marketin l informazione di borsa italiana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "marketin l informazione di borsa italiana"

Transcript

1 GENNAIO 2006 Numero 20 all interno UN 2005 DA RECORD PER BORSA ITALIANA Come è andato il 2005 Nasce il nuovo MOT I nuovi orari di negoziazione Flash sul mercato Novità regolamentari Notizie dal web Appuntamenti Abbiamo fatto Corsi di formazione In breve Abbiamo fatto Nuove ammissioni e intermediari Colpo d occhio I l 2005 sarà ricordato come un anno record per i mercati gestiti da Borsa Italiana. L indicatore più significativo è quello dei volumi scambiati, riguardo al quale il controvalore sia per le azioni che per i derivati ha superato i precedenti massimi storici. Gli scambi di azioni hanno espresso infatti una media giornaliera pari a contratti e 3,7 miliardi di euro (nel 2000 erano 3,4), con un picco di controvalore giornaliero, raggiunto il 16 dicembre, di 7,8 miliardi. Il Mercato Idem ha scambiato mediamente contratti standard al giorno, per un controvalore di 3,6 miliardi medi giornalieri, anche grazie al notevole successo dei single stock futures. L open interest, molto elevato durante tutto l anno, ha segnato il massimo storico di 4,0 milioni di contratti il 17 di novembre. Riguardo alle azioni, il mercato italiano si distingue in ambito europeo per l elevata liquidità relativa, come evidenziato dal primato in termini di turnover velocity, l indicatore che - rapportando il controvalore degli scambi telematici alla capitalizzazione - segnala il tasso di rotazione annuale delle azioni. In base alle più recenti statistiche ufficiali FESE (Federazione delle Borse Europee), la turnover velocity italiana era infatti pari a 148%, a fronte di 111% di Deutsche Börse, 98% della Borsa spagnola, 84% di OMX e 82% di Euronext. Borsa Italiana riconferma l ottimo posizionamento rispetto alle altre Borse del Vecchio Continente anche per gli altri indicatori, e ha fra l altro sorpassato Deutsche Börse per numero di contratti negoziati nel mercato azionario sui sistemi telematici, collocandosi al terzo posto in Europa. Per le nuove ammissioni, il livello di 19 registrato nel 2005 è il più elevato dal 2000, e porta a 178 le nuove > > società ammesse sui mercati borsistici negli ultimi otto anni, da quando cioè è attiva Borsa Italiana Spa. Il positivo andamento dei corsi (MIB +13,9%) e l ammissione di nuove società hanno determinato - per il terzo anno consecutivo - una crescita della capitalizzazione complessiva delle società domestiche quotate, che ha raggiunto i 677 miliardi di euro (581 a fine 2004) pari al 49% del Prodotto Interno Lordo. Il dato di fine dicembre rappresenta il valore più elevato dal giugno Borsa Italiana si conferma anche il primo mercato per securitised derivatives in Europa. Gli scambi di covered warrant e certificates quotati su SeDeX hanno raggiunto il nuovo massimo storico, con un controvalore medio giornaliero di 193 milioni (+201% rispetto al 2004) e contratti. Il 6 ottobre nuovo record di scambi in una singola seduta, con un controvalore di 384 milioni. Una fortissima crescita ha interessato anche gli scambi di ETF, che con 34 milioni di euro (+172% sul 2004) e contratti giornalieri hanno raggiunto anch essi i nuovi massimi storici (anche grazie alle nuove ammissioni dell anno, che hanno incrementato il numero di ETF quotati da 20 a 30), portando il nostro mercato al primo posto in Europa per contratti sui sistemi telematici. I risultati ottenuti quest'anno dal Gruppo Borsa Italiana e i tre anni consecutivi, dal 2003 ad oggi, di crescita del mercato azionario italiano sottolinea l Amministratore Delegato, Massimo Capuano sono anche il frutto del lavoro svolto per rendere più efficienti le infrastrutture dei nostri mercati e ottimizzarne organizzazione, regolamentazione e tecnologie. Azioni quotate: scambi e turnover velocity Controvalore medio giornaliero ( m) Turnover velocity < 160% < 140% > > < 120% < 100% > < 80% > < 60% > < 40% > < 20% A cura di 800 > < 0% 400 > 0 > Fonte: Borsa Italiana - R&D

2 COME È ANDATO IL 2005 Per gentile concessione di MF - Milano Finanza. Il nuovo record assoluto di scambi sul mercato azionario, superiore anche ai livelli eccezionali dell anno 2000, è la testimonianza del forte interesse e della fiducia per il nostro mercato da parte degli investitori istituzionali e del pubblico retail, come confermato anche dall attiva partecipazione alla sottoscrizione di azioni delle nuove matricole in occasione delle numerose operazioni di collocamento. L interesse per il nostro mercato è stato promosso anche con incontri organizzati da Borsa Italiana per far conoscere all estero le nostre società, incontri che sono aumentati aggiungendo alle già consolidate Investor Conferences di Tokio, Londra e Francoforte, quelle di Parigi e New York. La crescente visibilità dell indice S&P/Mib, che rappresenta un riconosciuto benchmark, ha contribuito all apprezzamento del nostro mercato a livello internazionale, testimoniato anche dall elevato numero di intermediari non italiani che accedono ai nostri mercati (dei 123 intermediari, 39 sono esteri). Alla luce dell andamento dei mercati, nel corso del 2005 sono stati posti in atto alcuni interventi sul pricing dei servizi di trading, post trading e clearing, nell ottica di razionalizzarne la struttura e condividere con i partecipanti al mercato i recuperi di efficienza e il valore creato. L anno appena chiuso si è caratterizzato anche per un ritrovato interesse delle aziende per il mercato azionario: le 19 ammissioni al listino, di cui 15 IPO, sono sicuramente un segnale positivo in tal senso. Il traguardo raggiunto rappresenta tuttavia solo una parte dell ampio potenziale che l Italia può esprimere nell aumentare la rappresentatività dell economia del Paese sul listino. Il 2006 permetterà a Borsa Italiana di impegnarsi ancor di più per affermare il suo ruolo propositivo nel processo di consolidamento tra le varie borse europee, mentre l'acquisizione di MTS, in partnership con Euronext, consentirà di ampliare la gamma di nuovi servizi a disposizione dei clienti. La vocazione internazionale permea tutta l attività del Gruppo Borsa Italiana. Monte Titoli, in particolare, ha proseguito nella graduale integrazione con le altre piattaforme europee: a partire da aprile, infatti, i contratti conclusi sull EuroMot vengono inviati al regolamento verso i sistemi di settlement esteri indicati dai singoli intermediari, per il tramite della nuova piattaforma X-TRM. Nello stesso tempo Express II il sistema di liquidazione e regolamento gestito da Monte Titoli ha visto estendere la propria operatività anche a piattaforme di trading di mercati esteri. Le attività internazionali del Gruppo beneficiano infine del supporto tecnologico di BIt Systems, che ha recentemente inaugurato un nuovo hub informatico a Londra, in aggiunta a quelli di Milano e Roma già a disposizione dei clienti. Maggiori dettagli sull andamento del 2005 a pag. 5 e sul sito Gli indici Total Return Dallo scorso settembre Borsa Italiana ha introdotto il calcolo e la pubblicazione di indici total return a fianco dei tradizionali indici di borsa. I nuovi indici sono diffusi una sola volta al giorno, al termine della seduta di negoziazione, ed hanno la particolarità di essere calcolati reinvestendo i dividendi che le società distribuiscono agli azionisti. Gli indici total return permettono di valutare più compiutamente la performance di un paniere di azioni (specie in caso di politiche di distribuzione dividendi generose ). Le recenti modifiche del Regolamento Emittenti Consob introducono infatti, per i fondi a ricapitalizzazione dei proventi, l obbligo di utilizzare benchmark che prevedano il reinvestimento dei dividendi. Da un punto di vista pratico, il reinvestimento di una o più cedole porta, nel giorno dello stacco, a un andamento migliore per l indice total return rispetto allo stesso indice nella versione netta ; in tutte le altre sedute, le performance dei due indici sono identiche. 2

3 NASCE IL NUOVO MOT Dal novembre 2005 le contrattazioni del comparto EuroMOT sono state trasferite sul MOT (il Mercato delle Obbligazioni e dei Titoli di Stato di Borsa Italiana), dando così origine a un unico mercato per la negoziazione delle obbligazioni. Il nuovo MOT è articolato in due segmenti: DomesticMOT, dedicato agli strumenti finanziari liquidati presso sistemi di liquidazione nazionali; EuroMOT, riservato agli strumenti finanziari liquidati presso sistemi di liquidazione esteri. I due segmenti hanno le medesime funzionalità (tipologie di proposte di negoziazione, parametri di controllo, tick, ecc.) e fasi di negoziazione (asta di apertura e negoziazione continua). All interno del segmento DomesticMOT gli strumenti finanziari sono ripartiti in due classi omogenee sia dal punto di vista delle caratteristiche degli stessi, sia delle modalità e degli orari di negoziazione: Titoli di Stato Nazionali (BOT; BTP; BTPi; CCT; CTZ); Titoli di debito in euro o in valute diverse dall euro. Il segmento EuroMOT prevede invece un unica classe di mercato all interno della quale sono negoziati euro-obbligazioni, ABS, titoli di emittenti esteri e altri titoli di debito. Sul DomesticMOT e sull EuroMOT le negoziazioni si svolgono secondo le seguenti fasi: Asta di apertura, articolata a sua volta in pre-asta, validazione e conclusione dei contratti ("apertura"); Negoziazione continua. I contratti conclusi sul segmento DomesticMOT sono liquidati presso Monte Titoli il terzo giorno di borsa aperta successivo alla stipulazione (ad eccezione dei contratti relativi ai Buoni Ordinari del Tesoro, per i quali il termine è di due giorni). Per il segmento EuroMOT la liquidazione si svolge presso Euroclear e Clearstream Luxembourg; in questo caso i termini della liquidazione sono calcolati secondo il calendario Target. Dal 2 gennaio i nuovi orari di negoziazione A partire dal 2 gennaio 2006, per i segmenti Blue Chip e STAR di Borsa e per il Mercato SeDeX, l avvio della sessione di negoziazione in continua è stato anticipato di cinque minuti, iniziando quindi alle ore 9.05 anziché alle ore Per quanto riguarda le ultime fasi della seduta, è stata introdotta una riduzione di cinque minuti dell asta di chiusura. E pertanto possibile immettere gli ordini in asta fino alle anziché alle Questo permette di calcolare e pubblicare i prezzi di riferimento e ufficiali subito dopo le Sostanzialmente invariati gli orari del mercato dei derivati IDEM, con la negoziazione in continua dalle 9.00 alle Ridotta infine anche la durata delle sospensioni tecniche in caso di eccessiva volatilità dei prezzi nei mercati MTA, MTAX ed Expandi. L interruzione della negoziazione continua ha ora infatti una durata complessiva di 15 minuti (12 minuti di pre-asta più 3 minuti di validazione) anziché di 30 minuti come in precedenza (25 minuti di pre-asta e 5 di validazione). La tabella che segue riassume i nuovi orari per i mercati azionari: Mercato/ 8:00 9:05 11:00 16:25 16:35 17:25 17:35 18:00 20:30 Segmento Blue Chip (1) STAR (3) (1) Standard/Expandi (classe 1) Standard/Expandi (classe 2) (1) Titoli S&P/MIB, Midex + STAR se supportati da specialista (2) Chiusura random nell ultimo minuto della fase di immissione ordini (9:00, 10:50, 16:30, 17:30) (3) Nella fase transitoria fino al marzo 2006 tutti i titoli MTAX vengono trattati con questi orari Asta di apertura (2) Negoziazione continua Asta di chiusura (2) Continua After Hours

4

5 FLASH SUL MERCATO I principali indicatori del 2005 Gli indici: il MIB ha chiuso il 2005 a quota (+ 13,9% nell anno, performance che segue quelle del 17,5% e del 14,9% dei due anni precedenti), l S&P/MIB a +15,6%, gli indici mid-small caps in fortissima crescita (+33,0% per All Stars). Tra gli indici total return +17,8% per il MIB, +19,2% per l S&P/MIB e +9,7% per il Midex. L evoluzione del listino: il 2005 si chiude con 282 società quotate sui mercati di Borsa Italiana, 4 in più di quelle di fine 2004 (89 società nel segmento Blue Chip, 71 Star, 104 su Standard e 18 sul Mercato Expandi). Le 19 nuove ammissioni di quest anno (5 Blue Chip, 3 Star, 5 Standard e 6 Mercato Expandi) comprendono le 15 società approdate al listino dopo un collocamento con offerta pubblica (IPO). 15 le revoche (5 per conclusione di OPA, 6 per liquidazione o amministrazione straordinaria, 4 per fusioni o altri motivi). Per il SeDeX, le ammissioni (il secondo dato di sempre dopo quello del 2001) e le revoche portano a fine anno a un numero di strumenti quotati pari a (+35%). Mercato azionario - la capitalizzazione: i 677 miliardi di euro di fine anno comprendono 626 mld per il segmento Blue Chip, 44 mld per Star e Standard e 7 mld per il Mercato Expandi. Star ed Expandi sono risultate le aree a maggiore tasso di crescita. Mercato azionario - i volumi: gli scambi complessivi sul sistema telematico di strumenti azionari, ETF e securitised derivatives hanno raggiunto i 53 milioni di contratti e miliardi di euro di controvalore. La media giornaliera è stata di contratti (+36% sul 2004) e di 4,0 miliardi di euro (+35,5%), nuovo massimo storico per il mercato italiano. A livello di mercati e segmenti, il segmento Blue Chip ha evidenziato una media giornaliera di contratti e 3,6 mld., lo Star di contratti (+136%) e 71 milioni (+199%), lo Standard di contratti e 73 milioni, Mercato Expandi di 565 contratti (+110%) e 4 milioni. La dimensione media dei contratti su azioni è risultata in flessione, passando da a euro. L IDEM: anche per i derivati azionari il 2005 ha rappresentato un anno record, caratterizzato da una forte crescita dell attività di negoziazione. Nel corso dell anno sono stati scambiati 25,9 milioni di contratti standard, per un controvalore nozionale di 926 miliardi di euro (il 15 novembre è stato stabilito il nuovo massimo storico di scambi in una singola seduta, con contratti). La ripartizione in singoli strumenti vede una significativa crescita dei futures su azioni e delle opzioni su azioni. Il rapporto con gli scambi cash è risultato stabile al 97%. In ambito europeo, pur con i principali mercati (Eurex e Euronext-Liffe) che rappresentano il 90% circa del totale degli scambi, nel 2005 l Idem è risultato il mercato con il migliore tasso di crescita per numero di contratti scambiati. I futures su S&P/MIB hanno registrato una media giornaliera di contratti standard (+8% sul 2004) e di 2,3 miliardi di controvalore nozionale (+26%). Per gli scambi di minifutures su S&P/MIB media giornaliera di contratti (-12%) e 165 milioni di controvalore. Le opzioni su indice hanno registrato una media giornaliera di contratti (+17% rispetto all anno 2004) e di 818 milioni di controvalore (+38%). Gli scambi di futures su azioni sono cresciuti del 246%, passando dai contratti giornalieri del 2004 ai del 2005 (nuovo massimo storico). In termini di controvalore si è passati dai 30 milioni di euro giornalieri del 2004 ai 132 del 2005 (+335%). Lunedì 14 novembre è stato raggiunto il nuovo massimo storico di scambi in una singola seduta, con contratti. A fine anno sono negoziati futures su 33 azioni sottostanti. Gli scambi di opzioni su azioni sono cresciuti in termini di contratti, passati da una media giornaliera di del 2004 ai del 2005 (+32%, nuovo massimo storico) e in termini di controvalore nozionale passando da 143 a 214 milioni di euro (+50%). Le opzioni su azioni si sono confermate lo strumento più negoziato dell Idem in termini di contratti. A fine anno sono negoziate opzioni su 39 sottostanti. Il MOT: Scambi di titoli di Stato pari a 109 mld (media giornaliera di 426 milioni, - 21% rispetto al 2004); scambi di obbligazioni saliti a 11 mld (media giornaliera di 43 milioni, + 52% sul 2004); scambi di eurobonds e ABS dell EuroMOT di 3,2 mld (media giornaliera di 13 milioni, - 9% sul 2004). I collocamenti: i flussi di investimento canalizzati attraverso la Borsa nel corso del 2005 (aumenti di capitale e operazioni di collocamento) hanno raggiunto i 18,9 miliardi di euro, dato in crescita per il terzo anno consecutivo (2002: 6,6 mld.; 2003: 12,6 mld.; ,2 mld.). L importo complessivo affluito direttamente alle società quotate o di nuova ammissione è stato pari a 13,2 miliardi di euro, il secondo livello degli ultimi 15 anni dopo quello del In dettaglio, sono stati effettuati 21 aumenti di capitale a pagamento (10 da società Blue Chip, 2 Star e 9 Standard), che hanno consentito alle società quotate di raccogliere 12,1 miliardi di euro (23 operazioni per 3,3 miliardi nel 2004). Oltre alle operazioni a pagamento sono state effettuate 3 operazioni a titolo gratuito. Le 18 operazioni di collocamento (15 IPO, due private placements e un offerta pubblica di vendita ENEL 4 alle quali vanno aggiunti due collocamenti di quote di fondi immobiliari) hanno raccolto 6,8 miliardi di euro, dato in calo rispetto al 2004 (12,0) ma ancora in crescita rispetto ai due anni precedenti (rispettivamente 2,8 e 2,9 miliardi di euro nel 2003 e nel 2002). Complessivamente il 64% circa del controvalore collocato è stato sottoscritto da investitori istituzionali; la restante parte (36%) è stata sottoscritta da investitori retail. Per le IPO, il capitale raccolto è affluito in misura abbastanza paritetica agli azionisti venditori (58% del totale) e alle società emittenti (42%) per il finanziamento della propria crescita futura. Gli investitori hanno dimostrato un buon interesse per le operazioni di collocamento (dato medio di oversubscription per le IPO pari a 5,1). Le offerte pubbliche d acquisto: nel corso dell anno sono state realizzate 23 OPA, per un totale di 19,8 miliardi di euro (19 operazioni per un valore di 0,5 mld nel 2004). Il dato complessivo rappresenta il secondo livello di tutti i tempi, inferiore solo al 1999 (55,5 miliardi). Si è trattato in 8 casi di offerte di tipo volontario e in 15 casi di offerte obbligatorie. Le principali operazioni sono state le OPA di Telecom Italia su TIM ( 13,8 miliardi, la seconda della storia del mercato italiano), quella di Allianz su RAS ( 2,7 miliardi) e quella di Transalpina Energia su Edison ( 2,6 miliardi). 5

6

7 NOVITÀ REGOLAMENTARI OTTOBRE - DICEMBRE 2005* ARGOMENTO PRINCIPALI AREE DI INTERVENTO Trasferimento delle negoziazioni del comparto EuroMOT sul comparto MOT; risegmentazione del comparto MOT in due segmenti (cfr. pag. 3) Creazione di due classi di mercato nel segmento DomesticMOT (cfr. pag. 3) MOT - modifiche di fine-tuning: - possibilità di ammettere senza domanda dell emittente anche i titoli garantiti da uno Stato membro dell UE; - procedura semplificata per l ammissione di titoli garantiti da Stati UE o emessi da taluni organismi internazionali a carattere pubblico; - trasferimento di alcune funzionalità in materia di riscontro delle operazioni da Borsa Italiana a Monte Titoli. RIFERIMENTI* Artt. 1.1, 1.3, 2.1.2, , , 3.1.3, 3.2.1, 3.2.3, 4.2.1, , Titolo 4.4, Artt , 4.9.3, Titolo 5.1 del Regolamento Titolo IB.1, Art. IA.3.1, Titolo IA.7, Artt. IA , IA , modelli di domanda di ammissione e relativa documentazione per strumenti finanziari e per operatori delle Istruzioni Nuova modalità di segnalazione di blocchi e fuori mercato attraverso il canale (cfr. MarketIN n. 19) Artt. IA.13.1 e IA.13.2 delle Istruzioni Modifica della data di comunicazione della politica di dividendi da parte dell emittente (entro il mese successivo alla data di chiusura dell esercizio). Sezione IA.2.1, art. 1, delle Istruzioni Modifica orari di negoziazione e riduzione della durata delle sospensioni per i mercati MTA, MTAX ed Expandi (cfr. pag. 3), nonchè SeDeX e IDEM. Capi IA.4.1, IA.5.1 e IA.9.1 delle Istruzioni Interventi di rettifica dei contratti di opzione su azioni e di futures su azioni in caso di dividendi straordinari: - possibilità per Borsa Italiana, in casi eccezionali, di non effettuare rettifiche per pagamenti di acconti di dividendi non comunicati dall emittente nella dividend policy ma annunciati con congruo anticipo (3 mesi); - adeguamento delle modalità di rettifica (non solo prezzo ma anche numero di azioni sottostanti ai contratti), con precisazione della formula (cd. K ) Estensione della sospensione della facoltà di esercizio anticipato dei contratti di opzione su azioni nell ultimo giorno di adesione a un offerta pubblica di acquisto anche in occasione di OPA non totalitaria. Comunicazione della cessazione dei contratti di give-up da parte del negoziatore o del compensatore (e non da entrambi). Artt. IA.9.1.9, IA , IA , IA delle Istruzioni Modifica degli schemi di comunicato price-sensitive (sono previsti chiarimenti in materia di trattamento fiscale dei fondi in distribuzione, convenants e debiti scaduti). Art. IA delle Istruzioni Ammissione: redazione del piano industriale secondo i principi contabili internazionali, con dati storici degli ultimi due esercizi redatti in forma restated IAS (esclusi esercizi precedenti a quelli chiusi nel corso del 2004). Sezione IA.1.1, tavola 1, punto 3.08 e Sezione IA.1B.1, tavola 1, punto 3.08 * Regolamenti dei Mercati in vigore dal 19 dicembre 2005 e Istruzioni al Regolamento in vigore dal 2 gennaio 2006 NOTIZIE DAL WEB Corporate Actions E oggi disponibile, all interno del servizio NIS Web di Borsa Italiana, il modulo Corporate Actions, che permette di visualizzare tutte le operazioni passate, in corso e future aventi come oggetto variazioni del capitale delle società quotate, distribuzione dei dividendi, M&A, operazioni sul capitale, OPA ecc., per gli emittenti sia di azioni sia di obbligazioni. Il layout della nuova sezione rimane simile a quello degli altri moduli e include un motore di ricerca che permette di effettuare ricerche per Descrizione Azione, per Data di Inizio e Fine, per Strumento (Azione o Obbligazione), per Anno, per Tipologia di evento. Per ogni evento sono accessibili la relativa nota descrittiva, ove esistente, e l Avviso di Borsa. Per ulteriori informazioni: Info Services & Products Marketing di Borsa Italiana APPUNTAMENTI 1-2 marzo 2006 Milano Fiera Milano STAR Conference 2006 Presentazione delle società del segmento STAR agli investitori istituzionali febbraio 2006 Amsterdam Grand Hotel Krasnapolsky, Amsterdam Derivatives & Securities Forum Amsterdam 2006 Borsa Italiana partecipa come sponsor ad uno dei principali appuntamenti per gli addetti del settore. 3-4 aprile New York (USA) The Westin New York at Times Square Italian Investor Conference Le società del segmento Blue Chip incontrano gli investitori istituzionali statunitensi. Seconda edizione organizzata da Borsa Italiana in collaborazione con alcuni primari brokers italiani ed esteri. Per ulteriori informazioni: 7

8 ABBIAMO FATTO Trading Online Expo 2005 Il 21 e 22 ottobre scorsi Borsa Italiana ha organizzato la terza Trading Online Expo, l incontro dedicato al mondo del trading e dell investimento online. Ospitata nel Congress and Training Centre di Palazzo Mezzanotte a Milano, sede della Borsa Italiana, l Expo ha visto la presenza di 29 espositori e di partecipanti, e ha offerto all investitore individuale la possibilità di incontrare i broker online, le società emittenti di covered warrant, certificates ed ETF e le società di servizi di supporto al trading. Concepita con un focus particolare di education sui mercati finanziari, la manifestazione ha dedicato quest anno, per la prima volta, un intera giornata al trading real time, con otto sessioni offerte dai principali traders italiani. Inoltre, così come per le scorse edizioni, Borsa Italiana ha proposto un ampio programma di formazione per gli investitori: 40 seminari, di cui quattro di Borsa Italiana, quattro corsi di analisi tecnica, 16 seminari degli sponsor e otto corsi di trading su pc. Invito Trading Online Expo. L Expo permette di conoscere da vicino le novità riguardanti le piattaforme di trading e il data vending e di approfondire il funzionamento dei mercati e le tecniche di trading online. Nel corso del convegno di apertura della manifestazione è stata inoltre presentata una ricerca di Borsa Italiana sui profili e i comportamenti dei traders online in Italia, disponibile, come tutte le altre presentazioni dell Expo, all indirizzo: CORSI DI FORMAZIONE gennaio e 26 gennaio e 27 gennaio e 16 febbraio febbraio febbraio marzo e 22 febbario e 24 febbario marzo e 23 marzo e marzo 2006 CORSO DI FORMAZIONE PER NEGOZIATORI LA REDAZIONE DEL BILANCIO CONSOLIDATO ALLA LUCE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (settore industriale) LA REDAZIONE DEL BILANCIO CONSOLIDATO ALLA LUCE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (settore bancario) LE INVESTOR RELATIONS SECONDO LA MARKET ABUSE: METODI E STRUMENTI OPERATIVI L APPLICAZIONE DEGLI ETF NELLE GESTIONI GUIDA AI COMPITI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO E ALLE RESPONSABILITA DEL CDA ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL BACK OFFICE AZIONARIO ED OBBLIGAZIONARIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL BACK OFFICE DEI PRODOTTI DERIVATI OPZIONI E PRODOTTI DERIVATI: STARTEGIE DI PRICING E TECNICHE DI TRADING ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL MIDDLE OFFICE IL PIANO INDUSTRIALE: PROGETTARE E COMUNICARE LA STRATEGIA Per informazioni e iscrizioni si prega di contattare il numero oppure di inviare una a: 8

9 IN BREVE Via libera dell'antitrust all'acquisizione di MTS da parte di Borsa Italiana A seguito del closing del 18 novembre, Borsa Italiana ha ricevuto nello scorso dicembre l autorizzazione da parte dell Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per l acquisizione del controllo di MTS (congiuntamente a Euronext), attraverso un provvedimento che conferma la positiva valutazione da parte dell Autorità dei comportamenti delle imprese del Gruppo Borsa Italiana nel fornire l accesso ai servizi da esse forniti a soggetti esterni al gruppo. L acquisizione di MTS riveste un grande rilievo per il mercato italiano, anche nel quadro dello sviluppo dei mercati finanziari europei. MTS è controllata da MBE Holding, società retta alternativamente da Borsa Italiana ed Euronext, che inizialmente avrà come Presidente Jean- Francois Théodore (CEO di Euronext) e come Vice Presidente Massimo Capuano (Amministratore Delegato di Borsa Italiana). MOT: dallo scorso dicembre 2005 in quotazione due nuove ABS emesse da INPS- S.C.C.I. S.p.A. Con l obiettivo di ampliare ulteriormente l offerta dei prodotti quotati, Borsa Italiana ha avviato dal 22 dicembre la negoziazione di due nuovi strumenti Asset Backed Securities emessi dalla Società di cartolarizzazione dei crediti INPS S.C.C.I. S.p.A. I due nuovi titoli, che verranno negoziati su MOT (cfr. pag. 3), segmento EuroMOT, sono i seguenti: "Euro Serie 5A Titoli Asset-Backed a Tasso Variabile con scadenza 2010" "Euro Serie 8 Titoli Asset-Backed a Tasso Variabile con scadenza 2016" Anche la negoziazione delle due nuove ABS sarà sostenuta dalla presenza di un operatore specialista (in questo caso Banca Caboto S.p.A.). Massimo Capuano rieletto per il 2006 Presidente della Federazione delle Borse Europee (FESE) Massimo Capuano, Amministratore Delegato di Borsa Italiana, è stato rieletto per il 2006 Presidente della Federazione delle Borse Europee dall Assemblea Generale dei membri della Federazione, tenutasi a Bruxelles. Ha già ricoperto la stessa carica nel biennio La FESE, cui aderiscono 25 membri, è l associazione dei mercati mobiliari regolamentati europei. Pubblicato lo studio Le Initial Public Offerings: un analisi comparativa tra Italia e Regno Unito Quindicesimo nella collana "BItNotes" (disponibile presso la sezione "Documenti" del sito di Borsa Italiana), il lavoro analizza le caratteristiche delle nuove quotazioni in Italia e nel Regno Unito, sia sull AIM sia sul mercato principale del London Stock Exchange. Il confronto fornisce spunti per approfondire le ragioni del minor numero di società quotate in Italia rispetto al Regno Unito, nonostante le due economie siano dimensionalmente simili. Calendario di negoziazione per l anno 2006 Il calendario di negoziazione del 2006 per i mercati di Borsa Italiana prevede le seguenti giornate di chiusura: per i comparti diurni di MTA, MTAX, per il Mercato Expandi e l IDEM, venerdì 14 aprile (Venerdì Santo), lunedì 17 aprile (Lunedì dell Angelo), lunedì 1 maggio, martedì 15 agosto, lunedì 25 dicembre, martedì 26 dicembre (Santo Stefano), oltre a tutti i sabati e le domeniche; per l After Hours si aggiungono alle date sopra indicate venerdì 6 gennaio, giovedì 13 aprile, lunedì 24 aprile, martedì 25 aprile, venerdì 28 aprile, venerdì 2 giugno, venerdì 11 agosto, lunedì 14 agosto, da mercoledì 16 a venerdì 18 agosto, mercoledì 1 novembre, giovedì 7 dicembre, venerdì 8 dicembre, venerdì 22 dicembre, da mercoledì 27 a venerdì 29 dicembre. Per quanto riguarda le altre società del Gruppo, nel 2006 Cassa di Compensazione e Garanzia e Monte Titoli continueranno a seguire il calendario Target. E possibile scaricare il calendario 2006 con le relative scadenze tecniche, data di stacco e scadenze dei contratti derivati, presso Calendario di negoziazione per l anno

10 NUOVE ammissioni Dal 1 ottobre al 31 dicembre 2005 TICKER BLOOMBERG TICKER REUTERS SOCIETA ATTIVITA MERCATO (SEGMENTO/TIPOLOGIA OPERAZIONE) DATA INIZIO NEGOZ. PREZZO IPO ( ) VALORE OFFERTA GLOBALE* m SPONSOR(S)/ LISTING PARTNER (SPECIALISTA) ANM IM ANM.MI Anima SGR Servizi finanziari MTA (Std. 1) 26/10/2005 3,30 103,90 Mediobanca TIP TIP.MI Tamburi Investment Partners Servizi finanziari CLF IM CLF.MI Caleffi Prodotti tessili GCL GCL.MI Guala Closures Prodotti per packaging Mercato Expandi (classe 2) Mercato Expandi (classe 1) 9/11/2005 1,80 90,00 Euromobiliare SIM 9/11/2005 2,80 12,30 Centrobanca MTA (Star) 22/11/2005 4,20 153,60 JP Morgan Securities ETM IM ETM.MI Eurotech Computers MTAX (Star) 30/11/2005 3,40 29,40 Mediobanca APP IM APP.MI Apulia Prontoprestito Servizi finanziari Mercato Expandi (classe 1) 7/12/2005 1,28 30,70 SFL IM SFL.MI Safilo Group Occhialeria MTA (Blue Chip) 9/12/2005 4,90 686,00 LTO IM LTO.MI Lottomatica (già Newgames) Giochi on-line MTA (Blue Chip/ Incorporazione di Lottomatica) 20/12/2005 n/a n/a Banca Finnat Euramerica BIM IMI, UBM, Euromobiliare SIM Mediocredito Centrale EEZ IM EEZ.MI Eurofly Linea aerea MTA (Std. 1) 21/12/2005 6,40 40,30 Centrobanca n/a n/a Kerself * escl. Greenshoe Pompe e impianti fotovoltaici Mercato Expandi (classe 2) 18/1/06 2,50 12,50 Unipol Merchant Ulteriori informazioni sono disponibili su - Quotazioni nuove società star Dal 1 ottobre al 31 dicembre 2005 SOCIETÀ ATTIVITÀ CAPITALIZZAZIONE AL 30/9/2005 ( m) INVESTOR RELATOR SPECIALISTA* SITO Fullsix Servizi di marketing 76,4 Giovanni Diadema RASBANK *Lo specialista è previsto per le sole azioni ordinarie - Per ulteriori informazioni: - Quotazioni nuove ammissioni ETF Dal 1 ottobre al 31 dicembre 2005 NOME ETF CODICE DI NEGOZIAZIONE AREA GEOGRAFICA SOCIETÀ EMITTENTE (Gruppo) INDICE BENCHMARK COMMISSIONI TOTALI ANNUE COMMISSIONI ENTRATA USCITA E PERFORMANCE SPECIALISTA Lyxor ETF China Enterprises CINA Azionario Cina Multi Units France (Lyxor Int. A.M./Société Générale) Hang Seng China Enterprises Index (HSCEI) 0,65% NO Société Générale Lyxor ETF Eastern Europe EST Azionario Est Europa Multi Units France (Lyxor Int. A.M./Société Générale) CECE Composite Index 0,50% NO Société Générale Ulteriori informazioni sono disponibili su Quotazioni - ETF e Fondi NUOVI INTERMEDIARI Dal 1 ottobre al 31 dicembre 2005 DENOMINAZIONE CATEGORIA SEDE OPERATIVA MERCATI NOTE SITO wolverine Trading UK LTD Broker Londra MTA, Expandi Già ammesso IDEM Credit Suisse First Boston (Europe) Limited Banca Londra DomesticMOT, EuroMOT Già ammesso MTA, Expandi, TAH, MTAX, TAHX, SeDeX, IDEM UBS Limited Banca Londra MTA, Expandi, TAH, MTAX, TAHX, SeDeX Già ammesso IDEM Lehman Brothers International (Europe) Banca Londra DomesticMOT Già ammesso MTA, Expandi, TAH, MTAX, TAHX, SeDeX, IDEM Optiver V.O.F. Broker Amsterdam MTA, Expandi Prima adesione 10 TOTALE INTERMEDIARI ADERENTI AL 31/12/05: 123 di cui: DOMESTICI 84 ESTERI 39 Ulteriori informazioni sulle ammissioni ai mercati di Borsa Italiana sono disponibili su Prodotti e Servizi - Negoziazione

11 ANNO COLPO D OCCHIO SINTESI DEI PRINCIPALI INDICATORI DELLA BORSA ITALIANA SOCIETA' QUOTATE CAPITALIZZAZIONE SCAMBI NUOVE AMMISSIONI BLUE CHIP STAR STANDARD EXPANDI MERCATO TOTALE (2) m % PIL TOTALE MEDIA GIORN. (1) ( m) ( m) NUMERO RACCOLTA ( m) ,5% ,6% ,5% ,0% ,3% (1) Per il 2005 il valore del PIL è previsionale (fonte Ref). (2) Fino al 21/11/03 Mercato Ristretto Aggiornamento 31/12/2005 ANDAMENTO DEGLI INDICI DOMESTICI (BASE 1/1/2005 = 100) NUMERO DI AZIONI QUOTATE 6% 36% 140 > / MIBTEL / S&P/MIB / MIDEX / ALLSTARS Blue Chip STAR/Standard Mercato Expandi 58% 130 > Numero totale di azioni quotate al 31/12/05 = 320 (incluse az. estere) 120 > > CAPITALIZZAZIONE DI MERCATO 110 > 100 > GEN 2005 FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC 93% 6% 1% Blue Chip STAR/Standard Mercato Expandi SCAMBI AZIONARI* - MTA, MTAX, EXPANDI SCAMBI MTF* CONTRATTI ('000) CONTROVALORE m CONTRATTI ('000) CONTROVALORE m 250 > < ,5 > < > < ,0 > < > < ,5 > < > < ,0 > < > < ,5 > < 10 0 > GEN 2005 < 0 FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC * media giornaliera 0,0 > GEN 2005 FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC * media giornaliera < 0 SCAMBI SEDEX*, SCAMBI IDEM* CONTRATTI ('000) CONTROVALORE m 40 > < > < 225 Futures su indice Minifutures su indice 140 > 120 > 100 > Opzioni su indice Opzioni su azioni Futures su azioni 20 > 10 > < 150 < > 60 > 40 > 20 > 0 > GEN 2005 FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC * media giornaliera < 0 GEN 2005 FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC * '000 contratti standard, media giornaliera La pubblicazione del presente documento non costituisce attività di sollecitazione del pubblico risparmio da parte di Borsa Italiana Spa e non costituisce alcun giudizio da parte della stessa sull'opportunità dell'eventuale investimento descritto. Il presente documento non è da considerarsi esaustivo ma ha solo scopi informativi. I dati in esso contenuti possono essere utilizzati per soli fini personali. Borsa Italiana non deve essere ritenuta responsabile per eventuali danni, derivanti anche da imprecisione e/o errori, che possano derivare all'utente e/o terzi dall'uso dei menzionati dati. I marchi Borsa Italiana, All STARS, EuroMOT, Expandi, IDEM, MOT, MTF, Nuovo Mercato, STAR, SeDeX, techstar, MIB30, MIBTEL, MIDEX, MIBSTAR, ITEX, BIt Club, Academy, MiniFIB nonché il marchio figurativo del Gruppo Borsa Italiana (tre losanghe in obliquo) sono di proprietà di Borsa Italiana SpA. Il marchio S&P è di proprietà di The Mc Graw-Hill Companies Inc. I suddetti marchi, nonché gli ulteriori marchi di proprietà del Gruppo Borsa Italiana, non possono essere utilizzati senza il preventivo consenso scritto della Società proprietaria del marchio. Gennaio Borsa Italiana Spa - Tutti i diritti sono riservati. Per commenti, suggerimenti e richieste di informazioni su Marketin scrivete a: Borsa Italiana Spa - Piazza degli Affari, Milano - tel fax Web site: - Divisione Equity Market - tel fax

12

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari. Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari

Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari. Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari ALETTI VIEW CERTIFICATE Prima dell'adesione leggere il

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015 CODICE DOCUMENTO REG044/I/BIM (Allegato 1) SOCIETA BANCA INTERMOBILIARE

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

INFORMAZIONI SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELL ISTITUTO CENTRALE DELLE BANCHE POPOLARI ITALIANE S.p.A.

INFORMAZIONI SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELL ISTITUTO CENTRALE DELLE BANCHE POPOLARI ITALIANE S.p.A. INFORMAZIONI SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELL ISTITUTO CENTRALE DELLE BANCHE POPOLARI ITALIANE S.p.A. EXECUTION POLICY Data decorrenza 09 dicembre 2013 Sede Sociale e Direzione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

V1pc Internet Banking

V1pc Internet Banking 2.6 Area Portafoglio In questa area è possibile ottenere informazioni sull'andamento del portafoglio titoli relativa al dossier selezionato tenendo così costantemente aggiornati l utente sul valore degli

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

LA BORSA ITALIANA DAL 1928. Indice annuale dei corsi della Borsa italiana ***

LA BORSA ITALIANA DAL 1928. Indice annuale dei corsi della Borsa italiana *** LA BORSA ITALIANA DAL 1928 Indice annuale dei corsi della Borsa italiana La serie storica dell indice di borsa dal 2 gennaio 1928 al 3 giugno 213 è stata elaborata a puro titolo indicativo. Essa è stata

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI Nel rispetto della nuova disciplina comunitaria introdotta dalla direttiva 2004/39/CE

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

ETFS Commodity Securities Limited

ETFS Commodity Securities Limited ETFS Commodity Securities Limited (Costituita e registrata in Jersey ai sensi della Companies (Jersey) Law 1991 (e successivi emendamenti) con numero di registrazione 90959. Sottoposta alla regolamentazione

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

scenari di liquidità: quali sfide per gli intermediari? Servizi d investimento e Best Execution a tre anni dalla MiFID

scenari di liquidità: quali sfide per gli intermediari? Servizi d investimento e Best Execution a tre anni dalla MiFID SECTORS AND Advisory THEMES Mercati Title alternativi heree scenari di liquidità: quali sfide per gli Additional information in Univers 45 Light 12pt on 16pt leading intermediari? kpmg.com Servizi d investimento

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

LA QUOTAZIONE IN BORSA

LA QUOTAZIONE IN BORSA LA QUOTAZIONE IN BORSA Facoltà di Economia dell'università di Parma 20 febbraio 2012 Martino De Ambroggi L attività del broker Equity Sales & Trading Equity Research Francesco Perilli (CEO) Investment

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica

UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica 17 Ottobre 2011 Indice Pag Sedi di esecuzione MiFID 2 Impatto della

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Approvato con delibera del consiglio di amministrazione del 26 Novembre 2014 Indice

Dettagli

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. PREMESSA.3 2. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 5 3. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE E LA TRASMISSIONE DEGLI ORDINI..7 4. FATTORI DI ESECUZIONE

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi

Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Corporate finance advisory and strategy consulting 1. Le priorità delle PMI italiane Quali sono

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, Marzo 2014 Premessa Il presente documento (il «Documento») è stato predisposto da Tamburi Investment Partners S.p.A. («TIP») con l obiettivo di fornire una descrizione il più possibile esaustiva

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Milano, 29 gennaio 2014 LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Carissimi Azionisti e Partner, Il 2013 per noi è stato un anno entusiasmante. Abbiamo completato con successo il nostro progetto

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini DI CREDIO COOPERAIVO S.C. DEGLI OBBLIGAZIONISI 1 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Novembre 2014 eramo - 64100 - Via Savini, 1 el. 0861/ 25691 - Fax 0861/ 359919 DI CREDIO COOPERAIVO

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli