VENDOLA. la poesia è nei fatti. Idee e azioni di una Puglia migliore. Dal 2005 al 2015.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VENDOLA. la poesia è nei fatti. Idee e azioni di una Puglia migliore. Dal 2005 al 2015."

Transcript

1 VENDOLA la poesia è nei fatti. Idee e azioni di una Puglia migliore. Dal 2005 al 2015.

2 Difendi la Puglia migliore. Quando sono diventato Presidente, nel 2005, ho trovato una Puglia bella, ma addormentata nel bosco. Il popolo pugliese è stato come il principe che l ha baciata e svegliata dal suo torpore e questa ha cominciato a correre. Nel 2005 il Pil era allo 0,1% sotto lo zero, dopo solo un anno, nel 2006, è salito al 2,6%. Oggi la Puglia è locomotiva di testa del Mezzogiorno d Italia. Conosco l obiezione: il Pil non spiega tutto. E allora vi racconto del turismo: dal 2005 al 2009 i turisti sono aumentati del 25%, o ancora, del lavoro: nel 2008 l occupazione è cresciuta sino al 46,7%. Vi potrei dire delle nostre politiche per l ambiente che ci hanno reso leader in Italia nella produzione di energie rinnovabili, o di quelle giovanili, con il più imponente intervento mai realizzato da una regione italiana per le giovani generazioni. Siamo usciti dalla stagnazione, la Puglia adesso esiste ed è riconosciuta anche oltre confine per la sua qualità della vita e come esempio di buona amministrazione. Non abbiamo risolto tutti i problemi, ma abbiamo aperto tanti cantieri: oggi la nostra terra è in grado di affrontare i prossimi decenni con un idea virtuosa di sviluppo e di società. I risultati e i progetti che trovate in queste pagine vivono già nella pianificazione strategica della Puglia e nelle vostre vite. Tocca a voi adesso la scelta di continuare, ostinatamente, a costruire una Puglia migliore.

3

4 Dai tedeschi ai giapponesi tutti in Puglia, tutti i mesi. TURISMO & TRASPORTI Mentre la crisi economica rallenta il turismo italiano, nella Puglia di Nichi Vendola succede l esatto contrario. La Puglia, con un sistema di trasporti all altezza, è diventata una delle mete turistiche più attrattive d Italia e d Europa: è la terza regione italiana per incremento medio annuo degli arrivi e delle presenze turistiche. È nato l Osservatorio turistico regionale per analizzare l andamento dei flussi turistici nella nostra regione. 4 Tra il 2005 e il 2009: Gli arrivi complessivi di turisti in Puglia crescono del 25%. Gli arrivi di turisti stranieri crescono del 23%. Gli arrivi di turisti italiani crescono del 25,2%. = 15 milioni di euro per le microimprese del settore turistico avviate da giovani e inoccupati. = La Puglia per la prima volta ha attirato turisti tutto l anno. = Nel 2009 grazie al sito la Regione Puglia ha vinto il 1 premio per il miglior portale turistico regionale d Italia.

5 = 21 milioni di euro per incrementare la ricettività di 7 porti pugliesi. = 11 milioni di euro per i porti turistici ricadenti nelle Aree Vaste. = 371 fra treni e autobus acquistati per il servizio di trasporto urbano ed extraurbano. = 1,3 milioni di euro per ampliare e potenziare le vie di comunicazione su gomma e su rotaia. = 13 i collegamenti aerei nazionali da e per la Puglia. = 27 i collegamenti aerei internazionali da e per la Puglia. Negli aeroporti pugliesi: + 39% l aumento dei passeggeri nazionali dal 2004 al % l aumento dei passeggeri internazionali dal 2004 al % l aumento delle destinazioni complessive, passate da 14 a 50 tra il 2004 e il % l aumento delle destinazioni nazionali. +343% l aumento delle destinazioni internazionali. Il nostro futuro p Nel turismo. Costruire un sistema di offerta integrato per soddisfare domande ed esigenze in continuo cambiamento. Favorire la destagionalizzazione e l internazionalizzazione dei flussi. p Nei trasporti. Potenziamento dell aeroportualità e dell intermodalità. Implementazione del Piano regionale dei Trasporti, completamento del nodo ferroviario di Bari, dell alta velocità e alta capacità Bari-Napoli. Determinazione dei Servizi Minimi di Trasporto Pubblico, ferroviario ed automobilistico, e Piano Triennale dei Servizi per il trasporto locale. 5

6 Combattiam contr ogni abuso per poi dir nessuno escluso! POLITICHE SOCIALI Riforme, servizi, diritti per tutti: è la nuova Puglia Sociale di Nichi Vendola. La Regione ha riscritto le leggi fondamentali, ha definito gli obiettivi di inclusione sociale nella propria programmazione e introdotto strumenti innovativi di intervento nelle situazioni di fragilità. Nel 2007 nasce l Osservatorio Regionale per la ricerca statistica dei fenomeni sociali emergenti, il monitoraggio dei piani sociali di zona e la gestione del Sistema Informativo Sociale Regionale (il SISR). La Puglia è la prima regione italiana ad avere un modello SISR a regime milioni di euro investiti per finanziare le infrastrutture sociali e sociosanitarie territoriali. 45 i piani di zona già approvati e finanziati; 252 milioni di euro la dotazione finanziaria per il triennio milioni di euro l investimento per gli asili nido. 118 asili nido già finanziati. 8 milioni di euro destinati agli assegni di prima dote per i nuovi nati fino al 3 anno di vita.

7 Nel 2009 sono più di i cittadini, fra anziani e disabili, che in Puglia fruiscono dei servizi ADI (assistenza domiciliare integrata) e SAD (assistenza domiciliare sociale): oggi sul territorio regionale ci sono 242 strutture (casa alloggio, casa di riposo, residenza socio sanitaria assistenziale per anziani o residenza protetta, residenza sociale assistenziale per anziani), a fronte delle 162 censite nel famiglie, al cui interno vive una persona non autosufficiente, ricevono, dal 2007, un assegno di cura compreso tra 500 e 800 euro al mese. Attivato l assegno di cura per i malati di SLA: 2 milioni di euro investiti ogni anno per assegni di importo compreso tra 500 e euro annui. Nel 2006 parte il progetto Diritti in rete disabili hanno ricevuto contributi per l acquisto di pc ed ausili informatici. 700 mila euro per 80 progetti di informazione, comunicazione e formazione presentati dalle associazioni di famiglie di disabili. La Puglia è al 1 posto in Italia per numero di sezioni Primavera aperte. Nel 2009 è approvata la legge che contiene le norme per l accoglienza, la convivenza civile e l integrazione degli immigrati in Puglia. Nasce la consulta regionale per l integrazione degli immigrati. Investiti 300 mila euro nel 2009 per i 4 centri interculturali. Attivati 3 alberghi diffusi nei Comuni di Foggia, Cerignola e San Severo. Allestita una rete di prima assistenza igienico-sanitaria per i lavoratori stagionali. Realizzati 25 corsi di lingua italiana per cui sono stati investiti mila euro. Il nostro futuro p Consolidamento del sistema di offerta dei servizi (assistenza domiciliare, rete dei centri diurni, razionalizzazione della spesa sociale e sanitaria). p Potenziamento del microcredito. p Investimenti pubblici e privati per la realizzazione di centri socio educativi e riabilitativi per disabili e per anziani affetti da demenze e altre patologie neurodegenerative. p Promozione di misure per favorire l occupazione femminile e la conciliazione del lavoro con la cura parentale. 7

8 Miglioriamo la salute, evitando ricadute! SALUTE Prevenzione e sicurezza Avviati i programmi di screening per i tumori della mammella: mammografia gratuita non solo nella fascia anni, prevista per legge, ma anche nella fascia anni. Attivato il programma per il tumore del collo dell utero; le bambine nate nel 1996 e nel 1997 sono chiamate alla vaccinazione gratuita per il virus cancerogeno (HPV). Lo screening del tumore del colon retto è in fase di avvio. È stato riorganizzato l Osservatorio Epidemiologico Regionale e istituito il Registro Tumori di Puglia. Il numero di medici del lavoro in servizio nel 2009 presso gli SPESAL delle ASL di Puglia è stato incrementato del 24% rispetto al 2005 e quello dei tecnici della prevenzione del 42%. Sono aumentati del 62% i controlli sui posti di lavoro a rischio (del 253% quelli nell edilizia). Ambiente e salute La più importante legge di salute pubblica è la Legge antidiossina. Potenziamento dell ARPA e dei Dipartimenti di Prevenzione delle ASL. Finanziati i Piani Straordinari di Controllo della Presenza di Diossina nei territori di Taranto e di Lecce. 8

9 Urgenza ed emergenza Il servizio di Telecardiologia, presente in tutte le 164 ambulanze del 118, è uno dei fiori all occhiello della sanità pugliese: la Puglia è infatti prima in Europa. Il sistema consente la diagnosi elettrocardiografica a distanza entro 2 minuti. Sono stati refertati oltre ECG. In quasi 40 mila casi il servizio si è dimostrato salva vita. La mortalità per infarto si è dimezzata. Partire dagli ultimi La Puglia è consociata con l Istituto Nazionale Immigrazione e Povertà. Provvedimenti normativi e amministrativi per garantire la salute dei migranti e la loro protezione nei luoghi di lavoro. Accesso libero ai servizi sanitari anche agli immigrati non regolari. Migliora la Sanità: dalle promesse ai fatti G 756 i milioni di euro per investimenti in edilizia sanitaria negli ultimi 5 anni. G 4 le nuove PET-TAC già attivate o in via di attivazione (Policlinico, Barletta, Brindisi, Taranto). Ne sono previste altre 3. G 8 le nuove Risonanze Magnetiche Nucleari (RMN) già attivate o in via di attivazione (San Severo, Cerignola, Molfetta, Brindisi, Ostuni, Francavilla Fontana, Taranto, Lecce). G 27 le nuove TAC già attivate o in via di attivazione (Cerignola, Manfredonia, Lucera, San Severo, Bitonto, Brindisi, Francavilla Fontana, Taranto e Statte, Manduria, Grottaglie, Massafra, Lecce, Andria, Trani, Bisceglie, Ostuni, Fasano, Ceglie Messapica, Mesagne, San Pietro Vernotico, Martina Franca, Castellaneta, Lecce, Gallipoli, Casarano, Scorrano). G 1 Radioterapia metabolica attivata a Barletta. G 2 Angiografi attivati a San Severo e Taranto. G eseguiti (e ancora in corso) lavori nei seguenti ospedali: Ospedali Riuniti Foggia, Torremaggiore, San Severo, Lucera, Manfredonia (ASL FG); Andria, Spinazzola, Trani (ASL BAT); Nuovo Osp. della Murgia, Molfetta, Terlizzi, Bitonto, Osp. Di Venere, Osp. San Paolo, Putignano, Monopoli, 9

10 Conversano (ASL BA); Azienda Ospedaliera Policlinico e Osp. Pediatrico Giovanni XXIII, Nuova sede dell Osp. Oncologico presso l Osp. Cotugno, Nuova sede dell IRCCS di Castellana Grotte, San Pietro Vernotico, Mesagne, Ostuni (ASL BR); Massafra, Mottola, Grottaglie, Manduria (ASL TA); Osp. Vito Fazzi Lecce, Campi Salentina, Copertino, Nardò, Galatina, Gallipoli, Scorrano, Poggiardo, Maglie, Casarano, Gagliano del Capo (ASL LE). G attivate le Stroke Unit (Centri per Assistenza Pazienti con Ictus) presso il Policlinico di Bari e l Ospedale Perrino di Brindisi. G attivate o riattivate le seguenti strutture o servizi: Cardiologia UTIC (Lucera); Cardiologia UTIC e Gastroenterologia (Manfredonia); Oculistica, ORL e Urologia (Cerignola); Oncologia D.H. (Barletta); Medicina Interna (Corato); Oculistica e Medicina Prenatale (Terlizzi); Nefrologia (Molfetta); Ostetricia (Fasano); Chirurgia (Mesagne); Chirurgia (Ceglie Messapica); Gastroenterologia, Oncologia e Cardiologia Interventistica (Brindisi); Cardiologia (Martina); Cardiologia e Ortopedia (Castellaneta); UTIC (Manduria); Oncologia e Oncoematologia Pediatrica (Lecce); Oncologia (Casarano); Pneumologia (Gallipoli); Rianimazione (Scorrano). G ai pazienti critici sono state garantite cure più appropriate. I ricoveri fuori regione (mobilità passiva) sono diminuiti, dai del 2005 ai del Aumentati i ricoveri dei residenti fuori regione (mobilità attiva) che sono passati da (anno 2005) a (anno 2008). Nel quinquennio : riduzione dei reclami da nel 2004 a nel Innovazione tecnologica e servizi on line Il Piano per la Sanità Elettronica, con un investimento di oltre 100 milioni di euro, ha creato utili servizi on line: il Portale Regionale della Salute, il Fascicolo Sanitario Elettronico, il sistema e-cup. 10

11 Trapianti e donazione La Puglia coordina il Centro Interregionale dei Trapianti. Il sistema delle donazioni di sangue e il sistema trasfusionale della Puglia ha visto un costante incremento della raccolta raggiungendo il traguardo della quasi autosufficienza. Controlli, verifiche e trasparenza Potenziamento del sistema delle verifiche: nuclei ispettivi, osservatori, verifiche appalti, unità di valutazione dei ricoveri. Piano straordinario di verifiche e controllo dell accreditamento delle strutture sanitarie. Sanità: lavoro e diritti Abbiamo stabilizzato oltre precari e avviato la internalizzazione dei lavoratori impiegati in aziende appaltatrici, sottraendoli a condizioni di ricatto e di sottosalario. Il nostro futuro p Specializzare gli ospedali, avvicinare le cure e l assistenza ai cittadini, offrire forme alternative al ricovero (residenze sanitarie, cure domiciliari, hospice), creare le reti di assistenza (oncologica, malattie rare, cure palliative), puntare sulla prevenzione e sui servizi territoriali (tra cui le case della salute, salute mentale, dipendenze, riabilitazione). p Applicazione del Piano della Salute attraverso i Piani Attuativi Locali che hanno, tra le priorità, il potenziamento e la valorizzazione dei Distretti Socio Sanitari, dei Poliambulatori e dei Consultori, grazie all utilizzo dei fondi FESR, con il miglioramento delle attrezzature e la costruzione di nuove sedi. p Controlli, verifiche e trasparenza per combattere sprechi e illegalità. p Completamento processi di internalizzazione dei lavoratori. 11

12 Nascon giovani talenti con gli spiriti bollenti. POLITICHE GIOVANILI L energia, l inventiva e il talento dei giovani pugliesi sono la principale risorsa per la rinascita sociale, economica e culturale della nostra regione. La Puglia di Nichi Vendola ha investito quasi 200 milioni di euro sui giovani come vero motore dello sviluppo. Prima del 2005, la spesa della Regione Puglia per le politiche in favore dei giovani era pari a zero. Nel 2005 nasce Bollenti Spiriti, il programma regionale per le politiche giovanili, il più imponente intervento mai realizzato da una regione italiana in favore delle giovani generazioni. 12 Laboratori Urbani 169 edifici abbandonati in tutta la Puglia vengono recuperati per diventare spazi per la creatività, il lavoro e l espressione giovanile. Ex mattatoi, vecchi mercati e palazzi antichi vengono rimessi a nuovo per diventare spazi pubblici ad uso culturale e sociale. Migliore pratica UE per la creatività e l innovazione anno Principi attivi 422 progetti di creatività e impresa che coinvolgono giovani finanziati dalla Regione Puglia stanno animando il nostro territorio. Contributi a fondo perduto fino a euro.

13 6 e 7 febbraio 2010, Bari: Bollenti Spiriti Camp. Fiera della creatività e dei talenti: i giovani creano idee per lo sviluppo della Puglia.

14 Servizio civile volontari sono stati impegnati in progetti di solidarietà e responsabilità sociale. Treno della Memoria Dal 2006 migliaia di studenti pugliesi partono ogni anno alla volta di Cracovia, Auschwitz e Birkenau. MOMArt Il MOMA, ex discoteca di Adelfia sequestrata alla malavita, è diventato un luogo dedicato alla produzione, alla formazione e al supporto dei giovani artisti del territorio. Libera il Bene Libera il Bene: un bando da 7,5 milioni di euro per il riuso sociale ed economico dei beni confiscati alle mafie. Solo in Puglia, oltre 700 i beni confiscati e messi a disposizione degli enti locali. Libera il Bene finanzia le amministrazioni locali che, insieme ai cittadini, hanno elaborato un progetto per riconvertire i beni confiscati in risorse per lo sviluppo economico e sociale del territorio. Il nostro futuro p Un bando ogni anno per borse di alta formazione in Puglia, in Italia e all estero. p Aiuti per le imprese che vogliono investire sui giovani. p Riedizione di Principi Attivi. p Fondo di garanzia e forme di microcredito per i giovani che non possono contare su solide garanzie patrimoniali e politiche abitative vantaggiose. p Rete dei 170 laboratori urbani. p Servizi di accoglienza turistica per i giovani, pensati e gestiti dai giovani pugliesi. p Servizio solidale : l occasione per mettersi a servizio della propria comunità e dei più deboli. 14

15 Col contratto co.co.pro. questo bimbo a chi lo do? LAVORO La destra per anni ha moltiplicato il precariato, chiamandolo flessibilità. In questi cinque anni la Puglia ha creato iniziative e norme per tutelare il lavoro, per stabilizzare migliaia di lavoratori, per contrastare il lavoro nero e la precarietà. La Puglia oggi è la prima regione in Italia ad aver riqualificato ed integrato il reddito dei lavoratori. Nella Puglia di Nichi Vendola sale l occupazione dal 44,4% del 2005 al 46,7% del Ancora più evidente il dato di occupazione femminile che passa dal 26,8% al 30,2% Legge regionale 28/2006 tutela i lavoratori ridotti in condizioni di neoschiavismo. La Puglia è la prima Regione in Italia ad aver approvato una norma di contrasto al lavoro nero, vincendo nel 2008 il Regional Champion Employment Awards 2008, l Oscar europeo delle leggi i lavoratori emersi dal lavoro a nero. 15

16 lavoratori precari sono oggi lavoratori stabili, grazie agli interventi di internalizzazione, stabilizzazione e incentivi per le imprese. 100 milioni di euro sono stati destinati ai lavoratori disoccupati e cassaintegrati, di cui 56 milioni per i disoccupati sopra i 50 anni coinvolti nell iniziativa welfare to work e 43,2 milioni per i lavoratori in cassa integrazione che non hanno percepito la mobilità in deroga nel ,2 milioni di euro sono stati destinati alla riqualificazione e integrazione del reddito di lavoratori con contratto di somministrazione. 50 milioni di euro investiti nell Obbligo Formativo Triennale per i cittadini con bassa scolarizzazione. Il nostro futuro p Politiche attive per il lavoro: per riqualificare i lavoratori sospesi dalla produzione, per contrastare la precarietà, per favorire nuova occupazione (soprattutto femminile), processi di stabilizzazione e assunzioni a tempo indeterminato. p Bandi e misure rivolte alle imprese che danno lavoro stabile e di qualità. p Rifinanziamento degli ammortizzatori sociali. p Integrazioni del reddito per disoccupati e cassaintegrati. 16

17 La regione dà lezione: è importante l istruzione. ISTRUZIONE, FORMAZIONE & RICERCA La destra e il suo Governo considerano la scuola, l università e la ricerca voci secondarie di bilancio da tagliare in modo indiscriminato per tentare di far tornare i conti del bilancio dello Stato a danno del futuro del Paese. La Puglia di Nichi Vendola ha investito massicciamente sulla conoscenza e sulla formazione. Diritti a scuola è un progetto che ha destinato 25 milioni di euro per combattere la dispersione scolastica. Ha coinvolto 291 istituti scolastici, precari tra docenti (1.278) e personale ATA (402), per un totale di 639 progetti finanziati. La Regione Puglia ha riordinato il sistema degli ex EDISU e ha affidato il coordinamento delle politiche del diritto allo studio all Ente ADISU per cui sono stati investiti 10 milioni di euro. La Regione Puglia ha investito sul futuro delle giovani generazioni, puntando su formazione e ricerca. Con i bandi Contratto Etico e Ritorno al futuro sono state finanziate complessivamente quasi borse di studio, di importi compresi tra e euro, per l alta formazione post-laurea in Italia e all estero e per i dottorati senza borsa. L investimento complessivo è stato di circa 70 milioni di euro. 17

18 11 milioni di euro sono stati investiti per 220 borse di studio finalizzate a 19 laboratori pubblici di ricerca. 1 milione di euro l anno è stato destinato alla ricerca e alle borse di studio per il perfezionamento scientifico dei giovani laureati pugliesi. La sicurezza è fondamentale. Con Vendola per la prima volta la Regione Puglia ha investito nell edilizia scolastica per garantire agli oltre 650 mila studenti pugliesi e agli operatori della scuola ambienti sicuri ed idonei. 11 milioni di euro per adeguare le strutture degli edifici nelle zone sismiche. 33 milioni di euro per la messa a norma di tutti gli edifici scolastici pugliesi. 25 milioni di euro per l ammodernamento dell edilizia universitaria. Il nostro futuro p Investimento in servizi per gli studenti: mense, trasporti, copertura totale delle borse di studio e case con contratto e affitti calmierati. p Patto quinquennale universitario: miglioramento delle università e fondo unico per il sistema universitario. p La modernizzazione della formazione professionale attraverso il controllo dell accreditamento degli enti e dei centri di formazione. p Investimento in formazione e ricerca per lo sviluppo e il rinnovamento della nostra Regione. 18

19 Ciak si gira ma non solo La cultura ha preso il volo. CULTURA In tempi di crisi il governo centrale non sa far di meglio che tagliare i fondi per la cultura. In Puglia, invece, una delle migliori risposte alla crisi è l investimento nelle idee e nella cultura. La Puglia era all ultimo posto in Italia per finanziamento culturale. Fino al 2005, si spendevano 50 centesimi per pugliese, oggi il finanziamento è di 4 euro pro capite. 3 milioni di euro investiti dalla Regione Puglia per promuovere la memoria storica, i grandi temi della contemporaneità e della cultura del dialogo. 3 milioni di euro investiti in mostre e attività imperniate attorno ai grandi artisti pugliesi o attivi in Puglia. 6,5 milioni di euro destinati dalla Regione Puglia alla ricostruzione del Teatro Petruzzelli di Bari. 2 milioni di euro per le stagioni lirico-sinfoniche della Fondazione Petruzzelli. 3,5 milioni di euro per la distribuzione di spettacoli teatrali. 12 milioni di euro per finanziare circa 200 progetti culturali per ogni anno di attività. 19

20 4 milioni di euro per la creazione della rete dei grandi Festival pugliesi di Teatro e Musica. 1,2 milioni le risorse per il progetto Teatri abitati. Residenze Teatrali in Puglia. 11,5 milioni di euro destinati al Teatro Pubblico Pugliese per la gestione dei grandi eventi. 8 milioni di euro per progetti culturali diffusi, sulla base della Programmazione triennale regionale. 20 Nel 2008 la Regione Puglia ha ospitato la Biennale dei giovani artisti d Europa e del Mediterraneo: meeting, vertici, incontri e progetti per consolidare i rapporti tra i paesi del Mediterraneo. A febbraio 2010 si è svolta la rassegna internazionale Primavera dei Diritti, che ha raccontato attraverso i linguaggi dell arte e della cultura i diritti civili e i nuovi diritti. È nato Puglia Sounds, il sistema a sostegno della musica prodotta in Puglia che troverà casa nel polo musicale di oltre 2000 metri quadrati all interno della Fiera del Levante di Bari. Apulia film commission 0 dal suo esordio nel 2007, ha già attirato in Puglia più di 100 produzioni cinematografiche nazionali ed internazionali. 0 Nel 2010 è nato a Bari il primo Cineporto e presto ne sorgerà uno anche a Lecce. Sale casting, sala costumi, sala trucco e parruccheria, deposito e laboratorio di scenografie, spazi per mostre ed installazioni. 0 5,2 milioni di euro le risorse destinate alla promozione del sistema pugliese del cinema e dell audiovisivo mila presenze per la prima edizione del Bari International Film&Tv festival. 0 Con D Autore è nato il primo circuito regionale di sale cinematografiche di qualità al servizio degli spettatori.

21 16 gennaio 2010, Bari: inaugurazione Cineporto, il primo del Mezzogiorno. Contenitore di tutto ciò che occorre per produrre un film. Qui il cinema è un invenzione con un grande futuro. Il nostro futuro p Interventi per coniugare sviluppo culturale e attrattività territoriale. p Perseguire stabilità, innovazione e internazionalizzazione nelle politiche pubbliche per lo spettacolo. p Investimento in poli museali, residenze teatrali, infrastrutture per musica, cinema, teatro, stagioni di prosa e lirica, per la creazione di un occupazione altamente qualificata.

22 Più ricchezza. Tasse? Meno. Lo sviluppo non ha freno. ECONOMIA & SVILUPPO La Regione che era fanalino di coda, nelle Regioni del Sud nel 2005, è diventata secondo i dati Svimez e della Banca d Italia, locomotiva di testa del Mezzogiorno d Italia. Il PIL pro capite che con la Giunta Fitto era progressivamente arretrato rispetto alla media italiana, con la Giunta Vendola è cresciuto avvicinandosi al resto del Paese. 22 Le misure anticrisi La Regione Puglia è intervenuta energicamente contro la crisi economica. 708 milioni di euro (capaci di sviluppare investimenti pari al 2,5% del PIL regionale) sono le risorse pubbliche che la Regione ha messo in campo per combattere la crisi economica i nuovi posti di lavoro generati dalla manovra anticrisi. 1,5 miliardi di euro stanziati in 11 avvisi pubblici. Innovazione La Puglia ha innovato il proprio modello di politica industriale attraverso i distretti produttivi, nati sulla base della similarità produttiva. Negli ultimi 5 anni sono stati costituiti 15 distretti produttivi che hanno aggregato imprese. Il settore aerospaziale è oggi una delle realtà produttive pugliesi più fiorenti e coinvolge 4 grandi imprese che impiegano addetti.

23 Il Laboratorio Nazionale di Nanotecnologie è destinato a creare un grande polo tecnologico internazionale, nei settori dell energia e del biomedicale milioni di euro destinati alle imprese e al sistema scientifico pubblico per la ricerca e l innovazione tecnologica. La Puglia è al primo posto in Italia per l attivazione del servizio WiMax per cui sono stati investiti 64 milioni di euro. Le tasse La Puglia è stata la migliore Regione d Italia per incremento del PIL nel triennio Nel 2008, primo anno di recessione, non ha avuto nessun decremento del PIL (unica grande regione italiana). Il Governo Fitto faceva pagare a tutte le famiglie pugliesi, a prescindere dal reddito, l addizionale IRPEF. Il governo Vendola ha imposto l addizionale IRPEF solo per due anni su cinque e solo su redditi superiori ai euro annui. È stato abolito il ticket farmaceutico per l 80% dei pugliesi (prima pagato anche dalle fasce medio-basse) e la tassa regionale sulla benzina. I Fas 3,1 miliardi di euro i Fondi per le Aree Sottoutilizzate, non ancora sbloccati dal governo Berlusconi, che saranno impiegati in progetti già cantierizzati nei settori dell agricoltura, trasporti, scuola, ambiente, edilizia e viabilità. Aree vaste Sono 9 le Aree vaste che avviano i cantieri di opere strategiche, per un investimento complessivo di 340 milioni di euro. Il nostro futuro p Finanziamenti ai Comuni per le Energie rinnovabili p Spin off di impresa p Tecnologie open source p Incentivi alle imprese virtuose p Potenziamento infrastrutture logistiche p Sostegno a commercianti e artigiani 23

24 Poche scorie, via smammare! Disse il sole al nucleare. AMBIENTE & TERRITORIO 24 La Giunta Fitto voleva costruire 5 inceneritori altamente inquinanti, non ha mai investito sulle energie rinnovabili, non si è mai occupata dei veleni che infestavano la nostra Regione. La Puglia di Nichi Vendola è leader in Italia nella produzione di energie rinnovabili, ha tutelato il territorio, il mare e la qualità dell aria. Ha garantito il diritto all acqua come bene comune. Nel 2007 è stato approvato il Piano energetico ambientale regionale (PEAR). Primo strumento di pianificazione e programmazione delle politiche energetiche, ha imposto limiti alle emissioni nocive in atmosfera e ha predisposto incentivi, con regole, alle fonti rinnovabili. La Puglia produce da tutte le fonti energetiche l 88,8% di energia in più rispetto al suo consumo. Il 13% dell energia solare nazionale è prodotta in Puglia (prima in Italia). Il 27% dell energia eolica nazionale è prodotta in Puglia (prima in Italia). Il 25% delle biomasse nazionali provengono dalla Puglia (seconda in Italia).

25 La Puglia di Nichi Vendola ha adottato la legge anti-diossina che, applicando i criteri previsti dall UE (mai rispettati in Italia), riduce l emissione di diossine e furani, sostanze altamente tossiche. La legge pugliese riduce fino a 200 volte il limite massimo di diossina previsto dalla legislazione nazionale.? La percentuale di raccolta differenziata è passata dal 9% (2005) al 14,57% (2009).? Realizzato un sistema territoriale di gestione e di chiusura del ciclo dei rifiuti con la costruzione di impianti di biostabilizzazione.? 40 milioni di euro finanziati agli ATO, in 2 anni, per migliorare ed incrementare il servizio di raccolta differenziata in Puglia.? Nel 2006 è stata approvata la Legge regionale sulla tutela e valorizzazione del bene demaniale marittimo. 800 Km di costa sono ora disciplinati da norme regionali che soddisfano tre obiettivi: la tutela delle coste, il libero accesso alle spiagge e l incremento degli investimenti nelle attività turistico-balneari. 16 sono i parchi naturali istituiti negli ultimi 5 anni per cui sono stati investiti 8 milioni di euro. La Protezione Civile, creata dal Governo Vendola e dotata di mezzi all avanguardia, ha ricevuto il 1 premio di Legambiente per la migliore prevenzione antincendio fra tutte le regioni italiane. La Giunta ha approvato un Ddl per istituire un agenzia regionale per la protezione civile. 25

26 L attività per l urbanistica e l assetto del territorio è stata fondamentale per il riordino di un settore che prima viveva nella totale assenza di norme. 1 premio SAG (Special Archievement in Geographic Information) è stato assegnato dalla americana ESRI (Environmental Systems Research Institute), per il progetto del Sistema Informativo Territoriale (SIT). Selezionato tra progetti, è destinato a essere punto di riferimento nel mondo dei sistemi informativi georiferiti. Il Piano Paesaggistico Territoriale Regionale riconosce i principali valori del territorio, definisce le regole d uso e di trasformazione e stabilisce le condizioni normative e progettuali per la costruzione del paesaggio. Notevole è stato l impegno per la riqualificazione delle periferie e per le politiche abitative.? 210 milioni di euro per il primo Piano Casa.? 24 milioni di euro per l edilizia residenziale sociale e per favorire il diritto alla casa anche a giovani coppie, anziani, diversamente abili e vittime di violenza di genere.? 215 milioni di euro per i Programmi Integrati di Riqualificazione delle Periferie (PIRP) che coinvolgono 122 Comuni.? 63 milioni di euro per il risanamento degli immobili IACP.? 10 milioni di euro per il recupero degli alloggi privati da destinare in affitto o alla prima casa. Il nostro futuro p Completamento bonifica siti inquinati di Taranto e Brindisi. p Piena attuazione del piano di gestione dei rifiuti urbani. p Ulteriore riduzione emissioni diossina e sostanze nocive. p Piena attuazione del piano energetico ambientale. p No al nucleare e agli idrocarburi nel mare di Puglia. p Istituzione di nuove aree naturali protette. p Realizzazione dei Pirp. p Attuazione del Piano Casa e del Piano Paesaggistico. 26

REGIONE 2010 IA CRIVE PUGLIA. 2005/2010 si scrive Puglia si legge sviluppo. www.regione.puglia.it

REGIONE 2010 IA CRIVE PUGLIA. 2005/2010 si scrive Puglia si legge sviluppo. www.regione.puglia.it 05 2010 IA CRIVE E UPPO REGIONE PUGLIA 2005/2010 si scrive Puglia si legge sviluppo www.regione.puglia.it La programmazione e l impiego * dei fondi strutturali europei 2007/2013 Valori in milioni di euro

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Studio Preparatorio sull applicazione di JESSICA nella Regione Puglia

Studio Preparatorio sull applicazione di JESSICA nella Regione Puglia Studio Preparatorio sull applicazione di JESSICA nella Regione Puglia Rapporto Finale - Gennaio 2010 Foggia Barletta-Andria-Trani BARI Questo documento è stato prodotto con l assistenza finanziaria dell

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

1. La situazione economica e del mercato del lavoro

1. La situazione economica e del mercato del lavoro 1. La situazione economica e del mercato del lavoro Per la lettura dei dati non si può prescindere dal considerare l impatto dei molteplici fattori che hanno mutato radicalmente il mondo del lavoro a causa

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Allegato 2 Rilevazioni dei dati quantitativi relativi alle leggi per il rapporto sullo stato della legislazione della Camera dei Deputati 2000-2003

Allegato 2 Rilevazioni dei dati quantitativi relativi alle leggi per il rapporto sullo stato della legislazione della Camera dei Deputati 2000-2003 Allegato 2 Rilevazioni dei dati quantitativi relativi alle leggi per il rapporto sullo stato della legislazione della Camera dei Deputati 2000-2003 progr. Anno legge Titolo della legge articoli commi

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Focus regionale sulla depurazione:

Focus regionale sulla depurazione: Goletta Verde presenta i risultati del monitoraggio in Puglia Cariche batteriche elevate per 9 campionamenti su 30. Criticità alle foci di fiumi, torrenti e scarichi Focus regionale sulla depurazione:

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1 1 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria 2 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria Il Consiglio regionale ha approvato la seguente legge: Art. 1 (Integrazione del comma 40 dell articolo 3 della

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 martedì, 17 gennaio, 2012 http://www.lombardiasociale.it/2012/01/17/disegnato-il-percorso-di-riforma-delladi-per-il-2012/ L'analisi del Contesto E

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto COORDINAMENTO Regione VENETO LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto 1 1) CONTESTO ISTITUZIONALE, RIFORME E ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA La governabilità del sistema Paese, la sua

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Adesso una Italia nuova. Si può fare. www.partitodemocratico.it

Adesso una Italia nuova. Si può fare. www.partitodemocratico.it L ITALIA NEL MONDO CHE CAMBIA 1. L Italia del PD sceglie il multilateralismo: per le missioni internazionali di pace, contro il riarmo convenzionale e nucleare; per i diritti umani, contro il riscaldamento

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

L.R. 13 Agosto 2011, n. 12 Disposizioni collegate alla legge di assestamento del bilancio 2011-2013

L.R. 13 Agosto 2011, n. 12 Disposizioni collegate alla legge di assestamento del bilancio 2011-2013 L.R. 13 Agosto 2011, n. 12 Disposizioni collegate alla legge di assestamento del bilancio 2011-2013 SOMMARIO Art. 1, comma 1 Modifiche all articolo 13 della legge regionale 14 luglio 2008, n. 10 (Disposizioni

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, l 8 luglio 2015, ha approvato, con modificazioni, il seguente disegno di legge, già approvato dalla Camera dei deputati in un testo risultante

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2014 A cura di Leonardo Pascarella Aggiornamento DICEMBRE 2014 Responsabile:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t LEGGE REGIONALE 20 MAGGIO 2014, N. 26 Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contrastare l abbandono e il consumo dei suoli agricoli 2 LEGGE REGIONALE Disposizioni per favorire

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli