chopper MANUALE PER LA RIPARAZIONE E RICERCA GUASTI SYNERGIC MIG PULSE riparazione no-problem INDICE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "chopper MANUALE PER LA RIPARAZIONE E RICERCA GUASTI SYNERGIC MIG 400-600 PULSE riparazione no-problem INDICE"

Transcript

1 Cod SYNERGIC MIG PULSE chopper MANUALE PER LA RIPARAZIONE E RICERCA GUASTI INDICE PAG. FUNZIONAMENTO E SCHEMI ELETTRICI... 2 Schema blocchi 2 Analisi dello schema a blocchi 3 Riferimenti illustrati 4 Schemi elettrici 7 GUIDA ALLA RIPARAZIONE... 9 Attrezzatura necessaria 9 Prescrizioni generali di riparazione 10 Ricerca guasti e interventi nella macchina 10 Generatore di corrente: Smontaggio del generatore di corrente Pulizia all'interno del generatore di corrente Esame visivo del generatore di corrente - Controllo cablaggi di potenza e di segnale - Misure elettriche con generatore di corrente funzionante - Riparazione, sostituzione schede - Prove a carico - Prove di saldatura Alimentatore di filo: - Smontaggio dell alimentatore di filo - Pulizia all'interno dell alimentatore di filo - Esame visivo dell alimentatore di filo - Controllo cablaggi di potenza e di segnale - Misure elettriche con generatore di corrente funzionante - Riparazione, sostituzione schede - Prove di saldatura ELENCO PEZZI DI RICAMBIO SCHEDA RIPARAZIONE...19 riparazione no-problem

2 FUNZIONAMENTO E SCHEMI ELETTRICI SCHEMA A BLOCCHI INGRESSO RETE CONTATTORE TRASFORMATORE DI POTENZA PONTE RADDRIZZATORE + - CHOPPER INDUTTANZA TRASDUTTORE DI CORRENTE USCITA - + VENTILATORE TRASFORMATORE AUSILIARIO SCHEDA CONTROLLO SYNERGIC PULSANTE TORCIA SCHEDA PROTEZIONE ALIMENTATORE DI FILO (WIRE FEEDER) MOTORDUTTORE + - M G.R.A. ELETROVALVOLA SCHEDA CONTROLLO MOTORE ELETTROVALVOLA (se presente) SCHEDA CONTROLLO TRAINO PULSANTE TORCIA

3 ANALISI DELLO SCHEMA A BLOCCHI GENERATORE DI CORRENTE Blocco 1 Contattore Composto da: K1 Ha la funzione di sezionare la macchina dalla rete a interruttore generale OFF. Blocco 2 Trasformatore di potenza Composto da:t1 Adatta la tensione e la corrente ai valori necessari al procedimento di saldatura, separando inoltre galvanicamente il primario dal secondario (circuito di saldatura dalla linea di alimentazione). Blocco 3 Ponte raddrizzatore Composto da: D1 Converte la tensione alternata, proveniente dal trasformatore di potenza (blocco 2) in tensione continua. Blocco 4 Chopper Composto da: MODULO CHOPPER Dispositivo che a partire da una tensione continua fissa in input fornisce in output, tramite un adeguato controllo dei componenti di potenza (IGBT), una tensione continua a valor medio variabile. Blocco 5 Induttanza Composto da: L1 L induttanza livella la corrente di uscita dal modulo chopper (blocco 4) rendendola pressoché continua. Blocco 6 Trasduttore di corrente Composto da: sonda di Hall La sonda di Hall consente di misurare la corrente che circola sul circuito di saldatura facendo pervenire tale informazione al blocco 7 (microcontrollore) che provvederà ad elaborare il segnale. Blocco 7 Microcontrollore Composto da: Scheda controllo Effettua, tramite microcontrollore, il controllo di tutti i dispositivi della macchina interagendo con essi al fine di permettere una saldatura ottimale. Blocco 8 Trasformatori ausiliari Composto da:t2, T3, T4 Hanno lo scopo di fornire alla macchina tensioni alternate di diverso valore. Blocco 9 Ventilatore Composto da: M1 Provvede a raffreddare i componenti di potenza e viene alimentato direttamente dal blocco 1 (a 230Vac). Blocco 10 Scheda Protezione Composto da: Scheda protezione Tale scheda viene alimentata dal blocco 8 (trasformatori ausiliari). Nel momento in cui viene premuto il pulsante torcia (blocco 11) il relè RL1 invia il segnale al blocco 7 (microcontrollore) che provvederà a elaborare tale dato. Inoltre, la protezione pulsante torcia, separa la scheda controllo dai disturbi evitando che il segnale residuo proveniente dai cavi del pulsante torcia entrino nella scheda. Blocco 11 Pulsante torcia Composto da: Torcia Tig Mediante l azionamento del pulsante torcia, all atto dell inizio del processo di saldatura, invia un segnale al blocco 10 che provvederà a elaborare tale informazione. Blocco 12 Elettrovalvola Composto da:y1 Quando viene premuto il pulsante torcia (blocco 11) l elettrovalvola Y1 si eccita facendo fuoriuscire la miscela di gas per permettere la saldatura Tig. Blocco 13 Gruppo raffreddamento ad acqua Composto da: G.R.A. Dispositivo costituito da un gruppo scambiatore di calore in cui viene raffreddato il liquido refrigerante utilizzato per il raffreddamento della torcia di saldatura (Mig e Tig) predisposta. Tale dispositivo riceve l alimentazione dal blocco 8 (trasformatori ausiliari) e viene comandato dal blocco 7 (microcontrollore). Il tempo di funzionamento del G.R.A. è proporzionale all ultimo valore di corrente utilizzata durante il procedimento di saldatura. N.B. se presente. ALIMENTATORE DI FILO Blocco 14 Scheda controllo traino Interfaccia, tramite due collegamenti remote control e wire feeder, il Traino Synergic con la macchina, trasferendo il controllo completo dei comandi sulla scheda controllo traino, dove l operatore gestisce l impostazione dei parametri di saldatura o seleziona i programmi reimpostati sinergici memorizzati nel microcontrollore. 3

4 Blocco 15 Scheda controllo motore Alimenta, tramite un convertitore di potenza (realizzato con IGBT), il motoriduttore (blocco 18) che aziona il gruppo trainafilo con valori di tensione variabili proporzionalmente alle velocità filo impostata. Blocco 16 Pulsante torcia Composto da: Torcia Mig Mediante l azionamento del pulsante torcia, all atto dell inizio del processo di saldatura, invia un segnale al blocco 15 che provvederà a elaborare tale informazione. Blocco 17 Elettrovalvola Composto da:y2 Quando viene premuto il pulsante torcia (blocco 16) l elettrovalvola Y2 si eccita facendo fuoriuscire la miscela d aria per permettere la saldatura in Mig. Blocco 18 Motoriduttore Composto da: M2 Quando viene premuto il pulsante torcia (blocco 16) aziona il trascinamento del filo di saldatura per mezzo di un motoriduttore. RIFERIMENTI ILLUSTRATI PRESA DINSE POSITIVA PER PINZA ELETTRODO ATTACCO TORCIA MIG VITE MANTELLO VITI MANICO VITE MANTELLO PANNELLO FRONTALE TRAINO ALIMENTATORE DI FILO REMOTE CONTROL RACORDI ACQUA PER TORCIA G.R.A. ARC-FORCE PER MMA, RAMPA DI DISCESA PER TIG VITE MANTELLO VITI FIANCO INTERRUTTORE GENERALE REMOTE CONTROL ENCODER REGOLAZIONE CORRENTE PRESA DINSE POSITIVA PRESA DINSE NEGATIVA CONNETTORE PULSANTE TORCIA TIG RACCORDO ATTACCO GAS TORCIA GENERATORE DI CORRENTE Figura 1 4

5 Generatore di corrente (12) ELETTROVALVOLA (5) INDUTTANZA (4) CHOPPER (9) VENTILATORE (13) G.R.A. (se presente) (3) PONTE RADDRIZZATORE (6) SONDA DI HALL (2) TRASFORMATORE DI POTENZA Figura 2 5

6 Diaframma FUSIBILI (8) TRASFORMATORI AUSILIARI (1) CONTATTORE Scheda secondario MORSETTIERA CAMBIO TENSIONE ( V) INTERRUTORE GENERALE (7) SCHEDA CONTROLLO SYNERGIC (10) SCHEDA PROTEZIONE PULSANTE TORCIA Figura 3 (14) SCHEDA CONTROLLO TRAINO TRASFORMATORE AUSILIARIO Alimentatore di filo (15) SCHEDA CONTROLLO MOTORE (18) MOTORIDUTTORE (17) ELETTROVALVOLA Figura 4 6

7 SCHEMI ELETTRICI Schema elettrico Synergic Mig 400/600 Pulse 7

8 Schema elettrico Traino Synergic Mig Pulse 8

9 GUIDA ALLA RIPARAZIONE ATTREZZATURA NECESSARIA STRUMENTI INDISPENSABILI 1 Carico statico cod (*) 2 Multimetro digitale 3 Pinza amperometrica STRUMENTI UTILI 4 Stazione dissaldante 5 Utensileria varia (*) La strumentazione con codice può essere fornita da Telwin. Il prezzo di vendita è comunicato su richiesta! 9

10 ATTENZIONE: PRIMA DI PROCEDERE CON LA RIPARAZIONE DELLA MACCHINA LEGGERE ATTENTAMENTE IL MANUALE DI ISTRUZIONE ATTENZIONE: LE OPERAZIONI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEVONO ESSERE ESEGUITE ESCLUSIVAMENTE DA PERSONALE ESPERTO O QUALIFICATO IN AMBITO ELETTRICO - MECCANICO. ATTENZIONE: EVENTUALI CONTROLLI ESEGUITI SOTTO TENSIONE ALL'INTERNO DELLA MACCHINA POSSONO CAUSARE SHOCK ELETTRICO GRAVE ORIGINATO DA CONTATTO DIRETTO CON PARTI IN TENSIONE E/O LESIONI DOVUTE AL CONTATTO DIRETTO CON ORGANI IN MOVIMENTO. PRESCRIZIONI GENERALI DI RIPARAZIONE Vengono illustrate delle regole pratiche alle quali è indispensabile attenersi per una corretta riparazione. A) Maneggiare i componenti elettronici attivi, in particolare IGBT e DIODI di potenza seguendo elementari regole di protezione antistatica (uso di calzari o bracciali antistatici, piani di lavoro antistatici ecc...) B) Per garantire il flusso termico tra componenti elettronici e dissipatore interporre sempre un sottile velo di pasta termoconduttiva (es. COMPOUND GREASIL MS12) in corrispondenza delle zone di contatto. C) Le resistenze di potenza (qualora si renda necessaria la sostituzione) vanno sempre saldate sollevate di almeno 3 mm dalla scheda. D) Se viene rimosso il silicone presente su alcuni punti delle schede esso va poi applicato. N.B. Utilizzare solo siliconi a reticolazione ossimica o neutra che non siano conduttivi (es. DOW CORNING 7093). In caso contrario il silicone posto a contatto con punti a diverso potenziale (reofori IGBT ecc...) deve essere lasciato reticolare prima di collaudare la macchina. E) La stagnatura dei dispositivi a semiconduttore va effettuata rispettando i limiti massimi di temperatura (generalmente 300 C per non pij di 10 secondi). F) E necessario prestare la massima attenzione in ogni fase di smontaggio e montaggio dei vari elementi della macchina. G) Conservare la minuteria e gli elementi che sono smontati dalla macchina per poi posizionarli nel processo inverso di montaggio (particolari danneggiati non vanno mai omessi ma sostituiti in riferimento all elenco ricambi riportato nelle ultime pagine del presente manuale). H) Le schede (eventualmente riparate) e i cablaggi della macchina non vanno mai modificati senza preventiva autorizzazione da Telwin. I) Per ulteriori informazioni sulle caratteristiche e funzionalità della macchina fare riferimento al Manuale Istruzione. RICERCA GUASTI E INTERVENTI NELLA MACCHINA GENERATORE DI CORRENTE 1.0 Smontaggio del Generatore di corrente ATTENZIONE! Ogni manipolazione deve essere svolta in completa sicurezza con il cavo d'alimentazione scollegato dalla presa di rete e da personale esperto e qualificato in ambito elettrico - meccanico. - scollegare e rimuovere dal generatore di corrente l'alimentatore di filo (figura 1); - svitare le 13 viti che fissano il mantello alla struttura del generatore di corrente (3 per lato e 7 nel lato sopra) (figura 1); - svitare le 14 viti che fissano i due fianchi (7 ognuno) alla struttura (figura 1); - nel caso sia presente nel generatore di corrente anche un gruppo di raffreddamento ad acqua, svitare le 10 viti che fissano i fianchi più bassi (5 ognuno) alla struttura (figura 1). N.B. terminate le riparazioni, procedere in senso inverso per il montaggio del generatore di corrente. 2.0 Pulizia all'interno del Generatore di corrente Tramite aria compressa, adeguatamente essiccata, eseguire un'accurata pulizia dei componenti del generatore poiché la sporcizia rappresenta un pericolo per le parti soggette ad alte tensioni. Per la pulizia delle schede elettroniche è opportuno diminuire la pressione dell'aria per non recare danni sui componenti. E' importante porre attenzione alla pulizia dei seguenti particolari: Ventilatore d'immissione aria fissato al retro (figura 2) Verificare che la sporcizia non sia depositata nelle feritoie del frontale/retro e che non comprometta la corretta rotazione delle pale, se tale condizione permane anche dopo la pulizia procedere con la sostituzione dello stesso. Ponte Raddrizzatore (figura 2) Verificare che la sporcizia, in particolare modo polvere di ferro, non sia presente nelle piastre d'alluminio del raddrizzatore. Chopper (figura 2) Verificare che all'interno del dissipatore e sulle schede non sia presente sporcizia che possa compromettere la funzionalità del chopper stesso. Trasformatore di potenza e induttanza (figura 2) Verificare che all'interno degli avvolgimenti non sia presente sporcizia che possa compromettere la funzionalità del trasformatore stesso (esempio c.t.o). Particolari fissati sul diaframma (figura 3): - scheda controllo; - scheda protezione pulsante torcia; - trasformatori ausiliari; - contattore; - fusibili; - morsettiera cambio tensione. 3.0 Esame visivo del Generatore di corrente Verificare che non vi siano deformazioni meccaniche, ammaccature, connettori danneggiati e/o scollegati. Verificare che il cavo d'alimentazione non sia danneggiato o scollegato internamente. Osservare che i componenti e cavi non presentino segni di bruciature o rotture tali compromettere il funzionamento del generatore di 10

11 corrente.verificare gli elementi sotto indicati: Interruttore d'alimentazione (figura 3) Controllare con il multimetro se i contatti sono incollati o aperti. Probabile causa: - shock meccanico o elettrico. Contattore (figura 3) Controllare con il multimetro se i contatti sono incollati o aperti. Probabile causa: - shock meccanico o elettrico. N.B. se i contatti del contattore sono incollati o sporchi, non tentare di sganciarli e pulirli ma sostituire il contattore stesso. Fusibili F1, F2, F3, F4, F5 (figura 3) Controllare che i fusibili siano ben inseriti nel porta fusibile e che non siano guasti (tipico colore annerito). Controllare con un multimetro se i fusibili sono intervenuti. Probabile causa: - assorbimento eccessivo di corrente dalla rete. Sonda di Hall (figura 2) Verificare l'integrità meccanica della connessione elettrica. Probabile causa: - allentamento del connettore da vibrazioni. Trasformatore di potenza e induttanza (figura 2) Verificare se hanno subito dei cambiamenti di colore sui avvolgimenti. Probabili cause: - generatore di corrente collegato ad una tensione superiore ai 400Vac; - invecchiamento dopo un considerevole numero di ore di lavoro; - eccessivi surriscaldamento connesso a funzionamento anomalo. TorciaTig Stato di manutenzione in riferimento a quanto è esposto nel manuale d'istruzione. Condizione delle parti non soggette ad usura del cavo di collegamento tra torcia e il generatore di corrente (isolamento). 4.0 Controllo cablaggi di potenza e di segnale E' importante controllare che tutti i collegamenti siano in buono stato e i connettori correttamente inseriti e/o fissati. Per accertarlo, prendere i cavi tra pollice e indice (più possibile vicino ai faston o ai connettori) ed esercitare una leggera trazione verso l'esterno: i cavi non devono sfilarsi dai faston o dai connettori. Controllare anche i cavi di potenza che siano correttamente fissati. N.B. un insufficiente serraggio dei cavi di potenza determino pericolosi surriscaldamenti. In particolare sul diaframma (figura 3) bisogna verificare che tutti i cablaggi siano inseriti correttamente sui rispettivi connettori o faston. 5.0 Misure elettriche con Generatore di corrente funzionante ATTENZIONE! prima di proseguire con la ricerca guasti e opportuno ricordare che in questo paragrafo il generatore di corrente viene alimentata quindi l'operatore è esposto a pericolo shock elettrico. Attraverso le prove in seguito riportate è possibile verificare la funzionalità del generatore di corrente nelle sue parti di potenza e di controllo, ad alimentatore di filo scollegato. 5.1 Predisposizione alle prove ATTENZIONE! verificare che il posizionamento della basetta cambio tensione corrisponda alle caratteristiche della linea di alimentazione (400Vac o 230Vac). Collegare il cavo di alimentazione alla linea di alimentazione trifase, come riportato nel manuale di istruzione. Predisporre un multimetro in modalità Volt AC. N.B. verificare che le sonde di Hall siano collegate al circuito di controllo Prove sul circuito di controllo Posizionare l'interruttore generale in ON e verificare i seguenti punti: A) Controllare la tensione sulla morsettiera nel seguente modo (tensione di alimentazione 400Vac): - tensione tra morsetto L1 e L2 sia pari a 400Vac ± 5%; - tensione tra morsetto L1 e L3 sia pari a 400Vac ± 5%; - tensione tra morsetto L2 e L3 sia pari a 400Vac ± 5%. N.B. nel caso si utilizza linea di alimentazione 230Vac controllare il valore di tensione sulla morsettiera sia pari a 230Vac ± 5%. B) Controllare che la lampadina dell'interruttore generale sia accesa; C) Controllare i valori della tensione primaria e secondaria sui trasformatori ausiliari. Confrontare il valore letto con quello indicato nella etichetta o serigrafia posto sul trasformatore stesso. D) Controllare che il contattore si chiuda (con un ritardo di circa 2 sec), nel caso non si chiudesse verificare che la tensione ai capi della bobina (A1 e A2) sia pari a 230Vac ± 5%; E) Controllare che ruotando l'encoder da SX verso DX il valore di corrente visualizzata su display vari dal MIN al MAX. Infine, controllare che selezionando la modalità MMA il led verde output attivo (tensione in uscita) si accenda. Viceversa, quando selezioniamo la modalità TIG il led verde output si spenga. (In modalità TIG il led verde output si accende nella fase di saldatura) F) Controllare la funzionalità del comanda o a distanza (1 potenziometro o pedale). Inserire il C.A.D. sul connettore posto sul frontale e verificare l'accensione automatica del led sulla modalità Remote. Verificare che ruotando/premendo l'encoder l'indicazione della corrente sul display varia dal MIN al MAX. Scollegare il comando a distanza. Possibili guasti al circuito di controllo Con riferimento alle prove del pto 5.2, di seguito sono elencate le causa dei principali guasti sul circuito di controllo e le eventuali azioni correttive. ATTENZIONE! Prima di procedere con la ricerca guasti spegnere il generatore di corrente e scollegare il cavo di alimentazione dalla rete. PTO A) Nel caso in cui una delle prove indicate risulti negativa controllare che il cavo di alimentazione sia collegato correttamente alla spina ed alla morsettiere. PTO B) La lampadina dell'interruttore generale non si accende in posizione di ON. Dopo aver verificato le connessioni all'interruttore provvedere alla sostituzione dello stesso. PTO C) Uno dei trasformatori ausiliari non presenta i valori di tensione nominali. Verificare l'efficienza di tutti i fusibili e le connessioni. Se il guasto permane è probabile che uno o più avvolgimenti si siano bruciati quindi è necessario sostituire il trasformatore. PTO D) Il contattore non si chiude. Verificare i seguenti punti: - tensione presente su bobina: controllare se il contattore abbia subito uno shock meccanico (contatti incollati o sporchi); nel caso i contatti siano danneggiati sostituire il contattore; - tensione non presente su bobina: controllare che il relè K1 sulla scheda controllo si chiuda. Nel caso non si chiudesse sostituire il relè stesso. Nel caso contrario sostituire l'assieme scheda controllo. PTO E) Il pannello frontale non risponde ai comandi. Sostituire l'assieme scheda controllo nel caso in cui una

12 delle prove elencate non vengono superate. PTO F) Il comando a distanza non risponde ai comandi. Verificata l'integrità del cablaggio interfaccia C.A.D ed eventuali connessioni al connettore (Remote Control). Sostituire l'assieme scheda controllo nel caso in cui una delle prove elencate non vengono superate. 5.3 Prove sul circuito di potenza Con il generatore di corrente alimentato, posizionare l'interruttore generale in ON, settare la modalità MMA e verificare i seguenti punti: G) Controllare la tensione sulla morsettiera cambio tensione nel seguente modo (tensione di alimentazione 400Vac): - tensione tra morsetto U1 ev2 sia pari a 400Vac ± 5%; - tensione tra morsettov1 e W2 sia pari a 400Vac ± 5%; - tensione tra morsetto W1 e U2 sia pari a 400Vac ± 5%. N.B. nel caso si utilizza linea di alimentazione 230Vac controllare il valore della tensione sulla morsettiera cambio tensione nel seguente modo: - tensione tra morsetto U1 ev1 sia pari a 230Vac ± 5%; - tensione tra morsettov1 e W1 sia pari a 230Vac ± 5%; - tensione tra morsetto W1 e U1 sia pari a 230Vac ± 5%. H) Controllare la tensione sul secondario del trasformatore di potenza: - tensione tra fase e fase degli avvolgimenti sia pari a 40Vac ± 10%; - I) tensione tra fase e centro stella sia pari a 23Vac ± 10%. Controllare la tensione a valle del ponte raddrizzatore: - tensione tra morsetto positivo (+) e morsetto negativo (-) sia pari a +60Vdc ± 10%; J) Controllare la tensione a valle del modulo chopper: - tensione tra più e meno sia pari a +60Vdc ± 10%; K) Controllare la tensione tra le dinse di uscita: - tensione tra le dinse più (+) e meno (-) sia pari a +60Vdc ± 10%; Possibili guasti al circuito di potenza Con riferimento alle prove del pto 5.3, di seguito sono elencate le causa dei principali guasti sul circuito di controllo e le eventuali azioni correttive. ATTENZIONE! Prima di procedere con la ricerca guasti spegnere il generatore di corrente e scollegare il cavo di alimentazione dalla rete. PTO G) Nel caso in cui una delle prove indicate nel punto G) risultasse negativa controllare la continuità e le connessioni del cablaggio sulla morsettiera, la basetta cambio tensione, il cavo di alimentazione e ripetere il punto 5.2 D). PTO H) Mancanza o il valore diverso dal nominale delle tensioni secondarie sul trasformatore di potenza. Verificare le connessioni elettriche primarie e secondarie ed eventuali continuità tra fase e fase. Sostituire il trasformatore di potenza nel caso le prove abbiano esito negativo. PTO I) Mancanza o valore diverso dal nominale della tensione in uscita dal ponte raddrizzatore. Probabilmente alcuni diodi sono bruciati determinando valori di tensioni diversi. Sostituire il ponte raddrizzatore senza alcun intervento. PTO J) Mancanza tensione all'uscita del modulo chopper. Verificare l'integrità del cablaggio tra scheda controllo (J7) e modulo chopper (JP6) e verificare che: - la tensione tra pin 7 e pin 8 del connettore J7 (scheda controllo) sia pari a 18Vac 10%; - la tensione tra pin 1 e pin 4 (massa) del connettore J7 (scheda controllo) sia pari a +12Vdc ± 10%; Nel caso in cui una delle prove sopraindicate risultasse negativa sostituire l'assieme scheda controllo. 12 PTO K) Tra le dinse (+) e (-) di uscita non c'è tensione. Scollegare l'induttanza dal circuito di potenza e verificare con un multimetro settato in Ohm che ci sia continuità tra l'inizio e la fine dell'avvolgimento. In caso la prova risultasse negativa sostituire l'induttanza. 5.4 Prove sul circuito di controllotig Con il generatore di corrente alimentato, collegare la torcia TIG e posizionare l'interruttore generale in ON. Settare dal pannello frontale la modalità TIG. Premere e tenere premuto il pulsante torcia e verificare che: L) il relè sulla scheda protezione si chiuda; M) la tensione tra le dinse più (+) e meno (-) di uscita sia pari a +10Vdc ± 10%; N) l'elettrovalvola si apra (si miscela gas in torcia), nel caso non funzionasse verificare che la tensione tra i faston del cablaggio elettrovalvola sia pari a 230Vac %. Rilasciare il pulsante torcia e verificare che: - il relè sulla scheda protezione si apra; - la tensione tra le dinse più e meno di uscita sia pari a +10Vdc ± 10%; - l'elettrovalvola si chiuda (no miscela di gas in torcia). Possibili guasti al circuito di controllotig Con riferimento alle prove del pto 5.4, di seguito sono elencate le causa dei principali guasti sul circuito di controllo e le eventuali azioni correttive. ATTENZIONE! Prima di procedere con la ricerca guasti spegnere il generatore di corrente e scollegare il cavo di alimentazione dalla rete. PTO L) Il relè della scheda protezione non si chiude. - Scollegare il connettore JL e verificare che tra il pin 1 e 3 del connettore femmina posto sul cablaggio la continuità premendo il pulsante torcia sia circa di 0 Ohm; - Nel caso la prova risultasse negativa e da ritenere un guasto sul pulsante torcia o sul cablaggio stesso; - Ricollegare il connettore JL e scollegare il connettore JM dalla scheda protezione. Collegare il cavo di alimentazione e posizionare l'interruttore generale in ON. ATTENZIONE! prove con generatore di corrente alimentato. Premere il pulsante torcia e verificare che : - con il multimetro in modalità Volt AC, tra il pin 1e3del connettore maschio JN (scheda protezione) sia presente una tensione pari a 230Vac ± 5%; - con il multimetro in modalità Ohm, tra il pin 1e3del connettore maschio JM (scheda protezione) il valore resistivo letto si porti a circa 0 Ohm; Rilasciare il pulsante torcia e verificare che: - con il multimetro in modalità Volt AC, tra il pin 1e3del connettore maschio JN (scheda protezione) sia presente una tensione pari a 230Vac ± 5%; - con il multimetro in modalità Ohm, tra il pin 1e3del connettore maschio JM (scheda protezione) il valore resistivo letto si porti all'infinito. Nel caso in cui una delle prove risultasse negativa verificare l'integrità dei cablaggi e delle connessioni, in caso contrario e da ritenersi guasta la scheda protezione. PTO M) Tra le dinse (+) e (-) di uscita non c'è tensione. Ripetere le prove del pto 5.3. PTO N) L'elettrovalvola non funziona. Scollegare i faston dell'elettrovalvola e verificare i seguenti punti: - tensione presente sui faston del cablaggio elettrovalvola: controllare se l'elettrovalvola abbia subito uno shock meccanico; è necessario sostituire l'elettrovalvola; - tensione non presente sui faston del cablaggio

13 elettrovalvola: controllare che il relè K2 sulla scheda controllo si chiuda. Nel caso non si chiudesse sostituire il relè stesso. Nel caso opposto sostituire l'assieme scheda controllo. 5.5 Visualizzazione degli allarmi generali sul pannello frontale Nell'evenienza di un allarme vengono accesi i led sul pannello frontale indicando i seguenti messaggi (vedi anche Manuale d'istruzione): - Led allarme (rosso) : allarme generale. Generatore di corrente bloccato; - Led tensione in torcia (giallo) : output attivo; - Led mancanza fase (giallo) : determina l'arresto del generatore di corrente a causa della mancanza di una delle tre fasi di alimentazione. Nell'evenienza di un allarme vengono indicati sul display del pannello frontale i seguenti messaggi: - AL 1: intervento protezione termica dei componenti magnetici; se l'allarme persiste anche dopo il raffreddamento dell'induttanza controllare il termostato se ha subito uno shock meccanico e procedere con la sostituzione dello stesso; - AL 2: intervento protezione termica dell'elettronica di potenza (chopper); se l'allarme persiste anche dopo il raffreddamento del modulo chopper controllare il termostato al suo interno se ha subito uno shock meccanico. Procedere con la sostituzione dello stesso; - AL 3: sovratensione della linea di alimentazione; Controllare la tensione di ingresso; - AL 4: sottotensione della linea di alimentazione; Controllare la tensione di ingresso; - AL 5: pressione insufficiente del circuito raffreddamento torcia ad acqua (se presente). Possibile otturazione dei raccordi o dei tubi del gruppo di raffreddamento (G.R.A.) o pompa idraulica guasta; - AL 11: intervento protezione per mancanza fase della linea di alimentazione. 6.0 Riparazione, sostituzione schede Ogni scheda è contraddistinta da un codice a 6 cifre (serigrafato in bianco su lato componenti dopo la sigla TW). Tale codice rappresenta il riferimento per una eventuale sostituzione: Telwin si riserva sulla possibilità di fornire schede con diverso codice ma compatibili. Attenzione: prima di sostituire una nuova scheda controllare attentamente che questa non abbia subito danni dovuti al trasporto. Il materiale da noi fornito vengono precedentemente collaudate quindi, dopo una corretta sostituzione, se il guasto permane controllare i rimanenti elementi della macchina. Alcuni componenti, nella fase di smontaggio e montaggio, devono essere sostituiti con particolare attenzione per evitare rotture ulteriori e inutili. Seguire scrupolosamente le indicazioni inseguito riportate: 6.1 Rimozione del Modulo Chopper (figura 2) Qualora il guasto risieda sul modulo chopper è vivamente consigliato la sostituzione della stesso senza ulteriori interventi. Per la sostituzione è necessario: - svitare le 4 viti che bloccano il modulo chopper alla staffa del ponte raddrizzatore; - svitare la vite che collega l'induttanza al dissipatore; - svitare le 3 viti che collegano i cavi di potenza; - svitare le 2 viti autofilettanti che bloccano la cuffia al modulo chopper (se presente); - estrarre il modulo chopper; - rimuovere la cuffia e scollegare il connettore e i due faston; N.B. per il montaggio del nuovo modulo chopper procedere in senso inverso, facendo attenzione a non invertire i cavi di potenza (+) e (-). 6.2 Rimozione del Ponte Raddrizzatore (figura 2) Qualora il guasto risieda sul ponte raddrizzatore è vivamente consigliato la sostituzione della stesso senza ulteriori interventi. Per la sostituzione è necessario prima rimuovere il modulo chopper (vedi pto 6.2): - svitare tutti i cavi di potenza; - svitare i 3 dadi che bloccano la staffa per il montaggio del modulo chopper; - svitare i 3 dadi che bloccano il ponte raddrizzatore al fondo. N.B. per il montaggio del ponte raddrizzatore procedere in senso inverso, facendo attenzione a non invertire i cavi di potenza (+) e (-). 6.3 Rimozione dell'assieme Scheda Controllo Synergic (figura 3) Qualora il guasto risieda sulla scheda controllo è vivamente consigliata la sostituzione della stessa senza ulteriori interventi. Per la sostituzione è necessario: - staccare tutti i connettori collegati alla scheda controllo; - svitare le 4 viti che fissano il pannello frontale; - estrarre l'assieme scheda controllo; N.B. per il montaggio del nuovo assieme scheda controllo procedere in senso inverso facendo attenzione a non invertire i connettori. 7.0 Prove a carico Le prove a carico vanno svolte con il generatore di corrente assemblato e chiuso prima della chiusura con il mantello. Durante le prove e' vietato commutare i selettori o azionare il contattore del carico ohmico con macchina in funzione. 7.1 Predisposizione alle prove A) Collegare tramite cavi dotati di apposite prese dinse il generatore di corrente al carico statico. B) Predisporre una pinza amperometrica in DC con fondo scala 300A sul cavo di massa con freccia entrante nella dinse negativa (-). C) Collegare il cavo di alimentazione alla linea di alimentazione trifase, come riportato nel manuale di istruzione. D) Accendere l'interruttore generale. 7.2 Prove previste A) Prova a 50A: - Predisporre il carico statico con commutatori settati come da tabella 1, su pannello frontale posizionare l'encoder della corrente di saldatura a 50A, - Con carico inserito, verificare che il ventilatore inizi a girare e che la corrente e la tensione siano pari ai valori indicati nella tabella 1: TABELLA Numero commutatore Posizione Commutatore Corrente sul caico: +50Adc ±5% Tensione ai capi del carico: +22Vdc ±10% 13

14 B) Prova a 100A: - Predisporre il carico statico con commutatori settati come da tabella 2, su pannello frontale posizionare l'encoder della corrente di saldatura a 100A, - Con carico inserito, verificare che la corrente e la tensione siano pari ai valori indicati nella tabella 2: TABELLA Numero commutatore Posizione Commutatore C) Prova a 200A: - Predisporre il carico statico con commutatori settati come da tabella 3, su pannello frontale posizionare l'encoder della corrente di saldatura a 200A, - Con carico inserito, verificare che la corrente e la tensione siano pari ai valori indicati nella tabella 3: TABELLA 3 Corrente sul caico: +100Adc ±5% Tensione ai capi del carico: +24Vdc ±10% Numero commutatore Posizione Commutatore Corrente sul caico: +200Adc ±5% Tensione ai capi del carico: +28Vdc ±10% 8.0 Prove di saldatura Le prove di saldatura vanno svolte con il generatore di corrente assemblato e chiuso con i rispettivi mantelli. ATTENZIONE! Durante le prove di saldatura è necessario leggere attentamente le norme esposte sul manuale d'istruzione. 8.1 Predisposizione alle prove in saldatura Collegare il cavo di alimentazione alla linea di alimentazione trifase, come riportato nel manuale di istruzione. Predisporre una pinza amperometrica in DC con fondo scala 300A sul cavo di massa con freccia entrante nella dinse negativa (-). 8.2 Prova in MMA e ARC-FORCE Eseguire una breve saldatura con elettrodo diam. 2.5, impostando dal pannello frontale la modalità MMA e la corrente al valore di 80A. Controllare il comportamento dinamico del generatore di corrente. Verificare che ruotando l'encoder sul pannello frontale (non superare 100A) la corrente letta sull'amperometro indichi la stessa corrente impostata sul display ± 10%. Per verificare il funzionamento dell' ARC FORCE posizionare al massimo (tutto in senso orario) il potenziometro a sinistra del pannello frontale ed eseguire una breve saldatura nelle stesse condizioni del punto precedente. Controllare il comportamento dinamico del generatore di corrente. 8.3 Prova intig-lift e RAMPA DI DISCESA Eseguire una breve saldatura con torcia Tig con elettrodo da 1.6mm grigio, diffusore ceramico da 6-10mm e argon 4.5 l/min. Impostare nel pannello frontale la modalità TIG e la corrente al valore di 60A. Controllare la partenza LIFT, il comportamento dinamico del generatore di corrente, la corretta erogazione del gas, la stabilità dell'arco e la pulizia del pezzo. Per verificare il funzionamento della RAMPA di DISCESA posizionare al massimo (tutto in senso orario) il potenziometro a sinistra del pannello frontale ed eseguire una breve saldatura nelle stesse condizioni del punto precedente. Controllare il comportamento dinamico del generatore di corrente. ALIMENTATORE DI FILO 9.0 Smontaggio dell'alimentatore di filo ATTENZIONE! Ogni manipolazione deve essere svolta in completa sicurezza con il cavo di alimentazione scollegato dalla presa di corrente e da personale esperto e qualificato in ambito elettrico - meccanico. Verificata la funzionalità del generatore di corrente, procedere con la ricerca guasti dell'alimentatore di filo: - svitare le 2 viti che fissano il manico al mantello (figura 1). - svitare le 11 viti che fissano il mantello alla struttura dell'alimentatore di filo (figura 1). N.B. terminata la riparazione, procedere in senso inverso con il montaggio dell'alimentatore di filo Pulizia all'interno dell'alimentatore di filo Tramite aria compressa, adeguatamente essiccata, eseguire un'accurata pulizia dei componenti poiché la sporcizia rappresenta un pericolo per le parti soggette ad tensioni e pregiudica la separazione galvanica tra le schede di controllo e massa.. Per la pulizia delle schede elettroniche è opportuno diminuire la pressione dell'aria per non recare danni hai componenti. E' importante porre attenzione alla pulizia dei seguenti particolari: 10.1 Motoriduttore (figura 4) Verificare che la sporcizia non sia depositata negli ingranaggi e nei rulli che trainano il filo di saldatura, compromettendo la corretta rotazione degli stessi Particolari fissati all'interno (figura 4): - scheda controllo traino; - scheda controllo motore; - trasformatore ausiliario; 11.0 Esame visivo dell'alimentatore di filo Verificare che non vi siano deformazioni meccaniche, ammaccature, connettori danneggiati e/o scollegati. Verificare che i cavi di collegamento con il generatore di corrente non siano danneggiati o scollegati internamente. Osservare che i componenti e cavi non presentino segni di bruciature o rotture tali compromettere il funzionamento dell'alimentatore di filo.verificare gli elementi sotto indicati: Torcia Mig Stato di manutenzione in riferimento a quanto è esposto nel manuale d'istruzione. Condizione delle parti non soggette ad usura del cavo di collegamento tra torcia e l'alimentatore di filo (isolamento) Controllo cablaggi di potenza e di segnale E' importante controllare che tutti i collegamenti siano in buono stato e i connettori correttamente inseriti e/o fissati. Per accertarlo, prendere i cavi tra pollice e indice (più possibile vicino ai faston o ai connettori) ed esercitare una 14

15 leggera trazione verso l'esterno: i cavi non devono sfilarsi dai faston o dai connettori. Controllare anche i cavi di potenza che siano correttamente fissati. N.B. un insufficiente serraggio dei cavi di potenza determino pericolosi surriscaldamenti Misure elettriche con Alimentatore di filo funzionante ATTENZIONE! prima di proseguire con la ricerca guasti e opportuno ricordare che in questo paragrafo l'alimentatore di filo viene alimentato quindi l'operatore è esposto a pericolo shock elettrico e meccanico per la presenza di parti meccaniche in movimento (rulli). Attraverso le prove in seguito riportate è possibile verificare la funzionalità dell'alimentatore di filo nelle sue parti di controllo Predisposizione alle prove ATTENZIONE! verificare nel generatore che il posizionamento della basetta cambio tensione corrisponda alle caratteristiche della linea di alimentazione (400Vac o 230Vac). Chiudere con i mantelli il generatore prima di proseguire con le prove. Collegare l'alimentatore di filo al generatore e il cavo di alimentazione alla linea di alimentazione trifase, come riportato nel manuale d'istruzione. Predisporre un multimetro in modalità Volt e togliere la bobina filo dall'alimentatore di filo Prove funzionali in MMA Posizionare dal generatore l'interruttore generale in ON e verificare i seguenti punti: A) Controllare sul display del generatore di corrente compaia l'indicazione Feed. In questa situazione la modalità di controllo passano automaticamente sul pannello frontale dell'alimentatore di filo B) Controllare i valori della tensione primaria e secondaria del trasformatore ausiliario. Confrontare il valore letto con quello indicato nella etichetta o serigrafia posto sul trasformatore stesso. C) Settare l'alimentatore a filo in modalità MMA e verificare che: - il led verde output attivo (tensione in torcia) si accenda; - ruotando il primo encoder da SX verso DX il valore di Corrente visualizzato su display vari dal MIN al MAX; - ruotando il secondo encoder da SX verso DX il valore di Arc Force visualizzato su display vari dal MIN al MAX; D) Verificare che tra la dinse positiva (+) dell'alimentatore a filo e la dinse negativa (-) del generatore la tensione sia pari a +60Vdc ± 10%; E) Controllare la funzionalità del comanda a distanza (2 potenziometri). Inserire il C.A.D. sul connettore posto sul frontale dell'alimentatore di filo e verificare che: - avvenga l'accensione automatica del led sulla modalità Remote ; - ruotando il primo encoder da SX verso DX l'indicazione della corrente sul display del pannello frontale varia dal MIN al MAX; - ruotando il secondo encoder da SX verso DX l'indicazione dell'arc Force sul display del pannello frontale varia dal MIN al MAX. N.B. se si utilizza un comando a distanza a 1 potenziometro o a pedale regola solamente il parametro della corrente. Scollegare il comando a distanza. Possibili guasti al circuito di controllo Con riferimento alle prove del pto 12.2, di seguito sono elencate le causa dei principali guasti sul circuito di controllo e le eventuali azioni correttive. ATTENZIONE! prima di procedere con la ricerca guasti spegnere il generatore di corrente e scollegare il cavo di alimentazione dalla rete. PTO A) Nel caso in cui una delle prove indicate risulti negativa controllare l'integrità del cavo di comando collegato tra generatore e l'alimentatore di filo e i cablaggi interni all'alimentatore di filo. PTO B) Il trasformatore ausiliario non presenta i valori di tensione nominali. Verificare l'efficienza delle connessioni sui faston. Se il guasto permane è probabile che uno o più avvolgimenti si siano bruciati quindi è necessario sostituire il trasformatore. PTO C) Nel caso in cui una delle prove indicate risulti negativa sostituire l'assieme pannello frontale. PTO D) La tensione e nulla o diversa. Verificare che il cavo di potenza tra il generatore e l'alimentatore di filo sia collegato. Nel caso la tensione sia diversa ricontrollare la funzionalità del generatore. PTO E) Il comando a distanza non risponde ai comandi. Verificata l'integrità del cablaggio interfaccia C.A.D ed eventuali connessioni al connettore (Remote Control). Sostituire l'assieme scheda controllo nel caso in cui una delle prove elencate non vengono superate Prove funzionali in MIG Con il generatore di corrente alimentato, collegare la torcia MIG e posizionare l'interruttore generale in ON. Settare nel seguente modo l'alimentatore di filo: - selezionare la modalità MIG e il programma numero 0 (vedi display piccolo); - selezionare la rampa di salita velocità trainafilo e impostare il valore del display tramite il secondo encoder al MAX. Premere e tenere premuto il pulsante torcia e verificare che: F) Il led verde output (tensione in torcia) si accenda; G) La tensione tra le dinse più (+) e meno (-) del generatore sia pari a +60Vdc ± 10%; H) L'elettrovalvola si apra (si miscela gas in torcia), nel caso non funzionasse verificare che la tensione (multimetro in modalità AC) tra i faston del cablaggio elettrovalvola sia pari a 24Vac ± 10%. I) Ruotando il primo encoder la velocità del motoriduttore vari progressivamente. Rilasciare il pulsante torcia e verificare che: - Il led verde output si spenga; - la tensione tra le dinse più e meno di uscita sia pari a +10Vdc ± 10%; - l'elettrovalvola si chiuda (no miscela di gas in torcia). - Il motoriduttore si blocchi istantaneamente. Possibili guasti al circuito di controllo MIGCon riferimento alle prove del pto 12.3, di seguito sono elencate le causa dei principali guasti sul circuito di controllo e le eventuali azioni correttive. ATTENZIONE! prima di procedere con la ricerca guasti spegnere il generatore di corrente e scollegare il cavo di alimentazione dalla rete. PTO F) Nel caso in cui il pannello frontale non risponde ai comandi indicati nel manuale d'istruzione e da ritenersi guasta la scheda controllo. Sostituire l'assieme pannello frontale. 15

16 PTO G) Vedi 12.2 pto D). PTO H) L'elettrovalvola non funziona. Scollegare i faston dell'elettrovalvola e verificare i seguenti punti: - tensione presente sui faston del cablaggio elettrovalvola: controllare se l'elettrovalvola abbia subito uno shock meccanico; è necessario sostituire l'elettrovalvola; - tensione non presente sui faston del cablaggio elettrovalvola: controllare che il relè K1 sulla scheda controllo motore si chiuda. Nel caso non si chiudesse sostituire il relè stesso. Nel caso opposto sostituire l'assieme scheda motore. PTO I) Il motoriduttore non varia la velocità.verificare le seguenti tensioni sulla scheda controllo motore: - la tensione tra il pin 3 e pin 1 del connettore J7 sia pari a 24Vac ± 10%; - la tensione tra il pin 5 e pin 1 del connettore J7 sia pari a 42Vac ± 10%; se una delle due tensioni non è presente controllare le connessioni del cablaggio C.A.D. e il cavo di comando che collega il generatore di corrente. - la tensione tra il pin 4 e pin 1 del connettore J5 sia pari a +12Vdc ± 10%; se la tensione non è presente controllare le connessioni del cablaggio tra scheda controllo motore e scheda controllo traino. Se la prova da ancora esito negativo e da ritenersi guasta la scheda controllo. - variando la velocità del motoriduttore, tramite il primo encoder, la tensione rilevata tra il pin 8 e il pin 4 del connettore J5 vari da +1.3Vdc ± 10% a +5Vdc ± 10%; se la tensione e nulla o diversa dai valori indicati e da ritenersi guasta la scheda controllo traino. Nel caso contrario è la scheda controllo motore guasta Visualizzazione degli allarmi generali sul pannello frontale Nell'evenienza di un allarme vengono accesi i led sul pannello frontale indicando i seguenti messaggi (vedi anche Manuale d'istruzione): - Led allarme (rosso) : allarme generale. Alimentatore di filo bloccato; - Led tensione in torcia (giallo) : output attivo; Nell'evenienza di un allarme vengono indicati sul display del pannello frontale i seguenti messaggi: - da AL 1 a AL 5: vedi allarmi PTO 5.5; - AL 7 : sovracorrente in saldatura MIG/MAG; - da AL 8 a AL9: guasto alla linea seriale di trasmissione dati; - AL 11: intervento protezione per mancanza fase della linea di alimentazione Rimozione dell'assieme Scheda ControlloTraino (figura 4) Qualora il guasto risieda sulla scheda controllo è vivamente consigliata la sostituzione della stessa senza ulteriori interventi. Per la sostituzione è necessario: - staccare tutti i connettori collegati alla scheda controllo; - svitare le 4 viti che fissano il pannello frontale; - estrarre l'assieme scheda controllo; N.B. per il montaggio del nuovo assieme scheda controllo procedere in senso inverso facendo attenzione a non invertire i connettori Prove di saldatura Le prove di saldatura vanno svolte con generatore di corrente e alimentatore di filo assemblati e chiusi con i rispettivi mantelli. ATTENZIONE! Durante le prove di saldatura è necessario leggere attentamente le norme esposte sul manuale d'istruzione Predisposizione alle prove in saldatura Con alimentatore di filo collegato al generatore di corrente, collegare il cavo di alimentazione alla linea di alimentazione trifase, come riportato nel manuale di istruzione. Predisporre una pinza amperometrica in DC con fondo scala 300A sul cavo di massa con freccia entrante nella dinse negativa (-) Prova in MIG Eseguire delle brevi saldature con la torcia Mig impostando i vari parametri indicati nelle tabelle del manuale d'istruzione. Verificare che la corrente letta sull'amperometro indichi la stessa corrente indicata sul display ± 10%. Controllare il comportamento dinamico dell'alimentatore di filo, la corretta erogazione del gas, e la pulizia del pezzo Riparazione, sostituzione schede Ogni scheda è contraddistinta da un codice a 6 cifre (serigrafato in bianco su lato componenti dopo la sigla TW). Tale codice rappresenta il riferimento per una eventuale sostituzione: Telwin si riserva sulla possibilità di fornire schede con diverso codice ma compatibili. Attenzione: prima di inserire un nuovo componente controllare attentamente che questa non abbia subito danni dovuti al trasporto. Il materiale da noi fornito vengono precedentemente collaudate quindi, dopo una corretta sostituzione, se il guasto permane controllare i rimanenti elementi della macchina. Alcuni componenti, nella fase di smontaggio e montaggio, devono essere sostituiti con particolare attenzione per evitare rotture ulteriori e inutili. Seguire scrupolosamente le indicazioni inseguito riportate: 16

17 ELENCO PEZZI DI RICAMBIO LISTE PIECES DETACHEES SPARE PARTS LIST ERSATZTEILLISTE PIEZAS DE REPUESTO Esploso macchina, Dessin appareil, Machine drawing, Explosions Zeichnung des Geräts, Diseño seccionado maquina Per richiedere i pezzi di ricambio senza codice precisare: codice del modello; il numero di matricola; numero di riferimento del particolare sull'elenco ricambi. Pour avoir les pieces detachees, dont manque la reference, il faudra preciser: modele, logo et tension de I'appareil; denomination de la piece; numero de matricule. When requesting spare parts without any reference, pls specify: model-brand and voltage of machine; list reference number of the item; registration number. Wenn Sie einen Ersatzteil, der ohne Artikel Nummer ist, benoetigen, bestimmen Sie bitte Folgendes: Modell-zeichen und Spannung des Geraetes; Teilliste Nuemmer; Registriernummer. Por pedir una pieza de repuesto sin referencia precisar: modelo-marca e tension de la maquina; numero di riferimento de lista; numero di matricula.

18 Scheda tecnica di riparazione: Con lo scopo di migliorare il servizio, alla fine di ogni riparazione chiediamo ad ogni Centro Assistenza di compilare e restituire a Telwin la scheda tecnica riportata nella pagina seguente. 18

19 Centri assistenza autorizzati Scheda riparazione Data: Modello macchina: Matricola: Ditta: Tecnico: In quale ambiente ha lavorato la macchina: Cantiere Officina Altro: Alimentazione: Gruppo elettrogeno Da rete senza prolunga Da rete con prolunga m: Stress meccanici subiti dalla macchina. Descrizione: Grado di sporcizia. Distribuzione della sporcizia nella macchina Descrizione: Tipo di guasto Ponti raddrizzatori Condensatori elettrolitici Relè Resistenza precarica IGBT Reti snubber Diodi secondario Encoder su pannello Altro Sigla componente Sostituzione scheda primario: si no Sostituzione pannello controllo: si no Problemi riscontrati durante la riparazione: 19

20 TELWIN S.p.A. - Via della Tecnica, VILLAVERLA (Vicenza) Italy Tel Fax /

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 CEBORA S.p.A. 1 POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 MANUALE DI SERVIZIO CEBORA S.p.A. 2 SOMMARIO 1 - INFORMAZIONI GENERALI... 3 1.1 - Introduzione... 3 1.2 - Filosofia generale d assistenza.... 3 1.3 -

Dettagli

MANUTENZIONE INVERTER LEONARDO

MANUTENZIONE INVERTER LEONARDO MANUTENZIONE INVERTER LEONARDO Indice 1 REGOLE E AVVERTENZE DI SICUREZZA... 3 2 DATI NOMINALI LEONARDO... 4 3 MANUTENZIONE... 5 3.1 PROGRAMMA DI MANUTENZIONE... 6 3.1.1 Pulizia delle griglie di aerazione

Dettagli

Istruzioni per la manutenzione

Istruzioni per la manutenzione Istruzioni per la manutenzione Caldaie murali a condensazione CGB-75 CGB-100 Caldaia solo riscaldamento Caldaia solo riscaldamento Wolf Italia S.r.l. Via 25 Aprile, 17 20097 S. Donato Milanese (MI) Tel.

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

inverter TECNICA 144-164 TECNICA 140.1-142 MANUALE PER LA RIPARAZIONE E RICERCA GUASTI riparazione no problem! INDICE PAG.

inverter TECNICA 144-164 TECNICA 140.1-142 MANUALE PER LA RIPARAZIONE E RICERCA GUASTI riparazione no problem! INDICE PAG. cod. 988636 TECNICA 144-164 TECNICA 140.1-14 inverter MANUALE PER LA RIPARAZIONE E RICERCA GUASTI INDICE PAG. FUNZIONAMENTO E SCHEMI ELETTRICI... - Schema blocchi - Analisi dello schema a blocchi 3 - Riferimenti

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T.

BOX A3 TEST 3 20-07-2012. REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. BOX A3 TEST 3 20-07-2012 REV. DATA Verifica ed Approvazione R.T. INDICE 1 - PREMESSA...Pag. 3 2 - BOX A3 TEST PER ASCENSORI IDRAULICI...Pag. 3 2.1 FUNZIONAMENTO GENERALE...Pag. 3 2.2 MODALITA DI ESECUZIONE

Dettagli

Gruppi Frigo a Pompa di Calore Digital Scroll 230/400V 05 16 Kw

Gruppi Frigo a Pompa di Calore Digital Scroll 230/400V 05 16 Kw Gruppi Frigo a Pompa di Calore Digital Scroll 230/400V 05 16 Kw 1 2 3 4 5 1. Adotta refrigerante R410A, amico del nostro ambiente. 2. Design compatto: Unità con pompa acqua e vaso di espansione, basta

Dettagli

Manuale d Istruzioni. Tester di Successione delle Fasi e Rotazione Motore Modello 480403

Manuale d Istruzioni. Tester di Successione delle Fasi e Rotazione Motore Modello 480403 Manuale d Istruzioni Tester di Successione delle Fasi e Rotazione Motore Modello 480403 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Rilevatore Rotazione Motore e Fasi della Extech Modello 480403.

Dettagli

cod. 988191 inverter riparazione no problem!

cod. 988191 inverter riparazione no problem! cod. 9889 TECNICA 00-0 inverter MANUALE PER LA RIPARAZIONE E RICERCA GUASTI riparazione no problem! TECNICA 00-0 LABORATORIO PER LA RIPARAZIONE DELL'INVERTER 7 8 STRUMENTI INDISPENSABILI Oscilloscopio

Dettagli

KIT RIVELATORI DI GAS

KIT RIVELATORI DI GAS SEZIONE 4 KIT RIVELATORI DI GAS attivato guasto allarme sensore esaurito test Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. MT140-001_sez.4.pdf MT140-001 sez.4 1 INDICE SEZIONE 4 CONTROLLO

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R Utilizzo: Le schede di frenatura Frenomat2 e Frenostat sono progettate per la frenatura di motori elettrici

Dettagli

arsic Italia Voltmetri

arsic Italia Voltmetri Voltmetri Il voltmetro è uno strumento per la misura della differenza di potenziale elettrico tra due punti di un circuito, la cui unità di misura è il volt con simbolo V. L'unità di misura possiede questo

Dettagli

Figura 2.1. Pannello frontale dello stechiometro.

Figura 2.1. Pannello frontale dello stechiometro. STECHIOMETRO (MARIO LANUTI, ANGELO ROSSI). 1. Descrizione. Lo strumento proposto permette la misura del rapporto aria benzina nei motori a.c.i.. La catena di misura consta di due parti principali dalle

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI TAB CHART 32

MANUALE DI ISTRUZIONI TAB CHART 32 MANUALE DI ISTRUZIONI TAB CHART 32 1 INFORMAZIONI PER LA SICUREZZA Vi preghiamo di leggere e seguire attentamente le istruzioni contenute in questo manuale. La mancata ottemperanza alle istruzioni potrebbe

Dettagli

TERMOSTATO DIGITALE PROGRAMMABILE MODELLO: CDS-3 MANUALE D USO

TERMOSTATO DIGITALE PROGRAMMABILE MODELLO: CDS-3 MANUALE D USO TERMOSTATO DIGITALE PROGRAMMABILE MODELLO: CDS-3 MANUALE D USO Grazie per avere preferito il nostro prodotto, per un corretto utilizzo dello stesso vi raccomandiamo di leggere attentamente il presente

Dettagli

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM INDICE Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM Informazioni per utilizzo... 2 Generali... 2 Introduzione... 2 Istruzioni per la sicurezza... 2 Inserimento della SIM (operazione da eseguire con spento)...

Dettagli

Mod:KCGD1/AS. Production code:kev/1

Mod:KCGD1/AS. Production code:kev/1 02/200 Mod:KCGD1/AS Production code:kev/1 Sommario I. SCHEMA DI INSTALLAZIONE...... 4 II. III. IV. SCHEMA ELETTRICO....... 1. Schema elettrico AC 230 50/0 Hz.. CARATTERISTICHE GENERALI...... 1. Descrizione

Dettagli

Manuale utente RSF 20 /S. per il modello. Caldaia murale istantanea a gas a camera stagna CE 0694 RSF 20_S - RAD - ITA - MAN.UT - 0113.

Manuale utente RSF 20 /S. per il modello. Caldaia murale istantanea a gas a camera stagna CE 0694 RSF 20_S - RAD - ITA - MAN.UT - 0113. Manuale utente per il modello RSF 20 /S Caldaia murale istantanea a gas a camera stagna CE 0694 RSF 20_S - RAD - ITA - MAN.UT - 0113.1-40-00068 Documentazione Tecnica RADIANT BRUCIATORI S.p.A. Montelabbate

Dettagli

AUTOMAZIONE PER BARRIERE STRADALI

AUTOMAZIONE PER BARRIERE STRADALI AUTOMAZIONE PER BARRIERE STRADALI ATTENZIONE!! Prima di effettuare l'installazione, leggere attentamente questo manuale che è parte integrante di questa confezione. I nostri prodotti se installati da personale

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO () Generalità Quadro di comando e controllo manuale/automatico () fornito a bordo macchina, integrato e connesso al gruppo elettrogeno. Il quadro utilizza un compatto

Dettagli

CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA

CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA MANUALE OPERATIVO PREMESSA Con l acquisto del convertitore DC/DC il cliente si impegna a prendere visione del presente manuale e a rispettare e far

Dettagli

PAN LAN 1. Manuale d Istruzioni. Tester & Multimetro LAN 2in1

PAN LAN 1. Manuale d Istruzioni. Tester & Multimetro LAN 2in1 Manuale d Istruzioni Tester & Multimetro LAN 2in1 PAN LAN 1 Dipl.Ing. Ernst KRYSTUFEK GmbH & Co KG AUSTRIA, 1230 Vienna, Pfarrgasse 79 Tel: +43/ (0)1/ 616 40 10, Fax: +43/ (0)1/ 616 40 10 21 www.krystufek.at

Dettagli

Manuale utente per il modello

Manuale utente per il modello Manuale utente per il modello RBS 24 Elite Caldaia murale istantanea con scambiatore integrato CE 0694 Documentazione Tecnica RADIANT BRUCIATORI S.p.A. Montelabbate (PU) ITALY RBS 24 - RAD - ITA - MAN.UT

Dettagli

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2 Comandi Indice Pericoli della corrente elettrica 2 Generi degli impianti elettrici 2 Sistemi di protezione 2 Interruttore a corrente di difetto (FI o salvavita) 3 Costituzione: 3 Principio di funzionamento

Dettagli

Manuale Utente Leonardo Inverter 1500. Western Co. Leonardo Inverter

Manuale Utente Leonardo Inverter 1500. Western Co. Leonardo Inverter Western Co. Leonardo Inverter 1 Leonardo Inverter 1500 Inverter ad onda sinusoidale pura Potenza continua 1500W Potenza di picco 2250W per 10sec. Tensione di Output: 230V 50Hz Distorsione Armonica

Dettagli

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIONE EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0571V1.3-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale...

Dettagli

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44 s 7 682.1 INTELLIGAS Sistema di rivelazione fughe gas per centrali termiche QA..13/A QA..13/A Sistema elettronico per la rivelazione di fughe gas per una o più sonde per il comando di una elettrovalvola

Dettagli

NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DI UN CABLAGGIO

NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DI UN CABLAGGIO NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA EECUZIONE DI UN CABLAGGIO La realizzazione di un cablaggio non è un lavoro molto difficile. Purchè si rispettino quelle precauzioni necessarie alla sicurezza del volo.

Dettagli

THERMOSALD CONTROLLO PIATTINA SCR PER SALDATURA AD IMPULSI DI POLIETILENE E FILM PLASTICO. 3E S.r.l. Sede Legale Via Turati n 55 40134 BOLOGNA

THERMOSALD CONTROLLO PIATTINA SCR PER SALDATURA AD IMPULSI DI POLIETILENE E FILM PLASTICO. 3E S.r.l. Sede Legale Via Turati n 55 40134 BOLOGNA THERMOSALD CONTROLLO PIATTINA SCR PER SALDATURA AD IMPULSI DI POLIETILENE E FILM PLASTICO 3E S.r.l. Sede Legale Via Turati n 55 40134 BOLOGNA Sede Amm / Prod. / Comm. : Via 1 Maggio n 6/2 40057 QUARTO

Dettagli

PRECAUZIONE PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA

PRECAUZIONE PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA PRECAUZIONE PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA Dopo aver tolto l imballaggio assicurarsi dell integrità dell apparecchio. In caso di dubbio non utilizzare l apparecchio e rivolgersi al centro

Dettagli

Pinza amperometrica Modello: PA-33 Manuale d uso

Pinza amperometrica Modello: PA-33 Manuale d uso Pinza amperometrica Modello: PA-33 Manuale d uso Traduzione: STUDIO TECNICO MAURO VICENZA- +39.0444.571032 e-mail: studiotecnicomauro@tin.it url: www.studiotecnicomauro.it NOTE Grazie per avere preferito

Dettagli

DISEGNO E DATI TECNICI SOGGETTI A MODIFICHE SENZA PREAVVISO

DISEGNO E DATI TECNICI SOGGETTI A MODIFICHE SENZA PREAVVISO Libretto d istruzioni CLEVER CONTROL & DISPLAY Made in Italy Cod. 31/03/05 DISEGNO E DATI TECNICI SOGGETTI A MODIFICHE SENZA PREAVVISO AVVERTENZE Prima di usare il prodotto leggere attentamente queste

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIE EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0274V3.2-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale... pag.

Dettagli

TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000

TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000 ELCOM S.R.L. TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000 ( Rev. 0.3s ) MANUALE USO TASTIERA EL.-5000 I pulsanti hanno le seguenti funzioni: Comando di START abilitazione alla marcia con accensione

Dettagli

Gruppo di continuità UPS. Kin Star 850 MANUALE D USO

Gruppo di continuità UPS. Kin Star 850 MANUALE D USO Gruppo di continuità UPS Kin Star 850 MANUALE D USO 2 SOMMARIO 1. NOTE SULLA SICUREZZA... 4 Smaltimento del prodotto e del suo imballo... 4 2. CARATTERISTICHE PRINCIPALI... 5 2.1 Funzionamento automatico...

Dettagli

Ventilatori a tetto. Istruzioni di installazione. per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante!

Ventilatori a tetto. Istruzioni di installazione. per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante! Ventilatori a tetto Gruppo articoli 1.60 I161/04/04/0.2 IT Istruzioni di installazione per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante!) Conservare con

Dettagli

ELENCO DEGLI ALLARMI serie α (MANDRINO SERIALE)

ELENCO DEGLI ALLARMI serie α (MANDRINO SERIALE) NUOVA OMAS Srl Via Roma, 81/B - 14040 Cortiglione (AT) ITALIA Capitale sociale 60.000 i.v. Registro imprese di Asti - C.F. e P. IVA nr. 01284700059 Http: //www.nuovaomas.it - E-Mail: info@nuovaomas.it

Dettagli

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso Q71A CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso 230V ac Q71A Centrale di gestione per cancello battente 230Vac ad 1 o 2 ante Programmazione semplificata del ciclo di funzionamento

Dettagli

- AMG18. Manuale Utente. Descrizione dispositivo: empowered by

- AMG18. Manuale Utente. Descrizione dispositivo: empowered by - AMG18 empowered by Manuale Utente Complimenti per l acquisto di JumpsPower. Prima di utilizzare il Vs. nuovo strumento, vi invitiamo a leggere attentamente il Manuale di utilizzo che vi informerà delle

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

Istruzioni di Manutenzione

Istruzioni di Manutenzione Istruzioni di Manutenzione caldaia a condensazione COB COB-CS solo riscaldamento con bollitore a stratificazione Wolf GmbH Postfach 1380 84048 Mainburg Tel. 08751/74-0 Fax 08751/741600 Internet: www.wolf-heiztechnik.de

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO IMPIANTI A SECCO A N T A

ISTRUZIONI PER L USO IMPIANTI A SECCO A N T A ISTRUZIONI PER L USO IMPIANTI A SECCO A N T A 1 ANTA DATI TECNICI Alimentazione: 230V/50Hz Modello Numero vie di spillatura Potenza installata [W] Capacità di spillatura [lt/ora] Peso [kg] Dimensioni larghezza

Dettagli

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI GENERALITA': Il quadro elettrico oggetto della presente specifica è destinato al comando e al controllo di gruppo elettrogeni automatici

Dettagli

S S. Motore per tapparelle RolSmart

S S. Motore per tapparelle RolSmart IT Motore per tapparelle RolSmart Conservare le presenti istruzioni! Dopo aver montato il motore, fissare le presenti istruzioni al cavo per il tecnico elettricista. Funzioni del dispositivo: Protezione

Dettagli

MANUALE ISTRUZIONI COD. 251/92. Motori, azionamenti, accessori e servizi per l'automazione

MANUALE ISTRUZIONI COD. 251/92. Motori, azionamenti, accessori e servizi per l'automazione MANUALE ISTRUZIONI COD. 251/92 CONFORMITA EMC Motori, azionamenti, accessori e servizi per l'automazione Via Ugo Foscolo 2-363 CALDOGNO (VI)- ITALIA Tel.: 444-95566 Fax: 444-95593 Email: info@rowan.it

Dettagli

MANUALE ISTRUZIONI COD. 276/92. Motori, azionamenti, accessori e servizi per l'automazione

MANUALE ISTRUZIONI COD. 276/92. Motori, azionamenti, accessori e servizi per l'automazione MANUALE ISTRUZIONI COD. 276/92 CONFORMITA EMC Motori, azionamenti, accessori e servizi per l'automazione Via Ugo Foscolo 20-36030 CALDOGNO (VI)- ITALIA Tel.: 0444-905566 Fax: 0444-905593 Email: info@rowan.it

Dettagli

Raddrizzatore - Caricabatteria. Applicazioni industriali: Caratteristiche principali:

Raddrizzatore - Caricabatteria. Applicazioni industriali: Caratteristiche principali: Batterie VRLA, vaso aperto, GEL o Ni/Cd con tensione di uscita da 24, 48, 110, 220 V CC sino a 30A Applicazioni industriali: Oil & Gas (Petrochemicals Offshore, Onshore, Tubazioni); Generazione e distribuzione

Dettagli

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM

TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it INDICE TEL32G Sistema di Allarme e Telecontrollo su rete GSM Informazioni per utilizzo... 2 Generali... 2 Introduzione... 2 Istruzioni per la

Dettagli

Ventilatori a canale. Istruzioni di installazione. per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase I212/06/02/1 IT

Ventilatori a canale. Istruzioni di installazione. per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase I212/06/02/1 IT Ventilatori a canale Gruppo articoli 1.60 Istruzioni di installazione per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase Conservare con cura per l utilizzo futuro! I212/06/02/1 IT

Dettagli

CALEFFI. www.caleffi.com. Regolatore di temperatura differenziale per impianti solari Termostato di controllo integrazione e valvole deviatrici

CALEFFI. www.caleffi.com. Regolatore di temperatura differenziale per impianti solari Termostato di controllo integrazione e valvole deviatrici CALEFFI www.caleffi.com Regolatore di temperatura differenziale per impianti solari Termostato di controllo integrazione e valvole deviatrici 7 Serie 7 Funzione Il regolatore differenziale acquisisce i

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE Leggere le istruzioni prima dell'uso. Questo dispositivo di controllo deve essere installato secondo i regolamenti

Dettagli

Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello

Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello Componenti: "Sequentia" SE802E + Minicentrale oleodinamica F014/0050 F014/0050-IT Rev.0-15/12/2014 Pg. 1/5 Minicentrale oleodinamica

Dettagli

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA Gruppi di continuità UPS Line Interactive PC Star EA Modelli: 650VA ~ 1500VA MANUALE D USO Rev. 01-121009 Pagina 1 di 8 SOMMARIO Note sulla sicurezza... 1 Principi di funzionamento... 2 In modalità presenza

Dettagli

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA ST.01.01.00 GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA Art. 2170 Gruppo di rilancio completo di: - Valvola miscelatrice con servocomando a 3 punti - Circolatore a tre velocità - Valvole d intercettazione

Dettagli

MANUALE ISTRUZIONI COD. 107S

MANUALE ISTRUZIONI COD. 107S MANUALE ISTRUZIONI COD. 107S CARATTERISTICHE TECNICHE C107S/1 C107S/2 C107S/3 - Potenza massima 1HP-0.75KW 2,5HP-2kW 4HP-3kW - Corrente massima armatura all'avviamento 10A 30A 55A - Corrente massima armatura

Dettagli

file: OSIN1.ITA ver 2.1 [090600] OSIN1 DESCRIZIONE GENERALE

file: OSIN1.ITA ver 2.1 [090600] OSIN1 DESCRIZIONE GENERALE file: OSIN1.ITA ver 2.1 [090600] OSIN1 DESCRIZIONE GENERALE L'OSIN1 è uno strumento che permette di controllare e comandare un impianto di osmosi inversa. La sezione di controllo analizza i segnali provenienti

Dettagli

CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI

CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI CENTRALINA ALIMENTATORE PER RIVELATORI Caratteristiche tecniche generali: Alimentazione: Tensione secondaria stabilizzata: Corrente max in uscita: Potenza: Uscita carica - batteria tampone Presenza di

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Vengono detti attuatori i dispositivi in grado di agire sull ambiente esterno comandati da segnali elettrici.

Vengono detti attuatori i dispositivi in grado di agire sull ambiente esterno comandati da segnali elettrici. GLI ATTUATORI Vengono detti attuatori i dispositivi in grado di agire sull ambiente esterno comandati da segnali elettrici. La casistica è assai vasta ; sono comuni i semplici azionamenti magnetici (elettromagneti

Dettagli

PICOTEP - Ing. Ferdinando FUSCO

PICOTEP - Ing. Ferdinando FUSCO 1 2 Il nome del dispositivo nasce tra la fusione di quattro parole: PI CO TE P P.I.C. - Microcontrollore CONTROL Controllo TEMPERATURE - Temperatura P.W.M. Pulse Width Modulation (Modulazione di larghezza

Dettagli

PAD-267. Pinza amperometrica digitale. Manuale d uso

PAD-267. Pinza amperometrica digitale. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

Pinza Amperometrica 400A AC

Pinza Amperometrica 400A AC Manuale utente Pinza Amperometrica 400A AC Modello MA200 Introduzione Grazie per aver scelto questo modello MA200 AC di Pinza Amperometrica della Extech. Questo dispositivo, se utilizzato correttamente,

Dettagli

MANUALE TECNICO DEI COMMUTATORI

MANUALE TECNICO DEI COMMUTATORI MANUALE TECNICO DEI COMMUTATORI Tutte le informazioni presenti in questo manuale potranno essere modificate in qualsiasi momento dall'a.e.b. s.r.l. per aggiornarle con ogni variazione o miglioramento tecnologico

Dettagli

Power Pulse 400/500 HSL

Power Pulse 400/500 HSL 400/500 HSL Italiano Power Pulse: Applicazioni Power Pulse 400/500 HSL è una saldatrice professionale ad inverter trifase (400A 100% a 40 C) con carrello traina-filo separato WF 104. Le modalità MIG/MAG

Dettagli

PA100. Pulsante manuale a riarmo wireless. Manuale Installazione/Uso

PA100. Pulsante manuale a riarmo wireless. Manuale Installazione/Uso I PA100 Pulsante manuale a riarmo wireless DS80SB32001 LBT80856 Manuale Installazione/Uso DESCRIZIONE GENERALE Il pulsante manuale a riarmo wireless PA100 è un dispositivo che consente di generare una

Dettagli

MANUALE ISTRUZIONI. Cod. 100 REGOLATORE DI TENSIONE UNIVERSALE MONOFASE. Motori, azionamenti, accessori e servizi per l'automazione

MANUALE ISTRUZIONI. Cod. 100 REGOLATORE DI TENSIONE UNIVERSALE MONOFASE. Motori, azionamenti, accessori e servizi per l'automazione MANUALE ISTRUZIONI Cod. 100 REGOLATORE DI TENSIONE UNIVERSALE MONOFASE CONFORMITA EMC Motori, azionamenti, accessori e servizi per l'automazione Via Ugo Foscolo, 20 - CALDOGNO - VICENZA - ITALIA Tel.:0444-905566

Dettagli

Quadro elettrico tipo ABS CP 151-254

Quadro elettrico tipo ABS CP 151-254 15975197IT (12/2014) Istruzioni di Installazione e Uso www.sulzer.com 2 Istruzioni di Installazione e Uso ABS Pannello di controllo CP 151 153 253 254 Sommario 1 Informazioni generali... 3 1.1 Unità di

Dettagli

DVM1000 MULTIMETRO 3 IN 1 TESTER PER LINEA TELEFONICA / CAVI RETE

DVM1000 MULTIMETRO 3 IN 1 TESTER PER LINEA TELEFONICA / CAVI RETE MULTIMETRO 3 IN 1 TESTER PER LINEA TELEFONICA / CAVI RETE MANUALE UTENTE - 2 - MULTIMETRO 3 IN 1 TESTER LINEA TELEFONICA / CAVI RETE 1. Introduzione e caratteristiche A tutti i residenti nell Unione Europea

Dettagli

PER L'USO E LA MANUTENZIONE

PER L'USO E LA MANUTENZIONE MANUALE PER L'USO E LA MANUTENZIONE DI QUADRI ELETTRICI SECONDARI DI DISTRIBUZIONE INDICE: 1) AVVERTENZE 2) CARATTERISTICHE TECNICHE 3) INSTALLAZIONE 4) ACCESSO AL QUADRO 5) MESSA IN SERVIZIO 6) OPERAZIONI

Dettagli

- Germano Industrie Elettriche S.r.l.

- Germano Industrie Elettriche S.r.l. Contatore Statico Elettronico Contatore Trifase LENNT P1/P3 Contatore Monofase LENNT S1/S3/S3A Rev. 002\200910 Introduzione Il contatore elettronico installato da Germano Industrie Elettriche S.r.l. permette

Dettagli

7892 MINI MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO. Da : Venduto il : Tipo di prodotto : Auto : Firma ... Numero di omologazione: AI-00 0112

7892 MINI MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO. Da : Venduto il : Tipo di prodotto : Auto : Firma ... Numero di omologazione: AI-00 0112 CERTIFICATO DI INSTALLAZIONE Il sottoscritto installatore, certifica di aver eseguito personalmente l'installazione del dispositivo satellitare sul veicolo descritto qui di seguito, secondo le istruzioni

Dettagli

SCHEMA SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO INTERRUTTORE ACCENSIONE INTERRUTTORE FRIZIONE BATTERIA INTERRUTTORE RELÈ DI AVVIAMENTO INTERRUTTORE FOLLE

SCHEMA SISTEMA AVVIAMENTO ELETTRICO INTERRUTTORE ACCENSIONE INTERRUTTORE FRIZIONE BATTERIA INTERRUTTORE RELÈ DI AVVIAMENTO INTERRUTTORE FOLLE SCHEMA SISTEMA INTERRUTTORE ACCENSIONE INTERRUTTORE FRIZIONE BATTERIA INTERRUTTORE RELÈ DI AVVIAMENTO INTERRUTTORE FOLLE INTERRUTTORE CAVALLETTO LATERALE INTERRUTTORE ACCENSIONE FR/BI R BATTERIA ee INTERRUTTORE

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE

MANUALE D USO E MANUTENZIONE MANUALE D USO E MANUTENZIONE NEGATIVOSCOPIO A LED PER RADIOLOGIA INDUSTRIALE Cod. M-CB-22 DIM. CM 10 x 48 Sommario 1 Introduzione...2 2 Simboli...2 3 Utilizzo previsto...3 4 Precauzioni...3 5 Caratteristiche

Dettagli

10. Funzionamento dell inverter

10. Funzionamento dell inverter 10. Funzionamento dell inverter 10.1 Controllo prima della messa in servizio Verificare i seguenti punti prima di fornire alimentazione all inverter: 10.2 Diversi metodi di funzionamento Esistono diversi

Dettagli

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE A) - Destinazione dell apparecchiatura Quadro elettronico adibito al comando di 1 motore asincrono monofase alimentato a 230 vac destinato all automazione di una tapparella

Dettagli

Pump WAVE B.C.M. modello 30/40 con Inverter integrato

Pump WAVE B.C.M. modello 30/40 con Inverter integrato POMPA B.C.M. a Inverter Pump WAVE B.C.M. modello 30/40 con Inverter integrato M A N U A L E D I U T I L I Z Z O E A P P L I C A Z I O N E Pompa B.C.M. integrata a bordo di INVERTER per regolazione di flusso

Dettagli

Istruzioni per l uso PIANO. Sommario. Installazione, 2-4 Posizionamento Collegamento elettrico

Istruzioni per l uso PIANO. Sommario. Installazione, 2-4 Posizionamento Collegamento elettrico Istruzioni per l uso PINO Italiano, 1 R rançais, 9 GB English,17 Sommario Installazione, 2- Posizionamento Collegamento elettrico DE Deutsch, 2 ES Espanol, Descrizione dell apparecchio, ccensione del piano

Dettagli

VOLT POT 1K R 220. OPEN FOR 60 Hz STAB. Regolatori R 220. Installazione e manutenzione

VOLT POT 1K R 220. OPEN FOR 60 Hz STAB. Regolatori R 220. Installazione e manutenzione VOLT POT 1K 110 0V E+ E- OPEN FOR 60 Hz STAB Questo è il manuale del regolatore di alternatore che avete appena acquistato. Ora, desideriamo richiamare la vostra attenzione sul contenuto di questo manuale

Dettagli

AMPLIFICATORE MOSFET MONO DA 300W

AMPLIFICATORE MOSFET MONO DA 300W CARATTERISTICHE E FUNZIONAMENTO AMPLIFICATORE MOSFET MONO DA 300W (cod.k4010) K4010 CARATTERISTICHE TECNICHE - POTENZA MUSICALE: 300W a 4 ohm/ 200W a 8 ohm. - POTENZA RMS: 155W a 4 ohm/100w a 8 ohm (a

Dettagli

MODIFICA TRUE BYPASS DUNLOP CRY BABY GCB-95 ATTENZIONE

MODIFICA TRUE BYPASS DUNLOP CRY BABY GCB-95 ATTENZIONE MODIFICA TRUE BYPASS DUNLOP CRY BABY GCB-95 Guida per modificare il pedale e renderlo TRUE BYPASS tramite l'inserimento di uno switch meccanico 3PDT. Tale modifica ha lo scopo di evitare la perdita di

Dettagli

Descrizione del funzionamento

Descrizione del funzionamento Descrizione del funzionamento Laddomat 21 ha la funzione di......all accensione, fare raggiungere velocemente alla caldaia una temperatura di funzionamento elevata....durante il riempimento, preriscaldare

Dettagli

ISTRUZIONI D USO. Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100

ISTRUZIONI D USO. Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100 ISTRUZIONI D USO Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D802 LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100 Sede europea Linkman: PRIMITECH sas Via Marchesina,

Dettagli

Istruzioni per l uso CAMILLE BAUER METRAWATT METRAOHM 413 3-348-776-37 2/9.97. Ohmmetro per piccole resistenze

Istruzioni per l uso CAMILLE BAUER METRAWATT METRAOHM 413 3-348-776-37 2/9.97. Ohmmetro per piccole resistenze Istruzioni per l uso METRAOHM 413 Ohmmetro per piccole resistenze GOSSEN METRAWATT CAMILLE BAUER 3-348-776-37 2/9.97 V 8 6 5 4 20 200 PE-TEST 7 1 20 200 + /- METRAOHM 413 3 2 10 9 1 Tasto misura (accendere

Dettagli

ARMADIO DI SICUREZZA LIBRA-EV + MVx4-NG

ARMADIO DI SICUREZZA LIBRA-EV + MVx4-NG AB01G ARMADIO DI SICUREZZA LIBRA-EV + MVx4-NG MANUALE DI INSTALLAZIONE INDICE 1 AVVERTENZE... 2 1.1 PRECAUZIONI D USO - MISURE DI SICUREZZA... 2 1.2 PER UN CORRETTO UTILIZZO... 2 1.3 RESPONSABILITA...

Dettagli

Art. Nr. 16547 POWER PACK 5 IN 1 Starthilfe: 600 Ampere

Art. Nr. 16547 POWER PACK 5 IN 1 Starthilfe: 600 Ampere Art. Nr. 16547 POWER PACK 5 IN 1 Starthilfe: 600 Ampere Bedienungsanleitung Bitte lesen Sie vor Gebrauch die Bedienungsanleitung und Sicherheitshinweise sorgfältig durch. Beachten Sie auch die Bedienungsanleitung

Dettagli

AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI

AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI AVVIATORE STATICO STS SOFT TOUCH STARTER MANUALE ISTRUZIONI 2 AVVERTENZE Leggere le istruzioni prima di installare e operare sull avviatore. PERICOLO TENSIONE - Indica la presenza di tensione che può essere

Dettagli

Lista di controllo revisione generatore neve. ÔÔCompressore Kaeser: pulire il filtro d aspirazione e il materassino filtrante con aria compressa

Lista di controllo revisione generatore neve. ÔÔCompressore Kaeser: pulire il filtro d aspirazione e il materassino filtrante con aria compressa PULIZIA o SOSTITUZIONE Scarico (sfera per chiusura) compressore Scarico (sfera per chiusura) corona ugelli e corona raffredd. aria solo M90/M20 Scarico (sfera per chiusura) gruppo acqua centralizzata solo

Dettagli

BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE

BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI >ITALIANO MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE TAU srl via E. Fermi, 43-36066 Sandrigo (VI) Italia - Tel ++390444750190

Dettagli

PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità

PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità MANUALE DELL UTENTE IT PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità 1 IMPORTANTI ISTRUZIONI PER LA SICUREZZA CONSERVARE QUESTE ISTRUZIONI Questo manuale contiene importanti istruzioni per

Dettagli

2000-3000 VA MANUALE D'USO

2000-3000 VA MANUALE D'USO Gruppi di continuità UPS Line Interactive EA SIN 2000-3000 VA MANUALE D'USO Rev. 01-130111 Pagina 1 di 8 SOMMARIO Note sulla sicurezza...1 Principi di funzionamento...2 Caratteristiche principali...3 Funzione

Dettagli

T 93 E H2 T 97 E H3 GEBRUIKSAANWIJZINGEN

T 93 E H2 T 97 E H3 GEBRUIKSAANWIJZINGEN NSTRUCTION MANUAL MODE D EMPLOI BETRIEBSANLEITUNGEN INSTRUCCIONES DE USO INSTRUÇÕES PARA A UTILIZAÇÃO UMIDIFICATORE ELETTRONICO COMPACT T 93 E H2 T 97 E H3 GEBRUIKSAANWIJZINGEN INSTRUKSJONSHÅNDBOK BRUKSANVISNING

Dettagli

VISY-X. Documentazione tecnica. Stampante VISY-View. Edizione: 4/2009 Versione: 1 Codice articolo: 207168

VISY-X. Documentazione tecnica. Stampante VISY-View. Edizione: 4/2009 Versione: 1 Codice articolo: 207168 Documentazione tecnica VISY-X Edizione: 4/2009 Versione: 1 Codice articolo: 207168 FAFNIR GmbH Bahrenfelder Str. 19 22765 Hamburg Tel: +49 /40 / 39 82 07-0 Fax: +49 /40 / 390 63 39 Indice 1 Informazioni

Dettagli

SERVICE MANUAL FABULA

SERVICE MANUAL FABULA SERVICE MANUAL FABULA Tutte le parti incluse nel presente documento sono di proprietà della FABER S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento e le informazioni in esso contenute, sono fornite

Dettagli

PINNER Elettrodi di carica

PINNER Elettrodi di carica SIMCO (Nederland) B.V. Postbus 71 NL-7240 AB Lochem Telefoon + 31-(0)573-288333 Telefax + 31-(0)573-257319 E-mail general@simco-ion.nl Internet http://www.simco-ion.nl Traderegister Apeldoorn No. 08046136

Dettagli

Manuale di installazione ALM-W002

Manuale di installazione ALM-W002 Manuale di installazione ALM-W002 ALM-W002 Sirena via radio - Manuale di installazione Tutti i dati sono soggetti a modifica senza preavviso. Conforme alla Direttiva 1999/5/EC. 1. Introduzione ALM-W002

Dettagli

Sostituzione del contatore di energia elettrica

Sostituzione del contatore di energia elettrica Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Sostituzione del contatore di energia elettrica per Vitotwin 300-W, tipo C3HA, C3HB e C3HC e Vitovalor 300-P, tipo C3TA Avvertenze sulla

Dettagli

Scaldameglio. Bagno Beghelli ISTRUZIONI PER L USOL

Scaldameglio. Bagno Beghelli ISTRUZIONI PER L USOL Scaldameglio Bagno Beghelli ISTRUZIONI PER L USOL Scaldameglio Bagno (cod. ordine 8497) 1. Ingresso aria 2. Uscita aria 3. Indicatore di presenza alimentazione 3 1 2 4. Selettore della temperatura (termostato)

Dettagli