«SARMATO E IL SUO SANTO. L ODE AD DIVUM ROCHUM SARMATICUM DEL CONTE FEDERICO SCOTTI»

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "«SARMATO E IL SUO SANTO. L ODE AD DIVUM ROCHUM SARMATICUM DEL CONTE FEDERICO SCOTTI»"

Transcript

1 ASSOCIAZIONE ITALIANA SAN ROCCO DI MONTPELLIER CENTRO STUDI ROCCHIANO «SARMATO E IL SUO SANTO. L ODE AD DIVUM ROCHUM SARMATICUM DEL CONTE FEDERICO SCOTTI» «SARMATO E IL SUO SANTO. L ODE AD DIVUM ROCHUM SARMATICUM DEL CONTE FEDERICO SCOTTI» Le antiche agiografie non nominano espressamente la cittadina di Sarmato, ma una tradizione ormai secolare l ha identificata con il luogo dei più noti episodi della vita del Santo: l incontro con il cane e l amicizia con Gottardo. Ad oggi, la più antica attestazione del culto sarmatese di san Rocco è un ode composta da Federico Scotti in lingua latina, pubblicata nell anno 1580 e più volte citata nel corso dei secoli da vari autori, soprattutto di area piacentina. Nicola Pionetti, collaboratore del nostro Centro Studi, si è cimentato nella sua traduzione, e con il prezioso aiuto della prof.ssa Maria Cristina Bolla, ne ha ricavato una versione in metrica, per la prima volta in forma integrale. Nelle prossime pagine troverete dunque la trascrizione completa del testo latino, la traduzione in lingua italiana e qualche nota sull autore: un nuovo, importante contributo della nostra Associazione agli studi moderni su san Rocco. Ricordiamo per finire che questo testo è stato pubblicato nel primo numero della nostra rivista, gli «Annali del Centro Studi Rocchiano» (2012). «SARMATO ET SON SAINT. L ODE AD DIVUM ROCHUM SARMATICUM DU COMTE SCOTTI» Les anciennes hagiographies ne citent pas la petite ville de Sarmato mais une séculaire tradition l'a identifiée avec l'endroit des épisodes les plus connus de la vie du Saint: la rencontre avec le chien et l'amitié avec Gothard. L attestation la plus ancienne du culte de saint Roch à Sarmato est une ode composée en langue latine par Federico Scotti, publiée en Nicola Pionetti, collaborateur de notre Centre d Études, en a fait une traduction en métrique, pour la première fois de manière intégrale, avec l aide précieuse de Maria Cristina Bolla: une nouvelle contribution importante de notre Association aux études modernes sur saint Roch. L essai qui comprend la transcription complète du texte latin a été publié dans le premier numéro de notre revue, les «Annali del Centro Studi Rocchiano» (2012). 1

2 «SARMATO AND HIS SAINT. THE ODE AD DIVUM ROCHUM SARMATICUM BY COUNT SCOTTI» The oldest attestation of the cult of St. Roch in Sarmato - place of fundamental importance for the birth of his cult - is an ode composed by Federico Scotti in Latin, published in the year Nicola Pionetti, collaborator of our Center for Studies, has translated it into Italian with the precious help of Prof. Maria Cristina Bolla, writing a version in metric, for the first time, in its entirety: an important new contribution to our Association of modern studies of Saint Roch. This text was published in the first issue of our review, the «Annali del Centro Studi Rocchiano» (2012). «SARMATO Y SU SANTO. LA ODA AD DIVUM ROCHUM SARMATICUM DEL CONDE SCOTTI» Las antiguas hagiografías no citan la pequeña ciudad de Sarmato pero una tradición secular la ha identificado con el lugar de los episodios más conocidos de la vida del Santo: el encuentro con el perro y la amistad con Gotardo. El testimonio más antiguo del culto de San Roque en Sarmato es una oda compuesta en lengua latina por Federico Scotti, publicada en Nicola Pionetti, colaborador de nuestro Centro de Estudios, ha hecho una traducción en métrica, por primera vez de manera integral, con la valiosa ayuda de Maria Cristina Bolla: una nueva contribución importante de nuestra Asociación a los estudios modernos sobre San Roque. El ensayo que comprende la transcripción completa del texto latino ha sido publicado en el primer número de nuestra revista, los «Annali del Centro Studi Rocchiano» (2012). Introduzione redazionale Version française par Henri Dantoin English version by Domizia Parri Versión española por Maria Luengo 2

3 «SARMATO E IL SUO SANTO. L ODE AD DIVUM ROCHUM SARMATICUM DEL CONTE FEDERICO SCOTTI» Alla base della tradizione piacentina su San Rocco, c è indubbiamente il carmen «Ad Divum Rochum Sarmaticum», pubblicato nel 1580 e composto dal conte Federico Scotti. Questo componimento è la più antica testimonianza testuale che lega Sarmato, piccolo centro in provincia di Piacenza, alla figura del Santo Taumaturgo 1. Ne presentiamo in queste pagine la prima traduzione completa in metrica, un lavoro complesso, nel quale mi è stata di grande aiuto la prof.ssa MARIA CRISTINA BOLLA. Chi era Federico Scotti, l autore. Le informazioni biografiche su Federico Scotti sono piuttosto scarne, e ricostruire integralmente la vita del conte richiederebbe ricerche che esulano dalla presente trattazione. Discendente del Ramo degli Scotti da Sarmato, figlio di Antonio Maria Scotti e Polissena Dolzani, nacque nel 1522 e si distinse come giurista e letterato. Ricordato come ottimo oratore, fu autore di molte pubblicazioni di carattere poetico e di erudizione. Compiuti gli studi a Piacenza, si perfezionò presso le università di Bologna e Ferrara. Fu iscritto come dottore collegiato nell albo di Piacenza, alla data del 29 marzo Sposò Claudia dei Conti Rossi ( 1605 ca.) ma non ebbe figli; morì nel Tra le opere più significative possiamo citare il poemetto «Macareidos» pubblicato a Piacenza nel Si tratta di un componimento dedicato a papa Giulio III, che Federico ebbe occasione di conoscere a Piacenza quando era ancora cardinale legato. La raccolta di carmina di cui fa parte anche l ode «Ad Divum Rochum Sarma icum», t intitolata «Opera ad mansuetiores musas pertinentia», venne pubblicata a Bologna nell anno 1580, per i tipi di Giovanni Rossi. Il Carmen e gli storici piacentini. PIER MARIA CAMPI, nella sua celebre «Historia Ecclesiastica di Piacenza» (1662), cita un ampia sezione del Carmen del conte Federico Scotti, e precisamente la seguente: Litibus diris licèt implicatum Dive Castellum Roche Pe ulana Quem dedit nobis regio fecunda Numinis aura: Sarmatum multa prece supplicantis Rustici victus tamen ex olympo Respicis summo: tibi nec dicatas Despicis aras. Caereo septas, radios iuvare Solis ut plebes videatur ipsa Velle, tam crebro: varioq. fulvi Vase metalli: Hoc memor te olim iacuisse campo De via fessum tibi & indigenti Ore Correptam Cererem attulisse Crberà Catellum, Quo Palaestellûm domus obtinebat Tempore hanc sedem domui relictam Pos t meae, ut tanquam decus ignis esset Omne parentum, Et pyrum cuius recubas sub umbra Ferre das florem, pyra & ipsa eadem Nocte, rem produnt monimenta qualem Rara priorum: 1 Un analisi metodica dei contenuti è ancora prematura, ma in estrema sintesi possiamo almeno rilevare tre elementi di un certo interesse: il carme non parla di Gottardo ma solo della famiglia Pallastrelli; è presente uno dei topoi agiografici più tipici delle antiche Vitae o tradizioni dei santi, vale a dire lo «stuprum virginis» ed il pero miracoloso; si nomina, infine, il castigo della grandine, un aspetto di notevole rilievo nel caso specifico di san Rocco (come ben evidenziato dalle ricerche di Pierre Bolle, consultabili anche nel nostro sito). Possiamo aggiungere anche il riferimento alla «lancetta», uno strumento chirurgico che veniva utilizzato per incidere i bubboni della peste: è un particolare che investe la questione dei rapporti tra la figura di san Rocco e la medicina, per i quali rimandiamo al saggio di Salvatore Latronico e Gerardo Bellettieri, presente nel nostro sito. 3

4 Quae pyra haud paucos superan t in annos Praesidi contra validi periculum: Silvem quando minitatur ardor Sirius aegris. Donec (indignum facinus) propinqui Caede funestat decus hoc propinquus: Et sacras raptu vigilantis ante Virginis aras. Vota nec reddit mulier periclo Functa candentis positu acelli: Quae mora huic spontam prohibe parēt ē Solvere pallam. Haec tuam mentem Roche reddiderun t Sarmato avversam scio, & oppidanis Huius est autem pyrus arefacta Testis abundans 2 CRISTOFORO POGGIALI, nelle sue «Memorie storiche di Piacenza» (1756), dopo aver ricordato brevemente la tradizione piacentina, afferma: Queste, ed altre [..] cose [..] A Santi Rocco e Gottardo appartenenti, leggonsi presso [..] il conte Fedrigo Scotti, di cui abbiamo una lunga Ode Ad divum Rochum Sarmaticum, Fra le Poesie dello stesso, stampate in Bologna nel MARCO VILLA, nell opera «San Rocco nel Piacentino. Culto Tradizione Storia» (1996), dà una traduzione libera di una parte della sezione del Carmen citata da Pier Maria Campi. Ecco la sua versione: O Rocco beato che a noi fece dono la fortunata città di Montpellier; voi proteggete Caor so [sic] sebben lacerato da guerre intestine. Dall alto dei cieli, vinto dalle preghiere della rustica popolazione di Sarmat o, voi abbassate su questo luogo i vostri sguardi pietosi e vi mostrate gr ato della chiesa che hanno a voi consacrato. La vostr a capanna ricopert a di paglia è adornata d oro dal popolo riconoscente ed i raggi solari scherzano attraverso i pampini sul fulgido metallo [..] Questa capanna, proprietà allora dei Pallastrelli, passò più tardi alla mia famiglia e ne fu con- siderata come il più prezioso gioiello [..] Voi cangiate in albero verdeggiante il ramo di pero, che vi serviva di appoggio, cosa meravi- gliosa e nel suo genere unica! La stessa notte che vede nascere i fiori, vede maturare eziandio i frutti. Queste pere si serbano intatte per molti anni e divengono un sicuro preservat ivo contro i dardi della peste e il venefico soffio di Sirio. Questi prodigi avvennero fino al giorno nefasto, in cui il vostro santuario fu macchiato dall assassinio di un parente, commesso da un suo parente, e dallo stupro di una vergine che pregava al vostro altare. Questi delitti, o Rocco, fecero cessare la benevolenza per Sarmato; perciò il testimone dei vostri copiosi benefici Inaridì 4. 2 P.M. CAMPI, Dell Historia Ecclesiastica di Piacenza, 1662, vol. III, pp C. POGGIALI, Memorie storiche di Piacenza, 1756, vol. VI, p M. VILLA, San Rocco nel Piacentino. Culto tradizione storia, Piacenza, Tipolitografia Costa e Conca, 1996, p

5 «AD DIVUM ROCHUM SARMATICUM» TRADUZIONE E TESTO A FRONTE Litibus diris licet implicatum Dive Castellum Roche Pessulana Quem dedit nobis regio fecunda Numinis aura: Sarmatum multa prece supplicantis Rustici victus tamen ex olympo Respicis summo: tibi nec dicatas Despicis aras. Caereo septas, radios iuvare Solis ut plebes videatur ipsa Velle, tam crebro: varioq. fulvi Vase metalli: Hoc memor te olim iacuisse campo De via fessum tibi & indigenti Ore Correptam Cererem attulisse Crebra Catellum, Quo Palaestellûm domus obtinebat Tempore hanc sedem domui relictam Post meae, ut tanquam decus ignis esset Omne parentum, Sicca non culpa milicae, at eorum, Candido mutant nigra qui colore: Alba qui rursus nigra dant videri: Iuraq; Solvunt. Quod scelus propter sator ille rerum Grandinis mittit nimios, & undae Impetus terris sata laeta sternens Pinguibus arvis. Et pyrum cuius recubas sub umbra Ferre das florem, pyra & ipsa eadem Nocte, rem produnt monimenta qualem Rara priorum: Quae pyra haud paucos superan t in annos Praesidi contra validi periculum: Silvem quando minitatur ardor Sirius aegris. Donec (indignum facinus) propinqui Caede funestat decus hoc propinquus: Et sacras raptu vigilantis ante Virginis aras. Pur se implicato in dispute funeste il castello di Sarmato, o S. Rocco dall'alto ciel tu guardi, tu a noi dato da Pessulana terra con soffio favorevole del dio, da molta prece vinto del villano che a te suppliche volge; né disdegni i dedicati altari fitti di ceri, sì ch'ai raggi stessi del sol sembra che il popolo in aiuto correre voglia, con sì ornati vasi di fulvo oro preziosi. Ricorda che qui un tempo tu giacesti e a te, povero e stanco pellegrino portò, afferrato con la bocca, il pane un cagnolino spesso, nel tempo in cui questa sede reggeva la famiglia Pallastrelli, poi lasciata alla famiglia mia, che teda fosse tutto l'onor dei padri; non fu reo Seccamelica, ma quelli che con bianco color mutano il nero e fanno il bianco poi nero apparire sacri patti rompendo. Ma per questo delitto il Creatore di grandine e di flutti aspra tempesta invia alla terra, devastando i solchi per i campi fecondi. E fai fiorire il pero alla cui ombra riposi, e pere in quella notte stessa producono ciò che ben raramente gli antenati ricordano; e queste pere per non pochi anni abbondano, di valido presidio se pericol di peste agli ammalati Sirio ardente minaccia. Finché (orrore!) con strage di parente un parente profana il luogo degno e rapisce una vergine che veglia davanti ai sacri altari; 5

6 Vota nec reddit mulier periclo Functa candentis positu acelli: Quae mora huic spontam prohibe parēt ē Solvere pallam. Haec tuam mentem Roche reddiderunt Sarmato avversam scio, & oppidanis Huius est autem pyrus arefacta Testis abundans. Ne tamen causa sine Federicum Oderis nulla tibi re (fateris Ipse quod) Sancto minùs ob sequentem, Dira nec ausum: Consili expertem quoq; fraudolenti: Et loco certè sat eo infr equentem, Dum Placentina procul urbe pulchras Compara t artes: Ut lares tandem remeare posit Ad suos plenus Sophiae, & propinquo Subuehens navem varijs onustam Mercibus omne. Sed luem primùm mihi, deinde cunctis, Nutrio ut natos ope quos benigna, Tum satis, bubus, subus, arboriq; Qui potes, arce. Te licet credam memorem magistri. Hostibus Christi veniam precantis Vel malos niti ricreare coelo Usq; Salubri. Antefe r verò Roche Sacello, Scabra quod rupes habet inchoatum, Parte & inferna referens gemellis Cornibus arcum: Clarea in nudit malè & institutum: Pascat hĭc quamvis aciem patentis Et viror prati, nemorisq; regem Usq; Sub amnem. Ipse seu flavos adeam Britannos, Seu Scythas plaufiris obolem trahentes, Seu tuas horrens miriûs hospitales Caucase gentes: In meae Semper Latebris repost um Te feram mentis Roche: & umbilicus Mensis Augusti tua personabit Acta quotannis: né, sofferto il pericolo, la donna i voti sciolse, un candido sacello ponendo; vieta tale indugio all'avo dare il promesso manto. O Rocco, so che questo rese avverso alla nostra città l'animo tuo; lo testimonia chiaramente il pero di colpo disseccato. Tuttavia non odiare Federico in nulla, riconosci, men devoto al tuo santo voler, né mai rivolto ad osar cose atroci, ignaro di pensieri fraudolenti ed assai poco assiduo di quei luoghi mentre s'accinge, lungi da Piacenza, d'arti belle a dotarsi; Così che possa ritornare ai suoi paterni lidi di saggezza pieno, trasportando una nave sul vicino fiume, di merci carca. Ma tu che puoi, la pestilenza storna da me per primo, e poi da quanti nutro con amor come figli, e poi dai campi, da' buoi, maiali e piante; pur s'io creda che tu, ben ricordando che il tuo maestro Cristo ai suoi nemici perdonò, anche i malvagi vuoi guarire con clima salutare. O Rocco, il cuore anteponi al sacello che, iniziato, la scabra rupe tiene al di sotto delineando un arco con cuspidi gemelle in nuda ghiaia mal consolidato; anche se quivi il verdeggiar del prato aperto il guardo appaghi, e pur del bosco fino al fiume regale. Ch'io giunga pure dai Britanni biondi o dagli Sciti, che seco sui carri traggono i figli, o con più strano orrore da tue genti ospitali, Caucaso; sempre in fondo alla mia mente te, Rocco, meco condurrò; d'agosto al mezzo, d'anno in anno, le tue gesta saranno celebrate; 6

7 Utq; fortunas veteres egenae Distrahas turbae: patruo relinquas Utq; maturo populos in alta Pace Regendos: Pileum, & peram, baculumq; gest es Ut viae tecum comites ad Urbem: Tabido obiecta crucis aegra morbo Membra levesq: Vulnus inflictum femori & sinistro, Urbe quod nostra terebat sagitta: Ut palam monstres: patrias in oras Utq; reversus Carceri tetro bone manciperis, Huc quasi speculator isses, Nemini notus sub iniqua sξui Tempora belli. Integrum ut lūstrū quoq; multa passus Et dati metas celeres ad aevi, Ductus (haud imples Roche lustra Septem) Morte quiescas. allontana dal popolo indigente le antiche sorti, ed allo zio, che è pronto, lascia che possa governar le genti in autentica pace; borsa, bastone e pur berretto porti come i compagni tuoi diretti a Roma; le membra esposte ad un funesto morbo, da pene afflitte, aiuti; di nuovo mostri alla coscia sinistra la ferita, che una lancetta incide nella nostra città; poi ritornato ai tuoi paterni lidi sei prigioniero, o caro, in tetre sbarre come se per spiar tu fossi giunto da alcun riconosciuto, ai tempi iniqui della guerra crudele. Dopo molto soffrir per cinque anni, velocemente al termine condotto del tempo a te concesso (sette lustri neppur) morto riposi. con la collaborazione di Maria Cristina Bolla Nicola Pionetti, nato a Piacenza nel 1984 e residente a Sarmato, si è laureato alla facoltà di Lettere e Filosofia dell Università di Bologna corso di laurea in filosofia, curriculum logica-linguaggi-filosofia della scienza con una tesi sulle posizioni epistemologiche del fisico francese Pierre Duhem. Si occupa appunto di epistemologia ed è autore di un libro di filosofia politica; gestisce un sito Internet dedicato alla storia della città di Sarmato. Nicola Pionetti Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questa sezione è soggetta alle leggi a tutela dei diritti d autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi delle vigenti leggi civili e penali. Il «Centro Studi Rocchiano», tramite l Ufficio Legale della «Associazione Italiana San Rocco di Montpellier», si riserva di intraprendere ogni azione in tal senso. Chi volesse utilizzare questo testo si deve attenere scrupolosamente alle prescrizioni indicate nell apposita sezione del sito ( Note legali). 7

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto. BREVIARIO BENEDIZIONE

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Orazioni in suffragio

Orazioni in suffragio Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio SHALOM Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio «Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia: nel tuo grande amore cancella il mio peccato».

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

MADONNA DELLA SALUTE

MADONNA DELLA SALUTE 1 MADONNA DELLA SALUTE SI FESTEGGIA IL 21 NOVEMBRE 1- Vergine santissima, che sei venerata con il dolce titolo di Madonna della salute, perché in ogni tempo hai lenito le umane infermità: ti prego di ottenere

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo.

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. Preghiere a Maria - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. - Santa Maria intercedi per noi, tu sai grazie! Cuore immacolato di Maria rifugio delle anime. - Cara Mamma aiutami

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

CANTI PER LA SANTA MESSA DI NATALE 25 Dicembre 2014

CANTI PER LA SANTA MESSA DI NATALE 25 Dicembre 2014 CANTI PER LA SANTA MESSA DI NATALE 25 Dicembre 2014 ADESTE FIDELES Adeste fideles Læti triumphantes Venite, venite in Bethlehem Natum videte Regem angelorum Venite adoremus, Venite adoremus, Venite adoremus

Dettagli

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide,

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 1 Entrando

Dettagli

«È stupendo vivere nell amore»

«È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» La storia di don Luigi Monza Testo di Francesca Pedretti Illustrazioni di Claudia Chinaglia Immaginate un piccolo paese, poco lontano da qui...

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO 18 settembre INTRODUZIONE VESPRI V. O Dio, vieni a salvarmi. R. Signore, vieni presto in mio aiuto.. Alleluia INNO San Giuseppe onoriamo: la sua virtù sublime l'ordine

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE Signore Gesù, che per riscattarci hai voluto incarnarti a Nàzaret, nascere a Betlemme e morire a Gerusalemme, degnati di ricordarti che la

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI Ricordami Sempre 7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI FORMATI 9 x 13 cm APERTO 9 x 13 cm CHIUSO FORMATI FORMATI 10 x 15 cm APERTO FORMATI 10 x 15 cm CHIUSO ARTE 001_AR 002_AR 003_AR ARTE 004_AR ARTE

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

Le Tre Ave Maria. shalom

Le Tre Ave Maria. shalom Le Tre shalom Curatore: don Giuseppe Brioschi SdB Editrice Shalom 27.11.2009 Beata Vergine Maria della Medaglia Miracolosa 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco d Assisi e Caterina da Siena, per

Dettagli

"Il Mondo Che Vorrei", Laura Pausini

Il Mondo Che Vorrei, Laura Pausini "Il Mondo Che Vorrei", Laura Pausini Quante volte ci ho su, Il mio sta cadendo giù Dentro un pieno di follie, Ipocrisie. Quante volte avrei voluto anch'io questo mondo mio, Per tutti quelli che stanno

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

Giubileo della Misericordia 8 dicembre 2015-13 novembre 2016. Maria vi. invita. Nostra Signora di Lourdes, Madre di Misericordia

Giubileo della Misericordia 8 dicembre 2015-13 novembre 2016. Maria vi. invita. Nostra Signora di Lourdes, Madre di Misericordia Giubileo della Misericordia 8 dicembre 2015-13 novembre 2016 Maria vi invita Nostra Signora di Lourdes, Madre di Misericordia IT Un anno eccezionale L Osservatore Romano Dopo le Apparizioni della Madonna,

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto.

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto. GIUBILEO DELLA MISERICORDIA RITO DI APERTURA NELLE PARROCCHIE _ PREMESSE 1. L Ufficio Liturgico Diocesano in occasione del Giubileo della Misericordia ha predisposto una celebrazione di apertura per le

Dettagli

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te!

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te! Liturgia per matrimonio Versione abbreviata della liturgia di matrimonio della Chiesa luterana danese, autorizzata con risoluzione regale del 12 giugno 1992 ENTRATA (PRELUDIO) DI ENTRATA SALUTO Pastore:

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco

Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco Cammino di perfezione/4 Le ricchezze della povertà Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco di povertà. Invece la povertà bisogna amarla come una madre. Di quanti beni è feconda la povertà e di quanti

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli.

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. (Atti degli Apostoli, capitolo 5 versetto 12) Questo libretto è di: Un sacramento cos è? Come l acqua purifica,

Dettagli

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13)

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) Il deserto di Tamanrasset in Algeria Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) «Rabbì è bello per noi essere qui. Facciamo tre capanne».

Dettagli

SAN CAMILLO DE LELLIS SACERDOTE. Secondi Vespri

SAN CAMILLO DE LELLIS SACERDOTE. Secondi Vespri LITURGIA DELLE ORE 14 luglio SAN CAMILLO DE LELLIS SACERDOTE V. O Dio, vieni a salvarmi. Secondi Vespri R. Signore, vieni presto in mio aiuto. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era

Dettagli

Ringraziamo per i 60 anni di matrimonio di

Ringraziamo per i 60 anni di matrimonio di 1 Ringraziamo per i 60 anni di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO I C1 INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO Per il celebrante e l'équipe battesimale Monizioni Accoglienza Siamo radunati sulla soglia della chiesa è un luogo altamente simbolico, poiché evoca l

Dettagli

Arcidiocesi di Pesaro. Giubileo Straordinario della Misericordia

Arcidiocesi di Pesaro. Giubileo Straordinario della Misericordia Arcidiocesi di Pesaro Giubileo Straordinario della Misericordia Vogliamo vivere questo Anno Giubilare alla luce della Parola del Signore: Misericordiosi come il Padre. Misericordia è la via che unisce

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 1. RITO ORDINARIO RITI INIZIALI 60. Il ministro, entrando dal malato, rivolge a lui e a tutti i presenti un fraterno saluto.

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. MARIA DISCEPOLA DELLA PAROLA E MAESTRA DI PREGHIERA + Dal Vangelo secondo Luca 1,26-56 In quel tempo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, sposa

Dettagli

DOMENICA V DI PASQUA C

DOMENICA V DI PASQUA C DOPO LA COMUNIONE Assisti, Signore, il tuo popolo che hai colmato della grazia di questi santi misteri, e fa che passi dalla decadenza del peccato alla pienezza della vita nuova. Per Cristo nostro Signore.

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Tre minuti per Dio SHALOM

Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Editrice Shalom - 22.05.2005 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile concessione Fondazione di Religione Santi

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

Monsignori, Egregio Signor Sindaco, Padri, Sorelle Signore, Signori Cari amici

Monsignori, Egregio Signor Sindaco, Padri, Sorelle Signore, Signori Cari amici Monsignori, Egregio Signor Sindaco, Padri, Sorelle Signore, Signori Cari amici E sempre con vivo e profondo piacere che mia moglie ed io vediamo approssimarsi, ogni estate da tre anni, la data alla quale

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

E il Signore ci dice:

E il Signore ci dice: E il Signore ci dice: mettetevi sulla strada buona (Paolo VI) Itinerario quaresimale con i Papi del Concilio Vaticano II: Giovanni XXIII e Paolo VI A cura di Mons. Battista Rinaldi Consulenza redazionale

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

SALMO RESPONSORIALE (Sal 33,12.18-22) Rit. Della grazia del Signore è piena la terra

SALMO RESPONSORIALE (Sal 33,12.18-22) Rit. Della grazia del Signore è piena la terra Di seguito una selezione di 10 brani per il SALMO RESPONSORIALE. Il Salmo segue la Prima Lettura. É una preghiera comunitaria che coinvolge tutta l'assemblea. Potrebbe essere uno dei vostri invitati a

Dettagli

L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il

L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il NATALE E LITURGIA L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il vostro Salvatore, il Cristo, il Signore.

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Li inviò a due a due

Li inviò a due a due FEBBRAIO 2015 Adorazione eucaristica dell Istituto Santa Famiglia Li inviò a due a due Proseguiamo la riflessione e preghiera sulla Chiesa in uscita missionaria a partire questa volta dalle indicazioni

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI Giornata di preghiera per il Bicentenario della Diocesi 1816-2016 Giubileo della Misericordia Domenica 25 ottobre 2015 PREMESSA In vista dell apertura del Bicentenario della

Dettagli

WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC

WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC ctüüévv{ t w fa TÇwÜxt Parrocchia di S. Andrea Sommacampagna féååtvtåñtzçt Domenica 21 marzo 2010 WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC 12 BRUCIAMO I BIGLIETTINI Bruciamo i nostri peccati, con il perdono non ci sono

Dettagli

ELISABETTA VENDRAMINI

ELISABETTA VENDRAMINI ORA MEDIA In onore della beata ELISABETTA VENDRAMINI vergine e fondatrice festa liturgica 27 aprile 2 INNO Nel canto celebriamo la vergine fedele che ha dato alla Chiesa una famiglia nuova. Di nobili natali,

Dettagli

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA.

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA. PREPARAZIONE ALLA PRIMA COMUNIONE LA SANTA MESSA ANNO CATECHISTICO 2008/09 NOME E COGNOME 1 DOMENICA: perché? Tutti i popoli hanno dei giorni di festa. Il popolo ebraico, a cui apparteneva Gesù, aveva

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

CASA ESERCIZI SPIRITUALI CASA PADRE LUIGI SUORE DELLA PROVVIDENZA VIA MOIMACCO 21, ORZANO DI REMANZACCO (UD)

CASA ESERCIZI SPIRITUALI CASA PADRE LUIGI SUORE DELLA PROVVIDENZA VIA MOIMACCO 21, ORZANO DI REMANZACCO (UD) ARCIDIOCESI DI UDINE UFFICIO DIOCESANO PER LA PASTORALE DELLA FAMIGLIA La coppia cristiana: segno di speranza pomeriiggiio dii spiiriitualliità famiilliiare domenica 27 aprile 2014 CASA ESERCIZI SPIRITUALI

Dettagli

1. PER SANTIFICARCI NELLA FEDELTA

1. PER SANTIFICARCI NELLA FEDELTA SCHEDA 6 (per operatori) 1. PER SANTIFICARCI NELLA FEDELTA Nota introduttiva Due parole solenni: santità e fedeltà. Non ci devono spaventare perché il loro significato è facilmente decifrato: santo è chi

Dettagli

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015)

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015) La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015) INCONTRO CON IL CLERO, I RELIGIOSI, LE RELIGIOSE ED I SEMINARISTI DISCORSO

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

Regina; O Maria concepita senza peccato, prega per noi che ricorriamo a te!

Regina; O Maria concepita senza peccato, prega per noi che ricorriamo a te! NOVENA ALLA MEDAGLIA MIRACOLOSA Iniziare la novena giornaliera con : 1 Segno della croce 2 Atto di contrizione : Mio buon Gesù che per me sei morto sulla croce,abbi pietà di me,perdona i miei peccati e

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

Il Gatto con gli stivali. Un mugnaio venuto a morte Lasciò ai figliuoli una triste sorte

Il Gatto con gli stivali. Un mugnaio venuto a morte Lasciò ai figliuoli una triste sorte Il Gatto con gli stivali Un mugnaio venuto a morte Lasciò ai figliuoli una triste sorte Ogni suo bene aveva disfatto Tranne un mulino, un asino e un gatto Le divisioni furon presto fatte Senza bisticci

Dettagli

NOVENA DI NATALE. Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo.

NOVENA DI NATALE. Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo. NOVENA DI NATALE NOVENA DI NATALE Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo. Gioisci, figlia di Sion, esulta, figlia di Gerusalemme: ecco, il Signore verrà, ed in quel giorno vi sarà

Dettagli

La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009

La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009 La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009 INTERPRETARE L EVENTO Carissimi A., R. e C., carissimi parenti e amici di Pinuccio qui convenuti, la nostra fede cristiana mi assegna il compito di aiutare

Dettagli

APPARIZIONI DELLA REGINA DELLA FAMIGLIA Ghiaie di Bonate, Bergamo (13-31 maggio 1944)

APPARIZIONI DELLA REGINA DELLA FAMIGLIA Ghiaie di Bonate, Bergamo (13-31 maggio 1944) APPARIZIONI DELLA REGINA DELLA FAMIGLIA Ghiaie di Bonate, Bergamo (13-31 maggio 1944) Posizione della Santa Chiesa Queste apparizioni della Madre di Dio non hanno ancora ottenuto il verdetto di autentica

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

I gruppi di ascolto DATA E ORA LUOGO ANIMATORI

I gruppi di ascolto DATA E ORA LUOGO ANIMATORI I gruppi di ascolto DATA E ORA LUOGO ANIMATORI MERCOLEDÌ ore 14,30 Via M. Grappa 51 (Moscolari) Marisa M./ Loredana P MERCOLEDÌ ore 14,30 salone card Testa... Ornella R./Raffaella GIOVEDÌ ore 20,30 oratorio...

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza!

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! A.S. 2010-2011 ANNO I n. 3-Dicembre Si desti l umanità intera a lodare l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! Il 15 dicembre la classe II I si è recata al Teatro Curci di Barletta

Dettagli

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Corso Scegli Gesù SG01 Lezione 1 IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Troppo difficile? Antiquato? Solo per persone molto religiose? No! Ti dimostreremo che sono solo pregiudizi. LA NOSTRA GENERAZIONE È INSICURA

Dettagli

Maria credette oltre ogni evidenza e sperò contro ogni speranza, perciò il Sabato santo è l ora della Madre.

Maria credette oltre ogni evidenza e sperò contro ogni speranza, perciò il Sabato santo è l ora della Madre. 1 L Ora della Madre 2 Maria credette oltre ogni evidenza e sperò contro ogni speranza, perciò il Sabato santo è l ora della Madre. Canto: Desolata Lettrice 1: In questo cammino di passione e di compimento

Dettagli

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE RITI DI INTRODUZIONE S - Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. A - Amen. S - La Grazia e

Dettagli