Comunicazione DI ASSICURAZIONI AGRICOLE IN ITALIA?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunicazione DI ASSICURAZIONI AGRICOLE IN ITALIA?"

Transcript

1 SOCIETA ITALIANA DI ECONOMIA AGRARIA XLVI Convegno d Stud Cambament nel sstema almentare: nuov problem, stratege, poltche Pacenza, settembre 2009 Comuncazone QUALI LE DETERMINANTI DELLA DOMANDA DI ASSICURAZIONI AGRICOLE IN ITALIA? Faban Captano Unverstà degl Stud d Napol Federco II- Centro d Portc (e-mal: Abstract Obettvo d questo lavoro è dentfcare fattor che maggormente nfluenzano la stpula d una polzza asscuratva sulle colture n Itala. Utlzzando dat del campone nazonale RICA e un modello logt per l anals econometrca, cò che sembra emergere è che la dmensone economca azendale, la specalzzazone produttva, la localzzazone geografca, l elevato ndebtamento, l rcevmento d un pagamento compensatvo e la varabltà de rsultat economc delle annate precedent, mpattano postvamente sull adozone d una asscurazone agrcola. La dversfcazone colturale, nvece, sembra essere antagonsta all asscurazone colturale. Soprattutto l elevata concentrazone delle polzze tra le grand azende, nvta a rflettere sul ruolo dell ntervento pubblco nella gestone del rscho n agrcoltura, cò che porterebbe a rconsderare la natura socale dello stesso, almeno nella sua forma attuale. Parole chave: asscurazon agrcole, ntervento pubblco, domanda asscurazon

2 Qual le determnant della domanda d asscurazon agrcole n Itala? 1. Introduzone Ogn mprendtore non conosce con certezza, a pror, l rsultato economco delle propre scelte azendal. Tale affermazone è tanto pù vera per l settore prmaro dove l carattere bologco dell attvtà aggunge un elemento ulterore d rscho alle decson degl mprendtor del settore, essendo le rese condzonate da una sere d event su qual le capactà d controllo da parte dell mprendtore sono spesso lmtate. A queste consderazon tradzonal s aggungono element d rschostà n termn d reddto agrcolo nnovatv rspetto al passato. Per crca 35 ann, nfatt, la Poltca Agrcola Comuntara (PAC) e la presenza della compensazone ex-post n caso d event dannos hanno contrbuto n manera determnante ad annullare o mtgare gl effett d molt fattor d rscho per produttor agrcol europe 1. Ogg, l agrcoltore europeo s muove n uno scenaro assolutamente nedto dove la progressva rdefnzone del sostegno pubblco all agrcoltura e la crescente compettvtà che anma mercat nternazonal stanno sensblmente aumentando l esposzone al rscho dello stesso. L aleatoretà de rsultat economc è amplfcata dalla maggore varabltà che caratterzza, n quest ultm ann, sa l andamento clmatco che prezz. In questo contesto, la natura de rsch per le mprese agrcole s è arrcchta notevolmente, vedendo accentuata la potenzale percolostà d ognuna delle dverse tpologe d rscho: d produzone, d mercato, fnanzaro, sttuzonale. Alla numerostà e varetà d tal fattor, tuttava, corrsponde una analoga varetà d strument per la gestone del rscho d reddto cu gl agrcoltor possono utlmente rcorrere, ovvero, la dversfcazone produttva 2, l asscurazone, la protezone delle esposzon fnanzare attraverso le borse merc e dervat fnanzar, la gestone del rsparmo e del credto. All azone d quest strument prvat, po, s accompagna sempre, per l agrcoltore, l ruolo fondamentale svolto dalle poltche pubblche, tanto d settore (qual ad esempo l sostegno de 1 Eventualtà, questa, testmonata dalla mnore attenzone che rcercator e poltc hanno dedcato n Europa al problema della gestone del rscho d mpresa n agrcoltura rspetto a quella, ad esempo, che s è manfestata negl Stat Unt o n Canada. 2 I dat dell ultmo Censmento dell Agrcoltura dmostrano come la dversfcazone produttva all nterno delle azende agrcole talane sa molto dffusa. A specfca domanda sul rcorso alla dversfcazone produttva, l 71,1% delle azende (per una quota par all 82,4% della Superfce Agrcola Utlzzata) ha dcharato d effettuare avvcendament e/o rotazon coltural, denuncando così ndrettamente la presenza d pù spece ne propr ordnament coltural. Altro dato da evdenzare, è che pratcamente tutte le azende con allevament hanno una qualche superfce agrcola utlzzata per colture. Se s escludono gl allevament d sun e quell avcol, per ben l 65% d queste azende s tratta d una superfce non trascurable maggore d 5 ettar

3 prezz d alcun prodott, oppure l sttuzone d aut drett a reddt), quanto pù general (ad esempo poltche macroeconomche e d soldaretà socale). L ntervento pubblco, nfatt, è pù o meno presente n vare forme n tutt paes svluppat 3. Storcamente, l ntervento pubblco esplcto a sostegno della gestone del rscho, seppure lmtato sostanzalmente alla erogazone d rsarcment de dann ex-post e d sussd a prem asscuratv pagat dagl agrcoltor, n molt paes, è stato garantto n forma masscca. La normatva n ambto WTO, che nclude - tra gl ntervent a sostegno del settore agrcolo che rentrano nella scatola verde - l sostegno alle asscurazon agrcole e l sostegno pubblco ex-post n caso d event calamtos (artt. 7 e 8 dell annex II all accordo sull Agrcoltura, dscplna, rspettvamente, la partecpazone de govern a programm asscuratv e gl aut governatv n occasone d dsastr e calamtà natural), ha ndubbamente ncso sulla dffusone d questa tpologa d ntervento. La sensazone è che le poltche d sostegno a reddt degl agrcoltor hanno assunto da allora connotat dvers rspetto al passato, costrngendo govern a rcercare mezz meno drett, dvers, ma coerent con gl accord nternazonal, per autare gl operator del settore prmaro, nelle peghe degl accord pres (Cafero et all, 2007). A questo proposto, sembra ragonevole affermare che la possbltà d sostenere le asscurazon agrcole n vrtù d quest accord, ha gustfcato poltcamente, e qund rafforzato, lo stanzamento d rsorse pubblche n questa drezone, spesso prescndendo da una anals attenta dell effcenza della spesa pubblca n tal senso. Questa tpologa d ntervento pubblco, quas unvocamente tesa al sostegno delle asscurazon agrcole, ha spnto negl ann rcercator e decsor pubblc ad nterrogars rpetutamente sull mportanza relatva delle possbl cause del fallmento d un mercato prvato per le asscurazon agrcole e, qund, sulla necesstà, e sulle forme, dell ntervento pubblco n tal senso. La letteratura 4 è qund rcca, e puntuale, d lavor che s concentrano su fenomen d asmmetra ed ncompletezza nformatva (Chambers, 1989; Mranda 1991; Mahul 1999; Just & Pope, 2002; Bourgeon and Chambers, 2003), con conseguent problem d selezone avversa ed azzardo morale, e sulla sstemctà de rsch che mpedrebbero l funzonamento d un mercato asscuratvo prvato (Doherty and Donne 1993; Mranda and Glauber 1997; Mahul, 2001). Come anche rsulta abbondante, la letteratura che s concentra sulle caratterstche azendal che determnerebbero la propensone a stpulare contratt asscuratv sulle colture; abbondanza che verrà n seguto consderata n maggore dettaglo. 3 D recente, anche molt paes n va d svluppo s sono dotat d una rete d protezone pubblca per la gestone del rscho d reddto n agrcoltura. Sono sempre pù numeros programm d ntervento pubblco n matera, anche con l ntroduzone d strument nnovatv rspetto all asscurazone agrcola. 4 Quas esclusvamente la letteratura s concentra su USA e Canada; pù recentemente comnca a palesars un vvo nteresse anche n Europa sulle tematche della gestone del rscho n agrcoltura, soprattutto n Spagna, Franca e Itala.

4 Tale rcchezza non caratterzza scuramente la produzone scentfca n ambto europeo che, scontando probablmente un nteresse pubblco nella gestone del rscho n agrcoltura molto meno consoldato rspetto a paes nord-amercan, solo negl ultm ann ha nzato a nvestre su tal problematche. Se però l nteresse su tale ambto d rcerca comnca a manfestars ne suo caratter general e specfc per le asscurazon agrcole (Mahul, Meuwssen et al., Garrdo e Belza, Cafero et al., tra pù not), cò che rsalta è l assenza per l Itala 5, allo stato attuale, d una rappresentazone corretta e completa del proflo d rscho delle azende agrcole talane, e qund d una potetca domanda per tal strument o meglo, l mportanza d comprendere fattor che maggormente determnano la sottoscrzone d una polzza asscuratva per un azenda agrcola. Tale carenza rsulta tanto pù enfatzzata, e mportante, n vrtù dell unctà dell ntervento pubblco/prvato nel sostegno al mercato delle asscurazon agrcole. Obettvo d questo lavoro è cercare d dare un contrbuto a colmare almeno n parte l vuoto d conoscenza esstente. Avvalendos del patrmono nformatvo rappresentato dalla Rete Italana d Contabltà Agrcola (RICA) per gl ann compres tra l 2004 e l 2007, l ntento dell anals emprca svluppata nel lavoro, è d dentfcare fattor economc/socal/geografc n grado d nfluenzare maggormente la decsone d stpulare un contratto asscuratvo sulle colture n ambto azendale. La rcchezza (crca azende per anno, con un campone costante par a crca azende), l dettaglo e la rappresentatvtà dell nformazone RICA, consentono una anals approfondta delle decson azendal n questo ambto, permettendo d prendere n consderazone una molteplctà d dmenson estremamente utl per coglere gl obettv che l lavoro s è posto. Partendo da tal premesse, nel secondo paragrafo verrà presentato brevemente lo schema d ntervento pubblco n Itala a sostegno delle asscurazon agrcole, ntroducendo anche le recent normatve comuntare n tale ambto. Il terzo paragrafo sarà concentrato su una rassegna sntetca della letteratura d rfermento mentre l quarto paragrafo sarà dedcato all anals emprca che, avvalendos d una anals logstca, cercherà d dare evdenza al legame esstente tra sottoscrzone d una polzza asscuratva sulle colture e fattor che la nfluenzano. Un paragrafo fnale rassumerà gl spunt d rflessone del lavoro. 2. Intervento pubblco nella gestone del rscho n Itala In Itala esste una struttura artcolata d ntervento pubblco a garanza del lvello d benessere degl operator del settore prmaro. In questa struttura, gocano un ruolo mportante tra gl altr, gl aut compensatv garantt agl agrcoltor n caso d dann causat alla produzone agrcola, sussd a prem delle polzze e gl ntervent a compensazone de dann n caso d calamtà. 5 E pù n generale per l Europa, ad eccezone del lavoro proposto da Garrdo e Zlberman (2008) per la Spagna.

5 Formalmente, l ntervento pubblco per la gestone del rscho e delle crs n Itala parte nel 1970 con l sttuzone della Legge N. 364, che stablva la nascta del Fondo d Soldaretà Nazonale (FSN) con due funzon dstnte: pagament compensatv agl agrcoltor che vedevano compromessa la loro capactà produttva e d reddto per cause al d fuor del loro controllo; sostegno alla sottoscrzone d polzze asscuratve a copertura de rsch d produzone. Comunque, l accesso a pagament compensatv ex-post era garantto a tutt gl agrcoltor che subssero dann, ndpendentemente dalla stpula o meno d un contratto asscuratvo 6. Dal 1981 fno al 2007, la spesa erogata dal FSN ha raggunto 9,1 mlard d euro. Gran parte d questa spesa è stata mpegnata per pagament compensatv n caso d calamtà natural, mentre la rmanente è stata dedcata al sostegno dello strumento asscuratvo. Nel 2007, l valore asscurato s è attestato a 4,4 mlard d euro (+15% rspetto al 2006) con un numero de certfcat che è ammontato a (+12% su base annua) con una dffusone, però, ancora abbastanza scarsa relatvamente alla PLV totale del settore 7. Il sstema talano d compensazone de dann è comunque rsultato molto elastco rspetto alle necesstà conguntural, nel senso che annualmente la capactà del fondo è stata sostenuta, n caso d necesstà, da ntervent legslatv ad hoc (Borrello, 2003). Al crescere della frequenza d event atmosferc ndesderat, questa modaltà d ntervento pubblco ha però mostrato negl ann tutt suo lmt, n quanto portatrce d dstorson su comportament d mpresa. Il rsultato è stato almentare aspettatve d rsarcmento ex post de dann subt, dsncentvando l adozone d azon preventve da parte delle mprese, oltre che la dffusone delle asscurazon, aumentando l costo complessvo a carco della collettvtà. Ne fatt, la partecpazone pubblca nella gestone de rsch n agrcoltura ha avuto l merto d scontentare tutt. Gl agrcoltor, che s lamentavano de prem asscuratv troppo alt e de rtard nelle compensazon; le compagne, che denuncavano frod e nsostenbltà de cost d gestone; l ammnstrazone pubblca, che evdenzava l aumento della spesa, a seguto del moltplcars delle rcheste d ndennzzo, che mpedva una programmazone d blanco adeguata e comportava notevol oner ammnstratv e d controllo. Questa stuazone, del tutto nsoddsfacente, ha spnto l legslatore a modfcare sostanzalmente l ntervento pubblco nella gestone de rsch e delle crs n agrcoltura n Itala. A partre dal 2002, e negl ann successv, le prncpal modfche possono essere sntetzzate ne seguent punt: possbltà, per le cooperatve, d stpulare contratt asscuratv, così come gà prevsto per Consorz d dfesa; 6 In Spagna e negl Stat Unt l ndennzzo ex-post è subordnato al possesso d una polzza asscuratva. 7 Rapporto PLV asscurata/plv totale < 20%.

6 possbltà, per le cooperatve, d stture fond mutualstc per la gestone del rscho n grado d rcevere sostegno dall ntervento pubblco a lvello d quello rcevuto dalle asscurazon (fond n realtà non ancora res dsponbl); facoltà, concessa a sngol agrcoltor, d stpulare polzze sussdate drettamente con le compagne asscuratve; Inoltre, è anche stata prevsta la concessone d prestt ad ammortamento qunquennale per le esgenze d conduzone dell anno n cu s è verfcato l evento calamtoso e per l anno successvo; la concessone d contrbut n conto captale per l rprstno delle strutture azendal e per la rcostruzone delle scorte danneggate o dstrutte sono stat portat all 80% 8 (Captano, 2006). Altro elemento caratterzzante del processo d rforma del sstema, è stata l ntroduzone a partre dal 1994 delle polzze multrscho/plurrscho che asscurano anche contro dann da event clmatc dvers dalla grandne. Le rcheste per questa tpologa d polzze è rsultata crescente negl ann fno ad assorbre nel 2007 l 45,5% del valore asscurato complessvo, contro l l 21% nel Recentemente, e parallelamente, anche l evoluzone normatva n ambto comuntaro ha focalzzato l attenzone sulla gestone del rscho n agrcoltura, n generale, e al sostegno comuntaro alle asscurazon agrcole e a fond mutualstc, n partcolare. In termn general, l Health check della PAC ha modfcato profondamente l Art.69 del Reg.Ce 1782/2003, sosttuendolo con una nuova formulazone, contenuta negl artcol del nuovo regolamento su regm d sostegno agl agrcoltor (Reg. Ce 73/2009). Tra gl aut specfc charamente defnt (Msura d: asscurazon), è prevsta la possbltà d utlzzare rsorse dal prmo plastro della PAC per sovvenzonare msure a copertura del rscho d perdte economche causate da avverstà atmosferche (Art.70, Reg. Ce 73/2009). Nella sostanza, l sostegno della msura d) consente d concedere contrbut fnanzar per l pagamento de prem d asscurazone del raccolto sno ad un massmo del 65% del premo asscuratvo totale, sotto forma d cofnanzamento comuntaro 9. Tale cofnanzamento non può superare l 75% del contrbuto fnanzaro nazonale. D fanco all ntroduzone delle novtà messe n campo dall art.68, vanno menzonate le specfche msure ntrodotte dal Reg.Ce 479/2008 nell ambto delle Organzzazon Comun d Mercato (OCM) vno e dal Reg.Ce 1234/2007 per l OCM Ortofrutta. In partcolare, l Reg.Ce 479/2008 ntroduce l opportuntà d ammettere agl aut, nell ambto de programm d sostegno, all art.7, strument preventv come l asscurazone del raccolto per 8 Ulteror contrbut sono stat ntrodott nella forma d prestt agevolat ad ammortamento qunquennale per le cooperatve agrcole d raccolta, lavorazone, trasformazone e commercalzzazone de prodott agrcol e delle assocazon de produttor rconoscute che abbano subto dann economc a seguto della rduzone de conferment delle mprese assocate e della conseguente mnore commercalzzazone n msura non nferore al 35% rspetto al trenno precedente 9 Novtà assoluta nella stora della PAC n questo ambto.

7 affrontare l rscho d reddto e le stuazon d crs. L art.14 del Reg. prevede che l sostegno a favore dell asscurazone del raccolto può essere concesso sotto forma d un contrbuto fnanzaro comuntaro non superore: all 80% del costo de prem asscuratv versat da produttor a copertura delle perdte causate da condzon clmatche avverse assmlabl alle calamtà natural; al 50% del costo de prem asscuratv versat da produttor a copertura delle perdte dovute alle cause d cu alla lettera a) e d altre perdte causate da condzon clmatche avverse. Inoltre, lo stesso sostegno può essere concesso solo se pagament de prem asscuratv non compensano produttor d un mporto superore al 100% della perdta d reddto subta, tenendo conto d ogn altra compensazone che l produttore abba eventualmente ottenuto n vrtù d altr regm d sostegno relatv al rscho asscurato. Il Reg.Ce 1234/2007, con l Art.103 quater, nella dscplna de Programm Operatv del settore ortofruttcolo, ntroduce la possbltà/necesstà d msure specfche per la gestone del rscho d reddto e per la prevenzone delle crs. Le msure d prevenzone e gestone delle crs possono totalzzare al massmo un terzo della spesa prevsta a ttolo del programma operatvo. Per fnanzare le msure d prevenzone e gestone delle crs, le organzzazon d produttor possono contrarre mutu a condzon commercal. 3. Rassegna bblografca Nel 1997, Knght e Coble hanno presentato una rassegna bblografca de lavor che s sono concentrat sulle asscurazon agrcole negl ann 80 e 90. Gl autor hanno consderato le rcerche econometrche condotte sa a lvello aggregato che a lvello d sngola azenda agrcola. Tutte le rcerche econometrche s sono avvalse d modell a scelta dscreta, logt e probt, utlzzando dat panel sulle azende nord amercane, ntegrat, talvolta, dall utlzzo d dat qualtatv ottenut tramte questonar 10. Tra lavor consderat, a lvello aggregato, per Gardner and Kramer (1986) l rtorno atteso dalla sottoscrzone d una polzza asscuratva 11 ha un effetto postvo, e statstcamente sgnfcatvo, sulla probabltà d partecpazone ad un contratto asscuratvo. Goodwn (1993) - focalzzando la sua attenzone sulla dmensone azendale rspetto alla partecpazone ad un programma asscuratvo - afferma l esstenza d un legame postvo tra queste due varabl. Allo stesso tempo, Barnett et al. (1990) ndcano una relazone nversa tra reddto extra-azendale e partecpazone ad un programma asscuratvo. A lvello azendale, Calvn (1992) e Coble et al. (1997) evdenzano una relazone postva tra l tasso atteso d rtorno dal contratto asscuratvo e la sottoscrzone d una polzza. Goodwn e 10 Questonar che venvano sommnstrat per cercare d tenere n consderazone anche caratterstche personal del conduttore dell azenda (tasso d scolarzzazone per es.) e per cercare d evdenzare l avversone al rscho soggettva dello stesso. 11 [(ndennzzo atteso-premo)/(premo)].

8 Kastens (1993) esamnano gl effett del rscho d resa e la sottoscrzone d una polzza asscuratva; gl autor sottolneano, n questo caso, come un maggor lvello d rscho d resa, espresso n termn d varabltà delle stesse, sa n grado d nfluenzare postvamente la partecpazone al programma asscuratvo. Calvn verfca anche che un elevato grado d specalzzazone azendale può avere lo stesso effetto e che, al contraro, la dversfcazone con attvtà zootecnche ncde negatvamente sulla propensone alla sottoscrzone d una polzza asscuratva. Just and Calvn (1993) ndvduano, noltre, come gl agrcoltor che abbano rcevuto pagament compensatv ad hoc n caso d event calamtos, denotno una maggore propensone a stpulare una polzza asscuratva. Rassumendo la letteratura, Knght e Coble presentarono tre proposzon supportate da evdenza dagl stud econometrc condott: 1) al crescere della dmensone azendale, cresce la partecpazone a programm asscuratv; 2) la dversfcazone rduce la stessa partecpazone; 3) la varabltà delle rese e del reddto aumenta la propensone a stpulare una polzza asscuratva. Successvamente alla rassegna d Knght e Coble del 1997, sono stat condott altr stud su fattor che ncdono sulla sottoscrzone d una polzza asscuratva. Makk e Somwaru (1999) commentarono uno studo condotto dall Economc Research Servce (ERS) dell USDA che esamna l ruolo gocato dal proflo d rscho, dal lvello del reddto agrcolo e dal costo della polzza rspetto alla sottoscrzone della polzza stessa. I prncpal rsultat evdenzano che l elevata varabltà del reddto spnge gl agrcoltor a sceglere una asscurazone su reddt puttosto che sulle rese e che l valore del premo determna la scelta d sottoscrvere una polzza. Sempre Makk e Somwaru (2001) trovarono che la varabltà de reddt, l lvello de sussd, l ndennzzo atteso, la dversa presenza d schem asscuratv nfluenzano la sottoscrzone d una polzza asscuratva. Barry et al. (2002), n uno studo condotto per Illnos, Iowa, e Indana, trovarono che la dmensone del reddto azendale, un elevato ndebtamento e un elevato grado d scolarzzazone dell agrcoltore, sano n grado d determnare la preferenza verso l adozone d una polzza su reddt puttosto che d una polzza sulle rese. Serra et al. (2003) mettono n evdenza che la domanda d asscurazone espressa da produttor agrcol presenta una bassa elastctà rspetto al lvello del premo rchesto, concludendo che la crescta del lvello de sussd governatv al premo non garantrebbe una corrspondente crescta n termn d partecpazone degl agrcoltor.

9 Come s può notare, la totaltà de lavor present n letteratura s è concentrata sulla realtà nordamercana che presenta peculartà agronomche e soco economche dverse da paes europe e, n partcolare, dall Itala. Non è n dscussone che l contesto europeo, e po talano, dfferscano notevolmente da quello statuntense, per motv molteplc e qund, è un eserczo utle estendere questa tpologa d anals anche ad ambt dvers. Con l seguente lavoro, crcoscrtto alla realtà nazonale, l ntento è d verfcare se l evdenza emprca rsultante n letteratura per l nord amerca su fattor che spegherebbero l adozone d una polzza asscuratva sulle colture, possa trovare delle comunanze con l settore prmaro del nostro paese. 4. Metodologa e anals econometrca L anals econometrca mplementata n questo lavoro è fnalzzata a dare evdenza a fattor che a lvello economco/azendale hanno nfluenzato la scelta degl agrcoltor a sottoscrvere una polzza asscuratva sulle produzon coltural. I dat utlzzat, come accennato nell ntroduzone, sono quell del campone nazonale RICA d azende per l anno Tra le varabl ncluse n questo campone, è presente anche la spesa che la sngola azenda ha eventualmente effettuato per la sottoscrzone d una polzza asscuratva per produzon arboree, erbacee, macchnar e strutture. Nell anals svluppata per questo lavoro, sono state prese n consderazone esclusvamente eventual asscurazon sulle produzon che costtuscono, evdentemente, l frutto della decsone dell mprendtore d coprre rsch conness all attvtà produttva sul rsultato economco dell mpresa stessa. Per tale motvazone, s è rtenuto anche opportuno escludere dall anals le mprese con specalzzazone zootecnca, l cu proflo d rscho è completamente dverso rspetto ad altre specalzzate nelle attvtà d coltvazone. L nseme d tal scelte hanno evdentemente modfcato la numerostà del campone nzale, che s è rdotto n questo modo a azende, d cu 985 (8,9%) hanno sostenuto spese per l pagamento d un premo per asscurazon su coltvazon erbacee e/o arboree. L anals emprca che è stata effettuata ha puntato a ndvduare fattor che nfluenzano la decsone d stpulare una polzza asscuratva sulle colture rcorrendo a un modello d regressone logstca 12, n cu la varable dpendente utlzzata assume valore par ad 1 quando nell'mpresa s osserva la presenza d una asscurazone agrcola sulle coltvazon, e valore 0 altrment. La specfcazone formale del modello utlzzato è la seguente 12 Regressone logstca quas equvalente a quella probt, d cu abbamo verfcato la bontà delle stme.

10 P = P Y ( = 1 X ) = E( Y = 1 X ) = ( + X ) = β Z 1 1 (1) α 1+ e 1+ e ed è ntesa a dare evdenza all'mpatto delle varabl ndpendent sulla probabltà che un'mpresa abba o meno stpulato una polzza. X rappresenta l nseme delle varabl ndpendent e, come ne modell d regressone standard, α rappresenta l'ntercetta e β è l vettore de coeffcent per l vettore d varabl ndpendent. L'ultma parte d equazone 1 P = 1 + e Z (2) rappresenta la dstrbuzone logstca che vara da un valore d 0 ad un valore d 1; tale formulazone garantsce che per ogn X stmata, l valore assunto da P possa essere nterpretato come una probabltà. In altre parole è verfcata la condzone tale che ( Y X ) 1 0 E (Wooldrdge, 2002). Per poter stmare P, l'equazone (2) deve essere rscrtta n modo che essa rsult lneare n X ed n β. Pertanto, a fn della stma, l modello logt è stato così specfcato: P = α + βx + ε ln 1 P (3) Nella (3) la varable dpendente è l logartmo del rapporto d frequenza della presenza d una polzza asscuratva, mentre ε rappresenta l termne d dsturbo stocastco. I parametr stmat, ^ β, possono essere nterpretat come un cambamento della frequenza delle probabltà che un'mpresa stpul una asscurazone sulle produzon. Valor postv d ^ β mplcano che al crescere della varable X crescerà la probabltà che l mpresa stpul una polzza; valor negatv mplcano l'opposto (Gujarat, 2003). Per determnare qual varabl possono essere ncluse nel modello è possble mplementare un metodo d selezone prelmnare o successvo alla stma, basato sulla sgnfcatvtà de parametr stmat. Inoltre, molt altr strument possono essere utlzzat per una valutazone complessva del modello logt stmato (Wooldrdge, 2002). In questo lavoro s è fatto rcorso al test del rapporto d Verosmglanza (lkelhood rato test), che consdera quale potes nulla la smultanea presenza d valor null per tutt coeffcent β, ovvero, che l modello non spegh nulla delle varazon della varable dpendente Y. Formalmente,

11 max Λ = max Θ0 Θ L L ( y; θ ) ( y; θ ) L y; θ = (4) ^ L y; θ dove l potes nulla è accettata se Λ < c, dove c è un valore crtco. Nel nostro caso, l potes nulla è rgettata se l test LR è maggore del valore del Ch-quadrato (χ 2 -value) con grad d lbertà par al numero d varabl ndpendent utlzzate nel modello. Rspetto alla bontà d adattamento del modello l software utlzzato per al stma (Mcroft) fornsce valor dell' R 2, che possono essere nterpretat come la proporzone della varanza totale spegata dal modello. Comunque, come evdenzato da Gujarat (2003), la bontà d adattamento del modello assume una rlevanza secondara ne modell a scelta dscreta, mentre rlevanza prmara assumono segn e la sgnfcatvtà statstca de parametr stmat. In relazone alle rsultant de molteplc stud present n letteratura, le varabl rtenute n grado d caratterzzare tale scelta sono state ndvduate nella localzzazone geografca 13, nelle untà d dmensone economca (UDE) 14, nell ordnamento tecnco economco (OTE) 15, nel grado d dversfcazone dell mpresa 16, nella varabltà della produzone lorda vendble (PLV) 17, nella presenza d lavoro esterno all azenda da parte del conduttore, nella presenza d nvestment n azenda, nel grado d ndebtamento sul captale propro 18, nell aver usufruto d un ndennzzo nelle annate precedent 19. I rsultat della regressone del modello generale relatvo alla presenza/assenza d asscurazone n azenda, sono presentat nella tabella 1. Cò che appare emergere dall anals è l mpatto postvo sulla probabltà d adozone d una polzza asscuratva sulle coltvazon della localzzazone geografca nel nord Itala, la presenza d coltvazon arboree n azenda, la dmensone economca azendale, un elevato grado d ndebtamento, l aver rcevuto un pagamento ad hoc e avere rsultat economc varabl. D contro, avere una struttura produttva dversfcata sembra ncdere negatvamente rspetto alla stpula d una polzza asscuratva. Il modello formale d regressone sottoposto a test è l seguente: Ass = cost β 1 dversfcazone 5 + β 2 UDE 6 + β 3 ndebtamento + β 4 localzzazone + β 5 varabltà + β 6 ndennzzo (5) 13 E stata generata una varable dcotomca n cu l valore 1 mplca che l azenda è localzzata nel nord, 0 altrment. 14 E stata generata una varable dcotomca n cu l valore 1 mplca che l azenda ha un valore d UDE>5, 0 altrment. 15 E stata generata una varable dcotomca n cu l valore 1 mplca che l azenda ha un OTE prevalentemente arborea, 0 altrment. 16 S è ntesa come dversfcata l azende la cu PLV d una sngola coltura non superasse l 50% della PLV totale. 17 Varable dcotomca defnta per le mprese present nel campone RICA per almeno 4 ann, su un campone costante d crca 6500 azende, dove l valore 1 mplca una devazone standard della PLV>30%, 0 altrment. 18 E stata generata una varable dcotomca n cu l valore 1 mplca che l azenda ha un ndebtamento d medo lungo termne >50% rspetto al captale propro. 19 L ndennzzo rcevuto fa rfermento alle annate

12 TAB. 1 - Fattor che nfluenzano l'adozone d asscurazone Logt Maxmum Lkelhood Estmaton Varable Coef. Std Error T-Rato[Prob] COST [.048] dversfcazone [.005] UDE [.041] ndebtamento [.000] localzzazone [.041] varabltà [.041] ndennzzo [.000] Fattore per l calcolo degl effett margnal = Valore massmzzato della funzone log-lkelhood = Akake Informaton Crteron = Schwarz Bayesan Crteron = Hannan-Qunn Crteron = Bontà d adattamento = Pesaran-Tmmermann test statstc = [.000] Pseudo-R-Squared = Le varabl presenza d lavoro esterno all azenda da parte del conduttore, nonché presenza d nuov nvestment n azenda, che pure sono state testate per evdenzare l loro eventuale ruolo nella decsone d sottoscrzone delle polzze coltural, non sono rsultate statstcamente sgnfcatve nell mplementazone dell anals. 5. Alcune consderazon conclusve In questo studo s è cercato d dare evdenza a que fattor n grado d poter nfluenzare la scelta azendale d sottoscrvere una polzza asscuratva sulle colture. Utlzzando un modello logt, l anals econometrca mplementata ha permesso d evdenzare, come prmo aspetto mertevole d commento, l forte convolgmento delle mprese con grande dmensone economca nella stpula d asscurazon agrcole. Tale eventualtà, se non sorprendente dal punto d vsta teorco, nvta però a rflettere sul ruolo socale dell ntervento pubblco nella gestone del rscho n agrcoltura, soprattutto se relegato esclusvamente al sostegno de prem delle polzze. Infatt, la forte propensone a stpulare una polzza asscuratva denotata dalle azende d grand dmenson, convolge quella tpologa azendale che maggormente dovrebbe essere n grado d gestre n manera autonoma le sngole font rscho. Non s capsce qund perché debba essere lo Stato a sobbarcars questo onere. E evdente che l attuale natura dell ntervento pubblco tene fuor dalla sua protezone quelle mprese che dovrebbero nvece essere prncpal destnatar, e benefcar, d un ntervento governatvo, se consderamo la natura socale dello stesso ntervento. Anche gl altr rsultat ottenut sono n lnea con quanto evdenzato n letteratura nel corso degl ann. Come atteso, l anals conferma la maggore propensone ad asscurare le propre colture da

13 parte delle azende che percepscono d essere maggormente esposto rspetto al rscho d reddto, msurato con la varabltà della PLV, da ch ha un maggore peso dell ndebtamento sul captale propro, da ch ha gà rcevuto ndennzz. S asscura meno, nvece, ch dversfca; eventualtà questa che dovrebbe mettere n dscussone l unvoctà dell attuale forma d ntervento pubblco nella gestone del rscho n agrcoltura (Wrght e Hewtt, 1994). Un aspetto che merta d essere evdenzato è quello della prevalenza d agrcoltor asscurat nel nord Itala; tale rsultato, evdentemente, va collegato alle dfferenze socal e alla dversa tradzone e ruolo che le vare forme d assocazonsmo gocano n questo terrtoro rspetto alle regon centro-merdonal del nostro paese. Tal rsultat, sembrano ntrodurre la necesstà d una nuova vsone dell ntervento pubblco nella gestone del rscho e delle crs nel settore prmaro. Le prncpal lezon che s possono trarre dal passato, possono essere rassunte nella mancata comprensone della rlevanza de fattor d rscho e de loro potenzal effett sul benessere degl agrcoltor; tal effett, e qund l valore d possbl poltche pubblche che rducono l rscho, rchedono po che rsch affrontat dagl agrcoltor sano msurat n termn de lvell de consum delle famgle agrcole, e non del reddto corrente (Cuff, 2005). Molto spesso, nfatt, le mprese agrcole sono a carattere famlare e le varazon ndesderate nel lvello de reddt dervant dalla produzone possono ntaccare consum della famgla. Eventualtà, questa, molto pù sentta nelle zone n cu rsulta meno agevole dversfcare le font d reddto con attvtà extra-agrcole. Molt rsch, po, possono essere gestt effcacemente dagl agrcoltor, sa attraverso la dversfcazone delle font d reddto, sa attraverso l uso d meccansm, qual l rsparmo e l credto, con qual s possono gestre fluttuazon d reddto lmtate senza l esgenza d un sostegno pubblco. Al fne d evtare neffcenze e sprech d rsorse pubblche, tuttava dovrebbe essere fatta una dstnzone non surrettza tra l normale rscho d mpresa e gl event effettvamente dsastros. Gl agrcoltor dovrebbero conservare la responsabltà prncpale della gestone del normale rscho d mpresa, per l quale dovrebbero essere sempre evtate azon pubblche che tendono a sostturs alle azon prvate. In questa drezone appare promettente l tentatvo d collegare poltche e strument d gestone del rscho d reddto dvers 20. Rmangono altresì assent strument n grado d coprre stuazon estreme, che vanno pensat e valutat. In questa ottca, l obettvo ultmo dell ntervento pubblco dovrebbe essere quello d accrescere l potenzale d autoasscurazone degl agrcoltor contro rsch meno grav a lvello d azenda, ad esempo sostenendo gl agrcoltor nel mglorare la 20 S fa rfermento ad esempo alla possbltà d offrre n garanza la sottoscrzone d una polzza asscuratva sulle colture n sede d rchesta d fnanzamento presso sttut bancar.

14 protezone attva (ret ant-grandne, rrgazone contro la scctà, ecc.); mplementando un sstema d montoraggo de prezz e delle quanttà scambate su dvers mercat nazonal, n modo da poter certfcare e fronteggare velocemente le crs d mercato; mglorando l accesso al credto, che è fondamentale per la gestone d cassa ne moment d dffcoltà dell azenda; ncentvando la dffusone d strument nnovatv qual fond mutualstc e coperture ndczzate, n cu la presenza pubblca potrebbe essere relegata utlmente alla garanza del funzonamento degl strument e alla forntura d nformazon. Bblografa Babcock, B.A. and Hart, C.E. (2005), Influence of the premum subsdy on farmers crop nsurance coverage decsons,workng Paper No. 05-WP 393, Center for Agrcultural and Rural Development, Iowa State Unversty, Ames, IA. Barnett, B.J., Skees, J.R. and Hourgan, J.D. (1990), Examnng partcpaton n federal crop nsurance, Staff Paper No. 275, Department of Agrcultural Economcs, Unversty of Kentucky, Lexngton, MA. Borrello R., Asscurazon, gestone de rsch n agrcoltura e garanza de reddt, paper presentato da ISMEA, 25 marzo 2003, Roma. Bourgeon, J.-M. and Chambers, R. G. (2003) Optmal area-yeld crop nsurance reconsdered, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, 85, Cafero C., Captano F., Coff A., Coppola A. Rsk and Crses Management n the reformed European Agrcultural Crses Polcy, Canadan Journal of Agrcultural Economcs, Specal Issue December Captano F., (2006), L ntervento pubblco nel campo delle asscurazon agrcole n Itala: ncongruenze e rsultat, Poltca Agrcola Internazonale, N. 4, Chambers, R. G. (1989) Insurablty and Moral Hazard n Agrcultural Insurance Markets, Amercan Journal of Agrcultural Economcs 71, Coff A. (2005). Il ruolo delle poltche per la stablzzazone de reddt agrcol. Nuovo drtto agraro, 1/2005. Commssone CE, Proposta d Regolamento del Consglo che stablsce norme comun relatve a regm d sostegno dretto agl agrcoltor nell ambto della poltca agrcola comune e sttusce talun regm d sostegno a favore degl agrcoltor, COM(2008) 306/4, Bruxelles, De Flpps F., L Health check e l processo d rforma della Pac, n F. De Flpps (a cura d), L Health check della Pac - Una valutazone delle prme proposte della Commssone, Quadern del Gruppo 2013, Edzon Tellus, Roma Doherty, N. and Donne, G. (1993) Insurance wth undversfable rsk: contract structure and organzaton form of nsurance frms, Journal of Rsk Uncertanty, 6,

15 Coble, K.H., Knght, T.O., Poe, R.D. andwllams, J.R. (1997), An expected ndemnty approach to the measurement of moral hazard n crop nsurance, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, Vol. 79 No. 1, pp Gardner, B.L. and Kramer, R.A. (Eds) (1986), Experence wth crop nsurance programs, n The Unted States: Crop Insurance for Agrcultural Development: Issues and Experence, Johns Hopkns Unversty Press, Baltmore, MD. Goodwn, B.K. (1993), An emprcal analyss of the demand for crop nsurance, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, Vol. 75, pp Goodwn, B.K. and Kastens, T.L. (1993), Adverse selecton, dsaster relef, and the demand for multple perl crop nsurance, contract report for the Federal Crop Insurance Corporaton. Gujarat, D.N. (2003): Basc Econometrc, McGraw-Hll New York, pp Just, R.E. and Calvn, L. (1993), Adverse selecton n US crop nsurance: the relatonshp of farm characterstcs to premums, unpublshed manuscrpt, College of Agrculture and Natural Resources, Unversty of Maryland, College Park, MD. Just, R. E., Calvn, L. and Quggn, J. (1999) Adverse selecton n crop nsurance: actuaral and asymmetrc nformaton ncentves, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, 81, Knght, T.O. and Coble, K.H. (1997), Survey of US multple crop nsurance lterature snce 1980, Revew of Agrcultural Economcs, Vol. 19, pp Makk, S.S. and Somwaru, A. (1999), Demand for yeld and revenue nsurance: factorng n rsk, ncome and cost, Agrcultural Outlook, Economc Research Servce, US Department of Agrculture, pp , avalable at: dec1999/ao267g.pdf Makk, S.S. and Somwaru, A. (2001), Farmers partcpaton n crop nsurance markets: creatng the rght ncentves, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, Vol. 83, pp Mahul, O. (1999) Optmum area yeld crop nsurance, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, 81, Mranda, M. J. (1991) Area yeld crop nsurance reconsdered, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, 73, Mranda, M. and Glauber, J. (1997) Systemc rsks, rensurance, and the falure of crop nsurance markets, Amercan Journal of Agrcultural Economcs, 79, Serra, T., Goodwn, B.K. and Featherstone, A.M. (2003), Modelng changes n the US demand for crop nsurance durng the 1990s, paper presented at the Amercan Agrcultural Economcs Assocaton Annual Meetngs, Montreal. Shak, S., Coble, K.H. and Knght, T.O. (2005), Revenue crop nsurance demand, paper presented at the Amercan Agrcultural Economcs Assocaton Annual Meetngs, Provdence, RI. Wooldrdge, J. (2002): Econometrc Analyss of Cross Secton and Panel Data, MIT Press, Cambrdge, MA. Wrght, B. D. and Hewtt, J. A. (1994) All-rsk crop nsurance: lessons from theory and experence, n Economcs of agrcultural crop nsurance: theory and evdence (Eds) D. L. Hueth and W. H. Furtan, Boston/Dordrecht/London: Kluwer Academc Publshers, pp

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA DEL 4 CIRCOLO DI FORLI' Va Gorgna Saff, n.12 Tel 0543/33345 fax 0543/458861 C.F. 80004560407 CM FOEE00400B e-mal foee00400b@struzone.t - posta cert.: foee00400b@pec.struzone.t sto web:

Dettagli

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/9/2) ECONOMIA E POLITICA DEL SETTORE ITTICO 1.INTRODUZIONE. LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE (una applcazone ad un contesto

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile Agenza Nazonale per le Nuove Tecnologe, l Energa e lo Svluppo Economco Sostenble RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Ottmzzazone termofludodnamca e dmensonamento d uno scambatore d calore n controcorrente con

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel Zuccarello Francesco Laboratoro d Fsca II Msura della dstanza focale d una lente convergente Metodo d Bessel A.A. 003-004 Indce Introduzone..pag. 3 Presuppost Teorc.pag. 4 Anals de dat.pag. 8. Modo d operare...pag.

Dettagli

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica.

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica. ppunt per l corso d Laboratoro d Fsca per le Scuole Superor rgoent Msure d corrente elettrca contnua, d dfferenza d potenzale e d resstenza elettrca. Struent d sura: prncp d funzonaento. Coe s effettuano

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso 2010 Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso seconda edzone rveduta e corretta 2010 PRESENTAZIONE L amca e brava Nada Garbelln, autrce d questa bella e semplce

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI UT D MPEGO DE DOD addrzzare ad na seonda. l crcto pù seplce, che pega l dodo coe raddrzzatore d na tensone alternata, è rappresentato n Fg.. n esso n generatore deale d tensone alternata l c valore stantaneo

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE REPBBLCA TALANA Doo. N, 7 gšfl- n.a.r. [../', 1- EGOEE S1(ìrL1.fiNA AS SES SORATO REGONALE DEl..L.'ENERGA E DE SERVZ D PUBBLCA UTLTÀ DPARTMENTO REGONALE DE.,'ACQUA E DE RFUT ui', L DRGENTE GENERALE VSTO

Dettagli

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA LA SCUREZZA NON VA VSTA COME UN MPEDMENTO A SVOLGERE LA PROPRA ATTVTA, MA DVENTA PARTE NTEGRANTE DELL ATTVTA STESSA Dott.ssa Benedetta Persechino - SPESL - DML 1895 SCOPERTA DE RAGG X RADOATTVTA PROPRETA

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma.

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma. D: 382320 MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 CRCOLARE N. 21 Roma.._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ DPARTMENTO DELLA RAGONERA GENERALE DELLO STATO SPETTORATO GENERALE PER GL ORDNAMENT DEL PERSONALE UFFCO V

Dettagli

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI Fltraggo d un segnale EABORAZIOE DI SEGAI E IAGII. Bertero P. Boccacc bertero@ds.unge.t boccacc@ds.unge.t Al ne d glorare la qualtà d un segnale dgtale una tecnca d prara portanza è l ltraggo. Con l quale

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA Quado s vuole valutare u parametro θ ad esempo: meda, varaza, proporzoe, oeffete d regressoe leare, oeffete d orrelazoe leare, e) d ua popolazoe medate u ampoe asuale,

Dettagli

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m w w w. a x o t a l a. c o m SISSIWEB AXIOS SIDI INVIO SMS INVIO EMAIL ACQUISIZIONE ASSENZE - DA SCANNER - DA PALMARE C/C POSTALE E BANCARIO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI GESTIONE ORARIA DEL PERSONALE PRIVACY

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI Corrispettivi delle attività di progettazione e delle altre attività ai sensi dell articolo 17, comma 14 bis, della legge 11 febbraio 1994 n.109 e successive modifiche. l MNSTRO DELLA GUSTZA di concerto

Dettagli

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO INEMTI DE ORPO RIGIDO o tudo della geometra degl potament de punt d un tema materale potzzato come rgdo rentra n quella parte della Meccanca laca che è la nematca. a cnematca tuda pobl movment d un corpo

Dettagli

Contratto di Assicurazione Multirischi. Eura Salute Di più

Contratto di Assicurazione Multirischi. Eura Salute Di più Fascicolo nformativo Europ Assistance talia S.p.A. Contratto di Assicurazione Multirischi Eura Salute Di più l presente Fascicolo nformativo, contenente: - Nota nformativa, comprensiva del glossario; -

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset 8a resentazone della lezone 8 /6 Obettv come s tene conto della lmtazone d ampezza e d veloctà come s tene conto della lmtazone d reqenza come s tene conto degl oset 8a saper preved. col calcolo l nlenza

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14 STTUTO COMPRENSVO UGO FOSCOLO SCUOLA SECONDARA D 1 GRADO PANO ANNUALE DELLE ATTVTA' A.S. 2013/14 PROT. N. 5991 /A-19 Vescovato, 19/09/2013 Data Giorno Sedi scolastiche Classi Orario Durata ATTVTA' COLLEGO

Dettagli

La sfida della scienza del clima. Antonio Navarra Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

La sfida della scienza del clima. Antonio Navarra Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia La sfda della scenza del clma Antono Navarra Isttuto Nazonale d Geofsca e Vulcanologa INGV - Ist tuto Nazonal le d Geofsca e Vulcanologa - Italy Arstotele Raffello, la Scuola d Atene De Meteorologca le

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

STATISTICA Lezioni ed esercizi

STATISTICA Lezioni ed esercizi Uverstà d Toro QUADERNI DIDATTICI del Dpartmeto d Matematca MARIA GARETTO STATISTICA Lezo ed esercz Corso d Laurea Botecologe A.A. / Quadero # Novembre M. Garetto - Statstca Prefazoe I questo quadero

Dettagli

PRODOTTO UVA DA VINO E PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI,

PRODOTTO UVA DA VINO E PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI, Strada dei mercati, 17 43126 Parma Tel.0521984996 Fax 0521950084 info@codiparma.it www.codiparma.it Oggetto: Campagna assicurativa 2015 Spett.le Socio, da quest anno le risorse finanziare sono reperite

Dettagli

Università degli Studi di Ancona Facoltà di Economia Giorgio Fuà

Università degli Studi di Ancona Facoltà di Economia Giorgio Fuà Università degli Studi di Ancona Facoltà di Economia Giorgio Fuà Corso di laurea specialistico: FNANZA, BANCHE E ASSCURAZON (Classe 19/S) Percorso: Borsa e Mercati Struttura e funzionamento dei mercati

Dettagli

39100 Bolzano/Bozen Viale Druso/Drususallee 289 Nr.Str./Cod.fisc.: 80002160218

39100 Bolzano/Bozen Viale Druso/Drususallee 289 Nr.Str./Cod.fisc.: 80002160218 REPUBBLICA ITALIANA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Isttuto Comprensvo d scuola prmara e secondara d prmo grado n lngua talana BOLZANO II DON BOSCO REPUBLIK ITALIEN AUTONOME PROVINZ BOZEN SUDTIROL

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. ECONOMC NZNT' TRECESM MENSLT' RRETRT NNO CORRENTE RRETRT PER NN PRECEDENT RECUPER PER RTR SSENZE ECC. mporto Totale N Mesi

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio.

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio. Guida Rapida Guida Rapida Progetto Telefoni N e x t Collegati ai sistemi Progetto 35 PROMELT Meglio comunicare meglio. Telefoni PROGETTO NEXT Telefono ntercomunicante PROGETTO NEXT l Vs. apparecchio ha

Dettagli

Dental Buyer Club - Corso Milano 23, 20090 Monza (MB) info@dentalbuyerclub.com - IVA 08937120965 PRIVACY POLICY

Dental Buyer Club - Corso Milano 23, 20090 Monza (MB) info@dentalbuyerclub.com - IVA 08937120965 PRIVACY POLICY PRIVACY POLICY Dental Buyer Club S.r.l. rispeta la privacy dei suoi visitatori. La salvaguardia della riservatezza dei dat personali dei nostri client e delle persone con le quali entriamo in contato è

Dettagli

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI 6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI Consdeao un sstea d n unt ateal con n > nteagent ta loo e con l esto dell unveso. Nello studo d un tale sstea sulta convenente scooe la foza agente ( et) sull

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 2 Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO Modulo 2 Dall Idea al Progetto 2

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Unità 2 Inviluppo di volo secondo le norme F.A.R. 23

Unità 2 Inviluppo di volo secondo le norme F.A.R. 23 Untà Invlupp d vl secnd le nrme F.A.R. 3.1 Il dgrmm d mnvr Cn rferment qunt rprtt nel prgrf 1.4 dell precedente Untà s può scrvere: n f z L 1 ρscl 1 ρs CL v ( cs t) C v L uest sgnfc che per un dt qut (ρ)

Dettagli

becomingossola.com Condizioni generali di utilizzo per utenti

becomingossola.com Condizioni generali di utilizzo per utenti becomingossola.com Condizioni generali di utilizzo per utenti Il presente documento defnisce le condizioni generali ( Condizioni ) per l utlizzo del sito internet www.becomingossola.com ( Sito web ) da

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

NUTRIRE IL MONDO, TUTELARE LA QUALITÀ

NUTRIRE IL MONDO, TUTELARE LA QUALITÀ TÀ E I R EE P L O PR TUA RE: A T LE ENT ggo L e TE M IN ALI un v gn e m on O d R m z AG ppe me, ov lno t no nn t e r e bo t f r lc e d pp T m Pr E, R I DO R T N U N MO RE À A T I L L I TE AL e v t t U

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER Milano, 31 Gennaio 2014 Spett.le Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico Direzione Mercati Unità Mercati Elettrici all'ingrosso Piazza Cavour 5 20121 Milano Osservazioni al DCO 587/2013/R/eel

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

PROTEZIONE DAI CONTATTI INDIRETTI NEI SISTEMI TT

PROTEZIONE DAI CONTATTI INDIRETTI NEI SISTEMI TT POTEZONE DA CONTATT NDETT NE SSTEM TT Appunti a cura dell ng. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d ngegneria dell Università degli

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante

L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante Abstract L energia elettrica derivante da fonti rinnovabili è esente da accisa

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

Vittoria Tutela Futuro- Classic Più

Vittoria Tutela Futuro- Classic Più FCCL FMTV sscuraze Vta Tempraea captale e prem cstate - tar. Vttra Tutela Futur- Classc Pù Per garatre Per garatre l futur l che futur vu, che alle vu, perse alle perse che am che am l presete Fasccl frmatv

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

CAPITOLO 18 STABILITÀ DEI PENDII

CAPITOLO 18 STABILITÀ DEI PENDII Captolo 8 CAPITOLO 8 8. Frae 8.. Fattor e cause de movmet fraos Per fraa s tede u rapdo spostameto d ua massa d rocca o d terra l cu cetro d gravtà s muove verso l basso e verso l estero. I prcpal fattor

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

RAPPORTO SULLO STATO DELL AGRICOLTURA RAPPORTO SULLO STATO DELL AGRICOLTURA 2013. collana PUBBLICAZIONI CONGIUNTURALI E RICERCHE MACROECONOMICHE

RAPPORTO SULLO STATO DELL AGRICOLTURA RAPPORTO SULLO STATO DELL AGRICOLTURA 2013. collana PUBBLICAZIONI CONGIUNTURALI E RICERCHE MACROECONOMICHE RAPPORTO SULLO STATO DELL AGRICOLTURA 2013 collana PUBBLICAZIONI CONGIUNTURALI E RICERCHE MACROECONOMICHE RAPPORTO SULLO STATO DELL AGRICOLTURA 2014 INEA 2014 RAPPORTO SULLO STATO DELL AGRICOLTURA 2014

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 20.6.2014 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 181/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 639/2014 DELLA COMMISSIONE dell 11 marzo 2014 che integra il regolamento (UE)

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Liquidity Coverage Ratio: requisiti di informativa pubblica Gennaio 2014 (versione aggiornata al 20 marzo 2014) La presente pubblicazione è consultabile sul

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello SISMO Storia sismica di sito di ManOppello Rapporto tecnico per conto del: Dr. Luciano D Alfonso, Sindaco Comune di Pescara (PE) Eseguito da: Umberto Fracassi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli