Avnet Magazine Italia. Editoriale Risolviamo i problemi di business, non limitiamoci a vendere prodotti di Andrea Massari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Avnet Magazine Italia. Editoriale Risolviamo i problemi di business, non limitiamoci a vendere prodotti di Andrea Massari"

Transcript

1 Technology Technology Solutions Culture Aprile 2014 Avnet Magazine Italia Editoriale Risolviamo i problemi di business, non limitiamoci a vendere prodotti di Andrea Massari Confronto con il trade di Loris Frezzato, direttore responsabile di Partners Avnet cala la formazione sugli aspetti di business del mercato Formazione Il nostro obiettivo? Trasferire competenze tecnologiche ai partner di Cristina Campominosi

2 Proteggi I servizi i tuoi cloud datidi IaaS non sono tutti uguali. proteggi Per questo il tuo coloro business che distribuiscono il servizio Colt vcloud lo celebrano così! con Colt vcloud Replication Colt vcloud Replication ti dà la possibilità di replicare tutte le applicazioni chiave e i dati off site in tempo reale. In caso di problemi, ti garantisce il ripristino delle più importanti componenti software e l accessibilità al servizio in pochi minuti, senza perdite di dati. Il tutto con la flessibilità e la scalabilità dei servizi cloud. Per la reputazione di Colt Per l infrastruttura vcloud di classe enterprise realizzata in diversi paesi europei Per la partnership Colt-VMWare-Cisco-EMC. Colt è il primo provider europeo certifi cato per i servizi VMWare vcloud Datacenter Per la scelta di Colt di servire al meglio il mercato distribuendo le soluzioni di vcloud attraverso il canale di Avnet Per le grandi capacità esecutive di Avnet e Colt TRY & BUY primo mese gratis Acquista Colt vcloud Replication e hai un mese di utilizzo gratuito Testa il nostro ambiente di sviluppo Offerta disponibile per tutte le nuove installazioni Contratto minimo di 12 mesi Contattaci Contattaci per avere maggiori informazioni! Numero verde:

3 Editoriale Editoriale Risolviamo i problemi di business, non limitiamoci a vendere prodotti Andrea Massari, Country Manager Avnet Technology Solutions Italia, commenta il ruolo in evoluzione del distributore. Andrea Massari Country Manager di Avnet per Italia Recenti analisi di mercato hanno messo in luce che la crescita del settore IT è sostanzialmente piatta. Nell Europa occidentale il mercato è cresciuto dell 1%, per un valore di miliardi di euro (2.07 miliardi di dollari). Oggi la crescita si concentra nei segmenti in cui le componenti IT vengono pacchettizzate in singole soluzioni ottimizzate come converged infrastructure e tecnologie di virtualizzazione. Un buon esempio è rappresentato dal mercato dei server che cresce a un ritmo dell 1,3%, mentre quello delle infrastrutture convergenti segna un + 54%. Anche i mercati verticali stanno assumendo un importanza crescente per lo sviluppo del canale. Finanza, sanità, retail e settore pubblico rappresentano oggi le più importanti opportunità per il canale. Nella sola Europa occidentale, la spesa pubblica per l IT ammonta a 53 miliardi di euro (72 miliardi di dollari). L ampliamento di questi mercati induce il canale a proporre soluzioni specializzate e complete, tendenzialmente preferite ai singoli componenti. I reseller devono attrezzarsi in modo da fronteggiare al meglio queste nuove esigenze dei clienti e, per aiutarli a raggiungere l obiettivo, i distributori devono adattarsi al nuovo ruolo di consulente come elemento chiave della loro strategia. Vendere l ultimo ritrovato tecnologico non è più l elemento essenziale per essere vincenti. È invece fondamentale aiutare i clienti a raggiungere i propri obiettivi con il supporto delle soluzioni IT. La distribuzione gioca un ruolo importante nel mettere il canale nelle condizioni di comprendere il business dei clienti e identificare le loro esigenze IT nei rispettivi mercati verticali. Rispetto a cinque anni fa, il modo di fare business e di lavorare è del tutto cambiato. I clienti finali oggi conoscono meglio le tecnologie digitali favoriti da un maggior accesso alle informazioni, dallo sviluppo di Internet, dal social networking e dalla diffusione dei dispositivi mobili come tablet e smartphone in azienda. Tali tendenze hanno contribuito a modificare in modo sostanziale le esigenze dei clienti e, di conseguenza, il canale ha oggi il compito di rispondere a precise sfide poste dal business, piuttosto che semplicemente - tentare di vendere prodotti. La consumerizzazione dell IT ha anche portato i clienti ad esigere un migliore ritorno sugli investimenti IT. Prendiamo ad esempio un altra importante area di crescita, la mobilità (+33.5%), dove vale un semplice principio: siamo tutti consumatori. Ciò rischia di indurre alcuni reseller a credere erroneamente che implementare una policy in tale ambito sia facile. Nella realtà, si tratta di una tecnologia relativamente nuova per il canale IT e per arrivare ad offrire una soluzione di mobilità efficiente in un ambiente aziendale, può essere richiesto il coinvolgimento di vari player di mercato e un implementazione in più fasi. Spesso non è un processo lineare come l implementazione di una soluzione che gestisca semplicemente l interoperabilità fra un desktop e un dispositivo mobile. I rivenditori devono proporre soluzioni IT che risolvano anche tutte le altre sfide poste dalla mobilità, introducendo efficienza dello storage, del networking, della sicurezza; impostando una policy per il BYOD (Bring Your Own Device); implementando l MDM (Mobile Device Management) e il back-up dei dati aziendali. Inoltre, non sempre viene enfatizzato, ma le competenze relative ai data center sono il punto di partenza corretto per affrontare queste problematiche, oltre i sistemi front-end. Un errore piuttosto comune avviene quando il reseller si concentra su una sola area della mobilità, per esempio la sicurezza, trascurandone altre come la virtualizzazione dello storage per i dati mobili che tra l altro potrebbero rappresentare una vera opportunità di crescita. Inoltre, settori verticali in espansione come la sanità, dove le soluzioni per la mobilità devono essere realizzate 3

4 TM Editoriale su misura, sono spesso ignorati. È importante per i rivenditori comprendere che i driver nei vari settori verticali sono differenti: per fare un esempio, le funzionalità di sicurezza in ambito sanità riguardano principalmente la protezione dei dati contenuti nelle cartelle cliniche digitali, ma il supporto del lavoro in remoto è un aspetto altrettanto importante. Tutto ciò cambia il modo in cui un reseller vende un prodotto ma modifica anche il ruolo del distributore. Per offrire soluzioni ottimizzate invece che commodity tecnologiche standardizzate, i distributori hanno ora a disposizione un ecosistema più ampio, che spazia dai grandi system integrator ai provider di managed services. Il distributore deve calibrare le sue strategie così da abilitare i reseller a segmentare e posizionare le tecnologie in modo che rispondano nel loro insieme alle sfide del business, invece di presentarle separatamente, una per una. I servizi a valore aggiunto che un distributore fornisce sono oggi orientati sulla possibilità di affrontare con successo mercati in crescita - siano essi verticali o tecnologici (come i big data). Che si tratti di risorse IT virtuali o fisiche, di un semplice upgrade o di problemi di capacità, oggi il distributore è il cuore pulsante della catena del valore e ha perciò il compito di aiutare i partner nella comprensione di tutte queste problematiche. I rivenditori dal canto loro possono far leva sulla rete globale di rapporti del distributore e sulle sue competenze in questi settori, in modo da assicurarsi una supply chain efficace, ben calata nella realtà locale, e perciò in grado di rispondere alle esigenze del cliente. Ecco perché la distribuzione nel suo complesso ha un ruolo di consulenza. I suoi obiettivi sono più che mai trasmettere competenze e costruire alleanze. In quanto consulenti, i distributori devono facilitare le richieste di training provenienti dai reseller, il cui obiettivo è conoscere meglio i mercati verticali, in modo da poter vendere soluzioni best-of-breed che risolvano esigenze di business in qualsiasi settore. Ciò implica anche che i distributori devono essere coinvolti nel business planning, per verificare i trend chiave in ambito IT per la crescita. Questo processo sarà l occasione per mostrare ai reseller, ai partner e ai clienti finali come capitalizzare un mercato in costante evoluzione come quello IT. L offerta globale di Avnet Hitachi Data Systems 4

5 Accelerating Your Success Più veloce, più agile e più intelligente: il must di HANA Hai esigenza di gestire e controllare in tempo reale una grande mole di dati? Affidati all in-memory computing, il cuore della piattaforma HANA di SAP che permette l elaborazione di enormi quantità di dati in tempo reale nella memoria principale del server per fornire risultati immediati da analisi e transazioni. L eccellenza di SAP HANA unita al best of breed Cisco per i blade UCS ed EMC per lo storage VNX riduce in maniera sostanziale i rischi di business e garantisce ai clienti scalabilità, alta disponibilità e tolleranza ai disastri assieme ad un accesso continuo alle informazioni che risiedono sulla piattaforma mission-critical SAP HANA. Perché scegliere Cisco? Cisco Unified Computing System è un infrastruttura innovativa Semplifica il management e la scalabilità delle architetture basate su sistemi x 86 Veloce installazione e delivery dei sistemi finiti (5 sistemi HANA systems installati in 5 days in 2 location differenti ) Cisco e un SAP Global Technology Partner Cisco lavora a stretto contatto con SAP sulle soluzioni HANA dal 2010 Perché scegliere EMC? Lo storage EMC garantisce ai clienti SAP HANA l affidabilità, la protezione e l automazione necessari per implementare continue analisi dati real time Gli apparati Unified Storage VNX di EMC si caratterizzano per prestazioni elevate, semplicità ed efficienza senza eguali La serie VNX garantisce elevati livelli di protezione, conformità e facilità di gestione. Per maggiori informazioni 2013 Avnet, Inc. All rights reserved. The Avnet Technology Solutions logo is a registered trademark of Avnet, Inc. All other products, brands and names are trademarks or registered trademarks of their respective owners. 5

6 Confronto con il trade Avnet cala la formazione sugli aspetti di business del mercato Già da tempo impegnata nella formazione per conto di VMware, oggi Avnet diventa centro training per Veeam e per Ibm. Una focalizzazione sui servizi al canale che va incontro alle esigenze di valore aggiunto di dealer e vendor Andrea Massari Country Manager di Avnet per l Italia Da sempre i vendor che si rivolgono al canale puntano ad avere dei partner che li rappresentino sul mercato, e la certificazione rappresenta una garanzia del raggiungimento delle competenze necessarie per affrontare con successo le esigenze dei clienti. Ancor più oggi, le difficoltà dettate dal momento economico, la diffidenza negli investimenti delle aziende, la concorrenza agguerrita dei competitor e la complessità delle nuove tecnologie, concorrono alla necessità da parte dei partner di canale di proporsi con competenze specifiche. Avnet Technology Solutions fa della formazione una componente fondamentale dei servizi che offre ai propri clienti. Delle nuove esigenze e dinamiche che muovono questo tema, ne ha discusso in occasione di una tavola rotonda, coinvolgendo alcuni dei vendor di cui copre la parte formativa, quali Ibm, Veeam e VMware e alcuni part-ner particolarmente focalizzati sullo sviluppo delle proprie competenze, tra cui Accenture e Brain Force, operatori multinazionali e strutturati che oltre a fruire della formazione, sono in grado anche di erogarla ai propri clienti. System integrator nella doppia veste di fruitori e fornitori di skill Formazione che diventa un elemento distintivo per un operatore a valore come Brain Force, che per voce di Mariano Colombo, Enterprise Services, Infrastructure Project Unit Manager, conferma: «A livello italiano operiamo con i maggiori vendor, e dovendoli rappresentare sul mercato, la formazione, soprattutto quella specialistica, diventa un elemento fondamentale da cui non possiamo prescindere. La nostra scelta, infatti, non è stata di essere dei tuttologi, pur avendo delle dimensioni tali da poter sostenere molteplici skill, ma di essere dei system integrator a valore, caratterizzati dall avere delle competenze specifiche ottenute dai vari percorsi di certificazione. Competenze che, di volta in volta andiamo a scegliere e a strutturare insieme ai vendor, anche in funzione delle esigenze e dei trend del mercato. In particolare, con Ibm siamo ferrati sulle tematiche legate al mondo Cognos, mentre con Veeam lavoriamo sulle soluzioni che integriamo, implementandole negli ambienti virtuali, ossia VMware, che per noi rappresenta un vendor con il quale collaboriamo sia per la vendita delle soluzioni, sia sul lato dei Professional Services». Si tratta di un impegno notevole per Brain Force, con investimenti in tempo e denaro sia come azienda sia, singolarmente, come personale tecnico di alto livello impiegato. «Fortunatamente la sinergia con Avnet e con i vendor ci consente di recuperare parte di questa spesa» ammette Colombo. Su più fronti di competenze punta invece Accenture, che con la propria attività di consulenza ai clienti, tende a coprire i vari aspetti. Un compito che comporta una formazione a tutto tondo per il system integrator «ma proprio per il fatto di essere votati a essere tuttologi, ciò non significa esserlo in maniera generica, ma è necessario andare ad approfondire tutti i singoli aspetti degli ambiti che curiamo, sui quali tendiamo a raggiungere il massimo livello di specializzazione - dichiara Simonetta Piazza, Alliance Resales di Accenture per l Italia -. Per tale motivo riteniamo la formazione un elemento fondamentale 6

7 Confronto con il trade per il nostro business, e oggi ancora di più, in un contesto generale dove è sempre più richiesta specializzazione per riuscire a gestire le esigenze dei clienti in base alle tecnologie attuali, le quali, a loro volta, sono in continua e rapida evoluzione. Inoltre non c è solamente una componente di system integration pura, ma anche di rivendita dei prodotti, per questo abbiamo dovuto differenziare la tipologia di formazione non solo sulle tecnologie, ma anche dal punto di vista commerciale per poterle proporre in maniera corretta ai clienti». «Una necessità, quella della formazione, fortemente percepita internamente ad Accenture, dove i vari gruppi si rivolgono alla struttura che gestisce i percorsi di training alla stregua di clienti, e quindi dovendo far coincidere le esigenze di formazione con le limitazioni imposte dal budget.» aggiunge Piazza. «Dal punto di vista delle tecnologia, forte è l impegno formativo di Accenture con alcuni brand - fa eco Roberto Scarangella, del team training di Accenture -, ricorrendo spesso a risorse interne skillate in ambito progettuale che a loro volta erogano formazione per gli altri dipendenti, soprattutto per i neoassunti. Quando invece si tratta di nuovi prodotti ci rivolgiamo direttamente al vendor o al distributore che ne è autorizzato, come il caso di Ibm, che ha delegato la formazione a Avnet». Lo stimolo arriva da più parti: dall interno, dal vendor o dai clienti stessi, i quali, fortunatamente, a quanto dice Piazza, riconoscono il valore derivante dalle competenze del loro fornitore. «Le richieste da parte dei clienti arrivano o le facciamo arrivare - interviene Colombo di Brain Force -, puntando a valorizzare le competenze che abbiamo in casa. Brain Force ha una divisione apposita dedicata all education, intesa come offerta, e siamo presenti con dei nostri centri di formazione a Milano, Padova e Roma, dove proponiamo la nostra offerta strutturata di formazione ai clienti. Per quanto riguarda, invece, le nostre competenze, è proprio sulle loro verticalizzazioni e specializzazioni che caliamo i progetti che proponiamo ai clienti, con un riconoscimento da parte sia dei clienti già acquisiti sia su quelli nuovi durante le fasi di prevendita». Non si finisce mai di imparare e di insegnare L evoluzione stessa dei vendor e delle loro tecnologie impongono di mantenere un passo sostenuto in termini di formazione, sia da parte delle aziende che la forniscono, sia, ovviamente, da parte di quei partner che sulle loro tecnologie basano il proprio business. «Inizialmente la formazione sulle 7

8 Confronto con il trade Mariano Colombo Enterprise Services, Infrastructure Project Unit Manager di Brain Forcew Simonetta Piazza Alliance Resales di Accenture Italia Lara Del Pin Channel Manager Italy di Veeam Software Cristina Campominosi Sales Manager Professional Services di Avnet Italia nostre soluzioni si basava su un offerta di tipo gratuita - spiega Lara Del Pin, Channel Manager Italy di Veeam Software -, sulla quale Avnet si è fatta fin da subito promotrice, essendo stato il primo distributore in Europa a proporre i Certification Day, suddivisi tra competenze commerciali e tecniche che fornivano ai system integrator sia le competenze, sia il bollino per la certificazione. Poi, l evoluzione della tecnologia, ha portato all arricchimento del prodotto con nuove funzionalità di livello enterprise, e con molte integrazioni anche di terze parti, e alla richiesta da parte del nostro canale di avere una formazione più specifica e più tecnica. Per questo da qualche mese ci siamo appoggiati ad Avnet per una certificazione di tipo hands- on, la Veeam Certified Engineer (VMCE), decisione valutata molto positivamente da parte di alcuni partner, mentre alcuni altri si sono mostrati inizialmente recalcitranti, soprattutto quelli poco propensi, culturalmente, alla formazione. Un problema, questo, che è tipico dell Italia, tradizionalmente un Paese poco avvezzo alla formazione, mentre coloro che hanno accolto positivamente la scelta, hanno chiesto, addirittura, criteri ancora più stringenti per la certificazione, consapevoli delle opportunità che possono arrivare da una distinzione sul mercato, rispetto ai competitor, fondata sugli skill. Tra l altro, non essendo Veeam fornitrice di servizi, li deleghiamo interamente ai partner, che ovviamente possono ricavarci del business solo se in grado di mostrarsi con competenze specifiche». Che poi un canale formato adeguatamente genera un circolo virtuoso che rende riconoscibile il brand sul mercato e genera a sua volta richiesta da parte dei clienti, grazie agli effetti della customer satisfaction e al passaparola o ai social media, visto che un cliente soddisfatto può svolgere un importante ruolo da promoter. Ibm in cattedra,ma anche dietro i banchi Anche un nome come Ibm non esita a mettersi dietro i banchi di scuola e non solo a proporsi come erogatore di formazione. «La necessità di acquisire continuamente competenze sulle aree su cui operiamo, è costante - dichiara Mariano Ammirabile, System Architects Lab Services & Training Program Leader Technology di Ibm Italia -, sia in ambito progetti, essendo noi stessi, per molti aspetti, dei system integrator, sia sugli asset, hardware e software, su cui dobbiamo costantemente essere allineati in termini di conoscenze, per poi, ovviamente,poterle trasferire al nostro canale di Business Partner. Sul fronte interno, abbiamo dei percorsi formativi, delle carriere tecniche e professionali che impongono la partecipazione a una serie di corsi per ottenere determinate certificazioni». Su questo aspetto, lo scorso anno il vendor ha lanciato un programma interno, denominato THINK 40, secondo il quale ogni dipendente Ibm è obbligato, nell anno, a spendere almeno 40 ore di formazione su aree coerenti con la propria specializzazione. «Una scelta che ci consente di essere credibili sul mercato della system integration - continua Ammirabile -, su cui operiamo a livello globale, oltre al fatto di dovere soddisfare delle richieste formative da parte 8

9 Confronto con il trade Matteo Uva Channel Manager Italy di VMware Roberto Scarangella Team Training di Accenture Italia Mariano Ammirabile System Architects Lab Services & Training Program Leader Technology di Ibm Italia Roberto Petrillo Sales & Distribution, STG Sales Training Services di Ibm Italia di certi bandi di gara cui partecipiamo. E su questo abbiamo un approccio misto: generalistico e specialistico, in modo da avere personale con conoscenze generiche su tutte le aree e altamente specializzata su almeno un ambito». Dallo scorso anno, Ibm ha deciso di delegare le attività della divisione formazione interna a quattro partner a livello mondiale, uno di questi è Avnet, che si occuperanno di portare le competenze delle tecnologie del vendor sul mercato. «Avere terze parti come Avnet che ci aiutano ad allestire dei corsi per il canale o per i clienti, pensiamo possa avere un riscontro diretto anche sulla diffusione e la vendita delle nostre tecnologie - prosegue il manager -. Ibm ha mantenuto la responsabilità di sviluppare i contenuti formativi, e mettiamo a disposizione dei partner di Avnet i nostri laboratori virtuali. Formazione che non necessariamente va di pari passo con la certificazione, che invece serve al partner ai fini della fidelizzazione, per avere vantaggi quali scontistiche a volume o servizi aggiuntivi, come la partecipazione ad eventi formativi in forma gratuita». Anche per Veeam Software la formazione non è per forza legata all aspetto della certificazione, pur essendo una condizione per i system integrator per accedere ai programmi di partnership, «Soprattutto ai livelli più elevati, come il Gold e il Platinum - puntualizza Del Pin di Veeam -, viene chiesto di investire in competenze tecnologiche, ottenendo la certificazione VMCE. Competenze che vengono, comunque, richieste anche ai Partner Silver, almeno di vendita e di prevendita. In ogni modo i corsi non sono riservati solo ai player del canale, ma possono parteciparvi anche i clienti che vogliono conoscere meglio la tecnologie e magari gestirla in autonomia. In ogni caso tendiamo a creare delle community di esperti, in modo che le competenze di ognuno possano essere condivise». L offerta a valore va affrontata con un ruolo consulenziale Gli aspetti tecnologici come fondamento di conoscenza per i partner che propongono ai clienti le proprie tecnologie è alla base anche di VMware, che fin dalle sue origini, 15 anni orsono, fa degli skill tecnologici un elemento distintivo per i partner che la rappresentano sul mercato. «Trasformare attraverso il software i servizi infrastrutturali del datacenter è un argomento che si riesce ad affrontare unicamente con una buona dose di competenze - interviene Matteo Uva, Channel Manager Italy di VMware -. Siamo un azienda con un offerta altamente tecnologica, che per forza di cose deve essere affiancata da tanta formazione e se oggi la virtualizzazione è diventata uno standard di mercato, agli inizi era particolarmente difficile da spiegare, e fin da subito abbiamo avuto bisogno non di partner che fossero semplici venditori, ma di partner qualificati. Per questo la quasi totalità del nostro business passa attraverso il canale, che è perfettamente in grado di rappresentarci. E avendo un modello di vendita two-tier, che coinvolge il distributore, abbiamo optato per dei distributori a valore, in grado di fungere da training center (VATC - Vmware Authorized Training Center) per VMware, quale è Avnet. Nel frattempo molto è cambiato, e oggi 9

10 Confronto con il trade nel 60% dei casi, quando si parla di un nuovo server o di un nuovo servizio, si pensa a un server virtuale, ossia a VMware, una richiesta che riusciamo a seguire con una rete di circa partner a livello mondiale, di cui solo in Italia, nei vari livelli, Registered, Professional, Enterprise e Premiere. Ognuno, a partire dai Professional, con relativi impegni in termini di formazione, che partono dagli skill commerciali e di pre-vendita fino ai livelli più alti, cui richiediamo competenze tecniche elevate tipiche del VMware Certified Professional (VCP), abilitato al post-vendita». Una base di conoscenza doverosa, cui poi il vendor aggiunge ulteriori step attraverso le specializzazioni. Percorsi di formazione che coinvolgono i distributori certificati, ma per alcuni dei corsi è possibile anche l integrazione attraverso il Partner Center, il portale dedicato al canale da VMware, una parte del quale è riferito alla Partner University, dove il singolo system integrator trova la propria situazione riguardo le certificazioni, i corsi che ha sostenuto e il catalogo dei webinar disponibili. Far crescere nel canale la cultura della formazione Dal canto suo, Avnet, in qualità di training center autorizzato per più brand, dispone di un ricco calendario di corsi, che a oggi, con la recente aggiunta del catalogo Ibm, conta diverse centinaia di lezioni. «È dall autunno dello scorso anno che siamo attivi con il training per conto di Ibm - informa Andrea Massari, Country Manager di Avnet per l Italia -, e a oggi siamo a pieno ritmo nella loro erogazione. Un arricchimento notevole della nostra offerta di corsi, che occupa buona parte dei servizi a valore proposti ai nostri dealer. Impegno che vede una buona risposta da parte dei nostri dealer, nonostante l aspetto della formazione, in Italia, o più propriamente nel Sud Europa, venga culturalmente poco considerato dal canale. Si tende a valutare gli effetti dei corsi, e i loro relativi investimenti, in base alla quantità di business che possono generare a breve, e difficilmente - se 10

11 Confronto con il trade non per i dealer più avveduti - è l azienda partner che spinge i propri dipendenti a formarsi, se non obbligati. E sia noi sia i vendor facciamo uno sforzo enorme per fare capire l importanza della formazione al canale, e le opportunità che può generare, con i vendor che sono ancora portati a dover forzare i partner a formarsi per poter proporre le proprie soluzioni. Mentre oggi diventa ormai impellente un approccio alle tecnologie per competenze, vista la veloce trasformazione che le tecnologie stesse stanno subendo. E la necessità di formazione riguarda sia il canale sia l end user, il quale deve essere consapevole delle proprie esigenze. Oggi chi va a proporre tecnologie deve essere in grado di andare oltre al singolo prodotto, offrendo una soluzione complessa nel modo più adeguato, per fare capire ai clienti come la tecnologia può contribuire al miglioramento della propria efficienza, senza trascurare gli aspetti di convenienza economica, finanziaria, che è un livello ulteriore di conoscenza che si sta aggiungendo». «Sempre più, i nostri percorsi formativi vanno oltre la nostra pura offerta tecnologica - interviene Lara Del Pin di Veeam -, con i dealer stessi che ci chiedono di calarci meglio nel contesto di business dei clienti. E il distributore, che conosce sia la nostra offerta sia le esigenze del canale, è in grado di proporsi con dei corsi ad hoc, in maniera da rendere la tecnologia più comprensibile secondo gli aspetti di interesse del mercato». In aula o online la formazione di Avnet L offerta formazione di Avnet, che rientra nei Professional Services del distributore, ha avuto un notevole incremento con l accordo relativo ai corsi Ibm, di cui è Training Center autorizzato a livello mondiale. Per quanto riguarda l Italia, Avnet si sta strutturando per assorbire l aumento del carico di lavoro della divisione addetta «Al momento ricorrendo anche a personale docente esterno - spiega Cristina Campominosi, Sales Manager Professional Services di Avnet Italia -. Oltre a predisporre le proprie risorse interne, già certificate e autorizzate a erogare formazione per VMware e Veeam. Per Ibm, in particolare, abbiamo ereditato i fornitori di training già utilizzati da tempo dal vendor, a garanzia di una continuità del servizio. I corsi per tutti i brand che trattiamo e per i quali abbiamo l autorizzazione, si tengono nelle nostre sedi di Milano e di Roma, oltre a fornire un servizio ad hoc onsite, richiesto soprattutto per l offerta Ibm». Per alcuni dei corsi, Avnet offre l opzione Live Online, con la possibilità di seguire le lezioni tenute in aula anche da remoto, in maniera interattiva, cercando di adattarsi il più possibile alle esigenze dei dealer. A tal proposito, Ibm organizza dei Demo Days, indirizzati a un numero limitato di partner per ipotizzare uno scenario di utilizzo di determinate tecnologie, oppure, a livello internazionale, vengono organizzate delle settimane di full immersion su scenari di business, più che sulle singole tecnologie, e il risultato di tale confronto è la realizzazione di un libro che viene messo a disposizione dei clienti o, anche insieme ad Avnet, organizzati dei momenti per illustrare i risultati di queste attività, trasformandosi, di fatto, in nuove offerte formative per clienti e partner. Esigenze che cambiano da Paese a Paese, e dove vendor e distributore si trovano a collaborare per trovare un equilibrio tra le necessità di standardizzazione degli strumenti richiesti dal vendor, con le peculiarità culturali che si trovano localmente. «Inizialmente anche in Ibm siamo partiti con la formazione tecnica sul prodotto - aggiunge Roberto Petrillo, Sales & Distribution, STG Sales Training Services di Ibm Italia -, o addirittura sulle singole feature del prodotto. Un approccio, questo, che va bene in una seconda fase, di post-vendita, dove è necessario intervenire con competenze specialistiche. Ma oggi ci si è resi conto che ciò che funge da driver al processo di fornitura, è l avere delle competenze valide nella fase di pre-vendita, dove non si spiegano le performance del prodotto, ma quale valore aggiunto il prodotto è in gradi di fornire al business del cliente. E in questa prima fase di conoscenza della soluzione, l interlocutore in azienda potrebbe anche non essere il CIO, che invece può intervenire nella fase successiva. Da qui l organizzazione di tavole rotonde con il cliente dove, insieme, vengono analizzate le esigenze e valutate le possibili risposte». «Fermo restando la conoscenza della tecnologia del singolo vendor - puntualizza Massari di Avnet -, il nostro sforzo, in definitiva, è proprio quello di andare oltre l aspetto tecnologico, ma di calarlo sulle esigenze di business del mercato, fornendo così al partner degli elementi utili per evidenziare il proprio valore aggiunto. Una formazione a tutto tondo che comprenda, quindi, anche aspetti di vendita e di pre-vendita». 11

12 Tendenze Open Source e Red Hat: un binomio perfetto per il futuro digitale dell Italia L evoluzione di Red Hat Il concetto di open source è sostanzialmente nato nella prima parte degli anni Novanta, quando iniziò a diventare popolare il sistema operativo Linux. Per diverso tempo, questi due elementi sono stati ritenuti sinonimi e ancora oggi, in parte, resta radicata una visione della tematica che, in questi termini, va ritenuta certamente riduttiva. Non bastano certo un ambiente operativo, strumenti di sviluppo e qualche componente applicativa per avere a disposizione un infrastruttura sulla quale creare e e poi gestire tutti i processi di un azienda. Proprio per questo motivo Red Hat si è impegnata strenuamente, negli ultimi vent anni, per costruire uno stack infrastrutturale completo, basato sulla piattaforma Linux (RHEL - Red Hat Enterprise Linux), ma corredato di tecnologie di virtualizzazione, gestione e monitoraggio di infrastrutture, strumenti per la realizzazione di Architetture Service-Oriented e Cloud, e poi servizi di supporto, formazione e consulenza. Stack Infrastrutturale in grado di consentire la realizzazione di infrastrutture altamente automatizzate, orientate al business e in grado di fornire alle aziende l elasticità necessaria per operare con flessibilità anche in condizioni di business caratterizzate da grande variabilità. La completezza è uno degli elementi-chiave che ha contribuito al successo della società, facendone un punto di riferimento per tutte le aziende impegnate a far evolvere il software di sistema del proprio data center in direzione dell apertura, della flessibilità e dell ottimizzazione, coniugando innovazione e contenimento dei costi. Tenendo sempre presenti questi principi, Red Hat ha seguito le evoluzioni tecnologiche del mercato, accompagnando i clienti nell implementazione delle strategie di virtualizzazione e, più di recente, di migrazione verso il Cloud Computing. La Red Hat Cloud Infrastructure si propone proprio di offrire gli elementi fondativi per costruire e gestire cloud ibridi in logica Infrastructure-as-a-Service (IaaS), utilizzando prodotti aperti, interoperabili e di facile gestione come Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform, Red Hat Enterprise Virtualization e Red Hat CloudForms. Se i primi due supportano la costruzione di ambienti infrastrutturali cloud aperti e virtualizzati, CloudForms completa l offering con funzionalità di monitoraggio, chargeback, governance e orchestrazione tra cloud privati, pubblici e ibridi. 12

13 Tendenze OpenShift rappresenta invece la soluzione PaaS (Platform-as-a- Service) di Red Hat, contenente diverse tecnologie e frameworks open source che gli sviluppatori possono utilizzare, sia onpremise che online, per velocizzare e standardizzare i processi di realizzazione, test, rilascio e gestione di applicazioni in ambito cloud. Su queste basi, Red Hat ha costruito il paradigma dell Open Hybrid Cloud, che permette di disegnare blueprint infrastrutturali e applicative in maniera agnostica rispetto alla piattaforma sottostante. La gestione di ambienti di virtualizzazione eterogenei consente di far leva sugli investimenti già effettuati anche su piattaforme di virtualizzazione non aperte, affiancando uno stack open source, che mantenga un unico strumento di gestione anche per il passaggio al cloud, eliminando i vincoli a qualunque tecnologia sottostante. L Open Source per la Pubblica Amministrazione Italiana Un riconoscimento concreto del valore espresso dal modello di sviluppo Open Source, del quale Red Hat è, fin dalla sua nascita, un convinto sostenitore, è rappresentato dell azione del legislatore che ha chiarito come la strada dell Open Source sia la scelta da privilegiarsi per la PA italiana, conformandosi così ad una tendenza ormai in atto in numerosi altri Paesi. In questo scenario sono state elaborate una serie di indicazioni, contenute nel Codice per l Agenzia Digitale, che hanno messo le basi al concetto di Open by Default, ossia all obbligatorietà da parte delle entità appartenenti alla PA italiana di favorire soluzioni Open Source a soluzioni commerciali, come indicato dall Articolo 68, comma1. A questo si aggiunge il vincolo di scegliere soluzioni che consentano di lavorare con Formati Aperti, come indicato dall Articolo 68, comma3. Da sottolineare inoltre la novità introdotta dall emendamento del Senato al Decreto del Fare, che sancisce la necessità di acquisire prioritariamente prodotti Open Source rispetto ai prodotti commerciali, come indicato dall Art. 13-bis del decreto al comma 2, che specifica: Qualora vi siano prodotti Open Source che non comportino oneri di spesa, il ricorso ai medesimi prodotti deve essere ritenuto prioritario. prevista dall art. 68 del D.Lgs. 7 marzo 2005 n. 82 Codice dell Amministrazione Digitale che chiariscono in base a quali principi le Pubbliche Amministrazioni dovranno preferire soluzioni di tipo open source rispetto a quelle proprietarie, salvo condizioni di impossibilità che dovranno comunque essere motivate. Red Hat è il partner ideale per l evoluzione della Pubblica Amministrazione Italiana In questo scenario si vanno delineando alcune iniziative concrete mirate ad ammodernare le infrastrutture informatiche attraverso le quali la Pubblica Amministrazione gestisce i propri servizi ai Cittadini ed alle Imprese. Sui servizi di cloud computing si sta puntando per costruire il futuro tecnologico degli Enti Pubblici, come dimostrato dall attività dell Agenzia Digitale e da una recente iniziativa di Consip che, a fine 2013, ha pubblicato i termini di un importante gara per la razionalizzazione dei sistemi informativi delle PA sia a livello centrale che locale, puntando a ottenere 3 miliardi di euro di risparmi proprio grazie all erogazione di servizi IT in modalità cloud. La gara mira a definire un contratto-quadro per la distribuzione di tecnologie e applicazioni legate alle infrastrutture informatiche, alle piattaforme digitali per la fornitura di servizi a cittadini e imprese, all interoperabilità per i dati e la cooperazione applicativa, aumentando al contempo la sicurezza dei sistemi gestionali pubblici. Quale ulteriore agevolazione al processo di adozione delle Tecnologie Open Source nella PA, a Dicembre 2013 sono state definite dall Agenzia per l Italia Digitale, attraverso la Circolare n. 63/2013, le Linee Guida per la Valutazione Comparativa Tutto questo si affiancherà ai data center pubblici di eccellenza e a quelli regionali già esistenti, che potranno a loro volta avvalersi del cloud per gestire picchi elaborativi o per altre esigenze gestionali. 13

14 Tendenze Quattro sono i lotti nei quali è suddivisa la gara, che ha un valore complessivo di poco inferiore ai 2 miliardi di euro su una durata di cinque anni. Nel primo lotto sono compresi tutti i tipi di servizi cloud, da quelli IaaS per la fruizione di risorse remote virtuali a quelli PaaS (Platform-as-a-Service) per l erogazione alle PA di servizi middleware per lo sviluppo, test e messa in opera delle applicazioni, per arrivare al Software-as-a-Service per l utilizzo di applicazioni legate alla gestione e conservazione dei documenti, alla collaborazione, alla produttività individuale, alla comunicazione unificata e all analisi dei dati. Gli altri lotti riguardano la gestione delle identità digitali e della sicurezza applicativa, l interoperabilità dei dati e la realizzazione di portali e servizi online. di fornire l infrastruttura completa necessaria all evoluzione della Pubblica Amministrazione italiana in direzione della maggior efficienza ed innovazione, coniugate al risparmio di costi e risorse utilizzate. Ma, mutatis mutandis, la stessa logica si applica a tutte le aziende che oggi presentano analoghe esigenze e possono trarre vantaggio dal supporto di un interlocutore unico, ma che non per questo obbliga il cliente ad acquisire tecnologie chiuse, per lo sviluppo di tutte le componenti infrastrutturali necessarie per implementare un processo di modernizzazione dei sistemi informativi in direzione del cloud computing e degli ambienti aperti. Alla luce delle caratteristiche e dei requisiti richiesti da Consip e da quanto ribadito dalla Circolare n. 63/2013, Red Hat si propone a buon titolo come partner ideale per il supporto allo sviluppo dei servizi in modalità cloud descritti nel bando di gara. Infatti la logica dell Open Hybrid Cloud descritta nella prima parte di questo articolo, realizzabile per mezzo dell implementazione integrale di Red Hat Cloud Infrastructure e OpenShift (o sfruttando anche solo alcuni dei loro componenti), soddisfa appieno le esigenze di implementazione di una piattaforma completa di erogazione dei servizi in ambiente aperto, con le caratteristiche di flessibilità e integrazione con quanto già esistente, in base a quanto descritto nel bando di gara. Red Hat Enterprise Linux, che funge da base di molte soluzioni Red Hat, si presenta come l ambiente ideale per la garanzia di sicurezza richiesta da quanto delineato nel secondo lotto, mentre le tecnologie di integrazione proposte con il middleware JBoss (Enterprise Application Platform, BRMS, BPM, Fuse, Data Grid) offrono gli strumenti più efficaci per favorire la realizzazione di Service-Oriented Architectures, l interoperabilità e lo scambio di dati fra Pubbliche Amministrazioni, nonché per lo sviluppo di soluzioni di content management e di portali riassunti nei due lotti rimanenti. In combinazione con i partner che offrono sistemi, applicazioni e erogazione materiale dei servizi cloud, Red Hat è quindi in grado Red Hat Enterprise Linux, che funge da base di molte soluzioni Red Hat, si presenta come l ambiente ideale per la garanzia di sicurezza richiesta da quanto delineato nel secondo lotto, mentre le tecnologie di integrazione proposte con il middleware JBoss (Enterprise Application Platform, BRMS, BPM, Fuse, Data Grid) offrono gli strumenti più efficaci per favorire la realizzazione di Service-Oriented Architectures, l interoperabilità e lo scambio di dati fra Pubbliche Amministrazioni, nonché per lo sviluppo di soluzioni di content management e di portali riassunti nei due lotti rimanenti. In combinazione con i partner che offrono sistemi, applicazioni e erogazione materiale dei servizi cloud, Red Hat è quindi in grado di fornire l infrastruttura completa necessaria all evoluzione della Pubblica Amministrazione italiana in direzione della maggior efficienza ed innovazione, coniugate al risparmio di costi e risorse utilizzate. Ma, mutatis mutandis, la stessa logica si applica a tutte le aziende che oggi presentano analoghe esigenze e possono trarre vantaggio dal supporto di un interlocutore unico, ma che non per questo obbliga il cliente ad acquisire tecnologie chiuse, per lo sviluppo di tutte le componenti infrastrutturali necessarie per implementare un processo di modernizzazione dei sistemi informativi in direzione del cloud computing e degli ambienti aperti. 14

15 Tendenze Zimbra Collaboration Suite La vostra organizzazione è interessata a una soluzione open source di e collaborazione che si integri con prodotti di terze parti, offra una ricca interfaccia, una user experience browser based e includa un integrazione con le principali soluzioni di unified communication? La soluzione è Zimbra Collaboration. Zimbra Collaboration è una soluzione open source di e collaborazione, utilizzata in più di 140 Paesi da oltre aziende e clienti del settore pubblico e 100 milioni di utenti finali. Zimbra offre funzionalità complete per , rubrica, calendario, condivisione di file ed attività. Oltre che dal client Web dedicato, la soluzione è accessibile tramite Microsoft Outlook, Mozilla Thunderbird e altri client basati su standard diversi e da dispositivi mobili. È possibile installare Zimbra su server fisici o virtuali o tramite uno dei numerosi cloud provider certificati. e di numerosi comuni, province, aziende ospedaliere e aziende private che hanno apprezzato le funzionalità, le performance e la forte riduzione dei costi che la soluzione consente. Il prodotto è un successo su ambienti di ogni dimensione. Caso di successo: Il Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP) con 400 caselle di posta, è un organizzazione non governativa con sede a Roma (ONG). Il CISP ha realizzato e realizza progetti di aiuto umanitario, di riabilitazione e sviluppo in più di 30 paesi in Africa, America Latina, Medio Oriente, Asia e Europa dell Est. Zimbra assicura un esperienza utente intuitiva e coerente su tutte le principali piattaforme (Windows, Mac, Linux), sia online tramite un browser Web (Firefox, Chrome, Internet Explorer, Safari) sia offline tramite Microsoft Outlook, Thunderbird e altri client desktop. L interfaccia browser ottimizzata garantisce conversazioni naturali e offre filtri avanzati semplici da personalizzare. Gli utenti possono facilmente gestire ed eseguire ricerche all interno di caselle di posta elettronica e di messaggi. Luigi Grando, Direttore del CISP, ha scelto la suite collaborativa Zimbra per aumentare la produttività e offrire accesso in mobilità ai cooperanti CISP sparsi su tutto il globo. La migrazione effettuata da un server di posta locale al Cloud Zimbra è stata effettuata in sole 48 ore dando accesso immediato e senza interruzioni a tutti i collaboratori internazionali, il tutto senza essere legati ad un client mail ma sfruttando la potenzialità Anywhere Anytime di Zimbra web mail. Vantaggi principali: Opensource integrabile con ogni applicazione\esigenza del cliente Più economico del 50% rispetto a Microsoft Exchange grazie a minori costi per assegnazione delle licenze, hardware e funzionamento Amministrazione basata su Web o CLI semplice ed efficace Esperienza utente Web e offline intuitiva e coerente su piattaforme diverse Caratteristiche principali: Funzionalità di ricerca avanzate, supporto per caselle di posta di grandi dimensioni La gestione gerarchica dello storage consente di risparmiare risorse e distribuire agli utenti caselle di grandi dimensioni Supporto per virtualizzazione su KVM e vsphere Supporto per dispositivi mobili (tablet e smartphone) inclusa la gestione delle policy Tra i clienti possiamo citare NTT Communications, Comcast, Dell, Investec, Rackspace, Red Hat, Mozilla, H & R Block e Vodafone. Con una comunità open source molto attiva e una rete di partner in tutto il mondo, Zimbra è il terzo fornitore più grande di collaborazione del mondo. Per tre anni proprietà di VMware, da luglio 2013 Zimbra ha cambiato proprietà fondendosi all azienda Telligent, focalizzata sulla social communication, che ha mantenuto, per la nuova organizzazione, il nome di Zimbra Inc. Per lo sviluppo territoriale Zimbra Inc ha siglato una partnership con Avnet Technology Solutions che avrà il ruolo di supportare e formare il canale nella proposizione della soluzione sul mercato italiano. Per maggiori informazioni Zimbra in Italia: L Italia è il secondo mercato europeo con decine di clienti privati e pubblici. Ci sono referenze di Mailbox, 15

16 Tendenze Colt Enteprise vcloud Disponibile in Italia la piattaforma Colt dedicata al canale per la vendita di servizi IaaS. Oggi con possibilità di prova gratuita per 1 mese. Il 2014 si prospetta un anno ricco di soddisfazioni per Colt. Durante il VMware Partner Exchange 2014 che si è tenuto in Febbraio a San Francisco è stato assegnato il titolo di Global Service Provider Partner of the Year 2013, un riconoscimento di cui andiamo particolarmente orgogliosi e che premia la più grande installazione di vcloud d Europa, presente in oltre sei nazioni e sette data centre proprietari Colt. Simone Desole, Colt Channel Partner Manager L Italia è il quinto paese dove Colt ha attivato il servizio di Colt Enterprise vcloud. Da Gennaio è infatti operativa la piattaforma che permette ai partner di canale di ordinare attraverso la distribuzione servizi di Infrastructure as a Service (IaaS), backup as a service (BaaS), Replication as a Service (RaaS), Colocation e Cloud Storage. Colt, in qualità di vcloud Data centre Provider, permette ai partner di attivare il servizio in un qualsiasi data centre europeo, tutti di tipo Tier 3 e con certificati ISO Milano rappresenta la scelta preferenziale per i clienti italiani che vogliono beneficiare di un ampio portafogli di servizi di data centre attivabili a supporto dell infrastruttura Cloud. E inoltre possibile raggiungere il proprio perimetro di cloud attraverso vpn, accesso internet, connessione diretta in sito o tramite ethernet ove il cliente finale sia raggiunto direttamente dalla rete in fibra Colt che copre in Italia importanti città come Milano, Roma, Torino, Genova e Bologna. La nostra infrastruttura di vcloud si avvale dei migliori partner tecnologici come CISCO, EMC2 e VMware e permette di acquistare pool di risorse virtuali e connettività internet a SLA di classe enterprise con canoni mensili ricorrenti a costi particolarmente competitivi per i mercato delle piccole e medie imprese. Colt, proponendosi come la Information Delivery Platform d Europa garantisce ai partner piena autonomia nella gestione delle risorse acquistate ed il management del parco virtuale dei propri utenti finali per una esperienza di cloud computing sartoriale. I nostri Virtual Data centre permettono di attestare clienti e parti della vostra infrastruttura in contesti ibridi, unendo l infrastruttura privata VMware del cliente a quella pubblica di Colt, attraverso il vcloud Connector (fornito gratuitamente), o mantenere il tutto limitato all ambiente di cloud pubblico garantito da Colt. Indipendentemente dal percorso, sia esso pubblico o ibrido, abbiamo deciso di aiutare i partner concretamente, garantendo così di provare con mano la potenza e l affidabilità della nostra piattaforma sia negli scenari in cui si voglia migrare la propria infrastruttura che in quelli dedicati a servizi chiavi in mano per gli utenti finali. Per ogni nuovo contratto di almeno un anno Colt permetterà di provare il servizio gratuitamente per un mese. In questo modo si potrà utilizzare da subito il proprio Virtual Data Centre senza alcuna limitazione, potendo in questo tempo affinare al meglio le risorse necessarie dedicate alle proprie virtual machines o recedere dallo stesso senza prosecuzione del servizio. Il servizio è acquistabile in tre differenti fasce di performance accomunabili tra loro, che garantiscono il perfetto mix tra capacità, potenza e costi d esercizio, che si adattano alle necessità prestazionali dei vostri servizi. 16

17 Tendenze Colt vcloud Replication Dalla partnership con Zerto la soluzione di disaster recovery che aiuta a ottimizzare i costi. Possibilità di prova gratuita per 1 mese. Recentemente il tema della business continuity (BC) si è affermato con una certa insistenza nel mondo degli operatori e amministratori IT. In realtà si tratta di una nuova vecchia problematica, ben nota ai vendor che hanno fatto dello storage hardware il loro core-business, proponendo soluzioni basate sulla replica speculare dell infrastruttura IT su un secondo sito geografico. I vantaggi di una soluzione di BC classica sono molteplici (affidabilità, performance, conoscenze d amministrazione già note), tuttavia, questo scenario è più adatto ad aziende di dimensioni medio-grandi che posseggono un parco infrastrutturale complesso, gestito nel proprio CED e tipicamente virtualizzato solo in parte, e con notevoli capacità di investimento. esteso d Europa, si riescono a garantire RPO inferiori al minuto e ambienti replicati sempre accessibili, il cui controllo è completamente gestito dal rivenditore. Colt fornisce un servizio di replica real-time, grazie alle caratteristiche di Zerto che si integrano perfettamente nel vcloud Director di Colt, garantendo la protezione sia tra perimetri di vcloud esistenti in uno dei data centre Colt, oppure tra il sito del cliente verso uno dei nostri data centre. La possibilità di gestire in autonomia l intero ciclo di fail-over e di fail-back e di eseguire test di disaster recovery, senza ricorrere ad ulteriori software con i relativi costi di licenza, rende la soluzione di Colt Virtual Replication unica nel suo genere, garantendo notevoli risparmi dovuti alla flessibilità del prodotto. Gli alti costi di gestione di uno o più siti in business continuity e l avanzare del Cloud in tutte le sue varianti (pubblico, ibrido e privato) ha fatto da apripista alla comparsa di una domanda nuova: come proteggere gli ambienti virtualizzati, siano essi presso cloud pubblici o privati, garantendo la stessa affidabilità di una soluzione hardware-based ma a costi minori? La sua disponibilità geografica anche in nazioni diverse dall Italia, il dimensionamento per singola virtual machine, fa sì che si protegga esclusivamente il necessario, senza dover replicare dati superflui, con un notevole risparmio di costi diretti e indiretti, come quelli collegati alla connettività verso il sito di replica. Il partner tecnologico del cliente, che da sempre si presenta in questi aree come fornitore di soluzioni ad altissimo valore aggiunto, troverà in Colt l environment ideale per garantire a sé e ai propri clienti la giusta tranquillità e i vantaggi che le soluzioni hardware non sono in grado di offrire. Colt e Zerto hanno avviato una partnership unica nel mercato europeo. Sfruttando Zerto Virtual Replication 3.0 e l infrastruttura di Colt, il vcloud Data centre Provider più Per ogni nuovo contratto di almeno un anno, Colt permetterà di provare il servizio gratuitamente per 1 mese; in questo modo si potrà utilizzare da subito il proprio sito di replica e il Replication Control Panel senza limitazione alcuna. Saranno inoltre resi disponibili ai partner interessati, strumenti e percorsi di certificazioni utili alla piena padronanza della tematica, nonché per l analisi e il dimensionamento degli scenari d uso tipici. 17

18 Category LEADING EDGE IN CLOUD EMC 2, EMC, and the EMC logo are registered trademarks or trademarks of EMC Corporation in the United States and other countries. Copyright 2013 EMC Corporation. All rights reserved.

19 Tendenze Il nuovo Veeam Certified Engineer Certification Program è disponibile sia per gli utenti finali sia per i partner. Veeam Software, innovativo fornitore di soluzioni di backup, replica e gestione degli ambienti virtualizzati VMware vsphere e Microsoft Hyper-V, annuncia nuovi programmi di formazione e certificazione tecnica destinati sia ai rivenditori ProPartner sia ai clienti per le aree EMEA e Nord America. A gennaio 2014 Veeam lancerà un nuovo programma per formare e certificare partner ed engineer dei propri clienti come Veeam Certified Engineers (VMCE). La qualifica di VMCE stabilisce il livello di competenze necessario per poter implementare e configurare correttamente e nel modo più efficace i software Veeam. La qualifica garantisce inoltre che il tecnico certificato ha la conoscenza e l esperienza sufficienti e necessarie per essere ingaggiato come Veeam Expert. I distributori partner di Veeam saranno selezionati e qualificati Veeam Authorized Education Centers (VMAEC) per poter offrire a pagamento corsi di formazione in base a un apposito curriculum sviluppato da Veeam. Per tutti coloro che non potranno partecipare al corso di 3 giorni previsto per la formazione dal vivo con un istruttore, Veeam sta preparando il Video On Demand Learning (VODL). Ogni classe comprende sia lezioni che prove pratiche che permetteranno ai partecipanti di approfondire la conoscenza della tecnologia e della sua configurazione che verrà poi effettivamente messa in pratica in laboratori dove verranno ricreati scenari di clienti reali. In fase finale, per ottenere la qualifica di VMCE i candidati dovranno superare un apposito esame. Veeam prevede che entro la fine del 2014 saranno tra e gli ingegneri che otterranno la qualifica VMCE. I nostri nuovi programmi di formazione e certificazione creeranno un canale più potente e competente e un ecosistema di utenti finali dichiara Ratmir Timashev, CEO di Veeam Software. Ci aspettiamo che i nostri ProPartner vedano crescere il proprio fatturato man mano che i Veeam Expert certificati diventeranno sempre più competenti, impegnati e motivati. Questi training permetteranno ai nostri partner di offrire ai propri clienti servizi addizionali e un livello di supporto più elevato assicurandosi anche maggiori entrate. In qualità di azienda focalizzata sul canale, i regional team di Veeam lavoreranno a fianco della nostra comunità di partner per aiutarli a sfruttare meglio le opportunità di crescita che la Modern Data Protection sta generando oggi nel mercato enterprise Questo nuovo programma di certificazione è sviluppato per supportare i system engineer dei clienti Veeam, i responsabili della pre-vendita della rete di Pro Partner Veeam, fornendo loro competenze tecniche di alto livello attraverso la frequentazione di corsi specifici necessari per ottenere la certificazione VMCE. Veeam rafforzerà le competenze dei propri engineer in EMEA e in Nord America offrendo loro training sulle capacità dei prodotti Veeam, sulla loro integrazione e sulle tecnologie compatibili, con informazioni on-site e online su come implementare Veeam e raggiungere la massima funzionalità. I corsi di formazione comprendono programmi di certificazione che permetteranno ai rivenditori di fornire servizi professionali altamente remunerativi e consentiranno ai clienti di ottimizzare ulteriormente i propri investimenti in soluzioni Veeam con un ROI molto più elevato e un miglior SLA (Service Level Agreement). Veeam Software Veeam is Modern Data Protection. Veeam offre soluzioni potenti, facili da utilizzare e convenienti, appositamente sviluppate per la virtualizzazione - Built for Virtualization e per il cloud. Veeam Backup & Replication è ideale per backup VMware, Hyper-V, recupero e replica dei dati. Questa soluzione numero 1 per il Backup aiuta le aziende a migliorare sensibilmente RPO ed RTO, risparmiare tempo, eliminare i rischi e ridurre drasticamente i costi di capitale e operativi. Veeam Backup Management Suite unisce Veeam Backup & Replication con le più avanzate funzionalità di monitoring, reporting e planning per l infrastruttura di backup. Veeam Management Pack (MP) estende all ambiente VMware il monitoraggio enterprise affidato a Microsoft System Center. Inoltre, Veeam fornisce strumenti gratuiti per la virtualizzazione. Fondata nel 2006, Veeam è un azienda privata che ha iniziato a produrre utili dal Attualmente Veeam conta più di ProPartner e clienti in tutto il mondo. La sede globale di Veeam si trova a Baar, in Svizzera, ma l azienda possiede uffici in tutto il mondo. Per maggiori informazioni: 19

20 Tendenze Cisco Unified Data Center: la base per l infrastruttura cloud privata Agilità ed efficienza nella distribuzione di servizi con vantaggi sostenibili per le aziende Tendenze del settore Il cloud computing viene considerato sempre più la nuova fase dell evoluzione IT. Entro il 2014, il 78% delle aziende includerà il cloud privato nella propria strategia IT (Gartner 2012). Entro il 2020 il cloud computing rappresenterà circa il 30% dell IT. Le aziende sono consapevoli dei vantaggi strategici offerti dai cloud privati, per cui i reparti IT intravedono opportunità commerciali per introdurre nuove funzionalità che rendano nuovi prodotti e servizi disponibili per i clienti finali. Purtroppo, però, il budget e le risorse dei reparti IT sono predefiniti. Inoltre, circa il 70-80% del budget dei reparti IT viene solitamente destinato alle attività di manutenzione, quali l amministrazione delle risorse esistenti, la gestione di aggiunte, spostamenti e cambiamenti, le attività di gestione dei sistemi e il supporto generale dell infrastruttura esistente e degli utenti. Quando l 80% delle risorse è dedicato a mantenere operativo l ambiente esistente, resta ben poco spazio per l innovazione. Molti comparti IT vogliono investire in progetti innovativi e progetti pilota per valutare i potenziali effetti della tecnologia sull azienda e promuovere l innovazione. I budget a disposizione sono tuttavia sempre più limitati. Di conseguenza, il numero di progetti abbandonati per mancanza di fondi e di opportunità perse continua ad aumentare e i CIO faticano sempre più a contribuire alla crescita aziendale. Inoltre, le aziende devono spesso affrontare il problema dell integrazione del sistema. Se la tecnologia o limiti organizzativi erigono barriere, le difficoltà di integrare server, storage, rete e risorse di gestione spesso frenano le possibilità di un azienda di passare al cloud. E per questo che la soluzione deve offrire facilità di implementazione riuscendo allo stesso tempo a integrarsi con altre tecnologie eccezionali. La piattaforma Cisco Unified Data Center è stata specificatamente progettata per abbattere i vincoli propri dei data center attuali e per semplificare la distribuzione dei servizi IT e il cloud computing rendendoli più agili ed efficienti. Questa piattaforma innovativa agevola la virtualizzazione, la semplificazione, l automazione e la distribuzione accelerata delle applicazioni e dei servizi cloud per offrire alle aziende un vantaggio sostenibile. Altri due fattori fondamentali che caratterizzano Cisco Unified Data Center sono l ecosistema e l architettura di rete dei data center aperti e basati su standard che assecondano la scelta dei clienti, aumentando il valore aziendale e diminuendo in modo significativo il costo totale di proprietà (TCO). Figura 1. Piattaforma Cisco Unified Data Center 20

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

Hitachi Systems CBT S.p.A.

Hitachi Systems CBT S.p.A. Hitachi Systems CBT S.p.A. EasyCloud : Cloud Business Transformation LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEL RINNOVAMENTO AZIENDALE Accompagniamo aziende di ogni dimensione e settore nella trasformazione strategica

Dettagli

Resta inteso che il seguente studio rimane di esclusiva proprietà della SIRMI, che si riserva tutti i diritti relativi all utilizzazione.

Resta inteso che il seguente studio rimane di esclusiva proprietà della SIRMI, che si riserva tutti i diritti relativi all utilizzazione. L evoluzione delle società di Servizi IT Il fenomeno MSP SIRMI SPA per IBM ITALIA SPA Settembre 2013 SIRMI assicura che la presente indagine è stata effettuata con la massima cura e con tutta la professionalità

Dettagli

Come ottenere la flessibilità aziendale con un Agile Data Center

Come ottenere la flessibilità aziendale con un Agile Data Center Come ottenere la flessibilità aziendale con un Agile Data Center Panoramica: implementare un Agile Data Center L obiettivo principale è la flessibilità del business Nello scenario economico attuale i clienti

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

Cloud Service Area. www.elogic.it. Ci hanno scelto: elogic s.r.l. - Via Paolo Nanni Costa, 30 40133 Bologna - Tel. 051 3145611 info@elogic.

Cloud Service Area. www.elogic.it. Ci hanno scelto: elogic s.r.l. - Via Paolo Nanni Costa, 30 40133 Bologna - Tel. 051 3145611 info@elogic. Cloud Service Area Private Cloud Managed Private Cloud Cloud File Sharing Back Up Services Disaster Recovery Outsourcing & Consultancy Web Agency Program Ci hanno scelto: elogic s.r.l. - Via Paolo Nanni

Dettagli

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Dopo anni di innovazioni nel settore dell Information Technology, è in atto una profonda trasformazione.

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI

IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI LA CONTINUITÀ OPERATIVA È UN DOVERE La Pubblica Amministrazione è tenuta ad assicurare la continuità dei propri servizi per garantire il corretto svolgimento

Dettagli

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 2014 Cloud Computing 2014: mercato, adozione, scenario competitivo Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 INDICE INDICE DELLE FIGURE 2 INDICE DELLE TABELLE

Dettagli

SOLUTION BRIEF: CA ARCserve R16. Sfruttare il cloud per la business continuity e il disaster recovery

SOLUTION BRIEF: CA ARCserve R16. Sfruttare il cloud per la business continuity e il disaster recovery Sfruttare il cloud per la business continuity e il disaster recovery Ci sono molte ragioni per cui oggi i servizi cloud hanno un valore elevato per le aziende, che si tratti di un cloud privato offerto

Dettagli

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra.

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. FASTCLOUD È un dato di fatto che le soluzioni IT tradizionali richiedono investimenti

Dettagli

A passo sicuro nel mondo IT

A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT Le scelte effettuate, le esperienze acquisite e la capacità di applicarle nella realizzazione dei progetti hanno fatto sì che, nel corso degli anni,

Dettagli

PICCOLE E MEDIE IMPRESE, UNA SOLUZIONE AD HOC. Soluzioni per le PMI

PICCOLE E MEDIE IMPRESE, UNA SOLUZIONE AD HOC. Soluzioni per le PMI PICCOLE E MEDIE IMPRESE, UNA SOLUZIONE AD HOC Soluzioni per le PMI Windows Server 2012 e System Center 2012 Informazioni sul copyright 2012 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati. Il presente

Dettagli

XaaS, anything as a Service, la nuova frontiera dell IT

XaaS, anything as a Service, la nuova frontiera dell IT XaaS, anything as a Service, la nuova frontiera dell IT Cloud Day 8 Ottobre 2014 Parco Scientifico Tecnologico ComoNExT Ing. Filpa Paolo XaaS Anything as a Service IAAS Infrastructure as a Service PAAS

Dettagli

Le aziende pensano in grande, a partire dal Data Center.

Le aziende pensano in grande, a partire dal Data Center. Le aziende pensano in grande, a partire dal Data Center. Univeg Trade Spain sceglie di seguire l esperienza di Univeg Trade Italy adottando la tecnologia Cisco UCS mini, per dotarsi di un datacenter a

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER

LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER MANAGED OPERATIONS LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER I Data Center di Engineering, grazie alle migliori infrastrutture e tecnologie, garantiscono i più elevati standard di sicurezza, affidabilità ed efficienza.

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Filiale di Trento: Via di Coltura, 11 38123 - Cadine - Trento Tel. 0461991122 Fax. 0461990944

Filiale di Trento: Via di Coltura, 11 38123 - Cadine - Trento Tel. 0461991122 Fax. 0461990944 Filiale di Verona: Via Polda, 1 37012 - Bussolengo - Verona Tel. 0456700066 Fax. 0456702024 Silverlake S.r.l Sede legale: Via Stazione, 119/r 30035 - Ballò di Mirano - Venezia Tel. 0415130720 Fax. 0415130746

Dettagli

Pensiero. Nel 2005 eravamo sette persone. Ora siamo più di trecento. A guidarci è il cliente, non il vendor. Fabio Finetto, Amministratore Delegato

Pensiero. Nel 2005 eravamo sette persone. Ora siamo più di trecento. A guidarci è il cliente, non il vendor. Fabio Finetto, Amministratore Delegato Pensiero Fabio Finetto, Amministratore Delegato Nel 2005 eravamo sette persone. Ora siamo più di trecento. Siamo nati con un anima commerciale ma ci siamo procurati negli anni competenze tecniche in ambito

Dettagli

TECHNOLOGY SOLUTIONS

TECHNOLOGY SOLUTIONS TECHNOLOGY SOLUTIONS DA PIÙ DI 25 ANNI OL3 GARANTISCE AFFIDABILITÀ E INNOVAZIONE AI CLIENTI CHE HANNO SCELTO DI AFFIDARSI AD UN PARTNER TECNOLOGICO PER LA GESTIONE E LA CRESCITA DEL COMPARTO ICT DELLA

Dettagli

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Caratteristiche principali La flessibilità e la scalabilità della

Dettagli

COMPANY PROFILE. unità operativa p.zza san benedetto da norcia 33 00071 pomezia (rm) tel: 06-9826.9600 - fax: 06-9826.9680

COMPANY PROFILE. unità operativa p.zza san benedetto da norcia 33 00071 pomezia (rm) tel: 06-9826.9600 - fax: 06-9826.9680 COPANY PROFILE direzione e sede legale via campanini 6 20124 milano tel: 02-66.732.1 - fax: 02-66.732.300 unità operativa p.zza san benedetto da norcia 33 00071 pomezia (rm) tel: 06-9826.9600 - fax: 06-9826.9680

Dettagli

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Forum Banche e PA 2012 Roma, 23 24 Febbraio 2012 Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Monica Pellegrino Research Analyst, ABI Lab Roma, 23 Febbraio 2012-1- Agenda L evoluzione

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Virtualization. Strutturare per semplificare la gestione. ICT Information & Communication Technology

Virtualization. Strutturare per semplificare la gestione. ICT Information & Communication Technology Virtualization Strutturare per semplificare la gestione Communication Technology Ottimizzare e consolidare Le organizzazioni tipicamente si sviluppano in maniera non strutturata e ciò può comportare la

Dettagli

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Raffaello Balocco School of Management Politecnico di Milano 26 Giugno 2012 Il mercato del cloud mondiale: una crescita inarrestabile According to IDC Public

Dettagli

Cloud Computing....una scelta migliore. ICT Information & Communication Technology

Cloud Computing....una scelta migliore. ICT Information & Communication Technology Cloud Computing...una scelta migliore Communication Technology Che cos è il cloud computing Tutti parlano del cloud. Ma cosa si intende con questo termine? Le applicazioni aziendali stanno passando al

Dettagli

Dataveneta4U. Cloud Computing per le aziende e gli enti pubblici

Dataveneta4U. Cloud Computing per le aziende e gli enti pubblici Dataveneta4U Cloud Computing per le aziende e gli enti pubblici Una soluzione integrata per piattaforme in Private Cloud distribuite in modalità Infrastructure as a Service (IaaS) in formato Internal,

Dettagli

EMAIL E COLLABORAZIONE

EMAIL E COLLABORAZIONE L INNOVAZIONE CHE TI SEMPLIFICA LA VITA EMAIL E COLLABORAZIONE SkyNotes è l insieme degli strumenti di cui l azienda italiana necessita per essere competitiva nel mondo in costante cambiamento. affidabile

Dettagli

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni SERVER E VIRTUALIZZAZIONE Windows Server 2012 Guida alle edizioni 1 1 Informazioni sul copyright 2012 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati. Il presente documento viene fornito così come

Dettagli

Gestire il laboratorio in maniera semplice

Gestire il laboratorio in maniera semplice Gestire il laboratorio in maniera semplice Guida al LIMS Software as a Service Eusoft White Paper Introduzione La tecnologia oggi offre alle organizzazioni grandi possibilità di innovazione e trasformazione

Dettagli

IT ARCHITECTURE: COME PREPARARSI AL CLOUD

IT ARCHITECTURE: COME PREPARARSI AL CLOUD IT ARCHITECTURE: COME PREPARARSI AL CLOUD Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it L ICT come Commodity L emergere del Cloud Computing e i nuovi modelli di delivery Trend n. 1 - ICT Commoditization

Dettagli

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Milano, 7 Giugno 2012 Cloud Computing: una naturale evoluzione delle ICT Trend n. 1 - ICT Industrialization

Dettagli

Uniamo tecnologia, strategia e passione per soluzioni uniche.

Uniamo tecnologia, strategia e passione per soluzioni uniche. Uniamo tecnologia, strategia e passione per soluzioni uniche. Chi siamo Il progetto ITTWEB nasce nel 2000 dall idea di Marco Macari e Massimo Frisoni di fornire a multinazionali e PMI consulenza e tecnologia

Dettagli

CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa

CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa da CIO Survey 2013 NetConsulting 2013 1 CIO Survey 2013: Executive Summary Tanti gli spunti che emergono dall edizione 2013 della CIO Survey, realizzata

Dettagli

1.350 SPECIALISTI 15.000 SERVER GESTITI 330 CLIENTI MANAGED OPERATIONS

1.350 SPECIALISTI 15.000 SERVER GESTITI 330 CLIENTI MANAGED OPERATIONS MANAGED OPERATIONS MANAGED OPERATIONS La Direzione Managed Operations offre servizi tecnologici ed infrastrutturali per tutti i settori di mercato del Gruppo Engineering, con un ampio spettro di soluzioni,

Dettagli

IBM Tivoli Storage Manager for Virtual Environments

IBM Tivoli Storage Manager for Virtual Environments Scheda tecnica IBM Storage Manager for Virtual Environments Backup senza interruzioni e ripristino immediato: un processo più semplice e lineare Caratteristiche principali Semplificare la gestione del

Dettagli

enclose CRM Engineering Cloud Services IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING runs on Microsoft Dynamics CRM

enclose CRM Engineering Cloud Services IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING runs on Microsoft Dynamics CRM enclose Engineering Cloud Services CRM runs on Microsoft Dynamics CRM IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING EncloseCRM EncloseCRM è la proposta Software as a Service di Engineering per offrire al mercato

Dettagli

STRUTTURA OPERATIVA 1AREA CUSTOMER 1AREA DELIVERY 1AREA SUPPORT 1AREA DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE DARIO TECCHIO LUCA GIUMAN MASSIMO TECCHIO

STRUTTURA OPERATIVA 1AREA CUSTOMER 1AREA DELIVERY 1AREA SUPPORT 1AREA DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE DARIO TECCHIO LUCA GIUMAN MASSIMO TECCHIO DARIO TECCHIO partner - direttore area customer LUCA GIUMAN direttore generale MASSIMO TECCHIO partner - direttore area delivery ROBERTO TECCHIO partner -direttore area support amministratore unico STRUTTURA

Dettagli

Ricca - Divisione I.T.

Ricca - Divisione I.T. Ricca - Divisione I.T. Information Technology & Security Partner Profilo B.U. e Offerta Servizi Ricca Divisione I.T. Information Technology & Security Partner La Mission La nostra missione è divenire il

Dettagli

Enterprise Information Management

Enterprise Information Management Enterprise Information Management Filippetti S.p.A. e soluzioni EIMWare L informazione al centro dei processi La nostra esperienza e competenza sono al servizio delle aziende che mettono l informazione,

Dettagli

UN SOLO PROGRAMMA BUSINESS PER TUTTI

UN SOLO PROGRAMMA BUSINESS PER TUTTI UN SOLO PROGRAMMA BUSINESS PER TUTTI LOTTIAMO PER LA LIBERTÀ DIGITALE F-SECURE è un pioniere della sicurezza digitale da oltre 25 anni grazie a un team coeso di tecnici e partner globali. DA SEMPRE ALL

Dettagli

company profile struttura operativa 1AREA CUSTOMER 1AREA DELIVERY 1AREA SUPPORT 1AREA DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE

company profile struttura operativa 1AREA CUSTOMER 1AREA DELIVERY 1AREA SUPPORT 1AREA DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE DARIO TECCHIO partner - direttore area customer MASSIMO TECCHIO partner - direttore area delivery LUCA GIUMAN direttore generale STEFANO RAGNO direttore commerciale Infonet NW company profile Infonet Solutions

Dettagli

Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole

Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it L ICT come Commodity L emergere del Cloud Computing e i nuovi modelli di delivery Trend n.

Dettagli

dinamika.com Systematika Distribution Via Galileo Ferraris, 2 21047 Saronno (VA) www.systematika.it Company Profile

dinamika.com Systematika Distribution Via Galileo Ferraris, 2 21047 Saronno (VA) www.systematika.it Company Profile dinamika.com Systematika Distribution Via Galileo Ferraris, 2 21047 Saronno (VA) www.systematika.it Company Profile Chi siamo La nostra azienda nasce nel 1983 e per 18 anni è stata la rappresentanza italiana

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict.

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict. Corporate profile Chi siamo MasterGroup ICT è un Azienda globale di Formazione e Consulenza ICT che supporta l evoluzione delle competenze individuali e l innovazione delle organizzazioni. Si propone al

Dettagli

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw.

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw. Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ 2 3 Il Cloud Computing si definisce consuetamente secondo due distinte accezioni: 1. un di carattere tecnologico 2. l altra

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Nuove prospettive: il cloud privato Microsoft

Nuove prospettive: il cloud privato Microsoft Nuove prospettive: il cloud privato Microsoft Andrea Gavazzi, Microsoft Technology Specialist Settore Pubblico " Utilizzando i servizi cloud Microsoft, possiamo distribuire nel cloud privato una completa

Dettagli

Ottimizzazione dell infrastruttura

Ottimizzazione dell infrastruttura Ottimizzazione dell infrastruttura Matteo Mille Direttore Divisione Server &Tools Microsoft Italia Ottimizzazione e Dynamic IT Ottimizzazione dell infrastruttura Di Base Standardizzata Razionalizzata Dinamica

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

CLOUD COMPUTING. Che cos è il Cloud

CLOUD COMPUTING. Che cos è il Cloud CLOUD COMPUTING Che cos è il Cloud Durante la rivoluzione industriale, le imprese che si affacciavano per la prima volta alla produzione dovevano costruirsi in casa l energia che, generata da grandi macchine

Dettagli

Telecom Italia, Gruppo innovatore nell ICT, punta sulla flessibilità adottando un server ottimizzato per il cloud

Telecom Italia, Gruppo innovatore nell ICT, punta sulla flessibilità adottando un server ottimizzato per il cloud Telecom Italia, Gruppo innovatore nell ICT, punta sulla flessibilità adottando un server ottimizzato per il cloud Panoramica Paese: Italia Settore: ICT Profilo del cliente Telecom Italia è uno dei principali

Dettagli

Dai server fisici al Cloud: una partnership d'eccezione per soddisfare le tante esigenze IT delle imprese e pubbliche amministazioni italiane

Dai server fisici al Cloud: una partnership d'eccezione per soddisfare le tante esigenze IT delle imprese e pubbliche amministazioni italiane Dai server fisici al Cloud: una partnership d'eccezione per soddisfare le tante esigenze IT delle imprese e pubbliche amministazioni italiane Bologna, Giugno 2014 SMAU Riccardo Codifava Services & Solutions

Dettagli

La trasformazione in atto nei Data center

La trasformazione in atto nei Data center La trasformazione in atto nei Data center Data Center Hands On Milano, 13 marzo 2012 Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it I nuovi dispositivi Videocamera Console & Player Tablet Smart TV Dual screen

Dettagli

Sommario. L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner

Sommario. L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner 1 Sommario L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner 2 L azienda 3 Profilo La Società Essematica nasce nel 1987 da un team di specialisti e ricercatori informatici che, aggregando le esperienze maturate

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Brochure DATA CENTER. www.novell.com. Novell Cloud Manager. Costruite e gestite ambienti cloud privati. (Finalmente è arrivato il cloud)

Brochure DATA CENTER. www.novell.com. Novell Cloud Manager. Costruite e gestite ambienti cloud privati. (Finalmente è arrivato il cloud) Brochure DATA CENTER Novell Cloud Manager Costruite e gestite ambienti cloud privati (Finalmente è arrivato il cloud) Novell Cloud Manager: il modo più semplice per creare e gestire ambienti cloud WorkloadIQ

Dettagli

Soluzioni IT. Il partner informatico per valorizzare il vostro business. Entusiasmo e spirito di squadra. Soluzioni tecnologiche avanzate e innovative

Soluzioni IT. Il partner informatico per valorizzare il vostro business. Entusiasmo e spirito di squadra. Soluzioni tecnologiche avanzate e innovative pragmaprogetti.it Soluzioni IT Il partner informatico per valorizzare il vostro business Cosa rende Pr agma Progetti una società diversa e unica nel panoram a delle aziende che realizzano sistemi in formativi

Dettagli

www.exclusive-networks.it info.it@exclusive-networks.com

www.exclusive-networks.it info.it@exclusive-networks.com EXCLUSIVE NETWORKS S.R.L. Sede: Via Umbria 27/A - 10099 San Mauro Torinese (TO) Italy Tel. +39 011 2747.6 - Fax +39 011 2747.647 Filiale: Via Gran San Bernardo Pal P1 Strada 6-20089 Milanofiori Rozzano

Dettagli

Una soluzione di collaborazione completa per aziende di medie dimensioni

Una soluzione di collaborazione completa per aziende di medie dimensioni Una soluzione di collaborazione completa per aziende di medie dimensioni La tua azienda è perfettamente connessa? È questa la sfida cruciale dell attuale panorama aziendale virtuale e mobile, mentre le

Dettagli

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE AS HIO N LUXURY Internet e customer engagement omnichannel stanno trasformando le strategie dei grandi brand del mercato Fashion

Dettagli

UNA SOLUZIONE COMPLETA

UNA SOLUZIONE COMPLETA P! investimento UNA SOLUZIONE COMPLETA La tua azienda spende soldi per l ICT o li investe sull ICT? Lo scopo dell informatica è farci lavorare meglio, in modo più produttivo e veloce, e questo è l obiettivo

Dettagli

Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia

Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia Roma, 5 ottobre 2010 ing. Giovanni Peruggini Banca d Italia - Area Risorse Informatiche e Rilevazioni Statistiche La Banca d Italia Banca Centrale della

Dettagli

Confronto tra VMware Zimbra e le principali piattaforme di posta elettronica e collaborazione

Confronto tra VMware Zimbra e le principali piattaforme di posta elettronica e collaborazione Confronto tra VMware Zimbra e le principali piattaforme di posta elettronica e collaborazione W H I T E PA P E R : Z I M B R A E L A C O N C O R R E N Z A Introduzione La posta elettronica è un'applicazione

Dettagli

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata COD. PROD. D.6.3 1 Indice Considerazioni sulla virtualizzazione... 3 Vantaggi della virtualizzazione:... 3 Piattaforma di virtualizzazione...

Dettagli

Cloud Road Map Easycloud.it

Cloud Road Map Easycloud.it Cloud Road Map Pag. 1 è un Cloud Service Broker(CSB) fondata nel 2012 da Alessandro Greco. Ha sede presso il Parco Scientifico Tecnologico ComoNExT, situato in Via Cavour 2, a Lomazzo (Como). La missione

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Vieni a scoprire l evoluzione dell IT secondo gli esperti ed i maggiori brand! Riserva il tuo posto al seminario tanto atteso!

Vieni a scoprire l evoluzione dell IT secondo gli esperti ed i maggiori brand! Riserva il tuo posto al seminario tanto atteso! Caro Partners 4IT Solutions, leader ticinese nella consulenza, progettazione e implementazione di Infrastrutture IT tecnologicamente avanzate, ha il piacere di invitarti ai Workshop sull Avanguardia Tecnologica.

Dettagli

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Luca Zanetta Uniontrasporti I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 1 / 22 Sommario Cos è il cloud computing

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Intelligent Communications

Intelligent Communications PANORAMICA Intelligent Communications Non semplici soluzioni per le comunicazioni, ma strumenti per migliorare la competitività 2 Avaya è il fornitore leader nel mondo di applicazioni, sistemi e servizi

Dettagli

Guadagnare con il Cloud. Come guadagnare di più rispondendo alle esigenze dei clienti.

Guadagnare con il Cloud. Come guadagnare di più rispondendo alle esigenze dei clienti. Guida al Cloud Come guadagnare di più rispondendo alle esigenze dei clienti. La situazione del mercato Le esigenze delle Piccole e Medie Imprese I vantaggi per dealer, ISV e integratori I vantaggi per

Dettagli

vshape rimodella il tuo data center. Immediatamente.

vshape rimodella il tuo data center. Immediatamente. vshape rimodella il tuo data center. Immediatamente. vshape Spiana la strada verso la virtualizzazione e il cloud Trovo sempre affascinante vedere come riusciamo a raggiungere ogni angolo del globo in

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.8

Dettagli

Gartner Group definisce il Cloud

Gartner Group definisce il Cloud Cloud Computing Gartner Group definisce il Cloud o Cloud Computing is a style of computing in which elastic and scalable information technology - enabled capabilities are delivered as a Service. Gartner

Dettagli

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le ACCENTURE SPA Profilo Azienda Accenture è un'azienda globale di Consulenza Direzionale, Servizi Tecnologici e Outsourcing che conta circa 323 mila professionisti in oltre 120 paesi del mondo. Quello che

Dettagli

NEL BUSINESS, ACCANTO A VOI

NEL BUSINESS, ACCANTO A VOI NEL BUSINESS, ACCANTO A VOI Una nuova azienda che, grazie all'esperienza ventennale delle sue Persone, è in grado di presentare soluzioni operative, funzionali e semplici, oltre ad un'alta qualità del

Dettagli

Evoluzione della protezione dei dati nella nuvola.

Evoluzione della protezione dei dati nella nuvola. Evoluzione della protezione dei dati nella nuvola. Data Management CSU Marzo 2011 Le richieste dai Clienti Disponibilità di applicazioni critiche Backup a Basso impatto applicativo Recovery Veloce Virtualizzazione

Dettagli

CLOUD LAB. Servizi IT innovativi per le aziende del territorio. Parma, 5 Dicembre 2012

CLOUD LAB. Servizi IT innovativi per le aziende del territorio. Parma, 5 Dicembre 2012 CLOUD LAB Servizi IT innovativi per le aziende del territorio Parma, 5 Dicembre 2012 Cloud Lab: highlights Cloud Lab è un progetto in Partnership tra BT Enìa e UPI/UNICT per portare alle imprese del territorio

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far

Dettagli

GRUPPO PARTNERS ASSOCIATES IT GLOBAL INDUSTRY

GRUPPO PARTNERS ASSOCIATES IT GLOBAL INDUSTRY PROFILE 2015 GRUPPO PARTNERS ASSOCIATES IT GLOBAL INDUSTRY PA GROUP> Leader nel settore IT. Dal 1998 fornisce prodotti e soluzioni best in class nei diversi settori di competenza: Finanza, Industria, PA,

Dettagli

Cloud Service Broker

Cloud Service Broker Cloud Service Broker La nostra missione Easycloud.it è un Cloud Service Broker fondato nel 2012, che ha partnership commerciali con i principali operatori del settore. La nostra missione: aiutare le imprese

Dettagli

Zerouno IBM IT Maintenance

Zerouno IBM IT Maintenance Zerouno IBM IT Maintenance Affidabilità e flessibilità dei servizi per supportare l innovazione d impresa Riccardo Zanchi Partner NetConsulting Roma, 30 novembre 2010 Il mercato dell ICT in Italia (2008-2010P)

Dettagli

ALCATEL-LUCENT ENTERPRISE

ALCATEL-LUCENT ENTERPRISE Alcatel-Lucent Enterprise, Sony e Acronis con Clouditalia Telecomunicazioni Annunciate oggi in occasione del Partner Program Update a Bologna le tre nuove partnership in ambito Unified Communications,

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Chi siamo e cosa offriamo

Chi siamo e cosa offriamo Chi siamo e cosa offriamo AutoCAD Revit LT 2015 System Integrator per informatica tecnica nato nel 95 Consulenza a 360 in ambito informatico: Software CAD/CAM per la progettazione tecnica in diversi settori

Dettagli

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc.

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc. AS/400 STAMPANTI SERVER WINDOWS WORKSTATIONS MATERIALI DI CONSUMO SERVER LINUX CORSI DI FORMAZIONE CHI SIAMO Solution Line è una società di consulenza composta da professionisti di pluriennale esperienza,

Dettagli

NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT

NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT Dalla consulenza alla systems integration, alla completa gestione delle soluzioni IT, LUNACOM guida le performance del vostro business. REGOLA NUMERO UNO: COMPRENDERE

Dettagli

Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand. Enrico Bozzi Emerging Market IBM

Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand. Enrico Bozzi Emerging Market IBM Evoluzione del modello ASP: Verso l e-business on demand Enrico Bozzi Emerging Market IBM Agenda Il difficile mestiere dell ASP Cosa non ha funzionato nella fase 1? L evoluzione del modello ASP verso l

Dettagli

Vi offriamo il futuro, oggi. Esigenze diverse, un unica risposta. SIDIN S.r.l.

Vi offriamo il futuro, oggi. Esigenze diverse, un unica risposta. SIDIN S.r.l. Company Profile SIDIN S.r.l. sede: Via Umbria, 27/A - 10099 San Mauro Torinese - TO - Italy Cod. Fisc. e Registro Imprese di Torino 02592380105 Part. IVA 11038340011 Capitale Sociale Euro 100.000 i.v.

Dettagli