Condizioni di Assicurazione della Polizza Multirischi dell Agricoltore e dell Allevatore Agricola SASA Mod. 0932/C - Ed. 12/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Condizioni di Assicurazione della Polizza Multirischi dell Agricoltore e dell Allevatore Agricola SASA Mod. 0932/C - Ed. 12/2010"

Transcript

1 Condizioni di Assicurazione della Polizza Multirischi dell Agricoltore e dell Allevatore Agricola SASA Mod. 0932/C - Ed. 12/2010 INDICE Definizioni Pag. 4 Norme che regolano l assicurazione in generale Pag. 9 Art. 1 Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio Art. 2 Assicurazioni presso diversi assicuratori Art. 3 Decorrenza dell assicurazione - Pagamento del premio Art. 4 Modifiche dell assicurazione Art. 5 Aggravamento e diminuzione del rischio Art. 6 Recesso in caso di sinistro Art. 7 Tacito rinnovo Art. 8 Oneri fiscali Art. 9 Foro competente Art. 10 Rinvio alle norme di legge Norme che regolano l assicurazione SEZIONE A Incendio ed altri danni ai beni Pag. 11 Art. 11 Oggetto dell assicurazione Art. 12 Danni da acqua Art. 13 Foraggio Art. 14 Bestiame Art. 15 Rischi esclusi Art. 16 Franchigie, scoperti e limiti di indennizzo Condizioni particolari (valide se richiamate in polizza) Pag. 17 A Ricorso terzi B Rischio locativo C Perdite pecuniarie D Mancato freddo Deterioramento merci in refrigerazione E Serre F Dispersione liquidi SEZIONE B Danni ai macchinari agricoli Pag. 20 Art. 17 Oggetto dell assicurazione Art. 18 Beni assicurati Art. 19 Rischi esclusi Art. 20 Scoperto 1 di 52

2 SEZIONE C Furto e rapina Pag. 22 Art. 21 Oggetto dell assicurazione Art. 22 Mezzi di chiusura Art. 23 Sospensione dell assicurazione per i locali incustoditi Art. 24 Rischi esclusi Art. 25 Franchigie, scoperti e limiti di indennizzo Art. 26 Scoperti e/o franchigie Art. 27 Furto e rapina presso terzi Art. 28 Mezzi ricoverati o parcheggiati nell area in uso all assicurato Art. 29 Spese mediche a seguito di rapina Art. 30 Delimitazione degli scoperti Condizioni particolari (valide se richiamate in polizza) Pag. 26 G Portavalori H Infedeltà dipendenti I Impianto d allarme con registratore e trasmissione a distanza di eventi J Mezzi di chiusura rafforzati K Scoperto con importo minimo non indennizzabile L Valori in cassaforte M Animali N Moria degli animali Norme comuni alle Sezioni A, B, e C Pag. 29 Art. 31 Operatività delle garanzie Art. 32 Dolo e colpa grave Art. 33 Selling price Art. 34 Beni in leasing Art. 35 Spese per onorari dei periti SEZIONE D Responsabilità civile Pag. 30 Art. 36 Oggetto dell assicurazione Art. 37 Franchigie, scoperti e limiti di risarcimento Art. 38 Buona fede I.N.A.I.L. Art. 39 Rivalsa I.N.P.S. e D.L. n. 626/94 Art. 40 Estensione territoriale Art. 41 Persone non considerate terzi Art. 42 Rischi esclusi Art. 43 Massimale assicurato Condizioni particolari (valide se richiamate in polizza) Pag. 36 O Franchigia P Cose sollevate, caricate e scaricate Q Cose portate dai clienti, consegnate e non R Smercio di prodotti alimentari S Attività stagionale T Attività di agriturismo 2 di 52

3 U - Capofamiglia V - Committenza per lavori di straordinaria manutenzione Norme che regolano la liquidazione sinistri SEZIONE A, B, E C Pag. 40 Art. 44 Titolarità dei diritti nascenti dalla polizza Art. 45 Obblighi in caso di sinistro Art. 46 Esagerazione dolosa del danno Art. 47 Procedura per la valutazione del danno Art. 48 Mandato dei Periti Art. 49 Determinazione dei danni indennizzabili Art. 50 Limiti del valore a nuovo Art. 51 Reintegro delle somme assicurate in seguito a sinistro furto o rapina Art. 52 Recupero delle cose rubate o rapinate Art. 53 Assicurazione parziale e regola proporzionale Art. 54 Assicurazione a primo rischio Art. 55 Anticipo dell indennizzo Art. 56 Limite massimo dell indennizzo Art. 57 Pagamento dell indennizzo Art. 58 Rinuncia alla rivalsa SEZIONE D Pag. 45 Art. 59 Denuncia sinistro e obblighi relativi Art. 60 Pluralità di assicurati Art. 61 Gestione delle vertenze di danno Articoli del Codice Civile di particolare rilevanza per l Assicurato Pag di 52

4 DEFINIZIONI Apparecchiature elettroniche Macchine ed apparecchiature azionate da correnti deboli quali, ad esempio, sistemi per l elaborazione elettronica dei dati e relativi supporti ed accessori, computers, terminali P.O.S., registratori di cassa, bilance elettroniche, macchine da scrivere e da calcolo elettroniche, telex, telefax, fotocopiatrici, centralini telefonici e relativi apparecchi di tipo fisso, impianti di allarme, impianti ed apparecchi audiovisivi, modem, scanner, plotter. Armadio corazzato Mobile ad uno o due battenti, con sagomatura antistrappo sul lato cerniere, avente pareti esterne e battenti in acciaio di spessore non inferiore a 3 mm, con caratteristiche di resistenza al trapano, purché di peso complessivo non inferiore a 200 kg. Arredamento Mobilio, cancelleria e macchine per ufficio non rientranti nella definizione di Apparecchiature elettroniche. Assicurato Il soggetto nel cui interesse è stipulata la polizza. Autocombustione Combustione spontanea senza sviluppo di fiamma. Azienda agricola L insieme di poderi ed appezzamenti, anche separati tra loro, di proprietà o condotti dall Assicurato, con i relativi fabbricati e loro contenuti, bestiame, macchine, attrezzature e macchinari agricoli che costituiscono il fondo agricolo. Azienda agrituristica Azienda che svolge la sua attività secondo quanto disciplinato dalla Legge n. 730/85 e per la quale l azienda è in possesso oppure ha già presentato domanda di autorizzazione comunale. Beni strumentali I beni, adibiti all attività dichiarata, così intesi: Arredamento così come definito alla specifica definizione, compreso moquette, parati, rivestimenti in genere, soppalchi, serramenti, tendoni, antenne radiotelevisive, aggiunti dall Assicurato se i locali sono in affitto. S intendono compresi effetti d uso personale dei prestatori di lavoro, nonché gli oggetti per uso personale degli ospiti. Macchinari e/o attrezzature così come definito alla specifica definizione. Cose particolari archivi, documenti, registri, disegni, libri e pubblicazioni. Oggetti d arte tappeti, arazzi, quadri, statue, raccolte e/o collezioni in genere non prodotti e/o lavorati dall assicurato; sono esclusi i preziosi. 4 di 52

5 Valori denaro, titoli di credito, valori bollati, tickets, fustelle, buoni premio; sono esclusi i preziosi. Bestiame Bovini, equini, ovini, suini, struzzi, animali da cortile, api e relative arnie. Sono esclusi i cavalli da corsa e gli animali da pelliccia. Cassaforte Mezzo di custodia con pareti e battenti in acciaio di adeguato spessore che può essere: murata, purché munita di alette di ancoraggio, incastonata con cemento nella muratura e con sportello di apertura a filo della parete; non murata, purché di peso complessivo non inferiore a 200 kg. Contraente Il soggetto che stipula la polizza. Cumulo L insieme di foraggio separato da altro foraggio da spazio vuoto inferiore a 20 mt, posto sottotetto di uno stesso fabbricato o di più fabbricati comunicanti o all aperto. Esplosione Sviluppo di gas o vapori ad alta temperatura e pressione, dovuto a reazione chimica che si autopropaga con elevata velocità. Estorsione Impossessamento di cosa mobile altrui mediante violenza o minaccia alla persona, tale da indurre chi la detiene a consegnare la cosa. Fabbricato L insieme dei locali adibiti all esercizio dell attività assicurata e l abitazione incluse le minori dipendenze poste in ambito dell attività stessa. Sono compresi fissi e infissi, opere di fondazione o interrate; impianti fissi al servizio del fabbricato (idrici, igienici, illuminazione, riscaldamento, condizionamento d aria, allarme, comunicazione, segnalazione), ascensori, montacarichi, scale mobili, recinzioni e cancelli, opere di abbellimento che non abbiano valore artistico. Sono comprese la quota delle parti di immobile costituenti proprietà comune, nonché le migliorie edili e/o impiantistiche apportate dal proprietario del fabbricato e quant altro per natura, destinazione ed uso non rientra nella definizione di Beni strumentali. Fermentazione La decomposizione cui le sostanze organiche vanno soggette per azione di microrganismi. Foraggio Foraggio, paglia e stramaglie in genere, sia sottotetto che all aperto nell ambito dell azienda. 5 di 52

6 Franchigia La parte di indennizzo o risarcimento, espressa in cifra fissa, che rimane a carico dell Assicurato. Furto Sottrazione della cosa mobile altrui a chi la detiene, al fine di trarne ingiusto profitto. Implosione Repentino cedimento di contenitori o corpi per carenza di pressione interna rispetto a quell esterna. Incendio Combustione, con fiamma, di beni materiali al di fuori di appropriato focolare, che può autoestendersi e propagarsi. Incombustibili Sostanze che alla temperatura di 750 C non danno luogo a manifestazioni di fiamma né a reazione esotermica. Il metodo di prova è quello adottato dal Centro Studi Esperienze del Ministero dell Interno. Indennizzo La somma dovuta dalla Società all Assicurato in caso di sinistro. Infiammabili Merci e sostanze non esplosive aventi punto di infiammabilità inferiore a 55 C compresi ossigeno e gas combustibili, nonché merci e sostanze che a contatto con l acqua o l aria umida sviluppano ossigeno o gas combustibili. Il punto di infiammabilità si determina in base alle norme di cui al D.M. 17 dicembre Allegato V. Lastre Tutte le lastre piane e curve fisse nelle loro installazioni o scorrevoli su guide, di cristallo, mezzo cristallo, specchio, vetro o materiale plastico, stabilmente collocate in posizione verticale od orizzontale, tanto all interno che all esterno dei locali assicurati (comprese insegne, targhe, iscrizioni e decorazioni). Lastre antisfondamento Quelle costituite da più strati di vetro accoppiati tra loro rigidamente, con interposto, tra vetro e vetro e per le intere superfici, uno strato di materiale plastico in modo da ottenere uno spessore totale non inferiore a 6 mm., oppure quelle costituite da uno unico strato di materiale sintetico (policarbonato) di spessore non inferiore a mm. 6. Macchinari e attrezzature Macchine, attrezzi, utensili e relativi ricambi, mezzi di sollevamento, pesa, traino e trasporto (esclusi ascensori, montacarichi e veicoli iscritti al P.R.A., mietitrebbiatrici, impianti per la produzione di biogas), essicatoi ed altri impianti di pertinenza dell attività dichiarata; macchinari ed attrezzature della centrale termica e della cabina elettrica. 6 di 52

7 Massimale La massima esposizione della Società per ogni sinistro a disposizione per danni a Terzi. Parti Il Contraente, l Assicurato e la Società. Polizza Il contratto d assicurazione. Premio La somma dovuta dal Contraente alla Società. Prestatori di lavoro Tutte le persone fisiche di cui l Assicurato si avvale nel rispetto delle norme di legge e nell esercizio dell attività descritta in polizza e delle quali debba rispondere ai sensi dell art del c.c.. Si intendono comunque esclusi i lavoratori autonomi (ad esempio i lavoratori con contratto d opera e/o con contratto di appalto). Preziosi Oggetti d oro o di platino o montati su detti metalli, pietre preziose, perle naturali o di coltura. Primo rischio assoluto Forma d assicurazione in base alla quale la Società risponde dei danni sino alla concorrenza della somma assicurata, senza applicazione della regola proporzionale di cui all art del c.c.. Rapina Sottrazione di cosa mobile altrui a chi la detiene, mediante violenza o minaccia alla persona stessa o ad altre persone. Risarcimento La somma corrisposta dalla Società al Terzo danneggiato in caso di sinistro. Rischio La probabilità del verificarsi del sinistro. Scasso Forzatura, rimozione o rottura delle serrature o dei mezzi di chiusura dei locali contenenti le cose assicurate. Scippo Il furto commesso strappando la cosa mobile di mano o di dosso alla persona. Scoperto Percentuale dell indennizzo che rimane a carico dell Assicurato. 7 di 52

8 Scoppio Repentino dirompersi di contenitori per eccesso di pressione interna non dovuto ad esplosione. Gli effetti del gelo o del colpo d ariete non sono considerati scoppio. Scorte e prodotti Vini, olio, cereali, trinciato di mais, concimi, fertilizzanti, antiparassitari, legna da ardere e da opera, carburanti, prodotti del suolo (esclusi tabacchi, frutti pendenti, granaglie non trebbiate), mangimi, imballaggi. Serre Impianti fissi ancorati al suolo mediante fondazioni in cemento o muratura, destinati alla coltivazione e/o riproduzione di piante in genere, con le strutture portanti in ferro e/o cemento armato e la copertura in vetro e/o plastica rigida. Sono comprese tutte le opere murarie anche se interrate, fissi ed infissi, impianti ed attrezzature stabilmente installati nelle serre. Sinistro Il verificarsi del fatto dannoso previsto in polizza. Società Milano Assicurazioni S.p.A. Divisione SASA. Solaio Il complesso degli elementi che costituiscono la separazione orizzontale tra due piani dell edificio, escluse pavimentazioni e soffittature. Tetto L insieme delle strutture portanti e non portanti, destinate a coprire ed a proteggere il fabbricato dagli agenti atmosferici. Valore a nuovo Per il fabbricato: la spesa necessaria per l integrale costruzione a nuovo con le stesse caratteristiche costruttive, escluso il valore dell area. Per i beni strumentali: il costo di rimpiazzo di ciascun bene con un altro nuovo, uguale od equivalente per rendimento e prestazioni economiche. Valore commerciale Valore delle cose assicurate stimato in base alla definizione valore a nuovo, dedotto un deprezzamento stabilito in relazione al grado di vetustà, tipo, uso, qualità, funzionalità, stato di conservazione. Valore intero Forma d assicurazione che copre la totalità del valore degli enti assicurati. Nel caso di valore di preesistenza al momento del sinistro superiore alla somma assicurata, salvo diverso normativo, è applicabile quanto previsto dall art del c.c.. 8 di 52

9 NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE IN GENERALE IL CONTRATTO AVVERTENZA: ART. 1 DICHIARAZIONI RELATIVE ALLE CIRCOSTANZE DEL RISCHIO Le dichiarazioni inesatte o le reticenze del Contraente o dell Assicurato, relative a circostanze che influiscono sulla valutazione del rischio possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all indennizzo, nonché la cessazione dell assicurazione ai sensi degli art. 1892, 1893, 1894 c.c.. ART. 2 ASSICURAZIONI PRESSO DIVERSI ASSICURATORI Se sulle medesime cose e per il medesimo rischio coesistono più assicurazioni, il Contraente o l Assicurato deve dare, a ciascun assicuratore, comunicazione degli altri contratti stipulati. In caso di sinistro il Contraente o l Assicurato deve darne avviso a tutti gli assicuratori ed è tenuto a richiedere a ciascuno di loro l indennizzo dovuto secondo il rispettivo contratto autonomamente considerato, così come previsto dall art c.c., esclusa comunque ogni obbligazione solidale con gli altri assicuratori. ART. 3 DECORRENZA DELL ASSICURAZIONE PAGAMENTO DEL PREMIO L assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno indicato in polizza, se il premio o la prima rata di premio sono stati pagati, altrimenti ha effetto dalle ore 24 del giorno del pagamento. I premi devono essere pagati all agenzia alla quale è assegnata la polizza, oppure alla Società. Il premio può essere corrisposto in contanti, nei limiti previsti dalla normativa vigente e dall Art. 47 del Regolamento ISVAP n 5/2006, e con gli altri mezzi di pagamento consentiti dalla legge e attivati presso l intermediario. Se il Contraente non paga i premi o le rate di premio successive, l assicurazione resta sospesa dalle ore 24 del quindicesimo giorno dopo quello della scadenza e riprende vigore dalle ore 24 del giorno del pagamento, fermi le successive scadenze e il diritto della Società all incasso dei premi scaduti, ai sensi dell art c.c. ART. 4 MODIFICHE DELL ASSICURAZIONE Le eventuali modifiche dell assicurazione devono essere provate per iscritto mediate documenti sottoscritti tra le Parti. ART. 5 AGGRAVAMENTO E DIMINUZIONE DEL RISCHIO Il Contraente o l Assicurato deve comunicare, per iscritto, alla Società ogni variazione del rischio. Gli aggravamenti del rischio, non noti e non accettati dalla Società, possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all indennizzo, nonché la cessazione dell assicurazione ai sensi dell art c.c. 9 di 52

10 Mancate comunicazioni di mutamenti aggravanti il rischio non comporteranno decadenza dal diritto d indennizzo o riduzione dello stesso, sempreché tali omissioni siano avvenute in buona fede e non siano, pertanto, frutto di dolo o colpa grave. Resta inteso che il Contraente avrà l obbligo di corrispondere alla Società il maggior premio proporzionale al maggior rischio che ne deriva, con decorrenza dal momento in cui la circostanza aggravante si è manifestata. Nel caso di diminuzione del rischio la Società è tenuta a ridurre il premio o le rate di premio successive alla comunicazione del Contraente o dell Assicurato, ai sensi dell art c.c. e rinuncia al relativo diritto di recesso. ART. 6 RECESSO IN CASO DI SINISTRO Dopo ogni denuncia di sinistro e fino al sessantesimo giorno dal pagamento o rifiuto dell indennizzo, le Parti possono recedere dall assicurazione con preavviso di 30 giorni. In caso di recesso anticipato la Società, entro 15 giorni dalla data d efficacia dello stesso, rimborsa la parte di premio, al netto delle imposte, relativa al periodo di rischio non corso. ART. 7 TACITO RINNOVO In mancanza di disdetta di una delle Parti, trasmessa mediante lettera raccomandata almeno 30 giorni prima della scadenza annua della polizza, la stessa s intende prorogata per un ulteriore annualità. Per i casi nei quali la legge od il contratto si riferiscono al periodo d assicurazione, questo s intende stabilito nella durata di un anno, salvo che l assicurazione sia stata stipulata per una minor durata, nel qual caso esso coincide con la durata del contratto. ART. 8 ONERI FISCALI Gli oneri fiscali relativi all assicurazione sono a carico del Contraente. ART. 9 FORO COMPETENTE Foro competente, a scelta della parte attrice, è quello di residenza o sede di una delle Parti. ART. 10 RINVIO ALLE NORME DI LEGGE Per tutto quanto non è qui diversamente regolato, valgono le norme di legge. 10 di 52

11 NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE SEZIONE A INCENDIO ED ALTRI DANNI AI BENI ART. 11 OGGETTO DELL ASSICURAZIONE La Società indennizza i danni materiali e diretti causati alle cose assicurate, anche se di proprietà di terzi, da: a) Incendio; b) Fulmine; c) Urto di veicoli di terzi e natanti di terzi in navigazione, bang sonico, caduta d aeromobili, loro parti o cose da essi trasportate, caduta di satelliti o di corpi celesti; d) Esplosione, implosione, scoppio. Sono esclusi i danni: causati da ordigni esplosivi; agli apparecchi ed impianti nei quali si è verificato lo scoppio o l implosione per usura, corrosione o difetto di materiale. e) Fumo fuoriuscito a seguito di guasto improvviso ed accidentale agli impianti per la produzione di calore facenti parte degli enti assicurati, purché detti impianti siano collegati mediante adeguate condutture ad appropriati camini; f) Fenomeni elettrici da qualunque causa originati, a impianti, macchine, apparecchiature e circuiti elettrici ed elettronici. La garanzia è prestata con la franchigia ed i limiti, per sinistro e per anno assicurativo, di cui all art. 16. Sono esclusi i danni: causati da usura o carenza di manutenzione; verificatisi in occasione di montaggi o smontaggi non connessi a lavori di manutenzione o revisione, nonché quelli accaduti durante le operazioni di collaudo o prova; dovuti a difetti noti all Assicurato o al Contraente all atto della stipulazione della polizza, nonché quelli dei quali deve rispondere, per legge o per contratto, il costruttore o il fornitore; a lampade elettriche. g) Eventi socio politici e dolosi a seguito di: incendio, esplosione e scoppio verificatisi in occasione di scioperi, tumulti, sommosse, terrorismo e sabotaggio organizzato, atti vandalici e dolosi; atti di scioperanti o persone che prendano parte a tumulti popolari o sommosse o che perpetrino, individualmente o in associazione, atti vandalici o dolosi compresi quelli di terrorismo o di sabotaggio organizzato. La garanzia è prestata con la franchigia ed i limiti, per sinistro e per anno assicurativo, di cui all art. 16. Sono esclusi i danni: da imbrattamento o deturpazione alle pareti esterne del fabbricato e delle recinzioni; i danni alle cose poste all esterno dei locali dell attività assicurata. 11 di 52

12 h) Eventi atmosferici, quali uragani, bufere, tempeste, grandine, vento e cose da esso trasportate, trombe d aria e simili manifestazioni atmosferiche, qualora la violenza che li caratterizza sia riscontrabile in zona su una pluralità di beni, assicurati o non. La garanzia è prestata con i limiti, per sinistro e per anno assicurativo, di cui all art. 16. Sono esclusi i danni derivanti da: mareggiate e penetrazioni d acqua marina; fuoriuscita di corsi d acqua dalle sponde o da bacini naturali od artificiali; rigurgiti dei sistemi di scarico; cedimento o franamento del terreno, ancorché verificatisi a seguito d uragani, bufere, tempeste, grandine, trombe d aria e simili manifestazioni; bagnamenti che si verificassero all interno dei fabbricati ed al loro contenuto, salvo che arrecati direttamente dalla caduta di pioggia o grandine attraverso rotture, brecce o lesioni provocate al tetto, alle pareti o ai serramenti dalla violenza degli eventi atmosferici di cui alla presente garanzia. Sono altresì esclusi i danni subiti da: tettoie o fabbricati aperti da uno o più lati o incompleti nelle coperture, non per effetto della grandine; merci, anche in esposizione, poste in locali interrati o seminterrati, dovuti ad acqua piovana; recinti, cancelli, cavi aerei, camini, pannelli solari, tende esterne, antenne e consimili installazioni esterne; serre, dipendenze in legno, plastica o vetro e quanto in esse contenuto; serramenti, vetrate e lucernari in genere, sempreché non derivanti da rottura di pareti esterne o tetto; lastre in fibrocemento o cemento-amianto e manufatti in materia plastica per effetto di grandine; cose poste all aperto, ad eccezione dei serbatoi e degli impianti fissi per natura o destinazione. i) Sovraccarico da neve che provochi il cedimento o sfondamento del tetto. La garanzia è prestata con la franchigia ed i limiti, per sinistro e per anno assicurativo, di cui all art. 16. La Società non risarcisce i danni causati: da valanghe o slavine; da gelo, ancorché conseguente ad evento coperto dalla presente garanzia; ai fabbricati in costruzione o in corso di rifacimento ed al loro contenuto; a serre, dipendenze in legno, plastica o vetro e quanto in esse contenuto; a lucernari, vetrate e serramenti in genere, nonché ad impermeabilizzazioni, salvo che il loro danneggiamento sia causato da crollo totale o parziale dei fabbricati in seguito a sovraccarico di neve sul tetto. j) Guasti arrecati allo scopo di impedire, arrestare o limitare i danni alle cose assicurate; k) Gelo, con conseguente rottura d impianti idrici, igienici e/o tubazioni in genere, installate nei locali assicurati ed al servizio dell azienda. La garanzia è prestata con la franchigia ed i limiti, per sinistro e per anno assicurativo, di cui all art. 16. Sono esclusi i danni a locali senza impianto di riscaldamento. 12 di 52

13 l) Rovina d ascensori, montacarichi e simili, compresi i danni subiti dalla cabina e dalle parti meccaniche dell impianto. m) Rottura di lastre in cristallo, mezzo cristallo o vetro, poste nei locali assicurati, dovuta a seguito di causa accidentale od a fatto involontario dell Assicurato o di terzi. Le scheggiature e le rigature non costituiscono rotture indennizzabili a termini di polizza. La garanzia è prestata con i limiti, per sinistro e per anno assicurativo, di cui all art. 16. Sono esclusi i danni: a) avvenuti in occasione di lavori di straordinaria manutenzione, riparazioni, traslochi; b) derivanti da vizio di costruzione, difettosa installazione, difetto di manutenzione. La Società indennizza e/o rimborsa altresì: n) I danni materiali consequenziali prodotti da fumi, gas, vapori, mancato o anormale funzionamento degli impianti elettrici, termici ed idraulici verificatisi in conseguenza d incendio o altro evento garantito dalla presente polizza, che abbia colpito i beni assicurati o cose situate a meno di 20 metri da essi. o) Le spese sostenute e comprovate dall Assicurato rese necessarie per demolire, sgomberare, trasportare e smaltire nella più vicina discarica autorizzata i residui del sinistro esclusi, comunque, quelli radioattivi disciplinati dal D.P.R. n. 185/64 e successive modificazioni ed integrazioni. Dette spese verranno rimborsate in eccedenza alle somme assicurate fino alla concorrenza di quanto stabilito all art. 16. p) Oneri d urbanizzazione che, in caso di sinistro indennizzabile a termine di polizza, dovessero rendersi necessari ed inevitabili per l osservanza di leggi, regolamenti ed ordinanze, statali o locali, che regolano la riparazione e/o la ricostruzione dei fabbricati assicurati e delle loro strutture, nonché l uso dei suoli sui quali sono ubicati, purché i lavori di ricostruzione siano effettivamente posti in essere nella stessa ubicazione e non comportino sostanziali modifiche strutturali e volumetriche. Dette spese verranno rimborsate in eccedenza alle somme assicurate fino alla concorrenza di quanto stabilito all art. 16. q) Le spese sostenute e comprovate dall Assicurato per rimozione, deposito e ricollocamento del contenuto assicurato per inagibilità dei locali ad uso dell attività esercitata, a seguito di sinistro indennizzabile a termini di polizza. Dette spese verranno rimborsate in eccedenza alle somme assicurate fino alla concorrenza di quanto stabilito all art. 16. r) I danni materiali e diretti subiti dalle merci per conseguenza di qualsiasi evento garantito dalla presente polizza, quando queste siano temporaneamente depositate presso fornitori e/o clienti o presso fiere e/o esposizioni. Tali danni vengono indennizzati fino alla concorrenza di quanto stabilito all art. 16. s) Le spese per onorari dei tecnici, ingegneri e architetti che l assicurato avrà scelto e nominato per l attività di riprogettazione, resesi necessarie per la ricostruzione del fabbricato a seguito di un sinistro indennizzabile a termini di polizza. Dette spese verranno rimborsate nel limite di quanto stabilito all art. 16, fermo quanto disposto dall art. 56. ART. 12 DANNI DA ACQUA La Società indennizza i danni derivanti agli Enti assicurati a seguito di: 13 di 52

14 I. fuoriuscita d acqua in conseguenza di rottura accidentale e/o guasto d impianti idrici, igienici, tecnici e di condizionamento posti all interno del fabbricato assicurato; II. fuoriuscita d acqua in conseguenza d occlusione e/o traboccamento d impianti idrici, igienici, tecnici di condizionamento posti all interno del fabbricato assicurato; III. fuoriuscita d acqua in conseguenza di rottura accidentale e/o guasto di macchine, ad uso dell attività esercitata, collegate a condutture d acqua o dalle relative tubazioni di collegamento agli impianti idrici; IV. infiltrazione d acqua piovana nel fabbricato a seguito d ingorgo o traboccamento delle grondaie o delle condutture di scarico; V. bagnamento a seguito di rottura delle tubazioni, interne al fabbricato, provocata dal gelo. La garanzia è prestata con la franchigia ed i limiti, per sinistro e per anno assicurativo, di cui all art. 16. Sono esclusi i danni: conseguenti a terremoto, maremoto, eruzioni vulcaniche, inondazioni, piene, alluvioni, mareggiate; provocati da umidità o stillicidio; alle merci la cui base d impilamento è posta ad un altezza inferiore a cm. 12 dal suolo, ad eccezione di quelle poste su pallets e di quelle in esposizione; alle merci, anche in esposizione, poste in locali interrati o seminterrati, dovuti ad acqua piovana; derivanti da infiltrazioni d acqua attraverso lucernari, abbaini e aperture fatte nel tetto a seguito di lavori di trasformazione o riparazione; provocati da gelo per rotture di condutture installate all esterno del fabbricato anche se interrate; rigurgito o rottura delle fognature. La Società assicura inoltre, se conseguenti agli eventi sopraindicati di cui al punto I) e II), le spese per la ricerca dei guasti e le spese per riparare o sostituire le tubazioni e i raccordi che hanno dato origine allo spargimento d acqua, comprese le spese di demolizione e ripristino di parti del fabbricato necessariamente sostenute a questo scopo. Per tali spese la garanzia è prestata con la franchigia ed i limiti, per sinistro e per anno assicurativo, di cui all art. 16. ART. 13 FORAGGIO La Società indennizza i danni derivanti al foraggio, qualora sia assicurata in polizza la relativa partita, per effetto di eccessiva fermentazione, per combustione spontanea anche quando non ci sia sviluppo di fiamma, comprese le spese sostenute per lo smassamento del foraggio in cui la fermentazione e/o la combustione spontanea ha avuto luogo. La garanzia è prestata con la franchigia ed i limiti, per sinistro e per anno assicurativo, di cui all art. 16. Sono esclusi i danni causati da microrganismi che producano ammuffimento, marcescenza o imputridimento, anche quando questi attacchi si manifestino in concomitanza della fermentazione anormale. 14 di 52

15 ART. 14 BESTIAME La Società indennizza i danni al bestiame, qualora sia assicurata in polizza la relativa partita, a seguito di: a) guasto di impianti elettrici o di meccanismi azionati da energia elettrica, sempreché i medesimi impianti elettrici siano realizzati a regola d arte e siano efficacemente collegati a terra; b) asfissia causata da fumi, gas o vapori sviluppatisi a seguito di incendio che abbia colpito le cose assicurate; c) incendio, fulmine e caduta aerei quando lo stesso si trova in alpeggio stagionale ed anche durante il tragitto sulle strade che ad esso conducono. La garanzia è prestata con la franchigia, per sinistro, di cui all art. 16. ART. 15 RISCHI ESCLUSI Sono esclusi i danni: a) verificatisi in occasione di guerra, d insurrezione, d occupazione militare, d invasione; b) verificatisi in occasione d esplosione o emanazione di calore o radiazioni provenienti da trasmutazione del nucleo dell atomo o radiazioni provocate dall accelerazione artificiale di particelle atomiche; c) di furto, rapina, estorsione, smarrimento avvenuti in occasione d eventi per i quali è prestata l assicurazione; d) subiti da beni posti in refrigerazione per effetto d anomala o mancata produzione o distribuzione del freddo, o di fuoriuscita di fluido frigorigeno, anche se conseguenti ad eventi per i quali è prestata l assicurazione; e) causati da terremoto, eruzione vulcanica, inondazione, alluvione e maremoto; f) causati con dolo dell Assicurato e/o del Contraente; g) indiretti, quali cambiamenti di costruzione, mancanza di locazione, di godimento o di reddito, sospensione di lavoro o qualsiasi danno che non riguardi la materialità delle cose assicurate. ART. 16 FRANCHIGIE, SCOPERTI E LIMITI DI INDENNIZZO Relativamente alle garanzie o beni specificati nella tabella si conviene che, in caso di sinistro, saranno applicati i seguenti limiti di indennizzo, franchigie e scoperti: Garanzia prestata o bene assicurato Franchigia Limite di indennizzo Fenomeni elettrici (art. 11 lett. f) , con un sottolimite di per i danni alle apparecchiature elettroniche Eventi socio politici e dolosi (art. 11 lett. g) 250 Eventi atmosferici (art. 11 lett. h) 250 Sovraccarico da neve (art. 11 lett. i) % delle somme assicurate alle partite danneggiate Gelo (art. 11 lett. k) Rottura lastre e cristalli (art. 11 lett. m) Spese demolizione e sgombero 10% dell indennizzo (art. 11 lett. o) 15 di 52

16 Garanzia prestata o bene assicurato Oneri di urbanizzazione (art. 11 lett. p) Franchigia Limite di indennizzo 10% dell indennizzo con il massimo di Spese di rimozione, deposito e ricollocamento (art. 11 lett. q) Merci presso terzi (art. 11 lett. r) 10% della somma assicurata alla partita MERCI E PRODOTTI Spese per onorari dei tecnici, ingegneri 10% dell indennizzo con il massimo di e architetti (art. 11 lett. s) Danni da acqua (art. 12) per gli eventi indicati ai punti II, III, IV e V Danni da acqua Spese di ricerca e ripristino - (art. 12, ultimo comma) Foraggio (art. 13) % della somma assicurata alla partita FORAGGIO per le spese sostenute per lo smassamento dello stesso Bestiame (art. 14) 250 Cose particolari all aperto (Definizioni) 10% della somma assicurata alla partita BENI STRUMENTALI con il limite di per singolo oggetto Scorte e prodotti (Definizioni) 10% della somma assicurata alla partita SCORTE E PRODOTTI Valori (Definizioni) 10% della somma assicurata alla partita BENI STRUMENTALI con il massimo di di 52

17 CONDIZIONI PARTICOLARI (valide se richiamate in polizza) A) RICORSO TERZI La Società si obbliga a tenere indenne l Assicurato, fino alla concorrenza del massimale indicato in polizza, unico per sinistro e per anno assicurativo, delle somme che egli sia tenuto a corrispondere, per capitale interessi e spese - quale civilmente responsabile ai sensi di legge per danni materiali e diretti cagionati alle cose di terzi, da sinistro indennizzabile a termini della Sezione Incendio. L assicurazione è estesa ai danni derivanti da interruzioni o sospensioni totali o parziali dell utilizzo di beni nonché d attività industriali, commerciali, agricole o di servizi sino alla concorrenza del 10% del massimale assicurato. L assicurazione non comprende i danni: a cose che l Assicurato abbia in consegna o in custodia o detenga a qualsiasi titolo; di qualsiasi natura conseguente ad inquinamento dell acqua, dell aria, del suolo e sottosuolo. Non sono considerati terzi: il coniuge, i genitori, i figli dell Assicurato nonché ogni altra persona con lui convivente; i dipendenti dell Assicurato in occasione dell espletamento delle loro attività; quando l Assicurato non sia una persona fisica, il legale rappresentante, il socio a responsabilità illimitata, l amministratore e le persone che si trovino con loro nei rapporti di cui al punto precedente. L Assicurato deve immediatamente informare la Società delle procedure civili o penali promosse contro di lui, fornendo tutti i documenti e le prove utili alla difesa e la Società avrà facoltà di assumere la direzione della causa e la difesa dell Assicurato. L Assicurato deve astenersi da qualunque transazione o riconoscimento della propria responsabilità senza il consenso della Società. Quanto alle spese giudiziali si applica l art c.c.. B) RISCHIO LOCATIVO La Società, nei casi di responsabilità dell Assicurato a termini degli artt. 1588, 1589 e 1611 c.c. risponde, secondo le Condizioni d Assicurazione con le norme di liquidazione da essa prevista, dei danni diretti e materiali cagionati da incendio o da altro evento garantito dalla presente polizza, anche se causati da grave colpa dell Assicurato medesimo, ai locali tenuti in locazione dall Assicurato, ferma l applicazione del disposto dell art.1907 c.c. qualora la somma assicurata a questo titolo risultasse inferiore al valore dei locali calcolato a termine di polizza. C) PERDITE PECUNIARIE La Società si obbliga ad indennizzare l assicurato delle perdite economiche che possono derivargli dall interruzione dell attività esercitata a seguito di un sinistro indennizzabile a termini della presente Sezione A - Incendio ed altri danni ai beni - nei seguenti termini: Diaria giornaliera: per ogni giorno di inattività totale e fino ad un massimo di 90 giorni consecutivi alla data del sinistro la Società liquiderà una diaria di importo pari a quello indicato in polizza. 17 di 52

18 La Società non è obbligata per le perdite: a) conseguenti a prolungamento ed estensione dell interruzione dell attività causati da scioperi, serrate, provvedimenti imposti dall Autorità; b) in caso di cessazione definitiva dell attività dopo il sinistro; c) conseguenti a distruzione, danneggiamento o scomparsa di valori, titoli in genere e documenti. D) MANCATO FREDDO DETERIORAMENTO MERCI IN REFRIGERAZIONE In deroga a quanto previsto all art. 15 lett. d), la Società indennizza, fino alla concorrenza della somma assicurata indicata in polizza alla relativa partita e nella forma a primo Rischio Assoluto, i danni subiti dalle merci in refrigerazione a causa di: a) mancata o anormale produzione o distribuzione del freddo; b) fuoriuscita del liquido frigorigeno conseguente a: eventi compresi in garanzia; accidentale verificarsi di guasti o rotture dell impianto frigorifero o nei relativi dispositivi di controllo e sicurezza, nonché nei sistemi d adduzione dell acqua e di produzione o distribuzione dell energia elettrica direttamente pertinenti all impianto stesso. Sono esclusi: i danni dei quali debba rispondere il fornitore per difetto di costruzione o d installazione; i danni derivanti da errata manovra e da scarso rendimento degli impianti; alle merci poste su automezzi. Se la mancata od anormale produzione o distribuzione del freddo si prolunga oltre sei ore, l Assicurato si impegna a darne immediato avviso alla Società con telegramma urgente e col mezzo più rapido e sicuro disponibile, dal momento in cui ne viene a conoscenza. La garanzia ha effetto se la mancata od anormale produzione o distribuzione del freddo ha avuto durata continuativa non minore di 12 ore. La garanzia opera con uno scoperto del 10%, con il minimo non indennizzabile di 250 (duecentocinquanta) per sinistro. E) SERRE La garanzia è estesa alle serre con copertura in vetro e/o plastica rigida. A parziale deroga dell art. 11 lett. h) ed i) la garanzia viene prestata nei limiti della somma assicurata alla relativa partita di polizza anche per gli eventi atmosferici, nonché per sovraccarico neve, con l applicazione di uno scoperto del 10% del danno indennizzabile, con il minimo di (millecinquecento) per sinistro. F) DISPERSIONE LIQUIDI La garanzia è estesa ai danni subiti dalla perdita di vino, olio o latte fuoriusciti da contenitori per effetto di guasto o rottura accidentale dei contenitori stessi. Sono esclusi i danni: ai contenitori di capacità inferiore a 100 litri; da stillicidio dovuti ad imperfetta tenuta dei contenitori; 18 di 52

19 da corrosione ed usura; conseguenti a guasti o rotture di condutture o valvole; causati ad altri enti dalla dispersione; per le spese sostenute per la ricerca del guasto e per la sua riparazione. La garanzia viene prestata, nella forma a primo rischio assoluto e nel limite della somma assicurata alla relativa partita di polizza, con l applicazione di una franchigia di 500 (cinquecento) per sinistro. 19 di 52

20 SEZIONE B - DANNI AI MACCHINARI AGRICOLI ART. 17 OGGETTO DELL ASSICURAZIONE La Società indennizza i danni materiali e diretti causati ai beni assicurati alla presente Sezione di polizza, anche se di proprietà di terzi, collaudati e pronti all uso cui sono destinati, da: a) incendio, fulmine, esplosione e scoppio, caduta aerei; b) imperizia, negligenza ed errata manipolazione o manovra, collisione, urto e ribaltamento; c) eventi atmosferici e socio-politici; d) spese per ore straordinarie di lavoro e per trasporto a grande velocità, connesse alla riparazione e/o rimpiazzo dei beni danneggiati; e) qualunque altro evento accidentale non espressamente escluso. ART. 18 BENI ASSICURATI L assicurazione di cui alla presente Sezione di polizza è prestata per i macchinari agricoli specificatamente identificati in polizza. I beni assicurati devono essere conservati con diligente cura e tenuti in condizioni tecniche e funzionali in relazione al loro uso ed alle loro destinazioni, secondo le norme della buona manutenzione; essi non devono mai essere adibiti a funzioni diverse da quelle per cui sono stati costruiti, né sottoposti a sollecitazioni anomale o superiori a quelle tecnicamente ammesse, né collegati ad impianti non in accordo alle specifiche richieste del costruttore. ART. 19 RISCHI ESCLUSI Sono esclusi i danni causati da: a) eventi previsti alle sezioni A e D, salvo quanto previsto dall art. 15, lettera g); b) dolo dell Assicurato o del Contraente; c) guasti meccanici od elettrici; d) residuati bellici esplosivi di qualsiasi tipo; e) deperimento, logoramento, corrosione, ossidazione che siano conseguenza naturale dell uso o funzionamento; f) atti di guerra, insurrezioni, tumulti popolari, scioperi, sommosse, occupazione militare, invasione, provocati da ordigni esplosivi; g) terremoti, eruzioni vulcaniche, inondazioni, alluvioni, mareggiate, frane, valanghe; h) esplosione od emanazione di calore o radiazioni provenienti da trasmutazioni del nucleo dell atomo, da radiazioni provocate dall accelerazione artificiale di particelle atomiche; Sono altresì esclusi i danni: i) per i quali deve rispondere, per legge o per contratto, il costruttore, venditore o locatore delle cose assicurate; j) verificatisi in conseguenza di montaggi e smontaggi non connessi a lavori di pulitura, manutenzione e revisione; k) dovuti all inosservanza delle prescrizioni per la manutenzione e l esercizio indicate dal costruttore o dal fornitore delle cose assicurate; l) a pneumatici, cingoli, funi, utensili, accessori e parti intercambiabili in genere, salvo il caso di danno totale al singolo macchinario; 20 di 52

SVILUPPO ITALIA. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. HDI Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Talanx)

SVILUPPO ITALIA. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. HDI Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Talanx) SVILUPPO ITALIA Contratto di assicurazione Incendio-Furto dedicato alle Attività Produttive destinatarie delle agevolazioni finanziarie concesse dall Agenzia Nazionale per l attrazione degli investimenti

Dettagli

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A.

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE Genertel S.p.A. CASA Il presente Fascicolo informativo, contenente la Nota Informativa e le Condizioni di Assicurazione, deve essere consegnato al contraente

Dettagli

Multirischi Abitazione

Multirischi Abitazione Multirischi Abitazione Contratto di assicurazione Collettivo multirischi per l'abitazione IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione;

Dettagli

MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO

MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO Arca Assicurazioni S.p.A. Contratto di assicurazione multirischi MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO Fascicolo Informativo edizione 1 Luglio 2011 Il presente Fascicolo Informativo contiene i seguenti documenti:

Dettagli

PARTNER GLOBALE UFFICIO

PARTNER GLOBALE UFFICIO $c1$ 40128 Bologna (Italia) Via Stalingrado, 45 C:\SIGMA\FORM\LOGO\ 30 unipol_div_milano.png piedino_solo_datisoc_gruppo.png Jmilano2.png UnipolSai Assicurazioni S.p.A. Divisione Milano www.unipolsai.com

Dettagli

AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ. Le polizze più complete per i tuoi veicoli. Condizioni di assicurazione. www.toroassicurazioni.

AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ. Le polizze più complete per i tuoi veicoli. Condizioni di assicurazione. www.toroassicurazioni. AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ Le polizze più complete per i tuoi veicoli Condizioni di assicurazione www.toroassicurazioni.it Indice Pagina AUTOSYSTEM PIÙ - DRIVERSYSTEM PIÙ - MOTOSYSTEM

Dettagli

CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia

CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia POLIZZA (modello MHFBDM0712 - data dell ultimo aggiornamento: Luglio 2012) IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTIENE: - LA NOTA INFORMATIVA,

Dettagli

Multirischi Abitazione

Multirischi Abitazione Multirischi Abitazione Contratto di assicurazione Collettivo multirischi per l'abitazione IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione;

Dettagli

Polizza BNL Formula Continua

Polizza BNL Formula Continua CARGEAS Assicurazioni S.p.A. Polizza BNL Formula Continua Contratto di Assicurazione per la copertura dei Danni Indiretti Data ultimo aggiornamento: 0 Aprile 015 Il presente Fascicolo Informativo contenente:

Dettagli

Il presente Fascicolo viene consegnato al Contraente prima della sottoscrizione del contratto e contiene:

Il presente Fascicolo viene consegnato al Contraente prima della sottoscrizione del contratto e contiene: Servizio Clienti: 02 2805.2806 Servizio Sinistri: 02 2805.2808 Assistenza: 02 2660.9396 Contratto di assicurazione per la Casa Io e la mia Casa Fascicolo Informativo Edizione 3/2015 Il presente Fascicolo

Dettagli

Abitare oggi plus. Assicurazione modulare per l abitazione. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa.

Abitare oggi plus. Assicurazione modulare per l abitazione. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. Tutela patrimonio Per la famiglia Abitare oggi plus Assicurazione modulare per l abitazione Il presente Fascicolo informativo contenente: Nota Informativa e Glossario Condizioni Generali di Assicurazione

Dettagli

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE CONTRAENTE AZIENDA ULSS 20 VIA VALVERDE, 42 37122 VERONA (VR) C.F. 02573090236 DECORRENZA ORE 24.00 DEL 31.12.2010 SCADENZA ORE 24.00 DEL 31.12.2015

Dettagli

polizza MULTIRISCHI DELL AZIENDA per l artigianato e la piccola e media impresa PARTE A EDIZIONE 1/12/2005 INDICE

polizza MULTIRISCHI DELL AZIENDA per l artigianato e la piccola e media impresa PARTE A EDIZIONE 1/12/2005 INDICE 3021 polizza MULTIRISCHI DELL AZIENDA per l artigianato e la piccola e media impresa PARTE A EDIZIONE 1/12/2005 INDICE Nota informativa ISVAP..... pag. 1 Informativa Privacy........ pag. 3 Definizioni

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER L'IMPRESA ARTIGIANALE O INDUSTRIALE DIFESA PIU' IMPRESA

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER L'IMPRESA ARTIGIANALE O INDUSTRIALE DIFESA PIU' IMPRESA $c1$ 20161 Milano Via Senigallia n.18/2 C:\SAGNEW \FORM\LOGO\ 1 JMINESCOMPESTMPA.png Jmilano2.png Milano Assicurazioni S.p.A. www.milass.it firma_milano.png JMARCH.bmp C:\SAGNEW \FORM\LOGO\MINESCOMPESTMPA.JPG

Dettagli

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione. Famiglia Più. Modello 7023 - Ed. 01.07.2014

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione. Famiglia Più. Modello 7023 - Ed. 01.07.2014 Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione Famiglia Più Modello 7023 - Ed. 01.07.2014 Il presente Fascicolo Informativo contenente a) Nota Informativa comprensiva del glossario b) Condizioni

Dettagli

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Impresa. in azienda. Modello 7603 - Ed. 01.07.2014

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Impresa. in azienda. Modello 7603 - Ed. 01.07.2014 Contratto di Assicurazione Multirischi dell Impresa in azienda Modello 7603 - Ed. 01.07.2014 Il presente Fascicolo Informativo contenente a) Nota Informativa comprensiva del glossario b) Condizioni di

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Tua Assicurazioni S.p.A.

Tua Assicurazioni S.p.A. Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio del Condominio Tua Casa Il presente Fascicolo Informativo, contenente a) Nota informativa, comprensiva

Dettagli

COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa

COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa Contraente: COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa Partita IVA: 00350160503 Periodo di efficacia dell assicurazione: Premio: - Effetto dalle ore 24 del: 30/04/2009 - Scadenza alle 24

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO ASSOCIAZIONE DI BOLOGNA Servizi alla Comunità Settore Autoriparazione AUTO SOSTITUTIVA ISTRUZIONI PER L USO Premessa pag. 3 Tipologie con le quali è possibile gestire il servizio pag. 4 Aspetti gestionali

Dettagli

Sara Casa Pronta. Fascicolo Informativo. il contratto di assicurazione multirischio per la casa

Sara Casa Pronta. Fascicolo Informativo. il contratto di assicurazione multirischio per la casa Sara Casa Pronta il contratto di assicurazione multirischio per la casa Fascicolo Informativo ll presente Fascicolo Informativo, contenente: a) Nota Informativa comprensiva del glossario b) Condizioni

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

POLIZZA DI ASSICURAZIONE GLOBALE ABITAZIONE SOMMARIO ABBREVIAZIONI PAG. 2 DEFINIZIONI PAG. 3 1. CONDIZIONI COMUNI A TUTTE LE SEZIONI PAG.

POLIZZA DI ASSICURAZIONE GLOBALE ABITAZIONE SOMMARIO ABBREVIAZIONI PAG. 2 DEFINIZIONI PAG. 3 1. CONDIZIONI COMUNI A TUTTE LE SEZIONI PAG. POLIZZA DI ASSICURAZIONE GLOBALE ABITAZIONE CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE SOMMARIO ABBREVIAZIONI PAG. 2 DEFINIZIONI PAG. 3 1. CONDIZIONI COMUNI A TUTTE LE SEZIONI PAG. 6 2. CONDIZIONI RELATIVE ALLA

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

C A P I T O L A T O POLIZZA DI ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI:

C A P I T O L A T O POLIZZA DI ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI: C A P I T O L A T O POLIZZA DI ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI: SEZIONE I. INCENDIO ED ALTRI EVENTI SEZIONE II. INCENDIO ED ALTRI EVENTI BENI IMMOBILI STORICO-ARTISTICI. SEZIONE III. FURTO ED ALTRI EVENTI

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi 1 LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi S OMMARIO DEFINIZIONI pag. 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE Oggetto dell assicurazione R.C.T. pag. 3 Oggetto

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI DANNI

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI DANNI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI DANNI PRODOTTO IMPRESA CONFORT Il presente fascicolo informativo contenente a) Nota Informativa, comprensiva del glossario b) Condizioni di Assicurazione deve essere

Dettagli

abitare ProtettI assistenza

abitare ProtettI assistenza abitare ProtettI assistenza Guida alla Consultazione Informazioni Principali pag. 2 Quali vantaggi Cosa offre Decorrenza e durata dell Assicurazione Come accedere ai servizi Informazioni sull Intermediario

Dettagli

Norme che regolano il contratto

Norme che regolano il contratto Norme che regolano il contratto Mod. 250/B ed. 04/2007 (dati tipografia, n copie) L assicurazione in generale DEFINIZIONI Nel testo di polizza si intendono per: Assicurazione: il contratto di assicurazione

Dettagli

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C.

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C. L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 La responsabilità dell appaltatore per i vizi e le difformità dell opera: la verifica e il collaudo Avv. Alessandro SCIOLLA LA

Dettagli

Saraincasa. Contratto di assicurazione multirischio per la casa. Fascicolo Informativo

Saraincasa. Contratto di assicurazione multirischio per la casa. Fascicolo Informativo sara assicurazioni Assicuratrice ufficiale dell'automobile Club d'italia Contratto di assicurazione multirischio per la casa Saraincasa Fascicolo Informativo Il presente Fascicolo Informativo, contenente:

Dettagli

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO ANNUALE

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO ANNUALE CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CONTRAENTE AZIENDA U.L.S.S. N. 8 ASOLO Via Forestuzzo, 41 31011 Asolo (TV) c.f. e p.i.v.a. 00896810264 DECORRENZA ORE 24.00 DEL 30.06.2012 SCADENZA ORE 24.00 DEL 30.06.2013

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione.

Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione. Contratto di Assicurazione Multirischi dell Abitazione. Modello 7261 Ed. 01.03.2014 Il presente Fascicolo Informativo contenente a) Nota Informativa comprensiva del glossario b) Condizioni di assicurazione

Dettagli

Contratto di Assicurazione Protezione Rischi (CVT ed Assistenza stradale) Nuova 1 Global Linea Veicoli

Contratto di Assicurazione Protezione Rischi (CVT ed Assistenza stradale) Nuova 1 Global Linea Veicoli La polizza auto cucita su misura per te. Contratto di Assicurazione Protezione Rischi (CVT ed Assistenza stradale) Nuova 1 Global Linea Veicoli Modello 14-000000094 - Ed. 01.05.2015 IL PRESENTE FASCICOLO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

più prestate. Franchigie. soffittature.

più prestate. Franchigie. soffittature. CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE POLIZZAA COLLETTIVA N. 5445/02 DEFINIZIONI VALIDE PER TUTTE LE SEZIONI fissi, infissi, opere di fondazione ed interrate, impianti idrici ed Abitazione (per la sola sezione Assistenza

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

GENERALI SEI IN AUTO

GENERALI SEI IN AUTO GENERALI SEI IN AUTO AUTOVETTURE Il presente Fascicolo informativo, contenente Nota informativa, comprensiva del Glossario Condizioni di Assicurazione deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione

Dettagli

Artigiani e Piccole Imprese

Artigiani e Piccole Imprese Artigiani e Piccole Imprese Artigiani e Piccole Imprese Contratto di Assicurazione a copertura dei rischi: Incendio, Responsabilità Civile danni a terzi e prestatori di lavoro, Responsabilità Civile danni

Dettagli

Contratto di Assicurazione per la Responsabilità Civile Autoveicoli terrestri ed altre garanzie. Modello S09052A/KS Ed. 01.05.2015

Contratto di Assicurazione per la Responsabilità Civile Autoveicoli terrestri ed altre garanzie. Modello S09052A/KS Ed. 01.05.2015 Contratto di Assicurazione per la Responsabilità Civile Autoveicoli terrestri ed altre garanzie. Modello S09052A/KS Ed. 01.05.2015 IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE a) Nota Informativa comprensiva

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI Il presente fascicolo informativo contenente: a) Nota Informativa, comprensiva del glossario; b) Condizioni di assicurazione Deve essere consegnato al contraente

Dettagli

AUTOSYSTEM PIÙ. Contratto di Assicurazione di Responsabilità Civile Auto e dei Rami Danni

AUTOSYSTEM PIÙ. Contratto di Assicurazione di Responsabilità Civile Auto e dei Rami Danni AUTOSYSTEM PIÙ Contratto di Assicurazione di Responsabilità Civile Auto e dei Rami Danni Contratto di assicurazione di Tutela Legale per la copertura dei rischi di assistenza stragiudiziale e giudiziale

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 Gli inquilini sono tenuti oltre che all osservanza delle disposizioni contenute nel contratto di locazione anche a quelle del

Dettagli

Fascicolo informativo

Fascicolo informativo Polizza Auto Fascicolo informativo Contratto di Assicurazione per Autovetture Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa comprensiva del Glossario e le Condizioni di Assicurazione,

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

IN AUTO PIÙ NEW Autocarri e altri veicoli da lavoro

IN AUTO PIÙ NEW Autocarri e altri veicoli da lavoro Arca Assicurazioni S.p.A. Contratto di assicurazione di responsabilità civile per la circolazione di veicoli a motore (R.C.A.) e per i danni al veicolo IN AUTO PIÙ NEW Autocarri e altri veicoli da lavoro

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ALTRI VEICOLI

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ALTRI VEICOLI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ALTRI VEICOLI Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa, comprensiva del Glossario e le Condizioni di assicurazione deve essere consegnato

Dettagli

VALUE COVEA FLEET S.A. CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO.

VALUE COVEA FLEET S.A. CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO. COVEA FLEET S.A. del Gruppo COVEA CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO VALUE NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO Il presente Fascicolo Informativo, contenente: 1) Nota Informativa

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Condizioni contrattuali polizza motocicli, ciclomotori e altri veicoli

Condizioni contrattuali polizza motocicli, ciclomotori e altri veicoli Condizioni contrattuali polizza motocicli, ciclomotori e altri veicoli La Compagnia di assicurazione diretta del INDICE Servizio Assistenza Clienti Servizio Sinistri +390306762100 Per chiamate dall estero

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

LE CADUTE DALL ALTO E

LE CADUTE DALL ALTO E LE CADUTE DALL ALTO E LA RESPONSABILITÀ DEGLI AMMINISTRATORI A.U. Salvatore Ruocco Lecce, 15 febbraio 2014 PROGRAMMA 1) Rischio caduta: normativa e soggetti coinvolti 2) UNI EN 795 e dispositivi di ancoraggio

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI E PRESTATORI D OPERA (R.C.T./R.C.O.) COMUNE DI AZZANELLO (CR)

RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI E PRESTATORI D OPERA (R.C.T./R.C.O.) COMUNE DI AZZANELLO (CR) Allegato 1 Lotto 1 CAPITOLATO SPECIALE PER COPERTURA ASSICURATIVA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI E PRESTATORI D OPERA (R.C.T./R.C.O.) COMUNE DI AZZANELLO (CR) La normativa, qui di seguito dattiloscritta,

Dettagli

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

Pagina lasciata intenzionalmente in bianco

Pagina lasciata intenzionalmente in bianco Contratto di assicurazione per la copertura dei Rischi Tecnologici POLIZZA DI ASSICURAZIONE TUTTI I RISCHI DELLA COSTRUZIONE DI OPERE CIVILI Il presente Fascicolo informativo, contenente Nota informativa,

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale. Art. 1 Servizio di Polizia Municipale

Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale. Art. 1 Servizio di Polizia Municipale Legge 7.3.1986, n. 65 Legge quadro sull ordinamento della Polizia Municipale Art. 1 Servizio di Polizia Municipale 1. I comuni svolgono le funzioni di polizia locale. A tal fine, può essere appositamente

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

Contratto di assicurazione per autovetture

Contratto di assicurazione per autovetture Contratto di assicurazione per autovetture Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa comprensiva del Glossario, le Condizioni di Assicurazione e, dove prevista, la Proposta, deve

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI DEMOLIZIONE EDIFICI 1. DEMOLIZIONI MANUALI E1 DEMOLIZIONI STRUTTURE RAFFORZAMENTI E UNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OERE ADIACENTI DEMOLIZIONE VOLTE; DEMOLIZIONE SOLAI IN LEGNO; DEMOLIZIONE SOLAI LATERO-

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

IL RISARCIMENTO DEL DANNO

IL RISARCIMENTO DEL DANNO IL RISARCIMENTO DEL DANNO Il risarcimento del danno. Ma che cosa s intende per perdita subita e mancato guadagno? Elementi costitutivi della responsabilità civile. Valutazione equitativa. Risarcimento

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Cosa fanno gli altri?

Cosa fanno gli altri? Cosa fanno gli altri? Sig. Morgan Moras broker di riassicurazione INCENDIO (ANIA) Cosa fanno gli altri? rami assicurativi no copertura polizza incendio rischi nominali - rischio non nominato - esplosione,

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli