FINANZA ISLAMICA: PRINCIPI GENERALI E TECNICHE DI FINANZIAMENTO Milano, 29 aprile 2008

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FINANZA ISLAMICA: PRINCIPI GENERALI E TECNICHE DI FINANZIAMENTO Milano, 29 aprile 2008"

Transcript

1 AREA FINANZA MERCATO: I CORSI DI FORMAZIONE FINANZA ISLAMICA: PRINCIPI GENERALI E TECNICHE DI FINANZIAMENTO Milano, 29 aprile 2008 FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO ISLAMICI E SUKUK Milano, 30 aprile 2008 RETAIL BANKING: ESIGENZE DELLA CLIENTELA, LEVE DI MARKETING E MODELLI DI SERVIZIO Milano, 30 aprile 2008 Palazzo Mezzanotte Congress and Training Centre Piazza degli Affari 6, Milano

2 La completezza e la qualità della formazione costituiscono un fattore determinante nel processo di rinnovamento del sistema economico-finanziario. Per rispondere a queste esigenze, Academy, il centro di formazione di Borsa Italiana, a partire dal 2000 progetta, sviluppa e propone programmi e percorsi formativi in ambito finanziario, legale e manageriale. Alla base di tutti i programmi di Academy è l attenzione costante verso le novità proposte dai mercati internazionali, sia dal punto di vista dei contenuti, sia dal punto di vista delle più recenti metodologie didattiche. ACADEMY Academy propone al proprio target di riferimento percorsi d aula, online e blended, per la formazione corporate e individuale. Il modello formativo di Academy si identifica nella Corporate University, un campus associato a una vera e propria accademia online, in cui banche, SIM, assicurazioni, operatori di mercato, società quotate o in fase di quotazione, investitori privati e istituzionali, consulenti e neolaureati possono confrontarsi con professionisti del mondo finanziario, esperti di Borsa Italiana e professori delle più autorevoli Università italiane e internazionali. Academy-Borsa Italiana è un centro di formazione con Sistema di Gestione per la Qualità Certificato da DNV UNI EN ISO 9001:2000 SETTORE EA37, abilitato ad attuare i piani finanziati da FONDO FOR.TE e di FONDIRIGENTI

3 didattica contesto formativo La finanza islamica, ovvero il sistema di relazioni di tipo economico tra le persone che trae i suoi principi informativi dalla legge islamica (Shariah) rappresenta un mercato in rapida espansione, come dimostrano i dati tratti da Il Sole 24 ore del 19 gennaio miliardi di $ è la cifra stimata nel 2010 dei capitali amministrati dai servizi finanziari che osservano le regole coraniche sulla gestione dei capitali. 300 miliardi di $ è la capitalizzazione annua di Borsa dei titoli conformi alla Sharia sui mercati mobiliari dei Paesi Islamici. 70 sono gli indicatori azionari, compilati sulla base della compatibilità con la norma coranica 300 le istituzioni finanziarie che osservano le regole coraniche sulla gestione dei capitali distribuite in 65 paesi. In tale contesto, l Italia rivela un grande potenziale di sviluppo sia in termini di investimento nei Paesi Islamici e, in particolare nei Paesi del Golfo, sia in termini di retail banking come risposta al crescente fenomeno immigratorio. struttura e obiettivo del seminario Alla luce di tale contesto, Academy-Borsa Italiana propone un seminario articolato in due moduli: SESSIONE COMUNE 29 aprile 2008 FINANZA ISLAMICA: PRINCIPI GENERALI E TECNICHE DI FINANZIAMENTO La prima mezza giornata fornirà ai partecipanti gli elementi culturali alla base della finanza islamica, i fondamenti del regime tributario e le caratteristiche e le modalità di utilizzo delle principali forme di finanziamento sharia compliant. Tale sessione è propedeutica ad entrambe le Sessioni Parallele previste per la giornata successiva. SESSIONE PARALLELA 1 30 aprile 2008 FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO ISLAMICI E SUKUK Il corso si prefigge di illustrare i requisiti fondamentali, le caratteristiche e le modalità di investimento sottostanti ai Fondi di Investimento Islamico e, in particolare, ai fondi azionari. Una sessione specifica sarà dedicata alle modalità di gestione dei sukuk, ossia le obbligazioni conformi alla Sharia. SESSIONE PARALLELA 2 30 aprile 2008 RETAIL BANKING: ESIGENZE DELLA CLIENTELA, LEVE DI MARKETING E MODELLI DI SERVIZIO Il corso si propone di definire strategie e strumenti per soddisfare la domanda attuale e potenziale del migrant banking che comprende un ampia gamma di attività retail. Il confronto con esperienze italiane e internazionali permetterà ai partecipanti di disporre delle linee guida per strutturare e organizzare un modello di servizio sharia compliant. destinatari Il seminario si rivolge a Banche italiane e branches di banche estere in Italia, SGR italiane ed estere, SIM e in particolare alle seguenti figure professionali: Gestori, portfolio manager, asset manager, risk manager, compliance e responsabili organizzazione (sessione parallela 1) Responsabili marketing, progetti speciali, organizzazione, legali e regolamentazione (Sessione parallela 2) metodologia didattica Le metodologia sarà basata su sessioni di didattica attiva, con un approccio fortemente interattivo tra partecipanti e docenti. docenti Shaher Abbas Shariah Compliance Director IFAAS - Islamic Finance Advisory Former Head of Shariah Compliance ISLAMIC BANK OF BRITAIN Daniele Atzori Ricercatore FONDAZIONE ENI ENRICO MATTEI Alberto Brugnoni Presidente ASSAIF - Associazione per lo sviluppo di strumenti alternativi e di innovazione finanziaria Nazmi Camalxaman Manager - Global Markets London CIMB ISLAMIC Valentino Cattelan Phd - UNIVERSITÀ DI SIENA School of Oriental and African Studies UNIVERSITY OF LONDON Giovanni Lippa Responsabile Sviluppo Normativo BANCA UBAE Enzo Mario Napolitano Coordinatore dell'osservatorio WelcomeBank Presidente Etnica Gian Maria Piccinelli Preside - Facoltà di Studi Politici ed Alta Formazione Europea e Mediterranea Jean Monnet SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI Farrukh Raza Managing Director IFAAS - Islamic Finance Advisory Former Head of Marketing ISLAMIC BANK OF BRITAIN Tommaso E. Romolotti CAMOZZI BONISSONI VARRENTI & ASSOCIATI

4 SESSIONE COMUNE Finanza islamica: principi generali e tecniche di finanziamento materiale didattico Ai partecipanti sarà distribuita una dispensa contenente il materiale di supporto al seminario quesiti on line Registrandosi gratuitamente alla sezione del sito di Academy (www.academy.borsaitaliana.it) dedicata al seminario, i partecipanti potranno inviare nell aula virtuale alcuni temi di dibattito o anticipare quesiti di particolare interesse che verranno ripresi dai docenti durante la sessione d aula. attestato di partecipazione Al termine del seminario verrà rilasciato un attestato di partecipazione. i prossimi appuntamenti di Academy BUY-OUT, RE-INVESTIMENTO E OPERAZIONI DI EXPANSION : OPZIONI DI CRESCITA PER LE MEDIE IMPRESE 18 e 19 marzo 2008 ROLE PLAYING SESSION: LA NEGOZIAZIONE NELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE 20 marzo 2008 LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO ALLA LUCE DEL DECRETO DI RECEPIMENTO DELLA TERZA DIRETTIVA COMUNITARIA 13 e 14 maggio 2008 formazione in house L iniziativa può essere personalizzata e organizzata anche presso le aziende in base alle specifiche esigenze formative. Academy Borsa Italiana è abilitata ad attuare i piani finanziati da fondo FOR.TE e FONDIRIGENTI IL SISTEMA FINANZIARIO ISLAMICO: PRINCIPI GENERALI E GRADO DI DIFFUSIONE INTERNAZIONALE I pilastri principali del sistema finanziario islamico Le differenze tra modello islamico e occidentale Le aree territoriali e il grado di diffusione della legge coranica Le autorità finanziarie islamiche, i Consigli di Controllo Sciaraitico e la corporate governance Il regime tributario coranico Coffee break MARTEDÌ 29 APRILE LE TECNICHE DI FINANZIAMENTO: STRUMENTI, DEFINIZIONI E MODALITÀ DI UTILIZZO I modelli di business della banca islamica e le analogie con le banche di credito cooperativo e le banche popolari La banca islamica pura e il meccanismo della stretta di mano segreta Le islamic-windows Le modalità di raccolta e gli impieghi I conti correnti: caratteristiche e confronto con i contratti di deposito occidentali Non-profit account Profit-sharing deposit account I contratti di investimento: tipologie, caratteristiche e performance Profit-loss sharing Non Profit-loss sharing La gestione della liquidità Chiusura della prima giornata di lavori Giovanni Lippa Responsabile Sviluppo Normativo BANCA UBAE

5 SESSIONE PARALLELA 1 Fondi comuni di investimento islamici e sukuk codice: C160A In collaborazione con Moderatore: Alberto Brugnoni, Presidente, ASSAIF Associazione per lo sviluppo di strumenti alternativi e di innovazione finanziaria ASSAIF W W W. A S S A I F. O R G MERCOLEDÌ 30 APRILE INTRODUZIONE ALLE PRESENTAZIONI: NUMERI, ATTORI E PERSONALITÀ DELLA IFSI 9.15 IL SIGNIFICATO E IL RUOLO DELLO SHARIAH BOARD NELLE ISTITUZIONI FINANZIARIE ISLAMICHE La definizione di Shariah e il suo significato Le fonti della Shariah e le sue interpretazioni L impatto della Shariah sui servizi finanziari Il modello duale di governance delle istituzioni finanziarie islamiche Lo Shariah board: significato, ruolo e compiti Le differenti strutture delle istituzioni finanziarie islamiche: stand-alone, window operations & SPV Breve introduzione ai principi base della finanza islamica e loro applicazione a prodotti e servizi moderni Shaher Abbas* Shariah Compliance Director IFAAS Former head of Shariah Compliance - ISLAMIC BANK OF BRITAIN Farrukh Raza Managing Director IFAAS Former Head of Marketing - ISLAMIC BANK OF BRITAIN Coffee break I FONDI AZIONARI ISLAMICI E GLI INVESTIMENTI ETICI Gli aspetti della Shariah nei fondi azionari islamici I rapporti contrattuali Le restrizioni sui tipi di capitale nel fondo Il rapporto indebitamento/prezzi propri Utili su interessi Liquidità e titoli esigibili La garanzia sul capitale del fondo da parte del gestore I rischi di mercato Il processo di puricazione dei profitti generati dal fondo La valutazione degli utili da usura Rendita netta e guadagno netto Dati sulle performance dei fondi azionari islamici Colazione di lavoro DEFINIZIONE, STRUTTURA E MODALITA DI GESTIONE DEI SUKUK Definizione di sukuk e logiche sottostanti Storia e sviluppo del mercato dei sukuk Le opportunità per emittenti e investitori Come la Malesia è diventata il più grande mercato dei sukuk al mondo La struttura tipica di un sukuk Coffee break Case studies: Analisi di un sukuk sovrano Analisi del documento di consultazione per l emissione di un Sukuk sovrano in UK Analisi di un corporate Ijarah Sukuk Analisi di un corporate Musharakah Sukuk Analisi delle Islamic Asset Backed Securities (ABS) Nazmi Camalxaman* Manager - Global Markets London - CIMB ISLAMIC Conclusioni del Moderatore a sessioni congiunte L ITALIA E LA FINANZA ISLAMICA: UN MISSING LINK? Chiusura dei lavori * per questo intervento è previsto il servizio di traduzione simultanea

6 SESSIONE PARALLELA 2 Retail banking: esigenze della clientela, leve di marketing e modelli di servizio codice: C160B MERCOLEDÌ 30 APRILE IL PROFILO DELL IMMIGRATO ISLAMICO IN OCCIDENTE E LA DOMANDA DI SERVIZI NEL MERCATO ITALIANO I flussi migratori in Italia: provenienza geografica e distribuzione territoriale Il ruolo degli immigrati nel sistema produttivo italiano Attitudini e comportamento nel rapporto banca-migrante Le tipologie di servizi richieste dagli immigrati arabi Il Money transfer e il sistema dell hawala Servizi familiari Servizi per piccole-medie imprese I CONTRATTI E I PRODOTTI BANCARI CONFORMI ALLA LEGGE DEL CORANO I contratti e i prodotti corporate I contratti e i prodotti retail Tommaso E. Romolotti CAMOZZI BONISSONI VARRENTI & ASSOCIATI Colazione di lavoro Coffee break I CONTRATTI E I PRODOTTI ASSICURATIVI CONFORMI ALLA LEGGE DEL CORANO I principi dello strumento assicurativo: takaful Il confronto con il modello assicurativo occidentale Gian Maria Piccinelli - Preside - Facoltà di Studi Politici ed Alta Formazione Europea e Mediterranea Jean Monnet SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI STRUTTURAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN MODELLO DI BUSINESS SHARIAH COMPLIANT : UN ESPERIENZA EUROPEA DI SUCCESSO L Evoluzione della Finanza Islamica nel Regno Unito Le islamic windows all interno di primarie banche convenzionali La posizione del Governo UK nei confronti della finanza islamica Il ruolo delle Autorità UK nello sviluppo della finanza islamica Case studies: Il primo caso di Islamic Retail Bank (IBB) Il primo caso di Islamic Investment Bank Il primo Sukuk presente nel London Stock Exchange Il primo caso di Islamic Insurance Company (Takaful) Farrukh Raza* Managing Director IFAAS - Islamic Finance Advisory Former Head of Marketing - ISLAMIC BANK OF BRITAIN * per questo intervento è previsto il servizio di traduzione simultanea

7 15.30 Coffee break Moderatore: Alberto Brugnoni, Presidente, ASSAIF L APPLICAZIONE DI UN MODELLO DI MIGRANT BANKING IN ITALIA: STUDI DI FATTIBILITÀ ED ESPERIENZE Daniele Atzori Ricercatore - FONDAZIONE ENI ENRICO MATTEI Valentino Cattelan Phd - UNIVERSITÀ DI SIENA School of Oriental and African Studies - UNIVERSITY OF LONDON Gian Pietro Lattuada Responsabile Marketing Strategico - BANCA POPOLARE DI MILANO Enzo Mario Napolitano Coordinatore dell'osservatorio WelcomeBank Presidente Etnica Conclusioni del Moderatore a sessioni congiunte L ITALIA E LA FINANZA ISLAMICA: UN MISSING LINK? Chiusura dei lavori

8 scheda di iscrizione Si prega di prendere visione delle clausole contrattuali riportate alla pagina antecedente Compilare e inviare via fax al numero per informazioni Codice Iniziativa C160A SESSIONE PARALLELA 1 I FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO ISLAMICI E SUKUK 29 e 30 aprile 2008 Codice Iniziativa C160B SESSIONE PARALLELA 2 RETAIL BANKING: ESIGENZE DELLA CLIENTELA, LEVE DI MARKETING E MODELLI DI SERVIZIO 29 e 30 aprile 2008 QUOTA DI PARTECIPAZIONE Segnalare la quota di pagamento: Quota di iscrizione individuale % IVA Quota di iscrizione individuale pervenute entro il 21 marzo % IVA Sconto per iscrizioni multiple: Tre partecipanti (- 10%) % IVA Quattro partecipanti (- 15%) % IVA DATI DEL PARTECIPANTE - I dati della tabella sotto riportata serviranno al team di progettazione per una proficua gestione d aula e per l invio di comunicazioni relative al corso in oggetto e a corsi futuri su tematiche analoghe. Nome e cognome Funzione aziendale Società E mail Tel Area di appartenenza Direzione generale EDP Fisco Personale, Organizzazione e Formazione Legale Finanza Amministrazione e Controllo Ricerca e Sviluppo Altro Livello di conoscenza della materia Base Intermedio Avanzato Indirizzo della società Via n cap Città PV DATI OBBLIGATORI PER LA FATTURAZIONE Dati per l intestazione della fattura - La fattura dovrà essere intestata a: Ragione Sociale / Nome e cognome P.IVA Ufficio/ Servizio Referente amministrativo - Nome Cognome n. telefono Compilare solo se l indirizzo è diverso da quello del partecipante Via (Sede legale della società) n. CAP Città prov. P.IVA I dati da Lei forniti verranno trattati da Borsa Italiana S.p.A, con sede in Milano, piazza degli Affari, 6, con modalità informatiche e/o cartacee, che ne assicurano la riservatezza e la sicurezza, per lo svolgimento e la gestione dell'iniziativa di cui sopra. Tali dati - accessibili esclusivamente a coloro che all'interno della Società ne abbiano necessità in ragione dell'attività svolta, coerentemente con le finalità sopra descritte - possono essere comunicati alle Società del Gruppo Borsa Italiana, nonché a soggetti terzi, del cui supporto le Società del Gruppo si avvalgono e da questi trattati per le medesime finalità e con le modalità analoghe. Per quanto riguarda i soggetti terzi, si tratta di professionisti e/o società esterne per la prestazione di servizi; soggetti che provvedono a stampare, imbustare e consegnare comunicazioni dirette agli Interessati; soggetti fornitori di servizi tecnologici, tutti nominati Responsabili del trattamento. Nominativi ed indirizzi di tali soggetti sono disponibili su richiesta degli Interessati. I medesimi dati possono essere altresì trattati dalle Società del Gruppo Borsa Italiana e/o da soggetti terzi del cui supporto le Società si avvalgono, ove la casella di seguito riportata non venga barrata, per l'aggiornamento in merito ad iniziative commerciali e promozionali di Borsa Italiana. Il conferimento dei dati per tale specifica finalità di aggiornamento è facoltativo e l'eventuale diniego di consenso, espresso mediante barra apposta alla casella, non comporta altra conseguenza che l'impossibilità per Borsa Italiana di tenerla aggiornata sulle predette iniziative. Ai sensi dell'art. 7 del d.lgs. 196/2003, può fare richiesta in qualunque momento di copia delle informazioni trattate e, ove ne ricorrano gli estremi, chiederne altresì l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione, la cancellazione o il blocco, scrivendo al "Responsabile del trattamento dei dati", presso la sede della Società. Ove non desiderasse ricevere aggiornamenti in merito ad iniziative commerciali e promozionali di Borsa Italiana barri la casella. Timbro e firma Data / /

9 clausole contrattuali La scheda di iscrizione ha valore di contratto tra Borsa Italiana e il partecipante/società di appartenenza del partecipante ed è disciplinata dalle seguenti clausole: data e luogo del seminario aprile 2008 Codice: C160A - SESSIONE 1 Codice: C160B - SESSIONE 2 Palazzo Mezzanotte Congress and Training Centre Piazza degli Affari 6 Milano modalità di iscrizione L iscrizione può essere effettuata inviando ad Academy Borsa Italiana la scheda di iscrizione debitamente compilata, entro una settimana dall inizio del corso, secondo una delle seguenti modalità: Via FAX al numero Via WEB al seguente indirizzo: Via POSTA a Borsa Italiana S.p.A. - Academy - Borsa Italiana - Piazza degli Affari, Milano Per iscrizioni successive alla scadenza sopra indicata, si prega di contattare il seguente numero di telefono: Il numero dei partecipanti è limitato. Le iscrizioni verranno accettate in ordine cronologico e perfezionate soltanto a seguito di conferma scritta inviata da parte della segreteria organizzativa di Academy. quota di iscrizione La quota di partecipazione individuale è di IVA 20% per ciascuna sessione parallela. Include il materiale didattico, la colazione di lavoro e i coffee break. La partecipazione alla sessione del 29 aprile Principi generali e tecniche di finanziamento è propedeutica alle sessioni parallele del 30 aprile. agevolazioni Gli sconti sotto riportati non sono cumulabili. Early registration E previsto uno sconto del 10% per le iscrizioni pervenute entro il 21 marzo 2008 Iscrizione via web Registrandosi gratuitamente al sito di Academy è possibile acquisire punti formazione che consentono di avere sconti su tutti i prodotti formativi di Academy Iscrizioni multiple Sono previste agevolazioni per iscrizioni multiple della stessa azienda. In particolare: Per tre iscrizioni - 10% di sconto sull importo complessivo Per quattro iscrizioni - 15% di sconto sull importo complessivo modalità di pagamento La quota deve essere versata all atto dell iscrizione, effettuando il pagamento mediante: Pagamento on-line sul sito di Academy: Bonifico bancario intestato a: Borsa Italiana S.p.A. Intesa Sanpaolo S.p.A. - Ag. 28 via Negri, 8 Milano codice IBAN IT47C Copia dell avvenuto bonifico dovrà essere trasmessa via fax al seguente numero: insieme alla scheda di iscrizione debitamente compilata. Verrà spedita fattura quietanzata intestata secondo le indicazioni fornite. modalità di disdetta Ai sensi dell art C.C., ai partecipanti è concessa la facoltà di recedere dal presente contratto tramite invio di disdetta scritta al numero di fax Tale facoltà potrà essere esercitata con le seguenti modalità: sino a 7 giorni lavorativi prima dell inizio corso, il partecipante potrà recedere senza dovere alcun corrispettivo a Borsa Italiana S.p.A. oltre il termine dei 7 giorni e sino al giorno di inizio del corso, il partecipante potrà recedere pagando un corrispettivo pari al 50% della quota di iscrizione oltre i termini suddetti qualsiasi rinuncia alla partecipazione all iniziativa non darà diritto al partecipante ad alcun rimborso della quota di iscrizione che sarà dovuta integralmente. E prevista comunque la facoltà di sostituire il partecipante con altro dipendente dell azienda oppure partecipare all edizione successiva o ad un altro corso di Academy. Il recupero dovrà però avvenire entro un anno dalla data di inizio del corso cui si è iscritti. variazioni di programma Academy si riserva la facoltà di rinviare o annullare il corso in aula dandone comunicazione via fax o via ai partecipanti entro il 22 aprile 2008; in tal caso suo unico obbligo è provvedere al rimborso dell importo ricevuto senza ulteriori oneri. Academy si riserva inoltre la facoltà, per motivi organizzativi, di modificare il programma/sede del corso e/o sostituire i docenti indicati con altri docenti di pari livello professionale.

10 Borsa Italiana Spa - Piazza degli Affari, Milano -

LA REDAZIONE DEI PROSPETTI INFORMATIVI: DIRETTIVA 2003/71/CE E MODIFICHE CONSOB AL REGOLAMENTO EMITTENTI

LA REDAZIONE DEI PROSPETTI INFORMATIVI: DIRETTIVA 2003/71/CE E MODIFICHE CONSOB AL REGOLAMENTO EMITTENTI AREA MERCATI: I CORSI DI FORMAZIONE LA REDAZIONE DEI PROSPETTI INFORMATIVI: DIRETTIVA 2003/71/CE E MODIFICHE CONSOB AL REGOLAMENTO EMITTENTI Milano, 13 e 14 dicembre 2005 Palazzo Mezzanotte Congress and

Dettagli

FINANZIARI, LEGALI E GESTIONE DEL COLLATERALE

FINANZIARI, LEGALI E GESTIONE DEL COLLATERALE LE OPERAZIONI DI PRESTITO TITOLI E REPO: ASPETTI FINANZIARI, LEGALI E GESTIONE DEL COLLATERALE Milano 19 20 ottobre 2009 Un confronto sulle modalità applicative e i profili contrattuali delle operazioni

Dettagli

FONDI IMMOBILIARI: REGOLAMENTI E OPERATIVITÀ DEL FRONT E DEL BACK OFFICE

FONDI IMMOBILIARI: REGOLAMENTI E OPERATIVITÀ DEL FRONT E DEL BACK OFFICE AREA FINANZA MERCATO: I CORSI DI FORMAZIONE FONDI IMMOBILIARI: REGOLAMENTI E OPERATIVITÀ DEL FRONT E DEL BACK OFFICE Milano, 21 e 22 settembre 2005 Palazzo Mezzanotte Congress and Training Centre Piazza

Dettagli

NOVITÀ IN MATERIA DI ANTIRICICLAGGIO

NOVITÀ IN MATERIA DI ANTIRICICLAGGIO NOVITÀ IN MATERIA DI ANTIRICICLAGGIO E ANTITERRORISMO: GLI IMPATTI SUGLI ADEMPIMENTI DI BANCHE, SIM, SGR E ASSICURAZIONI Milano 24 25 settembre 2009 Seminario: un aggiornamento sulle novità introdotte

Dettagli

RISCHIO SISTEMICO, RISCHIO

RISCHIO SISTEMICO, RISCHIO RISCHIO SISTEMICO, RISCHIO DI CONTROPARTE E COLLATERAL MANAGEMENT NELLE BANCHE E NELLE SGR Milano 14 15 aprile 2010 Un aggiornamento sulle modalità di credit risk mitigation nelle banche e nelle SGR Palazzo

Dettagli

Emission Trading: organizzazione del Carbon Market e attività del trader di CO2

Emission Trading: organizzazione del Carbon Market e attività del trader di CO2 Emission Trading: organizzazione del Carbon Market e attività del trader di CO2 Una giornata di formazione focalizzata sull organizzazione attuale e le prospettive future del mercato delle quote di emissione

Dettagli

La nuova regolamentazione europea sul trading fisico e finanziario di energia: mercati, impatti e compliance Milano, 24 gennaio 2012

La nuova regolamentazione europea sul trading fisico e finanziario di energia: mercati, impatti e compliance Milano, 24 gennaio 2012 La nuova regolamentazione europea sul trading fisico e finanziario di energia: mercati, impatti e compliance Milano, 24 gennaio 2012 Derivati su commodities energetiche: aspetti contabili e di valutazione

Dettagli

La revisione della Direttiva MiFID: impatti sull industria finanziaria italiana

La revisione della Direttiva MiFID: impatti sull industria finanziaria italiana La revisione della Direttiva MiFID: impatti sull industria finanziaria italiana COMPETEN ZE E CONOSCENZE PER LA CRESCITA Milano, 22 aprile 2013 Palazzo Mezzanotte Congress Centre and Services Piazza degli

Dettagli

La Corporate Social Responsibility nei piani di comunicazione e nelle relazioni con investitori e analisti

La Corporate Social Responsibility nei piani di comunicazione e nelle relazioni con investitori e analisti La Corporate Social Responsibility nei piani di comunicazione e nelle relazioni con investitori e analisti Milano, 22 e 23 novembre 2010 Palazzo Mezzanotte - Congress Centre & Services Piazza degli Affari,

Dettagli

IL CONTROLLO E LA GESTIONE

IL CONTROLLO E LA GESTIONE IL CONTROLLO E LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI IN AZIENDA Milano 3 4 maggio 2010 Un occasione di confronto sull attuale approccio nella prevenzione, gestione e controllo dei rischi di liquidità, credito,

Dettagli

NATURALE: ORGANIZZAZIONE E TECNICHE DI TRADING E RISK MANAGEMENT

NATURALE: ORGANIZZAZIONE E TECNICHE DI TRADING E RISK MANAGEMENT IL MERCATO DEL GAS NATURALE: ORGANIZZAZIONE E TECNICHE DI TRADING E RISK MANAGEMENT Milano 18 19 20 marzo 2009 Il mercato del gas naturale: caratteristiche, organizzazione, regolamentazione 18 marzo 2009

Dettagli

LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR

LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR Principi, regole e presidi 24 marzo 2009 Palazzo Affari ai Giureconsulti, Piazza Mercanti 2 - Milano f o r m a z i o n e Chi è Assogestioni

Dettagli

I CONVEGNI di Quotidiano Immobiliare

I CONVEGNI di Quotidiano Immobiliare Fondi Immobiliari per la Ristrutturazione del Debito Martedì 11 maggio 2010 NCTM - Studio Legale Associato Via Agnello, 12 - MILANO > Le opportunità offerte dai Fondi Immobiliari per la ristrutturazione

Dettagli

IL MERCATO DEL GAS NATURALE

IL MERCATO DEL GAS NATURALE IL MERCATO DEL GAS NATURALE E LE PROSPETTIVE DI UNA BORSA DEL GAS: ORGANIZZAZIONE, REGOLAMENTAZIONE E TRADING Milano 24 25 giugno 2010 Un aggiornamento sulle prospettive di una borsa del gas e sulle caratteristiche

Dettagli

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT AREA TRANSPORT MANAGEMENT Modulo Base RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT Mercoledì 23 maggio 2012 Il corso si pone come obiettivo l approfondimento delle principali tematiche

Dettagli

LA RIFORMA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

LA RIFORMA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI LA RIFORMA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI Decreto MEF n. 53/2015 Circolare Banca d Italia n. 288/2015 giovedì 25 giugno 2015 Milano, Via Chiossetto n. 20 Spazio Chiossetto DESTINATARI Il workshop è rivolto

Dettagli

obiettivo del master CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN GESTIONI QUANTITATIVE DEL RISPARMIO Milano 8 febbraio - 28 aprile 2007

obiettivo del master CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN GESTIONI QUANTITATIVE DEL RISPARMIO Milano 8 febbraio - 28 aprile 2007 obiettivo del master CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN GESTIONI QUANTITATIVE DEL RISPARMIO Milano 8 febbraio - 28 aprile 2007 MIP - Politecnico di Milano Via Garofalo, 39 ACADEMY - BORSA ITALIANA La completezza

Dettagli

LE NUOVE DISPOSIZIONI ANTIRICICLAGGIO DELLE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE. Milano, giovedì 7 novembre 2013 Spazio Chiossetto, Via Chiossetto 20

LE NUOVE DISPOSIZIONI ANTIRICICLAGGIO DELLE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE. Milano, giovedì 7 novembre 2013 Spazio Chiossetto, Via Chiossetto 20 LE NUOVE DISPOSIZIONI ANTIRICICLAGGIO DELLE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE Milano, giovedì 7 novembre 2013 Spazio Chiossetto, Via Chiossetto 20 DESTINATARI Il workshop è rivolto ad imprese di assicurazione

Dettagli

I Corsi di Formazione

I Corsi di Formazione I Corsi di Formazione Borsa Italiana Spa Piazza degli Affari, 6 20123 MI www.borsaitaliana.it Strumenti derivati per la gestione del rischio nel mercato dell energia: modelli di pricing e strategie di

Dettagli

Europrogettazione 2014-2020.

Europrogettazione 2014-2020. Percorso di formazione in progettazione europea per il periodo 2014-2020. 7-21 ottobre, 4 novembre 2013. Futura Europa - Milano, via Pergolesi 8. Futura Europa propone agli enti no-profit e alle pubbliche

Dettagli

COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI

COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI Recuperare efficacia ed efficienza nelle vendite e negli acquisti AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico COME

Dettagli

Pianificare e controllare il business

Pianificare e controllare il business Amministrazione, finanza e controllo In collaborazione con Confindustria Messina Destinatari e Obiettivi del corso Il percorso formativo è rivolto a persone che operano nella funzione amministrativa delle

Dettagli

Executive Master in Marketing Strategico e Innovazione finanziaria

Executive Master in Marketing Strategico e Innovazione finanziaria Promosso da In collaborazione con Executive Master in Marketing Strategico e Innovazione finanziaria Modulo di adesione 2015 L Executive Master in Marketing Strategico e Innovazione Finanziaria prevede:

Dettagli

IL RISCHIO USURA NELLA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI BANCARI TRA RESPONSABILITA CIVILI E PENALI

IL RISCHIO USURA NELLA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI BANCARI TRA RESPONSABILITA CIVILI E PENALI IL RISCHIO USURA NELLA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI BANCARI TRA RESPONSABILITA CIVILI E PENALI Milano, martedì 18 marzo 2014 Spazio Chiossetto, Via Chiossetto 20 DESTINATARI Il workshop è rivolto a banche

Dettagli

DEMAND PLANNING. AREA Production Planning. Modulo Avanzato

DEMAND PLANNING. AREA Production Planning. Modulo Avanzato DEMAND PLANNING AREA Production Planning Modulo Avanzato DEMAND PLANNING Il corso Demand Planning ha l obiettivo di fornire un quadro completo degli elementi che concorrono alla definizione di un corretto

Dettagli

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE L approfondimento intende presentare

Dettagli

Executive Master Bancario e Assicurativo in Marketing Strategico e Innovazione finanziaria

Executive Master Bancario e Assicurativo in Marketing Strategico e Innovazione finanziaria Promosso da In collaborazione con Executive Master Bancario e Assicurativo in Marketing Strategico e Innovazione finanziaria Modulo di adesione 2016 L Executive Master Bancario e Assicurativo in Marketing

Dettagli

Europrogettazione 2014-2020

Europrogettazione 2014-2020 Europrogettazione - Percorso di formazione in progettazione europea per il periodo - 16 e 30 marzo, 13 aprile 2015 Futura Europa - via Pergolesi 8, Milano Futura Europa propone agli enti no-profit e alle

Dettagli

INVENTORY MANAGEMENT II

INVENTORY MANAGEMENT II INVENTORY MANAGEMENT II AREA Inventory Management Modulo Avanzato INVENTORY MANAGEMENT - II Il corso ha la finalità di fornire i metodi e gli strumenti necessari per una corretta organizzazione della catena

Dettagli

INVENTORY MANAGEMENT. Case studies

INVENTORY MANAGEMENT. Case studies INVENTORY MANAGEMENT INVENTORY MANAGEMENT Il corso ha la finalità di fornire i metodi e gli strumenti necessari per una corretta pianificazione delle scorte nel sistema produttivo e distributivo e per

Dettagli

LEAN MANAGEMENT. AREA Area Supply Chain Flow & Network Management. Modulo Avanzato

LEAN MANAGEMENT. AREA Area Supply Chain Flow & Network Management. Modulo Avanzato LEAN MANAGEMENT AREA Area Supply Chain Flow & Network Management Modulo Avanzato LEAN MANAGEMENT Il corso mira a fornire le pratiche organizzative necessarie per creare, gestire e coordinare sia i team

Dettagli

Corso di Alta Formazione CTI Implementazione di un Sistema di Gestione dell Energia: dalla UNI CEI EN 16001 alla ISO 50001

Corso di Alta Formazione CTI Implementazione di un Sistema di Gestione dell Energia: dalla UNI CEI EN 16001 alla ISO 50001 Corso di Alta Formazione CTI Implementazione di un Sistema di Gestione dell Energia: dalla UNI CEI EN 16001 alla ISO 50001 Coordinatore Scientifico: Ing. Con il patrocinio di Milano, 25 26 e 27 ottobre

Dettagli

ORGANISMO ISCRITTO AL REG. DEGLI ENTI DI FORMAZIONE AL N. 281. Corso di aggiornamento per il mantenimento della qualifica di mediatore professionista

ORGANISMO ISCRITTO AL REG. DEGLI ENTI DI FORMAZIONE AL N. 281. Corso di aggiornamento per il mantenimento della qualifica di mediatore professionista ORGANISMO ISCRITTO AL REG. DEGLI ENTI DI FORMAZIONE AL N. 281 Corso di aggiornamento per il mantenimento della qualifica di mediatore professionista Ai sensi del decreto ministeriale 180/10, art.18, comma

Dettagli

STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT

STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT AREA Production Planning Modulo Base STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT Il corso mira a fornire gli strumenti operativi per implementare alcune attività

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR ENERGETICI SECONDO LA UNI CEI EN 16247-5*

CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR ENERGETICI SECONDO LA UNI CEI EN 16247-5* L ordine egli Ingegneri della Provincia di Milano in collaborazione con il Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente, organizza il seguente Corso: CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR ENERGETICI SECONDO

Dettagli

WAREHOUSE MANAGEMENT DESTINATARI CONTENUTI DOCENTE Andrea Payaro

WAREHOUSE MANAGEMENT DESTINATARI CONTENUTI DOCENTE Andrea Payaro WAREHOUSE MANAGEMENT WAREHOUSE MANAGEMENT Il corso mira a creare le abilità di base necessarie a progettare e svolgere lo stoccaggio e il prelievo corretto delle merci. Inoltre si vuole delineare un quadro

Dettagli

Executive Master SECONDA EDIZIONE

Executive Master SECONDA EDIZIONE Executive Master SECONDA EDIZIONE Sviluppo e gestione dei sistemi e di pagamento dei servizi di mobilità Bologna, settembre - dicembre 2007 con il patrocinio di: con la collaborazione scientifica ed il

Dettagli

Seminario. L Enterprise Risk Management ERM valido strumento di mitigazione delle perdite. Milano, 3 dicembre 2002 Westin Palace Hotel

Seminario. L Enterprise Risk Management ERM valido strumento di mitigazione delle perdite. Milano, 3 dicembre 2002 Westin Palace Hotel Milano, 3 dicembre 2002 Seminario L Enterprise Risk Management ERM valido strumento di mitigazione delle perdite con il patrocinio di L Enterprise Risk Management ERM valido strumento di mitigazione delle

Dettagli

La revisione della Direttiva MiFID: impatti sull industria finanziaria italiana

La revisione della Direttiva MiFID: impatti sull industria finanziaria italiana La revisione della Direttiva MiFID: impatti sull industria finanziaria italiana COMPETEN ZE E CONOSCENZE PER LA CRESCITA Milano, 22 aprile 2013 Palazzo Mezzanotte Congress Centre and Services Piazza degli

Dettagli

Il contratto di franchising Caratteristiche, clausole tipiche, contenzioso

Il contratto di franchising Caratteristiche, clausole tipiche, contenzioso Evento formativo Il contratto di franchising Caratteristiche, clausole tipiche, contenzioso Padova, 12 ottobre 2012 ORARIO 14.30 18.30 CONTENUTI Il franchising è, come è noto, una delle tipologie contrattuali

Dettagli

L ARBITRATO NELLA TEORIA E NELLA PRASSI

L ARBITRATO NELLA TEORIA E NELLA PRASSI In collaborazione con Percorso formativo L ARBITRATO NELLA TEORIA E NELLA PRASSI ORARIO 14.00 18.00 Bergamo, Via Foro Boario 3 14 marzo 2014 21 marzo 2014 28 marzo 2014 04 aprile 2014 11 aprile 2014 OBIETTIVI

Dettagli

I CONTRATTI FINANZIARI ASSICURATIVI

I CONTRATTI FINANZIARI ASSICURATIVI I CONTRATTI FINANZIARI ASSICURATIVI DISCIPLINA APPLICABILE TIPOLOGIE E STRUTTURE EVOLUZIONE GIURISPRUDENZIALE Milano, 8 giugno 2011 Camera di Commercio di Milano, Palazzo Giureconsulti In collaborazione

Dettagli

INDUCTION SESSION FOLLOW UP LE SOCIETÀ QUOTATE E LA GESTIONE DEI RISCHI

INDUCTION SESSION FOLLOW UP LE SOCIETÀ QUOTATE E LA GESTIONE DEI RISCHI INDUCTION SESSION FOLLOW UP LE SOCIETÀ QUOTATE E LA GESTIONE DEI RISCHI 15 maggio 2015 3 luglio 2015 Circolo della Stampa Corso Venezia, 48 Milano CHI È ASSOGESTIONI www.assogestioni.it Assogestioni è

Dettagli

La lean negli Studi Professionali Come organizzare lo studio in modo efficiente applicando la metodologia lean

La lean negli Studi Professionali Come organizzare lo studio in modo efficiente applicando la metodologia lean Seminario La lean negli Studi Professionali Come organizzare lo studio in modo efficiente applicando la metodologia lean Bologna, 21 marzo 2014 Atena Spa Via di Corticella, 89/2 b-c ORARIO 10.00-13.00

Dettagli

CORSO MASTER CLASS [LA GESTIONE DELL AZIENDA] LA GOVERNANCE 360 CORSO INTENSIVO DI 7 GIORNATE

CORSO MASTER CLASS [LA GESTIONE DELL AZIENDA] LA GOVERNANCE 360 CORSO INTENSIVO DI 7 GIORNATE CORSO MASTER CLASS [LA GESTIONE DELL AZIENDA] LA GOVERNANCE 360 CORSO INTENSIVO DI 7 GIORNATE MILANO - dal 4 giugno 2013 ROMA - dal 18 giugno 2013 OBIETTIVO Approfondire gli elementi sostanziali del governo

Dettagli

Modulo iscrizione Cod. PFB02_2016

Modulo iscrizione Cod. PFB02_2016 Modulo iscrizione Cod. PFB02_2016 SEMINARIO AGGIORNAMENTO NORMATIVA RIFIUTI Cod. PFB02_2016 Genova, 15 Aprile 2016 9:00 13:00 DATI DEL PARTECIPANTE Cognome Nome Data e luogo di nascita Nazionalita Titolo

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA LA MISURA DELLA PERFORMANCE AREA Core Management Skills Modulo Avanzato IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance Il corso si focalizza

Dettagli

SISTEMI DI GESTIONE, PIANIFICAZIONE E CONTROLLO

SISTEMI DI GESTIONE, PIANIFICAZIONE E CONTROLLO SISTEMI DI GESTIONE, PIANIFICAZIONE E CONTROLLO 2016 Accounting, Finance & Control Z1152.1 V Edizione / Formula weekend 18 MARZO 2016 19 MARZO 2016 REFERENTE SCIENTIFICO DELL'INIZIATIVA Cristiano Busco,

Dettagli

Conciliatore professionista

Conciliatore professionista Il programma del Corso, in conformità alle disposizioni del recentissimo D.M. 180/201, si articola in moduli teorici e moduli pratici nell ambito dei quali vengono trattate le seguenti materie: normativa

Dettagli

Social Listening 101 EDIZIONE 2015

Social Listening 101 EDIZIONE 2015 Social Listening 101 EDIZIONE 2015 INTRODUZIONE Il corso Social Listening 101 ha l obiettivo di fornire ai partecipanti elementi utili per definire strategie di social listening finalizzate ad informare

Dettagli

Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo

Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo Corso SGS per Auditor / Lead Auditor di Sistemi di Gestione della Sicurezza (SGS) OHSAS 18001:2007 Corso Completo Corso riconosciuto CEPAS e Aicq-Sicev (n di registro 66) Agrigento, Novembre 2011 Pagina

Dettagli

25 NOVEMBRE 2015. StarHotels Rosa Grand Piazza Fontana 3 Milano

25 NOVEMBRE 2015. StarHotels Rosa Grand Piazza Fontana 3 Milano Responsabilità amministrativa degli enti: D.lgs 231/2001. Adeguamento dei modelli organizzativi, autoriciclaggio 25 NOVEMBRE 2015 StarHotels Rosa Grand Piazza Fontana 3 Milano Responsabilità amministrativa

Dettagli

WEBLAB - SCHEDA DOCUMENTO

WEBLAB - SCHEDA DOCUMENTO WEBLAB - SCHEDA DOCUMENTO N 169 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso extrauniversitario TIPO DI CORSO: Workshop & Corsi di aggiornamento TITOLO: Basic Facility Management

Dettagli

Conoscere e discutere i fondamenti di una buona impresa

Conoscere e discutere i fondamenti di una buona impresa CONSORZIO POLO TECNOLOGICO MAGONA Organizza un percorso di formazione sul tema: Conoscere e discutere i fondamenti di una buona impresa 20-27 Ottobre; 10-17-24 Novembre 2012 Consorzio Polo Tecnologico

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO E LA STRUTTURA FINANZIARIA OTTIMALE

L ANALISI DI BILANCIO E LA STRUTTURA FINANZIARIA OTTIMALE L ANALISI DI BILANCIO E LA STRUTTURA FINANZIARIA OTTIMALE 2015 Amministrazione finanza e controllo Z6050.1 III Edizione / Formula weekend 11 APRILE 9 MAGGIO 2015 REFERENTE SCIENTIFICO DELL'INIZIATIVA Raffaele

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance Il corso si focalizza sulle tecniche di Management Accounting più

Dettagli

LA GOVERNANCE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA GOVERNANCE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA GOVERNANCE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE REGOLE SULL EQUILIBRIO DEI GENERI E SULLA TRASPARENZA DEGLI INCARICHI Milano, giovedì 27 giugno 2013 Spazio Chiossetto, Via Chiossetto

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT SUPPLY CHAIN MANAGEMENT La Gestione Operativa AREA BASIC SUPPLY CHAIN MANAGEMENT Modulo Avanzato SUPPLY CHAIN MANAGEMENT La Gestione Operativa Il corso approfondisce i temi fondamentali della logistica,

Dettagli

Seminario. Integrare il ciclo Approvvigionamenti e Distribuzione Logistica. Milano, 20 novembre 2002 Westin Palace Hotel. Con il patrocinio di

Seminario. Integrare il ciclo Approvvigionamenti e Distribuzione Logistica. Milano, 20 novembre 2002 Westin Palace Hotel. Con il patrocinio di Milano, 20 novembre 2002 Seminario Integrare il ciclo Approvvigionamenti Con il patrocinio di In collaborazione con Integrare il ciclo Approvvigionamenti Orario dalle 9.00 alle 13.00 dalle 14.30 alle 18.00

Dettagli

Giovedì 5 Novembre 2015 Circolo del Commercio Palazzo Bovara - Corso Venezia 51, Milano

Giovedì 5 Novembre 2015 Circolo del Commercio Palazzo Bovara - Corso Venezia 51, Milano LA REVISIONE DELLA MIFID I recenti sviluppi di MiFID II Le regole di condotta per gli intermediari Il nuovo regimi degli incentivi Le tecniche di attenuazione del rischio La distribuzione di prodotti complessi

Dettagli

PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE

PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE Il modulo Pianificazione e Programmazione della Produzione ha l obiettivo di illustrare gli strumenti più

Dettagli