Presidi per la gestione della vescica e dell intestino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presidi per la gestione della vescica e dell intestino"

Transcript

1 AUTONOMIA E QUOTIDIANITÀ Presidi per la gestione della vescica e dell intestino Patrizia Ferroni CPS Infermiera Uroriabilitatrice - Perugia

2 AUTONOMIA La parola autonomia deriva dal greco e significa poter provvedere da sé alle proprie necessità dandosi delle regole, impegnandosi affinchè questo succeda.

3 Presidi per la vescica??? l intestino???

4 per poter provvedere da sé alle proprie necessità GIUSTO PRESIDIO ADDESTRAMENTO SCELTA

5 GESTIONE VESCICALE PRESIDI UROLOGICI

6 INCONTINENZA URINARIA RITENZIONE URINARIA Femminile: -Pannolino,pannolone Femminile e Maschile: -Cateteri per cateterismo Maschile: - Catetere esterno o Condom/Sacca da gamba - Raccogligocce - Pannolini intermittente: - Prelubrificati - Autolubrificanti - Pronti all uso - Con gel o idrogel - Idrofilici - Con punte particolari - Con o senza sacca di raccolta incorporata

7 PRESIDI PER INCONTINENZA

8 INCONTINENZA FEMMINILE

9 INCONTINENZA MASCHILE CONDOM Catetere Esterno SILICONE Eliminazione Delle Allergie: Grazie alla tipologia del materiale Sicurezza: Il silicone è assolutamente INODORE, IDROREPELLENTE E TRASPIRANTE Trasparenza: Consente un facile e continuo controllo della pelle

10 INCONTINENZA MASCHILE CONDOM Catetere Esterno Standard Short Long

11 INCONTINENZA MASCHILE CONDOM Catetere Esterno -Il condom può essere indossato fino a 24 ore (ma è preferibile toglierlo durante la notte) - Vanno rasati i peli alla base del pene per far si che l idroccoloide aderisca meglio - Va fatta un accurata igiene intima e il pene deve essere ben asciutto prima di indossare il condom - Il condom va collegato ad usa sacca di drenaggio da gamba NON sterile

12 INCONTINENZA MASCHILE CONDOM Catetere Esterno

13 INCONTINENZA MASCHILE RACCOGLIGOCCE Si tratta di un assorbente appositamente disegnato per l'anatomia maschile, è una piccola tasca nel quale viene inserito il pene. L'assorbente viene quindi fissato allo slip mediante una striscia adesiva. Può contenere fino a 150 ml. di urina Contiene polveri superassorbenti che rendono più asciutta la superficie a contatto con la cute.

14 INCONTINENZA MASCHILE PANNOLINI

15 DIRITTI = NOMENCLATORE TARIFFARIO E un Decreto Ministeriale del 1999 in cui il Servizio Sanitario Nazionale stabilisce di garantire alle persone riconosciute invalide o in attesa di riconoscimento dell invalidità (di ogni età) l erogazione di ausili o presidi nell ambito di un progetto riabilitativo individuale volto alla prevenzione, alla correzione o alla compensazione di menomazioni o disabilità funzionali conseguenti a patologie o lesioni, al potenziamento delle abilità residue nonché alla promozione dell autonomia dell assistito. La prescrizione deve essere Redatta da un medico specialista del SSN dipendente o convenzionato, competente per patologia Nel Nomenclatore sono elencati la tipologia del presidio, il codice ISO che lo rappresenta e la quantità massima di presidi concedibili in un mese

16 DIRITTI = NOMENCLATORE TARIFFARIO CATETERE CONDOM IN GOMMA NATURALE O SINTETICA, IPOALLERGENICA, AUTOCOLLANTE O CON STRISCIA BIADESIVA Codice ISO Descrizione Prodotto Q.Tà Mese CATETERE IN SILICONE Max 30 pz SACCA "MONOUSO" CON TUBO DI RACCORDO CON RIVESTIMENTO IN TESSUTO E TUBO DI LUNGHEZZA REGOLABILE Codice ISO Descrizione Prodotto Q.Tà Mese SACCA MONOUSO Max 30 pz SACCA RIUTILIZZABILE MAX 8/pz CATETERE CONDOM IN GOMMA NATURALE O SINTETICA, IPOALLERGENICA, AUTOCOLLANTE O CON STRISCIA BIADESIVA Codice ISO Descrizione Prodotto Q.Tà Mese RACCOGLI URINE ESTERNO (RACCOGLI GOCCE) CON ASSORBENZA FINO A 150 ML Max 60 pz./

17 PRESIDI PER LA RITENZIONE

18 Catetere Vescicale Permanente Aumenta il pericolo di infezione vescicale Si gestisce male NON DÀ AUTONOMIA

19 Cateterismo Intermittente AUTO CATETERISMO INTERMITTENTE

20 IL CATETERE per Cateterismo Intermittente - Sonda in PVC LUBRIFICAZIONE - Gel o Idrogel (gellati o pregellati) - Tramite immersione in Soluzione Fisiologica (Idrofilici)

21 IL CATETERE per Cateterismo Intermittente I cateteri vengono anche chiamati: TOUCH La persona tocca direttamente con la mano o con un guanto il catetere per effettuare il cateterismo NO-TOUCH La persona non tocca direttamente il catetere ma usa una guaina che lo ricopre e che può essere direttamente sul catetere o integrata nella confezione

22 IL CATETERE per Cateterismo Intermittente PRONTO ALL USO Catetere già pronto e lubrificato o con acqua o gel integrato nella confezione CON SACCA INTEGRATA Catetere con sacca di drenaggio incorporata, è detto anche Kit da viaggio CON PUNTE SPECIALI - Per favorirne l inserzione

23 IL CATETERE per Cateterismo Intermittente PUNTA TONDA No-Touch PUNTA ERGOTHAN No-Touch

24 IL CATETERE per Cateterismo Intermittente DIRITTI = NOMENCLATORE TARIFFARIO CATETERE MONOUSO AUTOLUBRIFICANTE CHE SI LUBRIFICA CON GEL LUBRIFlCANTE INCORPORATO NELLA CONFEZIONE (lettera a) O CHE SI LUBRIFICA MEDIANTE IMMERSIONE IN ACQUA O SOLUZIONE FISIOLOGICA NON INCLUSE NELLA CONFEZIONE (lettera b), DI VARIE LUNGHEZZE, PUNTE E DIAMETRI IN CONFEZIONE SINGOLA STERILE (2) Codice ISO Descrizione Prodotto Q.Tà Mese CATETERE MONOUSO per neonato fino ad 1 anno CATETERE MONOUSO per bambino fino a 6 anni CATETERE MONOUSO donna e bambino oltre 6 anni CATETERE MONOUSO (uomo) Max 180 pz/ Max 150 pz/ Max 120 pz/ Max 120 pz/ a/b CATETERE MONOUSO con sacca graduata ed integrata Max 60 pz/(2)

25 IL CATETERE per Cateterismo Intermittente CATETERI CON SACCA INTEGRATA

26 IL CATETERE per Cateterismo Intermittente DIRITTI = NOMENCLATORE TARIFFARIO CATETERE MONOUSO AUTOLUBRIFICANTE CHE SI LUBRIFICA CON GEL LUBRIFlCANTE INCORPORATO NELLA CONFEZIONE (lettera a) O CHE SI LUBRIFICA MEDIANTE IMMERSIONE IN ACQUA O SOLUZIONE FISIOLOGICA NON INCLUSE NELLA CONFEZIONE (lettera b), DI VARIE LUNGHEZZE, PUNTE E DIAMETRI IN CONFEZIONE SINGOLA STERILE (2) Codice ISO Descrizione Prodotto Q.Tà Mese a/b a/b a/b CATETERE MONOUSO per neonato fino ad 1 anno CATETERE MONOUSO per bambino fino a 6 anni CATETERE MONOUSO donna e bambino oltre 6 anni Max 180 pz/ Max 150 pz/ Max 120 pz/ a/b CATETERE MONOUSO (uomo) CATETERE MONOUSO con sacca graduata ed integrata Max 120 pz/ Max 60 pz/(2) (2) Sacca integrata e graduata -, nonché in combinazione con il catetere ma fino a un massimo di altri

27 LA SCELTA IL MIGLIOR PRESIDIO?

28 Quello scelto dalla persona dopo CORRETTA INFORMAZIONE ( importanza del CI, importanza dell esecuzione a orario, importanza giusta idratazione, importanza igiene ) BUON ADDESTRAMENTO ( importanza igiene prima dell inserzione, della buona visione del meato uretrale, modalità di inserzione e fuoriuscita del catetere ) PROVARE I PRESIDI ( per scegliere il più idoneo alla persona stessa )

29 e se ci sono difficoltà??? AUSILI PER AUTO-CATETERISMO a pagamento!!!

30 DIVARICATORE GINOCCHIA FREEHAND-Abbassapantaloni DIVARICATORE VAGINALE

31 SOSTEGNO PER IL PENE SPECCHI CON/SENZA LUCE AUSILI PER L INTRODUZIONE DEL CATETERE

32 GESTIONE DELL INTESTINO - PRESIDI -

33 PUNTI FERMI Corretta alimentazione (frutta, verdura ) Corretta idratazione (almeno 1 l. acqua ) L intestino và liberato almeno ogni due giorni IN CHE MODO???

34 LASSATIVI: ma l'uso prolungato provoca diversi effetti collaterali TISANE o RIMEDI NATURALI SUPPOSTE CLISTERI (Enteroclisma) o MICROCLISMI

35 SISTEMA IRRIGAZIONE DEL COLON Peristeen E un sistema di irrigazione trans-anale del colon basato su immissione di acqua a pressione positiva costante e può essere effettuato in autonomia o con l aiuto di qualcuno NON CONCEDIBILE (no Nomenclatore Tariffario) ACQUISTO EXTRATARIFFARIO: La concessione, da parte delle aziende Usl, di ausili non inclusi nel Nomenclatore Tariffario, né riconducibili a prodotti aventi la stessa finalità riabilitativa PREVIA PRESCRIZIONE DESCRITTIVA E MOTIVATA DELLO SPECIALISTA COMPETENTE PER PATOLOGIA, IL PRESIDIO RIENTRA NEL PROGETTO RIABILITATIVO

36 Si introduce la sonda nell ano Si gonfia il palloncino per farla rimanere in situ Si immette l acqua dentro l intestino (tramite la pompetta) che,a pressione costante, può arrivare fino al colon ascendente. L acqua e la pressione fanno aumentare la peristalsi, l intestino si contrae e dà la spinta necessaria a far fuoriuscire le feci liberandosi quasi totalmente

37 VANTAGGI -Ridurre il rischio di stipsi evitando l accumulo di feci - Ridurre il tempo dedicato all evacuazione (da 10 a 30 minuti max) - Ridurre il rischio di incontinenza fecale, nonché di perdite di feci tra un evacuazione e l altra - Ridurre le infezioni delle vie urinarie

38 CONTROINDICAZIONI ostruzione nota dell intestino crasso dovuta a stenosi o tumori; patologia infiammatoria acuta dell intestino; diverticolite; operazioni chirurgiche addominali o anali negli ultimi 3 mesi. ALCUNE PRECAUZIONI condizioni anorettali che possono provocare dolore o emorragia, come ad esempio ragadi anali e emorroidi di terzo e quarto grado diverticolosi disreflessia autonomica precedenti interventi chirurgici addominali o anali

39 Prima di iniziare la procedura di Peristeen, gli utilizzatori dovranno essere sottoposti a valutazione medica (anche con l esecuzione di indagini diagnostiche), per assicurare l assenza di quelle condizioni che ne escludono l uso La persona deve essere informata e addestrata all uso del presidio e supervisionata la prima volta che esegue l irrigazione

40 INCONTINENZA FECALE Peristeen ANAL PLUG Anal Plug è realizzato in schiuma di poliuretano, una sostanza atossica, particolarmente morbida e porosa, che consente il passaggio dell aria. NON CONCEDIBILE (no Nomenclatore Tariffario) Grazie a questo materiale, il tampone può rimanere in loco anche per 12 ore senza che morbidezza e permeabilità all aria diminuiscano Consente di affrontare serenamente attività di relazione, sportive o del tempo libero.

41 CONCLUSIONI poter provvedere da sé alle proprie necessità Tutti i presidi per la gestione vescicale ed intestinale, possono essere gestiti dalla persona in modo autonomo Dove non è possibile farlo si può ricorrere all uso di ausili per favorirne l esecuzione e, solo se non fosse possibile,ricorrere a un aiuto QUINDI???!!!

42

43 PATOLOGIA MENOMAZIONE INCAPACITÀ QUOTIDIANITÀ PERSONA DISABILITÀ HANDICAP

44 GIUSTA INFORMAZIONE (genitori ) EDUCAZIONE (genitori e bambini importanza gestione sfinteriale) ADDESTRAMENTO AUTO-CATETERISMO (già da bambini ) SCELTA GIUSTO PRESIDIO

45 AUTONOMIA GESTIONALE NEL CONTROLLO DELLA VESCICA E DELL INTESTINO

46 PARTECIPAZIONE VITA SOCIALE MAGGIOR LIBERTÀ MAGGIORE AUTOSTIMA MIGLIORE QUALITÀ DI VITA

47

Schededisupporto. Catetere a permanenza tipo Foley a palloncino ACCESSORI E MODIFICHE DESCRIZIONE FUNZIONE CONTROINDICAZIONI MODALITÀ DI UTILIZZO

Schededisupporto. Catetere a permanenza tipo Foley a palloncino ACCESSORI E MODIFICHE DESCRIZIONE FUNZIONE CONTROINDICAZIONI MODALITÀ DI UTILIZZO Catetere a permanenza tipo Foley a palloncino In lattice o in silicone 100%, abitualmente a due vie: una per il deflusso d urina, l altra per instillare l acqua che gonfia il dispositivo a palloncino che

Dettagli

NOMENCLATORE TARIFFARIO per la Regione Lazio.

NOMENCLATORE TARIFFARIO per la Regione Lazio. NOMENCLATORE TARIFFARIO per la Regione Lazio. Dal Regolamento recante norme per le prestazioni di assistenza protesica erogabili nell ambito del SSN: modalità di erogazione e tariffe, DM 332 del 27 agosto

Dettagli

Eliminazione.. Calogero Papa Inf. Stomaterapista Fondazione IRCCS S. Matteo - Pavia

Eliminazione.. Calogero Papa Inf. Stomaterapista Fondazione IRCCS S. Matteo - Pavia Eliminazione.. Calogero Papa Inf. Stomaterapista Fondazione IRCCS S. Matteo - Pavia 2 grossi problemi Urinaria Incontinenza Fecale stipsi Cause Traumatiche Post intervento Neuropatie Post Radioterapia

Dettagli

Care at home. ELENCO BARCODE PRODOTTI Urologia Homecare

Care at home. ELENCO BARCODE PRODOTTI Urologia Homecare Care at home ELENCO BARCODE PRODOTTI Urologia Homecare 2 Gentile Cliente, Teleflex produce e distribuisce in tutto il mondo dispositivi medici che contribuiscono a ridurre il tasso di infezioni e ad aumentare

Dettagli

L igiene intima La pulizia del meato urinario La ventralizzazione del pene (fig. 1) cambiata la posizione di ancoraggio alla gamba

L igiene intima La pulizia del meato urinario La ventralizzazione del pene (fig. 1) cambiata la posizione di ancoraggio alla gamba IL RUOLO DELL INFERMIERE NELLA RIABILITAZIONE DELLA VESCICA NEUROGENA DEL MIELOLESO Patrizia Ferroni, Unità Spinale Unipolare Osp. Silvestrini PERUGIA La mielolesione, provoca l interruzione delle vie

Dettagli

IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2003 Allegato n 1

IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2003 Allegato n 1 AUSILI PER STOMIE 09.18 CODICE EX D.M. 28/12/92 CODICE ISO QUANTITATIVI MASSIMI CONCEDIBILI VECCHIO PREZZO 01/08/01 SISTEMA 1 PEZZO COLO-ILEOSTOMIA. * Sacca a fondo chiuso con filtro, barriera protettiva

Dettagli

ALLEGATO 2. AUSILI MONOUSO Classe 09 "Ausili per la cura e la protezione personale" 04.19 ausili per somministrazione di medicinali

ALLEGATO 2. AUSILI MONOUSO Classe 09 Ausili per la cura e la protezione personale 04.19 ausili per somministrazione di medicinali AUSILI MONOUSO Classe 09 "Ausili per la cura e la protezione personale" ALLEGATO 2 04.19 ausili per somministrazione di medicinali 04.19.03 ausili per somministrazione e dosaggio ausili di collegamento

Dettagli

FORNITURA DI PROTESI ED AUSILI nella continuità terapeutica e assistenziale tra ospedale e territorio

FORNITURA DI PROTESI ED AUSILI nella continuità terapeutica e assistenziale tra ospedale e territorio FORNITURA DI PROTESI ED AUSILI nella continuità terapeutica e assistenziale tra ospedale e territorio OGGETTO DELLA SEGUENTE PROCEDURA AUSILI ANTIDECUBITO (cuscini, materassi) AUSILI PER LA PREVENZIONE

Dettagli

I diritti dell incontinente

I diritti dell incontinente I diritti dell incontinente La legislazione italiana è alquanto complessa e voluminosa, per non disperderci nei mille rivoli legislativi e per rendere sufficientemente comprensibili i principali diritti

Dettagli

Coloplast Informa. www.incontricoloplast.it incontri con il turismo accessibile. Guida alla scelta degli ausili per la continenza

Coloplast Informa. www.incontricoloplast.it incontri con il turismo accessibile. Guida alla scelta degli ausili per la continenza Per i tuoi viaggi Coloplast mette a disposizione un nuovo sito web: vai su www.incontricoloplast.it e potrai costruirti una vacanza accessibile su misura rispetto alle tue necessità e ai tuoi desideri.

Dettagli

09.18 ausili per stomia

09.18 ausili per stomia ALLEGATO 2 AUSILI MONOUSO Classe 09 "Ausili per la cura e la protezione personale" 09.15 ausili per tracheotomia dispositivi in plastica o metallo per la respirazione dei soggetti tracheotomizzati 09.15.03.003

Dettagli

PROTOCOLLO di GESTIONE del CATETERE VESCICALE

PROTOCOLLO di GESTIONE del CATETERE VESCICALE PROTOCOLLO di GESTIONE del CATETERE VESCICALE COMMISSIONE PROFESSIONALE PER LE CURE DOMICILIARI Fernando ANZIVINO, Mara CALDERONI, Giuseppina CAROSELLI, Alessandra GALLETTI, Stefano GIORDANI, Gaetano MARINELLI,

Dettagli

218 20.8.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 34 DELIBERAZIONE 4 agosto 2008, n. 647

218 20.8.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 34 DELIBERAZIONE 4 agosto 2008, n. 647 218 20.8.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 34 DELIBERAZIONE 4 agosto 2008, n. 647 Approvazione elenco Ausili Medici previsto dallo schema di Protocollo d Intesa di cui alla DGRT n

Dettagli

LA GESTIONE DELLA PERSONA CON CATETERE VESCICALE A PERMANENZA

LA GESTIONE DELLA PERSONA CON CATETERE VESCICALE A PERMANENZA OPUSCOLO INFORMATIVO LA GESTIONE DELLA PERSONA CON CATETERE VESCICALE A PERMANENZA SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DOMICILIARE AZIENDA USL 12 VERSILIA Questa guida è stata pensata per aiutarla a

Dettagli

PROCEDURA DEL CATETERISMO VESCICALE LAURA DA RE

PROCEDURA DEL CATETERISMO VESCICALE LAURA DA RE PROCEDURA DEL CATETERISMO VESCICALE LAURA DA RE RESPONSBILITA DELL INFERMIERE E RIFERIMENTI LEGISLATIVI SULLA PRATICA DELL INSERIMENTO DEL CATETERE VESCICALE TALE TECNICA E DI COMPETENZA INFERMIERISTICA

Dettagli

CORSO S T E T O E RICO-PR P ATI T CO A.S. S L. L P E P S E C S ARA 14/17/19 D 19 I D CE C M

CORSO S T E T O E RICO-PR P ATI T CO A.S. S L. L P E P S E C S ARA 14/17/19 D 19 I D CE C M Il cateterismo vescicale CORSO TEORICO-PRATICO A.S.L. PESCARA 14/17/19 DICEMBRE 2007 Dott. R. Renzetti CATETERISMO VESCICALE Il cateterismo vescicale è una metodica di drenaggio atta all'evacuazione dell

Dettagli

Sclerosi Multipla e vescica

Sclerosi Multipla e vescica encathopedia Sclerosi Multipla e vescica Trattamento delle disfunzioni urinarie Quali sono gli effetti della SM sulla vescica Vantaggi del CIC Sclerosi Multipla (SM) La sclerosi multipla è una patologia

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER IL PAZIENTE CON NEOSERBATOIO URINARIO

CONSIGLI UTILI PER IL PAZIENTE CON NEOSERBATOIO URINARIO CONSIGLI UTILI PER IL PAZIENTE CON NEOSERBATOIO URINARIO Elaborato da Dott.ssa Giulia Sbrollini Dott. Rami Raquban Con la supervisione del Prof. Giovanni Muzzonigro Questa guida, pensata e preparata dalle

Dettagli

Sostegno nell eliminazione urinaria e intestinale. Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata da Maggioli Editore. ****

Sostegno nell eliminazione urinaria e intestinale. Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata da Maggioli Editore. **** L articolo che segue è tratto dal testo Assistere a casa. Suggerimenti e indicazioni per prendersi cura di una persona malata di G. Casale e C. Mastroianni. Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata

Dettagli

La prevenzione delle Infezioni delle vie urinarie correlate alle attività assistenziali è una cosa seria?

La prevenzione delle Infezioni delle vie urinarie correlate alle attività assistenziali è una cosa seria? La prevenzione delle Infezioni delle vie urinarie correlate alle attività assistenziali è una cosa seria? Luciano Urbani, infermiere Introduzione La letteratura riportante le evidenze scientifiche sulla

Dettagli

GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE. a cura di Andrea B. Galosi

GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE. a cura di Andrea B. Galosi GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE a cura di Andrea B. Galosi Il catetere vescicale è un dispositivo (tubicino flessibile) che permette il drenaggio continuo dell urina dalla vescica all esterno attraverso

Dettagli

Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio

Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio Un catetere può migliorare la vostra salute e qualità di vita. Siccome sappiamo che potrebbe richiedere un bel po di adattamento, abbiamo

Dettagli

Codice Descrizione presidi Quantità massima Prezzo al pubblico

Codice Descrizione presidi Quantità massima Prezzo al pubblico 1. Diabetici I prezzi di rimborso dei prodotti che seguono sono da intendersi quali importi massimi. Qualora il paziente si orienti verso prodotti con prezzo superiore a quello indicato, è tenuto a pagare

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 1. REGIONE PIEMONTE Torino S.C. PROVVEDITORATO LOGISTICA

AZIENDA SANITARIA LOCALE 1. REGIONE PIEMONTE Torino S.C. PROVVEDITORATO LOGISTICA AZIENDA SANITARIA LOCALE 1 REGIONE PIEMONTE Torino S.C. PROVVEDITORATO LOGISTICA CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI PRODOTTI MONOUSO PER ALLEGATO A ELENCO PRODOTTI E QUANTITA 1/17 1. PANNOLONE MUTANDINA

Dettagli

la storia di fabio a partire dai suoi 28 anni di età

la storia di fabio a partire dai suoi 28 anni di età la storia di fabio a partire dai suoi 28 anni di età U.O.C. Medicina Riabilitativa di Alta Specializzazione Villa delle Ginestre Via Castellana 145-90135 Palermo Tel. 091 6743111 fax 091 6743124 Vittorio

Dettagli

Care at home FLOCATH QUICK. Catetere con rivestimento idrofilico di terza generazione pronto all uso

Care at home FLOCATH QUICK. Catetere con rivestimento idrofilico di terza generazione pronto all uso Care at home FLOCATH QUICK Catetere con rivestimento idrofilico di terza generazione pronto all uso Flocath Quick tre volte migliore: tre volte minor frizione, il rivestimento idrofilico è ancora più omogeneo

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S.CROCE E CARLE CUNEO C.I.O. COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE PROTOCOLLO PER IL CATETERISMO VESCICALE

AZIENDA OSPEDALIERA S.CROCE E CARLE CUNEO C.I.O. COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE PROTOCOLLO PER IL CATETERISMO VESCICALE AZIENDA OSPEDALIERA S.CROCE E CARLE CUNEO C.I.O. COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE PROTOCOLLO PER IL CATETERISMO VESCICALE (DICEMBRE 2002) A cura di: SIMONA GASTALDI Ortopedia II, LAURA

Dettagli

AZIENDA MONALDI COTUGNO CTO PROCEDURA PREVENZIONE DELLE INFEZIONI DELLE VIE URINARIE (IVU) ASSOCIATE A CATETERISMO VESCICALE

AZIENDA MONALDI COTUGNO CTO PROCEDURA PREVENZIONE DELLE INFEZIONI DELLE VIE URINARIE (IVU) ASSOCIATE A CATETERISMO VESCICALE Pagina 1 di 9 POCEDUA PEVENZIONE DELLE INFEZIONI DELLE VIE UINAIE (IVU) ASSOCIATE A CATETEISMO VESCICALE Copia Controllata Modalità di trasmissione Copia Non Controllata ev. Data Motivo evisione 00 Approvazione:

Dettagli

La tua guida all utilizzo di Peristeen

La tua guida all utilizzo di Peristeen Coloplast sviluppa prodotti e servizi per rendere la vita più facile alle persone con bisogni di cura intimi e personali. Lavorando a stretto contatto con le persone che utilizzano i nostri prodotti, creiamo

Dettagli

Condom. Materiale: sintetico o lattice Fissaggio: autocollante oppure con il mastice adesivo per pelle. Strisce adesive

Condom. Materiale: sintetico o lattice Fissaggio: autocollante oppure con il mastice adesivo per pelle. Strisce adesive I diversi tipi di sistemi con condom vengono concepiti e realizzati nei nostri stabilimenti. Prodotti a Lobbach, questi condom presentano dei vantaggi, che in fatto di sicurezza, affidabilità tecnica e

Dettagli

Business area brochure title

Business area brochure title Guida per i professionisti della salute Business area brochure title Brochure cover subheading Contenuti Prefazione 3 Programma le tue evacuazioni 4 Come agisce Peristeen 5 Chi può utilizzare Peristeen?

Dettagli

Vincenzo Ferarra MD. Patologie della Vescica / 3 INCONTINENZA URINARIA. www.dottorvincenzoferrara.it

Vincenzo Ferarra MD. Patologie della Vescica / 3 INCONTINENZA URINARIA. www.dottorvincenzoferrara.it Patologie della Vescica / 3 INCONTINENZA URINARIA www.dottorvincenzoferrara.it INCONTINENZA URINARIA Qualsiasi perdita involontaria di urina è un problema sociale ed igienico, che rende necessario contattare

Dettagli

Aggiornamenti sulla prevenzione delle IVU nelle unità operative

Aggiornamenti sulla prevenzione delle IVU nelle unità operative Aggiornamenti sulla prevenzione delle IVU nelle unità operative INFEZIONI DEL TRATTO URINARIO Rappresentano 40% di tutte le ICA Associate a procedure invasive: 75-80% IVU a catetere vescicale 5-10% manipolazioni

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 NOVEMBRE 2003, N. 34. NORME IN FAVORE DEI SOGGETTI STOMIZZATI DELLA REGIONE VENETO.

LEGGE REGIONALE 20 NOVEMBRE 2003, N. 34. NORME IN FAVORE DEI SOGGETTI STOMIZZATI DELLA REGIONE VENETO. LEGGE REGIONALE 20 NOVEMBRE 2003, N. 34. NORME IN FAVORE DEI SOGGETTI STOMIZZATI DELLA REGIONE VENETO. (BUR n. 111/2003) Art. 1 - Finalità 1. La presente legge disciplina le tipologie e le modalità di

Dettagli

L igiene. Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata da Maggioli Editore. **** Puoi ordinare una copia qui. a) Cambio biancheria del letto:

L igiene. Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata da Maggioli Editore. **** Puoi ordinare una copia qui. a) Cambio biancheria del letto: L articolo che segue è tratto dal testo Assistere a casa. Suggerimenti e indicazioni per prendersi cura di una persona malata di G. Casale e C. Mastroianni. Si rimandano i lettori all opera completa, pubblicata

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 21. Norme in favore dei soggetti stomizzati

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 21. Norme in favore dei soggetti stomizzati Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 21 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori BIANCONI, CARRARA e GHIGO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 29 APRILE 2008 Norme in favore dei soggetti stomizzati TIPOGRAFIA

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele - Catania Direzione Medica di Presidio

Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele - Catania Direzione Medica di Presidio 6-3-2009 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 10 CIRCOLARE 23 febbraio 2009, n. 1256. Assistenza sanitaria integrativa - Revisione della distribuzione dei presidi e materiali sanitari

Dettagli

Cateterismo vescicale a permanenza e Presidi necessari al posizionamento.

Cateterismo vescicale a permanenza e Presidi necessari al posizionamento. Cateterismo vescicale a permanenza e Presidi necessari al posizionamento. Dott. Nicola Torina*, Infermiere di Sala Operatoria presso l Ospedale Buccheri La Ferla FBF di Palermo. *Indirizzo per la corrispondenza:

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI MEDICAZIONI SPECIALI

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI MEDICAZIONI SPECIALI ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DELLA FORNITURA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI MEDICAZIONI SPECIALI GARZE IN TNT M0202010102 1A 1 compresse in tnt prepiegate, minimo 4 strati, non sterili, in confezioni da

Dettagli

Unità didattica 4: Igiene personale: abilità pratiche

Unità didattica 4: Igiene personale: abilità pratiche Unità didattica 4: Igiene personale: abilità pratiche In questa unità didattica verranno appresi alcuni consigli e alcune tecniche per lavare i soggetti disabili e gli aiuti tecnici disponibili per eseguire

Dettagli

L INCONTINENZA URINARIA

L INCONTINENZA URINARIA L INCONTINENZA URINARIA MECCANISMO DELLA CONTINENZA La vescica si riempie Il segnale di vescica piena viene inviato al cervello Il cervello trattiene d urina in vescica Quando conveniente, il cervello

Dettagli

A relazione dell'assessore Saitta:

A relazione dell'assessore Saitta: REGIONE PIEMONTE BU6 12/02/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 12 gennaio 2015, n. 20-891 Programmi operativi 2013-2015. Razionalizzazione ed uniformita' delle procedure di prescrizione degli ausili

Dettagli

CATALOGO GENERALE. COM.MED Di Nola G. Via Madonna delle Grazie, 10 82016 Montesarchio (BN) Italia

CATALOGO GENERALE. COM.MED Di Nola G. Via Madonna delle Grazie, 10 82016 Montesarchio (BN) Italia CATALOGO GENERALE COM.MED Di Nola G. Via Madonna delle Grazie, 10 82016 Montesarchio (BN) Italia Strutture Produttive Camere bianche certificate classe ISO 7 e ISO 8 sorvegliate e validate in accordo con

Dettagli

Lesioni del midollo spinale e vescica

Lesioni del midollo spinale e vescica encathopedia Lesioni del midollo spinale e vescica I cambiamenti della funzione vescicale Conoscere la lesione Il CIC può aiutarti Le lesioni al midollo spinale (LM) Una lesione al midollo spinale identifica

Dettagli

Cosa fare e cosa non fare per la prevenzione delle infezioni del sito chirurgico e delle vie urinarie

Cosa fare e cosa non fare per la prevenzione delle infezioni del sito chirurgico e delle vie urinarie Evento formativo Prevenire le infezioni correlate all assistenza sanitaria: un impegno condiviso dei professionisti del Dipartimento POIT 1 Cosa fare e cosa non fare per la prevenzione delle infezioni

Dettagli

PROCEDURA CATETERISMO FEMMINILE

PROCEDURA CATETERISMO FEMMINILE Associazione Nazionale Infermieri Prevenzione Infezioni Ospedaliere PROCEDURA CATETERISMO FEMMINILE Giuliano Bon redazione Coordinatore infermieristico U.O. di Urologia, Ospedale di Gorizia emissione Novembre

Dettagli

E.O. Ospedali Galliera di Genova

E.O. Ospedali Galliera di Genova E.O. Ospedali Galliera di Genova (L.833/1978, art. 41; D.lgs n.517/1993 art. 4 c. 12) Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione (D.P.C.M. 14 luglio 1995) S.C. Farmacia/S.C.Chirurgia Vascolare/S.C.Malattie

Dettagli

DESCRIZIONE LOTTO 0,77000 308,00

DESCRIZIONE LOTTO 0,77000 308,00 ALLEGATO A6 - Procedura aperta per l affidamento della fornitura biennale in somministrazione, prorogabile di un ulteriore anno, di dispositivi medici non aggiudicati da SO.RE.SA. - Importo biennale a

Dettagli

Diabete e sintomi vescicali

Diabete e sintomi vescicali encathopedia Diabete e sintomi vescicali Fattori da considerare Come riconoscere i segnali di allarme Il CIC può aiutarti Il Diabete (diabete mellito, DM) Al diabete mellito, spesso definito semplicemente

Dettagli

Guida informativa. Consulta il tuo farmacista per avere i prodotti TENA. Scopri quali sono gli ausili assorbenti prescrivibili in convenzione.

Guida informativa. Consulta il tuo farmacista per avere i prodotti TENA. Scopri quali sono gli ausili assorbenti prescrivibili in convenzione. Guida informativa Ausili assorbenti Consulta il tuo farmacista per avere i prodotti TENA. Scopri quali sono gli ausili assorbenti prescrivibili in convenzione. Una linea completa di protezioni specifiche

Dettagli

La prevenzione e il trattamento delle lesioni cutanee

La prevenzione e il trattamento delle lesioni cutanee Corso di base per Assistenti familiari 29 novembre 2014 Cascina Brandezzata La prevenzione e il trattamento delle lesioni cutanee Adele Calori Coordinatrice Infermieristica Argomenti della lezione v Competenze

Dettagli

La gravidanza per la donna

La gravidanza per la donna encathopedia La gravidanza per la donna con lesione midollare Consulenza pre-concezionale Fattori da considerare Parto e travaglio Con il contributo della dottoressa Lorita Cito Fattori da considerare

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO REGIONE LIGURIA AZIENDA U.S.L. N.1 IMPERIESE VIA AURELIA 97-18038 BUSSANA DI SANREMO (IM) TEL. 0184/5361 - TELEFAX 0184/536588 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Disturbi della regione ano-rettale: sono argomenti imbarazzanti per i quali si tende ancora oggi al fai da te. Quando è giusto rivolgersi al medico?

Disturbi della regione ano-rettale: sono argomenti imbarazzanti per i quali si tende ancora oggi al fai da te. Quando è giusto rivolgersi al medico? FAQ COLONPROCTOLOGIA Disturbi della regione ano-rettale: sono argomenti imbarazzanti per i quali si tende ancora oggi al fai da te. Quando è giusto rivolgersi al medico? Sempre! Deve essere sempre formulata

Dettagli

Classificazione delle stomie urinarie e tecniche di confezionamento

Classificazione delle stomie urinarie e tecniche di confezionamento Classificazione delle stomie urinarie e tecniche di confezionamento LE DERIVAZIONI URINARIE CLASSIFICAZIONE CONTINENTI: INTERNE ESTERNE INCONTINENTI: TEMPORANEE PERMANENTI SCHEMA DERIVAZIONI URINARIE DERIVAZIONI

Dettagli

INCONTINENZA URINARIA

INCONTINENZA URINARIA INCONTINENZA URINARIA Perdita involontaria di urina in quantità o con frequenza tale da costituire per l individuo un problema sociale o di salute Frequenza: 8-34% degli anziani a domicilio 50% dei pz

Dettagli

CORSI TEORICO-PRATICI FINCO, DI FORMAZIONE PER I PROFESSIONISTI DELL INCONTINENZA. Bari 5/8 novembre 2207 Foggia 12/15 novembre 2007

CORSI TEORICO-PRATICI FINCO, DI FORMAZIONE PER I PROFESSIONISTI DELL INCONTINENZA. Bari 5/8 novembre 2207 Foggia 12/15 novembre 2007 CORSI TEORICO-PRATICI FINCO, DI FORMAZIONE PER I PROFESSIONISTI DELL INCONTINENZA Bari 5/8 novembre 2207 Foggia 12/15 novembre 2007 Obiettivi: La formazione è la strategia vincente che caratterizza ogni

Dettagli

INCONTINENZA URINARIA Qualità di Vita e ausili

INCONTINENZA URINARIA Qualità di Vita e ausili Daniele Grassi Sandro Sandri INCONTINENZA URINARIA Qualità di Vita e ausili Quello che ognuno vorrebbe e dovrebbe sapere L INCONTINENZA URINARIA Qualità di Vita e ausili Quello che ognuno vorrebbe e dovrebbe

Dettagli

L AMBULATORIO INFERMIERISTICO

L AMBULATORIO INFERMIERISTICO L AMBULATORIO INFERMIERISTICO Come aprire un ambulatorio infermieristico privato? Chi fa da se. Il terzo settore L AMBULATORIO INFERMIERISTICO E un attività di tipo innovativo non tanto nell esperienza

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI CATETERI PER TERAPIA ENDOVENOSA PICC E MIDLINE E ACCESSORI DI POSIZIONAMENTO

CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI CATETERI PER TERAPIA ENDOVENOSA PICC E MIDLINE E ACCESSORI DI POSIZIONAMENTO CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI CATETERI PER TERAPIA ENDOVENOSA PICC E MIDLINE E ACCESSORI DI POSIZIONAMENTO Gara (cottimo annuale) per la fornitura di cateteri a media permanenza per la terapia

Dettagli

Procedura generale sanitaria Gestione del paziente portatore di catetere vescicale

Procedura generale sanitaria Gestione del paziente portatore di catetere vescicale Cod. PGS10/DS Pagina di 1/22 ORIGINALE N CONSEGNATO A INDICE 1. Scopo... 2 2. Campo di applicazione... 2 3. Diagramma di flusso (omesso)... 2 4. Responsabilità... 2 5. Descrizione delle attività... 2 5.1.

Dettagli

PROTOCOLLO DI GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE

PROTOCOLLO DI GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE PROTOCOLLO DI GESTIONE DEL CATETERE Premessa I cateteri vescicali sono tra gli strumenti maggiormente impiegati nella gestione dell incontinenza negli Ospiti della RSD, il 47% degli assistiti infatti è

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE ASSISTENTI FAMILIARI

CORSO DI FORMAZIONE ASSISTENTI FAMILIARI Assistenza Domiciliare 2012 CORSO DI FORMAZIONE ASSISTENTI FAMILIARI ASSISTENZA STARE VICINO A QUALCUNO PER AIUTARLO BISOGNO I BISOGNI SECONDO MASLOW: BISOGNI FISIOLOGICI BISOGNO DI SICUREZZA BISOGNO DI

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Al fine di agevolare i lavori della Commissione è necessario che le offerte, seguano l'ordine riportato negli elenchi allegati.

CAPITOLATO TECNICO. Al fine di agevolare i lavori della Commissione è necessario che le offerte, seguano l'ordine riportato negli elenchi allegati. AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI PER IL TRATTAMENTO

Dettagli

VALUTAZIONE URODINAMICA E MONITORAGGIO FUNZIONALE DELLA VESCICA NEUROLOGICA NEL MIELOLESO

VALUTAZIONE URODINAMICA E MONITORAGGIO FUNZIONALE DELLA VESCICA NEUROLOGICA NEL MIELOLESO VALUTAZIONE URODINAMICA E MONITORAGGIO FUNZIONALE DELLA VESCICA NEUROLOGICA NEL MIELOLESO Dr. Sauro Biscotto, Unità Spinale Unipolare Clinica Urologica di Perugia L obbiettivo della gestione della vescica

Dettagli

Z L E B E N IO Z A IC N U M O C

Z L E B E N IO Z A IC N U M O C COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE m IRCCS MultiMedica m Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300 - Sesto S. Giovanni (Mi) Centralino 02.242091 MultiMedica Castellanza Viale Piemonte,

Dettagli

Bisogno di eliminazione

Bisogno di eliminazione Bisogno di eliminazione Lo scopo : ELIMINAZIONE URINE (equilibrio idroelettrolitico) ELIMINAZIONE FECI (scorie alimentari) ESPELLERE I PRODOTTI DI RIFIUTO DERIVANTI DAL PROCESSO DI ASSORBIMENTO E DI UTILIZZO

Dettagli

UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA "A. GEMELLI"- ROMA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA. Protocollo n...

UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA A. GEMELLI- ROMA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA. Protocollo n... UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA "A. GEMELLI"- ROMA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA Protocollo n... Prelievo di urine per urinocoltura OBIETTIVO Ottenere un campione

Dettagli

ELENCO E CARATTERISTICHE TECNICHE DEI PRODOTTI OGGETTO DELLA FORNITURA

ELENCO E CARATTERISTICHE TECNICHE DEI PRODOTTI OGGETTO DELLA FORNITURA Allegato A ELENCO E CARATTERISTICHE TECNICHE DEI PRODOTTI OGGETTO DELLA FORNITURA Per ciascuna tipologia di prodotti richiesta dovranno essere presentate le schede tecniche, dalle quali si possa evincere

Dettagli

INCONTINENZA URINARIA

INCONTINENZA URINARIA INCONTINENZA URINARIA Perdita involontaria di urina in quantità o con frequenza tale da costituire per l individuo un problema sociale o di salute Frequenza: 8-34% degli anziani a domicilio 50% dei pz

Dettagli

MALATTIE DELL APPARATO URINARIO

MALATTIE DELL APPARATO URINARIO MALATTIE DELL APPARATO URINARIO Diuresi = quantità di urina emessa nelle 24ore (1500 ml) Sintomi e segni legati all apparato urinario: - Ematuria = sangue nelle urine - piuria = pus nelle urine - oliguria

Dettagli

Protocollo Medico GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE A CIRCUITO CHIUSO STERILE

Protocollo Medico GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE A CIRCUITO CHIUSO STERILE Pagina 1 di 10 INIDICE 1.0 SCOPO... 2 2.0 CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3.0 ABBREVIAZIONI, DEFINIZIONI E TERMINOLOGIA... 2 4.0 RESPONSABILITA... 3 5.0 MODALITA OPERATIVA / PROCEDURA... 4 Posizionamento Catetere

Dettagli

METODO PER LA DETERMINAZIONE DELL INGOMBRO DELLO CHASSIS DI

METODO PER LA DETERMINAZIONE DELL INGOMBRO DELLO CHASSIS DI METODO INTERNO MI 26* AUSILI ASSORBENTI PER INCONTINENZA METODO PER LA DETERMINAZIONE DELL INGOMBRO DELLO CHASSIS DI AUSILI PER INCONTINENZA Rif. ISO 15621:2011 punti 5.4 5.6 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI

Dettagli

Da: Trattato delle Operazioni Ledran 1774

Da: Trattato delle Operazioni Ledran 1774 CATETERISMO La grande arte di cateterizzare consiste in una specie di intesa tra la mano che tiene il pene e quella che tiene la sonda; perché esse devono per così dire, sintonizzarsi in modo tale che

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE

NOTA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE Pag. 1 di 5 NORMA UNI EN ISO 9001:2008 REG.N.3000/GA1-A GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA NOTA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE Gentile Signora/e,come le è stato detto dal medico, Dott., per proseguire

Dettagli

Cuscino antidecubito in fibra cava siliconata

Cuscino antidecubito in fibra cava siliconata in fibra cava siliconata Sacca in tessuto traspirante contenente fibre cave; il silicone presente serve a mantenere l elasticità indispensabile per il modellamento sulla forma del paziente Prevenire le

Dettagli

PROPOSTA DI CONVENZIONE Cooperativa Girasole e F.I.A.M.I F.I.D.A

PROPOSTA DI CONVENZIONE Cooperativa Girasole e F.I.A.M.I F.I.D.A PROPOSTA DI CONVENZIONE Cooperativa Girasole e F.I.A.M.I F.I.D.A Scontistica del 10% su tutte le terapie erogate dalla cooperativa Girasole prestnti nel tariffario Scontistica del 10% sui pacchetti che

Dettagli

Incontinenza urinaria nella donna

Incontinenza urinaria nella donna Focus on Incontinenza urinaria nella donna Ritrovare la serenità superando i pregiudizi Bios International Holding La capillare rete di strutture di Bios International opera da anni nel campo della diagnostica

Dettagli

PROTOCOLLO INSERIMENTO CATETERE VESCICALE A CIRCUITO CHIUSO STERILE

PROTOCOLLO INSERIMENTO CATETERE VESCICALE A CIRCUITO CHIUSO STERILE E.O. OSPEDALI GALLIERA - GENOVA PROTOCOLLO INSERIMENTO CATETERE VESCICALE A CIRCUITO CHIUSO PREPARATO VERIFICATO APPROVATO ARCHIVIATO G. De Paoli, A. N. Paoletti, P. Lucchini, A. Sozzo, F. Tromba A. Casarico,

Dettagli

brevi appunti di viaggio. ..anatomia, fisiologia femminile, visita ginecologica ed igiene intima.

brevi appunti di viaggio. ..anatomia, fisiologia femminile, visita ginecologica ed igiene intima. brevi appunti di viaggio...anatomia, fisiologia femminile, visita ginecologica ed igiene intima. A cura di: U.O. Screening citologico Via Monza, 2 Tel. 0651006618/6631 fax 0651006630 e.mail: screening.citologico@aslrmc.it

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Cateteri SAUER 2012-09-17-1/7. Registrazione NSIS

Cateteri SAUER 2012-09-17-1/7. Registrazione NSIS MANR SAUR GMBH NUROTT 7 74931 LOBBACH Cateteri SAUR 2012-09-17-1/7 Registrazione NSS 1. Codice GMN Codice: 36125 enominazione: Catetere, urologico, intermittente efinizione: Categoria 1: Un tubo flessibile

Dettagli

NORMALITA E la possibilità di partecipare alla VITA QUOTIDIANA, nel rispetto delle diversità, dei desideri e delle inclinazioni di ogni persona

NORMALITA E la possibilità di partecipare alla VITA QUOTIDIANA, nel rispetto delle diversità, dei desideri e delle inclinazioni di ogni persona PROGRAMMA Ausili ortesi protesi (definizione e concetti generali) Nomenclatore tariffario (concetti generali) Ausili: per la deambulazione, antidecubito Carrozzina e sistemi di postura (componenti e criteri

Dettagli

POLYMED CATALOGO 2013 RUBINETTI IN POLICARBONATO RAMPE - RACCORDI

POLYMED CATALOGO 2013 RUBINETTI IN POLICARBONATO RAMPE - RACCORDI CATALOGO 2013 RUBINETTI IN POLICARBONATO RAMPE - RACCORDI Informazioni di carattere generale CONFORMITA PRODOTTO I raccordi conici Luer sono conformi agli standard ISO 594-1 per siringhe, aghi ed altra

Dettagli

INCONTENENZA URINARIA LA RIABILITAZIONE

INCONTENENZA URINARIA LA RIABILITAZIONE INCONTENENZA URINARIA LA RIABILITAZIONE CHE COSA È Come si manifesta cosa fare INCONTINENZA URINARIA L'incontinenza urinaria rappresenta un problema rilevante sia per il numero di persone che ne sono affette

Dettagli

LA RIABILITAZIONE UROLOGICA RIABILATAZIONE SESSUALE NEL PAZIENTE MEDULLO LESO

LA RIABILITAZIONE UROLOGICA RIABILATAZIONE SESSUALE NEL PAZIENTE MEDULLO LESO LA RIABILITAZIONE UROLOGICA RIABILATAZIONE SESSUALE NEL PAZIENTE MEDULLO LESO La Sessualità Genitori, educatori e riabilitatori spesso considerano la persona disabile come un essere asessuato. La sessualità

Dettagli

Il sistema urinario. Alessio Riitano Istruttore PSTI Croce Rossa Italiana

Il sistema urinario. Alessio Riitano Istruttore PSTI Croce Rossa Italiana Il sistema urinario Alessio Riitano Istruttore PSTI Croce Rossa Italiana Recapiti: E-mail: alessio.riitano@gmail.com Web: http://www.aleritty.net Creative Commons BY-NC-SA Argomenti Cos'è il sistema urinario?

Dettagli

PATOLOGIE UROGINECOLOGICHE

PATOLOGIE UROGINECOLOGICHE PATOLOGIE UROGINECOLOGICHE Gli organi pelvici sono quelli contenuti all interno del bacino e comprendono la vescica e l uretra, la vagina,l utero con annessi e ovaie, e il retto. Essi interagiscono tra

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Prevenire il tumore del colon retto INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 21-0 05/09/2012 INDICE Prevenire il tumore del colon. 4 Come si esegue

Dettagli

Schededisupporto. Dispositivo per urostomia monopezzo DESCRIZIONE FUNZIONE MODALITÀ DI UTILIZZO ACCESSORI E MODIFICHE FORNITURA

Schededisupporto. Dispositivo per urostomia monopezzo DESCRIZIONE FUNZIONE MODALITÀ DI UTILIZZO ACCESSORI E MODIFICHE FORNITURA Dispositivo per urostomia monopezzo Dispositivo composto da un unico pezzo, con adesivo a base di idrocolloidi, valvola antireflusso e sistema di scarico raccordabile a raccoglitore da gamba (o da letto)

Dettagli

I NCONTINENZA Incontinenza 1 da 26 02/2012

I NCONTINENZA Incontinenza 1 da 26 02/2012 I NCONTINENZA Incontinenza 1 da 26 02/12 INCONTINENZA PRODOTTI CONTRO L'INCONTINENZA & ACCESSORI da Pagina Assorbenti 3 Slips, T-Fit, Pants 5 Pannolini per neonati e per bambini 9 Mutande per assorbenti

Dettagli

NEOVESCICA ORTOTOPICA Una guida per i pazienti

NEOVESCICA ORTOTOPICA Una guida per i pazienti NEOVESCICA ORTOTOPICA Una guida per i pazienti Gentile paziente, l operazione a cui andrai incontro porterà dei cambiamenti nella tua vita. Anche se ciò all inizio può spaventare, col tempo e con la giusta

Dettagli

Gara a procedura aperta per l'affidamento triennale della fornitura di medicazioni speciali

Gara a procedura aperta per l'affidamento triennale della fornitura di medicazioni speciali Gara a procedura aperta per l'affidamento triennale della fornitura di medicazioni speciali ********** Capitolato Tecnico I prodotti oggetto della presente procedura devono essere conformi alle normative

Dettagli

FABBRICAZIONE ARTICOLI MEDICALI CATALOGO PRODOTTI. 3 Edizione

FABBRICAZIONE ARTICOLI MEDICALI CATALOGO PRODOTTI. 3 Edizione FABBRICAZIONE ARTICOLI MEDICALI CATALOGO PRODOTTI 3 Edizione Composizione grafica Imago Comunicazione (TE) Finito di stampare nel mese di Settembre 2013 INDICE Presentazione UROLOGIA / DRENAGGIO Sacche

Dettagli

Codice Descrizione presidi Quantità massima mensile. 1. Diabetici

Codice Descrizione presidi Quantità massima mensile. 1. Diabetici 1. Diabetici I prezzi di rimborso dei prodotti che seguono sono da intendersi quali importi massimi. Qualora il paziente si orienti verso prodotti con prezzo superiore a quello indicato, è tenuto a pagare

Dettagli

AZIENDA SANITARIA DI NUORO ELENCO PRODOTTI "MATERIALE SANITARIO VARIO"

AZIENDA SANITARIA DI NUORO ELENCO PRODOTTI MATERIALE SANITARIO VARIO CND LOTTO AZIENDA SANITARIA DI NUORO ELENCO PRODOTTI "MATERIALE SANITARIO VARIO" DESCRIZIONE fabbisogno complessivo1 2 + 12 mesi importo presunto del lotto (12 +12 mesi) N campioni A DISPOSITIVI DA SOMMINISTRAZIONE,

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITA'

MINISTERO DELLA SANITA' 7 MINISTERO DELLA SANITA' REGOLAMENTO RECANTE NORME PER LE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA PROTESICA EROGABILI NELL AMBITO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE: MODALITA DI EROGAZIONE E TARIFFE IL MINISTRO DELLA

Dettagli

Procedure modulo C. Pag. 1

Procedure modulo C. Pag. 1 Procedure modulo C Pag. 1 RILEVAZIONE DEI DATI E INDIVIDUAZIONE DI INCONTINENZAURINARIA E/O RIENZIONE MONITORAGGIO DEL VOLUME DELLE URINE MEDIANTE L INDIVIDUAZIONE DEL GLOBO VESCICALE SCOPO: Calcolare

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI PER MEDICAZIONE: OVATTA, ALTRE GARZE E MEDICAZIONI IN TNT (CND M01 M02 M04)

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI PER MEDICAZIONE: OVATTA, ALTRE GARZE E MEDICAZIONI IN TNT (CND M01 M02 M04) ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DELLA FORNITURA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI PER MEDICAZIONE: OVATTA, ALTRE GARZE E MEDICAZIONI IN TNT (CND M01 M02 M04) CND lotto voce Descrizione prodotto

Dettagli

La linea completa ed innovativa per l igiene e la cura dei piedi

La linea completa ed innovativa per l igiene e la cura dei piedi La linea completa ed innovativa per l igiene e la cura dei piedi Linea innovativa per l igiene e la freschezza dei piedi 500 EROGAZIONI Spray Deodorante Piedi Intensa azione deodorante ed igienizzante

Dettagli