LA QUOTAZIONE IN BORSA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA QUOTAZIONE IN BORSA"

Transcript

1 LA QUOTAZIONE IN BORSA Facoltà di Economia dell'università di Parma Febbraio 2014 Martino De Ambroggi

2 La Borsa breve introduzione 400 Il numero di società quotate (326 a fine 2013) è in crescita, ma la Borsa italiana è ancora piccola, Numero società quotate Numero totale società quotate di cui numero società quotate al segmento AIM (MAC) Il numero di società quotate in Italia è circa la metà di quelle quotate sia in Germania che in Francia e circa un settimo di quelle nel Regno Unito (fonte: Equita SIM su dati Assosim Borsa Italiana) Martino De Ambroggi 2

3 La Borsa breve introduzione la sua capitalizzazione ( 442 miliardi a fine 2013 ) è pari a solo il 28% del PIL (inferiore agli altri principali paesi europei) % 800 Capitalizzazione borsa come % PIL (2013): Italia 28%, Germania 45%, Francia 80% e Spagna 50% 70% CAPITALIZZAZIONE DI UNA SOCIETA (=MARKET CAP): prodotto tra il numero di azioni in circolazione e il loro prezzo unitario CAPITALIZZAZIONE DEL MERCATO: valore complessivo - ai prezzi di mercato - di tutti i titoli quotati Capitalizzazione del mercato ( miliardi) (Fonte: Il Sole 24 Ore 11 gennaio 2014) 60% 50% 40% 30% 20% Capitalizzazione come % del PIL Capitalizzazione miliardi 100 Capitalizzazione come % del PIL 10% % (fonte: Equita SIM su dati Assosim Borsa Italiana) Martino De Ambroggi 3

4 La Borsa breve introduzione e ancora molto concentrata (l 80% della capitalizzazione è rappresentata dai 40 titoli dell indice FTSE MIB e circa un terzo del totale è rappresentato da titoli finanziari) (fonte: Borsa Italiana) FTSE MIB: indice composto dai 40 titoli più liquidi e capitalizzati sul listino della Borsa Italiana Martino De Ambroggi 4

5 La Borsa breve introduzione 7,000 La liquidità della Borsa italiana: cresciuta significativamente nel tempo ed è influenzata dai cicli economici 33 IPO utilizzo aggressivo leva finanziaria 6,000 La liquidita del mercato aiuta le IPO: Scambi medi giornalieri di mercato ( milioni) 5,000 4,000 3,000 2,000 1,000 nei due anni di picco relativo della liquidità ( 3.4 miliardi nel 2000 e 6.2 miliardi nel 2007) è stato registrato il maggior numero di IPO (rispettivamente 46 e 33) 46 IPO bolla internet Media annua numero IPO dal 1999 al 2013: 17 0 (fonte: Equita SIM su dati Assosim Borsa Italiana) Martino De Ambroggi 5

6 L attività del broker Equity Sales & Trading Equity Research Francesco Perilli (CEO) Investment Banking Martino De Ambroggi 6 (fonte: Equita SIM e dati Bloomberg)

7 La quotazione in Borsa QUOTARSI SIGNIFICA ACCEDERE AD UN NUOVO CANALE DI FINANZIAMENTO MA ANCHE MODIFICARE L ASSETTO AZIONARIO E MANAGERIALE IN MANIERA PERMANENTE SI TRATTA DI UNA DECISIONE DI RILEVANZA STRATEGICA CHE RICHIEDE UN ATTENTA VALUTAZIONE DI COSTI E BENEFICI Martino De Ambroggi 7

8 Vantaggi della quotazione rendere più solida la struttura finanziaria tramite aumento di capitale o nuovo canale stabile di finanziamento o aumento di capitale contestuale alla quotazione agevolare l afflusso capitali freschi per finanziare progetti di crescita o es. investimenti per aumentare la capacità produttiva e nuove acquisizioni migliorare l immagine aziendale o conferisce notorietà e prestigio o impone maggiore trasparenza dei bilanci e chiarezza di strategie o migliora lo standing creditizio attrarre manager più qualificati o attraverso l utilizzo di stock options o per la motivazione perché si assumono maggiori responsabilità trasformare la proprietà dell impresa o permette di liquidare o rendere più facilmente liquidabili le partecipazioni degli azionisti o offre una via d uscita per investitori istituzionali (private equity, venture capitalist, ) o trova alternative quando è impossibile un passaggio generazionale aumentare la redditività dell azienda o generalmente si accompagna all adozione di sistemi di gestione più efficienti o collegato alla capacità di attrarre i migliori manager Martino De Ambroggi 8

9 Svantaggi della quotazione resistenza dell imprenditore (tipica per l azienda familiare italiana) necessità di cambiamento organizzativo, operativo e manageriale o spesso richiede nuovi sistemi informativi, meccanismi operativi e cultura manageriale o adozione codice di autodisciplina delle società quotate abbandono del concetto di azienda familiare o eliminazione della commistione con il patrimonio personale o separazione del patrimonio e degli interessi familiari costi quotazione o tipicamente variabili a seconda della dimensione del collocamento e del settore in cui opera l emittente richiesta di previsioni accurate o necessità di centrarle per crearsi una credibilità prezzo fatto dal mercato ( subito dall imprenditore ) o la volatilità del mercato potrebbe non riflettere a pieno i risultati, le politiche gestionali e le strategie di impresa diluizione della proprietà o ridefinizione dell assetto proprietario che impone la condivisione delle decisioni o riluttanza a diluire la quota di controllo (in Italia raramente sotto il 50%) o rischio di scalate ostili nel caso in cui la quota di controllo scenda sotto il 50% full disclosure di informazioni in precedenza non pubbliche Martino De Ambroggi 9

10 I costi della quotazione (fonte: Guida alla quotazione in Borsa - AIFI) Martino De Ambroggi 10

11 La documentazione richiesta (fonte: Guida alla quotazione in Borsa - AIFI) Martino De Ambroggi 11

12 Le decisioni da prendere A) QUALE MERCATO? a. Quale paese? b. Quale segmento? (in Italia MTA, STAR, AIM?) B) QUANDO QUOTARSI? a. Attenzione alla congiuntura economica b. Dipende anche da quali sono gli obiettivi dell azionista c. Interesse a realizzare una quotazione di successo (=con valori di collocamento ragionevoli mantenibili nel tempo) C) ESISTONO FORME DI FINANZIAMENTO ALTERNATIVE ALLA QUOTAZIONE? Qualora a causa delle condizioni di mercato o di una situazione aziendale non ancora matura NON SIA POSSIBILE LA QUOTAZIONE, esistono delle alternative: a. Venture capital e private equity (spesso sono un primo passo verso la quotazione) b. Ricorso al debito (prestiti bancari e/o emissione di obbligazioni) c. Aumento di capitale dei soci esistenti (o entrata di nuovi soci) Martino De Ambroggi 12

13 I requisiti FORMALI per la quotazione (fonte: Equita SIM) MTA - STAR MTA - STANDARD AIM Italia Market Cap ( mln) Minimo 40 Minimo 40 massimo Nessun requisito Flottante di ingresso 35% 25% 10% Documentazione Soggetti coinvolti Governance Investitori Altri principali Adempimenti Tempistica dal filing alla quotazione Prospetto informativo Ultimi 3 bilanci annuali certificati Memorandum sul sistema di controllo di gestione Confronto del sistema di governo societario con le previsioni del Codice di Autodisciplina Business Plan (schema Borsa) QMAT Documento di valutazione dello Sponsor Analisi finanziaria dello Sponsor Advisor Global Coordinator Sponsor Specialista Consob Borsa Italiana Adesione obbligatoria ai principi previsti dal Codice di Autodisciplina Professionali Retail Nomina Investor Relation e Specialista Nomina amministratori indipendenti e comitati Diffusione delle relazioni trimestrali entro 45 giorni Prospetto informativo Ultimi 3 bilanci annuali certificati Memorandum sul sistema di controllo di gestione Confronto del sistema di governo societario con le previsioni del Codice di Autodisciplina Business Plan (schema Borsa) QMAT Documento di valutazione dello Sponsor Analisi finanziaria dello Sponsor Advisor Global Coordinator Sponsor Consob Borsa Italiana Adesione ai principi previsti dal Codice di Autodisciplina Professionali Retail Documento di ammissione (Prospetto informativo nel caso di collocamenti rivolti a investitori retail) Ultimi 2 bilanci certificati IFRS o criteri italiani (oppure lock-in di 1 anno per azionisti e key manager) Advisor Nomad / Broker Collocatore Specialista Il Regolamento non prevede alcun vincolo formale relativo alla corporate governance Professionali (sul primario e sul secondario) Retail (solo sul secondario per evitare il prospetto informativo) Nomina Specialista 2 mesi 2 mesi 3-10 giorni Martino De Ambroggi 13

14 I requisiti SOSTANZIALI per la quotazione A. insieme di caratteristiche strategiche, organizzative, finanziarie e gestionali che caratterizzano il successo di una società quotata a. Prospettive di crescita b. Capacità di generare cassa c. Credibilità d. Trasparenza e. Qualità management f. Presenza di un leader g. B. verifica dell appeal dell equity story per gli investitori a. Esistenza di catalyst b. Valutazione di società simili (multiples comparison) c. Chiarezza della strategia d. Capacità di rispettare gli obiettivi dichiarati e. Trend dei risultati degli ultimi anni f. Coerenza dei risultati con la strategia perseguita g. Martino De Ambroggi 14

15 I requisiti SOSTANZIALI per la quotazione ALCUNI ESEMPI (fonte: Guida alla quotazione su AIM Italia) Martino De Ambroggi 15

16 L iter della quotazione 1. PRIMO CONTATTO CON I RAPPRESENTANTI DELLA BORSA ITALIANA 2. NOMINA DELL ADVISOR (consulente finanziario specializzato che elabora il progetto di fattibilità) FACOLTATIVO, MA AUSPICABILE 3. NOMINA DELLO SPONSOR (intermediario finanziario che accompagna l impresa sia nella fase di preparazione che durante il primo periodo della quotazione, facendosi garante nei confronti del mercato) OBBLIGATORIO PER QUOTAZIONI AL MTA 4. SCELTA DEL GLOBAL COORDINATOR (istituto di credito o altro intermediario cui affidare l incarico di costituire il consorzio che colloca i titoli) SE AZIENDA E MEDIO-PICCOLA LO SPONSOR PUO ESSERE ANCHE GLOBAL COORDINATOR E SPESSO ANCHE ADVISOR 5. SCELTA DELLO SPECIALIST (tipico per il segmento STAR, che si assume la responsabilità di sostenere la liquidità del titolo - indispensabile per garantire un efficiente meccanismo di formazione dei prezzi) PUO ESSERE RICOPERTO DALLO SPONSOR 6. SCELTA DELLA SOCIETA DI COMUNICAZIONE FACOLTATIVO Martino De Ambroggi 16

17 L iter della quotazione 7. DUE DILIGENCE complesso di attività e verifiche svolte dai soggetti che preparano e sottoscrivono il prospetto informativo al fine di accertare che le informazioni siano veritiere e che non vengano omessi dati rilevanti 8. STESURA PROSPETTO INFORMATIVO documento redatto insieme a consulenti legali e finanziari da diffondere ai potenziali sottoscrittori che descrive la situazione economico-finanziaria (sia storica che la più recente a disposizione), le caratteristiche dell offerta e altre informazioni essenziali 9. ALTRE ATTIVITA PREPARATORIE aggiornamento statuto, ridefinizione Consiglio di Amministrazione, predisposizione dei comitati previsti dal Codice di autodisciplina, approvazione dell eventuale piano di stock options, approvazione regolamento assemblea, 10. STESURA Q-MAT (Quotation Management admission test) prospetto informativo con dati economici previsionali da presentare alla Borsa Martino De Ambroggi 17

18 L iter della quotazione 11. DOMANDA DI AMMISSIONE E PUBBLICAZIONE DEL PROSPETTO a - presentazione della domanda di ammissione alla quotazione in Borsa la Borsa entro 2 mesi delibera b - in caso di accettazione la delibera ha un efficacia di 6 mesi ed è subordinata al deposito del prospetto di offerta presso la Consob la Consob entro 2 mesi autorizza la pubblicazione del prospetto informativo 12. ATTIVITA DI PRE-MARKETING Gli uffici studi dei partecipanti al consorzio di collocamento pubblicano gli studi con la descrizione della società e le rispettive stime e incontrano gli investitori istituzionali Obiettivo: verificare l interesse manifestato dai principali investitori istituzionali (in base al feed-back è possibile modificare le caratteristiche dell operazione) svolta prima della pubblicazione del prospetto informativo 13. ROADSHOW atto finale prima dell emissione di titoli con l obiettivo di suscitare interesse verso la società da parte degli investitori per fissare il prezzo avviene dopo - la delibera di ammissione alla quotazione da parte della Borsa - il nulla osta alla pubblicazione del prospetto informativo da parte della Consob Martino De Ambroggi 18

19 L iter della quotazione - La fase finale 14. FORMAZIONE DEL PREZZO DI COLLOCAMENTO IMPORTANTE PERCHE RAPPRESENTA IL PRESUPPOSTO PER IL SUCCESSO DELLA QUOTAZIONE 1. determinazione di un intervallo preliminare di valori 2. due diligence 3. determinazione di un intervallo definitivo di prezzi 4. book building e fissazione del presso di quotazione 15. ENTITA TITOLI DA COLLOCARE In via preventiva vengono definiti 1. quantitativo dei titoli 2. la proporzione di titoli in OPV (Offerta Pubblica Vendita) OPS (Sottoscrizione) 16. AVVIO DELLE NEGOZIAZIONI nel periodo successivo alla quotazione (tipicamente 30 giorni) il consorzio interviene per stabilizzare l andamento del titolo anche attraverso l esercizio della green shoe Martino De Ambroggi 19

20 La tempistica per quotarsi NON ESISTE UNA REGOLA FISSA (fonte: Guida alla quotazione in Borsa - AIFI) Martino De Ambroggi 20

21 La tempistica per quotarsi AIM Italia TEMPI PIU BREVI PER L AIM (fonte: Guida alla quotazione su AIM Italia) Martino De Ambroggi 21

22 La ciclicità delle IPO * INCLUSE PRIVATIZZAZIONI (fonte: Equita SIM) Martino De Ambroggi 22

23 La ciclicità delle IPO * ESCLUSE PRIVATIZZAZIONI (fonte: Equita SIM) Martino De Ambroggi 23

24 Alcune delle principali IPO degli ultimi anni Società Segmento Controvalore % sul totale 2013 Moncler MTA % Moleskine MTA % Altre % 2012 Brunello Cucinelli MTA % Altre 10 5% 2011 Salvatore Ferragamo MTA % Italy1 MIV % Altre 60 10% 2010 Enel Green Power MTA 2,466 97% Altre 78 3% 2007 Prysmian MTA 1,242 28% Enia STAR 414 9% Maire Technimont MTA 311 7% Diasorin STAR 250 6% D'amico International STAR 229 5% Il Sole 24ore MTA 202 5% Landi Renzo STAR 184 4% Aicon STAR 165 4% AEFFE STAR 152 3% Zignago Vetro STAR 126 3% Altre 1,147 26% Società Segmento Controvalore % sul totale 2000 e.biscom Nuovo mercato 1,672 25% Caltagirone Editore MT A 630 9% Freedomland-ITN Nuovo mercato 347 5% Tod's MT A 330 5% Banca CR Firenze MT A 301 4% AEM T orino MT A 280 4% Saeco MT A 215 3% Novuspharma Nuovo mercato 200 3% BB Biotech Nuovo mercato 190 3% Datamat Nuovo mercato 185 3% Luxottica MT A 175 3% Bioserch Nuovo mercato 161 2% I.NET Nuovo mercato 161 2% Ferretti MT A 153 2% Cairo Comm. Nuovo mercato 131 2% DADA Nuovo mercato 121 2% e-planet Nuovo mercato 120 2% Altre 1,442 21% GLI ANNI 2000 E 2007 SONO STATI QUELLI CON IL MAGGIOR NUMERO DI IPO (fonte: Equita SIM - selezione delle principali operazioni ) Martino De Ambroggi 24

25 Alcune IPO mancate sul mercato italiano Data Società Motivo mancata quotazione Febbraio 2011 Philogen Bayer Schering (principale cliente) ha cancellato il contratto Maggio 2011 Giugno 2011 Rhiag Moncler Dicembre 2011 SEA Deal private equity (acquisita da F2i) Dicembre 2012 Dicembre 2013 SEA (bis) Savino del Bene Le avverse condizioni dei mercati finanziari durante il periodo di offerta non hanno consentito un'adeguata valorizzazione della società (Il Sole 24 Ore 27 maggio 2011) Deal private equity (acquisita da Eurazeo durante il processo di quotazione ad una valutazione pari a 1,08 bn per il 100% dell equity) il consiglio cancella l IPO a causa di una domanda troppo bassa (Il Sole 24 Ore 1 dicembre 2012) ha deciso di cancellare l IPO in quanto le adesioni ricevute sono risultate inferiori al quantitativo offerto (Il Sole 24 Ore 6 dicembre 2013) (fonte: elaborazione Equita SIM) Martino De Ambroggi 25

26 IPO di società italiane che si sono quotate all estero (o che hanno provato) Data Società Mercato di quotazione Giugno 2011 Prada Hong Kong Maggio 2012 Giugno 2012 Ottobre 2013 Die Casting Group Benelli Presse CNH Industrial (Fiat Industrial) Piattaforma alternativa Npex (Amsterdam). per attirare gli investitori del nord Europa I costi del collocamento sono ridotti così come la burocrazia e i tempi (Il Sole 24 Ore 17 maggio 2012) Piattaforma alternativa Npex (Amsterdam) finanziare lo sviluppo non solo in Europa raccogliendo sino a 15 mn (Il Sole 24 Ore 12 maggio 2012) Dual listing a New York e Milano Fiat - Chrysler Dual listing a New York e Milano Dicembre 2013 Mossi & Ghisolfi Hong Kong. Rinuncia alla quotazione in quanto alla luce delle volatili condizioni di mercato, d accordo con il sole global coordinator, ha deciso di rinviare l offerta globale (comunicato stampa Il Sole 24 Ore 10 dicembre 2013) (fonte: elaborazione Equita SIM) Martino De Ambroggi 26

27 AIM (Mercato Alternativo del Capitale) L AIM è un mercato organizzato e gestito da Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese (PMI) ad alto potenziale di crescita. È nato nel 2008 per favorire l accesso alla quotazione, andando incontro alle esigenze di finanziamento tramite il mercato dei capitali, abbattendo barriere (culturali e non) e proponendo un percorso di accesso al mercato finanziario più adeguato alle esigenze delle PMI. Consente l accesso al mercato dei capitali in modo più semplice e a costi più contenuti rispetto al MTA, assicurando trasparenza e liquidità per gli investitori grazie ad un efficiente impianto regolamentare. Principali caratteristiche: requisiti di ammissione semplificati rispetto a MTA (per esempio è sufficiente un flottante del 10%, i documenti per l ammissione sono più snelli e la tempistica più breve) procedura di ammissione gestita da Borsa Italiana più rapida di quella per il mercato principale presenza costante del Nominated Adviser ( Nomad ) a fianco della società emittente, sia in fase di ammissione che di permanenza sul mercato. Martino De Ambroggi 27

28 AIM (Mercato Alternativo del Capitale) Per le società in grado di crescere può rappresentare un trampolino di lancio per entrare successivamente nel segmento MTA o STAR. Questo mercato trae origine dall esperienza inglese e dal successo dell AIM londinese che dal 1995 ha ammesso alle negoziazioni più di società e raccolto capitali per oltre 67 miliardi di sterline. A fine 2013 nell AIM italiano sono quotate 36 società, tipicamente: di dimensioni piccole/piccolissime (controvalore medio dell IPO ben inferiore ai 50 milioni) con una capitalizzazione media intorno a 30 mn (solo 3 società oltre 100 milioni) con una capitalizzazione complessiva di oltre 1.1 miliardi, pari a solo lo 0.3% della capitalizzazione totale del mercato con scambi limitati o che in alcune sedute non scambiano affatto Martino De Ambroggi 28

29 Il programma Elite Le piccole e medie imprese per crescere hanno bisogno di nuove risorse, nuove relazioni, nuovi capitali. Al fine di agevolare l approdo in Borsa di nuove società, la Borsa Italiana ha anche promosso il programma Elite cui attualmente partecipano 131 società, alcune delle quali starebbero pensando alla quotazione Fonte: Il Sole 24 Ore del 1 dicembre 2013 intervista all amministratore Delegato di Borsa Italiana Elite è una piattaforma unica di servizi integrati che mette a disposizione le competenze industriali, finanziarie e organizzative che si rivolge alle migliori aziende italiane e con un programma in tre fasi affiancandole in un processo unico di cambiamento culturale e organizzativo avvicinandole ai mercati di capitali migliorando i rapporti col sistema bancario e imprenditoriale Martino De Ambroggi 29

30 SPAC (Special Purpose Acquisition Company) Si tratta di un modello di società quotata nata negli Stati Uniti circa dieci anni fa. La SPAC ha statutariamente un orizzonte di vita molto breve, in genere due anni è finanziata da promotori che apportano propri capitali per sostenere i costi di IPO e le spese per la ricerca, in questo arco temporale, di una società target da integrare (c.d. business combination) e da portare quindi indirettamente in quotazione i fondi versati dagli investitori in IPO restano segregati in un conto vincolato presso una banca terza, indisponibili agli amministratori/promotori la business combination con la target deve essere approvata con maggioranze qualificate dagli azionisti; solo in questo caso i fondi raccolti possono essere utilizzati gli investitori dissenzienti possono ritirarsi dall'iniziativa recuperando sostanzialmente tutto il capitale versato trascorso il periodo di vita della società senza l'approvazione di una business combination la SPAC si liquida restituendo i fondi i promotori/amministratori sono remunerati solo in caso di approvazione della business combination tramite l'assegnazione di azioni della stessa SPAC. Nel mondo sono quotate 194 tra SPAC e società nate dalla business combination di una SPAC; in Europa sono 17. In Italia sono quotate 5 SPAC (la prima dal 2011), di cui 2 hanno già realizzato la business combination. Martino De Ambroggi 30

31 I casi empirici: testimonianze Con la quotazione in Borsa, nel 1995, Brembo intendeva non solo ampliare in modo sostanziale la base azionaria a nuovi soci, ma anche assicurarsi nuove opportunità di finanziamento dello sviluppo per accrescere la propria leadership a livello internazionale. L ingresso in Borsa è un momento di svolta nella storia di un azienda, perché segna l inizio del dialogo diretto con i mercati finanziari e fa entrare l azienda in un ottica di creazione di valore per gli azionisti. Alberto Bombassei - Presidente Brembo S.p.A. L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio business in tutte le parti del mondo. Luca Garavoglia - Presidente Davide Campari - Milano S.p.A. L accesso ai mercati dei capitali, avvenuto nel 2004, ha contribuito al successo dell espansione internazionale di Geox e ha consentito al management di confrontarsi con i best players internazionali, garantendo un ulteriore miglioramento dei risultati del Gruppo. Mario Moretti Polegato - Presidente GEOX S.p.A. (fonte: Guida pratica alla quotazione. I 10 perché della quotazione in borsa - Assolombarda ) Martino De Ambroggi 31

32 Il caso Moncler Motivi per la quotazione: ottenere maggiore visibilità internazionale per il brand attirare nuove professionalità motivare il management garantire maggiore trasparenza offrire way-out ai soci finanziari Giugno 2011: l iter di quotazione si fermò alla fase di pre-marketing. Carlyle, Mittel e in parte Ruffini decisero di cedere il 45% del capitale alla francese Eurazeo per 418 milioni (equivalente ad una valutazione implicita di 930 milioni per il 100% del capitale). Risultati operativi nel biennio nettamente superiori alle aspettative di mercato formulate all epoca della tentata IPO del Dicembre 2013: il processo di quotazione si concretizza attraverso il piazzamento sul mercato del 30.7% del capitale (esclusivamente tramite OPV), per il 90% riservato ad investitori istituzionali e il restante 10% al pubblico indistinto in Italia (inclusa l opzione green shoe interamente esercitata). Martino De Ambroggi 32

33 Il caso Moncler AZIONARIATO ANTE IPO AZIONARIATO POST IPO Martino De Ambroggi 33

34 Il caso Moncler L operazione può definirsi di successo in quanto: la richiesta di titoli è stata molto forte: sovra-sottoscritta 31 volte il quantitativo offerto (a fronte di un offerta di circa 0,8 miliardi, la richiesta da parte degli investitori è stata di oltre 24 miliardi) a causa della forte domanda, il prezzo di sottoscrizione è stato fissato all estremo superiore della forchetta proposta ( 8,75-10,2 per azione) nel primo giorno di quotazione (16 dicembre 2013) il titolo è salito del 47% (a per azione), scambiando volumi pari a circa il 28% delle azioni collocate in IPO (flottante), ovvero circa il 12% del capitale la valutazione implicita in IPO è stata di circa 2.6 miliardi per il 100% del capitale, pari a oltre il doppio della valutazione implicita cui Eurazeo acquistò la sua partecipazione nel 2011 Tipicamente quelle di minor successo sono poco sovra-sottoscritte e il consorzio collocatore cerca di difenderla nei primi giorni di quotazione per evitare che scenda sotto il prezzo di IPO. Martino De Ambroggi 34

35 Il caso Moncler Martino De Ambroggi 35

36 Bibliografia (1) Guida alla quotazione Borsa Italiana, AIFI, Coopers&Lybrand (2) Guida alla quotazione su AIM Italia Borsa Italiana (London Stock Exchange group) (3) Guida alla valutazione Borsa Italiana (4) Guida pratica alla quotazione. I 10 perché della quotazione in borsa - Assolombarda (5) Sito BorsaItaliana.it Martino De Ambroggi 36

LA QUOTAZIONE IN BORSA

LA QUOTAZIONE IN BORSA LA QUOTAZIONE IN BORSA Facoltà di Economia dell'università di Parma 20 febbraio 2012 Martino De Ambroggi L attività del broker Equity Sales & Trading Equity Research Francesco Perilli (CEO) Investment

Dettagli

IL PROCESSO DI QUOTAZIONE DI BORSA: UN PERCORSO AD OSTACOLI MERCATI, ATTORI, TEMPISTICA, COMUNICAZIONE di Giovanni Pelonghini

IL PROCESSO DI QUOTAZIONE DI BORSA: UN PERCORSO AD OSTACOLI MERCATI, ATTORI, TEMPISTICA, COMUNICAZIONE di Giovanni Pelonghini IL PROCESSO DI QUOTAZIONE DI BORSA: UN PERCORSO AD OSTACOLI MERCATI, ATTORI, TEMPISTICA, COMUNICAZIONE di Giovanni Pelonghini 1 DECIDERE DI QUOTARSI LA DECISIONE DI QUOTARSI RAPPRESENTA UNA SCELTTA STRATEGICA

Dettagli

AIM Italia. La quotazione su AIM Italia come strumento per la crescita

AIM Italia. La quotazione su AIM Italia come strumento per la crescita AIM Italia La quotazione su AIM Italia come strumento per la crescita 5 novembre 2015 Cos è AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale è il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

L offerta di Borsa Italiana per le PMI MERCATI REGOLAMENTATI

L offerta di Borsa Italiana per le PMI MERCATI REGOLAMENTATI L offerta di Borsa Italiana per le PMI 1 MERCATI REGOLAMENTATI Il processo di quotazione PREPARAZIONE DUE DILIGENCE ISTRUTTORIA COLLOCAMENTO Eventuale riorganizzazione società / gruppo Eventuali modifiche

Dettagli

Il mercato primario Le offerte di azioni

Il mercato primario Le offerte di azioni Il mercato primario Le offerte di azioni Tecnicamente le offerte di azioni sono di due tipi: OFFERTE PUBBLICHE DI SOTTOSCRIZIONE (OPS), quando oggetto di offerta sono azioni di nuova emissione provenienti

Dettagli

Attività dello Specialista

Attività dello Specialista Attività dello Specialista Massimo Turcato Responsabile Equity Capital Markets e Advisory Banca Akros Palermo, 15 novembre 2007 MISSIONE E PRINCIPI COSTITUTIVI DEL MAC Missione Principi costitutivi 1 Forte

Dettagli

AIM Italia UNA NUOVA OPPORTUNITA PER ACCELERARE LA CRESCITA DELLE PMI. Barbara Lunghi

AIM Italia UNA NUOVA OPPORTUNITA PER ACCELERARE LA CRESCITA DELLE PMI. Barbara Lunghi AIM Italia UNA NUOVA OPPORTUNITA PER ACCELERARE LA CRESCITA DELLE PMI Barbara Lunghi Perché quotarsi? RISORSE FINANZIARIE Raccogliere importanti risorse finanziare Diversificare le fonti di finanziamento,

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia? (1/2) AIM ITALIA è stato concepito per diventare il crocevia ideale per l incontro tra PMI italiane con forte potenziale

Dettagli

Tra IPO e Private Equity: l esperienza SPAC

Tra IPO e Private Equity: l esperienza SPAC S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Le small cap e la raccolta di capitale di rischio Opportunità per il professionista Tra IPO e Private Equity: l esperienza SPAC Franco Bertoletti, Dottore

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

L offerta di Borsa Italiana per le PMI

L offerta di Borsa Italiana per le PMI L offerta di Borsa Italiana per le PMI Paola Fico Responsabile Regolamentazione Emittenti quotati Borsa Italiana London Stock Exchange Group Convegno di studi Università di Macerata 14 Novembre 2014 I

Dettagli

IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI

IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI 10 settembre 2014 RAPPORTO TRA IMPRESE ITALIANE E SISTEMA BANCARIO I prestiti bancari

Dettagli

g i v e t h e r i g h t d i r e c t i o n t o y o u r i n v e s t m e n t V e h i c l e MIV Il mercato degli Investment Vehicles

g i v e t h e r i g h t d i r e c t i o n t o y o u r i n v e s t m e n t V e h i c l e MIV Il mercato degli Investment Vehicles g i v e t h e r i g h t d i r e c t i o n t o y o u r i n v e s t m e n t V e h i c l e MIV Il mercato degli Investment Vehicles Overview MIV (Mercato degli Investment Vehicles) è il mercato regolamentato

Dettagli

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa Intervista alla dottoressa Barbara Lunghi, responsabile Mercato Expandi di Borsa Italiana Il percorso di quotazione in borsa consente oggi, anche alle

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Lo smobilizzo delle partecipazioni tramite quotazione: le proposte in tema di revisione dei mercati per le PMI. Roma, 21 giugno 2011

Lo smobilizzo delle partecipazioni tramite quotazione: le proposte in tema di revisione dei mercati per le PMI. Roma, 21 giugno 2011 Lo smobilizzo delle partecipazioni tramite quotazione: le proposte in tema di revisione dei mercati per le PMI Roma, 21 giugno 2011 I driver che influenzano la scelta della way out Generalmente la scelta

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

La pianificazione dell offerta

La pianificazione dell offerta La pianificazione dell offerta Una volta individuato il global coordinator (e le altre eventuali figure), ha inizio la procedura per l offerta al pubblico delle azioni. I tempi di realizzazione sono di

Dettagli

AIM Italia Trieste, 10 giugno 2016

AIM Italia Trieste, 10 giugno 2016 AIM Italia Trieste, 10 giugno 2016 Borsa Italiana London Stock Exchange Group L offerta di Borsa Italiana per le PMI Mercati regolamentati MTA Mercato Telematico Azionario Mercato principale di Borsa Italiana

Dettagli

LA QUOTAZIONE IN BORSA

LA QUOTAZIONE IN BORSA LA QUOTAZIONE IN BORSA (IPO = Initial Public Offering) Facoltà di Economia dell'università di Parma Martino De Ambroggi La quotazione in Borsa Martino De Ambroggi Pag. 1 INDICE 1. I POSSIBILI VANTAGGI...

Dettagli

Presentazione di Intermonte

Presentazione di Intermonte Presentazione di Intermonte Offerta di servizi dedicati alle medie imprese nazionali per favorire l accesso al mercato borsistico Novembre 2013 Sommario 1. Descrizione dell intermediario: Presentazione

Dettagli

Le scelte per la media impresa tra debito e capitale

Le scelte per la media impresa tra debito e capitale IFFI 10 edizione VALORIZZARE L IMPRESA E ATTRARRE GLI INVESTITORI La liquidità dei mercati finanziari per lo sviluppo delle imprese Le scelte per la media impresa tra debito e capitale MILANO, 11 Novembre

Dettagli

MINI BOND Un nuovo strumento per finanziare la crescita delle Aziende

MINI BOND Un nuovo strumento per finanziare la crescita delle Aziende MINI BOND Un nuovo strumento per finanziare la crescita delle Aziende LO SCENARIO MINI BOND Il Decreto Sviluppo ed il Decreto Sviluppo bis del 2012, hanno introdotto importanti novità a favore delle società

Dettagli

MAC: UN NUOVO MODO PER FAR CRESCERE L IMPRESA

MAC: UN NUOVO MODO PER FAR CRESCERE L IMPRESA MAC: UN NUOVO MODO PER FAR CRESCERE L IMPRESA www.mercatoalternativocapitale.it Milano, 29 Gennaio 2008 0 MAC: UNA NUOVA SOLUZIONE COSTRUITA SU MISURA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Il MAC : Legame con

Dettagli

In data odierna, inoltre, il Consiglio di Amministrazione di Space2 ha esaminato e approvato il bilancio intermedio abbreviato al 30 giugno 2015.

In data odierna, inoltre, il Consiglio di Amministrazione di Space2 ha esaminato e approvato il bilancio intermedio abbreviato al 30 giugno 2015. NON PER LA DISTRIBUZIONE O LA PUBBLICAZIONE, IN TUTTO O IN PARTE, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE NEGLI STATI UNITI D'AMERICA, CANADA O GIAPPONE O IN ALTRE GIURISDIZIONI OVE NON SIA PERMESSA LA DIFFUSIONE

Dettagli

La privatizzazione della Borsa e il nuovo quadro normativo

La privatizzazione della Borsa e il nuovo quadro normativo La Privatizzazione della Borsa e il nuovo Quadro normativo Il processo di riorganizzazione e sviluppo dei mercati finanziari avviato con la legge 1/1991 - relativa alla disciplina dell attività di intermediazione

Dettagli

Azimut Global Counseling. Iacopo Corradi

Azimut Global Counseling. Iacopo Corradi Azimut Global Counseling Iacopo Corradi IL GRUPPO AZIMUT Azimut è la più grande realtà finanziaria indipendente attiva da oltre 20 anni nel mercato del risparmio gestito in Italia e quotata alla Borsa

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. MC2 Impresa è un Fondo Comune d Investimento Mobiliare chiuso e riservato (ex testo unico D.Lgs 58/98) costituito per iniziativa di

Dettagli

APPENDICI B. GLOSSARIO SULLA QUOTAZIONE: I 50 TERMINI PIÙ USATI

APPENDICI B. GLOSSARIO SULLA QUOTAZIONE: I 50 TERMINI PIÙ USATI APPENDICI B. GLOSSARIO SULLA QUOTAZIONE: I 50 TERMINI PIÙ USATI B. Glossario sulla quotazione: i 50 termini più utilizzati Termine Aftermarket performance Best practice Blue chip Bookbuilding Capitalizzazione

Dettagli

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI Indice Premessa situazione del mercato creditizio Contesto Normativo Minibond Cosa sono Vantaggi svantaggi Il mercato dei minibond Processo

Dettagli

MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI

MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI A cura della Dott.ssa Paola D'Angelo Manager, BP&A Finance and Business Consulting E-mail: paoladangelo@bpeassociati.it Ufficio: +39.0734.281411 Mobile: +39.393.1706394

Dettagli

BORSA ITALIANA S.P.A. Ruolo, funzioni e caratteristiche

BORSA ITALIANA S.P.A. Ruolo, funzioni e caratteristiche BORSA ITALIANA S.P.A. Ruolo, funzioni e caratteristiche Concetti Generali Borsa Italiana S.p.a. è una società per azioni che si occupa dell organizzazione, della gestione e del funzionamento della Borsa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A.

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. In data odierna i Consigli di Amministrazione di KME

Dettagli

AIM Italia. Il mercato per fare impresa

AIM Italia. Il mercato per fare impresa AIM Italia Il mercato per fare impresa AIM Italia L accesso al capitale è un elemento fondamentale per lo sviluppo di ogni impresa. Dedicato alle PMI che vogliono investire nella propria crescita Un mercato

Dettagli

VERONA. IV edizione Corso di Formazione CNDCEC / Borsa Italiana

VERONA. IV edizione Corso di Formazione CNDCEC / Borsa Italiana VERONA IV edizione Corso di Formazione CNDCEC / Borsa Italiana La quarta edizione del corso di specializzazione sui mercati borsistici è organizzata nell ambito dell Accordo tra il Consiglio Nazionale

Dettagli

L offerta di Borsa Italiana per le PMI. Alessandro Violante Primary Markets Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange Bologna 13 Dicembre 2010

L offerta di Borsa Italiana per le PMI. Alessandro Violante Primary Markets Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange Bologna 13 Dicembre 2010 L offerta di Borsa Italiana per le PMI Alessandro Violante Primary Markets Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange Bologna 13 Dicembre 2010 Finanziare il salto dimensionale PRIVATE EQUITY BORSA Fonti

Dettagli

Company Profile. www.irtop.com

Company Profile. www.irtop.com Company Profile www.irtop.com 2 > Valori > Mission > Profilo > Obiettivi > Servizi di consulenza > Track record > Pubblicazioni > Contatti 3 VALORI Passione Crediamo nelle storie imprenditoriali dei nostri

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Roberto Del Giudice Firenze, 10 febbraio 2014 Il progetto Si tratta del più grande fondo italiano di capitale per lo sviluppo, costituito per dare impulso alla crescita

Dettagli

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO RELATIVO ALL OFFERTA IN OPZIONE AGLI AZIONISTI E ALL AMMISSIONE A QUOTAZIONE SUL MERCATO TELEMATICO AZIONARIO ORGANIZZATO E GESTITO DA BORSA ITALIANA S.P.A. DI AZIONI ORDINARIE

Dettagli

Aggiornamento Gennaio 2011. u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e.

Aggiornamento Gennaio 2011. u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e. Aggiornamento Gennaio 2011 u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e Azioni Sviluppo Azioni Sviluppo Ringraziamenti Si ringraziano lo Studio Legale Bonelli

Dettagli

Mini bond: alternativa alla crisi. Blasio & Partners Avvocati

Mini bond: alternativa alla crisi. Blasio & Partners Avvocati Mini bond: alternativa alla crisi delle PMI Il mercato italiano La dipendenza del tessuto produttivo italiano dal sistema bancario è significativamente più alta rispetto agli altri paesi europei, tanto

Dettagli

ACCESSO A NUOVA FINANZA PER LE IMPRESE

ACCESSO A NUOVA FINANZA PER LE IMPRESE MINI BOND ACCESSO A NUOVA FINANZA PER LE IMPRESE CONTESTO DI RIFERIMENTO Nelle imprese italiane sono sovente riscontrabili bassi livelli di patrimonializzazione. Questo fenomeno porta quasi sempre a una

Dettagli

Il progetto Più Borsa e il servizio ELITE Barbara Lunghi

Il progetto Più Borsa e il servizio ELITE Barbara Lunghi Il progetto Più Borsa e il servizio ELITE Barbara Lunghi Head of Mid&Small Caps Primary Markets Borsa Italiana London Stock Exchange Group Più Borsa - MDI Il 25 Marzo 2013 è stato siglato un Memorandum

Dettagli

NAPOLI. III edizione Corso di Formazione CNDCEC / Borsa Italiana

NAPOLI. III edizione Corso di Formazione CNDCEC / Borsa Italiana NAPOLI III edizione Corso di Formazione CNDCEC / Borsa Italiana La terza edizione del corso di specializzazione sui mercati borsistici è organizzata nell ambito dell Accordo tra il Consiglio Nazionale

Dettagli

Evento Prato Studio BGS

Evento Prato Studio BGS Evento Prato Studio BGS Prato, 23 Aprile 2009 www.mercatoalternativocapitale.it 0 Le principali banche e istituzioni del paese sono coinvolte nell iniziativa Banche e SIM Banca Akros Gruppo BPM Banca Antonveneta

Dettagli

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese II Conferenza regionale sul credito e la finanza per lo sviluppo Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese David Sabatini Resp. Ufficio Finanza Il sistema industriale

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

Fondi Demetra. Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare

Fondi Demetra. Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare Fondi Demetra Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare Agenda 1.1 Lo scenario di riferimento 1.2 La Società di Gestione 1.3 La Governance della SGR 1.4 Il Fondo Demetra Demetra: dea greca del

Dettagli

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014 SURVEY Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto 17 Luglio 2014 Il CLUB FINANCE La mission Il Club rappresenta a livello nazionale un centro di riferimento, di informazione

Dettagli

La quotazione in Borsa. Barbara Lunghi Responsabile Piccole e Medie Imprese Primary Markets Continental Europe

La quotazione in Borsa. Barbara Lunghi Responsabile Piccole e Medie Imprese Primary Markets Continental Europe La quotazione in Borsa Barbara Lunghi Responsabile Piccole e Medie Imprese Primary Markets Continental Europe Sezione 1 Borsa Italiana e LSE Borsa Italiana e London Stock Exchange: un leader europeo e

Dettagli

GLI ACCORDI CON BORSA ITALIANA E AIFI. Banca Impresa: Il Capitale delle Imprese Roma, 5 maggio 2010

GLI ACCORDI CON BORSA ITALIANA E AIFI. Banca Impresa: Il Capitale delle Imprese Roma, 5 maggio 2010 GLI ACCORDI CON BORSA ITALIANA E AIFI Banca Impresa: Il Capitale delle Imprese Roma, 5 maggio 2010 PRINCIPALI CONTENUTI 1. Quadro della situazione attuale in Italia 2. Accordo ABI-BIT Punti principali

Dettagli

I Grandi Viaggi S.p.A.

I Grandi Viaggi S.p.A. Sede legale in Milano, Via della Moscova n. 36 Codice fiscale, P. IVA e n. iscrizione al Registro delle Imprese di Milano 09824790159 R.E.A. 1319276 Capitale sociale di Euro 23.400.000,00 i.v. SUPPLEMENTO

Dettagli

EXECUTIVE COMPENSATION 2014 LA REMUNERAZIONE DEI VERTICI AZIENDALI

EXECUTIVE COMPENSATION 2014 LA REMUNERAZIONE DEI VERTICI AZIENDALI EXECUTIVE COMPENSATION 2014 LA REMUNERAZIONE DEI VERTICI AZIENDALI Per il quinto anno consecutivo OD&M - società di consulenza appartenente a Gi Group, specializzata nella realizzazione di indagini retributive

Dettagli

Investimento e Sviluppo Mediterraneo spa. Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008

Investimento e Sviluppo Mediterraneo spa. Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008 Comunicato Stampa Investimenti e Sviluppo Mediterraneo S.p.A.: Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008 Trimestre: gennaio 2008 marzo 2008 Margine di interesse pari a euro 327.660 Margine di intermediazione

Dettagli

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO Roma, 28 giugno 2013 Luigi Tommasini Senior Partner Funds-of-Funds CONTENUTO Il Fondo Italiano di Investimento: fatti e

Dettagli

La quotazione in borsa delle PMI: il progetto STAR Prof. Angelo Tantazzi

La quotazione in borsa delle PMI: il progetto STAR Prof. Angelo Tantazzi La quotazione in borsa delle PMI: il progetto STAR Prof. Angelo Tantazzi Presidente, Borsa Italiana S.p.A. Fiera del Levante Bari, 14 settembre 2000 La quotazione in borsa delle PMI: il progetto STAR Contenuti

Dettagli

I fondi riservati: prospettive e criticità

I fondi riservati: prospettive e criticità I fondi riservati: prospettive e criticità Claudio Cacciamani Università degli Studi di Parma Claudio.cacciamani@unipr.it Sala Capranichetta, Piazza di Montecitorio, 127 Roma Martedì, 18 gennaio 2010 1

Dettagli

MPS Capital Services - Direzione Investment Banking. Luglio 2013

MPS Capital Services - Direzione Investment Banking. Luglio 2013 MPS Capital Services - Direzione Investment Banking Luglio 2013 1. Il Gruppo Montepaschi 2 Il Gruppo Montepaschi Overview Filiali in Italia Il Gruppo Montepaschi, terzo gruppo bancario Italiano, è attivo

Dettagli

2 aprile 2015: unica convocazione

2 aprile 2015: unica convocazione SPACE S.P.A. ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI 2 aprile 2015: unica convocazione Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sulle proposte concernenti le materie all ordine

Dettagli

LVENTURE GROUP: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEFINISCE LE CONDIZIONI DELL AUMENTO DI CAPITALE E APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE

LVENTURE GROUP: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEFINISCE LE CONDIZIONI DELL AUMENTO DI CAPITALE E APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE COMUNICATO STAMPA * * * * * LVENTURE GROUP: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEFINISCE LE CONDIZIONI DELL AUMENTO DI CAPITALE E APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE Fissato in 0,052 euro il prezzo unitario

Dettagli

La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale. Bologna 31 marzo 2015

La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale. Bologna 31 marzo 2015 1 La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale Bologna 1 marzo 2015 2 L'AIM Italia (Alternative Investment Market) è il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole

Dettagli

INDUSTRIA VERDE E ORIZZONTI GLOBALI

INDUSTRIA VERDE E ORIZZONTI GLOBALI INDUSTRIA VERDE E ORIZZONTI GLOBALI Milano, 18 Ottobre 2013 Borsa Italiana, Palazzo Mezzanotte Il mercato dei capitali: risorsa per le imprese italiane per la crescita e l internazionalizzazione Franco

Dettagli

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Quando ricorrere al capitale di rischio Sostegno alla crescita Ricambio generazionale Internazionalizzazione Riorganizzazione

Dettagli

L attività d investimento nel capitale di rischio

L attività d investimento nel capitale di rischio Ciclo di seminari sulla finanza d impresa L attività d investimento nel capitale di rischio Finalità e strategie operative Massimo Leone INVESTIMENTO ISTITUZIONALE NEL CAPITALE DI RISCHIO Apporto di risorse

Dettagli

Presentazione della Società

Presentazione della Società Presentazione della Società Chi siamo PEP&CFC appartiene al Gruppo Dafisa Holdings Capital Finance Group Limited, ed è stata istituita quale società specializzata nella consulenza in materia finanziaria

Dettagli

Confindustria Genova

Confindustria Genova Confindustria Genova La levadel Private Equity nelleacquisizionie nelle cessioni: minoranze e maggioranze Genova, 14 maggio 2015 Raffaele de Courten 1 ARGOMENTI TRATTATI Cosa fanno gli operatori di Private

Dettagli

La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO

La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO TopLegal Roma, 23 settembre 2010 Il progetto Nel mese di dicembre 2009, su iniziativa

Dettagli

Pillole Informative. I minibond La novità normativa

Pillole Informative. I minibond La novità normativa Pillole Informative I minibond La novità normativa I minibond. La novità normativa Il decreto Destinazione Italia, completa il percorso del Decreto Sviluppo sul tema degli strumenti finanziari a favore

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Utile netto a 5,0 milioni di euro (2,5 milioni di euro al 30 giugno 2006, +100%) Margine

Dettagli

L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio

L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio 1 L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio L esperienza del Gruppo Cariparma FriulAdria Roma, 5 Maggio 2010 Carlo PIANA Responsabile Direzione Centrale

Dettagli

PMI e mercato dei capitali:

PMI e mercato dei capitali: PMI e mercato dei capitali: Focus su AIM Italia e programma ELITE Barbara Lunghi Head of Mid & Small Caps - Primary Markets Borsa Italiana London Stock Exchange Group L offerta di Borsa Italiana per le

Dettagli

LA QUOTAZIONE IN BORSA COME OPPORTUNITA PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA

LA QUOTAZIONE IN BORSA COME OPPORTUNITA PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA LA QUOTAZIONE IN BORSA COME OPPORTUNITA PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA Maggio 2006 CARTA DI IDENTITA DEL GRUPPO Anno fondazione: 1859, Vicenza (Italia) Attività: Rivestimenti e Isolamenti tubi per il trasporto

Dettagli

La prima banca per i lavoratori dipendenti Pag. 1. L offerta: personalizzazione e sicurezza Pag. 3

La prima banca per i lavoratori dipendenti Pag. 1. L offerta: personalizzazione e sicurezza Pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La prima banca i lavoratori dipendenti Pag. 1 L offerta: sonalizzazione e sicurezza Pag. 3 Il credito al consumo: un settore in evoluzione Pag. 5 I dati economico-finanziari

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli

MEMORANDUM D INTESA. tra. Consob - Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. ABI - Associazione Bancaria Italiana

MEMORANDUM D INTESA. tra. Consob - Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. ABI - Associazione Bancaria Italiana MEMORANDUM D INTESA tra Consob - Commissione Nazionale per le Società e la Borsa ABI - Associazione Bancaria Italiana AIFI - Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital ASSIREVI - Associazione

Dettagli

INTERVENTI E INIZIATIVE DELLA CAMERA DI COMMERCIO

INTERVENTI E INIZIATIVE DELLA CAMERA DI COMMERCIO Finanza agevolata, bandi, credito d'imposta INTERVENTI E INIZIATIVE DELLA CAMERA DI COMMERCIO Castellanza, LIUC - Università Cattaneo 2 ottobre 2014 INTERVENTI E INIZIATIVE DELLA CAMERA DI COMMERCIO PRINCIPI:

Dettagli

Ai fini del presente documento informativo i termini sotto indicati hanno il significato ad essi di seguito attribuito:

Ai fini del presente documento informativo i termini sotto indicati hanno il significato ad essi di seguito attribuito: DOCUMENTO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELL ARTICOLO 84-BIS DEL REGOLAMENTO APPROVATO DALLA CONSOB CON DELIBERA N. 11971 DEL 14 MAGGIO 1999, COME SUCCESSIVAMENTE MODIFICATO, RELATIVO AL PIANO DI COMPENSI

Dettagli

I MiniBond come nuovo strumento di finanziamento alle imprese

I MiniBond come nuovo strumento di finanziamento alle imprese I MiniBond come nuovo strumento di finanziamento alle imprese Cuneo - 25 Novembre 2014 ADB Analisi Dati Borsa SpA Consulenza di Investimento Clienti Analisi Dati Borsa SpA è una società di consulenza in

Dettagli

Quotarsi in Borsa. La segmentazione dei Mercati di Borsa Italiana. www.borsaitaliana.it

Quotarsi in Borsa. La segmentazione dei Mercati di Borsa Italiana. www.borsaitaliana.it Quotarsi in Borsa La segmentazione dei Mercati di Borsa Italiana www.borsaitaliana.it Indice 1. Introduzione 3 2. La decisione di quotarsi 5 3. La scelta del mercato di quotazione 9 4. I requisiti per

Dettagli

Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese

Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese Per crescere con il sostegno di nuovi soci, in modo semplice, senza perdere flessibilità e indipendenza U N A N U O V A S O L U Z I O

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 30 aprile 2013

COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 30 aprile 2013 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 30 aprile 2013 Proposto all assemblea un dividendo unitario di 0,45 per azione

Dettagli

!"#$%&'(&%)% Consulenza & Ser vizi. & Partners

!#$%&'(&%)% Consulenza & Ser vizi. & Partners !"#$%&'(&%)% Consulenza & Ser vizi & Partners Progettualità e cultura d impresa Nato nel 2002 da un idea del Dr. Luca Troisi, a seguito di una significativa esperienza personale maturata nel mondo della

Dettagli

Prof. Carlo Salvatori 1. UNA VISIONE D ASSIEME 5. BANCA VERSUS MERCATO. UniversitàdegliStudidiParma

Prof. Carlo Salvatori 1. UNA VISIONE D ASSIEME 5. BANCA VERSUS MERCATO. UniversitàdegliStudidiParma UniversitàdegliStudidiParma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 5. BANCA VERSUS MERCATO 1. Una visione d assieme 2. I mercati: le tipologie 3. I mercati creditizi: gli intermediari 4. Gli intermediari in

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. AVVIO NEGOZIAZIONE FONDI 16 Marzo 2015

RASSEGNA STAMPA. AVVIO NEGOZIAZIONE FONDI 16 Marzo 2015 RASSEGNA STAMPA AVVIO NEGOZIAZIONE FONDI 16 Marzo 2015 SEC RELAZIONI PUBBLICHE E ISTITUZIONALI - PRESS MONITORING TESTATA: SOLE 24 ORE DATA: 20 FEBBRAIO 2015 CLIENTE: BANCA FINNAT Quotidiano Data Pagina

Dettagli

Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Documento informativo relativo al Piano di Stock Option 2010

Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Documento informativo relativo al Piano di Stock Option 2010 Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Documento informativo relativo al Piano di Stock Option 2010 Questo documento (il Documento Informativo ) è stato redatto in conformità a quanto previsto dall art. 84-bis

Dettagli

COMUNICATO STAMPA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA PROMOSSA DA SALINI S.P.A. SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI IMPREGILO S.P.A.

COMUNICATO STAMPA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA PROMOSSA DA SALINI S.P.A. SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI IMPREGILO S.P.A. COMUNICATO STAMPA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA PROMOSSA DA SALINI S.P.A. SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI IMPREGILO S.P.A. COMUNICAZIONE AI SENSI DELL ARTICOLO 102, PRIMO COMMA, DEL

Dettagli

PIANO DI STOCK OPTION 2015 2020, E CONSEGUENTE MODIFICA DELL ART. 5 DELLO STATUTO SOCIALE. DELIBERAZIONI INERENTI E CONSEGUENTI.

PIANO DI STOCK OPTION 2015 2020, E CONSEGUENTE MODIFICA DELL ART. 5 DELLO STATUTO SOCIALE. DELIBERAZIONI INERENTI E CONSEGUENTI. OVS S.p.A. Sede legale in Venezia Mestre, Via Terraglio, n. 17 - capitale sociale euro 227.000.000,00 i.v. Registro delle Imprese di Venezia, codice fiscale e partita IVA 04240010274 - REA n VE - 378007

Dettagli

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI COMUNICATO STAMPA YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Parte ordinaria: Approva il Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2013 Approva la prima sezione della Relazione sulla Remunerazione Approva il

Dettagli

Comunicato Stampa. Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013

Comunicato Stampa. Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013 Comunicato Stampa Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013 Ricavi netti 1.799 migliaia ( 1.641 migliaia al 30 giugno 2012)

Dettagli

L impresa high-tech e la crescita: finanziare il business. Carlo Michero F.A.S.T., Milano, 29 gennaio 2008 www.3i.com

L impresa high-tech e la crescita: finanziare il business. Carlo Michero F.A.S.T., Milano, 29 gennaio 2008 www.3i.com L impresa high-tech e la crescita: finanziare il business Carlo Michero F.A.S.T., Milano, 29 gennaio 2008 www.3i.com Le esperienze fatte finora da 3i in Italia 1. Finanza e ciclo di vita dell impresa 2.

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. La quotazione in Borsa

Gestione Finanziaria delle Imprese. La quotazione in Borsa GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE La scelta di quotarsi in Borsa e l impatto sull azienda La scelta di quotarsi rappresenta una delle iniziative più importanti per la vita di un azienda, producendo una

Dettagli

TRUE ENERGY SOLAR S.A.,

TRUE ENERGY SOLAR S.A., COMUNICATO STAMPA TE WIND S.A., SOCIETA DI DIRITTO LUSSEMBURGHESE: IL CDA DETERMINA I TERMINI E LE CONDIZIONI DELL AUMENTO DI CAPITALE RISERVATO E DELL AUMENTO DI CAPITALE IN OPZIONE Approvato un aumento

Dettagli

Giuseppe Capuano. Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato

Giuseppe Capuano. Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato Giuseppe Capuano Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato Bari, 13 febbraio 2014 1 Struttura delle imprese industriali e dei servizi (anno 2011) Dimensioni

Dettagli