Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza"

Transcript

1 O.S.M.I. MILANO Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 IN COLLABORAZIONE CON BORSA IMMOBILIARE 7 DI Periodo di rilevazione dati: II SEMESTRE 2011 pubblicati nel mese di marzo 2012 Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza CONVENZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI IN COLLABORAZIONE CON: COLLEGIO AGENTI D AFFARI IN MEDIAZIONE DELLE PROVINCE DI MILANO, MONZA & BRIANZA DAL 1945 Agli iscri all'ordine degli Archite, Pianificatori, Paesaggis e Conservatori della Provincia di Milano, si offre la possibilità di so oscrivere un abbonamento usufruendo di uno sconto del 15% sui prezzi di lis no. Per maggiori informazioni si prega di conta are l'ufficio abbonamen. Tel IN COLLABORAZIONE CON: COLLEGIO AGENTI D AFFARI IN MEDIAZIONE DELLE PROVINCE DI MILANO, MONZA & BRIANZA DAL 1945 DOVE E COME ACQUISTARE LA RELEVAZIONE DEI PREZZI VEDI ANTA RETRO DI COPERTINA

2 M le di tt i ciu ul M lig h iso en ott om C ir SP60 Monz a Giussano 4 le Mo n te Ros R Verano Brianza 8 Lazzate 6 i P.le Le Puy En Velay i G ii M ag gio 16 Sa nt 'Alb in o Pom pei le P.za Quatt ro Nov embre P.za Virgo Fidelis Sant'Albino Montello molli Co V PARCO de ll a A4 4 Vimercate 41 Burago Molgora 48 Caponago Brugherio S. ROCCO-S.ALESSANDRO LEGENDA DELLE INFRASTRUTTURE metrotramvia - esistente autostrade, tangenziali autostrade, tangenziali in costruzione strade ad alta percorrenza, statali, provinciali Provincia di MILANO Bellusco 42 Ornago 49 Cavenago Brianza 52 Monza Agrate Brianza Sulbiate 33 Concorezzo 47 Muggiò 46 Cornate d Adda 27 Mezzago 34 Villasanta 40 2 itagora Santa M argherita Vedano al Lambro 39 Bernareggio 25 Aicurzio 26 Arcore 32 7 Offe lera Carnate 24 Lesmo 21 Varedo 44 Nova Milanese 45 Sand ro o ttice lli B A4 Lg Alberto Bertuzzi Bovisio Masciago 36 Sa rde gna Gio va nni Bande Nere Lissone 38 BRIANZA NORD Ronco Briantino 17 Usmate Velate 23 Provincia di MONZA e BRIANZA Desio 37 as ci Camparada 22 Sovico 20 Cesano Maderno 29 Limbiate 35 SANT ALBINO RI San Damiano C Correzzana 16 Macherio 30 Biassono 31 SP3 V ia O Velleia ia AD le L mia no San Da LV Sicilia Seregno 13 Seveso 19 Ceriano Laghetto 28 Ad an e stri n du V ia SA P.za Sandro Pertini om ba rd A i VI G Ercola no Malcanton Brambilla da Ba t t is CEDERNA CANTALUPO Cogliate 18 Triuggio 15 Albiate 14 Vi a ia P.za S anta Cat erina Da S iena Carate Brianza 9 Meda 12 Barlassina 11 VIALE ST UCCHI 14 lla Rob b ta Stucc hi Anto nio Cederna Giuseppe Giacosa le I de l Lu ca de Lentate sul Seveso 7 Misinto 10 VIA SI ViCIal LIA e Provincia di LECCO Besana Brianza 5 a oma M onza LIBERTÀ STADIO NUOVO Franco della Gall ara na V ia della Guerrina Renate 3 Provincia di COMO i D an t Mille 46 Muggiò 45 Nova Milanese 44 Varedo 35 Limbiate 36 Bovisio Masciago 37 Desio 29 Cesano Maderno 28 Ceriano Laghetto 13 Seregno 19 Seveso 18 Cogliate 12 Meda 11 Barlassina 10 Misinto 7 Lentate sul Seveso 6 Lazzate ra no Briosco 2 G ian Ba ttista Stuc ch O AN TIR MO NZ A IA RR OV Ernes FE to Messa VIA FERR ARI i BUONARROTI e rm F So.DONATO r ic 15 Tognini FIUME LAMBRO Antonio Rosmini ZI dei ea Ed lva Th om as A Le cc o Vi a Vi V a IA L e LE cccco o Anto nio Ca no va della Lovera Piave Bo V ia En le n Fio Piazz a Padre Domenico Ghez zi le Sicilia Em ilio Borsa 13 ibe rtà ig n olo C as 12 ieri n le l de no pi ri is os de le Va An no ni G ae ta no Le cc o a Vi Vi a llo L le AMATI Ro ta REGINA PACIS le Ug SOBBORGHI Silvio Pellico o VFIAosLcEoloF OSCO LO MENTANA Timavo Isonzo Italia M lle nio o Ga lilei Sa B lan do ria Luigi Neg re lli aclito Er Mentana nto rga zz i A OVIA Veduggio con Colzano 1 o sc hi P ENO ASIM VIALE TR P.za Podgora B BRIANZA OVEST ei B VIA CONFALONIERI Ca rlo VIA Amati Carlo da d Euclide Ita lia o Co rso Mil an otti cin Pa 5 FERR Galile mo AZ RG i Li par P.za Cas tello ro la Ge ia bar d L om le VIS VIA P.za Vincenzo Filicaia Zara DIA BAR LE L OM VIA Volterra RDIA Ticino Friuli LE L OM BA bard ia TI CON Lg Giuseppe Mazzini Æ roti VIA P.za G. Cambiaghi rg amo Buonar Lo m ngelo Mi chela BO Gio avriga le C CANALE VILLORESI ia Carn le Vi a Be DI I A suè C arducci M ant ova P.za S an Maurizio P.za S. Margherita Don ate Edmondo De Amicis CENTRO DUOMO DI MONZA STORICO RAN ZON i io V ia Ce res Æ P. G. Xxiii rreggio 1 Æ Lg. Carlo Esterle ALIP MAN ccin o Grandi P.za Trento e Trieste Lg. Molinetto P.za S an Michele Del Carso P.Tta B. E rba GRAZIE VECCHIE à Libert LECCO le S.GERARDO VIA VIA ppu pa n ia Piazz a Papa Paolo V i P. Martiri Della Libert à o C a rdo tta Go Ca va Str a Villasanta Piazz a Andrea Oggioni ineta le P lt Vo n Sa dei o Sil Giuli Pu g li a TE dr o ri hie an A li g ss a Vi e S olf rino Mach iavelli icolò N o Goldoni Carl V ia olis e 11 n ia 4Æ NI S an IAP.za P.za APP P. Martire IAAchille Armando Diaz P.za Indipendenz a Piazz a Europa P. A mmiraglio M. Camperio le M li u 6 P.za Giovanni Citt erio c hi Bian osè I OTTP.za CA As e on nt ia Ca V C A le a S ole Parco di Monza DAN nte Da VIA V ia Vi a M V L VAL el VIA BOCCACCIO a na pio ne ad VILLA REALE SI A MED io en Tr asim as c in S.Æ CARLO arsa la LARGO M ala Mars MOLINETTO S.GIUSEPPE Vi CAMPANIA a le Ca ROMAGNA m le L l di S.CoBIAGIO lavia s Monza O S.GOTTARDO ORE Aldina A ZA am I etti TT ZE NIZ DOb ati niz Do IA no ed ic i to Laz AGN Tron to n live te O V ia OM LE R rianza le B et a Vi S g ua a ss a VILL M uca BRIAN Ga v a nn G io M G mo iaco o Carlo M eda rd o ALE rvin No CAN Ce Sotto Valo sa di VIA gora le VIA em S gan alsu ia V Mo L SI S GRO Mana ra 3 i Bellin re Batt IA tti V TRIANTE V allo C av e c CAVALLOTTI Feli V ittorio Vene to na Va l Se ria zia 9 Pit a Ta sa di Sopra Va lo SP5 S erio lli so Mare VIA rat ig Ad a av Va lc o ico Tazzoli En r S Alfon en d ar te on ro Tan aro Vi c iano PARCO PARCO, VILLA REALE isti M llo Ta na oro lla S. FRUTTUOSO N ove a della ng a P La v VIA MACALLÈ G on 2 zo inc en V ia V a ade V Sa rc e ever T o Piazz a Don Giovanni Minz oni d el L u I ZZOTT VIA MOZART Ce s a le P.le Virgilio Vi B ar ONA TACC na ELLA Tac co D ia VIA V tri a es ia M o Bir in i nvis Mo Taccona 10 I ATTIST o i Fig tti el it VIA B d ella V ia o Lu ig na no a dell d Bo na TACCONA, a ellin Valt RONDÒ DEI PINI a ron lla TORNEAMENTO ade ch e Str B os V ia Lg Alpini la es e e Fa lc on pa od i La ri 8 na zia ls erio i iova nn G ro Eu A B ir o rrig d ni oro A V ia G alva SS36 do M Al a VIALE tto u ig i L V P. Nove Novembre 1989 ggiò n iz e ell EL Vi EZIA al e El ve SS36 ttisti E ini agan CAZZANIGA lò P, Nic o OSPEDALE NUOVO ini Parco di Monza gli de i Ti le G io ova SS36 e sare Ba C Æ le AMA VIA R ONI VIA LISS i ta na z zin M en a pe M Æ 7 AL Po ad ore C Trieste VI Piazz a Antonio Gramsci rya ra dgo Piazz a Lorenzo Daelli li Tig i de M GLI AMBITI TERRITORIALI Ve d ano pa i iago As hi to Rig L ne ese go R re lli E u ro ugus uc c Ferr via O sla Piazz a Caduti di Fani eg uig i N s ep a Pa d ve a P ia ati Vedano al Lambro V ia sin as o bin P.le Pic as so SP220 st e Trie lli a G iu li l Va n Ur onz am e om a B r a ma a te d M r ed G o ff ov Piazz ale Giot to sc o Æ rr ice VI V ia To lista ange A a Ev nce R om Piazz ale Stazione i Xx tt em Se Fra Z ara ig Piazz a Lissone P. Quattro N ov embre Giuseppe Garibaldi bre Lu a Vi P. G. La Pira ica no n Ca M Busnago 43 Roncello Lissone 39 Vedano al Lambro 30 Macherio 31 Biassono 21 Lesmo 22 Camparada 20 Sovico 14 Albiate 15 Triuggio 16 Correzzana 9 Carate Brianza 5 Besana Brianza 8 Verano Brianza 4 Giussano 2 Briosco 3 Renate 1 Veduggio con Colzano BRIANZA EST 54 Caponago 53 Brugherio 51 Agrate Brianza 52 Cavenago Brianza 47 Concorezzo 48 Burago Molgora 49 Ornago 50 Roncello 40 Villasanta 41 Vimercate 42 Bellusco 43 Busnago 32 Arcore 24 Carnate 33 Sulbiate 34 Mezzago 26 Aicurzio 25 Bernareggio 27 Cornate d Adda 23 Usmate Velate 17 Ronco Briantino Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 Matteotti e se Nu Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 M

3 Introduzione 1. Congiuntura economica e mercato immobiliare Economia e mercato immobiliare vanno di pari passo, così, in un momento dove l incertezza economica regna sovrana, anche il mercato della casa e degli immobili di impresa fatica. Le pesanti ripercussioni della crisi finanziaria, infatti, si sono infrante sul mercato immobiliare nazionale. Nel corso del 2011, a preconsuntivo, le compravendite di abitazioni in Italia dovrebbero attestarsi sulle 600mila, con una riduzione di quasi 12mila unità rispetto al 2010 ed una variazione percentuale nell ordine del -2%, da imputarsi, prevalentemente, alle diminuzioni fatte registrare nei primi due trimestri dell anno (-3,7% e -6,6% rispetto al I ed al II trimestre 2010). Anche in Lombardia e nei suoi punti di eccellenza economici (come la Brianza) le cose non si discostano dall andamento nazionale poiché il rischio di un andamento economico generale a doppia W assume sempre più credibilità, come anche si evince dall indice di produzione industriale disposto da Unioncamere Lombardia. Figura 1: Lombardia - INDICE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE Previsione per il 4 trimestre 2011 altri mercati la concretizzano, fa apparire difficoltoso l acquisto, dato che la liquidità ha un valore. Si assistono pertanto sul mercato ad episodi contrattivi di prezzo che, seppur in modo non eccessivo, confermano le difficoltà che gli acquirenti incontrano a richiedere mutui o a prestare affidabilità verso il sistema economico complessivo. 2. Mercato residenziale Gli ultimi dati sullo stock e sul numero di scambi al 2010 individuano un mercato residenziale potenziale di Monza (rappresentato dallo stock di abitazioni esistenti) pari al 15,8% di quello del resto della Provincia brianzola, ma quello effettivo (espresso dal numero di compravendite vere e proprie) consiste nel 13,3% (tab. 1). Tabella 1 - Numero di compravendite e dello stock residenziale 2010 e share% Variabili Aree 2010 Share % N. compravendite Monza ,3 Brianza escl. Monza ,7 Stock Monza ,8 Brianza escl. Monza ,2 Fonte: Elaborazioni su dati Agenzia del Territorio. Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 A ciò si deve aggiungere la pur necessaria ma preoccupante tassazione che anche i recenti provvedimenti legislativi hanno inasprito e l enorme tasso di disoccupazione (che tocca dimensioni davvero consistenti fra i giovani). La domanda immobiliare non è sparita, ma le aspettative economiche che, in questo, come negli In base al sentiment raccolto dagli agenti immobiliari che raccolgono le informazioni di mercato, è possibile ipotizzare una riduzione degli scambi nell anno 2011 rispetto al precedente che si attesterebbe sul -1,7% nel Capoluogo e sul -2,4% nella Brianza (esclusa Monza). 1

4 Monza e Brianza Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 Tabella 2 - Variazioni percentuali del numero di compravendite Variabili Aree Var. % 11*/10 Var. % 11*/06 Monza -1,7-23,0 Brianza escl. Monza -2,4-34,9 * Preconsuntivi d anno. Fonte: Elaborazioni su dati Agenzia del Territorio. Sul fronte dei prezzi di vendita al II semestre 2011 si registra una contrazione semestrale sia nel capoluogo (-2,2%) che nel resto della provincia (-0,8%), più marcata per gli appartamenti vecchi e per quelli usati. Il comparto del nuovo continua a manifestare una tenuta migliore con variazioni in sei mesi pari a -1,2% e -0,3% (rispettivamente per il capoluogo e la provincia; tab. 3). Tabella 3 - Prezzi medi e variazioni percentuali nominali degli appartamenti (Euro al mq e valori %) Aree Tipologie di appartamenti Comune di Monza Costo medio II 11 () Var. % 6 mesi Var. % 12 mesi Var. % 24 mesi Nel complesso ,2-3,9-12,0 Nuovi ,2-2,0-2,8 Recenti ,6-4,3-13,9 Vecchi ,7-4,9-17,0 Brianza escluso Monza Nel complesso ,8-2,6-7,3 Nuovi ,3-0,8-3,9 Nel Comune Capoluogo presentano riduzioni annuali e semestrali nei prezzi del residenziale sia zone esterne come Buonarroti - San Donato, San Rocco o Libertà - Stadio, sia quelle più pregiate come Parco-Villa Reale ed il centro storico (tab. 4). Tabella 4 - Prezzi medi di compravendita di appartamenti nel complesso e variazioni percentuali nominali semestrali ed annuali, per zona urbana nel Comune di Monza (Euro al mq e valori %) urbane nel complesso Var. % 6 mesi Var. % 1 anno BUONARROTI - S. DONATO ,9-3,9 CAZZANIGA - OSPEDALE NUOVO ,2-4,0 CEDERNA - CANTALUPO ,2-3,7 CENTRO STORICO ,9-2,6 GRAZIE VECCHIE - S. GERARDO ,2-3,9 PARCO - VILLA REALE ,0-2,8 REG. PACIS - SOBB.I - MENTANA ,2-4,0 S. BIAGIO - S. GOTTARDO ,5-4,1 S. CARLO - LARGO MOLINETTO ,5-4,3 S. GIUSEPPE - CAMP. - ROMAGNA ,2-3,5 S. ROCCO - S. ALESSANDRO ,4-5,0 SAN FRUTTUOSO ,5-4,6 Recenti ,0-3,0-7,9 Vecchi ,0-3,5-9,7 Fonte: Ufficio Studi FIMAA Milano, Monza & Brianza SANT ALBINO ,3-3,6 TACCONA - RONDO DEI PINI ,7-4,9 TRIANTE - CAVALLOTTI ,9-4,6 VIA LIBERTA - STADIO NUOVO ,4-3,2 Fonte: Ufficio Studi FIMAA Milano, Monza & Brianza. 2

5 Monza e Brianza Figura 2 - Comune di Monza - Prezzi medi di compravendita di appartamenti nel complesso (media nuovi, recenti e vecchi) per zona urbana () Fonte: Ufficio Studi FIMAA Milano, Monza & Brianza L esame sulle aree più pregiate compiuto sui comuni della Provincia definisce, in media, un area con prezzi più consistenti nel cuore centrale della Brianza, in una vasta area che, oltre al Capoluogo, comprende Nova, Desio, Lissone, Vedano, Villasanta, Arcore, Vimercate, Concorezzo, Biassono, Brugherio, Bellusco, Lesmo, e Carnate. All opposto, i prezzi medi degli appartamenti più bassi sono mediamente corrisposti all estremo confine ovest con i Comuni di Lentate, Lazzate, Misinto, Cogliate, Ceriano Laghetto, e Bovisio-Masciago e al Nord nei Comuni di Briosco, Veduggio, Triuggio, Renate, Correzzana e Camparada, ad est, invece, solamente Ronco e Cavenago (fig. 3). Figura 3 - Prezzi medi di appartamenti (media nuovi, recenti e vecchi; ) nei Comuni Restano pressoché invariate le quote percentuali degli scambi residenziali nelle aree in cui la Brianza è stata classificata, in base alla densità demografica ed alle caratteristiche dei mercati immobiliari (Vimercatese, Caratese, Cesianese-Desiano). La maggior quota di scambi residenziali avviene nel Cesanese (37,2% nel II semestre 2011), mentre a chiudere la graduatoria decrescente è il Caratese (24,4%) che precede il Comune Capoluogo, con il 12,9% del totale (fig. 4). Figura 4 - Le quote % degli scambi residenziali II semestre 2011 nelle macroaree Fonte: Elaborazioni Ufficio Studi FIMAA Milano, Monza & Brianza su dati Agenzia del Territorio La dinamica dei prezzi rilevati nelle tre aree in cui si è suddiviso il territorio Provinciale risulta abbastanza dissimile, sebbene le variazioni percentuali semestrali dei prezzi degli appartamenti in media risultano in riduzione, le percentuali oscillano tra il Cesanese-Desiano che non registra alcuna variazione di prezzo ed il -1,7% del Vimercatese (tab. 5). Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 Fonte: Ufficio Studi FIMAA Milano, Monza & Brianza 3

6 Monza e Brianza Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 Tabella 5 - Prezzi medi e variazioni percentuali nominali di appartamenti nel complesso nelle Macroaree della Brianza (, val. %) MacroAree Costo medio II sem. 11 () 6 mesi Variazioni % 12 mesi 24 mesi Vimercatese ,7-3,5-9,7 Caratese ,6-3,3-6,8 Cesanese-Desiano ,0-0,8-5,1 Brianza esclusa Monza ,8-2,6-7,3 Fonte: Ufficio Studi FIMAA Milano, Monza & Brianza Per quanto riguarda il mercato dell affitto scendono i canoni di locazione a Monza (-1% in 6 mesi; il canone medio per un appartamento di oltre 70 metri quadri non arredati è di 68 Euro/mq), così come in Brianza (-3,3% in 6 mesi) mentre i rendimenti annui si attestano sul 3,2% in città e 3,6% in Brianza. (tab. 6). Tabella 6 - Canoni di locazione, rendimenti potenziali lordi da locazione e variazioni percentuali nominali dei canoni di locazione per appartamenti per zona urbana in Monza (/anno, val. %) Tipologia immobiliare Zona urbana Canone medio II sem. 11 e redditività lorda (/a.; %) oltre 70 m² non arredati 6 mesi Variazioni % 12 mesi 24 mesi Centro 83 (2,4) -2,9% -2,9% -5,7% Semicentro 65 (2,8) +1,1% -5,2% -15,7% Periferia 56 (3,1) -0,6% -6,8% -13,6% MEDIA 68 (3,2) -1,0% -4,7% -11,3% Mono-bilocali arredati ( /mese) Centro 580 (4,6) 0,0% 0,0% -7,9% Semicentro 467 (5,4) -0,9% -2,4% -11,4% Periferia 408 (6,2) -1,5% -3,8% -9,4% MEDIA 485 (6,2) -0,7% -1,9% -9,5% Fonte: Ufficio Studi FIMAA Milano, Monza & Brianza I rendimenti lordi risultano più ridotti nel Centro del Comune Capoluogo e più elevati nelle aree periferiche, mentre nel resto della Brianza risultano più elevati nel Cesanese-Desiano (tab. 7). Tabella 7 - Canoni di locazione di appartamenti di oltre 70 mq ( / mq per anno) e di mono-bilocali arredati ( al mese) e rendimenti potenziali lordi da locazione (valori %) nelle aree della Brianza Area App. oltre 70 m² non arredati Mono-bilocali arredati ( /mese) Canoni Canoni Rendimenti Rendimenti ( ( % % per anno) per anno) Vimercatese 72 3, ,3 Caratese 72 3, ,7 Cesanese-Desiano 69 3, ,8 Fonte: Ufficio Studi FIMAA Milano, Monza & Brianza 3. Mercato degli immobili di impresa La domanda di spazi terziari e commerciali risulta stazionaria in tutti i comuni della Provincia, così come la domanda industriale resta improntata alla stabilità. I prezzi, evidentemente, riflettono tali caratteristiche strutturali della domanda. Nel capoluogo quelli dei negozi calano in sei mesi di -1,1%, mentre quelli degli uffici recenti diminuiscono di -0,2% nella Provincia. I capannoni industriali registrano in sei mesi -0,5% (in Brianza) e -2,1% nel Comune capoluogo (tab. 8). Tabella 8 - Prezzi medi e variazioni percentuali nominali degli immobili di impresa ( e valori %) Area Comparto immobiliare Comune di Monza Prezzo medio II 11 Var. % 6 mesi Var. % 12 mesi Var. % 60 mesi ,1-1,7-1,8 Uffici Recenti ,7-3,5-3,1 industriali nuovi Brianza esclusa Monza ,1-2,4 n.d ,6-1,4-4,4 Uffici Recenti ,2-1,6-3,6 ind. nuovi 922-0,5-0,5 n.d. Fonte: Ufficio Studi FIMAA Milano, Monza & Brianza 4

7

8 Certificazione energetica obbligatoria? Obbligo di contabilizzare il calore? Redazione capitolati per manutenzione condomini? Perizie immobiliari per compravendita? SPECIALISTI NELLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA T Project società di ingegneria srl, Ugo Foscolo Milano - MM1 DUOMO tel fax STUDIO DI ARCHITETTURA E INGEGNERIA Interni, Involucro edilizio e impianti interventi di riqualificazione energetica, manutenzione ordinaria e straordinaria, nuova edificazione: 1. Diagnosi Energetica 2. Progettazione del sistema involucro edilizio/impianti 3. Progettazione acustica 4. Progettazione architettonica (per ottenimento permessi ed esecutiva) 5. Direzione Lavori 6. Sicurezza di cantiere 7. Pratiche catastali 8. Pratiche VVF per Prevenzione Incendi 9. Collaudo statico 10. Certificazione energetica 11. Valorizzazione immobiliare 12. Analisi termografiche 13. Perizie immobiliari

9 Velocissima Semplicissima Comodissima Cercare, vendere e affittare casa, in qualunque momento e in qualsiasi posto. Il partner di business per i professionisti. Il motore di ricerca più potente per chi cerca casa. Il portale immobiliare su misura per te. Con la nuova App di Casa.it, puoi cercare ca e casa dove e quando vuoi. SCARICALA GRATIS SU:

10

11 Avvertenze e presentazione 2 Glossario italiano-inglese 3 Criteri per la determinazione della superficie catastale 3-4 CIMEP 5 Efficienza energetica degli edifici 6-7 Note di mercato 8 Compravendita Comune di Monza Locazioni Comune di Monza Centro Storico 2 Parco - Villa Reale 3 S. Biagio - S. Gottardo 4 S. Carlo - Largo Molinetto 5 Regina Pacis - Sobborghi - Mentana 6 Grazie Vecchie - S. Gerardo 7 Cazzaniga - Ospedale Nuovo 8 Taccona - Rondò dei Pini 9 Triante - Cavallotti 10 S. Fruttuoso 11 S. Giuseppe - Campania - Romagna 12 S. Rocco - S. Alessandro 13 Buonarroti - S. Donato 14 Cederna - Cantalupo 15 Libertà - Stadio Nuovo S. Albino 16 Centro Storico Parco - Villa Reale S. Biagio - S. Gottardo S. Carlo - Largo Molinetto Regina Pacis - Sobborghi - Mentana Grazie Vecchie - S. Gerardo Cazzaniga - Ospedale Nuovo Taccona - Rondò dei Pini Triante - Cavallotti S. Fruttuoso S. Giuseppe - Campania - Romagna S. Rocco - S. Alessandro Buonarroti - S. Donato Cederna - Cantalupo Libertà - Stadio Nuovo S. Albino Comitato prezzi Camera Commercio Monza e Brianza 90 Camera di Commercio Monza e Brianza 91 Rilevatori Fimaa Milano, Monza & Brianza Operatori accreditati O.S.M.I. Borsa Immobiliare Comuni della Provincia di Monza e Brianza 100 sommario Compravendita e Locazione Comuni della Provincia di Monza e Brianza Agrate Brianza Aicurzio 56 Albiate 57 Arcore Barlassina 58 Bellusco 59 Bernareggio 60 Besana in Brianza Biassono Bovisio-Masciago Briosco 61 Brugherio Burago di Molgora 62 Busnago 63 Camparada 64 Caponago 65 Carate Brianza Carnate 66 Cavenago di Brianza 67 Ceriano Laghetto 68 Cesano Maderno Cogliate 69 Concorezzo Cornate d Adda 70 Correzzana 71 Desio Giussano Lazzate 72 Lentate sul Seveso Lesmo 73 Limbiate Lissone Macherio 74 Meda Mezzago 75 Misinto 76 Muggiò Nova Milanese Ornago 77 Renate 78 Roncello 79 Ronco Briantino 80 Seregno Seveso Sovico 81 Sulbiate 82 Triuggio 83 Usmate Velate 84 Varedo 85 Vedano al Lambro 86 Veduggio con Colzano 87 Verano Brianza 88 Villasanta 89 Vimercate Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 X Numero della zona/comune 1

12 2Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 avvertenze presentazione Guida alla lettura dei valori La presente pubblicazione, promossa dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza ed edita a cura di OSMI Borsa Immobiliare, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Milano, presenta i risultati delle rilevazioni effettuate sul territorio da oltre 70 agenti immobiliari e dai loro collaboratori della rete di rilevatori FIMAA Milano, Monza & Brianza (Collegio Agenti d Affari in Mediazione delle Province di Milano, Monza & Brianza dal 1945) operanti sul territorio di Monza e Brianza. - I prezzi in essa contenuti hanno carattere indicativo. Nella identificazione del prezzo si è tenuto conto della media, scartando le quotazioni relative a particolari fattispecie di punte massime o minime. - La presente pubblicazione, che per la sua caratteristica pubblica riveste significativa importanza, potrà servire da supporto indicativo per gli operatori, mentre dovrà essere utilizzata dai cittadini come ausilio informativo. Le differenti zone di ubicazione dell immobile rispetto al centro urbano ed utilizzate nella fase di rilevazione dei prezzi dei comuni della provincia di MONZA, quest ultima esclusa, sono denominate centro e periferia intendendosi per - centro una localizzazione caratterizzata dalla presenza di infrastrutture e servizi. In un comune possono coesistere anche due (o 1 Fonti: Estimo, Marcello Orefice; Codice delle valutazioni immobiliari, Tecnoborsa. La determinazione del prezzo di alienazione e locazione del prodotto immobiliare, per la peculiarità di ogni singola unità, abbisogna dell apporto di specifiche conoscenze ed esperienze professionali di operatori del settore, ove l immobile considerato possa essere oggetto di cambio di destinazione d uso il valore riportato è da considerarsi riferito allo stato risultante e presente negli atti comunali. Nella compravendita degli appartamenti di nuova e vecchia costruzione, l unità di misura adottata è il metro quadro. 1 Stralcio tratto da Usi tecnici della Provincia di Milano più) centri, che non devono necessariamente riferirsi agli storici insediamenti urbani ; e per: - periferia aree più esterne senza massiccia presenza di infrastrutture e servizi, non classificabili come zone di pregio 1. Devono poi essere necessariamente evidenziate in fase di rilevazione quelle particolari enclave caratterizzate da alta qualità degli edifici o da localizzazioni estremamente favorevoli (ad es. edifici con impiantistica tecnologicamente avanzata, appartamenti nell ambito di parchi o aree protette, aree pedonali, uffici in centri direzionali, capannoni industriali nei pressi di svincoli autostradali, ecc.) per l evidenza delle quali vengono utilizzate in fase di rilevazione note esplicative con indicazione delle percentuali di differenziazione dei prezzi massimi rilevati per la medesima tipologia di immobile. - Qualora i valori immobiliari siano variati rispetto al semestre precedente, verranno indicati come segue: aumenti del prezzo medio rispetto al semestre precedente inferiori al 5% sono indicati in grassetto; aumenti del prezzo medio rispetto al semestre precedente superiori al 5% sono indicati in grassetto sottolineato; diminuzioni del prezzo medio rispetto al semestre precedente inferiori al 5% sono indicate in corsivo; diminuzioni del prezzo medio rispetto al semestre precedente superiori al 5% sono indicate in corsivo sottolineato. Uso della rilevazione prezzi per le valutazioni RESIDENZIALE COMPRAVENDITA DEGLI APPARTAMENTI IN CONDOMINIO 1 La superficie commerciale dell appartamento è così calcolata: mq della superficie seguendo il perimetro esterno dei muri perimetrali tenuto conto anche dei bow-windows chiusi, dei quali segue la sporgenza; se il muro perimetrale è in comunione con un altro edificio, con un altra unità immobiliare o con una parte degli enti comuni al fabbricato, viene calcolato solo al 50%. La superficie commerciale dei balconi è così calcolata: mq dei balconi sporgenti dal filo esterno del fabbricato è considerata nella misura di 1/2 ; in caso di balconi non sporgenti dal filo esterno del fabbricato (logge) si considerano i 2/3. La superficie commerciale dei terrazzi è così calcolata: i mq del terrazzo posto a livello sono aggiunti a quelli dell appartamento di pertinenza nella misura del 50%, quando esso misuri fino ad un terzo della superficie dell appartamento cui è asservito e non inferiore al 25% in tutti gli altri casi. La superficie in mq del terrazzo posto su livello diverso da quello dell appartamento (lastrico solare di pertinenza a sottotetti, locali di servizio, mansarde) è aggiunta a quella dell appartamento di pertinenza nella misura del 40% e non inferiore al 20%. COMPRAVENDITA DI VILLE E VILLETTE La realtà di ville e villette è significativa per il territorio della Brianza. Per la determinazione della superficie commerciale di ville e villette si rimanda a Usi Tecnici della Provincia di Milano. NORME GENERALI Nella valutazione di ogni immobile, oltre alle differenziazioni correlate alla vetustà ed alla posizione rispetto alle zone e all importanza delle vie, è indispensabile che vengano evidenziati i riferimenti tipologici che possono incidere sul prezzo di mercato dell immobile: - si dovrà tenere conto se l unità sia libera da locazione o, qualora sia occupata, la legge di riferimento in base alla quale è stipulato il contratto di locazione (392/78 431/98) ; - si dovrà tener conto dell esistenza dell impianto ascensore nonché del piano su cui insiste l unità di vendita, compreso l attico con terrazzo al piano; - si dovrà considerare il numero di servizi di cui l appartamento è munito, ed anche se sia completo di impianto di riscaldamento centralizzato, autonomo o centralizzato a consumo autonomo contabilizzato; - Sarà poi evidenziato se la struttura del soffitto è in legno o in cemento armato nonché il grado di isolamento, ai sensi delle leggi vigenti (10/91 e Dlgs 192/2005); - Concorrono alla individuazione del prezzo il livello di manutenzione, la dotazione di box o posto auto e della eventuale portineria. Per i terreni edificabili i valori pubblicati sono da intendersi con concessione edilizia, esclusi i costi di progettazione e degli oneri comunali.

13 Glossario italiano-inglese per l uso della pubblicazione Italian-english glossary for the use of the publication nuovi o ristrutturati: new/refurbished apartments. recenti entro 35 anni: apartments built within the last 35 years. residenziali di tipologia media di 70 mq circa non arredati: non furnished residential apartments, on average 70 sqm. vecchi oltre 35 anni: apartments built over 35 years ago. Bilocali: two room apartments. : garage(s). Box singolo nello stabile: single car garage in the building. Canone annuo: annual rent. Canone mensile a corpo: monthly rent. /Opifici nuovi o ristrutturati: new and/or refurbished warehouse/factory. /Opifici vecchi: used warehouse/factory. Compravendita: buying and selling. Depositi/magazzini: storage. Laboratori: laboratory. Locazione: lease. Monolocali: studio apartments. Monolocali arredati: furnished studio apartments. Monolocali non arredati: non furnished studio apartments. : boutique(s)/shop(s). in vie commerciali: boutique(s)/shop(s) in retail/shopping areas/districts. Posto auto in autosilo: parking space in a parking garage. Quattro locali: 3 bedroom apartments. Terreni residenziali: residential land. Trilocali: 2 bedroom apartments. Uffici: office(s). Uffici in stabili direzionali: offices in an office building. Criteri per la determinazione della superficie catastale ai sensi del DPR 138/1998 Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre

14 4Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011

15 Il C.I.M.E.P. è un Consorzio di Comuni cui attualmente aderiscono, oltre alla Provincia, il Comune di Milano ed altri 77 Comuni, nato per volontà di un gruppo di Comuni, Milano compreso, che opera nell edilizia convenzionata, con funzione calmieratrice dei prezzi degli alloggi, per consentire l accesso al bene casa di quelle fasce di popolazione che, per ragioni economiche, non potevano e non possono permettersi di accedere al libero mercato. Detti alloggi erano e sono soggetti a precisi vincoli, tra i quali la definizione del prezzo, che ne regolano la circolazione successivamente al primo acquisto. Questi elementi convenzionali, dettati dalla volontà di evitare comportamenti speculativi, hanno però portato ad una oggettiva uscita dal mercato di tali alloggi. In molti casi la differenza tra valore convenzionale e valore di mercato dell alloggio ha assunto proporzioni tali, più del doppio di quella iniziale, da non consentire di riacquistare un altro alloggio di edilizia convenzionata con le stesse caratteristiche di quello venduto, ma di nuova realizzazione. In Ottobre 2008 è stato organizzato da C.I.M.E.P., O.S.M.I.-Borsa C.I.M.E.P. Nuove regole per le rivendite degli alloggi di edilizia economica popolare a cura di C.I.M.E.P. (Consorzio Intercomunale Milanese per l Edilizia Popolare) Legenda per il calcolo della nuova formula X è il prezzo massimo di vendita; Va è il valore al momento del primo acquisto, risultante dall atto notarile; Vma è il valore commerciale a quel momento; Vmv è il valore commerciale al momento della vendita successiva al primo acquisto. Sia Vma che Vmv possono essere desunti dalle pubblicazioni Rilevazioni dei Prezzi degli Immobili edite da O.S.M.I.-Borsa Immobiliare, che possiede dati storici fin dal 2 semestre Vma e Vmv derivano dalla moltiplicazione del valore, in euro al metro quadrato, desunto dalla colonna appartamenti nuovi o ristrutturati, della suddetta pubblicazione, rispettivamente al momento del primo acquisto ed al momento della successiva vendita, per la superficie commerciale sc. (per la definizione di sup. comm. vedi pagina 2) Ai valori così calcolati, rispettivamente vca e vav, va aggiunto il valore del box, o del posto auto, definito a corpo, rispettivamente vcb e vbv. I valori per determinare il valore commerciale corrispondono alla Immobiliare, F.I.M.A.A.-Milano, Monza & Brianza e il Consiglio Notarile di Milano un appuntamento su questo delicato tema. Da qui la decisione della revisione complessiva del metodo di calcolo del prezzo di rivendita per non far venir meno lo spirito dell edilizia convenzionata (alloggi a prezzo controllato), ma consentire comunque un equo ristoro dei proprietari. Si è quindi agganciato il valore convenzionale al valore di mercato, mantenendo sostanzialmente costante nel tempo la differenza iniziale tra i due valori. La nuova formula è la seguente: X = (Va : Vma) x Vmv. media dei valori indicati per appartamenti nuovi o ristrutturati ubicati in periferia. Per le convenzioni con concessione in diritto di superficie delle aree, con durata fino a 99 anni dalla sottoscrizione, si applica poi un deprezzamento dello 0,5% annuale, da applicarsi dal 11 al 35 anno dal primo acquisto. Oltre il 35 anno si utilizzano i valori indicati nella colonna appartamenti vecchi oltre 35 anni senza ulteriori deprezzamenti. Per le convenzioni con cessione in proprietà delle aree, con validità fissata in 30 anni dalla sottoscrizione, limite massimo previsto dalla normativa vigente, si applica una procedura più articolata poiché alla scadenza dei 30 anni gli alloggi diventano liberamente commerciabili senza alcun vincolo. La rivalutazione avviene per i primi venti anni dalla sottoscrizione della convenzione, come per il diritto di superficie, dal ventunesimo al trentesimo anno, la differenza tra i due valori diminuisce annualmente di una percentuale costante, fino al raggiungimento al trentesimo anno di un valore di vendita pari al 95% del valore di mercato. L applicazione alle vecchie convenzioni è subordinata all assenso del Comune territorialmente interessato. Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre

16 6Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 efficienza energetica degli edifici di Elisabetta Aiazzone, Master Casa Clima, BAEC Divisione Energetica Il piano europeo per i cambiamenti climatici Al fine, anche, di rispettare gli accordi presi nel protocollo di Kyoto, nel 2006 l Unione Europa ha varato un piano di interventi a livello comunitario con tre precisi ed ambiziosi obiettivi per il 2020: 20% come risparmio nei consumi di energia primaria; 20% come percentuale minima d impiego di fonti rinnovabili; 20% come riduzione di emissioni di gas ad effetto serra. Le norme sul risparmio energetico Nonostante il clamore di questi anni abbia portato alla ribalta le problematiche del clima e dei consumi razionali di energia, soprattutto di quella prodotta dall uso di combustibili fossili, la normativa in argomento risale a più di un decennio. Qui di seguito si riportano le principali norme attualmente in vigore. UE: DIR 92/75/CEE (consumo energia - etichettatura); DIR 2002/91/CE (rendimento energetico nell'edilizia); DIR 2006/32/CE, 5 aprile 2006 (efficienza energetica) ITALIA: L. 10/91 (risparmio energetico e fonti rinnovabili) e DM ; DLgs 192/05 e 311/06 (rendimento energetico nell'edilizia, DIR 2002/91/CE); DLgs 115/08 (efficienza usi finali e servizi energetici, DIR 2006/32/CE) REGIONE LOMBARDIA: D.G.R. 8/8745/2008 NORME TECNICHE: UNI/TS 11300:2008, Prestazioni energetiche degli edifici. La certificazione energetica Il rispetto delle prescrizioni vigenti in materia di consumo ed efficienza energetica degli edifici è accertato attraverso tre tipologie di documenti: 1) l Attestato di Qualificazione energetica. Supplisce alla certificazione nelle more della definizione dell assetto normativo, locale e nazionale; 2) l Attestato di Certificazione energetica. E il documento definitivo previsto dalla legge potrà avere formati grafici differenti a seconda delle varie Ragioni ma comunque dovrà contenere: i parametri energetici dell immobile esaminato, i valori di legge e quelli di riferimento, le indicazioni utili a migliorare l efficienza energetica rilevata; 3) la Diagnosi Energetica. Studio del consumo energetico di un edificio per individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi-benefici. La certificazione è obbligatoria per gli uffici pubblici e per tutti i nuovi edifici, mentre per quelli esistenti solo se sono oggetto di compravendita (come intero edificio), oppure se sono oggetto di totale demolizione e ricostruzione o di rifacimento integrale delle facciate. Per tutte le unità immobiliari, salvo per quelle prive di impianto di riscaldamento, l obbligo della certificazione è entrato in vigore dal 1 luglio 2009 in caso di compravendita e dal 1 luglio 2010 in caso di locazione. L attestazione è inoltre necessaria per ottenere gli incentivi di legge (per la Lombardia: cened.it/cenedhome) Con la certificazione si stima la quantità annua di energia che serve all edificio, o a un appartamento, ufficio, laboratorio, ecc.,

17 per il riscaldamento invernale, il raffrescamento estivo, la produzione di acqua calda, sanitaria, la ventilazione degli ambienti. Il consumo di energia medio per il riscaldamento di un appartamento energeticamente di scarsa efficienza è pari a 150 kwh/ m2 anno e corrisponde alla classe E (colore ARANCIO SCURO). A cui corrisponde la quasi totalità degli edifici esistenti, soprattutto se costruiti prima del 1990 o ristrutturati prima del Il consumo di energia medio di un appartamento energeticamente efficiente è pari a 50 kwh/m2anno e corrisponde alla classe B (colore VERDE PRATO). I certificatori Possono certificare il consumo di energia, e rilasciare la certificazione, i professionisti iscritti ai rispettivi ordini e collegi professionali abilitati all'esercizio della professione relativa alla progettazione di edifici ed impianti, asserviti agli edifici stessi Gli incentivi per il risparmio energetico Al fine di favorire la responsabilizzazione dei cittadini verso il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni inquinanti oltre ad una intensa campagna d informazione, rivolta soprattutto ai prodotti di uso più diffuso come gli elettrodomestici, lo Stato attua un opera di incentivazione su due livelli. Conto Energia (DM 19/02/2007). Viene riconosciuta una tariffa superiore a quella di mercato ai cittadini che attraverso il proprio impianto producono energia da fonti rinnovabili (fondamentalmente attraverso pannelli solari fotovoltaici, micropale eoliche o salti d acqua) o tramite cogenerazione (produzione combinata caldo/elettricità). Il gestore della rete preleva direttamente l energia dall impianto privato. E una misura applicabile anche su piccola scala, villetta o condominio, conveniente su prati incolti o coperture di grandi superficie - come per i capannoni industriali (https://fotovoltaico.gsel.it/) Detrazione 55% (L.296/06 e 244/07). E prevista un detrazione fiscale pari al 55% delle spese sostenute per alcuni interventi quali: la riduzione delle dispersioni termiche degli edifici (isolamento muri, sostituzione serramenti, ecc); l installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda; l installazione di caldaie a condensazione o di pompe di calore (http://finanziaria2008.acs.enea.it/) I costi dell energia Dal 2003 per il gas e dal 2007 per l energia elettrica, per tutti i paesi della comunità europea è in vigore la liberalizzazione del mercato dell energia per gli utenti finali - anche se piccoli consumatori, come le utenze domestiche (http://www.autorita.energia.it/energia_semplice/index.htm). I costi del gas e dell energia elettrica possono sinteticamente essere scomposti come segue: ELETTRICITA : materia prima 65%; distribuzione 20%; imposte 15% GAS: materia prima 40%; distribuzione 25%; imposte 35% GLOSSARIO MINIMO Tecnologie per gli edifici Fonte Tecnologia/impiego SOLE VENTO TERRA Tecnologia pannelli fotovoltaici per l energia elettrica collettori per l acqua calda sanitaria e riscaldamento (contributo) micropale per l energia elettrica pompe di calore geotermiche per caldo/freddo (contributo) Impiego POMPA DI CALORE produzione di caldo e freddo con una sola macchina VENTILAZIONE MECCANICA ricambio controllato dell aria CALDAIA A CONDENSAZIONE RECUPERATI CALORE sfruttamento del calore latente dell impianto COGENERAZIONE produzione combinata caldo/elettricità TRIGENENRAZIONE produzione combinata caldo/freddo/elettricità Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 Riferimenti utili AEEG (Autorità per l energia elettrice e il gas) ENEA (Ente per le Nuove Tecnologie, l'energia e l'ambiente) CTI (Comitato Termotecnico Italiano) GSE (Gestore Servizi Elettrici) 7

18 8Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 note di mercato relative al 2 semestre 2011 Comitato Prezzi C.C.I.A.A. di Monza e Brianza Monza Città compravendita Residenziale Domanda: stazionaria, debole per mancanza di accesso al credito. Offerta: stazionaria. Prezzi: in leggera flessione, più marcata in chiusura di tra a va, maggiore a enzione al prodo o di qualità e cer ficato. Terziario* Domanda: stabile. Offerta: stabile, presente per scarso assorbimento. Prezzi: tenden al ribasso. Industriale Domanda: stazionaria. Offerta: in eccedenza. Prezzi: tenden al ribasso. Terreni Domanda: a enta e sele va. Offerta: stazionaria. Prezzi: in calo con tendenza alla stabilità. Provincia compravendita Residenziale Domanda: leggermente in calo e sempre sele va. Discriminante il prezzo e cos ges onali. La classe energe ca inizia ad incidere nelle valutazioni. Offerta: costante, spinta prevalentemente da necessità. Affiora un certo a endismo. Prezzi: in contrazione più accentuata sull'usato. Sul nuovo si rileva una disponibilità alla tra a va, solo se ragionevole. Tempi di vendita 6-9 mesi. Domanda: Offerta: Prezzi: Terziario* poco significa va e rivolta solo agli immobili in ubicazioni privilegiate. costante con proposte nella riqualificazione di aree dismesse. al ribasso moderato ma degno di rilevazione. Industriale Domanda: in forte a enuazione, concentrata su poche loca on strategiche. Offerta: stabile, spesso non in grado di soddisfare la domanda per pologia e infrastru ure. Prezzi: in tenuta con possibilità di negoziazione ragionevole. Terreni Domanda: in ne ssimo calo. Offerta: calma e cara erizzata da un a eggiamento di a esa. Prezzi: fortemente ribassa e susce bili di ulteriore livellamento. *Nota bene: per il terziario sono esclusi dalle note di commento i grossi complessi direzionali e commerciali.

19 di MONZA Popolazione residente: Densità demografica (Ab./Kmq): Numero di famiglie: Numero di appartamenti (censimento 2001): Numero di scambi di appartamenti: Rapporto % n. di scambi/n. di appartamenti:...2,23%

20 Rilevazione dei prezzi degli Immobili sulla piazza della Provincia di Monza e Brianza 2 semestre 2011 Monza Circoscrizioni Sup.(Kmq): 33,08 Abitanti: nuovi o ristrutturati euro / mq recenti entro 35 anni euro / mq vecchi oltre 35 anni euro / mq : Per negozi in centro storico in zona di pregio/isola pedonale fino al 60% in più. Uffici: per uffici nuovi i prezzi sono allineati a quelli degli degli "appartamenti nuovi o ristrutturati". euro / a corpo euro / mq 1 Centro Storico 4600/ / / / / Parco - Villa Reale 3750/ / / / / S. Biagio - S. Gottardo 3450/ / / / / S. Carlo - Largo Molinetto 2950/ / / / / Reg. Pacis - Sobborghi - Mentana 2650/ / / / / Grazie Vecchie - S. Gerardo 3400/ / / / / Cazzaniga - Ospedale Nuovo 3000/ / / / / Taccona - Rondo Dei Pini 2350/ / / / / Triante - Cavallotti 3350/ / / / / San Fruttuoso 2650/ / / / / S. Giuseppe - Campania - Romagna 3000/ / / / / S. Rocco - S. Alessandro 2350/ / / / / Buonarroti - S. Donato 2500/ / / / / Cederna - Cantalupo 2200/ / / / / Libertà - Stadio Nuovo 2350/ / / / / Sant Albino 2200/ / / / /

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

4 - Dati generali e climatici

4 - Dati generali e climatici 4 - Dati generali e climatici 88 Sommario 4.1 Dati catasto energetico... 91 4.1.1 Edificio... 91 4.1.2 Proprietario e responsabile dell impianto... 92 4.2 Dati generali... 96 4.2.1 Richiesta... 96 4.2.2

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

Le pompe di calore II

Le pompe di calore II Le pompe di calore II G.L. Morini Laboratorio di Termotecnica Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale Viale Risorgimento 2, 40136 Bologna COP medio effettivo: SCOP COP

Dettagli

AVVISO AGLI UTENTI. Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate

AVVISO AGLI UTENTI. Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate AP AU nr. 11/2015 AVVISO AGLI UTENTI Data emissione 21 Gennaio 2015 Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate Si informa la Gentile Clientela che a partire

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Gli aggiornamenti più recenti proroga detrazione del 65% estensione dell agevolazione ad altri interventi aumento della ritenuta d acconto sui bonifici

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI AVVERTENZA Nella tabella viene usato il termine per fare riferimento ai partecipanti al condominio, mentre viene usato il termine per far riferimento ai partecipanti

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale per il mercato del lavoro Direzione Generale per l innovazione tecnologica e la comunicazione Diario degli aggiornamenti 17/07/2008 17/07/2008

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA

Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA (aggiornata a gennaio 2014) 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... pag. 3 IL PIANO CASA IN TOSCANA... pag. 4 INTERVENTI DI AMPLIAMENTO....pag. 5 INTERVENTI DI DEMOLIZIONE

Dettagli

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 2. VALUTAZIONI DI CARATTERE ECONOMICO... 6 2.1 COSTO DI PRODUZIONE DI UN FABBRICATO... 6 2.2 INCIDENZA DEL VALORE DEL TERRENO SUL FABBRICATO...

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere.

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere. La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere Obiettivi

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

p o : E o = p e : E e da cui p o = p e * E o E e

p o : E o = p e : E e da cui p o = p e * E o E e "Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta" Bob Proctor (Fondatore e Presidente di Life Success Productions) STANDARDS INTERNAZIONALI DI VALUTAZIONE IL COST APPROACH Il Cost Approach

Dettagli

LEGGE 10 E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

LEGGE 10 E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Q U A D E R N I P E R L A P R O G E T T A Z I O N E LEGGE 10 E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Aggiornamento alle UNI TS 11300 parte 4 Contiene la versione del software Termo versione Lite, sviluppato

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it

Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it Committente: Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/212251 - fax: 039/2109334 http//www.alsispa.it

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico GSE Gestore Servizi Energetici Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico D.M. 28 dicembre 2012 Indice dei contenuti 1. Generalità... 4 Finalità del documento... 4 Requisiti minimi per l utilizzo

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

Art.5 Piani regionali.

Art.5 Piani regionali. Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia (legge 9/1/1991 n 10) TITOLO I Norme

Dettagli

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60 4. L ENERGIA 4.1. Premessa L 80% circa dell energia consumata nell UE deriva dai combustibili fossili: petrolio, gas naturale e carbone. Di questa percentuale, una parte considerevole, in costante aumento,

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

RIDUZIONE CONTRIBUTO ORDINARIO A SEGUITO DEL PRESUNTO MAGGIOR GETTITO ICI FABBRICATI EX-RURALI, CAT. E, B

RIDUZIONE CONTRIBUTO ORDINARIO A SEGUITO DEL PRESUNTO MAGGIOR GETTITO ICI FABBRICATI EX-RURALI, CAT. E, B RIDUZIONE CONTRIBUTO ORDINARIO A SEGUITO DEL PRESUNTO MAGGIOR GETTITO ICI FABBRICATI EX-RURALI, CAT. E, B L articolo 2 commi da 39 a 46 del D.L. 262/2006 conv. L. 286/2006 aveva previsto per gli enti locali

Dettagli

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE DI PREVENZIONE INCENDI Analisi di rischio e individuazione delle misure di sicurezza equivalenti. Individuazione delle misure di prevenzione e/o di protezione che permettono

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli