- Trasparenza bancaria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- Trasparenza bancaria"

Transcript

1 Coordinato da Fabio Picciolini agenzia adiconsum anno XV - n dicembre 2003 Stampato in proprio in dicembre 2003 In questo numero: Speciale Trasparenza bancaria Cosa cambia con le nuove istruzioni ABI per la vigilanza Approfondimenti - Trasparenza bancaria - Confronto - Premessa - Principi Generali - Fonti normative - Definizioni - Destinatari della nuova normativa - Strumenti di pubblicità - Forma e contenuto dell avviso - Forma e contenuto del foglio informativo - Struttura del foglio informativo - Offerta fuori sede - Tecniche di comunicazione a distanza - Informazione precontrattuale - Documento di sintesi - Contratti - Forma dei contratti - Contenuto dei contratti - Tecniche di comunicazione a distanza - Comunicazioni alla clientela - Comunicazioni per rapporti particolari - Richiesta di documentazione - Tecniche di comunicazione a distanza Registrazione Tribunale di Roma n. 350 del Sped. in abb. post. comma 20/c art.2 L.662/96 Filiale di Roma

2 APPROFONDIMENTI Trasparenza bancaria Che cosa cambia nella trasparenza bancaria con le nuove istruzioni ABI per la vigilanza. In un precedente numero di Adifinanza è stata riportata la notizia dell emanazione, nel luglio scorso, delle nuove istruzioni in materia di TRASPARENZA BANCARIA (titolo X istruzioni vigilanza Banca d Italia). Le nuove norme sono state, successivamente, riportate sul sito dell Associazione. Per concludere l iter informativo si riporta ora il confronto predisposto dal nostro responsabile del Piemonte, Pasquale Ernesto, tra le nuove norme e quelle precedenti. Il confronto comprende anche brevi spiegazioni sulle singole norme, che in ogni caso potranno essere approfondite direttamente con la struttura nazionale e con Pasquale Ernesto che ha predisposto il lavoro. Confronto Premessa Mancano il riferimento alla tutela del contraente debole e il richiamo alle sanzioni. Principi Generali Vi si riprende il concetto del CICR sull esigenza di un informativa chiara ed esauriente e di relazioni d affari improntate a buona fede e correttezza. Si richiamano i codici di autoregolamentazione, gli accordi per la composizione stragiudiziale delle liti, la normativa non compresa nel TUB (Testo unico bancario) (clausole vessatorie, vendita fuori dei locali commerciali, a distanza, ecc.) comunque applicabile. Fonti normative Il TUB è, finalmente, integralmente applicabile, con l ulteriore fonte normativa della delibera CICR del marzo 2003; decadono le norme dichiarate ultrattive dall art. 161 del TUB. Si richiamano comunque: il T.U.F., (Testo unico finanziario), il D.Lgs. 253/2000 (bonifici transfrontalieri), il DM Tesoro 8/7/ 1992 e successiva modifica per il calcolo del TAEG, le delibere del CICR del 9/2/2000 per la capitalizzazione degli interessi (anatocismo) e l estinzione anticipata dei mutui fondiari. Dalle nuove norme sembra essere scomparso il DM sul collocamento dei titoli di stato e le commissioni massime sui depositi amministrati, mai abrogato. Definizioni Sono ampliate di molto, con l aggiunta di quella del cliente, dell offerta fuori sede, comunicazioni a distanza, supporto durevole, titoli strutturati, operazioni complesse, ecc.. Pubblicità ed informazioni precontrattuali. Il capitolo è completamente riscritto, in adesione alla delibera del CICR. L avviso non è più sintetico, non se ne fissa il formato, né il contenuto in modo rigoroso; non è più prescritta la pubblicizzazione della normativa sulla traspa- Test noi consumatori 2

3 renza, né il DM fantasma di cui sopra. Si prescrive, invece, l indicazione degli strumenti di tutela a disposizione del cliente e diviene asportabile come il foglio informativo. Quest ultimo non è più analitico e deve contenere anche informazioni sui principali rischi dell operazione. Inoltre si prevede la consegna di copia completa dello schema contrattuale (da dare, a pagamento, prima della conclusione del contratto) ed il documento di sintesi delle principali condizioni contrattuali. Il foglio informativo deve esporre tutti gli strumenti di tutela contrattuale, il diritto di avere preventivamente copia del contratto col documento di sintesi e l indicazione degli ulteriori diritti previsti dalla normativa a tutela del cliente nonché le procedure di reclamo. I fogli informativi sono molto più dettagliati degli attuali. Sono asportabili. Non ci sono più previsioni specifiche per i cambi, non è più richiesta l esemplificazione degli interessi debitori o creditori determinati dall antergazione o postergazione o scoperto di valuta in c/c. La minuziosa prescrizione di Bankitalia deve essere letta integralmente e non è riassumibile. Sarebbe auspicabile e coerente uno specifico richiamo alla normativa sui bonifici transfrontalieri (L. 253/2000), che è richiamata più oltre. Apprezzabile l obbligo di una legenda che chiarisca il significato dei principali termini usati. Positiva (ma anche sospetta) la raccomandazione di evidenziare, se sussiste, la conformità del contratto ad intese con associazioni di consumatori, professionali, raccomandazioni comunitarie, codici di condotta. Per i mutui le informazioni possono essere date attraverso i fogli unificati europei da quelle banche che hanno aderito all accordo in materia.tutte prescrizioni assenti dalle precedenti istruzioni Bankitalia del Destinatari della nuova normativa Rispetto al passato, sono esplicitamente individuati anche Poste Italiane, Imel (art. 114 bis del T.U.), mediatori creditizi, esercenti credito al consumo. Strumenti di pubblicità Oltre all avviso ed al foglio informativo, si indicano la copia completa dello schema di contratto che il cliente può chiedere prima della sua conclusione e il documento di sintesi delle principali operazioni contrattuali, unito al testo del contratto. Forma e contenuto dell avviso Obbligo di esposizione di un avviso denominato principali norme di trasparenza che deve contenere l indicazione dei diritti e degli strumenti di tutela previsti dalla legge. Facilmente leggibile e comprensibile, agevolmente identificabile. Rispetto al precedente avviso sintetico, non deve più contenere il testo della legge, non è più di misure standard, non deve essere sottoscritto e datato. Le differenze sono di contenuto, in quanto si deve fare menzione di tutti i diritti che competono al cliente e quelli specifici del consumatore per il credito al consumo, le procedure di reclamo e conciliazione, l eventuale diritto di recesso o revoca della proposta. L avviso deve essere asportabile. Test noi consumatori 3

4 Forma e contenuto del foglio informativo I fogli informativi (non più analitici) contengono, a differenza del passato, una dettagliata informativa sulla banca, le caratteristiche ed i rischi tipici dell operazione, le principali clausole contrattuali, le condizioni economiche. Devono essere redatti in modo da favorire la comparazione tra le condizioni proposte per servizi di natura analoga (es. mutui a tasso fisso o variabile). La sottoscrizione di titoli strutturati della banca o l acquisto di prodotti complessi da parte di consumatori avvengono dopo la consegna del foglio informativo e l attestazione di avvenuta ricezione del cliente. I fogli sono a disposizione, asportabili, disponibili anche su apparecchiature tecnologiche che ne consentano la stampa; conservati dalla banca per cinque anni, anche con tecniche di memorizzazione. Tutto quanto sopra a differenza della disciplina precedente. Struttura del foglio informativo È completamente innovata rispetto a quella precedente. Deve contenere una minuziosa informativa sulla banca, la descrizione delle caratteristiche e dei rischi tipici dell operazione o del servizio, con eventuale indicazione di servizi accessori offerti, la descrizione dei rischi generici e specifici connessi, le condizioni economiche dell operazione o del servizio, tassi commissioni, spese, TAEG e qualsiasi altro onere gravante sul cliente. Deve anche indicare le clausole contrattuali che regolano il servizio o l operazione. Il contenuto ora prescritto del foglio informativo tiene conto delle delibere modificative o integrative del TUB intervenute, che devono essere tutte richiamate. Rispetto a prima, devono anche essere indicati organi e procedure per la composizione stragiudiziale delle controversie, nonché l eventuale conformità del contratto che regola l operazione a schemi standard raccomandati da istituzioni comunitarie, previsti da codici di condotta, o concordati con associazioni di categoria. Va segnalato, infine, che il foglio informativo deve anche contenere una legenda esplicativa dei termini in esso contenuti. Le profonde e significative innovazioni apportate al contenuto ed alla struttura del foglio analitico impongono una lettura attenta di tutto il punto 3 delle istruzioni di vigilanza, che non consentono di essere sintetizzate. Offerta fuori sede Per questo tipo di attività, i fogli analitici devono anche precisare se vi sono costi ed oneri aggiuntivi, oltre ad indicare qualifica e dati identificativi del soggetto proponente, inclusa quelli della sua eventuale iscrizione ad albi. La conclusione del contratto è subordinata alla preventiva consegna al cliente dell avviso e del foglio informativo e all acquisizione della dichiarazione del cliente di averli ricevuti. Purtroppo sappiamo bene come in concreto si attuino certe previsioni, specie nel settore dell intermediazione finanziaria, salvo recriminazioni postume! Si tratta di disciplina del tutto nuova. Tecniche di comunicazione a distanza Aggiorna le prescrizioni in materia di pubblicità delle condizioni, disciplinandone la messa a disposizione del cliente, con utilizzo delle stesse tecniche. Test noi consumatori 4

5 Annunci pubblicitari. Apprezzabili la prescrizione, da tempo in vigore per tutti gli altri settori, di precisare che si tratta di messaggio pubblicitario promozionale, di richiamare i fogli informativi a disposizione dei clienti per la conoscenza delle condizioni contrattuali, di fare menzione di TAEG e/o indicatore sintetico di costo. Informazione precontrattuale Il capitolo non figurava nelle precedenti istruzioni. Prevede la consegna al cliente che ne abbia fatto richiesta della copia completa del testo del contratto perché lo possa valutare; il diritto del cliente di ottenerla non può essere sottoposto a termini o condizioni: ma una microscopica noticina avverte che la consegna di tale copia può essere subordinata al pagamento di un rimborso spese. Osiamo sperare che le banche non utilizzino tale facoltà, che tra l altro la delibera del CICR non sembra permettere: sarebbe un modo deplorevole per impinguare il conto economico e dissuadere il cliente dal chiederla. Immaginiamo a quale livello collocheranno la spesa da farsi rimborsare! Se proprio vogliono, chiedano la restituzione della copia dopo la consultazione. Perché tutto sia formalmente in regola, la banca avrà cura di acquisire la dichiarazione dal cliente se intende o meno valersi della facoltà di avere tale copia. Sembra qualcosa di simile all acquisizione della situazione economica del cliente che vuole investire i suoi risparmi: 99 su 100 preferiscono non renderla nota! Preferiscono o sono indotti? Se la banca modifica le condizioni contenute nella copia consegnata al cliente prima della conclusione del contratto, glie ne consegna una copia aggiornata. Perché non prevedere, come in altri settori di attività economica, un periodo minimo di validità delle condizioni proposte? Ci si dovrà battere per fare apportare qualche modifica a questo punto e convincere le banche, tramite ABI, a non far pagare le copie di contratto; alternativamente attrezzarci per far conoscere alla clientela tutte le clausole oscure e pericolose. Documento di sintesi Anche questa è una novità: si tratta della sintesi delle condizioni economiche e contrattuali, rilevabili analiticamente dal foglio informativo dello specifico servizio/operazione richiesto; costituisce il frontespizio del contratto e dovrà essere facilmente comprensibile e leggibile. Deve anche riportare altra novità così come il contratto, l Indicatore Sintetico del Costo che è un dato, calcolato con gli stessi criteri del TAEG, che deve essere indicato quando il contratto ed il documento di sintesi riguarda: mutui, anticipazioni bancarie, altri finanziamenti, (ad es. prestiti personali, finalizzati, ecc.). Contratti Rispetto alle istruzioni di aprile 99, è aggiunta una premessa nella quale si esclude l assoggettabilità alla presente disciplina dei servizi di investimento in strumenti finanziari e della relativa consulenza, e si rimettono alla valutazione dell Autorità giudiziaria le questioni relative alla validità dei contratti o di singole clausole. Sembra un po pilatesco. Test noi consumatori 5

6 Forma dei contratti Scritta salvo eccezioni, con obbligo di consegna di copia al cliente ed acquisizione di attestazione del medesimo di averla ricevuta. Prescrizione che compare ex novo anche se ne richiama un identica del T.U.B., come quella della nullità del contratto redatto in forma diversa da quella prescritta. Per le operazioni ed i servizi prestati occasionalmente, per i quali si può fare a meno della forma scritta, non è più richiamato, rispetto alle precedenti istruzioni, l obbligo di non praticare condizioni meno favorevoli di quelle pubblicizzate: forse lo si dà per scontato. Prescrizioni più vincolanti e minuziose sono date per l esecuzione dei bonifici e, particolarmente, per quelli transfrontalieri, per i quali sono recepite le norme contenute nella specifica direttiva U.E.. Contenuto dei contratti Il contenuto minimo dei contratti è lo stesso che era già previsto nelle precedenti istruzioni. Di nuovo si rileva che il contratto deve contenere almeno le condizioni economiche e clausole contenute nel foglio informativo e il richiamo alla nullità delle clausole che può essere invocata solo dal cliente di rinvio agli usi per la determinazione di tassi, prezzi e condizioni; sorte analoga si prevede per quelle che prevedono prezzi, tassi, condizioni meno favorevoli di quelli pubblicizzati. In quest ultima circostanza, e nel caso il contratto non contenga l indicazione di tali elementi, si applicheranno i tassi dei BOT annuali e le commissioni, prezzi e spese pubblicizzati. In mancanza di pubblicità, nulla è dovuto. Parimenti nuovo quantunque scontato il richiamo alla specifica approvazione da parte del cliente della clausola contrattuale che consente alla banca di variare in pejus le condizioni economiche. Prescrizioni più precise e complete rispetto al passato, anche per adeguarsi alle modifiche normative intervenute, riguardano l approvazione specifica da parte del cliente delle clausole di capitalizzazione degli interessi, l indicazione del tasso effettivo annuo, in caso di capitalizzazione infra annuale, l identica periodicità di capitalizzazione degli interessi attivi e passivi, l attribuzione della valuta del giorno stesso nei versamenti di contanti, assegni circolari emessi dalla stessa banca e assegni bancari tratti sulla stessa dipendenza, la corresponsione degli interessi sui medesimi versamenti fino al giorno dell effettivo prelievo. Quest ultima istruzione riproduce fedelmente quanto previsto all art. 120 del T.U.B., senza dare risposta agli interrogativi che lo stesso suscita. Come mai, malgrado reiterate segnalazioni alla Banca d Italia, numerose banche hanno deciso - dandone avviso in G.U. - e continuano ad imporre una commissione/ penale per i prelievi dai libretti di deposito superiori ad un importo da esse stesse stabilito che, di fatto, reintroduce l antergazione della valuta per i prelievi eccedenti il disponibile a vista in vigore anteriormente all entrata in vigore della legge n. 154/1992 e vietata dalla norma di cui sopra? L obbligo di corrispondere interessi fino al giorno dell effettivo prelievo attiene unicamente ai depositi sopra precisati, o anche al deposito in conto o libretto di assegni fuori piazza, circolari di altre banche, ricavo di cedole e titoli scaduti, ecc.? Questo paragrafo delle istruzioni si conclude con il richiamo a disposizioni specifiche sopravvenute a proposito di bonifici transfrontalieri e di estinzione anticipata di mutui fondiari. Test noi consumatori 6

7 Tecniche di comunicazione a distanza Si prevede la possibilità di stipulare contratti con tali tecniche, nel rispetto delle prescrizioni di forma di cui sopra e la precisazione che il cliente ha diritto di avere in ogni momento copia cartacea del contratto. Inoltre, nella conclusione di tali contratti, le banche dovranno osservare anche tutte le disposizioni di legge e regolamentari concernenti tali tecniche, quali la direttiva sulla vendita a distanza di servizi finanziari o il D. Lgs. sul commercio elettronico n. 70 del 9/4/2003. Comunicazioni alla clientela Sono riunite in questa sezione disposizioni precedentemente molto più sintetiche e ripartite tra comunicazioni periodiche e modifica delle condizioni contrattuali. Viene ribadito nella premessa il demando all Autorità giudiziaria della valutazione della validità ed efficacia delle clausole contrattuali, a prescindere dal rispetto della disciplina sulla comunicazione della loro variazione in pejus. Comunicazioni alla clientela. Sez IV, 2. Le variazioni contrattuali sfavorevoli devono essere rese note al cliente utilizzando il documento di sintesi, che va a sostituire quello inizialmente consegnato quale frontespizio del contratto. Per rendere immediatamente percepibili tali variazioni, devono essere evidenziate in colore o carattere diverso. Il documento di sintesi viene datato e numerato progressivamente, e contiene l indicazione del termine entro il quale è possibile recedere dal contratto nonché l avvertenza che si tratta di comunicazione ai sensi del TUB. La formulazione delle istruzioni della vigilanza inducono a ritenere che tale documento di sintesi debba riscrivere completamente quello iniziale o l ultimo inviato, con gli accorgimenti grafici occorrenti ad evidenziare le modifiche intervenute, anche se non può del tutto escludersi che l aggiornamento del documento iniziale si possa attuare con la sola trascrizione degli articoli o clausole o condizioni modificate, nel nuovo testo, evidenziandone le variazioni. Se le variazioni sono generalizzate e, quindi, rese note con annuncio in G.U., devono essere successivamente comunicate al cliente con il documento di sintesi alla prima occasione utile, nell ambito delle comunicazioni periodiche o di altre comunicazioni di operazioni specifiche. Si rilevano, nella formulazione, miglioramenti evidenti rispetto alla prescrizione precedente, specie per quanto attiene alla conoscibilità delle variazioni generalizzate mediante G.U., sia per l obbligo di loro affissione nei locali della banca (prima era solo raccomandata), sia per il successivo obbligo di segnalarle nel documento di sintesi. Quest ultima disposizione non pare consentire ulteriori aggravi di commissioni e spese per il cliente, venendo inviata in una con altre comunicazioni obbligatorie e già pagate. Dal punto di vista del cliente ci si può ulteriormente chiedere se la comunicazione di un peggioramento delle condizioni economiche, che apportano maggiori ricavi per la banca, debba comportare l ulteriore aggravio delle spese per tale adempimento. La generalizzazione della comunicazione tramite G.U. delle variazioni sfavorevoli al Test noi consumatori 7

8 cliente, che sotto l impero della legge n 154 non era consentita per tutte (ma della quale avevano largamente abusato le banche) è stata definitivamente santificata da Cicr e Bankitalia. Una nota al primo comma di questa sezione sembra ammettere pacificamente la facoltà di modificare anche i parametri di indicizzazione, ma è un concetto da respingere; se così fosse, - vedi mutui a tasso indicizzato finché i parametri fanno aumentare il tasso, vanno bene; se però lo fanno scendere oltre un certo livello, allora modifico lo spread o gli stessi parametri! Sarebbe troppo comodo. Sez. IV punto 3. Nei contratti di durata, a fine contratto o almeno una volta l anno, deve essere inviata una comunicazione analitica sullo svolgimento del rapporto ed un quadro aggiornato delle condizioni applicate. Tale comunicazione si realizza con l invio di un rendiconto e del documento di sintesi delle principali condizioni contrattuali; documento sempre numerato progressivamente e datato, con tutte le condizioni in vigore, anche se non modificate o modificate a favore del cliente e, quindi, non comunicate in corso d anno. Questa precisazione sembrerebbe imporre l invio del documento di sintesi completo in ogni caso almeno una volta l anno, escludendo che ci possa limitare al solo aggiornamento delle parti variate di quello precedente. Questo non giustificherebbe, comunque, la pretesa di specifiche commissioni o rimborsi spese da parte delle banche: al più il costo della carta e dell inchiostro di stampa. Comunicazioni per rapporti particolari Si prevede una disciplina specifica per le comunicazioni periodiche concernenti i rapporti di conto corrente, libretti al portatore, credito fondiario, deposito titoli a custodia ed amministrazione, disponendo che: Per i c/c, l estratto conto ed il documento di sintesi possono essere richiesti dal cliente con cadenza semestrale, trimestrale o mensile, anziché annuale e vi si deve precisare la modalità di calcolo degli interessi; Per i libretti al portatore, come in precedenza, l estratto conto annuale ed il documento di sintesi sono disponibili in filiale per tutto il mese di gennaio di ogni anno; Per i mutui fondiari deve essere indicato il compenso onnicomprensivo per l estinzione anticipata; Per i depositi amministrati, si può convenire di omettere le comunicazioni quando il valor nominale dei titoli non supera euro (prima di lire). Da rilevare la scomparsa del richiamo ai regolamenti Consob per i rendiconti periodici relativi ai servizi d investimento. Richiesta di documentazione Si recepisce la modifica apportata anni fa al T.U.B. che attribuisce anche al successore a qualsiasi titolo del cliente il diritto di chiedere copia della documentazione inerente singole operazioni, risalenti a non oltre 10 anni. Il termine di 90 giorni dalla richiesta sembra eccessivo. Test noi consumatori 8

9 Tecniche di comunicazione a distanza Si prevede la possibilità di utilizzare tali tecniche sia per le comunicazioni periodiche, che delle variazioni contrattuali, purché ci sia accordo col cliente, siano fornite su supporto durevole, facilmente accessibili ed identificabili come effettuate ai sensi degli art. 118 e 119 del T.U.B. Test noi consumatori 9

10 un click e sei in adiconsum online per te tutte le notizie ed i servizi dell associazione news e attualità dei consumi comunicati stampa eventi (forum, seminari, convegni, corsi) dossier e studi specifici facsimile di reclami, ricorsi, richieste di risarcimento tutte le pubblicazioni (Test noi consumatori, Guide del consumatore, Adibank, CD Rom ecc.) iscrizione e consulenza online Partecipa anche tu alla nostra attività di difesa del consumatore: sei il benvenuto tra noi ADICONSUM, DALLA PARTE DEL CONSUMATORE. Direttore: Paolo Landi Direttore responsabile: Francesco Casula Comitato di redazione: Angelo Motta, Fabio Picciolini Amministrazione: Adiconsum, via Lancisi 25, Roma Registrazione Tribunale di Roma n. 350 del Sped. in abb. post. comma 20/c art.2 L.662/96 Filiale di Roma ADESIONI E ABBONAMENTI Adesione individuale: 31,00 ( 15,00 per gli iscritti Cisl) Abbonamento al settimanale Adiconsum News + mensili Adifinanza, a cura del settore credito e risparmio, Consumi & diritti, a cura del Centro giuridico Adiconsum e Attorno al piatto, a cura del settore sicurezza degli alimenti e nutrizione: 25,00 ( 15,00 per gli iscritti Cisl) Abbonamento al bimestrale La guida del consumatore : 25,00 ( 12,00 per gli iscritti Cisl) Adesione + Abbonamento a La guida del consumatore : 43,00 ( 27,00 per gli iscritti Cisl) I versamenti possono essere effettuati su c.c.p intestato ad Adiconsum Test noi consumatori 10

- Rinegoziazione: pro e contro dell accordo Governo Abi. Istruzioni per l uso a cura di Adiconsum

- Rinegoziazione: pro e contro dell accordo Governo Abi. Istruzioni per l uso a cura di Adiconsum Coordinato da Valeria Lai Agenzia Adiconsum - anno XX - n. 29-30 maggio 2008 Stampato in proprio in maggio 2008 In questo numero: Speciale mutui: Rinegoziazione, pro e contro dell accordo Governo Abi Istruzioni

Dettagli

DELIBERAZIONE 4 MARZO 2003 Disciplina della trasparenza delle condizioni contrattuali delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

DELIBERAZIONE 4 MARZO 2003 Disciplina della trasparenza delle condizioni contrattuali delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari DELIBERAZIONE 4 MARZO 2003 Disciplina della trasparenza delle condizioni contrattuali delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari Pagina 1 di 30 IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER IL CREDITO E IL

Dettagli

AVVISO ALLA CLIENTELA PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA RELATIVE ALLA MEDIAZIONE CREDITIZIA ATTIVITÀ ED OBBLIGHI DEL MEDIATORE CREDITIZIO

AVVISO ALLA CLIENTELA PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA RELATIVE ALLA MEDIAZIONE CREDITIZIA ATTIVITÀ ED OBBLIGHI DEL MEDIATORE CREDITIZIO Soluzioni Innovative S.r.l. Via Antonio Stoppani, 10/C - 24121 Bergamo Iscritta all Elenco dei Mediatori Creditizi presso OAM n. M25, in data 22/01/2013 Numero R.E.A.: BG 393625 Numero di iscrizione nel

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al DEPOSITO A RISPARMIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al DEPOSITO A RISPARMIO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Adiconsum coordina il CEC-Centro europeo consumatori. - Internet: basta a contratti vessatori per i. per i consumatori

Adiconsum coordina il CEC-Centro europeo consumatori. - Internet: basta a contratti vessatori per i. per i consumatori Coordinato da Valeria Lai Agenzia Adiconsum anno XVIII - n. 16 24 marzo 2006 Stampato in proprio in marzo 2006 In questo numero: Adiconsum coordina il CEC-Centro europeo consumatori Internet: basta a contratti

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DELLA MEDIAZIONE CREDITIZIA

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DELLA MEDIAZIONE CREDITIZIA FOGLIO INFORMATIVO Redatto secondo le indicazioni contenute nel Provvedimento del 29 Aprile 2005 dell'uic, nella Deliberazione del CICR del 4 marzo 2003, del Provvedimento della Banca d Italia del 25 luglio

Dettagli

DEPOSITO A RISPARMIO

DEPOSITO A RISPARMIO 1 FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO A RISPARMIO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA Sede legale: Corso Umberto I 65-76014 SPINAZZOLA (BT) Tel. 0883/683620

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito

Foglio Informativo Conto Deposito INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Terra d Otranto Società Cooperativa. Sede Legale Via Cesare Battisti, n. 27, 73041 Carmiano (Lecce) Sede Amministrativa Viale Leopardi, n. 73, 73100,

Dettagli

AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA

AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA L AVVISO RIGUARDA LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS.385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO T.U.B.) E DALLE ISTRUZIONI

Dettagli

1. LA TRASPARENZA E GLI STRUMENTI DI PUBBLICITÀ

1. LA TRASPARENZA E GLI STRUMENTI DI PUBBLICITÀ 1. LA TRASPARENZA E GLI STRUMENTI DI PUBBLICITÀ 1.1. Premessa 1 GLOSSARIO 6 NORMATIVA 8 1.1 PREMESSA Al termine di questo capitolo sarai in grado di conoscere gli obiettivi perseguiti dalle disposizioni

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via del Macello 55 39100 Bolzano Tel.: 0471 996111

Dettagli

DEPOSITO A RISPARMIO. Al deposito a risparmio è collegato un libretto di risparmio, che può essere nominativo o al portatore.

DEPOSITO A RISPARMIO. Al deposito a risparmio è collegato un libretto di risparmio, che può essere nominativo o al portatore. DEPOSITO A RISPARMIO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO GIUSEPPE TONIOLO Via Sebastiano Silvestri n.113 - cap 00045 - Genzano di Roma (RM) Capitale e riserve al 31/12/2013-34.368.294

Dettagli

CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO 38060 ALDENO TN - VIA ROMA, 1 TELEFONO E FAX 0461 842 517-0461 842 101

CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO 38060 ALDENO TN - VIA ROMA, 1 TELEFONO E FAX 0461 842 517-0461 842 101 FOGLIO INFORMATIVO STRUMENTO DI INVESTIMENTO Conto Deposito AGGIORNATO AL 01/06/2015 D00002 DATI INFORMATIVI DELLA BANCA DENOMINAZIONE CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito

Foglio Informativo Conto Deposito INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Terra d Otranto Società Cooperativa. Sede Legale Via Cesare Battisti, n. 27, 73041 Carmiano (Lecce) Sede Amministrativa Viale Leopardi, n. 73, 73100,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al DEPOSITO A RISPARMIO VINCOLATO INDICIZZATO EURIBOR DELLA DURATA MASSIMA DI 60 MESI

FOGLIO INFORMATIVO relativo al DEPOSITO A RISPARMIO VINCOLATO INDICIZZATO EURIBOR DELLA DURATA MASSIMA DI 60 MESI FOGLIO INFORMATIVO relativo al DEPOSITO A RISPARMIO VINCOLATO INDICIZZATO EURIBOR DELLA DURATA MASSIMA DI 60 MESI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo del Basso Sebino - Societa' Cooperativa

Dettagli

CONTRATTO DI FINANZIAMENTO A TERMINE PRESTITO PERSONALE FIDIAMO

CONTRATTO DI FINANZIAMENTO A TERMINE PRESTITO PERSONALE FIDIAMO Codice modulo e versione SECCI 17-07/2015_04 Data di consegna del presente documento INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE / INTERMEDIARIO DEL

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITI A RISPARMIO LIBERI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve S.C. Via Bitetto n. 2, - 70020 Cassano delle Murge (Ba) Tel. 0803467511

Dettagli

Legge 17 febbraio 1992, n. 154 - Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

Legge 17 febbraio 1992, n. 154 - Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari Legge 17 febbraio 1992, n. 154 - Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari Articolo 1. Ambito soggettivo d'applicazione. 1. Le norme della presente legge trovano applicazione

Dettagli

FINANZIAMENTI A BREVE E A MEDIO/LUNGO TERMINE A SCADENZA DETERMINATA

FINANZIAMENTI A BREVE E A MEDIO/LUNGO TERMINE A SCADENZA DETERMINATA Pag. 1 / 5 Foglio Informativo FINANZIAMENTI A BREVE E A MEDIO/LUNGO TERMINE A SCADENZA DETERMINATA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero

Dettagli

Foglio informativo APERTURA DI CREDITO IPOTECARIA 1 giugno 2011

Foglio informativo APERTURA DI CREDITO IPOTECARIA 1 giugno 2011 Foglio informativo APERTURA DI CREDITO IPOTECARIA 1 giugno 2011 (D.Lgs. 385/1993 e successive modifiche Deliberazione CICR del 04.03.03) INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE con o senza garanzia ipotecaria (fido di conto corrente disponibilità assegni conto a rientro)

FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE con o senza garanzia ipotecaria (fido di conto corrente disponibilità assegni conto a rientro) FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE con o senza garanzia ipotecaria (fido di conto corrente disponibilità assegni conto a rientro) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE

DOCUMENTO DI SINTESI APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE Copia per la Banca DOCUMENTO DI SINTESI APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CONNESSO ALLA TITOLARITÀ DI UNA CARTA DI CREDITO DENOMINATA CARTASÌ BLACK REDATTO AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 1 SETTEMBRE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

Diritto dei Mezzi di Comunicazione. Indice

Diritto dei Mezzi di Comunicazione. Indice INSEGNAMENTO DI DIRITTO DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE LEZIONE X IL MERCATO FINANZIARIO ONLINE PROF. ERNESTO PALLOTTA Indice 1 I servizi ed i prodotti finanziari online ----------------------------------------------------------------

Dettagli

- Acqua: bollette pazze ai Castelli Romani. - Ddl risparmio: audizione in Senato per i consumatori

- Acqua: bollette pazze ai Castelli Romani. - Ddl risparmio: audizione in Senato per i consumatori Coordinato da Valeria Lai agenzia adiconsum anno XVII - n. 24 8 aprile 2005 Stampato in proprio in aprile 2005 In questo numero: Acqua: bollette pazze ai Castelli Romani Ddl risparmio: audizione in Senato

Dettagli

21 - FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO

21 - FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO 21 - FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo MONTE PRUNO di ROSCIGNO e di LAURINO Società Cooperativa Sede legale in ROSCIGNO (SA) cap 84020

Dettagli

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI Via Caldera, 21 20153 Mil ano DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS. 385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO) E

Dettagli

Deposito a Risparmio Dedicato ai Minori Nominativo vincolato alla maggiore età. Da 14 a 18 anni. Da 12 a 14 anni. Vincolo: Riservato ai minori

Deposito a Risparmio Dedicato ai Minori Nominativo vincolato alla maggiore età. Da 14 a 18 anni. Da 12 a 14 anni. Vincolo: Riservato ai minori Foglio Informativo n 78 Versione 1/16 Baby Young Teenager Deposito a Risparmio Dedicato ai Minori Nominativo vincolato alla maggiore età Da 0 a 12 anni Da 12 a 14 anni Da 14 a 18 anni Vincolo: Riservato

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l..

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. COPIA PER IL RICHIEDENTE CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. Il sottoscritto.............., codice fiscale., nato a......, il / /, domiciliato

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI Operazioni di Raccolta Foglio Informativo N.: 010202 BCCRESCO (Depositi a Risparmio per minori) TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

Dettagli

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003)

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) PRESTITO MICROCREDITO CONVENZIONE ABI - CEI INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BRESCIA,

Dettagli

I PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE DIRITTI

I PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE DIRITTI Offerta fuori sede I PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE Per: - conto corrente; - depositi; - finanziamenti; - leasing; - altri servizi regolati dalle disposizioni della Banca d Italia, esclusi i servizi di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Deposito Titoli a custodia e amministrazione. Codice ABI n. 3025.4. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese n.

FOGLIO INFORMATIVO. Deposito Titoli a custodia e amministrazione. Codice ABI n. 3025.4. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese n. FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi della normativa in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (Titolo VI del D.Lgs. 3 8 5/19 9 3, Testo Unico Bancario, e relative disposizioni

Dettagli

PUBBLICITÀ E INFORMAZIONE PRECONTRATTUALE

PUBBLICITÀ E INFORMAZIONE PRECONTRATTUALE SEZIONE II PUBBLICITÀ E INFORMAZIONE PRECONTRATTUALE 1. Premessa Gli strumenti di pubblicità delle operazioni e dei servizi offerti e delle relative condizioni contrattuali sono: i documenti contenenti

Dettagli

(qualora il prodotto sia offerto fuori sede)

(qualora il prodotto sia offerto fuori sede) Pag. 1 / 5 Foglio informativo 219 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari (D.LGS. 385 del 1/9/93 Delibera C.I.C.R. del 4/3/2003) Linea libera e linee vincolate Informazioni sulla

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI A MEDIO LUNGO TERMINE GARANTITI DA PEGNO SU VALORI MOBILIARI

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI A MEDIO LUNGO TERMINE GARANTITI DA PEGNO SU VALORI MOBILIARI FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI A MEDIO LUNGO TERMINE GARANTITI DA PEGNO SU VALORI MOBILIARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Esperia S.p.A., Sede Legale: Via Filodrammatici, 5-20121 Milano - Capitale Sociale

Dettagli

Finanziamenti: a) Tasso formato dalle seguenti componenti (TB + SP + SD + S):

Finanziamenti: a) Tasso formato dalle seguenti componenti (TB + SP + SD + S): 1 FINANZIARIA SENESE DI SVILUPPO S.P.A. Piazza Matteotti, 30 - SIENA - COD. ABI 194266 Telefono 0577/48102 - Fax 0577/43068 Indirizzo E-Mail: info@fises.it - Sito Internet: www.fises.it OGGETTO: D. Lgs.

Dettagli

DR -RISPARMIO VINCOLATI "STANDARD"

DR -RISPARMIO VINCOLATI STANDARD Decorrenza condizioni : 01/07/2014 Pag. 1/5 INFORMAZIONI SULLA BANCA B.C.C. S.VINCENZO DE' PAOLI VIA MADONNA DI POMPEI 4 81022 CASAGIOVE (CE) Tel.: 0823254211-200 Fax: 0823 492527 Email: info@bancadicasagiove.it

Dettagli

2. I CONTRATTI E LA NUOVA TRASPARENZA PER BANCHE E INTERMEDIARI FINANZIARI

2. I CONTRATTI E LA NUOVA TRASPARENZA PER BANCHE E INTERMEDIARI FINANZIARI 2. I CONTRATTI E LA NUOVA TRASPARENZA PER BANCHE E INTERMEDIARI FINANZIARI 2.2. Brevi cenni sulla nuova trasparenza per banche e 1 intermediari finanziari GLOSSARIO 7 APPROFONDIMENTI 9 NORMATIVA 10 2.2

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4e Altri finanziamenti in forma cambiaria Sconto di portafoglio finanziario

FOGLIO INFORMATIVO. 4e Altri finanziamenti in forma cambiaria Sconto di portafoglio finanziario Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4e Altri finanziamenti in forma cambiaria Sconto di portafoglio finanziario Il presente foglio informativo è relativo alle operazioni non rientranti nella fattispecie prevista

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997)

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997) REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997) REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art.1 Art.2 Art.3 Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

I contratti di finanziamento

I contratti di finanziamento I contratti di finanziamento La Correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti pagina 1 Nozione di Trasparenza bancaria Quando si parla di "trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE Qualora il titolare sia un consumatore, si avverte che questo conto è particolarmente adatto a chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

Foglio Informativo n. 81. Deposito a Risparmio

Foglio Informativo n. 81. Deposito a Risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Roma Società Cooperativa fondata nel 1954 Sede Legale, Presidenza e Direzione Generale in Via Sardegna, 129-00187 Roma Tel. 06 5286.1 - Fax 06 5286.3305

Dettagli

21 - FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO

21 - FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO 21 - FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo MONTE PRUNO di ROSCIGNO e di LAURINO Società Cooperativa Sede legale in ROSCIGNO (SA) cap 84020

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO ALLEGATO 4.1 FOGLIO INFORMATIVO Redatto in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente ed in particolare ai sensi dell art. 16 della legge 108/1996, del titolo VI del T.U. Bancario e successive

Dettagli

PROTOTIPI DI DOCUMENTO CON I PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE. per

PROTOTIPI DI DOCUMENTO CON I PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE. per Allegato 2 PROTOTIPI DI DOCUMENTO CON I PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE A) Offerta presso lo sportello e fuori sede PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE per conto corrente depositi finanziamenti leasing credito

Dettagli

Depositi a Risparmio FOGLIO INFORMATIVO. Aggiornato al 1 ottobre 2015

Depositi a Risparmio FOGLIO INFORMATIVO. Aggiornato al 1 ottobre 2015 BANCA PRIVATA INDIPENDENTE FONDATA NEL 1888 GENOVA FOGLIO INFORMATIVO Depositi a Risparmio Aggiornato al 1 ottobre 2015 (D.Lgs 1/9/93 n.385 Titolo VI, deliberazione CICR 4/3/2003 e relative disposizioni

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO E AMMINISTRAZIONE TITOLI

FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO E AMMINISTRAZIONE TITOLI Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi Bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO E AMMINISTRAZIONE TITOLI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA FINANZIARIA INTERNAZIONALE S.P.A. in breve

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Relativo al CONTO DEPOSITO FRONTESPIZIO DEL CONTRATTO

FOGLIO INFORMATIVO Relativo al CONTO DEPOSITO FRONTESPIZIO DEL CONTRATTO FOGLIO INFORMATIVO Relativo al CONTO DEPOSITO FRONTESPIZIO DEL CONTRATTO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Deposito Titoli a custodia e amministrazione

FOGLIO INFORMATIVO. Deposito Titoli a custodia e amministrazione FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi della Delibera CICR del 4 marzo 2003 e delle Disposizioni della Banca d'italia sulla Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari e correttezza delle

Dettagli

CONTO DEPOSITO QUATTRO MESI

CONTO DEPOSITO QUATTRO MESI FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO QUATTRO MESI CONTO DEPOSITO QUATTRO MESI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO GIUSEPPE TONIOLO Via Sebastiano Silvestri n.113 - cap 00045 - Genzano di

Dettagli

Operazioni di Raccolta. Conto Deposito BCC

Operazioni di Raccolta. Conto Deposito BCC TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA Società Cooperativa

Dettagli

DEPOSITI A RISPARMIO PER CONSUMATORI

DEPOSITI A RISPARMIO PER CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO relativo al DEPOSITI A RISPARMIO PER CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DEL CENTROVENETO Credito Cooperativo S.C. - Longare Via Ponte di Costozza, 12 36023 Longare (VI) Tel.:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 58/003 relativo al Deposito a Risparmio Vincolato a 2 Anni a 3 Anni a 5 Anni INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO N. 58/003 relativo al Deposito a Risparmio Vincolato a 2 Anni a 3 Anni a 5 Anni INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE

PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE Versione n 7 del 21/09/2013 PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE per conto corrente depositi finanziamenti leasing altri servizi regolati dalle disposizioni della Banca d Italia, esclusi i servizi di pagamento

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA

INFORMAZIONI SULLA BANCA Mutuo chirografario offerto ai consumatori MUTUO CREDITO AMICO Riservato ai Soci persone fisiche (alla data richiesta finanziamento) INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Rurale di Trento - Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO COOPERATIVO CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI ERCHIE Società Cooperativa Sede Legale ERCHIE (BR) Via Roma, 89 CAP 72020 Tel: 0831/767067 Fax: 0831/767591 Email: info.08537@bccerchie.it

Dettagli

2. Contenuto della delibera CICR del 4 marzo 2003

2. Contenuto della delibera CICR del 4 marzo 2003 COMMISSIONE STUDI CIVILISTICI Studio n. 4703 LE ISTRUZIONI DI VIGILANZA DELLA BANCA D ITALIA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (Comunicazione dell'ufficio Studi del Consiglio

Dettagli

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE Foglio Informativo n. 5000/37 Data ultimo aggiornamento: 01 Luglio 2010 Dati e qualifica del soggetto che entra in rapporto con il cliente (in caso di offerta fuori sede) Istituto Bancario del Lavoro S.p.A.

Dettagli

Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari - Circolare Banca di Italia del 10 febbraio 2011 - Esegesi Sommario INFORMAZIONI GENERALI 3 T.A.E.G. 4 MODULISTICA PRECONTRATTUALE 5 ANNUNCI

Dettagli

Qualifica del soggetto sopraindicato. Dati iscrizione albo n.

Qualifica del soggetto sopraindicato. Dati iscrizione albo n. Foglio Informativo n.f2 Aggiornamento del 1.10.2015 AGGIORNAMENTO 1 ottobre 2015 INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA FINNAT EURAMERICA S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza del Gesù n. 49 00186 ROMA Tel.:

Dettagli

Siglato il protocollo tra Consumatori e Ordine degli Psicologi La Carta dei diritti del consumatoreutente delle prestazioni psicologiche

Siglato il protocollo tra Consumatori e Ordine degli Psicologi La Carta dei diritti del consumatoreutente delle prestazioni psicologiche Coordinato da Valeria Lai Agenzia Adiconsum - anno XIX - n. 20-6 aprile 2007 Stampato in proprio in aprile 2007 In questo numero: Siglato il protocollo tra Consumatori e Ordine degli Psicologi La Carta

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR)

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO Sezione I Informazioni sulla banca -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) Alla data del 01/10/2009 BANCA DI RIPATRANSONE CREDITO

Dettagli

LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI

LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI Come cambiano le norme e quali sono gli impatti sull operatività legata al rapporto con il cliente BROCHURE INFORMATIVA PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI CONVENZIONATI, AGENTI

Dettagli

CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO

CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO (VERSIONE DEL 09/10/2013) relativo ai: Conti di deposito Conto Arancio e Deposito Arancio ING DIRECT N.V. è una banca di diritto

Dettagli

Generalità del soggetto che effettua l offerta fuori sede (nome e cognome indirizzo/sede legale e-mail tel.)

Generalità del soggetto che effettua l offerta fuori sede (nome e cognome indirizzo/sede legale e-mail tel.) Foglio Informativo n. A.7 Aggiornamento del 01.10.2015 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE PER SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A 18.000,00 ANNUI OPERATIVITA LIMITATA PER TIPOLOGIA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO CONDIZIONI ECONOMICHE TASSI SPESE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO CONDIZIONI ECONOMICHE TASSI SPESE INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Banca del Veneziano Banca di Credito Cooperativo del Veneziano Soc. Coop. Sede Legale: Via Villa, 147 30010 Bojon di Campolongo Maggiore (VE) Sede Amministrativa:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 74/001 relativo al Deposito a Risparmio SALVADANAIO MAGGIORE ETA INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO N. 74/001 relativo al Deposito a Risparmio SALVADANAIO MAGGIORE ETA INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

YouGo! IMPRESA Sviluppo e Innovazione

YouGo! IMPRESA Sviluppo e Innovazione INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Reale S.p.A. Sede: Corso Vittorio Emanuele II, 101 10128 Torino Capitale sociale: Euro 30.000.000,00 interamente versato Numero Verde: 803.808 Sito Internet: www.bancareale.it;

Dettagli

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede Cassa Lombarda S.p.A. 1 di 7 FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO A TASSO VARIABILE Il presente Foglio Informativo è rivolto ai clienti non Consumatori e ai clienti Consumatori che intendono richiedere

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: DEPOSITO A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE TITOLI

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: DEPOSITO A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE TITOLI NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

La Trasparenza bancaria. Corso formazione per iscrizione Elenchi OAM

La Trasparenza bancaria. Corso formazione per iscrizione Elenchi OAM La Trasparenza bancaria Corso formazione per iscrizione Elenchi OAM Normativa di riferimento TUB - D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385 - Titolo VI, come modificato dal D.Lgs. 141/2010 e succ. mod. Codice del

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO ALLA CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI

FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO ALLA CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo Sen. Pietro Grammatico di Paceco Società Cooperativa Sede Legale e Direzione Generale: Via G. Amendola 11/13 91027 Paceco (TP) Tel. 0923 402011 Fax

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER SCONTO O ANTICIPAZIONE EFFETTI/FATTURE 1

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER SCONTO O ANTICIPAZIONE EFFETTI/FATTURE 1 FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER SCONTO O ANTICIPAZIONE EFFETTI/FATTURE Data aggiornamento: 08/02/2011 } {_Documento} INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo

Dettagli

Disciplina della trasparenza delle condizioni contrattuali delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari.

Disciplina della trasparenza delle condizioni contrattuali delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari. 286 DELIBERAZIONE 4 MARZO 23 Disciplina della trasparenza delle condizioni contrattuali delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari. IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER IL CREDIT ED IL RISPARMIO

Dettagli

Servizio Mutui Chirografari

Servizio Mutui Chirografari INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica IGEA BANCA S.P.A. Sede legale e Direzione Generale Via Paisiello, 38 00198 Roma Capitale sociale 16.025.184,00 Codice fiscale e n iscrizione al

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale... Presidente Avv. Bruno De Carolis Membro designato dalla Banca d'italia Prof. Avv. Giuliana Scognamiglio Membro designato dalla Banca

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO BCC BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO BCC BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA 1 FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO BCC INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA Sede legale: Corso Umberto I 65-76014 SPINAZZOLA (BT) Tel. 0883/683620 Fax

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO A PRIVATI A TASSO VARIABILE

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO A PRIVATI A TASSO VARIABILE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Iscrizione in albi e/o registri Indirizzo della sede legale FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO A PRIVATI A TASSO VARIABILE Banca Euromobiliare S.p.A.

Dettagli

Foglio Informativo Credito al consumo destinato ai consumatori

Foglio Informativo Credito al consumo destinato ai consumatori Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0817976411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Pagina 1 di 7 Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di

Dettagli

Variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse, commissioni e spese) ove contrattualmente previsto.

Variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse, commissioni e spese) ove contrattualmente previsto. Foglio informativo relativo all' APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE Sezione I - Informazioni sulla Banca Banca di Credito Cooperativo di Tarsia (CS) soc. coop. Sede legale e amministrativa: Tarsia (CS),

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA Società Cooperativa

Dettagli

REGOLE DI INSEDIAMENTO E DI ATTIVITÀ DELLE BANCHE

REGOLE DI INSEDIAMENTO E DI ATTIVITÀ DELLE BANCHE IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO PROF. MARIA ROSARIA NADDEO Indice 1 REGOLE DI INSEDIAMENTO E DI ATTIVITÀ DELLE BANCHE ---------------------------------------------- 3 2 L INGRESSO IN ITALIA DI BANCHE COMUNITARIE

Dettagli

LIBRETTI NOMINATIVI LIBRETTI AL PORTATORE FOGLIO INFORMATIVO DR NOMINATIVO VINCOLATO INFORMAZIONI SULLA BANCA

LIBRETTI NOMINATIVI LIBRETTI AL PORTATORE FOGLIO INFORMATIVO DR NOMINATIVO VINCOLATO INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Rurale ed Artigiana Banca di Credito Cooperativo di FISCIANO Soc. Coop. a.r.l. Sede legale in Fisciano (SA), fraz. Lancusi, 84080 Corso san Giovanni Tel.: +39 089/9971000

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO 3 INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE TASSI

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO 3 INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE TASSI FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO 3 INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA RURALE DI PERGINE Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Gavazzi 5-38057 PERGINE VALSUGANA (tn) Tel.: 0461/500111- Fax:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4aIm Apertura di credito in conto corrente offerta a Imprese

FOGLIO INFORMATIVO. 4aIm Apertura di credito in conto corrente offerta a Imprese Pagina 1/5 FOGLIO INFORMATIVO 4aIm Apertura di credito in conto corrente offerta a Imprese INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra

Dettagli

Generalità del soggetto che effettua l offerta fuori sede (nome e cognome indirizzo/sede legale- e-mail n. tel.) Qualifica del soggetto sopraindicato

Generalità del soggetto che effettua l offerta fuori sede (nome e cognome indirizzo/sede legale- e-mail n. tel.) Qualifica del soggetto sopraindicato PRESTITO PERSONALE AGGIORNAMENTO 1 Maggio 2015 INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA FINNAT EURAMERICA S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza del Gesù, n. 49 00186 ROMA Tel.: 06.69933.1; Fax.: 06.6784950

Dettagli

Nome e Cognome Qualifica N. iscrizione Albo

Nome e Cognome Qualifica N. iscrizione Albo INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA LEONARDO S.p.A. Sede legale a 20121-Milano, Via Broletto n. 46 Telefono n. 02/722061- e-mail privatebanking@bancaleonardo.com Sito internet www.bancaleonardo.com Iscritta

Dettagli

CODICE VOLONTARIO DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA

CODICE VOLONTARIO DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE VOLONTARIO DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA SEZIONE I relativa alle INFORMAZIONI GENERALI a proposito dei MUTUI offerti (da consegnare al consumatore nella fase precontrattuale) Pagina 1 di

Dettagli

PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI. Conto corrente NOME DEL CONTO

PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI. Conto corrente NOME DEL CONTO Allegato 3 PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI Conto corrente NOME DEL CONTO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca XXX ( 1 ) Via XXXXXXXX Tel.: XXXXXXX Fax: XXXXXX [sito internet/email]

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTRATTO DI CREDITO RIMBORSABILE MEDIANTE RILASCIO DI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO PRO-SOLVENDO DI QUOTE DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO TIME DEPOSIT IN EURO

FOGLIO INFORMATIVO TIME DEPOSIT IN EURO FOGLIO INFORMATIVO TIME DEPOSIT IN EURO INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle Banche (n. 5350) e all Albo dei Gruppi bancari

Dettagli

Capitolo 15 Concorrenza e tutela del consumatore di servizi finanziari

Capitolo 15 Concorrenza e tutela del consumatore di servizi finanziari Capitolo 15 Concorrenza e tutela del consumatore di servizi finanziari Esercizi di riepilogo 1) Volendo rappresentare il settore dei servizi finanziari fate riferimento: a) ai tre tipi di intermediazione

Dettagli

Che cos è la custodia ed amministrazione di strumenti finanziari

Che cos è la custodia ed amministrazione di strumenti finanziari Pagina 1 di 6 11/06/2013 Foglio informativo relativo a custodia ed amministrazione di strumenti finanziari Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di Monopoli s.c. Sede legale : Via Lepanto

Dettagli

LIBRETTI NOMINATIVI LIBRETTI AL PORTATORE. FOGLIO INFORMATIVO Libretto di deposito a risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA

LIBRETTI NOMINATIVI LIBRETTI AL PORTATORE. FOGLIO INFORMATIVO Libretto di deposito a risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Libretto di deposito a risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Capaccio Paestum Soc. Coop. Via Magna Graecia n. 345 84047 Capaccio (SA) Tel.: 0828 814111 -

Dettagli

C/C: CONTO DI BASE SVANTAGGIATI FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO AL CONTO DI BASE OFFERTO AI SOGGETTI SOCIALMENTE SVANTAGGIATI

C/C: CONTO DI BASE SVANTAGGIATI FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO AL CONTO DI BASE OFFERTO AI SOGGETTI SOCIALMENTE SVANTAGGIATI 1/9 RELATIVO AL CONTO DI BASE OFFERTO AI SOGGETTI SOCIALMENTE SVANTAGGIATI INFORMAZIONI SULLA BANCA B.Pop.Prov.Calabre Via del Mare,22 88046 LAMEZIA TERME (CZ) Tel.: Fax: Email: / sito internet: Registro

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI TRIUGGIO E DELLA VALLE DEL LAMBRO Soc. Coop. Via S. Biffi 8 20050 Triuggio (MB) Tel.: 036292331 Fax:

Dettagli