FONDO MUTUALISTICO MAIS

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FONDO MUTUALISTICO MAIS"

Transcript

1 AGRIFONDO MUTUALISTICO Associazione Mutualistica Dei Condifesa Del Veneto E Friuli V.G. Filippo Codato Direttore Condifesa Treviso e coordinatore Condifesa Veneto FONDO MUTUALISTICO MAIS LEGNARO (PD) 27 Gennaio 2015

2 Gestione del Rischio L azienda agricola, sostanzialmente ha tre possibilità: Evitare il rischio Ridurre il rischio Accettare il rischio

3 CONDIZIONI PER LA STABILITA DEL REDDITO Capacità tecniche - Buone pratiche agricola Mitigazione eventi non controllabili

4 Che cos è un FONDO MUTUALISTICO - Coperture non offerte mercato assicurativo - Soldi degli agricoltori per gli agricoltori - Trasparenza/Re gole - Cambio di mentalità e veicolo di innovazione - Risarcimenti commisurati a disponibilità finanziaria del fondo - Necessaria ampia adesione per distribuzione dei rischi - Difficile quotazione del fondo

5 Ridurre il rischio IL MIX PER UNA DIFESA EFFICACE ASSICURAZIONE AGEVOLATA INIZIATIVE MUTUALISTICHE DIFESA EFFICACE

6 CON VOI IN CAMPO AGRIFONDO PROGETTO MUTUALISTICO MAIS 2014

7 IL PROGETTO E GLI ATTORI AGRICOLTURA MAISCOLTORE

8 QUANTI GEOINSETTICIDI? SU ETTARI DI MAIS PRESENTI TRA E FRIULI, CIRCA VENGONO TRATTATI. SI STIMA UN CONSUMO DI KG DI PRODOTTO 100 TIR/ANNO Almeno

9 L USO INDISCRIMINATO DEI GEOINSETTICIDI

10 IMPIEGO RAGIONATO DELLA CHIMICA FONDO MUTUALISTICO MAIS USO GEOINSETTICIDI

11 COINCIDENZE DA CONSIDERARE ABOLIZIONE NEONICOTINOIDI 2014 OBBLIGO DI GIUSTIFICARE L USO DEI AGROFARMACI 2015 MESSA A CONTRIBUTO FONDI MUTUALISTICI

12 QUANDO INTERVIENE? Elateridi Diabrotica Malattie fungine Emergenza irregolare e ridotta produzione Siccità Eccesso di pioggia Eccesso di pioggia

13 Scenario efficacia insetticida 50% STRATEGIA FM (ha) GEO (ha) DI Costi ( ) COSTO FM ( ) costo GEO ( ) valore danno ( ) COSTO TOTALE ) COSTI GEO vs FM Effetti su copertura rischio Rispetto 128 Indice (1-5) uomo Ambiente organismi utili solo fondo mutualistico (FM) no no 100% si ***** DI basata sull'incidenza dei fattori di rischio + FM ridotti ridotti 100% parziale **** DI basata su incidenza dei fattori di rischio e monitoraggio + FM molto ridotti molto ridotti 100% si ***** solo fondo mutualistico (FM) no no 100% si ***** DI basata sull'incidenza dei fattori di rischio + FM ridotti ridotti 100% parziale **** DI basata su incidenza dei fattori di rischio e monitoraggio + FM molto ridotti Lorenzo Furlan - Sezione Ricerca e Gestioni Agroforestali - Settore Ricerca Agraria molto ridotti 100% si ***** geodisinfestanti (utilizzo preventivo) = si si 50% no *

14 Scenario efficacia insetticida 100% STRATEGIA FM (ha) GEO (ha) DI Costi ( ) COSTO FM ( ) costo GEO ( ) valore danno ( ) COSTO TOTALE ) COSTI GEO vs FM Effetti su copertura rischio Rispetto 128 Indice (1-5) uomo Ambiente organismi utili solo fondo mutualistico (FM) no no 100% si ***** DI basata sull'incidenza dei fattori di rischio + FM ridotti ridotti 100% parziale **** DI basata su incidenza dei fattori di rischio e monitoraggio + FM molto ridotti molto ridotti 100% si ***** solo fondo mutualistico (FM) no no 100% si ***** DI basata sull'incidenza dei fattori di rischio + FM ridotti ridotti 100% parziale **** DI basata su incidenza dei fattori di rischio e monitoraggio + FM molto ridotti Lorenzo Furlan - Sezione Ricerca e Gestioni Agroforestali - Settore Ricerca Agraria molto ridotti 100% si ***** geodisinfestanti (utilizzo preventivo) = si si 50% no *

15 CHE COSA COPRE? Il fondo risponde nella fase di emergenza e fino alla 8^ foglia): in caso di mancata, insufficiente emergenza delle piante di mais verificatasi per condizioni meteo avverse e più precisamente siccità, eccesso di pioggia, gelo e brina; alluvione (escluse le aree golenali) se denunciati entro la 3^ foglia; per cause parassitarie tra cui le principali sono gli elateridi e le malattie fungine sul seme e piantine se denunciati entro la 8^ foglia Il fondo risponde fino ad allegazione completata per danni da diabrotica così suddivisi: danni da ginocchiature/allettamenti conseguenza dei danni radicali causati dalle larve (solo se denunciati entro inizio fioritura); danni da ridotta o mancata fecondazione per l intensa alimentazione degli adulti sugli stimmi (solo se denunciati entro l inizio della fase lattea della spiga

16 OBBLIGHI DELL ADERENTE? Adesione entro sette giorni dal completamento delle semine (prima dell emergenza della coltura); Rispetto delle buone pratiche agricole; Rispetto della Difesa Integrata (Direttiva 128/2009/CE); Iscriversi al Bollettino delle colture erbacee di Veneto Agricoltura e rispettarne le indicazioni tecniche; Denuncia del danno entro 3 giorni dall accertamento dell evento e comunque entro i fasi di sviluppo sopra specificate.

17 CHI PUO ADERIRE? Tutti i soci dei Consorzi di Difesa del Veneto e Friuli V.G. QUANTO COSTA? 15/ha per le aziende non in possesso di copertura assicurativa agevolata; Il costo del fondo è ridotto del 50% per i soci in possesso di qualsiasi copertura assicurativa.

18 COSA E QUANDO RISARCISCE? Fino a 1000 /ha così dettagliati: 1) Riduzione investimenti perdite di reddito fino a 500 /ha (20% della PLV) per: 1.1 Riduzione della densità di piante sotto le 4-5 pp/m2 : 250 /ha per coprire costo della risemina e fino a 250 /ha per coprire le perdite di produzione a causa del ritardo della risemina del mais o passaggio ad altre colture con una PLV inferiore 1.2 compensare una riduzione di investimento, pur non da risemina, tale da causare riduzione di produzione 2) Danni da Diabrotica: fino a 1000 /ha a seconda dell estensione di ginocchiature/allettamenti e della ridotta o mancata fecondazione negli appezzamenti interessati;

19 COME RISARCISCE? Il limite massimo di rimborso è così differenziato per le aziende: fino a 10 ha pari a ; da 11 a 20 ha pari a 5.000; oltre 20 ha vedi tabella dettagliata. SUPERFICIE AZIENDALE COLTIVATA A MAIS fino a 10 ha da 11 a 20 ha Da 21 a 50 ha Da 51 a 100 ha Da 101 a 200 ha Oltre i 200 ha LIMITE MASSIMO RIMBORSO AZIENDALE* Per le superfici con particolare rischio i limiti di rimborso potranno essere ridotti del 50% Non verranno comunque erogati risarcimenti <100 e superiori ai

20 Per informazioni e adesioni potrete rivolgervi GRAZIE PER L ATTENZIONE

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

La sperimentazione a supporto delle aziende agricole Limena 24-02-2015

La sperimentazione a supporto delle aziende agricole Limena 24-02-2015 Parte la difesa integrata obbligatoria (PAN 2014 ) La sperimentazione a supporto delle aziende agricole Limena 24-02-2015 Sezione Ricerca e Gestioni Agroforestali - Settore Ricerca Agraria Parte la difesa

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015: ISTRUZIONI PER L USO

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015: ISTRUZIONI PER L USO Viale del Lavoro 52 37135 Verona Tel. 045/8250558 Fax. 045/502581 e-mail consorzio.difesa@codive.it CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015: ISTRUZIONI PER L USO Ai Signori Agenti, Come già risaputo, dal 2015 il sistema

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO DANNI DA ANIMALI SELVATICI

FONDO MUTUALISTICO DANNI DA ANIMALI SELVATICI FONDO MUTUALISTICO DANNI DA ANIMALI SELVATICI PREMESSA La presenza di aree poco antropizzate quali i boschi, i corsi d acqua, le zone umide e quant altro in prossimità delle aree coltivate può determinare

Dettagli

AGRIFONDO MUTUALISTICO ASSOCIAZIONE MUTUALISTICA DEI CONDIFESA DEL VENETO e FRIULI V.G. Padova Via F.S. Orologio 6 tel. 049-8077630 fax 049-8071324

AGRIFONDO MUTUALISTICO ASSOCIAZIONE MUTUALISTICA DEI CONDIFESA DEL VENETO e FRIULI V.G. Padova Via F.S. Orologio 6 tel. 049-8077630 fax 049-8071324 AGRIFONDO MUTUALISTICO ASSOCIAZIONE MUTUALISTICA DEI CONDIFESA DEL VENETO e FRIULI V.G. Padova Via F.S. Orologio 6 tel. 049-8077630 fax 049-8071324 REGOLAMENTO FONDO MUTUALISTICO DANNI DA ANIMALI SELVATICI

Dettagli

FONDO DANNI STRUTTURE E IMPIANTI ARBOREI

FONDO DANNI STRUTTURE E IMPIANTI ARBOREI FONDO DANNI STRUTTURE E IMPIANTI ARBOREI PREMESSA L impianto arboreo di un vigneto o frutteto è un investimento importante che comporta dei costi imprenditoriali normalmente ammortizzati durante l intero

Dettagli

COSTI NEL CORSO DEGLI ANNI:

COSTI NEL CORSO DEGLI ANNI: COSTI NEL CORSO DEGLI ANNI: Dal 1996 al 2006 il tasso di inflazione ufficiale è stato del 24,9% Ma gli incrementi medi sono stati ad es Gasolio + 42,86 Contributi lavoratori autonomi + 41,18 variazione

Dettagli

Gestione del rischio

Gestione del rischio FORUM INTERNAZIONALE DELL AGRICOLTURA E DELL ALIMENTAZIONE POLITICHE EUROPEE SVILUPPO TERRITORIALE MERCATI Gestione del rischio Roberto D Auria Workshop su La nuova Pac - Un analisi dell accordo del 26

Dettagli

PSRN Programma di Sviluppo Rurale Nazionale

PSRN Programma di Sviluppo Rurale Nazionale PSRN Programma di Sviluppo Rurale Nazionale Gestione dei rischi in agricoltura - Assicurazioni del raccolto, degli animali e delle piante (art. 37 del Reg. Ue 1305/2013) Quadro d insieme A partire dal

Dettagli

PSRN Programma di Sviluppo Rurale Nazionale

PSRN Programma di Sviluppo Rurale Nazionale PSRN Programma di Sviluppo Rurale Nazionale Gestione dei rischi in agricoltura - Assicurazioni del raccolto, degli animali e delle piante (art. 37 del Reg. Ue 1305/2013) Quadro d insieme A partire dal

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA CON IL CONTRIBUTO PUBBLICO 2013

CAMPAGNA ASSICURATIVA CON IL CONTRIBUTO PUBBLICO 2013 CAMPAGNA ASSICURATIVA CON IL CONTRIBUTO PUBBLICO 2013 ASSOCIAZIONE REGIONALE DEI CONDIFESA DELLA LOMBARDIA Condifesa Bergamo...035301030 Condifesa Brescia...0302548562 Condifesa Como e Lecco...031473071

Dettagli

Il sistema assicurativo

Il sistema assicurativo Il sistema assicurativo Tipologie di rischio in agricoltura Strumenti per la difesa dai rischi Sistema assicurativo italiano Polizze multirischio Sistemi assicurativi di altri Paesi Tipologie di rischio

Dettagli

L utilizzo dei droni nella quantificazione del danno da fitopatie nel mais. Allettamento da Diabrotica

L utilizzo dei droni nella quantificazione del danno da fitopatie nel mais. Allettamento da Diabrotica L utilizzo dei droni nella quantificazione del danno da fitopatie nel mais. Allettamento da Diabrotica 2016 CONDIFESA TREVISO Via A. Da Corona, 6-31100 TREVISO www.coditv.it coditv@coditv.it. facebook:

Dettagli

Il fondo mutualistico: strumento per la gestione del rischio

Il fondo mutualistico: strumento per la gestione del rischio Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Convegno Assicurazioni e gestione del rischio in agricoltura: nuovi strumenti ed innovazioni operative Perugia 26 gennaio 2011 Il fondo mutualistico:

Dettagli

CO.DI.P.A. CONSORZIO DIFESA PRODUZIONI AGRICOLE

CO.DI.P.A. CONSORZIO DIFESA PRODUZIONI AGRICOLE POLIZZA COLLETTIVA AVVERSITA ATMOSFERICHE 2015 RISCHI NON AGEVOLATI Contraente CO.DI.P.A. CONSORZIO DIFESA PRODUZIONI AGRICOLE Indirizzo C.A.P. Comune CORSO PORTA NUOVA, 98 37122 VERONA Codice Fiscale/Partita

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO MAIS REGOLAMENTO. Il Fondo riguarda la coltura del mais e ha come scopo la corresponsione, ai produttori agricoli

FONDO MUTUALISTICO MAIS REGOLAMENTO. Il Fondo riguarda la coltura del mais e ha come scopo la corresponsione, ai produttori agricoli FONDO MUTUALISTICO MAIS REGOLAMENTO Art. 1 SCOPO Il Fondo riguarda la coltura del mais e ha come scopo la corresponsione, ai produttori agricoli nei limiti delle proprie disponibilità, di contributi in

Dettagli

PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015

PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015 Speciale n.4 PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015 Per la gestione del rischio in agricoltura il 2015 lo possiamo considerare l anno zero viste le tante novità.

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015 CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015 CONTRIBUZIONE EUROPEA: POLIZZE MULTIRISCHIO: FINO AL 65% DELLA SPESA PARAMETRATA DEFINIZIONI DELLE AVVERSITA DI FREQUENZA: GRANDINE: Acqua congelata nell atmosfera che precipita

Dettagli

Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura

Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura Avversità atmosferiche INTRODUZIONE DEFINIZIONI PROCEDURA DI DELIMITAZIONE TIPOLOGIA AIUTI RICHIEDIBILI QUANDO SI PUO RICHIEDERE L AIUTO? ENTITÀDEGLI

Dettagli

Misure per la gestione del rischio nella «NUOVA PAC» Gli strumenti e le opportunità nella PAC 2014-2020 ALBA CUNEO LAGNASCO 2015

Misure per la gestione del rischio nella «NUOVA PAC» Gli strumenti e le opportunità nella PAC 2014-2020 ALBA CUNEO LAGNASCO 2015 Misure per la gestione del rischio nella «NUOVA PAC» Gli strumenti e le opportunità nella PAC 2014-2020 ALBA CUNEO LAGNASCO 2015 CONDIFESA CN 23/26/27 Febbraio 2015 1 II PILASTRO SVILUPPO RURALE Il valore

Dettagli

La coltura del mais in Italia: storia di un grande successo e di nuove sfide

La coltura del mais in Italia: storia di un grande successo e di nuove sfide La coltura del mais in Italia: storia di un grande successo e di nuove sfide Giuseppe Carli, Presidente Sezione colture industriali di ASSOSEMENTI Bergamo, 6 febbraio 2015 Il successo del mais il MAIS

Dettagli

COMPAGNIA DI ASSICURAZIONE

COMPAGNIA DI ASSICURAZIONE 1 30/03/2015 COMPAGNIA DI ASSICURAZIONE NOBIS Decorrenza garanzia ore 12 del giorno successivo ore 12 del sesto giorno ore 12 del 20 giorno ore 12 del 30 giorno Grandine e Vento Gelo/Brina Eccesso di pioggia

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO DEL FONDO PER INIZIATIVE MUTUALISTICHE

REGOLAMENTO ATTUATIVO DEL FONDO PER INIZIATIVE MUTUALISTICHE REGOLAMENTO ATTUATIVO DEL FONDO PER INIZIATIVE MUTUALISTICHE TITOLO I NATURA - SCOPO DEL FONDO - RISCHI ASSUNTI ART. 1 - NATURA DEL FONDO E costituito un fondo per la difesa della produzioni agricole degli

Dettagli

La decisione della Commissione si basa sulle seguenti considerazioni:

La decisione della Commissione si basa sulle seguenti considerazioni: COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 10-10-2003 C(2003) 3804 Oggetto: Aiuto di Stato n. N 383/2003- Friuli Venezia Giulia (Italia) Aiuto per l'attuazione del programma regionale di prevenzione, controllo ed

Dettagli

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Allegato 1 al decreto n. ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Modalità e condizioni per la presentazione della domanda di contributo per le assicurazioni nel settore OCM Vitivinicolo Campagna 2010 1 Sommario

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali IL MINISTRO Prot. 0008809 VISTO il decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e successive modifiche, concernente interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole; VISTI i Capi I, III e IV del medesimo

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 9/I-II del 26/02/2013 / Amtsblatt Nr. 9/I-II vom 26/02/2013 166

Bollettino Ufficiale n. 9/I-II del 26/02/2013 / Amtsblatt Nr. 9/I-II vom 26/02/2013 166 Bollettino Ufficiale n. 9/I-II del 26/02/2013 / Amtsblatt Nr. 9/I-II vom 26/02/2013 166 83251 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2013 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO MAIS

FONDO MUTUALISTICO MAIS PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

CAPITOLO I Principi generali. Art.1

CAPITOLO I Principi generali. Art.1 REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA PREVENZIONE, L ACCERTAMENTO ED IL RISARCIMENTO DEI DANNI CAUSATI ALLE OPERE ED ALLE COLTURE AGRICOLE E FORESTALI DALLA FAUNA SELVATICA E DALL ATTIVITÀ VENATORIA CAPITOLO

Dettagli

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Questo contenuto ti è offerto da: www.sipcamitalia.it Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni.

Dettagli

ASSICURAZIONI AGRICOLE AGEVOLATE

ASSICURAZIONI AGRICOLE AGEVOLATE ASSICURAZIONI AGRICOLE AGEVOLATE I numeri della campagna 2011 I Fondi di mutualità Perugia, gennaio 2012 Il ruolo dell ISMEA per le assicurazioni agricole agevolate ISMEA realizza servizi assicurativi

Dettagli

LA GESTIONE DEL RISCHIO

LA GESTIONE DEL RISCHIO LA GESTIONE DEL RISCHIO NELLA NUOVA PAC: LO STRUMENTO PER LA STABILIZZAZIONE DEL REDDITO ROBERTO D AURIA www.ismea.it www.ismeaservizi.it TRENTO, 28/03/2014 REGOLAMENTO (UE) N.1305/2013 - SR 2014-2020

Dettagli

Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae

Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae Esperienze realizzate presso l azienda sperimentale di Veneto Agricoltura Vallevecchia - Caorle (VE) anni 2010-2011 Mauro

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2013

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2013 CAMPAGNA ASSICURATIVA 2013 DEFINIZIONI GENERALI: o SOCIETA : l impresa assicuratrice e le eventuali imprese coassicuratrici che presta/prestano la garanzia. o CONTRAENTE: il Consorzio di Difesa, riconosciuto

Dettagli

16 Bollettino Ufficiale

16 Bollettino Ufficiale 16 Bollettino Ufficiale D.d.u.o. 24 aprile 2012 - n. 3605 Direzione centrale Programmazione integrata - Organismo pagatore regionale - OCM vitivinicolo - Reg. (CE) 1234/2007 - Approvazione del manuale

Dettagli

PAR 2016 per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari approfondimenti. Beniamino Cavagna Crema 2 dicembre 2015

PAR 2016 per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari approfondimenti. Beniamino Cavagna Crema 2 dicembre 2015 PAR 2016 per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari approfondimenti Beniamino Cavagna Crema 2 dicembre 2015 Obiettivi PAN ridurre i rischi e gli impatti dei prodotti fitosanitari sulla salute umana,

Dettagli

CONDIFESA Vercelli e Biella. Assicurazioni agevolate contro le avversità 2014

CONDIFESA Vercelli e Biella. Assicurazioni agevolate contro le avversità 2014 CONDIFESA Vercelli e Biella Assicurazioni agevolate contro le avversità 2014 Avversità assicurabili nel 2014 su tutto il territorio nazionale Il Piano Assicurativo Agricolo Nazionale prevede: AVVERSITA

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015 CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015 DEFINIZIONI GENERALI: o SOCIETA : l impresa assicuratrice e le eventuali imprese coassicuratrici che presta/prestano la garanzia. o CONTRAENTE: il Consorzio di Difesa, riconosciuto

Dettagli

POLIZZA MULTIRISCHIO CONTRO LE CALAMITA NATURALI

POLIZZA MULTIRISCHIO CONTRO LE CALAMITA NATURALI POLIZZA MULTIRISCHIO CONTRO LE CALAMITA NATURALI VIVAI PIANTE ORNAMENTALI Rischi agevolati Campagna assicurativa 2014 Dal 01 gennaio 2010 è in vigore il nuovo sistema di contribuzione pubblica sulle polizze

Dettagli

Piemonte ARPEA via Bogino, 23 10123 TORINO

Piemonte ARPEA via Bogino, 23 10123 TORINO AREA COORDINAMENTO Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.494991 Fax 06.49499770 Prot. ACIU.2010. 202 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 17 marzo 2010 Organismo Pagatore AGEA SEDE Organismo pagatore della Regione

Dettagli

L ASSICURAZIONE CONTRO LE CALAMITA ED AVVERSITA ATMOSFERICHE

L ASSICURAZIONE CONTRO LE CALAMITA ED AVVERSITA ATMOSFERICHE Presidenza Tel. 080/ 574. 77. 30 Bari 11 settembre 2006 Direzione Tel. 080/ 574. 46. 52-574. 48. 80 Centro Oper. Prov. Tel. 080/ 574. 48. 26-574. 47. 33 Telefax 080/ 527.73.42 L ASSICURAZIONE CONTRO LE

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014 CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014 DEFINIZIONI GENERALI: o SOCIETA : l impresa assicuratrice e le eventuali imprese coassicuratrici che presta/prestano la garanzia. o CONTRAENTE: il Consorzio di Difesa, riconosciuto

Dettagli

AGEA AGEA. Dr.ssa Concetta Lo Conte Perugia, 26 gennaio 2010. Misure di sostegno all assicurazione sul raccolto

AGEA AGEA. Dr.ssa Concetta Lo Conte Perugia, 26 gennaio 2010. Misure di sostegno all assicurazione sul raccolto AGEA AGEA Dr.ssa Concetta Lo Conte Perugia, 26 gennaio 2010 Misure di sostegno all assicurazione sul raccolto 2 OPPORTUNITA ASSICURATIVE DAL 2010 assicurazione dei raccolti, degli animali e delle piante,

Dettagli

Consorzio Regionale Molisano di Difesa Campobasso

Consorzio Regionale Molisano di Difesa Campobasso Consorzio Regionale Molisano di Difesa Campobasso CAMPAGNA ASSICURATIVA 2009 DISPOSIZIONI OPERATIVE CO.RE.DI.MO 1 DI CHE COSA PARLIAMO: 1. COMPILAZIONE CERTIFICATI 2. DOCUMETAZIONE OBBLIGATORIA 3. D.M.

Dettagli

LA TOLLERANZA DEGLI IBRIDI A PIRALIDE E MICOTOSSINE

LA TOLLERANZA DEGLI IBRIDI A PIRALIDE E MICOTOSSINE Le attività di Veneto Agricoltura per l attuazione delle misure agroambientali PSR: analizziamo i risultati 2012, scriviamo insieme il programma 2013 Il Bollettino colture erbacee in applicazione della

Dettagli

PIANOASSICURATIVOAGRICOLONAZIONALE 2014

PIANOASSICURATIVOAGRICOLONAZIONALE 2014 PIANOASSICURATIVOAGRICOLONAZIONALE 2014 Scadenza adesione Polizze collettive 1) Per essere ammessi a contributo i certificati devono essere sottoscritti entro le seguenti date: 31 Marzo 2014 Colture a

Dettagli

per la difesa dei redditi

per la difesa dei redditi a cura di MARIA TERESA TURCHI - Agenzia Territoriale per la Sostenibilità Alimentare, Agro-Ambientale ed Energetica, Bologna Coldiretti E.-R. Polizze e fondi mutualistici per la difesa dei redditi GIANNI

Dettagli

GLI STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA ESPERIENZE ESTERE E SISTEMA ITALIANO. Marzo 2009

GLI STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA ESPERIENZE ESTERE E SISTEMA ITALIANO. Marzo 2009 GLI STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA ESPERIENZE ESTERE E SISTEMA ITALIANO Marzo 2009 GLI STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA ESPERIENZE ESTERE E SISTEMA ITALIANO CONTENUTI

Dettagli

LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI

LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI PRESIDENTE GRUPPO GESTIONE DEI RISCHI COPA-COGECA 1. QUALI I RISCHI PER UN IMPRESA AGRICOLA 2. PERCHE SOSTENERE LA GESTIONE DEI RISCHI 3. LE POSSIBILITÀ

Dettagli

Filippo Urbinati; Bruno Busin; Paolo Borsa. 1 Public Document

Filippo Urbinati; Bruno Busin; Paolo Borsa. 1 Public Document Filippo Urbinati; Bruno Busin; Paolo Borsa 1 Public Document Syngenta: unico gruppo interamente dedicato all Agricoltura Syngenta è uno dei principali attori dell'agro-industria mondiale, impegnata nello

Dettagli

GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE. Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza

GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE. Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza Schema della relazione 1) Lo studio della Commissione Europea sul settore lattiero-caseario post-2015 2) Gli scenari

Dettagli

ENTE REGIONALE RISERVA NATURALE LAGHI LUNGO E RIPASOTTILE

ENTE REGIONALE RISERVA NATURALE LAGHI LUNGO E RIPASOTTILE ENTE REGIONALE RISERVA NATURALE LAGHI LUNGO E RIPASOTTILE OGGETTO: REGOLAMENTO PER L INDENNIZZO DEI DANNI CAUSATI DALLA FAUNA SELVATICA E RINSELVATICHITA ALLE PRODUZIONI AGRICOLE. Art. 1 All interno del

Dettagli

FARRO TERRA DI SAN MARINO

FARRO TERRA DI SAN MARINO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE FARRO TERRA DI SAN MARINO ARTICOLO 1 La denominazione Farro Terra di San Marino è riservata esclusivamente al prodotto ottenuto in aziende agricole localizzate entro i confini

Dettagli

LA GESTIONE DEL RISCHIO: ELEMENTO DI RAFFORZAMENTO DELLA COMPETITIVITA DEL SETTORE AGRICOLO La strategia dei Condifesa: innovazione ed opportunità dr. Andrea Berti Direttore Co.Di.Pr.A. 1 VISION Bill Gates

Dettagli

ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE

ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE ASPETTI GENERALI Si fa riferimento a quanto riportato nel documento Principi e criteri generali per le pratiche agronomiche della produzione

Dettagli

Documento di lavoro. ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. (Versione 1.0)

Documento di lavoro. ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. (Versione 1.0) ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura R Documento di lavoro T Sintesi Gestione dei terreni ritirati dalla produzione (Versione 1.0) Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

Dettagli

DATI ANAGRAFICI DELL IMPRENDITORE AGRICOLO DATA DI NASCITA IN PROPRIO O IN QUALITA DI LEGALE RAPPRESENTANTE DELLA SOCIETA INDIRIZZO/VIA... COMUNE..

DATI ANAGRAFICI DELL IMPRENDITORE AGRICOLO DATA DI NASCITA IN PROPRIO O IN QUALITA DI LEGALE RAPPRESENTANTE DELLA SOCIETA INDIRIZZO/VIA... COMUNE.. RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI ALLE COLTURE AGRICOLE E/O ALLE OPERE FUNZIONALI ALL ATTIVITA AGRICOLA CAUSATI DA FAUNA SELVATICA (da presentare entro 48 ore dalla constatazione del danno) Spett.le ATC GR8

Dettagli

COMUNI DI: _l_ sottoscritt. nat_ a il / /, residente in n. civico (via, fraz., loc.) (c.a.p.) (comune) (prov.) CHIEDE

COMUNI DI: _l_ sottoscritt. nat_ a il / /, residente in n. civico (via, fraz., loc.) (c.a.p.) (comune) (prov.) CHIEDE Alla Provincia di Lecco Servizio Agricoltura Piazza L. Lombarda 4 23900 Lecco PEC provincia.lecco@lc.legalmail.camcom.it All Istituto di Credito Filiale di OGGETTO: D. Lgs 29 marzo 2004, n. 102 Interventi

Dettagli

CONSORZIO REGIONALE PRODUTTORI AGRICOLI PER LA DIFESA DELLE PRODUZIONI INTENSIVE DALLE AVVERSITÀ ATMOSFERICHE NELLA REGIONE LAZIO

CONSORZIO REGIONALE PRODUTTORI AGRICOLI PER LA DIFESA DELLE PRODUZIONI INTENSIVE DALLE AVVERSITÀ ATMOSFERICHE NELLA REGIONE LAZIO CONSORZIO REGIONALE PRODUTTORI AGRICOLI PER LA DIFESA DELLE PRODUZIONI INTENSIVE DALLE AVVERSITÀ ATMOSFERICHE NELLA REGIONE LAZIO Cod. Fisc. 80010280602 D.M. n 3023 del 30/07/1973 G.U. n 221 del 28/08/1973

Dettagli

REGIONE LAZIO. BANDO PUBBLICO MISURA 10 Pagamenti Agro-climatico-ambientali

REGIONE LAZIO. BANDO PUBBLICO MISURA 10 Pagamenti Agro-climatico-ambientali REGIONE LAZIO ASSESSORATO AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA (In attuazione del Regolamento (UE) N. 1305/2013) BANDO PUBBLICO

Dettagli

Stime 2012 degli investimenti e delle produzioni dei principali cereali in Italia. Maggio 2012

Stime 2012 degli investimenti e delle produzioni dei principali cereali in Italia. Maggio 2012 produzioni dei principali cereali in Italia Maggio 2012 1 produzioni dei principali cereali in Italia L ISTAT ha divulgato a febbraio 2012 le intenzioni di semina delle principali coltivazioni erbacee.

Dettagli

ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ

ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ Secondo le Nazioni Unite, circa 25 mila persone muoiono di fame tutti i giorni, soprattutto bambini e anziani. Per ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ, è prioritario affrontare la questione della terra, del

Dettagli

Possibilità e convenienza della coltivazione di biomasse legnose

Possibilità e convenienza della coltivazione di biomasse legnose Possibilità e convenienza della coltivazione di biomasse legnose Dagli incentivi del prossimo P.S.R. al greening della nuova PAC Relatore: Dott. Alessandro Pasini Una nuova agricoltura compatibile con

Dettagli

OGGETTO: Decreto legislativo 29 marzo 2004, n.102 e succ. modifiche con D.lgs. n.82/2008. Istanza di ammissione ai benefici di legge.

OGGETTO: Decreto legislativo 29 marzo 2004, n.102 e succ. modifiche con D.lgs. n.82/2008. Istanza di ammissione ai benefici di legge. Modello n. 4 Spett PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE AGRICOLTURA ED EXPO VIA F.LLI CALVI 10 24100 BERGAMO OGGETTO: Decreto legislativo 29 marzo 2004, n.102 e succ. modifiche con D.lgs. n.82/2008. Istanza di

Dettagli

I RISCHI PER SVILUPPARE L IMPRESA

I RISCHI PER SVILUPPARE L IMPRESA CESAR - ASNACODI Assisi, 13 febbraio 2015 Convegno GESTIRE I RISCHI PER SVILUPPARE L IMPRESA Gestione del rischio in Italia: le nuove prospettive Angelo Frascarelli è docente di Economia e Politica Agraria

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI. Standard tecnico ai sensi dell art. 49 comma 2 lettera c) del D.

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI. Standard tecnico ai sensi dell art. 49 comma 2 lettera c) del D. MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI Standard tecnico ai sensi dell art. 49 comma 2 lettera c) del D.lgs 214/2005 Criteri di monitoraggio e di gestione delle infestazioni dell organismo

Dettagli

Orientamenti dell Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale 2014-2020

Orientamenti dell Unione europea per gli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale 2014-2020 Allegato alla Delib.G.R. n. 13/11 del 31.3.2015 Legge regionale 11 marzo 1998, n. 8, articolo 23. Aiuti per i danni alla produzione agricola. Nuove direttive di attuazione. 1. Quadro normativo Orientamenti

Dettagli

La riforma della PAC nelle proposte della Commissione europea. Andrea Comacchio Commissario allo sviluppo rurale

La riforma della PAC nelle proposte della Commissione europea. Andrea Comacchio Commissario allo sviluppo rurale La riforma della PAC nelle proposte della Commissione europea Andrea Comacchio Commissario allo sviluppo rurale La PAC nel nuovo bilancio Ue Congelamento della spesa in valori correnti per entrambi i pilastri

Dettagli

P E R U G I A ASSICURAZIONE AGRICOLA AGEVOLATA PER LA DIFESA DELLE COLTURE

P E R U G I A ASSICURAZIONE AGRICOLA AGEVOLATA PER LA DIFESA DELLE COLTURE CONDIFESA P E R U G I A ASSICURAZIONE AGRICOLA AGEVOLATA PER LA DIFESA DELLE COLTURE Campagna 2016 Il Condifesa di Perugia comunica che è A P E R T A la CAMPAGNA ASSICURATIVA AGEVOLATA 2016 per i CEREALI

Dettagli

Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale

Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale LEGGE REGIONALE 22/04/2002, N. 11 Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario e forestale Art. 1 (Finalita ) 1. La Regione autonoma Friuli Venezia Giulia favorisce e promuove, nell ambito

Dettagli

L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac

L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac Workshop Gli strumenti per l assicurazione del rischio di impresa nello scenario della nuova Pac L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac Roma, 3 marzo 2009 Angelo Frascarelli

Dettagli

PRODOTTO UVA DA VINO E PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI,

PRODOTTO UVA DA VINO E PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI, Strada dei mercati, 17 43126 Parma Tel.0521984996 Fax 0521950084 info@codiparma.it www.codiparma.it Oggetto: Campagna assicurativa 2015 Spett.le Socio, da quest anno le risorse finanziare sono reperite

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014 Mantova, 12/03/2014 CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014 La copertura assicurativa agevolata dei rischi agricoli è effettuata nell ambito del regime di sostegno specifico di cui all articolo 68 del Regolamento (CE)

Dettagli

Programmazione SISSAR 2013-2015 - Anno 2015

Programmazione SISSAR 2013-2015 - Anno 2015 Programmazione del sistema integrato dei servizi di sviluppo agricolo e rurale di cui alla l.r. 5/2006 per il periodo 2013-2015. Aggiornamento annuale per il 2015. Sezione I - PROGRAMMAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

CORSO D'AGGIORNAMENTO PER PERITI ESTIMATORI- CESAR 2016 1

CORSO D'AGGIORNAMENTO PER PERITI ESTIMATORI- CESAR 2016 1 I CONTENUTI DELLA PRESENTAZIONE SONO STATI ELABORATI DAL GRUPPO DI LAVORO COSTITUITO DA: Balduzzi Giancarlo, Fratini Paolo, Gianesini Stefano, Lapioli Antonello, Luciani Luigi, Marmiroli Matteo, Martella

Dettagli

Realizzazione a cura di Ismea Responsabile della Ricerca. Responsabile Scientifico. Redazione

Realizzazione a cura di Ismea Responsabile della Ricerca. Responsabile Scientifico. Redazione Realizzazione a cura di Ismea Responsabile della Ricerca Ezio Castiglione Responsabile Scientifico Giovanni Razeto Redazione Michele Pennucci, Massimiliano Crociani, Alessio Almoto La ricerca è stata eseguita

Dettagli

1 *( Reg.Ce 1750/99 rececepito con D.M.19.04.99 / Indicazioni della Dir. Reg. Agricoltura PSR ABRUZZO 2000-2006 Misure E e F)

1 *( Reg.Ce 1750/99 rececepito con D.M.19.04.99 / Indicazioni della Dir. Reg. Agricoltura PSR ABRUZZO 2000-2006 Misure E e F) REGOLAMENTO PER L INDENNIZZO DEI DANNI RICONDUCIBILI A FAUNA SELVATICA CINGHIALE (Sus scrofa L.); CAPRIOLO (Capreolus capreolus L);CERVO (Cervus elaphus L). ARRECATI AL PATRIMONIO AGRICOLO NEL TERRITORIO

Dettagli

(Deliberazione del Comitato di Gestione n. 6 del 17/01/08 e successive modificazioni)

(Deliberazione del Comitato di Gestione n. 6 del 17/01/08 e successive modificazioni) AMBITO TERRITORIALE CACCIA ANCONA 2 REGOLAMENTO PER L INDENNIZZO DEI DANNI ARRECATI ALLA PRODUZIONE AGRICOLA DALLA FAUNA SELVATICA (Deliberazione del Comitato di Gestione n. 6 del 17/01/08 e successive

Dettagli

A Chi Ci Rivolgiamo?

A Chi Ci Rivolgiamo? Per proporre assicurazione nel mondo agricolo NON BASTA FARE GLI ASSICURATORI, ma è necessario avere un esperto agronomo che valuti il Riscio Agricolo, avendo conoscenze specifiche sulle necessità del

Dettagli

TITOLO 1 - NORME GENERALI. ART. 1 Ambito di applicazione

TITOLO 1 - NORME GENERALI. ART. 1 Ambito di applicazione DISCIPLINARE PER L INDENNIZZO DEI DANNI PROVOCATI DALLA FAUNA SELVATICA NEL PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI Approvato con DCD 49/02 e s.m.i. (ultima modifica con D.C.D. n. 37 del 03/07/2015) TITOLO

Dettagli

NOVITA CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015 RACCOMANDIAMO DI LEGGERE ATTENTAMENTE QUANTO SOTTO RIPORTATO

NOVITA CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015 RACCOMANDIAMO DI LEGGERE ATTENTAMENTE QUANTO SOTTO RIPORTATO Ravenna, Data timbro postale Prot. 39/2015 Oggetto: Campagna Assicurativa 2015 A TUTTI I SOCI LORO SEDI Egregio Socio, Comunichiamo che è aperta la campagna assicurativa 2015. NOVITA CAMPAGNA ASSICURATIVA

Dettagli

Politica Agricola Comunitaria e adattamento ai cambiamenti climatici.

Politica Agricola Comunitaria e adattamento ai cambiamenti climatici. Politica Agricola Comunitaria e adattamento ai cambiamenti climatici. Quali prospettive alla luce della prossima riforma? Simone Severini (Università della Tuscia - Coordinatore Unità: Prof. G. Dono) Portici

Dettagli

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014)

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) REGOLAMENTO (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) 1 Indice Articolo1 Oggetto del Regolamento Articolo 2 Requisiti di iscrizione Articolo 3 Modalità di adesione e comunicazione

Dettagli

REGOLAMENTO per il risarcimento dei danni arrecati dalla fauna selvatica e dall attività venatoria alle produzioni agricole

REGOLAMENTO per il risarcimento dei danni arrecati dalla fauna selvatica e dall attività venatoria alle produzioni agricole AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA FIRENZE N. 5 REGOLAMENTO per il risarcimento dei danni arrecati dalla fauna selvatica e dall attività venatoria alle produzioni agricole A.T.C. FIRENZE 5 VIA CITTADELLA, 25/A

Dettagli

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si.

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si. FAQ Le risposte di seguito riportate hanno carattere indicativo e non vincolante. Eventuali approfondimenti specifici potranno essere richiesti agli uffici referenti delle singole misure. INFORMAZIONI

Dettagli

LE AVVERSITA' ATMOSFERICHE IN AGRICOLTURA NELLA REGIONE VENETO NEL PERIODO 1978-2003

LE AVVERSITA' ATMOSFERICHE IN AGRICOLTURA NELLA REGIONE VENETO NEL PERIODO 1978-2003 LE AVVERSITA' ATMOSFERICHE IN AGRICOLTURA NELLA REGIONE VENETO NEL PERIODO 978-23 Alessandro Chiaudani*, Gabriele Tridello*, Filippo Turetta*, Maurizio Borin**, Marco Politeo**, Paolo Rosso***, Francesco

Dettagli

ALLEGATO A : SCHEDA DESCRITTIVA DELL AZIENDA

ALLEGATO A : SCHEDA DESCRITTIVA DELL AZIENDA ALLEGATO A : SCHEDA DESCRITTIVA DELL AZIENDA A.1 Dati identificativi* A.1.1 Azienda Agricola A.1.2 Partita I.V.A. A.1.3 Recapito (Indirizzo, località, N telefono) A.1.4 Rappresentante legale A.2 Dati informativi

Dettagli

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato La gestione del rischio Gregorio Rigotti Dipartimento Territorio, Agricoltura, Ambiente e Foreste Trento, 6 marzo 2014 Contenuti La

Dettagli

REGOLAMENTO 1. Art. 5 - Danni ammessi ad indennizzo per le opere approntate sui terreni

REGOLAMENTO 1. Art. 5 - Danni ammessi ad indennizzo per le opere approntate sui terreni All. alla del. N 12/2012 TESTO COORDINATO REGOLAMENTO 1 Regolamento per le procedure relative all indennizzo dei danni da fauna selvatica alle colture agro-forestali ed al patrimonio zootecniche ricadenti

Dettagli

5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali

5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali 5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali 1. Denominazione della Misura: Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali

Dettagli

COLTIVANDO LA CRESCITA

COLTIVANDO LA CRESCITA COLTIVANDO LA CRESCITA Agroindustria e agricoltura: imprese, dimensione, export I punti di forza Dall agricoltore all imprenditore agricolo Le criticità L agenda per il futuro Daniele Marini Università

Dettagli

FARRO DELLA GARFAGNANA

FARRO DELLA GARFAGNANA FARRO DELLA GARFAGNANA Progetto Integrato di Filiera: Regione Toscana Decreto Dirigenziale n. 2359 del 26/05/2015 s.m.i. La Cooperativa Agricola Garfagnana Alta Valle del Serchio si propone come promotore

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrero:

A relazione dell'assessore Ferrero: REGIONE PIEMONTE BU29S1 23/07/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 29 giugno 2015, n. 12-1641 Piano verde. Programma regionale per la concessione di contributi negli interessi sui prestiti contratti

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. N. 7103 del 31 marzo 2015 Avviso pubblico Presentazione di manifestazioni di interesse per l accesso ai benefici del Programma nazionale di sviluppo rurale 2014-2020, Misura 17 - Gestione dei Rischi,

Dettagli

Oggetto: Domanda di contributo per l indennizzo dei danni arrecati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole DICHIARA

Oggetto: Domanda di contributo per l indennizzo dei danni arrecati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole DICHIARA Oggetto: Domanda di contributo per l indennizzo dei danni arrecati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole IL SOTTOSCRITTO NATO A IL RESIDENTE A IN TELEFONO CELLULARE CODICE FISCALE PARTITA IVA

Dettagli

Legge regionale 11 marzo 1998, n. 8, articolo 23. Aiuti per i danni alla produzione agricola. Nuove direttive di attuazione.

Legge regionale 11 marzo 1998, n. 8, articolo 23. Aiuti per i danni alla produzione agricola. Nuove direttive di attuazione. Allegato alla Delib.G.R. n. 33/15 del 30.6.2015 Legge regionale 11 marzo 1998, n. 8, articolo 23. Aiuti per i danni alla produzione agricola. Nuove direttive di attuazione. 1. Quadro normativo Orientamenti

Dettagli

Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea

Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea Dott. Arturo Semerari Presidente Ismea Bisceglie, 23 novembre 2012 ISMEA ISMEA, Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare accompagna gli imprenditori

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURAT IVA AVVERSIT A AT MOSFERICHE- A N N O 2 0 1 4 /

CAMPAGNA ASSICURAT IVA AVVERSIT A AT MOSFERICHE- A N N O 2 0 1 4 / 6 D I R E Z I O N E 71121 Foggia P.za Padre Pio, Pal. Caccavo Sc.B Alle AGENZIE di ASSICURAZIONE FOGGIA, 19 marzo 2014 delle SOCIETÀ CONVENZIONATE Prot. N. LORO SEDI CAMPAGNA ASSICURAT IVA AVVERSIT A AT

Dettagli

POLIZZE AMMESSE AD ASSICURAZIONE AGEVOLATA

POLIZZE AMMESSE AD ASSICURAZIONE AGEVOLATA prot. n. /14 Terni, 17 marzo 2014 Ai sig.ri S O C I Loro Indirizzo OGGETTO: campagna assicurativa 2014 Egregio Socio, La informiamo che è iniziata la campagna assicurativa 2014, La invitiamo pertanto a

Dettagli

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007 11 luglio 2008 Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007 L Istat rende disponibili i principali risultati dell indagine campionaria sull utilizzo dei prodotti

Dettagli