Internet, i siti web e la posta elettronica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Internet, i siti web e la posta elettronica"

Transcript

1 NICOLA FERRANDO Internet, i siti web e la posta elettronica I.RI.FO.R. Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione Sezione provinciale di Vicenza Vicenza Marzo 2013

2 SOMMARIO 1. Internet Che cos è Internet? Modem e scheda di rete I protocolli di Internet Internet e intranet Server e client. Gli indirizzi IP I siti web Nomi a dominio e indirizzi Internet Uso di Internet Explorer I link Come visitare un sito conosciuto La cache I frames Salvataggio e stampa delle pagine web La Barra informazioni e i pop-up Salvataggio dei dati immessi nei moduli I siti preferiti e la cronologia I feed RSS ed i podcast La ricerca integrata in Internet Explorer 7 e versioni successive Le Opzioni Internet Uso di Internet Explorer con Jaws I tasti di navigazione rapida Aggiornamento automatico delle pagine, filmati Flash e componenti ActiveX Compilazione dei moduli Lettura delle tabelle Selezionare e copiare il testo Personalizzazione delle opzioni per i singoli siti web Web flessibile I segnaposto, le etichette virtuali e i punti di riferimento Surf Up: pagine web di esempio per imparare a navigare Uso di alcuni siti utili Il servizio PagineBianche.it Il servizio PagineGialle.it I motori di ricerca. Google Consultazione dell orario ferroviario: il sito Consultazione del televideo RAI La posta elettronica Uso di Outlook Express Configurazione di Outlook Express La schermata principale di Outlook Express Invio e ricezione della posta Scrivere un nuovo messaggio Uso della rubrica Rispondere ad un messaggio Inoltrare un messaggio Ricezione e invio di allegati Gestione dei messaggi Cancellazione dei messaggi Uso delle cartelle

3 Uso delle regole Salvataggio e stampa dei messaggi Le firme Altre opzioni Uso delle identità Le minacce della Rete I virus Gli spyware e la privacy I firewall I dialer Lo spamming Le catene di Sant Antonio

4 1. Internet 1.1. Che cos è Internet? Internet è una rete mondiale formata da tante reti interconnesse. Nata alla fine degli anni Sessanta come progetto militare, successivamente è diventata il sistema di collegamento tra i computer degli enti governativi e delle università degli Stati Uniti. In seguito i principali centri di ricerca degli altri Paesi del mondo hanno sviluppato proprie reti e le hanno collegate a quella americana, dando vita alla rete mondiale che conosciamo. Negli ultimi anni lo sviluppo della Rete è stato sovvenzionato soprattutto da aziende private, e ciò ha comportato un cambiamento radicale della Rete. Inizialmente si trattava di un luogo in cui studenti e professori di tutto il mondo si scambiavano informazioni. Oggi, invece, è soprattutto uno strumento che consente di fruire di una serie di servizi, alcuni gratuiti, altri a pagamento. Rispetto ad altre reti di computer, Internet ha una caratteristica particolare: quella di non avere un centro. Essendo nata come progetto militare, i progettisti elaborarono un sistema che è in grado di funzionare anche qualora un computer o un cavo siano fuori uso. Pur essendo nata negli USA, Internet non ha mai avuto un padrone riconosciuto a livello mondiale. Esistono alcuni organismi, quali l I.C.A.N.N. (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) e il W3C (World Wide Web Consortium), che stabiliscono le regole tecniche che assicurano il funzionamento della Rete, ma tali enti non possono effettuare alcun controllo sui dati che viaggiano all interno della rete. Ciò favorisce lo sviluppo di attività illegali, quali lo scambio di musica e film. Tuttavia internet va vista come un qualsiasi altro strumento: in sé non è Né buona né cattiva, tutto dipende dall uso che ne fanno gli uomini Modem e scheda di rete I componenti hardware necessari per connettersi a Internet sono il modem e la scheda di rete. I computer che sono collegati in modo permanente a Internet hanno una scheda di rete, mentre i computer che si collegano solo quando è necessario utilizzano una periferica chiamata modem. Il nome deriva dalle iniziali delle parole modulatore e demodulatore. In una linea telefonica tradizionale il modem consente il trasferimento di bit attraverso la rete telefonica, modulando gli impulsi in uscita e demodulando quelli in entrata. In una linea ISDN il modem si limita a trasmettere e ricevere pacchetti di bit, giacché in questo tipo di linea tutte le comunicazioni avvengono in maniera digitale. Ultimamente si è diffusa la tecnologia ADSL, che sfruttando la linea telefonica tradizionale, consente connessioni molto veloci senza occupare interamente la linea telefonica. La potenza di una scheda di rete e di un modem è data dalla quantità di bit che queste periferiche riescono a trasferire in un secondo. Si misura in bit al secondo (bps). I multipli sono il chilobit al secondo (Kbps), il megabit al secondo (Mbps) e il gigabit al secondo (Gbps). Un modem tradizionale può raggiungere i 56 Kbps, un modem ISDN può arrivare a 64 Kbps per ciascuno dei due canali della linea ISDN, mentre la tecnologia ADSL consente di raggiungere i 7.2 Mbps e oltre. Questi sono i valori massimi che si possono raggiungere in condizioni ottimali, ma di solito le connessioni avvengono a velocità inferiori, a causa di interferenze sui cavi di trasmissione e del costante aumento del traffico di dati che vengono scambiati tra i diversi computer connessi alla Rete. Finora abbiamo parlato di tecnologie che presuppongono un collegamento fisico, cioè un cavo. Esistono anche tecnologie senza cavo o wireless: la più nota è la Wi-Fi, che sfrutta le onde radio, e 4

5 presuppone l installazione nel computer di una apposita periferica, una sorta di scheda di rete. Anche le reti di telefonia cellulare, GSM e UMTS, consentono la connessione a Internet I protocolli di Internet Dal punto di vista fisico Internet è costituita da tanti computer collegati tra di loro da cavi. Può trattarsi di cavi in fibra ottica o dei cavi telefonici tradizionali. Due computer per poter comunicare tra di loro hanno bisogno di una serie di regole comuni. Si parla di protocollo per indicare l insieme di regole che devono essere rispettate durante uno scambio di dati tra due o più computer. Il principale protocollo di Internet si chiama TCP/IP (Transfer Control Protocol / Internet Protocol). Si tratta del protocollo fondamentale, che consente lo scambio di qualsiasi tipo di dati. I bit da trasferire vengono raggruppati in piccoli pacchetti. Ogni pacchetto contiene, oltre ai dati da trasferire, il nome del computer da cui sono partiti e quello del computer che li deve ricevere. In questo modo i pacchetti di dati possono seguire strade diverse per arrivare al computer destinatario, aumentando la velocità e l efficienza del trasferimento. Il computer ricevente, grazie ad altre informazioni contenute in ciascun pacchetto, è in grado di ricostruire l ordine esatto dei pacchetti. È come se in un treno merci, ogni vagone potesse viaggiare separatamente dagli altri, seguendo linee ferroviarie diverse, per arrivare tutti alla stessa stazione, nella quale i vagoni verrebbero messi in ordine per ricostruire il treno originale. Al protocollo TCP/IP se ne affiancano altri, che fanno riferimento a servizi particolari: HTTP: protocollo che consente il trasferimento delle pagine web; POP3 e IMAP4: protocolli che consentono la ricezione della posta elettronica; SMTP: protocollo che consente l invio della posta elettronica; FTP: protocollo che consente la ricezione e l invio di singoli files; IRC: protocollo che consente di chattare, cioè di conversare con altri utenti scambiandosi messaggi di testo Internet e intranet Un computer può essere collegato alla rete Internet oppure ad una rete privata, costituita da tutti i computer di un ufficio. Quando la rete privata, detta anche LAN (local area network), utilizza gli stessi protocolli di internet, si dice che è una intranet. I vantaggi di una rete privata sono sostanzialmente due: possibilità di scambiare dati tra i computer della rete, e possibilità di condividere alcune periferiche, come ad es. la stampante. Anche la connessione a Internet può essere condivisa all interno della rete privata. In questo modo tutti i computer avranno accesso a Internet, anche se fisicamente solo uno è collegato direttamente a Internet Server e client. Gli indirizzi IP Normalmente il nostro computer non è collegato stabilmente a Internet tramite una linea dedicata, ma si collega sfruttando la linea telefonica, tramite un modem o una scheda di rete. Per poterci collegare a Internet è necessario che qualcuno, che ha un collegamento permanente, ci garantisca l accesso a tale collegamento. Le aziende che si occupano di fornire l accesso a Internet sono dette ISP (Internet service provider, fornitore di accesso a Internet). Quando sottoscriviamo un contratto per l accesso a Internet, ci vengono richiesti un username (nome utente) e una password 5

6 (parola chiave), che serviranno al provider per identificarci e per evitare che altri si connettano spacciandosi per noi. Se la connessione tra il nostro computer e quello dell ISP avviene tramite un modem tradizionale o ISDN, il provider ci fornirà anche un numero telefonico. Quando vorremo connetterci a Internet, diremo al nostro modem di comporre quel numero telefonico e di inviare username e password, in modo da poter essere riconosciuti e connessi alla Rete. Una volta stabilita la connessione tra il nostro computer e quello del provider, si instaura un rapporto detto server-client, nel quale il server è il computer del provider, mentre il client è il nostro computer. In generale server è qualsiasi computer dedicato alla fornitura di servizi, e client qualsiasi computer che sfrutta i servizi forniti dal server. Ciò vale non solo per la connessione a Internet, ma anche per tutti i servizi offerti dalla rete Internet. Vedremo che esiste un server per la posta in arrivo, uno per la posta in uscita, uno per le pagine web, e così via. Lo scaricamento di dati da un server al client viene detto download, mentre il caricamento di dati dal client ad un server viene detto upload. Il protocollo TCP/IP prevede che ad ogni computer collegato a Internet venga assegnato un identificativo univoco, detto indirizzo IP. Si tratta di 4 numeri compresi tra 0 e 255, separati da punti. Ad es. un indirizzo valido può essere Questo è lo schema dello standard IPV4. Nel 2012 è iniziata l adozione graduale del nuovo standard IPV6, che prevede l uso di sei numeri compresi tra 0 e 255. È evidente che in questo modo il numero di indirizzi IP teoricamente disponibile diventa smisurato. Quando ci colleghiamo a Internet, al nostro computer viene assegnato un indirizzo IP. Questo indirizzo può essere statico o dinamico. È statico se ogni volta che ci colleghiamo ci viene assegnata sempre la stessa serie di numeri, è dinamico se l indirizzo IP che ci viene assegnato cambia ad ogni connessione. Poiché ad ogni provider viene assegnato un certo gruppo di indirizzi IP, se si ha un indirizzo IP dinamico in teoria può capitare che, nel momento in cui vogliamo collegarci, tutti gli indirizzi IP a disposizione del provider siano già stati assegnati. Questo rischio non c è con l indirizzo IP statico, che ci viene assegnato una volta per tutte. Per questo motivo i contratti che prevedono un indirizzo IP statico sono più costosi. 6

7 2. I siti web Il servizio più importante fornito dalla rete Internet è il www, dalle iniziali delle parole world wide web, che significa ragnatela mondiale. Si tratta di un insieme sterminato di pagine che si possono sfogliare mediante appositi programmi, detti browser. Il browser più famoso è Microsoft Internet Explorer, ma ne esistono altri. Segnaliamo in particolare il browser Opera, che presenta alcune funzioni interessanti per gli ipovedenti. Le pagine web sono scritte in un linguaggio, detto HTML (hypertext markup language). Possono contenere testo, immagini, suoni ed altri elementi multimediali, ma la loro caratteristica fondamentale è quella di poter contenere dei link, cioè collegamenti ad altre pagine. Cliccando su un link si accede rapidamente ad un altra pagina o ad un altra risorsa presente su Internet, in qualsiasi parte del mondo. È per questo motivo che si parla di ragnatela mondiale. Il protocollo utilizzato per trasferire le pagine web si chiama http (hypertext transfer protocol) Nomi a dominio e indirizzi Internet Abbiamo detto che su Internet ogni computer, quindi anche quelli che contengono le pagine web, è identificato da un indirizzo IP. Per semplificare l accesso alle pagine web è stato inventato il sistema dei nomi a dominio. Il nome a dominio è un nome formato da lettere, numeri e punti, secondo una gerarchia ben precisa, stabilita a livello mondiale dalla I.C.A.N.N. (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers). Il nome a dominio è formato dal nome vero e proprio e dal dominio di primo livello. I domini di primo livello sono un numero limitato. Quelli storici, che possono essere utilizzati da qualsiasi sito in qualunque parte del mondo, sono:.gov: identifica i siti governativi degli Stati Uniti;.edu: identifica i centri di ricerca degli Stati Uniti;.mil: identifica le agenzie militari degli Stati Uniti;.org: identifica le agenzie non governative;.com: identifica i siti commerciali. Vi sono poi altri domini internazionali di recente istituzione, che però non hanno avuto una grande diffusione. Ricordiamo.biz per le attività commerciali,.info per i siti di informazione,.name per i siti personali. Infine ci sono i domini di primo livello nazionali:.it per l Italia,.fr per la Francia,.de per la Germania, ecc. L Unione Europea ha promosso il dominio.eu, che viene utilizzato non solo dagli organismi dell Unione, ma anche da enti pubblici e privati. Un insieme di risorse raggruppate all interno di un nome a dominio costituisce un sito. Ciascun sito web è identificato da un indirizzo. Nell indirizzo di un sito web distinguiamo il nome del computer o della risorsa cui tale indirizzo si riferisce e il nome a dominio. Facciamo un esempio: nell indirizzo il prefisso www. indica che si tratta del servizio world wide web mentre repubblica.it è il nome a dominio. Quest ultimo a sua volta è costituito da repubblica, che è il nome vero e proprio, e dal suffisso.it che è il dominio di primo livello. Poiché non possono esistere due siti web con lo stesso nome, è evidente l importanza di acquistare per primi il nome a dominio che si vuole utilizzare. L indirizzo completo di una risorsa presente su Internet è dato dall URL (uniform resource locator), che comprende l indicazione del protocollo utilizzato per accedere alla risorsa, l indirizzo del sito che contiene la risorsa, il nome della cartella che contiene la risorsa e infine il nome della risorsa stessa. 7

8 Facciamo un esempio. Prendiamo il seguente URL: Esaminiamolo: indica il protocollo da usare per reperire la risorsa; è l indirizzo del server che contiene la risorsa; l indirizzo IP corrispondente è ; /demo/images/ è la cartella che contiene la risorsa; istituto.jpg è la risorsa, in questo caso una foto dell Istituto Configliachi. 8

9 3. Uso di Internet Explorer Microsoft Internet Explorer (recentemente ribattezzato Windows Internet Explorer) non è l unico programma che consente di sfogliare le pagine web. Tuttavia in questo manuale ci occuperemo di Internet Explorer, sia perché preinstallato nei sistemi operativi Windows, sia perché alcuni siti sono visibili ed utilizzabili correttamente solo con il browser della Microsoft, sia, infine, perché questo browser è quello che supporta meglio le tecnologie assistive. Le ultime versioni di Internet Explorer hanno incluso funzioni utili per gli ipovedenti, quali l ingrandimento delle pagine web (e non solo del testo), una migliore gestione dei colori e degli altri aspetti grafici, la possibilità di usare un cursore reale da spostare sullo schermo. D altro canto Internet Explorer è stato il primo browser ha fornire un supporto alle tecnologie assistive, al quale Jaws e gli altri screen reader si sono appoggiati per consentire un accesso facile e completo alle pagine web. Attualmente anche Mozilla Firefox e Google Chrome sono supportati dagli screen reader e le indicazioni che daremo per l uso con Jaws valgono anche per questi browser. Ci sono vari modi per avviare Internet Explorer. Il più semplice è selezionare la relativa icona presente sul desktop e premere invio. Se usate Windows XP o Vista, probabilmente nel menu Start trovate la voce Internet, che è altrettanto comoda. È sempre possibile trovare Internet Explorer all interno di Programmi (o Tutti i programmi) nel menu Start. Infine può essere presente la relativa icona nella barra di avvio veloce accanto al pulsante Start. La schermata principale di Internet Explorer presenta, oltre ai consueti elementi, un elemento caratteristico: la barra dell indirizzo. In questa barra compare l indirizzo della pagina web che si sta visitando, il pulsante Vai ed eventualmente altri pulsanti, come il pulsante Preferiti. Quando si avvia Internet Explorer per la prima volta, compare una procedura guidata che ci consente di impostare il tipo di connessione. La connessione può avvenire o tramite modem o tramite una LAN. Se la connessione avviene tramite modem, dovremo specificare il modem da usare ed il numero telefonico da comporre. Se la connessione avviene tramite una LAN, non ci sono altri parametri da impostare in questa finestra. Si dovranno, però, impostare alcuni parametri nelle proprietà della scheda di rete. Quando si avvia Internet Explorer, se il computer non è già connesso a Internet, compare una finestra di connessione. Per connettersi è sufficiente inserire l username e la password che ci sono stati forniti dall ISP e premere invio sul pulsante Connetti. È anche possibile memorizzare username e password in modo da non doverli scrivere ogni volta. Si può fare in modo che il computer si connetta automaticamente a Internet ogni volta che serve, scelta decisamente sconsigliata se si utilizza una connessione a consumo, cioè il contratto prevede un costo per ogni minuto di collegamento. La prima pagina che viene visualizzata in Internet Explorer è detta home page o pagina iniziale : di solito è una pagina della Microsoft. La home page può essere modificata tramite la finestra Opzioni, che esamineremo in seguito. Si parla di home page anche a proposito della pagina iniziale di un sito. Così la home page di Virgilio è la prima pagina che appare quando si visita l indirizzo Nella barra di stato, durante il caricamento di una pagina compaiono alcuni messaggi che indicano l operazione che il browser sta compiendo, ed una barra luminosa che indica l avanzamento dello scaricamento della pagina. 9

10 È possibile interrompere il caricamento di una pagina premendo il tasto Esc. È anche possibile ricaricare la pagina premendo F5. Questa operazione si può compiere quando il server web risulta temporaneamente irraggiungibile o quando la pagina web viene caricata solo parzialmente. Internet Explorer consente di variare la grandezza dei caratteri delle pagine web, a patto che i siti siano costruiti rispettando gli standard del W3C. Aprendo il menu Visualizza e poi il sottomenù Carattere, potete provare cinque livelli di ingrandimento dei caratteri. Questa funzione modifica solamente le parti testuali della pagina e non le parti grafiche. Pertanto le scritte costituite da immagini non subiranno alcuna modifica. A partire dalla versione 7, Internet Explorer ha introdotto la possibilità di ingrandire l intera pagina, quindi anche le immagini. Nel menu Visualizza trovate la voce Zoom, che consente di gestire l ingrandimento I link Abbiamo detto che la caratteristica fondamentale delle pagine web è costituita dai link. Di solito le parole che costituiscono un link appaiono sottolineate o in un colore diverso rispetto al testo normale. I link possono essere costituiti anche da immagini. Il modo più semplice per attivare un link è spostare il puntatore del mouse sopra di esso (la freccetta si trasforma in una mano con il dito indice alzato), e fare click con il tasto sinistro. In alternativa è possibile usare i tasti tab e Shift+tab per spostarsi al link successivo o a quello precedente. Una volta raggiunto il link desiderato, è sufficiente premere invio per attivarlo. Il linguaggio HTML consente di definire dei tasti di accesso rapido per i diversi elementi cliccabili (link, pulsanti, ecc.). I tasti di accesso rapido appaiono sullo schermo sottolineati. Premendo il tasto Alt più la lettera sottolineata il cursore viene spostato automaticamente a quell elemento. Quando attiviamo un link, la nuova pagina web può essere visualizzata all interno della finestra di Internet Explorer al posto della pagina precedente, oppure in una nuova finestra. Nel primo caso, Una volta letta una pagina, è possibile tornare alla pagina precedente cliccando sull apposito pulsante della barra degli strumenti, oppure premendo Alt+freccia sinistra o Backspace. Se, invece, si è aperta una nuova finestra del browser, sarà sufficiente chiuderla per tornare alla pagina precedente. Internet Explorer 7 ha introdotto il concetto di navigazione a schede. Ciò consente di visualizzare diverse pagine web all interno di un unica finestra. Tramite il menu contestuale o comandi da tastiera è possibile decidere se la pagina che si aprirà cliccando su un link dovrà aprirsi in una nuova scheda anziché sostituire la pagina attualmente visualizzata o aprrire una nuova finestra del browser. Con Ctrl+Tab e Ctrl+Shift+Tab è possibile passare da una scheda all altra. Ci sono diversi tipi di link: 1) collegamenti ad una zona particolare all interno della pagina corrente: Jaws li dentifica come link di questa pagina ; 2) collegamenti ad un altra pagina dello stesso sito; 3) collegamenti ad una pagina di un sito diverso; 4) collegamenti ftp: consentono di scaricare files; 5) collegamenti di invio posta: consentono di aprire automaticamente il programma di posta elettronica per spedire un messaggio all indirizzo indicato nel link. Se, invece di cliccare con il tasto sinistro del mouse su un link, clicchiamo con il tasto destro, si apre un menu contestuale che presenta diverse azioni, come ad es. copiare il collegamento per poi 10

11 inserirlo in un messaggio di posta elettronica o in un documento di Microsoft Word. Un altra operazione che si può compiere su un link è salvare l oggetto individuato dal link anziché visualizzarlo nel browser. Lo stesso menu contestuale può essere aperto con la tastiera: bisogna raggiungere il link desiderato a colpi di tab, quindi premere il tasto Applicazione. Per scaricare una immagine presente in una pagina web, sia che essa rappresenti un link sia che si tratti di una immagine decorativa, è sufficiente cliccarci sopra con il tasto destro del mouse e selezionare nel menu contestuale la voce Salva immagine con nome. Questa operazione non può essere effettuata con la tastiera. Le animazioni in Flash non possono essere salvate. A volte un collegamento punta ad un file di tipo particolare. I tipi più diffusi su Internet sono i documenti di Microsoft Word o di altri programmi di Microsoft Office, e i documenti PDF. Per leggere questi ultimi è necessario installare il programma gratuito Acrobat Reader. I plug-in sono piccoli programmi che si integrano nel browser e consentono di visualizzare alcuni tipi di files o di ascoltare contributi audio e video. Si parla di streaming per indicare la ricezione in tempo reale di un flusso continuo di dati audio o video. Con questa tecnica è possibile ascoltare moltissime stazioni radio. Per poter fruire di questi contenuti, è necessario installare appositi plug-in: in passato il formato più utilizzato era RealAudio, oggi i più utilizzati sono quelli gestiti da Windows Media Player, un programma fornito assieme al sistema operativo. Stiamo parlando dei formati Windows Media Audio e Windows Media Video, nonché del formato MP3, usato ormai da tutte le radio che trasmettono via internet Come visitare un sito conosciuto Se conosciamo l indirizzo Internet del sito che vogliamo visitare, è sufficiente scriverlo nella barra dell indirizzo e premere invio. Per raggiungere rapidamente la barra dell indirizzo, se usate Internet Explorer 6 o versione precedente, è sufficiente premere Alt+D. Se, invece, state usando Internet Explorer 7 o versione successiva, la combinazione di tasti da premere è Alt+I. Quando iniziamo a scrivere l indirizzo Internet del sito che vogliamo visitare, Internet Explorer cerca di completarlo automaticamente utilizzando gli indirizzi visitati recentemente. Se l indirizzo proposto automaticamente da Internet Explorer non è quello che ci interessa visitare, basta continuare a scrivere. Una volta finito di scrivere l indirizzo, premendo invio si avvia il caricamento della home page del sito. Nella barra dell indirizzo è anche possibile scrivere un URL completo. Procedendo in questo modo la nuova pagina verrà visualizzata al posto della precedente. È anche possibile aprire una nuova finestra di Internet Explorer per visitare contemporaneamente due siti. Per farlo, è sufficiente aprire il menu File, aprire il sottomenù Nuovo e selezionare la voce Finestra. Nelle versioni più recenti di Internet Explorer trovate la voce Nuova finestra direttamente nel menu File. La combinazione di tasti associata a questa voce è Ctrl+N. Viene aperta una nuova finestra contenente una copia della pagina visualizzata nella finestra precedente, ed è possibile continuare la navigazione lasciando inalterato il contenuto dell altra finestra. Nelle versioni più recenti di Internet Explorer è anche possibile aprire una nuova scheda. In questo modo non avremo troppe finestre aperte. Per farlo, è sufficiente aprire il menu File e premere Invio sulla voce Nuova scheda. La combinazione di tasti associata a questa voce è Ctrl+T. Viene aperta una nuova scheda vuota ed il cursore si posiziona sulla barra dell indirizzo. In questo modo è possibile visualizzare un altro sito web lasciando inalterata la scheda precedente. Per passare da una scheda all altra, premere Ctrl+Tab. Per chiudere la scheda corrente e tornare alla scheda precedente, premere Ctrl+F4. 11

12 3.3. La cache Tutte le pagine che visitiamo vengono salvate nel nostro disco fisso, in modo che, se le rivisitiamo, non devono essere scaricate di nuovo. Questa funzione del browser viene detta cache. Tramite la cache è anche possibile rivedere le pagine che abbiamo già visitato senza collegarci a Internet, ovvero in modalità non in linea. Per default le pagine che abbiamo visitato vengono conservate nella cache per 20 giorni. Le opzioni relative alla cache si trovano nella sottopagina Generale della finestra di dialogo Opzioni Internet I frames Una pagina web può presentare al suo interno diversi riquadri, detti frames. Spesso i frames contengono banner pubblicitari, ma altre volte vengono utilizzati per far apparire del testo lasciando inalterato il resto della pagina. Nelle versioni di Internet Explorer anteriori alla 6 è possibile spostarsi tra i frames con i tasti Ctrl+tab e Ctrl+shift+tab, quindi scorrere normalmente con le frecce il contenuto del frame selezionato. Se possedete Jaws 4.50 o versione superiore, potete spostarvi rapidamente tra i frames anche utilizzando il tasto di navigazione rapida M. Esiste anche la funzione Elenco frames, richiamabile con Insert+F Salvataggio e stampa delle pagine web Se una pagina contiene un testo interessante che vogliamo conservare, possiamo salvarla o stamparla. Per salvare una pagina web è sufficiente selezionare la voce Salva con nome del menu File. Si apre una finestra di dialogo che dovrebbe essere ormai familiare. L unica nota particolare va fatta a proposito della casella combinata Tipo file, che propone tre scelte: Pagina web, completa: salva tutto il contenuto della pagina, comprese le immagini, in files separati; sul disco verrà creato un file HTML ed una cartella contenente gli altri elementi della pagina; Archivio web, file unico: salva tutto il contenuto della pagina, comprese le immagini, in un unico file con estensione.mht; Pagina web, solo HTML: salva solo il contenuto testuale della pagina web, senza le immagini, conservando il formato HTML e di conseguenza la formattazione dei caratteri e dei paragrafi; File di testo: salva solo il contenuto testuale della pagina web in formato testo, perdendo la formattazione. Se la pagina contiene dei frames, si consiglia di usare una delle prime due opzioni, in quanto le altre due potrebbero non funzionare e limitarsi a salvare lo scheletro della pagina, senza il contenuto dei diversi frames. Se non si riesce a salvare una pagina con il comando Salva con nome del menu File, si può provare a selezionare tutto il testo e poi copiarlo in un altra applicazione, ad es. in Microsoft Word. Per selezionare tutto il testo presente nella pagina, si può usare la funzione Seleziona tutto del menu Modifica, quindi con la funzione Copia dello stesso menu copiare il testo selezionato negli appunti e poi incollarlo in un documento di testo o in un documento di Microsoft Word. È anche possibile selezionare singole righe all interno della pagina web, ma lo si può fare solo con il mouse. Per chi usa Jaws, c è una modalità particolare che vedremo in seguito. 12

13 Per stampare una pagina web, è sufficiente selezionare la voce Stampa del menu File. Se la pagina contiene dei frames, bisogna fare attenzione a selezionare il pulsante radio Stampa frame Come visualizzati sullo schermo La Barra informazioni e i pop-up In Windows XP Service Pack 2, un aggiornamento del sistema operativo uscito nel 2004, sono state introdotte molte opzioni relative alla sicurezza di Internet. La più importante è chiamata Barra informazioni. Le pagine web possono contenere applet Java e controlli ActiveX, piccoli programmi che aggiungono alle pagine effetti grafici. Questi programmi di solito vengono eseguiti automaticamente oppure no a seconda delle impostazioni di protezione, che vedremo in seguito. Con il Service Pack 2 questi programmi vengono automaticamente bloccati ed al loro posto viene visualizzata, sotto alla barra dell indirizzo, una barra informazioni, che indica il tipo di operazione automatica che è stata bloccata. Inoltre sullo schermo appare la finestra di dialogo Barra informazioni, che segnala dettagliatamente il problema e consente di accedere ad ulteriori informazioni sul tipo di contenuto che è stato bloccato e sui possibili rischi per la sicurezza. È possibile attivare la casella di controllo Non mostrare più questo messaggio: in questo caso, quando un applet Java o un controllo ActiveX viene bloccato, apparirà soltanto la barra informazioni e si avvertirà un segnale acustico. Anche il download automatico dei files viene bloccato. I pop-up sono piccole finestre che vengono aperte automaticamente davanti alla finestra principale di Internet Explorer. Di solito contengono messaggi pubblicitari, ma possono anche contenere informazioni di servizio o news dell ultima ora. Anche i pop-up vengono bloccati dal Service Pack 2 e al loro posto viene visualizzata la barra informazioni. Per interagire con la barra informazioni, bisogna portare il cursore nella barra dell indirizzo premendo Alt+D o Alt+I a seconda della versione di Internet Explorer che si sta usando, quindi premere Tab: apparirà una barra nera contenente l indicazione dell elemento che è stato bloccato. A questo punto possiamo premere il tasto Applicazioni per far comparire un menu contestuale che ci consentirà di eseguire l elemento bloccato e di avere altre informazioni. Se usate Internet Explorer 7 o versione superiore, dopo aver raggiunto la barra dell indirizzo con Alt+I, dovete premere F6 più volte per raggiungere la barra informazioni. In Internet Explorer 9, una volta raggiunta la barra informazioni, invece di aprire il menu contestuale, è sufficiente premere Tab per scorrere le varie opzioni possibili. Le opzioni relative al blocco di applet Java, controlli ActiveX e download si trovano nella scheda Protezione delle Opzioni Internet, mentre le opzioni relative al blocco dei pop-up si trovano nella scheda Privacy delle stesse opzioni, che vedremo nel paragrafo successivo. In Internet Explorer 7 le opzioni relative ai componenti aggiuntivi ed al blocco dei pop-up sono state raggruppate in altrettante finestre autonome, raggiungibili tramite il menu Strumenti Salvataggio dei dati immessi nei moduli Quando si compila un campo all interno di una pagina web, Internet Explorer chiede se si vogliono salvare i dati inseriti per poterli richiamare successivamente. In Internet Explorer 6 e versioni precedenti appare una apposita finestra di dialogo, mentre nelle versioni successive questa richiesta è gestita tramite la barra informazioni. È opportuno attivare il salvataggio dei dati immessi nei 13

14 moduli, in particolare dei dati che ci consentono di identificarci nei siti web, solo se il computer su cui stiamo lavorando non viene usato da altre persone I siti preferiti e la cronologia Quando troviamo un sito interessante, nel quale pensiamo di tornare spesso, possiamo salvarlo nei preferiti. Per farlo apriamo il menu Preferiti e selezioniamo la voce Aggiungi a preferiti. La finestra di dialogo Aggiungi a preferiti contiene una casella di controllo che, se attivata, consente di salvare la pagina sul disco fisso in modo permanente, così da poterla visitare in seguito senza connettersi a Internet. Il campo editazione Nome è il nome che verrà visualizzato nel menu Preferiti. Al di sotto di questo campo editazione può apparire una visualizzazione ad albero, che consente di selezionare in quale livello del menu Preferiti posizionare il sito. Il menu Preferiti, infatti, prevede alcuni sottomenù preimpostati, che possono essere usati per organizzare i siti preferiti in modo logico. È anche possibile creare nuovi sottomenù e cancellare quelli esistenti, tramite la funzione Organizza preferiti del menu Preferiti. Se la visualizzazione ad albero non appare, è sufficiente premere invio sul pulsante Crea in. Per default il sito viene inserito al livello base del menu Preferiti. Per tornare in un sito che abbiamo visitato di recente è anche possibile ricorrere alla cronologia di Internet Explorer. Per aprire la cronologia bisogna aprire il menu Visualizza, aprire il sottomenù Barra di Explorer, e premere invio sulla voce Cronologia per attivarla. La combinazione di tasti associata a questa voce è Ctrl+h (nelle versioni più recenti di Internet Explorer è Ctrl+Shift+H). Sullo schermo appare una visualizzazione ad albero che contiene gli indirizzi dei siti che abbiamo visitato, suddivisi per giorni. Una volta trovata la pagina che vogliamo visitare, è sufficiente premere invio per aprirla I feed RSS ed i podcast I siti web, soprattutto quelli che forniscono notizie, sono in costante aggiornamento e le loro pagine possono cambiare anche più volte al giorno con l aggiunta di nuovi contenuti. Per rimanere aggiornati bisognerebbe visitarle più volte al giorno. Per evitare questa seccatura è stato inventato il sistema dei feed RSS. Si tratta della possibilità di sottoscrivere un servizio che controlla periodicamente la presenza di aggiornamenti all interno del sito web. Inizialmente era necessario utilizzare dei programmi appositi per gestire i feed. Attualmente Internet Explorer (a partire dalla versione 7) e gli altri browser integrano una funzione per la gestione dei feed. Quando il browser incontra una pagina web che supporta il sistema dei feed RSS, mostra una apposita icona nella barra di stato. Jaws recita la frase Feed RSS. In alternativa la pagina web può contenere appositi link per l accesso ai feed. Nel primo caso, per iscriversi ad un feed è sufficiente cliccare sull icona Feed presente nella barra degli strumenti o premere Alt+J. Si può anche aprire il menu Strumenti e cliccare sulla voce Individuazione feed. Si apre una nuova pagina web che spiega brevemente a cosa servono i feed e propone di cliccare sul pulsante Sottoscrizione al feed. Sotto tale pulsante troviamo i link agli ultimi aggiornamenti inseriti nel sito web, che possiamo leggere manualmente senza sottoscrivere il feed. Se, invece, il feed non viene riconosciuto automaticamente da Internet Explorer, bisognerà individuare il link al feed, quindi cliccarci sopra con il tasto destro del mouse o premere il tasto Applicazioni e cliccare sulla voce Copia collegamento. Dopodiché, apriamo il menu Strumenti e clicchiamo sulla voce Sottoscrizione al feed. In tutti i casi si apre una finestra che contiene: il nome del feed, la cartella in cui viene inserito (i feed si possono organizzare in gruppi), un pulsante per creare un nuovo gruppo, una casella di 14

15 controllo che consente di porre un collegamento rapido al feed nella barra dei preferiti, ed il pulsante Sottoscrivi. Da questo momento sarà Internet Explorer a controllare di tanto in tanto il feed per vedere se ci sono aggiornamenti. Per leggerli, sarà sufficiente cliccare sul pulsante Feed della barra dei preferiti, oppure premere Ctrl+J (nelle versioni più recenti di Internet Explorer Ctrl+Shift+J). Si apre una visualizzazione ad albero, contenente i feed ed i gruppi di feed. Se un feed è stato aggiornato o se un gruppo contiene un feed aggiornato, Internet Explorer lo segnala. Una volta raggiunto il feed, è sufficiente premere Invio per visualizzarne il contenuto. Di solito i feed mostrano il link alla pagina web che contiene il testo vero e proprio, una breve descrizione dell elemento e la data e l ora di aggiornamento. Il tipo di informazioni visualizzate varia a seconda di come è costruito il feed. Internet consente di diffondere facilmente contenuti audio e video. Tramite la rete è possibile ascoltare molte radio tradizionali e vedere diversi canali televisivi, nonché riascoltare o rivedere le vecchie puntate di una trasmissione, ma anche lezioni universitarie e corsi di lingua. Anche in questo caso, per evitare di dover visitare manualmente i siti che offrono questi servizi, è stato inventato un sistema simile a quello dei feed. Si parla di podcast dal nome del più popolare lettore di files MP3, l IPod della Apple. Anche per sottoscrivere i podcast si possono usare programmi specifici oppure gli strumenti integrati in Internet Explorer. Il funzionamento è analogo a quello dei feed RSS, solo che i link contenuti nel podcast invece di puntare a pagine web punteranno a files da scaricare. È possibile ascoltare o vedere il file in modalità streaming, cioè mentre lo si scarica, oppure scaricare il file per poi ascoltarlo in un secondo momento, magari dopo averlo copiato su un lettore MP3 (i lettori più avanzati sono dotati anche di uno schermo per vedere i filmati) La ricerca integrata in Internet Explorer 7 e versioni successive A partire dalla versione 7, sulla scorta di quanto già introdotto in altri browser, nell interfaccia principale di Internet Explorer è comparsa una casella di ricerca, tramite la quale è possibile effettuare una ricerca in un motore di ricerca senza dover aprire preventivamente il relativo sito web. Per raggiungere tale campo, è sufficiente premere Ctrl+E. Nelle versioni precedenti di Inetrnet Explorer, premendo Ctrl+E si apre una barra di ricerca per effettuare ricerche con il motore della Microsoft. In Internet Explorer 9 la casella di ricerca è sparita e le ricerche si possono effettuare scrivendo le parole chiave direttamente nella barra degli indirizzi. È possibile modificare il motore di ricerca predefinito ed avere diversi motori di ricerca integrati nel browser. Per farlo, aprite il menu Strumenti e selezionate Opzioni Internet, quindi raggiungete il pulsante Impostazioni all interno della sezione Ricerca e premete Invio. Si apre una finestra tramite la quale è possibile gestire diversi componenti: oltre ai motori di ricerca, vi sono le barre degli strumenti, gli acceleratori e i filtri della funzione InPrivate Browsing, una modalità che consente di cancellare le tracce delle nostre navigazioni, rimuovendo la cronologia e i cookies. Soffermiamo la nostra attenzione sulla voce Provider di ricerca. Con Tab raggiungiamo la lista di tutti i motori di ricerca installati nel browser. È possibile stabilire quale dev essere il motore di ricerca predefinito, modificare l ordine in cui i motori appaiono nel menu contestuale della casella di ricerca ed aggiungere nuovi motori di ricerca. 15

16 3.11. Le Opzioni Internet Ci sono vari modi per aprire la finestra di dialogo Opzioni Internet. Nella schermata principale del browser è sufficiente aprire il menu Strumenti e selezionare la voce Opzioni Internet. Se sul desktop è presentei l icona di Internet Explorer, possiamo selezionarla, aprire il menu contestuale con il tasto Applicazioni e premere Invio sulla voce Proprietà. Infine troviamo la voce Opzioni Internet nel Pannello di controllo. La finestra di dialogo Opzioni Internet presenta sette sottopagine: Generale, Protezione, Privacy, Contenuto, Connessioni, Programmi e Avanzate. La scheda Generale contiene le opzioni relative alla pagina iniziale del browser, ai files temporanei di Internet, alla cronologia dei siti web visitati, alla gestione delle lingue, dei colori e dei parametri di accessibilità per gli utenti con problemi visivi. Per cambiare la pagina iniziale si può operare in diversi modi: 1) scrivere l URL completo nell apposito campo; 2) premere Invio sul pulsante Pagina corrente per inserire automaticamente la pagina che si stava visitando nel momento in cui è stata aperta la finestra di dialogo Opzioni Internet; 3) premere Invio sul pulsante Pagina vuota per far sì che Internet Explorer visualizzi una pagina bianca, quindi non richieda necessariamente la connessione a Internet; 4) premere Invio sul pulsante Pagina predefinita per ripristinare come pagina iniziale quella prevista dal sistema operativo o dal fabbricante del computer. In Internet Explorer 7 è possibile definire più pagine iniziali predefinite, che si apriranno in altrettante schede. Basta scrivere i relativi indirizzi web uno sotto l altro nell apposito campo editazione. Ci sono tre pulsanti relativi ai files temporanei: Elimina cookies si riferisce esclusivamente ai cookies, di cui parleremo a proposito delle opzioni relative alla privacy. Il pulsante Elimina Files si riferisce alla cache. Il pulsante Impostazioni consente di specificare in quale cartella devono essere salvati i files temporanei di Internet e quanto spazio potranno occupare sul disco fisso. Possiamo decidere per quanti giorni conservare la cronologia, cioè l elenco dei siti che abbiamo visitato negli ultimi giorni. Possiamo anche cancellare la cronologia, per evitare che altri scoprano quali siti abbiamo visitato. Il pulsante Colori può essere utile per gli ipovedenti, perché consente di specificare i colori da usare per indicare i link. Anche il pulsante Caratteri è indicato per gli ipovedenti, perché consente di specificare il tipo e la dimensione dei caratteri da usare nelle pagine web. Purtroppo il funzionamento di queste opzioni dipende in gran parte dal modo in cui vengono scritte le pagine web. Inoltre, per far sì che le nostre impostazioni relative ai colori ed ai caratteri prevalgano su quelle previste dai realizzatori delle pagine web, bisogna premere Invio sul pulsante Accesso facilitato ed attivare le caselle di controllo Ignora i colori, Ignora gli stili e Ignora le dimensioni dei caratteri. Naturalmente l aspetto delle pagine web potrà risultare stravolto e si potranno verificare sovrapposizioni di testi ed immagini, giacché chi disegna le pagine web è convinto che tutti i visitatori le vedranno esattamente come egli le ha pensate. In Internet Explorer 7 e versioni successive è possibile specificare le opzioni relative ai motori di ricerca integrati nel browser. La scheda Protezione consente di definire quattro livelli di protezione in relazione alle diverse aree in cui vengono classificate le risorse accessibili tramite Internet. Le quattro aree sono: Internet, Intranet locale, Siti attendibili e Siti con restrizioni. Per ogni area è possibile impostare diverse opzioni, ad es. l esecuzione automatica di javascript e componenti multimediali. Per modificare il 16

17 livello di sicurezza di ciascuna area, bisogna selezionare la relativa icona nell elenco, quindi premere invio sul pulsante Personalizza. I siti Internet che visitiamo vengono inseriti automaticamente nell area Internet. Se il nostro computer è collegato ad una rete locale che possiede un server web, le pagine presenti su quel server verranno considerate appartenenti alla Intranet locale. Per applicare ad un sito particolare delle opzioni più restrittive rispetto a quelle che abbiamo impostato per l area Internet, dobbiamo inserirlo nell area Siti con restrizione. Se, invece, abbiamo impostato nell area Internet delle opzioni restrittive, possiamo specificare opzioni più morbide inserendo il sito nell area Siti attendibili. La scheda Privacy consente di gestire i cookies. Si tratta di piccoli files che vengono salvati sul nostro disco fisso quando visitiamo determinati siti che ne fanno uso. In questo modo, quando rivisitiamo un sito che ha salvato un cookie sul nostro computer, questo sarà in grado di identificarci automaticamente. I cookies vengono utilizzati di solito per evitare di inserire username e password ogni volta che entriamo in un sito che li richiede, oppure quando è prevista la possibilità di personalizzare l aspetto delle pagine di un sito, ma possono anche essere usati a fini statistici, per sapere quante volte abbiamo visitato un certo sito, oppure per tenere traccia dei banner pubblicitari che abbiamo visualizzato o sui quali abbiamo cliccato. La prima volta che si riceve un cookie, Internet Explorer ci avverte e ci informa che sarà possibile impostare le relative opzioni. Successivamente possiamo decidere il comportamento di Internet Explorer spostando l apposito slider orizzontale. Al di sotto dello slider possiamo leggere quali cookies verranno bloccati o limitati a seconda del livello di privacy impostato. Se abbiamo impostato un livello di privacy superiore allo 0%, tramite il pulsante Siti possiamo decidere a quali siti web è sempre consentito o non è mai consentito l utilizzo dei cookies. La scheda Contenuto consente di attivare un filtro che dovrebbe bloccare i siti a contenuto erotico o scabroso. Questa funzione è stata pensata per i genitori, per evitare che i propri figli visitino siti inadatti. La scheda Connessioni consente di gestire la connessione a Internet. Essa può avvenire tramite connessioni remote e VPN (virtual private network), cioè tramite un modem, oppure tramite la LAN. Possiamo avere più connessioni remote, ciascuna per ogni provider con il quale abbiamo sottoscritto un abbonamento di accesso a Internet. La connessione tramite LAN, invece, sfrutta un modem o un router condiviso all interno della rete locale. Oltre a configurare i parametri delle connessioni remote, se ne abbiamo più d una, possiamo decidere quale debba essere considerata come predefinita. Inoltre possiamo decidere se Internet Explorer debba usare sempre la connessione remota predefinita oppure solo qualora non sia disponibile una connessione di rete. Il pulsante Impostazioni LAN consente tra l altro di impostare i parametri relativi al proxy. Si tratta di un server che si frappone tra il nostro computer e la rete internet, consentendo di memorizzare le pagine visitate più frequentemente e di impostare filtri che impediscono la visualizzazione di determinati siti o l uso di determinate porte, cioè in pratica di alcuni programmi. Solitamente queste opzioni vengono impostate dall amministratore della rete locale. La scheda Programmi permette di impostare i programmi associati a diverse operazioni, quali la lettura della posta elettronica e dei newsgroups, la creazione di pagine web, ecc. Infine, la scheda Avanzate contiene molte impostazioni relative al caricamento delle pagine web, alla visualizzazione dei link, all esecuzione di programmi Java, ecc. Vi è anche una opzione per eliminare l icona di Internet Explorer dal desktop, utile se si preferisce usare un altro browser. In questa scheda possiamo segnalare in particolare le opzioni relative al caricamento automatico delle immagini ed all esecuzione automatica di suoni ed animazioni presenti nelle pagine web. 17

18 Disattivando queste opzioni il vedente perde molti elementi grafici che impreziosiscono i siti web, ma il caricamento delle pagine sarà più veloce e verranno scaricati meno bytes, il che è molto comodo se il contratto di connessione a Internet prevede una tariffa a volume di traffico generato. 18

19 4. Uso di Internet Explorer con Jaws Quando si carica una pagina web, Jaws attiva il cursore PC virtuale ed inizia a leggere automaticamente la pagina. Il cursore pc virtuale è uno stratagemma, che consente di gestire le pagine web come se si trattasse di normali documenti di testo. È possibile scorrere il testo usando le frecce, esattamente come si farebbe in Word o in un qualsiasi altro programma di videoscrittura. Jaws presenta tutto il contenuto della pagina come se fosse disposto in un unica colonna. I link sono mostrati in una riga a sé stante, anche se si trovano all interno del testo. Anche le tabelle vengono decolonnizzate, sicché il contenuto di ciascuna cella apparirà in una riga a sé stante. Nelle versioni più recenti di Jaws è possibile scegliere se visualizzare le pagine web in questo modo o se mantenerne in parte la struttura, ad es. mantenere la corrispondenza delle righe delle tabelle. Nella finestra Regola opzioni di Jaws (Insert+V) la voce Presentazione del documento può essere alternata tra Layout semplice (comportamento normale) e Layout dello schermo. Jaws annuncia automaticamente i vari elementi che si possono incontrare in una pagina: link, immagini, moduli, ecc. Una volta raggiunto un link con le frecce, è possibile attivarlo premendo invio. Per la gestione dei moduli, invece, è prevista una modalità particolare, che vedremo in seguito. Per facilitare l attivazione dei link, Jaws offre la funzione Seleziona link, che si attiva premendo Insert+F7. Appare una finestra di dialogo che presenta tutti i link sottoforma di elenco. È sufficiente trovare il link desiderato con le frecce, oppure premendo la lettera iniziale, e premere invio per attivarlo. Con il tasto tab è anche possibile raggiungere il pulsante Sposta al link, che sposta semplicemente il cursore PC virtuale sul link senza attivarlo. Quando incontra una immagine, Jaws cerca nel codice HTML una descrizione alternativa. Se la trova, la legge, altrimenti viene letto il nome dell immagine o l url ad essa associato. Se l immagine non costituisce un link e non ha una descrizione alternativa, per default Jaws la ignora, considerandola un semplice elemento decorativo. Spesso le pagine web di un sito prevedono un menu di navigazione che si ripete in tutte le pagine. Jaws cerca di saltare questo menu, per evitare di rileggerlo ogni volta. È anche possibile saltare un elenco di link e passare al testo successivo privo di link premendo Insert+invio o il tasto di navigazione rapida N. Sempre per velocizzare la navigazione, è prevista la funzione Trova, che si sostituisce a quella del browser. Si attiva con Ctrl+f. Una volta trovata la stringa di testo cercata, è possibile ripetere la ricerca premendo la combinazione di tasti Insert+F3 se si usa Jaws versione 4.51 o precedente, oppure semplicemente F3 se si usa Jaws 5.0 o successiva. Con le versioni più recenti di Jaws è anche possibile effettuare la ricerca a ritroso, premendo Shift+F3. Per rendere più agevole la navigazione all interno di pagine che contengono dei frames, è prevista la funzione Seleziona frame, che si attiva con Insert+F9. In alternativa, a partire dalla versione 4.51 è stato introdotto il tasto di navigazione rapida M per saltare al frame successivo. Il linguaggio HTML offre degli strumenti che consentono agli sviluppatori di pagine web di inserire delle intestazioni di vario livello (da 1 a 6), che permettono di suddividere la pagina in paragrafi e sottoparagrafi. Jaws offre la funzione Seleziona intestazione, attivabile con Insert+F6, che consente di scorrere le varie intestazioni e spostare il cursore PC virtuale ad una di esse premendo invio. È anche possibile usare i tasti di navigazione rapida H per saltare all intestazione successiva e i numeri da 1 a 6 per passare all intestazione successiva di livello corrispondente. Per leggere la barra dell indirizzo senza entrarci con il cursore PC, Jaws offre il comando Insert+a. Premendo questo comando due volte rapidamente si ottiene lo stesso effetto che si può ottenere 19

20 premendo Alt+D (Internet Explorer 6 o versione precedente) o Alt+I (Internet Explorer 7 o versione successiva). La finestra Imposta prolissità di Jaws, che si attiva premendo Insert+V, contiene molte opzioni relative al modo in cui lo screen reader interpreta le pagine web. In particolare segnaliamo le opzioni relative al riconoscimento delle immagini, dei link, delle tabelle, degli elenchi e dei frames; la gestione dell aggiornamento automatico delle pagine e delle animazioni flash, di cui parleremo in seguito I tasti di navigazione rapida A partire dalla versione 4.50 Jaws prevede una serie di tasti di navigazione rapida. Si tratta di lettere che, se premute, spostano il cursore PC virtuale ad un determinato elemento della pagina. Ad es. premendo la lettera T il cursore pc virtuale viene spostato alla tabella successiva, se ne esiste una. Con la lettera F si passa al campo successivo del modulo, e così via. (Per l elenco completo dei tasti di navigazione rapida consultare l appendice A.) Naturalmente, se i tasti vengono premuti assieme al tasto Shift, si procederà all indietro. I tasti di navigazione rapida possono essere usati sia durante la lettura automatica della pagina sia a cursore fermo. A partire dalla versione 6 di Jaws, è possibile usare la combinazione di tasti Ctrl+Windows+tasto di navigazione rapida per mostrare tutti gli elementi di un certo tipo in un elenco. Inoltre la funzione Funzioni HTML, che si attiva con Insert+F3, consente di accedere agli stessi elenchi senza dover fare acrobazie sulla tastiera Aggiornamento automatico delle pagine, filmati Flash e componenti ActiveX Alcune pagine prevedono l aggiornamento automatico dopo un certo numero di secondi. Jaws indica tale evento con il messaggio Questa pagina si aggiornerà in x secondi. Quando la pagina si aggiorna automaticamente, Jaws ricomincia a leggere la pagina dall inizio. Per evitarlo, è sufficiente disattivare l opzione Aggiorna pagina nella finestra di dialogo Imposta prolissità di Jaws (Insert+v). Lo stesso fenomeno si verifica in presenza di componenti Flash e ActiveX che si aggiornano automaticamente. In questo caso Jaws non dà alcun messaggio, ma semplicemente ricomincia a leggere la pagina, oppure il cursore PC virtuale sembra spostarsi continuamente all interno della pagina. Anche per evitare questi inconvenienti esiste una specifica opzione (Aggiorna contenuto attivo o Riconosci Filmati Flash a seconda della versione di Jaws in uso) nella finestra Imposta prolissità di Jaws. Le opzioni Aggiorna pagina e Aggiorna contenuto attivo o Riconosci Filmati Flash possono essere disattivate in modo permanente aprendo il programma di configurazione di Jaws o il Centro Impostazioni ed impostando opportunamente le relative opzioni HTML. Nelle versioni più recenti di Jaws la gestione delle pagine che si aggiornano automaticamente è stata migliorata. Se l aggiornamento riguarda un singolo frame, Jaws ne legge il titolo. Ciò è utile nelle pagine nelle quali, quando si preme Invio su un link, non si aggiorna l intera pagina, ma solo un frame Compilazione dei moduli 20

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

CORSO RETI INFORMATICHE

CORSO RETI INFORMATICHE CORSO RETI INFORMATICHE Che cos è una rete Una rete è un sistema di interconnessione non gerarchico tra diverse unità. Nel caso dei computer la rete indica l insieme delle strutture hadware, tra cui anche

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C.

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C. Pag. 1/24 INDICE A. AMMINISTRAZIONE pagina ADMIN Pannello di controllo 2 1. Password 2 2. Cambio lingua 2 3. Menù principale 3 4. Creazione sottomenù 3 5. Impostazione template 4 15. Pagina creata con

Dettagli

Gestione Studio Legale

Gestione Studio Legale Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione dello Studio. Manuale operativo Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Guida Samsung Galaxy S Advance

Guida Samsung Galaxy S Advance Guida Samsung Galaxy S Advance Il manuale utente completo del telefono si può scaricare da qui: http://bit.ly/guidasamsung NB: la guida è riferita solo al Samsung Galaxy S Advance, con sistema operativo

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli