Comunicazione DI ASSICURAZIONI AGRICOLE IN ITALIA?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunicazione DI ASSICURAZIONI AGRICOLE IN ITALIA?"

Transcript

1 SOCIETA ITALIANA DI ECONOMIA AGRARIA XLVI Convegno d Stud Cambament nel sstema almentare: nuov problem, stratege, poltche Pacenza, settembre 2009 Comuncazone QUALI LE DETERMINANTI DELLA DOMANDA DI ASSICURAZIONI AGRICOLE IN ITALIA? Faban Captano Unverstà degl Stud d Napol Federco II- Centro d Portc (e-mal: Abstract Obettvo d questo lavoro è dentfcare fattor che maggormente nfluenzano la stpula d una polzza asscuratva sulle colture n Itala. Utlzzando dat del campone nazonale RICA e un modello logt per l anals econometrca, cò che sembra emergere è che la dmensone economca azendale, la specalzzazone produttva, la localzzazone geografca, l elevato ndebtamento, l rcevmento d un pagamento compensatvo e la varabltà de rsultat economc delle annate precedent, mpattano postvamente sull adozone d una asscurazone agrcola. La dversfcazone colturale, nvece, sembra essere antagonsta all asscurazone colturale. Soprattutto l elevata concentrazone delle polzze tra le grand azende, nvta a rflettere sul ruolo dell ntervento pubblco nella gestone del rscho n agrcoltura, cò che porterebbe a rconsderare la natura socale dello stesso, almeno nella sua forma attuale. Parole chave: asscurazon agrcole, ntervento pubblco, domanda asscurazon

2 Qual le determnant della domanda d asscurazon agrcole n Itala? 1. Introduzone Ogn mprendtore non conosce con certezza, a pror, l rsultato economco delle propre scelte azendal. Tale affermazone è tanto pù vera per l settore prmaro dove l carattere bologco dell attvtà aggunge un elemento ulterore d rscho alle decson degl mprendtor del settore, essendo le rese condzonate da una sere d event su qual le capactà d controllo da parte dell mprendtore sono spesso lmtate. A queste consderazon tradzonal s aggungono element d rschostà n termn d reddto agrcolo nnovatv rspetto al passato. Per crca 35 ann, nfatt, la Poltca Agrcola Comuntara (PAC) e la presenza della compensazone ex-post n caso d event dannos hanno contrbuto n manera determnante ad annullare o mtgare gl effett d molt fattor d rscho per produttor agrcol europe 1. Ogg, l agrcoltore europeo s muove n uno scenaro assolutamente nedto dove la progressva rdefnzone del sostegno pubblco all agrcoltura e la crescente compettvtà che anma mercat nternazonal stanno sensblmente aumentando l esposzone al rscho dello stesso. L aleatoretà de rsultat economc è amplfcata dalla maggore varabltà che caratterzza, n quest ultm ann, sa l andamento clmatco che prezz. In questo contesto, la natura de rsch per le mprese agrcole s è arrcchta notevolmente, vedendo accentuata la potenzale percolostà d ognuna delle dverse tpologe d rscho: d produzone, d mercato, fnanzaro, sttuzonale. Alla numerostà e varetà d tal fattor, tuttava, corrsponde una analoga varetà d strument per la gestone del rscho d reddto cu gl agrcoltor possono utlmente rcorrere, ovvero, la dversfcazone produttva 2, l asscurazone, la protezone delle esposzon fnanzare attraverso le borse merc e dervat fnanzar, la gestone del rsparmo e del credto. All azone d quest strument prvat, po, s accompagna sempre, per l agrcoltore, l ruolo fondamentale svolto dalle poltche pubblche, tanto d settore (qual ad esempo l sostegno de 1 Eventualtà, questa, testmonata dalla mnore attenzone che rcercator e poltc hanno dedcato n Europa al problema della gestone del rscho d mpresa n agrcoltura rspetto a quella, ad esempo, che s è manfestata negl Stat Unt o n Canada. 2 I dat dell ultmo Censmento dell Agrcoltura dmostrano come la dversfcazone produttva all nterno delle azende agrcole talane sa molto dffusa. A specfca domanda sul rcorso alla dversfcazone produttva, l 71,1% delle azende (per una quota par all 82,4% della Superfce Agrcola Utlzzata) ha dcharato d effettuare avvcendament e/o rotazon coltural, denuncando così ndrettamente la presenza d pù spece ne propr ordnament coltural. Altro dato da evdenzare, è che pratcamente tutte le azende con allevament hanno una qualche superfce agrcola utlzzata per colture. Se s escludono gl allevament d sun e quell avcol, per ben l 65% d queste azende s tratta d una superfce non trascurable maggore d 5 ettar

3 prezz d alcun prodott, oppure l sttuzone d aut drett a reddt), quanto pù general (ad esempo poltche macroeconomche e d soldaretà socale). L ntervento pubblco, nfatt, è pù o meno presente n vare forme n tutt paes svluppat 3. Storcamente, l ntervento pubblco esplcto a sostegno della gestone del rscho, seppure lmtato sostanzalmente alla erogazone d rsarcment de dann ex-post e d sussd a prem asscuratv pagat dagl agrcoltor, n molt paes, è stato garantto n forma masscca. La normatva n ambto WTO, che nclude - tra gl ntervent a sostegno del settore agrcolo che rentrano nella scatola verde - l sostegno alle asscurazon agrcole e l sostegno pubblco ex-post n caso d event calamtos (artt. 7 e 8 dell annex II all accordo sull Agrcoltura, dscplna, rspettvamente, la partecpazone de govern a programm asscuratv e gl aut governatv n occasone d dsastr e calamtà natural), ha ndubbamente ncso sulla dffusone d questa tpologa d ntervento. La sensazone è che le poltche d sostegno a reddt degl agrcoltor hanno assunto da allora connotat dvers rspetto al passato, costrngendo govern a rcercare mezz meno drett, dvers, ma coerent con gl accord nternazonal, per autare gl operator del settore prmaro, nelle peghe degl accord pres (Cafero et all, 2007). A questo proposto, sembra ragonevole affermare che la possbltà d sostenere le asscurazon agrcole n vrtù d quest accord, ha gustfcato poltcamente, e qund rafforzato, lo stanzamento d rsorse pubblche n questa drezone, spesso prescndendo da una anals attenta dell effcenza della spesa pubblca n tal senso. Questa tpologa d ntervento pubblco, quas unvocamente tesa al sostegno delle asscurazon agrcole, ha spnto negl ann rcercator e decsor pubblc ad nterrogars rpetutamente sull mportanza relatva delle possbl cause del fallmento d un mercato prvato per le asscurazon agrcole e, qund, sulla necesstà, e sulle forme, dell ntervento pubblco n tal senso. La letteratura 4 è qund rcca, e puntuale, d lavor che s concentrano su fenomen d asmmetra ed ncompletezza nformatva (Chambers, 1989; Mranda 1991; Mahul 1999; Just & Pope, 2002; Bourgeon and Chambers, 2003), con conseguent problem d selezone avversa ed azzardo morale, e sulla sstemctà de rsch che mpedrebbero l funzonamento d un mercato asscuratvo prvato (Doherty and Donne 1993; Mranda and Glauber 1997; Mahul, 2001). Come anche rsulta abbondante, la letteratura che s concentra sulle caratterstche azendal che determnerebbero la propensone a stpulare contratt asscuratv sulle colture; abbondanza che verrà n seguto consderata n maggore dettaglo. 3 D recente, anche molt paes n va d svluppo s sono dotat d una rete d protezone pubblca per la gestone del rscho d reddto n agrcoltura. Sono sempre pù numeros programm d ntervento pubblco n matera, anche con l ntroduzone d strument nnovatv rspetto all asscurazone agrcola. 4 Quas esclusvamente la letteratura s concentra su USA e Canada; pù recentemente comnca a palesars un vvo nteresse anche n Europa sulle tematche della gestone del rscho n agrcoltura, soprattutto n Spagna, Franca e Itala.

4 Tale rcchezza non caratterzza scuramente la produzone scentfca n ambto europeo che, scontando probablmente un nteresse pubblco nella gestone del rscho n agrcoltura molto meno consoldato rspetto a paes nord-amercan, solo negl ultm ann ha nzato a nvestre su tal problematche. Se però l nteresse su tale ambto d rcerca comnca a manfestars ne suo caratter general e specfc per le asscurazon agrcole (Mahul, Meuwssen et al., Garrdo e Belza, Cafero et al., tra pù not), cò che rsalta è l assenza per l Itala 5, allo stato attuale, d una rappresentazone corretta e completa del proflo d rscho delle azende agrcole talane, e qund d una potetca domanda per tal strument o meglo, l mportanza d comprendere fattor che maggormente determnano la sottoscrzone d una polzza asscuratva per un azenda agrcola. Tale carenza rsulta tanto pù enfatzzata, e mportante, n vrtù dell unctà dell ntervento pubblco/prvato nel sostegno al mercato delle asscurazon agrcole. Obettvo d questo lavoro è cercare d dare un contrbuto a colmare almeno n parte l vuoto d conoscenza esstente. Avvalendos del patrmono nformatvo rappresentato dalla Rete Italana d Contabltà Agrcola (RICA) per gl ann compres tra l 2004 e l 2007, l ntento dell anals emprca svluppata nel lavoro, è d dentfcare fattor economc/socal/geografc n grado d nfluenzare maggormente la decsone d stpulare un contratto asscuratvo sulle colture n ambto azendale. La rcchezza (crca azende per anno, con un campone costante par a crca azende), l dettaglo e la rappresentatvtà dell nformazone RICA, consentono una anals approfondta delle decson azendal n questo ambto, permettendo d prendere n consderazone una molteplctà d dmenson estremamente utl per coglere gl obettv che l lavoro s è posto. Partendo da tal premesse, nel secondo paragrafo verrà presentato brevemente lo schema d ntervento pubblco n Itala a sostegno delle asscurazon agrcole, ntroducendo anche le recent normatve comuntare n tale ambto. Il terzo paragrafo sarà concentrato su una rassegna sntetca della letteratura d rfermento mentre l quarto paragrafo sarà dedcato all anals emprca che, avvalendos d una anals logstca, cercherà d dare evdenza al legame esstente tra sottoscrzone d una polzza asscuratva sulle colture e fattor che la nfluenzano. Un paragrafo fnale rassumerà gl spunt d rflessone del lavoro. 2. Intervento pubblco nella gestone del rscho n Itala In Itala esste una struttura artcolata d ntervento pubblco a garanza del lvello d benessere degl operator del settore prmaro. In questa struttura, gocano un ruolo mportante tra gl altr, gl aut compensatv garantt agl agrcoltor n caso d dann causat alla produzone agrcola, sussd a prem delle polzze e gl ntervent a compensazone de dann n caso d calamtà. 5 E pù n generale per l Europa, ad eccezone del lavoro proposto da Garrdo e Zlberman (2008) per la Spagna.

5 Formalmente, l ntervento pubblco per la gestone del rscho e delle crs n Itala parte nel 1970 con l sttuzone della Legge N. 364, che stablva la nascta del Fondo d Soldaretà Nazonale (FSN) con due funzon dstnte: pagament compensatv agl agrcoltor che vedevano compromessa la loro capactà produttva e d reddto per cause al d fuor del loro controllo; sostegno alla sottoscrzone d polzze asscuratve a copertura de rsch d produzone. Comunque, l accesso a pagament compensatv ex-post era garantto a tutt gl agrcoltor che subssero dann, ndpendentemente dalla stpula o meno d un contratto asscuratvo 6. Dal 1981 fno al 2007, la spesa erogata dal FSN ha raggunto 9,1 mlard d euro. Gran parte d questa spesa è stata mpegnata per pagament compensatv n caso d calamtà natural, mentre la rmanente è stata dedcata al sostegno dello strumento asscuratvo. Nel 2007, l valore asscurato s è attestato a 4,4 mlard d euro (+15% rspetto al 2006) con un numero de certfcat che è ammontato a (+12% su base annua) con una dffusone, però, ancora abbastanza scarsa relatvamente alla PLV totale del settore 7. Il sstema talano d compensazone de dann è comunque rsultato molto elastco rspetto alle necesstà conguntural, nel senso che annualmente la capactà del fondo è stata sostenuta, n caso d necesstà, da ntervent legslatv ad hoc (Borrello, 2003). Al crescere della frequenza d event atmosferc ndesderat, questa modaltà d ntervento pubblco ha però mostrato negl ann tutt suo lmt, n quanto portatrce d dstorson su comportament d mpresa. Il rsultato è stato almentare aspettatve d rsarcmento ex post de dann subt, dsncentvando l adozone d azon preventve da parte delle mprese, oltre che la dffusone delle asscurazon, aumentando l costo complessvo a carco della collettvtà. Ne fatt, la partecpazone pubblca nella gestone de rsch n agrcoltura ha avuto l merto d scontentare tutt. Gl agrcoltor, che s lamentavano de prem asscuratv troppo alt e de rtard nelle compensazon; le compagne, che denuncavano frod e nsostenbltà de cost d gestone; l ammnstrazone pubblca, che evdenzava l aumento della spesa, a seguto del moltplcars delle rcheste d ndennzzo, che mpedva una programmazone d blanco adeguata e comportava notevol oner ammnstratv e d controllo. Questa stuazone, del tutto nsoddsfacente, ha spnto l legslatore a modfcare sostanzalmente l ntervento pubblco nella gestone de rsch e delle crs n agrcoltura n Itala. A partre dal 2002, e negl ann successv, le prncpal modfche possono essere sntetzzate ne seguent punt: possbltà, per le cooperatve, d stpulare contratt asscuratv, così come gà prevsto per Consorz d dfesa; 6 In Spagna e negl Stat Unt l ndennzzo ex-post è subordnato al possesso d una polzza asscuratva. 7 Rapporto PLV asscurata/plv totale < 20%.

6 possbltà, per le cooperatve, d stture fond mutualstc per la gestone del rscho n grado d rcevere sostegno dall ntervento pubblco a lvello d quello rcevuto dalle asscurazon (fond n realtà non ancora res dsponbl); facoltà, concessa a sngol agrcoltor, d stpulare polzze sussdate drettamente con le compagne asscuratve; Inoltre, è anche stata prevsta la concessone d prestt ad ammortamento qunquennale per le esgenze d conduzone dell anno n cu s è verfcato l evento calamtoso e per l anno successvo; la concessone d contrbut n conto captale per l rprstno delle strutture azendal e per la rcostruzone delle scorte danneggate o dstrutte sono stat portat all 80% 8 (Captano, 2006). Altro elemento caratterzzante del processo d rforma del sstema, è stata l ntroduzone a partre dal 1994 delle polzze multrscho/plurrscho che asscurano anche contro dann da event clmatc dvers dalla grandne. Le rcheste per questa tpologa d polzze è rsultata crescente negl ann fno ad assorbre nel 2007 l 45,5% del valore asscurato complessvo, contro l l 21% nel Recentemente, e parallelamente, anche l evoluzone normatva n ambto comuntaro ha focalzzato l attenzone sulla gestone del rscho n agrcoltura, n generale, e al sostegno comuntaro alle asscurazon agrcole e a fond mutualstc, n partcolare. In termn general, l Health check della PAC ha modfcato profondamente l Art.69 del Reg.Ce 1782/2003, sosttuendolo con una nuova formulazone, contenuta negl artcol del nuovo regolamento su regm d sostegno agl agrcoltor (Reg. Ce 73/2009). Tra gl aut specfc charamente defnt (Msura d: asscurazon), è prevsta la possbltà d utlzzare rsorse dal prmo plastro della PAC per sovvenzonare msure a copertura del rscho d perdte economche causate da avverstà atmosferche (Art.70, Reg. Ce 73/2009). Nella sostanza, l sostegno della msura d) consente d concedere contrbut fnanzar per l pagamento de prem d asscurazone del raccolto sno ad un massmo del 65% del premo asscuratvo totale, sotto forma d cofnanzamento comuntaro 9. Tale cofnanzamento non può superare l 75% del contrbuto fnanzaro nazonale. D fanco all ntroduzone delle novtà messe n campo dall art.68, vanno menzonate le specfche msure ntrodotte dal Reg.Ce 479/2008 nell ambto delle Organzzazon Comun d Mercato (OCM) vno e dal Reg.Ce 1234/2007 per l OCM Ortofrutta. In partcolare, l Reg.Ce 479/2008 ntroduce l opportuntà d ammettere agl aut, nell ambto de programm d sostegno, all art.7, strument preventv come l asscurazone del raccolto per 8 Ulteror contrbut sono stat ntrodott nella forma d prestt agevolat ad ammortamento qunquennale per le cooperatve agrcole d raccolta, lavorazone, trasformazone e commercalzzazone de prodott agrcol e delle assocazon de produttor rconoscute che abbano subto dann economc a seguto della rduzone de conferment delle mprese assocate e della conseguente mnore commercalzzazone n msura non nferore al 35% rspetto al trenno precedente 9 Novtà assoluta nella stora della PAC n questo ambto.

7 affrontare l rscho d reddto e le stuazon d crs. L art.14 del Reg. prevede che l sostegno a favore dell asscurazone del raccolto può essere concesso sotto forma d un contrbuto fnanzaro comuntaro non superore: all 80% del costo de prem asscuratv versat da produttor a copertura delle perdte causate da condzon clmatche avverse assmlabl alle calamtà natural; al 50% del costo de prem asscuratv versat da produttor a copertura delle perdte dovute alle cause d cu alla lettera a) e d altre perdte causate da condzon clmatche avverse. Inoltre, lo stesso sostegno può essere concesso solo se pagament de prem asscuratv non compensano produttor d un mporto superore al 100% della perdta d reddto subta, tenendo conto d ogn altra compensazone che l produttore abba eventualmente ottenuto n vrtù d altr regm d sostegno relatv al rscho asscurato. Il Reg.Ce 1234/2007, con l Art.103 quater, nella dscplna de Programm Operatv del settore ortofruttcolo, ntroduce la possbltà/necesstà d msure specfche per la gestone del rscho d reddto e per la prevenzone delle crs. Le msure d prevenzone e gestone delle crs possono totalzzare al massmo un terzo della spesa prevsta a ttolo del programma operatvo. Per fnanzare le msure d prevenzone e gestone delle crs, le organzzazon d produttor possono contrarre mutu a condzon commercal. 3. Rassegna bblografca Nel 1997, Knght e Coble hanno presentato una rassegna bblografca de lavor che s sono concentrat sulle asscurazon agrcole negl ann 80 e 90. Gl autor hanno consderato le rcerche econometrche condotte sa a lvello aggregato che a lvello d sngola azenda agrcola. Tutte le rcerche econometrche s sono avvalse d modell a scelta dscreta, logt e probt, utlzzando dat panel sulle azende nord amercane, ntegrat, talvolta, dall utlzzo d dat qualtatv ottenut tramte questonar 10. Tra lavor consderat, a lvello aggregato, per Gardner and Kramer (1986) l rtorno atteso dalla sottoscrzone d una polzza asscuratva 11 ha un effetto postvo, e statstcamente sgnfcatvo, sulla probabltà d partecpazone ad un contratto asscuratvo. Goodwn (1993) - focalzzando la sua attenzone sulla dmensone azendale rspetto alla partecpazone ad un programma asscuratvo - afferma l esstenza d un legame postvo tra queste due varabl. Allo stesso tempo, Barnett et al. (1990) ndcano una relazone nversa tra reddto extra-azendale e partecpazone ad un programma asscuratvo. A lvello azendale, Calvn (1992) e Coble et al. (1997) evdenzano una relazone postva tra l tasso atteso d rtorno dal contratto asscuratvo e la sottoscrzone d una polzza. Goodwn e 10 Questonar che venvano sommnstrat per cercare d tenere n consderazone anche caratterstche personal del conduttore dell azenda (tasso d scolarzzazone per es.) e per cercare d evdenzare l avversone al rscho soggettva dello stesso. 11 [(ndennzzo atteso-premo)/(premo)].

8 Kastens (1993) esamnano gl effett del rscho d resa e la sottoscrzone d una polzza asscuratva; gl autor sottolneano, n questo caso, come un maggor lvello d rscho d resa, espresso n termn d varabltà delle stesse, sa n grado d nfluenzare postvamente la partecpazone al programma asscuratvo. Calvn verfca anche che un elevato grado d specalzzazone azendale può avere lo stesso effetto e che, al contraro, la dversfcazone con attvtà zootecnche ncde negatvamente sulla propensone alla sottoscrzone d una polzza asscuratva. Just and Calvn (1993) ndvduano, noltre, come gl agrcoltor che abbano rcevuto pagament compensatv ad hoc n caso d event calamtos, denotno una maggore propensone a stpulare una polzza asscuratva. Rassumendo la letteratura, Knght e Coble presentarono tre proposzon supportate da evdenza dagl stud econometrc condott: 1) al crescere della dmensone azendale, cresce la partecpazone a programm asscuratv; 2) la dversfcazone rduce la stessa partecpazone; 3) la varabltà delle rese e del reddto aumenta la propensone a stpulare una polzza asscuratva. Successvamente alla rassegna d Knght e Coble del 1997, sono stat condott altr stud su fattor che ncdono sulla sottoscrzone d una polzza asscuratva. Makk e Somwaru (1999) commentarono uno studo condotto dall Economc Research Servce (ERS) dell USDA che esamna l ruolo gocato dal proflo d rscho, dal lvello del reddto agrcolo e dal costo della polzza rspetto alla sottoscrzone della polzza stessa. I prncpal rsultat evdenzano che l elevata varabltà del reddto spnge gl agrcoltor a sceglere una asscurazone su reddt puttosto che sulle rese e che l valore del premo determna la scelta d sottoscrvere una polzza. Sempre Makk e Somwaru (2001) trovarono che la varabltà de reddt, l lvello de sussd, l ndennzzo atteso, la dversa presenza d schem asscuratv nfluenzano la sottoscrzone d una polzza asscuratva. Barry et al. (2002), n uno studo condotto per Illnos, Iowa, e Indana, trovarono che la dmensone del reddto azendale, un elevato ndebtamento e un elevato grado d scolarzzazone dell agrcoltore, sano n grado d determnare la preferenza verso l adozone d una polzza su reddt puttosto che d una polzza sulle rese. Serra et al. (2003) mettono n evdenza che la domanda d asscurazone espressa da produttor agrcol presenta una bassa elastctà rspetto al lvello del premo rchesto, concludendo che la crescta del lvello de sussd governatv al premo non garantrebbe una corrspondente crescta n termn d partecpazone degl agrcoltor.

9 Come s può notare, la totaltà de lavor present n letteratura s è concentrata sulla realtà nordamercana che presenta peculartà agronomche e soco economche dverse da paes europe e, n partcolare, dall Itala. Non è n dscussone che l contesto europeo, e po talano, dfferscano notevolmente da quello statuntense, per motv molteplc e qund, è un eserczo utle estendere questa tpologa d anals anche ad ambt dvers. Con l seguente lavoro, crcoscrtto alla realtà nazonale, l ntento è d verfcare se l evdenza emprca rsultante n letteratura per l nord amerca su fattor che spegherebbero l adozone d una polzza asscuratva sulle colture, possa trovare delle comunanze con l settore prmaro del nostro paese. 4. Metodologa e anals econometrca L anals econometrca mplementata n questo lavoro è fnalzzata a dare evdenza a fattor che a lvello economco/azendale hanno nfluenzato la scelta degl agrcoltor a sottoscrvere una polzza asscuratva sulle produzon coltural. I dat utlzzat, come accennato nell ntroduzone, sono quell del campone nazonale RICA d azende per l anno Tra le varabl ncluse n questo campone, è presente anche la spesa che la sngola azenda ha eventualmente effettuato per la sottoscrzone d una polzza asscuratva per produzon arboree, erbacee, macchnar e strutture. Nell anals svluppata per questo lavoro, sono state prese n consderazone esclusvamente eventual asscurazon sulle produzon che costtuscono, evdentemente, l frutto della decsone dell mprendtore d coprre rsch conness all attvtà produttva sul rsultato economco dell mpresa stessa. Per tale motvazone, s è rtenuto anche opportuno escludere dall anals le mprese con specalzzazone zootecnca, l cu proflo d rscho è completamente dverso rspetto ad altre specalzzate nelle attvtà d coltvazone. L nseme d tal scelte hanno evdentemente modfcato la numerostà del campone nzale, che s è rdotto n questo modo a azende, d cu 985 (8,9%) hanno sostenuto spese per l pagamento d un premo per asscurazon su coltvazon erbacee e/o arboree. L anals emprca che è stata effettuata ha puntato a ndvduare fattor che nfluenzano la decsone d stpulare una polzza asscuratva sulle colture rcorrendo a un modello d regressone logstca 12, n cu la varable dpendente utlzzata assume valore par ad 1 quando nell'mpresa s osserva la presenza d una asscurazone agrcola sulle coltvazon, e valore 0 altrment. La specfcazone formale del modello utlzzato è la seguente 12 Regressone logstca quas equvalente a quella probt, d cu abbamo verfcato la bontà delle stme.

10 P = P Y ( = 1 X ) = E( Y = 1 X ) = ( + X ) = β Z 1 1 (1) α 1+ e 1+ e ed è ntesa a dare evdenza all'mpatto delle varabl ndpendent sulla probabltà che un'mpresa abba o meno stpulato una polzza. X rappresenta l nseme delle varabl ndpendent e, come ne modell d regressone standard, α rappresenta l'ntercetta e β è l vettore de coeffcent per l vettore d varabl ndpendent. L'ultma parte d equazone 1 P = 1 + e Z (2) rappresenta la dstrbuzone logstca che vara da un valore d 0 ad un valore d 1; tale formulazone garantsce che per ogn X stmata, l valore assunto da P possa essere nterpretato come una probabltà. In altre parole è verfcata la condzone tale che ( Y X ) 1 0 E (Wooldrdge, 2002). Per poter stmare P, l'equazone (2) deve essere rscrtta n modo che essa rsult lneare n X ed n β. Pertanto, a fn della stma, l modello logt è stato così specfcato: P = α + βx + ε ln 1 P (3) Nella (3) la varable dpendente è l logartmo del rapporto d frequenza della presenza d una polzza asscuratva, mentre ε rappresenta l termne d dsturbo stocastco. I parametr stmat, ^ β, possono essere nterpretat come un cambamento della frequenza delle probabltà che un'mpresa stpul una asscurazone sulle produzon. Valor postv d ^ β mplcano che al crescere della varable X crescerà la probabltà che l mpresa stpul una polzza; valor negatv mplcano l'opposto (Gujarat, 2003). Per determnare qual varabl possono essere ncluse nel modello è possble mplementare un metodo d selezone prelmnare o successvo alla stma, basato sulla sgnfcatvtà de parametr stmat. Inoltre, molt altr strument possono essere utlzzat per una valutazone complessva del modello logt stmato (Wooldrdge, 2002). In questo lavoro s è fatto rcorso al test del rapporto d Verosmglanza (lkelhood rato test), che consdera quale potes nulla la smultanea presenza d valor null per tutt coeffcent β, ovvero, che l modello non spegh nulla delle varazon della varable dpendente Y. Formalmente,

11 max Λ = max Θ0 Θ L L ( y; θ ) ( y; θ ) L y; θ = (4) ^ L y; θ dove l potes nulla è accettata se Λ < c, dove c è un valore crtco. Nel nostro caso, l potes nulla è rgettata se l test LR è maggore del valore del Ch-quadrato (χ 2 -value) con grad d lbertà par al numero d varabl ndpendent utlzzate nel modello. Rspetto alla bontà d adattamento del modello l software utlzzato per al stma (Mcroft) fornsce valor dell' R 2, che possono essere nterpretat come la proporzone della varanza totale spegata dal modello. Comunque, come evdenzato da Gujarat (2003), la bontà d adattamento del modello assume una rlevanza secondara ne modell a scelta dscreta, mentre rlevanza prmara assumono segn e la sgnfcatvtà statstca de parametr stmat. In relazone alle rsultant de molteplc stud present n letteratura, le varabl rtenute n grado d caratterzzare tale scelta sono state ndvduate nella localzzazone geografca 13, nelle untà d dmensone economca (UDE) 14, nell ordnamento tecnco economco (OTE) 15, nel grado d dversfcazone dell mpresa 16, nella varabltà della produzone lorda vendble (PLV) 17, nella presenza d lavoro esterno all azenda da parte del conduttore, nella presenza d nvestment n azenda, nel grado d ndebtamento sul captale propro 18, nell aver usufruto d un ndennzzo nelle annate precedent 19. I rsultat della regressone del modello generale relatvo alla presenza/assenza d asscurazone n azenda, sono presentat nella tabella 1. Cò che appare emergere dall anals è l mpatto postvo sulla probabltà d adozone d una polzza asscuratva sulle coltvazon della localzzazone geografca nel nord Itala, la presenza d coltvazon arboree n azenda, la dmensone economca azendale, un elevato grado d ndebtamento, l aver rcevuto un pagamento ad hoc e avere rsultat economc varabl. D contro, avere una struttura produttva dversfcata sembra ncdere negatvamente rspetto alla stpula d una polzza asscuratva. Il modello formale d regressone sottoposto a test è l seguente: Ass = cost β 1 dversfcazone 5 + β 2 UDE 6 + β 3 ndebtamento + β 4 localzzazone + β 5 varabltà + β 6 ndennzzo (5) 13 E stata generata una varable dcotomca n cu l valore 1 mplca che l azenda è localzzata nel nord, 0 altrment. 14 E stata generata una varable dcotomca n cu l valore 1 mplca che l azenda ha un valore d UDE>5, 0 altrment. 15 E stata generata una varable dcotomca n cu l valore 1 mplca che l azenda ha un OTE prevalentemente arborea, 0 altrment. 16 S è ntesa come dversfcata l azende la cu PLV d una sngola coltura non superasse l 50% della PLV totale. 17 Varable dcotomca defnta per le mprese present nel campone RICA per almeno 4 ann, su un campone costante d crca 6500 azende, dove l valore 1 mplca una devazone standard della PLV>30%, 0 altrment. 18 E stata generata una varable dcotomca n cu l valore 1 mplca che l azenda ha un ndebtamento d medo lungo termne >50% rspetto al captale propro. 19 L ndennzzo rcevuto fa rfermento alle annate

12 TAB. 1 - Fattor che nfluenzano l'adozone d asscurazone Logt Maxmum Lkelhood Estmaton Varable Coef. Std Error T-Rato[Prob] COST [.048] dversfcazone [.005] UDE [.041] ndebtamento [.000] localzzazone [.041] varabltà [.041] ndennzzo [.000] Fattore per l calcolo degl effett margnal = Valore massmzzato della funzone log-lkelhood = Akake Informaton Crteron = Schwarz Bayesan Crteron = Hannan-Qunn Crteron = Bontà d adattamento = Pesaran-Tmmermann test statstc = [.000] Pseudo-R-Squared = Le varabl presenza d lavoro esterno all azenda da parte del conduttore, nonché presenza d nuov nvestment n azenda, che pure sono state testate per evdenzare l loro eventuale ruolo nella decsone d sottoscrzone delle polzze coltural, non sono rsultate statstcamente sgnfcatve nell mplementazone dell anals. 5. Alcune consderazon conclusve In questo studo s è cercato d dare evdenza a que fattor n grado d poter nfluenzare la scelta azendale d sottoscrvere una polzza asscuratva sulle colture. Utlzzando un modello logt, l anals econometrca mplementata ha permesso d evdenzare, come prmo aspetto mertevole d commento, l forte convolgmento delle mprese con grande dmensone economca nella stpula d asscurazon agrcole. Tale eventualtà, se non sorprendente dal punto d vsta teorco, nvta però a rflettere sul ruolo socale dell ntervento pubblco nella gestone del rscho n agrcoltura, soprattutto se relegato esclusvamente al sostegno de prem delle polzze. Infatt, la forte propensone a stpulare una polzza asscuratva denotata dalle azende d grand dmenson, convolge quella tpologa azendale che maggormente dovrebbe essere n grado d gestre n manera autonoma le sngole font rscho. Non s capsce qund perché debba essere lo Stato a sobbarcars questo onere. E evdente che l attuale natura dell ntervento pubblco tene fuor dalla sua protezone quelle mprese che dovrebbero nvece essere prncpal destnatar, e benefcar, d un ntervento governatvo, se consderamo la natura socale dello stesso ntervento. Anche gl altr rsultat ottenut sono n lnea con quanto evdenzato n letteratura nel corso degl ann. Come atteso, l anals conferma la maggore propensone ad asscurare le propre colture da

13 parte delle azende che percepscono d essere maggormente esposto rspetto al rscho d reddto, msurato con la varabltà della PLV, da ch ha un maggore peso dell ndebtamento sul captale propro, da ch ha gà rcevuto ndennzz. S asscura meno, nvece, ch dversfca; eventualtà questa che dovrebbe mettere n dscussone l unvoctà dell attuale forma d ntervento pubblco nella gestone del rscho n agrcoltura (Wrght e Hewtt, 1994). Un aspetto che merta d essere evdenzato è quello della prevalenza d agrcoltor asscurat nel nord Itala; tale rsultato, evdentemente, va collegato alle dfferenze socal e alla dversa tradzone e ruolo che le vare forme d assocazonsmo gocano n questo terrtoro rspetto alle regon centro-merdonal del nostro paese. Tal rsultat, sembrano ntrodurre la necesstà d una nuova vsone dell ntervento pubblco nella gestone del rscho e delle crs nel settore prmaro. Le prncpal lezon che s possono trarre dal passato, possono essere rassunte nella mancata comprensone della rlevanza de fattor d rscho e de loro potenzal effett sul benessere degl agrcoltor; tal effett, e qund l valore d possbl poltche pubblche che rducono l rscho, rchedono po che rsch affrontat dagl agrcoltor sano msurat n termn de lvell de consum delle famgle agrcole, e non del reddto corrente (Cuff, 2005). Molto spesso, nfatt, le mprese agrcole sono a carattere famlare e le varazon ndesderate nel lvello de reddt dervant dalla produzone possono ntaccare consum della famgla. Eventualtà, questa, molto pù sentta nelle zone n cu rsulta meno agevole dversfcare le font d reddto con attvtà extra-agrcole. Molt rsch, po, possono essere gestt effcacemente dagl agrcoltor, sa attraverso la dversfcazone delle font d reddto, sa attraverso l uso d meccansm, qual l rsparmo e l credto, con qual s possono gestre fluttuazon d reddto lmtate senza l esgenza d un sostegno pubblco. Al fne d evtare neffcenze e sprech d rsorse pubblche, tuttava dovrebbe essere fatta una dstnzone non surrettza tra l normale rscho d mpresa e gl event effettvamente dsastros. Gl agrcoltor dovrebbero conservare la responsabltà prncpale della gestone del normale rscho d mpresa, per l quale dovrebbero essere sempre evtate azon pubblche che tendono a sostturs alle azon prvate. In questa drezone appare promettente l tentatvo d collegare poltche e strument d gestone del rscho d reddto dvers 20. Rmangono altresì assent strument n grado d coprre stuazon estreme, che vanno pensat e valutat. In questa ottca, l obettvo ultmo dell ntervento pubblco dovrebbe essere quello d accrescere l potenzale d autoasscurazone degl agrcoltor contro rsch meno grav a lvello d azenda, ad esempo sostenendo gl agrcoltor nel mglorare la 20 S fa rfermento ad esempo alla possbltà d offrre n garanza la sottoscrzone d una polzza asscuratva sulle colture n sede d rchesta d fnanzamento presso sttut bancar.

14 protezone attva (ret ant-grandne, rrgazone contro la scctà, ecc.); mplementando un sstema d montoraggo de prezz e delle quanttà scambate su dvers mercat nazonal, n modo da poter certfcare e fronteggare velocemente le crs d mercato; mglorando l accesso al credto, che è fondamentale per la gestone d cassa ne moment d dffcoltà dell azenda; ncentvando la dffusone d strument nnovatv qual fond mutualstc e coperture ndczzate, n cu la presenza pubblca potrebbe essere relegata utlmente alla garanza del funzonamento degl strument e alla forntura d nformazon. Bblografa Babcock, B.A. and Hart, C.E. (2005), Influence of the premum subsdy on farmers crop nsurance coverage decsons,workng Paper No. 05-WP 393, Center for Agrcultural and Rural Development, Iowa State Unversty, Ames, IA. Barnett, B.J., Skees, J.R. and Hourgan, J.D. (1990), Examnng partcpaton n federal crop nsurance, Staff Paper No. 275, Department of Agrcultural Economcs, Unversty of Kentucky, Lexngton, MA. Borrello R., Asscurazon, gestone de rsch n agrcoltura e garanza de reddt, paper presentato da ISMEA, 25 marzo 2003, Roma. Bourgeon, J.-M. and Chambers, R. G. (2003) Optmal area-yeld crop nsurance reconsdered, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, 85, Cafero C., Captano F., Coff A., Coppola A. Rsk and Crses Management n the reformed European Agrcultural Crses Polcy, Canadan Journal of Agrcultural Economcs, Specal Issue December Captano F., (2006), L ntervento pubblco nel campo delle asscurazon agrcole n Itala: ncongruenze e rsultat, Poltca Agrcola Internazonale, N. 4, Chambers, R. G. (1989) Insurablty and Moral Hazard n Agrcultural Insurance Markets, Amercan Journal of Agrcultural Economcs 71, Coff A. (2005). Il ruolo delle poltche per la stablzzazone de reddt agrcol. Nuovo drtto agraro, 1/2005. Commssone CE, Proposta d Regolamento del Consglo che stablsce norme comun relatve a regm d sostegno dretto agl agrcoltor nell ambto della poltca agrcola comune e sttusce talun regm d sostegno a favore degl agrcoltor, COM(2008) 306/4, Bruxelles, De Flpps F., L Health check e l processo d rforma della Pac, n F. De Flpps (a cura d), L Health check della Pac - Una valutazone delle prme proposte della Commssone, Quadern del Gruppo 2013, Edzon Tellus, Roma Doherty, N. and Donne, G. (1993) Insurance wth undversfable rsk: contract structure and organzaton form of nsurance frms, Journal of Rsk Uncertanty, 6,

15 Coble, K.H., Knght, T.O., Poe, R.D. andwllams, J.R. (1997), An expected ndemnty approach to the measurement of moral hazard n crop nsurance, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, Vol. 79 No. 1, pp Gardner, B.L. and Kramer, R.A. (Eds) (1986), Experence wth crop nsurance programs, n The Unted States: Crop Insurance for Agrcultural Development: Issues and Experence, Johns Hopkns Unversty Press, Baltmore, MD. Goodwn, B.K. (1993), An emprcal analyss of the demand for crop nsurance, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, Vol. 75, pp Goodwn, B.K. and Kastens, T.L. (1993), Adverse selecton, dsaster relef, and the demand for multple perl crop nsurance, contract report for the Federal Crop Insurance Corporaton. Gujarat, D.N. (2003): Basc Econometrc, McGraw-Hll New York, pp Just, R.E. and Calvn, L. (1993), Adverse selecton n US crop nsurance: the relatonshp of farm characterstcs to premums, unpublshed manuscrpt, College of Agrculture and Natural Resources, Unversty of Maryland, College Park, MD. Just, R. E., Calvn, L. and Quggn, J. (1999) Adverse selecton n crop nsurance: actuaral and asymmetrc nformaton ncentves, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, 81, Knght, T.O. and Coble, K.H. (1997), Survey of US multple crop nsurance lterature snce 1980, Revew of Agrcultural Economcs, Vol. 19, pp Makk, S.S. and Somwaru, A. (1999), Demand for yeld and revenue nsurance: factorng n rsk, ncome and cost, Agrcultural Outlook, Economc Research Servce, US Department of Agrculture, pp , avalable at: dec1999/ao267g.pdf Makk, S.S. and Somwaru, A. (2001), Farmers partcpaton n crop nsurance markets: creatng the rght ncentves, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, Vol. 83, pp Mahul, O. (1999) Optmum area yeld crop nsurance, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, 81, Mranda, M. J. (1991) Area yeld crop nsurance reconsdered, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, 73, Mranda, M. and Glauber, J. (1997) Systemc rsks, rensurance, and the falure of crop nsurance markets, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, 79, Serra, T., Goodwn, B.K. and Featherstone, A.M. (2003), Modelng changes n the US demand for crop nsurance durng the 1990s, paper presented at the Amercan Agrcultural Economcs Assocaton Annual Meetngs, Montreal. Shak, S., Coble, K.H. and Knght, T.O. (2005), Revenue crop nsurance demand, paper presented at the Amercan Agrcultural Economcs Assocaton Annual Meetngs, Provdence, RI. Wooldrdge, J. (2002): Econometrc Analyss of Cross Secton and Panel Data, MIT Press, Cambrdge, MA. Wrght, B. D. and Hewtt, J. A. (1994) All-rsk crop nsurance: lessons from theory and experence, n Economcs of agrcultural crop nsurance: theory and evdence (Eds) D. L. Hueth and W. H. Furtan, Boston/Dordrecht/London: Kluwer Academc Publshers, pp

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes.

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes. EH SmartVew Servz Onlne d Euler Hermes Una SmartVew su rsch e sulle opportuntà Servzo d montoraggo dell asscurazone del credto www.eulerhermes.t Cos è EH SmartVew? EH SmartVew è l servzo d Euler Hermes

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

Economia del Lavoro. Argomenti del corso

Economia del Lavoro. Argomenti del corso Economa del Lavoro Argoment del corso Studo del funzonamento del mercato del lavoro. In partcolare, l anals economca nerente l comportamento d: a) lavorator, b) mprese, c) sttuzon nel processo d determnazone

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS Captolo 7 1. Il modello IS-LM La «sntes neoclassca» e l modello IS-LM Defnzone: ndvdua tutte le combnazon d reddto e saggo d nteresse per le qual l mercato de ben (curva IS) e l mercato della moneta (curva

Dettagli

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Relazone Verfca d effcaca d un Sstema d Gestone d Scurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Gl nfortun sul lavoro e le malatte professonal sono ad ogg uno de prncpal problem che afflggono l Itala e

Dettagli

1. Una panoramica sui metodi valutativi

1. Una panoramica sui metodi valutativi . Una panoramca su metod valutatv La dottrna azendalstca rconosce l esstenza d var metod att a determnare l valore del captale economco d un mpresa. In partcolare, è possble ndvduare tre macro-tpologe

Dettagli

FORMAZIONE ALPHAITALIA

FORMAZIONE ALPHAITALIA ALPHAITALIA PAG. 1 DI 13 FORMAZIONE ALPHAITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Quadro ntroduttvo ALPHAITALIA PAG. 2 DI 13 1. DEFINIZIONI QUALITA Grado n cu un nseme d caratterstche ntrnseche soddsfa

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A.

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A. Bonus Cap Certfcates con sottostante Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Dal 7 febbrao fno al 1 marzo solo su ISIN: DE000HV8AKJ8 Sottostante: Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Scadenza:

Dettagli

InfoCenter Product A PLM Application

InfoCenter Product A PLM Application genes d un fra o Gestone de crcolazone dell'nformazone sa crcoscrtta entro Pdetermnat ambt settoral. L'ntegrazone de sstem e de odpartment azendal rchede nuove modaltà operatve, nuove t competenze e nuov

Dettagli

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO 4. SCHMI ALTRNATIVI DI FINANZIAMNTO DLLA SPSA PUBBLICA. Se l Governo decde d aumentare la Spesa Pubblca G (o Trasferment TR), allora deve anche reperre fond necessar per fnanzare questa sua maggore spesa.

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne Dpartmento d Stud Umanstc Corso d Laurea n Lngue e Culture Moderne (L-11 classe n Lngue e Culture Moderne) Manfesto degl Stud A.A. 2014/2015 ART. 1 Obettv formatv specfc e descrzone del corso formatvo

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi Regressone Multpla e Regressone Logstca: concett ntroduttv ed esemp I Edzone ottobre 014 Vncenzo Paolo Senese vncenzopaolo.senese@unna.t Indce Note prelmnar alla I edzone 1 Regressone semplce e multpla

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia Unverstà degl Stud d Urbno Facoltà d Economa Lezon d Statstca Descrttva svolte durante la prma parte del corso d corso d Statstca / Statstca I A.A. 004/05 a cura d: F. Bartolucc Lez. 8/0/04 Statstca descrttva

Dettagli

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto CRESME Scenar d frenata per l comparto elettrco: l nodo della valorzzazone del prodotto Il mercato elettrco rappresenta uno de pù nteressant compart economc del nostro paese, caratterzzato da profonde

Dettagli

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA La rforma del sstema pensonstco talano: le queston aperte e le prospettve d svluppo della componente a captalzzazone Carlo Mazzaferro

Dettagli

Variabili statistiche - Sommario

Variabili statistiche - Sommario Varabl statstche - Sommaro Defnzon prelmnar Statstca descrttva Msure della tendenza centrale e della dspersone d un campone Introduzone La varable statstca rappresenta rsultat d un anals effettuata su

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 ESERCITAZIONE 2 MERCATO MONETARIO E MODELLO /LM ESERCIZIO 1 A) Un economa sta attraversando un perodo d profonda crs economca. Le banche decdono d aumentare la quota d depost

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

Introduzione al Machine Learning

Introduzione al Machine Learning Introduzone al Machne Learnng Note dal corso d Machne Learnng Corso d Laurea Magstrale n Informatca aa 2010-2011 Prof Gorgo Gambos Unverstà degl Stud d Roma Tor Vergata 2 Queste note dervano da una selezone

Dettagli

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI Centro essle Cotonero e bbglamento p L nnovazone nella gestone della Qualtà nelle PM La certfcazone come strumento d busness per le PM e le mcromprese 8 Novembre 2002 - ng. oberto Vannucc lcune notze recent

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione Captolo 6 Rsultat pag. 468 a) Osmannoro b) Case Passern c) Ponte d Maccone Fgura 6.189. Confronto termovalorzzatore-sorgent dffuse per l PM 10. Il contrbuto del termovalorzzatore alle concentrazon d PM

Dettagli

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria 2 Modello IS-LM 2. Gl e ett della poltca monetara S consderun modello IS-LM senzastatocon seguent datc = 0:8, I = 00( ), L d = 0:5 500, M s = 00 e P =. ) S calcolno valor d equlbro del reddto e del tasso

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità alcolo delle Probabltà Quanto è possble un esto? La verosmglanza d un esto è quantfcata da un numero compreso tra 0 e. n partcolare, 0 ndca che l esto non s verfca e ndca che l esto s verfca senza dubbo.

Dettagli

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L.

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L. MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura d L.Bernard) 3.3. Dsegn d camponamento d Lorenzo Bernard 3.3.1. Una defnzone per ntrodurre

Dettagli

Circolare Decreto Legislativo 155/97 - Sistema HACCP e coinvolgimento dei comparti Imballaggi Ortofrutticoli e Sughero.

Circolare Decreto Legislativo 155/97 - Sistema HACCP e coinvolgimento dei comparti Imballaggi Ortofrutticoli e Sughero. Crolare Dereto Legslatvo 155/97 - Sstema HACCP e onvolgmento de ompart Imballagg Ortofruttol e Sughero. Sheda esplatva D.Lvo 155/97" Sopo del presente doumento è quello d llustrare gl aspett nerent alla

Dettagli

La POLITICA di BILANCIO espansiva della DOMANDA Il Deficit spending Il DEBITO PUBBLICO

La POLITICA di BILANCIO espansiva della DOMANDA Il Deficit spending Il DEBITO PUBBLICO 1 Ettore Peyron P.A.S. 2014 Ddattca della MACROECONOMIA Lezone N 4 A Testo tratto dalle Dspense del Corso d Economa pubblca Unverstà degl stud d Torno Anno accademco 2010/2011 Facoltà d Economa Lezone

Dettagli

Concetti principale della lezione precedente

Concetti principale della lezione precedente Corso d Statstca medca e applcata 6 a Lezone Dott.ssa Donatella Cocca Concett prncpale della lezone precedente I concett prncpal che sono stat presentat sono: I fenomen probablstc RR OR ROC-curve Varabl

Dettagli

Newsletter "Lean Production" Autore: Dott. Silvio Marzo

Newsletter Lean Production Autore: Dott. Silvio Marzo Il concetto d "Produzone Snella" (Lean Producton) s sta rapdamente mponendo come uno degl strument pù modern ed effcac per garantre alle azende la flessbltà e la compettvtà che l moderno mercato rchede.

Dettagli

PROGETTO SCUOLA POPOLARE

PROGETTO SCUOLA POPOLARE SPIN TIME LABS & ICBIE Europa Onlus PROGETTO SCUOLA POPOLARE 1 P a g e 1. Introduzone 2. Obettv e fnaltà 3. I tutor del progetto 4. Modulo I. Sostegno scolastco. 5. Modulo II.- Corso d lngua talana 6.

Dettagli

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA:

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA: Economa del Settore Pubblco Laura Vc laura.vc@unbo.t www.dse.unbo.t/lvc/edsp_.htm LEZIONE 4 Rmn, 9 aprle 008 Economa del Settore Pubblco 96 I prncpal ndc d dseguaglanza: ndc d entropa generalzzata Isprata

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO POLITICHE RIASSICURATIVE OTTIMALI NELLE ASSICURAZIONI DANNI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO POLITICHE RIASSICURATIVE OTTIMALI NELLE ASSICURAZIONI DANNI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO FACOLTÀ DI SCIENZE ECONOMICHE ED AZIENDALI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE STATISTICHE E ATTUARIALI TESI DI LAUREA MAGISTRALE IN TEORIA DEL RISCHIO TITOLO DELLA

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato Allegato n. 1 a Prot AU/01/130 RELAZIONE TECNICA PRESUPPOSTI PER L ADOZIONE DI SCHEMA DI CONDIZIONI PER L EROGAZIONE DEL PUBBLICO SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL TERRITORIO NAZIONALE

Dettagli

PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cicia - F. Verneau 1 2

PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cicia - F. Verneau 1 2 PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cca - F. Verneau 1 2 1 - Introduzone In senso lato le botecnologe possono essere defnte come un

Dettagli

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari Captolo 3 Covaranza, correlazone, bestft lnear e non lnear ) Covaranza e correlazone Ad un problema s assoca spesso pù d una varable quanttatva (es.: d una persona possamo determnare peso e altezza, oppure

Dettagli

I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE

I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE Facoltà d Economa Valutazone de prodott e dell mpresa d asscurazone I MODELLI MULTISTATO PER LE ASSICURAZIONI DI PERSONE Clauda Colucc Letza Monno Gordano Caporal Martna Ragg I Modell Multstato sono un

Dettagli

Sintesi della policy di valutazione e pricing delle obbligazioni emesse da Banca Emilveneta S.p.A.

Sintesi della policy di valutazione e pricing delle obbligazioni emesse da Banca Emilveneta S.p.A. Sntes della polcy d valutazone e prcng delle obblgazon emesse da Banca Emlveneta S.p.A. INDICE 1. PREMESSA...1 2. METODOLOGIA DI PRICING...1 2.1 PRICING...3 1. PREMESSA Il presente documento ha lo scopo

Dettagli

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale Sanna-Randacco Lezone n. 14 Econome d scala, concorrenza mperfetta e commerco nternazonale Non v è vantaggo comparato (e qund non v è commerco nter-ndustrale). S vuole dmostrare che la struttura d mercato

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014 Dpartmento d Economa Azendale e Stud Gusprvatstc Unverstà degl Stud d Bar Aldo Moro Corso d Macroeconoma 2014 1.Consderate l seguente grafco: LM Partà de tass d nteresse LM B A IS IS Y E E E Immagnate

Dettagli

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26 CAPITOLO 3 Incertezza d msura Pagna 6 CAPITOLO 3 INCERTEZZA DI MISURA Le operazon d msurazone sono tutte nevtablmente affette da ncertezza e coè da un grado d ndetermnazone con l quale l processo d msurazone

Dettagli

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB Edfc a basso consumo energetco: tra ZEB e NZEB Prof. Ing. Percarlo Romagnon Dpartmento d Progettazone e Panfcazone n Ambent Compless Unverstà IUAV d Veneza Dorsoduro 2206 30123 Veneza perca@uav.t Modell

Dettagli

IL FINANZIAMENTO PUBBLICO DELLA RICERCA COME RAPPORTO PRINCIPALE-AGENTE. IL CASO DELLA R&S AGRICOLA FINANZIATA DALLE REGIONI

IL FINANZIAMENTO PUBBLICO DELLA RICERCA COME RAPPORTO PRINCIPALE-AGENTE. IL CASO DELLA R&S AGRICOLA FINANZIATA DALLE REGIONI assocazonealessandrobartola stud e rcerche d economa e d poltca agrara IL FINANZIAMENTO PUBBLICO DELLA RICERCA COME RAPPORTO PRINCIPALE-AGENTE. IL CASO DELLA R&S AGRICOLA FINANZIATA DALLE REGIONI AgrPolS

Dettagli

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing Unverstà degl Stud d RomaTre - Facoltà d Economa Corso d Rcerche d Marketng Il patrmono nformatvo azendale come supporto alle attvtà d marketng ng. Stefano Cazzella stefano.cazzella@datamat.t Agenda La

Dettagli

EFFETTO DELLA RIASSICURAZIONE TRADIZIONALE E FINANZIARIA SUL LIVELLO DI SOLVIBILITA DI UNA COMPAGNIA D ASSICURAZIONE DANNI.

EFFETTO DELLA RIASSICURAZIONE TRADIZIONALE E FINANZIARIA SUL LIVELLO DI SOLVIBILITA DI UNA COMPAGNIA D ASSICURAZIONE DANNI. EFFETTO DELLA RIASSICURAZIONE TRADIZIONALE E FINANZIARIA SUL LIVELLO DI SOLVIBILITA DI UNA COMPAGNIA D ASSICURAZIONE DANNI. INDICE Introduzone...pag. 1 Captolo 1. Aspett general della rasscurazone tradzonale.

Dettagli

La proposta di Direttiva Bolkestein fra nuove esigenze e paure di innovazione

La proposta di Direttiva Bolkestein fra nuove esigenze e paure di innovazione La proposta d Drettva Bolkesten fra nuove esgenze e paure d nnovazone V. Anball M. Battst F. Ner Abstract Nel gennao d quest anno sono rpres lavor relatv alla drettva europea sulla lberalzzazone del mercato

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ IN ITALIA: FINANZA AUTONOMA O DERIVATA?

IL FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ IN ITALIA: FINANZA AUTONOMA O DERIVATA? WORKIG PAPER o 68 febbrao 2009 IL FIAZIAMETO DELLA SAITÀ I ITALIA: FIAZA AUTOOMA O DERIVATA? AGESE SACCHI JEL Classfcaton: H5, H75, H77 Keywords: Sstema santaro nazonale Federalsmo fscale socetà talana

Dettagli

Prof. Giulio Cainelli. appunti di Giovanni Gentile

Prof. Giulio Cainelli. appunti di Giovanni Gentile ECONOMIA POLITICA Macroeconoma Prof. Gulo Canell LA CONTABILITA NAZIONALE E LE VARIABILI MACROECONOMICHE La macroeconoma s occupa del comportamento aggregato del sstema economco, de meccansm d funzonamento

Dettagli

Strategie multi-prodotto nei servizi di pubblica utilità: effetti della diversificazione e della densità dell utenza

Strategie multi-prodotto nei servizi di pubblica utilità: effetti della diversificazione e della densità dell utenza Stratege mult-prodotto ne servz d pubblca utltà: effett della dversfcazone e della denstà dell utenza Govann FRAQUELLI, Massmlano PIACENZA, Davde VANNONI Workng Paper 2, 2003 Hermes Real Collego Carlo

Dettagli

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements Torna al programma Sstema per la garanza della qualtà ne sstem automatc d msura alle emsson: applcazone del progetto d norma pren 14181:2003. Rsultat dell esperenza n campo presso due mpant plota. Cprano

Dettagli

A cura di: Barbara Di Vetta. Oggetto: Il regime dell IVA per cassa

A cura di: Barbara Di Vetta. Oggetto: Il regime dell IVA per cassa A cura d: Barbara D Vetta Oggetto: Il regme dell IVA per cassa Con l decreto del Mnstero dell Economa e delle fnanze del 26 marzo 2009 (n Gazzetta Uffcale n. 96 del 27 aprle 2009), prevsto dall artcolo

Dettagli

LA RILEVAZIONE STATISTICA DELLE AGGLOMERAZIONI INDUSTRIALI: ASPETTI METODOLOGICI E UN APPLICAZIONE AI DATI CENSUARI

LA RILEVAZIONE STATISTICA DELLE AGGLOMERAZIONI INDUSTRIALI: ASPETTI METODOLOGICI E UN APPLICAZIONE AI DATI CENSUARI XXXV CONFERENZA ITALIANA DI SCIENZE REGIONALI LA RILEVAZIONE STATISTICA DELLE AGGLOMERAZIONI INDUSTRIALI: ASPETTI METODOLOGICI E UN APPLICAZIONE AI DATI CENSUARI Valentna Cattvell, Govann Iuzzolno, SOMMARIO

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL ORIENTAMENTI PER LA RIFORMA DELLE INTEGRAZIONI TARIFFARIE PER LE IMPRESE ELETTRICHE MINORI NON INTERCONNESSE Documento per la consultazone per la formazone

Dettagli

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale Calcolo della caduta d tensone con l metodo vettorale Esempo d rete squlbrata ed effett del neutro nel calcolo. In Ampère le cadute d tensone sono calcolate vettoralmente. Per ogn utenza s calcola la caduta

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Il pendolo di torsione

Il pendolo di torsione Unverstà degl Stud d Catana Facoltà d Scenze MM.FF.NN. Corso d aurea n FISICA esna d ABORAORIO DI FISICA I Il pendolo d torsone (sezone costante) Moreno Bonaventura Anno Accademco 005/06 Introduzone. I

Dettagli

I fabbisogni standard nel settore sanitario Commento allo schema di decreto legislativo

I fabbisogni standard nel settore sanitario Commento allo schema di decreto legislativo Federalsmo I fabbsogn standard nel settore santaro Commento allo schema d decreto legslatvo Guseppe Psauro Premessa La defnzone del sstema d fnanzamento della santà è charamente un momento fondamentale

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

Valutazione delle opzioni col modello di Black e Scholes

Valutazione delle opzioni col modello di Black e Scholes Valutazone delle opzon col modello d Black e Scholes Rosa Mara Mnnn a.a. 2014-2015 1 Introduzone L applcazone del moto Brownano all economa é stata nnescata prncpalmente da due cause. Attorno agl ann 70,

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

HOTEL PRICING AND YIELD MANAGEMENT. 1 Yield management e processo decisionale: le variabili di scelta.

HOTEL PRICING AND YIELD MANAGEMENT. 1 Yield management e processo decisionale: le variabili di scelta. HOTEL PRICING AND YIELD MANAGEMENT Yeld management e processo decsonale: le varabl d scelta.. Introduzone;.2 Il processo d yeld management e le sue orgn;.3 Segmentazone d mercato;.4 Prevsone della domanda;.5

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA III LEGISLATURA 5 a COMMISSIONE (Fnanze e tesoro) MERCOLEDÌ 18 NOVEMBRE 1959 (42" seduta n sede delberante) Presdenza del Presdente BERTONE Dsegno d legge: INDICE «Autorzzazone

Dettagli

METODI BAYESIANI PER IL CONTROLLO STATISTICO DI QUALITA

METODI BAYESIANI PER IL CONTROLLO STATISTICO DI QUALITA Unverstà degl Stud d Bresca Poltecnco d Mlano Unverstà degl Stud d Pava Unverstà degl Stud d Lecce Dottorato d Rcerca n TECNOLOGIE E SISTEMI DI LAVORAZIONE XII CICLO METODI BAYESIANI PER IL CONTROLLO STATISTICO

Dettagli

PROVIAMO A VERIFICARE SE...

PROVIAMO A VERIFICARE SE... PROVAMO A VERFCARE SE... CHECK llst PER la VERFCA DEL RSPETTO DE PRNCPAL OBBLGH N MATERA D SCUREZZA E SALUTE SUL lavoro (RF. PCCOL UFFC) Pago 1 d 7 S PRECSA CHE LA CHECK-L1ST D SEGUTO RPORTATA NON PUÒ

Dettagli

3.2 Una nuova reportistica direzionale sul rischio di credito ANDREA RESTI

3.2 Una nuova reportistica direzionale sul rischio di credito ANDREA RESTI 3.2 Una nuova reportstca drezonale sul rscho d credto ANDREA RESTI 3.2.1 Un quadro d sntes del portafoglo credt: ndcator d qualtà, d composzone, d correlazone 3.2.2 Le perdte attese e la msura della qualtàmeda

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI

MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI CONTROLLI AUTOMATICI Ingegnera Gestonale http://www.automazone.ngre.unmore.t/pages/cors/controllautomatcgestonale.htm MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI Ing. Federca Gross Tel. 059 2056333 e-mal: federca.gross@unmore.t

Dettagli

La regressione. La Regressione. La Regressione. min. min. Var X. X Variabile indipendente (data) Y Variabile dipendente

La regressione. La Regressione. La Regressione. min. min. Var X. X Variabile indipendente (data) Y Variabile dipendente Unverstà d Macerata Facoltà d Scenze Poltche - Anno accademco - La Regressone Varable ndpendente (data) Varable dpendente Dpendenza funzonale (o determnstca): f ; Da un punto d vsta analtco, valor della

Dettagli

Shelf marketing. Problemi e modelli di gestione dei prodotti sugli scaffali: il caso Supermercati Visotto.

Shelf marketing. Problemi e modelli di gestione dei prodotti sugli scaffali: il caso Supermercati Visotto. Corso d Laurea Magstrale n Economa e Gestone delle Azende Tes d Laurea Shelf marketng. Problem e modell d gestone de prodott sugl scaffal: l caso Supermercat Vsotto. Relatore Ch. Prof. Francesco Mason

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

La valutazione del rischio di non autosufficienza nelle assicurazioni

La valutazione del rischio di non autosufficienza nelle assicurazioni La valutazone del rscho d non autosuffcenza nelle asscurazon Long Term Care Susanna Levantes Sapenza Unverstà d Roma susanna.levantes@unroma1.t Roma, 26 aprle 2011 Contenut del semnaro Trend demografc

Dettagli

Ottimizzare il contact center bilanciando costi e qualità del servizio

Ottimizzare il contact center bilanciando costi e qualità del servizio Ottmzzare l contact center blancando cost e qualtà del servzo Contact Center - Le attvtà E l punto centralzzato d ncontro tra l clente ed l busness Utlzza var canal d comuncazone (Telefono, Telesales,

Dettagli

Mental Health Recovery Star

Mental Health Recovery Star Guda per le Organzzazon Mental Health Recovery Star TM n o n o o t z z t l n t e U ns vsone o n c pa gestone della propra salute mentale cura d sé 0 9 0 8 9 7 8 6 7 7 5 6 5 6 7 5 6 5 7 9 0 8 5 7 6 5 8

Dettagli

Regolazione incentivante per i servizi di trasporto locale *

Regolazione incentivante per i servizi di trasporto locale * Regolazone ncentvante per servz d trasporto locale * d Andrea Botan e Carlo Cambn # Abstract La recente rforma de trasport pubblc local ha fssato un lmte superore a trasferment erogabl alle azende da parte

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL

STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL Corso d CPS - II parte: Statstca Laurea n Informatca Sstem e Ret 2004-2005 1 Obettv della lezone Introduzone all uso d EXCEL Statstca descrttva Utlzzo dello strumento:

Dettagli

LA VALUTAZIONE D AZIENDA: I METODI ASSOLUTI E I METODI RELATIVI. Dott.ssa Elisa MENICUCCI

LA VALUTAZIONE D AZIENDA: I METODI ASSOLUTI E I METODI RELATIVI. Dott.ssa Elisa MENICUCCI LA VALUTAZIONE D AZIENDA: I METODI ASSOLUTI E I METODI RELATIVI Dott.ssa Elsa MENICUCCI Dottore Commercalsta Rcercatrce area Azendale IRDCEC Modena, 24 aprle 2014 INTRODUZIONE ALLA VALUTAZIONE D AZIENDA

Dettagli

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE PROCEDURA NEGOZIATA PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI IDEAZIONE E PROGETTAZIONE GRAFICA PER LA PUBBLICAZIONE E DIVULGAZIONE DELLE INIZIATIVE CULTURALI DELL'ERT ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

Dettagli

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza Rev. 07/2012 La tua area rservata Organzzazone Semplctà Effcenza www.vstos.t La tua area rservata 1 MyVstos MyVstos è la pattaforma nformatca rservata a rvendtor Vstos che consente d verfcare la dsponbltà

Dettagli

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it Soluzon per lo scarco dat da tachgrafo nnovatv e facl da usare http://dtco.t Downloadkey II Moble Card Reader Card Reader Downloadtermnal DLD Short Range and DLD Wde Range Qual soluzon ho a dsposzone per

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

Il progetto è articolato nelle seguenti fasi operative: Pianificazione operativa e organizzazione partenariato

Il progetto è articolato nelle seguenti fasi operative: Pianificazione operativa e organizzazione partenariato .NUMERO AZIONE 2. TITOLO AZIONE Progetto "PETTHERAPY'. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ II progetto ntende contrbure al mgloramento della qualtà della vta de pazent convolt e delle loro famgle attraverso attvtà,

Dettagli

BANCA POPOLARE DI VICENZA S.C.P.A. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE EUROPEA DI TIPO CALL O PUT PLAIN VANILLA, ASIATICA O DIGITALE

BANCA POPOLARE DI VICENZA S.C.P.A. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE EUROPEA DI TIPO CALL O PUT PLAIN VANILLA, ASIATICA O DIGITALE Socetà cooperatva per azon Sede socale: Vcenza, Va Btg. Framarn n. 18 scrtta al n. 1515 dell Albo delle Banche e de Grupp Bancar, codce AB 5728.1 Capogruppo del "Gruppo Banca Popolare d Vcenza Captale

Dettagli

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 -

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 - PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE (Metodo delle Osservazon Indrette) - - SPECIFICHE DI CALCOLO Procedura software per la compensazone d una rete d lvellazone collegata

Dettagli

Cenni di matematica finanziaria Unità 61

Cenni di matematica finanziaria Unità 61 Prerequst: - Rsolvere equazon algebrche d 1 grado ed equazon esponenzal Questa untà è rvolta al 2 benno del seguente ndrzzo dell Isttuto Tecnco, settore Tecnologco: Agrara, Agroalmentare e Agrondustra.

Dettagli

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard Corso d Statstca (canale P-Z) A.A. 2009/0 Prof.ssa P. Vcard VALORI MEDI Introduzone Con le dstrbuzon e le rappresentazon grafche abbamo effettuato le prme sntes de dat. E propro osservando degl stogramm

Dettagli

L APPLICAZIONE DEI CRITERI ETICI NEGLI INVESTIMENTI DELLA PREVIDENZA INTEGRATIVA Ottobre 2008

L APPLICAZIONE DEI CRITERI ETICI NEGLI INVESTIMENTI DELLA PREVIDENZA INTEGRATIVA Ottobre 2008 Allegato I L APPLICAZIONE DEI CRITERI ETICI NEGLI INVESTIMENTI DELLA PREVIDENZA INTEGRATIVA Ottobre 2008 me del fondo Natura e caratterstche del fondo Garanza e controllo Trasparenza Aperto Chuso Qual

Dettagli

Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO ARTICOLI DI CARTOLERIA, DI CANCELLERIA E FORNITURE PER UFFICIO. Codice attività: 52.47.3.

Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO ARTICOLI DI CARTOLERIA, DI CANCELLERIA E FORNITURE PER UFFICIO. Codice attività: 52.47.3. Metodologa d controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO ARTICOLI DI CARTOLERIA, DI CANCELLERIA E FORNITURE PER UFFICIO Codce attvtà: 52.47.3 Indce 1. PREMESSA... 2 1.1 Caratterstche economco - azendal del settore...

Dettagli

CONTRIBUTI ISTAT. L utilizzazione delle surveys per la stima del valore monetario del danno ambientale: il metodo della valutazione contingente

CONTRIBUTI ISTAT. L utilizzazione delle surveys per la stima del valore monetario del danno ambientale: il metodo della valutazione contingente CONTRIBUTI ISTAT L utlzzazone delle surveys per la stma del valore monetaro del danno ambentale: l metodo della valutazone contngente Lda Brond(*) (**) (*) ISTAT Dpartmento per la produzone statstca e

Dettagli

dei principali prodotti scientifici ed assistenziali attesi.

dei principali prodotti scientifici ed assistenziali attesi. Relazone e 2:udzo sull'attvtà e strutture dell'rccs Centro Cardolo2:co SuA "Fondazone l\tlonzno" a fn della conferma del rconoscmento come RCCS. a sens della le22.e l. 288 del 16-10-2003. La Commssone

Dettagli

ISPETIORATO NAZIONALE DEL LAVORO RELAZIONE ILLUSTRATIVA

ISPETIORATO NAZIONALE DEL LAVORO RELAZIONE ILLUSTRATIVA SPETORATO NAZONALE DEL LAVORO RELAZONE LLUSTRATVA L'spettorato nazonale del lavoro è costtuto a sens dell'art. 8 del decreto legslatvo n. 300 del 1999, cò vuo sgnfcare anztutto che allo stesso è attrbuta

Dettagli

La relazione sulla gestione delle società italiane quotate sul mercato regolamentato 1

La relazione sulla gestione delle società italiane quotate sul mercato regolamentato 1 La relazone sulla gestone delle socetà talane quotate sul mercato regolamentato 1 Mara Spano, Ncole Trunfo 1Unverstà FEDERICO II d Napol mara.spano@unna.t; ncole.trunfo@unna.t Abstract Ths paper has been

Dettagli

Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GIOCHI E GIOCATTOLI. Codice attività: 52.48.4. Indice

Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GIOCHI E GIOCATTOLI. Codice attività: 52.48.4. Indice Metodologa d controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GIOCHI E GIOCATTOLI Codce attvtà: 52.48.4 Indce 1. PREMESSA...2 1.1 Caratterstche economco - azendal del settore...2 1.2 Cenn normatv - consuetudn commercal...3

Dettagli

Corso AFFIDABILITÀ DELLE COSTRUZIONI MECCANICHE. Prof. Dario Amodio d.amodio@univpm.it. Ing. Gianluca Chiappini g.chiappini@univpm.

Corso AFFIDABILITÀ DELLE COSTRUZIONI MECCANICHE. Prof. Dario Amodio d.amodio@univpm.it. Ing. Gianluca Chiappini g.chiappini@univpm. Corso AFFIDABILITÀ DELLE COSTRUZIONI MECCANICHE Prof. Daro Amodo d.amodo@unvpm.t Ing. Ganluca Chappn g.chappn@unvpm.t http://www.dpmec.unvpm.t/costruzone/home.htm (Ddattca/Dspense) Testo d rfermento: Stefano

Dettagli