MALATTIE DEL TAPPETO ERBOSO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MALATTIE DEL TAPPETO ERBOSO"

Transcript

1 SOLUZIONI PROFESSIONALI PER LA GESTIONE DEL PRATO MALATTIE DEL TAPPETO ERBOSO

2

3 Marciume Rosa Invernale (Microdochium nivale) Malattia tipica della stagione invernale SINTOMI Si manifesta al principio con macchie circolari molto piccole (meno di 5 cm di diametro) che nel corso dell evoluzione della malattia non superano comunque i 30 cm. In caso di elevata umidità si può notare sul prato il micelio di colore biancastro. Generalmente la zona interna della chiazza resta verde scuro e l anello esterno rimane più chiaro dando origine al tipico occhio di rana. Fattori predisponenti Periodi freddo-umidi caratterizzati da sbalzi di temperatura. Errate concimazioni autunnali con fertilizzanti contenenti azoto a pronto effetto (nitrico). Interventi preventivi e di cura Effettuare operazioni di arieggiatura e sabbiatura del prato. Favorire la circolazione dell aria per prevenire o ridurre ristagni e elevata umidità. Concimare in autunno con Actiwin alla dose di 3 Kg / 100 m 2 L elevato titolo in potassio ed il basso contenuto di azoto a pronto effetto riducono l aggressività della malattia. Distribuire Iprodione, Tebuconazole o Procloraz alla dose indicate in etichetta non appena si nota la comparsa delle prime macchie sul prato e ripetere l intervento ogni 2-3 settimane fino alla scomparsa della malattia. Applicazione di DFence Nei casi di massima pressione del fungo si consiglia una dose di 0,10 L / 100 m 2 con cadenza 7-10 giorni. Nel caso di leggera pressione si consiglia una dose di 0,15 L / 100 m 2 ogni 14 giorni. In entrambi i casi, per facilitare la ripresa del tappeto erboso, abbinare Renova alla dose di 0,1 L / 100 m 2

4 Dollar spot (Sclerotinia Homeocarpa) Malattia del periodo da maggio a settembre Si manifesta con macchie perfettamente circolari giallastre del diametro di 3-6 cm che nel giro di pochi giorni diventano necrotiche. Nella sua evoluzione, la malattia causa l unione delle singole macchie. Il risultato è la formazione di macchie di dimensioni di cm di diametro ma con forma irregolare. Nelle prime ore del mattino e in presenza di umidità è ben visibile il micelio cotonoso di color bianco. Sintomi Fattori predisponenti Per svilupparsi l infezione necessita di elevata umidità fogliare per alcuni giorni. Elevata umidità soprattutto notturna associata a temperature superiori a 20 C. Temperatura diurna superiore a 30 C. Carenze di apporti nutrizionali azotati. Suolo compattato e feltro in eccesso. Eliminazione della rugiada (es. con frusta). Evitare stress idrici. Favorire la circolazione dell aria sul prato. Irrigazioni notturne spostate verso le prime ore dell alba. Interventi preventivi e di cura Concimare con 3 Kg/100 m 2 di Actiwin ad elevato titolo in potassio Eliminare il feltro e limitare il compattamento attraverso l applicazione di Revitalize alla dose di 0,15 L / 100 m 2. Distribuire Iprodione o Propiconazolo alle dosi indicate in etichetta non appena compaiono le macchie sul prato. Ripetere il trattamento se necessario. Applicazione di DFence Nei casi di massima pressione del fungo si consiglia una dose di 0,10 L / 100 m 2 con cadenza 7-10 giorni. Nel caso di leggera pressione si consiglia una dose di 0,15 L / 100 m 2 ogni 14 giorni. In entrambi i casi, per facilitare la ripresa del tappeto erboso, abbinare Renova alla dose di 0,1 L / 100 m 2

5 Filo Rosso (Corticium fuciforme) Malattia del periodo da marzo a ottobre SINTOMI Malattia del periodo primaverile ed occasionalmente autunnale. Compaiono sul prato delle chiazze rossastre di forma irregolare e diametro variabile fino anche a cm. Le chiazze ricoprono la parte terminale delle foglie che risultano rosse (da qui il nome di malattia dei fili rossi ) Fattori predisponenti Concimazioni errate con prodotti ad alto titolo di azoto a pronto effetto (nitrico). Elevato ombreggiamento e scarsa ventilazione. Eccesso di feltro nel periodo invernale (il fungo vive nel feltro). Temperatura compresa tra 15 e 22 C (min 1 C, max 30 C). Interventi preventivi e di cura É necessaria una buona manutenzione per prevenire questo patogeno. Favorire il drenaggio con carotature e sabbiature e l applicazione di Revitalize alla dose di 0,15 L / 100 m 2 per ridurre il feltro. Mantenere un buon livello nutritivo nel terreno distribuendo Actiwin alla dose di 3 Kg / 100 m 2 una volta in marzo e una seconda volta a settembre e con 3 Kg / 100 m 2 di Actiwin una volta in maggio o giugno. Eliminare i residui dei tagli. Distribuire Iprodione alla dose indicate in etichetta solo in casi di reale necessità. Applicazione di DFence Nei casi di massima pressione del fungo si consiglia una dose di 0,10 L / 100 m 2 con cadenza 7-10 giorni. Nel caso di leggera pressione si consiglia una dose di 0,15 L / 100 m 2 ogni 14 giorni. In entrambi i casi, per facilitare la ripresa del tappeto erboso, abbinare Renova alla dose di 0,1 L / 100 m 2

6 Macchia Bruna (Rhizoctonia solani) Malattia del periodo da maggio a ottobre Sul prato compaiono macchie giallo scure che possono raggiungere 2 metri di diametro. Le dimensioni della macchia sono tanto più grandi quanto più bassa è l altezza di taglio del prato. Il micelio si nota molto bene nelle prime ore del mattino sui bordi esterni della macchia e l alone grigio è così caratteristico da prendere il nome di anello di fumo. Si può avere una ripresa vegetativa all interno della macchia alzando le altezze di taglio. Sintomi Fattori predisponenti Le temperature ideali per lo sviluppo del patogeno sono comprese tra 22 C e 34 C. La temperatura notturna maggiore di 16 C ed associata a costante presenza di umidità sulla superficie fogliare. Eccessivi apporti di azoto prontamente disponibile (nitrico). Scarsa areazione. Interventi preventivi e di cura Arieggiatura e sabbiatura abbinati all applicazione di Revitalize alla dose di 0,15 litri/100 m 2 per prevenire l accumulo di feltro. Evitare tagli eccessivamente bassi. Concimare nel mese di maggio con 3 Kg / 100 m 2 di Actiwin ad elevato titolo in potassio e con 3 Kg /100 m 2 di Actiwin una volta a marzo e una volta a settembre. L azoto a lenta cessione evita gli eccessi e previene gli squilibri vegetativi. Distribuire Tolclofos metile o Tecobutazole alla dose indicate in etichetta non appena compaiono le macchie sul prato e ripetere l intervento ogni 2-3 settimane fino alla scomparsa della malattia. Applicazione di DFence Nei casi di massima pressione del fungo si consiglia una dose di 0,10 L / 100 m 2 con cadenza 7-10 giorni. Nel caso di leggera pressione si consiglia una dose di 0,15 L / 100 m 2 ogni 14 giorni. In entrambi i casi, per facilitare la ripresa del tappeto erboso, abbinare Renova alla dose di 0,1 L / 100 m 2

7 Pythium (Pythium Blight) Malattia del periodo da maggio a settembre SINTOMI Si formano sui prati chiazze irregolari che possono raggiungere anche i 2 metri di diametro. Durante le prime ore del mattino attorno alla chiazza si può vedere una struttura cotonosa bianca. Sui prati a taglio più alto le macchie possono manifestarsi in maniera molto diversa tra loro. Impressionante è la velocità di propagazione e l entità del danno. Fattori predisponenti Temperature ideali per questo fungo patogeno che attacca foglie e radici sono comprese tra C. Le essenze maggiormente colpite sono: Agrostide Stolonifera, Poa Annua, Poa Pratensis e Loietto. Temperatura notturna maggiore di 18 C associata a prolungate bagnature fogliari. Apporti eccessivi di azoto a pronto rilascio (nitrico). Terreni con scarso drenaggio ed eccesso di feltro. Interventi preventivi e di cura Arieggiatura e sabbiatura per prevenire l accumulo di feltro abbinate all applicazione di Revitalize alla dose di 0,15 L / 100 m 2. Favorire la ventilazione del prato. Concimare nel mese di maggio con 3 Kg ogni 100 m 2 di Actiwin ad elevato titolo in potassio e con 3 Kg ogni 100 m 2 di Actiwin una volta a marzo e una volta a settembre. L azoto a lenta cessione evita gli eccessi e previene gli squilibri vegetativi. Evitare scorrimenti superficiali dell acqua (prima causa di propagazione). Distribuire Metalaxil o Propamocarb alle dosi indicate in etichetta non appena compaiono le macchie sul prato e ripetere l intervento ogni 2-3 settimane fino alla scomparsa della malattia. Applicazione di DFence Nei casi di massima pressione del fungo si consiglia una dose di 0,10 L / 100 m 2 con cadenza 7-10 giorni. Nel caso di leggera pressione si consiglia una dose di 0,15 L / 100 m 2 ogni 14 giorni. In entrambi i casi, per facilitare la ripresa del tappeto erboso, abbinare Renova alla dose di 0,1 L / 100 m 2

8 Ruggine (Puccinia spp., Uromyces spp., Uredo spp.) Malattia del periodo maggio-giugno e settembre-ottobre Si evidenzia con le caratteristiche pustole rossastre su foglie e steli che sono precedute dalla comparsa di macchie giallo chiaro. Lo sviluppo della malattia si riconosce molto bene a causa delle chiazze rossastre ben evidenti sul verde del prato. E buona norma prestare particolare attenzione alla cura di questa malattia perché attacchi di ruggine probabilmente predisporranno altre infezioni. Sintomi Fattori predisponenti Temperatura compresa tra 20 e 30 C. Presenza di vento. Irrigazioni frequenti. Bassa fertilità azotata. Interventi preventivi e di cura Concimare con 3 Kg / 100 m 2 di Actiwin nei mesi di Marzo e Settembre. Concimare con 3 Kg / 100 m 2 di Actiwin nei mesi di Maggio-Giugno. Distribuire Procloraz e Propiconazolo alla dose indicate in etichetta non appena si nota la comparsa delle prime macchie sul prato e ripetere l intervento ogni 2-3 settimane fino alla scomparsa della malattia. Applicazione di DFence Nei casi di massima pressione del fungo si consiglia una dose di 0,10 L / 100 m 2 con cadenza 7-10 giorni. Nel caso di leggera pressione si consiglia una dose di 0,15 L / 100 m 2 ogni 14 giorni. In entrambi i casi, per facilitare la ripresa del tappeto erboso, abbinare Renova alla dose di 0,1 L / 100 m 2

9 Dfence La vera difesa naturale contro le avversità VALAGRO, grazie alla propria esclusiva tecnologia, ha messo a punto un prodotto specifico in grado di: 1. Aumentare le difese naturali del prato. 2. Prevenire e curare le più comuni patogenie. 3. Migliorare la qualità generale del tappeto erboso rendendolo più sano e vigoroso. COME FUNZIONA IL DFENCE E un formulato liquido studiato appositamente per prevenire e curare i danni causati dai funghi. L origine vegetale e la grande affinità con la pianta ne facilitano l assorbimento senza alcun rischio di fitotossicità. Grazie alla sua specifica composizione di aminoacidi selezionati e fitoalessine (antibiotici vegetali), il DFence apporta al prato anticorpi naturali già formati, in grado di opporre un eccezionale resistenza alla propagazione del patogeno. I complessi di aminoacidi specifici neutralizzano le tossine legandosi a loro e formando nuove molecole, rendendole così inattive all interno della struttura cellulare. Gli estratti vegetali forniscono elementi nutritivi velocemente disponibili, stimolando i processi metabolici di difesa. A differenza dei tradizionali fitofarmaci, il DFence agisce sul prato e non contro il patogeno, risultando efficace verso tutti i funghi senza creare, nel tempo, ceppi resistenti e non più controllabili. Prove e sperimentazioni su Riduzione dell 80% con DFENCE Riduzione dell 88% con DFENCE DFENCE CONTROL Malattie Bermuda decline Antracnosi Fusarium sp Pithyum sp Efficacia Malattie Marciume rosa invernale Rhizoctonia sp Ruggine sp Efficacia Legenda: 1= basso controllo (infezione 25%-50%) 5= controllo ottimo (infezione < 5%) Dosi: DFence: 0,15 L / 100 m 2 ogni giorni. Distribuire il prodotto diluito in 50/80 litri d acqua. Nel caso di massima pressione del fungo si consiglia una cadenza d intervento di 7/10 giorni.

10 Actiwin La nuova frontiera della lenta cessione LA LIBERAZIONE DELL AZOTO L Azoto contenuto nelle catene molto lunghe di UREAFORM (dal 20 al 30% del totale) diventa disponibile per il prato in tempi agronomicamente molto lunghi. I tempi variano in funzione della lunghezza delle catene e della popolazione di microrganismi presenti nel terreno (Indice di Fertilità Biologica). L ATTIVAZIONE DELL AZOTO Grazie ad un esclusiva tecnologia, VALAGRO è in grado di fornire fertilizzanti a lenta cessione che hanno la capacità di ridurre le catene lunghe di azoto (HWIN) a catene più corte (HWSN). La presenza in ogni granulo di un esclusivo attivatore organico costituito da un complesso di polisaccaridi, estratti vegetali, acidi organici, aminoacidi e vitamine, stimola l attività dei microrganismi presenti nel terreno e assicura la rottura delle catene lunghe (HWIN) in catene più corte (HWSN), dalle quali si renderà disponibile per il tappeto erboso l azoto in un tempo certo e compreso tra 6 e 25 settimane. Doppia Azione Nutrizionale: - sul tappeto erboso/fioriture e ornamentali. - sui microrganismi del suolo. APPLICAZIONE Dosi: g/m 2. Irrigare l area trattata dopo la distribuzione. Studiato per ogni professionista nei settori tappeti erbosi, florovivaismo/ornamentali e giardinaggio. E disponibile nelle seguenti formulazioni e granulometrie: » Medium grade (1,0-3,0 mm/200 sgn) e Green grade (0,4-1,4 mm/90 sgn) » Medium grade (1,0-3,0 mm/200 sgn) e Green grade (0,4-1,4 mm/90 sgn) » Medium grade (1,0-3,0 mm/200 SGN)

11

12 VALAGRO SpA Zona Industriale Atessa (CH) Tel: Fax:

MICRODOCHIUM NIVALIS TYPHULA INCARNATA LAETISARIA FUCIFORMIS (FILO ROSSO)

MICRODOCHIUM NIVALIS TYPHULA INCARNATA LAETISARIA FUCIFORMIS (FILO ROSSO) MICRODOCHIUM NIVALIS Dopo un prolungato periodo di condizioni atmosferiche fredde e umide si possono formare macchie circolari depresse di circa 5 cm. O inferiori che cambiano rapidamente di colore dal

Dettagli

TURF & ornamentals. Diario del manutentore

TURF & ornamentals. Diario del manutentore VALAGRO TURF & ornamentals Diario del manutentore Il tappeto erboso è l associazione più o meno stabile di piante appartenenti alla famiglia delle Graminacee con portamento rizomatoso cespitoso o stolonifero

Dettagli

Avversità del manto erboso: malattie fungine, parassiti, infestanti

Avversità del manto erboso: malattie fungine, parassiti, infestanti Avversità del manto erboso: malattie fungine, parassiti, infestanti Massimo Mocioni La gestione delle avversità nei tappeti erbosi dei centri sportivi: malattie fungine, parassiti ed infestanti. Bologna,

Dettagli

Alcune malattie fungine dell olivo

Alcune malattie fungine dell olivo Alcune malattie fungine dell olivo Massimo Pilotti CRA- Centro di Ricerca per la Patologia Vegetale ROMA Malattia fungina nota già nel dopoguerra nelle zone di coltivazione meridionali. Segnalazioni del

Dettagli

RICCADONA OSCAR DANIELE Centro Forniture Giardinaggio

RICCADONA OSCAR DANIELE Centro Forniture Giardinaggio RICCADONA OSCAR DANIELE Centro Forniture Giardinaggio Via Volpare 104/B - 37069 Villafranca di Verona (VR) IT tel. / fax (+39) 045 6300192 - cell. (+39) 348 0069434 website: www.riccadona.it e-mail: info@riccadona.it

Dettagli

Mastergreen per i professionisti

Mastergreen per i professionisti Mastergreen per i professionisti Linea caratterizzata da una vasta gamma di prodotti destinati ad un cliente esigente e preparato. Si articola in miscugli di sementi unicamente di provenienza americana,

Dettagli

CALCIOCIANAMIDE. COMPOSIZIONE CONCIME CE AZOTO (N) totale 19,8% di cui nitrico 1,5% OSSIDO DI CALCIO (CaO) 50% CONFEZIONI:

CALCIOCIANAMIDE. COMPOSIZIONE CONCIME CE AZOTO (N) totale 19,8% di cui nitrico 1,5% OSSIDO DI CALCIO (CaO) 50% CONFEZIONI: CALCIOCIANAMIDE NITRATA GRANULARE È un prodotto microgranulare azotato ideale per ogni coltura orticola, frutticola e floricola; particolarmente indicata per terreni a ph acido svolge un azione fertilizzante

Dettagli

PROGRAMMA MANUTENZIONE GIARDINO

PROGRAMMA MANUTENZIONE GIARDINO Operazioni PREPARAZIONE DEL TERRENO Il terreno ideale da giardino è quello con tessitura argillosa-sabbiosa, friabile. Se il terreno dovesse essere pesante e compatto bisognerà correggerlo incorporando

Dettagli

Ammendante Compostato Misto

Ammendante Compostato Misto Ammendante Compostato Misto Cos è il Compost? Il Compost deriva da rifiuti, come buona parte dei fertilizzanti, dal letame alla farina di carne, dal cuoio idrolizzato al solfato ammonico. Il Compost non

Dettagli

PRODOTTI SPECIFICI E GUIDA DI COLTIVAZIONE TAPPETO ERBOSO

PRODOTTI SPECIFICI E GUIDA DI COLTIVAZIONE TAPPETO ERBOSO E GUIDA DI COLTIVAZIONE TAPPETO ERBOSO SEMENTI PER TAPPETO ERBOSO BLUE CLUB Velocissimo nell'impianto, fine, buona resistenza alle patologie. Colore verde scuro. Periodo di semina: Primavera, Autunno Dosi:

Dettagli

IL PRATO. Un morbido e verde prato ha alle spalle un grande lavoro che richiede professionalità e l utilizzo di materie prime di qualità.

IL PRATO. Un morbido e verde prato ha alle spalle un grande lavoro che richiede professionalità e l utilizzo di materie prime di qualità. IL PRATO Un morbido e verde prato ha alle spalle un grande lavoro che richiede professionalità e l utilizzo di materie prime di qualità. La realizzazione di un morbido e verde prato è caratterizzata da

Dettagli

(funghi, muffe e batteri) alle radici ed al colletto della pianta. Al contrario, la carenza d acqua, porta la pianta a stress da appassimento ed a

(funghi, muffe e batteri) alle radici ed al colletto della pianta. Al contrario, la carenza d acqua, porta la pianta a stress da appassimento ed a L ACQUA L elemento acqua è costituente degli esseri viventi, sia animali che vegetali, superando in alcuni casi anche il 90% della composizione. L acqua per le piante è un elemento indispensabile in quanto

Dettagli

Piano Sementiero Nazionale per l Agricoltura Biologica

Piano Sementiero Nazionale per l Agricoltura Biologica Piano Sementiero Nazionale per l Agricoltura Biologica Presentazione dei risultati del secondo biennio di attività Linee guida e disciplinari per la produzione di sementi biologiche D.ssa Alessandra Sommovigo

Dettagli

PRESEMINATO CARATTERISTICHE COMUNI

PRESEMINATO CARATTERISTICHE COMUNI PRESEMINATO è il biotessile preseminato, interamente biodegradabile, contenente sementi di prima qualità, fornito in rotoli, che consente la realizzazione di inerbimenti in varie situazioni a seguito della

Dettagli

(GERANI E SURFINIE) FLORA HORTUS

(GERANI E SURFINIE) FLORA HORTUS Hortus Flora (Gerani & Surfinie) Acid Rose Terriccio per Agrumi Terriccio per Colture Biologiche Terriccio per Orchidee Terrazzo Fiorito Terriccio per Tappeti Erbosi BelPrato Sport TSi-70 Verde Pensile

Dettagli

Botrite e Sclerotinia: due crittogame delle orticole Raito (Salerno), 19 settembre 2013

Botrite e Sclerotinia: due crittogame delle orticole Raito (Salerno), 19 settembre 2013 Botrite e Sclerotinia: due crittogame delle orticole Raito (Salerno), 19 settembre 2013 Dott.ssa Flavia Grazia Tropiano Servizio Fitosanitario Regione Campania Le orticole in Campania in cifre Nel 2012

Dettagli

L argilla assorbe elementi nutritivi e li cede lentamente alle piante - si evita un sovradosaggio di concimazione

L argilla assorbe elementi nutritivi e li cede lentamente alle piante - si evita un sovradosaggio di concimazione TERRICCI FRUX Prodotti con garanzia di successo per la buona qualità dell argilla. I terricci Frux sono prodotti di qualità, per la presenza di pregiate materi prime quali argilla montmorillonitica dei

Dettagli

Manipolazione e posizionamento delle lastre

Manipolazione e posizionamento delle lastre Manipolazione e posizionamento delle lastre Preparing for the new crop 3-3 Consegna 1 La conservazione all esterno non è consigliabile. Conservare in un area asciutta e pulita lontano dall area di produzione.

Dettagli

SCELTA DELL AMBIENTE DI COLTIVAZIONE E VOCAZIONALITÀ

SCELTA DELL AMBIENTE DI COLTIVAZIONE E VOCAZIONALITÀ CILIEGIO Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA DELL AMBIENTE DI COLTIVAZIONE E VOCAZIONALITÀ

Dettagli

La Septoriosi del frumento

La Septoriosi del frumento La Septoriosi del frumento Angelo Sarti, ASTRA Innovazione e Sviluppo U.O. Mario Neri Imola (BO) angelo.sarti@astrainnovazione.it La Septoriosi del frumento è una malattia comunemente presente nei nostri

Dettagli

"ORO NERO" Fertilizzante organico, biologico, ottenuto da solo letame.

ORO NERO Fertilizzante organico, biologico, ottenuto da solo letame. "ORO NERO" Fertilizzante organico, biologico, ottenuto da solo letame. Figura 1 PRESENTAZIONE HUMUS (PORCELLINO) il prezioso e indispensabile nutriente biologico, per tutte le coltivazioni da interni e/o

Dettagli

PRODOTTI PER! AGRICOLTURA BIOLOGICA!

PRODOTTI PER! AGRICOLTURA BIOLOGICA! Catalogo Prodotti PRODOTTI PER AGRICOLTURA BIOLOGICA Dal 1997 ci occupiamo di sostenere l agricoltura biologica e migliorare l ambiente, tramite prodotti biologici, che formuliamo e confezioniamo direttamente

Dettagli

NOVITà NATURAL POWER

NOVITà NATURAL POWER NOVITà per il florovivaismo NATURAL POWER Il nuovo fertilizzante biostimolante naturale e sicuro in ogni aspetto. Hicure aiuta a ridurre lo stress abiotico, migliora la qualità della pianta e ne aumenta

Dettagli

IL RISO n 2 del 16 luglio 2015 BRUSONE DEL RISO: PRESENZA, MONITORAGGIO E DIFESA IN LOMBARDIA

IL RISO n 2 del 16 luglio 2015 BRUSONE DEL RISO: PRESENZA, MONITORAGGIO E DIFESA IN LOMBARDIA IL RISO n 2 del 16 luglio 2015 BRUSONE DEL RISO: PRESENZA, MONITORAGGIO E DIFESA IN LOMBARDIA Il brusone è la più dannosa malattia fungina del riso a livello mondiale ed è causata da un fungo ascomicete

Dettagli

SERRA SUD AFRICA: NOTE DI COLTIVAZIONE

SERRA SUD AFRICA: NOTE DI COLTIVAZIONE SERRA SUD AFRICA: NOTE DI COLTIVAZIONE La Serra Nuova dedicata ad alcuni ambienti del Sud Africa rappresenta una delle sfide più ardue per chi lavora nell Orto Botanico di Torino. Su una superficie di

Dettagli

I funghi hanno la funzione di decomporre le sostanze morte e così consentono alla sostanza organica di mettersi in circolo nel terreno.

I funghi hanno la funzione di decomporre le sostanze morte e così consentono alla sostanza organica di mettersi in circolo nel terreno. I funghi hanno la funzione di decomporre le sostanze morte e così consentono alla sostanza organica di mettersi in circolo nel terreno. L eccesso di piogge (forze lunari) in presenza di calore, aumenta

Dettagli

Il prato cenni generali

Il prato cenni generali Il prato cenni generali Per ottenere uno splendido tappeto erboso in estate, bisogna cominciare e curarlo già all inizio della primavera. Appena possibile, bisognerà cominciare con la rastrellatura delle

Dettagli

GIARDINO. Seminare un. tappeto erboso

GIARDINO. Seminare un. tappeto erboso GIARDINO Seminare un tappeto erboso 05 1 Gli attrezzi POLVERIZZATORE RASTRELLO TOSAERBA SUOLE PER AERARE RASTRELLO SCARIFICATORI TAGLIABORDI RASTRELLI CONCIMATRICE DISTRIBUTORE DI SEMI MANUALE RULLO MOTOZAPPA

Dettagli

Catalogo. Tappeti Erbosi. Padana Sementi Elette

Catalogo. Tappeti Erbosi. Padana Sementi Elette Catalogo Tappeti Erbosi Padana Sementi Elette Natural Garden pag. 4 Natural Garden Sud 5 Top Green 6 Brillante 6 Prestige 6 Unirustic Plus 7 Sporting 7 Special Green 8 Prato Americano 8 Fast 9 Rigenervit

Dettagli

Il Laboratorio Botanico. Pier Antonio Bragato

Il Laboratorio Botanico. Pier Antonio Bragato Il Laboratorio Botanico Pier Antonio Bragato 40 Pier Antonio Bragato Il Laboratorio Botanico Via Barbara Melzi 107 20025 LEGNANO MI Legnano - ottobre 2007 3 Indice UNA SCHEDA PER TUTTE LE STAGIONI pag.

Dettagli

si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi

si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi LA PATATA Famiglia delle solanacee Genere solanum Pianta erbacea coltivata come annuale ma che in natura si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi I fiori sono riuniti a

Dettagli

Buone Condizioni Agronomiche ed Ambientali

Buone Condizioni Agronomiche ed Ambientali Obiettivo 1 EROSIONE DEL SUOLO Obiettivo 2 SOSTANZA ORGANICA DEL SUOLO Obiettivo 3 STRUTTURA DEL SUOLO Obiettivo 4 LIVELLO MINIMO DI MANTENIMENTO Regione Campania - Assessorato Agricoltura e alle Attività

Dettagli

Forum Tappeti Erbosi nello sport

Forum Tappeti Erbosi nello sport Forum Tappeti Erbosi nello sport Le più aggiornate tecniche di manutenzione del tappeto erboso a cura di Paolo Croce 30 ottobre 2015 Casalunga Golf Resort Paolo Croce La manutenzione del tappeto erboso

Dettagli

I prodotti Ilsa aumentano la resa e il valore del tuo frumento

I prodotti Ilsa aumentano la resa e il valore del tuo frumento dossier FRUMENTO 2 I prodotti Ilsa aumentano la resa e il valore del tuo frumento Aumentare la resa del frumento, e contemporaneamente anche la qualità, è possibile solo con una concimazione azotata continua

Dettagli

Agrital Ricerche Stefano Carrano marzo 2006

Agrital Ricerche Stefano Carrano marzo 2006 Impianto e cure colturali di Lampone e Rovo Agrital Ricerche Stefano Carrano marzo 2006 Propagazione Introduzione - lampone Questo lavoro è nato da una precedente raccolta di diapositive destinata ad un

Dettagli

(Hydrangea macrophylla) Phytophtora sp. - Pythium sp. (marciumi basali) Rhizoctonia solani. (mal del colletto) Famiglia: Saxifragaceae

(Hydrangea macrophylla) Phytophtora sp. - Pythium sp. (marciumi basali) Rhizoctonia solani. (mal del colletto) Famiglia: Saxifragaceae Hydrangea macrophylla) Famiglia: Saxifragaceae Phytophtora sp. - Pythium sp. marciumi basali) Questi funghi determinano lo sviluppo di un marciume bruno-violaceo nella parte basale della pianta P Creare

Dettagli

Le micottossine del mais

Le micottossine del mais Le micottossine del mais Prevenzione, controllo in campo e in azienda 1 definizione Definizione Metaboliti secondari prodotti da funghi parassiti delle piante e agenti di ammuffimenti delle derrate alimentari

Dettagli

Catalogo tappeti erbosi Passion for grass

Catalogo tappeti erbosi Passion for grass Catalogo tappeti erbosi Passion for grass Great in Grass Indice Passion for Grass 4 Focus su qualità e conoscenza 6 RPR - Lolium perenne auto-rigenerante 8 Water Saver - Il prato con meno acqua 10 Parchi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI. Scheda tecnica triticale

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI. Scheda tecnica triticale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO di AGRARIA - SACEG Scheda tecnica triticale Dott. Giovanni Pruneddu Tecnica colturale triticale Tipi di triticale Fra le varietà disponibili sul mercato possiamo

Dettagli

Acquisti.Benza.it. I CONSIGLI DEL NOSTRO AGRONOMO, il Dott. Enrico Leva: ORTO

Acquisti.Benza.it. I CONSIGLI DEL NOSTRO AGRONOMO, il Dott. Enrico Leva: ORTO 1 di 5 13/07/2013 15.22 Oggetto: [Benza.it] I consigli dell'agronomo, speciale Prati Mittente: "Newsletter Benza.it" Data: 12/03/2013 20.41 A: mastrobenza@gmail.com Acquisti.Benza.it

Dettagli

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns ORTICOLE IN SERRA Preparazione del terreno Trapianto Post-Trapianto Inizio accrescimento vegetativo Accrescimento vegetativo Fioritura Allegagione Ingrossamento bacche frutti Invaiatura Maturazione Obiettivo/Problema

Dettagli

Guida alla concimazione

Guida alla concimazione Guida alla concimazione OLIVO 1 PREMESSA La Guida alla Concimazione, di breve e semplice consultazione, scientificamente corretta, non vuole essere un strumento esaustivo per tutti i casi verificabili

Dettagli

Insetticidi. Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi Insetticidi PAB PPO

Insetticidi. Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi Insetticidi PAB PPO Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi PAB PPO Calypso Protector SE Confidor 200 SL Decis Energy Confidor Oil Decis Jet Oliocin Reldan 22 Lumachicida Mesurol M Plus Insetticida acaricida Spaikil Team

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

FISIOLOGIA VEGETALE. Il suolo e la nutrizione minerale

FISIOLOGIA VEGETALE. Il suolo e la nutrizione minerale FISIOLOGIA VEGETALE Il suolo e la nutrizione minerale Il suolo è costituito da una frazione inorganica e da una frazione organica frazione inorganica è preponderante e deriva dalla frammentazione della

Dettagli

BIOLOGIA DEL SUOLO Marco Acutis

BIOLOGIA DEL SUOLO Marco Acutis BIOLOGIA DEL SUOLO Marco Acutis Corso di studi in Produzione e Protezione delle Piante e dei Sistemi del Verde BIOLOGIA del SUOLO Reazioni nel suolo Riguardano: Chimiche, poche Biologiche, la maggior parte

Dettagli

Progetto sperimentale per un sistema integrato domiciliare di raccolta dei rifiuti urbani

Progetto sperimentale per un sistema integrato domiciliare di raccolta dei rifiuti urbani Comune di Giuliano Teatino Progetto sperimentale per un sistema integrato domiciliare di raccolta dei rifiuti urbani 100% compostaggio domestico ANALISI DELLE CRITICITÀ E PROPOSTE RISOLUTIVE PER LE UTENZE

Dettagli

Associazione ex-allievi Istituto professionale per l agricoltura e l ambiente Crema. Il giardino

Associazione ex-allievi Istituto professionale per l agricoltura e l ambiente Crema. Il giardino Associazione ex-allievi Istituto professionale per l agricoltura e l ambiente Crema Il giardino A cura degli ex-allievi dell istituto professionale per l agricoltura e l ambiente di Crema ZELO BUON PERSICO

Dettagli

RISOLUZIONE VITI-OENO 1/2005

RISOLUZIONE VITI-OENO 1/2005 CODICE DI BUONE PRATICHE VITIVINICOLE PER LIMITARE AL MASSIMO LA PRESENZA DI OCRATOSSINA A NEI PRODOTTI DERIVATI DALLA VITE Considerando la Risoluzione CST 1/2002 che fissa il tasso limite di ocratossina

Dettagli

La muffa grigia della rosa. difesa durante la coltivazione e in post-raccolta

La muffa grigia della rosa. difesa durante la coltivazione e in post-raccolta La muffa grigia della rosa difesa durante la coltivazione e in post-raccolta Carlo Pasini CRA - Istituto Sperimentale per la Floricoltura e-mail: c.pasini@istflori.it micelio e conidiofori di Botrytis

Dettagli

PREPARAZIONE DEL SITO

PREPARAZIONE DEL SITO Pur essendo un lavoro che richiede molta cura, la realizzazione di un buon prato è alla portata anche di chi, per hobby, si dedica con passione al giardinaggio. Al giardiniere fai da te sono necessarie

Dettagli

PRATO FIORITO. Espositore 30 buste (5x6 varietà)

PRATO FIORITO. Espositore 30 buste (5x6 varietà) TAPPETI ERBOSI LINEA PROFESSIONALE E un miscuglio di sementi per tappeti erbosi ottenuto da varietà professionali con la caratteristica di essere resistente alle diverse tipologie di terreno e condizioni

Dettagli

Concimazione post-raccolta di frutteto e vigneto: un investimento per la qualità dei frutti e dei vini

Concimazione post-raccolta di frutteto e vigneto: un investimento per la qualità dei frutti e dei vini Concimazione post-raccolta di frutteto e vigneto: un investimento per la qualità dei frutti e dei vini Scegliere concimi di elevata qualità ed efficienza La concimazione del vigneto e del frutteto riveste

Dettagli

Lo specialistà dei prati

Lo specialistà dei prati Lo specialistà dei prati 13 13 13 15 16 17 19 23 24 25 26 27 28 29 29 30 14 Introduzione L erba del vicino è sempre più verde. E proprio vero? Blumen ha pensato di sfatare questo detto. Realizzare un bellissimo

Dettagli

Concime per piante pluripremiato!

Concime per piante pluripremiato! Concime per piante pluripremiato! Powder Feeding Siamo alla ricerca del perfetto concime per piante da quando abbiamo iniziato a coltivare piante e produrre incroci. I risultati ottenuti con i prodotti

Dettagli

REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE VAIOLATURA DELLE DRUPACEE O SHARKA

REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE VAIOLATURA DELLE DRUPACEE O SHARKA REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE VAIOLATURA DELLE DRUPACEE O SHARKA La sharka o vaiolatura delle drupacee è una grave malattia provocata da un virus, Plum

Dettagli

ALLEGATO 6 DEFINIZIONE DELLA BUONA PRATICA AGRICOLA VALIDA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO

ALLEGATO 6 DEFINIZIONE DELLA BUONA PRATICA AGRICOLA VALIDA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO ALLEGATO 6 DEFINIZIONE DELLA BUONA PRATICA AGRICOLA VALIDA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO a. Generalità: La seguente parte della misura definisce il concetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTÀ DI GIUGLIANO IN CAMPANIA Provincia di Napoli S ERVIZIO E COLOGIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO MANUTENZIONE ORDINARIA DEL PATRIMONIO VEGETALE E DISERBO STRADALE SUL TERRITORIO DI PROPRIETA COMUNALE

Dettagli

Guida al trattamento della vostra piscina

Guida al trattamento della vostra piscina Guida al trattamento della vostra Guia químico PoolExt exterior IT.pdf 3/19/2013 4:23:59 PM Le principali fasi del trattamento dell acqua Regolazione del Ph Il livello di ph segnala se l acqua è acida

Dettagli

PROGETTO PER ORTO BIOLOGICO COOP. AGESPHA ONLUS ED AZIENDA AGRICOLA CALIARI

PROGETTO PER ORTO BIOLOGICO COOP. AGESPHA ONLUS ED AZIENDA AGRICOLA CALIARI PROGETTO PER ORTO BIOLOGICO COOP. AGESPHA ONLUS ED AZIENDA AGRICOLA CALIARI La Cooperativa Agespha ha stipulato una collaborazione con l Azienda Agricola Caliari di Bussolengo un progetto di Orto Biologico

Dettagli

Newsletter frumento tenero e duro Newsletter n 4 2015 Piacenza, 8 aprile

Newsletter frumento tenero e duro Newsletter n 4 2015 Piacenza, 8 aprile Newsletter frumento tenero e duro Newsletter n 4 2015 Piacenza, 8 aprile Gentile utente, grano.net e granoduro.net sono servizi web interattivi sviluppati da Horta e nati con la funzione di fornire supporti

Dettagli

Dr. Federico Tuberga LOMBRIASCO (TO) 19/11/2014 ISTITUTO TECNICO AGRARIO DON BOSCO TAPPETI ERBOSI: GESTIONE SPECIALIZZATA O SEMPLICE ORNAMENTO?

Dr. Federico Tuberga LOMBRIASCO (TO) 19/11/2014 ISTITUTO TECNICO AGRARIO DON BOSCO TAPPETI ERBOSI: GESTIONE SPECIALIZZATA O SEMPLICE ORNAMENTO? Dr. Federico Tuberga LOMBRIASCO (TO) 19/11/2014 ISTITUTO TECNICO AGRARIO DON BOSCO TAPPETI ERBOSI: GESTIONE SPECIALIZZATA O SEMPLICE ORNAMENTO? La manutenzione ordinaria del verde: brevi cenni tecnici

Dettagli

Diffusione Xylella fastidiosa: EVITARE INUTILI ALLARMISMI!!!

Diffusione Xylella fastidiosa: EVITARE INUTILI ALLARMISMI!!! Diffusione Xylella fastidiosa: EVITARE INUTILI ALLARMISMI!!! Stiamo purtroppo assistendo al diffondersi di un inutile quanto infondato ed incauto allarmismo, dovuto all ipotetica presenza nel comprensorio

Dettagli

Fa per due, fa per te

Fa per due, fa per te NOVITà REVUS TOP Fa per due, fa per te per patata e pomodoro Massima efficacia su peronospora Massima efficacia su alternaria Orticoltura Valore Sementi Agrofarmaci Insetti ausiliari e impollinatori Servizi

Dettagli

CEREALI (autunno-vernini) (frumento duro, frumento tenero, orzo, avena, farro e triticale)

CEREALI (autunno-vernini) (frumento duro, frumento tenero, orzo, avena, farro e triticale) CEREALI (autunno-vernini) (frumento duro, frumento tenero, orzo, avena, farro e triticale) Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI PRODUZIONE, TERRITORIO, AGROENERGIA LA PIOGGIA.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI PRODUZIONE, TERRITORIO, AGROENERGIA LA PIOGGIA. DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI PRODUZIONE, TERRITORIO, AGROENERGIA LA PIOGGIA Marco Acutis Corso di studi in Produzione e Protezione delle Piante e dei Sistemi del Verde L acqua Fondamentale

Dettagli

CYMBIDIUM. Origine: Nepal e Nord India

CYMBIDIUM. Origine: Nepal e Nord India Azienda Agricola Nardotto Capello di Nardotto Claudio C.so Repubblica 266 18033 Camporosso (IM) ITALY Nursery CITES P-IT-1002 Tel. +39.0184.29.00.69 Fax +39.0184.25.46.49 P.Iva IT01478300088 CATTLEYA Origine:

Dettagli

Golf Club Le Robinie 26 CAMPI DA GOLF ANTONIO RANA

Golf Club Le Robinie 26 CAMPI DA GOLF ANTONIO RANA 26 CAMPI DA GOLF Golf Club Le Robinie Progettato dal grande Jack Nicklaus è uno dei migliori d Europa: qui cure e manutenzione descritte dal suo greenkeeper Renato Tiraboschi ANTONIO RANA Un campo impegnativo,

Dettagli

Quale cibo per il futuro?

Quale cibo per il futuro? Quale cibo per il futuro? C. Forni Laboratorio di Botanica e Fitotecnologie Università degli Studi di Roma Tor Vergata forni@uniroma2.it Frascati Scienza 22 9 14 1 Le piante sono costituite da tante molecole

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

Centro Studi Malattie degli Alberi

Centro Studi Malattie degli Alberi In questo numero: Patologia vegetale: le malattie della radice in vaso Chimica agraria: i terricci e la concimazione Periodico scientifico del settore florovivaistico a cura della redazione tecnica di

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO.

DISCIPLINARE TECNICO. ERSA DISCIPLINARE TECNICO PRODOTTO ASPARAGO BIANCO Pagina 1 di 12 DISCIPLINARE TECNICO. AI SENSI DELLA L.R. 13 AGOSTO 2002, n. 21 E DEL REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO COLLETTIVO APPROVATO CON DECRETO DEL

Dettagli

FORRICALE Varietà di origine spagnola

FORRICALE Varietà di origine spagnola FORRICALE Varietà di origine spagnola LETIZIA ERBA MEDICA LA VARIETÁ Origine: sintetica a 3 costituenti (70% ecotipo romagnolo, 20% ecotipo polesano, 10% varietà francese) Costitutore/responsabile selezione

Dettagli

Danni da neve sulla quercia da sughero Tipologia e interventi di recupero.

Danni da neve sulla quercia da sughero Tipologia e interventi di recupero. Agenzia regionale per la ricerca in agricoltura Dipartimento della ricerca per il sughero e la silvicoltura Tempio Pausania Danni da neve sulla quercia da sughero Tipologia e interventi di recupero. Rilievi

Dettagli

CASO-STUDIO 1 Coltivazione di mais NON-IRRIGUO su cover-crop di leguminosa (VECCIA)

CASO-STUDIO 1 Coltivazione di mais NON-IRRIGUO su cover-crop di leguminosa (VECCIA) SEMINA su SODO CASO-STUDIO 1 Coltivazione di mais NON-IRRIGUO su cover-crop di leguminosa (VECCIA) Il presente caso studio è stato sviluppato da AIPAS nell ambito di un progetto europeo di educazione ambientale

Dettagli

Verifica di diverse strategie di fertirrigazione biologica sulla CV Pink Lady

Verifica di diverse strategie di fertirrigazione biologica sulla CV Pink Lady Verifica di diverse strategie di fertirrigazione biologica sulla CV Pink Lady Pinna Massimo ( ) -Gamba Ursula ( ) -Spagnolo Sandra ( ) ( ) CRAB-Centro di Riferimento per l Agricoltura Biologica della Provincia

Dettagli

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI Anno 2006/2007 A cura dell ufficio Agronomico Italpollina Spa OBIETTIVO

Dettagli

Per il fior fiore delle piante. Informazioni utili e consigli per la cura delle orchidee

Per il fior fiore delle piante. Informazioni utili e consigli per la cura delle orchidee Per il fior fiore delle piante. Informazioni utili e consigli per la cura delle orchidee Varietà e caratteristiche 4 Scelta della posizione e cura 6 Il Medico delle piante 10 Servizio e contatto 12 L orchidea:

Dettagli

TUTORIAL OVER 30 PRIME RUGHE

TUTORIAL OVER 30 PRIME RUGHE TUTORIAL OVER 30 PRIME RUGHE A 20 anni la pelle vive il suo momento migliore, si rinnova ogni 28 giorni e ha un aspetto fresco e tonico. Dopo i 20, quando il processo evolutivo dei tessuti è completato,

Dettagli

Miscugli di specie selvatiche perenni. Lungo periodo di fioritura. Macchie di vari colori o monocromatiche. Grande capacità di colonizzazione

Miscugli di specie selvatiche perenni. Lungo periodo di fioritura. Macchie di vari colori o monocromatiche. Grande capacità di colonizzazione Miscugli di specie selvatiche perenni Lungo periodo di fioritura Macchie di vari colori o monocromatiche Grande capacità di colonizzazione Informazioni tecniche Il dosaggio e la scelta delle specie vegetali

Dettagli

GUIDA ALL INTERPRETAZIONE AGRONOMICA DELL ANALISI CHIMICA DEL SUOLO

GUIDA ALL INTERPRETAZIONE AGRONOMICA DELL ANALISI CHIMICA DEL SUOLO DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, PROTEZIONE CIVILE E TURISMO Settore Servizi alle Imprese Agricole GUIDA ALL INTERPRETAZIONE AGRONOMICA DELL ANALISI CHIMICA DEL SUOLO Laboratorio Regionale Analisi Terreni e Produzioni

Dettagli

Le avversità delle piante ornamentali

Le avversità delle piante ornamentali Seminario Grottammare (AP) Le avversità delle piante ornamentali La gestione delle avversità in ambito urbano Luigi Delloste Per avversità ambientale si intende qualsiasi evento, sia di origine climatica

Dettagli

CORSI DIDATTICI PER AMATORI 2010-2011

CORSI DIDATTICI PER AMATORI 2010-2011 PROGRAMMA DEI CORSI DIDTICI PER AMORI 2010-2011 Uffici e Laboratori: Via delle Vignazze, 1-21010 GOLASECCA (VA) - ITALY 1/9 PROPOSTA DI CORSI DIDTICI DI GIARDINAGGIO Il settore del giardinaggio e della

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015 CAMPAGNA ASSICURATIVA 2015 CONTRIBUZIONE EUROPEA: POLIZZE MULTIRISCHIO: FINO AL 65% DELLA SPESA PARAMETRATA DEFINIZIONI DELLE AVVERSITA DI FREQUENZA: GRANDINE: Acqua congelata nell atmosfera che precipita

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PRODUZIONE DI COMPOST

ISTRUZIONI PER LA PRODUZIONE DI COMPOST ISTRUZIONI PER LA PRODUZIONE DI COMPOST Per informazioni: info@cmvservizi.it Cosa si può compostare? In generale si possono compostare quasi tutti i resti di vegetali ovvero ciò che un tempo è stato vivente

Dettagli

Perché è importante l analisi del terreno?

Perché è importante l analisi del terreno? Perché è importante l analisi del terreno? Indice 1. Terreno e piante, uniti per la vita 2. Le proprietà fisiche del terreno 3. La composizione chimica del terreno 4. L analisi del terreno 1. Terreno e

Dettagli

Gestione del rischio micotossine nella filiera produttiva del mais

Gestione del rischio micotossine nella filiera produttiva del mais Gestione del rischio micotossine nella filiera produttiva del mais Giuliano Mosca, Dipartimento Agronomia ambientale e Produzioni vegetali Università degli Studi di Padova 2.1 Introduzione Il frutto del

Dettagli

Linee guida generali per una manutenzione ecocompatibile dei percorsi di golf italiani

Linee guida generali per una manutenzione ecocompatibile dei percorsi di golf italiani Linee guida generali per una manutenzione ecocompatibile dei percorsi di golf italiani Introduzione A cura della Sezione Tappeti Erbosi della Scuola Nazionale di Golf e del Gruppo di lavoro: Golf e Ambiente

Dettagli

Blanke Profilo di chiusura

Blanke Profilo di chiusura Dati tecnici Blanke Profilo di chiusura Per la protezione dei bordi in caso di chiusure di rivestimenti al pavimento ed alle pareti Uso e funzioni: Blanke Profilo di chiusura è un profilo speciale per

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

PRESS RELEASE DEBORAH BIOETYC

PRESS RELEASE DEBORAH BIOETYC PRESS RELEASE DEBORAH BIOETYC Le novità della Linea Corpo Nuovo DEBORAH BIOETYC Le novità della Linea Corpo Nuovo All avanguardia nella scelta degli attivi. Ultra-performante nelle formulazioni. Efficace

Dettagli

IL COMPOSTAGGIO: IMITIAMO LA FORESTA. (scuola primaria)

IL COMPOSTAGGIO: IMITIAMO LA FORESTA. (scuola primaria) IL COMPOSTAGGIO: IMITIAMO LA FORESTA (scuola primaria) INFEA - MATERIALE DIDATTICO Laboratorio Il compostaggio: imitiamo la foresta (scuola primaria) Il compostaggio domestico Il compostaggio domestico

Dettagli

SPECIALI PER APPLICAZIONE FOGLIARE. Amino Phos Cu. fertilizzanti speciali

SPECIALI PER APPLICAZIONE FOGLIARE. Amino Phos Cu. fertilizzanti speciali SPECIALI PER APPLICAZIONE FOGLIARE Amino Phos Cu Amino Phos Cu CONCIME ORGANO-MINERALE NPK 3-35-20 CON RAME (Cu) COMPOSIZIONE Azoto (N) totale... 3 % Azoto (N) organico...1 % Azoto (N) ammoniacale...1

Dettagli

Mais: impianto e tecnica colturale

Mais: impianto e tecnica colturale Mais: impianto e tecnica colturale Modulo di sistemi foraggeri Andrea Onofri Perugia, A.A. 2009-2010 1 Contenuti Contents 1 Tipologie di ibridi 1 2 Impianto 3 3 Fertilizzazione 4 4 Cure colturali 4 5 Raccolta

Dettagli

OSSIGENO DISCIOLTO ED EUTROFIZZAZIONE

OSSIGENO DISCIOLTO ED EUTROFIZZAZIONE OSSIGENO DISCIOLTO ED EUTROFIZZAZIONE Un esempio di misure di ossigeno e ph in acque contenenti piante acquatiche (alla luce e al buio) Misura (con un ossimetro) dell ossigeno disciolto all inizio di un

Dettagli

Murali Condensing. Sommario. Introduzione 2 Configurazioni di scarico 3 Installazione 10 Gamma condotti fumi 12

Murali Condensing. Sommario. Introduzione 2 Configurazioni di scarico 3 Installazione 10 Gamma condotti fumi 12 Murali Condensing Sommario Introduzione 2 Configurazioni di scarico 3 Installazione 10 Gamma condotti fumi 12 1 Sistemi di scarico in PP Introduzione Sistema per intubamento in PP per caldaie a condensazione

Dettagli

Tecnica colturale della soia

Tecnica colturale della soia Tecnica colturale della soia Modulo di sistemi foraggeri Andrea Onofri Perugia, A.A. 2009-2010 1 Contenuti Contents 1 Impianto 1 2 Fertilizzazione 2 3 Cure colturali 2 1 Impianto Scelta varietale 1. Le

Dettagli

Metodi di campionamento per l'analisi del terreno già investito a vigneto

Metodi di campionamento per l'analisi del terreno già investito a vigneto LA CONCIMAZIONE DI PRODUZIONE Per quanto riguarda i vigneti che sono già impiantati, è importante che il viticoltore proceda ad una razionalizzazione degli interventi fertilizzanti. Di norma, infatti,

Dettagli

Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano

Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano Pazienti in trattamento sostitutivo della funzione renale (USL 7 Zona Valdichiana) N Dialisi extracorporea 40 Dialisi peritoneale 10 Trapianto attivo

Dettagli

Contenuti Perché comprare un Carrier Drill Particolari tecnici I cantieri lavorativi del Carrier Drill Concetto Regolazione Evoluzione

Contenuti Perché comprare un Carrier Drill Particolari tecnici I cantieri lavorativi del Carrier Drill Concetto Regolazione Evoluzione Contenuti Perché comprare un Carrier Drill Particolari tecnici I cantieri lavorativi del Carrier Drill Concetto Regolazione Evoluzione Perché comprare un Carrier Drill? Flessibilità per eseguire 2 operazioni,

Dettagli