La Borsa e la crescita del Paese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Borsa e la crescita del Paese"

Transcript

1 Massimo Capuano 63 La Borsa e la crescita del Paese Massimo Capuano Buongiorno, grazie per questo invito, grazie al Presidente Vietri per avermi invitato in questa occasione a parlare di Borsa. Intanto, e non per cercare di diminuire le mie responsabilità, nel momento in cui dice che sono l incarnazione della Borsa, non vorrei che prendeste l indicazione troppo sul serio; e quando vedete poi che la borsa scende o qualche investimento è andato male, mi riconosciate come colui che sta facendo andare male l investimento, e l indice di borsa. Non è così. Ora cercherò di darvi anche un indicazione di ciò che realmente penso che la Borsa sia e che, soprattutto nel nostro Paese, debba essere. Credo che sia un iniziativa veramente molto meritevole, anche per riuscire a trasmettere alcuni valori del nostro Paese anche e soprattutto partendo da una base come la vostra, dai primi passi di un training fatto in maniera molto aderente a quello che è la vita reale. Io ho preparato una breve presentazione che scorre nelle slide che vedete alla mia destra, ma siccome sono molto testuali mi diceva il dott. Vietri che la presentazione può essere messa a vostra disposizione. Andrò quindi a braccio aiutandomi con dei grafici. Per prima cosa vorrei presentare la borsa, perché la borsa non è più un luogo fisico con persone urlanti che scambiano domande, offerte, prezzi; ormai quella borsa non esiste più. Esiste soltanto in pochissime città, e una di queste, sembrerà strano a dirlo, è la capitale della finanza al mondo, la Borsa di New York. Alla Borsa Italiana, come in tutte le altre borse europee, non c è più una borsa fisica, quindi noi oggi gestiamo la borsa attraverso il computer, non c è più un luogo fi-

2 64 Conoscere la borsa sico, ma c è una borsa virtuale, i titoli si possono scambiare, comprare e vendere come ben sapete, perché lo fate anche voi in tutto il mondo attraverso i computer. Volevo presentare la Borsa. Oggi la Borsa è una società, un gruppo per meglio dire, perché raccoglie altre società. Nell ottobre del 2007 abbiamo perfezionato un accordo con la Borsa di Londra per cui oggi formiamo un unico gruppo, in cui però la Borsa Italiana (o Gruppo Borsa Italiana) mantiene la propria identità, mantiene le proprie prerogative come quelle di essere, anche per legge, l ente, ovvero l istituzione predisposta all ammissione di quotazioni e alla sorveglianza del mercato. Siamo all interno di questo gruppo, abbiamo ovviamente una serie di attività in comune tra le quali quella di attirare capitali e investimenti per le imprese italiane. La Borsa non è soltanto mercato azionario, gestiamo altri mercati: il mercato dei derivati, il mercato obbligazionario, il mercato dei derivati sull energia elettrica. È un gruppo, per darvi un indicazione, che fattura più o meno 700 milioni di sterline, con più o meno un primo margine che è intorno ai 300 milioni ed è un gruppo quotato alla Borsa di Londra. La Borsa non è soltanto un luogo fisico, non è più un mercato di scambi ma è anche un impresa quotata. Oggi però parliamo della Borsa nel suo concetto vero, istituzionale ma non solo. La Borsa io la vedo prima di tutto come un motore che deve servire l industria, deve servire l impresa, deve servire l impresa per crescere e svilupparsi e poi è anche finanza. La finanza la possiamo vedere come il lubrificante per questo motore: è necessario, indispensabile altrimenti il motore grippa, però è qualche cosa che si aggiunge all elemento portante che deve essere il motore. Questa è la vera ragione d essere di una Borsa, far sì che l impresa possa trovare capitali di rischio per finanziare la propria crescita e il proprio sviluppo. Questo capitale di rischio viene messo a disposizione appunto dalla finanza. Nella prima parte

3 Massimo Capuano 65 della mia presentazione, volevo quindi inquadrare la Borsa e il finanziamento della crescita. Ecco, considerate che nel nostro Paese, parlando dell Italia, al contrario che in tanti altri paesi europei, la Borsa è sempre stata per certi aspetti un po vista marginalmente rispetto al concetto di crescita e sviluppo dell impresa. Per prima cosa l impresa italiana, storicamente, ha sempre visto l imprenditore come primo motore di sviluppo; l impresa italiana familiare cresceva ed è cresciuta con un forte autofinanziamento attraverso le banche; soltanto in tempi più recenti la Borsa ha iniziato a essere utilizzata come motore dell impresa. Allora, come possiamo inquadrare un cammino virtuoso per un impresa? L impresa non nasce grande di per sé. L impresa nasce da un idea, un mercato di riferimento, nasce poi ovviamente dalla passione e dal lavoro dell imprenditore e di tutti coloro che lavorano in quella impresa, ma ha bisogno di capitali. Ora, in un cammino virtuoso ci sono vari stadi nei quali l impresa ha bisogno di capitali: c è un capitale iniziale che serve proprio per i primi passi, c è un capitale che serve a stabilizzare l impresa nella sua attività giornaliera (il circolante serve anche a questo), poi c è un capitale per lo sviluppo quando l azienda raggiunge un certo grado, (c è forse una slide che fa vedere come l impresa ha bisogno di diversi tipi di capitale per crescere). La Borsa fornisce un certo tipo di capitale, che direi indispensabile a una determinata impresa per poter crescere. Qual è il momento in cui un impresa idealmente ha bisogno della Borsa per aprire il proprio capitale? Quando è di fronte a uno sviluppo importante, e ciò vale anche ovviamente per un azienda piccola dove ci sono capitali che possono sembrare limitati però importanti: deve ricorrere a una patrimonializzazione, deve ricorrere ai capitali di rischio. Perchè ricorre al capitale di rischio e non utilizza le altre fonti che abbiamo detto prima, la fonte di autofinanziamento piuttosto che quella di un indebitamen-

4 66 Conoscere la borsa to bancario? Perché l autofinanziamento ha certi limiti: sia per famiglie molto facoltose, perché ovviamente avrebbero un esposizione al rischio impegnativa, sia per le banche che ovviamente prestano soldi che poi devono rientrare. Due sono gli elementi che condizionano lo sviluppo di un impresa: il primo è l elemento tempo e l altro l elemento costo. L elemento tempo perché in ogni caso i tempi della finanza molte volte sono distanti o sono diversi dai tempi dell industria; i tempi della finanza sono dettati da elementi quali il fatto che a fronte di un credito si debba avere una raccolta fondi, che ha tempi completamente diversi da quelli di uno sviluppo di un progetto industriale, e ci sono inoltre dei costi del mercato monetario e non del mercato dei capitali. Abbiamo due mondi che non si confrontano. Quindi in quel momento serve proprio il capitale di rischio, che serve a fare un azienda più robusta per poter poi affrontare un progetto importante. Ecco che a quel punto può servire effettivamente l apertura del proprio capitale. Qual è la maniera migliore per raccogliere questo capitale? Oggi la maniera migliore per raccogliere questo capitale è proprio quello di cercare, di trovare un sistema per far sì che questo capitale sia il meno costoso possibile. Se mi dovessi rivolgere a una sola fonte per questo finanziamento, ovviamente mi troverei in una situazione un po critica, perché il prezzo lo farebbe lui che sa che ho bisogno, mette a disposizione la sua liquidità e a quel punto il prezzo lo fa lui. La cosa migliore è andare in Borsa, come si suol dire, aprire il proprio capitale e cercare, per raccogliere questo capitale, di trovare il prezzo migliore. Oggi, sia nell ambito dell Euro, sia nell ambito dell Unione Europea, sia nell ambito della finanza ancora più globale, c è la possibilità, effettivamente, di raccogliere il capitale al più basso costo possibile. Ed è proprio quello che fa un imprenditore che apre il proprio capitale alla Borsa. Ripeto, nel nostro paese per molto tempo ci siamo trovati

5 Massimo Capuano 67 in una situazione in cui le imprese avevano difficoltà o timore, qualche volta, ad aprire il proprio capitale di rischio e si sono rivolte alla banca. La banca fornisce capitali sotto un altra forma. Questo vuol dire che nel momento in cui io sono, per esempio, all interno di un progetto di sviluppo, che ha ovviamente un certo grado di rischio, se ho capitale di rischio posso anche non remunerarlo, i dividenti li continuo a tenere in azienda in attesa che quel progetto con una portata biennale o triennale inizi a portare profitti. Invece, con un prestito o un accredito che ho preso da una banca, non c è niente da fare: ogni tre o sei mesi o ogni anno devo pagare gli interessi, sia che il progetto sia andato a buon fine, sia che il progetto non sia andato a buon fine. Quindi ci troviamo veramente con due mondi, che hanno delle risposte diverse rispetto al progetto che io come imprenditore ho in mente. Alcuni elementi che fanno sì che la Borsa possa effettivamente essere al centro di un meccanismo che crea valore, che sostiene lo sviluppo. Tante imprese hanno bisogno di questi capitali, e andando in Borsa creano un fabbisogno di capitali, ci saranno altrettanti investitori nazionali e internazionali che di questi capitali cercano una fonte d investimento, per avere una remunerazione. Questo è il meccanismo più virtuoso. In Borsa, ovviamente, ci si va per tanti altri motivi, questo è il motivo più classico e virtuoso, è il motore dello sviluppo. Però se noi pensiamo a un sistema industriale italiano, fatto di tantissime piccole e medie imprese, la stragrande maggioranza a carattere familiare, il famoso made in Italy, il modello del distretto è formato e basato su questa caratteristica del sistema produttivo italiano. Ecco, tutto questo sistema di piccole e medie imprese, gioco forza prima o dopo si trova davanti a due grandi bivi. Il primo bivio è appunto un modello di crescita, che viene ad essere sempre di più sfidante, nel momento in cui la piccola e media impresa si trova a confronto con una competizio-

6 68 Conoscere la borsa ne globale, quindi deve a sua volta cercare un modello di crescita. Come fa a crescere una piccola o media impresa? Ripeto: il modello di sviluppo che prima citavo, cresce non soltanto per vie interne, ma anche per linee esterne attraverso aggregazioni, acquisizioni anche di altre piccole e medie imprese. Questo è un modello che in Italia non ha quasi mai funzionato. L Italia continua ad essere un paese che industrialmente è basato molto sulla piccola media impresa in tanti settori e ne vediamo tanti frammentati. È un vantaggio o uno svantaggio? È difficile dirlo. Nel senso che sicuramente un paese come il nostro non può per la sua collocazione, ormai stabile tra i primi otto paesi al mondo, non avere anche una grande impresa, azienda in senso lato. Ma dall altra parte il fatto di avere una base di piccole e medie imprese dà effettivamente al nostro sistema produttivo una flessibilità e capacità di adattamento, che in un momento di crisi come questo ci salvaguarda da altre situazioni drammatiche. Pensate alla Germania, paese di grandi imprese: nel momento in cui deve ristrutturare una grande impresa, deve fare fuori migliaia di dipendenti e operai, perché deve ristrutturare la grande azienda. La piccola e la media impresa ha dei meccanismi di flessibilità che sono in questo momento decisamente superiori. Però, dall altra parte, come dicevo, questo è il primo bivio: la crescita. Come cresco? Se cresco troppo aprendo il capitale, come dicono gli imprenditori, mi diluisco, e invece di possedere al 100% la mia impresa e fare ciò che voglio come se fossi nella mia famiglia, a quel punto la mia partecipazione all impresa scenderà, sarà al 70, al 60%. Io devo dirvi, sulla scorta dell esperienza personale di dieci anni in Borsa, che questo è uno degli argomenti di discussione con gli imprenditori italiani che più frequentemente tocchiamo. Per un imprenditore italiano scendere al 99% già è un trauma. Quando io dico che un azienda si riesce tranquillamente a controllare e gestire con il 51%, di-

7 Massimo Capuano 69 cono che questo non è possibile. Trovarsi intorno al tavolo del consiglio di amministrazione con degli estranei è veramente un primo shock, il massimo concepibile è avere come estranei il commercialista, l avvocato di fiducia, gli altri sono tutti familiari. Andare in Borsa, invece, vuol dire mettere attorno a questo tavolo degli altri personaggi che sono consiglieri di amministrazione anche dipendenti; allora la mia interlocuzione con loro serve a far capire che si possono anche avere delle ricchezze e dei valori avendo intorno al tavolo delle persone diverse dalla famiglia, che magari portano idee nuove e esperienze nuove e che questo arricchisce anche l impresa. Questo è veramente un gap culturale che c è, per esempio, rispetto all Inghilterra, alla Francia, alla Germania dove il numero delle piccole e medie imprese quotate è in alcuni casi da tre a quattro volte superiore. Questo è il secondo bivio. Secondo bivio che però si inserisce anche in un contesto generazionale. Perché l impresa familiare quando cresce, cresce con l imprenditore. Poi però c è un ciclo di vita che per l imprenditore a un certo punto termina, e c è il passaggio generazionale da gestire. In alcuni casi questo passaggio generazionale si rivela facile, perché madre natura, la genetica, il DNA, ha trasmesso quell imprinting imprenditoriale dal padre, al figlio o alla figlia, quindi c è una prosecuzione. Qualche altra volta non è detto che i figli vogliano fare esattamente le cose che i padri hanno fatto per tutta la vita, oppure ci sono figli che sono portati a fare altri mestieri. In questo caso, il valore azienda, e ripeto che è un valore per il Paese perché intorno all azienda ci sono gli impiegati, i collaboratori, i fornitori, i clienti, potrebbe ad un certo punto terminare. Cosa è successo molte volte in Italia? Questo piccolo o medio imprenditore, non avendo un passaggio da poter fare, da poter gestire, ha venduto. Ed ecco la storia di tante imprese familiari che sono state acquistate da società estere, perchè ci sono poi anche ov-

8 70 Conoscere la borsa viamente concorrenti internazionali che entrano. Perché ho parlato del passaggio generazionale con la Borsa? Perché è anche uno degli strumenti per gestire meglio il passaggio generazionale. Ci sono famiglie che alla terza generazione non hanno più solo l imprenditore che lavora, ma ci sono magari cinque, sei, dieci persone che insistono su quella azienda. Alcuni sono capaci, altri meno, vogliono uscire, ci sono tensioni per recuperare il capitale: la quotazione in Borsa è uno dei modi con cui si gestisce quella che viene chiamata l Exit, l uscita. La Borsa sicuramente serve per lo sviluppo, la crescita, serve soprattutto in un sistema di piccola e media impresa familiare, come quello italiano, anche per poter gestire un passaggio generazionale in questi termini. Il capitale che si raccoglie in Borsa ha ovviamente un costo, come dicevo prima, ha un costo che viene ad essere ottimizzato proprio per questa capacità che ha la Borsa di raccogliere investitori da tutto il mondo. Nel momento in cui c è il primo giorno di quotazione di una società, tutti gli investitori del mondo sostanzialmente contribuiscono a formare un prezzo per quel capitale raccolto. Se crediamo al meccanismo di mercato, cioè che il prezzo ottimale si formi incrociando domanda e offerta, ecco il prezzo ottimale al quale quell imprenditore può raccogliere il capitale. Questo è il meccanismo più virtuoso che possa servire ad un impresa per finanziare la propria crescita e il proprio sviluppo, questo è quello che dovrebbe essere realmente il ruolo della Borsa. Oggi voi mi potete dire che, a fronte di questo bellissimo discorso teorico che vi ho fatto, quello che si continua a vedere sono i titoli che crollano, gli investimenti, sia quelli fatti da privati, cioè dal risparmiatore individuale, sia quelli fatti da grandi fondi individuali istituzionali, fondi pensioni, che stanno tutti scendendo, quindi c è una distruzione di valore e non una creazione di valore. È verissimo e non ci possiamo fare nulla dal punto di vista di Borsa. Però, in un

9 Massimo Capuano 71 momento come questo, vi invito a considerare un aspetto che non è evidenziato tantissimo anche nelle discussioni di questi giorni, ed è il fatto che la Borsa (questo è un altro dei compiti istituzionali della Borsa) è stata in tutto questo periodo una fonte di liquidità a livello mondiale di estremo valore. Pensate cosa sarebbe successo se chiunque di voi avesse investito in un fondo, o anche avesse avuto necessità, dopo aver alimentato il proprio fondo pensione, di dover rientrare da questa liquidità. Andava in banca dal promotore finanziario, e chiedeva di riscattare la quota. Se non ci fosse stata per l investitore istituzionale la possibilità di smobilizzare andando in Borsa, trovando la liquidità, per ridarla al risparmiatore, il mondo sarebbe passato attraverso una crisi epocale. Se ricordate, quello è il momento in cui tutti dicevano al mondo che c era una crisi di liquidità. Neanche le banche tra di loro si prestano soldi, che è il massimo della sfiducia mondiale a cui si possa fare riferimento. Le Borse per tutto questo tempo hanno fornito liquidità a tutto il mondo. Chiunque di noi avesse avuto bisogno di soldi o fatto un investimento azionario o obbligazionario si rivolgeva al proprio intermediario, e costui andando in Borsa trovava immediatamente liquidità. Nel mondo in quel momento non c era nessun altro che dava liquidità, quindi non si riusciva a mettere in moto il meccanismo, tranne le banche centrali. Le banche centrali non prestano soldi a noi, le banche centrali prestano soltanto soldi alle banche, quindi ci sarebbe stato soltanto un grande blocco. Questa è un altra funzione forse non tanto sottolineata, però in questo momento di crisi tutte le Borse al mondo hanno svolto questo compito importante. Io passerei ora al secondo punto che riguarda l opportunità per il sistema Paese; ci sono alcune slide che, in un certo senso, cercano di dimostrare, anche con alcuni esempi numerici, come una società quotata fa crescere il benessere generale.

10 72 Conoscere la borsa Voi dovete ancora una volta fare un esercizio, anche se capisco che può essere un po difficile in questi giorni: vedere la borsa e il modello di sviluppo del mercato azionario della borsa esulandolo da quello che è il momento attuale. Cerchiamo di vederlo in un arco temporale proiettato, piuttosto che nel 2010, più avanti. Il nostro sistema paese ha espresso finora circa 350 società quotate, che è un numero limitatissimo, rispetto alla Francia che ne ha circa 1200, quasi quattro volte tanto, alla Germania che ne ha 900, quasi tre volte tanto, la Spagna che ne ha 400 ne abbiamo anche meno della Grecia, forse un poco di più della Svizzera, però se fate i confronti fra l economia italiana e quella greca c è qualche differenza. Ci troviamo veramente di fronte a un gap di società quotate, e voi potreste dire: questo è un problema tuo, sei tu che gestisci la Borsa. Questo cosa comporta? Per le cose che dicevo prima, e per altre che cercherò velocemente di approfondire, è anche un problema per il sistema paese. Per quale motivo? Un impresa che si quota, inizia ad avere un comportamento, se vogliamo, un po più virtuoso, da un punto di vista di sviluppo. L azienda che si quota, come dicevo prima, ha un progetto di sviluppo, vuole crescere, raccoglie capitali, già di per sé questo vuol dire che c è una spinta a fare sviluppo. Sviluppare vuol dire creare condizioni economiche più favorevoli, vuol dire assunzioni, vuol dire tutte una serie di cose che fanno sì che questo sviluppo abbia effettivamente un seguito. Da una ricerca che abbiamo fatto tra le aziende quotate, dopo un certo numero di anni, abbiamo potuto constatare che alcune società, una volta quotate, hanno rispettato l impegno, sono quindi cresciute e hanno diminuito la loro esposizione bancaria, sostanzialmente meno debiti e più capitale di rischio, cioè si sono patrimonializzate, sono diventate più robuste, con una struttura organizzata per poter

11 Massimo Capuano 73 raggiungere un certo obiettivo. Le aziende più patrimonializzate hanno fatto più crescita. Ma è successa un altra cosa interessante: mentre nel primo periodo sostanzialmente il loro indebitamento si è molto ridotto, poi è ripreso. Quindi anche il fattore competizione che talvolta si dice esserci tra banca e borsa, non è vero, perché è ovvio che anche per le banche questo è un vantaggio, perché si ritrovano di fronte un cliente che prima era piccolo, poco sofisticato, che chiedeva soltanto una linea di credito, ed ora è un cliente con altre esigenze, e sono esigenze che la banca soddisfa continuando anche a dare un certo tipo di prodotti per un impresa che è cresciuta. C è un altro elemento importante che è cresciuto di valore. L impresa che si quota ha un altro fattore benefico, che, quindi, migliora anche la struttura paese nel suo complesso. Per quotarsi un impresa ha bisogno di essere organizzata per il mercato, e organizzata per il mercato vuol dire che è un azienda che si è dotata di una struttura organizzativa, di un sistema di controllo di gestione, di sistemi di analisi, gestione e controllo del rischio, perché chi dà soldi a un impresa richiede almeno che questa impresa sia ben organizzata e che sia trasparente. Questo vuol dire che un impresa prima di quotarsi fa una sorta di check-up, e si organizza. L impresa familiare ha tanti meriti, ma certamente non si mette a fare delle organizzazioni troppo sofisticate, sistemi di controllo di gestione; l imprenditore dice: io la mia azienda la conosco come le mie tasche, non ho bisogno di queste cose. Riesco a capire a feeling dove stanno i principali punti critici. Questo invece rende un azienda più organizzata, ed è un valore, perché, ripeto, l imprenditore ha un bene importante, e però è anche un bene che si deve perpetuare: deve essere anche un bene che funziona in un certo territorio di riferimento perché è lì che crea benessere per impiegati, fornitori, imprenditori, eccetera.

12 74 Conoscere la borsa C è un terzo elemento favorevole, (e non lo dico perché c è qui presente il rappresentante della Guardia di Finanza), ma un azienda che si quota, diventando più trasparente, ha molto, molto meno, la possibilità di fare il nero. Quindi il nero diventa a quel punto per tutte le aziende quotate, qualche cosa che non c è più: c è l emersione, e questo è anche un vantaggio come sistema paese in generale. Questo, ripeto, è un elemento che rende un impresa quotata effettivamente parte di quel meccanismo di creazione di benessere, come dico io, collettivo. Queste, diciamo, sono le opportunità del sistema paese viste dal lato impresa. Passerei velocemente al terzo punto, mi soffermerei su questa slide, giusto per concludere con alcuni elementi. Noi abbiamo visto la Borsa come motore di creazione di benessere per il sistema, ovviamente partendo dall impresa e, come dicevo prima, per me la borsa è prima impresa e poi finanza. Alla creazione di benessere però, devono contribuire anche tutti gli altri partecipanti di questo circolo che, per essere un circolo virtuoso, ha bisogno che tutti gli altri partecipanti contribuiscano nella stessa maniera o almeno spingano nella stessa direzione. Il meccanismo del mercato è fatto ovviamente dall impresa che mette il prodotto, ma devono esserci anche gli investitori, gli intermediari, e le istituzioni. Perché è importante nel nostro paese il ruolo delle istituzioni? Per ciò che dicevo prima. Partiamo dalle 350 società quotate. In Italia, nel nostro paese, noi facciamo delle operazioni o analisi, come si dice, di marketing periodiche abbastanza mirate, e abbiamo individuato un bacino di potenziali società quotate proprio grazie alla ricchezza delle piccole medie imprese, che si aggira sulle Ovviamente questo è uno screening fatto non certo partendo dai famosi quattro milioni di IVA, ma in maniera molto più ristretta, selezionando quelle imprese che hanno certe dimensioni, un fatturato su-

13 Massimo Capuano 75 periore ai 25 milioni, e che hanno avuto negli ultimi tre anni un margine operativo lordo positivo. Quindi, se ci pensate, sono 2000 imprese, piccole e medie, robuste, in salute. Perché dovrebbero preoccuparsi di andare in Borsa? Perché lo Stato dovrebbe preoccuparsi di questa situazione? Una parte dei motivi l ho detta anche prima: per esempio per dare una struttura più trasparente a un certo settore economico; però c è un altro motivo più importante che vorrei condividere con voi, che coinvolge un po tutti questi attori. Pensiamo a una situazione normale, e non a una situazione di crisi uguale a quella attuale, altrimenti ne siamo troppo condizionati. In questo momento anche se vado presso gli imprenditori a dire: dovete lavorare per un traguardo, quello della quotazione, che non è domani, ma magari è dopodomani, per prepararsi ad andare in borsa serve tempo, per organizzarsi, per avere i sistemi di controllo, la trasparenza eccetera. Ma pensiamo ad una situazione più normale; pensiamo a una media impresa italiana che si trova di fronte ai problemi di cui dicevamo prima, la crescita, lo sviluppo, eccetera. Oggi, mediamente, un impresa che ha un bel progetto sicuro ricorre all autofinanziamento, ma ci sono dei limiti. Anche l imprenditore familiare, nonostante abbia sempre contribuito in maniera sostanziale alla crescita della propria impresa, se volesse fare un acquisizione importante non avrebbe neanche in molti casi una capacità interna. Oggi, quello che succede normalmente, è rivolgersi alle banche. La banca cosa fa? Nella generalità dei casi apre una linea di credito, quindi sostanzialmente dà vita al problema di cui si diceva prima. In molte altre situazioni l impresa italiana non cresce, resta sostanzialmente questo ci dicono le statistiche, poco patrimonializzata e molto indebitata. L indebitamento produce un effetto ovviamente negativo sul proprio conto economico per cui crescono gli interessi, anche se in Italia c è una disparità tra il costo del debito e il costo dell equity

14 76 Conoscere la borsa capital. Il costo del debito è appunto un costo, quindi gli interessi vengono tolti poi dal conto finale, mentre il costo del capitale no, quello e i dividendi seguono una certa tassazione. Cosa significa avere un azienda così indebitata? Vuol dire per esempio, che i nostri fondi, gli investitori, che obbligatoriamente devono investire in titoli che siano quotati in borsa, per i motivi che in parte dicevo prima, se c è una forte ondata di riscatti come c è stata nei mesi precedenti, se non avessero investito per una quota parte in borsa non soltanto in azionario ma anche obbligazionario, non avrebbero trovato liquidità su nessun altro mercato. Il mondo da questo punto di vista si sarebbe fermato. Dicevo, i fondi che raccolgono, i fondi pensione, che sono appena partiti in Italia, devono investire in mercati regolamentati. Obbligazioni: se vogliono investire in obbligazioni corporate delle aziende, non trovano in Italia un numero sufficiente di prodotti, perché il bacino su cui investire è limitato, quindi non possono concentrare troppo in Italia perché c è anche una posizione di rischio che devono gestire e si rivolgono all estero. Allora investono in Germania, Francia, Inghilterra. Non vi ho parlato dell Inghilterra: a Londra abbiamo 3300 società quotate, è la più grande Borsa a livello europeo, se mettiamo i 300 italiani siamo intorno a 3500/3600, però investono in tutti questi mercati, dove c è molta più scelta e molta più diversificazione di rischio di settore industriale. Uno dice: bene, anche noi come investitori partecipiamo a questa gestione di investimenti, però la realtà vera è che queste società sulle quali noi investiamo come risparmiatori, come lavoratori, attraverso il meccanismo dei fondi pensione, sono delle società che stanno all estero, sono quotate, hanno una robustezza patrimoniale superiore a quella delle nostre piccole e medie imprese, crescono, crescono in settori nei quali magari le stesse imprese italiane, gli stessi lavoratori che lavorano in quelle piccole medie imprese, si trovano a

15 Massimo Capuano 77 concorrere sul mercato. Qualche volta questo succede, io lo dico in maniera paradossale, ma se ci pensate è proprio così che può succedere, cioè che io come lavoratore ho preso una parte del mio TFR e l ho data a un fondo pensione; questo fondo pensione non investe sulla mia azienda perché non è quotata, va ad investire sull azienda tedesca che mi è concorrente, questa azienda tedesca mia concorrente con i soldi che gli ho dato io fa un acquisizione, cresce, magari mette fuori mercato me. Quindi con i miei soldi ho partecipato a questa concorrenza assurda contro me stesso e magari perdo il posto di lavoro perché quella azienda mi ha messo fuori mercato. Ecco perché dico che questo circolo deve diventare virtuoso con la collaborazione di tutti, e questo deve essere anche un obiettivo dello Stato, delle istituzioni, che dicono: apriamo il capitale perché salvaguardiamo, per i motivi che dicevo prima, i passaggi generazionali allo sviluppo, un asset, un valore importante del nostro sistema paese, le piccole medie imprese (io oggi non ho citato le grandi imprese che si difendono benissimo da sole) che rendono anche possibile la creazione di questo meccanismo virtuoso, per cui siamo noi stessi con la parte del nostro risparmio, a contribuire a questo circolo virtuoso per patrimonializzare le nostre imprese e permettere di affrontare i mercati globali, la concorrenza, la crescita e così via. C è un ultima slide, credo che sia l ultimissima, e questa l ho utilizzata più volte in Confindustria o in qualche altro incontro: è un grafico fatto a barre che, sostanzialmente, mostra come il pil italiano aumenterebbe di quasi due punti se si quotassero le imprese, che oggi ne hanno la capacità. È un meccanismo virtuoso, perchè un azienda che si quota cresce più delle altre, crea ricchezza e valore. Questo è il motivo per cui quel famoso circolo deve diventare virtuoso, in un orizzonte temporale sicuramente di medio o lungo periodo, perché è importante che nel nostro paese il sistema

16 78 Conoscere la borsa Borsa venga considerato oggi come un elemento importante e fondamentale per lo sviluppo economico e finanziario del paese, non soltanto come un meccanismo rivolto o destinato a pochi, a coloro che hanno delle grandissime capacità. Non è così, e una mentalità che deve cambiare. Plaudo molto a questa iniziativa che porta soprattutto in una città del sud un messaggio di questo tipo, partendo da un età che è importante per il vostro sviluppo. Sono anche contento che venga fatta in una città di grande tradizione storica come Salerno, e io come uomo del sud non posso far altro che invidiare questa iniziativa fatta qui, ma ancora non in Sicilia. Ma non è mai troppo tardi. Concludo dicendo un ultima cosa: non guardate i momenti attuali. Anzi sì, guardiamoli, visto che siamo tutti preoccupati, però posso dire una cosa per stemperare la preoccupazione: passerà, non so dirvi esattamente quando, però passerà. La Borsa Italiana ha 200 anni, li abbiamo festeggiati l anno scorso con il Presidente Napolitano, è stata fondata nel 1808, e da 200 anni ne ha viste di tutti i colori, compreso il Risorgimento piuttosto che le guerre mondiali. Però è ancora lì, è costruita per creare realmente le condizioni per la crescita e lo sviluppo. L invito che faccio a tutti voi per quando affronterete il mondo del lavoro, è: utilizziamola bene questa Borsa. Giovani Vietri Grazie, grazie Ingegnere per questa lezione. Voi avrete oggi capito sicuramente la funzione vera della Borsa, non soltanto quella che vi viene trasmessa dai meccanismi di comunicazione. Paradossalmente la finanza per la Borsa è come un risvolto, un derivato, non è un elemento centrale, l elemento centrale è quello di accompagnare la crescita delle imprese e quindi del tessuto economico. A questo punto passiamo alle solite domande, che sono quelle che, sostanzialmente, rendono vivo anche il dibattito.

17 Massimo Capuano 79 Per cui io direi di fare come l altra volta, ne raccogliamo qualcuna insieme e poi diamo la possibilità all ingegnere Capuano di rispondere.

18 80 Conoscere la borsa Domande da parte degli studenti D.: Buongiorno, sono una studentessa dell I.T.C. di Agropoli. Presidente Capuano prima che io ponga la domanda, mi dia l opportunità di ringraziare a nome di tutta la mia scuola, il presidente Giovanni Vietri, che ci ha regalato in queste giornate una grande opportunità. Ha contribuito a farci conoscere il mondo della finanza, ben al di là di quello che prevedono i programmi ministeriali. Tornando alla domanda, dobbiamo premettere che siamo rimasti alquanto perplessi nell ascoltare il presidente Abete e il Presidente Mussari che, rispondendo alle nostre domande hanno dichiarato che la banca è un impresa, pertanto il suo fine è il profitto, senza alcun minimo accenno alla sua funzione sociale, pure in presenza delle recenti scelte politiche che, uniformi in tutto il mondo, hanno praticamente scaricato le pratiche degli istituti bancari sulle spalle dei contribuenti. Ancora, premesso che il capitale finanziario multinazionale piuttosto che negli investimenti e nel commercio, viene impiegato nelle speculazioni sui mercati azionari al punto di avere l impressione che tutti i paesi sono diventati colonie alla mercé dei movimenti di capitale internazionali e che non ha più importanza chi detiene il potere politico tanto non solo più loro a decidere le cose da fare, le chiediamo, Presidente Capuano, qual è la sua idea per riportare il governo degli uomini alle note forme di democrazia? Grazie. D.: Buongiorno, sono la studentessa Luciano Antonietta dell I.T.C. Matteo Della Corte. A proposito della grave crisi finanziaria, i provvedimenti approvati dai governi e dalle principali istituzioni finanziarie, come BCE, FMI eccetera, sono improntati a forme di interventi molto invasivi delle regole di funzionamento del libero mercato; si pensa alla sospensione delle vendite, alla scoper-

19 Massimo Capuano 81 ta dei titoli azionari, alla paventata chiusura delle borse nei momenti di maggiore crisi, alla nazionalizzazione di banche, assicurazioni, eccetera. Signor Presidente, secondo lei, non le sembra troppo schizofrenico, sopratutto poco efficace, passare da un eccessivo liberismo a un eccessivo interventismo? Cosa ne pensa? D.: Buongiorno, sono uno studente dell I.T.C. Antonio Genovesi. Vorrei fare una domanda inerente a uno studio di due docenti della Bocconi. Grazie a questo studio, si è rilevato che più del 50% degli italiani non conoscono la differenza tra azioni e obbligazioni. Detto questo, lei è d accordo sul diffondere una vera e propria, possiamo dire, educazione finanziaria? D.: Buongiorno, sono Gabriella De Maio, insegnante di economia aziendale dell I.T.C. di Salerno. Volevo fare una domanda, come dire, di respiro un pochino più etico. Adam Smith nella Ricchezza delle nazioni auspica un controllo molto rigoroso dei tassi di interesse, per evitare la fuga di capitali che potrebbero essere impiegati nell economia reale. Di recente, proprio questo concetto è stato ripreso da Jean Paul Fitoussi il quale ha parlato di un deprezzamento del futuro, che, ovviamente, in qualità di docente, di persona della vecchia generazione, pone proprio in contrasto il benessere della generazione attuale con il benessere delle generazioni future. Lei che rappresenta il massimo organo, diciamo, della finanza italiana, cosa ne pensa? R.: Io lo avevo detto già al Presidente Vietri che temevo le domande perchè avevo già la pubblicazione, e le domande erano abbastanza toste, quindi spero di essere preparato. Al primo punto, banca, impresa, e il capitale in speculazione. È indubbio che la maggior parte delle banche, oggi, sono

20 82 Conoscere la borsa delle aziende quotate e hanno dei doveri nei confronti dei propri azionisti. A questo si riferivano sicuramente i Presidenti Abete e Mussari nel dire che le banche devono rappresentare gli interessi dei propri azionisti. È una risposta assolutamente lecita da questo punto di vista. C è però un punto da sottolineare, parlando di questo tipo di banche, e questo vale anche per le altre domande tutto dipende da quanto si esageri rispetto a ciò che è una natura lecita di una banca. Da quello a cui abbiamo assistito in questi anni, perché non è una questione di pochi mesi, ma di anni, ci sono gli storici dell economia che mettono il momento di partenza di tutto ciò affibbiando una grande responsabilità a Grisman e a Reagan. Tutto quello che è successo in questi ultimi anni è veramente frutto di un eccesso portato agli estremi livelli. Ci sono dei casi in cui, ovviamente, abbiamo avuto delle truffe, abbiamo avuto errori da parte dei controllori, ci sono stati dei casi in cui c è stata ignoranza, ci sono stati casi in cui non si è reagito per tempo, per mancanza di attenzione. Però in tante altre situazioni si potevano creare delle possibilità. Vi faccio l esempio dei mutui subprime, che, costruiti in una certa maniera, avrebbero avuto effettivamente come vantaggio di allargare a un certo tipo di consumatori, i risparmiatori, l acquisto di un bene immobile, e sono stati poi portati su un area completamente sbagliata dagli eccessi. In questo c è una responsabilità, se vogliamo in senso generale, del sistema finanziario, del sistema delle banche, che sono andati dietro a una situazione nella quale l eccesso, l eccesso di rischio che prendevano, non era controllato. Allora, anche il concetto di speculazione a cui lei faceva prima riferimento è un concetto che oggi noi vediamo come il concetto dei derivati, come sinonimo del diavolo, dell inferno mentre, se lo vediamo in un contesto regolamentato e normale, gli speculatori, come si vuol dire in un mercato azionario, sono quelli

MASSIMO CAPUANO. Amministratore Delegato della Borsa Italiana. tarda. Cercherò di essere sintetico e di riuscire in questi pochi minuti a

MASSIMO CAPUANO. Amministratore Delegato della Borsa Italiana. tarda. Cercherò di essere sintetico e di riuscire in questi pochi minuti a MASSIMO CAPUANO Amministratore Delegato della Borsa Italiana Mi appresto a un compito difficile: riuscire a concludere un dibattito così interessante in questa vostra prima giornata di convegno, a un ora

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO Restiamo in Italia e parliamo del Fondo Italiano Investimenti, istituito, nato un anno e mezzo fa.

MILENA GABANELLI IN STUDIO Restiamo in Italia e parliamo del Fondo Italiano Investimenti, istituito, nato un anno e mezzo fa. FONDO ITALIANO Di Claudia Di Pasquale MILENA GABANELLI IN STUDIO Restiamo in Italia e parliamo del Fondo Italiano Investimenti, istituito, nato un anno e mezzo fa. DAL TG1 del 15/11/2010 Presentato oggi

Dettagli

I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI?

I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI? I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI? Il testo riprende Cozzi T. (2013), La crisi e i moltiplicatori fiscali, in Moneta e credito, n. 262, i dati sono invece aggiornati e resi disponibili

Dettagli

GUIDA PER DIVENTARE IMPRENDITORE NEL NETWORK MARKETING PERCHE IL NETWORK MARKETING E LA SCELTA MIGLIORE PER DIVENTARE IMPRENDITORI

GUIDA PER DIVENTARE IMPRENDITORE NEL NETWORK MARKETING PERCHE IL NETWORK MARKETING E LA SCELTA MIGLIORE PER DIVENTARE IMPRENDITORI GUIDA PER DIVENTARE IMPRENDITORE NEL NETWORK MARKETING PERCHE IL NETWORK MARKETING E LA SCELTA MIGLIORE PER DIVENTARE IMPRENDITORI http://www.creatoridibusiness.net Ciao e grazie per aver scaricato questo

Dettagli

CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE?

CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE? CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE? Se metti in soldi in banca che tasso di interesse ti danno? Il 2% forse. Se compri obbligazioni quale rendimento ti puoi aspettare? Quelle buone e non troppo rischiose

Dettagli

GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO

GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO I GARANTI aggiornamento del 7/10/2012 di Michele Buono GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO Il compito dell autorità è quello di controllare il mercato, ma il

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Vuoi Essere Padrone della tua vita?

Vuoi Essere Padrone della tua vita? Vuoi Essere Padrone della tua vita? Ti servono 3 cose! Caro Amico/a, con queste pagine vorrei condividere con te un sistema semplice per tutti, per poter diventare padrone della propria vita! Vuoi diventare

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012

Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012 Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012 Le azioni non premiano più? A proposito dell equity premium Tutti a dieta (di asset) Con buona pace dell equity premium La parola ai guru L equity premium

Dettagli

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista GIACOMO DE CARLO Investimenti immobiliari

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista GIACOMO DE CARLO Investimenti immobiliari www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista GIACOMO DE CARLO Investimenti immobiliari Michele : Giacomo : Michele : Giacomo : Buongiorno a tutti e benvenuti in Business Tribe, il blog di business

Dettagli

Dati in milioni di euro.

Dati in milioni di euro. Il debito pubblico è fortemente legato al Signoraggio Bancario, e senza fare complottismo, vediamo di capire se il debito è una truffa o no. Per rendere evidente il fatto che il signoraggio non è un argomento

Dettagli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli dicembre 2010 Percorso formativo sperimentale di educazione economico-finanziaria Educare i giovani alla finanza e alle scelte di risparmio consapevoli La fiducia 2 La fiducia Durata: 1 ora. Obiettivo

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

Le attività non profit

Le attività non profit Qualche frase: «Quando sento parlare di volontariato sono sempre sospettoso!» «Se non ci pensa lo Stato, chi ci deve pensare?» «Ma lo Stato non può occuparsi di tutto!» «Tutte le imprese hanno un solo

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

8 Il futuro dei futures

8 Il futuro dei futures Introduzione Come accade spesso negli ultimi tempi, il titolo di questo libro è volutamente ambiguo, ma in questo caso non si tratta solo di un espediente retorico: come spero si colga nel corso della

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti INTERVISTA 8 I- Ha avuto qualche altra esperienza lavorativa prima di mettere in piedi questa attività A- Io ho 50 anni, ho iniziato a lavorare a 17 anni e per 10 anni ho lavorato in un impresa stradale,

Dettagli

Le famiglie e il risparmio gestito

Le famiglie e il risparmio gestito V 1 La ricchezza delle famiglie nei principali paesi avanzati Alla fine del 211 la ricchezza netta delle famiglie, ossia la somma delle attività reali e finanziarie al netto delle passività finanziarie,

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Paolo Annunziato, Direttore Ricerca, Confindustria

Paolo Annunziato, Direttore Ricerca, Confindustria Convegno 12/13 dicembre 2003 Fortezza da Basso V.le F.Strozzi 1 Regioni&Innovazione Idee ed azioni a confronto per costruire uno sviluppo duraturo e sostenibile Paolo Annunziato, Direttore Ricerca, Confindustria

Dettagli

Giftsitter: il nuovo modo per ricevere i regali

Giftsitter: il nuovo modo per ricevere i regali Giftsitter: il nuovo modo per ricevere i regali di Redazione Sicilia Journal - 03, ott, 2014 http://www.siciliajournal.it/giftsitter-modo-per-ricevere-i-regali/ liste regalo: semplice, intuitiva, veloce.

Dettagli

Le famiglie e il risparmio gestito

Le famiglie e il risparmio gestito V 1 La ricchezza delle famiglie nei principali paesi avanzati Nel 212 la ricchezza netta delle famiglie, pari alla somma delle attività reali e finanziarie al netto delle passività finanziarie, si è attestata

Dettagli

Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere!

Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere! Luca d Alessandro COME VIVERE PROSPERANDO ATTRAVERSO L INVESTIMENTO IMMOBILIARE ----------- O ----------- Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere! 2 Titolo COME VIVERE PROSPERANDO ATTRAVERSO

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

CONVEGNO ALLA CONQUISTA DEL SUD. Il risiko bancario sulle spalle del Meridione Palermo, 9 novembre 2011

CONVEGNO ALLA CONQUISTA DEL SUD. Il risiko bancario sulle spalle del Meridione Palermo, 9 novembre 2011 CONVEGNO ALLA CONQUISTA DEL SUD. Il risiko bancario sulle spalle del Meridione Palermo, 9 novembre 2011 INTERVENTO PROF. DOMINICI Il mio tema è Banca, sviluppo e territorio, il quale sta nel contesto di

Dettagli

Il CREDITO NON BANCARIO: OPPORTUNITA E LIMITI. Il fondo di debito: un nuovo protagonista del mercato finanziario italiano Roma 22 ottobre 2013

Il CREDITO NON BANCARIO: OPPORTUNITA E LIMITI. Il fondo di debito: un nuovo protagonista del mercato finanziario italiano Roma 22 ottobre 2013 Il CREDITO NON BANCARIO: OPPORTUNITA E LIMITI Giovanni Guazzarotti Servizio Studi di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d Italia Il fondo di debito: un nuovo protagonista del mercato finanziario

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

TS DAX 1: in fondo alla pagina la descrizione

TS DAX 1: in fondo alla pagina la descrizione TS DAX 1: in fondo alla pagina la descrizione C è molto stupore tra gli economisti riguardo al dato sul Pil italiano, che non ha rispettato in negativo le previsioni formulate attraverso i dati sulla fiducia

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

DOMANDE di RIEPILOGO

DOMANDE di RIEPILOGO DOMANDE di RIEPILOGO UNITA A - ANALISI ECONOMICA DELL IMPRESA Lez 3 Aspetti organizzativi dell impresa Natura e forme istituzionali Quali sono le caratteristiche dell impresa come istituzione gerarchica

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

Professionalità, metodo ed esperienza sono alla base della loro preparazione specifica.

Professionalità, metodo ed esperienza sono alla base della loro preparazione specifica. Premessa Giuseppe Nappi e Vittorio del Re sono tra i massimi esponenti Italiani nel panorama della consulenza alle reti sia dirette che Franchising. Negli ultimi dieci anni hanno sviluppato molte catene

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

IL CONTESTO Dove Siamo

IL CONTESTO Dove Siamo IL CONTESTO Dove Siamo INFLAZIONE MEDIA IN ITALIA NEGLI ULTIMI 60 ANNI Inflazione ai minimi storici oggi non è più un problema. Tassi reali a: breve termine (1-3 anni) vicini allo 0 tassi reali a medio

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

INTRODUZIONE AI CICLI

INTRODUZIONE AI CICLI www.previsioniborsa.net INTRODUZIONE AI CICLI _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione di ciclo economico visto l argomento che andremo a trattare. Che cos è un ciclo economico?

Dettagli

L oro : Grafico 1: oro in $ dal 2007

L oro : Grafico 1: oro in $ dal 2007 Commentto merrccatti i Cffi i Advissorrss dell 2 lugll lio 2011,, a ccurra dii Ida I I. Pagnottttel lla IN I QUESTO NUMERO:: LL ORO :: NON SI COMPRA SE SI CREDE CHE TUTTO ANDRA BENE ALLA FINE! MOLTI INVESTITORI

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Nota importante all'articolo!

Nota importante all'articolo! Nota importante all'articolo! In seguito alla pubblicazione della seguente intervista ci sono giunte diverse segnalazioni attendibili che, contrariamente a quanto lasciato intendere nell intervista stessa,

Dettagli

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai.

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Prima di tutto voglio farti i complimenti per l apertura mentale che ti ha portato a voler scaricare questo mini ebook. Infatti, non è da

Dettagli

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo.

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo. Sponsorizzazione Magica www.sponsorizzazionemagica.com Bonus Speciale Obiezioni: Come Gestire FACILMENTE le obiezioni dei Tuoi Contatti Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline

Dettagli

Aspettative non realistiche

Aspettative non realistiche Aspettative non realistiche Negli ultimi 10 anni abbiamo visto un numero sempre più crescente di economisti ed analisti finanziari, che mettono in discussione la correttezza dei metodi utilizzati per prevedere

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

ASSESSORE TEMPESTA LUIGINO

ASSESSORE TEMPESTA LUIGINO Il Sindaco-Presidente pone in discussione il presente punto dell o.d.g. e affida la parola all Assessore di Reparto che relaziona nei seguenti termini: ASSESSORE TEMPESTA LUIGINO Le Leggi finanziarie 2002

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA.

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. CAPITOLO 1 VUOI IMPARARE AD OPERARE IN BORSA CON IL METODO CICLICO? VISITA IL LINK: http://www.fsbusiness.net/metodo-ciclico/index.htm _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione

Dettagli

Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta. Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio

Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta. Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio Conoscenza e consapevolezza per un migliore vivere sociale Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio Convegno giovani Palazzo Mezzanotte, Milano

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

LA TUA OPPORTUNITA' Stai pensando a sogni ed obiettivi per il tuo DOMANI?

LA TUA OPPORTUNITA' Stai pensando a sogni ed obiettivi per il tuo DOMANI? LA TUA OPPORTUNITA' Stai pensando a sogni ed obiettivi per il tuo DOMANI?...Inizia OGGI a compiere i primi passi per far si che si possano realizzare nella TUA VITA. NON FERMARTI ALL APPARENZA! INTRODUZIONE

Dettagli

Dollaro. Un grande punto interrogativo

Dollaro. Un grande punto interrogativo Dollaro. Un grande punto interrogativo Qualcosa sembra sfuggire, in questi giorni, agli occhi di noi comuni mortali. Dopo numerosi anni, il target del 6,5 così tanto ambito dalla Fed, sul tasso di disoccupazione,

Dettagli

Saper usare correttamente le ricerche di mercato è la linea di confine che separa i bravi professionisti del marketing da chi improvvisa.

Saper usare correttamente le ricerche di mercato è la linea di confine che separa i bravi professionisti del marketing da chi improvvisa. 1. Il confine tra dilettanti e professionisti Saper usare correttamente le ricerche di mercato è la linea di confine che separa i bravi professionisti del marketing da chi improvvisa. Le ricerche di mercato,

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

PROMOTORI & CONSULENTI

PROMOTORI & CONSULENTI art PROMOTORI & CONSULENTI FONDI&SICAV Dicembre 2010 Federico Sella di Banca patrimoni Sella &c.: «Trasparenti e prudenti» Reclutamento I soldi non sono tutto Concentrazione Un mondo sempre più di grandi

Dettagli

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1 Inserisci il tuo nome- Your Name: E-Mail: Data : Puoi dare questa pagina al tuo insegnante per la valutazione del livello raggiunto Select correct answer and give these pages to your teacher. Adesso scegli

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

Sondaggio realizzato da Ispos Public Affair IL RISPARMIO E LE GIOVANI ENERAZIONI

Sondaggio realizzato da Ispos Public Affair IL RISPARMIO E LE GIOVANI ENERAZIONI Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. Sondaggio realizzato da Ispos Public Affair IL RISPARMIO E LE GIOVANI ENERAZIONI NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al regolamento

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Allianz Suisse Casella postale 8010 Zurigo www.allianz-suisse.ch Info finanza 01 YDPPR267I e previdenza Edizione 01 / Marzo 2013 ECCEDENZE LPP Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Senza

Dettagli

Vito lazetera Presidente del Circolo dei Lucani della provincia di Cuneo

Vito lazetera Presidente del Circolo dei Lucani della provincia di Cuneo Basilicata Regione Notizie [118 allora ci vogliono due anni. In genere si ricorre ad un sistema misto, cioè si usa solo la seconda lingua, però si cerca di farlo in maniera soft, in modo che la gente la

Dettagli

I WORKSHOPS PER APPRENDERLA

I WORKSHOPS PER APPRENDERLA LA NUOVA FRONTIERA DELLA VENDITA DEI PRODOTTI BANCARI E ASSICURATIVI I WORKSHOPS PER APPRENDERLA WORKSHOP CRUCIALITY APPROACH (UNA GIORNATA) WORKSHOP SOLVENCY MANAGEMENT della FAMIGLIA (UNA GIORNATA) WORKSHOP

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

innovazione incrementale

innovazione incrementale In questo secondo appuntamento abbiamo l opportunità di conoscere: Revenue Manager at GestioneHotel.Guru pietra miliare della libera condivisione di know-how turistico al servizio degli albergatori. Caro

Dettagli

Introduzione dell autore

Introduzione dell autore Introduzione dell autore Scrivo questo libro nel gennaio del 1998, in pieno boom della Borsa italiana, sapendo che arriverà il tempo in cui i molti che si sono avvicinati a Piazza degli Affari, allettati

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO DI STEFANO TRONCA WWW.STEFANOTRONCA.COM QUESTO E-BOOK È UNA CREAZIONE DI STEFANO TRONCA. TUTTI I DIRITTI RISERVATI Ciao sono Stefano! La mia vita di blogger

Dettagli

i dossier DI BOLLA IN BOLLA www.freefoundation.com 22 dicembre 2011 A cura di Renato Brunetta

i dossier DI BOLLA IN BOLLA www.freefoundation.com 22 dicembre 2011 A cura di Renato Brunetta 17 i dossier www.freefoundation.com DI BOLLA IN BOLLA 22 dicembre 2011 A cura di Renato Brunetta PREMESSA 2 Sapete qual è stata la madre di tutte le bolle? È successo molto tempo fa, per caso. L hanno

Dettagli

COM E ANDATA A FINIRE LE MANI SULLE PENSIONI AGGIORNAMENTO DEL 21/5/2006 di Piero Riccardi e Michele Buono

COM E ANDATA A FINIRE LE MANI SULLE PENSIONI AGGIORNAMENTO DEL 21/5/2006 di Piero Riccardi e Michele Buono COM E ANDATA A FINIRE LE MANI SULLE PENSIONI AGGIORNAMENTO DEL 21/5/2006 di Piero Riccardi e Michele Buono MILENA GABANELLI IN STUDIO Nel 2006 ci eravamo occupati dei fondi pensione, che sono quei fondi

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

PSICOLOGIA DEL DENARO

PSICOLOGIA DEL DENARO PSICOLOGIA DEL DENARO PREMESSA Chiunque vede con chiarezza l importanza che il denaro ricopre nella vita di ognuno, ma pochi si rendono conto che diventare ricchi è possibile e spesso per farlo è sufficiente

Dettagli

RISPARMIO: RESPONSABILITÀ INDIVIDUALI, RESPONSABILITÀ COLLETTIVE. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana

RISPARMIO: RESPONSABILITÀ INDIVIDUALI, RESPONSABILITÀ COLLETTIVE. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana RISPARMIO: RESPONSABILITÀ INDIVIDUALI, RESPONSABILITÀ COLLETTIVE 81 a GIORNATA MONDIALE DEL RISPARMIO ACRI Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana Roma, 29 ottobre 2005

Dettagli

Convegno. Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale

Convegno. Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale Convegno E-JOB 2002 FLESSIBILITÀ, INNOVAZIONE E VALORE DELLE RISORSE UMANE Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale Prof. Luigi Prosperetti Ordinario di Economia

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli