Una base per l infrastruttura virtuale dell azienda odierna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una base per l infrastruttura virtuale dell azienda odierna"

Transcript

1 Una base per l infrastruttura virtuale dell azienda odierna Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali Abstract In questo white paper viene affrontato il discorso relativo all apporto della virtualizzazione nella trasformazione delle infrastrutture IT delle aziende di tutto il mondo in risorse competitive. Vengono considerate le sfide che le organizzazioni devono affrontare attualmente nell implementazione di una base per l infrastruttura virtuale e presentate alcune best practice per l implementazione. Le tematiche trattate nel presente documento includono: Una breve panoramica dell utilità e del ruolo che la virtualizzazione ha negli ambienti IT odierni al fine di trasformare l IT in una risorsa Elementi da considerare nella pianificazione della verifica di fattibilità per un data center virtualizzato Linee guida per la pianificazione e l implementazione di una base per un cloud privato, l infrastruttura virtualizzata Questo documento descrive inoltre, brevemente, i prodotti EMC che supportano e ottimizzano le iniziative di virtualizzazione. Marzo 2010

2 Copyright 2009 EMC Corporation. Tutti i diritti riservati. Le informazioni contenute nel presente documento sono accurate alla data di pubblicazione. Le informazioni sono soggette a modifica senza preavviso. LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA PRESENTE DOCUMENTAZIONE VENGONO FORNITE COME SONO. EMC CORPORATION NON FORNISCE ALCUNA DICHIARAZIONE O GARANZIA IN RELAZIONE ALLE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA PRESENTE PUBBLICAZIONE, IN MODO PARTICOLARE PER QUANTO ATTIENE ALLE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ O IDONEITÀ PER UNO SCOPO SPECIFICO. L utilizzo, la copia e la distribuzione dei prodotti software di EMC descritti in questo documento richiedono una licenza d uso valida per ciascun software. Per un elenco aggiornato dei nomi dei prodotti EMC, vedere i marchi di EMC Corporation sul sito Web di EMC. Tutti gli altri marchi citati nel presente documento appartengono ai rispettivi proprietari. Part Number h6662 Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 2

3 Sommario Sintesi... 4 Introduzione... 4 Destinatari... 5 Pianificazione di un infrastruttura virtuale... 5 Scelta di un punto di partenza... 5 Proseguimento oltre la verifica di fattibilità della virtualizzazione... 6 Scelta dell hardware più idoneo... 7 Storage... 7 Server... 8 Componenti di rete... 9 Scelta della giusta piattaforma di virtualizzazione Prestazioni Affidabilità Set di funzionalità Protezione dell infrastruttura virtuale Formazione del personale IT in materia di virtualizzazione Conclusioni Riferimenti Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 3

4 Sintesi Le tecnologie di virtualizzazione stanno imponendo un cambio sostanziale di paradigma negli ambienti di elaborazione odierni. Tradizionalmente le organizzazioni IT utilizzavano un modello in cui applicazioni e servizi erano strettamente legati a un infrastruttura fisica. Tale infrastruttura fisica era costituita da server, risorse di storage, reti, cavi di rete, switch, router e firewall. Tutti questi componenti erano dispositivi distinti all interno della rete e la loro gestione veniva affidata a team specializzati. L impiego di tecnologie di virtualizzazione in grado di rendere l infrastruttura fisica indipendente da applicazioni e servizi ha cambiato l approccio alla progettazione e Figura 1. La virtualizzazione consente un certo all utilizzo dei data center. Le tecnologie livello di indipendenza dall ambiente fisico di virtualizzazione rendono possibile una semplificazione significativa del processo di provisioning per le risorse di rete e di elaborazione su una vasta gamma di hardware di storage e server. Negli ultimi anni, i produttori di software di elaborazione hanno migliorato significativamente gli hypervisor, che sono sottili livelli software che mediano le interazioni tra le macchine virtuali e l hardware fisico. Ma un importanza ancora maggiore risiede nel fatto che i produttori di software di virtualizzazione hanno apportato ulteriori miglioramenti agli strumenti di gestione, rendendo possibile l automazione di funzionalità quali high availability, allocazione dinamica delle risorse, gestione energetica avanzata, allocazione automatizzata dello storage e disaster recovery. Si tratta di progressi tecnologici che consentono di ottenere un modello di data center più efficiente e flessibile, con benefici chiave per il business in grado di offrire vantaggi tattici e strategici all azienda. Di seguito quelli inclusi: Meno spese operative e di capitale Aumentata flessibilità IT nel gestire le richieste dei clienti Migliore business continuity Migliore sviluppo e implementazione della soluzione Maggiore sicurezza e controllo Rapido ritorno sugli investimenti Base più solida per le innovazioni future Facilità di gestione e maggiori possibilità di utilizzo Responsabilità ambientale Questo white paper fornisce nozioni di base per la pianificazione di un data center basato su server virtualizzati. Va tuttavia precisato che l implementazione dei server virtuali è solo una parte del percorso che conduce al cloud privato. Un cloud privato costituisce infatti la fase finale di un data center totalmente virtualizzato. Giunti a questo stadio, il data center è completamente virtualizzato e offre un gran numero di vantaggi e capacità chiave, come ad esempio aumentata flessibilità, portabilità semplificata e maggiore mobilità dei carichi di lavoro, sia all interno del data center che tra diversi data center. Introduzione In questo white paper viene discusso l apporto della virtualizzazione nella trasformazione delle infrastrutture IT delle aziende di tutto il mondo in risorse competitive. Vengono considerate le sfide che le organizzazioni devono affrontare attualmente nell implementazione di una base per l infrastruttura virtuale e presentate alcune best practice per l implementazione. Le tematiche trattate nel presente documento includono: Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 4

5 Una breve panoramica dell utilità e del ruolo che la virtualizzazione ha negli ambienti IT odierni al fine di trasformare l IT in una risorsa Elementi da considerare nella pianificazione della verifica di fattibilità per un data center virtualizzato Linee guida per la pianificazione e l implementazione di una base per un cloud privato, l infrastruttura virtualizzata Questo documento descrive inoltre, brevemente, i prodotti EMC che supportano e ottimizzano le iniziative di virtualizzazione. Destinatari Questo white paper è destinato ai clienti, in particolare ai responsabili aziendali e delle applicazioni, e spiega come virtualizzare un infrastruttura informativa per mettere a punto una base per un cloud privato. Una volta letto il documento si potrà avere un idea più chiara dei vantaggi offerti alle aziende da un infrastruttura virtuale e dal cloud privato. Pianificazione di un infrastruttura virtuale La virtualizzazione consente di astrarre, ovvero di rendere indipendente l hardware dal software, in modo che quest ultimo possa essere eseguito su qualsiasi server virtualizzato senza preoccupazioni per l hardware fisico. Tuttavia, esistono differenze significative nel modo in cui le organizzazioni IT procedono alla concettualizzazione, alla progettazione, alla messa a punto dell architettura, all implementazione e alla gestione dell infrastruttura virtuale. I principi applicabili ai data center fisici non danno sempre gli stessi risultati in un ambiente virtuale. Le organizzazioni IT devono considerare diversi importanti fattori prima di dare inizio a un progetto di cloud privato e di migrazione a un infrastruttura virtuale. Tra questi: Scelta di un punto di partenza Proseguimento oltre la verifica di fattibilità della vitualizzazione Scelta dell hardware più idoneo Scelta della giusta piattaforma di virtualizzazione Protezione dell infrastruttura virtuale Formazione del personale IT sulla virtualizzazione Grazie ad un attenta pianificazione in queste Figura 2. Livelli di base per il cloud privato principali aree, le organizzazioni IT potranno contare su un migliore utilizzo oltre che sui vantaggi della virtualizzazione in tempi più brevi. Evitare gli errori di virtualizzazione più comuni permetterà di ridurre sia i costi di migrazione che i costi complessivi di gestione (TCO, Total Cost of Ownership) e di ottenere l elevato ritorno sull investimento (ROI, Return On Investment) che la virtualizzazione promette. Scelta di un punto di partenza Il primo passo verso un infrastruttura virtuale è costituito dalla cosiddetta verifica di fattibilità o POC (Proof Of Concept). Una POC consente alle organizzazioni IT di prendere dimestichezza con la virtualizzazione e con specifiche considerazioni relative a pianificazione, implementazione e gestione dell ambiente virtuale. Una POC corretta fa acquisire maggiore sicurezza, sprona il gruppo IT a procedere alla fase successiva del piano per il data center virtualizzato e facilita lo sviluppo di competenze chiave relativamente alle differenze operative della gestione di un ambiente virtuale. Gli obiettivi di una POC corretta includono: Convalida delle tecnologie di virtualizzazione dei server Individuazione dei requisiti operativi interni Valutazione dell accettazione dell unità aziendale interna Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 5

6 Comprensione delle modalità di definizione e valutazione del ritorno sull investimento Durante la verifica di fattibilità, le organizzazioni IT devono focalizzare l attenzione su applicazioni e servizi con esigenze piuttosto contenute in fatto di risorse oltre a un modello di implementazione relativamente semplice. Per l implementazione di una POC, è opportuno considerare i carichi di lavoro indicati di seguito: File server Server web di livello 2 Application server di livello 2 Server dell infrastruttura Ciascuno di questi carichi di lavoro dispone di modelli di implementazione e gestione con una resilienza integrata differente e unica, in modo da poter essere implementati simultaneamente con facilità in infrastrutture sia fisiche che virtuali. Se si verifica un errore nell istanza virtuale di uno qualsiasi dei carichi di lavoro, sono disponibili risorse fisiche ridondanti on-line per assicurare la continuità del servizio. Le organizzazioni IT con maggiori risorse devono prendere in considerazione la scelta di un carico di lavoro di produzione e l utilizzo di funzionalità di virtualizzazione più avanzate, come high availability e disaster recovery (discusse nella sezione Affidabilità ). Durante la POC, le organizzazioni IT devono predisporre carichi di lavoro dei server in grado di produrre i livelli migliori di consolidamento, collocando macchine virtuali che non richiedano le medesime risorse sullo stesso server fisico. È bene ricordare che anche se questo approccio riguarda l implementazione di una POC, la tecnologia di virtualizzazione avanzata rimuove le barriere legate ai server spostando automaticamente le macchine virtuali su altri membri di un cluster di server virtuali. Questo tipo di gestione automatizzata delle risorse è uno degli elementi fondamentali che definiscono un cloud privato dinamico. I produttori di software di virtualizzazione dispongono di una serie di strumenti che gli architetti di data center possono utilizzare per trovare la migliore combinazione di servizi da collocare su un cluster di server virtuali. Ad esempio, VMware Capacity Planner TM è uno strumento di pianificazione della capacità IT che raccoglie dati sull utilizzo complessivo delle risorse in ambienti IT eterogenei e li confronta con dati di riferimento sugli standard di settore per fornire un modello di analisi e supporto decisionale. Strumenti simili vengono utilizzati da altri fornitori di soluzioni di virtualizzazione. Proseguimento oltre la verifica di fattibilità della virtualizzazione I gruppi IT, favorevolmente colpiti dai vantaggi e dalla semplicità di implementazione e gestione sperimentati durante le implementazioni POC, sono motivati a passare alla fase successiva. Non è insolito che il team, preso dall entusiasmo, passi velocemente alla virtualizzazione delle principali applicazioni della linea di business, senza considerare i potenziali colli di bottiglia o le dipendenze impreviste. È questo il momento di cominciare un attenta pianificazione per le esigenze, i requisiti e le capacità peculiari di un infrastruttura virtualizzata. Le organizzazioni IT devono utilizzare strumenti adatti all attività che svolgono. Gli strumenti impiegati per le implementazioni fisiche non sono necessariamente i più adeguati per la pianificazione, l implementazione e la gestione del cloud privato. Le organizzazioni IT hanno bisogno di strumenti di gestione specifici per l infrastruttura virtuale. Questi strumenti devono consentire il monitoraggio e la gestione non solo dei server virtuali su cui si trovano le macchine virtuali, ma anche delle macchine virtuali in esecuzione sul cluster di server virtuali. Le console di gestione di classe enterprise, progettate per gestire i server fisici, potrebbero non bastare per la gestione dei cluster di server virtuali. Un secondo problema da considerare è l ambito. Una volta sperimentati effettivamente i vantaggi in termini di ROI e TCO, a causa del minor consumo energetico, delle risorse e della gestione semplificata, l IT potrebbe decidere di passare alla virtualizzazione totale. L obiettivo risiede invece nel consentire alle organizzazioni IT di disporre di più tempo, di maggiori risorse economiche e di flessibilità finanziaria per eseguire altre attività che consentono all azienda di avere successo. È quindi opportuno considerare una pianificazione per le esigenze di un periodo di tempo futuro compreso tra uno e tre anni. Storage array, memoria, processore e reti devono poter contare su provisioning in eccesso per scongiurare la prospettiva di costose rimozioni e sostituzioni o peggio, la necessità di un aggiornamento dell intero data center. Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 6

7 Scelta dell hardware più idoneo Un infrastruttura virtuale efficiente richiede un hardware adeguato. L hardware più idoneo alle implementazioni fisiche potrebbe non essere l ideale per le implementazioni virtuali. A questo punto è necessario bilanciare le spese a breve termine con il potenziale di espansione a lungo termine. Un progetto di virtualizzazione che funzioni impone di prendere decisioni di importanza critica nelle seguenti aree: Storage Server Componenti di rete Effettuare le scelte giuste permette di gettare le basi hardware su cui implementare un data center efficiente. I framework di storage devono supportare simultaneamente più protocolli come iscsi, Fibre Channel e NFS. Lo storage deve consentire un elevata integrazione con VMware o con altre tecnologie di virtualizzazione. Scegliere sistemi di backup e ripristino ottimizzati per la virtualizzazione. Considerare tecnologie di replica in grado di integrarsi con la piattaforma di virtualizzazione. La ripartizione su più livelli è cruciale per la virtualizzazione: la suddivisione automatizzata su diversi livelli offre maggiori vantaggi. Storage Diverse implementazioni POC o virtualizzazioni in ambiente di laboratorio utilizzano storage DAS (Direct-Attached Storage) per l hosting delle macchine virtuali. Pur essendo ciò comprensibile in una configurazione di prova, i sistemi DAS non consentono di disporre dei principali scenari che rendono la virtualizzazione dei server un opzione interessante. Per poter beneficiare di funzionalità come DRS (Distributed Resource Scheduling), migrazione in tempo reale delle macchine virtuali da un server virtuale all altro, high availability e fault tolerance, è necessario lo storage condiviso. Affidabilità e ridondanza Un altra considerazione importante relativa allo storage riguarda l affidabilità. Quale livello di servizio richiede in genere un organizzazione? La protezione dei dati e il failover in tempo reale sono cruciali per la maggior parte dei settori. L hardware di storage che esegue le repliche a livello di blocchi in background a tutti i livelli di storage può portare il cloud privato a superare agevolmente il massimo richiesto dagli attuali accordi sui livelli di servizio (SLA, Service Level Agreement). Le organizzazioni IT dovrebbero implementare la funzionalità di replica a livello dello storage array. Figura 3. I carichi di lavoro variano in base all applicazione, di conseguenza è essenziale scegliere la giusta infrastruttura di storage per un determinato carico L array deve essere in grado di eseguire le snapshot dei dati correnti. Le informazioni delle snapshot devono quindi poter essere replicate in diversi modi per migliorare l affidabilità e la protezione dei dati. Ad esempio, EMC Replication Manager gestisce le tecnologie di snapshot EMC mediante una console di gestione centralizzata. Replication Manager coordina l intero processo di replica dei dati: dal discovery e dalla configurazione alla gestione di più repliche basate su disco coerenti con le applicazioni. Prestazioni Le prestazioni di storage sono di vitale importanza in un cloud privato. È necessario valutare le prestazioni di tutti i livelli di storage. I dischi ad alte prestazioni come Fibre Channel, Serial Attached SCSI o anche lo storage Flash allo stato solido devono essere considerati per le applicazioni dipendenti da disco con numero elevato di I/O, come i database. Lo storage di livello inferiore può trarre vantaggio dall ampio spazio a basso costo disponibile nelle più lente unità SATA. Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 7

8 Le infrastrutture virtuali beneficiano anche dei progressi nell automazione dello storage. Ad esempio, la nuova tecnologia EMC FAST (Fully Automated Storage Tiering) consente di automatizzare lo spostamento dei dati tra diversi livelli di storage, tra cui lo storage Flash, in base a regole aziendali, modelli di previsione e modelli di accesso in tempo reale. Gli storage array che impiegano la tecnologia FAST possono sfruttare le prestazioni delle unità Flash unitamente alla capacità a basso costo dei dischi rigidi SATA per un ROI migliore e un TCO ridotto. Questa nuova tecnologia è ora disponibile nei sistemi EMC Symmetrix V-Max TM ed EMC CLARiiON. Le organizzazioni IT devono identificare e implementare funzionalità di backup e archiviazione solide quando valutano le prestazioni di storage. Le strategie di backup cambiano in un ambiente virtuale, poiché più servizi, applicazioni e server che un tempo erano collocati su macchine fisiche indipendenti, collegate alla rete mediante schede di interfaccia di rete multiple, sono ora consolidati in un numero inferiore di host, all interno di un cluster di server virtuali. Le prestazioni di backup possono subire un notevole peggioramento a causa del consolidamento. È quindi opportuno considerare tecnologie di thin provisioning e deduplicazione dei dati quali EMC Avamar e Data Domain, che possono essere impiegate a livello di host o di array per migliorare le prestazioni di backup. Espandibilità Le organizzazioni IT devono pianificare la gestione della crescita dello storage. I piani iniziali possono in genere richiedere 10 TB di storage. Ma quali saranno i requisiti dopo due, tre o cinque anni? Diversi studi indicano che la crescita media dello storage nell implementazione di un data center virtualizzato varia dal 20 al 50% all anno. È inoltre necessario pianificare la gestione dell aumentato volume dei dati grazie a strategie e tecnologie di deduplicazione. Protocolli di comunicazione per i sistemi di storage La scelta del giusto protocollo di storage è una considerazione importante. Il cloud privato deve utilizzare un protocollo iscsi, Fibre Channel o NFS? La decisione si può basare sulla soluzione di storage condiviso corrente. Tuttavia, anche alle organizzazioni IT che hanno standardizzato l impiego di un solo protocollo potrebbe risultare utile espandere le opzioni a disposizione con l implementazione di un nuovo framework di storage in grado di supportare tutti i tre protocolli, utilizzando una piattaforma di storage unificato come EMC Celerra. Spesso vengono prese decisioni basate sugli investimenti correnti dell organizzazione nella tecnologia di storage. Nonostante si renda necessario considerare i cosiddetti costi sommersi, l IT deve anche valutare il panorama delle tecnologie di storage, in costante evoluzione. Ad esempio, gli sviluppi futuri nelle comunicazioni unificate promosse da Cisco Systems potrebbero portare a un consolidamento basato su IP ed Ethernet, rendendo alcune tecnologie, come 10 Gigabit iscsi e Fibre Channel over Ethernet (FCoE), soluzioni preferibili. I fornitori di infrastrutture informative e di data center come EMC, che offrono supporto per più protocolli di storage, espandono le opzioni future disponibili per il data center virtualizzato. Server La virtualizzazione dei server consente elevati livelli di utilizzo delle risorse mediante il consolidamento dei server, ma richiede un investimento in hardware dei server per l hosting della soluzione. Le due aree a cui è necessario prestare particolare attenzione sono affidabilità e prestazioni. Affidabilità Valutare attentamente quanti server acquistare per garantire continuità delle attività e affidabilità. Il numero di server utilizzati per l hosting delle macchine virtuali determina le funzionalità disponibili, ad esempio migrazione in tempo reale, fault tolerance e high availability. Per il failover sono necessari almeno due server in un cluster di server virtuali. I server devono essere dotati di un numero sufficiente di adattatori di rete al fine di supportare il traffico generato da più server fisici che sono stati consolidati in un unico cluster virtuale. Valutare attentamente quanti server acquistare per garantire continuità delle attività e affidabilità. Il numero di server utilizzati per le macchine virtuali dell host determina le funzionalità disponibili per l IT. Il livello del sovraccarico di virtualizzazione è variabile. L IT deve considerare l acquisto di hardware dei server in grado di alleviare i potenziali colli di bottiglia delle prestazioni. Il consolidamento del numero di schede di interfaccia di rete (NIC, Network Interface Card) sui membri del cluster virtuale avviene utilizzando adattatori di rete ad elevata larghezza di banda da 10 Gb/s. Alcune soluzioni di virtualizzazione, come ad esempio quelle di VMware, abilitano interfacce virtuali in grado di eseguire il failover su NIC fisiche. In questo modo vengono ottenuti vantaggi simili a quelli derivati Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 8

9 dal raggruppamento delle schede NIC. Analogamente, si deve valutare il numero di HBA (Host Bus Adapter) necessari. Per fornire high availability, si devono includere in ciascun membro del cluster almeno due HBA. Considerare anche l aggiunta di HBA per supportare soluzioni multi-pathing ad alte prestazioni, come EMC PowerPath, quando viene richiesta velocità di I/O per carichi di lavoro di più applicazioni eseguite simultaneamente. Sono inoltre importanti gli adattatori convergenti. Prestazioni La virtualizzazione comporta in genere un sovraccarico della CPU superiore del 2-5% rispetto a una soluzione fisica. È quindi opportuno considerare l acquisto di hardware dei server in grado di alleviare i potenziali colli di bottiglia delle prestazioni. È importante notare che le percentuali medie di sovraccarico potrebbero non essere precise. L impatto dovuto al sovraccarico e alle prestazioni può essere relativo alle applicazioni, ma alcuni carichi di lavoro hanno prestazioni migliori in ambiente virtuale: è il caso ad esempio di alcuni scenari di implementazione di Microsoft Exchange. L infrastruttura virtuale dipende inoltre fortemente dalle prestazioni della piattaforma di storage sottostante in cui si trovano le macchine virtuali. Altrettanto importante al fine di massimizzare le prestazioni è selezionare piattaforme di storage ottimizzate per ambienti virtualizzati. I processori dei server devono includere istruzioni che consentano il supporto hardware per la virtualizzazione. Sia Intel che AMD forniscono supporto alla virtualizzazione basato su chip, con Intel Virtualization Technology (Intel VT) e AMD-V. Il supporto hardware alla virtualizzazione elimina parte del sovraccarico causato dalla traduzione binaria nella gestione delle richieste delle macchine virtuali all hardware fisico. In aggiunta ai miglioramenti apportati alla virtualizzazione dell hardware, i processori di ultima generazione includono tecnologie avanzate in grado di offrire prestazioni aumentate per singolo processore e, conseguentemente, la possibilità di livelli superiori di consolidamento che hanno un impatto significativo sulla redditività dell investimento. Tali processori, unitamente a maggiori livelli di scalabilità dei sistemi operativi guest, consentono di virtualizzare una più alta percentuale di server di livello 1, per i quali sono necessarie prestazioni superiori. Alcune soluzioni di virtualizzazione possono sfruttare la funzionalità WOL (Wake on LAN) per la gestione energetica avanzata. Ad esempio, VMware Distributed Power Management (DPM) è in grado di rilevare quando l attività complessiva all interno di un cluster di server virtuali supporta la disattivazione di un membro di un cluster per risparmiare energia. VMware vcenter consente di eseguire la migrazione di una VM a un server attivo prima dello spegnimento del server fisico. La tecnologia WOL può quindi essere utilizzata per attivare nuovamente il membro del cluster quando necessario. Componenti di rete I server che vengono eseguiti come macchine virtuali devono comunicare tra loro all interno del cluster e con altri client e server nella rete aziendale. Durante la progettazione di un infrastruttura di rete di supporto, le principali aree da considerare sono: prestazioni, ridondanza e set di funzionalità. Prestazioni e ridondanza Grazie ai software di virtualizzazione di classe enterprise, come VMware vsphere, si possono utilizzare funzionalità quali VMware Distributed Resource Scheduler (DRS) per spostare automaticamente le macchine virtuali su membri diversi del cluster virtuale; in questo modo è altamente improbabile che l amministratore dei server virtuali conosca la posizione di una determinata macchina virtuale ad ogni singolo point-in-time. I progettisti della virtualizzazione dovranno approntare percorsi di rete dedicati per facilitare la comunicazione tra le macchine virtuali contenute nello stesso cluster e isolare tale segmento dalla altre attività di rete. Considerare l infrastruttura di rete fisica e le modalità con cui supporta il data center virtualizzato, tenendo presente che si possono verificare guasti a tutti i livelli dell infrastruttura di rete. Scegliere soluzioni di virtualizzazione che siano in grado di integrare nuove funzionalità di rete. È inoltre necessario considerare anche l infrastruttura di rete fisica e la modalità con cui supporta il data center virtualizzato. Il consolidamento dei server non solo consolida i requisiti di processore e memoria in un unico cluster o in una sola macchina host, ma richiede anche la capacità, da parte della rete, di gestire il throughput generato da tutte le macchine virtuali. Per tale motivo è necessario accertarsi che il throughput per la soluzione consolidata venga supportato dall infrastruttura di rete e degli switch. Le organizzazioni devono inoltre progettare un infrastruttura di rete di supporto Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 9

10 ridondante. È possibile effettuare il raggruppamento virtuale di più team. Le esigenze di ridondanza devono essere considerate non solo a livello di porta, ma anche a livello dell interfaccia PCI, come nel caso in cui vengano utilizzati adattatori dual head. Set di funzionalità I software di virtualizzazione supportano da sempre la connettività di rete tra macchine virtuali collocate sullo stesso server virtuale, utilizzando la tecnologia degli switch virtuali. Questi switch virtuali consentono l isolamento e la segmentazione della trasmissione, similmente agli switch del livello 2 fisico. Poiché l evoluzione delle infrastrutture virtuali procede verso la riproduzione delle caratteristiche e del comportamento delle infrastrutture fisiche, si presta sempre maggiore attenzione alle reti virtuali. Le divisioni che si occupano di reti all interno delle organizzazioni IT hanno opposto una certa resistenza all adozione della virtualizzazione a causa della perdita di visibilità delle attività che avvengono in rete, visibilità invece presente sulla rete fisica. Per convincere e coinvolgere gli specialisti di rete è importante considerare le soluzioni di virtualizzazione che integrano le nuove funzionalità di rete nella fabric di rete virtuale. Ad esempio, VMware ha stabilito una partnership con Cisco per l attivazione di uno switch gestito di livello 3 totalmente virtualizzato, che viene eseguito completamente all interno dell ambiente VMware. Scelta della giusta piattaforma di virtualizzazione Sono tre le principali aree che le organizzazioni devono considerare per la scelta di una piattaforma di virtualizzazione: Prestazioni Affidabilità Set di funzionalità È importante scegliere la giusta piattaforma di virtualizzazione sin dall inizio, perché consente di evitare migrazioni su larga scala da una piattaforma a un altra, difficili e dispendiose in termini di tempo ma purtroppo necessarie se ci si accorge che la scelta iniziale non soddisfa i requisiti aziendali. Prestazioni Tutte le soluzioni software di virtualizzazione, per quanto riguarda le prestazioni, hanno caratteristiche peculiari, legate al sovraccarico causato dal software di virtualizzazione. Inoltre, soluzioni di virtualizzazione differenti gestiscono le condizioni di picco del carico in modi diversi; alcune soluzioni utilizzano tecniche innovative, come l overcommit della memoria, per consentire la continuità di esecuzione del data center con prestazioni di livello accettabile anche in condizioni di sovraccarico. Un altra considerazione che riguarda le prestazioni è legata alla modalità di gestione dei sistemi operativi guest da parte del software di virtualizzazione. Gli architetti di data center virtuali devono determinare quali sistemi operativi vanno virtualizzati. Devono quindi individuare una soluzione di virtualizzazione che sia in grado di supportare tali sistemi operativi. I fornitori di soluzioni di virtualizzazione che supportano la paravirtualizzazione per i sistemi operativi desiderati garantiscono migliori prestazioni. Affidabilità La piattaforma di virtualizzazione deve essere affidabile. L affidabilità è cruciale, poiché decine di macchine virtuali dipendono dall hypervisor e dall infrastruttura di gestione Tutte le soluzioni software di virtualizzazione, per quanto riguarda le prestazioni, hanno caratteristiche peculiari legate al sovraccarico della virtualizzazione. L affidabilità è cruciale poiché decine di macchine virtuali dipendono dall hypervisor che controlla l accesso all hardware. È altresì utile considerare l esperienza di aziende simili, la maturità della soluzione, i dati di mercato e l infrastruttura di supporto del fornitore. Valutare non solo la capacità di mettere a punto un piano di disaster recovery, ma anche la possibilità di verificare che il piano funzioni. Gli strumenti di gestione per il data center virtualizzato devono consentire la visibilità di più livelli dell implementazione virtuale. Gli strumenti di gestione devono inoltre permettere ai membri dei vari team dell organizzazione IT di accedere ai componenti di cui sono responsabili. Scegliere una piattaforma di virtualizzazione che si integri senza problemi con le soluzioni dei fornitori a cui già ci si affida. che controlla l accesso all hardware. Contrariamente a quanto avviene negli ambienti fisici, dove l hardware che manca di affidabilità può avere impatto su un solo server alla volta, una piattaforma Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 10

11 di virtualizzazione inaffidabile può causare l interruzione delle attività di gran parte del data center. Ad esempio, il clustering sullo storage condiviso è l ideale per garantire l affidabilità su una piattaforma virtualizzata. È auspicabile scegliere una soluzione che sia in grado di supportare questa funzionalità o altre simili. Set di funzionalità Ogni fornitore di software di virtualizzazione offre diverse funzionalità. Il modo più efficace di valutare un set di funzionalità è quello di determinare prima di tutto i requisiti dell organizzazione. Una volta stilato un elenco di tali requisiti, sarà possibile fare un confronto con le funzionalità offerte dai diversi fornitori. In questo modo viene ristretto il campo a ciò che è veramente necessario evitando di perdersi in un confronto tra chi fornisce più funzionalità. Durante la valutazione delle funzionalità, è importante considerare: Le opzioni di business continuity Gli strumenti di gestione L ecosistema del fornitore Opzioni di business continuity Uno dei maggiori vantaggi forniti dal data center virtualizzato è la capacità di progettare e implementare più agevolmente i piani di business continuity. A differenza delle infrastrutture vincolate all hardware, le infrastrutture virtuali sono indipendenti dall hardware su cui vengono eseguite le macchine virtuali. Questo rende disponibili molte più opzioni per approcci automatizzati alla business continuity riducendo al contempo il costo complessivo della soluzione a causa del minor numero di server necessario. Nel valutare le opzioni di business continuity, è importante considerare non solo la capacità di mettere a punto un piano di disaster recovery, ma anche la possibilità di verificare che il piano funzioni. Tradizionalmente, i piani di disaster recovery venivano creati da una sola persona o un unico gruppo per un particolare point-in-time. Tale piano veniva poi codificato in un manuale operativo. Il problema risiedeva nel fatto che il personale con mansioni chiave poteva lasciare l incarico o che le architetture delle applicazioni potevano mutare. Di conseguenza il manuale operativo diventava obsoleto o inutilizzabile. La soluzione di virtualizzazione deve semplificare i piani di disaster recovery, consentire l esecuzione automatizzata dei test per verificare che i piani siano ancora validi e svolgere tutto questo in maniera automatica, senza sovraccaricare di lavoro l IT. VMware vcenter Site Recovery Manager (SRM) è in grado di fornire questo tipo di automazione per il disaster recovery. Ad esempio, virtualizzando con VMware è possibile installare SRM e ottenere obiettivi RTO (Recovery Time Objective) ridotti rispetto a quelli degli ambienti fisici. Strumenti di gestione Per amministrare un infrastruttura virtuale efficiente sono necessari strumenti di gestione adeguati. Il set ideale di strumenti di gestione deve consentire la visibilità di più livelli dell implementazione virtuale. Ciò significa anche esposizione delle opzioni di configurazione e delle informazioni a livello di server virtuale, cluster dei server virtuali, macchina virtuale, storage e applicazioni, in modo che tutti gli aspetti dell implementazione siano visibili all amministratore. Ad esempio, EMC ha reso disponibili plug-in di gestione che funzionano con la console di VMware vcenter, come Navisphere e Ionix. Gli strumenti di gestione devono inoltre permettere ai membri dei vari team dell organizzazione di accedere ai componenti di cui sono responsabili. Chi fa parte del team dedicato alla rete, ad esempio, deve poter accedere alle impostazioni della rete virtuale anche se non è in grado di visualizzare o configurare funzionalità di disaster recovery o di gestione energetica. Lo stesso si può dire per gli amministratori di storage. Delegare le attività di amministrazione consente ad ogni team di disporre della possibilità di analisi e controllo di cui necessita, con privilegi di accesso minimi. Ecosistema del fornitore Le piattaforme di virtualizzazione devono integrarsi e coesistere con software, hardware e sistema operativo in uso oltre che con i prodotti middleware forniti da numerosi produttori e provider di servizi. Una delle più grandi sfide da affrontare nella scelta delle giusta piattaforma di virtualizzazione consiste nel prendere una decisione coerente con l infrastruttura di elaborazione corrente. Se la piattaforma di virtualizzazione non si integra senza problemi con le soluzioni già in uso, l organizzazione IT dovrà trovare opzioni fisiche per tali applicazioni o servizi. In questo modo il valore complessivamente offerto dalla virtualizzazione del data center decresce. Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 11

12 Protezione dell infrastruttura virtuale La sicurezza è importante per i data center virtualizzati come lo è per gli ambienti fisici. Spesso si pensa che la sicurezza sia un problema di secondaria importanza perché le macchine virtuali sono isolate dal sistema operativo host. Non è affatto così ed è bene che i progettisti di infrastrutture virtuali ne siano consapevoli: la sicurezza continua ad essere uno dei problemi più importanti e vi sono alcuni elementi relativi alla protezione da tenere in particolare considerazione per gli ambienti virtuali. Nella progettazione di regole di sicurezza per un data center virtualizzato, le organizzazioni IT devono considerare le principali questioni di seguito elencate: Le organizzazioni IT devono essere in grado di proteggere le aree specifiche di cui si occupano all interno del data center virtualizzato. La sicurezza non deve essere messa in secondo piano, né affidata unicamente all amministratore dei cluster virtuali. I team dedicati ad applicazioni, servizi e rete devono poter utilizzare le esperienze maturate nell ambito della sicurezza per i componenti virtualizzati delle aree di cui si occupano. Segmentazione e zoning della sicurezza si applicano sia agli ambienti virtuali che agli ambienti fisici. Le risorse devono essere raggruppate in base al contesto di sicurezza. Le raccolte di servizi, che sono isolate l una dall altra su segmenti fisici, devono essere isolate l una dall altra mediante collocazione delle stesse in cluster virtuali diversi. Utilizzare adattatori di rete dedicati per la gestione. Per la fault tolerance è necessario eseguire il provisioning di due adattatori di rete. In questo modo viene ridotto il rischio di esporre l intera infrastruttura virtuale ad attacchi. Considerare l utilizzo di modelli di sicurezza avanzati, come firewall basati sull host o IP Security, per limitare l accesso all interfaccia di rete di gestione. Molte infrastrutture virtuali contengono macchine virtuali che rimangono off-line per giorni o addirittura settimane. Più le macchine virtuali restano on-line e maggiore è il tempo a disposizione per il raggiungimento di uno stato di non conformità. La piattaforma di virtualizzazione deve fornire strumenti che consentano la manutenzione sia on-line che off-line delle macchine virtuali, in modo che l intera infrastruttura virtuale rimanga all intermo delle linee guida relative alla conformità. La sicurezza dell infrastruttura virtuale è, come nel caso degli ambienti di elaborazione fisici, un vero e proprio processo. Non esistono processi che si possono mettere in sicurezza una volta per tutte, nel data center fisico come nel cloud privato. Formazione del personale IT in materia di virtualizzazione La virtualizzazione impone di cambiare le modalità con cui si eseguono le attività nel data center e i gruppi IT devono essere formati relativamente a pianificazione, progettazione, La sicurezza è uno dei problemi più importanti e vi sono alcuni elementi relativi alla protezione da tenere in particolare considerazione per gli ambienti virtuali. I gruppi IT devono essere formati relativamente a pianificazione, progettazione, implementazione e gestione dell infrastruttura virtuale. implementazione e gestione dell infrastruttura virtuale. La fase POC serve a presentare ai gruppi IT i concetti principali della virtualizzazione e a far loro conoscere alcuni dei potenziali vantaggi tecnologici che essa offre. Ma la fase POC non è che l inizio. Per scegliere una piattaforma di virtualizzazione è opportuno che il gruppo IT consideri il livello di esperienza già acquisito. Alcune soluzioni di virtualizzazione sono più popolari rispetto ad altre e questo significa che, se si adottano, un maggior numero di amministratori sarà in grado di imparare rapidamente i concetti necessari per operare nel data center virtualizzato a livello di produzione. Un modo per coinvolgere rapidamente un organizzazione IT consiste nell avvalersi di consulenti esperti con vasta esperienza in tutti gli aspetti dell implementazione di un data center virtualizzato. I consulenti possono assistere alla pianificazione, alla progettazione, all implementazione ed essere di ausilio nella gestione iniziale; al contempo sono in grado di trasferire preziose conoscenze allo staff IT dell azienda che si occuperà della soluzione a livello operativo. Inoltre, i consulenti esperti possono aiutare le organizzazioni IT ad avvicinarsi all ambiente del cloud privato, in cui tutti gli aspetti dell ambiente IT sono virtualizzati. EMC offre numerose opzioni di consulenza, in grado di supportare l IT in tutte le fasi di implementazione di un data center virtualizzato. Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 12

13 Conclusioni Le tecnologie di virtualizzazione hanno imposto un cambio sostanziale del modello di elaborazione. Si tratta di tecnologie in evoluzione che rendono possibile il provisioning agevole delle risorse di elaborazione su una vasta gamma di hardware di storage e server. Questi progressi tecnologici consentono di ottenere un modello di data center più efficiente e flessibile. Tuttavia, le organizzazioni IT devono considerare diversi fattori importanti prima di dare inizio a un progetto di infrastruttura virtuale. Le principali aree da considerare includono la scelta di un punto di partenza, il proseguimento oltre la verifica di fattibilità della virtualizzazione, la scelta dell hardware adatto e della giusta piattaforma di virtualizzazione, la protezione dell infrastruttura virtuale e la formazione del personale IT in materia di virtualizzazione. In questo documento sono state discusse tutte le principali aree sopracitate e sono stati forniti esempi di problemi relativi a funzionalità e prodotti che possono essere utilizzati per ottimizzare il cloud privato. Riferimenti EMC Per ulteriori informazioni su EMC, è possibile visitare le seguenti pagine del sito web EMC: Pagina delle soluzioni EMC per il backup, il ripristino e l archiviazione Pagina delle soluzioni di storage EMC Pagina delle soluzioni di virtualizzazione EMC Pagina della famiglia di prodotti EMC Celerra Pagina di EMC Replication Manager Video: Current Capabilities and Future Directions for Fully Automated Storage Tiering Pagina di EMC Symmetrix V-Max Pagina di EMC Avamar Comunicato stampa EMC acquista Data Domain VMware Per ulteriori informazioni su VMware, è possibile visitare le seguenti pagine del sito web VMware: Pagina dei prodotti VMware per la virtualizzazione di data center e server Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 13

14 Using a Private Cloud to Improve Exchange Performance VMware Distributed Power Management: Concepts and Usage Pagina di VMware vcenter Site Recovery Manager Memory Overcommitment in the Real World Cisco Per ulteriori informazioni su Cisco, è possibile visitare le seguenti pagine del sito web Cisco: Pagina delle comunicazioni unificate Cisco Pagina degli switch Cisco Nexus serie 1000V Concetti relativi alla tecnologia e considerazioni aziendali 14

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp Efficienza e performance Soluzioni di storage NetApp Sommario 3 Introduzione n EFFICIENZA A LIVELLO DI STORAGE 4 Efficienza di storage: il 100% dei vostri dati nel 50% del volume di storage 6 Tutto in

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Lo storage di prossima generazione

Lo storage di prossima generazione Juku.it Lo storage di prossima generazione white paper (settembre 2012) Enrico Signoretti Juku consulting srl - mail: info@juku.it web: http://www.juku.it Indice Note legali 3 Juku 1 Perchè Juku 1 Chi

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM ARGOMENTI TRATTATI Il livello elevato Il disastro più diffuso e più probabile L'esempio da 10 miliardi di dollari per

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT Via Turati 4/3, 16128 Genova Tel. 348/4103643 Fax 010/8932429 ITIL (Information Technology Infrastructure Library) 1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT In un mercato in cui il successo delle aziende è

Dettagli

rischi del cloud computing

rischi del cloud computing rischi del cloud computing maurizio pizzonia dipartimento di informatica e automazione università degli studi roma tre 1 due tipologie di rischi rischi legati alla sicurezza informatica vulnerabilità affidabilità

Dettagli

Company Profile Data centre d eccellenza. Competenze di cui fidarsi. Il maggior provider europeo di data centre carrier-independent.

Company Profile Data centre d eccellenza. Competenze di cui fidarsi. Il maggior provider europeo di data centre carrier-independent. Company Profile Data centre d eccellenza. Competenze di cui fidarsi. Il maggior provider europeo di data centre carrier-independent. Immagine copertina Verifica routing Questa pagina Visualizzazione spazio

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

3 domande che i CIO dovrebbero fare circa la protezione dei dati sui server virtuali. Aprile 2013

3 domande che i CIO dovrebbero fare circa la protezione dei dati sui server virtuali. Aprile 2013 3 domande che i CIO dovrebbero fare circa la protezione dei dati sui server virtuali Aprile 2013 1 Contenuti Perché è importante per i CIO... 3 Quello che tutti i CIO dovrebbero sapere... 4 3 domande da

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

EESSI. Electronic Exchange of Social Security Information PROGETTO EESSI. Direzione centrale Pensioni Convenzioni Internazionali

EESSI. Electronic Exchange of Social Security Information PROGETTO EESSI. Direzione centrale Pensioni Convenzioni Internazionali Electronic Exchange of Social Security Information PROGETTO 1 Il passato appena trascorso 2006 Studio di fattibilità 2007 Accordo sull Architettura di Alto Livello di Il presente Basi Legali Articolo 78

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli