UNA SCADENZA IMPORTANTE: LA SCELTA DELLA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNA SCADENZA IMPORTANTE: LA SCELTA DELLA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE"

Transcript

1 UNA SCADENZA IMPORTANTE: LA SCELTA DELLA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE Guida alla riforma - Che cosa offre il Liceo - Che cosa offre l Istituto tecnico - Che cosa offre l Istituto professionale Che cos è il CLIL Quando la scuola si fa in due (lingue) 51

2 LA SCELTA DELLA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE Guida alla riforma Una delle finalità della scuola secondaria di primo grado consiste nel favorire l orientamento dei ragazzi, nell avviarli a una scelta futura consapevole, ragionata. Proprio per questo, nei quaderni Laboratori e progetti, allegati ai tre volumi base della tua antologia Il narratore, ti abbiamo proposto un percorso triennale di orientamento comprensivo di molteplici attività volte allo sviluppo di una capacità decisionale che si fonda su una verificata conoscenza di sé, delle proprie capacità, attitudini e potenzialità. La nuova secondaria superiore, però, con la riforma appena approvata, offre un panorama nuovo di possibilità, presenta dei cambiamenti, già in atto dall anno scolastico , che meritano di essere esaminati attentamente al fine di collegare le proprie aspirazioni, inclinazioni, aspettative con i nuovi percorsi di studio. Una scadenza dunque importante quella della scelta della nuova secondaria superiore perché da questa scelta dipenderà non solo il tuo futuro scolastico, ma anche e soprattutto il tuo avvenire professionale. Ma con la riforma come si è trasformata la nuova secondaria superiore? Come sono cambiati i Licei, gli Istituti tecnici, gli Istituti professionali? Ecco, qui di seguito, una Guida alla riforma. I NUOVI LICEI 6 Nuovi Licei 1. Liceo artistico 2. Liceo classico 3. Liceo linguistico 4. Liceo musicale e coreutico 5. Liceo scientifico opzione scienze applicate 6. Liceo delle scienze umane opzione economico-sociale 1. settore economico 1. Amministrazione, Finanza e Marketing 2. Turismo 2. settore tecnologico 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Trasporti e Logistica 3. Elettronica ed Elettrotecnica I NUOVI ISTITUTI TECNICI - 2 settori - 11 indirizzi I NUOVI ISTITUTI PROFESSIONALI 2 settori - 6 indirizzi 1. settore dei servizi 1. Servizi per l agricoltura e lo sviluppo rurale 2. Servizi socio-sanitari 3. Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera 4. Servizi commerciali 2. settore industria e artigianato 1. Produzioni industriali e artigianali 2. Manutenzione e assistenza tecnica 4. Informatica e Telecomunicazioni 5. Grafica e Comunicazione 6. Chimica, Materiali e Biotecnologie 7. Sistema Moda 8. Agraria, Agroalimentare e Agroindustria 9. Costruzioni, Ambiente e Territorio Tutti i percorsi delle scuole superiori permettono di proseguire gli studi all Università o presso gli Istituti tecnici superiori (ITIS) o di inserirsi nel mondo del lavoro. 52

3 Che cosa offre il LICEO Una formazione di base ampia, utile ad acquisire le conoscenze, le abilità e le competenze adeguate a leggere e interpretare la realtà con atteggiamento critico, razionale, ma anche creativo e progettuale. Il Liceo dura 5 anni ed è suddiviso in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale gli studenti sostengono l Esame di Stato e conseguono il diploma di Istruzione liceale. Sono previste 27 ore settimanali nel primo biennio (ad eccezione dei Licei artistico 34 ore e musicale e coreutico 32 ore); le ore aumentano a seconda degli indirizzi negli anni successivi. Le materie comuni a tutti i Licei sono: italiano, storia e geografia, filosofia (dal terzo anno), storia dell arte, scienze naturali, matematica, fisica, scienze motorie e sportive, religione o attività alternative. La lingua straniera è studiata per tutti e cinque gli anni. All ultimo anno, si introduce l insegnamento in una lingua straniera di una materia non linguistica. Sono previsti 6 percorsi liceali LA SCELTA DELLA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE 1. artistico Sono previste, oltre alle materie comuni: chimica, discipline grafico-pittoriche, geometriche e plastiche, laboratoriali artistiche. A partire dal secondo biennio, gli studenti potranno scegliere tra 6 indirizzi: Arti figurative Architettura e ambiente Design Audiovisivo e multimediale Grafica Scenografia 2. classico Sono previste, oltre alle materie comuni: latino e greco. 3. linguistico Sono previste, oltre alle materie comuni: latino (solo al primo biennio) e tre lingue straniere. 4. musicale e coreutico Sono previste, oltre alle materie comuni: nel musicale: esecuzione e interpretazione, teoria, analisi e composizione, storia della musica, laboratorio di musica d insieme tecnologie musicali; nel coreutico: storia della danza, storia della musica, tecniche della danza, laboratorio coreutico, laboratorio coreografico, teoria e pratica musicale per la danza. 5. scientifico È il percorso di studio liceale con il più alto numero di ore di matematica e prevede lo studio del latino. Opzione scienze applicate Questa opzione che non prevede il latino è caratterizzata da un più alto numero di ore dedicate a biologia, chimica e scienze della terra, e prevede inoltre lo studio dell informatica. 6. scienze umane Sono previste, oltre alle materie comuni: antropologia, pedagogia, psicologia e sociologia, latino, diritto ed economia. Opzione economico-sociale Questa opzione prevede antropologia, metodologia della ricerca, psicologia e sociologia, una seconda lingua straniera in sostituzione del latino, diritto ed economia politica. Informazioni e approfondimenti relativi a ciascun Liceo. 53

4 LA SCELTA DELLA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE Che cosa offre l ISTITUTO TECNICO La formazione tecnica e scientifica di base necessaria a un inserimento altamente qualificato nel mondo del lavoro e delle professioni. L Istituto tecnico dura 5 anni ed è suddiviso in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale gli studenti sostengono l Esame di Stato e conseguono il diploma di Istruzione tecnica. Sono previste ore annuali pari a una media di 32 ore settimanali. Le materie comuni a tutti gli indirizzi sono: italiano, inglese, storia, matematica, diritto ed economia, scienze integrate, scienze motorie e sportive, religione o attività alternative. All ultimo anno, si introduce l insegnamento di una disciplina tecnico-professionale in lingua straniera. Il laboratorio è centrale nel processo di apprendimento; sono previsti stage, tirocini e percorsi di alternanza scuola-lavoro per apprendere in contesti applicativi. Sono previsti 2 settori divisi in 11 indirizzi 1. settore economico È suddiviso in 2 indirizzi che, dopo il biennio comune, proseguono nei tre anni successivi, con piani di studio mirati ad approfondire settori specifici del mondo del lavoro e delle professioni. Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazioni: «Relazioni internazionali per il marketing» e «Sistemi informativi aziendali». Turismo Prevede l apprendimento di 3 lingue straniere, discipline turistiche e aziendali, geografia turistica, diritto e legislazione turistica, arte e territorio, economia aziendale e informatica. 2. settore tecnologico È suddiviso in 9 indirizzi che, dopo il biennio comune, proseguono nei tre anni successivi, con piani di studio mirati ad approfondire settori specifici del mondo del lavoro e delle professioni. Meccanica, Meccatronica ed Energia Articolazioni: «Meccanica e meccatronica» ed «Energia». Trasporti e Logistica Articolazioni: «Costruzione del mezzo», «Conduzione del mezzo» e «Logistica». Elettronica ed Elettrotecnica Articolazioni: «Elettronica», «Elettrotecnica» e «Automazione». Informatica e Telecomunicazioni Articolazioni: «Informatica» e «Telecomunicazioni». Grafica e Comunicazione Chimica, Materiali e Biotecnologie Articolazioni: «Chimica e materiali», «Biotecnologie ambientali» e «Biotecnologie sanitarie». Sistema Moda Articolazioni: «Tessile, abbigliamento e moda» e «Calzature e moda». Agraria, Agroalimentare e Agroindustria Articolazioni: «Produzioni e trasformazioni», «Gestione dell ambiente e del territorio» e «Viticoltura ed enologia». Costruzioni, Ambiente e Territorio Articolazioni: «Geotecnico». Informazioni e approfondimenti relativi a ciascun indirizzo. 54

5 LA SCELTA DELLA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE Che cosa offre l ISTITUTO PROFESSIONALE L istruzione generale e tecnico-professionale necessaria per ruoli tecnici nei settori produttivi e dei servizi di rilevanza nazionale. L Istituto professionale dura 5 anni ed è suddiviso in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale gli studenti sostengono l Esame di Stato per il conseguimento del diploma di Istruzione professionale. Sono previste ore annuali pari a una media di 32 ore settimanali. Più laboratori, stage, tirocini e alternanza scuola-lavoro per apprendere, specie nel secondo biennio e nel quinto anno, attraverso un esperienza diretta. Gli Istituti professionali possono continuare a organizzare percorsi triennali per il conseguimento di qualifiche professionali sulla base della programmazione delle Regioni. Le materie comuni a tutti gli indirizzi sono: italiano, storia, matematica, scienze integrate, lingua inglese, diritto ed economia. Sono previsti 2 settori divisi in 6 indirizzi. 1. settore dei servizi È suddiviso in 4 indirizzi. Servizi per l agricoltura e lo sviluppo rurale Servizi socio-sanitari Articolazioni: «Odontotecnico» e «Ottico». Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera Articolazioni: «Enogastronomia», «Servizi di sala e di vendita», «Accoglienza turistica». Servizi commerciali 2. settore industria e artigianato È suddiviso in 2 indirizzi. Produzioni industriali e artigianali Articolazioni: «Industria» e «Artigianato». Manutenzione e assistenza tecnica Informazioni e approfondimenti relativi a ciascun indirizzo. Per adempiere all obbligo di istruzione, gli studenti possono scegliere anche i percorsi di Istruzione e Formazione professionale previsti dalla programmazione delle Regioni, per il conseguimento di una qualifica professionale triennale riconosciuta a livello nazionale. Sistema di Istruzione e Formazione professionale 21 percorsi triennali Qualifica di Operatore professionale. 21 percorsi quadriennali Diploma professionale di Tecnico. 55

6 LA SCELTA DELLA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE La nuova secondaria superiore prevede più spazio per scienze, matematica, lingue straniere. Infatti: è stato stabilito un incremento orario della matematica, della fisica e delle scienze per irrobustire la componente scientifica nella preparazione degli studenti; la lingua inglese viene studiata in tutti i percorsi di studio per cinque anni; una disciplina non linguistica viene studiata in lingua straniera secondo le modalità nel quinto anno dei Licei e degli Istituti tecnici. Che cos è il CLIL CLIL è l acronimo di Content and Language Integrated Learning (Apprendimento Integrato di lingua e contenuto). Si tratta di una metodologia didattica che prevede l insegnamento di una disciplina, di una materia curriculare non linguistica, mediante una lingua straniera veicolare. I contenuti e gli argomenti delle discipline sono trattati esclusivamente in lingua straniera. Questo tipo di didattica consente agli alunni di: acquisire i contenuti disciplinari; 56 migliorare la competenza comunicativa nella lingua straniera veicolare; utilizzare la lingua straniera come strumento per apprendere; sviluppare una mentalità multilinguistica; aumentare la motivazione in quanto aumenta la consapevolezza dell utilità di saper padroneggiare una lingua straniera; competenza spendibile anche, e soprattutto, in una futura attività lavorativa. Esistono già degli istituti che hanno adottato la metodologia clil, come tu stesso puoi verificare leggendo l articolo a pagina seguente.

7 Quando la scuola si fa in DUE LA SCELTA DELLA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE (lingue) Storia in francese, matematica e chimica in inglese. Abbiamo scoperto uno dei pochi istituti (pubblici) dove si insegna in lingua straniera. I ragazzi? Very happy. «There s antimony, arsenic, aluminium, selenium. And hydrogen and oxygen and nitrogen and rhenium». È l attacco, velocissimo (qualcuno annaspa subito), della canzoncina The elements con la quale i ragazzi della II A dell Istituto tecnico commerciale Enrico Tosi di Busto Arsizio accolgono l imbarazzata cronista di «Io donna» (che declina l invito ad associarsi al coro). Il testo appare su una lavagna interattiva, stile karaoke. L insegnante dà il ritmo, tutti ci provano. Poi si passa a uno «scarabeo» sulle definizioni degli elementi di chimica e alle parole crociate (ops, crosswords) sulla fisica. Si parla, si risponde e si ascolta solo in inglese. Siamo in una classe clil dove una materia non linguistica viene insegnata in una lingua straniera. Al momento, stiamo seguendo una lezione di scienze della terra in inglese, alle dieci ci sposteremo in I F per storia in francese, poi torneremo in II A per matematica in inglese. La riforma della nuova secondaria superiore prevede l istituzione dei clil per le ultime classi nei sei licei. Obiettivo: colmare lo storico ritardo del nostro Paese nella conoscenza delle lingue. I dati sono inquietanti: sei italiani su dieci studiano l inglese, ma non lo parlano (dati Censis, Centro Studi Investimenti Sociali) e solo il 7% pensa di averne una conoscenza «molto buona». In tale disastro, emergono alcune eccezioni: scuole dove l internazionalizzazione è una priorità, e dove si scommette sul futuro dei ragazzi. I clil sono parte integrante di questo progetto. In alcuni istituti pilota storia e informatica, filosofia, scienze o altro vengono già insegnati in inglese, francese o tedesco direttamente dal docente della disciplina. La regione all avanguardia è la Lombardia, con 400 classi clil in 100 istituti, ma non mancano esperienze ovunque, dal liceo Galvani di Bologna, che è stato il capofila, all Alfano I di Salerno, un eccellenza del Sud. Al Tosi funzionano già sei classi al biennio e una al triennio. «La richiesta delle famiglie è altissima» dice Benedetto Di Rienzo, preside di questo istituto dove i studenti girano con un cartellino al collo per essere identificati. La scuola punta sulle lingue straniere: è una delle tre in Italia (le altre sono il Galvani e il Botta di Ivrea) a rilasciare l Igcse (International General Certificate of Secondary Education Certificato generale internazionale di formazione secondaria), un certificato equivalente a quello che ricevono gli inglesi al termine della scuola secondaria. Dal 2011 si potrà ottenere anche il Baccalauréat 1 francese. Di pomeriggio funzionano corsi di arabo, cinese, giapponese. 1. Baccalauréat: esame al termine della scuola secondaria francese. 57

8 LA SCELTA DELLA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE Al Botta di Ivrea, uno dei licei più antichi d Italia, nelle classi clil si studiano storia e geografia in spagnolo e i ragazzi ricevono un doppio diploma valido nei due Paesi. «Molti di loro si iscrivono ad Architettura a Barcellona o all Università Complutense a Madrid» racconta il dirigente Ugo Cardinale. Il Botta è stato anche il primo liceo ad avere inserito il cinese come materia curriculare: «In seconda sono già in grado di chiedere informazioni». All Alfano I di Salerno, invece, si declinano Cartesio 2 in francese, storia dell arte e scienze in inglese. Entriamo in I F, dove una professoressa racconta con un perfetto accento parigino la vita di «Alexandre le Grand, fils de». Greta dovrebbe rispondere, ma tace. Non si sa se per un «buco» in storia o piuttosto, suggerisce l insegnante, «perché non ha studiato francese alle medie ed è indietro». I ragazzi compilano una carta d identità di Alessandro Magno e commentano la cartina geografica. Altra campanella, ci rituffiamo in un corridoio affollato guidati da Elena Petruzio, l insegnante che coordina i progetti linguistici. Torniamo in II A: c è matematica. È il momento delle quadratic equations: la lavagna interattiva (ce n è una in ogni classe clil) si accende e la classe, guidata da una professoressa entusiasta, si anima. Katia si sposta al primo banco per seguire meglio la particular formula, una roba difficilissima che si articola tra square roots e delta vari. Federico è alla lavagna e i compagni, divisi in gruppi, cercano la risposta. Parlano inglese anche tra di loro, e piuttosto bene. Finalmente la professoressa invita: look at the solutions! Federico tira un sospiro di sollievo. Per prepararsi all insegnamento in lingua straniera, le tre professoresse del Tosi si sono «arrangiate». Un metodo tipicamente italiano, che non può più funzionare con i clil obbligatori. «Il ministro non ha ancora chiarito come avverrà la formazione dei docenti» polemizza Antonio Lepre, preside dell Alfano I di Salerno. «Chi mi garantisce che un professore sia in grado di insegnare fisica in tedesco?» Invece, secondo Gisella Langé, responsabile nazionale del progetto clil è tutto previsto: «E il ministro ha promesso che il prossimo passo sarà la nuova formazione dei docenti. Presto partiranno nelle università i corsi per futuri insegnanti clil» anticipa. La soluzione è alle porte. Forse. (C. Lacava, in «Io donna», 27 febbraio 2010, rid.) 2. Cartesio: nome italianizzato del filosofo e matematico René Descartes ( ). 58

9 UNO SGUARDO AL MONDO DEL LAVORO Ragazze, la scienza non è solo una «cosa da maschi»! La ricerca scientifica. è il miglior lavoro che una donna possa ottenere Medicina, il lavoro è (quasi) garantito Imprese verdi: ecco le professioni del futuro Le nuove professioni più richieste nel mondo della moda Le professioni del Web Lavori che offrono un sicuro impiego Qui ti assumono 59

10 MONDO DEL LAVORO Ragazze, la scienza non è solo una «cosa da maschi»! Forse è perché mancano i modelli: ci sono poche donne scienziato, quindi poche donne vogliono fare lo scienziato. Senz altro è perché l attività di ricerca o sul campo è oggettivamente molto impegnativa: un laboratorio riesce ad assorbire ancor più energie di uno studio legale e un turno di tre mesi su una piattaforma petrolifera è difficilmente conciliabile con un figlio da crescere. Metti insieme tutti questi fattori e il risultato è sempre il medesimo: poche donne, troppo poche, si dedicano alla scienza. La scarsa presenza femminile nelle scienze è squilibrata: in alcuni campi è altissima (medicina, biologia), in altri (matematica, ingegneria e soprattutto informatica) le donne scarseggiano. In realtà non c è nessun vero motivo per cui le ragazze non debbano occuparsi di computer. Tant è vero che uno degli esponenti più illustri dell ingegneria informatica italiana è una donna, Luigia Carlucci Aiello, docente di Intelligenza artificiale e direttore dipartimento di Informatica dell Università di Roma. La strada da percorrere per uscire dalla crisi è questa: cercare di occupare campi strategici, presidiati dagli uomini perché finora le donne non hanno provato a entrarci. Ci sono aree che si stanno sempre più femminilizzando, ad esempio le professioni: già da cinque anni i nuovi avvocati italiani sono al 60% donne, l albo degli avvocati di Padova nel 2009 ha registrato lo storico sorpasso: donne (il 52%) contro uomini. Le scienziate, 60 invece, sono fenomeno raro. E non solo in Italia. Solo un terzo dei ricercatori scientifici europei è donna, con una sconfortante discesa a mano a mano che si sale nelle gerarchie accademiche. «Le donne devono smettere di studiare cose sbagliate» sottolinea Susanna Camusso, segretario confederale della Cgil (Confederazione Generale Italiana del Lavoro). «È inutile che la maggior parte dei laureati in medicina siano femmine. Il Paese ha bisogno di matematici, ingegneri, fisici.» Stefano Scabbio, amministratore delegato di Manpower (società che ogni anno gestisce lavoratori), conferma che si stanno aprendo spazi al femminile nel campo dell ingegneria gestionale. «Servono manager commerciali con spiccate doti tecniche, con competenze nel controllo di gestione» afferma. «Le donne hanno enormi vantaggi: imparano le lingue più facilmente degli uomini e hanno una diversa capacità di comunicazione» osserva Michele Pellizzari, docente di Economia del lavoro all Università Bocconi di Milano. «Se una ragazza non ha interessi specifici, che studi per fare l interprete» nota Paolo Feltrin, docente di Scienze politiche a Trieste. «Se c è una competenza che verrà sempre più richiesta è quella linguistica. Altrimenti, se ha voglia di studiare intensamente, frequenti una qualsiasi delle facoltà scientifiche che le donne non vogliono fare: fisica, matematica, informatica, ingegneria.» (A. Marzo Magno, in «Io donna», 10 aprile 2010, rid.)

11 MONDO DEL LAVORO La ricerca SCIENTIFICA è il miglior lavoro che una DONNA possa ottenere. In America le chiamano cyberelias. O in alternativa geek girl, «smanettone». Sono ragazze tra i 12 e i 15 anni, appassionate di Internet, scienza e tecnologia tanto quanto i maschi. Anche in Italia. Ma perché, allora, soltanto poche scelgono poi una scuola superiore a indirizzo scientifico? E perché succede lo stesso all università? Se lo chiede Cristina Morea Dalle Ore, 52 anni trevigiana, tre figli, emigrata in America negli anni Ottanta e lì diventata famosa astronoma. Oggi è l unica donna italiana a lavorare per la Nasa (National Aeronautics and Space Administration Amministrazione Nazionale dell Aeronautica e dello Spazio), dove studia i bordi del sistema solare. Ed è sempre più convinta che la scienza sia «un perfetto gioco da ragazze». Che cosa glielo fa credere? «Il ricercatore è l artista della scienza. La creatività e l organizzazione tipiche di noi donne sono perfette per questa professione, che non è imbrigliata in orari fissi perché il cervello va lasciato libero di seguire i suoi ritmi. Fidatevi: la ricerca scientifica è il miglior lavoro che una donna possa ottenere.» Perché, invece, le ragazze scelgono di studiare altro? «Spesso, purtroppo, è decisiva l influenza dei genitori, di solito contrari.» I suoi come reagirono quando decise di iscriversi ad Astronomia a Padova? «In realtà mio padre, chirurgo incantato dalle stelle, mi incoraggiò.» E lei che cosa consiglierebbe a una ragazza appassionata di scienza e tecnologia? «La ricerca in biologia, farmaceutica e genetica offre spazio e buone prospettive. Servono però studio, sacrificio, voglia di viaggiare, perché un tirocinio all estero è irrinunciabile. E poi bisogna tenere gli occhi aperti: la Nasa, ad esempio, ha programmi di stage estivi aperti a studenti internazionali.» Alla Nasa quante donne lavorano? «Circa 6.500, più o meno il 30% della forza lavoro.» Nessuna discriminazione nella sua carriera scientifica? «Le risponderò con ciò che mi disse il mio primo capo americano, anche lei una donna: Lavora il doppio dei colleghi: prima per dimostrare che sei all altezza, poi per superarli. Perché se è vero che la ricerca è fatta su misura per noi donne, il maschio dominante è una specie ancora attiva nei laboratori di tutto il mondo.» (F. Amè, in «Vanity Fair», 14 luglio 2010) 61

12 MONDO DEL LAVORO Medicina, il lavoro è (quasi) garantito Continua il successo occupazionale delle professioni medico-sanitarie. Lavorare in emergenza passando le giornate e le nottate a completa disposizione di un numero di telefono breve e perentorio come il 118. O indossare il camice verde e trascorrere ore sotto il neon asettico delle sale operatorie e tra i monitor delle stanze di rianimazione. Le professioni sanitarie non sono certamente mestieri per tutti. Sangue freddo, estrema precisione e competenza, passione sono sicuramente doti necessarie per intraprendere gli studi medico-sanitari. Ma certamente sono anche le discipline che nel mercato del lavoro rendono di più, dal punto di vista occupazionale e remunerativo. Secondo i dati del consorzio interuniversitario Alma Laurea il 79,8% dei laureati di primo livello in Medicina e Chirurgia nell anno solare 2008, intervistati a un anno dal conseguimento del titolo, ha già un lavoro. Si tratta della percentuale più alta dei laureati che trovano un impiego in un arco di tempo così breve dopo la laurea: un record. Ma chi è lo studente tipo che si iscrive alla facoltà di Medicina e Chirurgia per poi scegliere la strada delle professioni sanitarie? Dal profilo tracciato da Alma Laurea, su dati 62 che riguardano i laureati di primo livello del 2009, emerge che il 33,9% di chi sceglie una professione sanitaria è di sesso maschile, netta presenza femminile quindi. Il 34,6% di chi si iscrive proviene in maggioranza da una scuola superiore di tipo tecnico, dal Liceo scientifico arriva il 39% del futuro personale ospedaliero, soltanto 7 studenti su cento hanno precedentemente frequentato il Liceo classico e il restante 28,7% proviene invece da un altro tipo di diploma o da studi all estero. Per rispondere alla grande domanda di professionisti sanitari l università italiana è ben attrezzata con 38 facoltà di Medicina e Chirurgia: tra queste la migliore secondo le classifiche del Censis (Centro Studi Investimenti Sociali) è quella di Padova che si è distinta per i giudizi favorevoli sia riguardo ai rapporti internazionali sia alla ricerca, non trascurando produttività e soprattutto didattica. Da poco, infatti, è stato attivato il nuovo indirizzo umanistico che mira a insegnare agli studenti che al centro del rapporto con il medico non c è più la malattia ma il paziente stesso. (V. Bernabei, in «la Repubblica», 29 luglio 2010)

13 MONDO DEL LAVORO Imprese verdi: ecco le professioni del futuro Nei prossimi anni l economia sostenibile farà salire alla ribalta nuove figure. Per i prossimi dieci anni, avranno maggiori prospettive di sviluppo le professioni legate in qualche modo all ambiente. Al primo posto l agricoltura. Secondo le previsioni, è necessaria una nuova generazione di giovani agricoltori, con aziende medio-piccole a carattere locale, ovvero che operano più vicine ai luoghi del consumo dei prodotti. Segue il comparto delle foreste. Esperti in tecniche forestali potranno trovare nuove possibilità di lavoro anche nei programmi che prevedono la riforestazione. Al terzo posto gli installatori di impianti solari: gli impianti sulle case sono destinati ad aumentare considerevolmente e oltre centomila nuovi posti di lavoro, ben pagati, sono prevedibili entro il Il numero di occupati può anche crescere se l impiantistica solare verrà in qualche modo sostenuta fiscalmente dal governo. Segue l efficienza energetica. Migliorare l efficienza di tutti gli edifici pubblici (migliore uso dell energia, risparmio, isolamenti, ecc.) richiederà oltre un milione di nuovi tecnici ed esperti. Al quinto posto, ancora l energia, quella del vento. In fase di crescita il mondo della ricerca: più biologi della conservazione saranno richiesti dalle grandi compagnie, che stanno gradualmente comprendendo il valore degli ecosistemi e della loro conservazione per lo sviluppo dell economia. Questa tendenza richiederà anche nuove specializzazioni in economia e manager capaci di gestire imprese e commerci più sostenibili. All ottavo posto vengono gli esperti di riciclaggio. Riciclare conviene più che «gettar via» e le politiche di incentivazione statali aiuteranno ad accrescere la quantità e la qualità di beni che devono essere riciclati e, di conseguenza, anche la ricerca di nuove tecniche di uso e riuso dei materiali. Il nono posto è occupato da una specializzazione di livello più alto: lo sviluppatore di sistemi sostenibili. Interesserà soprattutto il settore delle tecnologie informatiche, per la progettazione di sistemi di supporto per le energie rinnovabili e l efficienza energetica. Al decimo posto, infine, ingegneri e architetti esperti di paesaggio, pianificazione territoriale e urbana sostenibile. (D. Nicolati, in rid.) 63

14 Professioni MONDO DEL LAVORO Altre professioni verdi del futuro Agricoltori «verticali», specialisti nell inversione dei cambiamenti climatici, vigilanti del clima e ingegneri di veicoli alternativi. Ecco altre professioni verdi del futuro. Figure professionali del tutto nuove che saranno richieste da qui al 2030, quando sulla Terra ci saranno milioni di persone, e dovremo combattere realmente i cambiamenti climatici e l acqua e il cibo rappresenteranno una delle questioni più difficili da risolvere a livello internazionale. In futuro, quindi, ci sarà bisogno di agricoltori verticali perché la produzione agricola si svilupperà in altezza, sui grattacieli, un metodo molto più economico e sostenibile. O ancora di professionisti che sappiano agire per fermare i disastri che potrebbero provocare i cambiamenti climatici, in grado di applicare metodi interdisciplinari e di costruire ombrelloni giganti per deviare le radiazioni dei raggi solari. Sempre più Paesi avranno bisogno di vigilanti sul clima, nuove figure in grado di sorvegliare la quantità di gas inquinanti in atmosfera. E infine saranno richiesti ingegneri di veicoli elettrici o a idrogeno o di vetture in grado di volare o di andare sott acqua. (www.modusvivendi.it) 64

15 MONDO DEL LAVORO LE NUOVE PROFESSIONI PIÙ RICHIESTE NEL MONDO DELLA MODA Sono dieci le nuove figure professionali più richieste nel mondo della moda. Brand Manager: è addetto alla pianificazione e al controllo della strategia del marchio e gestore dei rapporti aziendali. Trade Market Manager: si occupa della pianificazione e del controllo della distribuzione dei prodotti. Stock Manager: è addetto alla gestione dei prodotti invenduti in azienda. Merchandiser: orienta le preferenze degli acquisti. Visual Merchandiser: valorizza il prodotto sia dal punto di vista del posizionamento sia del prezzo all interno del punto vendita. Retail Operation Manager: controlla l assortimento dei prodotti. Cool Hunter: individua le tendenze del mercato. Leisure Manager: è l organizzatore di sfilate, eventi e manifestazioni fieristiche. Industrial Property Manager: tutela legalmente i prodotti dell azienda. Personal Shopper: è il consulente personale nell acquisto di prodotti e accessori più alla moda. (www.mondomodablog.com) Professioni Professione emergente: il consulente d immagine Una nuova figura professionale, all estero già ampiamente diffusa, sta prendendo piede anche in Italia, si tratta del consulente d immagine, il professionista che, selezionando e mixando sapientemente capi e accessori, per taglio, colore, materiale e vestibilità, in base al fisico e all occasione, è in grado di realizzare lo stile desiderato aiutando il cliente a esprimere la sua vera personalità e proiettare un immagine coerente di se stesso. La cliente femminile adulta resta ancora il punto di riferimento indiscusso dell offerta di servizi legati all immagine personale proprio per la sua caratterizzazione: curiosità e richiesta di stimoli sempre nuovi. Tra i servizi più richiesti ci sono il personal shopping, l individuazione dei colori più intonati alla carnagione per abiti e make-up, la riorganizzazione del guardaroba e lo styling, anche per l evento memorabile. Tuttavia, soprattutto negli ultimi tempi, si è notato un sensibile aumento di richiesta di servizi anche da parte dell universo maschile, soprattutto per i businessmen. Manager e professionisti che desiderano dare maggiore impulso ai propri progetti di carriera provenienti dai settori più disparati come il legale, finanziario, bancario, assicurativo, immobiliare, così come quanti cercano una ricollocazione nel mercato del mondo del lavoro. Si tratta per lo più di adulti che desiderano allineare il proprio abbigliamento con il ruolo che ricoprono o a cui aspirano senza snaturare la propria personalità o struttura fisica. 65

16 MONDO DEL LAVORO Le professioni del web Nuove professioni crescono: sul Web, naturalmente, che è diventato la vera fucina delle nuove professionalità. Ma quali sono le figure professionali che operano dietro le quinte di ogni progetto Internet? Sono giovani, non necessariamente in possesso di laurea, accomunati da un unica, vera passione: la comunicazione via Web! L essenziale diventano l intraprendenza, la fantasia, l esperienza pratica. Ma ecco in sintesi quali sono queste nuove professioni. Concept Designer: è il regista, l ideatore di un processo di comunicazione audiovisiva. È colui che dialoga con il cliente e ne deve cogliere l intenzione, per tradurla in un idea, in un progetto. È una figura squisitamente creativa più facilmente supportata da una formazione umanistica non disgiunta però dalle competenze tecnologiche. Project Manager: è il principale collaboratore del Concept Designer. Il suo compito consiste nel valutare la fattibilità tecnica ed economica del progetto / idea. Coordina tutte le fasi di sviluppo tenendo costantemente monitorati la qualità, i tempi, i costi. Ha normalmente una preparazione universitaria, di taglio economico-aziendalistico coniugata a capacità gestionali. Web-Marketing Manager: è una figura strategica. È il filtro tra l azienda e il mercato. È lui infatti il responsabile della pubblicità, delle promozioni, delle sponsorizzazioni e delle partnership 1 strategiche. Quasi sempre è un laureato in economia e commercio o in scienze delle comunicazioni. 66 Art Director e / o Web Designer: l Art Director collabora direttamente con il Concept Designer per la definizione dello stile grafico generale del prodotto e, con il Project Manager, per la definizione analitica di ogni parte del progetto. Il Web Designer analizza, invece, tutte le problematiche relative alla navigazione e progetta l ingegneria informatica del prodotto. Content Manager: è la figura che gestisce tutti i contenuti editoriali e si occupa della creazione di aree tematiche ricche di testi, immagini, servizi audio e video. Il suo compito consiste nell individuare e selezionare news e informazioni utili direttamente dalla rete o da altre fonti, riadattandole alle esigenze specifiche del sito. Coordina lo staff dei vari Web giornalisti / redattori, i c.d. (Concept Designer) Web Writer. Connesso al Web Writer, sta il Web Watcher, che si occupa di navigare alla ricerca di immagini, grafica, testi e suoni. Web master: è la figura che si occupa di gestire il sito e fisicamente il server su cui risiede il sito. Sviluppatore: lo sviluppatore html (Hyper- Text Markup Language linguaggio di marcatura ipertestuale) scrive l html che compone la pagina per dar forma ai contenuti delle pagine. Lo sviluppatore software crea gli script 2 per realizzare le pagine dinamiche, ottimizzandoli sul sito per un esecuzione veloce e affidabile. Grafico Web: si occupa di creare le immagini che affollano ogni pagina Web. È un creativo e un profondo conoscitore della Rete Internet; conosce i programmi per la creazione e manipolazione di immagini. Community Manager: è il responsabile delle comunità virtuali. Gestisce le mailing list 3, i forum di discussione, i newsgroup e le chat. (www.bresciaonline.it) 1. partnership: rapporti di collaborazione. 2. script: copione, scaletta. 3. mailing list: lista delle .

17 MONDO DEL LAVORO Lavori che offrono un sicuro impiego Ecco due tabelle con la classifica delle figure professionali ad alta e a bassa specializzazione che non hanno crisi e sono difficili da reperire. ALTA SPECIALIZZAZIONE Infermiere Addetto logistica Addetto marketing Responsabile qualità Fisioterapista Consulente fiscale Progettista elettronico Programmatore informatico Farmacista Sviluppatore software BASSA SPECIALIZZAZIONE Installatore infissi Installatore allarmi Pavimentatore Falegname Aiuto parrucchiere Ausiliario socio-assistenza Parrucchiere Estetista Addetto gastronomia Gelataio - pasticciere Tornitore Sarto Assistente socio-sanitario Meccanico autoveicoli (www.mondofinanzablog.it) 67

18 MONDO DEL LAVORO Qui ti assumono Di regione in regione, le professioni più richieste secondo la Adecco Italia, la principale agenzia per il lavoro in Italia. Piemonte - Valle d Aosta alimentare, tessile, chimico-farmaceutico, commercio, grande distribuzione venditori, agenti, impiegati commerciali Liguria commercio e grande distribuzione, turismo personale per il settore turistico-alberghiero, ingegneri con varie specializzazioni Lombardia alimentare, chimico-farmaceutico, manifatturiero, Information Technology, energie rinnovabili ingegneri, addetti al settore fotovoltaico, tecnici di manutenzione Triveneto chimico-farmaceutico, manifatturiero, metalmeccanico, Medical&Science Controller, informatori del farmaco, fisioterapisti, infermieri Toscana - Umbria grande distribuzione, chimico-farmaceutico, alimentare ingegneri meccanici, operai settore alimentare, Controller, capicontabili Emilia Romagna metalmeccanico, automotive, chimico-farmaceutico, alimentare, commercio e grande distribuzione ingegneri, operai specializzati Lazio manifatturiero, nuove energie, grande distribuzione, turismo farmacisti, informatori del farmaco, Medical Advisor, Controller, responsabili amministrativi e contabilità Marche - Molise alimentare, turismo, energie rinnovabili impiegati amministrativi e contabili, figure commerciali, operai specializzati Abruzzo metalmeccanico, chimico-farmaceutico, energie rinnovabili, alimentare operai specializzati per settore rinnovabili, addetti commerciali, impiegati amministrativi Campania energie rinnovabili, grande distribuzione, alimentare assemblatori pannelli fotovoltaici, ingegneri elettronici, periti elettronici o elettromeccanici, tecnici commerciali, geometri Calabria - Basilicata - isole logistica, energie rinnovabili, turismo ingegneri, periti, manutentori settore rinnovabili, addetti grande distribuzione Puglia energie rinnovabili, servizi assemblatori parchi eolici, programmatori, impiegati ufficio tecnico (in «Panorama», 27 maggio 2010) 68 Informazioni e aggiornamenti periodici circa le professioni del futuro.

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE nel Circondario anno scolastico 2012/2013 INDICE dei Contenuti Premessa 1. Introduzione 1.1. Come usare questa guida: obiettivi, cosa contiene 1.2. Per gli studenti

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO Lingua e letteratura italiana 1^ 2^ secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario 3^ 4^ 5^ Lingua

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Vigente al: 11-3-2015

Vigente al: 11-3-2015 MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 29 gennaio 2015, n. 10 Regolamento recante norme per lo svolgimento della seconda prova scritta degli esami di Stato conclusivi dei corsi

Dettagli

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici ALLEGATO A Profilo educativo, culturale e professionale dello studente a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione per gli Istituti Tecnici 1. Premessa I percorsi degli Istituti

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA

Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA La presenza di un biennio COMUNE offre la possibilità, di potere scegliere il successivo triennio al termine del secondo anno con maggiore consapevolezza e convinzione!

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero.

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Cosa fa un ingegnere petrolifero? Gli ingegneri petroliferi individuano, estraggono e

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Liceo Artistico Statale «Boccioni Palizzi» Istituto Superiore Artistico

Liceo Artistico Statale «Boccioni Palizzi» Istituto Superiore Artistico Idoneità alla 3^ classe: ESAMI IDONEITA' INTEGRATIVI A.SC. 2013/14 1 Grimaldi Sabrina: in poss. promoz. al 2 anno Istituto Alberghiero 2 anno Storia e Geografia (orale) 2 anno Storia dell Arte (orale)

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3)

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere riconoscibile

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, n. 87, articolo 8, comma 6) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT 31 Professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione 311 Tecnici delle scienze quantitative, fisiche e chimiche 3111. Tecnici fisici e geologici Rilevatore geologico Tecnico

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli