AUTOVIE VENETE S.p.A. Direzione Area Realizzazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AUTOVIE VENETE S.p.A. Direzione Area Realizzazione"

Transcript

1 Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 1 AUTOVIE VENETE S.p.A. Direzione Area Realizzazione Fornitura a piè d opera apparecchiature tecniche nuova cabina elettrica Centro Servizi di Palmanova ~ooo~ Elenco prezzi PREROGATIVE DI CARATTERE GENERALE VALEVOLI PER OGNI VOCE DI ELENCO: Le apparecchiature devono essere disponibili entro 60gg dalla data di affidamento e consegnate a piè d opera entro 15gg da specifica richiesta della società. La società si riserva la possibilità di visionare il materiale in fornitura presso i vostri magazzini prima della consegna in cantiere. Solamente a seguito del benestare del responsabile del servizio, la ditta appaltatrice potrà provvedere a consegnare il materiale richiesto. La ditta fornitrice dovrà, a seguito dell installazione dell apparecchiatura a carico di terzi, provvedere al collaudo funzionale dell apparecchiatura installata tramite taratura, regolazioni strumentali e verifiche di corretto funzionamento dell impianto.

2 Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 2 Art GRUPPO ELETTROGENO DA 250kVA Gruppo Elettrogeno da 250kVA, non cofanato avente le sottodescritte caratteristiche tecniche: Potenza in emergenza (LTP): 279kVA Potenza continua (PRP): 250kVA Fattore di potenza: 0,8 Frequenza: 50Hz Tensione: 400/231V Velocità: r.p.m. Condizioni ambientali di riferimento: standard secondo normativa ISO Motore diesel DEUTZ tipo TCD2013L064V - 4 tempi - raffreddato ad acqua Regolatore di giri elettronico Iniezione diretta Radiatore meccanico completo di ventola e liquido refrigerante. Marmitta di scarico a parete con bocca di scarico sovrastante l apertura di espulsione aria del radiatore, completa di silenziatore coibentato, giunto di dilatazione e giunti antivibranti per il fissaggio a soffitto.avviamento elettrico con motorino, alternatore carica batterie, Batterie ad acido di primaria qualità installate sul gruppo Serie di sonde per allarmi protezione e arresto motore Protezioni meccaniche Pulsante di emergenza esterno Pompa manuale per l estrazione dell olio Scaldiglia di preriscaldo motore Olio motore di primo riempimento Convogliatore d aria Alternatore trifase con neutro accessibile, autoregolato, autoeccitato, sincrono, senza spazzole, 4 poli Marca MARELLI tipo MJB250LB4 250 kva Classe di isolamento: H Regolatore di tensione elettronico Filtri EMC antidistrubo indotto Morsetto di terra PE Accoppiamento diretto del tipo monosupporto Base in acciaio elettro-saldato, verniciato a polveri, con supporti per il sollevamento dell intero gruppo elettrogeno Antivibranti inseriti tra basamento e gruppo elettrogeno Serbatoio carburante incorporato nella base, della capacità di 60 litri. Quadro di comando automatico montato a bordo gruppo completo di comandi, strumentazione di controllo per il funzionamento manuale/automatico/ test/ blocco, centralina elettronica per la protezione del gruppo elettrogeno. Il tutto inserito in apposito quadro in carpenteria metallica. Display digitale di controllo gruppo, porta seriale per una facile connessione a PC o MODEM, interruttore magnetotermico differenziale a bassa magnetica, 4 poli 400A. Fluidi di primo riempimento (olio di lubrificazione, acqua di raffreddamento con antigelo), messa in servizio e copia del libretto di uso e manutenzione del gruppo elettrogeno, del motore e dell'alternatore, schemi elettrici, prove di funzionamento, certificato di collaudo e certificato CE Disegno costruttivi del gruppo con indicazione dei fissaggi e dei punti di allacciamento elettrico e del combustibile. Sono da ritenersi inoltre compresi e compensati gli oneri di trasporto, lo scarico a terra ed il posizionamento nel locale. G.E. come indicato dalla D.L. /cad ,00

3 Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 3 Art. 02 Quadro elettrico in B.T. Fornitura di quadro elettrico generale di distribuzione in bassa tensione di tipo chiuso e categoria ANS, modulare, realizzato in conformità allo schema elettrico e funzionale di progetto ed alle disposizioni della Norma CEI EN , della direttiva bassa tensione 73/23 e 93/68 e della Direttiva compatibilità elettromagnetica 89/336 CEE, con le caratteristiche, equipaggiamenti e completamenti di seguito specificati. tensione nominale di impiego 400V tensione nominale di isolamento 1000V; frequenza nominale 50Hz; grado di protezione IP31 e forma di segregazione 1; corrente nominale sbarre di distribuzione 2000A. L armadio sarà di tipo modulare con carpenteria in lamiera di acciaio, verniciatura involucro esterno RAL 7035 bucciato e struttura interna zincata con installazione all'interno a pavimento, accessibilità ed entrata/uscita cavi dall'alto e dal basso. Sarà fornito completo pannelli posteriori incernierati ed apribili; pannelli aerati; sbarre di distribuzione in piatto di rame con supporti in materiale isolante dimensionati per le caratteristiche elettriche nominali; sbarra di terra in piatto di rame di dimensioni e portata adeguate alle correnti dell'impianto connesso; collegamenti interni in conduttori di rame isolato tipo N07V-K CEI posati e protetti in appositi canali preforati in materiale plastico; morsettiere componibili di caratteristiche adeguate al collegamento dei circuiti di potenza ed ausiliari del quadro elettrico; siglatura di tutti i componenti installati, dei conduttori dei circuiti di potenza, dei conduttori dei circuiti ausiliari e delle morsettiere con i codici identificativi riportati nello schema elettrico; tali sigle dovranno essere incise o stampate con inchiostri indelebili su appositi supporti fissati direttamente ai componenti interessati; le apparecchiature visibili o accessibili dai pannelli frontali dovranno possedere sigle identificative visibili sia a pannelli chiusi che aperti; le apparecchiature di manovra e comando dovranno essere equipaggiate di una ulteriore targhetta incisa indicante, con caratteri facilmente leggibili e comprensibili, le caratteristiche del comando e dell'utenza; golfari di sollevamento, tasca porta schema, connettori ed accessori di terminazione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche presenti. Prima della realizzazione del quadro elettrico il Costruttore dovrà effettuare la progettazione esecutiva dello stesso adattando le indicazioni funzionali degli schemi elettrici di progetto con le caratteristiche tecniche e di installazione dei singoli componenti nonché quelle del luogo d'installazione, effettuare tutte le verifiche richieste dalla Norma CEI 17-43, produrre alla direzione lavori copia della documentazione esecutiva sopradescritta per approvazione. Prima del trasporto in cantiere il Costruttore dovrà effettuare le prove di tipo ed individuali previste e necessarie ai sensi della Norma EN Sarà fornito con affiancato allo zoccolo di serie, un piatto in acciaio 100x10mm della stessa lunghezza del quadro, verniciato verniciato RAL 7012 bucciato. Dovranno essere prodotti in duplice copia cartacea e su supporto informatico (CD) gli schemi elettrici esecutivi completi delle informazioni necessarie per la manutenzione (numerazione delle morsettiere), manuali di utilizzo e fascicolo della manutenzione. /cad ,00

4 Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 4 Art. 03 Quadro elettrico di scambio in B.T. Fornitura di quadro elettrico di scambio rete/gruppo in bassa tensione di tipo chiuso e categoria ANS, modulare, realizzato in conformità allo schema elettrico e funzionale di progetto ed alle disposizioni della Norma CEI EN , della direttiva bassa tensione 73/23 e 93/68 e della Direttiva compatibilità elettromagnetica 89/336 CEE, con le caratteristiche, equipaggiamenti e completamenti di seguito specificati: tensione nominale di impiego 400V tensione nominale di isolamento 1000V; frequenza nominale 50Hz; grado di protezione IP31 e forma di segregazione 1; corrente nominale sbarre di distribuzione 1250A. L armadio sarà di tipo modulare con carpenteria in lamiera di acciaio, verniciatura involucro esterno RAL 7035 bucciato e struttura interna zincata con installazione all'interno a pavimento, accessibilità ed entrata/uscita cavi dall'alto e dal basso. Sarà fornito completo di pannelli posteriori, pannelli aerati, sbarre di distribuzione in piatto di rame con supporti in materiale isolante dimensionati per le caratteristiche elettriche nominali, sbarra di terra in piatto di rame di dimensioni e portata adeguate alle correnti dell'impianto connesso; collegamenti interni in conduttori di rame isolato tipo N07V-K CEI posati e protetti in appositi canali preforati in materiale plastico; morsettiere componibili di caratteristiche adeguate al collegamento dei circuiti di potenza ed ausiliari del quadro elettrico; siglatura di tutti i componenti installati, dei conduttori dei circuiti di potenza, dei conduttori dei circuiti ausiliari e delle morsettiere con i codici identificativi riportati nello schema elettrico; tali sigle dovranno essere incise o stampate con inchiostri indelebili su appositi supporti fissati direttamente ai componenti interessati; le apparecchiature visibili o accessibili dai pannelli frontali dovranno possedere sigle identificative visibili sia a pannelli chiusi che aperti; le apparecchiature di manovra e comando dovranno essere equipaggiate di una ulteriore targhetta incisa indicante, con caratteri facilmente leggibili e comprensibili, le caratteristiche del comando e dell'utenza; golfari di sollevamento, tasca portaschema, connettori ed accessori di terminazione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche presenti. Prima della realizzazione del quadro elettrico il Costruttore dovrà effettuare la progettazione esecutiva dello stesso adattando le indicazioni funzionali degli schemi elettrici di progetto con le caratteristiche tecniche e di installazione dei singoli componenti nonché quelle del luogo d'installazione, effettuare tutte le verifiche richieste dalla Norma CEI 17-43, produrre alla direzione lavori copia della documentazione esecutiva sopradescritta per approvazione. Prima del trasporto in cantiere il Costruttore dovrà effettuare le prove di tipo ed individuali previste e necessarie ai sensi della Norma EN Sarà fornito con affiancato sul frornte e sul retro, allo zoccolo di serie, un piatto in acciaio 100x10mm della stessa lunghezza del quadro, verniciato verniciato RAL Dovranno essere prodotti in duplice copia cartacea e su supporto informatico (CD) gli schemi elettrici esecutivi completi delle informazioni necessarie per la manutenzione (numerazione delle morsettiere), manuali di utilizzo e fascicolo della manutenzione. /cad ,00

5 Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 5 Art. 04 Quadro elettrico servizi cabina di B.T. Fornitura di quadro elettrico servizi cabina di bassa tensione di tipo chiuso e categoria ANS, modulare, realizzato in conformità allo schema elettrico e funzionale di progetto ed alle disposizioni della Norma CEI EN , della direttiva bassa tensione 73/23 e 93/68 e della Direttiva compatibilità elettromagnetica 89/336 CEE, con le caratteristiche, equipaggiamenti e completamenti di seguito specificati: tensione nominale di impiego 400V tensione nominale di isolamento 1000V; frequenza nominale 50Hz; grado di protezione IP31 e forma di segregazione 1; corrente nominale sbarre di distribuzione 125A. La cassetta sarà di tipo modulare con carpenteria in lamiera di acciaio, verniciatura involucro esterno RAL 7035 bucciato e struttura interna zincata con installazione all'interno a parete, accessibilità ed entrata/uscita cavi dall'alto e dal basso. Sarà fornito completo di pannelli posteriori, pannelli aerati, sbarre di distribuzione in piatto di rame con supporti in materiale isolante dimensionati per le caratteristiche elettriche nominali, sbarra di terra in piatto di rame di dimensioni e portata adeguate alle correnti dell'impianto connesso; collegamenti interni in conduttori di rame isolato tipo N07V-K CEI posati e protetti in appositi canali preforati in materiale plastico; morsettiere componibili di caratteristiche adeguate al collegamento dei circuiti di potenza ed ausiliari del quadro elettrico; siglatura di tutti i componenti installati, dei conduttori dei circuiti di potenza, dei conduttori dei circuiti ausiliari e delle morsettiere con i codici identificativi riportati nello schema elettrico; tali sigle dovranno essere incise o stampate con inchiostri indelebili su appositi supporti fissati direttamente ai componenti interessati; le apparecchiature visibili o accessibili dai pannelli frontali dovranno possedere sigle identificative visibili sia a pannelli chiusi che aperti; le apparecchiature di manovra e comando dovranno essere equipaggiate di una ulteriore targhetta incisa indicante, con caratteri facilmente leggibili e comprensibili, le caratteristiche del comando e dell'utenza; golfari di sollevamento, tasca portaschema, connettori ed accessori di terminazione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche presenti. Prima della realizzazione del quadro elettrico il Costruttore dovrà effettuare la progettazione esecutiva dello stesso adattando le indicazioni funzionali degli schemi elettrici di progetto con le caratteristiche tecniche e di installazione dei singoli componenti nonché quelle del luogo d'installazione, effettuare tutte le verifiche richieste dalla Norma CEI 17-43, produrre alla direzione lavori copia della documentazione esecutiva sopradescritta per approvazione. Prima del trasporto in cantiere il Costruttore dovrà effettuare le prove di tipo ed individuali previste e necessarie ai sensi della Norma EN Dovranno essere prodotti in duplice copia cartacea e su supporto informatico (CD) gli schemi elettrici esecutivi completi delle informazioni necessarie per la manutenzione (numerazione delle morsettiere), manuali di utilizzo e fascicolo della manutenzione. /cad 1.560,00

6 Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 6 Art. 05 Quadro elettrico a protezione linee preferenziali Fornitura di quadro elettrico "protezione linee" di distribuzione in bassa tensione di tipo chiuso e categoria ANS, modulare, realizzato in conformità allo schema elettrico e funzionale di progetto ed alle disposizioni della Norma CEI EN , della direttiva bassa tensione 73/23 e 93/68 e della Direttiva compatibilità elettromagnetica 89/336 CEE, con le caratteristiche, equipaggiamenti e completamenti di seguito specificati: tensione nominale di impiego 400V tensione nominale di isolamento 1000V; frequenza nominale 50Hz; grado di protezione IP31 e forma di segregazione 3. L armadio sarà di tipo modulare con carpenteria in lamiera di acciaio, verniciatura involucro esterno RAL 7035 bucciato e struttura interna zincata con installazione all'interno a pavimento, accessibilità ed entrata/uscita cavi dall'alto e dal basso. Sarà fornito completo pannelli posteriori incernierati ed apribili; pannelli aerati; sbarre di distribuzione in piatto di rame con supporti in materiale isolante dimensionati per le caratteristiche elettriche nominali; sbarra di terra in piatto di rame di dimensioni e portata adeguate alle correnti dell'impianto connesso; collegamenti interni in conduttori di rame isolato tipo N07V-K CEI posati e protetti in appositi canali preforati in materiale plastico; morsettiere componibili di caratteristiche adeguate al collegamento dei circuiti di potenza ed ausiliari del quadro elettrico; siglatura di tutti i componenti installati, dei conduttori dei circuiti di potenza, dei conduttori dei circuiti ausiliari e delle morsettiere con i codici identificativi riportati nello schema elettrico; tali sigle dovranno essere incise o stampate con inchiostri indelebili su appositi supporti fissati direttamente ai componenti interessati; le apparecchiature visibili o accessibili dai pannelli frontali dovranno possedere sigle identificative visibili sia a pannelli chiusi che aperti; le apparecchiature di manovra e comando dovranno essere equipaggiate di una ulteriore targhetta incisa indicante, con caratteri facilmente leggibili e comprensibili, le caratteristiche del comando e dell'utenza; golfari di sollevamento, tasca porta schema, connettori ed accessori di terminazione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche presenti. Prima della realizzazione del quadro elettrico il Costruttore dovrà effettuare la progettazione esecutiva dello stesso adattando le indicazioni funzionali degli schemi elettrici di progetto con le caratteristiche tecniche e di installazione dei singoli componenti nonché quelle del luogo d'installazione, effettuare tutte le verifiche richieste dalla Norma CEI 17-43, produrre alla direzione lavori copia della documentazione esecutiva sopradescritta per approvazione. Prima del trasporto in cantiere il Costruttore dovrà effettuare le prove di tipo ed individuali previste e necessarie ai sensi della Norma EN Sarà fornito con affiancato sul frornte e sul retro, allo zoccolo di serie, un piatto in acciaio 100x10mm della stessa lunghezza del quadro, verniciato verniciato RAL Dovranno essere prodotti in duplice copia cartacea e su supporto informatico (CD) gli schemi elettrici esecutivi completi delle informazioni necessarie per la manutenzione (numerazione delle morsettiere), manuali di utilizzo e fascicolo della manutenzione. /cad ,00

7 Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 7 Art. 06 Quadro elettrico a protezione linee di distribuzione Fornitura di quadro elettrico "protezione linee preferenziali" di distribuzione in bassa tensione di tipo chiuso e categoria ANS, modulare, realizzato in conformità allo schema elettrico e funzionale di progetto ed alle disposizioni della Norma CEI EN , della direttiva bassa tensione 73/23 e 93/68 e della Direttiva compatibilità elettromagnetica 89/336 CEE, con le caratteristiche, equipaggiamenti e completamenti di seguito specificati: tensione nominale di impiego 400V tensione nominale di isolamento 1000V; frequenza nominale 50Hz; grado di protezione IP31 e forma di segregazione 3a; L armadio sarà di tipo modulare con carpenteria in lamiera di acciaio, verniciatura involucro esterno RAL 7035 bucciato e struttura interna zincata con installazione all'interno a pavimento, accessibilità ed entrata/uscita cavi dall'alto e dal basso. Sarà fornito completo pannelli posteriori incernierati ed apribili; pannelli aerati; sbarre di distribuzione in piatto di rame con supporti in materiale isolante dimensionati per le caratteristiche elettriche nominali; sbarra di terra in piatto di rame di dimensioni e portata adeguate alle correnti dell'impianto connesso; collegamenti interni in conduttori di rame isolato tipo N07V-K CEI posati e protetti in appositi canali preforati in materiale plastico; morsettiere componibili di caratteristiche adeguate al collegamento dei circuiti di potenza ed ausiliari del quadro elettrico; siglatura di tutti i componenti installati, dei conduttori dei circuiti di potenza, dei conduttori dei circuiti ausiliari e delle morsettiere con i codici identificativi riportati nello schema elettrico; tali sigle dovranno essere incise o stampate con inchiostri indelebili su appositi supporti fissati direttamente ai componenti interessati; le apparecchiature visibili o accessibili dai pannelli frontali dovranno possedere sigle identificative visibili sia a pannelli chiusi che aperti; le apparecchiature di manovra e comando dovranno essere equipaggiate di una ulteriore targhetta incisa indicante, con caratteri facilmente leggibili e comprensibili, le caratteristiche del comando e dell'utenza; golfari di sollevamento, tasca porta schema, connettori ed accessori di terminazione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche presenti. Prima della realizzazione del quadro elettrico il Costruttore dovrà effettuare la progettazione esecutiva dello stesso adattando le indicazioni funzionali degli schemi elettrici di progetto con le caratteristiche tecniche e di installazione dei singoli componenti nonché quelle del luogo d'installazione, effettuare tutte le verifiche richieste dalla Norma CEI 17-43, produrre alla direzione lavori copia della documentazione esecutiva sopradescritta per approvazione. Prima del trasporto in cantiere il Costruttore dovrà effettuare le prove di tipo ed individuali previste e necessarie ai sensi della Norma EN Sarà fornito con affiancato sul fronte e sul retro, allo zoccolo di serie, un piatto in acciaio 100x10mm della stessa lunghezza del quadro, verniciato verniciato RAL Dovranno essere prodotti in duplice copia cartacea e su supporto informatico (CD) gli schemi elettrici esecutivi completi delle informazioni necessarie per la manutenzione (numerazione delle morsettiere), manuali di utilizzo e fascicolo della manutenzione. /cad ,00

8 Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 8 Art. 07 Quadro di distribuzione Fornitura di quadro di distribuzione MT 20kV, con interruttore in vuoto, tipo Unimix JTI B2 con le seguenti caratteristiche: Unità di arrivo e Dispositivo generale J01 tipo P1/A con protezione arco interno sul fronte 16kA 0.5s; tensione nominale di tenuta a frequenza industriale 50Hz/1min valore efficace 50kV, tensione nominale di tenuta a impulso atmosferico 2/50microsec valore di picco 125kV e tensione di esercizio 20kV; frequenza nominale 50/60Hz; nr. 3 fasi ; corrente nominale delle sbarre principali 630A, corrente nominale max delle derivazioni 630A, corrente nominale ammissibile di breve durata 16kA, corrente di cresta 40kA; carpenteria in lamiera di acciaio prezincata, con porte e pannelli frontali verniciati RAL 7035, temperatura ambiente massima +40 C e temperatura ambiente minima -5 C, equipaggiata con arrivo cavo e piastre di ammarro cavi unipolari; derivatori capacitivi, lampade presenza tensione lato sbarre e lato cavi. Interruttore in vuoto VD4/Unimix-F p230 non motorizzato con sganciatore di apertura, sganciatore di chiusura, contatti ausiliari 3NA + 4NC, contamanovre e segnalazione molle cariche, sganciatore di minima tensione e contatto di segnalazione sganciatore diseccitato. Unità di protezione e controllo REF542 plus con protezione contro il sovraccarico I> (51), protezione contro il cortocircuito polifase (ritardata) I>> (51), protezione contro il cortocircuito polifase (istantanea) I>>> (50), protezione contro il guasto monofase a terra Io> (51N), protezione contro il doppio guasto monofase a terra Io>> (50N)protezione direzionale contro il guasto a terra per neutro compensato (67NC), protezione direzionale contro il guasto a terra per neutro isolato (67NI) con 3 sensori di corrente e tensione tipo KEVCD e toroide per guasto a terra conformi alla norma CEI 0-16 Sezionatore SHS2/IB con: - 1 chiave romovibile con sezionatore di linea in posizione di chiuso e 1 chiave rimovibile in posizione di aperto; - 2 chiavi rimovibili con sezionatore di terra in posizione di aperto; - contatti ausiliari: 2 NA o NC per sez. linea e 2 NA o NC per sezionatore terra. Predisposizione per la messa a terra mediante fioretto. Sinottico con schema elettrico ed oblò di ispezione; illuminazione interna; resistenza anticondensa con relativo termostato, cella BT da 235mm. Unità di protezione trasformatore J02 tipo P1/F con protezione arco interno sul fronte 16kA 0.5s; tensione nominale di tenuta a frequenza industriale 50Hz/1min valore efficace 50kV, tensione nominale di tenuta a impulso atmosferico 1.2/50microsec valore di picco 125kV e tensione di esercizio 20kV; frequenza nominale 50/60Hz; nr. 3 fasi ; corrente nominale delle sbarre principali 630A, corrente nominale max delle derivazioni 630A, corrente nominale ammissibile di breve durata 16kA, corrente di cresta 40kA; carpenteria in lamiera di acciaio prezincata, con porte e pannelli frontali verniciati RAL 7035, temperatura ambiente massima +40 C e temperatura ambiente minima -5 C, equipaggiata con arrivo cavo e piastre di ammarro cavi unipolari; derivatori capacitivi, lampade presenza tensione lato cavi. Interruttore in vuoto VD4/Unimix-F p230 non motorizzato con sganciatore di apertura, sganciatore di chiusura, contatti ausiliari 2NA + 2NC, contamanovre. Relè REF601 conforme alla norma IEC con 3 sensori e toroide per guasto a terra. Sezionatore SHS2/IB con: - 1 chiave romovibile con sezionatore di linea in posizione di chiuso e 1 chiave rimovibile in posizione di aperto; - 1 chiave rimovibile con sezionatore di terra in posizione di chiuso ed 1 chiave rimovibile con sezionatore di terra in posizione di aperto; Sinottico con schema elettrico ed oblò di ispezione; illuminazione interna; resistenza anticondensa con relativo termostato. Unità di protezione trasformatore J03 tipo P1/F con protezione arco interno sul fronte 16kA 0.5s; tensione nominale di tenuta a frequenza industriale 50Hz/1min valore efficace 50kV, tensione nominale di tenuta a impulso atmosferico 1.2/50microsec valore di picco 125kV e tensione di esercizio 20kV; frequenza nominale 50/60Hz; nr. 3 fasi ; corrente nominale delle sbarre principali

9 Nuova cabina elettrica Palmanova pag A, corrente nominale max delle derivazioni 630A, corrente nominale ammissibile di breve durata 16kA, corrente di cresta 40kA; carpenteria in lamiera di acciaio prezincata, con porte e pannelli frontali verniciati RAL 7035, temperatura ambiente massima +40 C e temperatura ambiente minima -5 C, equipaggiata con arrivo cavo e piastre di ammarro cavi unipolari; derivatori capacitivi, lampade presenza tensione lato cavi. Interruttore in vuoto VD4/Unimix-F p230 non motorizzato con sganciatore di apertura, sganciatore di chiusura, contatti ausiliari 2NA + 2NC, contamanovre. Relè REF601 conforme alla norma IEC con 3 sensori e toroide per guasto a terra. Sezionatore SHS2/IB con: - 1 chiave romovibile con sezionatore di linea in posizione di chiuso e 1 chiave rimovibile in posizione di aperto; - 1 chiave rimovibile con sezionatore di terra in posizione di chiuso ed 1 chiave rimovibile con sezionatore di terra in posizione di aperto; Sinottico con schema elettrico ed oblò di ispezione; illuminazione interna; resistenza anticondensa con relativo termostato. Leva di manovra e pannelli finali di chiusura del quadro in acciaio zincato /cad ,00

10 Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 10 Art Trasformatore di potenza Fornitura di trasformatore di potenza MT/bt con le seguenti caratteristiche: Norme di riferimento CEI 14-8, CEI 14-12, IEC76/ e IEC 726; - inglobato in resina a raffreddamento naturale in aria; - potenza nominale 630kVA; - frequenza 50Hz; - livello di isolamento al primario 24kV; - tensione nominale lato MT 20kV; - tensione nominale lato bt 400/230V; - regolazione MT ± 2x2.5%; - collegamento triangolo/stella + neutro; gruppo CEI Dyn11; - materiale condutorre Prim. / Second. Al / Al - perdite: a vuoto 1,65kW; in corto circuito a 75 C 6,9kW; in corto circuito a 120 C 7,95kW; - tensione di cortocircuito 6%; Equipaggiato con tre termoresistenze Pt100 e centralina TEC SYSTEM T154, Isolatori portanti per il collegamento primario, Piastre di attacco per il collegamento secondario, Morsettiera di regolazione Tensione primario, Golafari di sollevamento, Carrello con ruote orientabili, attacchi di messa a terra, targa caratteristiche. /cad 9.500,00

11 Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 11 COMPUTO METRICO ARTICOLO DESCRIZIONE PREZZO N IMPORTO Art. 01 Gruppo elettrogeno da 250kva ,00 /cad ,00 Art. 02 Quadro elettrico in B.T ,00 /cad ,00 Art. 03 Quadro elettrico di scambio in B.T ,00 /cad ,00 Art. 04 Quadro elettrico servizi cabina di B.T ,00 /cad ,00 Art. 05 Quadro elettrico a protezione linee preferenziali ,00 /cad ,00 Art. 06 Quadro elettrico a protezione linee di distribuzione ,00 /cad ,00 Art. 07 Quadro di distribuzione ,00 /cad ,00 Art. 08 Trasformatore di potenza 9.500,00 /cad , ,00

LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI

LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI CITTÀ DI IMOLA SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE PREZZIARIO DEL COMUNE DI IMOLA (ai sensi dell art. 133 D.Lgs. 163/2006) LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI Anno 2013 *** INDICE ***

Dettagli

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI GENERALITA': Il quadro elettrico oggetto della presente specifica è destinato al comando e al controllo di gruppo elettrogeni automatici

Dettagli

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI GENERALITA': il quadro elettrico, oggetto della presente specifica, è destinato al comando e controllo di gruppi elettrogeni automatici

Dettagli

Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. GAMMA INDUSTRIALE Aperto Powered by HIMOINSA

Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. GAMMA INDUSTRIALE Aperto Powered by HIMOINSA AK3 RAFFREDDATO AD ACQUA TRIFASE 60 HZ NON CONFORME EPA DIESEL Dati del gruppo Servizio PRP STANDBY Potenza kva 156 170 Potenza kw 125 136 Velocità r.p.m. 1.800 Tensione standard V 480/277 Tensione disponibile

Dettagli

HTW-2020 T6. Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. MEDIA TENSIONE GAMMA Aperto Powered by MITSUBISHI

HTW-2020 T6. Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. MEDIA TENSIONE GAMMA Aperto Powered by MITSUBISHI APERTO RAFFREDDATO AD ACQUA TRIFASE 60 HZ DIESEL Dati del gruppo Servizio PRP STANDBY Potenza kva 2262 2510 Potenza kw 1810 2008 Velocità r.p.m. 1.800 Tensione standard KV 13,8 Tensione disponibile KV

Dettagli

GE.YA.037/033.SS+0_all

GE.YA.037/033.SS+0_all . Gruppo Elettrogeno Diesel +0_all Dotazioni di serie Cofanatura - Insonorizzazione Motore Cofanatura insonorizzata IP 32 smontabile Insonorizzazione con materiale in poliestere classe 1 Sistema di spegnimento

Dettagli

Computo metrico impianto elettrico

Computo metrico impianto elettrico Documento: Computo metrico impianto elettrico Oggetto: Progetto impianti elettrici locale CED piano interrato, bagni disabili piano terra e primo, ampliamento ufficio polizia locale piano terra, impianti

Dettagli

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 INDICE 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 2.1.1 Campo fotovoltaico pag. 3 2.1.2 Sezionatore pag. 4 2.1.3 Inverter

Dettagli

QUADRO ELETTRICO DI MEDIA TENSIONE

QUADRO ELETTRICO DI MEDIA TENSIONE SPECIFICA TECNICA QUADRO ELETTRICO DI MEDIA TENSIONE CABINA RESTAURO PAG. 2 QUADRO ELETTRICO DI MEDIA TENSIONE Ediz. 1 Data NOV 08 CABINA RESTAURO Rev. 0 Data NOV 08 verif. Ing. S:B.: appr. ing. R.Z. File

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO () Generalità Quadro di comando e controllo manuale/automatico () fornito a bordo macchina, integrato e connesso al gruppo elettrogeno. Il quadro utilizza un compatto

Dettagli

Impianto di controllo automatico ZTL Comune di Como. Relazione tecnica di calcolo impianto elettrico SOMMARIO

Impianto di controllo automatico ZTL Comune di Como. Relazione tecnica di calcolo impianto elettrico SOMMARIO SOMMARIO 1. Finalità... 2 2. Dati del sistema di distribuzione e di utilizzazione dell energia elettrica... 2 3. Misure di protezione dai contatti diretti... 2 4. Misure di protezione dai contatti indiretti...

Dettagli

Elbana Servizi Ambientali s.p.a.

Elbana Servizi Ambientali s.p.a. REGISTRO DI MANUTENZIONE CABINA MT/bt (CEI 0-15) Elbana Servizi Ambientali s.p.a. Sede Legale: Viale Elba, 9 Portoferraio (LI) Sede Impianto: Località Literno, sn Campo nell'elba (LI) ANNO 20 - N cabina

Dettagli

QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE

QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE -VI/1- CAPITOLO VI QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENONE 1. Generalità Un quadro elettrico è da considerare un componente dell'impianto, come ad esempio un cavo, che basa la sua qualità sulla prova sperimentale

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO

RELAZIONE DI CALCOLO Cabina MT/BT Ex Regina Elena viale Regina Elena n 291 Roma Pag. 1 RELAZIONE DI CALCOLO INTRODUZIONE Oggetto della Relazione di calcolo è la descrizione dei metodi e dei criteri adottati per la progettazione,

Dettagli

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA Oggetto della presente relazione è la progettazione relativa all illuminazione di servizio e di emergenza della zona tecnica della piscina

Dettagli

IA 010 Cabina di trasformazione MT/BT Giugno 2015

IA 010 Cabina di trasformazione MT/BT Giugno 2015 IA 010 Cabina di trasformazione MT/BT Giugno 2015 Per la parte di ricezione/immissione vedi IA 005. Riferimenti normativi Generali: CEI EN 62271-202 (17-103) Sottostazioni prefabbricate ad Alta tensione/bassa

Dettagli

Formazione Tecnica Schneider Corso C1 Studio e progettazione di una cabina di trasformazione MT/BT

Formazione Tecnica Schneider Corso C1 Studio e progettazione di una cabina di trasformazione MT/BT Formazione Tecnica Schneider Corso C1 Studio e progettazione di una cabina di trasformazione MT/BT Finalità del corso Il corretto allestimento delle cabine di trasformazione MT/BT di utente, anche per

Dettagli

Corso Umberto I, 232 Via D. Gentile, 72 ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DI UNA CASA DI CURA POLISPECIALISTICA

Corso Umberto I, 232 Via D. Gentile, 72 ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DI UNA CASA DI CURA POLISPECIALISTICA Ing. ARMANDO FERRAIOLI P. I. ANTONIO CROCETTA Corso Umberto I, 232 Via D. Gentile, 72 84013-CAVA DE TIRRENI (SA) 81020-S. NICOLA LA STRADA (CE) ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DI UNA CASA DI CURA

Dettagli

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale Zaccari. PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO ELETTRICO

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale Zaccari. PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO ELETTRICO Ing. Fabio Gramagna Via V. Emanuele, 131-18012 Bordighera (IM) - Tel./Fax. 0184/26.32.01 fgramagna@gmail.com - fabio.gramagna@ingpec.eu Comune di Bordighera Provincia di Imperia Interventi di manutenzione

Dettagli

Premessa 1. CARATTERISTICHE GENERALI DI PROGETTO. - Sistema di fornitura: corrente alternata trifase frequenza nominale pari a 50 Hz

Premessa 1. CARATTERISTICHE GENERALI DI PROGETTO. - Sistema di fornitura: corrente alternata trifase frequenza nominale pari a 50 Hz Premessa L impianto in questione è relativo ad un progetto per la realizzazione di un campo polivalente coperto e di un immobile adibito a spogliatoio presso la zona PIP. La documentazione di progetto

Dettagli

S5000 400V50HZ #CONN DOTAZIONE COMPLETA

S5000 400V50HZ #CONN DOTAZIONE COMPLETA S5000 400V50HZ #CONN DOTAZIONE COMPLETA Generatore professionale con caratteristiche e dotazioni necessarie per ottenere un prodotto di classe superiore. Modello caratterizzato da un potente motoalternatore,

Dettagli

CITTA DI MONDOVI Provincia di Cuneo DIPARTIMENTO TECNICO

CITTA DI MONDOVI Provincia di Cuneo DIPARTIMENTO TECNICO CITTA DI MONDOVI Provincia di Cuneo DIPARTIMENTO TECNICO APPALTO DI : SERVIZIO ENERGIA GESTIONE CALORE DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA O DI COMPETENZA DELLA CITTA DI MONDOVI. PERIODO 2004 2010 (EVENTUALMENTE

Dettagli

S5000 230V50HZ #AVR #CONN

S5000 230V50HZ #AVR #CONN S5000 230V50HZ #AVR #CONN DOTAZIONE COMPLETA Generatore professionale con caratteristiche e dotazioni necessarie per ottenere un prodotto di classe superiore. Modello caratterizzato da un potente motoalternatore,

Dettagli

Comune di Livorno. UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA

Comune di Livorno. UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA Comune di Livorno UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA OGGETTO: NUOVA SEDE SCUOLA MATERNA PESTALOZZI IMPIANTI ELETTRICI

Dettagli

2.3.1 Condizioni ambientali

2.3.1 Condizioni ambientali 2.3 impianti elettrici delle macchine CEI EN 60204-1 /06 L impianto elettrico delle macchine riveste, ai fini della sicurezza, un importanza rilevante. Al momento dell acquisto della macchina o in caso

Dettagli

I.T.I.S. Magistri Cumacini. Ricavare il valore di K del conduttore con la relativa unità di misura

I.T.I.S. Magistri Cumacini. Ricavare il valore di K del conduttore con la relativa unità di misura Classe Nome I.T.I.S. Magistri Cumacini Cognome Data ESERCIZIO 1 Un conduttore di un circuito trifase di sezione 4 mm 2 è interessato da una corrente di corto circuito di valore efficace 10 ka per un tempo

Dettagli

Esempio tipo di Lista controlli di manutenzione programmata

Esempio tipo di Lista controlli di manutenzione programmata Esempio tipo di Lista controlli di manutenzione programmata CAT. A Descrizione dell intervento Lavori di ispezione e pulizia G M S A 2A Note A1 Pulizia canaline A2 Ispezione ed eventuale pulizia di pozzetti

Dettagli

SPECIFICA TECNICA QUADRI BT PER DISTRIBUZIONE PRIMARIA/SECONDARIA IN KIT PER INSTALLAZIONE INTERNA

SPECIFICA TECNICA QUADRI BT PER DISTRIBUZIONE PRIMARIA/SECONDARIA IN KIT PER INSTALLAZIONE INTERNA SPECIFICA TECNICA QUADRI BT PER DISTRIBUZIONE PRIMARIA/SECONDARIA IN KIT PER INSTALLAZIONE INTERNA Cliente: Impianto: Lavoro: Rev.: pag. 1 INDICE 1. CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEL QUADRO... 3 2. NORME

Dettagli

Quadri elettrici. Quadri per uso Industriale

Quadri elettrici. Quadri per uso Industriale Quadri elettrici Quadri per uso Industriale I quadri elettrici, erano soggetti alla Norma CEI 17-13, che riporta le prescrizioni generali e distingue: AS Apparecchiatura costruita in serie: ovvero apparecchiatura

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI IMPIANTI ELETTRICI (OPERE NON PREVISTE IN PROGETTO)

ELENCO PREZZI UNITARI IMPIANTI ELETTRICI (OPERE NON PREVISTE IN PROGETTO) B03 - OPERE COMPIUTE PER MANUTENZIONI STRAORDINARIE E NUOVE REALIZZAZIONI B03 OPERE COMPIUTE PER MANUTENZIONI STRAORDINARIE E NUOVE REALIZZAZIONI B03.01 - SMONTAGGI E ALLACCIAMENTI B03.01 SMONTAGGI E ALLACCIAMENTISMONTAGGI

Dettagli

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT).

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT). ndividuazione degli impianti Gli impianti oggetto del progetto sono previsti all interno di una struttura scolastica. Gli impianti esistenti sono sprovvisti di Dichiarazione di Conformità, pertanto saranno

Dettagli

SEE. Applicazioni industriali: Caratteristiche generali. Ramo batteria (tecnologia SCR) Raddrizzatori doppio ramo

SEE. Applicazioni industriali: Caratteristiche generali. Ramo batteria (tecnologia SCR) Raddrizzatori doppio ramo Raddrizzatori doppio ramo SEE RADDRIZZATORE A DOPPIO RAMO, USCITA +/-1% Soluzione dedicata con batterie a vaso aperto o NiCd con tensione di uscita 110 o 220 V CC sino a 500 A Applicazioni industriali:

Dettagli

Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A

Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A modello AIRCENTER 12 10 bar - 400 V / 50 Hz - SIGMA CONTROL BASIC unità completa compressore - essiccatore - serbatoio completamente automatico, monostadio,

Dettagli

GBW22Y. Erogazione. Frequenza Hz 50 Tensione V 400 Fattore di potenza cos ϕ 0.8 Fasi 3. Potenza

GBW22Y. Erogazione. Frequenza Hz 50 Tensione V 400 Fattore di potenza cos ϕ 0.8 Fasi 3. Potenza Erogazione Frequenza Hz 50 Tensione V 400 Fattore di potenza cos ϕ 0.8 Fasi 3 Potenza Potenza nominale massima LTP kva 19.35 Potenza nominale massima LTP kw 15.48 Potenza servizio continuo PRP kva 17.63

Dettagli

Dott. Ing. Cesare Orsini Libero Professionista

Dott. Ing. Cesare Orsini Libero Professionista In genere si ricorre a forniture monofase nei cantieri di limitata potenza e gli scaglioni sono 1,5; 3; 4,5; 6 KW, mentre per cantieri più grandi si usano delle forniture trifase con potenze pari a 6;

Dettagli

PROGRAMMA DI MANUTENZIONE CABINA MT/BT

PROGRAMMA DI MANUTENZIONE CABINA MT/BT PROGRAMMA DI MANUTENZIONE CABINA MT/BT L esercizio e la manutenzione delle cabine hanno come scopo quello di assicurarne un elevata affidabilità (intesa come pronta individuazione delle anomalie,della

Dettagli

ETA PROGETTI STUDIO ASSOCIATO

ETA PROGETTI STUDIO ASSOCIATO INDICE PREMESSA... 3 1 - DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO... 3 2 - IMPIANTI PREVISTI... 3 3 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO DI PRODUZIONE... 4 4 MODALITA DI ESECUZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO... 4 4.1) Tensione di

Dettagli

Disciplinare descrittivo e prestazionale

Disciplinare descrittivo e prestazionale Disciplinare descrittivo e prestazionale Sommario PREMESSA... 1 OGGETTO DELL APPALTO... 1 REQUISITI DI RISPONDENZA A NORME, LEGGI E REGOLAMENTI... 1 ILLUMINAZIONE PUBBLICA, QUADRI E LINEE ELETTRICHE...

Dettagli

GRUPPI ANTINCENDIO UNI 9490

GRUPPI ANTINCENDIO UNI 9490 GRUPPI ANTINCENDIO UNI 9490 NORMATIVE DI RIFERIMENTO q UNI 9490 q UNI 10779 q UNI ISO 2548 q CEI 17/13 q CEI 64/8 q Direttiva CE 89/392 q Direttiva CE 73/23 I gruppi antincendio TEK-UNI 9490 sono realizzati

Dettagli

COMUNE DI PIETRAMELARA PROVINCIA DI CASERTA

COMUNE DI PIETRAMELARA PROVINCIA DI CASERTA COMUNE DI PIETRAMELARA PROVINCIA DI CASERTA PROGETTO/DIMENSIONAMENTO E VERIFICA IMPIANTO ELETTRICO A SERVIZIO DELL EDIFICIO COMUNALE DA DESTINARE AD ASILO NIDO -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa

Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa DESCRIZIONE DELL OPERA La presente relazione si riferisce alla realizzazione di

Dettagli

1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2

1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2 INDICE pag. 1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2 2.1 PREMESSA... 2 2.2 CABINA MT/BT... 2 2.3 IMPIANTO DI TERRA... 3 2.4 QUADRI ELETTRICI... 3 2.5 DISTRIBUZIONE ELETTRICA... 5 2.6 APPARECCHI DI

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO (Decreto n. 37 del 22 Gennaio 2008) Pagina 1 di 9 INDICE 1. OGGETTO...3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 3. DESCRIZIONE LAVORO....4 3.1.ALIMENTAZIONE IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE

Dettagli

GENERATORE DI CORRENTE CON TORRE FARO, SCARRABILE, ALLESTITO SU CARRELLO STRADALE IN ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE

GENERATORE DI CORRENTE CON TORRE FARO, SCARRABILE, ALLESTITO SU CARRELLO STRADALE IN ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE ALLEGATO TECNICO N.11 GENERATORE DI CORRENTE CON TORRE FARO, SCARRABILE, ALLESTITO SU CARRELLO STRADALE IN ATTIVITA DI PROTEZIONE CIVILE Dovrà essere fornito generatore di corrente con torre faro, scarabbile,

Dettagli

Seminario dell'innovazione Ordine Ingegneri Catania 11/12/14

Seminario dell'innovazione Ordine Ingegneri Catania 11/12/14 1 Regola tecnica di riferimento per la connessione di utenti attivi e passivi alla rete AT ed MT delle imprese distributrici di energia elettrica. 2 Parte 1 Parte 2 Parte 3 Parte 4 Parte 5 Parte 6 Parte

Dettagli

SPECIFICA TECNICA CABINA ELETTRICA PROVVISORIA

SPECIFICA TECNICA CABINA ELETTRICA PROVVISORIA SPECIFICA TECNICA CABINA ELETTRICA PROVVISORIA 2 CABINA ELETTRICA PREFABBRICATA Shelterfor metallico da esterno autoportante Involucro metallico atto al contenimento di apparecchiature elettriche, costituito

Dettagli

COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV)

COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) AREA POLITICHE DELLE INFRASTRUTTURE IMPIANTO FOTOVOLTAICO IN ZONA INDUSTRIALE A SAN GIACOMO DI VEGLIA IN COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) 2. RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

Dettagli

Schede Attività Programmate

Schede Attività Programmate Servizi di manutenzione integrata edifici-impianti degli immobili istituzionali della Scuola Normale Superiore Schede Attività Programmate Pisa, lì 13 gennaio 2014. Piazza dei Cavalieri, 7 56126 Pisa-Italy

Dettagli

Capitolato Manutenzione Impianto Elettrico

Capitolato Manutenzione Impianto Elettrico Capitolato Manutenzione Impianto Elettrico Si descrivono le parti dell impianto elettrico e di trasformazione che sono presenti presso l incubatore di Catania Impianto Elettrico - Cabina Trasformazione

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21 Art. Descrizione U.M. Q,tà Prezzo unitario Totale A.1.01 B.1.01 B.1.02 B.1.03 SISTEMI DI MONTAGGIO

Dettagli

L equipaggiamento elettrico delle macchine

L equipaggiamento elettrico delle macchine L equipaggiamento elettrico delle macchine Convegno La normativa macchine: obblighi e responsabilità 4 giugno 05 Ing. Emilio Giovannini Per. Ind. Franco Ricci U.F. Prevenzione e Sicurezza Verifiche Periodiche

Dettagli

Descrizione tecnica armadi rack 19" serie FR IP

Descrizione tecnica armadi rack 19 serie FR IP ATP Descrizione tecnica armadi rack 19" serie FR IP SERIE FR-40x e 45x 1. SCOPO Descrivere le caratteristiche meccaniche e costruttive degli armadi rack 19 della serie FR-40x e FR-45x per equipaggiamento

Dettagli

HFW-205 T5. Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. GAMMA INDUSTRIALE Carrellato Powered by FPT_IVECO

HFW-205 T5. Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. GAMMA INDUSTRIALE Carrellato Powered by FPT_IVECO F1 RAFFREDDATO AD ACQUA TRIFASE 50 HZ STAGE 3A DIESEL Dati del gruppo Servizio PRP STANDBY Potenza kva 200 220 Potenza kw 160 176 Velocità r.p.m. 1.500 Tensione standard V 400/230 Tensione disponibile

Dettagli

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP Stazione di stoccaggio e pressurizzazione idrica per impianti antincendio IBRIDA composto da riserva idrica da interro vano tecnico con installato gruppo di pressurizzazione

Dettagli

L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv

L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv 1 L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv La Norma CEI EN 50107 ( entrata in vigore nel settembre del 1999 e classificata come 34-86) fornisce i criteri

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO INDICE

IMPIANTO FOTOVOLTAICO INDICE IMPIANTO FOTOVOLTAICO INDICE Documentazione fotografica Inquadramento urbanistico Relazione tecnica Pianta copertura Analisi dei prezzi Computo metrico estimativo Elenco prezzi Incidenza della manodopera

Dettagli

AZIENDA ALLEGATO 2 PIANO GUIDA MANUTENZIONE PROGRAMMATA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI. ALLEGATO 2 - PIANO DI MANUTENZIONE pag.

AZIENDA ALLEGATO 2 PIANO GUIDA MANUTENZIONE PROGRAMMATA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI. ALLEGATO 2 - PIANO DI MANUTENZIONE pag. ALLEGATO 2 PIANO GUIDA MANUTENZIONE PROGRAMMATA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI ALLEGATO 2 - PIANO DI MANUTENZIONE pag.1 di 12 1A) QUADRO ELETTRICO GENERALE QUADRO ELETTRICO GENERALE DI BASSA TENSIONE SEZIONATORI

Dettagli

Catalogo tecnico Pompe Drenaggio e Fognatura - 2011. Rotex 3

Catalogo tecnico Pompe Drenaggio e Fognatura - 2011. Rotex 3 Catalogo tecnico Pompe Drenaggio e Fognatura - 2011 Rotex Scheda tecnica Descrizione Pompe a gambo, con motore esterno al pozzetto di raccolta, per estrazione acque chiare e condensato Struttura della

Dettagli

Genset Marini serie LMG

Genset Marini serie LMG Genset Marini serie LMG MANUTENZIONE Per facilitare la manutenzione, il gruppo è stato progettato in modo da dare la possibilità di effettuare solo da un lato i principali controlli sulle parti del motore,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO PROVINCIA DI LECCE Importo Progetto 1.000.000,00 RELAZIONE TECNICA 1. Premessai Dal sopralluogo effettuato si è stabilito che l'impianto elettrico del piano primo risulta di recente rifacimento ed a norma,

Dettagli

A34. Prove sui quadri elettrici. 1. Premesse. 2. Quadri AS e ANS

A34. Prove sui quadri elettrici. 1. Premesse. 2. Quadri AS e ANS A34 Prove sui quadri elettrici 1. Premesse Nel testo apparecchiatura è sinonimo di quadro. Si definisce quadro elettrico la combinazione, in un unico complesso, di apparecchiature elettriche destinate

Dettagli

HDW-300 T5. Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. GAMMA INDUSTRIALE Insonorizzato Powered by DOOSAN

HDW-300 T5. Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. GAMMA INDUSTRIALE Insonorizzato Powered by DOOSAN F1 RAFFREDDATO AD ACQUA TRIFASE 50 HZ NON CONFORME 97/68/EC DIESEL Dati del gruppo Servizio PRP STANDBY Potenza kva 300 330 Potenza kw 240 264 Velocità r.p.m. 1.500 Tensione standard V 400/230 Tensione

Dettagli

Avvolgicavo. Energia su misura G I FA S. elettromateriale s.r.l.

Avvolgicavo. Energia su misura G I FA S. elettromateriale s.r.l. 8 Avvolgicavo Energia su misura G I FA S Indice G I FA S 2 Avvolgicavo pagine 3-10 Avvolgicavo in plastica Serie 510 Avvolgicavo in gomma Serie 501 Avvolgicavo in gomma Serie 502 Avvolgicavo in gomma Serie

Dettagli

Sistemi di climatizzazione per quadri elettrici

Sistemi di climatizzazione per quadri elettrici Sistemi di climatizzazione per quadri elettrici Indice Indice Condizionatori da parete 2 Versione Parete 3 300 W 4 500 W 8 800 W 12 1000 W 16 1500 W 20 2000 W 26 3000 W 32 4000 W 34 Condizionatori da

Dettagli

Specifica Tecnica per Quadri di distribuzione in Bassa Tensione - SIVACON S4 -

Specifica Tecnica per Quadri di distribuzione in Bassa Tensione - SIVACON S4 - CARATTERISTICHE GENERALI SIVACON S4 è un quadro adatto per distribuzione primaria in Bassa ; il primo quadro di cabina a valle del trasformatore MT/BT è costruito per operare in condizioni nominali di

Dettagli

34-23 apparecchi di illuminazione (p.2) apparecchi fissi per uso generale 64-8 impianti elettrici utilizzatori con Vn c.a.<1000v e Vn c.c.

34-23 apparecchi di illuminazione (p.2) apparecchi fissi per uso generale 64-8 impianti elettrici utilizzatori con Vn c.a.<1000v e Vn c.c. 1. Specifiche Tecniche per la realizzazione degli impianti elettrici 1.1. Rispondenza a norme, leggi e regolamenti Gli impianti elettrici devono essere realizzati a regola d'arte, secondo quanto prescritto

Dettagli

CALCOLI DI CORRENTI DI CORTO CIRCUITO... 3 CALCOLI DI DIMENSIONAMENTO CAVI... 4 VERIFICA DELLA PROTEZIONE DEI CAVI... 5 ELABORATI DI CALCOLO...

CALCOLI DI CORRENTI DI CORTO CIRCUITO... 3 CALCOLI DI DIMENSIONAMENTO CAVI... 4 VERIFICA DELLA PROTEZIONE DEI CAVI... 5 ELABORATI DI CALCOLO... SOMMARIO CALCOLI DI CORRENTI DI CORTO CIRCUITO... 3 CALCOLI DI DIMENSIONAMENTO CAVI... 4 VERIFICA DELLA PROTEZIONE DEI CAVI... 5 ELABORATI DI CALCOLO... 6 1 INTRODUZIONE I calcoli elettrici che formano

Dettagli

PRP - Prime Power 2592 2074 LTP - Limited-Time running Power 2750 2200. Condizioni di riferimento: 100m (100kPA) a.s.l., T 25 C, 30% H.R.

PRP - Prime Power 2592 2074 LTP - Limited-Time running Power 2750 2200. Condizioni di riferimento: 100m (100kPA) a.s.l., T 25 C, 30% H.R. POTENZA DI REGIME kva kwe PRP - Prime Power 2592 2074 LTP - Limited-Time running Power 2750 2200 Condizioni di riferimento: 100m (100kPA) a.s.l., T 25 C, 30% H.R. Definizioni operative ( in accordo con

Dettagli

Impianti elettrici ELENCO DELLE OPERE DI CONTROLLO PERIODICO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA

Impianti elettrici ELENCO DELLE OPERE DI CONTROLLO PERIODICO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA Impianti elettrici All. E ELENCO DELLE OPERE DI CONTROLLO PERIODICO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA CABINE DI TRASFORMAZIONE Verifiche e controlli almeno semestrale con annotazione sull apposito registro specifico

Dettagli

MW63-160 - 250 NOVITA. colori. Megaswitch. Sezionatori. Sezionatori Megaswitch

MW63-160 - 250 NOVITA. colori. Megaswitch. Sezionatori. Sezionatori Megaswitch MW63-160 - 250 R NOVITA R 245 da 63 a 250A Caratteristiche generali è la nuova gamma di sezionatori Bticino per le applicazioni industriali. Questi sezionatori trovano impiego nei quadri e negli armadi

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DELLA DISTRIBUZIONE-DK5600. Relatore GUIZZO P.I. GASTONE. Università di Padova 26 giugno 2004

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DELLA DISTRIBUZIONE-DK5600. Relatore GUIZZO P.I. GASTONE. Università di Padova 26 giugno 2004 CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DELLA DISTRIBUZIONE-DK5600 Relatore GUIZZO P.I. GASTONE Università di Padova 26 giugno 2004 L Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (AEEG) con delibera

Dettagli

- Verifica funzionalità, pulizia e controllo connessioni altro tipo di trasformatori

- Verifica funzionalità, pulizia e controllo connessioni altro tipo di trasformatori Impianto elettrico Cabine elettriche Quadri elettrici media e bassa tensione e c.c Interruttori media e bassa tensione Trasformatori Batteria di rifasamento Impianto di Protezione contro le scariche atmosferiche

Dettagli

SCHEDA TECNICA GRUPPI ELETTROGENI APERTI CON MOTORE DIESEL

SCHEDA TECNICA GRUPPI ELETTROGENI APERTI CON MOTORE DIESEL SCHEDA TECNICA GRUPPI ELETTROGENI APERTI CON MOTORE DIESEL Telaio di protezione in tubolare Motore originale Yanmar o Lombardini a 3000RPM Protezione basso livello olio Marmitta silenziatrice Alternatore

Dettagli

Realizzazione autorimessa. Via della pace nel mondo Sestri Levante

Realizzazione autorimessa. Via della pace nel mondo Sestri Levante Dott. Ing. Andrea Muzio Via Dante 72 Sestri Levante (GE) tel. 018541082 - fax. 0185482916 cell. 3357849106 e-mail: andrea@muzioing.it Realizzazione autorimessa Via della pace nel mondo Sestri Levante Opere

Dettagli

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO REDATTO DA ARCH/ING ELENA AMERI Ai sensi del D.M. 37/28 art 5 comma 2 punto c) RELAZIONE TECNICA 0. PREMESSA Il progetto dell

Dettagli

GE.PK.110/100.SS+0_all

GE.PK.110/100.SS+0_all . Dotazioni di serie Gruppo Elettrogeno Diesel +0_all Cofanatura - Insonorizzazione Cofanatura insonorizzata IP 32 smontabile Insonorizzazione con materiale in poliestere classe 1 Maniglie con serratura

Dettagli

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FOLLINA

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FOLLINA REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FOLLINA IMPIANTO FOTOVOLTAICO SU COPERTURA EX SCUOLA DI VALMARENO PROGETTO PRELIMINARE DEFINITIVO 10) CALCOLO PRELIMINARE DELLE STRUTTURE E DEGLI IMPIANTI

Dettagli

COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS)

COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS) COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS) PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO FOTOVOLTAICO - A SERVIZIO della SEDE della SCUOLA ELEMENTARE CENTRO di Via CAVOUR - Progetto Cofinanziato dalla Linea di Intervento 2.1.1.1

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB)

IMPIANTO ELETTRICO RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB) RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB) 1. INTRODUZIONE Il bivacco di Pian Vadà è costituito da un edificio a due piani, ciascuno di superficie

Dettagli

Luoghi di pubblico spettacolo e di intrattenimento (Norme di installazione)

Luoghi di pubblico spettacolo e di intrattenimento (Norme di installazione) Norme di installazione Protezione contro i contatti diretti: o Isolamento delle parti attive; o Involucri o barriere con grado di protezione minimo IP2X o IPXXB. Per le superfici orizzontali superiori

Dettagli

M-01 INTERVENTI FINALIZZATI ALLA RIDUZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO DELL ABITATO DI AULLA (MS)

M-01 INTERVENTI FINALIZZATI ALLA RIDUZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO DELL ABITATO DI AULLA (MS) Commissario Delegato O.P.C.M. 3974/2011 M-01 INTERVENTI FINALIZZATI ALLA RIDUZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO DELL ABITATO DI AULLA (MS) INTERVENTO DI ADEGUAMENTO DEL MURO D ARGINE IN SINISTRA IDRAULICA DEL

Dettagli

H - ELENCO COMPONENTI

H - ELENCO COMPONENTI H - ELENCO COMPONENTI 1 Cabina di trasformazione 24 kv 1.1 Linea di alimentazione costituita da 3 cavi unipolari con schermo metallico, isolamento in sintenax per tensione 24 kv. 1.2 Terminali in partenza

Dettagli

FT UNITANK / SISTEMA INTEGRATI ANTINCENDIO DA ESTERNO

FT UNITANK / SISTEMA INTEGRATI ANTINCENDIO DA ESTERNO Scheda Tecnica FT UNITANK / SISTEMA INTEGRATI ANTINCENDIO DA ESTERNO Sistema integrato per uso antincendio da esterno FTUNITANK composto da serbatoio di riserva idrica in acciaio al carbonio di prima scelta

Dettagli

ANALISI DEL PREZZO N 5. REGOLATORE STABILIZZATO DI FLUSSO LUMINOSO 50 KVA (con quadro comando della zona A incorporato)

ANALISI DEL PREZZO N 5. REGOLATORE STABILIZZATO DI FLUSSO LUMINOSO 50 KVA (con quadro comando della zona A incorporato) ANALISI DEL PREZZO N 5 REGOLATORE STABILIZZATO DI FLUSSO LUMINOSO 50 KVA (con quadro comando della zona A incorporato) Fornitura e posa in opera di Regolatore Stabilizzato di Flusso Luminoso per potenza

Dettagli

SYNERGY studio associato 13011_REL_00.odt 1.00 PREMESSA...2 2.00 LEGISLAZIONE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 3.00 IPOTESI E DATI DI PROGETTO...

SYNERGY studio associato 13011_REL_00.odt 1.00 PREMESSA...2 2.00 LEGISLAZIONE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 3.00 IPOTESI E DATI DI PROGETTO... SYNERGY studio associato 13011_REL_00.odt Indice generale 1.00 PREMESSA...2 2.00 LEGISLAZIONE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 3.00 IPOTESI E DATI DI PROGETTO...4 4.00 MISURE DI PROTEZIONE DELLE PERSONE

Dettagli

Studio Tecnico Dott. Ing. Paolo Caruana La Spezia

Studio Tecnico Dott. Ing. Paolo Caruana La Spezia 1. PREMESSA Nella presente relazione sono illustrati i criteri di scelta delle soluzioni progettuali adottate, in relazione alla classificazione dei luoghi ed in ottemperanza alle norme tecniche di riferimento.

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI DI CANTIERE IMPIANTO DI MESSA A TERRA DEI CANTIERI

IMPIANTI ELETTRICI DI CANTIERE IMPIANTO DI MESSA A TERRA DEI CANTIERI IMPIANTO DI MESSA A TERRA DEI CANTIERI Tutte le masse, le masse estranee e i dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche devono essere collegati ad un unico impianto di messa a terra, ovvero

Dettagli

Guida al Sistema Bassa Tensione

Guida al Sistema Bassa Tensione Indice Generale Guida al Sistema Bassa Tensione 1 Introduzione 2 Le norme 3 Caratteristiche della rete 4 Protezione dei circuiti 5 Caratteristiche degli apparecchi di protezione e manovra 6 Protezione

Dettagli

A LAVORI A CORPO COMPUTO ESTIMATIVO A1 IMPIANTO MT/BT A2 QUADRO GENERALE BASSA TENSIONE

A LAVORI A CORPO COMPUTO ESTIMATIVO A1 IMPIANTO MT/BT A2 QUADRO GENERALE BASSA TENSIONE A LAVORI A CORPO A1 IMPIANTO MT/BT QUADRO MEDIA TENSIONE NP01 A1.1 Quadro Media Tensione (QMT) Tipo SM6 standard SCHNEIDER ELECTRIC (o equivalente) con protezione arco interno sul fronte e sui lati IAC

Dettagli

Produzione e distribuzione di en. Elettrica

Produzione e distribuzione di en. Elettrica (persona fisica) (persona giuridica) Produzione e distribuzione di en. Elettrica SCHEMA DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLE REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE

Dettagli

Relazione tecnica Impianto elettrico Pag 1 di 10 SOMMARIO

Relazione tecnica Impianto elettrico Pag 1 di 10 SOMMARIO Relazione tecnica Impianto elettrico Pag 1 di 10 SOMMARIO 1 GENERALITA' 2 RIFERIMENTI NORMATIVI 3 IMPIANTO ELETTRICO 3.1 TIPO DI IMPIANTO 3.2 CABINA DI TRASFORMAZIONE MT/BT 3.2.1 Quadri elettrici MT 3.2.2

Dettagli

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel Compressore con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità Portata effettiva Massima pressione operativa

Dettagli

Ospedale dei SS. Cosma e Damiano REALIZZAZIONE CENTRALE FRIGORIFERA LABORATORIO ANALISI

Ospedale dei SS. Cosma e Damiano REALIZZAZIONE CENTRALE FRIGORIFERA LABORATORIO ANALISI Azienda USL n. 3 Pistoia P.IVA 01241740479 Area Funzionale Tecnica Settore Tecnico Distaccato della Z/D Valdinievole P.zza XX Settembre, 22 51017 Pescia (PT) Tel. 0572-460431 fax 0572/460433 Ospedale dei

Dettagli

QUADRI NORMALIZZATI DI BASSA TENSIONE fino a 690V-6300A-100KA

QUADRI NORMALIZZATI DI BASSA TENSIONE fino a 690V-6300A-100KA CB-02 QUADRI NORMALIZZATI DI BASSA TENSIONE fino a 690V-6300A-100KA Power Center PC MOTOR Control Center MCC32 Motor Control Center MCCF Stabilimento 10.000mq Uffici 2.000mq Magazzini 1.200mq Area scoperta

Dettagli

QUADRI ELETTRICI QUADRI NORMALIZZATI DI BASSA TENSIONE AD ELEMENTI MODULARI

QUADRI ELETTRICI QUADRI NORMALIZZATI DI BASSA TENSIONE AD ELEMENTI MODULARI QUADRI ELETTRICI QUADRI NORMALIZZATI DI BASSA TENSIONE AD ELEMENTI MODULARI INDICE 4 AZIENDA I QUADRI ELETTRICI DELLA LINEA MULTISYSTEM 5 Linea MULTISYSTEM 6 Norme applicate 7 Panoramica dei prodotti

Dettagli

I III SERVIZI QUADRI MEDIA TENSIONE POWER CENTER QUADRI BASSA TENSIONE DI DISTRIBUZIONE QUADRI IN CORRENTE CONTINUA QUADRI DI AUTOMAZIONE

I III SERVIZI QUADRI MEDIA TENSIONE POWER CENTER QUADRI BASSA TENSIONE DI DISTRIBUZIONE QUADRI IN CORRENTE CONTINUA QUADRI DI AUTOMAZIONE www.seitalia.it QUADRI MEDIA TENSIONE POWER CENTER QUADRI BASSA TENSIONE DI DISTRIBUZIONE QUADRI IN CORRENTE CONTINUA QUADRI DI AUTOMAZIONE SISTEMI DI SUPERVISIONE E CONTROLLO REALIZZAZIONI DEDICATE SU

Dettagli

PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELLA SEDE DELL'ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE DI BOLOGNA

PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELLA SEDE DELL'ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE DI BOLOGNA COMUNE DI BOLOGNA DI AMPLIAMENTO DELLA SEDE DELL'ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL'EMILIA ROMAGNA SEZIONE DI BOLOGNA VIA PIETRO FIORINI N 5 COMMITTENTE: DIRETTORE GENERALE: RESPONSABILE

Dettagli

ASALAIR CARBO MOD. 1500 / F.A. COD. 29940036 MOD. 1500 / F.B. COD. 29940037 CODICE CIVAB CIRASA5F

ASALAIR CARBO MOD. 1500 / F.A. COD. 29940036 MOD. 1500 / F.B. COD. 29940037 CODICE CIVAB CIRASA5F CND W02070303 ASALAIR CARBO MOD. 1500 / F.A. COD. 29940036 MOD. 1500 / F.B. COD. 29940037 CODICE CIVAB CIRASA5F Questo apparecchio è stato progettato, costruito e testato secondo le norme e direttive europee:

Dettagli

Gruppi Elettrogeni Caterpillar. concepts GLOBAL POWER

Gruppi Elettrogeni Caterpillar. concepts GLOBAL POWER Gruppi Elettrogeni Caterpillar concepts GLOBAL POWER Energia Che Telecomunicazioni Ospedali Edifici Civili Ambienti Pubblici Lavora Per Te Agricoltura Hotel Centri Commerciali Centri Sportivi Banche/CED

Dettagli

Capitolo 8 Documenti di progetto

Capitolo 8 Documenti di progetto Capitolo 8 Documenti di progetto (8.1) Guida CEI 0-2 In questo capitolo è riportata la descrizione dei documenti richiesti dalla Guida CEI 0-2 (Guida per la definizione della documentazione di progetto

Dettagli