PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE. di GESTIONE 2012

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE. di GESTIONE 2012"

Transcript

1 PIANO ESECUTIVO di GESTIONE 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n del 28/06/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE

2

3 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni Indice del Volume 5 - Servizi dell'area DA Risorse umane DA0 - Direttore Area Risorse umane DA2 - Servizio Valutazione ed incentivazione risorse umane DA3 - Servizio Sviluppo risorse umane DA6 - Servizio Acquisizione e gestione risorse umane, servizi sociali ai dipendenti DA7 - Servizio Bilancio, trattamento economico e relazioni sindacali Provincia di Torino

4

5 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni SERVIZIO: DA0 - DIREZIONE AREA RISORSE UMANE Dirigente responsabile: Vincenzo COLLETTA

6 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 2 Servizio: DA0 FINALITA' DA CONSEGUIRE Al servizio vengono assegnati obiettivi di gestione che contribuiscono specificatamente al raggiungimento delle seguenti finalità da conseguire definite nella Relazione previsionale e programmatica. CODICE PROGRAMMA FINALITA' DA CONSEGUIRE DEFINIZIONE, CONDIVISA, DI INDICI DI EFFICIENZA ECONOMICA E GESTIONALE ANCHE ATTRAVERSO LE OPERAZIONI DI BENCHMARKING

7 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 3 Servizio: DA0 SEZIONE 1: OBIETTIVI GESTIONALI Il Servizio contribuisce, per quanto di propria competenza, alla realizzazione di tutti gli obiettivi prioritari dell'ente, individuati nel documento degli indirizzi di governo. Al dirigente responsabile sono inoltre assegnati gli specifici obiettivi indicati nella presente Sezione 1, articolati in "obiettivi di mantenimento delle attività correnti" e "obiettivi strategici". Per conseguire in modo ottimale l'insieme di tali obiettivi sono affidate alla autonomia gestionale del responsabile del Servizio la combinazione e l'organizzazione dei fattori produttivi assegnati e specificamente determinati nella successiva Sezione 2. L'insieme degli obiettivi, delle attività e degli indirizzi del Piano esecutivo di gestione, nella dialettica tra amministrazione e responsabile del Servizio, potrà essere all'occorrenza ulteriormente dettagliato e specificato al presentarsi di occasioni o circostanze non pianificabili ad inizio esercizio. Vengono, inoltre, forniti eventuali indirizzi specifici per il perseguimento di ciascun obiettivo gestionale, indirizzi che vanno intesi come ulteriore e specifica integrazione degli "Indirizzi generali di gestione" (Parte I del presente PEG) ai quali tutta l'attività dell'ente deve comunque attenersi e fare riferimento. OBIETTIVI DI MANTENIMENTO CODICE OBIETTIVO: DA0/2010/506 DESCRIZIONE: Curare il monitoraggio della spesa per il personale RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI 1 Report mensili 12 31/12/2012 CODICE OBIETTIVO: DA0/2011/231 DESCRIZIONE: Coordinare la predisposizione dei bilanci dell'area risorse umane, la contabilità dei servizi in essa compresi e supportare tutti i servizi dell'area per le attività di controllo di gestione RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Presidente A. SAITTA Umberto D'OTTAVIO Alberto AVETTA Ida VANA Antonio Marco D'ACRI

8 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 4 Servizio: DA0 1 Presentare bilanci e rendicontazioni nei tempi previsti

9 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 5 Servizio: DA0 SEZIONE 2: DOTAZIONI AL 28/06/ RISORSE FINANZIARIE TITOLO INTERVENTO IMPORTO ATTUALE 1 - SPESE CORRENTI PRESTAZIONI DI SERVIZI ,00 TOTALE , RISORSE UMANE CATEGORIA QUANTITA' ATTUALE * VALORE ATTUALE ** C 0, ,58 D 2, ,44 DR 0, ,38 TOTALE 2, ,41 * Il numero di addetti indicato e' stato calcolato su base annua e rapportato al tempo contrattuale (part-time, contratti a tempo determinato, impegno su più servizi). ** Il valore attribuito alle risorse umane è calcolato al costo medio di ciascuna posizione economica. 2.3 RIEPILOGO RISORSE RISORSE VALORE (EURO) 1. FINANZIARIE ,00 2. UMANE ,41 TOTALE ,41

10

11 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni SERVIZIO: DA2 - VALUTAZIONE ED INCENTIVAZIONE RISORSE UMANE Dirigente responsabile: Vincenzo COLLETTA

12 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 2 Servizio: DA2 FINALITA' DA CONSEGUIRE Al servizio vengono assegnati obiettivi di gestione che contribuiscono specificatamente al raggiungimento delle seguenti finalità da conseguire definite nella Relazione previsionale e programmatica. CODICE PROGRAMMA FINALITA' DA CONSEGUIRE VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE ATTRAVERSO PERCORSI DI FORMAZIONE E DI CARRIERA LEGITTIMATI DAL RECUPERO, CERTIFICATO, DI ULTERIORI LIVELLI DI EFFICIENZA DELL'ASSETTO ORGANIZZATIVO INTERNO DEFINIZIONE, CONDIVISA, DI INDICI DI EFFICIENZA ECONOMICA E GESTIONALE ANCHE ATTRAVERSO LE OPERAZIONI DI BENCHMARKING OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL'ENTE, AL FINE DI CONFERIRE PIU' EFFICIENZA ED EFFICACIA ALL'AZIONE AMMINISTRATIVA

13 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 3 Servizio: DA2 SEZIONE 1: OBIETTIVI GESTIONALI Il Servizio contribuisce, per quanto di propria competenza, alla realizzazione di tutti gli obiettivi prioritari dell'ente, individuati nel documento degli indirizzi di governo. Al dirigente responsabile sono inoltre assegnati gli specifici obiettivi indicati nella presente Sezione 1, articolati in "obiettivi di mantenimento delle attività correnti" e "obiettivi strategici". Per conseguire in modo ottimale l'insieme di tali obiettivi sono affidate alla autonomia gestionale del responsabile del Servizio la combinazione e l'organizzazione dei fattori produttivi assegnati e specificamente determinati nella successiva Sezione 2. L'insieme degli obiettivi, delle attività e degli indirizzi del Piano esecutivo di gestione, nella dialettica tra amministrazione e responsabile del Servizio, potrà essere all'occorrenza ulteriormente dettagliato e specificato al presentarsi di occasioni o circostanze non pianificabili ad inizio esercizio. Vengono, inoltre, forniti eventuali indirizzi specifici per il perseguimento di ciascun obiettivo gestionale, indirizzi che vanno intesi come ulteriore e specifica integrazione degli "Indirizzi generali di gestione" (Parte I del presente PEG) ai quali tutta l'attività dell'ente deve comunque attenersi e fare riferimento. OBIETTIVI STRATEGICI CODICE OBIETTIVO: DA2/2012/142 DESCRIZIONE: Riforma del Nucleo di Valutazione RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Presidente A. SAITTA Umberto D'OTTAVIO Alberto AVETTA Ida VANA Antonio Marco D'ACRI 1 Predisposizione deliberazione-stralcio modifica ROUS 1 31/10/2012 OBIETTIVI DI MANTENIMENTO CODICE OBIETTIVO: DA2/2005/89 DESCRIZIONE: SUPPORTARE IL DIRETTORE GENERALE PER LE POLITICHE DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIRIGENTE E NON DIRIGENTE (POSIZIONI, PRESTAZIONI E RISULTATO). RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI

14 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 4 Servizio: DA2 1 Applicazione dei sistemi di valutazione 2 31/12/2012 CODICE OBIETTIVO: DA2/2008/497 DESCRIZIONE: IMPLEMENTARE LA SEZIONE RISORSE UMANE COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE SULL'INTRANET DELLA PROVINCIA RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Presidente A. SAITTA 1 Aggiornare e produrre testi di comunicazione da inserire nel sito CODICE OBIETTIVO: DA2/2010/507 DESCRIZIONE: Curare l'istruttoria per il rilascio al personale dipendente delle autorizzazioni a svolgere incarichi esterni RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Presidente A. SAITTA 1 Rilascio o diniego della autorizzazione CODICE OBIETTIVO: DA2/2010/508 DESCRIZIONE: Supporto ai servizi per la attivazione di tirocini formativi e di orientamento RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Presidente A. SAITTA 1 Attivazione tirocini CODICE OBIETTIVO: DA2/2011/230 DESCRIZIONE: Gestione e sviluppo del sistema informativo integrato delle risorse umane RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/

15 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 5 Servizio: DA2 Presidente A. SAITTA 1 Monitoraggio del corretto inserimento dei dati e del 12 31/12/2012 funzionamento generale del sistema 2 Reportistica del datawarehouse 3 Attivazione del CUD online 4 Sperimentazione iter autorizzativo informatizzato ferie, permessi etc. 5 INTEGRAZIONE ASPETTATIVE IN AMBIENTE RAP-SPI

16 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 6 Servizio: DA2 SEZIONE 2: DOTAZIONI AL 28/06/ RISORSE FINANZIARIE TITOLO INTERVENTO IMPORTO ATTUALE TOTALE 0, RISORSE UMANE CATEGORIA QUANTITA' ATTUALE * VALORE ATTUALE ** C 1, ,92 D 3, ,42 DR 0, ,11 TOTALE 4, ,44 * Il numero di addetti indicato e' stato calcolato su base annua e rapportato al tempo contrattuale (part-time, contratti a tempo determinato, impegno su più servizi). ** Il valore attribuito alle risorse umane è calcolato al costo medio di ciascuna posizione economica. 2.3 RIEPILOGO RISORSE RISORSE VALORE (EURO) 1. FINANZIARIE 0,00 2. UMANE ,44 TOTALE ,44

17 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni SERVIZIO: DA3 - SVILUPPO RISORSE UMANE Dirigente responsabile: Francesca RICCIARELLI

18 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 2 Servizio: DA3 FINALITA' DA CONSEGUIRE Al servizio vengono assegnati obiettivi di gestione che contribuiscono specificatamente al raggiungimento delle seguenti finalità da conseguire definite nella Relazione previsionale e programmatica. CODICE PROGRAMMA FINALITA' DA CONSEGUIRE VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE ATTRAVERSO PERCORSI DI FORMAZIONE E DI CARRIERA LEGITTIMATI DAL RECUPERO, CERTIFICATO, DI ULTERIORI LIVELLI DI EFFICIENZA DELL'ASSETTO ORGANIZZATIVO INTERNO

19 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 3 Servizio: DA3 SEZIONE 1: OBIETTIVI GESTIONALI Il Servizio contribuisce, per quanto di propria competenza, alla realizzazione di tutti gli obiettivi prioritari dell'ente, individuati nel documento degli indirizzi di governo. Al dirigente responsabile sono inoltre assegnati gli specifici obiettivi indicati nella presente Sezione 1, articolati in "obiettivi di mantenimento delle attività correnti" e "obiettivi strategici". Per conseguire in modo ottimale l'insieme di tali obiettivi sono affidate alla autonomia gestionale del responsabile del Servizio la combinazione e l'organizzazione dei fattori produttivi assegnati e specificamente determinati nella successiva Sezione 2. L'insieme degli obiettivi, delle attività e degli indirizzi del Piano esecutivo di gestione, nella dialettica tra amministrazione e responsabile del Servizio, potrà essere all'occorrenza ulteriormente dettagliato e specificato al presentarsi di occasioni o circostanze non pianificabili ad inizio esercizio. Vengono, inoltre, forniti eventuali indirizzi specifici per il perseguimento di ciascun obiettivo gestionale, indirizzi che vanno intesi come ulteriore e specifica integrazione degli "Indirizzi generali di gestione" (Parte I del presente PEG) ai quali tutta l'attività dell'ente deve comunque attenersi e fare riferimento. OBIETTIVI DI MANTENIMENTO CODICE OBIETTIVO: DA3/2011/264 DESCRIZIONE: Autorizzazione e adempimenti organizzativi e amministrativi relativi ai corsi "a catalogo" a cui partecipano i dipendenti provinciali RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI 1 Partecipazione dei dipendenti ai corsi CODICE OBIETTIVO: DA3/2011/265 DESCRIZIONE: PROGETTAZIONE, ORGANIZZAZIONE E VALUTAZIONE DI CORSI INTERNI UTILIZZANDO DOCENTI INTERNI ED ESTERNI RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI 1 Realizzazione di corsi interni 2 realizzazione di corsi in materia di sicurezza CODICE OBIETTIVO: DA3/2012/144

20 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 4 Servizio: DA3 DESCRIZIONE: Progettazione, organizzazione e valutazione di corsi di supporto ai dipendenti dei CPI per lo sviluppo di capacità da mettere in campo in situazioni di emergenza RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Presidente A. SAITTA Umberto D'OTTAVIO Alberto AVETTA Ida VANA Antonio Marco D'ACRI 1 realizzazione di corsi rivolti ai CPI della cintura torinese

21 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 5 Servizio: DA3 SEZIONE 2: DOTAZIONI AL 28/06/ RISORSE FINANZIARIE TITOLO INTERVENTO IMPORTO ATTUALE 1 - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME 1.000,00 IMPOSTE E TASSE 2.000,00 PRESTAZIONI DI SERVIZI ,00 TOTALE , RISORSE UMANE CATEGORIA QUANTITA' ATTUALE * VALORE ATTUALE ** C 2, ,65 D 4, ,85 DR 0, ,80 TOTALE 6, ,30 * Il numero di addetti indicato e' stato calcolato su base annua e rapportato al tempo contrattuale (part-time, contratti a tempo determinato, impegno su più servizi). ** Il valore attribuito alle risorse umane è calcolato al costo medio di ciascuna posizione economica. 2.3 RIEPILOGO RISORSE RISORSE VALORE (EURO) 1. FINANZIARIE ,00 2. UMANE ,30 TOTALE ,30

22

23 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni SERVIZIO: DA6 - ACQUISIZIONE E GESTIONE RIS. UMANE, SERV. SOCIALI AI DIP Dirigente responsabile: Daniela GAGINO

24 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 2 Servizio: DA6 FINALITA' DA CONSEGUIRE Al servizio vengono assegnati obiettivi di gestione che contribuiscono specificatamente al raggiungimento delle seguenti finalità da conseguire definite nella Relazione previsionale e programmatica. CODICE PROGRAMMA FINALITA' DA CONSEGUIRE OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL'ENTE, AL FINE DI CONFERIRE PIU' EFFICIENZA ED EFFICACIA ALL'AZIONE AMMINISTRATIVA

25 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 3 Servizio: DA6 SEZIONE 1: OBIETTIVI GESTIONALI Il Servizio contribuisce, per quanto di propria competenza, alla realizzazione di tutti gli obiettivi prioritari dell'ente, individuati nel documento degli indirizzi di governo. Al dirigente responsabile sono inoltre assegnati gli specifici obiettivi indicati nella presente Sezione 1, articolati in "obiettivi di mantenimento delle attività correnti" e "obiettivi strategici". Per conseguire in modo ottimale l'insieme di tali obiettivi sono affidate alla autonomia gestionale del responsabile del Servizio la combinazione e l'organizzazione dei fattori produttivi assegnati e specificamente determinati nella successiva Sezione 2. L'insieme degli obiettivi, delle attività e degli indirizzi del Piano esecutivo di gestione, nella dialettica tra amministrazione e responsabile del Servizio, potrà essere all'occorrenza ulteriormente dettagliato e specificato al presentarsi di occasioni o circostanze non pianificabili ad inizio esercizio. Vengono, inoltre, forniti eventuali indirizzi specifici per il perseguimento di ciascun obiettivo gestionale, indirizzi che vanno intesi come ulteriore e specifica integrazione degli "Indirizzi generali di gestione" (Parte I del presente PEG) ai quali tutta l'attività dell'ente deve comunque attenersi e fare riferimento. OBIETTIVI DI MANTENIMENTO CODICE OBIETTIVO: DA6/2005/83 DESCRIZIONE: GESTIONE AMMINISTRATIVA DEL PERSONALE. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI 2 GESTIRE LA DOTAZIONE ORGANICA E CURARE LA REDAZIONE E TRASMISSIONE DEI DATI A FINI STATISTICI 3 GESTIRE I FASCICOLI PERSONALI DEI DIPENDENTI E PROVVEDERE AL RILASCIO DELLE CERTIFICAZIONI. 4 CURARE I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI CONCERNENTI LE VICENDE DEL RAPPORTO DI LAVORO CHE COMPORTANO MUTAMENTI NELLO STATO DI SERVIZIO. 5 FORNIRE SUPPORTO AI SERVIZI DELL'ENTE NELLA GESTIONE DELLA PROCEDURA INFORMATIZZATA DI GESTIONE DELLE PRESENZE/ ASSENZE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALL'ORARIO MENSILE 6 REPORT MENSILE AL DIRETTORE DELL'AREA SUL NUMERO DI 12 31/12/2012 DIPENDENTI IN RUOLO E NON, ARTICOLATO PER CATEGORIE CONTRATTUALI E TIPOLOGIE DI CONTRATTO DI LAVORO. 7 ISTRUTTORIA DEI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI CODICE OBIETTIVO: DA6/2005/145 DESCRIZIONE: CURARE LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO STRAGIUDIZIALE IN MATERIA DI RISORSE UMANE RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI

26 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 4 Servizio: DA6 1 ISTRUTTORIA DEI PROCEDIMENTI STRAGIUDIZIALI PROMOSSI DAI DIPENDENTI CODICE OBIETTIVO: DA6/2005/173 DESCRIZIONE: GESTIRE L'ATTIVITA' DI SEGRETERIA PER IL SERVIZIO INTERNO DI MEDICINA DEL LAVORO. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI 1 ATTIVARE I PROCEDIMENTI RELATIVI ALLE VISITE MEDICHE (PREASSUNTIVE, IDONEITA' ALLE MANSIONI ETC.). 2 EFFETTUAZIONE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE CODICE OBIETTIVO: DA6/2005/177 DESCRIZIONE: GESTIRE L'ASSISTENZA AI DIPENDENTI IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ O DI SVANTAGGIO PERSONALE. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI 1 EROGAZIONE CONTRIBUTI 2 MONITORAGGIO DELLE SITUAZIONI DI DISAGIO DEI DIPENDENTI E PRESA IN CARICO DA PARTE DELL'ASSISTENTE SOCIALE 3 PREDISPOSIZIONE BOZZA DI REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI CODICE OBIETTIVO: DA6/2010/359 DESCRIZIONE: PERSONALE DI SUPPORTO AGLI ORGANI DI DIREZIONE POLITICA ED AD ALTRE AMMINISTRAZIONI RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI

27 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 5 Servizio: DA6 1 PERSONALE DI SUPPORTO AGLI ORGANI DI DIREZIONE POLITICA 2 PERSONALE IN DISTACCO A SUPPORTO DI ALTRE AMMINISTRAZIONI CODICE OBIETTIVO: DA6/2010/391 DESCRIZIONE: ACQUISIZIONE DELLE RISORSE UMANE RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI 1 ACQUISIZIONE DI PERSONALE A TEMPO DETERMINATO ED INDETERMINATO NEL RISPETTO DEI LIMITI LEGISLATIVI E FINANZIARI CODICE OBIETTIVO: DA6/2011/239 DESCRIZIONE: PIANO DEI FABBISOGNI DI PERSONALE RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI 1 Predisposizione del piano stralcio per l'anno /06/ Avvio delle procedure previste nel piano stralcio 2012, nel rispetto delle direttive delle Giunta Provinciale e dei limiti legislativi e finanziari

28 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 6 Servizio: DA6 SEZIONE 2: DOTAZIONI AL 28/06/ RISORSE FINANZIARIE TITOLO INTERVENTO IMPORTO ATTUALE 1 - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME 2.000,00 IMPOSTE E TASSE ,00 ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE CORRENTE 0,00 PERSONALE ,00 PRESTAZIONI DI SERVIZI ,00 TOTALE , RISORSE UMANE CATEGORIA QUANTITA' ATTUALE * VALORE ATTUALE ** B 5, ,30 C 21, ,22 D 13, ,20 DR 1, ,60 TOTALE 41, ,32 * Il numero di addetti indicato e' stato calcolato su base annua e rapportato al tempo contrattuale (part-time, contratti a tempo determinato, impegno su più servizi). ** Il valore attribuito alle risorse umane è calcolato al costo medio di ciascuna posizione economica. 2.3 RIEPILOGO RISORSE RISORSE VALORE (EURO) 1. FINANZIARIE ,00 2. UMANE ,32 TOTALE ,32

29 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni SERVIZIO: DA7 - BILANCIO, TRATTAMENTO ECONOMICO E RELAZIONI SINDACALI Dirigente responsabile: Vincenzo COLLETTA

30 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 2 Servizio: DA7 FINALITA' DA CONSEGUIRE Al servizio vengono assegnati obiettivi di gestione che contribuiscono specificatamente al raggiungimento delle seguenti finalità da conseguire definite nella Relazione previsionale e programmatica. CODICE PROGRAMMA FINALITA' DA CONSEGUIRE OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL'ENTE, AL FINE DI CONFERIRE PIU' EFFICIENZA ED EFFICACIA ALL'AZIONE AMMINISTRATIVA

31 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 3 Servizio: DA7 SEZIONE 1: OBIETTIVI GESTIONALI Il Servizio contribuisce, per quanto di propria competenza, alla realizzazione di tutti gli obiettivi prioritari dell'ente, individuati nel documento degli indirizzi di governo. Al dirigente responsabile sono inoltre assegnati gli specifici obiettivi indicati nella presente Sezione 1, articolati in "obiettivi di mantenimento delle attività correnti" e "obiettivi strategici". Per conseguire in modo ottimale l'insieme di tali obiettivi sono affidate alla autonomia gestionale del responsabile del Servizio la combinazione e l'organizzazione dei fattori produttivi assegnati e specificamente determinati nella successiva Sezione 2. L'insieme degli obiettivi, delle attività e degli indirizzi del Piano esecutivo di gestione, nella dialettica tra amministrazione e responsabile del Servizio, potrà essere all'occorrenza ulteriormente dettagliato e specificato al presentarsi di occasioni o circostanze non pianificabili ad inizio esercizio. Vengono, inoltre, forniti eventuali indirizzi specifici per il perseguimento di ciascun obiettivo gestionale, indirizzi che vanno intesi come ulteriore e specifica integrazione degli "Indirizzi generali di gestione" (Parte I del presente PEG) ai quali tutta l'attività dell'ente deve comunque attenersi e fare riferimento. OBIETTIVI DI MANTENIMENTO CODICE OBIETTIVO: DA7/2005/138 DESCRIZIONE: FORNIRE SUPPORTO ALLE DELEGAZIONI TRATTANTI E AI SINGOLI DIRIGENTI PER LA GESTIONE DELLE RELAZIONI SINDACALI. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Presidente A. SAITTA 1 Organizzare gli incontri con le rappresentanze sindacali 2 Curare tutti gli adempimenti connessi con le relazioni sindacali CODICE OBIETTIVO: DA7/2005/141 DESCRIZIONE: GESTIRE LE ATTIVITA' DI INTERPRETAZIONE E VERIFICA DELL'ATTUAZIONE DEI CONTRATTI COLLETTIVI NAZIONALI E DECENTRATI. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Presidente A. SAITTA 1 Curare l'interpretazione e verifica della attuazione dei contratti

32 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 4 Servizio: DA7 CODICE OBIETTIVO: DA7/2005/156 DESCRIZIONE: GESTIRE I TRATTAMENTI RETRIBUTIVI, PREVIDENZIALI, PENSIONISTICI ED ASSICURATIVI DEI DIPENDENTI ED AMMINISTRATORI DELL'ENTE. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Presidente A. SAITTA 1 EFFETTUARE I PAGAMENTI NEI TEMPI PREVISTI 13 31/12/2012 CODICE OBIETTIVO: DA7/2005/167 DESCRIZIONE: GESTIRE LE DICHIARAZIONI E LE CERTIFICAZIONI DI SOSTITUTO DI IMPOSTA RELATIVAMENTE AI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI E COLLABORATORI ESTERNI. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Antonio Marco D'ACRI 1 TRASMISSIONE DELLE DICHIARAZIONI E CERTIFICAZIONI NEI TEMPI PREVISTI.

33 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 5 Servizio: DA7 SEZIONE 2: DOTAZIONI AL 28/06/ RISORSE FINANZIARIE TITOLO INTERVENTO IMPORTO ATTUALE 1 - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME 1.000,00 IMPOSTE E TASSE ,00 PERSONALE ,00 PRESTAZIONI DI SERVIZI ,00 TRASFERIMENTI 0, SPESE PER SERVIZI PER CONTO DI TERZI ALTRE RITENUTE AL PERSONALE PER CONTO TERZI ,00 RITENUTE ERARIALI ,00 RITENUTE PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI AL PERSONALE ,00 SPESE PER SERVIZI PER CONTO TERZI ,00 TOTALE , RISORSE UMANE CATEGORIA QUANTITA' ATTUALE * VALORE ATTUALE ** B 0, ,70 C 16, ,01 D 9, ,56 DR 0, ,11 TOTALE 26, ,38 * Il numero di addetti indicato e' stato calcolato su base annua e rapportato al tempo contrattuale (part-time, contratti a tempo determinato, impegno su più servizi). ** Il valore attribuito alle risorse umane è calcolato al costo medio di ciascuna posizione economica. 2.3 RIEPILOGO RISORSE RISORSE VALORE (EURO) 1. FINANZIARIE ,00 2. UMANE ,38 TOTALE ,38

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011. Parte II: obiettivi e dotazioni. Volume 1: SERVIZI NON COMPRESI NELLE AREE

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011. Parte II: obiettivi e dotazioni. Volume 1: SERVIZI NON COMPRESI NELLE AREE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 51-1793/11 del 01/02/2011 Parte II: obiettivi e dotazioni Volume 1: SERVIZI NON COMPRESI NELLE AREE Provincia di

Dettagli

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE 2012

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE 2012 PIANO ESECUTIVO di GESTIONE 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 550-25679 del 28/06/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE Piano esecutivo

Dettagli

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE PROVVISORIO

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE PROVVISORIO PIANO ESECUTIVO di GESTIONE PROVVISORIO 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 48-1482 del 24/01/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE Piano

Dettagli

CONTENUTO DELLA FUNZIONE

CONTENUTO DELLA FUNZIONE RISORSE UMANE FUNZIONE CONTENUTO DELLA FUNZIONE - Predisposizione e gestione del Bilancio e coordinamento centri elementari di costo - Aggiornamento banca dati del personale dei centri elementari di costo

Dettagli

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 12: SERVIZI DELL AREA LC RISORSE IDRICHE E QUALITA DELL ARIA. di GESTIONE 2012

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 12: SERVIZI DELL AREA LC RISORSE IDRICHE E QUALITA DELL ARIA. di GESTIONE 2012 PIANO ESECUTIVO di GESTIONE 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 550-25679 del 28/06/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 12: SERVIZI DELL AREA LC RISORSE IDRICHE E QUALITA DELL ARIA

Dettagli

Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche.

Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche.it

Dettagli

Direttore Operativo. Compiti e responsabilità :

Direttore Operativo. Compiti e responsabilità : Direttore Operativo Il Direttore Operativo ha la responsabilità di assicurare lo sviluppo e la continuità dei servizi ambientali di raccolta e smaltimento rifiuti nel contesto territoriale di competenza,

Dettagli

SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE

SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE DIRIGENTE Del SETTORE RISORSE UMANE E FINANZIARIE DOTT. GIANLUIGI MAROTTA e-mail :gianluigi.marotta@comune.avellino.it tel. 0825200290 - FUNZIONARIO ALTA PROF.TA RESP.SERVIZIO

Dettagli

Valutazione di Risultato del Direttore Generale per l anno

Valutazione di Risultato del Direttore Generale per l anno Ambiti di valutazione Pianificazi one strategica (tot. punti) Programm azione, budgeting, gestione, e controllo (tot. punti) Valutazione di Risultato del Direttore Generale per l anno Analisi delle fonti

Dettagli

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti -

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - IL COMUNE ATTIVITA PREVISTE NEL TRIENNIO 2011-2013 SETTORI, SERVIZI DI COMPETENZA Il Sindaco

Dettagli

PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE

PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE INDICE 1. Premessa 2. L attuale gestione del personale 3. La convenzione (Le norme scritte) 4. L organizzazione dell UFFICIO UNICO 5. Il

Dettagli

Area Finanziaria Comune di Bomporto. Prot. 11464 del 04.10.2010

Area Finanziaria Comune di Bomporto. Prot. 11464 del 04.10.2010 Prot. 11464 del 04.10.2010 RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA BOZZA DI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL COMUNE DI BOMPORTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE FINANZIARIE 2008, 2009 e 2010. 1) LE

Dettagli

PIANO DELLA PERFORMANCE

PIANO DELLA PERFORMANCE PIANO DELLA PERFORMANCE PROGRAMMI E PROGETTI DELL AMMINISTRAZIONE PER IL PERIODO 2011-2012 - 2013 L Albero della Performance Consiglio Comunale Piano di mandato Sindaco e Giunta Comunale Piano della Performance

Dettagli

COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 7 del

Dettagli

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014 COMUNE DI CIVIDATE AL PIANO (Provincia di Bergamo) RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014 Il Segretario Comunale - Dott. Ivano Rinaldi Nell ambito del processo di riforma della Pubblica Amministrazione, con

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

DOCUMENTO DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE RISORSE UMANE

DOCUMENTO DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE RISORSE UMANE Pagina 1 di 10 COMUNE DI NIBIONNO PROVINCIA DI LECCO DOCUMENTO DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE RISORSE UMANE Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 28 del 27.02.2013 Si attesta che il presente

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DEL CONTROLLO DI GESTIONE

REGOLAMENTO INTERNO DEL CONTROLLO DI GESTIONE COMUNE DI CORMANO PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO INTERNO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (approvato con deliberazione C.C. n. 58 del 01/12/2003) 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 AMBITO DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (Approvato con deliberazione di G.C. 140/02.12.2010) 1 TITOLO I - SISTEMA DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE Capo I - Aspetti generali

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI Premesse e riferimenti normativi La valutazione del personale, che costituisce un processo centrale nell ambito del management pubblico, ha registrato negli

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO COMUNE DI MONTEBELLO JONICO CAPO X SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE ART.57 -FINALITA DEL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE 1. Le disposizioni contenute nel presente Titolo

Dettagli

PROGETTO ORGANIZZATIVO PER LA GESTIONE ECONOMICO E PREVIDENZIALE DEL PERSONALE DIPENDENTE E ASSIMILATO IN FORMA ASSOCIATA

PROGETTO ORGANIZZATIVO PER LA GESTIONE ECONOMICO E PREVIDENZIALE DEL PERSONALE DIPENDENTE E ASSIMILATO IN FORMA ASSOCIATA PROGETTO ORGANIZZATIVO PER LA GESTIONE ECONOMICO E PREVIDENZIALE DEL PERSONALE DIPENDENTE E ASSIMILATO IN FORMA ASSOCIATA Cesena, 2 novembre 2009 IL MODELLO ORGANIZZATIVO Il modello organizzativo proposto

Dettagli

4) Concessione permessi ex art. 33 legge 104/1992 (disabili) Trattamento Giuridico

4) Concessione permessi ex art. 33 legge 104/1992 (disabili) Trattamento Giuridico 2 settore Gestione delle risorse Servizio Risorse Umane N Procedimenti Ufficio di competenza 1) Predisposizione e trasmissione on-line del prospetto informativo relativo alla quota di riserva assunzione

Dettagli

COMUNE DI FIGLINE VALDARNO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTROLLO DI GESTIONE

COMUNE DI FIGLINE VALDARNO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTROLLO DI GESTIONE COMUNE DI FIGLINE VALDARNO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTROLLO DI GESTIONE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 17 del 31.1.2013 ART. 1: NORME GENERALI...

Dettagli

( Decreto Legislativo 150/09 Decreto Brunetta) TITOLO I: Principi generali ( articoli 11 e 28 del d.lgs. 150/09)

( Decreto Legislativo 150/09 Decreto Brunetta) TITOLO I: Principi generali ( articoli 11 e 28 del d.lgs. 150/09) Regolamento di disciplina della misurazione, valutazione e trasparenza della performance ( Decreto Legislativo 150/09 Decreto Brunetta) Il presente Regolamento è assunto ai sensi degli artt. 16 e 31 del

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE

CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE SCHEMA CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE L anno il giorno del mese di TRA Il Comune di con sede in via n., Codice

Dettagli

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA PER LE QUALI E PREVISTO IL RICORSO A CONTRATTI DI COLLABORAZIONE AUTONOMA ASSESTATO

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA PER LE QUALI E PREVISTO IL RICORSO A CONTRATTI DI COLLABORAZIONE AUTONOMA ASSESTATO PROGRAMMA DELLE ATTIVITA PER LE QUALI E PREVISTO IL RICORSO A CONTRATTI DI COLLABORAZIONE AUTONOMA ASSESTATO ART. 3 COMMA 55 LEGGE 24 DICEMBRE 2007, N. 244 A INDIVIDUAZIONE AREE E MATERIE NELLE QUALI E

Dettagli

Adempimento. Richiesta scritta di chiarimenti 20. Richiesta scritta di certificazioni 20. legge Liquidazione 30

Adempimento. Richiesta scritta di chiarimenti 20. Richiesta scritta di certificazioni 20. legge Liquidazione 30 TRIBUTI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RAG. SERRA PIER GIORGIO Tel. 0782-847006 847077 e-mail ragioneria@comune.orroli.ca.it N.d. Rimborsi di somme non dovute per tributi a ruolo e non a ruolo 90 Domande

Dettagli

Centri di costo: 1. Ufficio Associato del Personale

Centri di costo: 1. Ufficio Associato del Personale : DOTT. ALBERTO DI BELLA Centri di costo: 1. Ufficio Associato del Personale ANNO 2015 SETTORE: PERSONALE ASSOCIATO : Dott. Alberto Di Bella CENTRO DI COSTO: Ufficio associato del personale OBIETTIVI PERMANENTI

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

Gestione del Personale e Organizzazione

Gestione del Personale e Organizzazione e Organizzazione Denominazione procedimento e breve descrizione Riferimento normativo Ufficio titolare del procedimento (sede - recapito telefonico - orari - mail istituzionale) Responsabile del procedimento

Dettagli

Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014)

Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014) Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014) DELIBERA COMMISSARIALE ORIGINALE Seduta del 22/12/2014 n. 195 del Registro deliberazioni OGGETTO: Artt.

Dettagli

035 399020-600 035 399248 AngelinaMarcella@comune.bg.it. da 01/11/2001 al 14/09/2011. Comune di Busnago (Mb) da 01/07/2005 al 28/02/2011:

035 399020-600 035 399248 AngelinaMarcella@comune.bg.it. da 01/11/2001 al 14/09/2011. Comune di Busnago (Mb) da 01/07/2005 al 28/02/2011: C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome, Nome Data di nascita Stato Civile Qualifica Titolo di studio Telefono Fax e-mail MARCELLA ANGELINA 22/10/1958 - OSNAGO (CO) Coniugata, 2 figlie

Dettagli

COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 DEL 19 MARZO 2015 CAPO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA Servizio I Gestione dei rifiuti Dipartimento IV Servizi di tutela ambientali. c.vesselli@provincia.roma.it

PROVINCIA DI ROMA Servizio I Gestione dei rifiuti Dipartimento IV Servizi di tutela ambientali. c.vesselli@provincia.roma.it PROVINCIA DI ROMA Servizio I Gestione dei rifiuti Dipartimento IV Servizi di tutela ambientali c.vesselli@provincia.roma.it Protocollo interno del Servizio I N 36 del 24/10/2007 UFFICIO DETERMINAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE

REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE Art. 1 Definizione di performance organizzativa e di performance individuale La performance organizzativa

Dettagli

COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE

COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE TRIENNIO 2012-2014 PIANI OPERATIVI PER IL RAGGIUNGIMENTO DI OBIETTIVI

Dettagli

Approvazione di bilancio e allegati da parte del Consiglio (31/12)

Approvazione di bilancio e allegati da parte del Consiglio (31/12) 87083 Amministrazione e controllo delle aziende pubbliche Altri documenti preventivi Processo di formazione del preventivo Predisposizione dello schema di bilancio da parte dell esecutivo esecutivo. Processo:

Dettagli

UFFICI DEL SETTORE ECONOMICO- FINANZIARIO E TRIBUTARIO SERVIZIO FINANZIARIO E RAGIONERIA

UFFICI DEL SETTORE ECONOMICO- FINANZIARIO E TRIBUTARIO SERVIZIO FINANZIARIO E RAGIONERIA UFFICI DEL SETTORE ECONOMICO- FINANZIARIO E TRIBUTARIO SERVIZIO FINANZIARIO E RAGIONERIA Ufficio Supporto adempimenti fiscali Responsabile dei procedimenti sotto elencati i dipendenti Lipira Giuseppina

Dettagli

Prot. n. 24708 IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n.

Prot. n. 24708 IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. Prot. n. 24708 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI in particolare gli articoli 6, comma 3, e 1, comma 1, del decreto

Dettagli

Complessità (a cura del Dirigente - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1. Priorità (a cura dell'assessore - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1

Complessità (a cura del Dirigente - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1. Priorità (a cura dell'assessore - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1 SCHEDA OBIETTIVO - 1 : Semplificazione delle procedure di assunzione del personale Supporto alle politiche assunzionali Il processo assunzionale deve soddisfare i bisogni occupazionali dei Settori, siano

Dettagli

COMUNE DI GERACI SICULO. Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema)

COMUNE DI GERACI SICULO. Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema) COMUNE DI GERACI SICULO Provincia di Palermo www.comune.geracisiculo.pa.it - Email: segretariogenerale@pec.comune.geracisiculo.pa.it Geraci Siculo Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema) Modulo

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Data 24.03.2011 Atto n 807 OGGETTO: Approvazione Organizzazione Interna della Direzione Generale. IL DIRETTORE GENERALE Premesso

Dettagli

Direttore/Segretario Generale. Nucleo di valutazione LORO SEDI

Direttore/Segretario Generale. Nucleo di valutazione LORO SEDI Repubblica Italiana CITTÁ DI MAZARA DEL VALLO C.F.: 82001410818 P.IVA: 00257580811 www.comune.mazara-del-vallo.tp.it -----===ooo===----- 5 SETTORE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE tel.: 0923 671711

Dettagli

Comune di Grumento Nova Sistema per la misurazione e la valutazione della performance. Finalità e principi

Comune di Grumento Nova Sistema per la misurazione e la valutazione della performance. Finalità e principi Comune di Grumento Nova Sistema per la misurazione e la valutazione della performance Finalità e principi Art. 1 - Finalità Il presente regolamento disciplina il sistema di misurazione e valutazione della

Dettagli

COMUNE DI AMALFI ELENCO RESIDUI DA RIPORTARE AL TERMINE DELL ANNO USCITE

COMUNE DI AMALFI ELENCO RESIDUI DA RIPORTARE AL TERMINE DELL ANNO USCITE COMUNE DI AMALFI ELENCO RESIDUI DA RIPORTARE AL TERMINE DELL ANNO 2012 USCITE GESTIONE DELLE USCITE TOTALE DEI RESIDUI AL TERMINE DELL ANNO 2012 Pag. 2 1010102 ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA

REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con D.C.P. del 14.3.2013 n. 6 reg. e modificato con D.C.P. del 28.4.2014 n. 22 reg. INDICE Art. 1 Art. 2

Dettagli

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DEL LAZIO ARPA LAZIO ORGANIZZAZIONE DELLE STRUTTURE DEFINIZIONE DELLE ATTRIBUZIONI DEI DIRIGENTI

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DEL LAZIO ARPA LAZIO ORGANIZZAZIONE DELLE STRUTTURE DEFINIZIONE DELLE ATTRIBUZIONI DEI DIRIGENTI Allegato A deliberazione n. 15 del 28/02/2013 AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DEL LAZIO ARPA LAZIO ORGANIZZAZIONE DELLE STRUTTURE DEFINIZIONE DELLE ATTRIBUZIONI DEI DIRIGENTI INDICE Organizzazione

Dettagli

COMUNE DI SASSARI. Piano dettagliato degli obiettivi 2010. Obiettivo n. 1. 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott.

COMUNE DI SASSARI. Piano dettagliato degli obiettivi 2010. Obiettivo n. 1. 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott. Obiettivo n. 1 Centro di Responsabilità Dirigente responsabile 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott. Mario Mura Obiettivo n. Denominazione obiettivo 1 ATTIVITÀ ORDINARIA DEL SETTORE Descrizione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI AUTOFINANZIAMENTO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI AUTOFINANZIAMENTO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI AUTOFINANZIAMENTO (emanato con D.R. n. 280 2013, prot. n. 6837 I/3 del 12.03.2013) Articolo 1 (Scopo e ambito di applicazione) 1. Il presente regolamento ha

Dettagli

INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI. DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali

INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI. DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali COGNOME E NOME ORARIO MANSIONI ATTRIBUITE Sigla DI BIASE

Dettagli

DISCIPLINA DELLA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

DISCIPLINA DELLA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Comune di Marradi (Provincia di Firenze) DISCIPLINA DELLA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Approvato con delibera della Giunta comunale n. 91/2012 Modificato con delibera della Giunta comunale

Dettagli

DESCRIZIONE DELL OBIETTIVO: FINALITA : INDICATORE MISURABILE :

DESCRIZIONE DELL OBIETTIVO: FINALITA : INDICATORE MISURABILE : SERVIZIO FINANZIARIO ANNO 2014 SCHEDA OBIETTIVO: obiettivo n. 1 (STRATEGICO) Descrizione generale Garantire la predisposizione degli atti fondamentali del servizio con particolare riferimento ai documenti

Dettagli

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 28 Marzo 2013 Sommario 1 PREMESSA...3 2 OBIETTIVI

Dettagli

REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI PROVINCIA DI LIVORNO REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 216/20.12.2012 In vigore dal 1 febbraio 2013 SOMMARIO TITOLO I 3 Controllo Di

Dettagli

LA GIUNTA. A voti unanimi e palesi, anche per quanto riguarda l immediata esecutività dell atto:

LA GIUNTA. A voti unanimi e palesi, anche per quanto riguarda l immediata esecutività dell atto: Oggetto: Modifica di alcune condizioni di svolgimento del Telelavoro nella Provincia di Bologna. Approvazione del relativo Progetto Generale e autorizzazione alla sottoscrizione del Contratto Collettivo

Dettagli

PROVINCIA di ROVIGO SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA ED INDIVIDUALE

PROVINCIA di ROVIGO SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA ED INDIVIDUALE PROVINCIA di ROVIGO SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ORGANIZZATIVA ED INDIVIDUALE Allegato alla deliberazione di Giunta Comunale n. 289 del 28.12.2011 1 INDICE SEZIONE I - CONTESTO

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 479/AD del 29 lug 2005 Direzione Risorse Umane e Organizzazione

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 479/AD del 29 lug 2005 Direzione Risorse Umane e Organizzazione ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 479/AD del 29 lug 2005 Direzione Risorse Umane e Organizzazione Principali logiche organizzative: La Direzione Risorse Umane e Organizzazione ridefinisce il proprio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 90 del

Dettagli

COMUNE DI SUNO. Provincia di NOVARA. Processo verbale delle deliberazioni della Giunta Comunale

COMUNE DI SUNO. Provincia di NOVARA. Processo verbale delle deliberazioni della Giunta Comunale COPIA Delibera n 30/2014 COMUNE DI SUNO Provincia di NOVARA Processo verbale delle deliberazioni della Giunta Comunale Seduta del 22/04/2014 - delibera n.30 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE

Dettagli

E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Provincia di Palermo Sede legale: Prizzi Corso Umberto I Tel 091 8344507 Fax 091 8344507 Codice fiscale 97178810822 REGOLAMENTO RELATIVO AL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Art. 1

Dettagli

Comune di Galatina Provincia di Lecce. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 8 del 09-01-2014 REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI

Comune di Galatina Provincia di Lecce. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 8 del 09-01-2014 REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI Comune di Galatina Provincia di Lecce DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 8 del 09-01-2014 REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI PRATICA N. DT - 8-2014 del 09-01-2014 L ESTENSORE DOTT. OREFICE ANTONIO

Dettagli

LA MICROSTRUTTURA COORDINAMENTO RISORSE UMANE E RELAZIONI SINDACALI. Coordinamento Risorse umane e Relazioni sindacali. Formazione

LA MICROSTRUTTURA COORDINAMENTO RISORSE UMANE E RELAZIONI SINDACALI. Coordinamento Risorse umane e Relazioni sindacali. Formazione Coordinamento Risorse umane e Relazioni sindacali Organo Amministrativo Segreteria Direzione Generale Personale Formazione Relazioni sindacali Ufficio Gestione del Personale Ufficio Amministrazione del

Dettagli

COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi

COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi Copia Reg. Gen. n. 479 del 11/11/2015 Reg. n.243 del 11/11/2015 COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE SETTORE AFFARI GENERALI SERVIZIO RISORSE

Dettagli

Regolamento per il reclutamento del personale

Regolamento per il reclutamento del personale Pagina 1 di 7 Regolamento per il 1 Pagina 2 di 7 INDICE PREMESSA... 3 ARTICOLO 1 PRINCIPI GENERALI... 3 ARTICOLO 2 PROCEDURA DI RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE... 4 ARTICOLO 3 PROCEDURA PER LA RICERCA

Dettagli

CURRICULUM VITAE. dati anagrafici: studi: dati professionali: percorso professionale: - presso il Ministero dell ambiente:

CURRICULUM VITAE. dati anagrafici: studi: dati professionali: percorso professionale: - presso il Ministero dell ambiente: CURRICULUM VITAE dati anagrafici: Giuseppe DAIDONE nato a NOTO (SR) il 28 ottobre 1962 residente a AUGUSTA, in via Siracusa, 14 mail: g.daidone@plemmirio.it cell.: 3357702907 studi: - ha conseguito la

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014 attività amministrativa - Tipologie di (art.24 c.1 e art.35 c.1 D.Lgs 33/2013) Cessazione dal servizio per qualsiasi causa e provvedimenti 2.giuridica@pro 6 connessi(mantenimento in vincia.en servizio,

Dettagli

Regolamento per la gestione associata delle funzioni di Protezione Civile tra i Comuni dell Unione Coros

Regolamento per la gestione associata delle funzioni di Protezione Civile tra i Comuni dell Unione Coros Unione dei Comuni del Coros Cargeghe, Codrongianos, Florinas, Ittiri, Muros, Olmedo, Ossi, Putifigari Tissi, Uri, Usini Sede legale Via Marconi 14 07045 - Ossi (SS) CF 92108320901 P.Iva: 02308440904 Tel.

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA VALUTAZIONE, INTEGRITA E TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA VALUTAZIONE, INTEGRITA E TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE COMUNE DI GAGGIO MONTANO Provin cia di Bologn a REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA VALUTAZIONE, INTEGRITA E TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE Approvat o c on De libe raz ione Giunt a Munic ipale n. 1 5 6 in dat

Dettagli

La gestione del programma annuale: l interfaccia finanziaria del POF

La gestione del programma annuale: l interfaccia finanziaria del POF PON 2007-2013 Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II Capacità istituzionale Obiettivo H Agorà, il portale Formiur: valorizzare l informazione e la conoscenza per il miglioramento dei servizi scolastici

Dettagli

MONTERONI DI LECCE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE DI LECCE ART.1 ISTITUZIONE DELL UFFICIO DI PIANO

MONTERONI DI LECCE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE DI LECCE ART.1 ISTITUZIONE DELL UFFICIO DI PIANO LECCE (capofila) ARNESANO CAVALLINO LEQUILE LIZZANELLO MONTERONI DI LECCE SAN CESARIO DI LECCE SAN DONATO DI LECCE SAN PIETRO IN LAMA SURBO REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE, MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE, MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE COMUNE DI CASLINO D ERBA Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA GESTIONE, MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE (approvato con delibera della Giunta Comunale n. 21 del 08.03.2013) INDICE CAPO I - PRINCIPI

Dettagli

16.543.588,52 14.245.717,32 3.993.518,66 6.207.535,93 13.023.569,60 13.018.747,59 4.008.530,00 1.275.957,39

16.543.588,52 14.245.717,32 3.993.518,66 6.207.535,93 13.023.569,60 13.018.747,59 4.008.530,00 1.275.957,39 011 Competitività e sviluppo delle imprese 005 Regolamentazione, incentivazione dei settori imprenditoriali, riassetti industriali, sperimentazione tecnologica, lotta alla contraffazione, tutela della

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi.

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi. Registro generale n. 3314 del 25/11/2015 Determina di liquidazione di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi Servizio Cultura

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E

C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo luogo di lavoro Marisa Forti Piazza Unità d Italia, 26 - Formigine Telefono 059-416248 E-mail Nazionalità italiana Data di nascita 17.06.1057

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI.

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. CONSORZIO PER LA SCUOLA MOSAICISTI DEL FRIULI REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Approvato con decreto del Presidente n. 12 del 10 dicembre 2013; adeguato ai sensi dell art. 18 della

Dettagli

PERSONALE DEL COMPARTO

PERSONALE DEL COMPARTO RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA E ILLUSTRATIVA AI SENSI DELL ART. 40 COMMA 3 SEXIES ALLEGATO ALLA PREINTESA DEL CONTRATTO INTEGRATIVO DELL AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI LECCO 2006-2009 PER LE FINALITA

Dettagli

REGOLAMENTO CONTENENTE I CRITERI PER L EROGAZIONE DEI PREMI DI RISULTATO AL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO CONTENENTE I CRITERI PER L EROGAZIONE DEI PREMI DI RISULTATO AL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO CONTENENTE I CRITERI PER L EROGAZIONE DEI PREMI DI RISULTATO AL PERSONALE DIPENDENTE Approvato con deliberazione del Consiglio dei Delegati n. 13 del 30/12/2008 Approvato dalla Provincia di

Dettagli

Pagina 1. TEMPO (gg) 30

Pagina 1. TEMPO (gg) 30 PROCEDIMENTO provvedimenti relativi agli istituti contrattuali salario accessorio mensili impegno / liquidazione acquisizione prospetti di attività effettuate PROCEDIMENTO incarichi ai sensi degli artt.

Dettagli

Richiesta di fornitura per servizi di consulenza professionale Consulente del Lavoro

Richiesta di fornitura per servizi di consulenza professionale Consulente del Lavoro Richiesta di fornitura per servizi di consulenza professionale Consulente del Lavoro Lepida SpA è lo strumento operativo della Regione Emilia Romagna per la pianificazione, lo sviluppo e la gestione delle

Dettagli

DETERMINAZIONE NR. 441 DEL 21/07/2008 OGGETTO: AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE IN MATERIA PENSIONISTICA. IMPEGNO DI SPESA.

DETERMINAZIONE NR. 441 DEL 21/07/2008 OGGETTO: AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE IN MATERIA PENSIONISTICA. IMPEGNO DI SPESA. DETERMINAZIONE NR. 441 DEL 21/07/2008 OGGETTO: AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE IN MATERIA PENSIONISTICA. IMPEGNO DI SPESA. IL DIRETTORE Visto e richiamato il Regolamento sull Ordinamento degli Uffici

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE CONSORZIO DI POLIZIA LOCALE DELLA VALLE SABBIA SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Art 7 Decreto Legislativo 150/2009 Revisione del 2 novembre 2011 INDICE INDICE... 2 PREMESSA... 3 I

Dettagli

COMUNE DI CINQUEFRONDI Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI CINQUEFRONDI Provincia di Reggio Calabria Approvato con Delibera G.C. n. 20 del 30/01/2013 COMUNE DI CINQUEFRONDI Provincia di Reggio Calabria PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ *** 2013 2015 PREMESSA Le recenti e numerose modifiche

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento per il Controllo di Gestione

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento per il Controllo di Gestione PROVINCIA DI ROMA Regolamento per il Controllo di Gestione Adottato con delibera della Giunta Provinciale n. 498/23 del 09/04/2003 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 Ambito di applicazione 1. Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE

REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE 22 settembre 2014 Premesso: che l Amministrazione comunale di

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA Università degli Studi del Molise RELAZIONE ILLUSTRATIVA FONDO PER IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO PER IL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Anno 2013 Relazione illustrativa Indice Modulo I Illustrazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Regolamento del Centro di Servizi Sistema di Supporto alla Ricerca, Innovazione e Trasferimento Tecnologico Articolo 1. Costituzione e scopi 1. Il Centro di Servizi Sistema di Supporto alla Ricerca, Innovazione

Dettagli

Il Sistema dei controlli e la certificazione di qualità dei servizi

Il Sistema dei controlli e la certificazione di qualità dei servizi Il Sistema dei controlli e la certificazione di qualità dei servizi Convegno nazionale: la funzione statistica dei comuni tra riforma e qualità dei servizi Gianni Dugheri Messina, 26-27 settembre 2013

Dettagli

Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale

Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale Apprendimento generale: Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale metodi e strumenti di lavoro di tipo generale pubblica amministrazione e ambiente processi di lavoro

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome RADICI SANTO Data di nascita 11/01/1956 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Dirigente Amministrativo

Dettagli

IL PIANO DELLA PERFORMANCE 2011

IL PIANO DELLA PERFORMANCE 2011 IL PIANO DELLA PERFORMANCE 2011 D.Lgs. 150/2009 "Ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni" PRINCIPI GENERALI PIANO DELLA PERFORMANCE

Dettagli

Sistema di Valutazione della Performance del Segretario Comunale

Sistema di Valutazione della Performance del Segretario Comunale Sistema di Valutazione della Performance del Segretario Comunale In applicazione dell art. 7 del D. Lgs. 150/2009 recante Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della

Dettagli

per l esercizio del controllo analogo sulle società in house

per l esercizio del controllo analogo sulle società in house COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO per l esercizio del controllo analogo sulle società in house approvato con delibera

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 65 del 29 novembre 2004 pubblicata

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 217 Del 09/04/2015 Risorse Umane OGGETTO: Avviso di mobilitã volontaria esterna per la copertura di n. 1 posto vacante a tempo

Dettagli

REGOLAMENTO PROTEZIONE CIVILE

REGOLAMENTO PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO PROTEZIONE CIVILE Art. 1. ISTITUZIONE DEL SERVIZIO È istituito il Servizio Comunale di Protezione Civile, con il compito di dare attuazione alle leggi nazionali e regionali in materia di Protezione

Dettagli

SISTEMA METODOLOGICO DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMACE

SISTEMA METODOLOGICO DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMACE AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE CATANZARO *** SISTEMA METODOLOGICO DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMACE INDICE 1) Sistema degli incentivi 2) Sistema di valutazione 3) Misurazione della performance

Dettagli

IL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (PROCEDURA) LE FASI

IL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (PROCEDURA) LE FASI IL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE (PROCEDURA) LE FASI FASE 0 IL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE DELL ENTE FASE 1 DEFINIZIONE E ASSEGNAZIONE DEGLI OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE FASE 2 MONITORAGGIO IN CORSO DI

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE SUL PIANO DELLA PERFORMANCE E SUI SISTEMI DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE

REGOLAMENTO PROVINCIALE SUL PIANO DELLA PERFORMANCE E SUI SISTEMI DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n. 132 del 13.07.2011 REGOLAMENTO PROVINCIALE SUL PIANO DELLA PERFORMANCE E SUI SISTEMI DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE ART. 1 FINALITÀ La Provincia di Brindisi,

Dettagli