CCNL & Diritto del lavoro. Regolamentazioni e possibilità di ottimizzazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CCNL & Diritto del lavoro. Regolamentazioni e possibilità di ottimizzazione"

Transcript

1 CCNL & Diritto del lavoro Regolamentazioni e possibilità di ottimizzazione

2 Indice Sfruttare il potenziale di risparmio del CCNL! 3 Contratto di lavoro con periodo di prova 5 Durata del lavoro 6 Durata del lavoro, durata massima del lavoro & lavoro straordinario 7 Durata del lavoro & ore supplementari 9 Ulteriori informazioni 12 2

3 Sfruttare il potenziale di risparmio del CCNL! Le condizioni quadro flessibili del contratto collettivo nazionale di lavoro concedono alle aziende del settore alberghiero e della ristorazione margini di manovra. Qui di seguito trovate perciò dei consigli per l applicazione del CCNL ai rapporti di lavoro. Sconto per nuove assunzioni Ad ogni entrata in servizio di un collaboratore retribuito secondo la categoria I esiste la possibilità di pattuire, per un periodo di introduzione massimo di 6 mesi, una riduzione del salario minimo dell 8 per cento al massimo. In caso di ripetuta entrata in servizio presso lo stesso datore di lavoro oppure presso la stessa azienda, questa riduzione del salario è ammessa unicamente se l intervallo tra i rispettivi due rapporti di lavoro supera i due anni. Deroghe ai salari minimi 1 Per i periodi di punta si può fare ricorso a collaboratori di oltre 18 anni di età che sono immatricolati presso un istituto di formazione svizzero e svolgono una formazione a tempo pieno, ad es. studenti. Rapporti di lavoro parziale Non sempre è necessario assumere un collaboratore a tempo pieno; spesso una percentuale occupazionale inferiore è sufficiente. Un occupazione a tempo parziale può essere pagante nelle aziende stagionali, dove le ore supplementari possono essere compensati durante la stagione intermedia, o nelle piccole aziende con una durata settimanale del lavoro di 45 ore. Se la durata settimanale del lavoro si riduce ad es. di 3 ore a 42 ore settimanali, il grado occupazionale ammonta soltanto al 93%. Talvolta, la verifica delle ore di lavoro annuali effettive, ripartite per mese, dà dei risultati sorprendenti. Formazione e perfezionamento professionale «sovvenzionati» A livello finanziario, la formazione e il perfezionamento professionale dei collaboratori vengono ampiamente sostenuti dal CCNL. Durante i periodi di corso e di formazione dei collaboratori, i datori di lavoro ricevono un indennità a titolo di compensazione del salario. Deduzione dei contributi alle spese di esecuzione Dalle spettanze dei collaboratori ricordatevi di dedurre il contributo annuale alle spese di esecuzione! Stando all Ufficio di controllo, questa deduzione viene spesso omessa; di conseguenza il datore di lavoro si addossa anche la quota del lavoratore, che ammonta comunque a CHF 89. per collaboratore. 1 L art. 10 del CCNL informa sui salari minimi e sulle categorie di collaboratori a cui non si applicano. 3

4 Potenziale di risparmio offerto dal lavoro notturno 2 Con il consenso dei collaboratori, il periodo di riposo notturno può essere anticipato o posticipato di un ora ( h opp h). Verificate quale periodo di riposo notturno interessa il minor numero di collaboratori e se sia possibile usufruire della regolamentazione delle ore marginali. In questo modo ridurrete i supplementi salariali e di tempo. I periodi di riposo notturno non possono comunque essere fissati individualmente per ogni collaboratore, bensì vanno stabiliti esclusivamente per grandi sezioni aziendali (ad es. piano / ristorante) o per l intera azienda. Deduzioni per vitto & alloggio Le aliquote delle contribuzioni per vitto e alloggio dell Amministrazione federale sono deduzioni minime. Di tanto in tanto verificate dunque la correttezza delle deduzioni; osservando il termine di disdetta, le deduzioni possono essere adeguate verso l alto. 2 Secondo la legge sul lavoro, per il lavoro notturno irregolare (meno di 25 interventi l anno) va versato un supplemento salariale pari al 25%, per il lavoro notturno regolare un supplemento di tempo del 10%. Nell ambito della registrazione delle ore di lavoro, il supplemento di tempo è da indicare separatamente e va compensato con tempo libero; la conversione in supplemento salariale non è consentita. Quando un lavoratore presta al massimo un ora di lavoro notturno, invece del supplemento di tempo è consentito anche il supplemento salariale del 10% (regolamentazione delle ore marginali). 4

5 Contratto di lavoro con periodo di prova Per legge, il periodo di prova non può superare i tre mesi; ciò vale pure per i collaboratori a tempo parziale. Nei contratti di lavoro a tempo determinato, il periodo di prova va concordato per iscritto, altrimenti non si applica alcun periodo di prova. Se il rapporto di lavoro viene sciolto durante il periodo di prova, la tredicesima mensilità non è dovuta. Si consiglia perciò di stipulare piuttosto dei periodi di prova più lunghi. Se il periodo di prova viene superato, la tredicesima mensilità è dovuta per l intero periodo lavorativo; il periodo di prova non può essere dedotto. 5

6 Durata del lavoro Le durate settimanali del lavoro previste dal CCNL sono sempre da intendersi valori medi. Nei limiti delle durate massime del lavoro i collaboratori possono prestare ore in più (= ore supplementari o lavoro straordinario) o in meno (compensazione anticipata / ore negative). Aziende ad apertura annuale con status di aziende stagionali Appurate se la vostra azienda ad apertura annuale soddisfa i requisiti di un azienda stagionale. 3 In caso affermativo usufruite di un aumento della durata settimanale del lavoro da 42 a 43,5 ore che è applicabile durante tutto l anno. 3 Maggiori informazioni sulle aziende stagionali sono disponibili nel sito di hotelleriesuisse alla rubrica Services / Droit & CCNT / Etablissements saisonniers / Calculateur saisonnier. 6

7 Durata del lavoro, durata massima del lavoro & lavoro straordinario Il CCNL contiene pochissime disposizioni riguardo alla ripartizione delle ore di lavoro e del tempo libero. Questi aspetti sono quasi esclusivamente disciplinati dalla legge sul lavoro. Durata massima del lavoro settimanale: 50 ore settimanali; nelle aziende stagionali la durata massima può essere aumentata a 54 ore se nella media di sei mesi le 50 ore non vengono superate. Durata massima del lavoro giornaliero: 14 ore, pause ed eventuali ore di lavoro straordinario incluse. Le donne incinte non possono lavorare più di nove ore. Lavoro notturno: La durata del lavoro giornaliero non deve superare le nove ore, pause incluse deve situarsi entro le 10 ore. Ciò si applica anche quando un collaboratore lavora soltanto un ora durante la notte. Tempo di riposo giornaliero: tra due interventi il riposo deve ammontare ad almeno 11 ore consecutive (donne incinte 12 ore). Una volta la settimana il tempo di riposo giornaliero può essere abbassato a otto ore, a patto che la durata delle 11 ore venga rispettata nella media di due settimane. Lavoro straordinario Attenzione: le ore di lavoro che i collaboratori prestano oltre la durata massima del lavoro settimanale stabilita dalla legge sul lavoro, sono considerate ore di lavoro straordinario. Per anno civile sono ammesse al massimo 140 ore di lavoro straordinario. Un saldo più alto non è consentito neppure con il consenso del collaboratore. Detto saldo massimo non si riduce nemmeno in caso di compensazione di ore di lavoro straordinario. Ai sensi della legge sul lavoro e del Tribunale federale, le ore di lavoro straordinario devono essere obbligatoriamente indennizzate con un supplemento del 25%; il versamento al 100% come per le ore supplementari non è consentito. Ciò si applica persino qualora l indennizzo delle ore supplementari fosse escluso per contratto. Oltre tutto, spetta al collaboratore e non al datore di lavoro decidere se il lavoro straordinario sia da pagare o da compensare. Durata del lavoro Lavoro straord. sec. legge sul lavoro oltre 50 ore Ore supplementari fino a 50 ore 42 / 43,5 / 45 ore secondo CCNL 7

8 Fate in modo che, nel limite del possibile, i collaboratori non prestino lavoro straordinario, poiché è caro e per legge va indennizzato con un supplemento del 25%. Quando si tratta di compensare un saldo positivo delle ore di lavoro vanno ridotte innanzitutto le eventuali ore di lavoro straordinario e solo in seguito le ore supplementari. Nel contratto di lavoro scritto stabilite che il collaboratore è d accordo con la compensazione delle ore di lavoro straordinario (1:1). Pattuite un periodo per la compensazione; lo stesso non dovrà superare i 12 mesi. Esempio (ipotesi settimana di 42 ore) Nell arco di una settimana un collaboratore presta 57 ore di lavoro. Di cui otto sono ore supplementari secondo il CCNL (differenza tra 42 e 50 ore). Come illustrato nel capitolo che segue, le ore supplementari possono essere compensate 1:1 o indennizzate al 100%. Le sette ore risultanti dalla differenza tra le 50 e le 57 ore sono invece ore di lavoro straordinario. Vanno pagate al 125% oppure, con il consenso del collaboratore, compensate 1:1. Salvo accordi diversi, secondo la legge sul lavoro la compensazione deve avvenire entro 14 settimane. Se entro tale lasso di tempo le ore di lavoro straordinario non vengono compensate, devono essere obbligatoriamente pagate al 125%. 8

9 Durata del lavoro & ore supplementari Ore supplementari Le ore supplementari possono essere compensate mediante tempo libero di pari durata essere pagate nel corso del rapporto di lavoro oppure raggiungere un saldo di 200 ore. Quando il saldo delle ore supplementari supera le 200 ore, le ore eccedenti devono obbligatoriamente essere pagate con il salario del mese successivo. Il tipo di compensazione delle ore supplementari può essere convenuto nel contratto di lavoro, altrimenti spetta al datore di lavoro decidere in merito. La regola secondo cui nel corso del rapporto di lavoro le ore supplementari possono essere pagati a un tasso d indennizzo del 100 percento offre un notevole potenziale di risparmio. Quando un collaboratore sta terminando un perfezionamento professionale rilevante ai fini del salario minimo, conviene pagare tutte le ore supplementari (al salario più basso) prima della relativa conclusione. 9

10 Condizioni per l indennizzo delle ore supplementari al 100% Importante: l indennizzo al 100% può essere rivendicato soltanto se le seguenti condizioni vengono soddisfatte cumulativamente: L azienda registra il tempo di lavoro; dalla registrazione delle ore di lavoro risulta da quando a quando un collaboratore ha lavorato effettivamente; le ore prestate possono discostarsi dal piano di lavoro. A cadenza mensile il saldo delle ore supplementari viene comunicato al collaboratore per iscritto! Idealmente, il collaboratore conferma il saldo mediante la sua firma. Il versamento viene effettuato prima del pagamento dell ultimo salario. Il pagamento è considerato tempestivo se effettuato fino a un giorno prima del pagamento dell ultimo salario (all uscita). Se queste condizioni non sono soddisfatte, le ore supplementari devono obbligatoriamente essere pagate al 125%. Accordo individuale sulla compensazione mensile delle ore supplementari Il pagamento mensile delle ore supplementari è ammesso. In questo modo si raggiunge più lentamente la soglia delle 200 ore che, secondo il CCNL, prevede obbligatoriamente il pagamento delle ore superanti il saldo. Esempio (ipotesi 42 ore a settimana) Salario mensile di base ( salario minimo): CHF Indennità per 20 ore supplementari al mese: CHF 336. Salario lordo mensile: CHF Le 20 ore supplementari mensili pattuite e già indennizzate vengono dedotte dal saldo delle ore supplementari. Se in un mese un collaboratore accumula per esempio un saldo di 30 ore supplementari, al mese successivo vengono riportate unicamente le 10 ore rimanenti non ancora indennizzate con il salario mensile. 10

11 Acquisto di ore supplementari Per l acquisto di ore supplementari si può sfruttare anche la differenza tra salario minimo e salario di mercato. Esempio (ipotesi 42 ore a settimana) Nel contratto di lavoro stipulato con un collaboratore senza formazione è convenuto un salario mensile lordo di 4000 franchi. Questo salario supera il salario minimo per l anno 2015 di 593 franchi. La differenza può essere impiegata come indennità per le ore supplementari prestate. Nel presente caso i 593 franchi corrispondono a un indennità per 31 ore supplementari al mese. Nel contratto di lavoro si pattuisce perciò quanto segue: Salario mensile di base (salario minimo): CHF Indennità per 31 ore supplementari al mese: CHF 593. Salario lordo mensile («salario di mercato»): CHF Attenzione: se il datore di lavoro prevede di includere in un contratto esistente la differenza tra salario minimo e salario lordo effettivo come indennità per le ore supplementari, il vecchio contratto andrà modificato conformemente rispettando il termine di disdetta! Esclusione dell indennità per le ore supplementari Se il salario lordo (senza tredicesima) è di almeno CHF al mese, l indennità per le ore supplementari può essere esclusa, integralmente o parzialmente, per iscritto. Secondo il Tribunale federale ciò non è invece ammesso per l indennità di saldi di ore di lavoro straordinario. Anche in questo caso si applica però la seguente regola: il tempo di lavoro deve essere registrato e nel limite del possibile la compensazione delle ore supplementari è sempre ammessa. 11

12 Ulteriori informazioni Informazioni sul CCNL e su domande riguardanti il diritto del lavoro sono disponibili sul sito Internet di hotelleriesuisse sotto Services / Droit & CCNT. Il servizio di Consulenza giuridica può essere contattato dalle h e dalle h. Per i membri di hotelleriesuisse la consulenza è gratuita. Domande scritte possono essere indirizzate a: hotelleriesuisse competenza, dinamismo, cordialità. Monbijoustrasse 130 Casella postale CH-3001 Berna Tel Fax

Il nuovo sistema di retribuzione CCNL dal 2012

Il nuovo sistema di retribuzione CCNL dal 2012 Il nuovo sistema di retribuzione CCNL dal 2012 Stato al settembre 2011 Indice Introduzione 1 I Applicabilità / entrata in vigore 2 II Salari minimi 2012 3 In generale 3 Tavola sinottica dei salari minimi

Dettagli

Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione

Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Convenzione del 15 ottobre 1992 Stato al 1 maggio 2013 I Contraenti e campo di applicazione Art. 1 Contraenti e campo di applicazione

Dettagli

Noi sosteniamo il valore delle nostre professioni. Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione

Noi sosteniamo il valore delle nostre professioni. Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Noi sosteniamo il valore delle nostre professioni. Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Convenzione del 15 ottobre 1992 Stato al 1 maggio 2013 2 I Contraenti e campo

Dettagli

CCNL 2010. della ristorazione

CCNL 2010. della ristorazione CCNL 2010 Contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione Stato, 1 gennaio 2010 Indice Introduzione 1 I Applicabilità/entrata in vigore 2 II Rapporto di lavoro

Dettagli

CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE

CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE NUOVO sistema di retribuzione CCNL in vigore dal 2012 (art. 10 e 12) (Il CCNL con il relativo commento e diversi

Dettagli

Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale

Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale (Edizione dicembre 2009) La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Regolamento

Dettagli

Promemoria piano di lavoro, orario di lavoro, controllo dell orario di lavoro

Promemoria piano di lavoro, orario di lavoro, controllo dell orario di lavoro I. Piano di lavoro (art. 21 CCNL) II. Promemoria piano di lavoro, orario di lavoro, controllo dell orario di lavoro Il datore di lavoro è obbligato, ai sensi dell art. 21 cifra 1 CCNL a tenere un piano

Dettagli

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015 Guida all assicurazione sociale per i dipendenti Edizione 2015 Indice Introduzione...3 Cambiamento di impiego...4 Disoccupazione...6 Congedo non pagato, perfezionamento professionale, soggiorni linguistici,

Dettagli

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Portrait Contributi e prestazioni Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Sono determinanti le disposizioni del Regolamento Berna, febbraio 2008 I nostri Piani delle

Dettagli

Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza

Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza Bâloise-Fondazione collettiva per la previdenza professionale obbligatoria Edizione dicembre 2009 2 Regolamento Indice I. Oggetto

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

ÖKK ASSICURAZIONE CONTRO LA PER- DITA DI GUADAGNO (LCA)

ÖKK ASSICURAZIONE CONTRO LA PER- DITA DI GUADAGNO (LCA) ÖKK ASSICURAZIONE CONTRO LA PER- DITA DI GUADAGNO (LCA) Direttiva concernente il salario soggetto a premi In vigore dal 1.1.2008 1. Obbligo di pagare premi e contributi I contributi ed i premi di principio

Dettagli

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA Edizione 2014 Promemoria Contratto quadro Assicurazione d indennità giornaliera Helsana Business Salary tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA HEL-00810-it-0913-0004-23529 Fondazioni

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 17/2014 del 13/3/2014 ARGOMENTO: LAVORO DOMESTICO: LE NOVITA 2014

CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 17/2014 del 13/3/2014 ARGOMENTO: LAVORO DOMESTICO: LE NOVITA 2014 CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 17/2014 del 13/3/2014 ARGOMENTO: LAVORO DOMESTICO: LE NOVITA 2014 Gentile Cliente, con la presente desideriamo informarla che ci sono importanti novità che interessano il mondo

Dettagli

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA Edizione giugno 2013 Promemoria Contratto quadro Assicurazione d indennità giornaliera Helsana Business Salary tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA HEL-00810-it-0613-0003-21972 Fondazioni

Dettagli

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2013

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2013 FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 203 Numero della/del candidata/o: Previdenza professionale (PP) con soluzioni Durata

Dettagli

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita (Ordinanza sull assicurazione vita, OAssV) Modifica del 24 marzo 2004 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza sull assicurazione vita del 29

Dettagli

Aspetti specifici. Il contratto di apprendistato

Aspetti specifici. Il contratto di apprendistato Stato: agosto 2008 Aspetti specifici del contratto di apprendistato SCHEDA INFORMATIVA www.sse-sbv-ssic.ch Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo determinato la cui particolarità

Dettagli

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA 1 COS È LA BUSTA PAGA è un documento obbligatorio (Legge 5 gennaio 1953, n. 4) che indica la retribuzione, le ritenute fiscali e previdenziali che il lavoratore

Dettagli

Industria alberghiera e della ristorazione 2015

Industria alberghiera e della ristorazione 2015 Industria alberghiera e della ristorazione 0 n Rafforzare il CCNL n Salari 0: la formazione e il perfezionamento pagano n Calendario per il rapporto delle ore 0: annota tutte le tue ore di lavoro, perché

Dettagli

2.06 Contributi. Lavoro domestico. Stato al 1 gennaio 2015

2.06 Contributi. Lavoro domestico. Stato al 1 gennaio 2015 2.06 Contributi Lavoro domestico Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Chi occupa lavoratori domestici è tenuto a versare contributi alle assicurazioni sociali, anche se il salario in denaro o in natura è

Dettagli

1. Primo conto d esercizio della previdenza professionale. 2. Sintesi. 2.1 Volume delle attività nel settore della previdenza professionale

1. Primo conto d esercizio della previdenza professionale. 2. Sintesi. 2.1 Volume delle attività nel settore della previdenza professionale Rapporto dell UFAP sul rilevamento dei dati e sulla pubblicazione dei conti d esercizio 2005 della previdenza professionale delle imprese svizzere di assicurazione sulla vita 1. Primo conto d esercizio

Dettagli

CCNL LAVORATORI DOMESTICI CON DECORRENZA DAL 1 LUGLIO 2013 AL 31 DICEMBRE

CCNL LAVORATORI DOMESTICI CON DECORRENZA DAL 1 LUGLIO 2013 AL 31 DICEMBRE Indice IL CONTRATTO DI LAVORO - LE CATEGORIE - I CONTRIBUTI INPS - IL PERIODO DI PROVA - LA TREDICESIMA MENSILITÀ I GIORNI FESTIVI - GLI SCATTI DI ANZIANITÀ - LE FERIE - VITTO E ALLOGGIO - L ORARIO DI

Dettagli

FIAS. Indennità di perdita di guadagno (IPG), Indennità di maternità (IPG-mat), Assegni familiari (AF)

FIAS. Indennità di perdita di guadagno (IPG), Indennità di maternità (IPG-mat), Assegni familiari (AF) FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 203 Indennità di perdita di guadagno (IPG), Numero della/del candidata/o: Durata dell

Dettagli

Il contratto collettivo di lavoro. della ristorazione svizzera: Bene per tutti.

Il contratto collettivo di lavoro. della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2014 CCNL Contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria alberghiera

Dettagli

2.06 Stato al 1 o gennaio 2014

2.06 Stato al 1 o gennaio 2014 2.06 Stato al 1 o gennaio 2014 Lavoro domestico Quali attività sono considerate lavori domestici? 1 Si intendono, ad esempio, le attività delle seguenti persone: addetta/addetto alle pulizie, bambinaia

Dettagli

Settore alberghiero e della ristorazione 2016

Settore alberghiero e della ristorazione 2016 Settore alberghiero e della ristorazione 2016 n Rafforzare il CCNL n Formazione Progresso n Calendario per il rapporto delle ore 2016: annota tutte le tue ore di lavoro, perché ogni singola ora conta!

Dettagli

Temi specifici della Cassa pensione Coop. 1 Gennaio 2015

Temi specifici della Cassa pensione Coop. 1 Gennaio 2015 Temi specifici della Cassa pensione Coop 1 Gennaio 2015 Informazioni sull affiliazione alla CPV/CAP 2 Tema Informazioni essenziali Informazioni sull affiliazione alla CPV/CAP Che cos è la CPV/CAP? La CPV/CAP

Dettagli

PRESTAZIONI DEL FONDO. 6. Interventi a favore dei dipendenti

PRESTAZIONI DEL FONDO. 6. Interventi a favore dei dipendenti PRESTAZIONI DEL FONDO 6. Interventi a favore dei dipendenti DIPENDENTI: RIDUZIONE - SOSPENSIONE DELL ATTIVITÀ Riduzione - sospensione dell attività lavorativa Contratti di solidarietà Malattia di lunga

Dettagli

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE Come viene alimentata la posizione previdenziale? Il finanziamento è attuato mediante contribuzione a carico del lavoratore, del datore di lavoro e tramite

Dettagli

Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale.

Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza, allestito e spedito dal vostro istituto di previdenza del personale (fondazione) ogni

Dettagli

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2013

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2013 FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 203 Previdenza professionale (PP) Numero della/del candidata/o: Durata dell esame:

Dettagli

Informazioni per la dichiarazione dei salari. Quaderno dei salari 2014

Informazioni per la dichiarazione dei salari. Quaderno dei salari 2014 Informazioni per la dichiarazione dei salari Quaderno dei salari 2014 Indice Novità AVS/AI/IPG 1 Cassa pensione 1 Assicurazione malattia e infortuni (SWICA) 1 Attestazione dei salari 1 Annuncio dei salari

Dettagli

Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2012 Prima edizione

Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2012 Prima edizione Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2012 Prima edizione 6 CCNL Contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria

Dettagli

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI A cura di Alessandra Gerbaldi 1 LA BUSTA PAGA NEL CASO DI LAVORO STRAORDINARIO Di seguito si ipotizza il caso di un lavoratore, dipendente di azienda che applica

Dettagli

Promozione della proprietà d abitazioni

Promozione della proprietà d abitazioni Promozione della proprietà d abitazioni Chi vuole realizzare il sogno di una casa propria, può utilizzare per il relativo finanziamento anche i fondi risparmiati con la previdenza professionale. Di seguito

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza CIRCOLARE Febbraio 2014 Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Gentili clienti! Con la presente circolare vorremmo portarla a conoscenza delle

Dettagli

Modifica dell ordinanza 1 concernente la legge sul lavoro (OLL 1) Registrazione della durata del lavoro

Modifica dell ordinanza 1 concernente la legge sul lavoro (OLL 1) Registrazione della durata del lavoro Dipartimento federale dell economia, della formazione e della ricerca DEFR Segreteria di Stato dell economia SECO Condizioni di lavoro Protezione dei lavoratori Ottobre 2015 Rapporto esplicativo Modifica

Dettagli

Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza

Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale Il certificato di previdenza Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale Il certificato di previdenza contiene molte informazioni preziose

Dettagli

21.4.2015 INFORMAZIONI IMPORTANTI PER I BENEFICIARI DI UNA RENDITA PEAN

21.4.2015 INFORMAZIONI IMPORTANTI PER I BENEFICIARI DI UNA RENDITA PEAN 21.4.2015 INFORMAZIONI IMPORTANTI PER I BENEFICIARI DI UNA RENDITA PEAN Inhalt Decisione sulle prestazioni 1 Domanda definitiva 1 Verifica della decisione sulle prestazioni 2 Contributo di risparmio LPP

Dettagli

Ccnl Lavoro Domestico

Ccnl Lavoro Domestico Ccnl Lavoro Domestico Parti contraenti Parti contraenti FIDALDO, DOMINA Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil, Federcolf Data CCNL 01/02/2007 Rinnovo economico 20/01/2009 parte economica Decorrenza

Dettagli

PREVIDENZA OGGI E DOMANI. ASCOM PENSIONSKASSE (APK) BREVE GUIDA

PREVIDENZA OGGI E DOMANI. ASCOM PENSIONSKASSE (APK) BREVE GUIDA PREVIDENZA OGGI E DOMANI. ASCOM PENSIONSKASSE (APK) BREVE GUIDA PREVIDENZA GLOBALE TRE È IL NUMERO PERFETTO In Svizzera la previdenza globale si fonda su tre pilastri Come lavoratori dipendenti siete assicurati

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO COMUNALE DELLE PRESENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE Adottato con atto deliberativo di Giunta Comunale n 83 del 02.08.2002 Modificato

Dettagli

Informazione per i datori di lavoro Indennità per intemperie

Informazione per i datori di lavoro Indennità per intemperie Dipartimento federale dell'economia DFE EDIZIONE 2011 Informazione per i datori di lavoro Indennità per intemperie Avvertenze Il presente opuscolo offre ai datori di lavoro una panoramica dei loro diritti

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE

CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE Il presente contratto si applica a tutti i medici assistenti dell Ente ospedaliero cantonale Tra l Ente ospedaliero cantonale rappresentato dalla Direzione

Dettagli

Pensionamento. Momento del pensionamento

Pensionamento. Momento del pensionamento Pensionamento Quando voglio andare in pensione? Cosa scelgo tra rendita e capitale? Devo comunicare il mio pensionamento? Chi si avvicina al pensionamento deve affrontare numerose domande e prendere varie

Dettagli

Benvenuti. Il vostro impiego presso AS Ascensori SA

Benvenuti. Il vostro impiego presso AS Ascensori SA Benvenuti Il vostro impiego presso AS Ascensori SA Il vostro impiego presso AS in sintesi* Convenzione dell industria metalmeccanica Per i collaboratori di AS si applica la convenzione dell industria metalmeccanica,

Dettagli

Assicurazioni secondo la LAMal

Assicurazioni secondo la LAMal Assicurazioni secondo la LAMal Regolamento Edizione 01. 2015 Indice I Disposizioni comuni 1 Validità 2 Adesione / ammissione 3 Sospensione della copertura del rischio d infortunio 4 Effetti giuridici della

Dettagli

Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità

Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità (Ordinanza sul libero passaggio, OLP) 831.425 del 3 ottobre 1994 (Stato 1 gennaio 2009) Il Consiglio

Dettagli

La vostra cassa pensione in breve

La vostra cassa pensione in breve Personalvorsorgestiftung der Ärzte und Tierärzte Fondation de prévoyance pour le personnel des médecins et vétérinaires Fondazione di previdenza per il personale dei medici e veterinari La vostra cassa

Dettagli

C.C.N.L. PER LE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE ESERCENTI L ATTIVITL ATTIVITÀ NEL SETTORE TURISMO

C.C.N.L. PER LE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE ESERCENTI L ATTIVITL ATTIVITÀ NEL SETTORE TURISMO C.C.N.L. PER LE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE ESERCENTI L ATTIVITL ATTIVITÀ NEL SETTORE TURISMO Orario lavoro: limite giornaliero 13 ore Regolarità nell applicazione dei limiti delle norme previste dal

Dettagli

Convenzione quadro. (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci

Convenzione quadro. (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) tra la: Esempio SA (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci (nome, indirizzo) 1. Campo d applicazione La presente è una convenzione quadro volta a regolare un numero

Dettagli

IL RINNOVO DEL 9 LUGLIO TUTTE LE NOVITÀ

IL RINNOVO DEL 9 LUGLIO TUTTE LE NOVITÀ IL RINNOVO DEL 9 LUGLIO TUTTE LE NOVITÀ Il rinnovo del ccnl 28 maggio 2012 sottoscritto in data 9 luglio 2015, contiene novità di rilievo, come si illustra di seguito. DECORRENZA E DURATA (Art. 203) Il

Dettagli

2.06 Stato al 1 o gennaio 2011

2.06 Stato al 1 o gennaio 2011 2.06 Stato al 1 o gennaio 2011 Lavoro domestico Quali attività sono considerate lavori domestici? 1 Si intendono, ad esempio, le attività delle seguenti persone: addetta/addetto alle pulizie, bambinaia

Dettagli

FAR SCATTARE LA SCINTILLA

FAR SCATTARE LA SCINTILLA PREVIDENZA PROFESSIONALE FAR SCATTARE LA SCINTILLA COSTITUIRE UNA SOCIETÀ CON BUSINESSCOMFORT PER START-UP TUTTO RUOTA ATTORNO A VOI Vogliamo essere la migliore assicurazione di previdenza in Svizzera.

Dettagli

IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO

IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO Introduzione al mondo del lavoro di cura L inquadramento (Minimi contrattuali in vigore PER L ANNO 2011) LIVELLO TABELLA A CONVIVENTI TABELLA B CONVIVENTI PART-TIME TABELLA

Dettagli

Regolamento di previdenza della Bâloise-Fondazione collettiva per la previdenza professionale obbligatoria

Regolamento di previdenza della Bâloise-Fondazione collettiva per la previdenza professionale obbligatoria Regolamento di previdenza della Bâloise-Fondazione collettiva per la previdenza professionale obbligatoria Edizione gennaio 2015 La vostra sicurezza ci sta a cuore. Indice I. Generalità 1. Basi 3 2. Obbligo

Dettagli

La vostra previdenza presso PUBLICA

La vostra previdenza presso PUBLICA La vostra previdenza presso PUBLICA Versione ridotta del Regolamento di previdenza per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione Il presente opuscolo vi fornisce

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich. Regolamento Piano di risparmio supplementare 1 valido dal 1 0 gennaio 2015

Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich. Regolamento Piano di risparmio supplementare 1 valido dal 1 0 gennaio 2015 Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich Regolamento Piano di risparmio supplementare valido dal 0 gennaio 05 Indice DISPOSIZIONI GENERALI... 3. Cerchia delle persone assicurate... 3. Scopo... 3.3

Dettagli

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE Informazioni generali sull assicurazione contro la disoccupazione 1. Disdetta del rapporto di lavoro 2. Annuncio 3. Diritto alle indennità 4. Informazioni varie 1.

Dettagli

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2013

FIAS. Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali. Commissione centrale d esame. Esame professionale 2013 FIAS Federazione svizzera degli impiegati delle assicurazioni sociali Commissione centrale d esame Esame professionale 03 Assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS) Numero della/del candidata/o: Durata

Dettagli

La polizza di libero passaggio della Basilese

La polizza di libero passaggio della Basilese La polizza di libero passaggio della Basilese Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2012 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione sul prodotto Informazione sul prodotto

Dettagli

Il contratto collettivo di lavoro Personale a prestito 2016 2018

Il contratto collettivo di lavoro Personale a prestito 2016 2018 Il contratto collettivo di lavoro Personale a prestito 2016 2018 Aziende acquisitrici «Promuoviamo e incoraggiamo il nostro personale, e temptraining è sempre al nostro fianco.» José Manuel Taboas Martinez

Dettagli

Certificato di previdenza

Certificato di previdenza www.allianz.ch Certificato di previdenza Marzo 2014 Scheda informativa per l assicurato Il certificato di previdenza del singolo lavoratore viene creato annualmente. Il documento fornisce importanti informazioni

Dettagli

CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE RENDITE VITALIZIE DIFFERITE

CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE RENDITE VITALIZIE DIFFERITE Edizione 2014 CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE RENDITE VITALIZIE DIFFERITE INDICE 1. Definizioni 2 1.1 Periodo di rendita 2 1.2 Riserva matematica di inventario 2 1.3 Riserva matematica sufficiente 2 1.4

Dettagli

DIRETTIVE SALARIALI PER GLI IMPIEGATI EXTRAFAMILIARI IN AGRICOLTURA ANNO 2012

DIRETTIVE SALARIALI PER GLI IMPIEGATI EXTRAFAMILIARI IN AGRICOLTURA ANNO 2012 DIRETTIVE SALARIALI PER GLI IMPIEGATI EXTRAFAMILIARI IN AGRICOLTURA ANNO 2012 Nell agricoltura svizzera sono impiegati migliaia di lavoratori. È quindi importante che i rapporti di lavoro siano ben regolamentati.

Dettagli

Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale. Edizione 2013 Consigli e suggerimenti

Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale. Edizione 2013 Consigli e suggerimenti Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale Edizione 2013 Consigli e suggerimenti 2 Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale Informazioni generali Informazioni

Dettagli

Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP

Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP Dipartimento federale dell'economia DFE EDIZIONE 2009 716.201 i Informazione complementare all Info-Service Disoccupazione Un opuscolo per i disoccupati Previdenza professionale delle persone disoccupate

Dettagli

La mia cassa pensione

La mia cassa pensione La mia cassa pensione 2015 GastroSocial la sua cassa pensione L esercizio nel quale lavora è assicurato presso la Cassa pensione GastroSocial. La cassa opera nel rispetto delle disposizioni della Legge

Dettagli

AZIENDA SPECIALE TORINO INCONTRA Regolamento della gestione organizzativa e del personale

AZIENDA SPECIALE TORINO INCONTRA Regolamento della gestione organizzativa e del personale AZIENDA SPECIALE TORINO INCONTRA Regolamento della gestione organizzativa e del personale Articolo 1 Orario di lavoro 1. L orario normale di lavoro è di 40 ore settimanali corrispondenti a 8 ore al giorno

Dettagli

decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011

decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011 SINTESI CCNL LAVORO DOMESTICO decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011 Indice della Sintesi Contrattuale Artt.

Dettagli

La retribuzione globale annua di cui al presente articolo viene erogata in 14 (quattordici) mensilità

La retribuzione globale annua di cui al presente articolo viene erogata in 14 (quattordici) mensilità TITOLO XXX Trattamento economico Articolo 7 NORMALE RETRIBUZIONE La normale retribuzione del lavoratore è costituita dalle voci sotto indicate alle lettere a), b), c) e d), nonché da tutti gli altri elementi

Dettagli

Entusiasmo? «Soluzioni particolari per esigenze particolari.»

Entusiasmo? «Soluzioni particolari per esigenze particolari.» Entusiasmo? «Soluzioni particolari per esigenze particolari.» Helvetia Previdenza per i quadri. Un complemento brillante alla previdenza professionale. La Sua Assicurazione svizzera. 1/8 Helvetia Previdenza

Dettagli

Contratto di registrazione di un nome a dominio con estensione ".ch"

Contratto di registrazione di un nome a dominio con estensione .ch Contratto di registrazione di un nome a dominio con estensione ".ch" Entrata in vigore: 14 febbraio 2013 (versione 4) 1 DEFINIZIONI 2 2 CONCLUSIONE E PARTI INTEGRANTI DEL CONTRATTO DI REGISTRAZIONE DI

Dettagli

Calcolo e pagamento dell indennità giornaliera

Calcolo e pagamento dell indennità giornaliera Calcolo e pagamento dell indennità giornaliera 1. Basi 2. Come calcola la Suva l indennità giornaliera? 1.1 Il guadagno assicurato massimo ammonta a 126 000 franchi all anno. 1.2 L indennità giornaliera

Dettagli

RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE DESTINAZIONE DEL TFR MATURANDO A PARTIRE DALL 01.01.2007 IN APPLICAZIONE DELL ART. 8 COMMA 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005 N. 252 Ogni lavoratore del settore

Dettagli

COSA ACCADE IN CASO DI VERSAMENTO CONTRIBUTIVO IN UN FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE. Informazioni di approfondimento

COSA ACCADE IN CASO DI VERSAMENTO CONTRIBUTIVO IN UN FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE. Informazioni di approfondimento COSA ACCADE IN CASO DI VERSAMENTO CONTRIBUTIVO IN UN FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE Informazioni di approfondimento Come vengono gestiti i versamenti ai fondi pensione complementare? Prima dell adesione

Dettagli

Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva

Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva Il Comune (omissis) rivolge quesito per sapere quale sia il trattamento economico spettante al dipendente comunale che occasionalmente

Dettagli

CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E

CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E PARERE CONCERNENTE L APPLICAZIONE DEL CCNL DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE NEGLI ISTITUTI AFFILIATI A CURAVIVA SVIZZERA

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

Le spettanze di una collaboratrice familiare

Le spettanze di una collaboratrice familiare Le spettanze di una collaboratrice familiare La retribuzione base, per una collaboratrice familiare deve essere concordata rispettando i seguenti minimi contrattuali: Minimi contrattuali in vigore dal

Dettagli

Misure volte a gettare le fondamenta per un avvenire sicuro della CPE

Misure volte a gettare le fondamenta per un avvenire sicuro della CPE Risposte alle domande più frequenti (FAQ) Misure volte a gettare le fondamenta per un avvenire sicuro della CPE 1. Dal 2014, l aliquota di conversione legale LPP all età di 65 anni è del 6,8%. È ammissibile

Dettagli

Il lavoro straordinario

Il lavoro straordinario Il lavoro straordinario Il titolo XVI (artt. 77-78) del Ccnl degli studi professionali regolamenta il lavoro straordinario. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. c del d.lgs. n. 66/2003, il lavoro straordinario

Dettagli

RentaSafe Time Il piano di pagamento con garanzia

RentaSafe Time Il piano di pagamento con garanzia RentaSafe Time Il piano di pagamento con garanzia Informazioni per i consumatori e Condizioni Generali di Acquisto (CGA) Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazioni per i consumatori

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Accordo Sindacale. Visto il CCNL 2002-2005, I biennio economico - d.d. 27.01.2005 ed in particolare l art. 12 e l art. 34;

Accordo Sindacale. Visto il CCNL 2002-2005, I biennio economico - d.d. 27.01.2005 ed in particolare l art. 12 e l art. 34; Accordo Sindacale Regolamento Lavoro Straordinario: durata minima lavoro straordinario e limite individuale ore/anno liquidabili nonché norme di utilizzo flessibilità modificative dell attuale regolamento

Dettagli

05.4 Assicurazione lavoro a turni. Assicurazione lavoro a turni

05.4 Assicurazione lavoro a turni. Assicurazione lavoro a turni 05.4 Assicurazione lavoro a turni Assicurazione lavoro a turni Cassa pensione Novartis Regolamento per l Assicurazione lavoro a turni Pubblicato dalla Cassa pensione Novartis Basilea Valido dal 1 o gennaio

Dettagli

Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità

Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità Ordinanza sul libero passaggio nella previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l invalidità (Ordinanza sul libero passaggio, OLP) 831.425 del 3 ottobre 1994 (Stato 1 gennaio 2012) Il Consiglio

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Novità contenute nella presente circolare

Novità contenute nella presente circolare ALLE IMPRESE INDUSTRIALI Roma, 25 gennaio 2005 Circolare n. 26/IMPRESE Novità contenute nella presente circolare 1. Contribuzione dal 1 gennaio 2005 1.1 Incremento delle quote di TFR: a. per dirigenti

Dettagli

Riduzione del tasso tecnico e dell aliquota di conversione

Riduzione del tasso tecnico e dell aliquota di conversione Riduzione del tasso tecnico e dell aliquota di conversione Cos'è l aliquota di conversione? La CPE tiene per ogni assicurato un conto individuale, sul quale accredita i contributi, eventuali versamenti

Dettagli

Il Part-Time in Poste Italiane

Il Part-Time in Poste Italiane Il Part-Time in Poste Italiane Vademecum Che cos è? Il contratto a tempo parziale è un contratto di lavoro subordinato che prevede una prestazione di lavoro di durata inferiore rispetto alle 36 ore settimanali

Dettagli

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera Domande: Risposte: Art. 9 Art. 28 Par. 5 Art. 34 Par. 1 lett. a Art. 34 Par. 1 lett. a Art. 37.3 Art. 40.3 Art. 40.3 sospendere

Dettagli

partecipazione al rendimento trasparente

partecipazione al rendimento trasparente Realizzate il vostro obiettivo di risparmio a colpo sicuro. Assicurazione risparmio con partecipazione al rendimento trasparente Desiderate costituire un capitale di risparmio importante, per finanziare

Dettagli

PART TIME. Part time. da 5 a 8 1 da 9 a 11 2 da 12 a 16 3 da 17 a 22 4 5, comunque non oltre il 20% del personale a tempo indeterminato assegnato

PART TIME. Part time. da 5 a 8 1 da 9 a 11 2 da 12 a 16 3 da 17 a 22 4 5, comunque non oltre il 20% del personale a tempo indeterminato assegnato PART TIME NOZIONI GENERALI 1 L avvio del contratto a part time avviene con la firma del nuovo contratto di lavoro presso la Direzione provinciale del Lavoro. Il part time può essere: a tempo determinato

Dettagli

La protezione dei giovani nel diritto del lavoro

La protezione dei giovani nel diritto del lavoro La protezione dei giovani nel diritto del lavoro hotelleriesuisse Monbijoustrasse 130 Casella postale CH-3001 Berna Telefono +41 (0)31 370 41 11 Fax +41 (0)31 370 44 44 info@hotelleriesuisse.ch www.hotelleriesuisse.ch

Dettagli

Informazione aggiornata La previdenza sociale in Svizzera

Informazione aggiornata La previdenza sociale in Svizzera Informazione aggiornata La previdenza sociale in Svizzera Prestazioni Assicurati/Aventi diritto Basi per calcolare l ammontare delle prestazioni per cura, assistenza, guarigione AVS/AI Sono assicurate

Dettagli

Condizioni Generali (CGA)

Condizioni Generali (CGA) Condizioni Generali (CGA) Assicurazione contro gli infortuni secondo la legge federale del 20.3.1981 (LAINF) Edizione 08.2006 8000612 10.09 WGR 067 I Sommario L assicurazione contro gli infortuni secondo

Dettagli

2.09 Stato al 1 gennaio 2013

2.09 Stato al 1 gennaio 2013 2.09 Stato al 1 gennaio 2013 Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere In generale 1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli