ASSICURAZIONE AGRICOLA AGEVOLATA PER LA DIFESA DELLE COLTURE. Campagna 2012 NORME E OBBLIGHI DELL ASSICURATO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSICURAZIONE AGRICOLA AGEVOLATA PER LA DIFESA DELLE COLTURE. Campagna 2012 NORME E OBBLIGHI DELL ASSICURATO"

Transcript

1 ASSICURAZIONE AGRICOLA AGEVOLATA PER LA DIFESA DELLE COLTURE Campagna 2012 NORME E OBBLIGHI DELL ASSICURATO

2 Vi aiutiamo a coltivare i vostri interessi. Progetto AgricolturA. PreStiti, FiNANZiAMeNti, coperture ASSicurAtiVe, conti correnti e tanti VANtAggi Per gestire la crescita e lo SViluPPo DellA VoStrA AttiVità. Messaggio Pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali fare riferimento ai Fogli Informativi disponibili in Filiale e sul sito internet della Banca. La concessione dei finanziamenti è subordinata all approvazione della Banca. Banca del gruppo

3 Indice Assicurarsi: come funziona pag. 3 Da ricordare quindi Normative per l assicurazione agevolata Principali obblighi a carico degli assicurati Allegato ai certificati di assicurazione agevolata - anno Soglia di accesso al risarcimento Costo a carico del socio Termini di pagamento Modalità di pagamento Modulo servizio RID Principali definizioni Norme che regolano l assicurazione in generale Documentazione obbligatoria da allegare al certificato di assicurazione Per diventare nuovi soci del consorzio Risarcimenti Tipologie di polizze assicurative ASNACODIFONDO Principali condizioni di polizza pluririschio Prezzi massimi delle produzioni agricole delle strutture aziendali e delle produzioni zootecniche applicabili per la determinazione dei valori assicurabili al mercato agevolato - anno

4

5 ASSICURARSI: COME FUNZIONA L Agricoltore che intende assicurarsi, dovrà attivare LA DOMANDA DI AIUTO. Tale prenotazione consiste semplicemente nel barrare l apposita casella nell ambito della Domanda Unica P.A.C. per tutti i prodotti tranne l uva da vino, per la quale occorre compilare la RICHIESTA DI SOSTEGNO PER L ASSICURAZIONE DEI RACCOLTI DI UVA DA VINO. Tali adempimenti sono da effettuarsi presso i Centri di Assistenza Agricola (C.A.A.). Per tale richiesta è necessario concordare i tempi con gli uffici dei C.A.A. Centri Assistenza Agricola. Vi è da sottolineare che la prenotazione non è vincolante alla stipula dei successivi contratti assicurativi quindi l Agricoltore che ha barrato la domanda prenotando l aiuto e che non perfeziona alcun contratto assicurativo NON è soggetto ad alcun costo od obbligo. La sottoscrizione di eventuali certificati di assicurazione può avvenire sia prima che dopo l attivazione della richiesta di aiuto (nello stesso modo degli anni scorsi). Ricordatevi quindi, nel caso ci si intenda assicurare, che è necessario attivare la domanda unica (P.A.C.) e la RICHIESTA DI SOSTE- GNO PER L ASSICURAZIONE DEI RACCOLTI DI UVA DA VINO presso i C.A.A.- Centri Assistenza Agricoli. Di tutte le altre disposizioni per l ottenimento dei contributi si farà carico il Consorzio di Difesa di Perugia. Sottolineiamo che i dati delle produzioni e delle superfici oggetto di copertura assicurativa devono trovare corrispondenza con quanto risultante dal Fascicolo Aziendale aggiornato (l aggiornamento è effettuabile presso i C.A.A. Centri di Assistenza Agricola). DA RICORDARE QUINDI ENTRO 15 MAGGIO 2012 salvo proroghe: AGGIORNAMENTO FASCICOLO AZIENDALE E ATTIVAZIONE DOMANDA UNICA P.A.C. (concordare appuntamento con Uffici C.A.A. Centri Assistenza Agricola); ENTRO 15 MAGGIO 2012 salvo proroghe: COMPILAZIONE DELLA RICHIESTA DI SOSTEGNO PER L ASSICURAZIONE DEI RACCOLTI DI UVA DA VINO (concordare appuntamento con Uffici C.A.A. Centri Assistenza Agricola); SCADENZA SOTTOSCRIZIONE POLIZZE ASSICURATIVE: ENTRO 10 GIUGNO 2012: SOTTOSCRIZIONE CERTIFICATI DI ASSICU- RAZIONE PER UVA DA VINO; ENTRO 30 GIUGNO 2012: SOTTOSCRIZIONE CERTIFICATI DI ASSICU- RAZIONE PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI. Ogni ulteriore adempimento verrà gestito dal Consorzio di Difesa Normative per l assicurazione agevolata Il cofinanziamento Europeo è stato attivato attraverso le seguenti misure specifiche: PRODOTTO UVA DA VINO Reg. (CE) 1234/07 Art. 103-unvicies (OCM-Vino) Condizioni di attivazione della misura L attivazione della RICHIESTA DI SOSTE- GNO PER L ASSICURAZIONE DEI RACCOL- TI DI UVA DA VINO deve essere tassativamente effettuata presso il C.A.A., pena l inammissibilità a contributo, entro il 15 maggio di ogni anno. È necessario aggiornare il Fascicolo Aziendale, prima della sottoscrizione dei certificati assicurativi. L importo dell aiuto corrisponde ad una percentuale del premio determinato sulla base delle serie storiche o in base all appli- 3

6 cazione di parametri fissati da ISMEA. Tale percentuale è definita come segue: fino all 80% per polizze stipulate a copertura delle perdite causate da condizioni climatiche avverse assimilabili a calamità naturali (polizze con soglia di acceso al risarcimento) fino al 50% per polizze stipulate a copertura delle perdite dovute a condizioni climatiche avverse non assimilabili a calamità naturali, ad animali e a fitopatie o infestazioni parassitarie (polizze senza soglia di accesso al risarcimento). Erogazione del sostegno, relativamente a tale misura L importo dell aiuto, nei limiti massimi sopra indicati, viene erogato da AGEA DIRET- TAMENTE ALL AGRICOLTORE ENTRO IL 15 OTTOBRE dell anno della domanda. L agricoltore dovrà restituire al Consorzio di difesa l intera somma del contributo incassato oltre alla quota associativa consortile. Le risorse contributive MIPAAF verranno incassate direttamente dal Consorzio di difesa se erogate dal Mi.P.A.A.F. ALTRI PRODOTTI AGRICOLI (escluso strutture e zootecnia) Art. 68 Reg. (CE) 73/09 Health Check Condizioni di attivazione della misura L attivazione della domanda di aiuto deve essere effettuata al C.A.A., nell ambito della domanda unica (P.A.C.), entro il 15 maggio di ogni anno; È necessario aggiornare il Fascicolo Aziendale, prima della sottoscrizione dei certificati assicurativi. Sono ammissibili esclusivamente polizze che prevedono la soglia di accesso al risarcimento. L importo dell aiuto corrisponde ad una percentuale del premio determinato sulla base delle serie storiche o in base all applicazione di parametri fissati da ISMEA. Tale percentuale definita fino al 65% del premio così determinato, comprensivo della quota di cofinanziamento nazionale obbligatorio. Con le risorse relative all aiuto di Stato di cui al D.Lgs n. 102/2004 e succ. modifiche ed integrazioni, la percentuale massima può essere incrementata, in funzione delle disponibilità finanziarie, fino all 80% della spesa parametrata (65% nel caso di coperture comprendenti fitopatie). Erogazione del contributo all assicurato per altri prodotti agricoli L importo dell aiuto nei limiti massimi sopra indicati viene erogato direttamente all agricoltore entro il 30 giugno dell anno successivo alla domanda. L agricoltore dovrà restituire al Consorzio di Difesa l intera somma del contributo incassato oltre alla quota associativa consortile. Le risorse contributive MIPAAF verranno incassate direttamente dal Consorzio di Difesa. PRINCIPALI OBBLIGHI A CARICO DEGLI ASSICURATI Sottolineiamo che la concessione dell agevolazione prevista, a livello di Comunità Europea e Stato, a parziale copertura dei costi delle assicurazioni agevolate è subordinata all obbligo di attivare entro il 15 maggio 2012 la Domanda Unica P.A.C. e la richiesta di sostegno per l assicurazione dei raccolti di uva da vino presso i Centri di Assistenza Agricola (C.A.A.). I certificati di assicurazione dovranno riportare esattamente, pena decadenza al diritto all agevolazione, i dati, particelle fondiarie, superfici coltivate, ecc., contenuti nel singolo Fascicolo Aziendale, che deve essere correttamente AGGIORNATO. La normativa comunitaria sancisce l obbligo di assicurare l intero risultato della produzione aziendale, inteso come il prodotto matematico della quantità media aziendale per ettaro per la superficie dichiarata. La quantità media aziendale è la media della produzione ottenuta, nei tre ultimi anni precedenti, o la produzione media triennale, calcolata sui cinque anni precedenti esclu- 4

7 dendo l anno con la produzione più bassa e l anno con la produzione più elevata. Le produzioni soggette a disciplinari di produzione, sono assicurabili al mercato agevolato, nei limiti produttivi stabiliti dai disciplinari stessi. Per Prodotto si intendono le specie botaniche elencate all art. 1, punto 1.1 del Piano Assicurativo Agricolo Nazionale di cui al Decreto Ministeriale del 18 gennaio 2012, n Nel caso in cui, a seguito delle verifiche effettuate dagli Enti preposti si riscontrasse la mancata osservanza di tale norma si perderebbe il beneficio della contribuzione prevista. Il Consorzio si vedrebbe, pertanto, costretto a recuperare l intero costo assicurativo dal Socio oltre alle possibili conseguenze, perdita di altri eventuali contributi comunitari, alle quali il Socio incorrerebbe per false dichiarazioni rilasciate e sottoscritte all atto della stipula dell adesione assicurativa. Ribadiamo di prestare la massima attenzione nell osservanza di tali norme prima di sottoscrivere i certificati di assicurazione e la relativa dichiarazione. Il cofinanziamento europeo è un aiuto diretto, art.2 - lett. d,reg. (CE) n. 73/2009; ad esso si applicano dunque le disposizioni di cui al cap. 1 e 2 del medesimo Regolamento per quanto riguarda la MODULAZIONE e LA CONDIZIONALITÀ. Tali disposizioni non si applicano per l uva da vino (ambito O.C.M. VINO). In base al regolamento ISVAP n 35/2010, prima di sottoscrivere il certificato di adesione assicurativo l assicurato dovrà ricevere copia delle condizioni assicurative e del cosiddetto fascicolo informativo contenente le condizioni contrattuali. Tale documento gli verrà consegnato dall intermediario assicurativo. Il socio (assicurato) dovrà sottoscrivere una dichiarazione che sarà inserita nel certificato di assicurazione o in apposito documento dove dichiara di conoscere ed accettare tutte le clausole della polizza collettiva come da fac-simile allegato e di aver ricevuto copia delle stesse. Allegato: ATTESTAZIONE DA PARTE DEL SOCIO Il Sottoscritto assicurato dichiara di conoscere ed accettare tutte le clausole della Polizza Collettiva che regola il rapporto assicurativo e di aver ricevuto, prima della sottoscrizione dei certificati, copia del fascicolo informativo contenente le Condizioni di Assicurazione lì./ / (L Assicurato) SOGLIA DI ACCESSO AL RISARCIMENTO Per ottenere la contribuzione pubblica (ad eccezione del solo prodotto UVA da VINO) deve essere obbligatoriamente applicata la soglia di accesso al risarcimento. Tale soglia è da riferirsi alla produzione aziendale, per singolo prodotto, riferita al Comune amministrativo. Al fine di evitare tale possibilità, si può sottoscrivere una polizza integrativa non agevolata per la stessa produzione dichiarata nel certificato di assicurazione agevolato e riguarda esclusivamente i danni che complessivamente sono compresi entro la soglia del 30% per socio/prodotto/comune, MA CHE PER SINGOLA PARTITA, possono anche essere superiori al limite minimo del 30%. 5

8 Allegato ai certificati di Assicurazione Agevolata Anno 2012 DICHIARAZIONE DEL SOCIO Il Sottoscritto.... nato a... il... in qualità di Titolare/Rappresentante Legale dell Azienda Agricola.. ad integrazione delle clausole e dichiarazioni inserite nei certificati assicurativi agevolati relativi all anno 2012 emessi da..... Agenzia Generale di di cui il presente allegato forma parte integrante, con particolare riferimento a: Dec Leg.vo 29 marzo 2004 n.102,nel testo modificato dal Dec.Leg.vo 18 aprile 2008 n. 82; Reg.(CE) del 19 gennaio 2009 n.73,arrt.68 e 70; Reg.(CE) del 22 ottobre 2007 n.1.234,art 103 undecies e del Reg.(CE) del 19 aprile 2008 n.479,art.14 O.C.M. Vino; D.M. del 29 Luglio 2009 n disposizione per l attuazione dell Art.68 del Regolamento (CE) n.73/09; D.M. del 18 gennaio 2012, n Piano Assicurativo Agricolo Nazionale. DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITÀ di essere in possesso della qualifica di Imprenditore Agricolo ai sensi dell art.2135 Cod.Civ. e di essere iscritto al R.E.A. presso la Camera di Commercio competente; che la produzione aziendale assicurata è stata determinata avendo a riferimento la produzione media annua ad ettaro ottenuta dalla mia Azienda nei tre anni precedenti o sulla base della produzione media triennale calcolata sui cinque anni precedenti escludendo l anno con la produzione più bassa e l anno con la produzione più elevata; di conoscere e rispettare l obbligo di assicurare a livello comunale l intera produzione aziendale relativa al prodotto che intende assicurare; di aver costituito e aggiornato il Fascicolo Aziendale presso il C.A.A. e che i dati catastali e le superfici agricole utilizzate inseriti nei certificati di assicurazione stipulati dall Azienda sopra indicata sono esatti e corrispondono ai dati ufficiali riportati nel Fascicolo Aziendale. che i quantitativi assicurati non eccedono i limiti assegnati o quelli previsti dai relativi disciplinari di produzione; che entro il termine massimo del 15 MAGGIO, secondo le modalità previste dall Organismo Pagatore per il tramite del proprio C.A.A., provvederà ad attivare la domanda unica P.A.C. e/o O.C.M. Vino al fine dell ottenimento del contributo pubblico; di acconsentire l accesso, anche in forma telematica, ai contenuti del proprio Fascicolo Aziendale da parte del Consorzio Difesa di Perugia per gli adempimenti connessi, ai sensi della normativa vigente, all acquisizione del contributo sul costo assicurativo e più in generale per qualsiasi utilizzo di cui abbia necessità il Consorzio Difesa di Perugia nel perseguimento delle finalità statutarie ed in particolare di gestione delle coperture dei danni da calamità; di essere a conoscenza che qualora la notifica ed i certificati siano consegnati al Consorzio dall Agenzia oltre i termini stabiliti, il Consorzio di Difesa di Perugia non garantisce il regolare perfezionamento della domanda di contributo ; di autorizzare la Società, in caso di insolvenza, a versare direttamente l eventuale indennizzo al Consorzio Difesa di Perugia che rilascerà quietanza liberatoria e che provvederà a risarcire direttamente al Socio la parte di indennizzo eccedente il debito consortile; di impegnarsi al pagamento dei CONTRIBUTI CONSORTILI ed a rimborsare al Consorzio Difesa di Perugia la parte di contributo pubblico che verrà liquidata direttamente al Socio/Assicurato nelle forme e con le modalità che verranno deliberate dal Consorzio impegnandosi sin d ora ad accettare qualsiasi modalità d incasso. Si impegna, inoltre, a farsi carico direttamente dell ammontare dei contributi che dovessero, in fase di controllo, essere negati dagli Enti di Vigilanza per violazione delle norme; di aver ricevuto dall agente copia delle condizioni contrattuali prima della sottoscrizione del certificato di adesione assicurativa. Data..,..... Il Dichiarante Il Sottoscritto dichiara di aver letto, compreso ed approvato le Condizioni di Assicurazione e tutte le dichiarazioni di cui sopra..... (firma leggibile) Il Sottoscritto..... nella qualità di..... dell Agenzia Generale di.... dichiara che la firma apposta in calce alla presente del Sig.... è autentica..... (firma leggibile) SI ALLEGA ALLA PRESENTE COPIA DI UN DOCUMENTO DI IDENTITÀ, DELL AGRICOLTORE ASSICURATO, IN CORSO DI VALIDITÀ. SCARICABILE ANCHE DAL NOSTRO SITO WW.CODIPG.IT

9 COSTO A CARICO DEL SOCIO Termini di pagamento La mancata pubblicazione dei parametri contributivi ministeriali e la possibilità di incrementare le risorse relative all art. 68 con gli stanziamenti del Fondo di Solidarietà Nazionale fino all 80%, NON ci consentono di sviluppare le tabelle con i tassi a carico dei soci. Le tabelle elaborate per le varie colture, visionabili e scaricabili dal nostro sito web si riferiscono alle tariffe Il pagamento dei contributi consortili ed il rimborso dei contributi pubblici (liquidati direttamente al socio) verrà corrisposto dal socio al Consorzio di Difesa di Perugia, nelle seguenti forme: PRODOTTO UVA DA VINO Tutto il premio a carico del socio, anticipato dal Consorzio di Difesa alle compagnie di assicurazione, dovrà essere versato dal socio al Consorzio stesso con scadenza 20 ottobre c.a. TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI Tutto il premio a carico del socio, anticipato dal Consorzio di Difesa alle compagnie di proposte dalle Compagnie di Assicurazione per la grandine e per le altre avversità ammesse ad assicurazione agricola agevolata. Il costo a carico del socio sarà determinato detraendo dalla tariffa applicata dalla Compagnia di assicurazione, il relativo contributo pubblico. A questa differenza dovrà essere aggiunto il contributo associativo al Consorzio di difesa. assicurazione, dovrà essere versato dal socio al Consorzio stesso in due rate: la prima con scadenza 30 novembre c.a. tramite bollettino MAV o RID bancario come da Loro concordato; la seconda, con data e modalità di pagamento che verranno deliberate dagli organi del Consorzio ed in base alle normative comunitarie e nazionali. Tale adempimento verrà comunicato appena saranno definite le date di scadenza da parte degli enti preposti. Modalità di pagamento I soci assicurati possono decidere di corrispondere il proprio contributo assicurativo e associativo 2012 con due diverse modalità: bollettino M.A.V.; R.I.D. bancario; Di seguito si allega il modello R.I.D. che, per essere attivato, dovrà essere recapitato agli uffici del Consorzio compilato in tutte le parti con l autorizzazione del proprio Istituto Bancario. IMPORTANTE: A tutti i soci che intendono pagare il contributo assicurativo e associativo tramite R.I.D. bancario sarà applicata una riduzione del 25% sul costo di gestione rispetto all anno

10 ù SERVIZIO RID - AUTORIZZAZIONE PERMANENTE DI ADDEBITO IN CONTO CORRENTE Azienda creditrice CONSORZIO DI PRODUTTORI AGRICOLI DELLA PROVINCIA DI PERUGIA PER LA DIFESA DELLE COLTURE INTENSIVE Sede:Via Martiri Dei Lager, PERUGIA Codice Fiscale Partita IVA Tel. e Fax Banca del debitore Banca Agenzia Coordinate dell'azienda creditrice (1) Coordinate bancarie del conto corrente da addebitare: (2) IBAN A C 2 E Y 4 Cod.SIA Azienda (*) Cod. assegnato dall'azienda creditrice al debitore Codice CIN CIN Codice ABI CAB Numero Conto Corrente Paese IBAN DATI RELATIVI AL DEBITORE Sottoscrittore del modulo Nome e cognome (3) Indirizzo Località Cod. Fiscale Intestatario del conto (da compilare solo se diverso dal sottoscrittore) Anagrafica Cod. Fiscale /Partita IVA (Facoltativo) (Non compilare nel caso di Utenze) Clausole limitative (facoltative) (3) N. massimo disposizioni di incasso Importo massimo per pagamento Data primo pagamento Data ultimo pagamento Il sottoscrittore autorizza la Banca a margine ad addebitare sul conto corrente indicato, nella data di scadenza dell'obbligazione o data prorogata d'iniziativa del creditore (ferma restando la valuta originaria concordata), tutti gli ordini di incasso elettronici inviati dall'azienda creditrice e contrassegnati con le coordinate della stessa come sopra indicate (o aggiornate d'iniziativa dell'azienda), a condizione che vi siano disponibilità sufficienti e senza necessità per la Banca di inviare la relativa contabile di addebito. Il sottoscrittore ha facoltà di opporsi all'addebito entro: ADESIONE data di scadenza o data prorogata dal creditore ovvero 5 giorni lavorativi bancari dopo la data di scadenza (non ammesso nel caso di Utenze) o la data prorogata dal creditore Le parti hanno la facoltà di recedere in ogni momento dal presente accordo, con un preavviso pari a quello indicato nel contratto del suddetto conto corrente per il recesso da quest'ultimo rapporto, da effettuarsi mediante comunicazione scritta. Il sottoscrittore prende atto che sono applicate le condizioni riportate nel suddetto contratto di conto corrente o comunque rese pubbliche nei Fogli Informativi predisposti dalla Banca. Il sottoscrittore dichiara di aver ricevuto copia della presente autorizzazione. Luogo e data Firma del sottoscrittore REVOCA Il sottoscrittore revoca l'autorizzazione permanente di addebito sul conto corrente, aperto presso di Voi, degli ordini di incasso elettronici inviati dall'azienda creditrice e contrassegnati con le coordinate della stessa come sopra indicate o aggiornate d'iniziativa dall'azienda. Luogo e data Firma del sottoscrittore Data Firma della Banca per convalida dei dati ed accettazione del servizio 8 (1), (2), (3) (4) v. avvertenze a tergo 1 - Copia per la Banca / Azienda SCARICABILE ANCHE DAL NOSTRO SITO WW.CODIPG.IT MI5170W ed. 05/2008

11 Principali definizioni Condizioni di assicurazione contro i danni da avversità atmosferiche ai sensi delle vigenti leggi e decreti concernenti il fondo di solidarietà nazionale nonché degli orientamenti comunitari in materia di aiuti di stato nel settore agricolo (valide per tutti i tipi di contratto). DEFINIZIONI GENERALI Assicurato Il soggetto il cui interesse è protetto dall assicurazione, Socio del contraente. Certificato di Assicurazione L applicazione alla Polizza Convenzione che contiene: la dichiarazione delle produzioni che l Assicurato intende garantire ed altre dichiarazioni alle stesse inerenti, debitamente sottoscritte; l indicazione delle avversità atmosferiche per le quali viene prestata la copertura assicurativa; l indicazione del valore assicurato, della tariffa applicata, l importo del premio, della soglia di danno e della franchigia; gli appezzamenti delle singole colture individuati catastalmente e corrispondenti con il piano colturale del fascicolo aziendale, di cui all art.2, comma1, del D.P.R. n 503/1999; l attestazione della qualità di socio dell Assicurato e la convalida del documento da parte del Contraente tutte le dichiarazioni ed indicazioni previste dalle leggi e dalle normative correnti relative all assicurazione agevolata di cui al Dec. Leg.vo 102/2004 e successive modificazioni ed integrazioni, al relativo Piano Assicurativo Agricolo annuale vigente. per le colture erbacee la data di semina o trapianto in base a quanto indicato nelle Condizioni Speciali di Assicurazione. Contraente Il soggetto, riconosciuto a termini di legge, stipulante l assicurazione. Franchigia Le centesime parti del risultato della produzione in garanzia escluse dall indennizzo. Impresa agricola Unità tecnico-economica costituita da poderi o appezzamenti, anche non contigui, fabbricati, loro contenuto e bestiame, in cui si attua l attività agraria, forestale, zootecnica ed agrituristica ad opera di persona fisica, società od ente in conformità al disposto dell art del Codice Civile e successive modificazioni ed integrazioni. Limite di indennizzo La percentuale della somma assicurata interessata dal sinistro che indica l importo massimo indennizzabile. Prodotto Colture assicurabili indicate e distinte nel Piano Assicurativo Agricolo Annuale. Resa Assicurata Risultato della produzione Per resa assicurata si intende il prodotto matematico della quantità media aziendale per ettaro per la superficie dichiarata. La quantità media aziendale è la media della produzione ottenuta, per unità di superficie coltivata di impianti in piena produzione, nei tre ultimi anni precedenti, o la produzione media triennale, calcolata sui cinque anni precedenti escludendo l anno con la produzione più bassa e l anno con la produzione più elevata. In mancanza di dati aziendali, verrà assunta la media comunale per ettaro degli ultimi cinque anni,scartando il migliore ed il peggiore risultato annuale ottenuto, o se non disponibile, la stessa media di Comune vicinale con analoghe potenzialità produttive unitarie. In mancanza di dati comunali, verrà assunta la resa media provinciale o regionale per fasce altimetriche predisposte dalla Regione territorialmente competente. Soglia Il limite di danno, risarcibile a termini di polizza, espresso in percentuale superato 9

12 Principali definizioni (segue) il quale matura il diritto di poter accedere all indennizzo. Tale limite è fissato come indicato nel Piano Assicurativo Agricolo Nazionale. Le coltivazioni protette da impianti di difesa attiva, sono escluse dal computo per il calcolo della soglia. Varietà Insieme di piante coltivate nettamente distinguibili per vari caratteri fra cui quello morfologico, appartenenti alla medesima specie, sottospecie, classe o linea. Per l uva da vino costituisce varietà la cultivar o l insieme di cultivar ammesse dal disciplinare delle uve destinate a produrre vini I.G.T., D.O.C., D.O.C.G. EVENTI DANNOSI Eccesso di pioggia Eccesso di disponibilità idrica nel terreno causato da precipitazioni prolungate intendendo per tali le piogge che eccedono oltre il 50% le medie del periodo calcolate su un arco temporale di 10 giorni, o da precipitazioni di particolare intensità, intendendo per tali le cadute di acqua pari almeno ad 80 mm di pioggia nelle 72 ore che, in base alla fase fenologica delle colture, abbia causato danni alle colture assicurate. Gli effetti di tale evento devono essere riscontrati sulla stessa specie assicurata su una pluralità di imprese entro un raggio di 3 km insistenti in zone aventi caratteristiche orografiche analoghe. Grandine Acqua congelata nell atmosfera che precipita al suolo sotto forma di chicchi di dimensioni e forme variabili. Gelo-Brina Abbassamento termico inferiore a 0 C dovuto a presenza di masse d aria fredda e/o congelamento di rugiada o sublimazione del vapore acqueo sulla superficie delle colture dovuta ad irraggiamento notturno. Gli effetti di tale evento devono essere riscontrati sulla stessa specie assicurata, su di una pluralità di imprese agricole entro un raggio di 3 km in zone aventi caratteristiche orografiche analoghe. Siccità Straordinaria carenza di precipitazioni, pari almeno ad un terzo, rispetto a quelle normali del periodo che comporti l abbassamento del contenuto idrico del terreno al di sotto del limite critico di umidità e/o depauperamento delle fonti di approvvigionamento idrico tale da rendere impossibili anche l attuazione di interventi irrigui di soccorso. Tale evento deve determinare effetti determinanti sulla fisiologia delle piante oggetto di assicurazione con conseguente compromissione della produzione assicurata. Gli effetti di tale evento devono essere riscontrati sulla stessa specie assicurata e su di una pluralità di imprese agricole entro un raggio di 3 km insistenti in zone aventi caratteristiche orografiche analoghe. Vento forte Fenomeno ventoso che raggiunga il 7 grado della scala Beaufort (velocità pari o superiore a 50 km./h 14 m/s) limitatamente agli effetti meccanici diretti sul prodotto assicurato, ancorché causato dall abbattimento dell impianto arboreo. Gli effetti di tale avversità atmosferica devono essere riscontrati sulla stessa specie assicurata e su di una pluralità di imprese agricole entro un raggio di 3 km insistenti in zone aventi caratteristiche orografiche analoghe. NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE IN GENERALE La Società presta la garanzia e determina il premio in base alle descrizioni e dichiarazioni rilasciate dall Assicurato che, con la firma del certificato di assicurazione, si rende responsabile della loro esattezza ai sensi degli art.li 1892 e 1893 Cod. Civile. L Assicurato ha l obbligo, ai sensi del disposto dell art. 1, punto 1.1 del Piano Assicurativo Agricolo Nazionale di cui al D.M. del 18 gennaio 2012 n. 1324, di assicurare 10

13 l intera produzione aziendale per singolo prodotto e Comune amministrativo. Il termine della fase assuntiva delle coperture assicurative, per tutte le garanzie prestate, viene fissato INDEROGABILMENTE con il giorno 10 GIUGNO 2012 per il prodotto uva da vino e 30 GIUGNO 2012 per tutti gli altri prodotti. Per le colture arboree, l assicurazione è operante solo per gli impianti specializzati in fase di piena produzione. In base alla Delibera della giunta della Regione Umbria n 1931 del 09/12/2004, per gli impianti nuovi o reimpianti, il risultato della produzione di un vigneto è determinata come segue: nella campagna viticola nella quale viene eseguito l impianto è pari a 0; nella prima campagna vitivinicola successiva a quello di impianto è pari a 0; nella seconda campagna vitivinicola successiva a quello di impianto non può essere superiore al 50%; nella terza campagna vitivinicola successiva a quello di impianto non può essere superiore al 80%; nella quarta campagna vitivinicola successiva a quello di impianto può essere pari al 100%; Riduzione del prodotto assicurato e del premio Quando la produzione assicurata subisce una diminuzione per partita assicurata di almeno un quinto del prodotto per qualsiasi evento diverso da quelli garantiti, l Assicurato, sempre che la domanda sia fatta almeno 15 giorni prima dell epoca di raccolta e sia validamente documentata, ha diritto alla riduzione del quantitativo indicato nel certificato di assicurazione, con conseguente riduzione proporzionale del premio, a partire dalla data di invio per raccomandata della richiesta alla Società fino alla data presumibile di cessazione della garanzia. Per contratti multirischio rese, la riduzione è consentita con le stesse modalità e condizioni esclusivamente nel caso la produzione complessiva del prodotto a livello comunale subisca una diminuzione di almeno un decimo della produzione. La riduzione spetta altresì nel caso in cui il prodotto sia stato colpito anche da uno degli eventi garantiti, purché non sia stata effettuata la perizia e siano rispettate le condizioni del precedente comma. Danno verificatosi prima della decorrenza della garanzia Qualora l evento si verifichi tra la data di notifica dell assicurazione e quella di decorrenza della garanzia, l assicurazione avrà corso ugualmente, ma l Assicurato dovrà denunciarlo alla Società, affinché venga accertato il danno in funzione del quale la Società ridurrà proporzionalmente il premio. Non possono formare oggetto di assicurazione i prodotti che siano già stati colpiti da avversità atmosferiche assicurate. Purché i danni siano di lieve entità, l assicurato dovrà sottoscrivere la clausola sul certificato di assicurazione riportante che le partite n. sono state lievemente colpite dalla calamità.. del giorno.. Qualora i periti accertino l esistenza di danni da eventi in garanzia, avvenuti prima della decorrenza della garanzia E NON DICHIA- RATI, faranno formale riserva a favore della compagnia indicando che trattasi di danno anterischio NON DICHIARATO e quindi non risarcibile. Obblighi dell assicurato in caso di sinistro In caso di sinistro l Assicurato deve: a) darne avviso all Agenzia della Società che ha emesso il certificato di assicurazione entro tre giorni, esclusi i festivi, da quello in cui si è verificato l evento o dal giorno in cui ne ha avuto conoscenza, sempre che dimostri che questa gli è stata in precedenza impedita, fornendo precise indicazioni relative agli appezzamenti colpiti da sinistro, indicandone la presumibile percentuale di danno e la percentuale dell eventuale prodotto raccolto al momento del sinistro; 11

14 NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE IN GENERALE (segue) b) dichiarare se intende richiedere la perizia o segnalare l evento per semplice memoria qualora ritenga che lo stesso non comporti diritto all indennizzo; c) eseguire tutti i lavori di buona agricoltura richiesti dallo stato delle colture; d) non raccogliere il prodotto prima che abbia avuto luogo la rilevazione definitiva del danno, salvo quanto previsto nelle norme Rilevazione dei danni in prossimità della raccolta. e) mettere a disposizione dei periti la planimetria catastale relativa alle superfici assicurate degli appezzamenti sui quali insistono le produzioni ed il Fascicolo Aziendale, nonché la documentazione atta a dimostrare il risultato della produzione. L inadempimento di uno degli obblighi di cui ai commi a), b), c), d) ed e) del presente articolo può comportare la perdita totale o parziale del diritto all indennizzo o del diritto alla riduzione del premio previsto nelle Norme contrattuali all articolo Danno verificatosi prima della decorrenza della garanzia. L Assicurato ha la facoltà di trasformare la denuncia di sinistro per semplice memoria in denuncia con richiesta di perizia. Denuncia di danno I danni da calamità naturali, devono essere denunciati dal socio nel modo seguente: ENTRO 3 GIORNI per grandine, vento forte, siccità; ENTRO 24 ORE per gelo brina ed eccesso di pioggia. ENTRO 24 ORE per i danni sui prodotti orticoli per qualsiasi evento. Rilevazione dei danni in prossimità della raccolta Qualora il prodotto, colpito da danni indennizzabili, sia giunto a maturazione e non sia stato ancora effettuato il sopralluogo del perito, l Assicurato può iniziare o continuare la raccolta, ma è in obbligo di informare la Direzione della Società Ramo Grandine ed il Consorzio di difesa, a mezzo telegramma o telefax. Deve altresì lasciare I CAMPIONI per la stima del danno che dovranno essere costituiti da una striscia continua di prodotto passante per la zona centrale di ogni partita denunciata, salvo non sia diversamente disposto dalle Condizioni Speciali di assicurazione. Tali campioni, lasciati nello stato in cui si trovavano al momento dell evento, dovranno essere a pena di decadenza dal diritto all indennizzo pari almeno al 3% della quantità di prodotto ottenuto dalla partita assicurata. Se entro i 5 giorni successivi alla comunicazione, la Società omette di far procedere alla quantificazione del danno, l Assicurato è in diritto di far eseguire la perizia da un perito libero professionista avente il titolo di geometra o perito agrario o dott. Agronomo o equipollente, secondo le norme previste per ciascuna garanzia. L Assicurato deve inviare, tempestivamente, copia della perizia alla Direzione della Società Ramo Grandine a mezzo lettera raccomandata. Le spese di perizia sono a carico della Società. Campioni Per i prodotti di seguito indicati, fermo quanto previsto dalle Norme che regolano l assicurazione in generale, i campioni sono così determinati: uva, melanzane, cocomeri, meloni, peperoni, zucchine e altri orticoli: le TRE file di piante che insistono al centro della partita; pomodoro: le TRE intere file, semplici o binate, di piante che insistono al centro della partita; tabacco: le TRE intere file di piante che insistono al centro della partita e, in ogni caso, orientate secondo l asse più lungo della partita stessa; frutta, olive: una pianta ogni 20 per ogni filare o, per filari con numero di piante inferiore a 20, una pianta per ognuno di essi; in entrambi i caso devono essere escluse le piante di testata. altri prodotti: almeno il 3% della quantità della partita assicurata Esagerazione dolosa del danno Ogni atto scientemente compiuto, diretto a trarre in inganno la Società circa la valuta- 12

15 NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE IN GENERALE (segue) DOCUMENTAZIO- NE OBBLIGATORIA DA ALLEGARE AL CERTIFICATO DI ASSICURAZIONE zione del danno può produrre la decadenza dell Assicurato dal diritto all indennizzo. Perizia d appello L assicurato che non accetta le risultanze della perizia può richiedere la perizia d appello, facendone richiesta alla compagnia di assicurazione ramo grandine mediante telegramma ENTRO 3 GIORNI, esclusi sabato e festivi, dalla data DI RICEVIMENTO DEL BOLLETTINO DI CAMPAGNA, indicando dati anagrafici e domicilio del proprio perito. Entro 3 giorni dalla data di nomina del secondo perito, i periti designati dovranno incontrarsi per la revisione della perizia e, in caso di mancato accordo, procedere alla nomina del terzo perito che dovrà essere scelto fra i nominativi indicati nella Polizza- Convenzione. L assicurato deve lasciare il prodotto della partita in cui è stata fatta richiesta di perizia d appello nelle condizioni in cui si trovava al momento della perizia appellata È DI FONDAMENTALE IMPORTANZA NON FIRMARE IL BOLLETTINO DI CAM- PAGNA e rivolgersi al Consorzio di difesa che vi metterà a disposizione il proprio perito di parte. Dichiarazione del socio firmata dallo stesso e dall agente assicurativo; Attestazione da parte del socio (Reg. ISVAP 35/2010); Per il prodotto UVA DA VINO occorre allegare la scheda superfici vitate aggiornata ; Per tutti gli altri prodotti occorre allegare copia della Domanda Unica di pagamento 2012 (PAC) e/o piano di coltivazione. PER DIVENTARE NUOVI SOCI DEL CONSORZIO Risarcimenti Le persone o le Società che si iscrivono per la prima volta a questo Consorzio di Difesa, dovranno presentare al Consorzio: il MODELLO DI ISCRIZIONE A NUOVO SOCIO (scaricabile anche dal nostro sito con allegato copia del documento di identità; - Il versamento della quota associativa di 10,00 (anche mediante bonifico bancario: IBAN IT43F ); - L iscrizione alla Camera di Commercio; - Il certificato di attribuzione della Partita Iva; - Contratti di affitto registrati riportanti i dati catastali e superfici dei terreni assicurati se affittuari. Entro il mese di Dicembre avverrà il pagamento degli indennizzi da parte delle Compagnie di Assicurazione al Socio stesso. TIPOLOGIE DI POLIZZE ASSICURATIVE Il Socio che intende assicurarsi contro le calamità naturali, può scegliere diverse tipologie di coperture: Multirischio sulle rese La società, al fine di stabilizzare il ricavo aziendale, relativo al prodotto assicurato, indennizza la mancata o diminuita produzione, e il danno di qualità, se previsto nelle condizioni speciali, a causa delle seguenti avversità atmosferiche: GRANDINE, GELO BRINA, VENTO FORTE, SICCITA, ECCESSO DI PIOGGIA, ALLUVIONE, COLPO DI SOLE, SBALZO TERMICO, ECCESSO DI NEVE E VENTI SCIROCCALI, qualora detti eventi siano previsti dal Piano Assicurativo agricolo nazionale di cui al D.Leg.vo 102/04 e successive modifiche. La garanzia riguarda il prodotto mercantile e che non sia stato colpito da danni precedenti sia di carattere atmosferico che patologico e riguarda un solo ciclo produttivo. 13

16 Prodotti Assicurabili Frutta, Pomodoro da industria, uva da vino (DOC, DOCG e IGT), fumenti e mais. Tipologie Polizza multirischio con soglia 30% e franchigia fissa del 30% - limite di indennizzo dell 50% al netto della franchigia (Cat); Polizza multirischio con soglia e franchigia scalare (Gold) limite di indennizzo pari al 70% al netto della franchigia; Polizza multirischio senza soglia con franchigia fissa del 10% per seminativi e franchigia fissa al 20% per tutti gli altri prodotti (standard). Massimo risarcimento per entrambi i prodotti del 60% al netto della franchigia). Non rientra nelle priorità del Mi.P.A.A.F. Le tipologie catastrofale e gold prevedono un applicazione della soglia per prodotti, ossia per le singole specie o sottospecie botaniche, come definito al punto 1.1 dell art. 1 del Piano assicurativo agricolo nazionale Superata tale soglia, l applicazione della franchigia e la liquidazione del danno avverranno per tipologia colturale assicurata, ovvero per coltura così come definita nell allegato 1 del Piano assicurativo agricolo nazionale Decorrenza e cessazione delle garanzie Le decorrenze e cessazioni delle garanzie prestate, possono essere diverse da compagnia a compagnia ma in genere, la GARAN- ZIA, DECORRE dalle ore 12 del terzo giorno successivo a quello di notifica e CESSA alla maturazione e raccolta del prodotto e in ogni caso alle ore 12,00 del 10 novembre. Quantitativi assicurabili e obblighi dell assicurato L assicurato ha l obbligo di assicurare l intera produzione aziendale, relativa al prodotto in garanzia insistente nello stesso comune e si impegna: A dichiarare sul certificato di assicurazione le effettive produzioni, per la singola varietà, nei cinque anni precedenti e la fonte di provenienza delle stesse, ai fini di dimostrare la congruità della resa assicurata; A fornire la documentazione comprovante le quantità effettivamente prodotte nell anno; A fornire le mappe catastali relative alle particelle assicurate, nonché il fascicolo aziendale. Qualora questi obblighi non venissero rispettati, l eventuale indennizzo sarà proporzionalmente ridotto in relazione al mancato rispetto dello stesso. Le produzioni soggette a disciplinare delle quote sono assicurabili nei limiti produttivi stabiliti dai disciplinari stessi. Con la sottoscrizione del certificato di assicurazione l assicurato attesta responsabilmente che le produzioni garantite rientrano nelle limitazioni previste dalle discipline suddette. Soglia multirischio sulle rese Gold Il diritto all indennizzo si attiva esclusivamente quando le avversità, previste nell oggetto di garanzia, abbiano distrutto più del 30% del risultato della produzione assicurata. Superato detto livello minimo di danno pari al 30% della produzione, sarà applicata, per varietà assicurata, la franchigia a scalare come segue: Danno Franchigia e superiori 10 14

17 Danno di qualità per i prodotti UVA DA VINO, FRUTTA, PO- MODORO, FRUMENTI e MAIS vengono applicate particolari tabelle per la liquidazione del danno di qualità dovuto da grandine, eccesso di pioggia, colpo di sole e venti sciroccali. Dopo aver accertato il danno di quantità, il danno di qualità dovuto dalle avversità in garanzia verrà calcolato sul prodotto residuo in relazione a dei coefficienti riportati sulle Polizze-convenzione delle compagnie di assicurazione, Quantificazione del danno La quantificazione del danno, riferita a ciascuna varietà, deve essere eseguita per l intera produzione assicurata ubicata nel medesimo Comune, in base ai quantitativi assicurati ed ai relativi prezzi unitari riportati nel certificato di assicurazione e in considerazione dei diversi danni da mancata o diminuita produzione e qualità. Per tutte le norme che regolano le polizze multirischio sulle rese e che non sono state specificate nel presente opuscolo, siete pregati di contattare il Consorzio di difesa. ASNACODIFONDO UN FONDO MUTUALISTICO NAZIONALE PER LA GESTIONE DEL RISCHIO SOTTO SO- GLIA COMPLEMENTARE ALLA COPERTURA ASSICURATIVA DELLE POLIZZE MULTIRI- SCHIO SULLE RESE. È stato recentemente costituito ASNACODIFONDO, con lo scopo di intervenire sui danni subìti dalle imprese per eventi che, pur rientrando nell ambito di copertura delle polizze multirischio, non danno diritto a risarcimento in caso di sinistro, in quanto i danni stessi, benché di entità superiore al 30% per singola varietà assicurata, non eccedono il 30% del valore totale della produzione aziendale. COME PARTECIPARE AL FONDO: al fine di beneficiare delle attività mutualistiche, le imprese devono aderire a polizze multirischio e contestualmente fare apposita richiesta di adesione al Fondo, impegnandosi al pagamento del contributo annuale. A partire dalla campagna 2013, considerata la natura mutualistica del Fondo, l impresa dovrà aderire per un periodo minimo continuativo di tre anni. Decorso il primo triennio l adesione viene rinnovata di anno in anno. In caso di mancata adesione per uno o più anni, l impresa che volesse rinnovare l adesione assume l impegno per il minimo triennale. Una delle priorità della PAC 2020 è la GE- STIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA DE- RIVANTE DA CALAMITA ATMOSFERICHE E VOLATILITÀ DEI PREZZI. Gli strumenti previsti sono: Assicurazione del raccolti, degli animali e delle piante; Fondi di mutualizzazione; Strumenti di stabilizzazione del reddito. PUNTO DI FORZA DEL FONDO MUTUALISTI- CO: Permette la cogestione del rischio tra agricoltori; Per alcune gestioni di rischi minimizza i costi rispetto a soluzioni assicurative; Limita le conseguenze negative per andamenti critici assicurativi o finanziari; Facilita lo sviluppo di soluzioni sperimentali; Aumenta il potere contrattuale degli agricoltori; Permette una copertura assicurativa parziale del rischio aggregato. Le tariffe assicurative e le condizioni per le polizze pluririschio concordate con le compagnie di assicurazione sono consultabili al sito 15

18 PLURIRISCHIO L assicurazione si obbliga ad indennizzare il danno di quantità al prodotto assicurato, ottenibile in una superficie dichiarata, causato dalla grandine o dalla grandine e/o da una o più delle seguenti avversità atmosferiche, se indicate sul certificato di assicurazione e se è stato pagato il relativo premio: GRANDINE, VENTO FORTE di base su tutti i prodotti e, a scelta, anche ALLUVIONE, COL- PO DI SOLE, ECCESSO DI PIOGGIA, GELO BRINA, SBALZI TERMICI, SICCITÀ, VENTI SCIROCCALI. PRINCIPALI CONDIZIONI DI POLIZZA PLURIRISCHIO Le compagnie di assicurazione che operano in questa Provincia sono: Allianz, Ara 1857 VMG, Assicurazione Grandine Svizzera, Axa, Carige, Fata, Fondiaria Sai, Great Lakes, Groupama, Itas, Reale Mutua, Tua, Unipol, Vh Italia, Vittoria. Qui di seguito riportiamo le principali condizioni assicurative per la campagna assuntiva 2012: COMPAGNIE ALLIANZ A.R.A SPA ASSICURAZIONE GRANDINE SVIZZERA A X A FATA FONDIARIA SAI DECORRENZA DELLE GARANZIE dalle ore 12,00 del GRANDINE E/O VENTO FORTE il secondo giorno successivo a quello della notifica. sesto giorno successivo a quello della notifica. GRANDINE, VENTO FORTE il giorno successivo a quello della notifica, ECCESSO DI PIOGGIA, SICCITÀ E ALTRE AVVERSITÀ sesto giorno a quello della notifica. GRANDINE, VENTO FORTE il secondo giorno successivo. a quello della notifica sesto giorno successivo a quello della notifica ALTRE AVVERSITÀ 20 giorno successivo a quello della notifica GRANDINE, VENTO FORTE il giorno successivo a quello della notifica ALTRE AVVERSITÀ quarto giorno successivo a quello della notifica. GRANDINE giorno successivo a quello della notifica, VENTO FORTE, ECCESSO DI PIOGGIA sesto giorno a quello della notifica. SICCITÀ 30 giorno successivo a quello della notifica GRANDINE, VENTO FORTE il giorno successivo a quello della notifica quinto giorno successivo a quello della notifica. CESSAZIONE DELLE GARANZIE alle ore 12 del GRANDINE, VENTO FORTE cessano alla maturazione del prodotto e comunque il 10 novembre. 20 maggio GRANDINE cessa alla raccolta o maturazione del prodotto. 20 maggio ALTRE AVVERSITÀ cessano 20 giorni prima della raccolta GRANDINE cessano alla maturazione del prodotto e comunque il 10 novembre VENTO 10 Ottobre 10 ottobre ALTRE AVVERSITÀ 30 settembre Alla maturazione e raccolta del prodotto. GRANDINE, SICCITÀ, VENTO FORTE, ECCESSO DI PIOGGIA cessano alla maturazione di raccolta del prodotto e comunque il 10 novembre. 20 maggio GRANDINE, VENTO FORTE, alla maturazione di raccolta del prodotto. 16

19 COMPAGNIE GREAT LAKES GROUPAMA REALE MUTUA T U A UNIPOL VH ITALIA VITTORIA DECORRENZA DELLE GARANZIE dalle ore 12,00 del GRANDINE, VENTO FORTE il giorno successivo a quello della notifica, ECCESSO DI PIOGGIA, SICCITÀ, SBALZO TERMICO, COLPO DI SOLE, VENTI SCIROCCALI ed ALLUVIONE sesto giorno successivo a quello della notifica. GRANDINE giorno successivo a quello della notifica. ECCESSO DI PIOGGIA, E VENTO, ALLUVIONE e SBALZO TERMICO sesto giorno successivo a quello della notifica SICCITÀ 30 giorno successivo a quello della notifica. GRANDINE, VENTO FORTE il giorno successivo a quello della notifica, ECCESSO DI PIOGGIA e ALTRE AVVERSITÀ sesto giorno successivo a quello della notifica. SICCITÀ 20 giorno successivo a quello della notifica GRANDINE, VENTO FORTE il giorno successivo a quello della notifica, ECCESSO DI PIOGGIA, SICCITÀ, SBALZO TERMICO, COLPO DI SOLE, VENTI SCIROCCALI ed ALLUVIONE sesto giorno successivo a quello della notifica. GRANDINE, VENTO FORTE il giorno successivo a quello della notifica, ECCESSO DI PIOGGIA, SICCITÀ sesto giorno a quello della notifica. GRANDINE, VENTO, ECCESSO DI PIOGGIA, SBALZO TERMICO e COLPO DI SOLE giorno successivo a quello della notifica. SICCITÀ 30 giorno successivo a quello della notifica. 6 giorno successivo a quello della notifica GRANDINE il giorno successivo a quello della notifica VENTO FORTE,, ECCESSO DI PIOGGIA, SICCITÀ, ALLUVIONE,SBALZO TERMICO sesto giorno successivo a quello della notifica. SICCITÀ 30 giorno successivo a quello della notifica. CESSAZIONE DELLE GARANZIE alle ore 12 del VENTO E COLPO DI SOLE 20 giorni prima della fase di maturazione di raccolta del prodotto. GRANDINE, SICCITÀ, ECCESSO DI PIOGGIA, SBALZO TERMICO, VENTI SCIROCCALI ed ALLUVIONE cessano alla fase di maturazione di raccolta. del prodotto e comunque il 10 novembre. 20 MAGGIO GRANDINE, ECCESSO DI PIOGGIA, VENTO, SICCITÀ, ALLUVIONE e SBALZO TERMICO cessano alla maturazione di raccolta del prodotto e comunque. alle ore 12,00 del 10 novembre. 20 maggio GRANDINE, ECCESSO DI PIOGGIA, VENTO, SICCITÀ e ALTRE AVVERSITÀ cessano alla maturazione di raccolta del prodotto e comunque. alle ore 12,00 del 15 dicembre 30 dicembre VENTO e COLPO DI SOLE 20 giorni prima della fase di maturazione. di raccolta del prodotto. GRANDINE, SICCITÀ, ECCESSO DI PIOGGIA, SBALZO TERMICO, VENTI SCIROCCALI ed ALLUVIONE cessano alla fase di maturazione di raccolta del prodotto e comunque il 10 novembre. 20 maggio. 20 maggio ALTRE GARANZIE alla maturazione e raccolta del prodotto 20 maggio ALTRE GARANZIE alla maturazione e raccolta del prodotto. GRANDINE, ALLUVIONE cessa il 30 novembre. ECCESSO DI PIOGGIA, SICCITÀ e SBALZO TERMICO termina il 30 settembre. VENTO 15 giorni prima della maturazione di raccolta. e comunque non oltre il 10 ottobre. cessa il 30 maggio. 17

20 PREZZI Unitari MASSIMI DELLE PRODUZIONI AGRICOLE DELLE STRUTTURE AZIENDALI E DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE APPLICABILI PER LA DETERMINAZIONE DEI VALORI ASSICURABILI AL MERCATO AGEVOLATO - ANNO 2012 MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DM. Del 13/12/2011 Prot. N e DM. Del 7/02/2012 Prot. N 2717 SEMINATIVI TABACCO OLIVE DA OLIO cod. prod. PRODOTTO cod. var. Seminativi VARIETÀ PREZZI FRUMENTO DURO 999 FRUMENTO DURO 21, FRUMENTO TENERO 999 FRUMENTO TENERO 19, FARRO 999 FARRO 26, FARRO BIOLOGICO 999 FARRO BIOLOGICO 34, MAIS DA GRANELLA 999 MAIS DA GRANELLA 17,91 007A000 MAIS DA INSILAGGIO 999 MAIS DA INSILAGGIO 3, AVENA 999 AVENA 19, TRITICALE 999 TUTTE LE VARIETÀ 19, ORZO 999 ORZO 17, SORGO 999 SORGO 16, SEGALE 999 SEGALE 17, MIGLIO 999 MIGLIO 35, LINO 999 LINO 51, LOIETTO 469 LOIETTO 14, GRANO SARACENO 999 GRANO SARACENO 65, CANAPA 999 CANAPA 96, FIENO DA ERBA MEDICA 999 FIENO DA ERBA MEDICA 12, PISELLO PROTEICO 453 PROTEICO (alimentazione animale) 23, PISELLO SECCO 393 PISELLO SECCO 74, FAVINO 999 FAVINO 22, SOIA 999 SOIA 35, GIRASOLE 999 GIRASOLE 30, COLZA 999 COLZA 33,28 096A000 TABACCO: 046 Flue Cured (BRIGHT) 53,26 07/017 Light air cured (BURLEY, MARYLAND ) 30, Dark air cured (HAVANNA) 37, TABACCO KENTUCKY 016 Fire cured (ZONE VOCATE DA FASCIA ) 122, Fire cured ( DA FASCIA) 84,09 18

PRODOTTO UVA DA VINO E PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI,

PRODOTTO UVA DA VINO E PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI, Strada dei mercati, 17 43126 Parma Tel.0521984996 Fax 0521950084 info@codiparma.it www.codiparma.it Oggetto: Campagna assicurativa 2015 Spett.le Socio, da quest anno le risorse finanziare sono reperite

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014 Per la compilazione della domanda unica 2014 è necessario conoscere la normativa comunitaria e nazionale di riferimento ed in particolare

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * )

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) REGIONE: Ministero per le Politiche Agricole e Forestali ( MiPAF) A cura dell'ufficio ricevente Prot. del NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) INFORMAZIONI RELATIVE ALLA POSIZIONE NEL SISTEMA

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

PROGRAMMA DI SILUPPO RURALE 2007-2013

PROGRAMMA DI SILUPPO RURALE 2007-2013 ASSESSORADU DE S AGRICULTURA E REFORMA AGROPASTORALE PROGRAMMA DI SILUPPO RURALE 2007-2013 REG. (CE) N. 1698/2005 MISURA 214 - PAGAMENTI AGROAMBIENTALI AZIONE 3 - TUTELA DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011)

Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011) Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011) L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI Documento prodotto nell ambito della Rete Rurale Nazionale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

FIN+A Vita. Aviva S.p.A. Gruppo Aviva

FIN+A Vita. Aviva S.p.A. Gruppo Aviva Aviva S.p.A. Gruppo Aviva FIN+A Vita Creditor Protection a Premio Unico ed a Premio Annuo Limitato abbinata a Finanziamenti - Contratto di Assicurazione in forma Collettiva ad Adesione Facoltativa. Il

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI AD INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA «EMILIA» O «DELL'EMILIA»

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI AD INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA «EMILIA» O «DELL'EMILIA» DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI AD INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA «EMILIA» O «DELL'EMILIA» Art. 1. La indicazione geografica tipica «Emilia» o «dell'emilia» accompagnata o meno dalle specificazioni

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI D.M. 14-7-2000 Modificazione al disciplinare di produzione dei vini ad indicazione geografica tipica «delle Venezie». Pubblicato nella Gazz. Uff. 29 luglio

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

PIÙ VALORE PRIVATE EDITION

PIÙ VALORE PRIVATE EDITION Linea Investimento Garantito PIÙ VALORE PRIVATE EDITION Assicurazione in caso di morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa, Condizioni

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20%

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20% Allegato A PARTE I Determinazione delle ore lavoro per realizzare la condizione di principalità di cui all'articolo 6, comma 3, lettera a) della l.r.30/2003. (42) 1. PREMESSA L imprenditore agricolo che

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg.

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

RIDUZIONE CONTRIBUTO ORDINARIO A SEGUITO DEL PRESUNTO MAGGIOR GETTITO ICI FABBRICATI EX-RURALI, CAT. E, B

RIDUZIONE CONTRIBUTO ORDINARIO A SEGUITO DEL PRESUNTO MAGGIOR GETTITO ICI FABBRICATI EX-RURALI, CAT. E, B RIDUZIONE CONTRIBUTO ORDINARIO A SEGUITO DEL PRESUNTO MAGGIOR GETTITO ICI FABBRICATI EX-RURALI, CAT. E, B L articolo 2 commi da 39 a 46 del D.L. 262/2006 conv. L. 286/2006 aveva previsto per gli enti locali

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fattori comprensoriali comuni Fonti di approvvigionamento idriche Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fiume PO portata presso località Pontelagoscuro - Fiume PO livello presso opera

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PESCIA-CREDITO COOPERATIVO SOC.COOP. Via Alberghi n. 26-51012 - PESCIA (PT) Tel. : 0572-45941 - Fax: 0572-451621 Email:

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo CENTRO PO DI TRAMONTANA RISULTATI SPERIMENTALI 2014 nei settori orticolo e floricolo 23 SPERIMENTAZIONE E ORIENTAMENTI Per la ventitreesima stagione consecutiva Veneto Agricoltura presenta i risultati

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013.

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013. REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA L Assessore Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività di informazione e promozione del PSR 2007/2013. Dotazione finanziaria Il fabbisogno

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo Agrobresciano Soc. Coop. Piazza Roma, 17-25016 - GHEDI (BS) Tel. : 03090441 - Fax: 0309058501 Email:

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili genzia ntrate MOD. RLI RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESVI Contratti di locazione e affitto di immobili (art. 11 del D.P.R. 26 aprile 1986 n.131) Informativa sul trattamento dei dati personali

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ;

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ; Allegato A RICHIESTA AFFIDAMENTO AREE VERDI COMUNALI E RIDUZIONE TARES OGGETTO: Richiesta affidamento area verde comunale e riduzione TARES. Il sottoscritto.. nato a il.. residente a in Via.. n... CHIEDE

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

CARDIF ASSURANCE VIE S.A. CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. POLIZZE COLLETTIVE 5043/01 e 5349/02

CARDIF ASSURANCE VIE S.A. CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. POLIZZE COLLETTIVE 5043/01 e 5349/02 CARDIF ASSURANCE VIE S.A. CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. POLIZZE COLLETTIVE 5043/01 e 5349/02 ALTER EGO (data dell ultimo aggiornamento: 31.12.2012) IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTIENE: -

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

LE ATTIVITA AGRICOLE CONNESSE: DEFINIZIONE, REGOLE E CONCETTI

LE ATTIVITA AGRICOLE CONNESSE: DEFINIZIONE, REGOLE E CONCETTI Forlì, 5 luglio 2013 Prot. n. 115/2013 LE ATTIVITA AGRICOLE CONNESSE: DEFINIZIONE, REGOLE E CONCETTI Continuano a pervenire al nostro ufficio studi, numerose richieste di chiarimenti sulla gestione fiscale

Dettagli