Il turismo nei comuni di prima fascia di Milano

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il turismo nei comuni di prima fascia di Milano"

Transcript

1 1 Metodi quantitativi per l analisi economica a.a. 1/13 Prof.ssa Silvia Figini Il turismo nei comuni di prima fascia di Milano Anastasia Panenko Serena Caldarera

2 Il turismo nei comuni di prima fascia di Milano In collaborazione con l Osservatorio del turismo della Provincia di Milano Un ringraziamento particolare al Dott. M. Pezzotti e a T. Vincent, per la disponibilità e il materiale fornito; e alla prof.ssa S. Figini per la pazienza e l aiuto nella stesura del lavoro. 1

3 INDICE Introduzione, organizzazione del lavoro e principali conclusioni...p.3 Analisi e confronto delle strutture.....p.6 Analisi dei flussi turistici dei viaggiatori italiani.... p.1 Analisi dei flussi turistici dei viaggitori stranieri......p.11 Analisi dell andamento dei flussi turistici mensili nel corso del 1..p.1 Gli indicatori turistici p.13 Appendice : Tabelle complete...p.15

4 INTRODUZIONE, ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E PRINCIPALI CONCLUSIONI Il turismo ai giorni nostri rappresenta il settore più importante e dinamico dell economia mondiale. Il turista viaggia principalmente per divertimento (svago), ma nella definizione di turismo includiamo anche una parte del turismo d affari, e più precisamente il cd turismo congressuale. Tuttavia ai fini della nostra analisi non risultano rilevanti le motivazioni che portano i turisti a spostarsi dal luogo di residenza. È invece fondamentale indagare su quale tipologia di alloggio o struttura della provincia di Milano nel suo complesso il viaggiatore medio italiano e straniero prediliga. Il focus dell analisi si sposta poi sul confronto della ricettività turistica annuale e mensile (relativa all anno 1) delle strutture di Milano, nei comuni di Prima fascia di Milano e del resto della provincia. Come comuni di prima fascia, o di Cintura si indicano quei comuni adiacenti alla città di Milano, ovvero: Arese, Assago, Baranzate, Bollate, Bresso, Buccinasco, Cesano Boscone, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cornado, Cornaredo, Corsico, Cusano Milanese, Novate Milanese, Opera, Pero, Peschiera Borromeo, Rho, Rozzano, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese, Segrate, Sesto San Giovanni, Settimo Milanese e Vimodrone. OBIETTIVO DELL ANALISI: Il nostro obiettivo nell analisi dei dati a disposizione è stato quello di effettuare un confronto sui flussi turistici dei comuni di prima fascia 1 (detti anche di cintura ) della provincia di Milano con gli stessi flussi turistici di Milano città e della provincia, facendo riferimento a strutture ricettive divise per settori (alberghiero, extra-alberghiero, altro) e alla provenienza dei turisti stessi. Inoltre abbiamo indagato sul trend mensile degli arrivi, italiani e stranieri, nel corso del 1, per poter verificare se l andamento nelle tre aree fosse simile. Infine, sulla base degli indicatori turistici da noi calcolati, abbiamo confrontato i risultati ottenuti nelle tre zone. 1 Tutti quei comuni che affiancano il Comune di Milano per i due terzi del suo perimetro creando una città composta da decine di municipalità e con una popolazione di 3.9 milioni di abitanti. 3

5 DATI: In attesa di validazione da parte di ISTAT i dati 1 sono da considerarsi provvisori e soggetti a modifica. Dati annuali e mensili relativi all anno 1 reperiti presso l'osservatorio per il Turismo della provincia di Milano: dataset in formato Excel disaggregato per aree di interesse. Per poter lavorare sui dati forniti dall Osservatorio della Provincia, ed estrapolare solo le variabili di nostro interesse, li abbiamo raggruppati in tabelle Excel, in modo da creare nuovi dataset più snelli ed interpretabili, riuscendo a suddividerli nel modo seguente: 1. Matrici dei dati delle strutture ricettive: STRUTTURE ALBERGHIERE 3 osservazioni x 7 variabili. Le variabili sono: Alberghi 5 stelle e 5 stelle lusso, alberghi 4,3,, 1 stella e residenze turistiche alberghiere. STRUTTURE COMPLEMENTARI 3 osservazioni x 1 variabili. Le variabili sono: Campeggi, Villaggi turistici, Campeggi e villaggi gestiti in forma mista, Alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale, Alloggi agrituristici e country house, Ostelli della gioventù, Case per ferie, Rifugi alpini, Altri esercizi. ALTRE STRUTTURE 3 osservazioni x 3 variabili. Le variabili sono: Bed & Breakfast e Altri alloggi privati.. Matrice dei dati sui flussi dei turisti italiani: 48 osservazioni x 8 variabili. Le variabili sono: Alberghiero, Complementare, Altro, Totale generale e Giorni permanenza per le prima 4 variabili date dal rapporto tra le presenze e gli arrivi. 3. Matrice dei dati sui flussi dei turisti stranieri: 116 osservazioni x 8 variabili. Le variabili sono: Alberghiero, Complementare, Altro, Totale generale e Giorni permanenza per le prima 4 variabili date dal rapporto tra le presenze e gli arrivi 4. Matrice dei dati sui flussi turistici mensili dell anno 1: 13 osservazioni x 4 variabili. Le variabili sono: alberghiero, Extra-alberghiero, Altro, Totale generale. I NOSTRI STRUMENTI Analisi dei dati prima annuali e poi mensili attraverso l utilizzo di strumenti e misure statistiche di tipo prevalentemente descrittivo, attraverso l utilizzo delle funzioni di Excel. Creazione di nuove variabili in relazione all analisi attraverso lo studio della letteratura. Calcolo di misure statistiche di sintesi descrittive. Confronto degli arrivi dei turisti italiani e stranieri a Milano, in provincia e nelle città di prima fascia. Calcolo di misure di eterogeneità e concentrazione. Indici di Gini. Infine abbiamo condotto una breve analisi dei principali indicatori turistici: Tutte le tabelle cui si farà riferimento possono essere visualizzate in appendice. 4

6 GLI INDICATORI DI RICETTIVITÀ, che aiutano a valutare l'impatto del turismo e consentono di effettuare un confronto ponderato tra vari territori. Tra questi abbiamo il tasso di ricettività, il tasso di densità ricettiva, il tasso di ricettività composto. GLI INDICATORI DI TURISTICITÀ, che misurano il livello di "affollamento" turistico in un determinato periodo (anno o mese). Ne fanno parte il tasso di turisticità, il tasso di densità turistica, l indice di sfruttamento territoriale. LE NOSTRE CONCLUSIONI Al termine del nostro lavoro possiamo concludere che i comuni di prima fascia si avvicinano per alcune caratteristiche a Milano, questo anche grazie all efficace rete di trasporti pubblici. Poiché Milano rimane la meta più gettonata in Lombardia, e infatti ospita circa il 65-7% delle strutture turistiche, ci sembra palese affermare che in termini numerici la cintura si avvicina di più alla provincia. Tuttavia, guardando la composizione delle strutture, si nota che nella categoria altre strutture (Bed & Breakfast), la provincia detiene il primato. Infatti questa tipologia di alloggi, per le proprie caratteristiche intrinseche, si allontana dalle zone metropolitane. Si può aggiungere anche i Bed & breakfast sono meta principalmente dei turisti dello stivale. Per quanto riguarda il flusso turistico italiano, le tre aree risultano simili, soprattutto nelle prime tre posizioni, determinate da turisti provenienti da Lombardia, Veneto e Lazio. L analisi del flusso turistico straniero, invece, ci mostra alcune differenze nella città di Milano rispetto alle altre due zone. Infatti, per Milano, la prima posizione è occupata dagli arrivi dei turisti russi, mentre per la provincia e per la cintura, al primo posto troviamo i turisti cinesi. Non ci sono grosse differenze nel resto della classifica degli arrivi tra provincia e prima fascia, ciò ci porta a concludere che le città della cintura siano più simili alla provincia. L analisi dei trend mensili ci porta a due conclusioni: gli arrivi esteri sono simili nella provincia e nelle città di prima fascia, mentre a Milano sono numericamente più elevati ma meno costanti nell arco dell anno. Gli arrivi italiani mostrano trend molto simili nel corso dell anno ma differiscono numericamente. Infine per ciò che concerne gli indicatori di ricettività e turisticità possiamo affermare la netta dominanza di Milano sulle altre due aree. Per questo possiamo concludere che i comuni di prima fascia si avvicinano alla provincia piuttosto che a Milano. 5

7 1. ANALISI E CONFRONTO DELLE STRUTTURE Il primo passo della nostra analisi dei dati parte dal confronto tra le strutture ricettive presenti a Milano e in provincia con i comuni di prima fascia che circondano il capoluogo lombardo. Prima di entrare nel vivo dell indagine è bene precisare che per il confronto è stata operata una macro classificazione delle strutture ricettive, che sono state così suddivise: STRUTTURE ALBERGHIERE, di cui fanno parte gli alberghi 5 stelle e 5 stelle lusso, gli alberghi 3,, e 1 stella e le residenze turistiche alberghiere; STRUTTURE EXTRA ALBERGHIERE, in cui sono compresi i campeggi, i villaggi turistici, i campeggi e villaggi gestiti in forma mista, gli alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale, gli agriturismi e le country house, gli ostelli della gioventù, le case per ferie e i rifugi alpini; infine, nella categoria ALTRE STRUTTURE rientrano i Bed&Breakfast e altri alloggi privati. 1. STRUTTURE ALBERGHIERE Grafico1. Totale alberghi 7% 11% 6% Milano Prima fascia Solo provincia L osservazione dei dati sui comuni di prima fascia e la città di Milano e tra gli stessi e la provincia 3, mette in evidenza come ci sia un netto distacco tra la numerosità delle strutture alberghiere di Milano città rispetto a quelle dei comuni di prima fascia che, seppur in modo decisamente inferiore, sono più vicine al resto della provincia. 3 Ogni riferimento alla provincia presuppone il riferimen to ai dati provinciali esclusa la città di Milano. 6

8 Grafico. Strutture alberghiere Milano Prima fascia solo Provincia Alberghi 5 stelle e 5 stelle lusso Alberghi 4 stelle Alberghi 3 stelle Alberghi stelle Alberghi 1 stella Residenze turistico alberghiere Ad un analisi più approfondita si può notare la totale mancanza di alberghi 5 stelle nei comuni della cintura milanese, in rapporto ad un limitato numero di queste strutture anche a Milano città 4 ( alberghi 5 stelle nei comuni di prima fascia, 1 nel resto della provincia e 17 a Milano); salta, invece, all occhio la grande concentrazione di alberghi 4 e 3 stelle sia nella metropoli milanese, che nel resto delle aree analizzate. Dall istogramma si può vedere che Milano ottiene il primato in tutte le categorie delle strutture alberghiere. STRUTTURE EXTRA ALBERGHIERE Grafico 3. Totale complementari 1% 9% 7% Milano Cintura solo Provincia 4 Ved. Tabella 1 in Appendice 7

9 Dall analisi delle strutture extra alberghiere si evince come la maggior concentrazione di strutture ricettive extra-alberghiere, dovuta sicuramente alla diversa ampiezza territoriale delle tre aree considerate, si collochi all interno della città. È interessante vedere quali delle strutture che rientrano in questa categoria siano effettivamente presenti nel territorio della provincia milanese, e quali attribuiscano alla città meneghina una percentuale così elevata. 141 Grafico 4. Strutture complementari Milano Prima fascia Solo Provincia Alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale Alloggi agrituristici e country house Ostelli della gioventù Case per ferie Analizzando approfonditamente i dati nelle nostre tabelle 5, abbiamo escluso dall analisi grafica i campeggi, i villaggi turistici e i rifugi alpini, totalmente inesistenti nel territorio preso in considerazione. Dal nostro istogramma viene invece messo in evidenza che la moda nei dati è data dagli alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale. La numerosità delle stesse strutture, però, nei comuni adiacenti alla città si avvicina più nettamente alla provincia. Seguono invece, seppur in modo inferiore le case per ferie, con un numero paritario per provincia e prima fascia (4 strutture in città e 3 per le altre zone), ed un picco per Milano. 3. ALTRE STRUTTURE Grafico 5. Totale altre strutture 31% 5% 19% Milano Cintura solo Provincia 5 Ved. Tabella n. in Appendice 8

10 Nell osservazione dell ultima categoria di stutture turistiche che comprende esclusivamente i Bed & Breakfast (a causa della totale assenza di altri alloggi privati) 6 in tutte e tre le aree lombarde in analisi, si può notare un inversione di tendenza nelle percentuali, che, in questo caso, risultano maggiori nella provincia, seguita da Milano e infine dai comuni di prima fascia. Grafico 6. Altre strutture Bed & Breakfast Altri alloggi privati Milano Prima fascia Solo Provincia Tirando le somme di questa prima analisi condotta, possiamo dire con certezza che, in generale, la localizzazione delle strutture ricettive delle città cosiddette di prima fascia è molto più vicina e similare alle città di provincia che non a Milano città. Questo soprattutto in riferimento alle strutture alberghiere e a quelle complementari. Una importante ed evidente inversione di tendenza si ha nella categoria delle altre strutture, in cui il turismo della cintura si discosta in modo evidente dalla provincia avvicinandosi a Milano città. 6 Ved tabella 3 in Appendice 9

11 . ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI DEI VIAGGIATORI ITALIANI In questa seconda parte della nostra analisi dei dati, lo scopo è quello di effetture un osservazione relativa al comportamento dei turisti italiani nelle tre aree di interesse (Milano, comuni della provincia e comuni di prima fascia), proprio per arrivare a valutare se i flussi turistici nei comuni adiacenti a Milano siano più vicini alla città o alla provincia nel suo insieme. MILANO PROVINCIA PRIMA FASCIA Classifica regioni Frequenza Classifica regioni Frequenza Classifica regioni Frequenza 1 LOMBARDIA LOMBARDIA LOMBARDIA LAZIO VENETO LAZIO VENETO LAZIO VENETO CAMPANIA PIEMONTE EMILIA ROMAGNA TOSCANA EMILIA ROMAGNA PIEMONTE EMILIA ROMAGNA TOSCANA TOSCANA SICILIA CAMPANIA CAMPANIA PUGLIA PUGLIA SICILIA PIEMONTE SICILIA PUGLIA LIGURIA LIGURIA LIGURIA Grafico 7. Composizione dei flussi italiani MILANO PROVINCIA PRIMA FASCIA Confrontando le tre tabelle, divise per zone, appare subito evidente un dato fondamentale: la moda è data sempre dagli arrivi dei turisti lombardi, seppur con qualche differenza numerica. 1

12 Risulta, poi, interessante lo scambio di posizione tra il Lazio e il Veneto, che rimangono costanti rispettivamente alla seconda e terza posizione sia a Milano che nella prima fascia, ma si invertono tra la cintura e la provincia. Inoltre si può considerare come le regioni italiane che rientrano nella top 1 siano esattamente le stesse nelle tre zone lombarde, mentre alcune, sebbene numerose, non vi rientrino completamente. Per approfondire il confronto abbiamo calcolato l indice di eterogeneità di Gini, ottenendo i seguenti risultati: Studio eterogeneità eterogeneità di Gini Milano.93 Provincia.7 Prima fascia.86 Poiche l indice di Gini è G 1, (con = massima omogeneità, 1= massima eterogeneità) dai risultati si può osservare che l indice calcolato sulla città di Milano tende ad 1 e Milano presenta il più alto grado di eterogeneità tra le tre zone per quanto rigurda gli arrivi dei turisti dalle regioni che, come abbiamo visto, rientrano nella top 1. Questo ci porta a considerare che le città di prima fascia, con un G=.86, siano in termini di afflusso numerico turistico italiano, molto più vicine a Milano che al resto della provincia. 3. ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI DEI VIAGGIATORI STRANIERI MILANO PROVINCIA (MILANO ESCLUSO) COMUNI DI PRIMA FASCIA Classifica stati Flussi Classifica stati Flussi Classifica stati Flussi 1 RUSSIA CINA CINA FRANCIA GIAPPONE 7.59 GIAPPONE STATI UNITI D'AMERICA GERMANIA GERMANIA GERMANIA FRANCIA FRANCIA CINA COREA DEL SUD COREA DEL SUD REGNO UNITO REGNO UNITO REGNO UNITO GIAPPONE ROMANIA STATI UNITI D'AMERICA SPAGNA STATI UNITI D'AMERICA SPAGNA SVIZZERA E LIECHTNSTEIN SPAGNA BELGIO BRASILE SVIZZERA E LIECHTNSTEIN SVIZZERA E LIECHTNSTEIN 1.87 Indice di concentrazione Gini,1 Indice di concentrazione Gini,33 Indice di concentrazione Gini,3 11

13 L'indice di concentrazione di Gini è un indicatore che offre una misura della concentrazione di variabili quantitative trasferibili. È un numero compreso tra ed 1. Valori bassi del coefficiente indicano una distribuzione abbastanza omogenea, con il valore che corrisponde alla pura equidistribuzione; valori alti del coefficiente indicano una distribuzione più diseguale, con il valore 1 che corrisponde alla massima concentrazione. L indice di Gini ci permette di confrontare la composizione numerica degli flussi dei turisti nelle tre aree di interesse, in modo da individuare le similitudini o le differenze del grado di concentrazione. Come si vede dai valori dell indice, la cintura e la Provincia risultano meno equidistribuite (in termini della numerosità degli arrivi) rispetto a Milano. Questo si nota dai 3 grafici sopra - infatti la curva di Lorenz del capoluogo lombardo è quella che si avvicina di più alla retta di equidistribuzione. Confrontando la curva dei comuni della prima fascia con quelle delle altre aree possiamo affermare che è molto simile a quel la della Provincia. Analizzando il flusso degli stranieri, più precisamente individuando i paesi dai quali provengono i turisti che numericamente sono più presenti nelle tre aree di nostro interesse, possiamo giungere a una serie di conclusioni. Come si vede dalla tabella soprastante si può subito notare che a differenza di Milano, dove la Russia si colloca al primo posto, nei comuni di prima fascia e nella provincia la prima posizione è occupata dagli arrivi dalla Cina. Le osservazioni più interessanti si possono riassumere nei seguenti punti: 1

14 1. Le differenze principali riguardano la moda, che per Milano è data dai turisti russi, mentre per le altre due aree è data dai turisti cinesi;. Il Brasile è assente sia nella top 1 della Cintura che in quella della provincia; 3. La Romania rientra nella classifica dei comuni di prima fascia, ma è assente altrove; 4. Gli Stati Uniti d America registrano più presenze a Milano. Riassumendo, come si vede dal grafico sottostante, la composizione dell afflusso è simile nelle tre aree con qualche eccezione data dal caso russo-cinese. 5. Grafico 8. Composizione dei flussi stranieri Milano Provincia Cintura 13

15 4. ANDAMENTO DEI FLUSSI TURISTICI MENSILI NEL CORSO DEL 1 FLUSSI MENSILI DEGLI ITALIANI. 1. CINTURA PROVINCIA MILANO I flussi turistici mensili degli italiani, come si nota dal grafico, mettono in evidenza una diversità numerica degli arrivi, ma l andamento mensile delle tre aree considerate presenta tratti molto simili. Questo porta a considerare come l afflusso nelle città di prima fascia si avvicini di più a quello della provincia rispetto alla città di Milano, che accoglie il maggior numero di turisti italiani FLUSSI MENSILI DEGLI STRANIERI FLUSSI STRANIERI MENSILI PROVINCIA FLUSSISTRANIERI MENSILI MILANO FLUSSI STRANIERI MENSILI CINTURA Come si nota dal grafico l andamento mensile dei flussi dei turisti stranieri nei comuni di prima fascia e nella provincia presenta trend molto simili. Tuttavia, nel mese di novembre si evidenzia l aumento degli arrivi nei paesi di cintura. Milano, invece, si colloca ad un livello di afflusso turistico molto più alto e molto più discontinuo, con un picco più elevato nel mese di luglio e con una diminuzione drastica a partire da novembre. 14

16 Territorio nr.abitanti kmq Pop.Media nr. Posti letto Tasso di ricettività Densità ricettiva Tasso ricettiva composto 5. GLI INDICATORI TURISTICI Semplici: costruiti su una sola variabile Composti: sintesi di più indicatori semplici (o di più variabili) Indicatori di ricettività Gli indicatori che si possono calcolare sono : IL TASSO DI RICETTIVITÀ, che indica il numero di posti letto ogni 1. abitanti: TRS= Misura l intensità dell offerta in relazione alla popolazione residente nell area. LA DENSITÀ RICETTIVA, che indica il numero di posti letto per kmq (S): Misura l intensità dell offerta in relazione alla superficie dell area. IL TASSO DI RICETTIVITÀ COMPOSTO: Misura l intensità dell offerta in relazione alla popolazione e.alla superficie dell area Questi importanti indicatori aiutano a valutare l'impatto del turismo e consentono di effettuare un confronto ponderato tra i vari territori, come ad esempio la potenzialità di accoglienza di una località rispetto ad un'altra. Prima fascia ,7.98, ,91 5.6,76,747 Milano , , , ,43,66 Provincia milano escluso ,4 1.99, , ,8,18 Totale provincia , , ,75,18 I risultati ottenuti evidenziano la dominanza della città di Milano per tutti e tre gli indici considerati. La cintura, quindi, risulta più simile alla provincia, in quanto sia la ricettività che la densità risultano nettamente inferiori al capoluogo lombardo. 15

17 Territorio nr.abitanti kmq Pop.Media Presenze Arrivi Tasso di turisticità La densità turistica Indice di sfruttamento territoriale Indicatori di turisticità Il tasso di turisticità misura il livello di "affollamento" turistico in un determinato periodo (anno o mese) indicando il numero di turisti presenti ogni 1. abitanti: La densità turistica: è data dal rapporto tra il numero di presenze (il numero delle notti trascorse dai turisti) e la superficie del territorio e indica il numero di turisti per kmq: I d a S Indice di sfruttamento territoriale: ottenuto mediante la somma degli arrivi per kmq e dei residenti per kmq, il tutto diviso per cento. I s a P /1 S Anche per quanto riguarda questo gruppo di indicatori, la città di Milano mostra valori molto più elevati sia rispetto alla provincia in generale, sia rispetto ai comuni di prima fascia. Questi ultimi, in termini di turisticità, densità e sfruttamento territoriale risultano, qiundi, più simili alla provincia. Prima fascia ,7.98, , ,3 67,4 Milano , , , ,56 38 Provincia milano escluso ,4 1.99, , ,5 6,48 Totale provincia , , ,53 58,9 16

18 Bed & Breakfast Altri alloggi privati Totale Campeggi Villaggi turistici Campeggi e villaggi gestiti in forma mista Alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale Alloggi agrituristici e country house Ostelli della gioventù Case per ferie Rifugi alpini Altri esercizi Totale extra alberghiero Alberghi 5 stelle Alberghi 4 stelle Alberghi 3 stelle Alberghi stelle Alberghi 1 stella Residenze turistico alberghiere Totale alberghi Appendice: LE TABELLE COMPLETE. Confronto tra strutture ricettive Tabella 1 STRUTTURE ALBERGHIERE Area Milano Prima fascia Solo provincia Tabella STRUTTURE EXTRA ALBERGHIERE Area Milano Prima fascia 3 5 Solo provincia Tabella 3 ALTRE STRUTTURE Area Milano 9 9 Prima fascia Solo provincia

19 Alberghiero Giorni permanenza Complementare Giorni permanenza Altro Giorni permanenza Totale generale Giorni permanenza Flussi turistici dei viaggiatori italiani Tabella 4 MILANO Regioni di residenza PIEMONTE arr ,86 8,3,33 pres VALLE D'AOSTA arr ,83 1,86,43 pres LOMBARDIA arr ,69 9,47,83 pres VENETO arr ,86 8,89 1,97 pres FRIULI VENEZIA arr GIULIA 1,8 3,65,14 pres LIGURIA arr ,79 5,7 1,87 pres EMILIA ROMAGNA arr ,8 4,3,1 pres TOSCANA arr ,76 5,7 1,89 pres UMBRIA arr ,8 4,35,5 pres MARCHE arr ,89 6,56,59 pres LAZIO arr ,89 6,8,1 pres ABRUZZO arr ,97 1,95,44 pres MOLISE arr ,1 5,5 1,7 pres CAMPANIA arr , 1,97 3, pres PUGLIA arr ,8 1,87,61 pres BASILICATA arr ,3 18,47,5 pres CALABRIA arr ,9 1,65,89 pres SICILIA arr ,17 1,73,3 pres SARDEGNA arr ,6 9,87 3,59 pres ,3 1,83 1,8,1 1,87 1,88 1,88 1,83 1,87 1,99 1,95,,19,4,36,41,4,43,4 BOLZANO arr , , , ,89

20 Regioni di residenza Alberghiero Giorni permanenza Complementare Giorni permanenza Altro Giorni permanenza Totale generale Giorni permanenza pres TRENTO arr ,89 4,63 1,8 pres TOTALE ITALIANI arr ,86 8,37,38 pres TOTALE STRANIERI arr ,16,7,3 pres TOTALE arr ,5 4,41,19 pres ,3 1,99,18,11 Tabella 5 COMUNI DI PRIMA FASCIA PIEMONTE arr ,63 5,98,8 pres ,64 VALLE D'AOSTA arr ,39,,9 pres ,4 LOMBARDIA arr ,5 14,45,31 pres ,53 VENETO arr ,87 5,1,56 pres ,89 FRIULI VENEZIA GIULIA arr ,94 4,76,14 pres ,95 LIGURIA arr ,77 5,9,55 pres ,8 EMILIA ROMAGNA arr ,74 4,6,7 pres ,75 TOSCANA arr ,9 8,98,6 pres ,93 UMBRIA arr ,8 6,5 1,6 pres ,8 MARCHE arr ,,46,79 pres ,3 LAZIO arr ,88 7,99 3,73 pres ,91 ABRUZZO arr ,17 3,6 3,4 pres ,19 MOLISE arr ,1, 4,6 pres ,15 CAMPANIA arr ,8 7,41,97 pres ,1 PUGLIA arr ,8 11,51 3,14 pres ,13 BASILICATA arr ,99,4 3,37 pres , CALABRIA arr 9.499, ,69 174,98 9.7,3 19

21 Regioni di residenza Alberghiero permanenza media Complementare permanenza media Altro permanenza media Totale generale permanenza media pres SICILIA arr ,1 3,9,78 pres SARDEGNA arr ,98 5,,81 pres BOLZANO arr ,78 4,5 3,33 pres TRENTO arr ,61 6,44,33 pres TOTALE ITALIANI arr ,75 11,3,76 pres TOTALE STRANIERI arr ,9,74,95 pres TOTALE arr ,83 1,65,79 pres ,11,17 1,79 1,64 1,78 1,93 1,85 Tabella 6 PROVINCIA DI MILANO PIEMONTE arr ,74 3,78,4 pres VALLE D'AOSTA arr ,31,,74 pres LOMBARDIA arr ,3 1,5,63 pres VENETO arr ,95 6,88,7 pres FRIULI VENEZIA GIULIA arr ,5 4,35,3 pres LIGURIA arr ,81 6,,35 pres EMILIA ROMAGNA arr ,8 4,1,65 pres TOSCANA arr ,96 6,6,3 pres UMBRIA arr , 1,58 1,78 pres MARCHE arr ,9 4,39,8 pres LAZIO arr ,36 8,35 3, pres ABRUZZO arr ,79,79 3,6 pres MOLISE arr ,74 5,5 3,51 pres CAMPANIA arr ,1 1, 3,8 pres ,75,33 1,5 1,99,7 1,85 1,8,,3,11,4,79,75 4,4

22 Paese di provenienza totale alberghi permanenza media totale complimentari permanenza media altro permanenza media totale generale permanenza media PUGLIA arr ,74 8,13 3,1 pres BASILICATA arr ,3,37,96 pres CALABRIA arr ,74 8,33,83 pres SICILIA arr ,46 5,1,94 pres SARDEGNA arr ,36 31,31 3,7 pres BOLZANO arr ,6 3,36 3,67 pres TRENTO arr ,65 4,77,7 pres TOTALE ITALIANI arr ,77 8,58,76 pres TOTALE STRANIERI arr ,91 17,39,89 pres TOTALE arr ,8 9,91,78 pres ,76 3,9,78 3,54,5,8 1,67 1,8 1,93 1,85 Flussi turistici dei viaggiatori stranieri Tabella 7 MILANO FRANCIA arr ,94,39, pres PAESI BASSI arr ,13,41,6 pres GERMANIA arr ,3,1 1,99 pres REGNO UNITO arr ,11,61 1,8 pres IRLANDA arr ,4,31 1,8 pres DANIMARCA arr ,4,41,18 pres GRECIA arr ,38 5,11 1,9 pres ,96,15,4,1,4,4,4 PORTOGALLO arr ,1,44 1,8 pres SPAGNA arr ,96,63 1,73 pres ,11 1,98 1

23 BELGIO arr ,4,51,38 pres LUSSEMBURGO arr ,9 1,83 1,5 pres ISLANDA arr ,68 1,78 1,83 pres NORVEGIA arr ,5,6,8 pres SVEZIA arr ,34,1 1,71 pres FINLANDIA arr ,47,33,61 pres SVIZZERA E LIECHTNSTEIN arr ,67,33 1,94 pres AUSTRIA arr ,1,4 1,89 pres MALTA arr ,43 1,77 1,86 pres TURCHIA arr ,38 4,,9 pres ESTONIA arr ,3,83 1,4 pres LETTONIA arr ,41,6 1,53 pres LITUANIA arr ,7 4,38,37 pres POLONIA arr ,4,5,18 pres REPUBBLICA CECA arr ,3,4 1,81 pres SLOVACCHIA arr ,65 6, 1,55 pres UNGHERIA arr ,3 5,4,6 pres ROMANIA arr ,47 4,58 6,64 pres BULGARIA arr ,5,64,18 pres UCRAINA arr ,5 4,44,9 pres RUSSIA arr ,68 3,73,6 pres SLOVENIA arr ,18 3,37 1,41 pres CROAZIA arr ,38 3,1 1,8 pres ALTRI PAESI EUROPEI arr ,,85 1,38 pres ,6 1,89,64,6,34,47 1,69,13,41,4,3,4,33,4,3,77,39,5,6,53,69,4,39, EGITTO arr ,83 3,1 1,71 pres PAESI DELL'AFRICA MEDITERRANEA arr , ,8 6 3, 18.3,5,83

24 pres ALTRI PAESI DELL'AFRICA arr 17.46, , , pres SUD AFRICA arr ,3 3,6 3,17 pres STATI UNITI D'AMERICA arr ,17,81 1,68 pres CANADA arr ,34,95 1,89 pres MESSICO arr ,19,74 1,69 pres VENEZUELA arr ,48 3,93 1,43 pres BRASILE arr ,6,84 1,64 pres ARGENTINA arr ,1,17 1,96 pres ALTRI PAESI DELL'AMERICA LATINA arr ,5 1.34,55 3 1, pres CIPRO arr ,7 5, 1,67 pres ISRAELE arr ,6 3,34 1,48 pres INDIA arr ,9 7,38 5,98 pres CINA arr ,94,73,16 pres COREA DEL SUD arr ,9 1,8 1,5 pres GIAPPONE arr ,8 3, 1,98 pres ALTRI PAESI DEL MEDIO ORIENTE arr , ,87 6 1, pres ALTRI PAESI DELL'ASIA arr ,17,73,33 pres ALTRI PAESI arr ,16 3,74,64 pres AUSTRALIA arr ,1,1 1,87 pres NUOVA ZELANDA arr ,9,15 1,8 pres TOTALE ITALIANI arr ,86 8,37,38 pres TOTALE STRANIERI arr.65.95, , , pres TOTALE arr ,5 4,41,19 pres ,4,33,18,37,,5,8,1,7,3,9 3,4 1,95 1,9 1,81,81,18,18,1,1 1,99,18,11 3

25 Paese di provenienza Totale alberghi Giorni permanenza Totale extra-alberghiero Giorni permanenza Altro Giorni permanenza Totale generale Giorni permanenza Tabella 8 COMUNI DI PRIMA FASCIA FRANCIA arr ,79 18,67,3 pres PAESI BASSI arr ,79 5,,73 pres GERMANIA arr ,8 8,,78 pres REGNO UNITO arr ,9 1,14 3, pres IRLANDA arr ,9, 1,6 pres DANIMARCA arr ,83, 7,64 pres GRECIA arr ,81 8,67, pres PORTOGALLO arr ,88 5, 1,7 pres SPAGNA arr ,4 6, 3,33 pres BELGIO arr ,59,,18 pres LUSSEMBURGO arr ,54,, pres ISLANDA arr ,87,, pres NORVEGIA arr ,81, 1, pres SVEZIA arr ,3, 1,55 pres FINLANDIA arr ,13, 1,5 pres SVIZZERA E LIECHTNSTEIN arr ,57 1 5, 44, pres AUSTRIA arr ,1 6,5,71 pres MALTA arr ,7,, pres TURCHIA arr ,87, 4, pres ESTONIA arr ,49, 1, pres LETTONIA arr 9 9 1,86,, pres ,8 1,8,9,9,9 1,85 1,8,87,5 1,59 1,54,87 1,81,3,13 1,58, 4,7 1,87,49 1,86 4

26 LITUANIA arr ,,, pres POLONIA arr ,58 6, 3,45 pres REPUBBLICA CECA arr , 8, 3,3 pres SLOVACCHIA arr ,1, 4,5 pres UNGHERIA arr ,64 18,5 1, pres ROMANIA arr ,99 17,75 3,33 pres BULGARIA arr ,54, 3, pres UCRAINA arr ,1 1,33,67 pres RUSSIA arr ,84 7,75,56 pres SLOVENIA arr ,98, 3,75 pres CROAZIA arr ,7, 3,67 pres ALTRI PAESI EUROPEI arr ,77 7, 3,14 pres EGITTO arr ,46, 5,67 pres PAESI DELL'AFRICA MEDITERRANEA arr.698 4,7,,.7 pres ALTRI PAESI DELL'AFRICA arr , ,33 3 3, pres SUD AFRICA arr ,1,, pres STATI UNITI D'AMERICA arr ,6 1,67 3, pres CANADA arr ,9 8, 1,67 pres MESSICO arr ,14,, pres VENEZUELA arr ,15 8, 4, pres BRASILE arr ,3,,38 pres ARGENTINA arr ,13,, pres ALTRI PAESI DELL'AMERICA LATINA arr 4.337,14 8, 8, pres CIPRO arr ,95,, pres ISRAELE arr.6.66,33 1, 3, pres ,,59,1,4,71,6,54,13,86 1,99,8 1,77 4,47 4,6 9,7 3,1,6,93,14 3,16,3,13,14 1,95,33 5

27 Paese di provenienza Totale alberghi permanenza media Totale complimentari permanenza media altro permanenza media Totale generale permanenza media INDIA arr 4.811, ,4 6, ,54 pres CINA arr ,3 4,33 7, pres COREA DEL SUD arr ,37,, pres GIAPPONE arr ,1,, pres ALTRI PAESI DEL MEDIO ORIENTE arr 7.999,5 1 8, 4, 8.4 pres ALTRI PAESI DELL'ASIA arr ,14 3,13 1,67 pres ALTRI PAESI arr ,9 8, 1,1 pres AUSTRALIA arr ,4, 5,6 pres NUOVA ZELANDA arr 9 9 1,94,, pres TOTALE ITALIANI arr ,75 11,3,76 pres TOTALE STRANIERI arr ,9,74,95 pres TOTALE arr ,83 1,65,79 pres ,3 1,37 1,1,5,15,93,44 1,94 1,78 1,93 1,85 Tabella 9 PROVINCIA DI MILANO FRANCIA arr ,77 3,78,6 pres PAESI BASSI arr ,75, 1,73 pres GERMANIA arr ,7 1,5,49 pres REGNO UNITO arr ,1 6,88,98 pres IRLANDA arr , 4,35 1,43 pres DANIMARCA arr ,8 6, 5,85 pres GRECIA arr ,85 4,1 1,7 pres PORTOGALLO arr ,69 6,6 1,73 pres ,78 1,75,7,1, 1,86 1,85,69 6

28 SPAGNA arr ,17 1,58 3,3 pres BELGIO arr ,56 4,39,4 pres LUSSEMBURGO arr ,49 8,35, pres ISLANDA arr ,51,79, pres NORVEGIA arr ,85 5,5 1, pres SVEZIA arr ,5 1, 1,83 pres FINLANDIA arr ,6, 1,33 pres SVIZZERA E LIECHTNSTEIN arr ,53 1 7,5 98 1, pres AUSTRIA arr ,1 6,33, pres MALTA arr ,34, 3, pres TURCHIA arr ,9 4,8 4,89 pres ESTONIA arr ,93, 5,8 pres LETTONIA arr ,75 3, 1,75 pres LITUANIA arr ,55,, pres POLONIA arr ,44 6,54 3,5 pres REPUBBLICA CECA arr ,51 7,8 3,3 pres SLOVACCHIA arr ,5, 3,7 pres UNGHERIA arr ,35 14,36 1, pres ROMANIA arr ,67 7,16 3,13 pres BULGARIA arr ,86,,67 pres UCRAINA arr ,53 11,17 4,8 pres RUSSIA arr ,44 19,17 3,9 pres SLOVENIA arr ,1, 3,75 pres CROAZIA arr ,96 1, 3,18 pres ALTRI PAESI EUROPEI arr ,75 6,6 3,6 pres EGITTO arr.585 3,34, 5 4,.59 3,34,18 1,57 1,49,51 1,85,4,5 1,54,1 3,34 1,93 1,96 1,76 1,55,45,53,6,38 1,79 1,87 1,54,46,1 1,96 1,76

29 PAESI DELL'AFRICA MEDITERRANEA ALTRI PAESI DELL'AFRICA pres arr ,7 1 3, 7, pres arr ,1 4 8,8 1, pres SUD AFRICA arr ,94,,6 pres STATI UNITI D'AMERICA arr ,8 11,5 4, pres CANADA arr ,79 77, 1,59 pres MESSICO arr.98.98,4,, pres VENEZUELA arr ,1 17,33,5 pres BRASILE arr ,9 7,5 3,4 pres ARGENTINA arr , 1,5 4,83 pres ALTRI PAESI DELL'AMERICA LATINA arr ,6 4 11,5 8 5, pres CIPRO arr ,93, 4, pres ISRAELE arr ,3 1, 3,4 pres INDIA arr ,57 11,4 13,6 pres CINA arr ,4 1,43 6,31 pres COREA DEL SUD arr ,43, 3, pres GIAPPONE arr ,17,57 1,33 pres ALTRI PAESI DEL MEDIO ORIENTE arr 9.536,9 1 8, 1 3, pres ALTRI PAESI DELL'ASIA arr ,34 7,5 1,6 pres ALTRI PAESI arr ,35 6,91 5,7 pres AUSTRALIA arr ,4, 4,96 pres NUOVA ZELANDA arr ,83, 3,5 pres TOTALE ITALIANI arr , , , pres TOTALE STRANIERI arr , , , pres TOTALE arr ,8 9,91,78 pres ,8 13,53,93,13,85,4 3,6,1,3 1,6 1,95,3,6 1,4 1,43 1,17,9,35,36,4 1,84 1,8 1,93 1,85 8

30 9

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica RELAZIONE flussi turistici /2012 STL JESOLO ED ERACLEA 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: SETTEMBRE 2013 1. ARRIVI / PRESENZE Nel periodo

Dettagli

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012 Il Turismo 1 Nel 2012 la provincia di Brindisi ha migliorato la propria offerta ricettiva ed ha registrato un incremento degli indicatori quali-quantitativi della ricettività locale (densità degli esercizi

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Capacità ricettiva - da gennaio 2013 a dicembre 2013 - LAGO CERESIO Alberghi 5 stelle e 5 stelle lusso Alberghi 4 stelle Alberghi 3 stelle Alberghi 2 stelle

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Capacità ricettiva - da gennaio 2013 a dicembre 2013 - LAGO DI VARESE con Varese cittã Alberghi 5 stelle e 5 stelle lusso Alberghi 4 stelle Alberghi 3 stelle

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Provincia di Bergamo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO DATI STATISTICI ANNO 2005 Introduzione...pag. 3 1. MOVIMENTI DEI CLIENTI NELLE STRUTTURE RICETTIVE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO, COMPRESO

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 2011 al dicembre 2011 - PARCO TICINO LOMBARDO (13 comuni della prov di Varese) La consistenza è riferita

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2012

Il turismo a Bologna nel 2012 Il turismo a Bologna nel 212 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni e elaborazioni Istat.

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 2016 al dicembre 2016 - LAGO DI VARESE E DINTORNI La consistenza è riferita al mese di dicembre 2016 Alberghi

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 2016 al dicembre 2016 - AREA MALPENSA (comuni vicino all'aeroporto) La consistenza è riferita al mese di

Dettagli

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Le imprese ricettive nel Comune di Livorno Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Origine dei dati di rilevazione Rilevazione censuaria movimentazione clienti strutture

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 014 al dicembre 014 - LAGO CERESIO La consistenza è riferita al mese di dicembre 014 Alberghi 5 stelle e

Dettagli

aa Strutture ricettive

aa Strutture ricettive 6 TURISMO aaa aa Strutture ricettive Tav. 6.01 Strutture ricettive alberghiere per categoria. Serie storica dal 2000 Categorie degli alberghi Anno Attrezzature Totale 5 stelle 4 stelle 3 stelle 2 stelle

Dettagli

6 TURISMO Strutture ricettive

6 TURISMO Strutture ricettive 6 TURISMO aaa 6 TURISMO aa Strutture ricettive aaa Tav. 6.01 Strutture ricettive alberghiere per categoria. Serie storica dal 2002 Categorie degli alberghi Anno Attrezzature 5 stelle 4 stelle 3 stelle

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 2012 al dicembre 2012 - PROVINCIA DI VARESE (tutti i 141 Comuni) La consistenza è riferita al mese di dicembre

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tipo record 6 - Capacità ricettiva - dal gennaio 2012 al dicembre 2012 - LAGO MAGGIORE La consistenza è riferita al mese di dicembre 2012 Bed & Breakfast

Dettagli

REGIONI TOTALE ITALIANI TOTALE GENERALE

REGIONI TOTALE ITALIANI TOTALE GENERALE AZIENDA AUTONOMA U.O.B. -STATISTICA E GESTIONE DEL PORTALE GENNAIO 2005 GENNAIO 2006 DIFFERENZA FEBBRAIO 2005 FEBBRAIO 2006 DIFFERENZA MARZO 2005 MARZO 2006 DIFFERENZA Esercizi 16 Esercizi 19 Esercizi

Dettagli

IAT DARFO BOARIO TERME FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE

IAT DARFO BOARIO TERME FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE ESERCIZI ALBERGHIERI PERIODO I T A L I A N I S T R A N I E R I T O T A L E arrivi presenze arrivi presenze arrivi presenze 213 29.668 112.816 4.581 27.373

Dettagli

IAT EDOLO FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE

IAT EDOLO FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE ESERCIZI ALBERGHIERI PERIODO I T A L I A N I S T R A N I E R I T O T A L E arrivi presenze arrivi presenze arrivi presenze 213 3.75 8.669 1.111 1.597 4.186

Dettagli

TRIESTE TURISTICA I NUMERI DELLA CRESCITA

TRIESTE TURISTICA I NUMERI DELLA CRESCITA COMUNE DI TRIESTE AREA SVILUPPO ECONOMICO E TURISMO DIREZIONE ATTIVITA PROMOZIONE TURISTICA TRIESTE TURISTICA I NUMERI DELLA CRESCITA luglio 2009 Anno ARRIVI DI TURISTI variazione su anno precedente ARRIVI

Dettagli

IAT GARDONE RIVIERA FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE

IAT GARDONE RIVIERA FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE ESERCIZI ALBERGHIERI PERIODO I T A L I A N I S T R A N I E R I T O T A L E arrivi presenze arrivi presenze arrivi presenze 213 12.315 28.567 37.352 16.61

Dettagli

aderente a I dati sono suddivisi tra Città di Milano e Comuni appartenenti alla Città Metropolitana (provincia).

aderente a I dati sono suddivisi tra Città di Milano e Comuni appartenenti alla Città Metropolitana (provincia). aderente a Albergatori Città Metropolitana di Milano CITTA METROPOLITANA MILANO LORO INDIRIZZI Milano, 13/09/16 Dati ufficiali - movimenti e flussi anno 2015 Milano e Città Metropolitana Caro Albergatore,

Dettagli

IAT SIRMIONE FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE

IAT SIRMIONE FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE FLUSSO TURISTICO DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE ESERCIZI ALBERGHIERI PERIODO I T A L I A N I S T R A N I E R I T O T A L E arrivi presenze arrivi presenze arrivi presenze 213 9.993 226.892 136.283 465.751

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 RELAZIONE E ANALISI 1 Progetto e redazione della pubblicazione a cura dell Ufficio Studi e Programmazione per lo

Dettagli

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Flussi Turistici di Milano e Provincia 2013 in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità

Dettagli

Capitolo 8. Turismo Comune di Lecce - Ufficio Statistica di Lecce - Ufficio Statistica 127

Capitolo 8. Turismo Comune di Lecce - Ufficio Statistica di Lecce - Ufficio Statistica 127 Capitolo 8. Turismo Comune di Lecce - Ufficio Statistica 127 8. Turismo L'analisi delle strutture ricettive e del loro utilizzo evidenzia che nel 2008 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi

Dettagli

INDICE. - Sintesi - Grafici

INDICE. - Sintesi - Grafici Statistica INDICE - Sintesi - Grafici Tav. 1 - Strutture ricettive e posti letto al 31.12.2013. Comune di Pordenone Tav. 2 - Arrivi e presenze negli esercizi alberghieri e complementari. 2008-2013 Tav.

Dettagli

Sintesi statistiche sul turismo

Sintesi statistiche sul turismo Sintesi statistiche sul turismo Estratto di Sardegna in cifre 2014 Sommario Le fonti dei dati e degli indicatori... 3 Capacità degli esercizi ricettivi... 3 Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi...

Dettagli

La stagione turistica estiva 2013*

La stagione turistica estiva 2013* Novembre 2013 La stagione turistica estiva 2013* Il Servizio Statistica presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle turistiche della stagione estiva (1) 2013 sulla base delle informazioni trasmesse

Dettagli

Primo rapporto sul Turismo a Messina

Primo rapporto sul Turismo a Messina 2013 Primo rapporto sul Turismo a Messina A cura dell Ufficio Statistica Dipartimento servizi al cittadino Comune di Messina UFFICIO STATISTICA COMUNE DI MESSINA Palazzo Weigert Via Consolato del Mare

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PORDENONE - ANNO 2015

MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PORDENONE - ANNO 2015 MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PORDENONE - ANNO 2015 TIPO DI ESERCIZIO NAZIONALITA' ARRIVI % PRESENZE % PERMANENZA ITALIANI 92.577 63,8% 224.445 59,4% 2,4 ALBERGHIERO * STRANIERI 52.537 36,2% 153.186

Dettagli

Il turismo in Veneto nel 2015

Il turismo in Veneto nel 2015 Federico Caner Assessore all'attuazione del programma, rapporti con Consiglio regionale, programmazione fondi UE, turismo, commercio estero Palazzo Balbi Venezia, 18 febbraio 216 I numeri del turismo Veneto

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

SIRED Movimento turistico e consistenza Sardegna Gennaio Dicembre 2015 su 2014

SIRED Movimento turistico e consistenza Sardegna Gennaio Dicembre 2015 su 2014 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORADU DE SU TURISMU, ARTESANIA E CUMMÈRTZIU ASSESSORATO DEL TURISMO, ARTIGIANATO E COMMERCIO SIRED

Dettagli

STATO. Fonte ed elaborazioni: Provincia di Pistoia.

STATO. Fonte ed elaborazioni: Provincia di Pistoia. PROVINCIA DI PISTOIA. ARRIVI E PRESENZE TURISTICHE PER STATO DI PROVENIENZA AL 2 TRIMESTRE E. Valori assoluti, variazioni % e permanenza media (in giorni). STATO ARRIVI PRESENZE Permanenza media Francia

Dettagli

SIRED Movimento turistico e consistenza Sardegna Gennaio-Dicembre 2016 su 2015

SIRED Movimento turistico e consistenza Sardegna Gennaio-Dicembre 2016 su 2015 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORADU DE SU TURISMU, ARTESANIA E CUMMÈRTZIU ASSESSORATO DEL TURISMO, ARTIGIANATO E COMMERCIO SIRED

Dettagli

REGIONE UMBRIA. Direzione Regionale Sviluppo economico e Attività produttive, Istruzione, Formazione e Lavoro SERVIZIO TURISMO - STATISTICA ***

REGIONE UMBRIA. Direzione Regionale Sviluppo economico e Attività produttive, Istruzione, Formazione e Lavoro SERVIZIO TURISMO - STATISTICA *** REGIONE UMBRIA *** MOVIMENTO TURISTICO COMPRENSORIALE ANNO 2008 ALBERGHIERI EXTRALBERGHIERI GENERALE COMPRENSORI Italiani Stranieri Totale Italiani Stranieri Totale Italiani Stranieri Totale Arrivi Presenze

Dettagli

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI COMUNICATO STAMPA BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI Secondo uno studio dell'associazione Bibionese Albergatori, nella stagione 2012 Bibione ha ospitato più di 770.000 turisti. Prenotazioni

Dettagli

Tabella 1.1 Evoluzione arrivi e presenze degli stranieri in Puglia. Anni 2009-2010-2011. Arrivi Presenze Arrivi Presenze 2009 417.063 1.626.

Tabella 1.1 Evoluzione arrivi e presenze degli stranieri in Puglia. Anni 2009-2010-2011. Arrivi Presenze Arrivi Presenze 2009 417.063 1.626. Il turismo internazionale in Puglia Nel 2011 la Puglia ha registrato più di 540mila arrivi dall estero e 2,1milioni di presenze. Dal 2009 al 2011 l incoming dall estero è cresciuto di 2,8 punti percentuali

Dettagli

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DEL COMELICO SAPPADA: ANNI

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DEL COMELICO SAPPADA: ANNI I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DEL COMELICO SAPPADA: ANNI 2005-2015 Premessa In queste pagine viene presentato l'approfondimento per comprensorio turistico della precedente

Dettagli

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DI CADORE AURONZO MISURINA: ANNI

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DI CADORE AURONZO MISURINA: ANNI I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DI CADORE AURONZO MISURINA: ANNI 2005-2015 Premessa In queste pagine viene presentato l'approfondimento per comprensorio turistico della

Dettagli

Il turismo nella Provincia di Forlì-Cesena - Anno 2014

Il turismo nella Provincia di Forlì-Cesena - Anno 2014 Il turismo nella Provincia di Forlì-Cesena - Anno 2014 Assessorato al Turismo della Provincia di Forlì-Cesena CAPACITÀ RICETTIVA 2014 Complessivamente 2.807 strutture ricettive con un offerta di 70.458

Dettagli

Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011

Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011 Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011 MOVIMENTI TURISTICI Dati per province Periodo di riferimento Gennaio Agosto 2011 Arrivi: 522.704 Presenze: 3.364.619 Arrivi: 598.394 Presenze: 3.049.349

Dettagli

Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno

Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità ricettiva

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE PER IL TURISMO VALLE SABBIA E LAGO D'IDRO FLUSSO TURISTICO ANNO 2005 DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE

AGENZIA TERRITORIALE PER IL TURISMO VALLE SABBIA E LAGO D'IDRO FLUSSO TURISTICO ANNO 2005 DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE AGENZIA TERRITORIALE PER IL TURISMO VALLE SABBIA E LAGO D'IDRO FLUSSO TURISTICO ANNO 25 DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE ESERCIZI ALBERGHIERI PERIODO I T A L I A N I S T R A N I E R I T O T A L E arrivi

Dettagli

IL PROFILO DEL TURISTA

IL PROFILO DEL TURISTA IL PROFILO DEL TURISTA ARRIVI E PRESENZE IN PIEMONTE I dati sui flussi turistici sono elaborati annualmente turistici sono annualmente dall'osservatorio Turistico Regionale mediante quanto dichiarato da

Dettagli

Movimentazione Turistica - Statistica per Tipologie e Provenienze

Movimentazione Turistica - Statistica per Tipologie e Provenienze Stat.Tipologia - 2012 Alberghi 5 st Alberghi 4 st Alberghi 3 st CodiceIstat Descrizione Arr ALB5 Pre ALB5 n.strut Arr ALB4 Pre ALB4 n.strut Arr ALB3 1 FRANCIA 1349 4462 81 18789 39293 479 29957 2 BELGIO

Dettagli

Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007

Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007 Statistiche in breve 29 giugno 2007 Turismo a cura di Roberta Savorelli e Manuela Genetti Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007 Il Servizio Statistica presenta i dati definitivi relativi agli

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DI CORTINA D'AMPEZZO: ANNI

I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DI CORTINA D'AMPEZZO: ANNI Premessa I FLUSSI TURISTICI DELL' ALBERGHIERO NEL COMPRENSORIO TURISTICO DI CORTINA D'AMPEZZO: ANNI 2005-2015 In queste pagine viene presentato l'approfondimento per comprensorio turistico della precedente

Dettagli

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale struttura. Il confronto dei dati dell Istat con le stime della Banca d Italia sembra evidenziare la presenza di altri fenomeni, oltre quello misurato dalle presenze straniere nelle strutture ricettive.

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica. RELAZIONE flussi turistici gennaio-dicembre 2013/2012 STL VENEZIA

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica. RELAZIONE flussi turistici gennaio-dicembre 2013/2012 STL VENEZIA RELAZIONE flussi turistici gennaio-dicembre 2013/2012 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 1. ARRIVI / PRESENZE Il flusso turistico nell anno 2013,

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica RELAZIONE flussi turistici /2012 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: SETTEMBRE 2013 1 ARRIVI / PRESENZE Rispetto all anno precedente il

Dettagli

ALLEGATO C. Tracciati record

ALLEGATO C. Tracciati record ALLEGATO C Tracciati record ALLEGATO C TRACCIATI RECORD MODELLI RT - ANNO 2005 E SEGUENTI Tracciato record ricettività e movimentazione individuale: Modello RT/ESERCIZI (da Province a Regione Toscana)

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia

A.P.T. della Provincia di Venezia RELAZIONE: flussi turistici di Gennaio-Dicembre 2012 STL BIBIONE ARRIVI / PRESENZE: il flusso turistico di, registra un aumento negli arrivi ed una diminuzione nelle presenze: ARRIVI (+3,85%), PRESENZE

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli

TAV.12.7-ESERCIZI ALBERGHIERI: LETTI CAMERE E BAGNI IN CAMPANIA, PER PROVINCIA- ANNO 1997

TAV.12.7-ESERCIZI ALBERGHIERI: LETTI CAMERE E BAGNI IN CAMPANIA, PER PROVINCIA- ANNO 1997 TAV.12.7-ESERCIZI ALBERGHIERI: LETTI CAMERE E BAGNI IN CAMPANIA, PER PROVINCIA- ANNO 1997 ANNI PROVINCE ESERCIZI LETTI CAMERE BAGNI LETTI PER ESERCIZIO BAGNI OGNI 100 CAMERE ANNO 19901.498 84.339 45.58041.902

Dettagli

FLUSSI TURISTICI approfondimento 2009

FLUSSI TURISTICI approfondimento 2009 FLUSSI TURISTICI approfondimento 2009 Flussi Turistici 2009: confronto Milano e Rilevazione movimento clienti per tipologia di struttura ricettiva di Milano città e Milano città 2009 ARRIVI PRESENZE ARRIVI

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia

A.P.T. della Provincia di Venezia RELAZIONE: flussi turistici periodo Gennaio Luglio 2012 S.T.L. CAVALLINO-TREPORTI ARRIVI / PRESENZE : il flusso turistico a metà stagione estiva del 2012 registra un calo degli arrivi (4096 turisti in

Dettagli

Cultura e Tempo Libero

Cultura e Tempo Libero Cultura e Tempo Libero Corso in Statistica Sociale Anno Accademico 2012-13 Anna Freni Sterrantino Sommario Definizione e introduzione Le indagini multiscopo Spesa in attività culturali Confronti con i

Dettagli

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune

Tracciato record modello Istat MOV/C per Comune Tracciato rcord modllo Istat MOV/C pr Comun Tipo rcord 6 - Capacità ricttiva - dal gnnaio 216 al dicmbr 216 - VARESE (capoluogo) La consistnza è rifrita al ms di dicmbr 216 Albrghi 5 stll 5 stll lusso

Dettagli

Flussi Turistici in provincia di Massa-Carrara. periodo gennaio agosto 2013

Flussi Turistici in provincia di Massa-Carrara. periodo gennaio agosto 2013 Flussi Turistici in provincia di Massa-Carrara periodo gennaio agosto 2013 La rilevazione statistica del movimento turistico Secondo il programma statistico nazionale approvato con DPCM, titolare della

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica. RELAZIONE flussi turistici gennaio-luglio 2013/2012 STL VENEZIA

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica. RELAZIONE flussi turistici gennaio-luglio 2013/2012 STL VENEZIA RELAZIONE flussi turistici gennaio-luglio 2013/2012 STL VENEZIA 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: LUGLIO 2013 1. ARRIVI / PRESENZE Il

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica RELAZIONE flussi turistici gennaio-luglio 2013/2012 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: LUGLIO 2013 1 ARRIVI / PRESENZE Il flusso turistico

Dettagli

La fedeltà nella scelta della destinazione turistica

La fedeltà nella scelta della destinazione turistica 1 La fedeltà nella scelta della destinazione turistica L Italia ed il turismo internazionale Venezia 15 Dicembre 2009 PAOLO SERGARDI Contesto 2 Ad Aprile 2008 è stata inserita una nuova domanda nel questionario

Dettagli

1. QUOTA DI ARRIVI / PRESENZE VENEZIA CENTRO STORICO. 3. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero

1. QUOTA DI ARRIVI / PRESENZE VENEZIA CENTRO STORICO. 3. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero Movimentazione turistica Periodo GENNAIO-DICEMBRE 2013/2012 Argomenti: 1. QUOTA DI ARRIVI / PRESENZE 2. ARRIVI / PRESENZE 3. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 4. PROVENIENZE 5. Nota riassuntiva

Dettagli

Note metodologiche Per maggiori informazioni:

Note metodologiche Per maggiori informazioni: Note metodologiche La rilevazione Istat sul Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi (codice IST-00139) è un indagine censuaria mensile che produce dati sui flussi degli italiani e degli stranieri

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA

PROVINCIA DI RAVENNA Servizio Turismo Rapporto mensile Movimento turistico Gennaio 2015 Servizio Turismo - Via della Lirica, 21-48124 Ravenna Tel. 0544 25.85.05 Fax 25.85.02 a retro copertina Riepilogo arrivi mensili - Gennaio

Dettagli

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali Il capitale territoriale: una leva per lo sviluppo? Bologna, 17 aprile 2012 Il ruolo delle infrastrutture nei processi di

Dettagli

Dati statistici del turismo in Piemonte. Anno 2007

Dati statistici del turismo in Piemonte. Anno 2007 Dati statistici del turismo in Piemonte Anno 27 Edizione 28 Indice Nota di redazione Quadro generale Regione Piemonte 1 Trend e posizionamento 3 Quadro generale delle ATL piemontesi 11 ATL Turismo Torino

Dettagli

Note metodologiche Per maggiori informazioni:

Note metodologiche Per maggiori informazioni: Note metodologiche La rilevazione Istat sul Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi (codice IST-00139) è un indagine censuaria mensile che produce dati sui flussi degli italiani e degli stranieri

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica. RELAZIONE flussi turistici gennaio-giugno 2013/2012 STL VENEZIA

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica. RELAZIONE flussi turistici gennaio-giugno 2013/2012 STL VENEZIA RELAZIONE flussi turistici gennaio-giugno 2013/2012 STL VENEZIA 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: GIUGNO 2013 1. ARRIVI / PRESENZE Il

Dettagli

Note metodologiche Avvertenze Per maggiori informazioni:

Note metodologiche Avvertenze Per maggiori informazioni: Note metodologiche La rilevazione Istat sul Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi (codice IST-00139) è un indagine censuaria mensile che produce dati sui flussi degli italiani e degli stranieri

Dettagli

CONSISTENZA ALBERGHIERA PERCENTUALE PER PROVINCIA ANNO

CONSISTENZA ALBERGHIERA PERCENTUALE PER PROVINCIA ANNO 15 TURISMO CONSISTENZA ALBERGHIERA PERCENTUALE PER PROVINCIA ANNO 2003 11,7% 21,3% 21,7% 45,3% DISTRIBUZIONE PERCENTUALE PPRESENZE NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI ANNO 2003 8,4% 23,2% 23,9% 44,4% 15.1 15.2

Dettagli

Rapporto flussi turistici Anni dal 2010

Rapporto flussi turistici Anni dal 2010 Rapporto flussi turistici Anni dal 2010 2010 al 2014 Elaborazione a cura dell Ufficio del Turismo della Provincia di Novara turismo.statistica@provincia.novara.it 1 CAPACITA RICETTIVA Qualifica Stelle

Dettagli

L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale

L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale Comunità di Sant Egidio Anziani nel Mondo, Europa e Italia Le regioni europee in cui si vive più a lungo L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale Secondo le Nazioni Unite nel 2010 la popolazione

Dettagli

Pendolari in Lombardia

Pendolari in Lombardia NOTIZIESTATISTICHE Statistica e Osservatori Anno 8 Numero 7 Aprile 2004 Pendolari in Lombardia Censimento 2001 In occasione del 14 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni, oltre alle informazioni

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

foto di Luciano Leonotti Statistiche del Turismo

foto di Luciano Leonotti Statistiche del Turismo foto di Luciano Leonotti Statistiche del Turismo Provincia di Bologna - anno 2012 Indice Premessa pag. 3 La consistenza ricettiva al 31-12-2012 pag. 6 L andamento turistico nel 2012 pag. 7 Movimento dei

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

Il peso del turismo nell economia Toscana

Il peso del turismo nell economia Toscana Turismo & Toscana Il turismo in Toscana: un modello export led alla prova della crisi Enrico Conti Firenze, 13 giugno 2014 Il peso del turismo nell economia Toscana Nel 2013 oltre 43 milioni di presenze

Dettagli

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013 Il movimento turistico in provincia di Pistoia anno 2013 Francesco Spinetti Lucia Capecchi Provincia di Pistoia Servizio Sviluppo Economico e Statistica Pistoia 20.5.2014 il notiziario sul turismo Il notiziario

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO NEL 2014 OFFERTA E DOMANDA

MOVIMENTO TURISTICO NEL 2014 OFFERTA E DOMANDA 14 dicembre 2015 MOVIMENTO TURISTICO NEL 2014 OFFERTA E DOMANDA Nel quadro del progetto di maggiore integrazione nella produzione e comunicazione delle informazioni statistiche, per la prima volta l Istat

Dettagli

Capitolo 8 Turismo 8. TURISMO

Capitolo 8 Turismo 8. TURISMO 8. TURISMO Il 2008 ha visto un considerevole aumento di turisti nella nostra provincia: gli arrivi (persone che hanno pernottato per almeno una notte in una struttura ricettiva) sono risultati 75.880 (+2,8%

Dettagli

Capitolo 8 Turismo 8. TURISMO

Capitolo 8 Turismo 8. TURISMO 8. TURISMO L analisi dell ultimo decennio relativa al turismo biellese evidenzia una crescita quasi costante nel tempo portando le presenze di turisti sul territorio a crescere del 18% con un massimo storico

Dettagli

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2002 al 2011.

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2002 al 2011. Area Turismo I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 22 al 211. Glossario: Arrivi: il numero di clienti, italiani e stranieri, ospitati

Dettagli

PANORAMA TURISMO. Analisi e Tendenze della Riviera Adriatica dell Emilia Romagna

PANORAMA TURISMO. Analisi e Tendenze della Riviera Adriatica dell Emilia Romagna PANORAMA TURISMO Analisi e Tendenze della Riviera Adriatica dell Emilia Romagna PREMESSA 1. L analisi è stata condotta facendo riferimento ai dati MOVC dei singoli Comuni o territori balneari della Riviera

Dettagli

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.)

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) dott.ssa Cinzia Bricca Direttore Centrale Accertamenti e Controlli Agenzia delle Dogane Milano 25 marzo

Dettagli

IL TURISMO IN CAMPANIA - ANNO 2008. a cura di CINZIA BRUNO

IL TURISMO IN CAMPANIA - ANNO 2008. a cura di CINZIA BRUNO GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA AREA GENERALE DI COORDINAMENTO RICERCA SCIENTIFICA, STATISTICA, SISTEMI INFORMATIVI ED INFORMATICA SETTORE ANALISI, PROGETTAZIONE E GESTIONE SISTEMI INFORMATIVI SERVIZIO

Dettagli

Università degli Studi di Palermo ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI NELLA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA DI TAORMINA: LA STAGIONALITA

Università degli Studi di Palermo ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI NELLA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA DI TAORMINA: LA STAGIONALITA Università degli Studi di Palermo Corso di Laurea in Economia e Gestione dei Servizi Turistici ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI NELLA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA DI TAORMINA: LA STAGIONALITA Tesi di laurea di:

Dettagli

Nel 2012, l Istat rileva 33.728 esercizi alberghieri

Nel 2012, l Istat rileva 33.728 esercizi alberghieri 19 TURISMO Nel 2012, l Istat rileva 33.728 esercizi alberghieri (-0,6 per cento rispetto al 2011) e 123.500 esercizi extra-alberghieri (+3,1 per cento). Il flusso dei clienti nel 2013 (dati provvisori)

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 19 febbraio 2007 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno 2006 L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel 2006. Le informazioni provengono

Dettagli

Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione. Primi risultati di PISA 2009

Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione. Primi risultati di PISA 2009 Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione Primi risultati di PISA 2009 Dicembre 2010 Questo fascicolo contiene una prima presentazione dei risultati di PISA

Dettagli

ART CITIES EXCHANGE: CHE COS è

ART CITIES EXCHANGE: CHE COS è ART CITIES EXCHANGE: CHE COS è Art Cities Exchange è il workshop leader per la promozione del turismo artistico-culturale italiano e del Mediterraneo. Un evento che sviluppa i tradizionali siti turistici,

Dettagli

8 - TURISMO. Capitolo 8 - Turismo

8 - TURISMO. Capitolo 8 - Turismo 8 - TURISMO Nel corso del 2007 le presenze turistiche sul nostro territorio si sono ridotte del 4,9% rispetto al 2006, portandosi a quota 219.504. Questo trend negativo si può in parte spiegare osservando

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 18 febbraio 2009 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel. Le informazioni provengono dall

Dettagli