ambiente di traduzione integrato guida rapida

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ambiente di traduzione integrato guida rapida"

Transcript

1 ambiente di traduzione integrato guida rapida Kilgray Translation Technologies. Tutti i diritti riservati.

2 Contenuti Contenuti Introduzione... 4 L ambiente di traduzione... 4 Risparmio Installazione e requisiti di sistema... 7 Cambiare la lingua dell interfaccia utente Il processo di traduzione... 9 Progetti... 9 Tradurre con memoq... 9 Muoversi all interno di memoq Creare e modificare un progetto Creare un progetto Modificare il progetto corrente Creare una memoria di traduzione Creare database terminologici Traduzione e griglia di traduzione Aprire un documento per la traduzione Tradurre Confermare i segmenti Unire e dividere i segmenti Utilizzare i risultati di traduzione Nessun suggerimento automatico: trovare informazioni nelle memorie di traduzione e nei database terminologici Creare il proprio database terminologico Pretraduzione Filtri e ordinamento Lo stato dei segmenti Usare i tag di formattazione Usare la scrittura predittiva Consegnare la traduzione Consegnare i documenti nel formato originale Consegnare i documenti in file bilingue Consegnare le memorie di traduzione Lavorare partendo da un handoff package Creare un progetto partendo da un handoff package Consegnare le memorie di traduzione Lavorare su progetti online Iniziare a lavorare: eseguire il check-out del progetto online Lavorare sul progetto online Consegnare il lavoro Scorciatoie da tastiera comuni memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 2 di 38

3 Questa guida descrive l utilizzo dell edizione memoq 6, translator pro. Gli elementi di testo in essa contenuti sono tratti dall interfaccia utente in lingua inglese del programma. Questi elementi sono controllati costantemente e sono soggetti a cambiamenti senza preavviso. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 3 di 38

4 1 Introduzione L ambiente di traduzione memoq è un ambiente di traduzione avanzato. Questa guida spiega che cos è un ambiente di traduzione e come un attività potrà trarre vantaggi dall utilizzo di memoq. Traduzione: nel processo di traduzione, un testo in una lingua di partenza viene trasformato in un testo in una lingua di arrivo, tenendo conto delle specifiche della cultura di arrivo. In una determinata attività si tende a lavorare su testi che sono solitamente simili tra di loro. Che si sia produttori di beni o fornitori di servizi, gran parte della documentazione di partenza sarà comunque relativa ai campi trattati dalla propria attività. Se si è un traduttore di professione, da un determinato cliente si riceverà molto probabilmente sempre lo stesso tipo di documenti; può anche capitare di ricevere in una volta sola molteplici documenti sullo stesso argomento, ad esempio testi di legge o manuali di istruzioni. Un ambiente di traduzione sfrutta queste somiglianze. Tra le componenti più importanti di memoq si trovano le memorie di traduzione, i corpora LiveDocs, i database terminologici e ovviamente l editor di traduzione (che svolge la funzione di elaboratore di testo). Traducendo un documento di qualsiasi tipo nell editor di traduzione di memoq, sarà l editor stesso ad occuparsi automaticamente di tutta la formattazione. Il testo viene diviso in segmenti. In memoq un segmento corrisponde più o meno ad una frase. Nell editor di traduzione si passa da un segmento a quello successivo. Una volta tradotto e confermato, il segmento viene aggiunto alla memoria di traduzione. Memoria di traduzione: la memoria di traduzione è il metodo convenzionale per riciclare una traduzione precedente. Nella memoria sono conservate coppie di segmenti, uno scritto in lingua di partenza, l altro contenente la traduzione di quello in lingua di partenza. Man mano che si procede con la traduzione, il software controlla se la memoria di traduzione contiene un segmento di partenza simile a quello che si sta traducendo. In caso affermativo, il software fornisce un suggerimento per la traduzione del segmento, indicando le differenze tra il segmento che si sta traducendo e quello conservato nella memoria. Riciclare i documenti (allineamento e LiveDocs): in aggiunta al processo di traduzione convenzionale, si possono usare le traduzioni precedenti nello stesso modo in cui si usano le memorie di traduzione. La funzionalità LiveDocs di memoq permette infatti di creare un corpus di documenti. Un corpus LiveDocs può contenere coppie di documenti (coppie di allineamento) e file binari (ossia non testuali). Una coppia di allineamento è formata da un documento in lingua di partenza e dalla sua traduzione. Quando una coppia di allineamento viene aggiunta ad un corpus, memoq allinea i document, ossia accoppia le frasi in lingua di partenza con le frasi in lingua di arrivo seguendo una procedura matematica. Una volta terminato l allineamento e aggiunta la coppia di documenti al corpus, memoq segnala immediatamente i match provenienti da questi documenti. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 4 di 38

5 L algoritmo di allineamento automatico di memoq è piuttosto preciso, ma ovviamente possono verificarsi allineamenti errati. In caso di errato allineamento, si può aprire la coppia di documenti nell editor di allineamento. Dopo aver corretto l allineamento nella coppia di documenti, memoq mostrerà automaticamente i match corretti. Database terminologici e estrazione di termini: creando una memoria di traduzione o un corpus LiveDocs si costruisce un database di frasi intere. Anzi, per essere più precisi, di segmenti interi, dato che l unità di traduzione può essere anche un paragrafo, o anche una locuzione che non è una frase intera. Se si vuole costruire un glossario contenente espressioni che compaiono all interno di un segmento, si può creare un database terminologico. Un database terminologico è formato da voci (parole o locuzioni) in varie lingue, e, se lo si vuole, da altre informazioni. L editor di traduzione di memoq evidenzia automaticamente i termini trovati nel database terminologico e mostra le loro traduzioni in un elenco, dal quale si possono inserire nella traduzione con la tastiera o con un click del mouse. In mancanza di un database terminologico all inizio del lavoro si può chiedere a memoq di esplorare i documenti di partenza e generare un elenco di potenziali termini. Analisi del testo: in un ambiente di traduzione anche l analisi statistica del testo ha un ruolo molto importante, in quanto permette di fare una previsione del carico di lavoro. Un fattore chiave degli ambienti di traduzione è la produttività. Si ottiene produttività se, per una singola unità di lavoro, si impiega minor tempo utilizzando un ambiente di traduzione piuttosto che, ad esempio, un tradizionale elaboratore di testo, il tutto mantenendo un alto standard di qualità. Il modulo delle statistiche di memoq analizza il testo e stima quanto si risparmierà utilizzando memorie di traduzione e corpora LiveDocs. memoq è un ambiente integrato, che unisce in un unico applicativo tutte le funzionalità necessarie durante la traduzione. Non c è bisogno di lavorare contemporaneamente con altri programmi. Guadagno L aumento di produttività che si ottiene da un ambiente di traduzione dipende in gran parte dal tipo di testo da tradurre. Se il testo è molto ripetitivo (ad esempio un manuale di istruzioni o una specifica tecnica) l aumento della produttività può arrivare addirittura al 70-80%. Tuttavia, in caso di testi normali (ad esempio, i libri di testo), l aumento si limita al 10-30%. Nel tradurre lettere, un ambiente di traduzione potrebbe anche non produrre alcun aumento di produttività. Il modulo delle statistiche di memoq è in grado di stimare prima di iniziare a lavorare quanto si guadagnerà usando memoq, così da poter calcolare il ritorno sul proprio investimento. In generale i traduttori chiedono una tariffa minore in caso di testi simili o ripetitivi. Nella memoria di traduzione tutti i segmenti tradotti sono conservati insieme ai loro equivalenti in lingua di arrivo. memoq può analizzare il testo e cercare segmenti simili a quelli già tradotti in precedenza, calcolandone il tasso di corrispondenza. Se un segmento conservato in una memoria di traduzione o in un corpus LiveDocs si ritrova esattamente identico nel testo da tradurre, i traduttori richiedono memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 5 di 38

6 solo una percentuale della tariffa piena, di solito il 20-30%. Se il segmento in una memoria di traduzione o in un corpus LiveDocs è simile ma non uguale a quello che si trova nel testo, la tariffa è più alta. In pratica, più basso il tasso di corrispondenza, più alta la tariffa. Il modulo delle statistiche di memoq offre una caratteristica innovativa, l analisi di omogeneità, che funziona anche in mancanza di una memoria di traduzione (o di un corpus LiveDocs) contenente le traduzioni precedenti. L analisi di omogeneità rivela le corrispondenze all interno del testo su cui si sta lavorando. In questo modo si può ottenere una stima più precisa di quanto tempo servirà per tradurre il testo, così da permettere sia al traduttore che al cliente di godere dei benefici di memoq. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 6 di 38

7 2 Installazione e requisiti di sistema Per istruzioni sull installazione e l attivazione di memoq consultate la memoq installation and activation guide (Guida all installazione e all attivazione di memoq), disponibile sul sito di Kilgray (http://kilgray.com/resource-center/user-guides). Cambiare la lingua dell interfaccia utente Di default memoq è impostato in lingua inglese. Si può tuttavia cambiare la lingua dell interfaccia utente direttamente all interno del programma. Ecco come: 1. Avviate memoq (se non è già in esecuzione). Comparirà la finestra principale di memoq, la Dashboard (Dashboard). 2. Dal menu Tools (Strumenti), selezionate Options (Opzioni). Verrà richiamata la finestra di dialogo Options (Opzioni). 3. Nell elenco Category (Categoria) sulla sinistra, cliccate su Appearance (Aspetto). Nel pannello principale verranno visualizzate le impostazioni per personalizzare l aspetto di memoq. 4. Scegliete la lingua desiderata nell elenco a discesa User interface language (Lingua dell interfaccia utente), quindi cliccate su OK (OK). 5. Chiudete memoq e avviatelo nuovamente. Il programma apparirà ora con i comandi e i messaggi nella lingua selezionata. Nota bene: di default si può scegliere tra inglese, tedesco, francese, ungherese, polacco, portoghese e spagnolo. Anche il giapponese potrebbe essere tra le lingue disponibili, a seconda di memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 7 di 38

8 quale sia la propria residenza. Data la costante aggiunta di nuove lingue, l elenco contenuto nel software potrebbe essere più nutrito rispetto a quello indicato in questa guida. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 8 di 38

9 3 Il processo di traduzione Progetti In memoq i lavori di traduzione sono organizzati in progetti. Un progetto di traduzione è formato dai seguenti elementi: 1. I documenti di traduzione (teoricamente in numero illimitato; in pratica è meglio che non siano più di qualche centinaia) 2. Corpora LiveDocs, costituiti da documenti bilingue, coppie di documenti di partenza e di arrivo, documenti monolingue e file binari (teoricamente in numero illimitato, in remoto o in locale; in pratica è meglio utilizzarne uno o due) 3. Memorie di traduzione (teoricamente in numero illimitato, in remoto o in locale; in pratica è meglio che non se ne utilizzino più di sei) 4. Database terminologici (teoricamente in numero illimitato, in remoto o in locali; in pratica è meglio che non se ne utilizzino più di sei) 5. Impostazioni e risorse leggere: regole di segmentazione, regole di autotraduzione, impostazioni della memoria di traduzione, impostazioni del controllo qualità ecc. Risorse come le memorie di traduzione, i database terminologici, le regole di segmentazione, le regole di autotraduzione ecc. possono essere conservate in locale sul computer o possono essere rese disponibili in rete tramite un server memoq. È possibile assegnare queste risorse a più progetti. memoq registra le memorie di traduzione, i database terminologici e le altre risorse presenti sul computer, che possono essere utilizzate in qualsiasi progetto (anche in più progetti contemporaneamente). Tradurre con memoq In memoq il processo di traduzione consiste nei seguenti passaggi: 1. Creare un progetto Si selezionano i documenti di traduzione, quindi si specifica quali memorie di traduzione e quali database terminologici usare. In fase di creazione di un progetto, memoq importa i contenuti del documento di partenza nel proprio ambiente di traduzione e assicura che la traduzione possa essere esportata nello stesso formato del documento di partenza. Durante la creazione di un progetto è anche possibile creare nuove memorie di traduzione e nuovi database terminologici. Dopo aver creato il progetto, è possibile modificarne i contenuti e le impostazioni, se necessario. 2. Traduzione Si scrive la traduzione in uno speciale elaboratore di testo chiamato griglia di traduzione. In memoq la griglia di traduzione è distinta per ogni documento di traduzione, ed è visualizzabile in una scheda separata all interno della finestra di memoq. Durante la traduzione, memoq interroga automaticamente le memorie di traduzione, i corpora LiveDocs e i database memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 9 di 38

10 terminologici assegnati al progetto. In un progetto si può lavorare su più documenti contemporaneamente; non è invece possibile lavorare su più progetti allo stesso tempo. 3. Consegna Dopo aver finito la traduzione si chiede a memoq di esportare il testo tradotto. Grazie alle informazioni di formattazione raccolte in fase di importazione del documento, memoq salva i documenti tradotti sul disco fisso nello stesso formato dei documenti originali. Si può esportare il testo in qualsiasi momento durante la traduzione, e continuare a lavorare sul progetto anche dopo aver esportato il testo tradotto. Muoversi all interno di memoq In memoq è possibile lavorare su un progetto per volta. memoq mostra i contenuti e le impostazioni del progetto nella scheda Project home (Pagina iniziale del progetto). Durante il lavoro, memoq apre nuove schede di fianco alla Project home (Pagina iniziale del progetto). Si può navigare tra le schede cliccando sulle rispettive etichette nella parte superiore della finestra di memoq, oppure premendo Ctrl+Tab fino a che non viene visualizzata la scheda desiderata. Tramite le schede è possibile accedere ai documenti di traduzione e ai contenuti delle risorse pesanti (memorie di traduzione, LiveDocs e database terminologici). Nota bene: in memoq quasi tutte le impostazione sono risorse, ossia dati che controllano il comportamento di memoq durante il lavoro di traduzione. Le memorie di traduzione, i database terminologici e i corpora LiveDocs sono chiamati risorse pesanti. Altre risorse, come le regole di segmentazione, le regole di autotraduzione, le impostazioni per il controllo qualità, le ignore list nel controllo ortografico ecc., contengono una minore quantità di dati e sono per questo chiamate risorse leggere. Fare di tutte le impostazioni una risorsa porta un grande vantaggio, memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 10 di 38

11 ossia quello di poterle esportare e in seguito importare su un altra copia di memoq, se necessario (ad esempio quando si deve lavorare su un computer diverso). In altre parole, queste risorse possono essere scambiate con altri utenti di memoq e, se si è in possesso dell edizione di memoq appropriata, pubblicate sui server memoq. memoq si ricorda lo stato dei progetti. Se si chiude memoq, quando lo si riaprirà il giorno successivo verrà visualizzata la Dashboard (Dashboard), dove sarà possibile aprire i progetti su cui si è lavorato di recente. Se si apre un progetto già esistente, memoq mostra le schede che erano aperte al momento dell ultima chiusura del progetto, e nella finestra viene visualizzata automaticamente la scheda su cui si stava lavorando al momento della chiusura. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 11 di 38

12 4 Creare e modificare un progetto Creare un progetto All avvio di memoq viene visualizzata la Dashboard. Nella Dashboard è possibile visualizzare un elenco dei propri progetti, le informazioni sulla licenza di memoq attiva e i comandi più comuni per la gestione dei progetti. È qui che ha inizio la creazione di un nuovo progetto. Per creare progetti di traduzione memoq utilizza una procedura guidata. Per creare un progetto bisogna seguire i seguenti passaggi: 1. Dal menu Project (Progetto), scegliete New Project (Nuovo progetto). In alternativa cliccate sul link Create a new project (Crea nuovo progetto) sulla Dashboard (Dashboard). Comparirà la prima pagina del New memoq project wizard (Procedura guidata per nuovo progetto memoq). 2. Inserite il nome del progetto e selezionate una lingua di partenza e una lingua di arrivo. Se si vuole, si possono compilare anche le caselle di testo Project (Progetto), Domain (Dominio), Client (Cliente) e Subject (Argomento). Dopo aver inserito questi dettagli, cliccate su Next (Avanti). 3. Nella seconda pagina della procedura guidata è possibile aggiungere i documenti da tradurre. Cliccate sul comando Import (Importa), sotto all elenco vuoto dei documenti. Comparirà la finestra di dialogo Open (Apri). Individuate e selezionate i file da aggiungere al progetto. È possibile memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 12 di 38

13 selezionare più file (anche di formati diversi) contemporaneamente. Dopo aver selezionato i file, cliccate su Open (Apri). Cliccando sul comando Import with options (Importa con opzioni...) si possono aggiungere nuovi file al progetto. In un progetto è possibile importare molti tipi di file. Questo comando di importazione dei documenti va usato per selezionare o creare un filtro di importazione, o per cambiare le impostazioni di importazione dei documenti. Dopo aver aggiunto i documenti, cliccate su Next (Avanti). 4. Nella terza pagina della procedura guidata è possibile selezionare le memorie di traduzione da assegnare al progetto. Questa pagina della procedura guidata elenca tutte le memorie di traduzione che coincidono con la coppia linguistica del progetto. Se il progetto è dall inglese al tedesco, memoq non mostrerà le memorie di traduzione dall inglese al polacco. Nota bene: le memorie di traduzione possono essere reversibili. Questa opzione è selezionata di default quando si crea una memoria di traduzione. In un progetto inglesetedesco saranno quindi elencate anche le memorie di traduzione tedesco-inglese. Le memorie con la combinazione linguistica opposta possono essere assegnate al progetto solo come memorie di riferimento. Per aggiungere una o più memorie al progetto, cliccate sulla casella di controllo prima del nome della memoria di traduzione da aggiungere. Le memorie di traduzione selezionate si sposteranno in cima all elenco. In questa pagina della procedura guidata è possibile anche creare una nuova memoria di traduzione cliccando su Create/use new (Crea/Usa nuovo). Dopo aver aggiunto le memorie di traduzione, cliccate su Next (Avanti). memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 13 di 38

14 Le memorie di traduzione utilizzate nel progetto corrente sono visualizzate in cima all elenco. Una memoria di traduzione è sempre in grassetto e segnata come Primary. Si tratta della memoria di traduzione primaria. Quando, durante la traduzione, si conferma la traduzione di un segmento, l unità di traduzione che ne risulta (segmento di partenza e segmento di arrivo) viene salvata nella memoria di traduzione primaria. Le altre memorie di traduzione sono utilizzate da memoq solo a fini di consultazione. Dopo aver creato il progetto è possibile selezionare una nuova memoria di traduzione primaria in qualsiasi momento. 5. Nella quarta pagina della procedura guidata è possibile selezionare i database terminologici per il progetto. memoq elenca tutti i database terminologici che supportano le lingue impostate per il progetto. Se il progetto è dall inglese al tedesco, memoq non mostra i database terminologici in inglese, francese e spagnolo, o quelli in tedesco e polacco. Per aggiungere uno o più database terminologici al progetto, cliccate sulla casella di controllo prima del nome del database da aggiungere. Si può anche creare un nuovo database terminologico cliccando su Create/use new (Crea/Usa nuovo). Dopo aver aggiunto il database terminologico, cliccate su Finish (Fine). memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 14 di 38

15 memoq crea il progetto e ne mostra i contenuti nella scheda Project home (Pagina iniziale del progetto). Modificare il progetto corrente Una volta completato il New memoq project wizard (Procedura guidata per nuovo progetto memoq), o quando viene aperto un progetto già esistente, nella finestra di memoq viene visualizzata la scheda Project home (Pagina iniziale del progetto). Nella Project home (Pagina iniziale del progetto) è possibile gestire e modificare tutte le impostazioni del progetto. Nota bene: nel New memoq project wizard (Procedura guidata per nuovo progetto memoq) si può cliccare su Finish (Fine) fin dalla prima pagina, dopo aver inserito il nome del progetto e le due lingue. In questo caso si può utilizzare la Project home (Pagina iniziale del progetto) per aggiungere documenti di traduzione, memorie di traduzione e database terminologici, proprio come dalle finestre di dialogo della procedura guidata. La scheda Project home (Pagina iniziale del progetto) ha sei pannelli. Per selezionare un pannello cliccate su una delle icone sulla sinistra: Overview (Panoramica), Translations (Traduzioni), LiveDocs (LiveDocs), Translation memories (Memorie di traduzione), Term bases (Database terminologici), e Settings (Impostazioni). Creare una memoria di traduzione Cliccando su Create/Use new (Crea/Usa nuovo) nella terza pagina del New memoq project wizard (Procedura guidata per nuovo progetto memoq) o nel pannello Translation memories (Memorie di traduzione) nella scheda Project home (Pagina iniziale del progetto), si richiama la finestra di dialogo New translation memory (Nuova memoria di traduzione). memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 15 di 38

16 È possibile personalizzare le opzioni della nuova memoria di traduzione. Cliccando su Help (Aiuto) si richiama l Help di memoq, dove è possibile ottenere informazioni più dettagliate. Quanso si inizia a creare una memoria di traduzione in un progetto aperto, è sufficiente inserire il nome e cliccare su OK (OK). Le lingue della memoria di traduzione sono impostate in automatico in base alla coppia linguistica del progetto. Le memorie di traduzione create in questo modo vengono assegnate automaticamente al progetto. Creare un database terminologico Cliccando su Create/Use new (Crea/Usa nuovo) nella quarta pagina del New memoq project wizard (Procedura guidata per nuovo progetto memoq) o nel pannello Term bases (Database terminologici) nella scheda Project home (Pagina iniziale del progetto), si richiama la finestra di dialogo New term base (Nuovo database terminologico). È possibile personalizzare le opzioni del nuovo database terminologico. Cliccando su Help (Aiuto) si richiama l Help di memoq, dove è possibile ottenere informazioni più dettagliate. Quando si inizia a creare un database terminologico in un progetto aperto, è sufficiente inserire il nome e cliccare su OK (OK). Le lingue del database terminologico sono impostate in automatico in base alla coppia linguistica del progetto. Un database terminologico creato in questo modo viene assegnato automaticamente al progetto. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 16 di 38

17 5 Traduzione e griglia di traduzione Aprire un documento per la traduzione Nella Project home (Pagina iniziale del progetto) cliccate sull icona Translations (Traduzioni). Nell elenco dei documenti, fate doppio click sul nome del documento di traduzione su cui volete lavorare. Se il documento è già aperto, cliccate sulla scheda corrispondente nella parte superiore della finestra di memoq. È possibile avere più documenti aperti contemporaneamente. Si può passare da un documento all altro cliccando sulla scheda corrispondente oppure premendo Ctrl+Tab. È possibile chiudere una scheda documento cliccando sull icona (che si trova sulla scheda stessa), o premendo Ctrl+F4. Tradurre Nella scheda documento i contenuti sono disposti in una tabella a due colonne. La colonna di sinistra contiene i segmenti in lingua di partenza. La traduzione va scritta nelle celle della colonna di destra. Per iniziare a tradurre cliccate sulla cella di destra della prima riga. Per alcuni formati di documento memoq mostra il testo formattato nel pannello Translation preview (Anteprima di traduzione) sotto alla griglia di traduzione: è possibile così vedere sempre dove e come appare nel documento il segmento attivo, e soprattutto come apparirebbe se il documento venisse memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 17 di 38

18 esportato nella lingua di arrivo. La funzionalità Translation preview (Anteprima di traduzione) è disponibile per i seguenti formati: documenti HTML (pagine web), documenti di Microsoft Word e Rich Text Format Files, file di Microsoft Excel, file di PowerPoint e documenti XML. Segue un riassunto delle operazioni più importanti eseguibili nella griglia di traduzione. Consultate l Aiuto di memoq per informazioni più dettagliate. Per accedere all Help (Aiuto) premete F1 in qualsiasi momento. Confermare i segmenti Quando finite di tradurre un segmento, premete Ctrl+Invio, oppure nel menu Translation (Traduzione) scegliete Confirm (Conferma). memoq salva il segmento tradotto nel documento e lo aggiunge alla memoria di traduzione primaria del progetto, quindi avanza al segmento successivo. Si può anche confermare una traduzione premendo Ctrl+Shift+Invio, oppure scegliendo Confirm Without Update (Conferma senza aggiornare) dal menu Translation (Traduzione). Con questo comando memoq non aggiungerà la traduzione alla memoria di traduzione. Questo comando va utilizzato quando nessuna memoria di traduzione è assegnata al progetto, o quando non si vuole aggiungere segmenti (o non si ha il permesso di farlo) alla memoria di traduzione assegnata al progetto. Non è necessario salvare il documento durante la traduzione perché memoq salva sul disco fisso ogni singola modifica, poco dopo che questa è stata apportata. Unire e dividere i segmenti Se il segmento attivo costituisce un unità di significato non di per se stesso, ma unito a quello successivo, cliccate sull icona o premete Ctrl+J per unire il segmento attivo con quello successivo. Se il segmento attivo vi sembra troppo lungo o con troppe unità di significato, è possibile dividerlo in due segmenti: posizionate il cursore nella posizione giusta nella cella di partenza, poi cliccate sull icona oppure premete Ctrl+T. In seguito, cliccate nella cella di arrivo del primo dei due segmenti frutto della divisione e procedete con la traduzione. Utilizzare i risultati di traduzione Quando un segmento viene confermato, memoq sposta il cursore nel segmento successivo e inserisce automaticamente il miglior match presente nel riquadro dei risultati. Nota bene: quando viene aperto un documento per la traduzione, memoq non inserisce automaticamente il miglior match nella cella di arrivo del primo segmento. E non inserisce alcun match nella cella di arrivo di un segmento se questo è attivato cliccandoci sopra o giungendoci usando le frecce direzionali sulla tastiera. Indipendentemente da come viene attivato un segmento, memoq cerca automaticamente il testo in esso contenuto nelle memorie di traduzione e nei database terminologici del progetto. memoq memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 18 di 38

19 confronta il segmento anche con le regole di autotraduzione e le liste dei termini da non tradurre. In questo caso i risultati sono suggerimenti di traduzione (match), elencati nel riquadro Translation results (Risultati di traduzione), che si trova a destra della griglia di traduzione. I match sono classificati: per primi compaiono quelli provenienti dalle memorie di traduzione, che a loro volta sono ordinati in base al miglior tasso di corrispondenza (a partire dall alto). Avviso: è possibile personalizzare l ordine prestabilito. Per farlo seguite questo percorso Tools (Strumenti) >Options (Opzioni) >Appearance (Aspetto) >Lookup results (Risultati della ricerca) Per stabilire l ordine dei match nel riquadro dei risultati utilizzate i comandi Move up (Sposta su) e Move down (Sposta giù). I match compariranno nel riquadro dei risultati secondo l ordine stabilito. Nota bene: per maggiori informazioni su risorse come le regole di autotraduzione e i termini da non tradurre, consultate l Help di memoq. Se memoq non inserisce automaticamente un match nella cella di arrivo, o se si vuole trovare un match migliore, è possibile scorrere l elenco e inserire manualmente i match suggeriti: Se le memorie di traduzione contengono un segmento di partenza identico o comunque molto simile al segmento di partenza attivo (in altre parole, se il segmento attivo, o uno molto simile, è già stato tradotto), questo comparirà in alto a destra, in cima all elenco numerato, in rosso. L elenco include i match provenienti dalle memorie di traduzione e dai database terminologici: quelli provenienti dalle memorie di traduzione compaiono in cima all elenco (in rosso), seguiti da quelli provenienti dai database terminologici (in blu). Si può scorrere l elenco premendo Ctrl+Freccia su e Ctrl+Freccia giù. Per inserire nella traduzione l equivalente in lingua di arrivo indicato dal match selezionato, premete Ctrl+Spazio. Avviso: il match rate mostra il tasso di corrispondenza tra il testo di partenza nel segmento attivo e il testo di partenza che memoq ha trovato nella memoria di traduzione. Se il match rate è del memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 19 di 38

20 100%, significa che il testo e la formattazione del segmento attivo sono identici rispetto al segmento conservato nella memoria di traduzione. Se il match rate si abbassa tra il 95% e il 99%, significa che il testo è uguale, ma la formattazione e i numeri potrebbero essere diversi. Se il match rate è inferiore al 95%, significa che ci sono differenze nel testo. Quando si seleziona un suggerimento, memoq mostra le differenze nei tre campi sotto all elenco. Se il match è del 102% significa che la traduzione è stata eseguita con la funzione X-translate (una pretraduzione che non si basa sulle memorie di traduzione, ma sui documenti). Le parole o le espressioni che sono state trovate nei database terminologici assegnati al progetto vengono evidenziate in azzurro all interno della cella di partenza del segmento attivo. Il termnie/l espressione trovata e il suo equivalente in lingua di arrivo compaiono in blu nell elenco numerato all interno del riquadro dei risultati, sulla destra. Se nel segmento sono presenti più match dal database terminologico, le rispettive schede terminologiche compaiono nell elenco dei risultati in ordine di apparizione. Si può scorrere l elenco premendo Ctrl+Freccia su e Ctrl+Freccia giù. Per inserire nella traduzione l equivalente in lingua di arrivo indicato dal match selezionato, premete Ctrl+Spazio. Si può anche inserire il termine suggerito digitando il numero ad esso associato: tenete premuto Ctrl e digitate il numero dell match. Il numero del match si trova tra il testo di partenza e il testo di arrivo, nella casella in rosso o in quella in blu (o in arancione, o in viola, o in verde). Nelle caselle di comparazione sotto al riquadro dei risultati vengono visualizzati il segmento di partenza del testo da tradurre, il segmento di partenza del match trovato nella memoria di traduzione, e il segmento di arrivo del match trovato nella memoria di traduzione. Per evidenziare le differenze tra i segmenti viene utilizzato un set di colori: gli elementi in blu scuro vanno inseriti, quelli in rosso vanno eliminati e quelli in azzurro vanno cambiati. Nell angolo in basso a destra della finestra di memoq si trova una percentuale scritta in bianco su sfondo grigio scuro, che indica quanto il match trovato nella memoria di traduzione corrisponde al segmento del testo da tradurre (fuzzy match rate). Nessun suggerimento automatico: trovare informazioni nelle memorie di traduzione e nei database terminologici A volte potrebbe capitare di non essere sicuri di come tradurre una parola o un espressione del segmento attivo, e non ricevere alcun match dal riquadro dei risultati, in quanto il segmento non è stato trovato nelle memorie di traduzione, né i termini o le espressioni sono state trovate nei database terminologici. In questo caso è possibile cercare nelle memorie di traduzione un termine o un espressione intera. Per farlo si può usare lo strumento di concordanza incorporato in memoq. Selezionate la parola o l espressione nella cella di partenza, quindi premete Ctrl+K, oppure scegliete Concordance (Concordanza) dal menu Operations (Operazioni). Se le memorie di traduzione contengono segmenti in cui si trova il termine o l espressione cercata, memoq elencherà questi segmenti e la loro traduzione in una finestra separata. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 20 di 38

21 Nota bene: è possibile scegliere tra due layout nella finestra di concordanza, il layout Three column (Tre colonne) o il layout Source+Target (Segmento di partenza+segmento di arrivo). Nel layout Source+Target (Segmento di partenza+segmento di arrivo) vengono mostrati i metadati, ad esempio chi ha creato l unità di traduzione, a che ora etc. In memoq potete anche modificare un unità di traduzione direttamente nella finestra di concordanza. Fate click destro nella colonna Target (Segmento di arrivo) e scegliete Edit Entry (Modifica Voce). Se una parola o un espressione compare più di due volte nelle memorie di traduzione, memoq può eseguire automaticamente una ricerca di concordanza. In questo caso la parola o l espressione appare contrassegnata in arancione nel riquadro dei risultati. Non c è bisogno di selezionare il testo memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 21 di 38

22 nella cella di partenza: memoq scoprirà da solo il termine o l espressine per cui cercare una concordanza. In alternativa è possibile cercare nei database terminologici parte del termine o dell espressione problematica. Per farlo si può usare la funzionalità di ricerca nel termbase incorporata in memoq. Selezionate una parte della parola o dell espressione nella cella di partenza, quindi premete Ctrl+P, oppure scegliete Look up Term (Cerca termine) dal menu Operations (Operazioni). Se i database terminologici contengono termini o espressioni in cui si trova la stringa cercata, memoq elencherà questi termini e la loro traduzione in una finestra separata. Creare un database terminologico Lavorando nella griglia di traduzione è possibile aggiungere un numero illimitato di termini al database terminologico primario. Il database terminologico primario può essere selezionato nello stesso modo in cui si seleziona la memoria di traduzione primaria: nel pannello Term bases (Database terminologici) della Project home (Pagina iniziale del progetto). Se nel testo di partenza si trova un espressione ricorrente che si vuole aggiungere al database terminologico, selezionatela e premete Ctrl+E, oppure scegliete Add Term (Aggiungi termine) dal menu Operations (Operazioni). Comparirà la finestra di dialogo Create term base entry (Crea voce nel database terminologico). memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 22 di 38

23 Nell elenco a discesa vicino alla scritta Term bases (Database terminologici) scegliete il database terminologico a cui volete aggiungere il termine. La scelta del database terminologico è disponibile solo se al progetto è stato assegnato più di un database terminologico. Nella casella di testo sulla destra inserite la traduzione della parola o dell espressione, quindi cliccate su OK (OK). memoq aggiungerà immediatamente la coppia di termini al database terminologico. Quando comparirà successivamente nel testo, questo termine verrà automaticamente evidenziato. Se la cella di arrivo contiene già la traduzione del termine che volete aggiungere al database terminologico, selezionate sia il termine di partenza sia quella di arrivo e premete Ctrl+Q, oppure scegliete Quick Add Term (Aggiunta rapida termine) dal menu Operations (Operazioni). memoq aggiungerà automaticamente la coppia di termini al database terminologico senza richiamare la finestra di dialogo Create term base entry (Crea voce nel database terminologico). Pretraduzione Se è probabile che la memoria di traduzione contenga molti segmenti del testo di partenza, è possibile inserirne rapidamente la traduzione indicando a memoq di pretradurre il documento. Selezionate Pre-Translate (Pretraduzione) dal menu Translation (Traduzione). Verrà richiamata una memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 23 di 38

24 finestra di dialogo in cui si deve indicare quali tipi di match inserire durante il processo e quali ignorare. Consultate l Help di memoq per informazioni più dettagliate. Avviso: Questa operazione, generalmente, viene eseguita quando succede qualcosa di indesiderato al documento che si stava traducendo. In memoq è estremamente difficile perdere del tutto il proprio lavoro, dato che viene sempre salvato in due percorsi: nel documento stesso e nella memoria di traduzione. Se per qualsiasi motivo non si riesce ad accedere al documento o a consegnarlo, si può importare nuovamente il documento di partenza nel progetto: dalla Project home (Pagina iniziale del progetto) selezionate Reimport (Importa di nuovo) per importare nuovamente il documento. Quindi utilizzate la funzione Pre-translate (Pretraduzione) per ripristinare le traduzioni salvate nella memoria di traduzione. Per maggiori informazioni su questa funzionalità, consultate la risoluzione dei problemi nella sezione Resource Center sul sito internet di Kilgray (www.kilgray.com). Filtri e ordinamento Se nella griglia di traduzione si desidera vedere solamente quei segmenti che contengono una parola specifica nella cella di partenza o di arrivo, o tutti i segmenti di un certo tipo, oppure si desidera ordinare i segmenti secondo un ordine specifico, si può usare la barra degli strumenti filtri e ordinamento, situata sopra alla griglia di traduzione. Per resettare i filtri impostati cliccate sull icona. Per resettare l ordinamento scegliete No sorting (Nessun ordinamento) dall elenco a discesa presente sulla barra degli strumenti. Consultate l Help di memoq per informazioni più dettagliate. Lo stato dei segmenti A destra della casella di arrivo si trova una casella che mostra lo stato di ogni singolo segmento. In memoq lo stato di un segmento è segnalato con cinque colori differenti, come indicato di seguito: Grigio Rosa Verde Blu Viola Il segmento non è ancora stato tradotto. Il segmento è stato tradotto ma non è stato confermato. La traduzione è stata confermata. In questo caso compare un segno di spunta verde al posto della croce rossa. Il testo nel segmento di arrivo è stato inserito automaticamente da memoq durante la pretraduzione. In questo caso è indicata una percentuale diversa da zero su sfondo blu. Un match perfetto è indicato con 100% (o 101%), un fuzzy match è indicato con una percentuale più bassa. Il testo nel segmento di arrivo è frutto dell assemblaggio eseguito da memoq durante la pretraduzione: nelle memorie e nei database terminologici non erano presenti match accettabili per l intero segmento, ma si trovavano invece match accettabili per parti (frammenti) del testo. L assemblaggio può anche essere stato effettuato da uno strumento di traduzione automatica (MT), se avete abilitato un plugin MT (Tools (Strumenti) >Options (Opzioni) > Machine translation (Traduzione automatica)). memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 24 di 38

25 Usare i tag di formattazione Durante l importazione di un documento di partenza memoq ne estrae i contenuti testuali e nasconde tutto il resto (formattazione, stili, immagini ecc.) agli occhi del traduttore. Per visualizzare nuovamente questi elementi bisogna esportare le traduzioni nel formato del documento originale. Della formattazione originale, memoq mostra nella griglia di traduzione solo il grassetto, il corsivo e il sottolineato, caratteristiche che è possibile cambiare a proprio piacimento. Se l intero segmento di partenza è formattato allo stesso modo (ad es. l intero segmento è in corsivo), la stessa formattazione è usata in automatico nel segmento di arrivo. Se solo parte del segmento di partenza è formattata in un certo modo, per applicare la formattazione alla parte equivalente nella cella di arrivo la si deve selezionare e premere Ctrl+B, Ctrl+I o Ctrl+U. La restante formattazione o le immagini all interno del segmento sono convertite in tag di formattazione per il solo processo di traduzione, e segnalate da numeri viola tra parentesi graffe {1}, chiamati tag di formattazione. Un segmento contenente testo evidenziato potrebbe apparire come segue: Trovate la posizione nella cella di arrivo dove posizionare il tag (ossia dove il contesto del testo di arrivo è equivalente a quello del testo di partenza) e premete F8. In alternativa si può premere F8 mentre si sta scrivendo la traduzione. memoq può esportare il documento nel suo formato originale solo se sono stati inseriti tutti i tag di formattazione nel segmento di arrivo, ognuno nella posizione appropriata. Non si può cambiare l ordine dei tag: premendo F8 verrà sempre inserito il tag successivo. Se si sposta il cursore indietro e poi si preme F8, memoq rinumera i tag nella cella di arrivo. Fino a quando non saranno inseriti tutti i tag di formattazione, o fino a quando non verranno rimossi tutti i tag non necessari dalla cella di arrivo, verrà visualizzata una notifica di errore (icona ). I tag tra parentesi graffe sono i cosiddetti tag legacy. Per la maggior parte dei formati, come ad esempio i documenti Microsoft Office Word 2007 (DOCX) o i file HTML, memoq fa ora uso dei cosiddetti tag inline. Da questi tag si possono in alcuni casi ottenere informazioni sul loro contenuto; l ordine di questi tag può essere cambiato; e l utente esperto può anche creare e inserire nuovi tag. I tag inline appaiono così: Mentre si sta effettuando la traduzione si può premere F9 per inserire nella cella di arrivo il successivo tag inline presente nella cella di partenza. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 25 di 38

26 Per certi formati, memoq mostra l anteprima formattata del testo nel pannello Preview (Anteprima), sotto alla griglia di traduzione. L anteprima aiuta a sapere come e dove posizionare i tag di formattazione, mostrando la reale formattazione del testo. Questo significa che è possibile vedere se parte del testo è in un font diverso, in un colore diverso, o impostato come apice o pedice: memoq aggiorna l anteprima via via che si procede con la traduzione. Per questo motivo la funzionalità è chiamata anche anteprima in tempo reale. L anteprima in tempo reale è disponibile per i file Microsoft Office (DOC, DOCX, PPT, PPTX, XLS), HTML (pagine web), TTX e XML. Usare la scrittura predittiva Mentre si scrive nella cella di arrivo, memoq prevede ciò che viene scritto e suggerisce come completare la parola. Per abilitare la scrittura predittiva spostatevi nel menu Translations (Traduzioni) e selezionate Predictive Typing (Scrittura Predittiva). Cliccate sulla casella di controllo Enable predictive typing (Abilita scrittura predittiva). D ora in avanti mentre si sta traducendo memoq suggerirà le parole attingendo da diverse fonti (database terminologici, termini da non tradurre, termini da tradurre automaticamente). L elenco dei suggerimenti si apre in automatico quando vengono scritti i primi caratteri della parola. A questo punto si può scegliere la parola dall elenco. Chiudete l elenco premendo Esc, o continuate a scrivere ignorando l elenco. È possibile scorrere l elenco usando le frecce Su/Giù della tastiera. Inserite la parola selezionata premendo Invio. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 26 di 38

27 6 Consegnare la traduzione Consegnare i documenti nel formato originale Dopo aver completato la traduzione, è necessario consegnare il documento tradotto al cliente nello stesso formato del documento di partenza, e nella maggior parte dei casi è necessario consegnare anche le memorie di traduzione. Di seguito è descritta la procedura più semplice per farlo. Consultate l Help di memoq per informazioni più dettagliate. 1. Assicuratevi che tutti i segmenti siano tradotti e che tutti i tag di formattazione (numeri viola tra parentesi graffe:{1}) siano stati copiati nel testo di arrivo. Se ci sono segmenti non tradotti o mancano dei tag di formattazione, memoq mostra un messaggio di errore prima di effettuare l esportazione, e nel caso di tag di formattazione mancanti vi obbliga a risolvere l errore prima dell esportazione. 2. Nella Project home (Pagina iniziale del progetto) cliccate sull icona Translations (Traduzioni). 3. Selezionate tutti i documenti nell elenco dei documenti e cliccate su Export (stored path) (Esporta in percorso predefinito) sotto all elenco. memoq controllerà che tutti i segmenti siano tradotti e confermati, e che tutti i tag di formattazione siano stati inseriti nel testo di arrivo. Se il controllo fallisse, comparirà la finestra di messaggio Errors in documents (Errori nei documenti): Per rivedere e correggere i segmenti nei quali memoq ha trovato degli errori, cliccate su Yes (Sì) per procedere alla scheda Resolve errors and warnings (Risolvi errori e avvisi). Nota bene: Se si vuole esportare il testo su si sta lavorando non è necessario tornare alla Project home (Pagina iniziale del progetto). È sufficiente selezionare Export active document (Esporta documento attivo) dal menu Project (Progetto). memoq esporterà il documento attivo, salvandolo nel percorso di esportazione predefinito. (Non verrà chiesto in che cartella salvare il file esportato né come nominarlo.) 4. In mancanza di errori che impediscono l esportazione dei documenti, memoq esporterà ogni documento nel percorso in cui erano presenti i file di partenza al momento dell importazione. Di default durante l esportazione verrà creata una nuova cartella nel percorso in cui si trova il file originale, nominata con l abbreviazione in tre lettere della lingua di arrivo, e i documenti saranno salvati all interno della cartella con i loro nomi originali (se la lingua è l inglese, la cartella di arrivo sarà nominata eng). 5. L avanzamento dell esportazione sarà indicato da una barra di avanzamento. memoq segnalerà quando l esportazione sarà stata portata a termine. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 27 di 38

28 Consegnare i documenti in file bilingue Il cliente potrebbe voler controllare la traduzione usando memoq. Per soddisfare questa richiesta è necessario esportare documenti bilingue che possono essere aperti con memoq. (È possibile aggiungere anche file di questo tipo al progetto, nello stesso modo degli altri tipi di documento). 1. Nella Project home (Pagina iniziale del progetto) cliccate sull icona Translations (Traduzioni). Nell elenco dei documenti selezionate i documenti che volete esportare come file bilingue di memoq. Per selezionare più documenti tenete premuto Ctrl e cliccate sul nome di ogni documento, uno dopo l altro. 2. Cliccate su Export bilingual (Esporta bilingue) sotto all elenco dei documenti. Nel Bilingual export wizard (Procedura guidata per esportazione bilingue) selezionate l opzione memoq XLIFF (memoq XLIFF). memoq vi chiederà di scegliere una cartella dove esportare i documenti selezionati. Aprire un documento bilingue memoq XLIFF equivale ad aggiungerlo ad un progetto memoq. Nel pannello Translations (Traduzioni) della scheda Project manager (Project manager), cliccate su Import with options (Importa con opzioni...) sotto all elenco dei documenti. Individuate i file memoq XLIFF (*.mqxlz) e cliccate su Open (Apri). Avviso: memoq può anche esportare i file in documenti Word bilingue. Questi file possono essere elaborati SDL Trados e in altri editor di traduzione. memoq può anche esportare i documenti in file Rich Text Format (RTF), nei quali il testo è disposto in una tabella molto simile alla griglia di traduzione (un file RTF a due colonne). I documenti in RTF poytanno essere utilizzati per revisionare la traduzione con Microsoft Word invece che con un ambiente di traduzione. In seguito si potrà aggiornare il progetto su memoq con il file revisionato. Per ulteriori informazioni consultate l Help di memoq. Consegnare le memorie di traduzione Il cliente potrebbe anche chiedere le memorie di traduzione create durante la traduzione. Se il cliente usa uno strumento di traduzione diverso da memoq, è necessario consegnare la memoria di traduzione nel formato standard TMX. Per esportare una memoria di traduzione in un file TMX bisogna seguire i seguenti passaggi: 1. Nella Project home (Pagina iniziale del progetto) cliccate sull icona Translation memories (Memorie di traduzione). Nell elenco, selezionate la memoria di traduzione da esportare. 2. Cliccate su Export to TMX (Esporta in TMX), sotto all elenco delle memorie di traduzione. memoq chiederà di dare un nome al file TMX e di indicare il percorso in cui salvarlo, quindi procederà con l esportazione. Il file TMX che ne risulta potrà essere importato in qualsiasi strumento di traduzione compatibile con il formato TMX, anche in un altra versione di memoq. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 28 di 38

29 7 Lavorare partendo da un handoff package Se anche il cliente usa memoq potrebbe capitare di ricevere la commissione sotto forma di handoff package. memoq può creare un progetto partendo da un handoff package, che è un pacchetto contenente i documenti in lingua di partenza, le memorie di traduzione, i database terminologici e i corpora LiveDocs. In pratica tutto ciò che serve in un progetto di traduzione. Quando il cliente invia un handoff package, le procedure per iniziare il lavoro e per consegnarlo sono leggermente diverse. Creare un progetto partendo da un handoff package In genere si riceve l handoff package via . Il file ricevuto ha l estensione.mqout. Per iniziare il progetto partendo da questo file bisogna seguire i seguenti passaggi: 1. Chiudete memoq se in esecuzione. 2. Aprite il messaggio . L handoff package si troverà in allegato al messaggio. Fate doppio click sull icona dell handoff package, che ha questo aspetto: 3. memoq si avvierà automaticamente, mostrando la finestra di dialogo Import handoff package (Importa handoff package): Nota: il nome del progetto consiste nel nome del progetto originale, il nome o l identificativo dell utente e il ruolo dell utente. Nell esempio, il progetto originale è chiamato Winnie-ille-Puversioned, il nome dell utente è kb e il ruolo dell utente è Translator (Traduttore). 4. Quando si clicca su OK (OK) in questa finestra di dialogo, memoq creerà automaticamente un progetto e mostrerà la scheda Project home (Pagina iniziale del progetto) con la scheda Translations (Traduzioni) già aperta. Attenzione: Prima di iniziare a lavorare, è necessario controllare i pannelli Translations (Traduzioni), LiveDocs (LiveDocs), Translation memories (Memorie di traduzione), e Term bases (Database terminologici) per assicurarsi di aver ricevuto tutti i documenti e le risorse necessarie. Si può quindi procedere a completare la traduzione. Avviso: Non è necessario importare nuovamente l handoff package se si vuole tornare a lavorarci. Dopo aver importato l handoff package si può aprire il progetto dalla Dashboard proprio come i progetti creati dall utente stesso. Risoluzione dei problemi: Potrebbe essere disabilitata la funzionalità per unire o dividere i segmenti. Il project manager che ha creato l handoff package ha la possibilità di disabilitare memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 29 di 38

30 questa funzionalità. Impostazioni simili potrebbero impedire di vedere l anteprima o di esportare i documenti nel formato tradotto finale. Consegnare le memorie di traduzione Se si lavora partendo da un handoff package bisogna restituire un delivery package. Per creare un delivery package spostatevi nel pannello Translations (Traduzioni) nella Project home (Pagina iniziale del progetto) e cliccate sul link Deliver/return (Consegna/Restituisci) sotto all elenco dei documenti. memoq salverà il file con l estensione.mqback. Questo file dovrà essere allegato ad un da inviare al project manager. Nota bene: Non è necessario completare il lavoro per poter creare un delivery package. Dopo avere completato una buona parte della traduzione (ad esempio, dopo aver completato un documento) si può usare il comando Deliver/return (Consegna/Restituisci) per creare un delivery package contenente una consegna parziale. La versione di memoq del project manager capirà dal file.mqback che questa è una consegna parziale, e accetterà le successive consegne dello stesso file. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 30 di 38

31 8 Lavorare su progetti online Si potrebbe dover lavorare su un progetto online presente su un server memoq. L applicazione desktop di memoq può accedere tramite Internet a progetti e risorse presenti su un server memoq. Solitamente questo tipo di lavoro si riceve tramite un messaggio , che di solito contiene una descrizione del proprio compito. Per iniziare a lavorare su un progetto online servono i seguenti dettagli: L indirizzo Internet (URL) del server. Esempio: memoq.translationcompany.com Il proprio nome utente La propria password. Il nome del progetto su cui lavorare Si potrebbe anche ricevere un messaggio generato in automatico direttamente dal server memoq e contenente un file con la descrizione del compito da svolgere. Questo file contiene l indirizzo Internet del server, il nome utente e il nome del progetto su cui lavorare. La password si ottiene esclusivamente dal project manager. Iniziare a lavorare: eseguire il check-out del progetto online Per iniziare a lavorare su un progetto online si deve essere sicuri di avere a disposizione i dettagli sopracitati, quindi seguire i seguenti passaggi. Avviso: fate il check out solo la prima volta che iniziate a lavorare sul progetto. Non fate nuovamente il check-out se state semplicemente tornando sul progetto. Dopo aver fatto il check-out del progetto online la prima volta, è possibile chiuderlo e riaprirlo dalla Dashboard, proprio come i progetti creati normalmente. 1. Lanciate memoq. Nella Dashboard (Dashboard) cliccate sul link Check out an online project (Checkout di un progetto online). In alternativa si può scegliere il comando Check Out Online Project (Check- Out Progetto Online) dal menu Project (Progetto). memoq richiamerà la finestra di dialogo Check out online project (Check-out progetto online): memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 31 di 38

32 2. Nella casella di testo Server URL (URL del Server) scrivete o incollate l indirizzo Internet del server, quindi cliccate su Select (Seleziona). 3. Se è la prima volta che ci si connette al server in questione, memoq richiamerà la finestra di dialogo Enter user name and password (Inserisci nome utente e password): Scrivete il nome utente nella casella di testo User name (Nome utente) e la password nella casella di testo Password (Password). Usate i dati ricevuti dal project manager. Nota bene: se non è la prima volta che ci si connette a un determinato server, memoq non chiederà nome utente e password. Quando ci si connette ad un server per la prima volta, memoq salva i dati di accesso nelle proprie impostazioni. 4. memoq mostra l elenco dei progetti presenti sul server. Nota bene: tutti i progetti nell elenco contengono uno o più compiti assegnati all utente connesso. I progetti in cui l utente connesso non è coinvolto non fanno parte dell elenco. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 32 di 38

33 Nell elenco cliccate sul nome del progetto su cui dovete lavorare, quindi cliccate su OK (OK). memoq scaricherà i documenti e le risorse, poi creerà una copia del progetto sul computer. memoq mostrerà quindi la scheda Project home (Pagina iniziale del progetto) di questo progetto, con già aperto il pannello Translations (Traduzioni). Usare un file descrizione per il check-out di un progetto online Se si riceve un contenente un file di descrizione del progetto, esiste un modo più semplice per iniziare a lavorare. 1. Chiudete memoq se in esecuzione. Aprite il messaggio che avete ricevuto, che avrà un file in allegato. Il file avrà l estensione.mqdf e un icona simile a questa: 2. Fate doppio click sull icona o sul nome del file. memoq si avvierà in automatico e richiamerà la finestra di dialogo Enter user name and password (Inserisci nome utente e password): Scrivete la vostra password nella casella di testo Password (Password) e cliccate su OK (OK). 3. memoq richiamerà la finestra di dialogo Check out online project (Check -out progetto online), in cui il nome del progetto è già selezionato. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 33 di 38

34 4. Cliccate su OK (OK). memoq scaricherà i documenti di partenza e si connetterà alle risorse presenti sul server, e mostrerà quindi la scheda Project home (Pagina iniziale del progetto) del progetto. Lavorare sul progetto online Eseguendo il check-out di un progetto online, memoq crea una copia locale del progetto. Questo progetto potrà essere aperto e chiuso come gli altri progetti, con un eccezione: quando si apre la copia locale di un progetto online, memoq si connetterà al server memoq e scaricherà le eventuali modifiche. Inoltre aggiornerà tutti le modifiche apportate ai documenti dall utente. Quando si chiude il progetto, memoq contatterà nuovamente il server memoq, aggiornerà la copia sul server con le modifiche effettuate in locale e aggiornerà la copia locale con tutte le eventuali modifiche apportate da terzi alla copia sul server. Progetto online con documenti server, progetti online con documenti desktop Anche se in alcuni casi potrebbe non essere così, memoq è progettato per supportare due tipi di progetti online: uno creato con documenti server e l altro creato con documenti desktop. Documenti server significa che non si lavorerà realmente su una copia locale dei documenti: quando si lavora sulla traduzione e si conferma un segmento, questo verrà immediatamente salvato sul server. Per lavorare su un progetto online con documenti server si deve essere connessi al server memoq durante tutto il processo di traduzione. Significa che è necessaria una connessione a Internet costante. I documenti desktop permettono di lavorare su una copia locale dei documenti, e le modifiche dovranno essere caricate sul server di volta in volta. Inoltre la copia locale del progetto verrà aggiornata con le modifiche apportate da altri alla copia remota sul server. C è un comando unico per tutto questo, chiamato Synchronize (Sincronizza). Quando si lavora su un progetto online con documenti desktop, non è necessario essere sempre connessi al server memoq. Si può continuare a lavorare anche senza connessione a Internet. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 34 di 38

35 Nota bene: il project manager può anche selezionare l opzione Desktop documents (with web translation) (Documenti desktop (con traduzione web)). In questo caso si può avviare un browser, inserire le credenziali ricevute dal project manager e tradurre con memoqwebtrans. Non si può decidere se lavorare con documenti server o con documenti desktop. Questa opzione è decisa dal project manager in fase di creazione di un progetto sul server memoq. Sincronizzare i progetti online con documenti desktop Quando si chiude la copia locale del progetto online, memoq chiederà se la si vuole sincronizzare con la copia presente sul server. Si raccomanda di cliccare su Yes (Sì): questa azione equivale infatti a salvare il proprio lavoro a fine giornata. Dopo che la traduzione sarà sincronizzata con il server, il project manager potrà vedere l avanzamento del progetto e la traduzione. Nota bene: se parte della traduzione è già sincronizzata sul server, altre persone potranno fare il check-out dello stesso documento, aprirlo e lavorarci sopra. Ad esempio, un revisore potrà accedere alla traduzione e iniziare a controllarla, anche se la traduzione non è stata completata. Si può anche sincronizzare la traduzione manualmente. Spostatevi nel pannello Translations (Traduzioni) nella Project home (Pagina iniziale del progetto) e selezionate uno o più documenti. Fate click destro sulla selezione e scegliete Synchronize document (Sincronizza documento). memoq caricherà tutte le modifiche apportate e scaricherà le modifiche apportate da altri. Attenzione: quando i documenti sono sincronizzati, parte del lavoro potrebbe venire sovrascritta da modifiche provenienti dal server. Ad esempio, un revisore potrebbe apportare una modifica che ha la precedenza rispetto alla versione del traduttore. memoq utilizza dei segni di modifica ad indicare che il segmento proviene dal server e che non contiene più il testo scritto dal traduttore. Per ulteriori informazioni consultate l Help di memoq. Risoluzione dei problemi: potrebbe essere disabilitata la funzionalità per unire o dividere i segmenti. Il project manager che ha creato o pubblicato il progetto sul server ha la possibilità di disabilitare questa funzionalità. Impostazioni simili potrebbero impedire al traduttore di vedere l anteprima o di esportare i documenti nel formato tradotto finale. Consegnare il lavoro Una volta completata la traduzione è necessario far sapere al project manager di aver finito di lavorare sui documenti selezionati o sul progetto intero. Per farlo bisogna seguire i seguenti passaggi: 1. Spostatevi nel pannello Translations (Traduzioni) nella Project home (Pagina iniziale del progetto). 2. Selezionate i documenti che volete consegnare. Premete Ctrl+A per selezionare tutti i documenti. 3. Sotto all elenco dei documenti, cliccate su Deliver/return (Consegna/Restituisci). Per poter usare questo comando tutti i segmenti dei documenti selezionati devono essere stati confermati. Se non tutti i segmenti sono confermati, memoq mostrerà un messaggio di avviso: memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 35 di 38

36 4. Se tutti i segmenti sono confermati, memoq aggiornerà la copia sul server memoq con le modifiche apportate nella copia locale (se presenti), quindi notificherà al project manager che la traduzione è stata completata. memoq ambiente di traduzione integrato Pagina 36 di 38

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 3 Cortina d Ampezzo, 4 dicembre 2008 ELABORAZIONE TESTI Grazie all impiego di programmi per l elaborazione dei testi, oggi è possibile creare documenti dall aspetto

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

Manuale per memoq (versione 6)

Manuale per memoq (versione 6) Manuale per memoq (versione 6) CONSULENZA E FORMAZIONE PER CAT TOOLS LINGUATECH SNC - Via Beato Angelico 21 - Arezzo www.cat-trainer.it Indice Introduzione 4 Abbreviazioni e termini importanti 5 L interfaccia

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

WWW.ICTIME.ORG. NVU Manuale d uso. Cimini Simonelli Testa

WWW.ICTIME.ORG. NVU Manuale d uso. Cimini Simonelli Testa WWW.ICTIME.ORG NVU Manuale d uso Cimini Simonelli Testa Cecilia Cimini Angelo Simonelli Francesco Testa NVU Manuale d uso EDIZIONE Gennaio 2008 Questo manuale utilizza la Creative Commons License www.ictime.org

Dettagli

Introduzione a Microsoft Word 2007

Introduzione a Microsoft Word 2007 Introduzione a Microsoft Word 2007 Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2007 Non ostante che Microsoft Office 2007 sia uscito da un po di tempo, molte persone ancora non sono

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata.

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata. Microsoft Word 2007 Microsoft Office Word è il programma di elaborazione testi di Microsoft all interno del pacchetto Office. Oggi Word ha un enorme diffusione, tanto da diventare l editor di testi più

Dettagli

Nuovo documento Anteprima di stampa Collegamento Zoom. Apri Controllo ortografico Annulla Sorgente dati. Salva Controllo automatico Ripristina Gallery

Nuovo documento Anteprima di stampa Collegamento Zoom. Apri Controllo ortografico Annulla Sorgente dati. Salva Controllo automatico Ripristina Gallery Writer è il programma per l'elaborazione di testi della suite OpenOffice.org che ti consente di creare documenti, lettere, newsletter, brochures, grafici, etc. Gli elementi dello schermo: Di seguito le

Dettagli

Guida rapida alla creazione di cruciverba in stile italiano

Guida rapida alla creazione di cruciverba in stile italiano Introduzione a versione 8 Guida rapida alla creazione di cruciverba in stile italiano Crossword Compiler è un programma scritto da Antony Lewis Manuale scritto da Redi Vedovato 18 Ottobre 2007 SOMMARIO

Dettagli

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia Panoramica di Access 2010 A B C D E Elementi dell interfaccia A Scheda File (visualizzazione Backstage) Consente l accesso alla nuova visualizzazione backstage di Access 2010, che contiene un menu di comandi

Dettagli

CONTROLLO ORTOGRAFICO E GRAMMATICALE

CONTROLLO ORTOGRAFICO E GRAMMATICALE CONTROLLO ORTOGRAFICO E GRAMMATICALE Quando una parola non è presente nel dizionario di Word, oppure nello scrivere una frase si commettono errori grammaticali, allora si può eseguire una delle seguenti

Dettagli

Prof. Antonio Sestini

Prof. Antonio Sestini Prof. Antonio Sestini 1 - Formattazione Disposizione del testo intorno ad una tabella Selezionare la tabella Dal menù contestuale scegliere il comando «proprietà» Selezionare lo stile di disposizione del

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Guida all'installazione e all'attivazione

Guida all'installazione e all'attivazione Guida all'installazione e all'attivazione Grazie per aver scelto memoq 6, il miglior ambiente di traduzione per traduttori freelance, agenzie di traduzione e imprese. Questa guida vi aiuterà a completare

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del testo... 6 Selezione attraverso il mouse... 6 Selezione

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Software applicativi. Videoscrittura:

Software applicativi. Videoscrittura: Software applicativi Videoscrittura: dal Blocco Note a Microsoft Word I programmi di videoscrittura I programmi di videoscrittura sono la categoria di software più utilizzata in assoluto. Tutti hanno bisogno

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

Cristina Bosco Corso di Informatica applicata alla comunicazione multimediale (a.a. 2013-2014) Guida rapida a TRADOS Studio 2009 e Multiterm

Cristina Bosco Corso di Informatica applicata alla comunicazione multimediale (a.a. 2013-2014) Guida rapida a TRADOS Studio 2009 e Multiterm Cristina Bosco Corso di Informatica applicata alla comunicazione multimediale (a.a. 2013-2014) Guida rapida a TRADOS Studio 2009 e Multiterm Questa sintetica guida ha lo scopo di aiutarvi ad orientarvi

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 2 Modulo 3 Elaborazione testi Word G. Pettarin ECDL

Dettagli

Strumenti per lo sviluppo del software

Strumenti per lo sviluppo del software Lo sviluppo del software Strumenti per lo sviluppo del software Lo sviluppo del software è l attività centrale del progetto e ha lo scopo di produrre il codice sorgente che, una volta compilato e messo

Dettagli

A cura di Enrico Eccel LA STAMPA UNIONE

A cura di Enrico Eccel LA STAMPA UNIONE La stampa unione permette di stampare unitamente due file di WinWord (o anche file creati con altri programmi come Excel o Access), solitamente un file che contiene dati ed un file di testo. Generalmente

Dettagli

bla bla Documents Manuale utente

bla bla Documents Manuale utente bla bla Documents Manuale utente Documents Documents: Manuale utente Data di pubblicazione lunedì, 14. settembre 2015 Version 7.8.0 Diritto d'autore 2006-2013 OPEN-XCHANGE Inc., Questo documento è proprietà

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

Word Processor: WORD (livello base) Classificazione

Word Processor: WORD (livello base) Classificazione Parte 5 Word Processor: WORD (livello base) Elementi di Informatica - AA 2008/2009 - MS Word 1 di 60 Classificazione Esistono diversi strumenti per la realizzazione di documenti testuali: Editor di testo

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058 by Studio Elfra sas Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione Aggiornato a Aprile 2009 Informatica di base 1 Elaborazione testi I word processor, o programmi per l'elaborazione

Dettagli

Operazioni fondamentali

Operazioni fondamentali Elaborazione testi Le seguenti indicazioni valgono per Word 2007, ma le procedure per Word 2010 sono molto simile. In alcuni casi (per esempio, Pulsante Office /File) ci sono indicazioni entrambe le versioni.

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel Il Foglio Elettronico 1 Parte I Concetti generali Celle e fogli di lavoro.xls Inserimento dati e tipi di dati Importazione di dati Modifica e formattazione di fogli di lavoro FOGLIO ELETTRONICO. I fogli

Dettagli

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial &RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD Microsoft Word Tutorial Sommario Introduzione Formattazione del documento Formattazione della pagina Layout di pagina particolari Personalizzazione del documento Integrazione

Dettagli

SCRIVERE TESTI CON WORD

SCRIVERE TESTI CON WORD SCRIVERE TESTI CON WORD Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello occorre un programma di elaborazione testo. Queste lezioni fanno riferimento al programma più conosciuto: Microsoft

Dettagli

SDL Trados Studio. Manuale per. Versione 2014

SDL Trados Studio. Manuale per. Versione 2014 Manuale per SDL Trados Studio Versione 2014 CONSULENZA E FORMAZIONE PER L INDUSTRIA DELLA TRADUZIONE LINGUATECH SNC - Via Beato Angelico 21 - Arezzo www.cat-trainer.it Informazioni generali Tutti i marchi

Dettagli

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Questo manuale illustra le operazioni più comuni per la manutenzione e aggiornamento del sito web http://terremoti.ingv.it/ultimi eventi/ tramite l interfaccia

Dettagli

Videoscrittura: Microsoft Word

Videoscrittura: Microsoft Word I programmi di videoscrittura Software applicativi Videoscrittura: Microsoft Word I programmi di videoscrittura sono la categoria di software più utilizzata in assoluto. Tutti hanno bisogno di scrivere,

Dettagli

L interfaccia di Microsoft Word 2007

L interfaccia di Microsoft Word 2007 L interfaccia di Microsoft Word 2007 Microsoft Word 2007 è un Word Processor, ovvero un programma di trattamento testi. La novità di questa versione riguarda la barra multifunzione, nella quale i comandi

Dettagli

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/ MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http:///ecdl/powerpoint/ INTERFACCIA UTENTE TIPICA DI UN SOFTWARE DI PRESENTAZIONE APERTURA E SALVATAGGIO DI UNA PRESENTAZIONE

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

Il mago delle presentazioni: PowerPoint

Il mago delle presentazioni: PowerPoint Informatica 2 livello/2ªb 21-02-2006 10:46 Pagina 48 Il mago delle presentazioni: è un programma di Microsoft che ti permette di creare presentazioni multimediali per mostrare, a chi vuoi, un tuo lavoro,

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

MODULO N. 2 Elaborazione dei testi

MODULO N. 2 Elaborazione dei testi MODULO N. 2 Elaborazione dei testi I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la competenza del corsista nell uso del personal computer come elaboratore di testi. Egli deve essere in grado di effettuare

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

Word processor funzione Stampa Unione

Word processor funzione Stampa Unione Word processor funzione Stampa Unione La funzione Stampa unione permette di collegare un documento che deve essere inviato ad una serie di indirizzi ad un file che contenga i nominativi dei destinatari.

Dettagli

7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA

7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA 7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA La principale utilità di un programma di posta elettronica consiste nel ricevere e inviare messaggi (con o senza allegati) in tempi brevissimi. Esistono vari programmi di

Dettagli

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 INDICE 1 Strumenti di Presentazione... 4 2 Concetti generali di PowerPoint... 5 2.1 APRIRE POWERPOINT... 5 2.2 SELEZIONE DEL LAYOUT... 6 2.3 SALVARE LA PRESENTAZIONE...

Dettagli

Word. Unità didattica 1 - Concetti generali

Word. Unità didattica 1 - Concetti generali Word Unità didattica 1 - Concetti generali Prerequisiti: nessuno in particolare Obiettivi: aprire, chiudere Word salvare un documento utilizzare la guida in linea modificare impostazioni di base Avviare

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Maria Maddalena Fornari Aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più Le operazioni più comuni Le operazioni più comuni Personalizzare l interfaccia Creare un nuovo file Ieri ci siamo occupati di descrivere l interfaccia del nuovo Office, ma non abbiamo ancora spiegato come

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Cominciamo dalla barra multifunzione, ossia la struttura a schede che ha sostituito la barra dei menu e la barra delle icone (Figura 1).

Cominciamo dalla barra multifunzione, ossia la struttura a schede che ha sostituito la barra dei menu e la barra delle icone (Figura 1). La barra multifunzione La barra multifunzione e il pulsante Microsoft Office Se avete lavorato per tanti anni con la suite da ufficio Office, questa nuova versione 2007 può disorientarvi davvero molto.

Dettagli

Massimo Curci, Fabrizio Recchia... Errore. Il segnalibro non è definito. Elisa Donzella... Errore. Il segnalibro non è definito.

Massimo Curci, Fabrizio Recchia... Errore. Il segnalibro non è definito. Elisa Donzella... Errore. Il segnalibro non è definito. Word 2000 Core SOMMARIO Premessa... 4 Utilizzare il comando Annulla, Ripristina e Ripeti... 5 Applicare formato carattere: grassetto, corsivo e sottolineato... 5 Utilizzare il controllo ortografico...

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

Manuale di Lokalize. Nick Shaforostoff Traduzione italiana: Pino Toscano

Manuale di Lokalize. Nick Shaforostoff Traduzione italiana: Pino Toscano Nick Shaforostoff Traduzione italiana: Pino Toscano 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Editor 6 2.1 Finestra principale..................................... 6 2.2 Barre degli strumenti....................................

Dettagli

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale Siti web e Dreamweaver Dreamweaver è la soluzione ideale per progettare, sviluppare e gestire siti web professionali e applicazioni efficaci e conformi agli standard e offre tutti gli strumenti di progettazione

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

Word per iniziare: aprire il programma

Word per iniziare: aprire il programma Word Lezione 1 Word per iniziare: aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per lavorare su uno già esistente occorre avviare il programma di gestione testi. In ambiente Windows, esistono

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

eascom MANUALE per UTENTI A cura di eascom 2012 www.eascom.it

eascom MANUALE per UTENTI A cura di eascom 2012 www.eascom.it MANUALE per UTENTI A cura di eascom 2012 www.eascom.it Indice Introduzione... 3 Perchè Wordpress... 3 Pagina di accesso all amministrazione... 3 Bacheca... 4 Home... 4 Aggiornamenti... 5 Articoli... 6

Dettagli

Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico

Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico Indice Format PDF e software per la creazione di documenti Che cosa si può fare con Adobe Acrobat Commenti, annotazioni e marcature grafiche

Dettagli

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel Esercitazione Exel: il foglio di lavoro B.1 Introduzione Exel è un applicazione che serve per la gestione dei fogli di calcolo. Questo programma fa parte del pacchetto OFFICE. Le applicazioni di Office

Dettagli

Modulo 4 Strumenti di presentazione

Modulo 4 Strumenti di presentazione Modulo 4 Strumenti di presentazione Scopo del modulo è mettere l allievo in grado di: o descrivere le funzionalità di un software per generare presentazioni. o utilizzare gli strumenti standard per creare

Dettagli

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com INTRODUZIONE Per gestire i contenuti del sito Emporio Vini Cantine G.S. Bernabei, è necessario scrivere nella barra degli indirizzi del proprio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Appunti di Word 2007 Febbraio 2009 di Maurizio Tiziano Moretto Funzioni di base procedure operative La versione di word processor contenuta nella suite di Office 2007 presenta

Dettagli

9Procedure. di stampa unione

9Procedure. di stampa unione 9Procedure di stampa unione Cosa avresti mai fatto senza la stampa unione? Nel caso faccia parte del tuo lavoro creare mailing per il marketing, indagini, trasmettere messaggi di posta elettronica o distribuire

Dettagli

Excel Guida introduttiva

Excel Guida introduttiva Excel Guida introduttiva Informativa Questa guida nasce con l intento di spiegare in modo chiaro e preciso come usare il software Microsoft Excel. Questa è una guida completa creata dal sito http://pcalmeglio.altervista.org

Dettagli

OpenOffice.org Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

OpenOffice.org Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. OpenOffice.org Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. OpenOffice.org è una suite di proprietà Sun Microsystems con copyright e licenza LGPL, che può essere classificato come software di produttività personale.

Dettagli

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Costruire formule in Excel Per gli utenti di altri programmi di foglio di calcolo, come ad esempio Lotus 1-2-3,

Dettagli

Introduzione a PowerPoint

Introduzione a PowerPoint Office automation - Dispensa su PowerPoint Pagina 1 di 11 Introduzione a PowerPoint Premessa Uno strumento di presentazione abbastanza noto è la lavagna luminosa. Questo strumento, piuttosto semplice,

Dettagli

MODULO3-Microsoft word

MODULO3-Microsoft word MODULO3-Microsoft word I principali elementi della finestra di WORD sono: BARRA MULTIFUNZIONE : contiene tutti i comandi disponibili pulsante OFFICE : consente di aprire un menù, sulla sinistra del quale

Dettagli

bla bla Documenti Manuale utente

bla bla Documenti Manuale utente bla bla Documenti Manuale utente Documenti Documenti: Manuale utente Data di pubblicazione mercoledì, 25. febbraio 2015 Version 7.6.2 Diritto d'autore 2006-2013 OPEN-XCHANGE Inc., Questo documento è proprietà

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 5 Cortina d Ampezzo, 8 gennaio 2009 FOGLIO ELETTRONICO Il foglio elettronico può essere considerato come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo

Dettagli

Breve guida a WORD per Windows

Breve guida a WORD per Windows 1. COSA È Il Word della Microsoft è pacchetto applicativo commerciale che rientra nella categoria dei word processor (elaboratori di testi). Il Word consente il trattamento avanzato di testi e grafica,

Dettagli

Condividere i documenti

Condividere i documenti Appendice Condividere i documenti Quando si lavora in gruppo su uno stesso documento, spesso succede che ciascun redattore stampi una copia del testo per segnare su di essa, a mano, le proprie annotazioni

Dettagli

Translation Workspace

Translation Workspace Translation Workspace Translation Workspace (TW) è composto da tre moduli: un'applicazione webbased (all'interno del browser), un client per la preparazione dei file/delle TM (Translation Workspace Tools)

Dettagli

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail Reti Informatiche: Internet e posta elettronica Tina Fasulo 2012 Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail 1 Parte prima: navigazione del Web Il browser è un programma che consente

Dettagli

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 1. Novità di Excel 2003 MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 CAPITOLO 1 Microsoft Office Excel 2003 ha introdotto alcune novità ed ha apportato miglioramenti ad alcune funzioni già esistenti nelle precedenti versioni

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio. Foglio elettronico Foglio elettronico EXCEL Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Il foglio elettronico è un programma interattivo, che mette a disposizione dell utente una matrice di righe

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Elaborazione testi Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 98

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 98 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 98 3.10 Creare in serie lettere ed etichette La Creazione guidata Stampa unione, presente nel menu Strumenti, consente di creare lettere tipo, etichette per indirizzi, buste...

Dettagli

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1 Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea 1-1 Introduzione Microsoft Word 2000 è un programma di trattamento testi, in inglese Word Processor, che può essere installato nel proprio computer o come singolo

Dettagli

Fertitecnica Colfiorito. Progetto sito web Manuale d uso del pannello gestionale

Fertitecnica Colfiorito. Progetto sito web Manuale d uso del pannello gestionale Fertitecnica Colfiorito Progetto sito web Manuale d uso del pannello gestionale Indice Analitico 1. Accesso al Pannello di Amministrazione 2. La Bacheca 3. Accedere alle opzioni delle Voci principali del

Dettagli