SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO"

Transcript

1 M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E D E L L U N I V E R S I T À E D E L L A R I C E R C A I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E D I M E S T R I N O SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI 1 GRADO DI MESTRINO E VEGGIANO Sede della Direzione e Segreteria: via De Gasperi, Mestrino (PD) Tel Fax C.F e- mail: e- mail presidenza: SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

2 INDICE Premessa I principi fondamentali I fattori di qualità: partecipazione, efficienza, trasparenza pag.2 pag.3 pag.5 Gli standard di qualità: - Area Amministrativa pag.6 - Area Didattica pag.7 Contratto formativo Forme di comunicazione Condizioni ambientali della scuola Procedure di reclamo pag.11 pag.11 pag.12 pag.12 LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI E STATA APPROVATA DAL CONSIGLIO D ISTITUTO in data 22/05/2013, delib. N. 83 Si prevede che la Carta possa avere durata indeterminata e venga sottoposta ad eventuale revisione solo nel caso in cui le norme da essa precisate risultino inapplicabili o inadeguate ad eventuali mutate situazioni di attività della scuola. 1

3 CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO Che cos è la Carta dei Servizi Premessa La "Carta dei servizi scolastici", emanata con D.P.C.M. 7 giugno 1995, fa riferimento alla Legge 241/1990, con la quale si è inteso ridefinire il rapporto tra Pubblica Amministrazione e cittadini. Oggi un pubblico servizio non può più rispondere soltanto al puro e semplice, anche se necessario, adempimento della norma, ma anche e soprattutto al concreto e reale soddisfacimento dei bisogni individuali o collettivi espressi dagli utenti a cui è rivolto. Nell Istituto i concetti di progettazione, programmazione, gestione e verifica delle procedure, valutazione degli esiti dei processi di apprendimento, ecc., costituiscono in parte un patrimonio già acquisito e consolidato da anni di lavoro e di esperienza sul campo, ed in parte saranno oggetto di un ulteriore processo di verifica e miglioramento, all interno del consolidamento del Sistema nazionale di Valutazione del servizio scolastico (INVALSI). Ciò che invece dovrà sempre più radicarsi, come elemento fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi propri della scuola, è una dinamica nuova delle relazioni tra il personale e gli utenti del servizio, e cioè gli alunni e i loro genitori, in nome della trasparenza e della partecipazione. In questo Istituto, il rapporto tra scuola e famiglia (insegnanti ed alunni, insegnanti e genitori) è sempre stato improntato alla collaborazione, al rispetto reciproco, alla più ampia trasparenza degli atti amministrativi e didattici; con questa "Carta", il progetto educativo esce dalla sfera di competenza del solo Collegio dei Docenti, e si apre a più esplicite relazioni interattive con l'utenza, con lo scopo di ridurre i rischi di autoreferenzialità insiti nelle progettazioni esclusivamente interne. La presente "Carta dei Servizi delle scuole elementari e medie dell Istituto Comprensivo di Mestrino si sviluppa seguendo un percorso nel quale verranno presi in esame ed approfonditi i seguenti elementi: 1) i "Principi fondamentali" ai quali si ispira l'attività della scuola; 2) i "Fattori di qualità", cioè le caratteristiche di qualità che è giusto garantire all'utente, anche sulla base di ciò che mediamente egli si attende dallo svolgimento delle varie attività istituzionali; 3) gli "Standard", cioè livelli od obiettivi qualitativi e quantitativi ai quali, in considerazione delle attese dell'utenza, dovranno tendere le attività della struttura organizzativa; 4) le "Procedure di reclamo", cioè i mezzi o rimedi messi a disposizione degli utenti per segnalare disfunzioni, con l'impegno che delle segnalazioni si terrà debito conto prima che il conflitto sfoci in una fase contenziosa di dubbia utilità per le parti in causa. 2

4 I PRINCIPI FONDAMENTALI La "Carta dei servizi scolastici", le cui implicazioni istituzionali sono evidenti, non può astrarre dai principi costituzionali ai quali si conforma tutto l ordinamento giuridico e l azione della Pubblica amministrazione in particolare. Gli artt. 2, 3, 33 e 34 della Costituzione Italiana fanno riferimento esplicito alla formazione, all'insegnamento ed alla scuola, riconoscendo e garantendo: "I diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità" (art. 2 Cost.) Il diritto ad una crescita libera e responsabile, all'apprendimento e allo studio, costituisce uno dei pilastri dello stato democratico. La pari dignità sociale di tutti i cittadini si ridurrebbe ad una pura e semplice affermazione di principio, se lo Stato non si adoperasse per rimuovere quegli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona umana. I processi educativi, attivati nella scuola, implementati da tutte le attività di recupero, integrazione e sostegno socioculturale, in prima istanza, garantiscono e tutelano i diritti inviolabili e naturali della persona. Pertanto vanno salvaguardati come patrimonio di un'agenzia formativa, qual è la scuola, i principi di: UGUAGLIANZA Nell erogazione del servizio scolastico da parte delle scuole dell Istituto nessuna discriminazione viene operata per motivi di sesso, razza, etnia, religione, lingua, opinioni politiche, condizioni psicofisiche e sociali. Le prestazioni non saranno uniformi, ma cercheranno, per quanto possibile, di rispettare le condizioni personali e sociali degli alunni al fine di raggiungere i migliori risultati possibili, attraverso strumenti di individualizzazione e personalizzazione dei processi formativi, predisposti, anche in osservanza delle normative di settore vigenti, in particolare per gli alunni portatori di Bisogni Educativi Speciali (disabilità, disturbi specifici di apprendimento, mancata conoscenza della lingua italiana, particolari situazioni di disagio familiare o sociale). IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ Il personale della scuola e gli Organi Collegiali ispirano la propria condotta e le proprie decisioni a criteri di obbiettività, giustizia, imparzialità ed equità. La regolarità e la continuità delle attività educative, didattiche e dei servizi ad esse collegate sono garantite da tutte le componenti scolastiche: dirigente, docenti, personale amministrativo ed ausiliario, anche con l impegno delle istituzioni collegate alla scuola. 3

5 In situazioni di conflitto sindacale, la scuola si atterrà alle prestazioni minime previste dalle disposizioni legislative vigenti che regolano, tra l altro, l esercizio del diritto di sciopero all interno dei servizi pubblici considerati essenziali (leggi 146/90 e 83/2000), avendo cura, in particolare, di preavvisare con congruo anticipo gli utenti delle disposizioni organizzative adottate nei casi di proclamazione di scioperi da parte del personale scolastico. ACCOGLIENZA ED INTEGRAZIONE La scuola si impegna ad organizzare, durante l'anno scolastico, incontri con alunni e genitori, in particolare nella fase di ingresso nelle classi iniziali, favorendo l'inserimento e l'integrazione di alunni con bisogni educativi speciali (disabili, stranieri, DSA, ecc.). La dispersione scolastica verrà prevenuta e la frequenza controllata, attraverso progetti ed interventi specifici, in particolare promuovendo e/o intensificando i rapporti tra la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado e tra questa e la scuola secondaria di secondo grado. SERVIZIO DI CONSULENZA PSICOLOGICA Il Servizio di Consulenza Psicologica è stato istituito nel corrente anno scolastico 2012/2013 per prevenire e superare l eventuale disagio che può insorgere nello studente e per fornire tutte quelle indicazioni di carattere relazionale, pedagogico e metodologico che contribuiscono allo star bene a scuola. Tale servizio viene svolto all interno dell aula letture del plesso Don Bosco di Mestrino, secondo l orario e le modalità comunicate in varie forme e pubblicate nel sito web. La finalità del servizio di consulenza è dare l opportunità agli adulti di riferimento degli alunni, i genitori, di avere un ascolto specifico sulle preoccupazioni e/o situazioni di disagio manifestate a scuola, nella fattispecie in classe, da parte del minore, in situazioni delicate che riguardano la sua crescita. DIRITTO DI ACCESSO E DI TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Il diritto di accesso ai sensi della Legge 241/1990 è regolamentato secondo la normativa vigente. Il diritto al trattamento dei dati personali è regolamentato dal D.lgs. 196/2003 e successive modificazioni. 4

6 LIBERTÀ D INSEGNAMENTO La libertà d insegnamento garantita dalla Costituzione Italiana viene esercitata salvaguardando il diritto di apprendimento dell alunno, all interno di alcune regole e indicazioni stabilite dal Regolamento di Istituto, all interno della programmazione didattica del POF, nonché dalle Indicazioni Ministeriali. Tale libertà d insegnamento si esplica attraverso la programmazione delle attività educative e didattiche ai vari livelli (Collegio dei Docenti, Consigli di classe interclasse, programmazione individuale del docente nelle singole discipline). Formazione in servizio Il Collegio dei Docenti provvede annualmente ad approvare un piano di aggiornamento collettivo dei docenti stessi nonché, su eventuale proposta di ognuno di essi, gli ulteriori programmi di aggiornamento dei singoli. E preciso dovere di ogni Consiglio di Classe modellare continuamente la propria operatività sulla base delle necessità concrete manifestate dalla realtà della classe, dell interclasse, del Plesso o dell intero Istituto. I FATTORI DI QUALITA': PARTECIPAZIONE, EFFICIENZA, TRASPARENZA Il personale della scuola, i genitori e gli alunni, direttamente coinvolti nei processi formativi, devono farsi carico delle scelte educative fondamentali che la scuola compie, collaborando in maniera diretta a tale operazione, fermi restando i ruoli specifici di ciascuna componente, e devono insieme contribuire al miglior funzionamento dell'istituzione scolastica per il raggiungimento degli obiettivi didattico-educativi definiti in sede di programmazione, secondo standard correlati alle situazioni personali, socioculturali ed ambientali degli alunni. La scuola, da parte sua, si impegna a rendere pubblici tutti gli atti di programmazione di sua competenza, nel rispetto della normativa vigente, informando alunni e famiglie degli obiettivi che si perseguono, fissati in conformità alle indicazioni nazionali e al curriculo d istituto, e si impegna altresì a rendere trasparenti, coerenti ed uniformi i criteri che si adottano per la valutazione delle prestazioni. In considerazione del fatto che la scuola ha come sua funzione precipua quella di porsi come centro di promozione culturale, sociale e civile del territorio di riferimento, questo Istituto si adopera a favorire le attività extrascolastiche, consentendo, entro i limiti posti dalla legislazione scolastica vigente 5

7 e dagli indirizzi fissati dal Consiglio d'istituto, l'uso degli edifici e delle attrezzature fuori dell'orario scolastico. L'orario di servizio del personale risponderà a criteri di funzionalità e di flessibilità per quanto riguarda l'organizzazione dei servizi amministrativi ed ausiliari, in relazione alle attività didattiche che in questa scuola vengono svolte sia al mattino che al pomeriggio. I servizi di segreteria sono garantiti per almeno due pomeriggi la settimana in concomitanza con lo svolgimento di attività didattiche. GLI STANDARD DI QUALITA' Gli standard sono quegli obiettivi di prestazione o di risultato fissati dagli organi collegiali e diventati parte integrante del Pof, ai quali puntano, sulla base delle attese dell'utenza, le varie attività e le procedure di erogazione del servizio. Riguardano sia l'area amministrativa, sia l'area didattica: AREA AMMINISTRATIVA Questa Scuola individua e garantisce l'osservanza ed il rispetto dei seguenti fattori di qualità dei servizi amministrativi: Ø celerità delle procedure; Ø trasparenza; Ø tempi di attesa; Ø flessibilità degli orari degli uffici a contatto con il pubblico. STANDARD specifici delle procedure: a) In ottemperanza a quanto previsto dalle norme, l Istituto si impegna a mettere in linea tutte le informazioni necessarie perché i genitori degli alunni frequentanti possano accedere ai servizi on-line. b) Il rilascio dei certificati è effettuato nel normale orario di apertura al pubblico della segreteria nel più breve tempo possibile, nel rispetto della norma. c) Le schede di valutazione degli alunni vengono consegnate direttamente dai Docenti incaricati, nei giorni immediatamente successivi alle operazioni di scrutinio sia intermedio (1 quadrimestre), che finale. d) L ufficio della segreteria didattica garantisce un orario di apertura al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 7.45 alle ore 9.00 e dalle ore alle ore 13.15, il sabato dalle ore 9.30 alle ore 11.30, il martedì e il venerdì anche nel pomeriggio dalle ore alle ore e) Il Dirigente scolastico riceve tutti i giorni, tranne martedì e giovedì mattina, previo appuntamento telefonico, salvo impegni fuori sede relativi alla funzione del Capo d Istituto. In tal caso è sostituito dal collaboratore vicario per quanto di competenza. 6

8 f) Il personale che risponde al telefono è tenuto a riferire il nome della scuola, il proprio nome e la persona in grado di fornire le informazioni richieste. g) L Istituto assicura la consultazione all Albo di ogni singolo plesso e nel sito Web della scuola dei seguenti atti: - Organigramma dell Ufficio del dirigente e dei servizi di segreteria - - Organigramma degli Organi Collegiali Prospetto Organico del personale docente e ATA. h) Presso l ingresso di ogni scuola dell Istituto è presente un collaboratore scolastico in grado di fornire agli utenti le informazioni necessarie per la fruizione del servizio. i) Il Regolamento d istituto è reso noto mediante affissione all albo di ogni singolo plesso e nel sito Web dell Istituto. Nella scuola secondaria sarà esposto in ogni classe. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI MESTRINO Via A. De Gasperi, Mestrino (PD) Uffici di Segreteria: tel fax int.1 didattica: 1 Daniela 2 Maristella int.2 personale: 1 Lucia 2 Chiara int.3 contabilità int.4 portineria orario sportello didattica: dal LUN. a VEN e MAR- VEN SABATO E- mail Dirigente: Scuola: PEC: Sito web: AREA DIDATTICA La scuola, supportata dalle competenze professionali dei Docenti e dalla collaborazione partecipata delle famiglie, delle istituzioni e della società civile, è responsabile della qualità delle attività educative, e si impegna a garantirne l'adeguatezza alle esigenze culturali e formative degli alunni, per il raggiungimento delle finalità ad essa riferibili come istituzione. La scuola individua ed elabora, all interno del nuovo curriculo d Istituto previsto dalle Indicazioni nazionali per il primo ciclo di Istruzione (Regolam. Ministeriale 16/11/2012), gli strumenti per garantire la continuità educativa, in particolare tra il grado primario e quello secondario di primo grado dell'istruzione, al fine di promuovere uno sviluppo armonico della personalità degli alunni. A questo scopo la scuola porrà in atto progetti di continuità fra i due ordini di scuola, consistenti nell'elaborazione di progetti didattico educativi e di forme di programmazione trasversale in comune tra gli insegnanti delle ultime classi della scuola primaria e quelli della scuola secondaria di primo grado che 7

9 accoglieranno gli alunni nella prima classe. Allo stesso modo verranno attuati progetti di continuità con la secondaria di secondo grado da raccordare con le iniziative di orientamento previste in questo istituto, e progetti di continuità con le scuole dell infanzia del territorio per curare il miglior inserimento possibile dei bambini nel percorso della scuola dell obbligo. I libri di testo verranno adottati tenendo conto dei seguenti criteri: validità culturale, nel quadro della normativa attuale, che garantisce maggiore usufruibilità ed espandibilità attraverso lo strumento informatico (edizioni miste), nuove forme di comodato d uso, mercatino dell usato e quant altro; funzionalità educativa, considerando non secondarie le esigenze dell'utenza, anche in relazione ad un'equa distribuzione del carico di lavoro nell'arco della settimana, in modo da evitare il sovraccarico di materiale didattico da trasportare. Nell'assegnazione del lavoro quotidiano e dei compiti da svolgere a casa, i docenti, tenendo presente gli elementi qualificanti della programmazione, porranno attenzione alla necessità di rispettare i tempi di studio più adeguati alle caratteristiche individuali di ogni alunno ed alla necessità di conciliarli con altri aspetti importanti della sua vita familiare e sociale. Per garantire il benessere a scuola i docenti cercano di curare il rapporto personale con gli allievi, in particolare con i più piccoli, e colloquiano per quanto possibile in modo pacato, senza mai dimenticare, anche nel caso di mancanza di educazione o rispetto da parte degli alunni, la loro funzione primaria di educatori. Resta comunque fermo il principio che la scuola deve garantire la civile convivenza di tutti gli alunni, e pertanto non potranno essere tollerate forme di violenza, arroganza e intimidazione da parte di allievi fra loro. In tali casi i docenti e la presidenza opereranno con la necessaria fermezza non solo dal punto di vista disciplinare, attuando progetti specifici di educazione alla cittadinanza che facciano crescere il senso del rispetto reciproco ed il valore dell accoglienza di chi è diverso da sé. Per il raggiungimento delle finalità e degli obiettivi della scuola primaria e secondaria di primo grado, l'istituto elabora ogni anno il P.O.F. e la programmazione educativa e didattica, i cui obiettivi in termini di efficacia educativa e dell apprendimento diventeranno parte integrante di questa "Carta", di cui verrà rilasciata copia, a specifica richiesta, all'utenza che non fosse in grado di reperirla sul sito web della scuola. Il Piano dell Offerta Formativa (POF) si articola in un analisi delle finalità della scuola, dei suoi obiettivi e dell itinerario didattico esplicitazione del curriculo d Istituto. Indica inoltre i progetti in attuazione nella scuola, le risorse disponibili, le modalità di attuazione degli stessi nei vari plessi, classi e tempi scuola. All inizio di ogni anno scolastico il Consiglio di Istituto e il Collegio dei Docenti 8

10 confermano o eventualmente modificano il POF adeguandolo alle mutate esigenze della scuola e del contesto socio culturale di riferimento. Il Regolamento di Istituto stabilisce le procedure per l entrata e l uscita fuori orario degli alunni, la registrazione delle assenze e le relative giustificazioni, nonché gli altri principali aspetti della vita scolastica (contegno degli alunni, orario scolastico, esoneri, autorizzazioni uscite, ecc. ) La vita della scuola è inoltre regolamentata da analitici documenti organizzativi (modalità ed orari dei ricevimenti delle famiglie da parte dei docenti, sorveglianza degli alunni all entrata ed all uscita da scuola e durante l intervallo o la pausa mensa, procedure da seguire in caso di emergenza con relative azioni di informazione, formazione ed esercitazione, ecc ). I singoli docenti elaborano una progettazione didattica per il loro insegnamento nel contesto del curriculum d Istituto, della programmazione orizzontale per materie o classi parallele, della programmazione di ogni singolo consiglio di classe interclasse, e la sottopongono al giudizio del Dirigente Scolastico. All inizio e alla fine dell anno scolastico ogni docente presenta al Capo d Istituto una relazione dettagliata della situazione delle singole classi e circa il raggiungimento totale o parziale degli obiettivi didattici prefissati all inizio dell anno scolastico. SCELTE E STRATEGIE EDUCATIVO DIDATTICHE DEL TEMPO PIENO Il tempo pieno nella scuola primaria è una forma di organizzazione del tempo scuola che viene offerta alle famiglie che desiderino per i propri figli una diversa ripartizione del lavoro scolastico e un diverso approccio alla socializzazione e alla didattica, o che hanno problemi particolari di orario di lavoro. Esso consiste nello svolgimento di 40 ore settimanali comprensive del tempo mensa dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 16. La scuola si impegna a realizzare nel tempo pieno una diversa organizzazione della didattica e una diversa gestione del lavoro individuale degli alunni, che tenga conto del tempo libero che resta al bambino fuori dalla scuola durante la settimana, che eviti gli estremismi ( assenza di compiti per casa o carichi di lavoro simili a quelli degli alunni frequentanti il tempo normale), e che preveda un lavoro di team per una giusta programmazione del carico settimanale di compiti, onde evitare sovraccarichi. La diversità organizzativa e la diversa gestione del tempo e degli impegni individuali si caratterizza per i tempi più distesi e per le maggiori occasioni di apprendimento che si possono realizzare con percorsi differenti, attuando nel tempo pieno le seguenti condizioni: 9

11 Attività di potenziamento/consolidamento previste dall'insegnante ed eseguite a scuola con lo scopo di rinforzare le conoscenze acquisite; si tratta perlopiù di esercitazioni individuali scritte che permettono agli alunni di compensare, in parte, il ridotto carico di lavoro a casa. Esercitazioni individuali a casa (brevi letture nelle classi prime e seconde oltre a qualche esercitazione scritta, prevalentemente lavoro orale in terza, quarta e in quinta oltre a qualche esercitazione scritta, completamento del lavoro a casa per gli alunni che non completeranno a scuola). A questo proposito il gruppo docenti concorda sulla necessità di ridurre il carico dei compiti a casa, ma pone l attenzione sull importanza fondamentale del lavoro individuale domestico per costruire e rinforzare gli aspetti dell autonomia di ogni singolo studente. Si farà comunque ricorso ad un rigoroso coordinamento dei docenti per la più efficace ed equa distribuzione del carico di lavoro settimanale che spetta per casa ad ogni alunno, in particolare da parte dei docenti assegnati su di un modulo costituito da due classi con tempi scuola diversi (Scuole Primarie di Mestrino e Veggiano). Utilizzazione delle ore aggiuntive di italiano e matematica per le esercitazioni individuali scritte. Attuazione di laboratori con possibilità di rotazione degli alunni nel corso dell anno. Bilanciamento tra il mattino e il pomeriggio delle attività che richiedano diversi livelli di impegno e attenzione Revisione delle programmazioni didattiche tendente alla semplificazione e all essenzializzazione. Rafforzamento delle attività di continuità e di contatti con i docenti della secondaria per definire le abilità, le competenze e le conoscenze irrinunciabili per facilitare il passaggio tra i due ordini di scuola. I docenti delle classi a tempo pieno, pur nella libertà di scelte didattiche individuali, si baseranno prevalentemente su metodologie centrate sulla partecipazione attiva dell' allievo e sulla rilevazione dei suoi specifici bisogni formativi; si avvarranno inoltre di una didattica dinamica, improntata ai principi del costruttivismo, che solleciti l attiva partecipazione della classe. L apprendimento avverrà organizzando anche alcune attività di laboratorio nei diversi ambiti disciplinari, che mireranno a far sperimentare agli alunni l utilizzo di diverse strategie didattiche oltre alla lezione frontale. Sarà possibile attivare lavori di gruppo, sia nella propria classe che con una organizzazione a classi aperte, promuovere ricerche ed approfondimenti individuali, sviluppare apprendimenti basati sull' imparare facendo. Per laboratorio si intendono tutte quelle attività, non necessariamente legate alle discipline, che si avvalgono di metodologie centrate sull'allievo e di un approccio dinamico che solleciti l'attiva partecipazione del gruppo. Tali attività sono pensate come arricchimento dell'attività formativa e sono orientate a sviluppare abilità e competenze trasversali. Le attività di laboratorio verranno programmate, messe in atto e adeguate in corso d anno da ogni team docente e avranno il loro presupposto nelle valenze metodologie sopra esplicitate. Esse sono 10

12 pensate come arricchimento dell offerta formativa, in parte legate al curricolo disciplinare, in parte destinate ad attività ludico-creative orientate a sviluppare abilità e competenze trasversali. CONTRATTO FORMATIVO Il contratto formativo è una dichiarazione di impegno nella vita della scuola, che deriva ed è collegato al Patto educativo di corresponsabilità, e coinvolge i Docenti, gli Alunni e i Genitori. I docenti si impegnano a: comunicare agli alunni e ai genitori la propria offerta formativa; esplicitare e motivare le scelte di programmazione ed i singoli interventi didattici; spiegare le strategie, gli strumenti di verifica, i criteri di valutazione. Gli alunni si impegnano a: conoscere gli obiettivi didattici ed educativi del proprio curricolo e il percorso per raggiungerli; rispettare i tempi e le scadenze previsti per il raggiungimento degli obiettivi; assolvere quotidianamente ai propri doveri scolastici. I genitori si impegnano a: conoscere l offerta formativa della scuola; esprimere pareri e proposte e collaborare nelle attività; favorire la continuità del percorso educativo tra scuola e famiglia. FORME DI COMUNICAZIONE L informazione sulle attività previste dal POF avviene attraverso: incontri con i genitori a gennaio prima delle iscrizioni; assemblee di classe almeno due volte l anno; incontri individuali dei genitori, possibilmente su appuntamento; pubblicazione di un giornalino informativo. Pubblicazione sul sito web d Istituto Le date degli incontri collettivi ed individuali vengono fissate all inizio dell anno scolastico nel calendario degli impegni funzionali ed aggiuntivi approvato dal Collegio dei Docenti (Piano delle attività). 11

13 Qualora insegnanti e genitori ravvisassero la necessità di ulteriori colloqui, ne faranno richiesta per iscritto, utilizzando il libretto scolastico. Tali colloqui dovranno aver luogo fuori dall orario di servizio degli insegnanti, salvo eccezioni debitamente motivate e comunicate al Dirigente scolastico. Le modalità per la consegna delle schede di valutazione devono impegnare tutti i docenti contitolari in ogni classe, con modalità concordate in modo da garantire l incontro con tutti i genitori delle classi interessate. CONDIZIONI AMBIENTALI DELLA SCUOLA 1) La scuola garantisce un ambiente pulito, accogliente e sicuro per alunni e personale. 2) Il personale ausiliario garantisce la costante igiene dei servizi e la scrupolosa pulizia di atri, corridoi, aule, cattedre, banchi, vetrate e cortili. 3) La scuola si impegna a garantire la sicurezza interna degli alunni e quella esterna nell'ambito degli spazi di proprietà della scuola, sensibilizzando in modo particolare l'ente locale e i genitori. PROCEDURE DI RECLAMO I reclami possono essere espressi in forma orale, scritta, telefonica, via fax e via , e devono contenere generalità, indirizzo e reperibilità del proponente. I reclami orali e telefonici debbono, successivamente, essere formalizzati e sottoscritti. I reclami anonimi non saranno presi in considerazione se non circostanziati. Il Capo d'istituto, dopo aver esperito ogni possibile indagine in merito, risponde, sempre in forma scritta, con celerità e, comunque, non oltre 15 gg., attivandosi per rimuovere le cause che hanno provocato il reclamo. Qualora il reclamo non sia di competenza del Capo d'istituto, al reclamante sono fornite indicazioni da parte dell'ufficio di segreteria circa il corretto destinatario. Annualmente il Capo d'istituto formula per il Consiglio una relazione analitica dei reclami e dei successivi provvedimenti. Tale relazione è inserita nella relazione generale sull'anno scolastico del Consiglio d'istituto. 12

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO 2 MONTESARCHIO Ad indirizzo musicale Via Vitulanese, 48 Montesarchio ( BN) Segreteria tel./fax 0824834094 bnic855006@istruzione.it

Dettagli

Carta dei servizi. La carta dei servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33 e 34 della Costituzione italiana.

Carta dei servizi. La carta dei servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33 e 34 della Costituzione italiana. ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE M A C E D O N I O M E L L O N I Viale Maria Luigia, 9/a 43125 Parma Tel 0521.282239 Fax 0521.200567 info@itemelloni.gov.it www.itemelloni.gov.it PRINCIPI FONDAMENTALI

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI

LA CARTA DEI SERVIZI LA CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CUORE DELLO STELLA DI RIVIGNANO 1. PREMESSA La CARTA DEI SERVIZI dell'istituto comprensivo Cuore dello Stella di Rivignano si fonda sui seguenti articoli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) La Carta dei servizi del CPIA Napoli città 1 ha quali principi ispiratori gli articoli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

Carta dei Servizi Scolastici. ITI Buonarroti Trento

Carta dei Servizi Scolastici. ITI Buonarroti Trento Carta dei Servizi Scolastici ITI Buonarroti Trento PREMESSA La Carta dei Servizi dell I.T.I. Buonarroti è il documento che riassume i principi ispiratori delle attività della scuola e rende esplicite tali

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI (approvata dal Consiglio di Istituto in data 8 febbraio 2013)

CARTA DEI SERVIZI (approvata dal Consiglio di Istituto in data 8 febbraio 2013) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIREZIONE DIDATTICA ELIO TONELLI DI PESARO Istituto Comprensivo Elio Tonelli di Pesaro dall'a.s. 2013/14 Strada Statale Adriatica, 151-61121 PESARO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) La Carta dei servizi è il documento, espressione dell autonomia progettuale della scuola, che definisce e rende noti all utenza le finalità,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V-GRIES 1 Via Duca d Aosta, 46 Bolzano Tel. 0471/272092 CARTA DEI SERVIZI

ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V-GRIES 1 Via Duca d Aosta, 46 Bolzano Tel. 0471/272092 CARTA DEI SERVIZI ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V-GRIES 1 Via Duca d Aosta, 46 Bolzano Tel. 0471/272092 CARTA DEI SERVIZI 1. PREMESSA La CARTA DEI SERVIZI è un documento nel quale la scuola presenta all utenza le sue prestazioni.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CENTALLO VILLAFALLETTO Scuola dell infanzia Scuola primaria - Scuola secondaria di primo grado Via delle Scuole 8-12044 Centallo (CN) Tel. 0171214049 fax 0171214049 email cnic84300r@istruzione.it

Dettagli

LICEO ARTISTICO SCUOLA DEL LIBRO DI URBINO

LICEO ARTISTICO SCUOLA DEL LIBRO DI URBINO Parte I - PRINCIPI FONDAMENTALI CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi del Liceo Artistico Scuola del Libro di Urbino trae i suoi principi fondamentali dagli articoli 3, 33 e 34 della Costituzione italiana.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA La CARTA DEI SERVIZI delle scuole elementari e medie dell'istituto Comprensivo Pietrocola Mazzini di Minervino Murge si fonda sui seguenti articoli della Costituzione: art.

Dettagli

Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI

Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI L Istituto Comprensivo Gentile da Foligno si compone della scuola primaria (plesso di Fiamenga, via Lago di Cecita) e della scuola secondaria di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA P R E M E S S A La carta dei servizi è un documento pubblico, in cui sono contenuti: i principi fondamentali a cui si ispira i fattori

Dettagli

Istituto comprensivo M. Anzi di Bormio

Istituto comprensivo M. Anzi di Bormio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Piazza V Alpini, 5-23032 Bormio (SO) - Tel. e fax: 0342/901467 C.F. 93022020148 Sito web: http://www.comprensivobormio.gov.it/

Dettagli

PRINCIPI FONDAMENTALI

PRINCIPI FONDAMENTALI DIREZIONE DIDATTICA STATALE SEREGNO 1 CIRCOLO PIAZZALE CADORNA, 3 20038 SEREGNO MILANO Tel/fax: 0362 231325 SCUOLA DELL INFANZIA NOBILI, SCUOLA PRIMARIA CADORNA CARTA DEI SERVIZI PREMESSA La presente Carta

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PRINCIPI FONDAMENTALI

CARTA DEI SERVIZI PRINCIPI FONDAMENTALI ISTITUTO COMPRENSIVO V. MONTI VIA BOLDORINI, 2 62010 POLLENZA MC Tel/fax. 0733/549800 Codice ISTITUTO MCIC817008 CF. 80007300439 E-MAIL: mcic817008@istruzione.it POSTA PEC: mcic817008@pec.istruzione.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI 1 PREMESSA La Carta dei Servizi scolastici, regolamentata dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/95, trova la sua origine all interno di un vasto movimento

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO G.B. GRASSI LICEO MUSICALE LECCO CARTA DEI SERVIZI

LICEO SCIENTIFICO G.B. GRASSI LICEO MUSICALE LECCO CARTA DEI SERVIZI LICEO SCIENTIFICO G.B. GRASSI LICEO MUSICALE LECCO CARTA DEI SERVIZI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 1 PARTE TERZA I SERVIZI AMMINISTRATIVI ORARIO DI APERTURA DELL ISTITUTO art. 3.1 3.3 SERVIZI AMMINISTRATIVI

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI UGUAGLIANZA

CARTA DEI SERVIZI UGUAGLIANZA Liceo Classico Statale "Pitagora" Piazza Umberto I, 15 0962/905731 Fax 0962/20922 Cod. Fisc. 81004910790790 e-mail: KRPCO2000L@istruzione.it sito web www.liceopitagoracrotone.it 88900 CROTONE CARTA DEI

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 ATTIVITA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE 1) CALENDARIO SCOLASTICO Definito per le parti di propria competenza, dal Ministro dell Istruzione, dalla

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO Giovanni Bovio Largo Di Vagno,13-70037 Ruvo di Puglia

1 CIRCOLO DIDATTICO Giovanni Bovio Largo Di Vagno,13-70037 Ruvo di Puglia 1 CIRCOLO DIDATTICO Giovanni Bovio Largo Di Vagno,13-70037 Ruvo di Puglia Tel.080-3611001 Fax 080-3620399 Sito web: www.scuolaelementarebovioruvo.it Email: baee15700e@istruzione.it C.F. 80016960728 - Pec:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL i.m. M.T. VARRONE CASSINO

CARTA DEI SERVIZI DELL i.m. M.T. VARRONE CASSINO CARTA DEI SERVIZI DELL i.m. M.T. VARRONE CASSINO CARTA DEI SERVIZI I. M. VARRONE CASSINO Pagina 1 di 10 PREMESSA La carta dei servizi è stata istituita dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 12 via L. Bartolini 2-40139 Bologna tel. 051542229 - fax 051548708 sito web: www.ic12bo.it e-mail: info@ic12bo.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 12 via L. Bartolini 2-40139 Bologna tel. 051542229 - fax 051548708 sito web: www.ic12bo.it e-mail: info@ic12bo. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 12 via L. Bartolini 2-40139 Bologna tel. 051542229 - fax 051548708 sito web: www.ic12bo.it e-mail: info@ic12bo.it CARTA DEI SERVIZI a.s. 2009/10 Scuola dell'infanzia Padre

Dettagli

5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI

5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI PARTE SECONDA 5. LA SCUOLA PRIMARIA DELL'ISTITUTO 5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI La scuola Primaria promuove il benessere dei bambini e si impegna ad educarli tenendo conto delle diverse dimensioni

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI. richiamare i principi fondamentali cui si ispira il servizio scolastico

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI. richiamare i principi fondamentali cui si ispira il servizio scolastico Istituto Istruzione Secondaria Superiore Luigi Pirandello Bivona sezioni ad indirizzo: Classico, Scientifico, Linguistico, Odontotecnico Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera, Costruzioni Ambiente e

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE GALLARATE LICEO SCIENTIFICO STATALE Leonardo da Vinci GINNASIO LICEO CLASSICO "Giovanni Pascoli" LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI Principi fondamentali La carta dei servizi

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURA

PROGETTO INTERCULTURA PROGETTO INTERCULTURA Negli ultimi anni, nel nostro paese, si è registrata una progressiva e sempre più frequente immigrazione e, di conseguenza, anche la scuola deve adattare la propria programmazione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado. Piazza della Sapienza 82021 APICE (BN) Con sede distaccata a Paduli Tel.-fax- 0824-922063- C.M. BNIC81700B- Web- http://www.icapice.gov.it CARTA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio die Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio die Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio die Ministri del 07/06/1995) La carta dei servizi, allom stato attuale, costituisce il documento di garanzia di qualità

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n.

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n. ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n. 0332400737 e-mail scuolavo@libero.it C è qualcosa di più

Dettagli

A. MORO CERRO AL LAMBRO

A. MORO CERRO AL LAMBRO ISTITUTO COMPRENSIVO P. FRISI MELEGNANO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO A. MORO CERRO AL LAMBRO Iscrizioni a.s. 2015/2016 1 La proposta didattica e formativa della Scuola Secondaria di Primo Grado per le

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Anno scolastico 2014-2015

CARTA DEI SERVIZI. Anno scolastico 2014-2015 M.I.U.R. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE I. Morra Codice Meccanografico: MTIS009001 Servizi Socio-Sanitari - Servizi Commerciali Produzioni Industriali e Artigianali - Chimica, Materiali e Biotecnologie

Dettagli

Nella nostra infanzia c è sempre un momento in cui una porta si apre e lascia entrare l avvenire... Graham Greene

Nella nostra infanzia c è sempre un momento in cui una porta si apre e lascia entrare l avvenire... Graham Greene Nella nostra infanzia c è sempre un momento in cui una porta si apre e lascia entrare l avvenire... Graham Greene 1 La Carta dei Servizi scolastici è stata introdotta nell ordinamento dal Decreto del Presidente

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Principi fondamentali

CARTA DEI SERVIZI. Principi fondamentali CARTA DEI SERVIZI Il Collegio dei Docenti Unificato dell Istituto Comprensivo Statale Regina Elena, per fare fronte alla richiesta di trasparenza nei rapporti tra l Istituzione scolastica e i fruitori

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. FORZATI

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. FORZATI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. FORZATI Via Casa Aniello, 34 80057 SANT ANTONIO ABATE (NA) Tel 0818796349 Fax 08119818618 http://www.scuolaforzati.it e-mail naic8b7001@istruzione.it pec naic8b7001@pec.istruzione.it

Dettagli

Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009

Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009 ISTITUTO COMPRENSIVO E. MESTICA Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009 CARTA DEI SERVIZI A.s. 2014/2015 Premessa La

Dettagli

DEI DIRITTI E DEI DOVERI

DEI DIRITTI E DEI DOVERI Con l Europa investiamo nel vostro futuro ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI VERNOLE,CASTRI,CAPRARICA Via della Repubblica,s.n.c. 73029 - Tel. 0832892032 Fax 0832269378 email LEIC85600E@istruzione.it LEIC85600E@pec.istruzione.it

Dettagli

7 CIRCOLO DIDATTICO - MODENA

7 CIRCOLO DIDATTICO - MODENA 7 CIRCOLO DIDATTICO - MODENA Via San Giovanni Bosco, 171 - Modena tel. 059.223752 / fax 059.4391420 VADEMECUM IMPEGNI DI RECIPROCITA NEI RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA Premessa Dal POF 2009/2010 del 7 Circolo

Dettagli

Istituto Tecnico Turistico Statale "Andrea Gritti"

Istituto Tecnico Turistico Statale Andrea Gritti Carta dei Servizi A.S. 2004 / 2005 Istituto Tecnico Turistico Statale "Andrea Gritti" Via Muratori, 7 - Mestre (VE) Tel. 041/5350505 E-mail: segreteria@istitutogritti.it http://www.istitutogritti.it CARTA

Dettagli

Carta dei servizi (Approvata dal Consiglio d Istituto del 19/05/2015)

Carta dei servizi (Approvata dal Consiglio d Istituto del 19/05/2015) Carta dei servizi (Approvata dal Consiglio d Istituto del 19/05/2015) PREMESSA La Carta dei Servizi scolastici è prevista dal DPCM del 7 giugno 1995. La Carta dei Servizi è un documento nel quale la scuola

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico GUGLIELMO MARCONI. 20064 Gorgonzola (Milano)

Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico GUGLIELMO MARCONI. 20064 Gorgonzola (Milano) CARTA DEI SERVIZI PARTE GENERALE L'istituto "G.Marconi" di Gorgonzola, nel rispetto delle indicazioni del Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 7 giugno 1995, adotta la Carta dei Servizi della Scuola

Dettagli

PREMESSA I - PRINCIPI FONDAMENTALI. Articolo 1 (Uguaglianza e imparzialità)

PREMESSA I - PRINCIPI FONDAMENTALI. Articolo 1 (Uguaglianza e imparzialità) PREMESSA La presente Carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art. 149 del Trattato dell Unione Europea e costituisce un documento di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI Via Porrettana, 258 40037 SASSO MARCONI (Bologna) Tel.:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DIREZIONE DIDATTICA STATALE 6 Circolo - R. GIRONDI Via Zanardelli, 29-70051 BARLETTA (BA) - Tel. 0883 333522 - Fax 0883 349489 E mail: baee06400r@istruzione.it Cod. Mecc. BAEE06400R Cod. Fisc. 81003590726

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA Scuola Secondaria di Primo Grado Pietra Ligure - Borgio Verezzi

PIANO OFFERTA FORMATIVA Scuola Secondaria di Primo Grado Pietra Ligure - Borgio Verezzi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI PIETRA LIGURE PIETRA LIGURE BORGIO VEREZZI VAL MAREMOLA UFFICI VIA OBERDAN 84 17027 - PIETRA LIGURE SV Tel 019/628109 - fax 019/6295160 PIANO OFFERTA FORMATIVA Scuola Secondaria

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO CARTA DEI SERVIZI A.S.2012/2013 La carta dei servizi esplicita gli standard qualitativi del servizio scolastico offerto dall'istituto Professionale Statale Industria e Artigianato "DALMAZIO BIRAGO" di

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA Anno scolastico 2014-2015 LE NOSTRE SCUOLE scuola dell infanzia FUTURA scuola primaria GIOVANNI XXIII scuola secondaria 1^ grado GIUSEPPE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI SCUOLA PARITARIA MADRE MAZZARELLO Scuola dell INFANZIA PRIMARIA e SECONDARIA di I grado SECONDARIA di II grado Via Cumiana, 2 10141 Torino Via Cumiana, 14 10141 Torino Via Cumiana, 2 10141 Torino Tel.

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso FINALITA Il presente documento contiene criteri, principi e indicazioni riguardanti le procedure e le pratiche per un ottimale inserimento

Dettagli

Documentazione SGQ SIRQ Disposizioni rev 0 del 2/9/02 DOCUMENTAZIONE SGQ DELLA RETE SIRQ

Documentazione SGQ SIRQ Disposizioni rev 0 del 2/9/02 DOCUMENTAZIONE SGQ DELLA RETE SIRQ DOCUMENTAZIONE SGQ DELLA RETE SIRQ Dis. n. 216 La Carta dei Servizi UGUAGLIANZA Si accettano le domande d iscrizione prescindendo da qualunque forma di esclusione per motivi sociali o familiari. Si accolgono

Dettagli

Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI

Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi è la dichiarazione degli impegni che l Istituto Canossiano Madonna del Grappa

Dettagli

I NOSTRI PRINCIPI I PRINCIPI FONDANTI

I NOSTRI PRINCIPI I PRINCIPI FONDANTI I NOSTRI PRINCIPI I PRINCIPI FONDANTI Il Piano dell Offerta Formativa dell Istituto colloca la propria fonte di ispirazione negli articoli 3, 30, 33, 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, laddove

Dettagli

USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE

USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE Regolamento relativo a USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE su proposta del Collegio docenti del 20.5.14 per quanto attiene la parte organizzativo-didattica e delibera n 6del Consiglio

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI FINALITÀ Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è una guida dettagliata d informazione riguardante l integrazione degli alunni

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOBBIO CAPOLUOGO (PC) PIAZZA S. COLOMBANO, 5 29022 BOBBIO (PC) PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI Anche un lungo cammino comincia con un piccolo

Dettagli

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità Istituto Comprensivo Statale Lorenzo Bartolini di Vaiano Piano dell Offerta Formativa Scheda di progetto Progetto 5 Formazione, discipline e continuità I momenti dedicati all aggiornamento e all autoaggiornamento

Dettagli

CALENDARIO IMPEGNI COLLEGIALI A.S. 2014-2015 (ottobre 2014 - agosto 2015)

CALENDARIO IMPEGNI COLLEGIALI A.S. 2014-2015 (ottobre 2014 - agosto 2015) MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO CREMONA TRE Via San Lorenzo, 4-26100 Cremona Tel. 0372 27786 - Fax 0372 534835 e-mail: CRIC82000X@ISTRUZIONE.IT

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ZOCCA E MONTESE. ISCRIZIONI a. s. 2013 / 2014 31/01/2013 UFFICIO DI DIRIGENZA 1

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ZOCCA E MONTESE. ISCRIZIONI a. s. 2013 / 2014 31/01/2013 UFFICIO DI DIRIGENZA 1 ISTITUTO COMPRENSIVO DI ZOCCA E MONTESE ISCRIZIONI a. s. 2013 / 2014 31/01/2013 UFFICIO DI DIRIGENZA 1 ISTITUTO COMPRENSIVO DI ZOCCA E MONTESE PRESENTA POF 2013 / 2014 31/01/2013 UFFICIO DI DIRIGENZA 2

Dettagli

Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT)

Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT) Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT) La Scuola Primaria di Valchiusa è situata in una zona verdeggiante meglio conosciuta come Valchiusa e occupa parte della sede centrale dell Istituto

Dettagli

Istituto "Michele Giua" - Cagliari - Assemini CARTA DEI SERVIZI

Istituto Michele Giua - Cagliari - Assemini CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI PREMESSA Articolo 1 L Istituto considera finalità generali del proprio operare pedagogico i principi di cui agli artt. 3, 33, 34, della Costituzione Italiana. Articolo 2 La seguente carta

Dettagli

INDICE CARTA DEI SERVIZI. Pag. 2 PREMESSA. Pag. 2 BREVE PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA. Pag. 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO. Pag. 3

INDICE CARTA DEI SERVIZI. Pag. 2 PREMESSA. Pag. 2 BREVE PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA. Pag. 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO. Pag. 3 CARTA DEI SERVIZI RELATIVA A SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA PER GLI ALUNNI CON DISABILITA FREQUENTANTI SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIE, SECONDARIE DI PRIMO E SECONDO GRADO STATALI E PARITARIE MILANESI

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di Sovizzo

Istituto Comprensivo Statale di Sovizzo Prot. n. 2994/D6 Sovizzo, 20 novembre 2015 Al Collegio docenti Al Consiglio di Istituto AI Genitori Al Personale ATA dell IC Sovizzo LORO SEDI OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SENIGALLIA MARCHETTI Viale dei Gerani, 1-60019 - S E N I G A L L I A (ANCONA) Cod. fisc.: 83004370421 Tel. 0717922289_Fax 0717926774 mail: ANIC83300C@PEC.ISTRUZIONE.IT ISTITUTO COMPRENSIVO

Dettagli

IIS E. Alessandrini. Carta dei Servizi Scolastici Delibera del Consiglio d Istituto del 05/12/2011

IIS E. Alessandrini. Carta dei Servizi Scolastici Delibera del Consiglio d Istituto del 05/12/2011 IIS E. Alessandrini Sede Centrale: ITIS L.S. Via Einaudi,3 20081 Abbiategrasso (MI) Tel. 02 / 9466306/7 Fax 02 / 94967188 e-mail uffici: segreteria@iisalessandrini.it Sede Associata: IPS E. LOMBARDINI

Dettagli

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA CHE COS E IL

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre

SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre 11 classi 40 ore settimanali INSEGNANTI: n 20 per il tempo pieno n 1 specialista per religione cattolica n 1 specialista di lingua inglese n 2 di sostegno PERSONALE

Dettagli

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA 2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA Il nostro impianto educativo vuol porre al centro la ricerca del sé nella scoperta della necessità dell altro. Noi siamo tutti gli altri che abbiamo incontrato

Dettagli

Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007

Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007 IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007 Visto il Regio Decreto 4 maggio 1925, n. 653, contenente disposizioni sugli studenti, esami e tasse negli

Dettagli

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO Castiglione delle Stiviere, 05/10/2015 Prot. n. 9298/C6 Al Collegio dei Docenti Alla DSGA All albo E p.c. al Consiglio di Istituto Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Prot.n.8233/A32 Chieti, 1 ottobre 2015

Prot.n.8233/A32 Chieti, 1 ottobre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Via Campobasso, 10-66100 CHIETI - tel. Segreteria : 0871 560525 - - fax: 0871565781 codice fiscale: 93048780691 - codice meccanografico: CHIC83700A Indirizzo di posta elettronica

Dettagli

Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova. REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione. Premessa

Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova. REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione. Premessa Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione Approvato dal Consiglio di Istituto con delibera n. 4 del 20/12/2012 Premessa Le uscite didattiche,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOBBIO CAPOLUOGO (PC) PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOBBIO CAPOLUOGO (PC) PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOBBIO CAPOLUOGO (PC) PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI Anche un lungo cammino comincia con un piccolo passo PREMESSA Questo documento denominato

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO PADRE VITTORIO FALSINA Via Scuole, 14 25045 Castegnato

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE

PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO A. BROFFERIO C.so XXV Aprile, 2 ASTI Tel- Fax 0141 21 26 66 Sez. associata Martiri della Libertà Tel-Fax 0141 21 12 23 C.F. : 80005780053 e-mail: atmm003004@istruzione.it -

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto N. 5669 IL MINISTRO VISTO VISTA VISTO VISTA VISTA l articolo 34 della Costituzione; la Legge 8 ottobre 2010, n. 170, recante Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO N. 2 G. BORTOLAN

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO N. 2 G. BORTOLAN Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO N. 2 G. BORTOLAN Via C. Piovene, 31 Tel. 0444/911223 - Fax 0444/917201 36100 VICENZA e-mail viic872001@istruzione.it posta

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 Giovanni XXIII 73043 COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel. 0832.947164 Fax 0832.934582 e-mail: leic865009@istruzione.it Allegato al Regolamento d Istituto PROTOCOLLO per l ACCOGLIENZA

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO A.VOLPI

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO A.VOLPI MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO A.VOLPI Via OBERDAN SNC 04012 CISTERNA DI LATINA 06/9699160 fax 06/96020226 LTIC838007@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO L.BARTOLINI

ISTITUTO COMPRENSIVO L.BARTOLINI ISTITUTO COMPRENSIVO L.BARTOLINI Via Nazario Sauro n.31 60034 CUPRAMONTANA (AN) Tel: 0731 / 789026-786266 789766 fax: 0731/786196 - Cod. Fisc. 91017860429 e-mail: anic83800g@istruzione.it Pec: anic83800g@pec.istruzione.it

Dettagli

Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini"

Istituto Scolastico Comprensivo Statale R. Fucini Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini" Scuola Infanzia Primaria e Secondaria di I di Monteroni d Arbia e Murlo Viale Rimembranze,127 Tel 0577375118 53014 - MONTERONI D'ARBIA (SI) e. mail siic80800q@istruzione.it

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

Area1 Carta dei Servizi a.s. 2008/2009 I. T. C. M. Foderà - Agrigento DS Dott.sa P.Pilato

Area1 Carta dei Servizi a.s. 2008/2009 I. T. C. M. Foderà - Agrigento DS Dott.sa P.Pilato Il dipinto che fa da sfondo alla nostra Aula Magna E impari che la felicità e' fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore, che le stelle ti possono commuovere

Dettagli

L'OFFERTA FORMATIVA DELLE NOSTRE SCUOLE

L'OFFERTA FORMATIVA DELLE NOSTRE SCUOLE L'OFFERTA FORMATIVA DELLE NOSTRE SCUOLE 4. LA SCUOLA DELL INFANZIA 4.1 L OFFERTA FORMATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA LA SCUOLA DELL INFANZIA rimane aperta dalle ore 8.00 alle ore 15.45 ed offre un servizio

Dettagli

Prot. n.4127/a32 Genova, lì 12 ottobre 2015

Prot. n.4127/a32 Genova, lì 12 ottobre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTALDO Via L. Montaldo, 8 16137 GENOVA Tel. 010/8392409 Fax 010/ 8393429 e.mail geic83000d@istruzione.it www.icmontaldo-genova.gov.it Prot. n.4127/a32 Genova, lì 12 ottobre 2015

Dettagli

Infanzia. Girasoli. Primaria. A. da Rosciate. Infanzia. Arcobaleno. Secondaria. Galgario. Primaria. Secondaria. Codussi. Ghisleri

Infanzia. Girasoli. Primaria. A. da Rosciate. Infanzia. Arcobaleno. Secondaria. Galgario. Primaria. Secondaria. Codussi. Ghisleri ISTITUTO COMPRENSIVO A. DA ROSCIATE - BERGAMO VIA CODUSSI, 7 TEL 035243373 FAX 035270323 e-mail: segreteria@darosciate.it bgic81400p@pec.istruzione.it Sito web: www.darosciate.it Infanzia Girasoli (Via

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO F.MASCI Francavilla al mare SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO

ISTITUTO COMPRENSIVO F.MASCI Francavilla al mare SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO F.MASCI Francavilla al mare SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO Prot. 56 /A2 Francavilla al mare 03 settembre 204 Ai Docenti LORO SEDI Al DSGA. All Albo- sito web

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. Sperimentare un nuovo metodo d insegnamento per un apprendimento integrato di contenuto e lingua.

SCUOLA PRIMARIA. Sperimentare un nuovo metodo d insegnamento per un apprendimento integrato di contenuto e lingua. SCUOLA PRIMARIA Denominazione progetto Priorità cui si riferisce (L.107/2015)e Traguardi di risultato Obiettivo di processo CLIL SCIENCE Sviluppare e potenziare le competenze chiave di cittadinanza. Rispondere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CARIGNANO VIA A.TAPPI 44-10041 - CARIGNANO - TO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CARIGNANO VIA A.TAPPI 44-10041 - CARIGNANO - TO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CARIGNANO VIA A.TAPPI 44-10041 - CARIGNANO - TO TEL. 0119692516 FAX 0119695035 - Cod. Fiscale: 94067050016 Cod.Mec.:TOIC8AQ00L E - Mail: TOIC8AQ00L@istruzione.it TOIC8AQ00L@pec.istruzione.it-

Dettagli

ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE

ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE Via Caronda, 224 - Catania Carta dei servizi della scuola INDICE Indice...2 Nota Preliminare...3 Servizi Amministrativi...4 Condizioni ambientali della scuola...5 Fattori di

Dettagli

VALUTAZIONE FORMATIVA

VALUTAZIONE FORMATIVA VALUTAZIONE FORMATIVA SETTEMBRE PROVE DI INGRESSO Le prove d ingresso, mirate e funzionali, saranno comuni a tutte le classi prime della scuola secondaria di primo grado dell Istituto Comprensivo e correlate

Dettagli

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE Gallarate (VA) - Via Bonomi, 4 Tel. 0331.795141 - Fax 0331.784134 sacrocuoregallarate@fastwebnet.it www.sacrocuoregallarate.it Scuola Secondaria di I grado PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI CON

Dettagli

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa Politica della Qualità L IIS A. Petrocchi adotta un sistema interno di gestione della qualità per garantire l efficacia e il continuo miglioramento dei servizi.

Dettagli

ATTIVITA DI SOSTEGNO E RECUPERO E CRITERI PER L AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA. Il Consiglio d Istituto nella seduta del 18 Dicembre 2014

ATTIVITA DI SOSTEGNO E RECUPERO E CRITERI PER L AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA. Il Consiglio d Istituto nella seduta del 18 Dicembre 2014 LICEO SCIENTIFICO STATALE R. Donatelli B. Pascal 20133 MILANO Viale Campania, 6 e Via A. Corti, 16 Tel. 02.70126738 e 02.2360306 - Fax 02.70106474 e 02.2666487 Email: mips37000t@istruzione.it - Pec: mips37000t@pec.istruzione.it

Dettagli

2. IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ. a) I soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività ed equità.

2. IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ. a) I soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività ed equità. Prot. N 6008 C/24-d del 22/11/2014 Carta dei servizi ANNO SCOLASTICO 2014-15 PREMESSA La Carta dei Servizi ha come ispirazione i seguenti articoli della Costituzione italiana: Art.3: Tutti i cittadini

Dettagli