XXX.XX Ordinanza sulla contrassegnazione delle automobili nuove con l etichetta ambientale (Ordinanza sull etichetta ambientale, OEA)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "XXX.XX Ordinanza sulla contrassegnazione delle automobili nuove con l etichetta ambientale (Ordinanza sull etichetta ambientale, OEA)"

Transcript

1 XXX.XX Ordnanza sulla contrassegnazone delle automobl nuove con l etchetta ambentale (Ordnanza sull etchetta ambentale, OEA) del xx.xx Il Consglo federale svzzero, vst gl artcol 8 capoverso e 6 capoverso della legge del 26 gugno 998 sull energa (LEne) e gl artcol 39 capoverso e 40 capoverso della legge federale del 7 ottobre 9832 sulla protezone dell ambente (LPAmb), ordna: Sezone : Dsposzon general Art. Oggetto La presente ordnanza dscplna la contrassegnazone delle automobl nuove con l etchetta ambentale. Art. 2 Defnzon Per automobl s ntendono vecol a motore per l trasporto d persone prodott n sere con un peso complessvo autorzzato fno a 3500 kg e un massmo d nove post a sedere, compreso quello del conducente. 2 Per tp d vecol n vendta s ntendono le automobl cu s applca l approvazone del tpo e che avrebbero potuto essere messe n crcolazone per la prma volta al pù tard entro l 3 maggo dell anno corrente e al pù presto a partre dal gugno d due ann addetro. I vecol per qual non occorre ndcare l consumo energetco non sono consderat tp d vecol offert n vendta. 3 Per vecol nuov mmatrcolat s ntendono le automobl cu s applca l approvazone del tpo e per le qual occorre ndcare l consumo energetco che sono state messe n crcolazone per la prma volta a partre dal gugno dell anno precedente e che, a quel momento, non hanno ancora percorso pù d 2000 chlometr. 4 Per scrtt pubblctar s ntendono test promozonal rportat su gornal, rvste, rvste e prospett delle case automoblstche, pubblcazon d tpo promozonale, volantn, manfest e altre superfc pubblctare nonché n Internet. RS RS 84.0

2 xxx.xx Ordnanza sull etchetta ambentale Sezone 2: Etchetta ambentale Art. 3 Obblgo d contrassegnazone Ch mette n vendta un automoble nuova deve apporv un etchetta ambentale. 2 L etchetta ambentale deve essere apposta n modo ben vsble e leggble sull automoble o nelle sue mmedate vcnanze al momento della messa n vendta. Deve essere redatta nella lngua uffcale parlata nella regone dell offerente. Art. 4 Contenuto e rappresentazone grafca dell etchetta ambentale L etchetta ambentale deve contenere nformazon relatve a: a. mpatto ambentale (art. 7); b. emsson d CO 2 (art. 8); c. consumo energetco (art. 9); d. classfcazone delle automobl nelle categore A - G dell etchetta ambentale (art. ). 2 L etchetta ambentale deve noltre contenere nformazon relatve a: a. marca e tpo d automoble, ncluso l numero d approvazone del tpo; b. tpo d cambo, numero delle marce o de rapport e modaltà d cambo; c. tpo d vettore energetco necessaro; d. classfcazone secondo la norma Euro; e. peso a vuoto secondo l artcolo 7 capoverso dell ordnanza del 9 gugno concernente le esgenze tecnche per vecol stradal (OETV). 3 Le nformazon rportate dall etchetta ambentale sono basate su dat rlevat nell ambto dell approvazone del tpo. Per quanto rguarda dat rlevat deve essere operata n partcolare una dstnzone fra l tpo d cambo, l numero d marce e d rapport e le modaltà d cambo. 4 La rappresentazone grafca dell etchetta ambentale è dscplnata nell allegato 5 numero. Art. 5 Informazon rportate nell etchetta ambentale usate n elench e scrtt pubblctar Le nformazon d cu agl artcol 7 9 e devono fgurare n modo ben leggble anche ne lstn prezz e negl elench de dat tecnc. 2 Negl scrtt pubblctar, le nformazon d cu agl artcol 7 9 e devono fgurare n modo charamente delmtato e ben leggble su almeno l 0 per cento della superfce pubblctara. 3 RS

3 Ordnanza sull etchetta ambentale xxx.xx 3 I requst della rappresentazone grafca delle nformazon sono dscplnat nell allegato 5 numero 2. Art. 6 Metod d msurazone Il consumo energetco e le emsson d CO 2 delle automobl devono essere msurat secondo l artcolo 97 capoverso 5 OETV 4. Art. 7 Impatto ambentale L mpatto ambentale deve essere ndcato sotto forma d punt d mpatto ambentale (PIA). A ttolo d paragone deve essere ndcata secondo l allegato numero 3 la meda de PIA d tutt vecol nuov mmatrcolat nel corso dell anno precedente. 2 I PIA sono calcolat n base a dat sulle emsson d nqunant atmosferc, CO 2 e rumore nonché sull mpatto ambentale causato dalla produzone del carburante consumato. 3 I PIA sono calcolat secondo l allegato. Art. 8 Emsson d CO 2 Le emsson d CO 2 devono essere ndcate n gramm per chlometro. A ttolo d paragone deve essere ndcato secondo l allegato 2 numero 5 capoverso l valore medo delle emsson d CO 2 d tutt vecol nuov mmatrcolat nel corso dell anno precedente. 2 Per le automobl la cu approvazone del tpo è stata rlascata per mscele d carburant fossl e bocarburant o che sono almentate con tal mscele sull ntero terrtoro nazonale, le emsson d CO 2 devono essere ndcate separatamente secondo l orgne fossle e bogena n base al rapporto d mscela d cu all allegato 2 numero 4. 3 Per le automobl a trazone elettrca le cu battere possono essere rcarcate attraverso la rete elettrca, occorre consderare, oltre alle nformazon relatve all approvazone del tpo, anche le emsson d CO 2 generate durante la produzone d corrente elettrca. Il calcolo avvene secondo l allegato 2 numero 2. Art. 9 Consumo energetco Il consumo energetco delle automobl deve essere espresso n ltr d benzna o benzna equvalente per 00 chlometr e, se l vecolo non è almentato a benzna, anche nell untà corrente per 00 chlometr. La conversone n benzna equvalente è dscplnata nell allegato 2 numero 3. 2 A ttolo d paragone deve essere ndcata la meda del consumo energetco, espressa n ltr d benzna equvalente per 00 chlometr, d tutt vecol nuov mmatrcolat nel corso dell anno precedente secondo l allegato 2 numero 5 capoverso 2. 4 RS

4 xxx.xx Ordnanza sull etchetta ambentale Art. 0 Effcenza energetca L effcenza energetca d un automoble è determnata con l auslo d un coeffcente d valutazone d cu all allegato 3. Art. Classfcazone delle automobl nelle categore A - G dell etchetta ambentale La classfcazone delle automobl nelle categore A - G dell etchetta ambentale avvene tenendo conto della loro effcenza energetca e dell nqunamento ambentale che causano secondo l allegato 4. Sezone 3: Esecuzone e nformazone Art. 2 Verfca e adeguamento degl allegat Il Dpartmento federale dell ambente, de trasport, dell energa e delle comuncazon (DATEC) verfca perodcamente gl allegat della presente ordnanza e l adegua alle nuove conoscenze scentfche e tecnche come pure allo svluppo a lvello nternazonale. 2 Il DATEC determna le categore A-G dell etchetta ambentale secondo l allegato 4 n modo tale che tp d vecol n vendta sano rpartt equamente fra tutte le categore. 3 Il DATEC adegua ogn anno, sulla base d tutt vecol nuov mmatrcolat durante l anno d calcolo, la meda de valor stablt negl allegat per quanto rguarda PIA, le emsson d CO 2 e l consumo energetco. 4 L anno d calcolo nza l gugno dell anno precedente. 5 Il DATEC adegua gl allegat entro l 3 luglo dell anno n corso e ne decreta l entrata n vgore al gennao dell anno successvo. Art. 3 Compt degl Uffc federal L Uffco federale dell energa (UFE) esegue la presente ordnanza. 2 L Uffco federale dell ambente (UFAM) sostene l UFE nell ambto dell esecuzone del calcolo de PIA. 3 L Uffco federale delle strade (USTRA) sostene l UFE nell ambto del rlevamento de dat relatv al calcolo della meda de valor de PIA, delle emsson d CO 2 e del consumo energetco come pure del coeffcente d valutazone secondo l allegato 3. Art. 4 Controllo e verfca L UFE e terz ncarcat sono autorzzat a rchedere document e le nformazon necessar per la verfca della corretta applcazone della presente ordnanza, a prelevare campon e a esegure controll. 4

5 Ordnanza sull etchetta ambentale xxx.xx 2 L UFE può esgere l controllo o l completamento de dat se sono messe n vendta automobl nuove senza avere presentato entro l termne stablto o complet document rchest. 3 Se l controllo o la verfca rvelano una volazone delle prescrzon della presente ordnanza, l UFE decde le msure necessare. Può rendere pubblche le msure adottate. Art. 5 Rlevamento d dat e nformazone del pubblco L UFE rleva ogn anno dat sull mpatto ambentale, sulle emsson d CO 2 e sul consumo energetco d tutt vecol nuov mmatrcolat nel corso dell anno precedente e nforma la popolazone al rguardo. 2 I Canton, vendtor d automobl e gl altr nteressat mettono a dsposzone dat e document necessar per l ndagne. Art. 6 Elaborazone e forntura d elench L UFE compla elench che contemplano le nformazon d cu all artcolo 4 per tutte le automobl nuove n vendta. In partcolare, stla graduatore secondo crter PIA e consumo energetco. Gl elench sono complat analogamente all allegato II della drettva 999/94/CE 5 del Parlamento europeo e del Consglo, del 3 dcembre 999, relatva alla dsponbltà d nformazon sul rsparmo d carburante e sulle emsson d CO 2 da fornre a consumator per quanto rguarda la commercalzzazone d autovetture nuove. 2 L UFE trasmette a vendtor d automobl nuove gl elench d cu al capoverso. Gl elench devono essere espost nel punto vendta e consegnat gratutamente su rchesta. Sezone 4: Dsposzon fnal Art. 7 Abrogazone e modfca del drtto vgente L allegato 3.6 dell ordnanza del 7 dcembre sull energa è abrogata. 2 L ordnanza del 7 dcembre 998 sull energa è modfcata come segue: Ttolo prma dell art. 7 Captolo 3: Impant e apparecch Art. 7 cpv. Gl mpant e gl apparecch prodott n sere, fgurant nelle appendc, che consumano notevol quanttà d energa, soggaccono alla procedura d omologazone energetca. 5 GU L2 del , pagg RS

6 xxx.xx Ordnanza sull etchetta ambentale Art. 9 Valor lmte d consumo I valor lmte d consumo degl mpant e degl apparecch che soggaccono alla procedura d omologazone energetca secondo l artcolo 7 capoverso, come pure termn dopo la cu scadenza dett valor non devono pù essere superat, fgurano nell allegato 2. segg. 2 Ch costrusce o mporta gl mpant e gl apparecch desgnat nell allegato 2. segg. presenta perodcamente all Uffco federale o al servzo desgnato dal Dpartmento un rapporto concernente rsultat ottenut n matera d rduzone del consumo d energa. I rsultat sono pubblcat dall Uffco federale o dal servzo desgnato dal Dpartmento. Art. Ttolo e cpv. lett. a Indcazone del consumo d energa e delle propretà dell appareccho Ch offre o commercalzza mpant e apparecch che soggaccono alla procedura d omologazone energetca secondo l artcolo 7 capoverso deve ndcarne l consumo d energa. Devono noltre essere ndcat: a. Abrogato Art. 2 cpv. 2 2 L Uffco federale esegue le rmanent dsposzon della presente ordnanza. Nella msura del possble, l esecuzone degl artcol 7 è ntegrata nelle procedure d omologazone e nelle msure rcheste per la commercalzzazone degl mpant e degl apparecch. Sono annoverate tra queste ultme segnatamente le dsposzon sulle emsson d gas d scarco degl mpant. Art. 28 lett. b n. e 2 È punto secondo l artcolo 28 della legge chunque, ntenzonalmente o per neglgenza: b. trascura d ndcare o ndca n modo llecto (art. ):. nel caso d mpant e apparecch: l consumo d energa, 2. abrogato Art. 8 Dsposzon transtore Gl offerent devono contrassegnare, al pù tard a partre dal gennao 20, le automobl nuove con l etchetta ambentale. 2 Per vecol desel, l etchetta ambentale deve contemplare entro l 3 dcembre 203, oltre alle nformazon d cu all artcolo 4 capovers e 2, anche nformazon sulla presenza d un fltro antpartcolato. Art. 9 Entrata n vgore La presente ordnanza entra n vgore l agosto

7 Ordnanza sull etchetta ambentale xxx.xx Allegato (art. 7 e art. 2) Calcolo de punt d mpatto ambentale Prncp Il numero d punt d mpatto ambentale (PIA) ndca l mpatto ambentale assoluto provocato da un automoble per chlometro percorso. Il numero complessvo d PIA corrsponde alla somma de PIA delle emsson sngole. 2 Il calcolo de PIA comprende le emsson d nqunant atmosferc (ossd d azoto NO X, drocarbur HC, polver fn PM, monossdo d carbono CO), le emsson d andrde carbonca (CO 2 ), le emsson fonche come pure l mpatto ambentale provocato dalla produzone del carburante consumato. 3 Per la rappresentazone grafca sull etchetta ambentale, valor PIA sono arrotondat per eccesso senza decmal. 2 Calcolo de PIA 2 Vecol a benzna Per le emsson d cu al numero capoverso 2, PIA per vecol a benzna sono calcolat come segue: NOx Emsson d NO X n g/km x 45 PIA/g HC Emsson d HC n g/km x 27 PIA/g PM Per motor a benzna a nezone dretta fno alla norma Euro 4: s stma un valore forfetaro d 0,002g PM/km. Calcolo de PIA: 0,002 g/km x 0,5 x 50 PIA/g + 0,002 g/km x 0,85 x PIA/g Per motor a benzna a nezone dretta a partre dalla norma Euro 5: emsson d PM n g/km x 0,5 x 50 PIA/g + emsson d PM n g/km x 0,85 x PIA/g CO Emsson d CO n g/km x 0,49 PIA/g CO 2 Emsson d CO 2 n g/km x 0,3 PIA/g Rumore 0 elevato a (0, x valore dell esame del tpo n decbel 6,24337) PIA/km Produzone Consumo d benzna n l/km x 797 PIA/l d carburante 7

8 xxx.xx Ordnanza sull etchetta ambentale 22 Vecol desel Per le emsson d cu al numero capoverso 2, PIA per vecol desel sono calcolat come segue: NOx Ved vecol a benzna (n. 2) HC Emsson d HC n g/km x 06 PIA/g PM (vecolo Emsson d PM n g/km x 0,3 x 50 PIA/g + emsson d PM n g/km x 0,7 senza fltro x PIA/g antpartcolat o regolato) PM (vecolo Emsson d PM n g/km x 0,965 x 50 PIA/g + emsson d PM n g/km x con fltro 0,035 x PIA/g antpartcolat o regolato) CO Ved vecol a benzna (n. 2) CO 2 Ved vecol a benzna (n. 2) Rumore Ved vecol a benzna (n. 2) Produzone Consumo d desel n l/km x 78 PIA/l d carburante 23 Vecol a gas naturale Per le emsson d cu al numero capoverso 2, PIA per vecol a gas naturale sono calcolat come segue: NOx Ved vecol a benzna (n. 2) HC Emsson d HC n g/km x 2 PIA/g CO Ved vecol a benzna (n. 2) CO 2 Emsson d CO 2 n g/km x 0,9 x 0,3 PIA/g Rumore Ved vecol a benzna (n. 2) Produzone Consumo d gas naturale n m 3 /km x 54 PIA/m 3 d carburante 24 Vecol brd I PIA per vecol brd sono calcolat secondo le bas d calcolo per l motore a combustone utlzzato (benzna, desel, gas naturale), ovvero secondo numer 2, 22 o 23. 8

9 Ordnanza sull etchetta ambentale xxx.xx 25 Vecol elettrc Per le emsson d cu al numero capoverso 2, PIA per vecol elettrc sono calcolat come segue: Rumore Ved vecol a benzna (n. 2) Produzone Consumo d corrente elettrca n kwh/km x 439 PIA/kWh d carburante 26 Vecol bvalent Per vecol che secondo l approvazone del tpo possono essere almentat con vettor energetc dfferent n vendta sull ntero terrtoro nazonale, la valutazone avvene sulla base del vettore energetco che nella valutazone complessva dell uso del vecolo e della produzone del carburante presenta l numero d PIA pù basso. 3 Meda de PIA La meda de PIA d tutt vecol nuov mmatrcolat nel corso dell anno precedente l anno d calcolo 20 è d. 9

10 xxx.xx Ordnanza sull etchetta ambentale Calcolo delle emsson d CO 2 e del consumo energetco Allegato 2 (art. 8, art. 9 e art. 2) Vecol bvalent Per vecol che secondo l approvazone del tpo possono essere almentat con vettor energetc dfferent n vendta sull ntero terrtoro nazonale, l nformazone relatva alle emsson d CO 2 e l calcolo d benzna equvalente sono effettuat n base al consumo del vettore energetco utlzzato che presenta le emsson d CO 2 pù basse. 2 Emsson d CO 2 de vecol elettrc Per vecol azonat con motore elettrco le cu battere possono essere rcarcate attraverso la rete elettrca, la meda delle emsson d CO 2 causate dalla produzone d corrente elettrca necessara al consumo d energa elettrca rportato nell approvazone del tpo è calcolata come segue: consumo energetco n kwh/km x 54 g CO 2 /kwh. 3 Calcolo d benzna equvalente Per vecol desel, l benzna equvalente è calcolato come segue: consumo energetco (desel) n l/00 km x,3. 2 Per vecol a gas naturale, l benzna equvalente è calcolato come segue: consumo energetco (gas naturale) n m 3 /00 km x,5 l/m 3. 3 Per vecol almentat esclusvamente a energa elettrca l benzna equvalente è calcolato come segue: consumo energetco n kwh/00 km x 0, l/kwh. 4 Per vecol almentat con etanolo (E85), l benzna equvalente è calcolato come segue: consumo energetco (E85) n l/00 km x 0,74. 4 Calcolo della quota d bocarburante del gas naturale La quota d bocarburante contenuta nella mscela d gas naturale è par al 0 per cento del volume. 0

11 Ordnanza sull etchetta ambentale xxx.xx 5 Valor med La meda delle emsson d CO 2 d tutt vecol nuov mmatrcolat nel corso dell anno precedente l anno d calcolo 20 è d g/km. 2 La meda del consumo energetco d tutt vecol nuov mmatrcolat nel corso dell anno precedente l anno d calcolo 20 è d..l/00 km.

12 xxx.xx Ordnanza sull etchetta ambentale Allegato 3 (art. 0 e art. 2) Calcolo dell effcenza energetca Prncp Il coeffcente d valutazone è calcolato nella msura del 60 per cento n base al consumo energetco assoluto e per l 40 per cento n base all effcenza energetca relatva. Il consumo energetco assoluto s rfersce all energa prmara ed è ndcato n benzna equvalente. L effcenza energetca relatva è l quozente tra l consumo energetco assoluto e l peso a vuoto. 2 Per l energa prmara l benzna equvalente è calcolato come segue: a. per vecol desel: consumo energetco (desel) n l/00 km x,07; b. per vecol almentat a gas naturale: consumo energetco (gas naturale) n m 3 /00 km x 0,96 l/m 3 ; c. per vecol elettrc: consumo energetco n kwh/00 km x 0,25 l/kwh. 3 Per le automobl che secondo l approvazone del tpo possono essere almentate con vettor energetc dfferent n vendta sull ntero terrtoro nazonale, l calcolo dell effcenza energetca è effettuato sulla base del vettore energetco con l consumo d benzna equvalente d energa prmara pù basso. 4 Se lo stesso numero d approvazone del tpo e del tpo d cambo comprende pù verson d un modello d un automoble, l effcenza energetca vene stablta sulla base del modello d vecolo con l peso vuoto pù alto. 5 Il coeffcente d valutazone vene arrotondato per eccesso alla seconda poszone decmale. 2 Coeffcente d valutazone Il coeffcente d valutazone (BWZ) è calcolato secondo la seguente formula: BWZ = ( r) E ' + r EE ' dove: r: 0,4 E : consumo energetco assoluto normalzzato del vecolo n ltr d benzna equvalente d energa prmara per 00 chlometr; EE : effcenza energetca relatva normalzzata del vecolo. 2

13 Ordnanza sull etchetta ambentale xxx.xx E E E n ' =, dove E = E σ n E = e σ n 2 2 E = (E E) n = EE EE EE σ ' =, dove EE E n EE =, EE = m n = EE e σ n 2 2 = (EE EE) EE n = dove: E : consumo energetco assoluto normalzzato del vecolo n ltr d benzna equvalente d energa prmara per 00 chlometr; σ: dvergenza standard (lvello d dffusone); n: numero d modell d automobl offert; EE : effcenza energetca relatva del vecolo. m : peso a vuoto del vecolo n kg secondo l artcolo 7 capoverso OETV 6. 2 Sulla base de dat relatv all approvazone del tpo d tutt tp d vecol offert, parametr d calcolo delle formule nel capoverso sono fssat come segue: Parametro E Valore E E σ E σ EE 6 3

14 xxx.xx Ordnanza sull etchetta ambentale Annexe 4 (art. e 2) Classfcazone delle automobl nelle categore A-G dell etchetta ambentale Determnazone delle categore La classfcazone delle automobl nelle categore A-G dell etchetta ambentale avvene sulla base della loro effcenza energetca e del loro mpatto ambentale. In tal ambto tutt tp d vecol offert sono rpartt equamente fra tutte le categore. 2 I tp d vecol sono classfcat secondo l crtero d effcenza energetca secondo l loro coeffcente d valutazone e rpartt equamente n sette settor d effcenza energetca. 3 I tp d vecol sono noltre classfcat secondo l crtero dell mpatto ambentale e rpartt ne sette settor PIA seguent: Categora Tasso percentuale per calcolare l lmte PIA Il settore comprende tp d vecol mglor dal punto d vsta dell nqunamento ambentale, l settore 7 comprende n vece peggor. 2 Il tasso percentuale s rfersce alla somma de tp d vecol offert. 4 Il lmte d PIA del relatvo settore è determnato secondo l valore PIA dell ultmo tpo d vecol che fgura nel settore. Il valore lmte è arrotondato per eccesso alla seconda poszone decmale. 5 I tp d vecol assegnat a un settore d effcenza energetca che superano l lmte d PIA d tale settore, al momento della classfcazone nelle categore dell etchetta ambentale sono sosttut dal prossmo tpo d vecol che n matera d effcenza energetca soddsfa l lmte d PIA determnante. 4

15 Ordnanza sull etchetta ambentale xxx.xx 2 Classfcazone de vecol nelle categore dell etchetta ambentale Le categore A - G dell etchetta ambentale sono defnte come segue: Categora Coeffcente d valutazone Valore lmte d PIA A B da > a C da > a D da > a E da > a F da > a G > nessuno Il coeffcente d valutazone pù elevato della categora nteressata è determnato secondo l coeffcente d valutazone dell ultmo tpo d vecol elencato nella graduatora del settore. 5

16 xxx.xx Ordnanza sull etchetta ambentale Allegato 5 (art. 4 cpv. 4 e art. 5 cpv. 3) Requst grafc Rappresentazone grafca dell etchetta ambentale (fgure a 4) L etchetta ambentale deve essere rappresentata nel formato orgnale DIN A4 e con l tpo d scrttura Aral. 2 La grandezza mnma del carattere (corpo) è d: a. ttolo prncpale: corpo 25; b. ttolo ntermedo: corpo 3; c. marca, tpo: corpo 3; d. testo e altre nformazon: corpo 0; e. ndcazon: corpo Per la rappresentazone delle seguent nformazon sull etchetta ambentale sono prescrtt seguent color: a. testo: nero su banco o grgo charo nonché banco nelle barre nere, sfondo grgo charo; b. scale de PIA, delle emsson d CO 2 e del consumo energetco: sfumate dal banco al nero passando per l blu; c. frecce de PIA, delle emsson d CO 2, del consumo energetco e delle categore dell etchetta ambentale: nero; d. barre della meda d PIA, delle emsson d CO 2 e del consumo energetco: nero; e. categore A - G: A verde scuro (codce CMYK X0X0); B verde charo (codce CMYK 70X0); C verde-gallo (codce CMYK 30X0); D gallo (codce CMYK 00X0); E gallo-arancone (codce CMYK 03X0); F arancone (codce CMYK 07X0); G rosso (codce CMYK 0XX0). 2 Rappresentazone grafca delle nformazon n elench e scrtt pubblctar La rappresentazone delle nformazon relatve all mpatto ambentale e agl aspett energetc delle automobl (art. 7 9 e ) n elench e scrtt pubblctar deve soddsfare seguent requst: a. grandezza mnma del carattere: le nformazon d cu all artcolo 4 capovers e 2 devono essere rportate almeno nella grandezza del testo contnuo; b. per l mpatto ambentale va utlzzato l seguente testo: «mpatto ambentale: x PIA (y PIA: meda d tutt vecol nuov vendut)»; c. per le emsson d CO 2 va utlzzato l seguente testo: «emsson d CO 2 : x g/km (y g/km: meda d tutt vecol nuov vendut)». 6

17 Ordnanza sull etchetta ambentale xxx.xx d. per l consumo energetco va utlzzato l seguente testo: «consumo energetco: x l/00km (y l/00km: meda d tutt vecol nuov vendut)». e. per le categore A-G dell etchetta ambentale va utlzzato l seguente testo: «effcenza energetca e mpatto ambentale: categora X». 7

18 xxx.xx Ordnanza sull etchetta ambentale Fgura Vecol a benzna 8

19 Ordnanza sull etchetta ambentale xxx.xx Fgura 2 Vecol desel 9

20 xxx.xx Ordnanza sull etchetta ambentale Fgura 3 Vecol che possono essere almentat con carburant contenent quote d bocarburante 20

21 Ordnanza sull etchetta ambentale xxx.xx Fgura 4 Vecol con valor d consumo e d emsson elevat 2

Ordinanza sull energia

Ordinanza sull energia Ordinanza sull energia (EnV) Modifica del Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 16 capoverso 1 della legge del 26 giugno 1998 1 sull energia (LEne) in esecuzione della legge federale del 6 ottobre

Dettagli

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio Codce d Stoccaggo Captolo 7 Blancamento e rentegrazone dello stoccaggo 7.4 Corrspettv per servz d stoccaggo L UTENTE è tenuto a corrspondere a STOGIT, per la prestazone de servz, gl mport dervant dall

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB Edfc a basso consumo energetco: tra ZEB e NZEB Prof. Ing. Percarlo Romagnon Dpartmento d Progettazone e Panfcazone n Ambent Compless Unverstà IUAV d Veneza Dorsoduro 2206 30123 Veneza perca@uav.t Modell

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

CARATTERISTICHE DI PERICOLO PER I RIFIUTI

CARATTERISTICHE DI PERICOLO PER I RIFIUTI CARATTERISTICHE DI PERICOLO PER I RIFIUTI Il rfuto che contene una o pù sostanze classfcate con uno de codc d classe e categora e uno de codc d ndcazone fgurant nella tabella 1 è valutato rspetto alla

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Compettvtà BANDO PUBBLICO Voucher Startup Incentv per la compettvtà delle Startup nnovatve ALLEGATO 3 PIANO DI UTILIZZO DEL VOUCHER STARTUP INNOVATIVE 2014 3. Pano d

Dettagli

Condizionamento srl. catalogo generale 2007. EV Condizionamento srl

Condizionamento srl. catalogo generale 2007. EV Condizionamento srl EV Condzonamento srl EV Condzonamento srl catalogo generale 2007 Magazzno, uffco commercale e ammnstratvo: Va Lucreza Romana, 65/m 00043 Campno (RM) Italy Tel +39 6 79320072 (6 lnee r.a.) Fax +39 6 79320078

Dettagli

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1 APAT Agenza per la Protezone dell Ambente e per Servz Tecnc Dpartmento Dfesa del Suolo / Servzo Geologco D Itala Servzo Tecnologe del sto e St Contamnat * * * Nota nerente l calcolo della concentrazone

Dettagli

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM)

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM) Identfcazone: SIT/Tec-012/05 Revsone: 0 Data 2005-06-06 Pagna 1 d 7 Annotazon: Il presente documento fornsce comment e lnee guda sull applcazone della ISO 7500-1 COPIA CONTROLLATA N CONSEGNATA A: COPIA

Dettagli

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No EtON 33LIA A,a Pohtche per la Rqualfcazone, la Tutela e la Scurezza Ambentale e per l Attuazone delle Opere Pubblche Servzo Ecologa ATTO DIRIGENZIALE ORIGINALE Codfca adempment L.R.15/08 (trasparenza)

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione Captolo 6 Rsultat pag. 468 a) Osmannoro b) Case Passern c) Ponte d Maccone Fgura 6.189. Confronto termovalorzzatore-sorgent dffuse per l PM 10. Il contrbuto del termovalorzzatore alle concentrazon d PM

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca Eserctazon del corso d Relazon tra varabl Gancarlo Manz Facoltà d Socologa Unverstà degl Stud d Mlano-Bcocca e-mal: gancarlo.manz@statstca.unmb.t Terza eserctazone Mlano, 8 febbrao 7 SOMMARIO TERZA ESERCITAZIONE

Dettagli

MILANO - VENERDÌ, 20 LUGLIO 2007. Sommario. Deliberazione Giunta regionale 26 giugno 2007 - n. 8/5018

MILANO - VENERDÌ, 20 LUGLIO 2007. Sommario. Deliberazione Giunta regionale 26 giugno 2007 - n. 8/5018 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - VENERDÌ, 20 LUGLIO 2007 3º SUPPLEMENTO STRAORDINARIO Sommaro Anno XXXVII - N. 147 - Poste Italane - Spedzone n abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b

Dettagli

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida Hansard OnLne Unt Fund Centre Guda Sommaro Pagna Introduzone al Unt Fund Centre (UFC) 3 Uso de fltr per la selezone de fond 4-5 Lavorare con rsultat del fltro 6 Lavorare con rsultat del fltro - Prezz 7

Dettagli

FORMAZIONE ALPHAITALIA

FORMAZIONE ALPHAITALIA ALPHAITALIA PAG. 1 DI 13 FORMAZIONE ALPHAITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Quadro ntroduttvo ALPHAITALIA PAG. 2 DI 13 1. DEFINIZIONI QUALITA Grado n cu un nseme d caratterstche ntrnseche soddsfa

Dettagli

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9"* @y*d"-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9* @y*d-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1 Mod. 162 /f*e*ékfu utff6úà/6r.** DPARTMENTO PER LE RSORSE DRCHE DREZONE PER LA DFESA DEL MARE 6tro,gq Al Comune d Procda Va LbeÉà, L2-80079 Procda (NA1 % -r tèv {z l.e6ha @y*d"-/%éé/,tr 9"* ---4\ Oggetto:

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data COMUNE D SESTU SETTORE : Responsable: Vglanza Deana Perlug DETERMNAZONE N. n data 1926 04/12/2015 OGGETTO: Affdamento dretto alla dtta Racca Umberto & C. s.n.c. per la forntura d 6 chav elettronche per

Dettagli

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri Scelta dell Ubcazone d un Impanto Industrale Corso d Progettazone Impant Industral Prof. Sergo Cavaler I fattor ubcazonal Cost d Caratterstche del Mercato Costruzone Energe Manodopera Trasport Matere Prme

Dettagli

Questo è il secondo di una serie di articoli, di

Questo è il secondo di una serie di articoli, di DENTRO LA SCATOLA Rubrca a cura d Fabo A. Schreber Il Consglo Scentfco della rvsta ha pensato d attuare un nzatva culturalmente utle presentando n ogn numero d Mondo Dgtale un argomento fondante per l

Dettagli

Condensatori e resistenze

Condensatori e resistenze Condensator e resstenze Lucano attaa Versone del 22 febbrao 2007 Indce In questa nota presento uno schema replogatvo relatvo a condensator e alle resstenze, con partcolare rguardo a collegament n sere

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità alcolo delle Probabltà Quanto è possble un esto? La verosmglanza d un esto è quantfcata da un numero compreso tra 0 e. n partcolare, 0 ndca che l esto non s verfca e ndca che l esto s verfca senza dubbo.

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche hoògoò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà d Gursprudenza Como Corso d Laurea n Scenze Gurdche Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 Presentazone del Corso. Presso

Dettagli

La contabilità analitica nelle aziende agrarie

La contabilità analitica nelle aziende agrarie 2 La contabltà analtca nelle azende agrare Estmo rurale ed element d contabltà (analtca) S. Menghn Corso d Laurea n Scenze e tecnologe agrare Percorso Economa ed Estmo Contabltà generale e cont. ndustrale

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV)

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV) AVVISO PUBBLICO Costtuzone d short lst: Servzo d pulze presso l Isttuto d Rcerca Camporeale, Arano Irpno (AV) In esecuzone della Determna Presdenzale n. 15/103 del 10/09/2015, la Bogem Scarl ntende procedere

Dettagli

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione;

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione; 22 28.10.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 ottobre 2013, n. 59/R Modfche al regolamento emanato con decreto del Presdente della

Dettagli

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza Rev. 07/2012 La tua area rservata Organzzazone Semplctà Effcenza www.vstos.t La tua area rservata 1 MyVstos MyVstos è la pattaforma nformatca rservata a rvendtor Vstos che consente d verfcare la dsponbltà

Dettagli

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari Allegato alla D.D. Area 3 - Terrtoro n 17 del 20.04.2009 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006 Smulazone seconda prova Tema assegnato all esame d stato per l'abltazone alla professone d geometra, 006 roposte per lo svolgmento pubblcate sul ollettno SIFET (Socetà Italana d Fotogrammetra e Topografa)

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS Captolo 7 1. Il modello IS-LM La «sntes neoclassca» e l modello IS-LM Defnzone: ndvdua tutte le combnazon d reddto e saggo d nteresse per le qual l mercato de ben (curva IS) e l mercato della moneta (curva

Dettagli

Indice svizzero dei prezzi delle costruzioni Ottobre 2010=100

Indice svizzero dei prezzi delle costruzioni Ottobre 2010=100 Dpartmento federale dell nterno DFI Uffco federale d statstca UST Attualtà UST 5 Prezz Neuchâtel, luglo 211 Indce svzzero de prezz delle costruzon Ottobre 21=1 Compendo metodologco Informazone: Yves Gullod,

Dettagli

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia PROT. N 53897 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: DATA DECORRENZA: CIRCOLARE N. 9 DC Cartografa, Catasto e Pubblctà Immoblare, d ntesa con l Uffco del Consglere Scentfco e la DC Osservatoro del Mercato

Dettagli

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale Calcolo della caduta d tensone con l metodo vettorale Esempo d rete squlbrata ed effett del neutro nel calcolo. In Ampère le cadute d tensone sono calcolate vettoralmente. Per ogn utenza s calcola la caduta

Dettagli

Kit di conversione gas CELSIUS/Hydrosmart

Kit di conversione gas CELSIUS/Hydrosmart Kt d conversone gas CELSIUS/Hydrosmart IT (04.06) SM Indce 2 Indcazon per la scurezza 3 Legenda de smbol 3 1 Regolazone del gas - Celsus/Hydrosmart 4 1.1 Trasformazone gas 4 1.2 Impostazon d fabbrca 4

Dettagli

AZIENDA PROFILO AZIENDALE. UFFICIO TECNICO ED UNITÀ PRODUTTIVE.

AZIENDA PROFILO AZIENDALE. UFFICIO TECNICO ED UNITÀ PRODUTTIVE. AZIENDA PROFILO AZIENDALE. 3S Saldature Specal Segrate Srl vene costtuta nel 1970. Sn dalle sue orgn, la Socetà s dedca alla progettazone e produzone d component ed apparecchature che trovano larga applcazone

Dettagli

LA STATISTICA: OBIETTIVI; RACCOLTA DATI; LE FREQUENZE (EXCEL) ASSOLUTE E RELATIVE

LA STATISTICA: OBIETTIVI; RACCOLTA DATI; LE FREQUENZE (EXCEL) ASSOLUTE E RELATIVE Lezone 6 - La statstca: obettv; raccolta dat; le frequenze (EXCEL) assolute e relatve 1 LA STATISTICA: OBIETTIVI; RACCOLTA DATI; LE FREQUENZE (EXCEL) ASSOLUTE E RELATIVE GRUPPO MAT06 Dp. Matematca, Unverstà

Dettagli

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A.

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A. Bonus Cap Certfcates con sottostante Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Dal 7 febbrao fno al 1 marzo solo su ISIN: DE000HV8AKJ8 Sottostante: Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Scadenza:

Dettagli

Dove RF è la rendita catastale del fabbricato e f (RF ) la funzione che associa l indice economico del fabbricato alla rendita catastale.

Dove RF è la rendita catastale del fabbricato e f (RF ) la funzione che associa l indice economico del fabbricato alla rendita catastale. 4.4.2. Indc economc L ndce d natura economca, n base a quanto prevsto dalla lettera b), del comma 2 dell artcolo 36 della legge regonale deve essere rferto a reddt catastal rvalutat. S ha pertanto che:

Dettagli

Soluzione esercizio Mountbatten

Soluzione esercizio Mountbatten Soluzone eserczo Mountbatten I dat fornt nel testo fanno desumere che la Mountbatten utlzz un sstema d Actvty Based Costng. 1. Calcolo del costo peno ndustrale de tre prodott Per calcolare l costo peno

Dettagli

La taratura degli strumenti di misura

La taratura degli strumenti di misura La taratura degl strument d msura L mportanza dell operazone d taratura nasce dall esgenza d rendere l rsultato d una msura rferble a campon nazonal od nternazonal del msurando n questone affnché pù msure

Dettagli

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 -

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 - PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE (Metodo delle Osservazon Indrette) - - SPECIFICHE DI CALCOLO Procedura software per la compensazone d una rete d lvellazone collegata

Dettagli

STRATIGRAFIE PARTIZIONI VERTICALI

STRATIGRAFIE PARTIZIONI VERTICALI STRATIGRAFI PARTIZIONI VRTICALI 6. L solamento acustco: tecnche, calcol 2 Trasmssone rumor In edlza s possono dstnguere dfferent tp d rumor: rumor aere (vocare de vcn da altre untà abtatve, rumor provenent

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 ESERCITAZIONE 2 MERCATO MONETARIO E MODELLO /LM ESERCIZIO 1 A) Un economa sta attraversando un perodo d profonda crs economca. Le banche decdono d aumentare la quota d depost

Dettagli

SOFTWARE NBSI (NEIGHBOURHOOD BASED STRUCTURAL INDICES)

SOFTWARE NBSI (NEIGHBOURHOOD BASED STRUCTURAL INDICES) SOFTWARE NBSI (NEIGHBOURHOOD BASED STRUCTURAL INDICES) DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL AMBIENTE FORESTALE E DELLE SUE RISORSE (DISAFRI) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA TUSCIA - Va San Camllo de Lells, 000 Vterbo

Dettagli

ARGOMENTI 1. 2. 3. 4. I

ARGOMENTI 1. 2. 3. 4. I ARGOMENTI 1. Defnzon 2. La classfcazone 3. Competenze e compt 4. I rfut assmlat 5. La raccolta dfferenzata 6. Il trattamento 7. La stablzzazone 8. Il codce CER 191212 9. La FOS 10. Il percolato INDICE

Dettagli

SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE

SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE UNIVERSIÀ DEGLI SUDI DI FERRARA Corso d laurea magstrale n SCIENZE INFERMIERISICHE E OSERICHE Classe LM/SN1 Scenze nfermerstche e ostetrche (DM 270/04) ANNO ACCADEMICO 2014-2015 IL SUDDEO DOCUMENO ORÀ

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard Corso d Statstca (canale P-Z) A.A. 2009/0 Prof.ssa P. Vcard VALORI MEDI Introduzone Con le dstrbuzon e le rappresentazon grafche abbamo effettuato le prme sntes de dat. E propro osservando degl stogramm

Dettagli

impianti di prima pioggia

impianti di prima pioggia SHUNT ITALIANA TECHNOLOGY S.r.l. dvsone depurazone acque mpant d prma pogga un futuro per l acqua... 0867 CAPONAGO (MB) - Va G. Galle, - Tel. 0.95.96.6 - Fax 0.95.74..54 - dvacque@shunt.t - www.shunt.t

Dettagli

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne Dpartmento d Stud Umanstc Corso d Laurea n Lngue e Culture Moderne (L-11 classe n Lngue e Culture Moderne) Manfesto degl Stud A.A. 2014/2015 ART. 1 Obettv formatv specfc e descrzone del corso formatvo

Dettagli

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it Soluzon per lo scarco dat da tachgrafo nnovatv e facl da usare http://dtco.t Downloadkey II Moble Card Reader Card Reader Downloadtermnal DLD Short Range and DLD Wde Range Qual soluzon ho a dsposzone per

Dettagli

Distributore di comando della motrice. Istruzione di controllo. Informazioni sulla sicurezza 1/5. con pedale / 3 Interruttori 1/2

Distributore di comando della motrice. Istruzione di controllo. Informazioni sulla sicurezza 1/5. con pedale / 3 Interruttori 1/2 Dstrbutore d comando della motrce con pedale / 3 Interruttor Istruzone d controllo Prma d nzare l controllo s raccomanda d leggere attentamente le nformazon d scurezza. Informazon sulla scurezza Il controllo

Dettagli

InfoCenter Product A PLM Application

InfoCenter Product A PLM Application genes d un fra o Gestone de crcolazone dell'nformazone sa crcoscrtta entro Pdetermnat ambt settoral. L'ntegrazone de sstem e de odpartment azendal rchede nuove modaltà operatve, nuove t competenze e nuov

Dettagli

Efficienza energetica nelle PMI esempi di problemi tipici e possibili soluzioni per un risparmio economico ed energetico

Efficienza energetica nelle PMI esempi di problemi tipici e possibili soluzioni per un risparmio economico ed energetico Opportuntà per le PMI d rsparmo economco ed energetco : dalla forntura alle buone pratche n azenda Effcenza energetca nelle PMI esemp d problem tpc e possbl soluzon www.europrogett.eu Effcenza energetca

Dettagli

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo VII

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo VII Prof. Guseppe F. Ross E-mal: guseppe.ross@unpv.t Homepage: http://www.unpv.t/retcal/home.html UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà d Ingegnera A.A. 2011/12 - I Semestre - Sede PV RETI TELEMATICHE Lucd

Dettagli

CONTRIBUTI ISTAT. L utilizzazione delle surveys per la stima del valore monetario del danno ambientale: il metodo della valutazione contingente

CONTRIBUTI ISTAT. L utilizzazione delle surveys per la stima del valore monetario del danno ambientale: il metodo della valutazione contingente CONTRIBUTI ISTAT L utlzzazone delle surveys per la stma del valore monetaro del danno ambentale: l metodo della valutazone contngente Lda Brond(*) (**) (*) ISTAT Dpartmento per la produzone statstca e

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11 Caso Copyrght 2005 The Companes srl Stma d un area fabbrcable n zona ndustrale nella cttà d Ferrara. La stma è effettuata con crter della comparazone e quello del valore d trasformazone. Indce Confermento

Dettagli

Variabili statistiche - Sommario

Variabili statistiche - Sommario Varabl statstche - Sommaro Defnzon prelmnar Statstca descrttva Msure della tendenza centrale e della dspersone d un campone Introduzone La varable statstca rappresenta rsultat d un anals effettuata su

Dettagli

Il diagramma PSICROMETRICO

Il diagramma PSICROMETRICO Il dagramma PSICROMETRICO I dagramm pscrometrc vengono molto utlzzat nel dmensonamento degl mpant d condzonamento dell ara, n quanto consentono d determnare n modo facle e rapdo le grandezze d stato dell

Dettagli

UNIVERSITÀ VITA-SALUTE SAN RAFFAELE

UNIVERSITÀ VITA-SALUTE SAN RAFFAELE UNVERSTÀ VTA-SALUTE SAN RAFFAELE DECRETO RETTORALE N. 4809 Vsta Vsto Vsta Vste la Legge 2 agosto 1999, n. 264 L RETTORE l Decreto del Mnstero dell'struzone, dell'unverstà e della Rcerca del 22 ottobre

Dettagli

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements Torna al programma Sstema per la garanza della qualtà ne sstem automatc d msura alle emsson: applcazone del progetto d norma pren 14181:2003. Rsultat dell esperenza n campo presso due mpant plota. Cprano

Dettagli

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui:

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui: I IDACATI E LA COTRATTAZIOE COLLETTIVA Il ruolo economco del sndacato n concorrenza mperfetta, n cu: a) le mprese fssano prezz de ben n contest d concorrenza monopolstca (con extra-proftt); b) lavorator

Dettagli

Manuale delle Segnalazioni Statistiche e di Vigilanza per gli Intermediari del Mercato Mobiliare

Manuale delle Segnalazioni Statistiche e di Vigilanza per gli Intermediari del Mercato Mobiliare Manuale delle Segnalazon Statstche e d Vglanza per gl Intermedar del Mercato Moblare Crcolare n. 148 del 2 luglo 1991 14 aggornamento del 16 dcembre 2009 VIGILANZA CREDITIZIA E FINANZIARIA Manuale delle

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model Rcerca Operatva e Logstca Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentl Modell per la Logstca: Sngle Flow One Level Model Mult Flow Two Level Model Modell d localzzazone nel dscreto Modell a Prodotto Sngolo e a Un

Dettagli

PROCEDURA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

PROCEDURA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE PROCEDURA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO DI RECUPERO INERTI NON PERICOLOSI PROVENIENTI DA COSTRUZIONI E DEMOLIZIONI IN LOCALITA VAL DI MERSE D C B A EMISSIONE ITALCAVE s.r.l.

Dettagli

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa PROTOCOLLO C'NTESA PER LA TUTELA E L RSANAMENTO CELLA MEDA VALLE DEL "'''1.''' TRA: La Provnca d Avellno l Consorzo AS d Avellno La Socetà rpnambente spa l Comune d Atrpalda l Comune d Avellno l Comune

Dettagli

n.49 del 24/O1 2014 O (i G E T T O

n.49 del 24/O1 2014 O (i G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n.49 del 24/O1 2014 O ( G E T T O Concessone n comodato duso gratuto per la durata d un anno alla Socetà Cooperatv a Socale

Dettagli

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA:

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA: Economa del Settore Pubblco Laura Vc laura.vc@unbo.t www.dse.unbo.t/lvc/edsp_.htm LEZIONE 4 Rmn, 9 aprle 008 Economa del Settore Pubblco 96 I prncpal ndc d dseguaglanza: ndc d entropa generalzzata Isprata

Dettagli

Servizi Urbanistica. > Pianificazione Generale Piano Regolatore Generale, Strutturale e Operativo Programma di Fabbricazione Regolamento Edilizio

Servizi Urbanistica. > Pianificazione Generale Piano Regolatore Generale, Strutturale e Operativo Programma di Fabbricazione Regolamento Edilizio 2 Servz Urbanstca > Panfcazone Generale Pano Regolatore Generale, Strutturale e Operatvo Programma d Fabbrcazone Regolamento Edlzo > Panfcazone Settorale Pano Paesaggstco Pano Infrastrutturale Pano del

Dettagli

PARTE II LA CIRCOLAZIONE IDRICA

PARTE II LA CIRCOLAZIONE IDRICA PARTE II LA CIRCOLAZIONE IDRICA La acque d precptazone atmosferca che gungono al suolo scorrono n superfce o penetrano n profondtà dando orgne alla crcolazone, la quale subsce l nfluenza d molt fattor

Dettagli

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

T3 (IP) Comfort collegabile a Integral 5

T3 (IP) Comfort collegabile a Integral 5 T3 (IP) Comfort collegable a Integral 5 Benutzerhandbuch User s gude Manual de usuaro Manuel utlsateur Manuale d uso Gebrukersdocumentate Indce Indce Utlzzo del telefono Note mportant...4 Panoramca del

Dettagli

INOSTRISPORTELLIASCOLTO: OSSEREVATORIO ON-LINE

INOSTRISPORTELLIASCOLTO: OSSEREVATORIO ON-LINE Assoc az one A N G E LI CENTROANTI VI OLENZA, ANTI STALKI NG EANTI STUPRO Pr oget t o:rete ANGELI BandoPer c or s nret e2013 A N G E LI Cent r oant v ol enz a, Ant s t al k ngeant s t upr o Gu da al l

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato Allegato n. 1 a Prot AU/01/130 RELAZIONE TECNICA PRESUPPOSTI PER L ADOZIONE DI SCHEMA DI CONDIZIONI PER L EROGAZIONE DEL PUBBLICO SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL TERRITORIO NAZIONALE

Dettagli

Il modello markoviano per la rappresentazione del Sistema Bonus Malus. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. Materiale e Riferimenti

Il modello markoviano per la rappresentazione del Sistema Bonus Malus. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. Materiale e Riferimenti Il modello marovano per la rappresentazone del Sstema Bonus Malus rof. Cercara Rocco Roberto Materale e Rferment. Lucd dstrbut n aula. Lemare 995 (pag.6- e pag. 74-78 3. Galatoto G. 4 (tt del VI Congresso

Dettagli

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO 4. SCHMI ALTRNATIVI DI FINANZIAMNTO DLLA SPSA PUBBLICA. Se l Governo decde d aumentare la Spesa Pubblca G (o Trasferment TR), allora deve anche reperre fond necessar per fnanzare questa sua maggore spesa.

Dettagli

UMBERTO I " Il suesposto decreto e divenuto esecutivo in seguito alla pubblicazione all Albo dell Ente L. al... 11/10/2014...

UMBERTO I  Il suesposto decreto e divenuto esecutivo in seguito alla pubblicazione all Albo dell Ente L. al... 11/10/2014... M À} CENTRO RESDENZE PERNZN UMBERTO " ORGNE 35028 POE D SCCO (Padova) N 244 del 24/09/204 l Segretaro Drettore d uesto sttuto Perìn Dottssa Emanuela a sens del Dgs n 65/ 200 delle successve dsposzon d

Dettagli

Tutti gli strumenti vanno tarati

Tutti gli strumenti vanno tarati L'INCERTEZZA DI MISURA Anta Calcatell I.N.RI.M S eseguono e producono msure per prendere delle decson sulla base del rsultato ottenuto, come per esempo se bloccare l traffco n funzone d msure d lvello

Dettagli

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014 Dpartmento d Economa Azendale e Stud Gusprvatstc Unverstà degl Stud d Bar Aldo Moro Corso d Macroeconoma 2014 1.Consderate l seguente grafco: LM Partà de tass d nteresse LM B A IS IS Y E E E Immagnate

Dettagli

Esempi di documentazione tecnica completa sottoposta ad accertamento documentale con esito positivo

Esempi di documentazione tecnica completa sottoposta ad accertamento documentale con esito positivo Appendce B (nformatva) Esemp d documentazone tecnca completa sottoposta ad accertamento documentale con esto postvo B.1 Generaltà La presente appendce fornsce alcun esemp d documentazone tecnca, relatv

Dettagli

i i IifgIilIUl!flllulIiIii, I/

i i IifgIilIUl!flllulIiIii, I/ ) do.d PRO 4r( tcoco) P cccman data \ R nta r Wr ìnce nle (,mun:cazon ezcne (1 ntencu ov stv 1 jtrred:al antro )ìrezonap ol3 3 C 3 APOL] c pata,a na e monc vaqcorn I( r -r le gjf ( [) F I(T.(.F IfgIlIUl!flllulII,

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

16. BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO

16. BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO Corso d Tecnca del Controllo Ambentale A.A. 20122013 16. BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO 16.1 INTRODUZIONE La legslazone talana prevede la certfcazone energetca degl edfc [1,2,3,4]. Gl edfc, o meglo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ECONOMIA AZIENDALE A.S.: 2015/2016 Prof Pnzzotto Dana classe 5 b afm Obtv educatv OBTV ddattc trasversal Acqusre

Dettagli

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA: PROPOSTE E SCENARI PER UNA RAZIONALIZZAZIONE DEI CONSUMI FINALI

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA: PROPOSTE E SCENARI PER UNA RAZIONALIZZAZIONE DEI CONSUMI FINALI LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA: PROPOSTE E SCENARI PER UNA RAZIONALIZZAZIONE DEI CONSUMI FINALI Antono Salvatore Trevs e Domenco Laforga Centro Rcerche Energa ed Ambente (CREA) - Facoltà d Ingegnera

Dettagli

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria Responsable del provvedmento fnale : Solnas Grazella - tel.0783/378206 - ragonera@comune.solaru sto Acquszone d ben e servz d Fnanzaro Trbutaro Grazella Solnas 0783-378206 ragonera@comune.solaru preventv

Dettagli

PARENTELA e CONSANGUINEITÀ di Dario Ravarro

PARENTELA e CONSANGUINEITÀ di Dario Ravarro Introduzone PARENTELA e CONSANGUINEITÀ d Daro Ravarro 1 gennao 2010 Lo studo della genealoga d un ndvduo è necessaro al fne d valutare la consangunetà dell ndvduo stesso e la sua parentela con altr ndvdu

Dettagli

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE PROCEDURA NEGOZIATA PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI IDEAZIONE E PROGETTAZIONE GRAFICA PER LA PUBBLICAZIONE E DIVULGAZIONE DELLE INIZIATIVE CULTURALI DELL'ERT ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

Dettagli

Estremi dd versamento 43/028 4 VC Y 160

Estremi dd versamento 43/028 4 VC Y 160 Anas SpA Socetà con Soco Unco Gap. Soc. 2.269.892.000,00 - scr. R.E.A. 1024951 - P.VA 02133681003 - C-F. 80208450587 Sede legale: Va Mozambano, 10-00185 Roma «Te. 06 44461 - Fax 06 44S6224 Sede Compartmentale:

Dettagli

CITTA DI SALEMI Libero Consorzio Comunale di Trapani

CITTA DI SALEMI Libero Consorzio Comunale di Trapani r " CTTA D SALEM Lbero Consorzo Comunale d Trapan 4 SETTORE "Ambente Protezone Cvle Servz Cmteral Edlza popolare Uffco Art.5 Patrmono" AVVSO CENSMENTO AMANTO (scadenza 20 maggo 2015) S avvsa la Cttadnanza

Dettagli

Remote Power Switch. Guida d installazione

Remote Power Switch. Guida d installazione Remote Power Swtch Guda d nstallazone Hq Internazonale w w w. m n c o m. c o m Hq Nordamercano Hq Europeo Jerusalem, Israel Tel: + 72 2 535 666 mncom@mncom.com Lnden, NJ, USA Tel: + 0 46 200 nfo.usa@mncom.com

Dettagli