Veicolo elettrico utilizzato per l econoleggio. Veicoli elettrici per i servizi dell ente

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Veicolo elettrico utilizzato per l econoleggio. Veicoli elettrici per i servizi dell ente"

Transcript

1 Veicolo elettrico utilizzato per l econoleggio Veicoli elettrici per i servizi dell ente Micro Bus 6 posti Veicolo ideale per il trasporto persone: navette, interscambi, courtesy car, fiere, trasporto personale aziendale, ampio vano di accesso grazie alle due porte laterali scorrevoli, vetratura panoramica, il tutto nel minimo ingombro. 1. Descrizione dell'intervento L Amministrazione Comunale di Reggio Emilia si è da tempo attivata nel campo della mobilità sostenibile e della qualità dell aria; infatti, uno dei principali impegni strategici di lungo periodo è quello di operare sul sistema di mobilità interna ed esterna al centro urbano al fine di ridurre l inquinamento atmosferico e migliorare la vivibilità urbana. Per attuare tali indirizzi politici, sono stati eseguiti numerosi interventi: l adozione di mezzi pubblici a basso impatto ambientale (minibus a trazione IBRIDA per il centro cittadino); l acquisto di mezzi pubblici ecocompatibili (bus urbani a GPL, bus extraurbani a trazione diesel omologati Euro 3, taxi a metano o GPL); l uso di carburanti a minor impatto ambientale (come il gasolio a bassissimo tenore di zolfo) e di sistemi di filtrazione antiparticolato (CRT) sui bus urbani; gli incentivi dati direttamente dal Comune per la conversione dei veicoli privati da benzina a GPL e metano; la sperimentazione e la verifica costante di nuove tecnologie. Nell ambito di questo processo, e grazie alla collaborazione tra Amministrazione Comunale, Agenzia Locale per la Mobilità (ACT) e TIL Srl, azienda leader in Europa per il noleggio di autoveicoli elettrici (ECONOLEGGIO) nel 2002 è nato il progetto veicoli elettrici per i servizi del Comune che è stato portato a termine nel L intervento consiste nel rinnovo del parco macchine in dotazione al Comune di Reggio Emilia tramite la dismissione dell'autorimessa comunale e l affido del servizio all Azienda Consorziale Trasporti di Reggio Emilia (ACT) attraverso un apposita convenzione che prevede la sostituzione di gran parte dei vecchi autoveicoli con nuovi automezzi ambientalmente più sostenibili (elettrici). Più in dettaglio, ACT ha stipulato un contratto di noleggio con la propria società di scopo TIL Srl, controllata al 94,51%, mediante il quale si è messa a disposizione dell Ente la flotta di autoveicoli elettrici con la formula del noleggio a lungo termine. TIL ha inoltre realizzato le colonnine per la ricarica energetica dei veicoli nei siti ove gli stessi sono ricoverati. Nel 2003 è stato avviato il servizio di noleggio (senza conducente) di lungo periodo di veicoli a trazione elettrica che TIL Srl ha consegnato al Comune di Reggio Emilia per lo svolgimento delle varie mansioni dei dipendenti comunali.

2 2. Ambito di riferimento I veicoli elettrici acquistati da TIL non sono impiegati solamente per le attività del Comune di Reggio Emilia, ma vengono utilizzati anche per lo svolgimento di altri servizi per la collettività: trasporto pubblico, raccolta rifiuti, distribuzione merci in centro storico, assistenza domiciliare ed ai disabili. Il servizio viene svolto attraverso l'econoleggio (da 1 ora fino a 3 anni) l acquisto diretto dei veicoli da parte di soggetti utilizzatori diversi dal Comune (aziende consociate, imprese commerciali). I veicoli elettrici immatricolati adibiti ad altri servizi risultano essere 225. In particolare si segnalano due importanti iniziative: Il 1 gennaio 2001 è iniziato il servizio di noleggio senza conducente di veicoli a trazione elettrica che TIL ha dato a FCR (Farmacie Comunali Riunite) di Reggio Emilia nell ambito dei servizi assistenziali alla persona effettuati da quest ultima per conto del Comune di Reggio Emilia. Si tratta di una flotta di 45 veicoli che, con contratto di noleggio di lungo periodo, FCR impiega per l assistenza domiciliare ad anziani e disabili. I veicoli hanno sostituito il precedente parco composto da altrettante automobili a benzina. TIL ha acquistato con il contributo del Ministero dell Ambiente 50 dei suddetti veicoli di cui 45 assegnati ad FCR e 5 impiegati quale scorta del parco Progetto Ariamia: da una convenzione stretta tra Confcommercio e TIL e grazie a un contributo della Camera di Commercio di Reggio Emilia ed una azienda leader nel settore elettronico, Zapi Spa, è nato il progetto di noleggio di mezzi elettrici ai commercianti che operano nel Centro Storico per movimentare le loro merci. I commercianti aderenti al progetto potranno quindi usufruire per due anni di un veicolo elettrico a canone agevolato, contribuendo così all'abbattimento sia delle emissioni inquinanti che dell inquinamento acustico nel Centro di Reggio Emilia 3. Tipo di mobilità Trasporto di persone e cose nell ambito di servizi di interesse pubblico e /o commerciale 4. Caratteristiche e dimensioni dell intervento Attraverso l'attuazione di questo progetto sono stati sostituiti 76 dei 129 mezzi di proprietà comunale in precedenza alimentati a benzina o a gasolio, per una spesa complessiva di euro ,90 per il 35 % finanziati da T.I.L per un importo complessivo pari a euro ,12, (Iva 20% esclusa) e per il restante 65 % dal Ministero dell Ambiente (Decreto Ronchi), per un importo complessivo pari a euro ,70 (Iva 20% esclusa). 5. Informazione e promozione L intervento è stato pubblicizzato presso la cittadinanza tramite conferenze stampa, realizzazione di filmati e fotografie, articoli apparsi su giornali e riviste, manifesti e materiale informativo stampato, il sito web del Comune, un convegno, la realizzazione di un CD-Rom. 6. Effetti attesi Ridurre le emissioni inquinanti in atmosfera (l'impiego di un'auto elettrica tipologia Porter Piaggio, infatti, rispetto ad un autoveicolo di un analoga categoria (Fiat Panda) a 1

3 motorizzazione endotermica consente una riduzione delle emissioni di CO2 pari a circa 100 g/km, di CO pari a circa 3,64 g/km, di NOx, pari a circa 0,21 g/km ed inoltre di PM10, HC. I parametri sono considerati al netto delle emissioni in atmosfera della centrale termica deputata alla produzione dell energia elettrica). Ridurre i pericoli per la salute umana e per la qualità della vita derivanti dalle emissioni nell'atmosfera di sostanze chimiche nocive o pericolose da parte degli autoveicoli. Sensibilizzare la collettività all'impiego di mezzi sostenibili per gli spostamenti privati; Educare la collettività a scelte sostenibili anche negli acquisti, orientando il mercato verso le aziende che producono prodotti eco-compatibili, come ad esempio i veicoli elettrici; Diffondere il know how acquisito dal Comune di Reggio Emilia; Ridurre l inquinamento acustico dell ambiente urbano, fonte di disturbo per la collettività; Contribuire a rispettare i parametri disposti dalle Direttive europee in materia di qualità dell aria nel 2005 (<50 mg di polveri fini per metro cubo al giorno e <40 mg di media all anno); Risparmio economico nell'immediato dovuto al mancato acquisto della benzina e del gasolio. 7. Risultati ottenuti Le principali ricadute positive dell'attuazione di questo progetto sono relative al contenimento sia della rumorosità sia delle emissioni in atmosfera in ambito urbano derivanti dalla necessità di spostamento dei dipendenti comunali per l espletamento dei servizi di competenza dell Ente. In tal modo l'amministrazione comunale dà il proprio contributo diretto al rispetto dei parametri di qualità dell aria previsti dalle Direttive europee per il 2005 (<50 mg di polveri fini per metro cubo al giorno e <40 mg di media all anno). L attuazione del progetto permette altresì all'amministrazione comunale di dare attuazione ai criteri di sostenibilità indicati dalla VAS ed in particolare: Limitare le emissioni di gas a effetto serra che contribuiscano al riscaldamento globale e ai cambiamenti climatici (VAS criterio 8 obiettivo 1); Ridurre i pericoli per l'ecosistema, la salute umana e la qualità della vita derivanti dalle emissioni nell'atmosfera, nelle acque e nel suolo di sostanze chimiche nocive o pericolose (VAS criterio 8 obiettivo 7). Il ricorso a veicoli a trazione elettrica consente inoltre di ottenere una riduzione dell inquinamento acustico nell area urbana. Dimensione ambientale dell intervento 76 mezzi elettrici sul totale di 129 mezzi del Comune km complessivi percorsi /anno = riduzione complessiva di CO2 = kg /anno riduzione complessiva di CO = kg 2.161/anno riduzione complessiva di NOx = kg 125 /anno litri complessivi di carburante risparmiato = Dimensione sociale dell intervento 1 cd rom dedicato alle auto elettriche realizzato e distribuito alla cittadinanza sull utilizzo di veicoli elettrici per diffondere una cultura della mobilità sostenibile a livello locale; ampliamento della gamma di servizi offerta garantendo la tutela della salute dei cittadini 2

4 Dimensione istituzionale dell intervento 50 circa le riunioni effettuate dal 2001 a oggi tra i partner dell azione di sistema 25 circa gli articoli pubblicati su stampa locale dal 2001 sul tema della sostituzione dei mezzi comunali con mezzi elettrici 3 convegni rivolti ai cittadini sui mezzi elettrici comunali tenuti a Reggio Emilia; 10 gli interventi in convegni fuori Reggio Emilia per la presentazione del progetto 8. Valutazione dell esperienza L esperienza si è dimostrata estremamente positiva e di elevato gradimento. Non vi è stata alcuna voce critica, anzi numerosi sono stati gli apprezzamenti e le richieste da parte dei cittadini perché tali veicoli venissero utilizzati anche dai commercianti per le consegne nell area urbana. Per questo progetto, la città di Reggio Emilia ha inoltre conquistato nel 2003 un importante primato a livello internazionale: quello di prima città elettrica d Europa, aggiudicandosi il prestigioso Global E-Visionary Award, il più significativo riconoscimento assegnato a livello mondiale dalla WEVA (World Electric Vehicle Association) alle città che si sono contraddistinte per il loro impegno nell uso e nella diffusione di veicoli elettrici in ambito urbano. 9. Evoluzione in corso e possibili sviluppi del progetto Attualmente in città sono 301 gli autoveicoli elettrici impiegati quotidianamente dalle aziende pubbliche e private per le attività di trasporto passeggeri, trasporto merci e per l erogazione di servizi. L obiettivo è di continuare la promozione per la diffusione del veicolo elettrico: a fine 2005 si auspica di incrementare ancora di 100 veicoli 3

5 Veicoli elettrici per assistenza domiciliare ad anziani e disabili Veicoli elettrici per i servizi di assistenza agli anziani Glass Van con pedana DISABILI Veicolo elettrico con capacità 3 posti più disabile. La pedana per il sollevamento e la posa della carrozzina è comandata elettricamente, consentendone il trasporto senza nessun tipo di sforzo fisico. Ideale per Associazioni, Enti o Famiglie che svolgano assistenza ai disabili in carrozzina 1. Descrizione dell'intervento Il progetto, elaborato a partire dal 2000, è stato realizzato grazie alla collaborazione dell'azienda Farmacie Comunali Riunite, società a completo controllo dell Amministrazione Comunale di Reggio Emilia e TIL Srl, società di capitali controllata al 94,51% dal Consorzio ACT e partecipata al 5,14% da Farmacie Comunali Riunite. L intervento è consistito nella sostituzione completa del parco veicolare - 45 Fiat Panda, tutte alimentate a benzina - utilizzato dagli Operatori Socio Assistenziali (OSA) per le proprie attività di assistenza domiciliare agli anziani e disabili. L azienda Farmacie Comunali Riunite, che deteneva il precedente contratto di noleggio, previo esperimento di gara d appalto ha affidato a TIL Srl la gestione del servizio di noleggio (ECONOLEGGIO) mediante l utilizzo di autoveicoli elettrici. TIL ha inoltre realizzato le colonnine per la ricarica energetica dei veicoli nei siti ove gli stessi sono ricoverati, ovvero nelle 8 sedi circoscrizionali in cui vengono svolti i servizi assistenziali a domicilio. Il servizio di noleggio (senza conducente) di lungo periodo degli autoveicoli a trazione elettrica che TIL Srl ha consegnato alle Farmacie Comunali Riunite Comune di Reggio Emilia è iniziato nel Mediante la stipula di accordi con associazioni di volontari, l azienda Farmacie Comunali di Reggio Emilia ha inoltre messo in campo una sorta di CAR SHARING SOCIALE dei veicoli della flotta. Infatti, alcuni di essi, quando non vengono utilizzati per la loro funzione principale, sono concessi in comodato gratuito ad operatori volontari che ne usufruiscono per accompagnare utenti disabili a compiere attività sociali e ricreative. 2. Ambito di riferimento Le otto circoscrizioni di Reggio Emilia in cui viene svolto il servizio di assistenza domicialiare ad anziani e disabili. 3. Tipo di mobilità Trasporto individuale su veicoli motorizzati per espletare un servizio di utilità pubblica. Categoria di utenti interessata: operatori socio-assistenziali e volontari. 4

6 4. Caratteristiche e dimensioni dell intervento Sono state sostituite le 45 fiat Panda per una spesa complessiva di ,20 euro, il 35 % dei quali a carico di TIL srl, per un importo pari a euro ,17 (Iva 20 % esclusa), e il restante 65% a carico del Ministero dell Ambiente (Decreto Ronchi ) per un importo pari a euro ,03 (Iva 20 %esclusa). 5. Informazione e promozione L intervento è stato pubblicizzato presso la cittadinanza tramite conferenze stampa, realizzazione di filmati e fotografie, articoli apparsi su giornali e riviste, manifesti e materiale informativo stampato, il sito web del Comune, un convegno, la realizzazione di un CD-Rom. 6. Effetti attesi Ridurre le emissioni inquinanti in atmosfera (l'impiego di un'auto elettrica tipologia Porter Piaggio, infatti, rispetto ad un autoveicolo di un analoga categoria a motorizzazione endotermica consente una riduzione delle emissioni di CO2 pari a circa 100 g/km, di CO pari a circa 3,64 g/km, di NOx, pari a circa 0,21 g/km ed inoltre di PM10, HC. I parametri sono considerati al netto delle emissioni in atmosfera della centrale termica deputata alla produzione dell energia elettrica). Ridurre i pericoli per la salute umana e la qualità della vita derivanti dalle emissioni nell'atmosfera di sostanze chimiche nocive o pericolose da parte degli autoveicoli; Sensibilizzare la collettività all'impiego di mezzi sostenibili per gli spostamenti privati; Educare la collettività a scelte sostenibili anche negli acquisti, orientando il mercato verso le aziende che producono prodotti eco-compatibili, come ad esempio i veicoli elettrici; Diffondere il know how acquisito dal Comune di Reggio Emilia; Ridurre l inquinamento acustico dell ambiente urbano, fonte di disturbo per la collettività; Contribuire a rispettare i parametri disposti dalle Direttive europee in materia di qualità dell aria nel 2005 (<50 mg di polveri fini per metro cubo al giorno e <40 mg di media all anno); Risparmio economico nell'immediato dovuto al mancato acquisto della benzina e del gasolio. 7. Risultati ottenuti Le principali ricadute positive dell'attuazione di questo progetto sono relative al contenimento sia della rumorosità sia delle emissioni in atmosfera in ambito urbano derivanti dalla necessità di spostamento degli operatori socio-assistenziali per l espletamento dei servizi di competenza. In tal modo un Azienda deputata a svolgere un servizio di pubblica utilità dà il proprio contributo diretto al rispetto dei parametri di qualità dell aria previsti dalle Direttive europee per il 2005 (<50 mg di polveri fini per metro cubo al giorno e <40 mg di media all anno). L attuazione del progetto permette altresì all'amministrazione comunale di dare attuazione ai criteri di sostenibilità indicati dalla VAS ed in particolare: Limitare le emissioni di gas a effetto serra che contribuiscano al riscaldamento globale e ai cambiamenti climatici (VAS criterio 8 obiettivo 1); Ridurre i pericoli per l'ecosistema, la salute umana e la qualità della vita derivanti dalle emissioni nell'atmosfera, nelle acque e nel suolo di sostanze chimiche nocive o pericolose (VAS criterio 8 obiettivo 7). Il ricorso a veicoli a trazione elettrica consente inoltre di ottenere una riduzione dell inquinamento acustico nell area urbana. 5

7 Dimensione ambientale dell intervento 45 mezzi elettrici sul totale di 45 mezzi dell Azienda FCR km complessivi percorsi nel periodo 01/01/ /10/2004 = km riduzione complessiva di CO2 = kg riduzione complessiva di CO = kg riduzione complessiva di NOx = kg 212 litri complessivi di carburante risparmiato = Dimensione sociale dell intervento polivalente utilizzo dei veicoli favorendo aspetti socio-culturali molto importanti mediante l attivazione di associazioni volontaristiche ( AISM Ass. Italiana Sclerosi Multipla) 8. Valutazione dell esperienza L intervento ha incontrato il gradimento di operatori, cittadini e volontari, non ci sono state voci critiche 9. Evoluzione in corso e possibili sviluppi del progetto Attualmente sono in circolazione 45 veicoli elettrici, 8 dei quali allestiti con pedana per disabili. Possibili sviluppi del progetto riguardano un incremento dell uso multiplo del veicolo durante i periodi di non esercizio. Si prevede pertanto che possa essere sviluppato ulteriormente il car sharing sociale ovvero l offerta a cooperative sociali o enti assistenziali di utilizzo gratuito dei veicoli per fini sociali (es. trasporto di anziani e disabili presso luoghi di divertimento, ricreazione). 6

8 Veicoli elettrici per le attività dei commercianti Veicoli elettrici per le attività commerciali di operatori del centro storico 1. Descrizione dell'intervento Il progetto denominato ariamia nasce dalla collaborazione pubblico/privato ed interessa alcuni operatori commerciali che svolgono le proprie attività di trasporto merci nel centro storico della città di Reggio Emilia. Gli ottimi risultati ottenuti dagli altri 2 progetti realizzati (Veicoli elettrici per i servizi di assistenza domiciliare ad anziani e disabili e Veicoli elettrici per i servizi del COMUNE), hanno avuto la funzione di stimolare e coinvolgere anche le realtà economiche non pubbliche. L intesa raggiunta tra il Comune di Reggio Emilia, TIL Srl, Confcommercio, la Camera di Commercio e ZAPI Spa quale partner finanziario, una importante Azienda leader nel settore dell elettronica che ha sede nella provincia di Reggio Emilia, ha prodotto un progetto innovativo dal punto di vista ambientale ed economicamente vantaggioso. Oggetto del progetto, come nel caso degli altri due precedentemente citati, è l utilizzo di veicoli elettrici mediante la formula del noleggio a lungo termine, precisamente per due 2 anni (ECONOLEGGIO). 7

9 Attraverso l econoleggio il cliente è in grado di utilizzare il veicolo elettrico senza alcun costo aggiuntivo oltre alla ricarica energetica. Inoltre viene garantita la sostituzione gratuita del veicolo in caso di avaria o in caso di manutenzione dello stesso. Attraverso questa modalità di acquisto del servizio, il commerciante non ha il rischio imprenditoriale di aver effettuato un investimento che si possa, nel medio periodo, rivelare non consono alle proprie esigenze, sia economiche sia produttive. Per l intera durata del contratto il cliente ha un costo certo non soggetto ad inaspettate variazioni. Il pacchetto ariamia comprende diversi vantaggi posti in campo dagli attori partecipanti: TIL Srl: convenzione con Confcommercio per un costo del noleggio scontato; Comune di Reggio Emilia: accesso in ZTL gratuito, sosta aree blu gratuita, carico e scarico delle merci 24h/24. Valore del pacchetto: circa 29/mese; Camera di Commercio: abbattimento del canone di noleggio a favore del commerciante mediante erogazione di un contributo a fondo perduto pari ad 41,66/mese per 24 mesi; Zapi Spa: abbattimento del canone di noleggio a favore del commerciante mediante erogazione di un contributo a fondo perduto pari ad 62,50/mese per 24 mesi. Per il cliente finale il costo mensile del noleggio, ricarica energetica esclusa, è pari ad 250 al lordo del pacchetto Comune valutato in 29/mese. Il costo corrisponde al noleggio di un utilitaria ad alimentazione a benzina con il vantaggio economico del risparmio di circa il 50% sul costo del carburante. L intervento è stato progettato nel 2002 ed avviato nel Ambito di riferimento Il centro storico di Reggio Emilia 3. Tipo di mobilità Trasporto di merci tramite veicoli motorizzati. Utenza coinvolta: 22 operatori commerciali del centro storico di Reggio Emilia 4. Caratteristiche e dimensioni dell intervento Il costo totale dell intervento è stato di euro , il 35 % dei quali a carico di T.I.L per un importo pari a euro ,60 (Iva 20% esclusa), e per il restante 65% a carico del Ministero dell Ambiente (Decreto Ronchi ) per un importo pari a euro ,40 (IVA 20% esclusa). 5. Informazione e promozione L intervento è stato pubblicizzato presso la cittadinanza tramite conferenze stampa, realizzazione di filmati e fotografie, articoli apparsi su giornali e riviste, manifesti e materiale informativo stampato, il sito web del Comune, un convegno, la realizzazione di un CD-Rom. 6. Effetti attesi Ridurre le emissioni inquinanti in atmosfera (l'impiego di un'auto elettrica tipologia Porter Piaggio, infatti, rispetto ad un autoveicolo di un analoga categoria a motorizzazione endotermica consente una riduzione delle emissioni di CO2 pari a circa 100 g/km, di CO pari a circa 3,64 g/km, di NOx, pari a circa 0,21 g/km ed inoltre di PM10, HC. I parametri sono considerati al netto delle emissioni in atmosfera della centrale termica deputata alla produzione dell energia elettrica). 8

10 Ridurre i pericoli per la salute umana e la qualità della vita derivanti dalle emissioni nell'atmosfera di sostanze chimiche nocive o pericolose da parte degli autoveicoli; Sensibilizzare la collettività all'impiego di mezzi sostenibili per gli spostamenti privati; Educare la collettività a scelte sostenibili anche negli acquisti, orientando il mercato verso le aziende che producono prodotti eco-compatibili, come ad esempio i veicoli elettrici; Diffondere il know how acquisito dal Comune di Reggio Emilia; Ridurre l inquinamento acustico dell ambiente urbano, fonte di disturbo per la collettività; Contribuire a rispettare i parametri disposti dalle Direttive europee in materia di qualità dell aria nel 2005 (<50 mg di polveri fini per metro cubo al giorno e <40 mg di media all anno); 7. Risultati ottenuti Dimensione ambientale 22 mezzi elettrici del progetto Ariamia km complessivi percorsi in 12 mesi = km riduzione complessiva di CO2 = kg riduzione complessiva di CO = kg 854 riduzione complessiva di NOx = kg 49 litri complessivi di carburante risparmiato = Dimensione sociale prima concreta sperimentazione di utilizzo di autoveicoli a trazione elettrica da parte di aziende private Dimensione economica 22 veicoli a trazione elettrica acquistati da TIL Srl (società a completa partecipazione pubblica) di impegno economico complessivo da parte di TIL (anno 2001), pari al 35% del totale fatture imputabili a tale acquisto (IVA 20% esclusa) ovvero il rimanente 65% del totale fatture imputabili a tale acquisto è stato finanziato dal Decreto "Ronchi" ( IVA 20% esclusa) 8. Valutazione dell esperienza Le segnalazioni ricevute attraverso il servizio Infoambiente dicono che l esperienza si è dimostrata estremamente positiva e di elevato gradimento. Non vi è stata alcuna voce critica. Anzi, l utilizzazione da parte dei commercianti dei veicoli a trazione elettrica per le consegne nell area urbana ha risposto ad una richiesta partita dai cittadini stessi. 9. Evoluzione in corso e possibili sviluppi del progetto L obiettivo dell amministrazione comunale è di aumentare la flotta di veicoli elettrici. Lo sponsor ZAPI ha già dato il benestare per il finanziamento di un secondo progetto Ariamia. 9

I PRINCIPALI RICONOSCIMENTI

I PRINCIPALI RICONOSCIMENTI Reggio Emilia, 18 settembre 2008 GIORNATA DELL AUTO ELETTRICA Paolo Gandolfi Ass. alla Mobilità del Comune di Reggio Emilia Giovanni Andrea Ferrari - Presidente T.I.L. S.r.l. I PRINCIPALI RICONOSCIMENTI

Dettagli

L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA

L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA L ESPERIENZA ELETTRICA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA un modello di mobilità sostenibile arch. Alessandro Meggiato Dirigente del Servizio Politiche per la Mobilità Comune di Reggio Emilia IL CONTESTO abitanti

Dettagli

URBAN EUROPEAN MOBILITY Firenze, Palazzo Vecchio, 7 aprile 2005

URBAN EUROPEAN MOBILITY Firenze, Palazzo Vecchio, 7 aprile 2005 MUOVERE PERSONE E COSE IN AMBITO URBANO CON I VEICOLI ELETTRICI: DA REGGIO EMILIA, PRIMA CITTA ELETTRICA D EUROPA, UN PROGETTO INNOVATIVO DI MOBILITA SOSTENIBILE URBAN EUROPEAN MOBILITY Firenze, Palazzo

Dettagli

AUTO ELETTRICA A REGGIO EMILIA

AUTO ELETTRICA A REGGIO EMILIA AUTO ELETTRICA A REGGIO EMILIA KLIMAMOBILITY 2012, 20 Settembre PAOLO GANDOLFI ASSESSORE MOBILITA e INFRASTRUTTURE COMUNE DI REGGIO EMILIA reggio emilia emilia-romagna abitanti: 170.000 86 giorni di sforamento

Dettagli

L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MOBILITÁ SOSTENIBILE

L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MOBILITÁ SOSTENIBILE L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MILANO, 23 Maggio 2012 PAOLO GANDOLFI ASSESSORE MOBILITA e INFRASTRUTTURE COMUNE DI REGGIO EMILIA IL CONTESTO TERRITORIALE CITTA di REGGIO EMILIA

Dettagli

Il Progetto CO2 NeuTrAlp promuove il trasporto sostenibile nell ambito del territorio Alpino

Il Progetto CO2 NeuTrAlp promuove il trasporto sostenibile nell ambito del territorio Alpino PIAGGIO PER LA MOBILITÀ ELETTRICA Casi di successo PROVINCIA DI BELLUNO CO2 NeuTrAlp OBIETTIVO Il Progetto CO2 NeuTrAlp promuove il trasporto sostenibile nell ambito del territorio Alpino SOGGETTI COINVOLTI

Dettagli

Piaggio Commercial Vehicles. Tommaso Croce VP Product Marketing

Piaggio Commercial Vehicles. Tommaso Croce VP Product Marketing Piaggio Commercial Vehicles Tommaso Croce VP Product Marketing 1 Piaggio Veicoli Commerciali Snapshot Trend Fatturato 35 mercati di presenza diretta +78 % 390 mln 421 mln 2 stabilimenti di produzione veicoli,

Dettagli

Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Roma, 2 Febbraio 2011

Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Roma, 2 Febbraio 2011 Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati Roma, 2 Febbraio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici

Dettagli

Contenuti presentazione

Contenuti presentazione Presente e Futuro Sede Legale e Operativa: Via Brolo, 63/65-25075 NAVE (BS) - Italy - Tel. +39 030 2530964 - Fax +39 030 2531070 - Cap. Soc. 93.840,00 (int. vers.) Cod. Fisc. e P.IVA: 03501790178 - Registro

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra Il Comune di Perugia, con sede in Corso Vannucci N. 19 - PERUGIA P.IVA 00218180545 e C.F.00163570542, rappresentato dal Sindaco Wladimiro Boccali, domiciliato per le proprie funzioni

Dettagli

Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza

Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza Fabrizio Iovino Responsabile Gestione e Coordinamento Sicurezza sul Lavoro di Poste Italiane

Dettagli

Stefano Boldrin: Boldrin Centro Auto S.p.A.

Stefano Boldrin: Boldrin Centro Auto S.p.A. Stefano Boldrin: Boldrin Centro Auto S.p.A. Perché passare all auto elettrica: le amministrazioni pubbliche Il problema Inquinamento acustico e dell aria a causa delle auto con conseguenti costi sociali

Dettagli

MOBILITA ELETTRICA. L ESPERIENZA di ACSM S.P.A. a PRIMIERO

MOBILITA ELETTRICA. L ESPERIENZA di ACSM S.P.A. a PRIMIERO MOBILITA ELETTRICA L ESPERIENZA di ACSM S.P.A. a PRIMIERO SOMMARIO 1. Il progetto Mobilità Elettrica Primiero: gli obiettivi 2. La convenzione tra gli enti partecipanti del 2012 3. Il contenuto del progetto

Dettagli

Manifesto della sostenibilità ambientale Introduzione al progetto Danilo Troncarelli, Responsabile Sustainability Practice

Manifesto della sostenibilità ambientale Introduzione al progetto Danilo Troncarelli, Responsabile Sustainability Practice Manifesto della sostenibilità ambientale Introduzione al progetto Danilo Troncarelli, Responsabile Sustainability Practice Roma Capitale, nell ambito del PAES, ha definito le linee di azione per la sua

Dettagli

Mobilità stradale e sostenibilità Parco autoveicoli di una città ad alta urbanizzazione. Costo per il Paese

Mobilità stradale e sostenibilità Parco autoveicoli di una città ad alta urbanizzazione. Costo per il Paese Mobilità stradale e sostenibilità Parco autoveicoli di una città ad alta urbanizzazione Costo per il Paese 225 gco2/km CO2 Attuali c.i. Elettrici Metano c /km Mobilità stradale e sostenibilità Parco autoveicoli

Dettagli

RAPPORTO DI SOSTENIBILITA CONTRIBUTO DI AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO DI ACEA LUCE

RAPPORTO DI SOSTENIBILITA CONTRIBUTO DI AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO DI ACEA LUCE RAPPORTO DI SOSTENIBILITA CONTRIBUTO DI AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO DI ACEA LUCE Non compromettere il futuro delle prossime generazioni cercando di soddisfare i bisogni del presente ; in quest ottica

Dettagli

! " # $% $ & % & " #" # & "!"! ' $ (" ( # " )# ) $) $ " ) "!"! ( " * % &" & +

!  # $% $ & % &  # # & !! ' $ ( ( #  )# ) $) $  ) !! (  * % & & + ! " #$%& "#"&!"'$("# )#$)"!" ("*%&"+ + ,-. 2003 2004 2010 Valori limite OSSIDI DI AZOTO 36 ug/mc 39 ug/mc 40 ug/mc POLVERI PM10 34 ug/mc 36 ug/mc 20 ug/mc OZONO 54 ug/mc 50 ug/mc 40 ug/mc Sorgenti fisse:

Dettagli

Econoleggio auto elettriche. TIL, coerentemente con una idea concreta di mobilità sostenibile, ha sviluppato una formula 1 / 6

Econoleggio auto elettriche. TIL, coerentemente con una idea concreta di mobilità sostenibile, ha sviluppato una formula 1 / 6 TIL, coerentemente con una idea concreta di mobilità sostenibile, ha sviluppato una formula 1 / 6 che permette un REALE utilizzo di veicoli ad EMISSIONE ZERO. Fino ad oggi il veicolo a trazione elettrico,

Dettagli

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA Città a mobilità elettrica è un progetto sperimentale che attraverso l utilizzo dei mezzi alimentati ad energia pulita, vuole dimostrare concretamente che un altro modo

Dettagli

Metano e trasporti per il governo della mobilità

Metano e trasporti per il governo della mobilità Parma, 16 marzo 2010 Metano e trasporti per il governo della mobilità Lo stato dell arte delle più recenti azioni di mobilità sostenibile promosse dal Ministero dell ambiente Arch. Giovanna Rossi Ministero

Dettagli

Linee di attività e progetti sul parco autobus e filobus della Regione Emilia-Romagna

Linee di attività e progetti sul parco autobus e filobus della Regione Emilia-Romagna Direzione Generale Reti infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità Linee di attività e progetti sul parco autobus e filobus della Regione Emilia-Romagna Ing. Andrea Normanno Direzione Generale Reti

Dettagli

Benefici ambientali del GPL per autotrazione - Sintesi 1

Benefici ambientali del GPL per autotrazione - Sintesi 1 Benefici ambientali del GPL per autotrazione - Sintesi 1 Introduzione Il traffico è la causa principale dell inquinamento urbano. Nelle aree urbane e metropolitane si sviluppa circa il 70 per cento di

Dettagli

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy Pisa, 26 Maggio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE ALLEGATO 1 PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE TOSCANA, COMUNI, FIAT AUTO, UNRAE, FEDERCHIMICA-ASSOGASLIQUIDI, CONSORZIO ECOGAS, FEDERMETANO, PIAGGIO E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA REGIONALI PER LA PROGRESSIVA

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014 Oggetto: POR FESR Sardegna 2007-2013. Progetto sperimentale Reti di distribuzione e mobilità elettrica. Programmazione azioni di promozione del risparmio e dell efficienza energetica a valere sulla linea

Dettagli

Camera dei Deputati 33 Indagine conoscitiva 3. xvi legislatura commissioni riunite ix e x seduta del 22 febbraio 2011

Camera dei Deputati 33 Indagine conoscitiva 3. xvi legislatura commissioni riunite ix e x seduta del 22 febbraio 2011 Camera dei Deputati 33 Indagine conoscitiva 3 Camera dei Deputati 34 Indagine conoscitiva 3 Camera dei Deputati 35 Indagine conoscitiva 3 Camera dei Deputati 36 Indagine conoscitiva 3 PAGINA BIANCA Audizione

Dettagli

Il trasporto pubblico locale

Il trasporto pubblico locale Un volano per l innovazione? Il trasporto pubblico locale Emanuele Galossi (IRES-CGIL) Presentazione n. 13/2011 Roma, 13 giugno 2011 TPL: alcuni dati di sintesi Operatori 1.260 Passeggeri trasportati 15

Dettagli

We ReFeel The World. ReFeel emobility 28-29 Ottobre 2013

We ReFeel The World. ReFeel emobility 28-29 Ottobre 2013 We ReFeel The World ReFeel emobility 28-29 Ottobre 2013 ReFeel ReFeel è un operatore energetico integrato e indipendente, esperto in sostenibilità energetica e presente in Italia, Svizzera, Est Europa

Dettagli

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica Commissione Finanze della Camera dei deputati Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti l'imposizione tributaria sui veicoli (AC 2397) Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Dettagli

Arcangelo Maria Merella Infomobility spa. Best practices a Parma

Arcangelo Maria Merella Infomobility spa. Best practices a Parma Arcangelo Maria Merella Infomobility spa Best practices a Parma La visione di Parma al 2020 Obbiettivi e strategie Il libro bianco parma 2020 Città sana e ecoefficiente 2 Risparmio energetico Negli edifici

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE

PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE Quale valore per le imprese e le banche italiane ABI FORUM CSR 2008 Roma, 29 Gennaio Aldo Pozzoli, Partner MUOVERSI 1. Introduzione Le Linee

Dettagli

ITALCARINDUSTRIALS.r.l.

ITALCARINDUSTRIALS.r.l. ITALCARINDUSTRIALS.r.l. 1 INDICE: 1. ProfiloItalcar S.r.l... pag. 3 2. Applicazioni.. pag. 5 3. Vantaggi.. pag. 6 4. Gamma Veicoli.. pag. 21 5. Portfolio Clienti.. pag. 22 2 PROFILOSOCIETARIO Inizio Anni

Dettagli

Sustainable Mobility Sintesi delle ricerche del Corporate Vehicle Observatory

Sustainable Mobility Sintesi delle ricerche del Corporate Vehicle Observatory Sustainable Mobility Sintesi delle ricerche del Corporate Vehicle Observatory Sustainable Mobility: survey e trend di Impresa Gli argomenti: Il Corporate Vehicle Observatory Sostenibilità ambientale Il

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006 Comune di Livorno DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006 1) Oggetto Rilascio di contributi per l acquisto di veicoli a

Dettagli

SOSTENIBILITA E LOGISTICA URBANA. Roma, 18 settembre 2013

SOSTENIBILITA E LOGISTICA URBANA. Roma, 18 settembre 2013 SOSTENIBILITA E LOGISTICA URBANA Roma, 18 settembre 2013 Luca Maggiore Direttore Business Unit IL GRUPPO MAGGIORE UNITA DI BUSINESS DEL GRUPPO: : noleggio auto a breve e medio termine : noleggio furgoni

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME Firenze, 28 maggio 2010 Terra Futura Car pooling e Car sharing Il car pooling (o (o auto di gruppo) è una modalità di trasporto che consiste nella condivisione

Dettagli

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno 1. Premessa ed obiettivi Nel mese di marzo 2007 con il Piano d Azione Una politica energetica per l Europa, l Unione

Dettagli

AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE TAVOLO ISTITUZIONALE ARIA

AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE TAVOLO ISTITUZIONALE ARIA TAVOLO ISTITUZIONALE ARIA 17 luglio 2014 Piano Regionale degli Interventi sulla qualità dell Aria (PRIA) Misure sulla mobilità Settori e misure del piano AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE TRASPORTI

Dettagli

AREA AMBIENTE QUALITÀ DELL ARIA A TORINO

AREA AMBIENTE QUALITÀ DELL ARIA A TORINO AREA AMBIENTE QUALITÀ DELL ARIA A TORINO Maggio 2015 1 ARIA IN EUROPA 2 La qualità dell aria della nostra città dipende da: quantità di inquinanti emessi dalle varie attività umane; conformazione geografica

Dettagli

SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO E RISCHI INDUSTRIALI

SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO E RISCHI INDUSTRIALI SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO E RISCHI INDUSTRIALI VISTA la legge 8 luglio 1986, n. 349, che ha istituito il Ministero dell'ambiente e ne ha definito le funzioni; VISTA la legge 3 marzo 1987, n. 59,

Dettagli

Comunità Montana Valtiberina Toscana Sansepolcro,16 giugno 2005 Acquisti Verdi

Comunità Montana Valtiberina Toscana Sansepolcro,16 giugno 2005 Acquisti Verdi Comunità Montana Valtiberina Toscana Sansepolcro,16 giugno 2005 Acquisti Verdi Via B.Ubaldi Centro Dir. Prato 06024 Gubbio PG Tel. +39 0759222693 Fax. +39 0759272282 ecoazioni@ecoazioni.it www.ecoazioni.it

Dettagli

I vantaggi dell adozione di carburanti a basso impatto ambientale su scala comunale: l esperienza di una grande iniziativa ambientale

I vantaggi dell adozione di carburanti a basso impatto ambientale su scala comunale: l esperienza di una grande iniziativa ambientale I vantaggi dell adozione di carburanti a basso impatto ambientale su scala comunale: l esperienza di una grande iniziativa ambientale Dott. Emanuele Moruzzi Indice 1. Inquadramento ICBI 1.1 Inquadramento

Dettagli

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica.

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. 1 Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. A2A Calore & Servizi, società del gruppo A2A attiva nella gestione del teleriscaldamento nelle città di Milano, Brescia

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE Assessorato all Ambiente

COMUNE DI FIRENZE Assessorato all Ambiente COMUNE DI FIRENZE Assessorato all Ambiente Protocollo d intesa tra Comune di Firenze, CNA Firenze e Confartigianato Imprese Firenze per la trasformazione a gas metano e gpl di autovetture. Premesso che

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 12 dell 8 marzo 2013 Incentivi per l acquisto di veicoli nuovi a basse emissioni complessive - Provvedimento attuativo INDICE 1 Premessa... 3 2 Veicoli agevolabili...

Dettagli

A cura di: Roberto Baratti Amministratore Unico Axo Group S.r.l. Via Spallanzani, 15 42024 Castelnovo di Sotto (RE) Tel. +39 0522.

A cura di: Roberto Baratti Amministratore Unico Axo Group S.r.l. Via Spallanzani, 15 42024 Castelnovo di Sotto (RE) Tel. +39 0522. A cura di: Roberto Baratti Amministratore Unico Axo Group S.r.l. Via Spallanzani, 15 42024 Castelnovo di Sotto (RE) Tel. +39 0522.688175 Fax +39 0522. 483731 www.axo-group.com info@axo-group.com Agenda

Dettagli

La mobilità sostenibile per le aziende: L'esempio di Companies for emilan

La mobilità sostenibile per le aziende: L'esempio di Companies for emilan La mobilità sostenibile per le aziende: L'esempio di Companies for emilan 1 Il Gruppo Bosch in Italia 1,8 mld. EUR 5.848 collaboratori Tecnologia Automotive 1,2 mld. EUR (66% del fatturato) Tra i maggiori

Dettagli

Sostenibilità nei trasporti in Trentino

Sostenibilità nei trasporti in Trentino Sostenibilità nei trasporti in Trentino I progetti già attuati e le prospettive future Trento, 21 giugno 2013 Relatore: ing. Ezio Facchin TRENTINO TRASPORTI S.P.A. Mission: Gestione, manutenzione ed implementazione

Dettagli

È IMPORTATE ANCHE LA TUA COLLABORAZIONE!!! La compilazione dei questionari è in forma ASSOLUTAMENTE ANONIMA

È IMPORTATE ANCHE LA TUA COLLABORAZIONE!!! La compilazione dei questionari è in forma ASSOLUTAMENTE ANONIMA Comune di Casal di Principe PREMESSA: Il presente questionario è stato predisposto nell ambito del progetto Agenda 21 Locale attivo nel Comune di Casal di Principe allo scopo di raccogliere informazioni

Dettagli

il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha provveduto:

il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha provveduto: DELIBERAZIONE 22 GENNAIO 2015 10/2015/A ADESIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO ALLA CONVENZIONE STIPULATA DALLA SOCIETÀ CONSIP S.P.A. PER IL NOLEGGIO DI UNA AUTOVETTURA

Dettagli

CARLA BRIGHENTI dottore commercialista (carla.brighenti@studiobrighentirappini.com)

CARLA BRIGHENTI dottore commercialista (carla.brighenti@studiobrighentirappini.com) Newsletter 12 marzo 2013 Dal 14 marzo entraranno in vigore i nuovi incentivi per l acquisto di autoveicoli a basse emissioni di cui potranno usufruire anche le società e gli altri operatori economici.

Dettagli

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c.

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c. LINEE GUIDA AL PROGETTO PILOTA PER L INCENTIVAZIONE DELLE TRASFORMAZIONI A GPL E METANO DEI VEICOLI COMMERCIALI CON ALIMENTAZIONE DIESEL INIZIATIVA ICBI Finanziamenti ai Comuni per l utilizzo dei carburanti

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing

I.C.S. Iniziativa Car Sharing I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il car sharing in Italia, l esperienza di ICS Genova, 27 ottobre 2010 Cosa è il Car Sharing Servizio di mobilità alternativa che produce benefici economici per l automobilista

Dettagli

La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti

La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti La sostenibilità nel trasporto pubblico locale: l esperienza del Gruppo Torinese Trasporti 1 Tommaso Panero Amministratore Delegato GTT spa Convegno: OBIETTIVO SOSTENIBILITA : Design e Logistica a confronto

Dettagli

Il progetto LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D.

Il progetto LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D. Il progetto I.MO.S.M.I.D. LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D. INDICE 1. Il progetto I.MO.S.M.I.D. 3 2. Un nuovo modello di governance della mobilità

Dettagli

SCOOTER A BASSO IMPATTO AMBIENTALE

SCOOTER A BASSO IMPATTO AMBIENTALE SCOOTER A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori Premessa La produzione attuale di scooter superiori a 50cc e omologati EURO 3 è pressoché totalmente a 4 tempi. Attraverso

Dettagli

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c.

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c. LINEE GUIDA AL PROGETTO PILOTA PER L INCENTIVAZIONE DELLE TRASFORMAZIONI A GPL E METANO DEI VEICOLI COMMERCIALI CON ALIMENTAZIONE DIESEL INIZIATIVA ICBI Finanziamenti ai Comuni per l utilizzo dei carburanti

Dettagli

Pacchetto Mobilità Sostenibile Offerta Business. Parma, Gennaio 2015

Pacchetto Mobilità Sostenibile Offerta Business. Parma, Gennaio 2015 Pacchetto Mobilità Sostenibile Offerta Business Parma, Gennaio 2015 COSA È IL CAR SHARING Permette di avere a disposizione un auto solo quando se ne ha un effettivo bisogno, senza sostenere i costi di

Dettagli

CONVEGNO TECNICO MATERIALE DIDATTICO

CONVEGNO TECNICO MATERIALE DIDATTICO CONVEGNO TECNICO MATERIALE DIDATTICO CONVEGNO TECNICO AUTO ELETTRICA: FUTURO E SOLUZIONI PER LA RICARICA Intervento: Ing. Gianni Lombardo Coordinatore Tecnico Scientifico rivista Veicoli Elettrici casa

Dettagli

Requisiti per l accesso agli incentivi

Requisiti per l accesso agli incentivi Requisiti per l accesso agli incentivi 1. Gli incentivi per l acquisto di nuovi veicoli a basso impatto ambientale, trasformazione a gas di veicoli a benzina e sostituzione (acquisto+installazione) di

Dettagli

PERCHE SCEGLIERE IL SOLARE TERMICO PER GLI ALBERGHI

PERCHE SCEGLIERE IL SOLARE TERMICO PER GLI ALBERGHI PERCHE SCEGLIERE IL SOLARE TERMICO PER GLI ALBERGHI Produrre acqua calda sanitaria con il sole EmpowEr your future. Indice degli argomenti I costi energetici Cos è un impianto solare termico Perchè scegliere

Dettagli

RELAZIONE SUI RISPARMI DI SPESA 2013 CONSEGUENTI ALL ADESIONE A CONVENZIONI CONSIP E A CONVENZIONI STIPULATE DA ALTRE CENTRALI DI COMMITTENZA

RELAZIONE SUI RISPARMI DI SPESA 2013 CONSEGUENTI ALL ADESIONE A CONVENZIONI CONSIP E A CONVENZIONI STIPULATE DA ALTRE CENTRALI DI COMMITTENZA RELAZIONE SUI RISPARMI DI SPESA 2013 CONSEGUENTI ALL ADESIONE A CONVENZIONI CONSIP E A CONVENZIONI STIPULATE DA ALTRE CENTRALI DI COMMITTENZA Rilevazione per l anno 2013 Dalla rilevazione effettuata per

Dettagli

Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione

Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione Piano Spostamenti Casa Lavoro ed altre buone pratiche di mobilità sostenibile Massimo Boasso responsabile mobilità

Dettagli

disciplinare 2008.doc

disciplinare 2008.doc Comune di Pontedera DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E LA TRASFORMAZIONE A GAS DI VEICOLI INQUINANTI Anno 2008 1 Settore Pianificazione

Dettagli

Ivan Dordolo Responsabile Programmi di vendita e Servizi operativi ENI Divisione Gas & Power

Ivan Dordolo Responsabile Programmi di vendita e Servizi operativi ENI Divisione Gas & Power Intervento Ivan Dordolo Responsabile Programmi di vendita e Servizi operativi ENI Divisione Gas & Power Sala Falck Assolombarda 29 gennaio 2007 Convegno MUOVERE PERSONE E MERCI: LE POLITICHE E I PROGETTI

Dettagli

QUESTIONARIO. 2. Puoi indicare i consumi termici ed elettrici della tua abitazione e/o i relativi costi?

QUESTIONARIO. 2. Puoi indicare i consumi termici ed elettrici della tua abitazione e/o i relativi costi? QUESTIONARIO A) Risparmio energetico e fonti rinnovabili nelle abitazioni residenziali. Indagine conoscitiva ai fini dello sviluppo del Piano d Azione per l Energia Sostenibile 1.Quale tipo di abitazione

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME Firenze, 28 maggio 2010 Terra Futura Car pooling e Car sharing Il car pooling (o (o auto di gruppo) è una modalità di trasporto che consiste nella condivisione

Dettagli

Dal 14.03.2013 via all ecoincentivo auto

Dal 14.03.2013 via all ecoincentivo auto Dal 14.03.2013 via all ecoincentivo auto Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il legislatore, con il Decreto sviluppo, ha previsto l introduzione di alcuni incentivi a favore di

Dettagli

EUROPEANMOBILITYWEEK 16-22 SEPTEMBER 2015. Choose. Change. Combine. www.dotherightmix.eu

EUROPEANMOBILITYWEEK 16-22 SEPTEMBER 2015. Choose. Change. Combine. www.dotherightmix.eu 16-22 SEPTEMBER 2015 TAVOLA ROTONDA LO SVILUPPO DELLA MOBILITÀ ELETTRICA NEL TERRITORIO DI ROMA AZIONI ED ESPERIENZE 21 SETTEMBRE 2015 ROMA, ITALIA Sala Conferenze ISPRA, via Vitaliano Brancati, 48 MOBILITÀ

Dettagli

L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI

L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI L UTILIZZO DI VEICOLI A METANO E GPL NELLE FLOTTE AZIENDALI 1 L utilizzo dei veicoli a metano e GPL nelle flotte aziendali Gli argomenti: Il Corporate Vehicle Observatory Il contesto di mercato: Barometro

Dettagli

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice Perché finanziare una mobilità urbana alternativa Eleonora Pieralice Mobilità urbana sostenibile: lo squilibrio modale Il sistema dei trasporti italiano è dominato dalla crescita della domanda di mobilità

Dettagli

GLI ITALIANI E L AUTO ELETTRICA

GLI ITALIANI E L AUTO ELETTRICA GLI ITALIANI E L AUTO ELETTRICA Metodologia Field: 22 aprile 07 maggio 2010 Raccolta dati: interviste online CAWI (Computer Aided Web Interviewing) agli appartenenti al panel proprietario Interactive.

Dettagli

Amsa verso Expo 2015: innovazione e sostenibilità

Amsa verso Expo 2015: innovazione e sostenibilità ExpoPack e il design sostenibile per Expo 2015 Triennale di Milano 13 luglio 2010 Amsa verso Expo 2015: innovazione e sostenibilità Salvatore Cappello Direttore Generale Amsa S.p.A. 1 Amsa e la sostenibilità

Dettagli

Auto elettrica e infrastrutture Prospettive, sfide e opportunità. 6 maggio 2009 Giovanni Battista Razelli

Auto elettrica e infrastrutture Prospettive, sfide e opportunità. 6 maggio 2009 Giovanni Battista Razelli Auto elettrica e infrastrutture Prospettive, sfide e opportunità 6 maggio 2009 Giovanni Battista Razelli 1 I bus elettrici a Torino LE ESIGENZE DA SODDISFARE Basso impatto ambientale Bassi consumi di combustibile

Dettagli

Indagine sulle principali 50 città

Indagine sulle principali 50 città Indagine sulle principali 50 città Lorenzo Bertuccio Direttore Scientifico Euromobility Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Marianna Rossetti L indagine prende in considerazione 50 Comuni: - tutti i capoluoghi

Dettagli

INCENTIVI ECONOMICI PER L ACQUISTO DI VEICOLI ECOLOGICI O PER LA TRASFORMAZIONE A GAS DI QUELLI PIU VECCHI

INCENTIVI ECONOMICI PER L ACQUISTO DI VEICOLI ECOLOGICI O PER LA TRASFORMAZIONE A GAS DI QUELLI PIU VECCHI INCENTIVI ECONOMICI PER L ACQUISTO DI VEICOLI ECOLOGICI O PER LA TRASFORMAZIONE A GAS DI QUELLI PIU VECCHI La Regione, tramite i Comuni, mette a disposizione incentivi destinati a privati o aziende che

Dettagli

PIANO DI EFFICIENZA ENERGETICA DEL COMUNE DI PADOVA

PIANO DI EFFICIENZA ENERGETICA DEL COMUNE DI PADOVA PIANO DI EFFICIENZA ENERGETICA DEL COMUNE DI PADOVA Ente Locale Promotore Comune di Padova - Settore Ambiente Ufficio Agenda 21 c/o Informambiente via vlacovich 4-35126 Padova Tel. 049 8022488 Fax. 049

Dettagli

LA MOBILITA COLLETTIVA E IL TRASPORTO PUBBLIC0. Ing. Nadia Amitrano Servizio Innovazioni Tecnologiche, ASSTRA

LA MOBILITA COLLETTIVA E IL TRASPORTO PUBBLIC0. Ing. Nadia Amitrano Servizio Innovazioni Tecnologiche, ASSTRA LA MOBILITA COLLETTIVA E IL TRASPORTO PUBBLIC0 Ing. Nadia Amitrano Servizio Innovazioni Tecnologiche, ASSTRA 1 I PRINCIPALI DATI DI ASSTRA I PRINCIPALI DATI DELLE AZIENDE ADERENTI AD ASSTRA Membri associati

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

BREVE PRESENTAZIONE AZIENDALE

BREVE PRESENTAZIONE AZIENDALE BREVE PRESENTAZIONE AZIENDALE Per mobilità sostenibile si intende un sistema di mobilità urbana in grado di conciliare il diritto alla mobilità con l esigenza di ridurre l inquinamento e le esternalità

Dettagli

ZEC ZERO EMISSION CITY

ZEC ZERO EMISSION CITY ZEC ZERO EMISSION CITY PIANO DI MOBILITÀ ELETTRICA PER LA CITTÀ DI PARMA Carlo Iacovini, Responsabile Progetto Comune di Parma Caratteristiche del progetto ZEC 2 Il progetto ZEC intende implementare un

Dettagli

Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella citt di Palermo Progetti di mobilit sostenibile

Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella citt di Palermo Progetti di mobilit sostenibile Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella città di Palermo Progetti di mobilità sostenibile 1 Inventario Base delle Emissioni CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Deliverable 1.1.2 Report on new fuelled buses realization and testing. Realizzazione e messa in servizio autobus ibridi innovativi

Deliverable 1.1.2 Report on new fuelled buses realization and testing. Realizzazione e messa in servizio autobus ibridi innovativi Deliverable 1.1.2 Report on new fuelled buses realization and testing Realizzazione e messa in servizio autobus ibridi innovativi Giugno 2012 1 Premessa L azienda di trasporto di Bologna, prima ATC spa

Dettagli

UTILIZZO DI MEZZI COMUNALI ELETTRICI

UTILIZZO DI MEZZI COMUNALI ELETTRICI Scheda tecnica UTILIZZO DI MEZZI COMUNALI ELETTRICI Redazione a cura di Contesto Un modo rappresentativo nei confronti del resto della popolazione per far fronte all inquinamento atmosferico dovuto dalle

Dettagli

Mobilità elettrica - Le strategie di Milano

Mobilità elettrica - Le strategie di Milano Mobilità elettrica - Le strategie di Milano Arch. Maria Berrini CEO Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio ebridge Milan workshop Urban emobility 2020 13 November 2015, Spazio Ex-Ansaldo - Milan 01. MILANO:

Dettagli

IL MOBILITY MANAGEMENT

IL MOBILITY MANAGEMENT IL MOBILITY MANAGEMENT L. BERTUCCIO, E. CAFARELLI Euromobility Associazione Mobility Manager Dei 24 capoluoghi di provincia con un numero di abitanti superiore a 150.000 unità non tutti hanno fornito l

Dettagli

Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano

Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano Intervento Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano Sala Falck Assolombarda 29 gennaio 2007 Convegno MUOVERE PERSONE E MERCI: LE POLITICHE E I PROGETTI PER LA COSTRUZIONE DELLA CITY LOGISTICS

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 296 DEL 01/06/2011. OGGETTO: Noleggio veicolo operativo ente camerale adesione convenzione Consip

DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 296 DEL 01/06/2011. OGGETTO: Noleggio veicolo operativo ente camerale adesione convenzione Consip DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 296 DEL 01/06/2011 OGGETTO: Noleggio veicolo operativo ente camerale adesione convenzione Consip IL SEGRETARIO GENERALE Visto l art. 21 comma 1, lett. B) dello

Dettagli

Allegato 3 CONTRATTO DI ADESIONE AL PROGETTO DI MOBILITA GRATUITA

Allegato 3 CONTRATTO DI ADESIONE AL PROGETTO DI MOBILITA GRATUITA Allegato 3 Rep. n. del CONTRATTO DI ADESIONE AL PROGETTO DI MOBILITA GRATUITA Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge tra: l A.S.P. Comuni Modenesi Area Nord, con sede legale

Dettagli

La flotta elettrica per la consegna postale in centro città. Roma, 17 settembre 2013

La flotta elettrica per la consegna postale in centro città. Roma, 17 settembre 2013 1 La flotta elettrica per la consegna postale in centro città Roma, 17 settembre 2013 Le attività di trasporto per Poste Italiane 2 Reti di trasporto: Rete gomma veloce Rete gomma lenta Rete aerea Ultimo

Dettagli

ti aiuteremo a smettere di fumare sostenibilità ambientale

ti aiuteremo a smettere di fumare sostenibilità ambientale ti aiuteremo a smettere di fumare sostenibilità ambientale I gas di scarico dei veicoli alimentati con i carburanti tradizionali (benzina, gpl, metano, diesel, cherosene) sono tra i principali inquinanti

Dettagli

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione È una delle 11 Associazioni di Federazione ANIE (Federazione Nazionale delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) Attraverso i suoi Gruppi rappresenta, sostiene

Dettagli

Trasporto Pubblico Sostenibile a Trieste SETTIMANA MOBILITA SOSTENBILE 2014

Trasporto Pubblico Sostenibile a Trieste SETTIMANA MOBILITA SOSTENBILE 2014 Trasporto Pubblico Sostenibile a Trieste SETTIMANA MOBILITA SOSTENBILE 2014 TRIESTE TRASPORTI PER UNA CITTA PIU SOSTENIBILE LIBRO BIANCO ENERGIA Il sistema dei trasporti non è sostenibile. Se ci proiettiamo

Dettagli

Auto elettriche e ibride: nuovi incentivi statali per il 2013

Auto elettriche e ibride: nuovi incentivi statali per il 2013 CIRCOLARE A.F. N. 8 del 15 Gennaio 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Auto elettriche e ibride: nuovi incentivi statali per il 2013 Premessa Per effetto di un emendamento introdotto con la legge di conversione

Dettagli

IDROMETANO per autobus

IDROMETANO per autobus EU LIFE+ Mhybus IDROMETANO per autobus del trasporto pubblico urbano Layman s Report Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile Progetto finanziato nell ambito

Dettagli

Circolare N.08 del 15 Gennaio 2013. Auto elettriche e ibride. Nuovi incentivi statali per il 2013

Circolare N.08 del 15 Gennaio 2013. Auto elettriche e ibride. Nuovi incentivi statali per il 2013 Circolare N.08 del 15 Gennaio 2013 Auto elettriche e ibride. Nuovi incentivi statali per il 2013 Auto elettriche e ibride: nuovi incentivi statali per il 2013 Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

Energia responsabile che muove. 16 febbraio 2006. Risorse Comuni Fiera Milano City

Energia responsabile che muove. 16 febbraio 2006. Risorse Comuni Fiera Milano City Energia responsabile che muove 16 febbraio 2006 Risorse Comuni Fiera Milano City 1 Chi siamo Nasce nel 2004 dalla sinergia di 3 partner da sempre impegnati nella mobilità. Società specializzata nel noleggio

Dettagli

ADF006-0814-EP rev. 1. Analisi dei dati di sosta per la Città di Faenza Periodo 22/07/2013 21/07/2014 (primo rendiconto annuale)

ADF006-0814-EP rev. 1. Analisi dei dati di sosta per la Città di Faenza Periodo 22/07/2013 21/07/2014 (primo rendiconto annuale) ADF006-0814-EP rev. 1 Analisi dei dati di sosta per la Città di Faenza Periodo 22/07/2013 21/07/2014 (primo rendiconto annuale) Riepilogo delle attività e degli elementi di contratto Dicembre 2012: il

Dettagli

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Poli coinvolti Polo industriale di Villorba Polo industriale di Conegliano Veneto - Vittorio Veneto collocati entrambi a nord del Comune

Dettagli