituzione per modificare dati specifici Ordinare un insieme di celle in ordine numerico crescente e decrescente Ordinare un insieme di celle in ordine alfabetico crescente o decrescente Fogli di lavoro Usare i fogli di lavoro Usare più FOGLI DI LAVORO all interno di una cartella EXCEL Formule e funzioni Formule aritmetiche Riempimento automatico Riferimenti di cella Usare i NOMI nelle formule Lavorare con le funzioni Lavorare con le percentuali Funzioni MATEMATICHE Funzioni STATISTICHE Funzioni LOGICHE Funzioni di RICERCA Funzioni DATA Inserire un nuovo foglio di lavoro Rinominare un foglio di lavoro Copiare/spostare un foglio di lavoro all interno della stesso foglio elettronico e tra fogli elettronici attivi Selezionare un foglio o selezionare più fogli e lavorare contemporaneamente Eliminare un foglio di lavoro Generare formule usando i riferimenti di cella e le operazioni aritmetiche (addizione, sottrazione, moltiplicazione, divisione) Riconoscere i messaggi di errore più comuni associati all uso delle formule Usare lo strumento di riempimento automatico per copiare le formule Capire e applicare alle formule i riferimenti relativi, misti, assoluti Assegnare un nome ad una casella o ad un gruppo di caselle Eliminare un nome Usare un nome all interno di una formula Sintassi di una funzione Usare la funzione SOMMA. Calcolare l incremento di fatturato tra un anno ed il successivo Calcolare la quota percentuale di singoli fatturati rispetto al loro totale Calcolare un budget partendo dall incremento dell anno precedente o con un incremento fisso Calcoli relativi a sconti, margini, IVA Usare la funzione INT e RESTO Usare la funzione ARROTONDA Usare la funzione CAUSALE Usare la funzione di MEDIA Usare la funzione MIN e MAX Usare la funzione di CONTA.VALORI e CONTA.NUMERI Sintassi e utilizzo della funzione SE e degli operatori logici AND e OR Le funzioni nidificate : un esempio con la funzione SE Esempi di utilizzo della funzione SE Sintassi e utilizzo della funzione SOMMA.SE e CONTA.SE Esempi di utilizzo delle funzioni SOMMA.SE e CONTA.SE Sintassi e utilizzo della funzione CERCA.VERT con parametro VERO Sintassi e utilizzo della funzione CERCA.VERT con parametro FALSO Esempi di utilizzo della funzione CERCAVERT Sintassi ed esempi di utilizzo della funzione INDICE La gestione e i calcoli con le date Sintassi e utilizzo delle funzioni OGGI e ADESSO Sintassi e utilizzo della funzione DATA Sintassi e utilizzo delle funzioni ANNO, MESE, GIORNO Sintassi e utilizzo delle funzioni ORA, MINUTO, SECONDO Sintassi e utilizzo della funzione GIORNO.SETTIMANA

16 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 16 DI 23 Formule e funzioni Funzioni FINANZIARIE (segue) Funzioni TESTO Funzioni INFORMATIVE Esempi di utilizzo con le con le funzioni DATA Sintassi e utilizzo della funzione RATA e INTERESSI Stesura di un piano di ammortamento di un prestito a rata costante Sintassi e utilizzo della funzione VA, VAN e VAL.FUT Sintassi e utilizzo della funzione TASSO e TIR.COST Come valutare la convenienza di un investimento o di un finanziamento Calcolare il tasso di rendimento di un investimento Calcolare il costo effettivo di un mutuo e di una operazione di leasing Sintassi e utilizzo della funzione LUNGHEZZA Sintassi e utilizzo della funzione SINISTRA e DESTRA Sintassi e utilizzo della funzione STRINGA.ESTRAI Sintassi e utilizzo della funzione SOSTITUISCI Sintassi e utilizzo della funzione RIPETI Sintassi e utilizzo della funzione CODICE Sintassi e utilizzo della funzione CODICE.CARATT Sintassi e utilizzo della funzione IDENTICO Sintassi e utilizzo della funzione VAL.VUOTO Sintassi e utilizzo della funzione VAL.NUMERO Sintassi e utilizzo della funzione VAL.TESTO Sintassi e utilizzo della funzione VAL.ERRORE Formattazione Numeri e date Formattare le celle in modo da visualizzare una quantità specificata di decimali, visualizzare i numeri con o senza punto per indicare le migliaia Formattare le celle per visualizzare le date. Diagrammi e Grafici Contenuto Allineamento e bordi Copia formato Controllo ortografico Usare i grafici Il grafico nella comunicazione Formattare le celle per visualizzare un simbolo di valuta Formattare le celle per visualizzare i numeri come percentuali. Formattare le celle evidenziando in rosso i valori negativi Modificare l aspetto dei dati: tipo e dimensioni dei caratteri Applicare la formattazione al contenuto delle celle, quale : grassetto, corsivo, sottolineatura, doppia sottolineatura Applicare colori diversi al contenuto o allo sfondo delle celle Applicare la proprietà di andare a capo al contenuto di una cella Selezionare una parte di testo all interno di una stessa cella per formattarlo in maniera diversa dal testo restante Formattare una cella con il formato Testo, in modo da inserirvi dei codici Allineare il contenuto di una cella o di un insieme di celle: a sinistra, al centro, a destra, in alto, in basso Centrare un titolo su un insieme di celle Modificare l orientamento del contenuto di una cella Aggiungere/togliere bordi a una cella o a un insieme di celle Utilizzare il comando COPIA FORMATO per copiare la formattazione da una cella all altra, da un insieme di celle ad un altro Usare uno strumento di controllo ortografico e fare le eventuali modifiche. Creare differenti tipi di grafici a partire dai dati di un foglio elettronico: grafici a colonne, a barre, a righe e a torta Aggiungere, cancellare un titolo o un etichetta a un grafico Cambiare la scala o i colori Modificare il colore dello sfondo di un grafico Modificare il colore di colonne, barre, righe e torte in un grafico Duplicare, spostare grafici all interno di un foglio di lavoro o tra fogli elettronici aperti Cambiare il tipo di grafico Ridimensionare un grafico Cancellare un grafico Modificare le dimensioni del grafico Selezionare i singoli elementi di un grafico per modificarli Modificare la scala Aggiungere ulteriori elementi grafici Il grafico come importante strumento di comunicazione Scelta del grafico in funzione dei dati e del tipo di messaggio L importanza del titolo del grafico La scelta corretta della scala

17 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 17 DI 23 L uso appropriato del colore Stampa Impostare il foglio di lavoro Modificare i margini del foglio di lavoro: superiore, inferiore, sinistro, destro Modificare l orientamento del foglio di lavoro: orizzontale, verticale. Preparazione Stampa Cambiare la dimensione della carta Modificare le impostazioni in modo che il contenuto del foglio di lavoro sia contenuto in una pagina in un numero specifico di pagine Modificare i margini e l ampiezza delle colonne in anteprima di stampa Inserire, modificare intestazioni e piè di pagina di un foglio di lavoro Inserire campi nelle intestazioni e nei piè di pagina: numeri di pagina, data, ora, nome del file, nome del foglio di lavoro Comprendere l importanza di controllare i calcoli ed i contenuti dei fogli prima di distribuirli Visualizzare l anteprima di un foglio di lavoro Riconoscere il numero di pagine che verranno stampate Impostare l area di stampa e definire l ordine di stampa Mostrare o nascondere la griglia e le intestazioni di riga e di colonna durante la stampa Stampare automaticamente le righe di titolo su ogni pagina di un foglio di lavoro Stampare un insieme di celle o un intero foglio di lavoro Stampare più copie di un foglio di lavoro Stampare più fogli di lavoro contemporaneamente Stampare l intero foglio elettronico Stampare un grafico selezionato Inserire/rimuovere una interruzione di pagina Menu DATI Comando MODULI Il concetto di elenco o database in EXCEL Comando FILTRO Comando ORDINA Comando SUBTOTALI Comando RAPPORTO- TABELLA PIVOT Funzioni avanzate Importare oggetti Protezioni Comando Opzioni Come EXCEL permette di definire un database su cui poi attivare i comandi del menu DATI Il comando MODULI utilizzato per consultare ed aggiornare i dati presenti in un ELENCO Attivazione/disattivazione del FILTRO AUTOMATICO Esempi di utilizzo del FILTRO AUTOMATICO per analisi dei dati presenti in un database IL FILTRO AVANZATO Scelta dell area su cui effettuare l ordinamento e della colonna in base a cui ordinare Ordinamento crescente/decrescente di dati numerici ed alfabetici Come risalire all ordinamento iniziale Ordinamento in base alla colonna su cui si calcola il totale parziale Calcolo del subtotale e ripristino della situazione iniziale Tipi di calcolo possibili: somma, media, conteggio, minimo, massimo I subtotali nidificati Usare la fomattazione per migliorare l aspetto delle righe contenenti i subtotali Creazione di una tabella Pivot Modifica della tabella Pivot Le funzioni di calcolo nei campi della tabella Pivot, i formati e le opzioni I tipi di rapporti, la modifica dei dati e i grafici associabili Importare oggetti come file di immagini, grafici, testi. Spostare e modificare le dimensioni di oggetti importati. Importare dati in formato testo dall esterno Proteggere un foglio contro l apertura/modifica da parte di utenti non autorizzati mediante una parola chiave Proteggere le caselle del foglio contenenti le formule Dare la possibilità di utilizzare il foglio, senza permettere di modificare le formule né di visualizzarle Definizione dei parametri di funzionamento Parametri presenti sulla scheda VISUALIZZA - visualizzazione griglia - visualizzazione delle formule contenute nelle caselle - visualizzazione degli elementi del foglio Parametri presenti sulla scheda CALCOLO - disattiva il ricalcolo automatico (manuale con F9)

18 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 18 DI 23 Parametri presenti sulla scheda MODIFICA (modifica di un valore direttamente nella casella, completamento automatico dei valori, possibilità di trascinamento delle caselle ed il quadratino di riempimento, imposta un numero fisso di decimali) Parametri presenti sulla scheda GENERALE (nome utente posizione predefinita della cartella su cui salvare, tipo carattere e dimensione di default, elenco ultimi file usati sul menu FILE, n. fogli presenti in ogni nuova cartella) Parametri presenti sulla scheda PASSAGGIO (uso tasti alternativi) Parametri presenti sulla scheda ELENCHI (permette di aggiungere elenchi personalizzati da utilizzare con la funzione di riempimento automatico

19 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 19 DI ACCESS 2000/2002 Utilizzo del DATABASE Il modulo si sostanzia nella conoscenza dei concetti fondamentali del database ACCESS e nella capacità di applicare praticamente questo strumento nella soluzione delle più usuali problematiche aziendali, costruendo tabelle, maschere, query, report, oltre a relazione fra tabelle e manipolazione delle informazioni contenute in un database. Il programma è molto più ampio di quello del modulo 5 della Patente Europea. Sezione Tema Argomento Il database Concetti e termini Cos e un database I database relazionali Access come RDBMS La definizione e l immagazzinamento dei dati La manipolazione ed il controllo dei dati Gli usi di un database in una piccola impresa ed in una grande impresa Access Panoramica su Access L architettura di Access ed i suoi oggetti Costruzione del database Modifica del database Costruire un database in Access Modificare il databse Uso del foglio Dati Usare e modificare tabelle, record e campi Le tabelle Le Query Le maschere I report Le pagine Le macro ed i moduli La progettazione di un database e la normalizzazione dei dati Creare un nuovo database Definire le tabelle Definire i campi Definire la chiave primaria Inserire record Definire e modificare le relazioni, i tipi di relazioni e gli indici Eliminazione e ridenominazione di tabelle Modifica ed inserimento di campi Copiare, eliminare, spostare campi Modificare gli attributi dei campi Modificare la chiave primaria Visualizzazione dei dati Modifica del formato dei dati Modifica dei dati Ordinamento e ricerca dei dati Stampa del foglio dati Le Query Usare le query Le query di selezione Le query di comando La selezione di dati tramite query e l impostazioni dei diversi criteri di selezione Query semplici e query complesse con caratteri jolly, con le funzioni ed utilizzando espressioni aritmetiche e logiche Le query con campi calcolati ed il generatore di espressioni L ordinamento ed il raggruppamento con le query Le query dei totali Le query interattive e parametriche Le query relazionali Le query a campi incrociati Le query di comando per l aggiornamento, l eliminazione di righe, l aggiunta di record in tabelle Le maschere Operare con le maschere Aprire, creare e modificare una maschera Le tipologie di maschere ed una panoramica sulla struttura e sulle componenti di una maschera Spostamento all interno delle maschere e visualizzazione dei dati Ricerca ed ordinamento dei dati tramite maschere La personalizzazione delle maschere

20 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 20 DI 23 Semplificare l immissione dei dati in una maschera tramite caselle combinate, caselle di riepilogo, interruttori, caselle di controllo e pulsanti di opzione I report Operare con i report L impiego dei report Un panoramica sulle tipologie di report La struttura e le componenti dei report La creazione di un report Costruzione e modifica di report semplici Le pagine Utilizzo delle pagine Cosa sono e a cosa servono Costruzione e modifica di report avanzati, effettuare calcoli ed utilizzare le formule e le espressioni in un report La personalizzazione dei report Report di raggruppamento, uso di valori calcolati, incorporamento di sottoreport Un semplice utlizzo Le macro Uso delle macro Automatizzare applicazioni tramite semplici macro Importazione ed esportazioni dei dati Usare le esportazioni e le importazioni di dati Creare ed eseguire una semplice macro Associare e collegare una macro ad una maschera, ad un report o ad un controllo Importare file di testo, fogli elettronici e altri file in un database Esportare dati in formato foglio elettronico, file txt, word, dbase e Paradox

21 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 21 DI CHE COS È ECDL Dopo aver parlato dettagliatamente del corso di GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI, vogliamo spendere due parole per spiegare cos è la certificazione ECDL, forse meglio conosciuta come Patente Europea del Computer. Fin da subito ci preme comunque sottolineare che la scelta, se prendere o meno questa certificazione, è lasciata allo studente AICA Associazione Italiana per l'informatica ed il Calcolo Automatico EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE La PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER, o ECDL (European Computer Driving Licence), è la CERTIFICAZIONE A CARATTERE INTERNAZIONALE che comprova il possesso delle abilità necessarie per poter utilizzare, in modo appropriato, il personal computer nell ambito di un azienda, di un ente pubblico, di uno studio professionale, ecc. Nelle pagine seguenti vengono riportate in dettaglio alcune note esplicative su ECDL, riprese dal sito ufficiale: SAI USARE IL COMPUTER? Saper usare il computer è ormai un requisito indispensabile per lavorare, sia che si tratti di chi è alla ricerca della prima occupazione o di chi ha il problema di ricollocarsi sul mercato del lavoro. Ma che cosa significa realmente saper usare il computer? Molti hanno una certa conoscenza di questo strumento, ma è difficile definire a quale livello. Ritengono di poterlo usare in modo adeguato, ma in effetti non possono provarlo. Serve quindi uno standard di riferimento che possa essere riconosciuto subito, in modo certo, dovunque. SÌ, HO LA PATENTE! In sostanza, occorre per il computer qualcosa che equivalga alla patente di guida per l'automobile. Se chiediamo a qualcuno se sa guidare, un semplice "Sì, ho la patente" costituisce una risposta precisa ed esauriente. Significa infatti saper fare tutto ciò che, in qualsiasi Paese, è richiesto per superare il relativo esame. Questa analogia è resa oggi possibile dall'avvento della European Computer Driving Licence (ECDL), ossia, alla lettera, "Patente europea di guida del computer". Si tratta di un certificato, riconosciuto a livello internazionale, attestante che chi lo possiede ha l'insieme minimo delle abilità necessarie per poter lavorare col personal computer - in modo autonomo o in rete - nell'ambito di un'azienda, un ente pubblico, uno studio professionale ecc. In altre parole, questa "patente" definisce senza ambiguità la capacità di una persona di usare il computer, così come quella di guida per quanto riguarda l'uso dell'automobile. L'ECDL è stata istituita di recente, ma, proprio per le ragioni dette, si sta diffondendo rapidamente in molti Paesi europei. PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER ECDL La European Computer Driving Licence (ECDL) Patente Europea del Computer attesta la capacità di usare il personal computer a diversi livelli di approfondimento e di specializzazione. Interessa gli utilizzatori, e cioè chi usa il computer negli uffici e in particolari ambiti professionali. Come tutti i programmi di certificazione del CEPIS si caratterizza per: uniformità, poiché i test sono identici in tutti i Paesi (garantendo così la circolarità del titolo); neutralità rispetto ai vendor, essendo aperto alle diverse piattaforme tecnologiche, da quelle proprietarie a quelle open-source ; imparzialità, garantita da un sistema di qualità. Il programma ECDL è articolato sui diversi livelli: Core, Advanced, Specialised.

22 A.A. 2010/11 - ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PAG. 22 DI 23 ECDL CORE o Base E la certificazione di base che attesta la conoscenza delle più diffuse applicazioni di ufficio. Per ottenere il diploma bisogna superare sette esami: Concetti teorici di base Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Foglio elettronico Basi di dati Strumenti di presentazione Reti informatiche (Internet Posta Elettronica) Superando quattro esami a scelta, si può avere il diploma intermedio ECDL Start. ECDL ADVANCED È la certificazione per l utente evoluto del computer. Attesta una competenza più approfondita dei singoli moduli dell ECDL Core: Elaborazione testi Foglio Elettronico Basi di dati Strumenti di presentazione Gli esami di ECDL Advanced sono indipendenti tra loro e ognuno comporta un diploma a sé. ECDL SPECIALISED È la certificazione per chi utilizza il computer per applicazioni specialistiche, quali: Computer Aided Design (CAD 2D e CAD 3D) Health - (per gli utilizzatori del Servizio Informativo Sanitario) Geographic Information Systems (GIS) ALCUNI DATI SU ECDL Il programma ECDL è operativo in tutta Europa e molte altre parti del mondo, per un totale di 154 Paesi, inclusa Cina, India, Australia, Sud Africa, Canada, Argentina. I test sono disponibili in 35 lingue diverse. In Italia, ECDL ha ormai un ampia diffusione ed è riconosciuto dalle Istituzioni a livello sia centrale che regionale e nella Pubblica Amministrazione. Attualmente esistono circa sedi d esame accreditate da AICA (Test Center ECDL) distribuite su tutto il territorio nazionale, presso le quali vengono effettuati ogni mese oltre esami, mediante un sistema di test automatizzato. COME SI OTTIENE LA PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER? Per poter sostenere gli esami ECDL, il candidato deve acquistare da un qualsiasi Centro accreditato la: SKILLS CARD ovvero una tessera individuale che riporta i dati anagrafici del titolare e un numero di serie registrato dall'aica, ente nazionale di certificazione del programma ECDL. Sulla SKILLS CARD vengono via via registrati gli esami superati dal candidato. La Skills Card può essere acquistata presso un qualsiasi Centro accreditato (Test Center o Test Point). Gli studenti della Facoltà di Economia possono acquistare la SKILLS CARD rivolgendosi direttamente alla Segreteria Studenti per la modulistica ed i pagamenti. Successivamente si dovranno presentare al Centro di Calcolo, con la ricevuta di versamento, per il ritiro della Skills Card. La Skills Card ha validità di tre anni dalla data del rilascio. Successivamente deve essere riacquistata e l'eventuale convalida degli esami sostenuti va effettuata caso per caso

UNIVERSITÀ DI URBINO FACOLTÀ DI ECONOMIA

UNIVERSITÀ DI URBINO FACOLTÀ DI ECONOMIA UNIVERSITÀ DI URBINO FACOLTÀ DI ECONOMIA ORGANIZZAZIONE DEL CORSO GESTIONE INFORMATICA DEI DATI AZIENDALI Anno Accademico 2008 /09 Prof. PETROSELLI FRANCA INDICE NOVITA DELL A.A. 2008-2009 2 1. PRESENTAZIONE

Dettagli

Modulo 4 Elaborazione dati con il foglio elettronico Microsoft Excel. Modulo 5 La presentazione di un elaborato con Microsoft PowerPoint

Modulo 4 Elaborazione dati con il foglio elettronico Microsoft Excel. Modulo 5 La presentazione di un elaborato con Microsoft PowerPoint Programma del corso di: Laboratorio di Informatica Docente: Dott. Paolo Porto N CFU: 3 Anno Accademico: 2009-2010 Propedeuticità: nessuna Frequenza: consigliata Modalità di svolgimento dell esame: orale

Dettagli

Programma Corso Office ECDL

Programma Corso Office ECDL Programma Corso Office ECDL FASE DI AULA PRIMA LEZIONE MICROSOFT WORD Concetti generali: Primi passi Aprire (e chiudere) Microsoft Word. Aprire uno o più documenti. Creare un nuovo documento (predefinito

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO PER L INSEGNAMENTO DELL INFORMATICA. Selezione abilità e conoscenze del Syllabus ECDL

CURRICOLO D ISTITUTO PER L INSEGNAMENTO DELL INFORMATICA. Selezione abilità e conoscenze del Syllabus ECDL ISTITUTO COMPRENSIVO DI CAPPELLA MAGGIORE Commissione Nuove Tecnologie a.s. 2006-2007 CURRICOLO D ISTITUTO PER L INSEGNAMENTO DELL INFORMATICA Selezione abilità e conoscenze del Syllabus ECDL Modulo 1

Dettagli

CORSI per il conseguimento della PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER

CORSI per il conseguimento della PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER LICEO della COMUNICAZIONE S. BENEDETTO Paritario D. n. 212 / Uff. III del 25.11.2004 e-mail: info@fondazionesanbenedetto.net sito internet: www.fondazionesanbenedetto.net CORSI per il conseguimento della

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DI BORUTTA

BIBLIOTECA COMUNALE DI BORUTTA BIBLIOTECA COMUNALE DI BORUTTA CORSO DI INFORMATICA DI BASE AVVISO Si informano gli interessati che presso la sala informatica annessa alla biblioteca comunale sarà attivato un corso di informatica di

Dettagli

Sommario. MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione, 1

Sommario. MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione, 1 Sommario MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione, 1 UD 1.1 Algoritmo, 3 L algoritmo, 4 Diagramma di flusso, 4 Progettare algoritmi non numerici, 5 Progettare algoritmi numerici, 5

Dettagli

Born T Develop. VICOLO ANDREA GLORIA, 1 PADOVA 35132 TELEFONO: 049 2023938 EMAIL: info@borntodevelop.com

Born T Develop. VICOLO ANDREA GLORIA, 1 PADOVA 35132 TELEFONO: 049 2023938 EMAIL: info@borntodevelop.com Born T Develop VICOLO ANDREA GLORIA, 1 PADOVA 35132 TELEFONO: 049 2023938 EMAIL: info@borntodevelop.com ARGOMENTI TRATTATI Hardware Comprendere il termine hardware Comprendere cosa è un personal computer

Dettagli

Sommario. Copyright 2008 Apogeo

Sommario. Copyright 2008 Apogeo Sommario Prefazione xix Modulo 1 Concetti di base della Tecnologia dell Informazione 1 1.1 Fondamenti 3 Algoritmi...3 Diagramma di flusso...4 Progettare algoritmi non numerici...5 Progettare algoritmi

Dettagli

Abilità informatica Programma Vers. 1.0 Facoltà di Scienze Politiche DM 509 Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie dell informazione

Abilità informatica Programma Vers. 1.0 Facoltà di Scienze Politiche DM 509 Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie dell informazione Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie dell informazione 1.1.1 Hw / Sw Comprendere a livello di base cosa sono Hardware e Software 1.1 Per iniziare 1.2 Hardware 1.3 Software 1.4 Sicurezza & Copyright

Dettagli

1.1.1.1 Comprendere i termini hardware, software, Tecnologia dell Informazione (ICT).

1.1.1.1 Comprendere i termini hardware, software, Tecnologia dell Informazione (ICT). SYLLABUS 4.0 Riportiamo di seguito il testo del Syllabus ECDL versione 4.0 1. Si deve tener conto che lo schema espositivo seguito nel libro si discosta in alcuni casi dalla successione di argomenti del

Dettagli

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password.

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Uso del computer e gestione dei file Primi passi col computer Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Spegnere il computer impiegando la procedura corretta.

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 4.0

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 4.0 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 4.0 Tutti i diritti riservati. Questa pubblicazione non può essere riprodotta in alcuna forma se non dietro consenso della Fondazione ECDL 1. Le richieste

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

Lezione 1: Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione - Hardware

Lezione 1: Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione - Hardware Lezione 1: Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione - Hardware 1.0 Terminologia di base 2.0 Tipi di computer 3.0 Componenti di base di un personal computer 4.0 Hardware

Dettagli

UNITÀ DIDATTICA 1: il sistema computer

UNITÀ DIDATTICA 1: il sistema computer Istituto Tecnico Industriale Statale "Othoca" A.S. 2014/15 CLASSE:1F PROGRAMMA DI: Tecnologie Informatiche DOCENTE: Nicola Sanna UNITÀ DIDATTICA 1: il sistema computer Il corpo del computer: l'hardware

Dettagli

PROGRAMMA FINALE SVOLTO CLASSE 1 BT A.S. 2014/15

PROGRAMMA FINALE SVOLTO CLASSE 1 BT A.S. 2014/15 Istituto di Istruzione Superiore V. Bachelet Istituto Tecnico Commerciale - Liceo Linguistico Liceo Scientifico Liceo Scienze Umane Via Stignani, 63/65 20081 Abbiategrasso Mi PROGRAMMA FINALE SVOLTO CLASSE

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19)

Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19) Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19) Programma di Informatica Codice 37902 Prof. Camillo Bella camillo@camillobella.it camillobella@gmail.com

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT

Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT Tipi di Personal Computer Mainframe Network Computer (Server) Personal Desktop/Portatili digital Assistant (PDA) 2/45 Confronto fra PC Classe Mainframe Server

Dettagli

1.1.1.1 Comprendere i termini hardware, software, Tecnologia dell Informazione (ICT).

1.1.1.1 Comprendere i termini hardware, software, Tecnologia dell Informazione (ICT). SYLLABUS 4.0 Riportiamo di seguito il testo del Syllabus ECDL versione 4.0 1. Per comodità dei lettori, accanto a ciascun tema (insieme di argomenti) del Syllabus è indicato un riferimento alle pagine

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO. Teoria

PROGRAMMA DEL CORSO. Teoria CORSO DI LAUREA in BIOLOGIA PROGRAMMA DEL CORSO INTRODUZONE ALL INFORMATICA A.A. 2014-15 Docente: Annamaria Bria Esercitatori: Salvatore Ielpa Barbara Nardi PROGRAMMA DEL CORSO Teoria 1. Cosa si intende

Dettagli

PROGRAMMA CORSI DI INFORMATICA

PROGRAMMA CORSI DI INFORMATICA PROGRAMMA CORSI DI INFORMATICA Kreativa realizza corsi di informatica di base e corsi di office di diversi livelli, per utenti privati, dipendenti e aziende CORSO INFORMATICA DI BASE PER AZIENDE Modulo

Dettagli

Modulo 1 Concetti teorici di base

Modulo 1 Concetti teorici di base Modulo 1 Concetti teorici di base 1 Quale delle seguenti frasi rappresenta il significato di ICT (Tecnologie per l informazione e la comunicazione)? La progettazione e l utilizzo dei computer Le scienze

Dettagli

INFORMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA del CONSIGLIO DI MATERIA A.S. 2015-16 INDIRIZZO A.F.M. - TURISMO PRIMO BIENNIO

INFORMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA del CONSIGLIO DI MATERIA A.S. 2015-16 INDIRIZZO A.F.M. - TURISMO PRIMO BIENNIO INFORMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA del CONSIGLIO DI MATERIA A.S. 2015-16 INDIRIZZO A.F.M. - TURISMO PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA Competenze Conoscenze Abilità/Compiti Moduli/UdA Periodo Obiettivi Identificare

Dettagli

specificare le diverse tipologie di computer e come ciascuno di essi opera.

specificare le diverse tipologie di computer e come ciascuno di essi opera. IC3 2005 PLUS - Internet and Computing Core Certification COMPUTING FUNDAMENTALS: INFORMATICA IN GENERALE - CLASSIFICAZIONE DEI COMPUTER specificare le diverse tipologie di computer e come ciascuno di

Dettagli

Argomenti Microsoft Word

Argomenti Microsoft Word Argomenti Microsoft Word Primi passi con un elaboratore di testi Aprire un programma d elaborazione testi. Aprire un documento esistente, fare delle modifiche e salvare. Creare un nuovo documento e salvarlo.

Dettagli

Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti di base dell ICT, e fornisce i fondamenti per il test di tipo teorico relativo a questo modulo.

Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti di base dell ICT, e fornisce i fondamenti per il test di tipo teorico relativo a questo modulo. 1 Concetti di base dell ICT Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti di base dell ICT, e fornisce i fondamenti per il test di tipo teorico relativo a questo modulo. Scopi del modulo Modulo

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (48 ORE)

PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (48 ORE) PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (48 ORE) Il programma del corso Office Base è costituito da 5 moduli (Word, Excel, PowerPoint, Access, Internet, Posta elettronica, Teoria e sistemi operativi) di cui elenchiamo

Dettagli

Abilità informatica Programma Vers. 2.0 Facoltà di Scienze Politiche Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie dell informazione

Abilità informatica Programma Vers. 2.0 Facoltà di Scienze Politiche Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie dell informazione Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie dell informazione 1.1 1.1.1 Hw / Sw / IT Comprendere a livello di base cos'è l'hardware, il software e l'information Technology (IT). Per iniziare 1.1.2 Tipi

Dettagli

Syllabus IC3 2005. Computing Fundamentals

Syllabus IC3 2005. Computing Fundamentals Syllabus IC3 2005 Computing Fundamentals? Identificare i vari tipi di computer, come elaborano le informazioni e come interagiscono con altri sistemi e dispositivi informatici? Individuare la funzione

Dettagli

Classe prima sezione e-f Indirizzo Turismo

Classe prima sezione e-f Indirizzo Turismo PROGRAMMA DI INFORMATICA Classe prima sezione e-f Indirizzo Turismo Anno Scolastico 2014-2015 Testo: Flavia Lughezzani-Daniela Princivalle CLIPPY START 1 Corso di informatica per il biennio Edizione HOEPLY

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows

CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014. Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO DI INFORMATICA DI BASE - 1 e 2 Ciclo 2013-2014 Programma del Corso Sistemi Microsoft Windows CORSO BASE DI INFORMATICA Il corso di base è indicato per i principianti e per gli autodidatti che vogliono

Dettagli

Programma Didattico Completo

Programma Didattico Completo Programma Didattico Completo Modulo 1: CONCETTI DI BASE DELL' INFORMATION TECHNOLOGY Il personal computer e i suoi componenti Unità di informazione e misura: bit byte L'architettura di un elaboratore L'unità

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Modello di integrazione e alfabetizzazione all interno della scuola media Certificazione ECDL (European Computer Driving Licence)

Modello di integrazione e alfabetizzazione all interno della scuola media Certificazione ECDL (European Computer Driving Licence) Lauro Rezzonico, C.P. 10, CH-6804 Bironico pagina 1 Modello di integrazione e alfabetizzazione all interno della scuola media Indice La Patente Europea del Computer è una certificazione diffusa in tutto

Dettagli

Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base

Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base Prof. Orlando De Pietro Programma L' hardware Computer multiutente e personal computer Architettura convenzionale di un calcolatore L unità centrale

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (36 ORE)

PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (36 ORE) PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (36 ORE) Il programma del corso Office Base è costituito da 6 moduli (Word, Excel, PowerPoint, Access, Internet e Posta elettronica, Reti e sistemi operativi) di cui verranno

Dettagli

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING Modulo propedeutico Le lezioni teoriche sono sviluppate sui seguenti argomenti: Struttura dell elaboratore: CPU,

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base del computer

Modulo 1 Concetti di base del computer Modulo 1 Concetti di base del computer Il presente modulo definisce i concetti e le competenze fondamentali per l uso dei dispositivi elettronici, la creazione e la gestione dei file, le reti e la sicurezza

Dettagli

Sommario. Prefazione... 15. Parte 1 - Introduzione

Sommario. Prefazione... 15. Parte 1 - Introduzione Sommario Prefazione... 15 Parte 1 - Introduzione 1.1 L interfaccia utente e le operazioni più comuni... 19 La scheda File...24 Ridurre la barra multifunzione...29 Personalizzare la barra multifunzione...29

Dettagli

Progetto didattico Ano scolastico 2006/2007

Progetto didattico Ano scolastico 2006/2007 Classi Progetto didattico Ano scolastico 2006/2007 Insegnante: Prof. Rosario Berardi L informatica svolge ormai un ruolo decisivo nella società attuale, pertanto il suo inserimento nel processo formativo

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Hardware e software Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche parti software: componenti logiche i dati da trattare le correlazioni

Dettagli

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo O mentre ci sono più risposte corrette per le domande con il simbolo

Dettagli

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo per le scelte, mentre ci sono più risposte corrette per le domande con

Dettagli

Microsoft Office 2007 Master

Microsoft Office 2007 Master Microsoft Office 2007 Master Word 2007, Excel 2007, PowerPoint 2007, Access 2007, Outlook 2007 Descrizione del corso Il corso è rivolto a coloro che, in possesso di conoscenze informatiche di base, intendano

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Spreadsheets. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Spreadsheets. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE Spreadsheets Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Base Modulo 4 Foglio elettronico. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di

Dettagli

FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA DI INFORMATICA APPLICATA

FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA DI INFORMATICA APPLICATA FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA DI INFORMATICA APPLICATA Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Informatica applicata 1. Presso la Facoltà di Agraria sono impartiti insegnamenti

Dettagli

ISTITUTO d IstruzIone Superiore A. righi

ISTITUTO d IstruzIone Superiore A. righi I.T.S. A. Righi M. I. U. R. Unione Europea ISTITUTO d IstruzIone Superiore A. righi Istituto Tecnico Statale Attività Sociali M.Guerrisi PROGRAMMA SVOLTO TECNOLOGIE INFORMATICHE CLASSI: PRIMA SEZ: B PROF:

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE AMMEGA.IT. Formazione informatica di base IC 3 /MOS. http://www.ammega.it

CORSI DI FORMAZIONE AMMEGA.IT. Formazione informatica di base IC 3 /MOS. http://www.ammega.it Formazione informatica di base IC 3 /MOS http://www.ammega.it Formazione informatica di base IC 3 Descrizione sintetica IC 3 è un Programma di Formazione e Certificazione Informatica di base e fornisce

Dettagli

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale MODULO 1 1.1 Il personal computer ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale 1.1 Il personal computer Il PC Hardware e software Classificazioni del software Relazione tra

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSE 1^ A AFM DISCIPLINA INFORMATICA. DOCENTE PATANÈ RITA S. N. 65 ore svolte sul totale delle ore previste 66

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSE 1^ A AFM DISCIPLINA INFORMATICA. DOCENTE PATANÈ RITA S. N. 65 ore svolte sul totale delle ore previste 66 PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSE 1^ A AFM DISCIPLINA INFORMATICA DOCENTE PATANÈ RITA S. N. 65 ore svolte sul totale delle ore previste 66 MODULO E/O UNITA DIDATTICA CONTENUTI OBIETTIVI TIPOLOGIE

Dettagli

Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo

Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo Nome:... Cognome... Telefono... 1. Il millennium bug è: % Un problema hardware di tutti i computer al cambio del millennio % Un problema del software di tutti i

Dettagli

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it.

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it. Concetti base dell ICT Conoscere il computer ed il software di base Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Fase 1 Information technology Computer Tecnologia utilizzata per la realizzazione

Dettagli

Con questo termine si individuano tutti i componenti fisici dei sistemi informatici. Tutto quello che si può toccare è hardware.

Con questo termine si individuano tutti i componenti fisici dei sistemi informatici. Tutto quello che si può toccare è hardware. 2008-10-28 - pagina 1 di 7 Informatica (Informazione Automatica) memorizzare elaborazione trasmissione (telematica) Complessità operazione testo audio immagini video realtà virtuale memorizzare 1 10 100

Dettagli

Corso di: ECDL Core full 7 moduli

Corso di: ECDL Core full 7 moduli PROGRAMMA Corso di: ECDL Core full 7 moduli MODULO 1 Concetti di base dell ICT Information technology Hardware Introduzione all ICT e definizioni Tipologie e prestazioni di un computer Componenti principali

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSI 1^ D 1^E AFM DISCIPLINA INFORMATICA

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSI 1^ D 1^E AFM DISCIPLINA INFORMATICA PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSI 1^ D 1^E AFM DISCIPLINA INFORMATICA DOCENTE Massaro Alfonsina N. 63 ore svolte sul totale delle ore previste 66 MODULO E/O UNITA DIDATTICA CONTENUTI OBIETTIVI TIPOLOGIE

Dettagli

Input Elaborazione Output. Output. Componenti di elaborazione. Periferiche di. Periferiche di Input

Input Elaborazione Output. Output. Componenti di elaborazione. Periferiche di. Periferiche di Input Hardware e Software Hardware: : Tutti i componenti fisici del sistema di elaborazione (tutto ciò che si può toccare) Software: : Tutti i programmi installati nel nostro sistema di elaborazione Fasi di

Dettagli

Programma di Informatica 1ªB. Anno scolastico 2013/2014

Programma di Informatica 1ªB. Anno scolastico 2013/2014 Istituto d Istruzione Liceo Scientifico G.Bruno Muravera (CA) Programma di Informatica 1ªB Anno scolastico 2013/2014 Docente Prof. ssa Barbara Leo Libri di Testo e Materiali didattici Si sono utilizzati

Dettagli

PIANO DIDATTICO 2 FINALITÀ 3 METODOLOGIA 4 VERIFICHE 6 CRITERI PER LA VALUTAZIONE ED OBIETTIVI SPECIFICI PER L INFORMATICA 7 VALUTAZIONE

PIANO DIDATTICO 2 FINALITÀ 3 METODOLOGIA 4 VERIFICHE 6 CRITERI PER LA VALUTAZIONE ED OBIETTIVI SPECIFICI PER L INFORMATICA 7 VALUTAZIONE PIANO DIDATTICO INFORMATICA CLASSE TERZA A A.S. 2007/2008 prof.ssa PATRIZIA SANNINO SOMMARIO 1 COMPETENZE INFORMATICHE IN INGRESSO 2 2 FINALITÀ 3 3 METODOLOGIA 3 4 VERIFICHE 3 5 ATTIVITA INTER E PLURI

Dettagli

Il sistema di elaborazione Hardware e software

Il sistema di elaborazione Hardware e software Il sistema di elaborazione Hardware e software A. Lorenzi M. Govoni TECNOLOGIE INFORMATICHE. Release 2.0 Atlas Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO MICROSOFT OFFICE - BASE

PROGRAMMA DEL CORSO MICROSOFT OFFICE - BASE PROGRAMMA DEL CORSO MICROSOFT OFFICE - BASE Il programma del corso Office Base è costituito da 6 moduli (Word, Excel, PowerPoint, Access, Internet e Posta elettronica, Reti e sistemi operativi) di cui

Dettagli

Programma di Informatica 2ªB. Anno scolastico 2013/2014

Programma di Informatica 2ªB. Anno scolastico 2013/2014 Istituto d Istruzione Liceo Scientifico G.Bruno Muravera (CA) Programma di Informatica 2ªB Anno scolastico 2013/2014 Docente Prof. ssa Barbara Leo Libri di Testo e Materiali didattici Il testo di informatica

Dettagli

Addetto all ufficio informatizzato

Addetto all ufficio informatizzato 0RGXOR Addetto all ufficio informatizzato 3UHUHTXLVLWL Nessuno 2VVHUYD]LRQL LQWURGXWWLYH 5LVXOWDWR DWWHVR $WWLYLWj Il corso è articolato in cinque moduli, ognuno dei quali è strutturato in modo da rendere

Dettagli

PROGRAMMAZIONE PER DISCIPLINE INFORMATICA CLASSE

PROGRAMMAZIONE PER DISCIPLINE INFORMATICA CLASSE Elaborazione testi Il computer e i file La Tecnologia dell Informazione PROGRAMMAZIONE PER DISCIPLINE INFORMATICA CLASSE 5 a SCUOLA PRIMARIA Competenz e Uso di nuove tecnologie e di linguaggi multimediali

Dettagli

- 1 - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO DI TRIVENTO E ROCCAVIVARA ANNO SCOLASTICO 2008/2009

- 1 - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO DI TRIVENTO E ROCCAVIVARA ANNO SCOLASTICO 2008/2009 - 1 - PROGETTO INFORMATICA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO DI TRIVENTO E ROCCAVIVARA ANNO SCOLASTICO 2008/2009 I referenti del progetto Prof. Torrrisi Giovanni Prof.ssa Nucciarone Fiorella Istituto

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0 The European Computer Driving Licence Foundation Ltd. Third Floor, Portview House Thorncastle Street Dublin 4 Ireland Tel: + 353 1 630 6000 Fax:

Dettagli

Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C.

Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C. Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C. Hardware: parte fisica, cioè l insieme di tutte le componenti fisiche, meccaniche, elettriche e ottiche, necessarie

Dettagli

MODULO 1 CONCETTI BASE DEL ITC (17 ORE)

MODULO 1 CONCETTI BASE DEL ITC (17 ORE) PIANO DI LAVORO ANNUALE Classe I A Disciplina: Tecnologie informatiche A.S. 2014/2015 Docente: prof. Vidhi Meri, prof. Solazzo Alessandro Ore settimanali: 3 ( di cui 2 di laboratorio) Analisi della situazione

Dettagli

Università degli studi di Napoli Federico II

Università degli studi di Napoli Federico II Università degli studi di Napoli Federico II Facoltà di Sociologia Corso di Laurea in culture digitali e della comunicazione Corso di Elementi di informatica e web Test ingresso per il bilancio delle competenze

Dettagli

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer MONIA MONTANARI Appunti di Trattamento Testi Capitolo 1 Il Computer 1. Introduzione La parola informatica indica la scienza che rileva ed elabora l informazione, infatti : Informatica Informazione Automatica

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche

Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche Laboratorio di Informatica - CLEF 7 Ci sono due modi per non

Dettagli

Corsi base di informatica

Corsi base di informatica Corsi base di informatica Programma dei corsi Il personal computer e Microsoft Windows 7 (15h) NB gli stessi contenuti del corso si possono sviluppare in ambiente Microsoft Windows XP I vari tipi di PC

Dettagli

Registro dell'insegnamento

Registro dell'insegnamento Registro dell'insegnamento Anno accademico 2015/2016 Prof. ALESSANDRO MARTINELLI Settore inquadramento null - null Scuola Scienze della Salute Umana Dipartimento NEUROSCIENZE, AREA DEL FARMACO E SALUTE

Dettagli

CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento. Competenze attese a livello di UdA

CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento. Competenze attese a livello di UdA MATERIA INFORMATICA CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento UdA n. 1 Titolo: IL COMPUTER: CONCETTI DI BASE - Saper far funzionare correttamente il computer - Sapersi muovere

Dettagli

Finalità e obiettivi:

Finalità e obiettivi: Corso di formazione a distanza Percorso ECDL Patente Europea del Computer (MIE09) (80 ore) Il percorso si propone di illustrare i concetti fondamentali riguardanti la Tecnologia dell'informazione, la conoscenza

Dettagli

INFORMATICA APPLICATA AL TESSILE - I

INFORMATICA APPLICATA AL TESSILE - I INFORMATICA APPLICATA AL TESSILE - I prof.ssa Enrichetta GENTILE PRE-REQUISITI Nessuno. OBIETTIVI FORMATIVI La conoscenza delle nozioni fondamentali dell Informatica e le abilità di base nell uso dei computer

Dettagli

5. Quale tra le seguenti unità di input ha la stessa funzione del mouse? Scanner Plotter Trackball Touch screen

5. Quale tra le seguenti unità di input ha la stessa funzione del mouse? Scanner Plotter Trackball Touch screen Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo per le scelte 1. Quale delle seguenti affermazioni è corretta? Nella trasmissione a commutazione di pacchetto: Sulla stessa linea

Dettagli

ORGANIZZAZIONE MODULARE E PER UNITÀ FORMATIVE

ORGANIZZAZIONE MODULARE E PER UNITÀ FORMATIVE ORGANIZZAZIONE MODULARE E PER UNITÀ FORMATIVE AREA DELLE COMPETENZE INFORMATICHE (Ore 96) U.F.C. n. 1 CONCETTI TEORICI DI BASE DELLA TECNOLOGIA DELL INFORMAZIONE Far acquisire conoscenze sulle componenti

Dettagli

MODULO 1. Testo 1.02. 1. Quale tra le seguenti è una unità di output? % Touchpad % Track ball % Scanner % Sintetizzatore vocale

MODULO 1. Testo 1.02. 1. Quale tra le seguenti è una unità di output? % Touchpad % Track ball % Scanner % Sintetizzatore vocale MODULO 1 Testo 1.02 1. Quale tra le seguenti è una unità di output? % Touchpad % Track ball % Scanner % Sintetizzatore vocale 2. Come possono essere classificati in modo corretto i componenti fisici e

Dettagli

COMPUTER ESSENTIAL 1.1. Esperto Emilia Desiderio

COMPUTER ESSENTIAL 1.1. Esperto Emilia Desiderio COMPUTER ESSENTIAL 1.1 Esperto Emilia Desiderio INFORMATICA Definizione: disciplinain continua evoluzione che cerca di riprodurre le capacità del cervello umano. lostudio sistemico di algoritmi che descrivono

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA INFORMATICA 1.1. Concetti elementari di informatica Algoritmo, Dato, Informazione Campi di applicazione e classificazione

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Corso Base Computer e Internet

Corso Base Computer e Internet Corso Base Computer e Internet Il corso si rivolge a coloro che si avvicinano per la prima volta al computer e intendono utilizzarlo per ragioni di lavoro, di studio o per hobby. Continue esercitazioni

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica Corso di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni A.A. 2011/2012 Prof. Ing. Ivan Giammona

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE: 1 C Indirizzo: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING Anno Scolastico 2014-2015

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE: 1 C Indirizzo: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING Anno Scolastico 2014-2015 CLASSE: 1 C Indirizzo: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING MODULO HARDWARE 1. Che cos è il PC - Gli elementi del computer- Unità centrale:uc-alu- RAM - La memorizzazione delle informazioni:bit-byte. Sistemi

Dettagli

Programma corso Patente Europea del Computer ECDL

Programma corso Patente Europea del Computer ECDL Programma corso Patente Europea del Computer ECDL PCAcademy Via Capodistria 12 Tel.: 06.97.84.22.16 06.85.34.44.76 Cell. 393.93.64.122 - Fax: 06.91.65.92.92 www.pcacademy.it info@pcacademy.it Obiettivi

Dettagli

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 21 dicembre 2001 tema A

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 21 dicembre 2001 tema A PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 21 dicembre 2001 tema A 1) Le funzioni dell'unità di controllo di un processore sono: A) Verificare che le periferiche funzionino correttamente.

Dettagli

6. Quale è l unità che esegue le singole istruzioni e governa le varie parti del computer? % ALU % CPU % LAN % WAN

6. Quale è l unità che esegue le singole istruzioni e governa le varie parti del computer? % ALU % CPU % LAN % WAN MODULO 1 Testo 1.03 1. In una istruzione, un operando è: % Il dato su cui operare % L indirizzo di memoria di un dato su cui operare % Il tipo di operazione da eseguire % Il risultato di una istruzione

Dettagli

Ferrante Patrizia Ghezzi Nuccia Pagano Salvatore Previtali Ferruccio Russo Francesco. Computer

Ferrante Patrizia Ghezzi Nuccia Pagano Salvatore Previtali Ferruccio Russo Francesco. Computer Computer Il computer, o elaboratore elettronico, è la macchina per la gestione automatica delle informazioni Componenti: Hardware (la parte fisica del computer) Software (la parte intangibile, insieme

Dettagli

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 20 Dicembre 2002 Testo A

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 20 Dicembre 2002 Testo A PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 20 Dicembre 2002 Testo A 1) Le memorie a semiconduttore: a) Sono usate principalmente per la memoria centrale b) Vengono usate esclusivamente per

Dettagli

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio. Foglio elettronico Foglio elettronico EXCEL Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Il foglio elettronico è un programma interattivo, che mette a disposizione dell utente una matrice di righe

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

Excel 2010 Base I edizione

Excel 2010 Base I edizione Excel 2010 Base I edizione Fondazione IRCCS - Policlinico San Matteo - Pavia Anno formativo 2015 Luigi Santangelo luigi.santangelo@gmail.com Concetti di base Hardware: componenti tangibili Unità centrale

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE: 1 G Disciplina: Tecnologia dell Informazione e della Comunicazione. PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE Elaborata e sottoscritta

Dettagli

Sede Operativa accreditata presso la Regione Lombardia ID. Operatore 2005607 ID. Sede 61787 Servizi Formativi 2 SF2

Sede Operativa accreditata presso la Regione Lombardia ID. Operatore 2005607 ID. Sede 61787 Servizi Formativi 2 SF2 ECDL LA PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER CATALOGO FORMAZIONE A SCELTA INDIVIDUALE ECDL FULL Codice Corso n 3218 IL SISTEMA DELLA FORMAZIONE A SCELTA INDIVIDUALE DELLA REGIONE LOMBARDIA IL VOUCHER FORMATIVO

Dettagli

Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (ICT)

Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (ICT) Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (ICT) Descrizione Corso Intermedio Il programma del corso Intermedio si sviluppa utilizzando le nozioni di base relative ad alcuni applicativi della suite

Dettagli