Origin Manuale introduttivo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Origin 9.0 - Manuale introduttivo"

Transcript

1 ManualeIntrodutivo

2 Origin Manuale introduttivo

3 Copyright 2012 by OriginLab Corporation All rights reserved. No part of the contents of this book may be reproduced or transmitted in any form or by any means without the written permission of OriginLab Corporation. OriginLab, Origin, and LabTalk are either registered trademarks or trademarks of OriginLab Corporation. Other product and company names mentioned herein may be the trademarks of their respective owners. OriginLab Corporation One Roundhouse Plaza Northampton, MA USA (413) (800) Fax (413) Adalta Software per la Scienza e il Business Via Gobetti Arezzo (Italy) Tel: Fax: Web: Copyright per l'edizione italiana Adalta snc Traduzione, revisione e realizzazione editoriale: Ing. Carmelo Giarratana - Villasanta (MB) Tutti i diritti sono riservati a norma di legge e a norma delle convenzioni internazionali. Nessuna parte dei questo manuale può essere riprodotta con sistemi elettronici, meccanici o altri, senza l'autorizzazione scritta di Adalta snc. Nomi e marchi citati nel manuale sono generalmente depositati o registrati dalle rispettive case produttrici. Ogni cura è stata posta nella verifica della documentazione contenuta in questo manuale. Tuttavia né gli autori, né Adalta snc possono assumersi alcuna responsabilità derivante dall'utilizzo della stessa. Lo stesso dicasi per ogni persona o società coinvolta nella creazione, nella produzione e nella distribuzione di questo manuale.

4 Indice 1 Installare e avviare Origin Introduzione Installare Origin Scegliere la cartella dei file Gestione delle licenze di Origin Registrare Origin Manutenzione Impostare la lingua di Origin Trasferimento del sistema - Disattivare una licenza Disinstallare Origin Note per gli utenti che aggiornano Origin Introduzione a Origin I file di progetto Gerarchia degli oggetti di Origin Operazioni e ricalcolo Temi e modelli Condividere i file di Origin Modelli di analisi ed elaborazione batch OriginPro Programmare in Origin Risorse di Origin Help Center sul sito di OriginLab File di guida Video tutorial Forum degli utenti Casi di studio Galleria di grafici Sito wiki Aggiornamenti del software Supporto tecnico Addestramento e consulenza Barre degli strumenti di Origin Standard iii

5 Origin Manuale introduttivo 5.2 Editing Grafici Grafici 2D Grafici 3D e a contorno Rotazione 3D Dati del worksheet Colonne Layout Maschera Strumenti Oggetti Frecce Stile Formattazione Aggiornamento automatico Database Marcatori e blocchi...50 iv

6 1 Installare e avviare Origin 1.1 Introduzione Benvenuti e grazie per avere acquistato Origin! In questa guida, salvo diverse indicazioni, il termine "Origin" farà riferimento sia a Origin che a OriginPro. Origin è un applicazione di Windows. Potete eseguire Origin in un Mac basato su Intel se avete installato il software di virtualizzazione e configurato un computer virtuale che esegue Microsoft Windows. Per maggiori informazioni, visitate il sito di OriginLab (www.originlab.com). Ci sono tre passi da fare per utilizzare Origin: Installazione Scelta della cartella dei file Gestione della licenza 1.2 Installare Origin Sia l aggiornamento di Origin sia il prodotto completo vengono installati in una nuova cartella. Origin non viene sovrascritto su precedenti versioni quando lo aggiornate, quindi non occorre che la vostra versione originale sia installata quando effettuate l aggiornamento. Il programma di avviamento che viene eseguito quando inserite il DVD di Origin include un pulsante di installazione di Origin. Se il programma di avviamento non viene eseguito automaticamente, potete sfogliare le cartelle del DVD per lanciare tale programma (o l installer). Oltre all installer di Origin che viene eseguito dal programma di avviamento del DVD, sul sito di OriginLab sono disponibili un MSI installer e un convertitore di campioni. MSI installer è ideale per i siti multiutenza, perché può essere utilizzato per creare un package di installazione di Origin per la distribuzione. Per maggiori informazioni sull installazione nei siti multiutenza, consultate l Help Center sul sito di OriginLab (originlab.com/support/help Center). Installazione in un computer a 64 bit Se avete un computer a 64 bit, potete scegliere di installare Origin a 32 bit e/o a 64 bit. La versione a 64 bit ha più memoria a disposizione, quindi è utile per grandi dataset. Tuttavia, alcuni formati di importazione dei dati sono disponibili soltanto nella versione a 32 bit di Origin. Utilizzate il menu Support sul sito di OriginLab per avere maggiori informazioni sulle differenze tra le installazioni a 32 bit e a 64 bit. 1

7 1.3 Scegliere la cartella dei file Se installate solo la versione a 32 bit (o a 64 bit) e successivamente volete installare quella a 64 bit (o a 32 bit), eseguite il programma Origin Add o Remove Files, che si trova nella cartella del programma Origin, oppure riavviate l installer di Origin (entrambe le operazioni richiedono le autorizzazioni di amministratore). Dopo avere avviato il programma di avviamento di Origin, selezionate l opzione Modify. Come fare se avete la versione di prova di Origin Se avete installato la versione di prova di Origin nel vostro computer, potete convertirla nella versione completa o effettuare un aggiornamento. Per farlo, eseguite il programma Origin Add o Remove Files, che si trova nella cartella del programma Origin, oppure riavviate l installer di Origin (entrambe le operazioni richiedono le autorizzazioni di amministratore). Dopo avere avviato il programma di avviamento di Origin, selezionate l opzione Modify e poi Install Product (occorre il numero di serie). Come correggere o modificare il numero di serie dopo aver completato l installazione Se avete installato Origin con un numero di serie sbagliato, potete correggerlo eseguendo il programma Origin Add o Remove Files, che si trova nella cartella del programma Origin, o riavviando l installer di Origin (entrambe le operazioni richiedono le autorizzazioni di amministratore). Dopo avere avviato il programma di avviamento di Origin, selezionate l opzione Modify e poi fate clic su Yes per cambiare il numero di serie. 1.3 Scegliere la cartella dei file Dopo avere installato Origin, ogni utente di Windows deve scegliere una cartella per i suoi file al primo avviamento di Origin. Questa sarà la cartella in cui saranno automaticamente salvati o aperti i file di ciascun utente. Considerate questi punti prima di scegliere la cartella dei file: Se avete un computer portatile, è meglio scegliere una cartella sul vostro computer anziché sulla vostra rete. Per i computer non portatili, potete scegliere una cartella sul computer o sulla rete, purché abbiate un accesso stabile a questa cartella. Non scegliete la stessa cartella di altri utenti di Origin. Per condividere i vostri file con altri utenti di Origin, consultate il file Help di Origin. Se avete aggiornato la versione di Origin, selezionate una cartella diversa da quella della precedente versione. Per trasferire i file dalla cartella della precedente versione, fate clic su Tools e poi su Transfer User Files. 2 Installare e avviare Origin

8 1.4 Gestione delle licenze di Origin Ogni volta che viene avviato, Origin verifica se la cartella dei file che avete scelto è accessibile. Se questa cartella non è accessibile, dovrete sceglierne un altra. Durante l esecuzione di Origin, potete cambiare la cartella dei vostri file. Aprite il menu Tools, fate clic su Options e poi sulla scheda System Path. 1.4 Gestione delle licenze di Origin Tutti i package di Origin includono un sistema di gestione delle licenze. Il tipo di gestione delle licenze fornito nel vostro package viene determinato nel momento in cui acquistate Origin. Node-locked Ogni computer con Origin richiede una licenza per eseguire Origin. La licenza si ottiene dal sito di OriginLab tramite un apposito "wizard" che viene fornito quando avviate Origin. Questo processo richiede un login con le autorizzazioni di amministratore. Sono fornite le istruzioni per i computer che non hanno accesso a Internet. Concurrent Network Ogni computer con Origin deve essere connesso a un servizio di licenze FLEXnet per eseguire Origin. Il vostro amministratore installa un server di licenze FLEXnet fornito da OriginLab (disponibile nel DVD di Origin), ottiene una licenza per questo server dal sito di OriginLab e poi configura un servizio di licenze. Il servizio di licenze conta e limita il numero di computer che possono utilizzare Origin contemporaneamente. Per maggiori informazioni, consultate l Help Center sul sito di OriginLab (originlab.com/support/help Center). Dongle Su richiesta una chiavetta USB (dongle) è fornita con il package di Origin e deve essere presente nella porta USB del computer per poter eseguire Origin. La licenza dongle è installata da Origin. 1.5 Registrare Origin Sebbene la registrazione sia facoltativa, è consigliabile farla. Registrare Origin è un prerequisito per avere il supporto di OriginLab e del team dei distributori di Origin. La registrazione abilita anche il comando di Origin Check for Updates (disponibile nel menu Help). Check for Updates vi consente di controllare se sono disponibili patch o aggiornamenti dei file Help per la vostra installazione di Origin e per ottenere tali aggiornamenti. Se avete un package di Origin con licenza node-locked, la vostra installazione viene automaticamente registrata quando completate con successo il processo di acquisizione della licenza. Per verificare questo, fate clic su About Origin nel menu Help di Origin. La finestra About Origin visualizzerà i codice di registrazione del vostro package. Installare e avviare Origin 3

9 1.6 Manutenzione Per tutti gli altri tipi di gestione delle licenze dei package di Origin si apre la finestra Registration quando iniziate un installazione di Origin con licenza, ma senza registrazione. Utilizzate la finestra Registration per registrare Origin sul sito di Originlab. Durante questo processo, viene creato un codice di registrazione (Registration ID). Digitate, o copiate e incollate, questo codice nella finestra Registration per completare il processo. Fatto questo, la finestra About Origin visualizzerà il vostro codice di registrazione. 1.6 Manutenzione Molti package di Origin vengono venduti con un anno di manutenzione incluso. La manutenzione assicura gli aggiornamenti gratuiti di Origin e può anche includere un supporto tecnico prioritario, sconti sui servizi di consulenza e addestramento, e una licenza per uso domestico. Per verificare se il vostro package di Origin include la manutenzione, fate clic su About Origin nel menu Help. Se il vostro package include la manutenzione, la finestra About Origin mostrerà la data di scadenza della manutenzione. Per conoscere i vantaggi della manutenzione, contattate OriginLab o il vostro distributore locale di Origin. 1.7 Impostare la lingua di Origin I package di Origin venduti in un limitato numero di Stati, tra i quali Giappone, Germania, Svizzera, Austria e Liechtenstein, possono essere eseguiti in lingua inglese, giapponese o tedesca. Per accedere a questa opzione della lingua, fate clic su Help e poi su Change Language. 1.8 Trasferimento del sistema - Disattivare una licenza Licenza node-locked (con codice di identificazione del computer) Per sostituire la licenza Origin da un computer a un altro, occorre effettuare un trasferimento del sistema. Se potete ancora utilizzare sul vostro computer: Avviate Origin. Fate clic su Help e poi su Deactivate License. Dopo aver disattivato la licenza, il codice di identificazione del vostro computer sarà rimosso dal server delle licenze di OriginLab in modo che possiate installare e attivare la licenza su un altro computer. Se il computer con la licenza Origin non è più disponibile: Compilate il modulo "license/computer transfer" disponibile nell area Support del sito di OriginLab. 4 Installare e avviare Origin

10 Concurrent Network 1.9 Disinstallare Origin Il trasferimento di sistema è richiesto soltanto se dovete cambiare il server delle licenze FLEXnet. Il trasferimento di sistema non è necessario per sostituire un computer con Origin. Per sostituire il file delle licenze FLEXnet, compilate il modulo "license/computer transfer" disponibile nell area Support del sito di OriginLab. Dongle Il trasferimento di sistema non è necessario per sostituire un computer con una licenza dongle di Origin. 1.9 Disinstallare Origin Per disinstallare Origin, eseguite il programma Origin Add or Remove Files che si trova nella cartella del programma Origin, oppure usate lo strumento Uninstall or change a program. In entrambi i casi, sarà avviato il programma Origin Setup con le opzioni Modify, Remove o Repair. Selezionate l opzione Remove e compilate il successivo modulo. Il programma Remove cancella le cartelle e i file che sono stati creati dal programma di installazione di Origin. Saranno cancellate anche le cartelle e le chiavi create dall installer nel registro di Windows. Installare e avviare Origin 5

11

12 2 Note per gli utenti che aggiornano Origin Origin 9.0 si installa in una nuova cartella di programma - l installazione non aggiorna una versione precedente. Quindi non occorre avere una versione precedente di Origin prima di installare Origin 9.0. Il sistema di gestione delle licenze dipende dalla versione di Origin. Quindi, dopo avere effettuato l installazione di Origin 9.0, dovrete completare il processo di gestione delle licenze. Una finestra per la gestione delle licenze sarà visualizzata quando avvierete Origin per la prima volta e vi guiderà in questo processo. I file di progetto di Origin (file OPJ) creati nelle precedenti versioni di Origin possono essere aperti, aggiornati e salvati con Origin 9.0. Non è consigliabile, invece, aprire e modificare i file di progetto di Origin 9.0 con precedenti versioni di Origin, perché potreste perdere informazioni o dati che sono specifici della nuova versione. Per maggiori informazioni, consultate l area Support del sito di OriginLab. Se avete file di Origin personalizzati con precedenti versioni, come i file template, theme, funzioni di interpolazione, file LabTalk Script o Origin C, potete trasferirli nella cartella dei vostri file di Origin 9.0. Aprite il menu Tools e fate clic su Transfer User Files. Le funzionalità chiave e le novità di Origin 9.0 sono elencate qui di seguito. Per maggiori informazioni, visitate il sito di OriginLab (originlab.com). Grafici 3D ad alte prestazioni tramite OpenGL Grafici 3D di funzioni parametriche Creazione di filmati Filtri di dati per worksheet Grafici inseriti nei fogli di lavoro Cursore globale verticale Interpolazione di funzioni implicite (OriginPro soltanto) Progetto di filtri IIR - Infinite Impulse Response (OriginPro soltanto) 7

13

14 3 Introduzione a Origin 3.1 I file di progetto Un file di progetto di Origin (.OPJ) combina dati, note, grafici e risultati di analisi in un documento avente una struttura flessibile. È possibile accedere a tutti i componenti di un progetto di Origin in modo interattivo quando il file di progetto è aperto. I file di progetto possono contenere anche allegati di file Excel interni o link con file Excel esterni, file LabTalk Script o Origin C e file di terze parti. Grazie alla capacità di ricalcolare i risultati quando cambiano i dati o i parametri di un analisi, un progetto di Origin può funzionare come modello di analisi (Analysis Template) per ripetere la stessa analisi con insiemi di dati differenti. La finestra Project Explorer nell interfaccia di Origin è stata ideata per aiutarvi a organizzare e a interagire con i vari componenti di un progetto di Origin. Componenti quali i workbook, le matrici, i grafici e le note possono essere organizzati in una struttura di cartelle definita dall utente con la possibilità di aggiungere sottocartelle a qualsiasi livello. È possibile aprire un solo file di progetto (.OPJ) in una singola sessione di Origin. Tuttavia, è possibile aggiungere altri file di progetto a quello correntemente aperto o salvare una cartella e le sue sottocartelle come file di progetto. È anche possibile salvare singole finestre (Workbook o Graph, per esempio) e aprirle successivamente per aggiungerle a un altro progetto. 9

15 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin Cartella corrente Finestre child Project Explorer di Origin opera in modo simile a Windows Explorer. Potete ordinare le finestre per nome, data, ora o dimensione. Utilizzando i menu di Project Explorer, potete accedere ad altre opzioni, come visualizzare i nomi completi o abbreviati, avviare una proiezione di grafici all interno di una cartella o aggiungere altri file di progetto a quello corrente. Conoscendo bene queste funzionalità di Project Explorer e quelle dei workbook e delle matrici, potete organizzare in modo efficiente tutti i vostri dati, grafici, note e risultati di analisi in un unico file di progetto. 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin I seguenti parametri forniscono informazioni di base sulla gerarchia delle finestre di workbook, matrici e grafici di Origin. Ulteriori dettagli sulla gerarchia di questi e altri oggetti si trovano nel file Help. 10 Introduzione a Origin

16 Workbook 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin Il workbook di Origin è organizzato come una raccolta di worksheet. Un workbook può contenere più worksheet, detti anche livelli (layer), ciascuno dei quali ha un nome unico. Un worksheet è formato da colonne. Una colonna può assumere uno dei vari formati di dati, tra cui Text & Numeric, Numeric, Text, Data e Time. Notate che una colonna può contenere dati di un solo tipo. Potete formattare singole celle o gruppi di celle in una colonna personalizzando proprietà quali il tipo di carattere (font), il colore o il numero di cifre decimali da visualizzare. Tutte le colonne hanno proprietà prefissate (o metadati) visualizzate in righe di etichette poste in alto, quali Short Name, Long Name, Units e Comments. I valori di queste proprietà sono utilizzati per identificare e rappresentare le colonne dei dati nell interfaccia grafica di Origin. Questi valori sono utilizzati anche come annotazioni dei grafici creati con i dati delle colonne. Potete aggiungere delle righe di etichette personalizzate, dette User Parameters, per inserire altri metadati. Alla riga User Parameter potete assegnare nomi arbitrari. I dati numerici memorizzati in una colonna possono essere rappresentati graficamente nell intestazione della colonna in una riga speciale detta Sparklines. Una sparkline è un piccolo grafico dei dati di una colonna, che rappresenta la variabile dipendente (Y) in funzione del numero di riga (la variabile indipendente X). Origin visualizza la sparkline per default quando i dati vengono importati nelle colonne. Potete attivare le sparkline con il comando Add Sparklines nel menu Column o nel menu di contesto delle colonne. Le colonne del worksheet possono avere la proprietà Plot Designation che include le designazioni X, Y, Z, Y Error e Label. Questa proprietà consente di creare rapidamente dei grafici scegliendo le colonne; viene anche utilizzata da alcune finestre di Origin per riconoscere e assegnare automaticamente i dati di input per operazioni quali l interpolazione di una curva. Introduzione a Origin 11

17 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin La finestra Column Properties è disponibile per personalizzare varie proprietà delle colonne, inclusi il nome, il formato, il sottoformato e le designazioni dei grafici. Fate doppio clic (o fate clic con il pulsante destro del mouse) sull intestazione della colonna per accedere alla finestra Column Properties. L opzione Set Column Values del menu Column apre la finestra Set Values che può essere utilizzata per riempire una colonna di valori. La formula può fare riferimento ad altre colonne dello stesso worksheet e può utilizzare funzioni matematiche e statistiche e altre funzioni disponibili nel menu F(x) della finestra. Il pannello Before Formula Script in basso può essere utilizzato per eseguire uno script LabTalk prima di calcolare la formula della colonna principale. Il menu Variables fornisce un interfaccia flessibile in cui inserire i comandi di uno script LabTalk per accedere alle colonne e ad altri metadati contenuti in qualsiasi workbook o worksheet nel file di progetto. Varie proprietà del workbook possono essere personalizzate utilizzando la finestra Worksheet Properties accessibile dal menu Format. Le celle del worksheet possono contenere link con celle di altri worksheet o report; possono includere anche grafici interni, immagini registrate su file esterni o immagini corrispondenti a matrici contenute nel progetto aperto. Gruppi di celle in un worksheet possono essere fusi, consentendo agli oggetti interni di essere visualizzati in un area più grande. Queste funzionalità, se combinate insieme, consentono di utilizzare il worksheet come un documento flessibile per creare report personalizzati con grafici, immagini e risultati di analisi. Questi report personalizzati possono essere esportati come immagini (JPEG o PDF) ed essere utilizzati per rappresentare i risultati come parte di un modello di analisi (Analysis Template). 12 Introduzione a Origin

18 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin Il workbook può contenere metadati aggiuntivi, quali le proprietà dei file di dati importati nel worksheet, incluse le variabili estratte dalle righe di intestazione contenute nei file di dati. Tali metadati possono essere visualizzati nel pannello Workbook Organizer, accessibile tramite il menu che si apre facendo clic con il pulsante destro del mouse sul titolo della finestra del worksheet. I metadati sono disponibili in altre finestre, come Set Values dove è possibile impostare i valori delle colonne. Introduzione a Origin 13

19 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin Matrix Book Matrix Book in Origin è una raccolta di Matrix Sheet (foglio matrice) o Layer (livello). Ogni foglio matrice, a sua volta, può contenere più Matrix Object (matrice). Ogni matrice è un array bidimensionale di numeri. I tipi di dati supportati includono i numeri interi, decimali e complessi. 14 Introduzione a Origin

20 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin Le matrici di un foglio matrice possono essere visualizzate anche come immagini in miniatura. Con il foglio matrice attivo, selezionate View: Show Image Thumbnails dal menu principale di Origin o dal menu che si apre facendo clic con il pulsante destro del mouse sulla barra del titolo della finestra delle matrici. Ogni matrice è associata alle coordinate X e Y. Potete assegnare valori iniziali e finali arbitrari alle coordinate X e Y; questi valori saranno utilizzati per creare una mappa lineare di valori di coordinate X e Y. I valori delle coordinate sono utilizzati da Origin per impostare gli assi quando genera i grafici, come i grafici 3D a superficie o a contorno, dai dati della matrice, e anche nelle operazioni di analisi, come l interpolazione di superfici. Le dimensioni di una matrice, le coordinate e le etichette X/Y/Z - incluse Long Name, Units e Comments - possono essere personalizzate utilizzando la finestra Matrix Dimension and Labels. Il tipo di dati, la visualizzazione e le etichette Z di una matrice possono essere controllati utilizzando la finestra Matrix Properties. Entrambe le finestre sono accessibili dal menu Matrix. Tutte le matrici contenute nello stesso foglio condividono le stesse dimensioni (numero di celle e coordinate X/Y) e le stesse etichette X/Y, sebbene ciascuna matrice possa avere impostazioni differenti per altre proprietà, quali il tipo di dati, la visualizzazione e le etichette Z. Introduzione a Origin 15

21 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin La finestra Set Values, accessibile anche dal menu Matrix, consente di specificare una formula per generare i numeri di una matrice. 16 Introduzione a Origin

22 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin Quando una matrice contiene dati numerici, l angolo superiore destro della finestra visualizza un icona con la lettera D. Una matrice può contenere anche un immagine, come quella importata da un file, anziché dati numerici. Quando una matrice contiene un immagine, l angolo superiore destro della finestra visualizza un icona con la lettera I. Origin dispone di alcuni strumenti di base per elaborare le immagini contenute nelle matrici. Le immagini possono essere convertite in dati numerici e viceversa utilizzando le opzioni del menu Image. Come detto in precedenza, tutte le matrici contenute in un foglio possono essere visualizzate come immagini in miniatura. Il pannello in basso della finestra può visualizzare una sola matrice fra quelle contenute nel foglio. Utilizzando il menu View, potete cambiare la modalità di visualizzazione da Data Mode a Image Mode, e viceversa. Se attivate la modalità Data Mode, potete visualizzare gli indici X e Y o i valori effettivi delle coordinate X e Y, utilizzando sempre il menu View. Introduzione a Origin 17

23 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin Matrici virtuali I dati raggruppati nelle celle del worksheet possono essere trattati come una matrice virtuale, e possono essere utilizzati per creare grafici 3D, come quelli a contorno e a superficie con mappe di colori. I valori delle coordinate X e Y possono essere inseriti in righe/colonne di dati o in righe di etichette del worksheet. Le matrici virtuali supportano la spaziatura non lineare dei valori di X e Y. 18 Introduzione a Origin

24 Grafici 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin Una finestra Graph può contenere grafici distribuiti su più livelli (layer). Ogni livello ha un suo sistema di assi e può contenere più grafici di dati. Un grafico di dati non è altro che la rappresentazione di un insieme di dati (dataset). I livelli dei grafici possono essere separati fra loro o possono sovrapporsi fisicamente nella finestra Graph. Gli assi in un livello possono essere collegati agli assi di altri livelli. Questo sistema gerarchico consente di rappresentare in modo molto flessibile più grafici di dati in un unico grafico a più livelli, mantenendo contemporaneamente le relazioni desiderate tra i grafici dei dati. Asse nel livello 1 Queste icone indicano che ci sono 3 livelli Assi allineati nei livelli 2 e 3 3 livelli sono completamente sovrapposti. Ogni livello ha un grafico di dati. La finestra Plot Details, accessibile dal menu Format o facendo doppio clic su un grafico di dati, fornisce l interfaccia gerarchica per impostare le proprietà del grafico, quali: Page level - Dimensioni, colori, legenda ecc. della pagina Layer level - Dimensioni, collegamenti, colori ecc. dei livelli Data plot level - Formattazione specifica di ciascun grafico. Introduzione a Origin 19

25 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin Livelli e mappe di colori per un grafico a contorno Facendo doppio clic su un asse di un livello, si apre la finestra Axis Dialog, che può essere utilizzata per impostare le proprietà gli assi, quali la posizione dei marcatori (tick), le linee della griglia e il formato di visualizzazione delle etichette di marcatori. 20 Introduzione a Origin

26 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin La finestra Layer Contents è accessibile facendo doppio clic (o clic con il pulsante destro del mouse) sulle icone dei livelli visualizzate in alto a sinistra della finestra Graph. Il pannello a sinistra della finestra può essere utilizzato per filtrare ed elencare i dataset disponibili, quelli del worksheet corrente o dell intero progetto. I dati possono essere facilmente selezionati e aggiunti o eliminati nel pannello destro che rappresenta i contenuti dei livelli. I controlli nel pannello destro includono opzioni per raggruppare e riordinare i grafici nel livello. Notate che la finestra può operare su un solo livello per volta. Per passare a un altro livello del grafico, bisogna chiudere la finestra e riaprirla con l icona corrispondente al livello desiderato. Introduzione a Origin 21

27 3.2 Gerarchia degli oggetti di Origin La finestra Plot Setup, accessibile facendo clic con il pulsante destro del mouse sull icona di un livello e selezionando Plot Setup, offre un interfaccia flessibile per aggiungere o togliere grafici da qualsiasi livello del grafico, per riordinare i grafici e per altre operazioni, come raggruppare i grafici in un livello o annullarne il raggruppamento. Questa finestra si apre anche quando l utente seleziona un particolare modello di grafico senza preselezionare le colonne dei dati. In questa modalità la finestra diventa lo strumento principale per creare nuovi grafici utilizzando un modello esistente, e offre la flessibilità di selezionare più fogli di dati del progetto corrente. Questa finestra permette di gestire con flessibilità le colonne, per esempio consentendo di selezionare le colonne da utilizzare come variabile X e quelle da utilizzare come variabile Y nel caso di un grafico 2D. 22 Introduzione a Origin

28 3.3 Operazioni e ricalcolo 3.3 Operazioni e ricalcolo A partire dalla versione 8, i risultati di varie operazioni in Origin possono essere aggiornati quando i dati sorgente cambiano o quando un utente decide di richiamare e modificare i parametri dell operazione. Questa caratteristica è detta ricalcolo. Le finestre che svolgono varie operazioni - quali l impostazione di valori di colonne basate su altre colonne, l estrazione di dati che soddisfano determinate condizioni e l interpolazione non lineare di curve - consentono agli utenti di specificare se la funzione Recalculate deve essere attivata. In aggiunta, gli utenti possono decidere se l output debba essere aggiornato automaticamente (Auto) o solo quando viene richiesto manualmente (Manual). Se la funzione Recalculate è impostata ad Auto o Manual, Origin salva tutte le informazioni relative all operazione. Per esempio, se Recalculate è impostato nella finestra Set Values per ricalcolare i valori delle colonne, vengono salvate le informazioni sulle colonne sorgente, la formula e qualsiasi script Before-Formula. Se l operazione riguarda l interpolazione di una curva, vengono salvati i dettagli dell operazione inclusi i dati sorgente, i report da generare e tutte le impostazioni relative all interpolazione. Le operazioni con la funzione Recalculate attivata sono contrassegnate da un lucchetto su tutti gli output, quali le colonne del worksheet e i livelli dei grafici, che riguardano l operazione. Le icone dei lucchetti si presentano in questo modo: Ricalcolo automatico Ricalcolo manuale Ricalcolo manuale Richiede l aggiornamento Un lucchetto verde indica che l output è aggiornato in base ai dati correnti. Un lucchetto giallo indica che l output si basa su dati precedenti e deve essere aggiornato. Sono disponibili varie opzioni per gestire le operazioni tramite il menu che si apre facendo clic sul lucchetto. Per esempio, l utente può fare clic sul lucchetto e selezionare Change Parameters, che visualizza la finestra associata all operazione con le impostazioni che sono state utilizzate per eseguire l operazione. Gli utenti possono cambiare le impostazioni e chiudere la finestra per aggiornare l output. L icona del lucchetto dipende dall oggetto ogni colonna del worksheet e ogni livello del grafico associati all operazione avranno il proprio lucchetto che indica se i dati sono aggiornati o devono essere aggiornati. C è anche un indicatore a livello progetto per il ricalcolo nella barra degli strumenti standard: Tutti gli output sono aggiornati Gli output devono essere aggiornati Se uno o più output nel progetto corrente richiedono il ricalcolo, questa icona diventerà gialla. Premendo questo pulsante saranno aggiornate tutte le operazioni per le quali è cambiato l input. Questo pulsante è oscurato se il ricalcolo non è attivo in qualche parte del progetto. Introduzione a Origin 23

29 3.4 Temi e modelli 3.4 Temi e modelli La gerarchia degli oggetti di Origin, come le pagine dei grafici, combinata con le numerose proprietà degli oggetti, induce gli utenti a creare delle impostazioni personalizzate da potere utilizzare più volte. Potete salvare le vostre impostazioni personalizzate come modelli o temi, descritti brevemente nei prossimi paragrafi. Per informazioni dettagliate, fate riferimento all Help di Origin. Modelli Le personalizzazioni di oggetti, come le pagine dei grafici o i worksheet, possono essere salvate in modelli (template) da utilizzare ripetutamente. Per esempio, se personalizzate una pagina di grafici aggiungendo più livelli, impostando le relazioni tra i livelli e modificando le proprietà dei grafici, poi potrete salvare tutti questi attributi in un file come modello per i grafici (.OTP). Origin dispone di oltre 100 modelli di grafici. Potete personalizzare e salvare di nuovo questi modelli, oppure potete creare modelli completamente nuovi. Per creare un nuovo modello da un grafico personalizzato, fate clic su File nel menu principale e poi su Save Template As Per accedere a questo modello dopo averlo salvato, fate clic su Plot e poi su Template Library. 24 Introduzione a Origin

30 3.4 Temi e modelli Origin estende il concetto di modello ai workbook, alle matrici e alle analisi. Potete salvare le impostazioni del workbook o delle matrici - quali il tipo di carattere, il colore, il formato di visualizzazione, le righe di intestazione o l intervallo delle coordinate - in un file.otw (modello di workbook) o.otm (modello di matrice). Salvate le operazioni sui dati - incluse quelle complesse quali l interpolazione di curve con report personalizzati - in un modello di analisi (.OGW o.opj) per ripetere la stessa analisi con insiemi di dati differenti. I modelli di analisi sono trattati più dettagliatamente in un paragrafo successivo. Temi Un tema di Origin è un file che contiene una serie di proprietà di un oggetto. Queste proprietà possono essere semplici come la direzione dei marcatori degli assi cartesiani o complesse come un insieme di proprietà per più oggetti. I temi sono un metodo per cambiare rapidamente le proprietà di un oggetto, come l aspetto di un grafico. Per esempio, potete applicare un tema bianco-e-nero a un grafico a colori per inserirlo in una pubblicazione. Con i temi potete applicare le proprietà di un grafico ad altri grafici dello stesso progetto. Introduzione a Origin 25

31 3.4 Temi e modelli Fate clic con il pulsante destro del mouse sulla finestra di un grafico, puntate su Copy Format e poi selezionate una delle opzioni del menu, come Colors, Fonts, All Style Formats o All. Fate clic con il pulsante destro del mouse su un altro grafico e poi fate clic su Paste Format per applicare le impostazioni precedentemente copiate al grafico corrente. Questa procedura può essere applicata soltanto a singoli elementi, ad esempio per copiare le impostazioni di un grafico a dispersione su un altro grafico. La finestra Theme Organizer è accessibile dal menu Tools. Utilizzate questa finestra per organizzare e applicare i temi a grafici e worksheet. Con questa finestra potete applicare il tema di un grafico a più grafici del progetto corrente. Per combinare più temi nella finestra Theme Organizer, tenete premuto il tasto Ctrl mentre selezionate i temi e poi fate clic con il pulsante destro del mouse per aprire il menu Combine. Questo menu include un opzione per modificare un tema, consentendovi di aggiungere/eliminare le proprietà di un tema esistente. 26 Introduzione a Origin

32 3.4 Temi e modelli Il concetto di tema si estende anche alle impostazioni delle finestre. Potete personalizzare le impostazioni delle finestre, per esempio la finestra Smoothing (accessibile dal menu Signal Processing sotto Analysis), e poi salvarle su disco sotto forma di file di tema. Potete salvare più temi per ciascuna finestra e poi richiamarli dalla finestra. In questo modo, le finestre possono essere personalizzate per vari scopi, ad esempio per elaborare i dati di esperimenti differenti con impostazioni specifiche. Introduzione a Origin 27

33 3.5 Condividere i file di Origin 3.5 Condividere i file di Origin Potete personalizzare la vostra installazione di Origin per particolari esigenze e poi condividere le vostre personalizzazioni con altri utenti Origin. Le impostazioni personalizzate possono essere salvate in molti tipi di file, inclusi i modelli dei grafici (.OTP) e dei temi (.OTH), i modelli di analisi (.OGW o.opj), i temi di finestre, le funzioni di interpolazione di curve, i filtri di importazione, i file di script LabTalk (.OGS) e X-Function. Per una lista completa dei tipi di file di Origin, consultate l Help di Origin. Condivisione con Drag-and-Drop Un metodo rapido e semplice per condividere un file con un altro utente consiste nell inviare il file allegandolo a una . Il destinatario potrà trascinare e rilasciare (drag-and-drop) il file nell area di lavoro di Origin. 28 Introduzione a Origin

34 3.6 Modelli di analisi ed elaborazione batch La tecnica drag-and-drop è supportata per la maggior parte dei file di Origin. I file dei progetti (.OPJ) e dei modelli dei grafici (.OTP) si aprono automaticamente quando vengono rilasciati nell area di lavoro. Altri tipi di file devono essere copiati nelle sottocartelle appropriate della cartella User Files di Origin. Per esempio, quando rilasciate il file di una funzione di interpolazione (.FDF) nell area di lavoro, si apre una finestra che chiede il nome della categoria di funzioni di interpolazione nella quale aggiungere la nuova funzione. Condividere i file con più macchine per singoli utenti Se siete un utente singolo e avete installato Origin su più macchine, potete condividere le vostre impostazioni personalizzate con più installazioni. Impostate la cartella UFF (User Files Folder) su una postazione condivisa, per esempio un drive di rete o anche una penna USB, e utilizzate lo stesso path di UFF in ogni installazione. Fate riferimento all Help di Origin per informazioni su come modificare il path di UFF. Condividere i file con altri utenti di una rete Potete impostare e utilizzare una cartella di gruppo per condividere i file con altri utenti. Sono ammessi gruppi multipli, e ciascun gruppo può avere un particolare utente come manager. Il manager del gruppo può utilizzare lo strumento Group Folder Manager per pubblicare i file personalizzati da condividere con altri membri del gruppo. Fate riferimento all Help di Origin per maggiori informazioni. Impacchettare i file Origin dispone dello strumento Package Manager che consente di impacchettare più file in un unico file Origin Package (.OPX). Questo strumento è comodo per distribuire applicazioni personalizzate che possono contenere più file di Origin, per esempio i file di modelli, di X-function e di script LabTalk. Package Manager include opzioni per eseguire gli script LabTalk prima e dopo l installazione. Per accedere a Package Manager, fate clic su Tools e poi su Package Manager Per installare un file.opx, trascinate e rilasciate il file nell area di lavoro di Origin. Per maggiori informazioni, fate riferimento all Help di Origin. 3.6 Modelli di analisi ed elaborazione batch Dopo avere eseguito un operazione (per esempio, Set Column Values o Nonlinear Curve Fitting), potete salvare il vostro workbook come un modello di analisi. Impostate Recalculation ad Auto o Manual; poi fate clic su Save Workbook as Analysis Template Origin cancellerà tutti i dati di input e output correlati all operazione e salverà il workbook in un file come modello di analisi (.OGW). Per riutilizzare questo modello, fate clic su File nel menu principale e poi su Recent Books. Selezionate il vostro modello di analisi dalla lista dei workbook recenti da aprire. Successivamente, potrete importare nuovi dati nelle colonne sorgente appropriate; le colonne Introduzione a Origin 29

35 3.6 Modelli di analisi ed elaborazione batch e i fogli di output saranno automaticamente aggiornati se la funzione Recalculation è impostata ad Auto; altrimenti dovrete aggiornarli manualmente se Recalculation è impostata a Manual. Il workbook di un modello di analisi (.OGW) può contenere più operazioni correlate. Per esempio, un operazione potrebbe estrarre i dati dal foglio corrente utilizzando le condizioni specificate nello strumento Extract Worksheet Data; una successiva operazione potrebbe effettuare un interpolazione non lineare con i dati estratti. In questo esempio, quando i nuovi dati vengono aggiunti al foglio corrente, viene eseguita per prima l operazione Extract Worksheet Data. L output aggiornato da questa operazione innesca la seconda operazione - l interpolazione della curva. I modelli di analisi forniscono dunque un metodo semplice per creare delle routine di analisi personalizzate, che possono essere riutilizzate per eseguire analisi con altri insiemi di dati. È anche possibile salvare un intero progetto di Origin (.OPJ) in un modello di analisi. Questo potrebbe essere utile quando la vostra analisi richiede più workbook, o workbook e matrici insieme. Per salvare un progetto di Origin come modello di analisi, fate clic su File e poi su Save Project as Analysis Template. Origin dispone di uno strumento che esegue l elaborazione batch di più dataset utilizzando un modello di analisi. Per accedere a questo strumento fate clic su File e poi selezionate Batch Processing. Lo strumento Batch Processing è in grado di elaborare più file di dati su disco o più dati del progetto corrente, come più colonne Y in un worksheet o più curve XY in worksheet o workbook differenti. Quando create un modello di analisi, avete l opzione di aggiungere un foglio di sintesi (summary sheet). Potete copiare quantità di output, come i valori dei parametri dei risultati di un interpolazione, e collegarle nel foglio di sintesi. Lo strumento Batch Processing può raccogliere le informazioni dal foglio di sintesi e aggiungerle a un report per ciascun dataset. Le informazioni del report possono essere poi ulteriormente elaborate o rappresentate in un grafico. 30 Introduzione a Origin

36 3.7 OriginPro Origin include dei tutorial che spiegano come creare e salvare i modelli di analisi, e come utilizzare questi modelli per effettuare elaborazioni batch su più file o dataset. Per accedere a questi tutorial, fate clic sul menu Help di Origin e poi su Tutorials. 3.7 OriginPro OriginPro, la versione professionale di Origin, ha tutte le funzionalità di Origin, più altri strumenti di analisi e risorse, quali Peak Analysis, Statistics, Signal Processing, Image Processing e 3D Surface Fitting. Per maggiori informazioni su OriginPro, fate riferimento all area Products del sito di OriginLab (www.originlab.com). Se avete già acquistato la versione standard di Origin, potete passare a OriginPro contattando il distributore locale di Origin; per Italia e Grecia Introduzione a Origin 31

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse Cos è Excel Uno spreadsheet : un foglio elettronico è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse I dati contenuti nelle celle possono essere elaborati ponendo

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

3.0 DATA CENTER. PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi. www.sigmasport.com

3.0 DATA CENTER. PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi. www.sigmasport.com DATA CENTER PER TOPLINE 2009/2012, SERIE ROX e orologi 3.0 Indice 1 Premessa...3 2 DATA CENTER 3...4 2.1 Utilizzo dei dispositivi SIGMA con DATA CENTER 3....4 2.2 Requisiti di sistema....4 2.2.1 Computer

Dettagli

Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00

Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00 Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00 Istruzioni per visualizzazione codici di particella, simboli e linee tratteggiate in ArcGis 8.x 9.x 1- Da pannello di controllo in Windows installare

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10.1

Le novità di QuarkXPress 10.1 Le novità di QuarkXPress 10.1 INDICE Indice Le novit di QuarkXPress 10.1...3 Nuove funzionalit...4 Guide dinamiche...4 Note...4 Libri...4 Redline...5 Altre nuove funzionalit...5 Note legali...6 ii LE NOVITÀ

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT

PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT PMS SYSTEM PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT Giovanni Serpelloni 1), Massimo Margiotta 2) 1. Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria Azienda

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Guida di Riferimento

Guida di Riferimento Guida di Riferimento Capitoli 1: STATISTICA: Panoramica Generale 1 2: Esempi Passo-Passo 9 Analitici 11 Gestione dei Dati 79 Installazioni Enterprise 107 3: Interfaccia Utente 139 4: Output delle Analisi

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

ADOBE PREMIERE ELEMENTS. Guida ed esercitazioni

ADOBE PREMIERE ELEMENTS. Guida ed esercitazioni ADOBE PREMIERE ELEMENTS Guida ed esercitazioni Novità Novità di Adobe Premiere Elements 13 Adobe Premiere Elements 13 offre nuove funzioni e miglioramenti che facilitano la creazione di filmati d impatto.

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK.

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK. Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione Per svolgere correttamente alcune esercitazioni operative, è previsto che l utente utilizzi dei dati forniti attraverso

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n. 1x1 qs-stat Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.: PD-0012 Copyright 2010 Q-DAS GmbH & Co. KG Eisleber Str. 2 D - 69469 Weinheim

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Presentazioni efficaci: come si usa prezi?

Presentazioni efficaci: come si usa prezi? Presentazioni efficaci: come si usa prezi? a cura di Lorenzo Amadei (amadei@iol.it) versione 5 febbraio 2013 Cos è prezi Prezi (http://prezi.com/) è un applicazione online per creare presentazioni. In

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Teorema New Gestione condominio

Teorema New Gestione condominio Teorema New Gestione condominio manuale per l'utente 1 Indice Introduzione e condizioni di utilizzo del software La licenza d'uso Supporto tecnico e aggiornamenti I moduli e le versione di Teorema per

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE Copyright 2008-2014 Lucanasoft di Vincenzo Azzone Tutti i diritti riservati. 1 Indice Generale INTRODUZIONE!...

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale.

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale. l Editor vi Negli ambienti Unix esistono molti editor di testo diversi; tuttavia vi è l unico che siamo sicuri di trovare in qualsiasi variante di Unix. vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli