INDICE RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. ORGANI SOCIETARI...Pag. 4. ANDAMENTO ECONOMICO.. Pag.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2013. MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. ORGANI SOCIETARI...Pag. 4. ANDAMENTO ECONOMICO.. Pag."

Transcript

1 Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013

2

3 INDICE RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2013 ORGANI SOCIETARI...Pag. 4 ANDAMENTO ECONOMICO.. Pag. 7 ANDAMENTO GESTIONALE E NOTE DI COMMENTO Pag Settore Assicurativo Danni... Pag Settore Assicurativo Vita.. Pag Settore Immobiliare.. Pag Settore Altre Attività.... Pag Gestione Patrimoniale e Finanziaria. Pag. 24 PATRIMONIO NETTO... Pag. 37 ALTRE INFORMAZIONI... Pag. 39 FATTI DI RILIEVO ACCADUTI DOPO LA CHIUSURA DEL TRIMESTRE... Pag. 43 PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELL ATTIVITA Pag. 44 CRITERI DI REDAZIONE E AREA DI CONSOLIDAMENTO... Pag. 45 DICHIARAZIONE DEL DIRIGENTE PREPOSTO..Pag. 54 RELAZIONE DELLA SOCIETA DI REVISIONE SULLA REVISIONE CONTABILE LIMITATA DELLA RELAZIONE SEMESTRALE.. 3

4 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Fabio Cerchiai * Pierluigi Stefanini * Carlo Cimbri * Presidente Vice Presidente Amministratore Delegato Carla Angela Gianluca Brancadoro Cristina De Benetti Daniele Ferrè Germana Ravaioli Antonio Rizzi * Componenti il Comitato Esecutivo Roberto GIAY Segretario del Consiglio Il Consiglio di Amministrazione è stato nominato dall Assemblea degli Azionisti del 29 Aprile 2013 per i tre esercizi 2013, 2014 e 2015 e, quindi, fino all Assemblea di approvazione del bilancio dell esercizio Il Consiglio di Amministrazione dell 8 Maggio ha provveduto alla nomina delle cariche sociali ed alla costituzione di appositi Comitati consiliari come di seguito riportato. Il Consiglio ha nominato, per tutta la durata del suo mandato e, quindi, fino all approvazione del bilancio dell esercizio 2015, Fabio Cerchiai nella carica di Presidente, Pierluigi Stefanini nella carica di Vice Presidente e Carlo Cimbri nella carica di Amministratore Delegato. Il Vice Presidente Pierluigi Stefanini è stato inoltre, nominato Amministratore incaricato del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi, ai sensi del Codice di Autodisciplina delle società quotate. Il Consiglio di Amministrazione ha nominato, per tutta la durata del suo mandato e, quindi, fino all approvazione del bilancio dell esercizio 2015, un Comitato Esecutivo composto da n. 3 Consiglieri nelle persone di coloro che ne fanno parte di diritto ai sensi dell art. 18 dello statuto sociale e, cioè, il Presidente Fabio Cerchiai, il Vice Presidente Pierluigi Stefanini e l Amministratore Delegato Carlo Cimbri. Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre nominato: quali componenti del Comitato per la Remunerazione, i Consiglieri Gianluca Brancadoro (nel ruolo di Presidente), Carla Angela e Cristina De Benetti, tutti indipendenti; quali componenti del Comitato Controllo e Rischi, i Consiglieri Antonio Rizzi (nel ruolo di Presidente), Carla Angela e Cristina De Benetti, tutti indipendenti; il signor Massimo Dalfelli quale dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili e societari. 4

5 RAPPRESENTANTE COMUNE DEGLI AZIONISTI DI RISPARMIO Emanuele Rimini COLLEGIO SINDACALE Giuseppe Angiolini Presidente Antonino D Ambrosio Sindaco effettivo Giorgio Loli Sindaco effettivo Francesco Bavagnoli Sindaco supplente Claudio De Re Sindaco supplente Michela Zeme Sindaco supplente Il Collegio Sindacale è stato nominato dall assemblea del 10 luglio 2012 e verrà a scadenza con l assemblea di approvazione del bilancio al 31 dicembre REVISORI CONTABILI INDIPENDENTI RECONTA ERNST & YOUNG S.P.A. DIRIGENTE PREPOSTO alla redazione dei documenti contabili societari Massimo Dalfelli 5

6 DATI DI SINTESI DEL GRUPPO ( milioni) 31/03/ /03/2012 Risultato di Gruppo 46,7-17,9 Premi lordi emessi 705,5 816,1 di cui: Premi lordi emessi Rami Danni 622,0 730,4 Premi lordi emessi Rami Vita 83,5 85,7 Raccolta relativa a polizze di investimento 1,8 2,0 APE (*) 7,7 7,3 Combined ratio Rami Danni (**) 94,9% 100,1% Loss ratio Rami Danni (**) 73,0% 79,5% ( milioni) 31/03/ /12/2012 Investimenti 8.544, ,4 Riserve tecniche nette Rami Danni 5.076, ,4 Riserve tecniche nette Rami Vita 3.255, ,9 Passività finanziarie 338,8 327,4 Solvency ratio 121,0% 115,7% (*) Somma del primo premio dei nuovi contratti a premio annuo, più un decimo dei premi dei nuovi contratti a premio unico. (**) Incluso oneri tecnici. 6

7 Resoconto Intermedio di Gestione al 31 Marzo 2013 IL GRUPPO MILANO ASSICURAZIONI Al 31 marzo 2013 il Gruppo Milano Assicurazioni comprende complessivamente, inclusa la Capogruppo, n. 11 società, di cui 5 operano nel settore assicurativo, 4 nel settore immobiliare, 1 a supporto al business assicurativo e 1 nei servizi diversi. Milano Assicurazioni S.p.A. rappresenta un primario operatore del mercato assicurativo italiano, attivo sia nel settore delle assicurazioni contro i danni che in quello delle assicurazioni sulla vita, con un ammontare di premi annui consolidati di circa 3,1 miliardi ed una rete di vendita costituita da quasi agenzie che operano su tutto il territorio nazionale. La sede legale è a Milano, in Via Senigallia 18/2. La società è quotata alla Borsa Valori di Milano. Il presente resoconto illustra i settori nei quali operano le società del gruppo ed i relativi andamenti. Si ricorda che in data 19 luglio 2012, in esecuzione dell accordo di investimento del 29 gennaio 2012, Unipol Gruppo Finanziario S.p.A. (UGF) ha eseguito l aumento di capitale di Premafin Finanziaria S.p.A. Holding di Partecipazioni deliberato dall assemblea straordinaria del 12 giugno 2012 e riservato a UGF. Con la predetta sottoscrizione UGF è divenuto l azionista di controllo di Premafin con una quota pari all 81% circa del suo capitale sociale, acquisendo, conseguentemente, il controllo indiretto del Gruppo Fondiaria-SAI e, quindi, di Milano Assicurazioni. In data 14 novembre 2012, il Consiglio di Amministrazione di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., con sede in Via Stalingrado 45, Bologna, ha deliberato l'avvio dell'esercizio dell'attività di direzione e coordinamento nei confronti di Fondiaria-Sai S.p.A. e delle società già soggette alla direzione e coordinamento di quest'ultima, fra cui Milano Assicurazioni S.p.A. Milano Assicurazioni è inoltre entrata a far parte del Gruppo Assicurativo Unipol, iscritto all'albo dei Gruppi Assicurativi al n ANDAMENTO ECONOMICO Il primo trimestre 2013 si chiude con un utile netto di competenza del gruppo di 46,7 milioni, che si confronta con la perdita di 17,9 milioni rilevata al 31 marzo Il prospetto che segue evidenzia il conto economico del trimestre in esame, riportando il confronto e le variazioni rispetto al 1 trimestre

8 ( migliaia) 31/03/ /03/2012 Variazione Premi netti di competenza Commissioni attive Proventi netti derivanti da strumenti finanziari a fair value rilevato a conto economico Proventi da controllate, collegate e joint venture Proventi da altri strumenti finanziari e investimenti immobiliari Interessi attivi Altri proventi Utili realizzati Utili da valutazione Altri ricavi Totale ricavi Oneri netti relativi ai sinistri Commissioni passive Oneri da controllate, collegate e joint venture Oneri da altri strumenti finanziari e investimenti immobiliari Interessi passivi Altri oneri Perdite realizzate Perdite da valutazione Spese di gestione Provvigioni e altre spese di acquisizione Spese di gestione degli investimenti Altre spese di amministrazione Altri costi Totale costi Utile del periodo prima delle imposte Imposte sul reddito Utile del periodo al netto delle imposte Utile (perdita) delle attività operative cessate Utile consolidato Utile (perdita) del periodo di pertinenza di terzi Utile del periodo di pertinenza del gruppo

9 Resoconto Intermedio di Gestione al 31 Marzo 2013 Gli aspetti gestionali che hanno caratterizzato il trimestre possono così riassumersi: - il settore danni registra un utile prima delle imposte di 62,8 milioni a fronte della perdita di 22,6 milioni rilevata nel 1 trimestre Il miglioramento è, in primo luogo, riconducibile ad un andamento tecnico positivo, con un combined ratio che si attesta, al netto della riassicurazione, al 94,9% a fronte del 100,1% del 31 marzo Si ricorda inoltre che il risultato 2012 era stato negativamente influenzato da 48,2 milioni di perdite su crediti rilevate a seguito del fallimento della società Im.Co. S.p.A. nei confronti della quale erano in corso operazioni di acquisto di immobili in corso di costruzione. In particolare, il ramo R.C. Autoveicoli fa rilevare un significativo miglioramento della gestione corrente, con i sinistri denunciati che evidenziano un calo del 16,3% e una frequenza in diminuzione. La liquidazione dei sinistri di esercizi precedenti ha evidenziato la tenuta delle riserve stanziate nel bilancio 2012 e, quindi, un impatto sostanzialmente neutro sul conto economico del trimestre. L andamento tecnico è conseguentemente positivo. Anche il ramo Corpi di veicoli terrestri fa registrare un andamento tecnico positivo, confermando la tendenza già emersa nel recente passato anche a seguito delle nuove modalità di vendita delle singole garanzie e dell adeguamento dei limiti assuntivi dei rischi, effettuato alla luce degli andamenti di mercato. Negli altri rami danni si registrano risultati positivi nei rami Infortuni, Incendio e Assistenza, mentre risultano negativi il ramo R.C. Generale, a fronte di una sinistralità di esercizio corrente ancora elevata, e il ramo Cauzioni, penalizzato da alcune escussioni di polizze fideiussorie risalenti ad anni lontani; - il settore vita chiude il 1 trimestre dell esercizio con un utile ante imposte di 22,3 milioni, in miglioramento rispetto agli 18,7 milioni rilevati al 31 marzo La redditività trova supporto in un portafoglio polizze caratterizzato, in larga prevalenza, da prodotti di tipo tradizionale, la cui impostazione tecnica è orientata, attraverso la selezione delle ipotesi demografiche e finanziarie, a garantire stabilmente una soddisfacente marginalità. I prodotti offerti, per la qualità e l ampiezza del listino a disposizione, sono in grado di soddisfare ogni esigenza della clientela, sia sul versante del risparmio (previdenziale e non) sia su quello dell investimento sia con riferimento ai bisogni di sicurezza e protezione. - il settore immobiliare chiude con una perdita ante imposte di 1,4 milioni, sostanzialmente in linea con quella rilevata nel 1 trimestre 2012 ed essenzialmente riconducibile alle quote di ammortamento e agli oneri di gestione degli immobili detenuti da Immobiliare Milano, non del tutto coperti dai ricavi per canoni di locazione; - la gestione patrimoniale e finanziaria ha fatto rilevare proventi complessivi netti per 69,3 milioni, contro 79,4 milioni di competenza del 1 trimestre La riduzione deriva principalmente da minori utili su realizzo di titoli obbligazionari. In particolare, con riferimento alle voci più significative: - gli interessi attivi ammontano a 63 milioni, a fronte degli 61,1 milioni registrati al 31 marzo 2012 (+3,2%); 9

10 - gli utili netti realizzati ammontano a 15,7 milioni (erano 33,2 milioni nel 1 trimestre 2012) e riguardano titoli obbligazionari per 9,9 milioni e titoli azionari per 5,6 milioni, di cui 4,7 milioni derivano dalla cessione della partecipazione in Unicredito, avvenuta nel mese di gennaio. I residui 0,2 milioni derivano da cessioni di unità immobiliari; - le perdite da valutazione ammontano a 8,9 milioni ( 18,7 milioni al 31 marzo 2012) e riguardano impairment operati su strumenti finanziari Available for Sale per 3,3 milioni e quote di ammortamento su immobili per 5,6 milioni; - gli strumenti finanziari a fair value rilevato a conto economico fanno registrare proventi netti per 0,8 milioni ( 8,7 milioni nel 1 trimestre 2012) e riguardano, essenzialmente, prodotti vita con rischio a carico degli assicurati; - le società collegate fanno rilevare oneri netti per 4,3 milioni, di cui 3,4 milioni derivano dal recepimento della quota di competenza del risultato di Atahotels, che continua a risentire dell andamento ancora debole del settore alberghiero e di costi di struttura che si mantengono elevati; - le spese di gestione del settore assicurativo danni ammontano a 129,1 milioni, con una incidenza sui premi netti di competenza pari al 19,7% (19,6% al 31 marzo 2012). Nei rami vita le spese di gestione risultano pari a 5,5 milioni (l incidenza sui premi netti risulta del 6,8% contro l 8,9% rilevato per il primo trimestre del precedente esercizio). Al 31 marzo 2013 il personale dipendente delle società consolidate integralmente risulta pari a n unità, in aumento di n. 8 unità rispetto al 31 dicembre La rete agenziale delle compagnie del gruppo alla chiusura del trimestre è costituita da n agenzie, in calo di n. 17 unità rispetto alla chiusura dell esercizio Si segnala infine che il risultato di periodo non è influenzato da eventi od operazioni significative non ricorrenti o estranee rispetto al consueto svolgimento dell attività. Il prospetto che segue riporta i conti economici redatti a livello di singolo settore. Il Settore Immobiliare comprende i risultati conseguiti dalle società immobiliari controllate (Immobiliare Milano Assicurazioni, Sintesi Seconda, Campo Carlo Magno) e dal Fondo Immobiliare Athens, mentre il settore Altre Attività riepiloga gli andamenti della controllata Sogeint, che opera nel campo dell assistenza commerciale alle Agenzie. 10

11 Resoconto Intermedio di Gestione al 31 Marzo 2013 ( migliaia) Danni Vita Immobiliare Altre Attività Elisioni intersett. Totale Premi netti di competenza Commissioni attive Proventi netti derivanti da strumenti finanziari a fair value rilevato a conto economico Proventi da controllate, collegate e joint venture Proventi da altri strumenti finanziari e investimenti immobiliari Interessi attivi Altri proventi Utili realizzati Utili da valutazione Altri ricavi Totale ricavi Oneri netti relativi ai sinistri Commissioni passive Oneri da controllate, collegate e joint venture Oneri da altri strumenti finanziari e investimenti immobiliari Interessi passivi Altri oneri Perdite realizzate Perdite da valutazione Spese di gestione Provvigioni e altre spese di acquisiz Spese di gestione degli investimenti Altre spese di amministrazione Altri costi Totale costi Risultato del periodo prima delle imposte al 31/03/ Risultato del periodo prima delle imposte al 31/03/

12 ANDAMENTO GESTIONALE E NOTE DI COMMENTO Settore assicurativo Danni Premi emessi I premi del lavoro diretto emessi nel 1 trimestre 2013 ammontano complessivamente a 620,9 milioni, in diminuzione del 14,8% rispetto al 1 trimestre 2012 e riguardano i rami Auto per 425 milioni (-17,2%) e gli altri rami danni per 195,8 milioni (-9,2%). Nell ambito dei rami Auto, i premi R.C. Autoveicoli ammontano a 374,4 milioni, con un calo del 17,1% che indica il proseguimento, in maniera più incisiva, delle politiche di pulizia del portafoglio plurisinistrato nonché il negativo andamento delle immatricolazioni di nuovi autoveicoli che, anche nel trimestre in esame, hanno fatto registrare un decremento significativo (-13%) a conferma che la difficile congiuntura economica colpisce pesantemente il settore, anche per il continuo aumento dei costi connessi all utilizzo dell automobile. Con l obiettivo di perseguire una struttura tariffaria più competitiva e di tipo meno mutualistico, è proseguito, nel corso dei primi mesi del 2013, il processo di revisione delle politiche tecnico-commerciali relativo alle convenzioni. L intento è quello di ridurre l incidenza del portafoglio convenzionato, sia in termini di numero di polizze che di monte sconti applicato e di ridistribuire il monte sconti agenziale con logiche di tipo rigorosamente tecnico. Nel ramo Corpi di Veicoli Terrestri sono stati emessi premi per 50,6 milioni, con una diminuzione del 17,9% rispetto al 1 trimestre Anche in questo caso l andamento dei premi è principalmente frutto del difficile contesto economico, che determina una contrazione delle immatricolazioni di auto nuove e, riducendo il reddito a disposizione delle famiglie, rende comunque più difficoltoso l inserimento di garanzie accessorie nelle polizze auto. Il volume di affari è inoltre condizionato dalle politiche di vendita delle case automobilistiche, che, inclusi nel prezzo della vettura, offrono pacchetti assicurativi con garanzie incendio, furto e assistenza. Hanno infine inciso le azioni di pulizia del portafoglio plurisinistrato. Negli altri rami danni i premi emessi ammontano a 195,8 milioni. La riduzione rispetto al corrispondente trimestre del precedente esercizio (-9,2%) deriva dal ridimensionamento del portafoglio corporate, soprattutto a seguito delle iniziative intraprese nei settori ormai connotati da un andamento strutturalmente negativo e anche dalle difficoltà che sta incontrando il settore retail che, pur essendo il principale obiettivo della politica assuntiva, è penalizzato dalla grave crisi economica in atto, che riduce il reddito a disposizione delle famiglie per la stipula di coperture assicurative. Hanno pesato negativamente anche le incertezze derivanti dalle recenti vicende dell ex Gruppo Fondiaria-Sai, che hanno poi portato all acquisizione del controllo da parte del gruppo Unipol. 12

13 Resoconto Intermedio di Gestione al 31 Marzo 2013 Nell attuale, difficile contesto economico, la politica assuntiva continua ad applicare criteri prudenziali ed è prevalentemente indirizzata verso il settore retail e verso aziende di piccole o medie dimensioni che operano in settori e aree geografiche tradizionalmente profittevoli. Nel settore Corporate proseguono le azioni di riforma del portafoglio con andamenti negativi. La politica di sottoscrizione è particolarmente attenta, soprattutto con riferimento alle garanzie catastrofali e alle coperture RC del settore sanitario privato (dopo che nel 2012 è stata completata la dismissione del portafoglio relativo al settore sanitario pubblico). Nel lavoro indiretto i premi ammontano a 1,2 milioni e continuano ad avere un peso marginale per effetto della decisione, già presa in passato, di cessare le sottoscrizioni sul mercato della riassicurazione attiva con compagnie non facenti parte del Gruppo Societario di appartenenza. Si riporta di seguito la ripartizione per ramo dei premi del lavoro diretto: ( migliaia) Gen-Mar 2013 Gen-Mar 2012 Variaz. % Infortuni e malattia ,9 Ass. marittime, aeron. e trasporti ,0 Incendio ed Altri Danni ai Beni ,8 R.C. generale ,8 Credito e Cauzioni ,4 Perdite pecuniarie di vario genere ,9 Tutela giudiziaria ,4 Assistenza ,4 TOTALE RAMI NON AUTO ,2 R.C. Autoveicoli terrestri ,1 Corpi di veicoli terrestri ,9 TOTALE RAMI AUTO ,2 TOTALE ,8 13

14 Sinistri Il primo trimestre dell esercizio conferma il miglioramento già emerso nel corso dell esercizio 2012: i sinistri complessivamente denunciati sono stati n e fanno registrare una diminuzione del 14,6% rispetto al 31 marzo In particolare, con riferimento al solo ramo R.C. Autoveicoli i sinistri denunciati nel trimestre risultano n e il calo rispetto all analogo periodo del 2012 è pari al 16,3%. I sinistri pagati al 31 marzo 2013, al lordo della riassicurazione passiva, ammontano a 540 milioni, con un decremento del 10,3% rispetto agli 601,7 milioni rilevati nel corrispondente periodo del precedente esercizio. Si riporta di seguito la ripartizione, per ramo di bilancio, del numero dei sinistri denunciati e dell importo dei sinistri pagati del lavoro diretto italiano: Sinistri denunciati (Numero) Sinistri pagati ( migliaia) 31/03/ /03/2012 Var. % 31/03/ /03/2012 Var. % Infortuni e malattia , ,7 Ass. marittime, aeron. E trasporti , ,6 Incendio ed Altri Danni ai Beni , ,5 R.C. Generale , ,0 Credito e Cauzioni , ,5 Perdite pecuniarie di vario genere , ,0 Tutela giudiziaria , ,3 Assistenza , ,1 TOTALE RAMI NON AUTO , ,3 R.C. Autoveicoli Terrestri (*) , ,2 Corpi di veicoli terrestri , ,6 TOTALE RAMI AUTO , ,8 TOTALE , ,3 (*) i sinistri denunciati si riferiscono ai sinistri causati da nostri assicurati (no card + card debitore). L importo dei pagamenti comprende anche il differenziale fra pagamenti effettuati e forfait recuperati su sinistri rientranti nel regime card gestionario. 14

15 Resoconto Intermedio di Gestione al 31 Marzo 2013 Andamenti tecnici Il primo trimestre 2013 fa rilevare un andamento tecnico positivo e in significativo miglioramento rispetto al corrispondente trimestre del precedente esercizio: il combined ratio complessivo al 31 marzo, al netto della riassicurazione passiva, risulta infatti pari al 94,9%, contro il 100,1% rilevato al 31 marzo In particolare, il ramo R.C. Autoveicoli fa rilevare un significativo miglioramento della gestione corrente, con i sinistri denunciati che evidenziano un calo del 16,3% e una frequenza in diminuzione. La liquidazione dei sinistri di esercizi precedenti ha evidenziato la tenuta delle riserve stanziate nel bilancio 2012 e, quindi, un impatto sostanzialmente neutro sul conto economico del trimestre. L andamento tecnico è conseguentemente positivo. Anche il ramo Corpi di veicoli terrestri fa registrare un andamento tecnico positivo, confermando la tendenza già emersa nel recente passato anche a seguito delle nuove modalità di vendita delle singole garanzie e dell adeguamento dei limiti assuntivi dei rischi, effettuato alla luce degli andamenti di mercato. Negli altri rami danni si registra un risultato complessivo in sostanziale pareggio. In particolare: - sono positivi gli andamenti dei rami Infortuni, Incendio e Assistenza; - il ramo R.C. Generale permane negativo, sia pure su livelli inferiori rispetto a quelli registrati al 31 marzo 2012, per effetto di una sinistralità di esercizio corrente ancora elevata, mentre la liquidazione dei sinistri di esercizi precedenti fa denotare segnali di miglioramento rispetto al recente passato a seguito della maggiore tenuta della riserva dopo i rafforzamenti effettuati nel bilancio 2012; - il ramo Cauzioni è stato penalizzato da alcune escussioni di polizze fidejussorie risalenti agli anni 90 da parte della Agenzia delle dogane e dei monopoli della Campania, in relazione ad operazioni poste in essere da un importante operatore, cliente di compagnie appartenenti al gruppo Milano Assicurazioni. Le richieste sono state peraltro impugnate in sede giudiziaria e sono state sospese. Nuovi prodotti immessi sul mercato Nel segmento Retail, dal 1 Gennaio 2013 è commercializzato il nuovo prodotto Difesa per Infortuni da Circolazione che, rivolgendosi sia alle persone fisiche che alle società, garantisce una copertura completa al conducente dei veicoli indicati in polizza e alle persone trasportate, proteggendoli dalle conseguenze economiche derivanti da un infortunio subìto a seguito della circolazione stradale. Il prodotto è flessibile e prevede la possibilità di estensione della copertura a tutti i veicoli di proprietà dell assicurato, incluse le biciclette. 15

16 E inoltre proseguita l attività di razionalizzazione del listino prodotti e di presidio delle aree che presentano criticità tecniche. Riassumiamo di seguito le iniziative rilevanti: - azione Swing riforma polizze Casa E proseguita anche nel primo trimestre 2013 l attività di riforma delle polizze del comparto Casa in portafoglio relative a prodotti fuori listino, al fine di favorire, mediante l offerta di garanzie promozionali e di scontistica dedicata, il trasferimento dei rischi sul prodotto Difesa Più Casa One attualmente commercializzato; - azione Swing riforma polizze Infortuni E proseguita anche nel primo trimestre 2013 l operazione di riforma del portafoglio meno recente e che presenta condizioni normativo/tariffarie non più in linea con quelle attualmente praticate. In particolare, viene agevolato il trasferimento dei rischi sul prodotto Difesa Più Infortuni mediante offerta di scontistica dedicata e la predisposizione di allegati appositi per favorire la riforma di vecchie polizze prive di franchigia; - azione di riforma delle polizze Professionisti stipulate fino al 2009, mediante proposta al Cliente, con una scontistica dedicata in assenza di sinistri dall anno 2010, dei prodotti attualmente presenti nel listino. *** Liguria Assicurazioni, caratterizzata da una rete di vendita costituita in prevalenza da agenti plurimandatari, ha emesso, nel 1 trimestre 2013, premi per 49,8 milioni, rispetto agli 62,3 milioni del corrispondente periodo del precedente esercizio (-20,2%). In particolare, i premi emessi nel ramo R.C. Autoveicoli ammontano a 31,7 milioni ( 41,6 milioni al 31 marzo 2012) e segnalano un calo del 23,7%, nel ramo Corpi di Veicoli Terrestri i premi ammontano a 2,6 milioni (-24%) e negli altri rami danni sono stati emessi premi per 15,5 milioni, in calo del 10,9% rispetto al 31 marzo Il decremento è dovuto principalmente alla continua attività di risanamento delle agenzie non profittevoli e alla dismissione di portafogli dagli andamenti negativi, fra i quali quello della più rappresentativa agenzia della Compagnia, Le agenzie al 31 marzo 2013 sono n Nel corso del primo trimestre sono state aperte n. 8 agenzie e sono stati revocati n. 5 mandati. L andamento dei sinistri di generazione corrente è positivo: i sinistri denunciati evidenziano significative contrazioni. In particolare, i sinistri gestiti del ramo R.C. Autoveicoli risultano in calo del 31,4% e la frequenza è in miglioramento. Nel ramo CVT il calo delle denunce è del 23,4% e del 12,9% negli altri rami danni. 16

17 Resoconto Intermedio di Gestione al 31 Marzo 2013 Conseguentemente, l andamento tecnico complessivo della compagnia, pur rimanendo leggermente negativo, presenta un significativo miglioramento rispetto al marzo 2012 e il conto economico, redatto con i criteri IAS/IFRS, è positivo per 2,1 milioni. Per quanto concerne il canale telefonico ed Internet i premi emessi da Dialogo Assicurazioni nel 1 trimestre 2013 ammontano a 6,4 milioni e registrano una diminuzione del 20,9% rispetto al 31 marzo 2012, sia per il difficile contesto economico di riferimento che a seguito dei minori investimenti pubblicitari effettuati rispetto al passato. I sinistri denunciati nel trimestre sono n e risultano in calo del 30,5% rispetto al 1 trimestre Il rapporto sinistri a premi dell esercizio corrente, pur evidenziando un miglioramento rispetto al marzo 2012, continua tuttavia ad essere particolarmente elevato e determina un andamento tecnico negativo. I costi d struttura continuano a presentare una elevata incidenza, soprattutto a causa delle limitate dimensioni del portafoglio. Il contributo della società al risultato consolidato è negativo per 2,3 milioni (era negativo per 3 milioni al 31 marzo 2012). Per quanto concerne la commercializzazione di prodotti standardizzati distribuiti da partner bancari, Systema Compagnia di Assicurazioni S.p.A. ha emesso premi per 8,4 milioni, in calo del 9,5% rispetto agli 9,3 milioni del 1 trimestre I premi dei rami auto ammontano a 7,8 milioni e rappresentano il 93% del totale, soprattutto a seguito della sostanziale cessazione di sottoscrizioni nei rami non auto da parte del Gruppo Banca Popolare di Milano. L andamento tecnico complessivo è positivo. Il conto economico al 31 marzo redatto con i criteri IAS/IFRS chiude con un utile di 0,4 milioni (perdita di 0,1 milioni al 31 marzo 2012). Riassicurazione I premi ceduti ammontano a 35,4 milioni, contro 31,1 milioni dei primi tre mesi del L incidenza sui premi del lavoro diretto è del 5,7% (4,3% al 31 marzo 2012). La struttura riassicurativa dei rami danni non si è modificata rispetto al precedente esercizio e si compone di coperture proporzionali e di coperture non proporzionali in eccesso di sinistro. Le coperture proporzionali sono utilizzate per i rami Credito, Cauzione, Trasporti, Rischi Tecnologici, Aviazione, Assistenza e Grandine. Per i rami Cauzione e Aviazione si procede inoltre a proteggere la ritenzione netta con specifici programmi in eccesso di sinistro in funzione del singolo rischio o evento. La ritenzione netta dei Rischi Tecnologici viene protetta a seguito di un evento che si verifichi congiuntamente ai rami Incendio e CVT. La protezione per singolo rischio è prevista invece solo per alcune specifiche garanzie. I programmi non proporzionali sono inoltre utilizzati per proteggere i rami Incendio, R.C. Autoveicoli, R.C. Generale, Furto ed Infortuni. 17

1 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2012

1 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2012 Gestione patrimoniale e finanziaria Investimenti e disponibilità Operatività 2012 Gruppo Unipol perimetro ante acquisizione Premafin Durante il 2012 le politiche di investimento hanno perseguito, in un

Dettagli

Settore Assicurativo

Settore Assicurativo 28 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2011 Relazione sulla gestione Settore Assicurativo Premi e prodotti di investimento La raccolta complessiva (premi diretti e indiretti e prodotti di investimento)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 Combined Ratio a 103,5%, in miglioramento rispetto al 108% di fine 2009 ed al 105% del primo trimestre 2010 Raccolta Danni

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 UTILE NETTO CONSOLIDATO PARI A 171,5 MILIONI DI EURO (24,9 MILIONI AL 30 GIUGNO 2012) RACCOLTA DIRETTA COMPLESSIVA A 5.333 MILIONI DI EURO

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 Confermata la solida posizione di solvibilità del Gruppo, pari a 1,5 volte il capitale regolamentare;

Dettagli

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA 31 Elisioni intersettoriali Le elisioni intersettoriali sono relative allo storno di ricavi e costi tra società del Gruppo appartenenti a settori diversi. In particolare il saldo negativo di 15 milioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

Relazione consolidata terzo trimestre 2005

Relazione consolidata terzo trimestre 2005 Relazione consolidata terzo trimestre 2005 2 Riunione di consiglio del 14 novembre 2005 3 4 Indice Stato patrimoniale Consolidato 7 Conto economico Consolidato 11 Prospetto delle variazioni del Patrimonio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. MILANO ASSICURAZIONI S.p.A.: APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO ED IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2011.

COMUNICATO STAMPA. MILANO ASSICURAZIONI S.p.A.: APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO ED IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2011. COMUNICATO STAMPA MILANO ASSICURAZIONI S.p.A.: APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO ED IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2011. ESERCIZIO FORTEMENTE INFLUENZATO DA POSTE STRAORDINARIE NON

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA:

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA: Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il quarto trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A.

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008 NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. RACCOLTA DANNI AGGREGATA IN CRESCITA A 2.182 MILIONI DI EURO (+3,4%) COMBINED RATIO DANNI STABILE A

Dettagli

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10%

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% Utile netto consolidato a 100,3 milioni di euro, +11,2% a/a; investimenti per lo sviluppo dei canali di

Dettagli

GRUPPO UNIPOL: APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 2014

GRUPPO UNIPOL: APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 2014 Bologna, 20 marzo 2015 GRUPPO UNIPOL: APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO 2014 Confermati i risultati preliminari già comunicati lo scorso 11 febbraio 2015. Utile netto consolidato

Dettagli

INDICE RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2013. MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. RELAZIONE DELLA SOCIETA DI REVISIONE

INDICE RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2013. MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. RELAZIONE DELLA SOCIETA DI REVISIONE Resoconto Intermedio di Gestione al 30 Settembre 2013 MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. INDICE RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2013 ORGANI SOCIETARI.... Pag. 4 RELAZIONE INTERMEDIA SULLA GESTIONE

Dettagli

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA RIUNITO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CAMFIN SPA ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS APPROVATA LA RELAZIONE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015 Società per Azioni con Sede Legale in Cagliari Viale Bonaria, 33 Codice fiscale e n di iscrizione al Registro delle Imprese di Cagliari 01564560900 Partita IVA 01577330903 Iscrizione all Albo delle Banche

Dettagli

Utile netto consolidato a 186 milioni di euro (+4,5% rispetto al primo trimestre 2013 1 )

Utile netto consolidato a 186 milioni di euro (+4,5% rispetto al primo trimestre 2013 1 ) Bologna, 15 maggio 2014 APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2014 Utile netto consolidato a 186 milioni di euro (+4,5% rispetto al primo trimestre 2013 1 ) Raccolta diretta assicurativa a 4.102

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Premi lordi contabilizzati al 1 trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%)

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Rimborso anticipato prestito subordinato convertibile

Rimborso anticipato prestito subordinato convertibile COMUNICATO STAMPA Risultati al terzo trimestre 21 1 - Utile netto: 16,7 milioni di euro (+85,6%) - Patrimonio netto di Gruppo: 365,1 milioni di euro (+3,4% rispetto al 31/12/29) - Raccolta complessiva

Dettagli

Gestione patrimoniale e finanziaria

Gestione patrimoniale e finanziaria Gestione patrimoniale e finanziaria Investimenti e disponibilità Operatività svolta nel corso del 2013 Durante il 2013 le politiche di investimento adottate dall area finanza hanno perseguito, in un ottica

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Utile netto consolidato a 75,3 milioni di euro: risente dell andamento negativo

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il terzo trimestre 2014 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE GRUPPO ITALMOBILIARE RICAVI: 4.908,1 MILIONI DI EURO (+5,4) UTILE NETTO TOTALE:

Dettagli

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013)

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2014 GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) Il risultato è influenzato dagli oneri

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98

COMUNICATO STAMPA. Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98 COMUNICATO STAMPA Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98 Bologna, 24 aprile 2013 Con comunicazione del 17 aprile 2013, la Consob ha richiesto ad Unipol

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO VITA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015:

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO VITA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015: COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO VITA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015: Produzione lorda Vita a 5.029,9 /mln Nuova produzione Vita a 4.984,9 /mln Somme pagate Vita a 2.993,4 /mln Investimenti a

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE AL 31 DICEMBRE 2007 DATI DI BILANCIO

Dettagli

Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2012

Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2012 Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2012 MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. 5 ANNI IN BREVE - CONSOLIDATO (Importi in migliaia di Euro) 2008 2009 2010 2011 2011 Riesposto IAS 8 2012 PREMI COMPLESSIVI % % % %

Dettagli

GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013

GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013 GRUPPO BANCA MARCHE: IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO DEL PRIMO SEMESTRE 2013 - Risultato economico netto consolidato dei primi sei mesi 2013 pari a -232 milioni di euro (perdita per l esercizio

Dettagli

Primi nove mesi 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEI PRIMI NOVE MESI RACCOLTA PREMI OLTRE I 4 MILIARDI E UTILE A 100 MILIONI (+20,5%)

Primi nove mesi 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEI PRIMI NOVE MESI RACCOLTA PREMI OLTRE I 4 MILIARDI E UTILE A 100 MILIONI (+20,5%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 20 giugno 2003 317543 CIRCOLARE N. 508/S 4 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione

Dettagli

il margine di interesse risulta stabile, attestandosi a 30,6 Milioni di Euro

il margine di interesse risulta stabile, attestandosi a 30,6 Milioni di Euro COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A. approva il Bilancio consolidato ed il Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2012: Raccolta complessiva

Dettagli

Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015

Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015 Comunicato Stampa Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015 Utile netto consolidato a 7,6 milioni di Euro (+52,3% a/a) Ricavi consolidati a 44,8 milioni di Euro (+2,1% a/a) Risultato della gestione

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

L Assicurazione italiana in cifre

L Assicurazione italiana in cifre L Assicurazione italiana in cifre Luglio 2010 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 Risultati annuali APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 - Confermati i risultati preliminari consolidati già approvati lo scorso 11 febbraio

Dettagli

Note sulla gestione del fondo.

Note sulla gestione del fondo. FONDO PENSIONE DIPENDENTI GIOCHI AMERICANI Sede in Saint Vincent Via Italo Mus - presso Casino de la Vallée Codice fiscale n. 90006620075 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI IN ACCOMPAGNAMENTO AL BILANCIO DELL'ESERCIZIO

Dettagli

Bilancio Consolidato 2013

Bilancio Consolidato 2013 Bilancio Consolidato 2013 Relazioni e Bilancio Consolidato al 31 Dicembre 2013 di Milano Assicurazioni S.p.A. Società incorporata con effetto giuridico in data 6 gennaio 2014 ed effetto contabile e fiscale

Dettagli

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro:

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro: MITTEL S.P.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz 7 Capitale sociale 66.000.000 i.v. Codice Fiscale - Registro Imprese di Milano - P. IVA 00742640154 R.E.A. di Milano n. 52219 Iscritta all U.I.C. al n. 10576

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve COMUNICATO STAMPA Margini in forte crescita e indici di solidità patrimoniale a livelli di assoluta eccellenza: il Gruppo Banca IFIS conferma la validità del modello di business anche in mercati instabili

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione Relazione economica Posso dire che ritengo oggi ci siano tutte le condizioni per riportare la Banca al ruolo che le compete anche grazie all impegno dei colleghi, che ho potuto apprezzare in questo periodo,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008:

IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008: CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008: RISULTATO NETTO CONSOLIDATO: -42 MLN DI EURO (+9,1 MLN DI EURO NEL PRIMO SEMESTRE 2007). IL DATO RISENTE DEL

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 146,6 milioni (ex Euro 134,3 milioni)

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 146,6 milioni (ex Euro 134,3 milioni) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 NOTA: LA COMPARAZIONE

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto)

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2.1. Dati significativi di gestione Nelle pagine che seguono sono rappresentate le principali grandezze economico-patrimoniali, ottenute dalla

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 COMUNICATO STAMPA GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 UTILE NETTO: Euro 217,5 milioni, +125% MASSE AMMINISTRATE: Euro 49,1 miliardi, +5% RACCOLTA NETTA BANCA MEDIOLANUM: Euro 1.760 milioni CARLO

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS Comunicato stampa Mestre, 29 aprile 2010 Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS UTILI IN FORTE CRESCITA: +107,8% SUL 4 TRIMESTRE 2009, +13,9% SUL 1 TRIMESTRE

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol COMUNICATO STAMPA Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol I premi consolidati raggiungono 6.782 milioni di euro (in crescita del 22% rispetto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013:

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: Nei primi sei mesi dell anno, la gestione economica del Gruppo ha generato un risultato della gestione operativa in

Dettagli

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 2012

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 2012 COMUNICATO STAMPA GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 2012 UTILE NETTO: Euro 351,0 milioni, +422% MASSE AMMINISTRATE: Euro 51,6 miliardi, +12% RACCOLTA NETTA BANCA MEDIOLANUM: Euro 2.258 milioni ACQUISIZIONE DI

Dettagli

Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013. Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013

Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013. Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013 Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013 Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013 PREMESSA E stato completato, entro il termine di un anno previsto dall

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

Assemblea degli azionisti di UnipolSai

Assemblea degli azionisti di UnipolSai Assemblea degli azionisti di UnipolSai Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 17 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura del gruppo

Dettagli

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 De Longhi S.p.A. Organi societari * Consiglio di amministrazione GIUSEPPE DE'LONGHI FABIO DE'LONGHI ALBERTO CLÒ ** RENATO CORRADA ** SILVIA DE'LONGHI CARLO GARAVAGLIA DARIO MELO GIORGIO SANDRI SILVIO SARTORI

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione, denominata

Dettagli

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato:

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato: ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA VENETO BANCA I Soci hanno approvato il bilancio al 31 dicembre 2014 e nominato quattro Consiglieri di Amministrazione. Si è svolta oggi a Villa Spineda, a Venegazzù

Dettagli

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015. Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014)

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015. Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014) Bologna, 7 agosto 2015 UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014) Raccolta diretta assicurativa a 7.284

Dettagli

Foto grande: Unipol Assicurazioni, Direzione Generale Bologna. Foto piccola: inizi anni 80, Bologna, posa scultura Turris di Giuseppe Spagnulo.

Foto grande: Unipol Assicurazioni, Direzione Generale Bologna. Foto piccola: inizi anni 80, Bologna, posa scultura Turris di Giuseppe Spagnulo. Foto grande: Unipol Assicurazioni, Direzione Generale Bologna. Foto piccola: inizi anni 80, Bologna, posa scultura Turris di Giuseppe Spagnulo. 2 - Bilancio Consolidato al Prospetti contabili consolidati

Dettagli

TITOLO. Consiglio di amministrazione del 6 novembre 2013: approvazione del resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2013.

TITOLO. Consiglio di amministrazione del 6 novembre 2013: approvazione del resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2013. Società cooperativa per azioni - fondata nel 1871 Sede sociale e direzione generale: I - 23100 Sondrio So - Piazza Garibaldi 16 Iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio al n. 00053810149 Iscritta

Dettagli

FONDO PER INVESTIMENTI IN IMMOBILI PREVALENTEMENTE NON RESIDENZIALI. Relazione semestrale al 30 giugno 2005 Relazione semestrale al 30 giugno 2006

FONDO PER INVESTIMENTI IN IMMOBILI PREVALENTEMENTE NON RESIDENZIALI. Relazione semestrale al 30 giugno 2005 Relazione semestrale al 30 giugno 2006 FONDO PER INVESTIMENTI IN IMMOBILI PREVALENTEMENTE NON RESIDENZIALI Relazione semestrale al 30 giugno 2005 Relazione semestrale al 30 giugno 2006 POLIS FONDI SGR.p.A. POLIS FONDI IMMOBILIARI DI BANCHE

Dettagli

UnipolSai Assicurazioni Resoconto intermedio di gestione del Gruppo al 31 marzo 2016. WorldReginfo - 8d3bd29d-07b6-48ab-8422-efcc757ae1f5

UnipolSai Assicurazioni Resoconto intermedio di gestione del Gruppo al 31 marzo 2016. WorldReginfo - 8d3bd29d-07b6-48ab-8422-efcc757ae1f5 UnipolSai Assicurazioni Resoconto intermedio di gestione del Gruppo al 31 marzo 2016 UnipolSai Assicurazioni Resoconto intermedio di gestione del Gruppo al 31 marzo 2016 INDICE Cariche sociali e direttive

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2009 DATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%)

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2009 FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA DIRETTA VITA A 2.772 MILIONI DI EURO (+71,2%) RACCOLTA DIRETTA DANNI IN ASSESTAMENTO A 2.163 MILIONI

Dettagli

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA Ricavi totali: 23,9 miliardi, +6,0% ( 22,6 miliardi al 30.09.2014) Risultato

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012 RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012 Presentazione alla comunità finanziaria Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 10 Maggio 2012 Risultato consolidato Area assicurativa AGENDA Area assicurativa

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI BAPfondi Gold Art. 1 Aspetti generali Denominazione dei Fondi La Compagnia ha istituito e gestisce, secondo le modalità di cui al presente Regolamento, un portafoglio di strumenti

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015. Utile netto consolidato a 310 milioni di euro (+66,6% rispetto al primo trimestre 2014)

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015. Utile netto consolidato a 310 milioni di euro (+66,6% rispetto al primo trimestre 2014) Bologna, 8 maggio 2015 UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 Utile netto consolidato a 310 milioni di euro (+66,6% rispetto al primo trimestre 2014) Raccolta diretta assicurativa

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione 1/16 TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione SEZIONE III - INFORMAZIONI SULL AAMENTO DELLA GESTIONE valida dal 26 aprile 2010 Dati aggiornati al 31 dicembre

Dettagli

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 COMUNICATO STAMPA Nel 1H11: Ricavi consolidati: 174,0 milioni di euro (+1,4% sul 1H10) Utile ante imposte: 48,6 milioni di euro (+2,7% sul 1H10) Utile netto

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 COMUNICATO STAMPA Riunito il Consiglio di Amministrazione PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 RICAVI 1.607,4 MLN (+10,7% SU 2005) EBITDA 204 MLN, PARI AL 12,7% DEL FATTURATO (+10,4% SU 2005)

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2014 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

Risultati al 31 dicembre 2014 Gruppo Cattolica Assicurazioni

Risultati al 31 dicembre 2014 Gruppo Cattolica Assicurazioni Risultati al 3 dicembre 204 Gruppo Cattolica Assicurazioni Verona, 8 marzo 205 Agenda Risultati al 3 dicembre 204 Performance del business danni Performance del business vita Gestione finanziaria 2 Risultati

Dettagli

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs)

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs) EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(s) EEMS Italia S.p.A PROSPETTI CONTABILI DI EEMS ITALIA S.P.A AL 30 GIUGNO 2006 Premessa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%)

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 44,4 milioni (ex Euro 2 milioni)

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 44,4 milioni (ex Euro 2 milioni) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015 NOTA: A SEGUITO DELL AVVENUTO CONFERIMENTO

Dettagli

36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI. e, p.c.

36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI. e, p.c. SERVIZIO STUDI SEZIONE STUDI UFFICIO STATISTICA Roma 7 dicembre 2011 Prot. n. All.ti n. 4 36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI Alle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

Ritorno agli utili di bilancio

Ritorno agli utili di bilancio Compagnie Ritorno agli utili di bilancio Significativi miglioramenti dei risultati al 30 settembre per le società quotate. Positiva la gestione tipica, buon equilibrio per quella finanziaria. Segnali positivi

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2016 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009 SOCIETÀ PER AZIONI Sede legale: Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede amministrativa e Direzione generale: Sassari - Viale Umberto 36 Capitale sociale Euro 155.247.762,00 i.v. Cod. fisc. e num. iscriz. al Registro

Dettagli

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Bologna, 11 febbraio 2015 UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014 Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Raccolta assicurativa diretta a 16.008

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ALLEANZA ASSICURAZIONI: FORTE CRESCITA NEL PRIMO TRIMESTRE 2006

COMUNICATO STAMPA ALLEANZA ASSICURAZIONI: FORTE CRESCITA NEL PRIMO TRIMESTRE 2006 COMUNICATO STAMPA ALLEANZA ASSICURAZIONI: FORTE CRESCITA NEL PRIMO TRIMESTRE 2006 Milano, 8 maggio 2006 - Il Consiglio di Amministrazione di Alleanza Assicurazioni S.p.A., riunitosi in data odierna sotto

Dettagli

Bilancio delle assicurazioni Struttura e contenuto

Bilancio delle assicurazioni Struttura e contenuto Risk and Accounting Bilancio delle assicurazioni Struttura e contenuto Marco Venuti Agenda La disciplina di rif erimento Stato patrimoniale consolidato Conto economico consolidato Stato patrimoniale di

Dettagli

PIP - ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO INTEGRATIVO PER L ANNO 2008

PIP - ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO INTEGRATIVO PER L ANNO 2008 PIP - ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO INTEGRATIVO PER L ANNO 2008 Definizioni - PIP: piani individuali pensionistici di tipo assicurativo attuati mediante contratti di assicurazione sulla vita;

Dettagli

BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2007

BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2007 FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI MEDIO-PICCOLE INA-ASSITALIA 00187 ROMA (RM) Via del Tritone, 53 Iscritto all'albo Fondi Pensione Sezione Speciale I Fondi Pensione Preesistenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 21 ottobre 2009 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che

Dettagli