La Qualità nella Net Economy

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Qualità nella Net Economy"

Transcript

1 1 La Net Economy La Qualità nella Net Economy Ing. Ioanis Tsiouras 1 (Rivista gli Speciali di Qualità, Gennaio 2001) Negli ultimi anni il mercato è cambiato radicalmente grazie a internet. Le imprese, il business delle quali è nato sotto il segno di internet, hanno dato origine alla cosiddetta net economy, quindi alla new economy 2. La net economy è identificata come il settore economico industriale costituito dai fornitori di tecnologie e infrastrutture d informatica e di telecomunicazione (Information and Comunication Technology - ICT), dai fornitori di contenuti e servizi di comunicazione, le net-company il cui il business è rappresentato da attività basate su internet e dalle imprese utenti che svolgono attività ICT. Le imprese della net economy, con i loro sistemi elettronici, devono impostare la loro strategia sull e-business. La net economy, oggi, costituisce il secondo settore in termini di occupazione, con una quota del 5,5% degli occupati sul totale della popolazione occupata in Italia 3. La velocità dell evoluzione della tecnologia, in questo settore, ha avuto un immediato impatto sulle competenze richieste e una sentita mancanza degli operatori tecnici qualificati (skill shortage) 4, (analisti di business, analisti, sviluppatori e tecnici d esercizio) che ha creato una crescente asimmetria fra mercato della domanda e mercato dell offerta. Questo evento ha spinto le aziende utilizzatrici ad affidarsi completamente alle competenze dei fornitori ICT. Sfortunatamente, questa mancanza di competenze è stata riscontrata anche nelle strutture dei fornitori. I fattori per assicurare una crescita efficiente e di qualità sono la progettazione e realizzazione di sistemi all altezza delle esigenze del mercato e la crescita culturale e tecnologica sia degli operatori dei fornitori sia quelli delle imprese utilizzatrici dei sistemi. La Net Economy richiede formazione tanto nella pubblica amministrazione quanto nelle imprese private, semplificazione e flessibilità dei processi, ma soprattutto condizioni che permettono a un impresa di nascere e prosperare e nell acquisire i mezzi e la capacità per reinventarsi e per reinventare il proprio business. 1 Dott. Ing. Ioanis Tsiouras, Managing Director - TS Consulting S.r.l., Ispirazion & Results, Consultancy for Business Excellence in ICT Age - Via Campagnoli 4, Novara. 2 In realità non esistono due economie. Non esiste una new economy contrapposta alla old economy. L economia è una e si basa sempre sugli stessi principi e fondamenta. Quello che cambia è il mercato e le leve per fare business. 3 E. Bevilacqua, Net Economy: spazi di nuovo lavoro, ZeroUno, 224, Settembre G. Capitani, Skill shortage: qualcosa si muove, ZeroUno, 224, Settembre 2000 Pagina 1 di 1

2 I fornitori ICT sia delle tecnologie sia dei contenuti dei processi e dei servizi hanno il dovere di adottare metodologie e approcci strutturati per rendere la tecnologia, l infrastruttura e i processi coerenti con le esigenze del business. 2 Presente e futuro dell e-business La e-business include tutti i processi di business, sia quelli verso il mercato (e-commerce) sia quelli interni, quali lo sviluppo del prodotto e la produzione, ma come anche le strategie di sviluppo, amministrazione, finanza e controllo, la parte finanziaria, la gestione e amministrazione delle risorse umane, la gestione dell informazione e della conoscenza, la gestione dell inventario, ecc La strategia di e- business è molto complessa perché focalizza il miglioramento dell efficacia e dell efficienza dei processi attraverso l innovazione, utilizzando la tecnologia digitale, e richiedono una integrazione olistica con ERP, CRM, SCM ed e-commerce. L introduzione dell e-business richiede una rivalutazione totale dei processi di business dal punto di vista della creazione di una rete digitale che supporta i bisogni del business. La disponibilità delle applicazioni in rete permette lo sviluppo di un altra direttrice strategica, ossia l outsourcing applicativo. Si tratta di un servizio a valore aggiunto, in quanto non è necessario installare applicazioni complesse in gradi centri elettronici, ma sarà il fornitore del servizio, gli Asp (Application Service Provider) o il produttore delle applicazioni a mettere a disposizione le applicazioni su domanda direttamente via rete, sviluppando comunità virtuali costituite da soggetti economici diversi con interessi comuni e finalità di business complementari 5. La globalizzazione dei mercati spinge, attraverso i fattori propulsivi economici, lo sviluppo del sistema integrato. Le applicazioni principali della nuova economia diventano l ERP, il SCM e CRM su cui si punta principalmente per migliorare la customer care, per capire meglio le necessità dei clienti e per trarre il massimo profitto dai mercati esistenti. La comunità virtuale e la web economy, avendo la necessità di integrare diverse strutture aziendali (quella dell utente con quelle degli altri membri della comunità), si baserà sempre di più sull ambiente informativo totalmente web-based che permette la realizzazione completa e senza nessuna limitazione di un architettura che è quella del portale. L Enterprise Portal sarà il punto di accesso univoco ai sistemi decisionali aziendali. Questo sarà creato sopra un livello di base costituito dall Enterprise Data Warehouse, e tra questi, come collegamento logico, una serie di Data-Smart specializzati e, come punta di diamante, avranno l Executive Balanced Scorecard 6. 5 ZeroUno, Verso una nuova competizione a cura di Luciano Barelli, Supplemento al n 219 di ZeroUno, Aprile 2000, Mondatori Informatica 6 ZeroUno, Verso una nuova competizione a cura di Luciano Barelli, Supplemento al n 219 di ZeroUno, Aprile 2000, Mondatori Informatica. Pagina 2 di 2

3 Coerentemente con il proprio mercato ogni azienda svilupperà il proprio portale che si estenderà al Corporate Portal e al Community Portal per servire la propria comunità virtuale. Un portale dinamico destinato a servire la comunità virtuale e il mercato avrà l infrastruttura di un Virtual Network e consentirà di mettere in atto meccanismi che misurano l efficienza e la fidelizzazione dei clienti e della comunità. Secondo gli osservatori del settore in futuro non basterà velocizzare solo le transazioni economiche sulla rete, ma bisognerà porsi seriamente il problema di far arrivare in fretta i prodotti alla sede dell acquirente. Logistica e commercio elettronico sono strettamente legati. I servizi di logistica assumono un ruolo sempre più centrale e diventano fattori abilitanti nello sviluppo dell e-business. I modelli della logistica stanno cambiando in funzione delle esigenze della domanda: maggiore flessibilità, riduzione e gestione ottimale del time-to-market dell intera catena del valore, nonché possibilità di disporre via Web di maggiori informazioni utili allo scopo di aumentare la capacità di scelta e di comparazione tra i diversi servizi di logistica offerti. Quello della logistica sarà uno degli anelli principali della catena per lo sviluppo della new economy, sia nel B2B sia nel B2C. In questo contesto la diffusione impetuosa dei vari e- marketplace, non potrà prescindere da una presenza fortemente integrata dei fornitori di logistica, che dovranno saper servire un mercato che si aspetta, nella consegna fisica dei beni, la stessa velocità di rapporto a cui si sta abituando dall utilizzo esteso del Web 7. I fornitori si renderanno conto di essere riusciti a realizzare un ottimo sistema CRM, nell ambito della propria comunità virtuale, quando le transazioni economiche digitali possono circolare sul proprio Virtual Network con la stessa rapidità e naturalezza del pensiero nella mente umana 8 e quando la rete logistica si basa su reti efficienti e flessibili di trasporti capaci ad annullare le distanze e caratterizzati da una forte capacità di personalizzazione del servizio di trasporto alle esigenze dell utente e del tipo di merce. A vincere questa sfida contribuirà soprattutto la crescita delle società dot.com e l internet mobile, ma soprattutto lo sviluppo dei terminali portatili della telefonia mobile che renderanno possibile la navigazione su internet e saranno necessari per l ottimizzazione della comunicazione relativa all acquisto e all evasione dell ordine e della tracciabilità della merce lungo il percorso della rete logistica per la consegna verso l utente finale, assicurata dalle informazioni che arrivano in tempo reale sullo stato, sull ubicazione e sul livello di consegna. Le informazioni accessibili dai portali aziendali saranno disponibili in tempo reale ai manager (per il decision-making), attraverso i dispositivi palmari con la tecnologia Wap (wireless application protocol), Gprs (General packet radio service) che rende possibile la navigazione su internet, UMPTS (3-G), applicazioni Bluetooth e la creazione dell Enterprise Information Portal (EIP). 7 Stefano Uberti Foppa, La nuova logistica, Editoriale ZeroUno, Settembre 2000, n B. Gates, velocità del pensiero, Mondatori, Milano, 1999 Pagina 3 di 3

4 3 I fattori critici di successo nella net economy Secondo la concezione del business e con la prospettiva di fidelizzare il cliente e aumentare le quote di mercato, un organizzazione che opera nella net economy, per prosperare a lungo termine, dovrebbe costruire il proprio intento strategico (vision, mission, valori e principi) e la business strategy, assicurare la convergenza delle politiche verso la vision e creare l architettura strategica del sistema di gestione e le strategie chiave per raggiungere la propria mission e vision 9. Esistono diversi modelli che trattano l intento strategico e la business strategy. Si potrebbe citare, a titolo di esempio, il modello EFQM, il modello Malcolm Baldridge, il libro di G. Hamel e C.K. Prahalad 10, di Tito Conti 11 ed altri ancora. È convinzione diffusa che la strategia di business deve basarsi su un infrastruttura e su un modello architetturale mentale, che dovrebbe essere adeguato alle esigenze del mercato e a quelle del business stesso. Il modello dell architettura strategica 12 per la pianificazione e per la gestione dell organizzazione quale realtà sistemica, può essere strutturato, secondo Anthony 13, a partire dall intento strategico, su tre livelli. La rappresentazione del modello è una piramide, in cui i tre livelli del sistema di gestione sono ordinati gerarchicamente come si presenta nella figura 1. Il modello dinamico del sistema di governo è concepito come una serie di cicli di pianificazione e di controllo strutturato sui tre livelli. Per ogni livello si definiscono gli obiettivi da soddisfare (allineati tra di loro e coerenti con la visione e la missione), ponendo in essere una successione di azioni di misura dei risultati confrontati con gli obiettivi stabiliti. In caso di scostamenti si decidono gli interventi correttivi successivi, al fine di migliorare la convergenza degli esiti verso i risultati attesi. Ciascun livello decisionale ha un proprio specifico profilo informativo che si distingue per grado di dettaglio, volume, frequenza di elaborazione e fonte delle informazioni utilizzate I. Tsiouras, Impresa e conoscenza: analisi di un sistema, ZeroUno, Febbraio 2001, N G. Hamel e C.K. Prahalad, Alla conquista del futuro, Il Sole 24 Ore, Milano, Conti, T., Autodiagnosi Organizzativa, Sperling & Kupfer Editori, Milano, 1997 e Come costruire la qualità totale, Sperling & Kupfer Editori, Milano, I. Tsiouras, Verso le Vision Le soluzioni informatiche al servizio della nuova qualità, Rivista Gli Speciali di Qualità - Dossier: Informatica & Qualità, N 4 Maggio G. Bracchi, G. Motta Processi Aziendali e sistemi informativi, FrancoAngeli, Milano, C. Marshall, Enterprise Modelling with UML, Addson Wesley, 2000 Pagina 4 di 4

5 Intento Strategico Pianificazion e e controllo Strategico Pianificazione e Controllo Direzionale Pianificazio ne e Controllo Operativo Fig. 1 L architettura strategica del sistema di gestione 4 I bisogni di business devono guidare le soluzioni ICT 15 La complessità che si riscontra nella gestione dell informazione a supporto del business porta all utilizzo spinto delle tecnologie ICT e, in modo particolare, degli strumenti di business intelligence. Ogni impresa, dopo aver analizzato la propria area di business e aver definito e progettato la catena del valore, dovrebbe definire il proprio modello architetturale del sistema di gestione e disegnare l architettura integrata del proprio sistema informativo di gestione. L infrastruttura informativa e i livelli di controllo dovrebbero essere strutturati, seguendo l architettura strategica del sistema di gestione precedentemente definito, secondo i seguenti tre livelli: transazioni giornaliere, controllo direzionale e operativo, pianificazione strategica e gestione dell impresa. Il problema oggi non è informatizzare, ma utilizzare e integrare le nuove tecnologie a supporto della visione e della missione dell impresa. Occorre rendere le tecniche informatiche la chiave efficiente per il successo dell organizzazione. L alta accelerazione del cambiamento rende le imprese incapaci di adottare e di applicare queste tecnologie in modo appropriato. Per affrontare le nuove sfide in modo semplice, ci vorrebbe una nuova impostazione nel modo di pensare e occorre pertanto capire che questi sistemi devono essere guidati dai bisogni dell impresa e non dalla tecnologia. Tecniche informatiche e di comunicazione disponibili nella maggior parte delle imprese, permettono l innovazione, ma queste possono essere utilizzate anche per la modellazione del business. La progettazione e la realizzazione di questi sistemi non sono banali e quando i sistemi sono usati senza una propria 15 I. Tsiouras, I fattori sistemici tra il business, l innovazione e l apprendimento, Editoriale ZeroUno (in pubblicazione). Pagina 5 di 5

6 infrastruttura e un modello architetturale, nonché senza metodologia e senza criteri, allora il rischio di insuccesso è alto. Questi sistemi, spesso, sono sviluppati secondo logiche gestionali e tecnologie diverse senza alcuna preoccupazione di integrarli con le applicazioni esistenti 16. Il sistema integrato di gestione e di comunicazione, per essere efficace, efficiente e flessibile, dovrebbe essere supportato da applicazioni del tipo Enterprise e deve essere guidato dai bisogni di business. Il sistema informativo così integrato, con una pianificazione strategica e un sistema di misura realizzato attraverso le Balanced Scorecard (BSC) e supportato da sistemi di business intelligence, può permettere di effettuare il deployment degli obiettivi, di raccogliere, tempificare, elaborare e aggregare opportunamente i dati e avere informazioni utili per alimentare il Management Information System (MIS) per il controllo strategico, direzionale e operativo e per gestire l organizzazione attraverso la conoscenza (knowledge management) Le caratteristiche dei sistemi ICT È comunque consolidata la convinzione che internet ha il potere di cambiare qualsiasi cosa. L internet è sia una tecnologia sia un nuovo modo per fare business. Ha un potere enorme nell aiutare l impresa a modellare il proprio business e a creare il modello organizzativo adeguato. La sfida per le organizzazioni tradizionali è quella di rimodellare il loro business, se desiderano rimanere in e-business. Ogni management dovrebbe riflettere sulla questione: e-business or out of business 18? Il successo viene assicurato solo con la individuazione di nuove opportunità, con il miglioramento dell efficienza del business, cercando nuovi modi per fidelizzare i clienti. I sistemi e-business utilizzati nella gestione aziendale e nei servizi internet devono soddisfare a pieno le esigenze degli utenti. Occorre tenere presente che le esigenze degli utenti, il progresso tecnologico, la dinamica dei modelli organizzativi, il modo di fare business e il modo di lavorare delle persone, non sono statiche, ma cambiano col tempo. Le caratteristiche perciò qualitative e di prestazione dei sistemi devono essere dinamiche. Si potrebbe affermare, pertanto, che le caratteristiche di un sistema e-business variano secondo la tipologia degli utenti, intesi come parte interessata ai risultati del sistema. Si possono in questa ottica distinguere due differenti categorie di utenti e cioè gli utenti finali, coloro che dell informatica si avvalgono per il proprio lavoro e coloro invece per i quali l ICT costituisce l oggetto del loro business e l oggetto delle loro attività professionali (analisti di business, amministratori di sistema, sistemisti, capi progetto, analisti, sviluppatori, ecc.) 19. L utente finale è interessato alla Qualità in Uso. Essa si percepisce dall utente quando usa il sistema nell ambiente reale di lavoro. Gli operatori professionisti dell ICT necessitano invece, per la 16 B. Gates, velocità del pensiero, Mondatori, Milano, I. Tsiouras, Verso le Vision Le soluzioni informatiche al servizio della nuova qualità, Rivista Gli Speciali di Qualità - Dossier: Informatica & Qualità, N 4 Maggio Oracle Discoverer for the Web Release 3i, novembre F. Filippazzi e G. Occhini, Superare il paradosso informatico, FrancoAngeli, Milano, Pagina 6 di 6

7 manutenzione e l evoluzione del sistema, caratteristiche legate alle loro attività, come la manutenibilità del sistema (hardware e software), l integrazione, la modularità, la portabilità, le prestazioni, ecc Si distinguono perciò due tipologie di caratteristiche: quelle interne del sistema relativamente all hardware e al software e le caratteristiche esterne, specifiche dei servizi espletati dal sistema (Qualità in Uso). Introduciamo qui, a titolo puramente concettuale, un modello delle caratteristiche di un sistema e-business (fig. 2). L applicazione di questo modello in un sistema reale e-business richiede un analisi adeguata, a partire dagli obiettivi del business, dalle esigenze degli utenti fino alla progettazione, realizzazione, messa in opera, esercizio del sistema e misurazione della Qualità in Uso. Qualità del sistema e-business Funzionalità Affidabilità Usabilità Efficienza Manutenibilità Portabilità Adeguatezza Accuratezza Interoperabilità Sicurezza Maturità Tolleranza ai difetti Ricoverabilità Comprensibilità Apprendibilità Operabilità Attratività Prestazioni di tempo Utilizzo risorse Analizzabilità Modificabilità Stabilità Testabilità Adattabilità Installabilità Co-esistenza Sostituibilità Fig. 2: Il modello ISO/IEC caratteristiche e sotto-caratteristiche di qualità Naturalmente la qualità del processo contribuisce a migliorare la qualità del sistema e la qualità del sistema contribuisce a migliorare la Qualità in Uso (qualità del servizio). Per questo motivo, un mezzo per migliorare la qualità del servizio, è di valutare e migliorare la qualità del processo e dell infrastruttura tecnologia che contribuiscono al miglioramento della Qualità in uso. Lo schema della fig. 3 illustra le correlazioni tra le caratteristiche del sistema e-business, le leve sulle quali occorre agire e i fattori abilitanti. Pagina 7 di 7

8 Caratteristiche del sistema e-business Processi di business (CRM), manageriali, di supporto Sistema e-business Leve su cui agire Tecnologie di e -business Fattore abilitante Fig. 3 - Correlazioni tra le caratteristiche del sistema e-business, le leve sulle quali occorre agire e i fattori abilitanti. Pagina 8 di 8

Impresa e conoscenza: analisi di un sistema

Impresa e conoscenza: analisi di un sistema Impresa e conoscenza: analisi di un sistema Ioanis Tsiouras 1 (Rivista ZeroUno N 229, Feb. 2001) Introduzione Secondo la concezione moderna del business e con la prospettiva di fidelizzare il cliente e

Dettagli

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Un azienda è caratterizzata da: 1. Persone legate tra loro da

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics La suite Microsoft Dynamics comprende soluzioni integrate, flessibili e semplici da utilizzare per automatizzare i

Dettagli

PROTEO srl Consulenti di Direzione ed Organizzazione

PROTEO srl Consulenti di Direzione ed Organizzazione La missione Affiancare le aziende clienti nello sviluppo e controllo del loro business Servire il suo Cliente con una offerta illimitata e mirata a risolvere le Sue principali esigenze Selezionare Partners

Dettagli

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U.

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Ing. Gaetanino Paolone (gaetanino.paolone@univaq.it) Prof. Dr. Luciano Fratocchi (luciano.fratocchi@univaq.it) Contenuti (2 ore)

Dettagli

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Un azienda è caratterizzata da: 1. Persone legate tra loro da

Dettagli

La visione di SIRMI: qualche commento ai risultati della ricerca; l ASP che non c è? Maurizio Cuzari Amm. Delegato maurizio.cuzari@sirmi.

La visione di SIRMI: qualche commento ai risultati della ricerca; l ASP che non c è? Maurizio Cuzari Amm. Delegato maurizio.cuzari@sirmi. La visione di SIRMI: qualche commento ai risultati della ricerca; l ASP che non c è? Maurizio Cuzari Amm. Delegato maurizio.cuzari@sirmi.it 1 La gestione delle Soluzioni IT/IP - cose da fare Acquisizione

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

Il Ruolo Strategico dei Sistemi Informativi. vincenzo.calabro@computer.org

Il Ruolo Strategico dei Sistemi Informativi. vincenzo.calabro@computer.org Il Ruolo Strategico dei Sistemi Informativi vincenzo.calabro@computer.org Agenda Il ruolo dei Sistemi Informativi Nozioni Processi di business e SI Tipi di SI per il business Sistemi d impresa Tipi di

Dettagli

INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V. Indice

INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V. Indice INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V Indice Gli autori XIII XVII Capitolo 1 I sistemi informativi aziendali 1 1.1 INTRODUZIONE 1 1.2 IL MODELLO INFORMATICO 3 1.2.1. Il modello applicativo 3 Lo strato di presentazione

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI 1 Lo scenario: i soggetti che operano su Internet All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI E-market player Digitalizzatori di processi

Dettagli

Innovazione in produzione e logistica nell era dell economia digitale

Innovazione in produzione e logistica nell era dell economia digitale Innovazione in produzione e logistica nell era dell economia digitale Andrea Sianesi 17 maggio 2010 L innovazione ICT, una leva strategica per la competitività del sistema Italia I benefici della banda

Dettagli

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo ORGANIZZAZIONE AZIENDALE 1 Tecnologie dell informazione e controllo 2 Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale IT e coordinamento esterno IT e

Dettagli

BALANCED SCORECARD. Premessa

BALANCED SCORECARD. Premessa BALANCED SCORECARD Premessa Il progresso tecnologico, la globalizzazione dei mercati, l avvento dei paesi emergenti hanno provocato turbolenze e mutamenti tali da poter affermare che la più grande sfida

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione Raffaello Balocco Politecnico di Milano Agenda Investimenti in ICT e competitività Le ICT come reale leva strategica La

Dettagli

ERP Commercio e Servizi

ERP Commercio e Servizi ERP Commercio e Servizi Sistema informativo: una scelta strategica In questi ultimi anni hanno avuto grande affermazione nel mercato mondiale i cosiddetti sistemi software ERP. Tali sistemi sono in grado

Dettagli

*oltre ad essere un acronimo, MESA ha molti significati: una montagna, un tavolo per questo abbiamo scelto il nome MESA, perché per i nostri clienti

*oltre ad essere un acronimo, MESA ha molti significati: una montagna, un tavolo per questo abbiamo scelto il nome MESA, perché per i nostri clienti *oltre ad essere un acronimo, MESA ha molti significati: una montagna, un tavolo per questo abbiamo scelto il nome MESA, perché per i nostri clienti significa soprattutto un supporto professionale concreto!

Dettagli

comunicare Gli uomini preistorici, prima di scrivere, impararono a disegnare... esattamente come fanno i bambini ancora oggi.

comunicare Gli uomini preistorici, prima di scrivere, impararono a disegnare... esattamente come fanno i bambini ancora oggi. Gli uomini preistorici, prima di scrivere, impararono a disegnare... esattamente come fanno i bambini ancora oggi. Lo fecero nelle caverne, dove più facilmente la natura avrebbe conservato le loro opere.

Dettagli

PREMESSA. B2B vs B2C PERCHÉ B QUADRO?

PREMESSA. B2B vs B2C PERCHÉ B QUADRO? PREMESSA PERCHÉ B QUADRO? Se per alcuni aspetti c è una convergenza delle soluzioni di e-commerce B2B e B2C - come ad esempio l esperienza di utilizzo e la fruizione da dispositivi mobile - le finalità

Dettagli

ICT e Sistemi informativi Aziendali. ICT e Sistemi informativi Aziendali. Sommario. Materiale di supporto alla didattica

ICT e Sistemi informativi Aziendali. ICT e Sistemi informativi Aziendali. Sommario. Materiale di supporto alla didattica ICT e Sistemi informativi Aziendali Materiale di supporto alla didattica ICT e Sistemi informativi Aziendali Capitolo III Business digitale Sommario Business Digitale E-commerce Sistemi di pagamento Rete

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

Requisiti sulla qualità del software secondo lo standard ISO/IEC 25010

Requisiti sulla qualità del software secondo lo standard ISO/IEC 25010 1. Premessa. Requisiti sulla qualità del software secondo lo standard ISO/IEC 25010 Domenico Natale AB Medica Versione 1 Riunione delle Commissione UNINFO Informatica Medica Milano, 30 settembre 2013 La

Dettagli

Sommario. L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner

Sommario. L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner 1 Sommario L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner 2 L azienda 3 Profilo La Società Essematica nasce nel 1987 da un team di specialisti e ricercatori informatici che, aggregando le esperienze maturate

Dettagli

ICT: le leve nella creazione del valore

ICT: le leve nella creazione del valore ICT: le leve nella creazione del valore di Alessio Piccioni Consulente Mondaini Partners Srl Le soluzioni ICT rappresentano un investimento sempre più di rilevanza strategica, che incide profondamente

Dettagli

MARKETING (3 DI 3) R i v i s t a in t e r n a z i o n a l e d e l G r u p p o B a i n RESULTS. ANNO VIII NUMERO 2 (3 A parte ) Dicembre 2002

MARKETING (3 DI 3) R i v i s t a in t e r n a z i o n a l e d e l G r u p p o B a i n RESULTS. ANNO VIII NUMERO 2 (3 A parte ) Dicembre 2002 R i v i s t a in t e r n a z i o n a l e d e l G r u p p o B a i n RESULTS MARKETING (3 DI 3) ANNO VIII NUMERO 2 (3 A parte ) Dicembre 2002 Bain & Company RESULTS Dopo la prima e la seconda parte di questo

Dettagli

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS 1 Introduzione La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS Ioanis Tsiouras 1 (Rivista ZeroUno, in pubblicazione) I sistemi informativi con le applicazioni basate su Web

Dettagli

LM Ingegneria Gestionale ICT & Business Management

LM Ingegneria Gestionale ICT & Business Management LM Ingegneria Gestionale ICT & Business Management 1 ICT: il peso nelle borse mondiali... 1 1 Apple (B$ 528) Classifica capitalizzazione di borsa 31 31 Vodafone (B$141) 5 4 Microsoft (B$260) 5 IBM (B$236)

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

L ICT e l innovazione

L ICT e l innovazione Il valore del Project Management nei Progetti di Innovazione nelle Piccole e Medie Imprese L ICT e l innovazione Milano, 15 dicembre 2006 Enrico Masciadra, PMP emasciadra@libero.it Le cinque forze competitive

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.2 Gestire

Dettagli

fornitore globale per la GDO

fornitore globale per la GDO fornitore globale per la GDO evision srl è specializzata in soluzioni software per le aziende della Grande Distribuzione (alimentare e non), per le piattaforme ortofrutticole e per le aziende manifatturiere.

Dettagli

mysap ERP: IL VOSTRO SETTORE. IL VOSTRO BUSINESS. IL VOSTRO FUTURO.

mysap ERP: IL VOSTRO SETTORE. IL VOSTRO BUSINESS. IL VOSTRO FUTURO. mysap ERP mysap ERP mysap ERP: IL VOSTRO SETTORE. IL VOSTRO BUSINESS. IL VOSTRO FUTURO. mysap ERP è la soluzione più completa esistente sul mercato internazionale, progettata in modo specifico per soddisfare

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEI SISTEMI SANITARI E DEI SERVIZI DI INGEGNERIA CLINICA (10 CFU) Prof.Diego BRAVAR

ORGANIZZAZIONE DEI SISTEMI SANITARI E DEI SERVIZI DI INGEGNERIA CLINICA (10 CFU) Prof.Diego BRAVAR ORGANIZZAZIONE DEI SISTEMI SANITARI E DEI SERVIZI DI INGEGNERIA CLINICA (10 CFU) Prof.Diego BRAVAR Modulo A1: ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI INGEGNERIA CLINICA ESTERNI (3CFU) PROF. DIEGO BRAVAR Definizione

Dettagli

LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP ICT GOVERNANCE. ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1. Facoltà di Ingegneria Università di Roma Tor Vergata

LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP ICT GOVERNANCE. ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1. Facoltà di Ingegneria Università di Roma Tor Vergata LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) ICT GOVERNANCE ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1 Sviluppo storico del CRM 50 60 Avvento dei brand items e delle agenzie di pubblicità 70 Avvento del

Dettagli

PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO!

PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO! I N F I N I T Y P R O J E C T PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO! L avvento del web 2.0 ha modificato radicalmente il modo di pensare e sviluppare i processi aziendali. Velocità, precisione, aggiornamento continuo

Dettagli

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA INFORMATICA Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA Informatica per AFM 1. SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE E SISTEMA INFORMATICO ITS Tito Acerbo - PE INFORMATICA Prof. MARCO

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Introduzione... pag. XV ED EVOLUZIONE DEL RAPPORTO

INDICE SOMMARIO. Introduzione... pag. XV ED EVOLUZIONE DEL RAPPORTO Introduzione... pag. XV CAPITOLO I LOGISTICA ED ICT: CONCETTI INTRODUTTIVI ED EVOLUZIONE DEL RAPPORTO 1.1 La definizione ed il ruolo della logistica... pag. 1 1.2 L evoluzione del concetto di logistica...»

Dettagli

Reti e sistemi informativi II Il ruolo delle IT nell organizzazione

Reti e sistemi informativi II Il ruolo delle IT nell organizzazione Reti e sistemi informativi II Il ruolo delle IT nell organizzazione Prof. Andrea Borghesan & Dr.ssa Francesca Colgato venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: mercoledì dalle 10.00 alle 11.00 Modalità

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO.

non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO. non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO. Jim Morrison Società Algol Consulting: il partner per i progetti ERP Fin dall inizio della sua attività, l obiettivo di Algol Consulting è stato quello

Dettagli

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta: opportunità e sfide in un momento di crisi Mariano Corso School of Management Politecnico di Milano Milano, 23 ottobre 2009 Ricerca ALCUNI

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 6 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 6 Modulo 6 Integrare verso l alto e supportare Managers e Dirigenti nell Impresa: Decisioni più informate; Decisioni

Dettagli

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY Company Profile 2007 1 CARATTERI IDENTIFICATIVI DEL GRUPPO Reply è una società di Consulenza, System Integration e Application Management, leader nella progettazione

Dettagli

INDICE CONROLLO DI GESTIONE E SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI IL CONTROLLO DI GESTIONE E GLI ALTRI MECCANISMI OPERATIVI

INDICE CONROLLO DI GESTIONE E SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI IL CONTROLLO DI GESTIONE E GLI ALTRI MECCANISMI OPERATIVI INDICE PREMESSA...1 PARTE PRIMA CONROLLO DI GESTIONE E SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI CAPITOLO PRIMO IL CONTROLLO DI GESTIONE E GLI ALTRI MECCANISMI OPERATIVI 1. I concetti di pianificazione strategica

Dettagli

La multicanalità Ridisegno dei servizi e Lean CRM

La multicanalità Ridisegno dei servizi e Lean CRM La multicanalità Ridisegno dei servizi e Lean CRM Federico Butera e Sebastiano Di Guardo Aprile 2013 I costi del CRM sono insopportabili Il CRM e la gestione delle relazioni con i clienti/utenti sono un

Dettagli

Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax info@jobiz.com - www.jobiz.com

Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax info@jobiz.com - www.jobiz.com Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax @jobiz.com - www.jobiz.com uno strumento dinamico per fare e-business che cos'è e.cube ECMS le quattro aree configurazione

Dettagli

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Dopo anni di innovazioni nel settore dell Information Technology, è in atto una profonda trasformazione.

Dettagli

tel soft servizi Vi accompagniamo nell'evoluzione dei Vostri sistemi informativi, creando valore e competitività.

tel soft servizi Vi accompagniamo nell'evoluzione dei Vostri sistemi informativi, creando valore e competitività. tel soft servizi Vi accompagniamo nell'evoluzione dei Vostri sistemi informativi, creando valore e competitività. tel soft servizi Da oltre un decennio al Vostro fianco Chi siamo Mission Telinsoft Servizi

Dettagli

Il modello informatico dei sistemi informativi aziendali: modello applicativo e modello tecnologico.

Il modello informatico dei sistemi informativi aziendali: modello applicativo e modello tecnologico. Titolo dell'insegnamento Sistemi Informativi Gestionali CFU 6 Struttura dell insegnamento 1) Lezione in aula virtuale 1: Introduzione al corso e spiegazione dei concetti di base dell informatica aziendale.

Dettagli

Evoluzione dei Modelli Organizzativi e dei ruoli professionali e manageriali dell ICT per rispondere al business aziendale

Evoluzione dei Modelli Organizzativi e dei ruoli professionali e manageriali dell ICT per rispondere al business aziendale Programma Competenze professionali per l Innovazione Digitale Evoluzione dei Modelli Organizzativi e dei ruoli professionali e manageriali dell ICT per rispondere al business aziendale Marco Bozzetti GeaLab

Dettagli

trasformazione digitale

trasformazione digitale L'offerta digitale sarà il terreno sul quale si misurerà la competizione tra case editrici nell'immediato futuro: a cambiare sarà la concezione del prodotto editoriale, che dovrà adattarsi dinamicamente

Dettagli

Sommario. CASE STUDY JetBlue abbatte la turbolenza 61

Sommario. CASE STUDY JetBlue abbatte la turbolenza 61 Sommario Prefazione X CAPITOLO 1 L evoluzione del ruolo strategico dei sistemi informativi: il valore di business del portafoglio IT 1 1.1 Il ruolo organizzativo dei sistemi informativi in azienda 1 1.1.1

Dettagli

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA L azienda pag. 1 Gli asset strategici pag. 2 L offerta pag. 3 Il management Pradac Informatica pag. 5 Scheda di sintesi pag. 6 Contact: Pradac Informatica Via delle

Dettagli

Mobile & wireless. Fatturazione Elettronica

Mobile & wireless. Fatturazione Elettronica Mobile & wireless Con applicazioni Mobile & Wireless si intendono le applicazioni a supporto dei processi aziendali che si basano su: rete cellulare, qualsiasi sia il terminale utilizzato (telefono cellulare,

Dettagli

Datagraf Servizi S.r.l. Company Profile

Datagraf Servizi S.r.l. Company Profile Datagraf Servizi S.r.l. Company Profile Agenda Chi siamo Linee di offerta Approccio Metodologia Operativa Aree di Intervento La composizione della nostra offerta I Nostri Punti di Forza Chi siamo DATAGRAF

Dettagli

LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELL ORGANIZZAZIONE

LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELL ORGANIZZAZIONE LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELL ORGANIZZAZIONE Ioanis Tsiouras 1 (Rivista Gli speciali di Qualità - Qualità Informatica suppl. n.1 al n.3 di QUALITÀ, Maggio/Giugno 1998) 1. L organizzazione: dalle funzioni

Dettagli

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION ISA ICT Value Consulting La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale e Logistica Integrata

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale e Logistica Integrata UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale e Logistica Integrata Insegnamento : TECNICHE di GESTIONE AZIENDALE Docente: dott.ing.giampaolo

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

ALLINEARE LA GESTIONE OPERATIVA ALLA STRATEGIA AZIENDALE

ALLINEARE LA GESTIONE OPERATIVA ALLA STRATEGIA AZIENDALE http://www.sinedi.com ARTICOLO 9 FEBBRAIO 2007 ALLINEARE LA GESTIONE OPERATIVA ALLA STRATEGIA AZIENDALE La formulazione della strategia aziendale rappresenta un momento estremamente importante per tutte

Dettagli

Sistemi gestionali as a Service:

Sistemi gestionali as a Service: Sistemi gestionali as a Service: Una reale opportunità per le imprese? Andrea Gaschi School of Management Politecnico di Milano Agenda Un introduzione ai sistemi gestionali La situazione in Italia Le spinte

Dettagli

Le tecnologie per le imprese

Le tecnologie per le imprese Le tecnologie per le imprese Obiettivi della lezione L evoluzione delle tecnologie dell informazione e della comunicazione Le tre funzioni dell ICT Direttrici e problematiche delle tecnologie disponibili

Dettagli

Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012

Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012 Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012 Il termine cloud computing è oggi largamente diffuso e utilizzato spesso impropriamente

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

ECONOMIA AZIENDALE PER LA NET ECONOMY. Seminario di Laboratorio di E-Commerce. 16 Novembre 2005. Economia aziendale per la net economy

ECONOMIA AZIENDALE PER LA NET ECONOMY. Seminario di Laboratorio di E-Commerce. 16 Novembre 2005. Economia aziendale per la net economy ECONOMIA AZIENDALE PER LA NET ECONOMY Seminario di Laboratorio di E-Commerce 16 Novembre 2005 Cos è l e-commerce... è la posta elettronica?... è l EDI (Electronic Data Interchange)?... è il video on demand?...

Dettagli

Facciamo funzionare il tuo Business. Semplicemente.

Facciamo funzionare il tuo Business. Semplicemente. La Natura è fatta di forme meravigliosamente semplici che nascondono meccanismi di funzionamento incredibilmente articolati. Solo quando si è in grado di trasformare la complessità dei processi tecnologici

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Editoria Scolas-ca: verso una transizione inevitabile THE SMART COMPANY

Editoria Scolas-ca: verso una transizione inevitabile THE SMART COMPANY THE SMART COMPANY Editoria Scolas-ca: verso una transizione inevitabile Verso una transizione inevitabile Le dinamiche che regolano il mercato dell Editoria, ed in particolare il segmento dell Editoria

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Business Consumer Solution. Il compagno ideale

Business Consumer Solution. Il compagno ideale Business Consumer Solution Il compagno ideale per l e-business è la soluzione per l E-Business sviluppata da Treenet per la gestione del commercio elettronico dell'impresa. soddisfa le esigenze di aziende

Dettagli

Processi gestionali. Sistemi Informativi Aziendali. Sistemi Informativi Aziendali. Umberto Nanni. Umberto Nanni

Processi gestionali. Sistemi Informativi Aziendali. Sistemi Informativi Aziendali. Umberto Nanni. Umberto Nanni DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INFORMATICA AUTOMATICA E GESTIONALE ANTONIO RUBERTI Processi gestionali 1 Informatizzazione per Sistemi Informativi 1. Elaborazione Dati, Automazione Industriale supporto EDP

Dettagli

Introduzione ai software gestionali. Corso Gestione dei flussi di informazione

Introduzione ai software gestionali. Corso Gestione dei flussi di informazione Introduzione ai software gestionali Corso Gestione dei flussi di informazione 1 Integrazione informativa nelle aziende Problemi: frammentazione della base informativa aziendale crescente complessità organizzative

Dettagli

PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE

PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE LIVORNO - 5 Dicembre 2008 Dott. Luca Cattermol General Manager DAXO DAXO è una società operante nel settore delle Information and Communication Technologies (ICT), specializzata

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI. Definizione, classificazioni

SISTEMI INFORMATIVI. Definizione, classificazioni SISTEMI INFORMATIVI Definizione, classificazioni IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE A cosa serve una definizione? a identificare i confini del SI a identificarne le componenti a chiarire le variabili progettuali

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: Alla fine di ogni lezione Modalità esame: scritto 1 Sistema informativo. Prima definizione Un sistema

Dettagli

ETA Management. ETA Management S.r.l. Via Volturno, 47 20124 Milano Tel. 02 36576055 Fax. 02 36576314 info@etamanagement.it. Milano, Gennaio 2009

ETA Management. ETA Management S.r.l. Via Volturno, 47 20124 Milano Tel. 02 36576055 Fax. 02 36576314 info@etamanagement.it. Milano, Gennaio 2009 Milano, Gennaio 2009 ETA Management ETA Management S.r.l. Via Volturno, 47 20124 Milano Tel. 02 36576055 Fax. 02 36576314 info@etamanagement.it Noi crediamo che oggi, NELL' EPOCA DELLA "DIGITAL ECONOMY,

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

COMUNICAZIONE PROFILO AZIENDALE. Sistema di Qualità: Soci: Denominazione Aquarius di Angelo Lo Celso & C. S.a.s. ; Forma societaria

COMUNICAZIONE PROFILO AZIENDALE. Sistema di Qualità: Soci: Denominazione Aquarius di Angelo Lo Celso & C. S.a.s. ; Forma societaria 1 di 6 PROFILO AZIENDALE Denominazione Aquarius di Angelo Lo Celso & C. S.a.s. ; Forma societaria Società in accomandita semplice; Sede legale Rende via R. De Bartolo n 2 Sede operativa Cosenza via Piave

Dettagli

soluzioni Sviluppo Progetti Informatici Server Based Computing

soluzioni Sviluppo Progetti Informatici Server Based Computing azienda Projest nasce nel 1999 per iniziativa di un gruppo di professionisti con esperienza decennale quali responsabili di funzioni operative in aziende medio-grandi e con solide competenze nell approccio

Dettagli

Sistemi Informativi I Lezioni di Sistemi Informativi

Sistemi Informativi I Lezioni di Sistemi Informativi 1 SISTEMI INFORMATIVI DI INTEGRAZIONE (CENNI)...2 1.1 ERP - ENTERPRISE RESOURCE PLANNING...2 1.2 SCM - SUPPLY-CHAIN MANAGEMENT...4 1.3 KW - KNOWLEDGE MANAGEMENT...5 Pagina 1 di 5 1 Sistemi Informativi

Dettagli

Reti di INDUSTRIA 4.0

Reti di INDUSTRIA 4.0 DALLA DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ALLA DIGITALIZZAZIONE DELLA SUPPLY CHAIN LA COMPETITIVITÀ DELLA SUPPLY CHAIN Bologna, 27 novembre 2015 Questa presentazione Imprese e competizione globale Supply Chain,

Dettagli

SAP BUSINESS ONE LA SOLUZIONE GESTIONALE PER LE IMPRESE IN CRESCITA

SAP BUSINESS ONE LA SOLUZIONE GESTIONALE PER LE IMPRESE IN CRESCITA SAP Solution Brief SAP BUSINESS ONE LA SOLUZIONE GESTIONALE PER LE IMPRESE IN CRESCITA SAP Business One è una soluzione semplice ed efficace, che soddisfa le esigenze specifiche delle piccole e medie imprese.

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

SOLUZIONI PER LA PMI myjob.e&c qualificata mysap All-in-One

SOLUZIONI PER LA PMI myjob.e&c qualificata mysap All-in-One SOLUZIONI PER LA PMI myjob.e&c qualificata mysap All-in-One La Soluzione per le piccole e medie imprese di impiantistica e macchinari myjob.e&c è la soluzione qualificata mysap All-in-One basata su mysap

Dettagli

Siamo quello che ti serve

Siamo quello che ti serve Siamo quello che ti serve Fabaris TECNOLOGIA E COMPETENZA A SERVIZIO DELLE AZIENDE Fabaris opera da oltre quindici anni nel settore ITC, nella realizzazione e gestione di complessi sistemi ad alto contenuto

Dettagli

Obiettivi conoscitivi

Obiettivi conoscitivi Corso di International Accounting Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia (Modulo 1 e Modulo 2) LAMIB Strumenti avanzati di management accounting. Profili internazionali. Anno Accademico

Dettagli

WebBi S.r.l offre consulenza e soluzioni per le seguenti aree: Data Warehousing. Business Intelligence. Disegno di architetture integrate

WebBi S.r.l offre consulenza e soluzioni per le seguenti aree: Data Warehousing. Business Intelligence. Disegno di architetture integrate Migliorare l organizzazione per migliorare la qualità delle decisioni. Migliorare la qualità dei collaboratori per migliorare il servizio alla clientela. WebBi S.r.l offre consulenza e soluzioni per le

Dettagli

Business Consultant & ICT Strategic Partner. Un team di consulenti esperti nei processi e nei sistemi AZIENDALI

Business Consultant & ICT Strategic Partner. Un team di consulenti esperti nei processi e nei sistemi AZIENDALI Consultant & ICT Strategic Partner b e e Un team di consulenti esperti nei processi e nei sistemi AZIENDALI BEE CONSULTING SRL Via Rimassa 70/7 Genova Tel/Fax (+39) 010.582489 Cap.Soc. 20.000,00 i.v. P.Iva

Dettagli

L evoluzione delle competenze verso il Database Manager

L evoluzione delle competenze verso il Database Manager L evoluzione delle competenze verso il Database Manager Workshop sulle competenze ed il lavoro dei Database Manager Milano, 1 marzo 2011 Elisabetta Peroni consulente sui sistemi di gestione dati (betty.peroni@gmail.com)

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA SYNERGIA 2000 La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag.

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA SYNERGIA 2000 La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag. 4 Scheda di sintesi Pag. 6 Milano, ottobre 2004 1 La società e le sue attività Presente

Dettagli

De.Mo. Consulting S.r.l.

De.Mo. Consulting S.r.l. Presentazione della società De.Mo. Consulting S.r.l. P.IVA 01505730661 Iscr. Reg. Imprese dell Aquila n.4396/2000 Chi siamo De.Mo. Consulting S.r.l. è una società di formazione e consulenza per il miglioramento

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Organizzazione aziendale Lezione 10 - L organizzazione dell impresa Cap. 6. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641

Organizzazione aziendale Lezione 10 - L organizzazione dell impresa Cap. 6. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Organizzazione aziendale Lezione 10 - L organizzazione dell impresa Cap. 6 Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Le funzioni aziendali La ricerca e sviluppo Il marketing e le vendite Le

Dettagli

Il marketing in rete Marketing relazionale e nuove tecnologie

Il marketing in rete Marketing relazionale e nuove tecnologie Il marketing in rete Marketing relazionale e nuove tecnologie Obiettivi della lezione Illustrare il passaggio dall orientamento alla transazione all orientamento alla relazione nel marketing contemporaneo

Dettagli

SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI

SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI Il mondo sta cambiando Internet e web 2.0 Da luogo di gestione dei dati a spazio virtuale,per: Condividere Collaborare Comunicare Socializzare Partecipare

Dettagli