Le trasformazioni delle campagne elettorali in Italia e nel mondo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le trasformazioni delle campagne elettorali in Italia e nel mondo"

Transcript

1 Le trasformazioni delle campagne elettorali in Italia e nel mondo Laboratorio di Comunicazione Politica Corso di laurea specialistica in Scienze della Comunicazione Pubblica, Sociale e Politica it

2 Campagne premoderne, moderne e postmoderne (Pippa Norrris, A Virtuous Circle: Political Communication in Postindustrial Societies. Cambridge: Cambridge University Press, 2000)

3 Le campagne premoderne USA: circa Italia: circa Campagne dominate dalla comunicazione interpersonale attivata dai partiti e dai media partigiani (lottizzati), a bassa intensità di capitale e ad alta intensità di lavoro. Strategia prevalente: mobilitazione del voto di appartenenza (a forte connotazione ideologica) e di scambio (legami territoriali) Logica di comunicazione: propagandap

4 Le campagne moderne USA: circa Italia: circa (?) Campagne dominate dalla televisione, i che consente un esposizione involontaria ai contenuti politici e indirizza l attenzione dei cittadini. Diventano fondamentali l acquisto di spot e la predisposizione di strategie per ottenere copertura televisiva. Strategia t prevalente: dare per scontata t la mobilitazione della base e puntare sul voto di opinione e sulla persuasione dell elettore mediano, indipendente, indeciso, raggiunto soprattutto attraverso i media Logica di comunicazione: pubblicità

5 Le campagne postmoderne USA: 1990-oggi Italia: oggi (?) Campagne contraddistinte ti t dalla moltiplicazione li i e frammentazione dell offerta, riduzione dell efficacia della comunicazione di massa, riscoperta della comunicazione interpersonale e personalizzata, spesso ad alto tasso di tecnologia Strategia t prevalente: mobilitazione i della base debole a fedeltà leggera (alla coalizione più che al partito) e persuasione di gruppi mirati di indecisi Logica di comunicazione: marketing relazionale ed esperienziale

6 Organizzazione della campagna Campagne premoderne: locale e decentralizzata, basata sui militanti di partito Campagne moderne: coordinata a livello nazionale, con maggiore professionalizzazione Campagne postmoderne: produzione coordinata a livello nazionale, distribuzione decentralizzata (think global, act local)

7 Preparazione e tempistica Campagne premoderne: di breve termine, ad hoc (legge italiana: 45 giorni prima del voto) Campagne moderne: campagne lunghe, da sei mesi a un anno prima della campagna Campagne postmoderne: campagna permanente, governare è comunicare, politica è comunicazione

8 Coordinamento centrale Campagne premoderne: leader di partito in collegamento con leader locali Campagne moderne: quartier generale centrale, alcuni consulenti strategici e generalisti Campagne postmoderne: campagne elettorali con divisioni specializzate e consulenti con competenze tecniche e tecnologiche di nicchia

9 Partecipazione politica Campagne premoderne: militante di partito, legami di classe Campagne moderne: coinvolgimento mediato (vicario), identificazione con il leader, pubblico di massa, eventi mediali in diretta Campagne postmoderne: Volontariato intermittente e de-gerarchizzato, comunità personali, nuove tecnologie, MeetUp.com

10 Meccanismi di risposta Campagne premoderne: eventi locali elettorali e di partito, town hall meetings Campagne moderne: sondaggi occasionali, soprattutto sulle intenzioni di voto Campagne postmoderne: sondaggi continui, message testing, focus group, siti web interattivi

11 Caratteristiche dei media Campagne premoderne: stampa di parte (proprietaria o lottizzata), volantini e manifesti di partito, radio, esposizione selettiva, leader di opinione Campagne moderne: televisione, broadcasting, comunicazione di massa, spot televisivi e apparizioni su TG e trasmissioni, apprendimento passivo, priming Campagne postmoderne: moltiplicazione e frammentazione dell offerta, narrowcasting, comunicazione i personalizzata (posta, pubblicità), ità) riscoperta dell interazione personale e delle reti di relazioni, marketing del permesso, gli influenti

12 Eventi della campagna Campagne premoderne: incontri locali, tour in pullman e in treno Campagne moderne: gestione dei rapporti con la stampa (news management), conferenze stampa, photo-opportunities, pseudo-eventi mediali Campagne postmoderne: micromanagement degli eventi, a livello locale e nell attività di governo

13 Costi Campagne premoderne: budget ridotti Campagne moderne: moderati, in crescita costante Campagne postmoderne: sempre più alti, esplosione della consulenza, moltiplicazione dei mezzi su cui è necessario essere presenti

14 Elettorato Campagne premoderne: allineamenti sociali e partitici stabili, ideologia, voto di appartenenza da mobilitare, elettore militante Campagne moderne: parziale de-allineamento, secolarizzazione, de-sacralizzazione dell ideologia, voto di opinione da persuadere con appelli piglia-tutti, ruolo di issues e candidati più forte di quello dei partiti, elettore pigro Campagne postmoderne: elettore riflessivo, fedeltà leggera, i legami politici di lungo periodo permangono ma devono essere continuamente t rinforzati in modo anche emotivo, cittadino sentimentale, politica degli stili di vita

15 La tipologia Non individua fasi separate come da comparti stagni, ma tendenze ed evoluzioni che spesso segnano arretramenti oltre che avanzamenti Non vale universalmente per tutti i regimi democratici occidentali: in alcuni paesi la stessa fase avviene in periodi diversi, con durate diverse, in modi differenti Fattori di mediazione Regole (elettorali, finanziamento dei partiti, comunicazione politica) Sistema di partiti Sistema della comunicazione Caratteristiche dell elettorato elettorato (es. volatilità)

16 Le elezioni italiane,

17 1994: l alba delle campagne moderne (I) L incertezza del dopo- Tangentopoli: eravamo tutti vittima del giorno per giorno La discesa in campo come evento mediale I Club di Forza Italia come nuova forma di partecipazione L innovazione i nei linguaggi i e nei formati della comunicazione politica, la narrativizzazione del nuovo La gioiosa macchina da guerra e la demonizzazione di Berlusconi

18 1994: l alba delle campagne moderne (II) L impatto del sistema maggioritario e la personalizzazione i della politica a senso unico IL PROGRAMMA DI GOVERNO contro Per un nuovo miracolo italiano I media scendono in campo Massiccio uso di spot televisivi di Berlusconi, basati su serialità e ripetizione

19 1996: lo stile e il nuovo (I) Rinnovamento dell offerta politica del centrosinistra, invecchiamento di quella del centrodestra L Ulivo come valore aggiunto I Comitati per l Italia che vogliamo come nuova forma di partecipazione Romano Prodi come un tipo diverso di leader dallo stile identificabile e contrapposto a quello di Berlusconi La sinistra riesce a cogliere il bisogno di cambiamento con credibilità, rassicurazione, personalizzazione

20 1996: lo stile e il nuovo (II) Lunga pre-campagna per la legittimazione di Prodi, logoramento di Berlusconi, che (con Forza Italia) non è più il nuovo Esposizione mediatica eccessiva di Berlusconi L Ulivo rinuncia volutamente agli spot e utilizza in contrapposizione il pullman come metafora di una campagna di ascolto Vittoria dell Ulivo dovuto allo splitting: al maggioritario il Polo della Libertà perde voti rispetto al proporzionale, p di cui quasi vanno all Ulivo Gli elettori del proporzionale premiano i partiti del Polo, quelli del maggioritario premiano i candidati e la coalizione dell Ulivo

21 Elezioni regionali 2000: la nazionalizzazione di elezioni locali Delusione di parte dell elettorato dell Ulivo, mobilitazione dell elettorato del Polo Spostamento del focus della campagna dalle competizioni locali alla scelta di campo nazionale, spot televisivi, manifesti, la nave Azzurra : immagine onnipresente di Berlusconi Offuscamento delle campagne locali Esito delle elezioni: vittoria a sorpresa del Polo e dimissioni di D Alema DAlema da primo ministro

22 2001: il Grande Comunicatore (I) L Ulivo cambia candidato e rinuncia all effetto incumbency Berlusconi mantiene sempre l iniziativa della comunicazione Manifesti 6x3 lanciati molto prima dell avvio della campagna Una storia italiana Contratto con gli italiani Strategia a incastro: personalità del candidato, temi programmatici, promessa

23 2001: il Grande Comunicatore (II)

24 2001: il Grande Comunicatore (III) La sinistra rimonta grazie alla mobilitazione drammatizzante dei suoi elettori contro Berlusconi La campagna rimane sempre incentrata su Berlusconi, in positivo e in negativo: effetto focalizzazione (ritorno della demonizzazione) Al maggioritario l Ulivo perde per soli voti, al proporzionale per 5 milioni di voti (3,5 con il PRC)

25 : il crepuscolo delle campagne elettorali moderne? Poster elettorali di Berlusconi: inefficaci, controproducenti Apparizioni televisive di Berlusconi: il pubblico cala al di sotto della media del programma SMS ufficiali della Presidenza del Consiglio per ricordare di andare a votare: suscitano indignazione, offesa, catene di derisione (strategia moderna su un mezzo postmoderno) Ilvo Diamanti: Il mito del leader vincitore, della politica come marketing, senza territorio, senza partiti e senza partecipazione si è infranto, nelle mani dell'inventore

26 : 2005: le campagne postmoderne dei candidati locali del centrosinistra Uso del contatto diretto, campagne elettorali basate sui volontari e il dialogo con il candidato Tecniche di comunicazione e stili retorici innovativi, uso di testi aperti e comunicazione partecipata Da Bologna (io) a Bologna (noi) Metti a Cassano! Sovversivo. Perché ha sempre messo gli ultimi al primo posto Il leader come ascoltatore e come mediatore Partecipazione versus populismop Nuove forme di costruzione di identità basate sui valori e sull appartenenza costruttiva e partecipativa alla comunità locale

27 La campagna di mobilitazione del 2006 Ripercussioni della legge elettorale sulla comunicazione politica Leader e schieramenti già conosciuti e stabili, manca un nuovo Elettorato polarizzato, poca persuasione, molta mobilitazione, stabilità nel voto Dopo le primarie, esperienze di partecipazione sul territorio i (La Fabbrica del Programma) e on line (Incontriamoci) Strategia di incumbent/sfidante di Berlusconi, incentrata sugli avversari più che sul proprio bilancio di governo

28 Gli insegnamenti della campagna 2006 La televisione è ancora l arena principale della comunicazione politica: farne a meno (senza adeguati strumenti che ne rimpiazzino la funzione) non è una strategia praticabile Il controllo dell agenda e dell inerzia nella comunicazione è fondamentale Le elezioni amministrative e i sondaggi pre- elettorali non sempre predicono in modo affidabile il risultato delle politiche

I media e la politica

I media e la politica I media e la politica Rapporto media e politica 1) Media subordinati al sistema politico 2) Media che influenzano il sistema politico 3) Rapporto di negoziazione e reciproca influenza tra media e politica

Dettagli

Campagne elettorali in rete. Sara Bentivegna 2006

Campagne elettorali in rete. Sara Bentivegna 2006 Campagne elettorali in rete Sara Bentivegna 2006 La diffusione di Internet in Italia 1996: 600 mila utenti internet 1 fase (1998/2000): esplosione di internet dai 4 milioni ai 10 milioni di utenti 2 fase

Dettagli

Lorenzo Mosca LA WEBPOLITICA. Istituzioni, candidati, movimenti fra siti, blog e social network. Le Lettere

Lorenzo Mosca LA WEBPOLITICA. Istituzioni, candidati, movimenti fra siti, blog e social network. Le Lettere Lorenzo Mosca LA WEBPOLITICA Istituzioni, candidati, movimenti fra siti, blog e social network Le Lettere INDICE 1. Introduzione 1.1. La webpolitica e il caso italiano... p. 9 1.2. Struttura e obiettivi

Dettagli

Se si pensa che, secondo uno degli studiosi più autorevoli in materia (Mazzoleni 1990), in Italia le prime campagne elettorali autenticamente

Se si pensa che, secondo uno degli studiosi più autorevoli in materia (Mazzoleni 1990), in Italia le prime campagne elettorali autenticamente INTRODUZIONE You can fool some of the people all the time, you can fool all the people some of the time, but you cannot fool all the people all the time. Abraham Lincoln Questa tesi tratta della comunicazione

Dettagli

Marketing politico: Un approccio strategico. Marco M. Cacciotto Forme della Comunicazione Politica 16 novembre 2013, San Benedetto del Tronto

Marketing politico: Un approccio strategico. Marco M. Cacciotto Forme della Comunicazione Politica 16 novembre 2013, San Benedetto del Tronto Marketing politico: Un approccio strategico Marco M. Cacciotto Forme della Comunicazione Politica 16 novembre 2013, San Benedetto del Tronto Una disciplina recente Il marketing politico è una disciplina

Dettagli

Comunicazione. politiche

Comunicazione. politiche Comunicazione elettorale e strategie politiche Obiettivo del corso Analisi del marketing elettorale Una adeguata strategia di marketing può cambiare il risultato di una tornata elettorale? 1) Gli attori

Dettagli

Communication mix - Advertising

Communication mix - Advertising Economia e Tecnica della Comunicazione Aziendale Communication mix - Advertising Lezione 11 Pubblicità Qualunque forma di presentazione e promozione non personale di idee, beni o servizi svolta dietro

Dettagli

Il management di una campagna elettorale

Il management di una campagna elettorale Il management di una campagna elettorale L organizzazione prima di tutto! 05.09.2012 1 l evoluzione dell organizzazione ovvero l evoluzione della campagna elettorale Campagne pre-moderne (1850-1950): presenza

Dettagli

VERSO LE REGIONALI 2015

VERSO LE REGIONALI 2015 VERSO LE REGIONALI 2015 COMMITTENTE SOGGETTO CHE HA EFFETTUATO IL SONDAGGIO NUMEROSITÀ DEL CAMPIONE METODOLOGIA DATE IN CUI È STATO EFFETTUATO IL SONDAGGIO LIGURIA CIVICA DIGIS SRL 1.000 CASI CATI 13-14

Dettagli

Introduzione. L avvento delle nuove tecnologie della comunicazione in. tutte le società moderne ha sollecitato ad interrogarsi

Introduzione. L avvento delle nuove tecnologie della comunicazione in. tutte le società moderne ha sollecitato ad interrogarsi Introduzione L avvento delle nuove tecnologie della comunicazione in tutte le società moderne ha sollecitato ad interrogarsi sull impatto che esse avranno, o stanno già avendo, sul processo democratico.

Dettagli

Elezioni Regionali 2015 ANALISI DEI FLUSSI DI VOTO

Elezioni Regionali 2015 ANALISI DEI FLUSSI DI VOTO Elezioni Regionali 2015 ANALISI DEI FLUSSI DI VOTO 1 giugno 2015 Analisi dei flussi di voto in LIGURIA 1 giugno 2015 LIGURIA i flussi di voto tra 2014 e 2015 Come si sono mossi gli elettori liguri rispetto

Dettagli

Roma, 23 giugno 2011 Sala Liri Regione Lazio DI COMUNICAZIONE. Alessandro Coppola Coordinatore task-force comunicazione. POR FESR Lazio 2007/2013

Roma, 23 giugno 2011 Sala Liri Regione Lazio DI COMUNICAZIONE. Alessandro Coppola Coordinatore task-force comunicazione. POR FESR Lazio 2007/2013 Roma, 23 giugno 2011 Sala Liri Regione Lazio VALUTAZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE POR FESR Lazio 2007/2013 Alessandro Coppola Coordinatore task-force comunicazione POR FESR Lazio 2007/2013 La valutazione

Dettagli

Referendum costituzionale 2006

Referendum costituzionale 2006 Referendum costituzionale 2006 L Istituto Cattaneo di Bologna ha effettuato alcune elaborazioni dei risultati del voto dato nel in occasione del referendum costituzionale. Fra i risultati più importanti

Dettagli

Il Marketing politico ed elettorale Lezione n.4 La strategia di comunicazione

Il Marketing politico ed elettorale Lezione n.4 La strategia di comunicazione Il Marketing politico ed elettorale Lezione n.4 La strategia di comunicazione Bologna, 7 Gennaio 2009 Laboratorio di comunicazione politica Giuseppe Di Caterino gdicaterino@gmail.com Le fasi del marketing

Dettagli

14-15 marzo 2015 VOLONTARIO TRADIZIONALE/CLASSICO VS. VOLONTARIO MODERNO/NUOVO

14-15 marzo 2015 VOLONTARIO TRADIZIONALE/CLASSICO VS. VOLONTARIO MODERNO/NUOVO VOLONTARIO TRADIZIONALE/CLASSICO VS. VOLONTARIO MODERNO/NUOVO Cosa vuol dire agire come volontari? AMBITO SOCIALE personale VS. individuale MODALITÀ DI OPERARE personalizzante unico VS. spersonalizzante

Dettagli

Comunicazione persuasiva e manipolazione

Comunicazione persuasiva e manipolazione Comunicazione persuasiva e manipolazione Il messaggio persuasivo, tipico della comunicazione pubblicitaria o politica, è quel messaggio che induce il ricevente ad un certo comportamento, perché in grado

Dettagli

RUBRICA STORIA E POLITICA n. 34 Maggio 2012

RUBRICA STORIA E POLITICA n. 34 Maggio 2012 www.excursus.org Direttore responsabile: Luigi Grisolia RUBRICA STORIA E POLITICA n. 34 Maggio 2012 È necessario recuperare il «buon senso» perduto di Giuseppe Licandro Come muta la politica: Diamanti,

Dettagli

Analisi dei blog, forum e siti che parlano di Voi su Internet

Analisi dei blog, forum e siti che parlano di Voi su Internet Analisi dei blog, forum e siti che parlano di Voi su Internet extrapola ed presentano Blogmetrics Politica Online, un nuovo servizio di monitoraggio di online news da blog, forum e siti internet. OBIETTIVO

Dettagli

TRONY. Profilo dell insegna

TRONY. Profilo dell insegna TRONY Profilo dell insegna Chi è Trony La mission L offerta sul punto vendita E-Commerce e CRM Trony e i fattori di successo Il nuovo modello di vendita L importanza del personale di vendita La comunicazione

Dettagli

IV Modulo: Modelli di funzionamento per l eccellenza territoriale

IV Modulo: Modelli di funzionamento per l eccellenza territoriale IV Modulo: Modelli di funzionamento per l eccellenza territoriale IV Unità didattica Relatore: Diego Divenuto Milano, 28-29 ottobre 2011 Programma! Il fattore umano! Leadership! Cultura e valori! Atteggiamento

Dettagli

*La pubblicità* La pubblicità è l'arte d'insegnare alla gente a desiderare certe cose. Herbert George Wells

*La pubblicità* La pubblicità è l'arte d'insegnare alla gente a desiderare certe cose. Herbert George Wells *La pubblicità* La pubblicità è l'arte d'insegnare alla gente a desiderare certe cose. Herbert George Wells 1 Paccagnella, Sociologia della comunicazione, Il Mulino, 2004 3. La comunicazione di massa *La

Dettagli

XVI MASTER IN HOSPITALITY AND HOTEL MANAGEMENT

XVI MASTER IN HOSPITALITY AND HOTEL MANAGEMENT XVI MASTER IN HOSPITALITY AND HOTEL MANAGEMENT OBIETTIVO DEL CORSO Il settore alberghiero é alla continua ricerca di personale all altezza della nuova era dell ospitalità per poter competere con la concorrenza

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

COME SVILUPPARE UN EFFICACE PIANO DI INTERNET MARKETING

COME SVILUPPARE UN EFFICACE PIANO DI INTERNET MARKETING Febbraio Inserto di Missione Impresa dedicato allo sviluppo pratico di progetti finalizzati ad aumentare la competitività delle imprese. COME SVILUPPARE UN EFFICACE PIANO DI INTERNET MARKETING COS E UN

Dettagli

CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE

CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE IL PROJECT MANAGEMENT NEL SERVIZIO SANITARIO L esperienza dell APSS di Trento Bolzano, 8 maggio 2008 Auditorio del Palazzo Provinciale 12 Autore: Ettore

Dettagli

Decida il popolo europeo. Strategia per l azione quadro Milano, 1 marzo 2008

Decida il popolo europeo. Strategia per l azione quadro Milano, 1 marzo 2008 Decida il popolo europeo Strategia per l azione quadro Milano, 1 marzo 2008 Obiettivi politici fissati dal CC (1) avviare un azione-quadro che includa il rilancio del processo costituente anche tra un

Dettagli

FESTA NAZIONALE DE L UNITÀ

FESTA NAZIONALE DE L UNITÀ STRATEGIA E POSIZIONAMENTO Il fondamento di una campagna elettorale. Creatività e Strategia Web vanno ideate sulla base della strategia. Non esistono strategie valide per tutti. Strategie sono abiti cuciti

Dettagli

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo.

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. RINNOVO DEL PARLAMENTO ITALIANO RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE : Lombardia Lazio Molise Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. La

Dettagli

Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit

Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit Materiale didattico a cura di ALFONSO SIANO Università degli Studi di Salerno sianoalf@unisa.it 2010 1 Piano di comunicazione MARKETING

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

Sfera pubblica e democrazia. Michele Sorice msorice@luiss.it

Sfera pubblica e democrazia. Michele Sorice msorice@luiss.it Sfera pubblica e democrazia Michele Sorice msorice@luiss.it FNSI 24 giugno 2015 SFERA PUBBLICA Michele Sorice >> FNSI 24.06.2015 2 Modalità della comunicazione Arena della comunicazione politica Periferia

Dettagli

Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi Università di Catania dbennato@unict.it La spirale del silenzio Una teoria sull opinione pubblica Ipotesi di lavoro: opinioni percepite come molto diffuse

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

I flussi elettorali fra le elezioni europee del 2009 e le regionali del 2010 in nove grandi città

I flussi elettorali fra le elezioni europee del 2009 e le regionali del 2010 in nove grandi città I flussi elettorali fra le elezioni europee del 2009 e le regionali del 2010 in nove grandi città Anche se l espressione flussi elettorali viene spesso usata impropriamente per intendere qualsiasi analisi

Dettagli

LA SFIDA EDUCATIVA I MASS MEDIA

LA SFIDA EDUCATIVA I MASS MEDIA LA SFIDA EDUCATIVA I MASS MEDIA Tra Educazione e comunicazione c è uno stretto rapporto, un rapporto originario, poiché si educa comunicando. Al tempo stesso, ci si educa a comunicare. Comunicazione ed

Dettagli

Cosa si intende per pubblicità

Cosa si intende per pubblicità Cosa si intende per pubblicità ADV: creare un messaggio ed inviarlo a qualcuno che a sua volta avrà una reazione. SOGGETTTO MEDIATICO A PAGAMENTO!!! Advertising: TV, RADIO, CARTA STAMPATA, MURALES INTERNET!!

Dettagli

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li Il Coaching nei Giochi Sportivi Perché un atleta si allena? Per far in modo che nell organismo avvengano dei cambiamenti tali da determinare un miglioramento della prestazione. Dr. Fabrizio Perroni, Ph.D.

Dettagli

Parte IV Il communication mix

Parte IV Il communication mix Parte IV Il communication mix Cap.11 Advertising Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2012-2013 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cos è la pubblicità Storicamente rappresenta l industrializzazione

Dettagli

Le attività di comunicazione e diffusione dei risultati di progetto

Le attività di comunicazione e diffusione dei risultati di progetto Elena Giusta 1 Le attività di comunicazione e diffusione dei risultati di progetto La politica di comunicazione dell Unione Europea La comunicazione dei fondi strutturali Il piano di comunicazione di progetto

Dettagli

FAR AVANZARE LE DONNE E LE MINORANZE SOTTORAPPRESENTATE NELLE FACOLTA -UNIVERSITA DEL MICHIGAN. Abigail J. Stewart, University of Michigan

FAR AVANZARE LE DONNE E LE MINORANZE SOTTORAPPRESENTATE NELLE FACOLTA -UNIVERSITA DEL MICHIGAN. Abigail J. Stewart, University of Michigan FAR AVANZARE LE DONNE E LE MINORANZE SOTTORAPPRESENTATE NELLE FACOLTA -UNIVERSITA DEL MICHIGAN Abigail J. Stewart, University of Michigan Aspetto centrale di ogni sforzo per un cambiamento Credere che

Dettagli

L EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE

L EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE L EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE GLI ESITI DEL PRIMO RAPPORTO DI VALUTAZIONE ANTONIO STRAZZULLO COMITATO DI SORVEGLIANZA REGGIO EMILIA, 21 GIUGNO 2011 Obiettivi della valutazione Valutazione del Piano di

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Nel Nord Est aumentano volontariato e partecipazione

OSSERVATORIO NORD EST. Nel Nord Est aumentano volontariato e partecipazione OSSERVATORIO NORD EST Nel Nord Est aumentano volontariato e partecipazione Il Gazzettino, 17.02.2015 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio

Dettagli

(Marketing & Comunicazione d Impresa)

(Marketing & Comunicazione d Impresa) EXECUTIVE MASTER in COMUNIC@ZIONE INTEGRATA 6 a Ed. (Marketing & Comunicazione d Impresa) 10 Ottobre 2009-22 Febbraio 2010 Premessa La globalizzazione dei mercati, la competizione e l internazionalizzazione,

Dettagli

Progetto di web marketing per promuovere le aziende e portare nuovi clienti a fare acquisti nei negozi anche senza avere il sito web

Progetto di web marketing per promuovere le aziende e portare nuovi clienti a fare acquisti nei negozi anche senza avere il sito web By Progetto di web marketing per promuovere le aziende e portare nuovi clienti a fare acquisti nei negozi anche senza avere il sito web 1 2 Cosa è Happy Carnet Per i Fornitori Primari è lo strumento per

Dettagli

OBIETTIVI DEL MASTER

OBIETTIVI DEL MASTER L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. 2 turisti stranieri su 3 considerano la cultura e il cibo come principale motivazione di un viaggio in Italia e

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

Social Media Contest per il brand?

Social Media Contest per il brand? Social Media Contest per il brand? Come far conoscere il tuo marchio ad un target interessato con una strategia basata sull interazione. Tempo di lettura: 8 minuti Livello: introduttivo Per essere sempre

Dettagli

45 Atlante Politico. Indagine Demos & Pi per la Repubblica

45 Atlante Politico. Indagine Demos & Pi per la Repubblica 45 Atlante Politico Indagine Demos & Pi per la Repubblica Rapporto, ottobre 2014 NOTA INFORMATIVA L'Atlante Politico è realizzato da Demos & Pi per La Repubblica ed è curato da Ilvo Diamanti, insieme a

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

Il ruolo dei mass media nella lotta al fumo

Il ruolo dei mass media nella lotta al fumo Il ruolo dei mass media nella lotta al fumo di Matteo Garuti MASS MEDIA = Prerogative dei mass media - vasto pubblico - incisività - ripetitività - basso impegno per l attezione mezzo di comunicazione

Dettagli

SOFT SKILLS. Programma di Formazione per lo Sviluppo Personale rivolto agli Imprenditori, al Management, alle Risorse Umane

SOFT SKILLS. Programma di Formazione per lo Sviluppo Personale rivolto agli Imprenditori, al Management, alle Risorse Umane SOFT SKILLS Programma di Formazione per lo Sviluppo Personale rivolto agli Imprenditori, al Management, alle Risorse Umane SOFT SKILLS Programma di Formazione per lo Sviluppo Personale rivolto agli Imprenditori,

Dettagli

Il Partito Democratico del Trentino.

Il Partito Democratico del Trentino. Il Partito Democratico del Trentino. Le idee del candidato alla segreteria Roberto Pinter Più che da dove vieni conta chi sei e dove vai. La nascita del PD è anche questo, è un progetto che guarda avanti,

Dettagli

Piano di Comunicazione

Piano di Comunicazione Piano di Comunicazione Allegato 1: prospetto del piano di comunicazione e misure di informazione e pubblicità Obiettivo Informare il Comitato di Sorveglianza Informare delle opportunità del FSE, rendere

Dettagli

Comunicazione aziendale

Comunicazione aziendale Evoluzione del quadro economico e politico dagli anni 90 Il contesto e i suoi riflessi sulla comunicazione 1 Avvenimenti epocali hanno influenzato il moderno mondo economico e politico, accentuati a partire

Dettagli

DIFFERENZIARE LE CAMPAGNE DI MARKETING La scelta del canale adeguato

DIFFERENZIARE LE CAMPAGNE DI MARKETING La scelta del canale adeguato Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it DIFFERENZIARE

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE ELEZIONI AMMINISTRATIVE SONDAGGI PRE-ELETTORALI: BROCHURE ILLUSTRATIVA Primavera 2015 Istituto Piepoli S.p.A. 20129 Milano Via Benvenuto Cellini, 2/A t. +39 02 5412 3098 f. +39 02 5455 493 00186 Roma Via

Dettagli

Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo.

Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo. Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo.it IL GRUPPO RISORSA UOMO Risorsa Uomo nasce a Milano nel 1985 dall idea

Dettagli

Comunicazione d impresa

Comunicazione d impresa Comunicazione d impresa Lorenza Rossini Anno 2005-2006 Programma I concetti fondamentali Le aree della comunicazione d impresa Gli strumenti e i mezzi della comunicazione Il piano di comunicazione Alcuni

Dettagli

Incubatore di talenti

Incubatore di talenti Incubatore di talenti L idea Il Forum della Meritocrazia vuole lanciare un programma rivolto a giovani laureandi in discipline Umanistiche ed Economiche. Il programma è progettato per produrre un positivo

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

IL MARKETING RELAZIONALE APPLICATO AI BENI DI CONSUMO

IL MARKETING RELAZIONALE APPLICATO AI BENI DI CONSUMO IL MARKETING RELAZIONALE APPLICATO AI BENI DI CONSUMO 1 LE ORIGINI I primi studi sul marketing relazionale risalgono alla seconda metà degli anni ' 70 e sono riferiti al settore dei beni industriali negli

Dettagli

La comunicazione del rischio

La comunicazione del rischio La comunicazione del rischio Di Mauro Palazzi (modificata) A cura di Luigi Triggiano Medico di medicina generale 1 OBIETTIVI DEL CORSO migliorare le conoscenze sulla comunicazione e sulle sue criticità

Dettagli

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014)

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO la classe 3 A indirizzo

Dettagli

Le filiere della comunicazione

Le filiere della comunicazione ASK - Centro di ricerca Art, Science and Knowledge Le filiere della Paola Dubini Mario Campana 24 marzo 2009 Osservatorio Business TV Le domande della ricerca 1. Come si articola il processo di costruzione

Dettagli

Political Game. Prima edizione

Political Game. Prima edizione Political Game. Prima edizione Progetto pilota interdisciplinare per la simulazione di una campagna elettorale Finalità Realizzare la campagna elettorale del candidato Sindaco al Comune di Roma Gli studenti

Dettagli

Scenari e strumenti per la gestione strategica delle risorse umane nel settore pubblico. Roma, 12 maggio 2004 Relazione di Gianfranco Rebora

Scenari e strumenti per la gestione strategica delle risorse umane nel settore pubblico. Roma, 12 maggio 2004 Relazione di Gianfranco Rebora Scenari e strumenti per la gestione strategica delle risorse umane nel settore pubblico Roma, 12 maggio 2004 Relazione di Gianfranco Rebora I poteri della dirigenza come datore di lavoro (Art. 5, comma

Dettagli

16 DICEMBRE 2008. Sinergie per una corretta alimentazione

16 DICEMBRE 2008. Sinergie per una corretta alimentazione 16 DICEMBRE 2008 Sinergie per una corretta alimentazione Le competenze del Mipaaf Il Mipaaf ha tra le sue competenze la promozione e lo sviluppo delle politiche alimentari nazionali. In particolare il

Dettagli

Il ruolo del dirigente: compiti e responsabilità nella complessa evoluzione del mondo assicurativo

Il ruolo del dirigente: compiti e responsabilità nella complessa evoluzione del mondo assicurativo Il ruolo del dirigente: compiti e responsabilità nella complessa evoluzione del mondo assicurativo Ricerca GfK sui protagonisti del mercato Silvestre Bertolini - Amministratore Delegato - GfK Italia I

Dettagli

Introduzione. Scenario di riferimento

Introduzione. Scenario di riferimento Nova Polis 2013 Introduzione Scenario di riferimento Nova Polis nasce in risposta alle esigenze di partito e alle loro necessità mediatiche ed elettorali e di contenimento dei budget destinati alle campagne

Dettagli

1. DEFINIZIONE CAMPAGNE ELETTORALI. penultimo giorno prima di quello in cui si vota, affinché ci sia un

1. DEFINIZIONE CAMPAGNE ELETTORALI. penultimo giorno prima di quello in cui si vota, affinché ci sia un 1 LE CAMPAGNE ELETTORALI 1. DEFINIZIONE CAMPAGNE ELETTORALI La campagna elettorale è l'insieme delle attività di propaganda svolte a favore dei candidati, per conquistare la fiducia degli elettori e convincerli

Dettagli

IL MARKETING RELAZIONALE APPLICATO AI BENI DI LARGO CONSUMO

IL MARKETING RELAZIONALE APPLICATO AI BENI DI LARGO CONSUMO IL MARKETING RELAZIONALE APPLICATO AI BENI DI LARGO CONSUMO 1 LE ORIGINI q I primi studi sul marketing relazionale risalgono alla seconda metà degli anni ' 70 e sono riferiti al settore dei beni industriali

Dettagli

C O M M U N I C A T I O N

C O M M U N I C A T I O N COMMUNICATION PERCHè FARE QUALCOSA SE POI NON LA COMUNICHI? Perché fare qualcosa se poi non la comunichi? Conviene a tutte le piccole, medie e grandi aziende, private o pubbliche, organizzazioni o associazioni

Dettagli

Il calcio in TV. rapporto Demos & Pi per la Repubblica

Il calcio in TV. rapporto Demos & Pi per la Repubblica Il calcio in TV rapporto Demos & Pi per la Repubblica 22 febbraio 2015 SE ANCHE IL TIFO DIVENTA UNA PASSIONE TRISTE di Ilvo Diamanti Per molto tempo, il principale motivo di passione, per gli italiani,

Dettagli

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI SILVIA LEGNANI IL BUDGET! È un programma di spesa, riferito ad un periodo di tempo stabilito.! Le voci che compongono il budget riguardano tutti i settori dell azienda.! IL BUDGET PUBBLICITARIO! È il programma

Dettagli

[Napoli in bicicletta] Piano di marketing Giusy Marciello

[Napoli in bicicletta] Piano di marketing Giusy Marciello [Napoli in bicicletta] Piano di marketing Giusy Marciello RIEPILOGO DEL MERCATO Differentemente dal passato, oggi il bike sharing è un servizio di mobilità alternativa e sostenibile diffuso in tutta Europa,

Dettagli

XL Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani GLI ITALIANI E L INFORMAZIONE

XL Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani GLI ITALIANI E L INFORMAZIONE XL Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani GLI ITALIANI E L INFORMAZIONE Rapporto dicembre 2013 NOTA INFORMATIVA L Osservatorio sul Capitale Sociale è realizzato da Demos & Pi in collaborazione

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel secondo trimestre del 2003 è continuato il trend negativo per domanda e occupazione. Il fatturato è rimasto sui livelli precedentemente raggiunti.

Dettagli

PROGRAMMAZIONI MODULARI DI TECNICHE DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE A.S. 2015/16

PROGRAMMAZIONI MODULARI DI TECNICHE DI COMUNICAZIONE E RELAZIONE A.S. 2015/16 ISTITUTO POLISPECIALISTICO S. PAOLO Sede centrale: p.zza della Vittoria, 1 80067 Sorrento tel./fax: 0818071005 Presidenza: 0818771220 e mail: presidenza@isusanpaolo.it Succursale: via Sersale, Sorrento

Dettagli

Congressi ed Eventi. Un rapporto destinato a diventare sempre più stretto

Congressi ed Eventi. Un rapporto destinato a diventare sempre più stretto Congressi ed Eventi. Un rapporto destinato a diventare sempre più stretto Riusciranno due mondi, un tempo distanti, a parlare la stessa lingua? Modalità operative e competenze a confronto. Intervengono:

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 1. Comprendere le principali caratteristiche distintive dei gruppi di lavoro 2. Conoscere i fattori che incidono sul funzionamento dei gruppi di lavoro 3. Acquisire conoscenze

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO

ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO La par condicio e le altre norme sulla campagna elettorale 13 aprile 2015 2 INDICE Le spese elettorali dei candidati 3 La par

Dettagli

CAPITOLO 11 Innovazione cam i amen o

CAPITOLO 11 Innovazione cam i amen o CAPITOLO 11 Innovazione e cambiamento Agenda Ruolo strategico del cambiamento Cambiamento efficace Cambiamento tecnologico Cambiamento di prodotti e servizi i Cambiamento strategico e strutturale Cambiamento

Dettagli

Differenze di genere e Assertività

Differenze di genere e Assertività Differenze di genere e Assertività 24 gennaio 2015, Portogruaro Maura Di Mauro Differenze di Genere e Assertività 2 Differenze di Genere e Assertività 3 Genere, o sesso? Differenze sessuali = differenze

Dettagli

è cambiata solo la tecnica.

è cambiata solo la tecnica. La caccia agli elettori è vecchia quanto le elezioni, è cambiata solo la tecnica. Campagna elettorale, divisione della Bergomi e Falcone srl, è la prima struttura italiana specializzata nel marketing elettorale.

Dettagli

master in CONSULENZA POLITICA E MARKETING ELETTORALE

master in CONSULENZA POLITICA E MARKETING ELETTORALE master in CONSULENZA POLITICA E MARKETING ELETTORALE Per Informazioni: MST Management e Sviluppo Territoriale divisione Eidos Communication Via A. Salandra,1/A - 00187 Roma T. 06.42.01.41.00 F. 06.42.00.48.73

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. La delocalizzazione vista da Nord Est

OSSERVATORIO NORD EST. La delocalizzazione vista da Nord Est OSSERVATORIO NORD EST La delocalizzazione vista da Nord Est Il Gazzettino, 20.01.2009 NOTA METODOLOGICA I dati dell'osservatorio sul Nord Est, curato da Demos & Pi, sono stati rilevati attraverso un sondaggio

Dettagli

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo 12 La strategia di espansione globale Caso di apertura 12-3 La Wal-Mart si è rivolta verso altri paesi per tre ragioni - Le opportunità di crescita interna stavano

Dettagli

LA COMUNICAZIONE IN AMBITO ASSOCIATIVO

LA COMUNICAZIONE IN AMBITO ASSOCIATIVO LA COMUNICAZIONE IN AMBITO ASSOCIATIVO Il mondo delle associazioni di rappresentanza L universo delle associazioni vede coinvolti sindacati, organizzazioni di categoria, organizzazioni no-profit, ed anche

Dettagli

1. L esposizione dell elettorato alle fonti di informazione: discontinuità o continuità con il passato?

1. L esposizione dell elettorato alle fonti di informazione: discontinuità o continuità con il passato? Cristina Cremonesi (Università di Pavia, cristina.cremonesi02@ateneopv.it) Guido Legnante (Università di Pavia, legnante@unipv.it) Cittadini e campagna elettorale nel 2013: continuità e cambiamenti Paper

Dettagli

cambiamenti e adeguamenti comunicazione strategica comunicare nelle organizzazioni strategie di comunicazione

cambiamenti e adeguamenti comunicazione strategica comunicare nelle organizzazioni strategie di comunicazione Comunicazione aziendale cambiamenti e adeguamenti comunicazione strategica comunicare nelle organizzazioni strategie di comunicazione 1 Comunicazione aziendale cambiamenti e adeguamenti 2 cambiamenti le

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Schroder ISF EURO Short Term Bond

Schroder ISF EURO Short Term Bond Pagina 1 Indice Review su mercato e fondo pag. 2 Il mercato Il fondo Cosa ci aspettiamo dal mercato e dal fondo pag. 3 Uno sguardo al mercato Le scelte strategiche I risultati di pag. 4 Descrizione del

Dettagli

Comunicato stampa EMBARGO fino al 14.01.15 ore 11.30. Inchiesta congiunturale 2014/2015

Comunicato stampa EMBARGO fino al 14.01.15 ore 11.30. Inchiesta congiunturale 2014/2015 Comunicato stampa EMBARGO fino al 14.01.15 ore 11.30 Inchiesta congiunturale 2014/2015 Dopo il miglioramento fatto registrare nel 2013, la situazione delle aziende ticinesi nel 2014 si è stabilizzata in

Dettagli

educazione alla legalità

educazione alla legalità Coordinamento LIBERA TOSCANA educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva Percorsi e Laboratori Per la scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado a.s. 2011-2012 In collaborazione con:

Dettagli

Kiwa Cermet Idea. Corsi di Formazione

Kiwa Cermet Idea. Corsi di Formazione Kiwa Cermet Idea Corsi di Formazione Aggiornamento è Crescita La formazione permette di stimolare e accompagnare, in modo costante, lo sviluppo professionale delle persone, in coerenza con le strategie

Dettagli

Corso di Comunicazione e Nuove forme di Giornalismo per la Pallavolo. Bando di indizione e programma preliminare 2. PERIODO E SEDIDI SVOLGIMENTO

Corso di Comunicazione e Nuove forme di Giornalismo per la Pallavolo. Bando di indizione e programma preliminare 2. PERIODO E SEDIDI SVOLGIMENTO Corso di Comunicazione e Nuove forme di Giornalismo per la Pallavolo Bando di indizione e programma preliminare 2. PERIODO E SEDIDI SVOLGIMENTO Il Corso, a titolo gratuito per un solo partecipante per

Dettagli

Team e lavoro di gruppo

Team e lavoro di gruppo Team e lavoro di gruppo Team di lavoro Team Numero ridotto di persone aventi capacità complementari che si ritengono reciprocamente responsabili per scopo, obiettivi e approccio comuni. L evoluzione di

Dettagli

A più voci contro la dispersione scolastica

A più voci contro la dispersione scolastica A più voci contro la dispersione scolastica 1. Contesto dell intervento Abbandoni, interruzioni formalizzate, frequenze irregolari, ripetenze, ritardi : hanno nomi diversi le disfunzioni che caratterizzano

Dettagli

MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune

MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune Forum delle Persone e delle Associazioni di ispirazione cattolica nel Mondo del Lavoro MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune I Promotori del Forum delle Persone e delle Associazioni di ispirazione

Dettagli

vittoria cuturi * LA PROMOZIONE DEL BRAND COME NUOVO MODO DI FARE POLITICA

vittoria cuturi * LA PROMOZIONE DEL BRAND COME NUOVO MODO DI FARE POLITICA alleo review - vittoria cuturi vittoria cuturi * LA PROMOZIONE DEL BRAND COME NUOVO MODO DI FARE POLITICA La comunicazione politica, sia quella finalizzata alle campagne elettorali che quella orientata

Dettagli