1. Il mercato 9 Il peso delle diverse tipologie di servizio. 9 Il peso delle diverse piattaforme tecnologiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. Il mercato 9 Il peso delle diverse tipologie di servizio. 9 Il peso delle diverse piattaforme tecnologiche"

Transcript

1 Indice pagina Introduzione di Umberto Bertelè, Andrea Rangone e Filippo Renga 7 1. Il mercato 9 Il peso delle diverse tipologie di servizio 9 Il peso delle diverse piattaforme tecnologiche La Mobile Tv e i Video Infotainment 13 I volumi di vendita 13 L offerta 14 I principali player 14 I trend in atto La Musica 17 I volumi di vendita 17 L offerta 17 I principali player 17 I trend in atto Gli altri servizi di Infotainment 21 I volumi di vendita 21 L offerta 21 I principali player 21 I trend in atto I contenuti di Personalizzazione 25 I volumi di vendita 25 L offerta 25 I principali player 26 I trend in atto I Giochi 29 I volumi di vendita 29 L offerta 29 I principali player 30 I trend in atto I servizi di Comunicazione & community 33 I volumi di vendita 33 L offerta 33 I principali player 34 I trend in atto I servizi di Interazione 37 I volumi di vendita 37 L offerta 37 I principali player 38 I trend in atto 38 1

2 9. I principali player della filiera 39 Le Telco 39 I Mobile content & service provider (Mcsp) 40 Le Media company 41 I Content provider tradizionali 41 Le Web Company e gli Editori Web 42 I Produttori di terminali 43 I Technology provider I trend in atto e gli scenari futuri 71 I trend in atto 71 Gli snodi di medio-lungo termine 72 Appendice A. An international overview of some developing countries 75 Prepared by MobileK2 Appendice B. Content & Mobile: the retail market 79 A cura di GfK Marketing Services Appendice C. La prospettiva degli utenti 83 A cura di comscore M:Metrics Nota metodologica 87 Il Gruppo di Lavoro 91 La School of Management 93 La School of Management del Politecnico di Milano 93 Gli Osservatori ICT & Management 93 Il MIP 97 I Progetti di ricerca europei 98 I sostenitori della Ricerca 99 2

3 Indice Figure pagina Figura 1.1 La dinamica del mercato dei Mobile Content 9 Figura 1.2 La distribuzione del mercato tra On e OffDeck 9 Figura 1.3 Il peso delle diverse tipologie di servizio 10 Figura 1.4 Il peso delle diverse piattaforme tecnologiche 11 Figura A.1 Distribution of services by type of supplier in Hungary 75 Figura A.2 Distribution of services by technology platform in Poland 76 Figura A.3 Payment channels in Czech Republic 77 Figura A.4 Percentage of services by technology platform in each country 78 Figura B.1 Quote a volume e a valore del mercato della Telefonia Mobile 79 Figura B.2 Standard di trasmissioni dati Quote a volume 80 Figura B.3 Tecnologia Hsdpa Quote a volume 80 Figura B.4 Tecnologia WiFi Quote a volume 81 3

4

5 Indice Box pagina Box & Più Net 44 Box 9.2 Gruppo Acotel 44 Box 9.3 Adobe Systems 44 Box 9.4 ADUC 44 Box 9.5 Alcatel-Lucent 45 Box 9.6 Altroconsumo 45 Box 9.7 Amobee 45 Box 9.8 ANSA 45 Box 9.9 A-Tono 46 Box 9.10 Azzurra Music 46 Box 9.11 Beeweeb 46 Box 9.12 BiTween 46 Box 9.13 Buongiorno 47 Box 9.14 Calciomercato.com 47 Box 9.15 Class Editori 47 Box 9.16 Conad INSIM 48 Box 9.17 Dada 48 Box 9.18 David2 48 Box 9.19 Digital Magics 48 Box 9.20 Editoriale Domus 49 Box 9.21 EMI Music 49 Box 9.22 Endemol 49 Box 9.23 Enemyx 49 Box 9.24 Ericsson 50 Box 9.25 FIMI 50 Box 9.26 Funambol 50 Box 9.27 Gameloft 51 Box 9.28 Glu Mobile 51 Box 9.29 Goallars 51 Box 9.30 Google 51 Box 9.31 iambic 52 Box 9.32 Il Sole 24 ORE 52 Box 9.33 Impressionware 52 Box 9.34 Interactive Media 52 Box 9.35 Interpreting.it 53 Box 9.36 JavArt 53 Box 9.37 Jet Multimedia Italia 53 Box 9.38 Jumbuck Entertainment 53 Box 9.39 Kiver 54 Box 9.40 kts Mobile Applications 54 Box 9.41 Gruppo Editoriale L Espresso 54 Box 9.42 Manthia Mirial 55 Box 9.43 mblox 55 Box 9.44 Microsoft 55 Box 9.45 Mobaila 55 Box 9.46 Mobango 56 Box 9.47 Mobile Idea 56 Box 9.48 MobiSofia 56 5

6 Box 9.49 MoConDi 57 Box 9.50 Mondadori 57 Box 9.51 Motorola 57 Box 9.52 Movimento Consumatori 57 Box 9.53 Multiplayer.it 58 Box 9.54 Nec 58 Box 9.55 Neo Network 58 Box 9.56 Neodata Group 58 Box 9.57 Neomobile 59 Box 9.58 Neos mobc3 59 Box 9.59 Netsize 59 Box 9.60 Niumidia ADV 59 Box 9.61 Nokia Italia 60 Box 9.62 One Italia 60 Box 9.63 Open Reply 60 Box 9.64 Opentech 61 Box 9.65 Panini 61 Box 9.66 PNY Technologies 61 Box 9.67 PosteMobile 61 Box 9.68 Qualcomm 62 Box 9.69 Rai 62 Box 9.70 Rapini&Seyssel 62 Box 9.71 RCS Digital 63 Box 9.72 Reitek 63 Box 9.73 R.T.I. Interactive Media 63 Box 9.74 Samsung 63 Box 9.75 Seat Pagine Gialle 64 Box 9.76 SKY Italia 64 Box 9.77 SMS.it 64 Box 9.78 SoftwareCellulari.it 64 Box 9.79 Sony BMG Entertainment 65 Box 9.80 Sony Ericsson 65 Box 9.81 Spb 65 Box 9.82 Sybase Box 9.83 Tele Atlas 66 Box 9.84 The Mobile Life 66 Box 9.85 The Walt Disney Company Italia 66 Box 9.86 Tiscali 67 Box 9.87 Tj net 67 Box 9.88 TXT Polymedia 67 Box 9.89 Universal Music Italia 67 Box 9.90 USTREAM.IT 68 Box 9.91 Warner Music Italy 68 Box 9.92 Yahoo! 68 Box 9.93 Zed Italia 68 Box 9.94 Zero9 69 6

7 Introduzione Il 2007 si conferma un anno di transizione: il mercato cresce ad un tasso limitato del 15% (all incirca lo stesso tasso del 2006), ma affronta cambiamenti strutturali importanti. La ridotta dinamica è dovuta, a nostro parere, a tre fenomeni principali: la maggiore maturità di alcuni segmenti di mercato più tradizionali (Personalizzazione, Interazione, ecc.); la ridotta spinta propulsiva nei segmenti più multimediali (Video, Musica, Giochi, ecc.) da parte in primis delle Telco, che si stanno rendendo sempre più conto della complessità e forse anche della scarsa attrattività di una proposizione diretta sul mercato; lo scarso impatto che per ora hanno sui volumi del mercato i servizi derivanti dal nuovo paradigma del Mobile Internet/Web. Hanno contribuito anche alle ridotte performance complessive del mercato alcune trasformazioni strutturali in atto, che assorbono l attenzione e le risorse di molti player della filiera e li distraggono dal business corrente. Facciamo riferimento in particolare a due cambiamenti fondamentali. Il primo riguarda l evoluzione del ruolo delle Telco, sempre più orientate a svolgere il ruolo di abilitatori dell offerta di terze parti piuttosto che di diretti retailer di Mobile Content. Questo passaggio richiede, però prima di poter portare a risultati significativi sul mercato derivanti dalla maggiore propulsione imprenditoriale che attiva un tempo fisiologico di assestamento e la messa a punto di un ecosistema complesso (in termini, ad esempio, di idonee politiche di pricing sul traffico dati, efficaci logiche di gestione dei Mobile site Ibridi e di attribuzione degli Url Wap senza costo del traffico dati, ecc.). Il secondo cambiamento strutturale in atto è legato all avvento del paradigma del Mobile Internet/Web, che genera impatti enormi sul mondo dei Mobile Content, a livello di nuovi ambienti tecnologici (derivanti dal mondo Pc-centrico), nuovi attori (tra cui i giganti globali del Web e dell Information Technology), nuovi modelli di business (basati sulla pubblicità e sul traffico dati). Siamo convinti che entrambi questi cambiamenti una volta esaurito il transitorio che comportano possano creare le corrette condizioni per un ulteriore significativo sviluppo del mercato dei Mobile Content in Italia. Umberto Bertelè Andrea Rangone Filippo Renga 7

8

9 1. Il mercato Nel 2007 il mercato cresce del 15% circa, tasso simile a quello del 2006, raggiungendo quasi 1,2 miliardi di euro (Figura 1.1). milioni di euro % % % Figura 1.1 La dinamica del mercato dei Mobile Content % % Continua ad aumentare il peso dei servizi OffDeck che passa dal 47 al 53% (Figura 1.2), come conseguenza della politica sempre più aperta delle Telco verso i contenuti offerti dalle Terze Parti e, in particolare, dell aumento del Browsing esterno ai Mobile portal delle Telco. Figura % 50% 40% 30% 20% 10% 57% 53% 47% % 47% 53% 2007 OnDeck OffDeck 47% 53% La distribuzione del mercato tra On e OffDeck 1 1 Si considerano all interno della quota OffDeck, anche i ricavi derivanti da tariffazione dati legata alla navigazione su Mobile site esterni al Mobile portal dell Operatore di telefonia mobile. 0% OnDeck OffDeck Il peso delle diverse tipologie di servizio Di seguito sono analizzati brevemente i trend che hanno caratterizzato il mercato nel corso del 2007 con riferimento alle diverse tipologie di contenuto (Figura 1.3). Si rimanda ai capitoli successivi per un analisi di dettaglio di queste dinamiche, delle loro cause e delle evoluzioni in atto. 9

10 Capitolo 1 Il mercato Figura 1.3 Il peso delle diverse tipologie di servizio 2 2 Per una descrizione puntuale di cosa è incluso in ciascuna tipologia di contenuto si rimanda alla Nota metodologica. 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% < 1% 2% 7% 35% < 1% 2% 7% 35% 47% 38% < 1% 1,5% 7% 5% 8% 8% 30% 41% < 1% 1,5% 7% 6% 27% 45% Altro Interazione Comunicazione & community Giochi Personalizzazione Altro Infotainment (Sms, Mms, Micro-browsing) Musica Mobile Tv e Video Infotainment 20% 10% 0% <1% 2% 1% 1,5% 1,5% 9% 11% 11% Il valore ha una elevata varianza a causa della mancanza del dato puntuale da parte di un operatore. q La Mobile Tv e i Video Infotainment 3 crescono all incirca come il mercato nel suo complesso, mantenendo, quindi, il loro peso percentuale costante, pari all 11%. Per un comparto così giovane e innovativo, questa dinamica non è certo brillante e testimonia come i contenuti Video dopo l impennata iniziale spinta dalla comunicazione aggressiva e dall effetto novità devono trovare sul canale Mobile una value proposition realmente appealing per il mercato e devono creare un efficace ecosistema che li spinga. La limitata dinamica riguarda sia i Video On demand (Vod) sia la Mobile Tv (su Dvb-h e su Umts). q La Mobile Music non subisce particolari cambiamenti rispetto al 2006 sia nella componente dei Full track da scaricare sia nella componente dei contenuti in audio Streaming: a dimostrazione di un non facile spazio competitivo che il canale Mobile deve ritagliarsi all interno del mondo della musica digitale. q I contenuti di Infotainment diversi da Video/Tv e Musica (Altro Infotainment in Figura 1.3) sono quelli che crescono maggiormente nel corso del 2007, con un tasso pari a quasi il 30%, rappresentando, quindi, la componente principale dell incremento complessivo del mercato. Arrivano a pesare il 45% del volume d affari generato complessivamente dai Mobile Content, pari a più di 500 milioni di euro. La crescita nel 2007 deriva principalmente da un buon incremento dei servizi basati su Browsing (come effetto anche del crescente fenomeno del Mobile Internet/Web), a cui si aggiunge una crescita interessante dei servizi basati su Sms, che si dimostrano, per l immediatezza e la capillarità di diffusione che hanno, ancora notevolmente efficaci. Con riferimento a questa componente, si evidenzia che hanno giocato un certo ruolo anche alcuni servizi associati a betting/concorsi. q I contenuti di Personalizzazione continuano a diminuire il loro peso sul mercato complessivo dal 30 al 27%, confermando il trend già messo in evidenza lo scorso anno. Ma, in termini assoluti, il volume di vendita di questi contenuti aumenta leggermente nel 2007, arrivando a circa 320 milioni di euro, a dimostrazione che questo comparto dei Mobile Content, sebbene arrivato ad una fase del ciclo di vita più matura, è tutt altro che destinato ad esaurirsi (anche se su questi volumi di fatturato così consistenti pesa il comportamento aggressivo, in alcuni casi border line, di alcuni player). q I Giochi hanno registrato nel corso del 2007 una brusca frenata, con una riduzione delle vendite, che porta il loro peso percentuale sul mercato complessivo dall 8 al 6%. Questa dinamica negativa è dovuta in particolare ad una forte riduzione del fatturato dei giochi basati su piattaforme diverse da quella Java (Sms, Micro-browsing, ecc.) a fronte invece di una crescita seppur limitata - dei Giochi java. 10

11 Il mercato Capitolo 1 q I servizi di Comunicazione & community mostrano un tasso di crescita in linea con quello del mercato, mantenendo quindi il loro peso percentuale costante, pari a circa il 7%. È l effetto congiunto di dinamiche legate alla crescita sia dei servizi basati su Sms, sia di quelli più multimediali (basati su Browsing, Download, Applicativi Client, ecc.). Questi ultimi crescono in realtà meno di quanto ci si poteva attendere, evidenziando come il fenomeno che ci piace denominare Mobile 2.0 debba ancora pienamente esprimersi in termini di volumi di mercato. q I servizi di Interazione rimangono praticamente costanti in valore assoluto. È questo un comparto che negli ultimi due anni non è riuscito ad esprimere particolare innovazione, anche se le potenzialità rimangono interessanti. Il peso delle diverse piattaforme tecnologiche Analizzando le dinamiche del mercato dal punto di vista delle piattaforme tecnologiche abilitanti, possiamo così sintetizzare i principali trend avvenuti nel corso del % 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 1% 1% 4% 4% Altro Download 23% Browsing 36% 35% 32% Mms Sms 22% 2% 21% 25% 26% 2% 2% 2% 52% 40% 34% 36% Figura 1.4 Il peso delle diverse piattaforme tecnologiche q Sms. Contro ogni aspettativa, i servizi basati su Sms crescono significativamente, con un tasso ben superiore a quello medio del mercato complessivo, aumentando, così, il loro peso in termini percentuali: dal 34 al 36%. Nonostante la riduzione del ruolo degli Sms nei servizi di Personalizzazione, aumenta il peso di questa piattaforma per gli altri servizi. Questa dinamica evidenzia come in questo mercato la micro innovazione possa portare a risultati estremamente interessanti: l invenzione di un concept nuovo di servizio basato su una piattaforma povera e considerata anche un po obsoleta, che però ha il grande pregio di essere semplice, affidabile e capillare, può generare volumi di vendite consistenti, in particolare se si rivolge al mercato di massa. q Mms. Mantengono anche nel 2007 costante e marginale il loro peso, pari al 2% circa. Sono utilizzati soprattutto per i servizi di Infotainment (63% dei ricavi da Mms). q Browsing. Includiamo in questa categoria il fatturato generato dall accesso a contenuti premium e dal traffico dati che fa riferimento sia ai Mobile site realizzati con le tecnologie specifiche del canale Mobile (ci piace parlare in questo caso di Micro-browsing), sia ai siti di derivazione Web per il Pc (parliamo in questo caso di Web-browsing). Nel corso del 2007 aumenta leggermente l incidenza delle piattaforme di Browsing dal 25 al 26% sempre più utilizzate per fruire di contenuti di Infotainment e di Comunicazione & community. Questa crescita tutto sommato limitata rispetto a quella che ci si poteva attendere anche in relazione al fenomeno del Mobile Internet nasconde 11

12 Capitolo 1 Il mercato in realtà due fenomeni di segno opposto: da un lato, una riduzione dei volumi conseguente all eliminazione dei costi di navigazione sui Mobile portal delle Telco e dei costi di download dei contenuti (Video, Giochi java, Personalizzazione, ecc.) distribuiti su alcuni Mobile site; dall altro lato, un incremento di volumi derivante da una maggiore diffusione del Mobile Internet tra gli utenti italiani. q Download. Si riduce il peso dei servizi a Download (dal 35 al 32%), che crescono un po in valore assoluto nel 2007 ma meno del mercato nel suo complesso. q Altre piattaforme. Crescono come il mercato, mantenendosi al 4% anche nel 2007, le piattaforme più innovative, legate soprattutto ai contenuti Video: Streaming, Videochiamata e Dvb-h. Tra queste è il Dvb-h a mostrare l incremento più significativo. Molto ridotta la dinamica di crescita dei servizi basati su Videochiamata, per problemi legati alla filiera e per una non chiara regolamentazione (a differenza di quanto accade in altri paesi, in cui questa piattaforma di erogazione dei contenuti Video svolge un ruolo ben superiore). 12

13 2. La Mobile Tv e i Video Infotainment I volumi di vendita Nel 2007 il comparto della Mobile Tv e dei Video Infotainment 1 cresce in linea con il tasso medio del mercato, mantenendo quindi costante il suo peso percentuale sul mercato complessivo (Figura 1.3) 2. È evidente che questa dinamica, per un mercato così nuovo, è indice di un comparto che non trova ancora una chiara proposizione di valore e un coerente modello di business attrattivo per i diversi player della filiera. Analizziamo più in dettaglio quello che è accaduto con riferimento alle diverse piattaforme tecnologiche: cresce il Dvb-h, ma con una dinamica non particolarmente positiva, considerando i volumi piccoli di partenza (anche dovuti al fatto che nel 2006 l offerta era stata lanciata a metà anno); crescono i Video basati su Download, ma anche in questo caso con tassi molto contenuti; rimangono, invece, costanti i volumi derivanti dallo Streaming e dalla Videochiamata 3. Per meglio comprendere queste dinamiche entriamo nel merito delle sue due componenti fondamentali: quella costituita dalla Mobile Tv (cioè dai canali a Flusso offerti sia sulla piattaforma di unicasting che su quella di broadcasting) e quella costituita dai Video On demand (che rappresenta ancora la parte più consistente del mercato). Con riferimento alla prima componente, la Mobile Tv, la dinamica contenuta è l effetto congiunto, a nostro avviso, di due fattori: da una parte, una reale difficoltà di questa tipologia di servizio a esprimere un effettivo valore per l utente Mobile; dall altra, un ecosistema che ancora non collabora nel suo insieme per spingere la Mobile Tv (non essendo facile per il singolo attore del sistema capire bene la reale portata del fenomeno e, in particolare, le modalità per massimizzare i propri ritorni), rilegando ad oggi la spinta di questa radicale innovazione ad un singolo operatore. 1 Rientrano in questa categoria di Mobile Content sia i contenuti Video On demand che i canali a Flusso (erogati su rete Dvb-h e su rete Umts), su qualunque piattaforma tecnologica (Download, Streaming o Videochiamata). 2 Il valore ha una elevata varianza a causa della mancanza del dato puntuale da parte di un operatore. 3 La Videochiamata si sta rivelando sempre più un efficace canale di upload di contenuti soprattutto legati ai servizi di Comunicazione & community e sempre meno un canale di fruizione (anche a causa delle politiche di costo e delle strategie a livello di offerta delle Telco). Anche la raccolta pubblicitaria su Dvb-h resta limitata e confinata ad un numero ridotto di canali. Relativamente alla seconda componente, i Video On demand, la limitata dinamica è, a nostro avviso, il risultato di una scarsa attenzione posta nel 2007 da parte dei player del mercato (Telco in primis) su questi contenuti, in parte distratti dalla gestione di alcuni cambiamenti ritenuti più importanti. In questo ambito, in particolare, alcuni fattori importanti che hanno condizionato il mercato sono: le politiche di pricing poco incentivanti, la scarsa innovazione nell offerta, la limitata comunicazione e promozione dei contenuti, la ancora limitata incidenza nell offerta retail delle terze parti. Ma alcuni di questi fattori sono destinati a cambiare già a partire dal 2008, come sarà messo in evidenza nel seguito. Evidenziamo, infine, il ruolo significativo rivestito dai contenuti adult in questo mercato. 13

14 Capitolo 2 La Mobile Tv e i Video Infotainment L offerta Nel 2007, dal punto di vista dell offerta non ci sono state innovazioni particolarmente significative. In particolare, sul Dvb-h, sono stati mantenuti sostanzialmente gli stessi canali che erano presenti l anno precedente. In alcuni programmi sono state fatte alcune poche sperimentazioni di servizi interattivi, quali, ad esempio: televoto, inbox, sondaggi, invio di commenti via Sms, messa in onda di Ugc durante la trasmissione. Per quanto riguarda, invece, la rete unicast, è necessario analizzare l offerta separatamente per i canali a Flusso e i contenuti Video On demand. 4 Per maggiori dettagli sull offerta Mobile Tv, si faccia riferimento al Rapporto 2007 Televisioni Digitali: le nuove Sofa-Tv e non solo dell Osservatorio New Tv della School of Management del Politecnico di Milano (). Relativamente ai canali a Flusso 4, l offerta nel corso del 2007 si è ampliata anche grazie alla trasposizione di alcuni canali presenti nell offerta Dvb-h ma resta complessivamente ancora limitata e incentrata principalmente su contenuti ripresi tali e quali o leggermente modificati rispetto ai canali di provenienza. Per quanto riguarda i Video On demand, invece, l offerta si presenta molto ricca, anche se la crescita del numero di servizi nel corso del 2007 è stata limitata. La strategia seguita dalle Telco è stata maggiormente rivolta all aggiornamento dei contenuti presenti nell offerta pre-esistente, rispetto all introduzione di nuovi servizi. Non sono mancate comunque alcune innovazioni interessanti, come l introduzione di nuove modalità di fruizione dei contenuti basate su podcasting. Nel 2007 troviamo anche alcuni esperimenti di contenuti Video Ad-funded, anche se per ora assolutamente marginali. Resta ridotto il peso, in termini di offerta, dei servizi Video offerti OffPortal da terze parti (Pure player, Editori tradizionali e Editori Web), ma di questo parleremo più in dettaglio nel paragrafo successivo. I principali player Il comparto della Mobile Tv e dei Mobile Video rimane ancora fortemente concentrato nelle mani delle Telco, che però come anticipato parlando di volumi di vendita e di offerta hanno interpretato il 2007 come un anno di temporeggiamento, in attesa di comprendere meglio le reali potenzialità del mercato e di definire meglio il ruolo dei diversi attori della filiera. Nel 2008 stanno avvenendo alcuni cambiamenti strategici importanti: 3 Italia, in particolare, sta cambiando sensibilmente la propria proposizione sul Dvb-h, sia a livello di offerta che di modello di business, introducendo a fianco dei canali premium (a sottoscrizione) anche canali free. I Broadcaster televisivi tradizionali continuano a rivestire unicamente il ruolo di Content provider e, nel corso del 2007, hanno continuato ad alimentare le Telco con i propri contenuti, sia canali a Flusso che librerie Vod, incassando, in alcuni casi, fee consistenti non sempre commisurate al reale sviluppo del mercato. Anche le Media company non televisive stanno per ora svolgendo solo il ruolo di fornitori di contenuto per gli Operatori telefonici e, anche loro non hanno introdotto rilevanti cambiamenti nell offerta nel corso dello scorso anno. Segnaliamo, invece, che alcuni Content provider hanno sviluppato per le Telco format innovativi, specificatamente pensati per il canale Mobile. 14

15 La Mobile Tv e i Video Infotainment Capitolo 2 Rimane marginale il ruolo delle Web company e degli Editori Web, anche come fornitori di contenuti per le Telco, fatta eccezione per alcuni Ugc particolarmente appealing e di moda, quali quelli di YouTube (che rappresentano in realtà contenuti al confine con la categoria Comunicazione & community). Evidenziamo, invece, un ruolo crescente svolto dai Mcsp: sia come produttori e fornitori di contenuti (a volte anche prodotti internamente con format innovativi) per le Telco, sia come operatori diretti B2c (con un incremento interessante del loro fatturato in questo ambito). In un caso specifico, viene svolto anche il ruolo di outsourcer nella gestione dell area Vod del portale di una Telco. Un ultima nota merita Nokia che anche in questo ambito sta cercando di giocare una partita importante: ha lanciato nel 2007 un servizio denominato Nokia Video Center che, sulla base di un applicativo integrato negli ultimi modelli Nseries, consente di fruire anche tramite feed rss di contenuti Video di aziende come YouTube, Reuters, CNN, IBN, Sony Pictures, ecc. Anche in Italia questo servizio è attivo e, a partire dal 2008, coinvolge come Content provider italiano Rai. I trend in atto Sono, a nostro avviso, tre i principali fattori che potranno spingere lo sviluppo del mercato della Mobile Tv e dei Video Infotainment: la maggiore apertura del comparto alle terze parti, il grado di affermazione del Mobile Web e, in connessione ai due punti precedenti, l introduzione anche di modelli di business advertising-based a complemento di quelli premium. Relativamente al primo fattore, siamo convinti che l evoluzione sia quantitativa che qualitativa di mercati innovativi, come quello in questione, sia fortemente accelerata dall azione imprenditoriale congiunta di più soggetti: che possono apportare asset, investimenti, innovazioni e prospettive differenti. La cosa importante, quindi, è che vengano create le condizioni affinché questa molteplicità di sforzi imprenditoriali possa attuarsi e avviare anche attraverso transitori lunghi quei processi di learning by doing e, a volte, learning by failure, indispensabili per comprendere cosa il mercato realmente considera di valore (spesso non prevedibile, in ambiti così innovativi, ex ante). Pensiamo, quindi, che in questo ambito l ingresso diretto con un offerta B2c dei diversi player della filiera Mcsp, Media company, Web company, Produttori di terminali, ecc. possa avere un impatto importante sulle sue dinamiche, ad oggi sotto la spinta esclusivamente degli operatori telefonici abbastanza ridotte. A fianco di queste dinamiche competitive, sottolineiamo però anche l importanza di una maggiore collaborazione tra i diversi attori della filiera: sarà proprio, a nostro parere, la capacità dell intero ecosistema di equilibrare competizione e collaborazione, nella classica logica della coo-petition, ad influenzare pesantemente l evoluzione del mercato. Un segnale importante in questo senso sarà dato, ad esempio, dai rinnovi dei contratti sui contenuti in scadenza in ambito Dvb-h (sport, calcio e cinema). Considerando gli attuali numeri di questo mercato, diventa difficilmente sostenibile continuare ad acquisire i diritti per questi contenuti che richiedono investimenti fissi estremamente elevati, anche perché la loro reale attrattività per l utente Mobile è tutt altro che chiara. Relativamente al secondo fattore, è evidente che la maggiore o minore diffusione del Mobile Web avrà importanti impatti anche in questo ambito: mettendo a disposizione dell utente Mobile una ricca offerta di Web Tv e librerie Vod che se opportunamente 15

16 Capitolo 2 La Mobile Tv e i Video Infotainment riviste in ottica Mobile potrebbero indurre gli utenti ad un consumo più massiccio dei Video su cellulare. Relativamente al terzo fattore, pensiamo che l introduzione di contenuti free legati a modelli di business advertising-based possa contribuire all allargamento della base degli utenti e, quindi, anche alla diffusione della cultura della Mobile Tv e dei Mobile Video. Questa evoluzione è, inoltre, sincrona con le altre due dinamiche già descritte, essendo i modelli advertising-based fortemente coerenti con alcuni attori della filiera Media Company e Web Company in primis. L affermarsi di questi modelli non intaccherà più di tanto a nostro avviso la componente premium che questo mercato sta esprimendo e continuerà ad esprimere in futuro: intravediamo, quindi, uno scenario di medio termine in cui modelli free basati sulla pubblicità e modelli premium di varia natura (subscription, pay per use, ecc.) convivranno, contribuendo entrambi ad allargare il mercato. È importante sottolineare che un fattore fondamentale affinché realmente i modelli advertising-based possano affermarsi è rappresentato dalla disponibilità di metriche condivise e standard e, quindi, di dati puntuali sul numero e sul comportamento degli utenti; su questo ambito è evidente il ruolo chiave delle Telco. I tre fenomeni sopra evidenziati porteranno, a nostro modo di vedere, a: q una buona crescita su un orizzonte di medio termine del consumo di Tv e Video via Mobile; q un importanza crescente dei contenuti On demand, anche grazie al contributo di format innovativi provenienti dal mondo Web; q un ruolo sempre più ampio anche in ambito Video/Tv della rete unicast, considerando anche le evoluzioni tecnologiche in atto (e il conseguente aumento della banda disponibile). Bisogna capire, in questo scenario, il reale ruolo che la piattaforma Dvb-h riuscirà a ritagliarsi, considerati da un lato gli investimenti già sostenuti, dall altro gli investimenti che ancora richiede. 16

17 3. La Musica I volumi di vendita Nel corso del 2007 il mercato della Mobile Music 1 non subisce particolari cambiamenti (Figura 1.3), a dimostrazione che dopo un avvio spinto dalla novità e da una forte comunicazione fatta dalle Telco non ha ancora trovato una value proposition sostenibile e di reale interesse per il consumatore. Non ci sorprende visto che come avevamo già avuto modo di evidenziare nel Rapporto dell anno scorso è un comparto che subisce una forte competizione: a livello di fruizione, da parte degli altri dispositivi portabili specializzati per la gestione e per l ascolto della musica (lettori Mp3, ipod, ecc.); a livello di acquisto, da parte dei canali meno onerosi (Web, Side-loading da Pc a cellulare e P2p-loading) spinti dal diffondersi di dispositivi Bluetooth, dall abitudine da parte degli utenti a comportamenti di questo tipo, dall elevata compatibilità di tutti i formati di contenuti musicali ai diversi dispositivi. 1 Questa categoria include Full Track, Canali radiofonici musicali in Streaming, Video musicali sia in Download sia in Streaming. L offerta Sul canale Mobile l offerta di Full track tende a replicare i contenuti e le modalità di offerta (a livello di catalogo, organizzazione delle categorie, modalità di pricing, ecc.) del canale Web. Crescono dunque i titoli a catalogo ed aumentano le offerte a sottoscrizione che permettono di fruire di un insieme più ampio di contenuti. Per quanto riguarda le altre tipologie di servizi musicali disponibili sul cellulare, sono stati introdotti alcuni nuovi servizi interessanti, quali, ad esempio, playlist tematiche personalizzabili e concerti live, corredati da backstage, immagini, servizi di community. In generale si rileva il tentativo di trasformare la musica da prodotto a servizio, ponendo maggiore attenzione sull esperienza complessiva che il consumatore può fare sul canale Mobile in relazione alla musica. Da segnalare nel 2007 una riduzione delle iniziative volte a distribuire la Mobile Music su supporti fisici (tramite memory card separata o venduta direttamente con il telefonino) e utilizzare la Mobile Music come leva di promozione. In termini di DRM si sta andando verso un modello di dual delivery, che offre la possibilità di trasportare il brano acquistato su un ben definito numero di terminali. I principali player Come effetto o forse come causa delle scarse dinamiche di mercato sopra evidenziate, riscontriamo una limitata attenzione a questo comparto da parte di alcuni importanti player di questo comparto. In particolare le Major discografiche sembrano mostrare una crescente sfiducia nei con- 17

18 Capitolo 3 La Musica fronti del mercato della Mobile Music, indotta da diverse ragioni: la limitatezza della base utenti, la complessità nell innovazione del prodotto/servizio, la difficoltà di una gestione diretta dei consumatori. Queste condizioni le stanno portando a porre una maggiore attenzione al canale Web rispetto al Mobile, in quanto ritenuto in questo momento più interessante, consentendo loro maggiore libertà di azione e un rapporto diretto con il mercato. In questo contesto medio evidenziamo, però, un atteggiamento più proattivo, anche se sperimentale, da parte di alcune case discografiche indipendenti, che stanno, ad esempio, provando a proporre alcuni servizi innovativi di playlist musicali in audio Streaming, con cataloghi di brani selezionati specificatamente per segmenti di mercato verticali. Anche gli Operatori telefonici sembrano aver ridotto la loro attenzione sui contenuti musicali, non più considerati un elemento differenziale, preferendo concentrare le proprie risorse (anche semplicemente lo spazio sul portale) su servizi che sembrano offrire più opportunità. Non abbiamo riscontrato nel 2007 innovazioni particolari nella loro offerta, se non una maggiore attenzione a contenuti unici e spesso esclusivi (come ad esempio la trasmissione di concerti live). In questo scenario è, però, importante sottolineare che nel 2007 alcuni importanti Mcsp hanno iniziato ad operare con una propria offerta diretta al consumatore: veicolando anche questi contenuti tramite i propri short number e siti ibridi ed estendendo ad essi, in alcuni casi, il modello ad abbonamento utilizzato per le altre tipologie di contenuto. Sarà interessante vedere quali risultati riusciranno ad ottenere. Tra questi Mcsp che sono entrati con una propria offerta retail nel comparto della Mobile Music, un esempio interessante è rappresentato da Dada che, in seguito alla joint venture con Sony BMG, ha creato Dada Music Movement: un servizio di Download di musica digitale integrato all interno di una Community Web e Mobile musicale dove il cellulare rappresenta un canale di fruizione di contenuti, di interazione con la community e di pagamento. Segnaliamo da ultimo una maggior attenzione, posta nel corso del 2007, da parte di alcuni Produttori di terminali al tema della Mobile Music: come dimostra l offerta di terminali con caratteristiche specifiche per l ascolto e la gestione della musica (migliore qualità audio, player musicali specifici pre-installati, tasti dedicati ad alcune funzioni musicali, radio embedded, capacità di memoria più ampia e facilmente espandibile, controllo vocale delle tracce, cuffie di elevata qualità, ecc). Alcuni Produttori ad esempio, Nokia e SonyEricsson (oltre la ben nota Apple) stanno spingendo in questo ambito una strategia ancora più aggressiva che punta ad offrire direttamente la musica tramite sia Web che telefono cellulare, attraverso accordi strategici stipulati con le Major discografiche. I trend in atto A nostro avviso, i fenomeni ad oggi più interessanti osservabili sul mercato e che potrebbero influenzare l andamento in futuro di questo comparto sono due, già accennati in precedenza: la costruzione di modelli di business e di strutture di offerta che, passando dal concetto di prodotto comprato a quello di servizio fruito, consentano una esperienza più completa, ricca e unica per il consumatore. L obiettivo è quello di sfruttare maggiormente le caratteristiche intrinseche del canale Mobile (teoricamente always on) e che lo differenziano rispetto agli altri device portabili e di offrire un esperienza di fru- 18

19 La Musica Capitolo 3 izione innovativa, non replicabile sugli altri canali, e di reale valore per l utente. Tale strategia è confermata anche dalla tendenza ad associare sempre più le Community alla Mobile Music; la proposizione in questo ambito che proviene direttamente da alcuni Produttori di terminali, testimoniata anche da accordi tra questi ultimi con le Major, per l offerta di un catalogo musicale fruibile da Mobile (si veda l accordo tra Universal e Nokia per Comes With Music). In particolare, l ingresso di Apple potrebbe influenzare positivamente il mercato. Da notare che entrambi questi fenomeni fanno riferimento a player nuovi all interno di questo comparto: i Mcsp nel primo caso e i Produttori di terminali nel secondo. Accenniamo anche ad un paio di altri trend che, seppure ad oggi assolutamente embrionali e dalle conseguenze incerte, potrebbero però svolgere un qualche ruolo in un orizzonte temporale di maggiore respiro. Facciamo riferimento, in particolare: alla possibilità di applicare logiche Ad-funded ai servizi musicali e all introduzione di contenuti DRM-free. Sono entrambi fenomeni in fase di sperimentazione in questo periodo sul Web e che potrebbero spingere anche su Mobile modelli advertising-based ad integrazione degli attuali modelli premium. 19

20

Indice. Introduzione 3

Indice. Introduzione 3 Indice pagina Introduzione 3 di Umberto Bertelè, Andrea Rangone e Filippo Renga 1. Il mercato 5 I Video e la Mobile Tv 6 La Musica 7 Gli altri servizi di Infotainment 7 I contenuti di Personalizzazione

Dettagli

Mobile Content & Internet: niente è più come prima! Rapporto 2009 Osservatorio Mobile Content & Internet

Mobile Content & Internet: niente è più come prima! Rapporto 2009 Osservatorio Mobile Content & Internet Mobile Content & Internet: niente è più come prima! Rapporto 2009 Osservatorio Mobile Content & Internet Giugno 2009 In collaborazione con Indice pagina Introduzione di Umberto Bertelè e Andrea Rangone

Dettagli

La School of Management del Politecnico di Milano

La School of Management del Politecnico di Milano Rapporto sull utilizzo del Mobile nell industria cinematografica Osservatori ICT & Management della School of Management del Politecnico di Milano Con il contributo di La School of Management del Politecnico

Dettagli

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Milano, 30 Giugno 2010 Scaricato da www.largoconsumo.info Il mercato della comunicazione mondiale Le previsioni per

Dettagli

Mobile Content & Internet: in gioco nuovi business model

Mobile Content & Internet: in gioco nuovi business model Mobile Content & Internet: in gioco nuovi business model Rapporto 2010 Osservatorio Mobile Content & Internet Giugno 2010 In collaborazione con Copyright e utilizzo dei contenuti I Report non potranno

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

I nuovi scenari nel mercato italiano delle tecnologie e delle applicazioni wireless

I nuovi scenari nel mercato italiano delle tecnologie e delle applicazioni wireless I nuovi scenari nel mercato italiano delle tecnologie e delle applicazioni wireless 5 Italian Wireless Business Forum Milano, 11 e 12 Aprile 2006 Stefano Longhini, Managing Partner, Communications Industry

Dettagli

I Widget sbarcano sulla Connected TV

I Widget sbarcano sulla Connected TV I Widget sbarcano sulla Connected TV Il valore di Internet e dei suoi contenuti/servizi lo si intuisce dalla capacità di muovere il mercato dei dispositivi perché siano completamente liberi e in grado

Dettagli

Mobile Internet & Apps: è boom Opportunità per tutti: Start-up e grandi imprese, Telco e Over the Top

Mobile Internet & Apps: è boom Opportunità per tutti: Start-up e grandi imprese, Telco e Over the Top Mobile Internet & Apps: è boom Opportunità per tutti: Start-up e grandi imprese, Telco e Over the Top #MICA12 Osservatorio Mobile Internet, Content & Apps Presentazione dei Risultati 2012 11 Giugno 2012

Dettagli

Quali scenari dal Mobile Payment?

Quali scenari dal Mobile Payment? Quali scenari dal Mobile Payment? 9 Giugno 2011 Filippo Renga filippo.renga@polimi.it La dinamica del mercato dei Media in Italia: Non Digitali vs. Digitali 16.000 14.000 12.000 14.570 14.150-16% 11.910

Dettagli

IL SERVIZIO DI RICERCA SUI DISPOSITIVI MOBILI

IL SERVIZIO DI RICERCA SUI DISPOSITIVI MOBILI IL SERVIZIO DI RICERCA SUI DISPOSITIVI MOBILI I motori di ricerca non sono più solamente lo strumento per arrivare ai siti web, ma sono anche e sempre più il principale strumento di accesso alle informazioni

Dettagli

Progetto. Spunti per una NUOVA COMUNICAZIONE

Progetto. Spunti per una NUOVA COMUNICAZIONE Progetto Spunti per una NUOVA COMUNICAZIONE lo scenario internet e le nuove tecnologie stanno avendo un ruolo sempre più centrale e importante nella vita quotidiana di ognuno sempre più le persone sentono

Dettagli

BANKPASS Mobile: la soluzione per i micropagamenti via cellulare

BANKPASS Mobile: la soluzione per i micropagamenti via cellulare BANKPASS Mobile: la soluzione per i micropagamenti via cellulare Ing. Giorgio Porazzi Responsabile Corporate Development SI Holding Gruppo CartaSi Roma, 16 novembre 2004 Le attività on line delle banche

Dettagli

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 2014 Cloud Computing 2014: mercato, adozione, scenario competitivo Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 INDICE INDICE DELLE FIGURE 2 INDICE DELLE TABELLE

Dettagli

La tv digitale: innovazione ed economia

La tv digitale: innovazione ed economia La tv digitale: innovazione ed economia Giuseppe Richeri Università della Svizzera Italiana, Lugano Il processo d innovazione in atto L applicazione delle tecniche digitali ai mezzi di comunicazione oggi

Dettagli

Creazione di valore. di Massimo Lazzari (*)

Creazione di valore. di Massimo Lazzari (*) Il settore delle telecom, tra crescita e creazione di valore di Massimo Lazzari (*) Prosegue con questo contributo il filone dedicato all analisi di una serie di settori industriali tipicamente Business

Dettagli

L evoluzione del Mobile Payment in Italia

L evoluzione del Mobile Payment in Italia Sell by Cell - Movincom L evoluzione del Mobile Payment in Italia Osservatorio NFC & Mobile Payment Valeria Portale 30 Settembre 2011 Il canale e il processo di interazione Comunicazione e pre-vendita

Dettagli

L ERA DIGITALE E LE NUOVE TENDENZE DELLA COMUNICAZIONE

L ERA DIGITALE E LE NUOVE TENDENZE DELLA COMUNICAZIONE PRESENTAZIONE N #2 L ERA DIGITALE E LE NUOVE TENDENZE DELLA COMUNICAZIONE 30 novembre 2015 SOMMARIO #1. LO SCENARIO NELL ERA DIGITALE #2. DALLA RECLAME ALLA WEB REPUTATION #3. DALL OUTBOUND MARKETING ALL

Dettagli

Internet tra editoria classica e futura. Ing.. Angelo Sajeva. Mondadori Pubblicità. MONDADORI Marketing Dept

Internet tra editoria classica e futura. Ing.. Angelo Sajeva. Mondadori Pubblicità. MONDADORI Marketing Dept Internet tra editoria classica e futura Ing.. Angelo Sajeva Mondadori Pubblicità Agenda 1. Che cosa sta succedendo 2. Perché ci dobbiamo preoccupare adesso 3. A che gioco vogliamo giocare 1. Che cosa sta

Dettagli

PUBBLICITA ON LINE SEMPRE PIU ESPERIENZIALE - Un modello interpretativo delle tendenze più evolute della comunicazione d impresa on line.

PUBBLICITA ON LINE SEMPRE PIU ESPERIENZIALE - Un modello interpretativo delle tendenze più evolute della comunicazione d impresa on line. PUBBLICITA ON LINE SEMPRE PIU ESPERIENZIALE - Un modello interpretativo delle tendenze più evolute della comunicazione d impresa on line. Introduzione Gli investimenti pubblicitari delle aziende si stanno

Dettagli

MENU SERVIZI. marketing esperienziale

MENU SERVIZI. marketing esperienziale MENU SERVIZI marketing esperienziale Le ultime tendenze e studi nel mondo del marketing e della comunie hanno decretati una sempre maggiore diffusione del Marketing Esperienziale. Un esperienza ricca di

Dettagli

NEW MEDIA & NEW INTERNET

NEW MEDIA & NEW INTERNET NEW MEDIA & NEW INTERNET Prof. Andrea Rangone Politecnico di Milano andrea.rangone@polimi.it Il mercato dei New Media in Italia I confini del mercato dei Media Giochi Dating Gambling Loghi e suonerie Entertainment

Dettagli

MOBILE ENTERPRISE Scenari e prospettive

MOBILE ENTERPRISE Scenari e prospettive MOBILE ENTERPRISE Scenari e prospettive M. Ibarra, Direttore Marketing Mobile Wind IV FORUM ANNUALE DELLE TELECOMUNICAZIONI 28 Aprile 2005 2 Trend della spesa mobile nelle aziende Italiane Revenues (mln/euro)

Dettagli

Mobile Payment: stato attuale in Italia e scenari attesi

Mobile Payment: stato attuale in Italia e scenari attesi Mobile Payment: stato attuale in Italia e scenari attesi Presentazione dei Risultati 2008 Osservatorio Mobile Finance & Payment Filippo Regna In collaborazione con Patrocinatori Partner Osservatorio Mobile

Dettagli

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e telefono: stima del risparmio Indice: Introduzione 1 Il panorama delle Telecomunicazioni in Italia 1 L'evoluzione delle tariffe

Dettagli

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010 Giugno 2010 Premessa L obiettivo dell indagine è stato quello di registrare il sentire delle Aziende Italiane rispetto alla situazione economica attuale e soprattutto quali sono le aspettative per gli

Dettagli

La Stampa in Italia 2008 2010

La Stampa in Italia 2008 2010 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia 2008 2010 Roma 13 aprile 2011 Le ricadute della crisi economica sul settore dell editoria giornalistica nel biennio 2008-2009 sono state pesanti.

Dettagli

Mobile Internet: il punto di vista del consumatore

Mobile Internet: il punto di vista del consumatore www.osservatori.net Mobile Internet: il punto di vista del consumatore Gennaio 2011 L impianto della ricerca DOXA Settembre 2010 STEP 1 Ottobre 2010 STEP 2 Indagine CAWI (panel Doxa) questionario via Web

Dettagli

E-Commerce Il settore della musica. Vladi Finotto Vfinotto@unive.it

E-Commerce Il settore della musica. Vladi Finotto Vfinotto@unive.it E-Commerce Il settore della musica Vladi Finotto Vfinotto@unive.it Obiettivi Digitalizzazione: la ri-definizione dell industria musicale E-commerce e musica Il caso Itunes Il valore della musica: oltre

Dettagli

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 KIDS & CO Il più completo sistema di ricerche dedicato al mondo 0-18 anni Doxa Junior, Baby&Teens I principali

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014 Allegato A alla delibera n. 658/15/CONS SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014 Premessa Il presente documento illustra

Dettagli

AUDIZIONE DI FIMI - FEDERAZIONE DELL INDUSTRIA MUSICALE ITALIANA -

AUDIZIONE DI FIMI - FEDERAZIONE DELL INDUSTRIA MUSICALE ITALIANA - Camera dei Deputati IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni Indagine conoscitiva sull assetto e sulle prospettive delle nuove reti del sistema delle comunicazioni elettroniche AUDIZIONE DI

Dettagli

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it Smartphone e Tablet hanno registrato tassi di crescita in termini di acquisti turistici pari rispettivamente al 70% e al 20%. Credit: Sony Xperia Cresce il turismo in Italia, giunto ormai nel 2015 a un

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

I mercati digitali fra collaborazione e competizione

I mercati digitali fra collaborazione e competizione I mercati digitali fra collaborazione e competizione 9 TMT Summit - Tecnologia Media e Telecomunicazioni Marc Vos La convergenza: un concetto in continua evoluzione Convergenza sul Consumatore Convergenza

Dettagli

Press Kit. www.spreaker.com

Press Kit. www.spreaker.com Press Kit Spreaker, un progetto innovativo Spreaker è una social web radio dove tutti i contenuti e i palinsesti sono creati dagli utenti. Uno spazio libero per condividere idee, approfondire dibattiti,

Dettagli

SOCIAL MEDIA MARKETING 2.0 BUZZ MARKETING NEI SOCIAL MEDIA

SOCIAL MEDIA MARKETING 2.0 BUZZ MARKETING NEI SOCIAL MEDIA SOCIAL MEDIA MARKETING 2.0 BUZZ MARKETING NEI SOCIAL MEDIA info@nonickname.it 02 INDICE 1. CRESCONO I CONSUMATORI MULTICANALE 2. NUOVE STRATEGIE AZIENDALI 3. SOCIAL MEDIA MARKETING PER LE AZIENDE 4. L

Dettagli

I nuovi strumenti di produzione dagli smartphone, ai tablet ai thin client

I nuovi strumenti di produzione dagli smartphone, ai tablet ai thin client 2012 I nuovi strumenti di produzione dagli smartphone, ai tablet ai thin client Progetto finanziato da Genova 15-05-2012 1 Argomenti Strumenti di produzione aziendale Smartphone, tablet, thin client Mercato

Dettagli

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business I risultati della survey Workshop Milano,12 giugno 2012 Il campione 30 SGR aderenti, rappresentative di circa il 75% del patrimonio

Dettagli

M-Payment, il futuro nei sistemi di pagamento

M-Payment, il futuro nei sistemi di pagamento ITALIA, il futuro nei sistemi di pagamento All alba di una nuova tecnologia nei sistemi di pagamento, indagine sulla propensione all utilizzo del telefonino come strumento d acquisto. 90 Nuove frontiere

Dettagli

Mobile & App Economy: i molteplici mercati abilitati. 19 Novembre 2014

Mobile & App Economy: i molteplici mercati abilitati. 19 Novembre 2014 & App Economy: i molteplici mercati abilitati 19 Novembre 2014 L ecosistema italiano Verso 45 milioni di Smartphone e 12 milioni di Tablet (fine 2014) Il 35% delle grandi imprese e il 25% delle PMI italiane

Dettagli

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato,

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato, DALLE TARIFFE ALLA CRESCITA UN ASSICURATORE GLOBALE CHE COPRE I BISOGNI DEL CLIENTE ANCHE IN AMBITI COME LA SALUTE, L ABITAZIONE, LA SICUREZZA PATRIMONIALE. TRA RIGORE TECNICO, RICHIESTA DI FLESSIBILITÀ

Dettagli

Email marketing, Facebook strategy (b2c), LinkedIn strategy (b2b) Concorsi Web e Contest su siti e social network Video e APP virali

Email marketing, Facebook strategy (b2c), LinkedIn strategy (b2b) Concorsi Web e Contest su siti e social network Video e APP virali Studio, design e creazione di siti web e mobile efficaci. Redazione contenuti e gestione di siti web Sviluppo e gestione di siti di ecommerce, blog, forum, portali e press online. Creazione social media

Dettagli

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Milano, 25 Novembre 2008 Atahotel Executive Dott. Massimiliano Maggioni KPMG Advisory S.p.A. Agenda Overview sul

Dettagli

(All) Digital Monitor

(All) Digital Monitor (All) Digital Monitor 1 Trend TV Digitale Il rilevamento del Digital Monitor effettuato fra Febbraio e Marzo del 2013 fotografa una fase ormai matura della digitalizzazione televisiva, con le ultime tappe

Dettagli

Ricavi in crescita a 92,7 milioni di euro (+5,3%)

Ricavi in crescita a 92,7 milioni di euro (+5,3%) Il Cda ha approvato i conti relativi ai primi nove mesi dell anno Ricavi in crescita a 92,7 milioni di euro (+5,3%) Milano, 14 Novembre 2011 Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori SpA, riunito

Dettagli

Carte e marketing: opportunità collegamenti possibili sfide

Carte e marketing: opportunità collegamenti possibili sfide Carte e marketing: opportunità collegamenti possibili sfide Anna Omarini Università L. Bocconi SDA Bocconi School of Management anna.omarini@unibocconi.it ABI CARTE DIEM Roma, 27-28 Novembre 2008 Agenda

Dettagli

PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ

PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ La qualità dei servizi e delle politiche pubbliche è essenziale per la competitività del sistema economico e per il miglioramento delle condizioni di vita dei

Dettagli

Chi siamo. La società. Soluzioni. C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento.

Chi siamo. La società. Soluzioni. C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento. Company Profile 3 Chi siamo C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento. Tramite C-Card il Gruppo Cedacri amplia la sua proposta di servizi per

Dettagli

COGLIERE I FRUTTI DELL'ERA DIGITALE: come trarre vantaggio da strategie di marketing e comunicazione Web oriented

COGLIERE I FRUTTI DELL'ERA DIGITALE: come trarre vantaggio da strategie di marketing e comunicazione Web oriented COGLIERE I FRUTTI DELL'ERA DIGITALE: come trarre vantaggio da strategie di marketing e comunicazione Web oriented Massimo Giordani m.giordani@timeandmind.com www.timeandmind.net Mac Frut 18 aprile 2008

Dettagli

Il cliente al centro dello sviluppo dei servizi di mobile banking Alex Romano Milani Marketing Business Offerta Corporate

Il cliente al centro dello sviluppo dei servizi di mobile banking Alex Romano Milani Marketing Business Offerta Corporate Il cliente al centro dello sviluppo dei servizi di mobile banking Alex Romano Milani Marketing Business Offerta Corporate INTERNET E LA BANCA, Banca e Cliente tra Web e Mobile Roma, 5 luglio 2005 Perché

Dettagli

OSSERVATORIO IPSOS. per conto di

OSSERVATORIO IPSOS. per conto di OSSERVATORIO IPSOS per conto di DIFFUSIONE di COMPUTER e INTERNET tra le famiglie italiane Base: Totale famiglie Possesso di un computer Connessione a Internet TOTALE famiglie italiane 57 68 Famiglie monocomponente

Dettagli

Il Video Advertising in Italia: fruizione, numeri e proiezioni

Il Video Advertising in Italia: fruizione, numeri e proiezioni Osservatorio New Media & New Internet Il Video Advertising in Italia: fruizione, numeri e proiezioni 16 ottobre 2014 Osservatorio New Media & New Internet 16 ottobre 2014 1 L Osservatorio New Media & New

Dettagli

interact opera nel settore ICT dal 1995 sviluppando sistemi e servizi avanzati per la comunicazione televisiva su Internet e sulle reti mobili.

interact opera nel settore ICT dal 1995 sviluppando sistemi e servizi avanzati per la comunicazione televisiva su Internet e sulle reti mobili. interact interact Watching television interact opera nel settore ICT dal 1995 sviluppando sistemi e servizi avanzati per la comunicazione televisiva su Internet e sulle reti mobili. Con sedi a Roma, Catanzaro

Dettagli

L individuazione del lock-in

L individuazione del lock-in L individuazione del lock-in Docente: Alessandro Minello Savian Dario 808548 1 Lock in Switching cost : costi di transizione da una tecnologia ad un altra Es. compro un Mac e tutto il software associato

Dettagli

e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004

e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004 Relazione trimestrale Marzo 2004 Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004 La relazione trimestrale

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA DI CUI ALLA DELIBERA N. 181/15/CONS

CONSULTAZIONE PUBBLICA DI CUI ALLA DELIBERA N. 181/15/CONS CONSULTAZIONE PUBBLICA DI CUI ALLA DELIBERA N. 181/15/CONS sullo schema di provvedimento recante Misure a tutela degli utenti per favorire la trasparenza e la comparazione delle condizioni economiche dell

Dettagli

Offerta Televisiva. Generalità

Offerta Televisiva. Generalità Offerta Televisiva Generalità Quadro Generale Cambiamenti a livello delle filiera televisiva Accanto alla tradizionale modalità di diffusione terrestre (satellitare, TV via cavo,...) l offerta di contenuti

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

IPTV. Video Services. Fondazione Ugo Bordoni 2007 Tutti i diritti riservati http:// www.fub.it email: redazioneweb@fub.it

IPTV. Video Services. Fondazione Ugo Bordoni 2007 Tutti i diritti riservati http:// www.fub.it email: redazioneweb@fub.it IPTV IPTV, o Internet Protocol Television è il generico acronimo per una serie di sistemi con i quali i segnali televisivi, o genericamente i contenuti video, sono distribuiti agli utenti utilizzando tecnologie

Dettagli

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle WHITE PAPER MARZO 2013 Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle modalità di contatto e interazione tra utente e azienda Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente

Dettagli

Social Media: Nuovi modelli di Marketing e Vendita on-line

Social Media: Nuovi modelli di Marketing e Vendita on-line Social Media: Nuovi modelli di Marketing e Vendita on-line Enrico Bertoldo Marketing Director Stefano Marongiu Customer Segment Manager Andrej Crnjaric Social Media Specialist 2009 Amadeus IT Group SA

Dettagli

RadioTv Forum 2012 di Aeranti-Corallo

RadioTv Forum 2012 di Aeranti-Corallo Analisi delle linee di sviluppo della radiofonia in Internet RadioTv Forum 2012 di Aeranti-Corallo 1 Sommario 1) Recall intervento RadioTv Forum 2011 2) Elementi di contesto 3) Social radio: come? 4) Proposta

Dettagli

Il fenomeno della geolocalizzazione. Ugo Benini

Il fenomeno della geolocalizzazione. Ugo Benini Il fenomeno della geolocalizzazione Ugo Benini pagina 1 di 9 Cos è la geolocalizzazione Come si è evoluto il concetto di geolocalizzazione negli ultimi anni? Quali le ricadute nel mondo dei Social Network?

Dettagli

La vendita del libro online. Le nuove forme del commercio librario

La vendita del libro online. Le nuove forme del commercio librario La vendita del libro online. Le nuove forme del commercio librario di Francesca Vannucchi La presente ricerca focalizza l attenzione sul ruolo che la rete ha assunto nella distribuzione del libro. L obiettivo

Dettagli

L innovazione nei servizi di pagamento dalla SEPA alla PSD2: OBEP, P2P, Mobile e Instant Payment

L innovazione nei servizi di pagamento dalla SEPA alla PSD2: OBEP, P2P, Mobile e Instant Payment ATTIVITA DI RICERCA 2015 L innovazione nei servizi di pagamento dalla SEPA alla PSD2: OBEP, P2P, Mobile e Instant Payment PROPOSTA DI ADESIONE 1 TEMI E MOTIVAZIONI L introduzione della SEPA ha impegnato

Dettagli

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini, con sede negli Stati Uniti, che si è concentrata sulla produzione di telefonini di nuova generazione a partire

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH Inizio anno scolastico 2012 ASCOM del Emilia - Romagna

CONGIUNTURA FLASH Inizio anno scolastico 2012 ASCOM del Emilia - Romagna CONGIUNTURA FLASH Inizio anno scolastico 2012 Report documento per ASCOM dell Emilia - Romagna ottobre 2012 SOMMARIO 1. PREMESSA... 1 1.1 La descrizione del campione... 1 2. L INDAGINE SULLE VENDITE PER

Dettagli

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT I risultati dell'osservatorio sul Marketing B2B realizzato da CRIBIS D&B con la collaborazione di AISM. ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

Dettagli

ALICE -DAILYMOTION VIDEO

ALICE -DAILYMOTION VIDEO ALICE -DAILYMOTION VIDEO Le nuove dinamiche di cambiamento del Web 2.0 Le nuove potenzialità di internet convergono verso: Il social networking; Il word of mouth on line quale strumento di comunicazione

Dettagli

L utilizzo di E-commerce per le imprese in ambito rurale. A cura di Salvatore Salerno

L utilizzo di E-commerce per le imprese in ambito rurale. A cura di Salvatore Salerno L utilizzo di E-commerce per le imprese in ambito rurale Salvatore Salerno Web Manager www.campagnamicacosenza.com linkedin.com/in/salvatoresalerno salvatoresalerno.wordpress.com @salernoweb Scenario NUMERO

Dettagli

Applicazioni mobile Perchè investire e quali tecnologie usare

Applicazioni mobile Perchè investire e quali tecnologie usare GIANLUCA VAGLIO Applicazioni mobile Perchè investire e quali tecnologie usare 2010 Gianluca Vaglio www.gianlucavaglio.net Avvertenze legali AVVERTENZE LEGALI Copyright 2010 Gianluca Vaglio. La presente

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture TRASFORMARE LE COMPAGNIE ASSICURATIVE Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture Costruire la compagnia digitale? L approccio DDway alla trasformazione dell IT Un percorso

Dettagli

Analisi sullo strumento direct per eccellenza. Email Marketing Check up

Analisi sullo strumento direct per eccellenza. Email Marketing Check up Analisi sullo strumento direct per eccellenza Email Marketing Check up Workshop 26 Novembre 2014 26 Novembre 2014, Iab Forum, Milano Agenda Workshop Email Marketing Check up Analisi sullo strumento direct

Dettagli

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Informazione ICT, prima di tutto Webnews è il giornale on line che racconta quotidianamente l attualità tecnologica. Originale. Credibile. Puntuale.

Dettagli

Sviluppo Strategico dell'internet Marketing. d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it

Sviluppo Strategico dell'internet Marketing. d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it Sviluppo Strategico dell'internet Marketing Obiettivo del marketing è il conseguimento di un vantaggio competitivo attraverso il perseguimento della soddisfazione del cliente. FASE OPERATIVA - Prodotto/Contenuto

Dettagli

Purple Program, capitolo 2 Mobile Garage: idee e strumenti per il Mobile

Purple Program, capitolo 2 Mobile Garage: idee e strumenti per il Mobile Purple Program, capitolo 2 Mobile Garage: idee e strumenti per il Mobile Si sono svolti a Milano e a Roma - organizzati da Mindshare e Google gli incontri dedicati ai clienti per anticipare e analizzare

Dettagli

Vita Società Editoriale S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio semestrale consolidato al 30 giugno 2011

Vita Società Editoriale S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio semestrale consolidato al 30 giugno 2011 Vita Società Editoriale S.p.A. COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio semestrale consolidato al 30 giugno 2011 Fatturato consolidato a 2,2 mln euro nel I semestre 2011, +34%

Dettagli

Profilo aziendale. Noatel SpA è oggi composta da:

Profilo aziendale. Noatel SpA è oggi composta da: Profilo aziendale Noatel S.p.A. è un azienda specializzata in servizi di Digital Content e VAS. L azienda progetta, sviluppa e distribuisce servizi a contenuto digitale e servizi interattivi per utenti

Dettagli

L Italia è Mobile. Aumentano i pagamenti di beni e servizi effettuati attraverso i cellulari con tecnologia NFC

L Italia è Mobile. Aumentano i pagamenti di beni e servizi effettuati attraverso i cellulari con tecnologia NFC GABBIANO 149 XII OK_Layout 1 28/02/2013 16:53 Pagina 34 PARLIAMO DI L Italia è Mobile di LIVIA REY Aumentano i pagamenti di beni e servizi effettuati attraverso i cellulari con tecnologia NFC è pronta

Dettagli

Quick Start Guide Photo

Quick Start Guide Photo Quick Start Guide Photo Inhalt 1. Einleitung 3 2. Online Album Display 4 3. Online Album im Internet 7 4. MMS 8 5. Vodafone live! 9 Contenu 1. Introduction 13 2. L écran Online Album 14 3. Online Album

Dettagli

IL RISK MANAGEMENT NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ITALIANE

IL RISK MANAGEMENT NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ITALIANE IL RISK MANAGEMENT NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ITALIANE Sintesi dei risultati della seconda edizione dell Osservatorio Realizzato da: In collaborazione con: RISKGOVERNANCE 1 INDICE DEI CONTENUTI Copyright

Dettagli

6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO

6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO 6 IL RUOLO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO Nel comprendere le strategie formative adottate dalle grandi imprese assume una particolare rilevanza esaminare come si distribuiscano le spese complessivamente sostenute

Dettagli

Radio R 4.0 IntelliLink Domande frequenti. Italiano. Ottobre 2015. Elenco dei contenuti

Radio R 4.0 IntelliLink Domande frequenti. Italiano. Ottobre 2015. Elenco dei contenuti Elenco dei contenuti 1. Audio... 1 2. Phone... 2 3. Apple CarPlay... 3 4. Android Auto... 3 5. Gallery... 5 6. Other... 5 1. Audio D: Come posso passare da una sorgente audio all altra (ad es. tra radio

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

Cos è ICTv? ICTv è la nuova WebTv interamente dedicata alla tecnologia e all informatica.

Cos è ICTv? ICTv è la nuova WebTv interamente dedicata alla tecnologia e all informatica. Cos è ICTv? ICTv è la nuova WebTv interamente dedicata alla tecnologia e all informatica. Gratuita, ricca di contenuti e in italiano, la WebTv risponde alla domanda di contenuti multimediali dei navigatori

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7 Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 Iscritta alla Sezione Ordinaria del Registro delle Imprese di Firenze al n. 68220/ Tribunale di

Dettagli

Le idee per il tuo futuro: un business possibile!

Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Le idee per il tuo futuro: un business possibile! Antonio Usai ausai@uniss.it Marketing strategico e sviluppo nuovi prodotti Dipartimenti di scienze economiche e aziendali Università degli Studi di Sassari

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE PIU' DINAMICHE

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE PIU' DINAMICHE L ITALIA DELL E-FAMILY RAPPORTO 2005 In collaborazione con Niche Consulting EXECUTIVE SUMMARY 1.1 LA TECNOLOGIA IN CASA: NEL 2004 UNA CRESCITA DIFFERENZIATA Per quasi un decennio e fino al 2003 la diffusione

Dettagli

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità Mario Massone fondatore Club CMMC 1) Il Marketing, nuova centralità: meno invasivo, più efficace 2) La customer experience, come

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

Quali liste per la multimedialità

Quali liste per la multimedialità Quali liste per la multimedialità A seguito di slogan che condividiamo del tipo : 1. il confine tra online e offline è caduto. 2. il futuro della comunicazione è multimediale. 3. il direct marketing sarà

Dettagli

IL SERVIZIO DI MESSAGING PROFESSIONALE PER LA SUA ATTIVITÀ

IL SERVIZIO DI MESSAGING PROFESSIONALE PER LA SUA ATTIVITÀ SMS GATE PLUS Wind SMS Gate Plus per comunicare in modo Facile e veloce. Inviare sms per avere nuove opportunità di mercato e rimanere in contatto con i suoi clienti. IL SERVIZIO DI MESSAGING PROFESSIONALE

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

Le determinanti dell attrattività di un mercato nell ottica di una impresa alberghiera

Le determinanti dell attrattività di un mercato nell ottica di una impresa alberghiera Le determinanti dell attrattività di un mercato nell ottica di una impresa alberghiera Un adattamento del modello delle 5 forze di M. Porter Prof. Giorgio Ribaudo Management delle imprese turistiche Corso

Dettagli