Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO)"

Transcript

1 ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a abitanti) Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) Votazioni del giorno 25/05/2014 P R O G R A M M A A M M I N I S T R A T I V O del Candidato alla carica di Sindaco Sig. Giorgio BERTOTTO nato a Torino il 28/10/1971 nella lista contraddistinta con il contrassegno: contrassegno LOGO CIRCOLARE CON COPPIA CHE TIENE PER MANO UN BAMBINO, SFONDO ARANCIONE CON COLLINA VERDE, SOLE BIANCO E FIUME AZZURRO P R O G R A M M A A M M I N I S T R A T I V O Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) Il sottoscritto responsabile del servizio delle pubblicazioni aventi effetto di pubblicità legale, visti gli atti d ufficio, A T T E S T A che il presente documento è stato pubblicato, per 15 giorni consecutivi: dal. al. nel sito web istituzionale di questo Comune (art. 32, comma 1, della legge 18 giugno 2009, n. 69).., lì. Timbro Il Responsabile del servizio. E18103 Grafiche E. Gaspari

2 Lista Civica Insieme per Castagneto Po Programma elettorale Candidato Sindaco: Giorgio Bertotto

3 Trasparenza e condivisione: i nostri valori fondamentali. Adozione del Codice etico sottoscritto pubblicamente da tutti i candidati; Consultazione con la cittadinanza per adottare scelte strategiche, in modalità tali da favorire la massima partecipazione; Conferenza dei capigruppo preventiva alle riunioni di Giunta per garantire la condivisione con la minoranza consigliare; Sindaco e Giunta vicini al cittadino: contatto telefonico diretto, newsletter e blog della Giunta comunale; Incontri pubblici trimestrali aperti a tutta la cittadinanza per aggiornare sull operato dell amministrazione comunale. Sport e tempo libero Riqualificazione del campo sportivo con tracciatura e attrezzature idonee a renderlo fruibile anche per altri sport; Interventi volti a favorire la costituzione di una consulta delle associazioni sportive locali, con funzioni propositive per un ottimale fruizione degli impianti sportivi esistenti (campo calcio, campo volley, campo tennis, campo bocce, ecc..); Avviamento di uno studio di fattibilità per la realizzazione di una struttura multifunzionale (palestra, sala convegni/mostre, ecc.) con ricorso a project-financing; Organizzazione di iniziative sportive che valorizzino la collocazione collinare e la bellezza del paesaggio del nostro comune (gare podistiche e in mountain-bike per una rivalutazione dei sentieri collinari nel territorio castagnetese); Valorizzazione della rete dei sentieri, incentivazione del turismo plein-air (escursioni, mountain bike, ecc.) e ripristino dei sentieri pedonali/ciclabili di collegamento da/verso Chivasso. Trasporti, viabilità e sicurezza Installazione di dissuasori di velocità in prossimità degli accessi viari a P.zza Rovere / scuola materna / scuola elementare; realizzazione di passaggi pedonali rialzati provvisti di idonea segnalazione; Carpooling in affiancamento al trasporto pubblico; Trasferimento alle competenze comunali della strada provinciale nel percorso del centro cittadino; Miglioramento del servizio di collegamento con Chivasso, con particolare attenzione al problema pendolari; Interventi di manutenzione ordinaria sulle principali criticità della rete viaria comunale; Interventi per la sicurezza: installazione sistemi di videosorveglianza e revisione, in accordo con le forze di pubblica sicurezza, al fine di incrementare il monitoraggio del territorio comunale. 1

4 Efficienza energetica Studio di fattibilità sulle possibilità di risparmio energetico, alla luce dei recenti sviluppi in materia; Applicazione delle nuove tecnologie per il risparmio energetico sugli edifici comunali (esempio scuola elementare, Municipio); Politica di sensibilizzazione con momenti informativi per la popolazione in merito all efficienza energetica; Riduzione oneri illuminazione pubblica con sistemi di controllo della luminosità, spegnimento programmato per fasce orarie, lampade a basso consumo/fotovoltaiche: progressiva sostituzione dei punti luce obsoleti con apparecchi di illuminazione di nuova generazione, con l obiettivo di diminuire la potenza installata e le emissioni di CO 2. Scuole e servizi extrascolastici: investire nel nostro futuro. Ampliamento dell offerta formativa con iniziative rivolte a studenti, personale scolastico e famiglie Adesione a progetti di formazione per le scuole rivolti ai bisogni educativi speciali e ad altri progetti legati ad associazioni del territorio (esempio Libera, associazione contro le mafie); Assicurazione di una copertura economica per la funzione di educativa scolastica, in modo da garantire il servizio mensa presso la scuola elementare; Studio di fattibilità per la realizzazione di un centro cottura unico con distribuzione dei pasti direttamente nelle scuole materna ed elementare. Attività culturali e associazioni: per una comunità viva, collaborativa e unita Costituzione della consulta delle associazioni come laboratorio di idee per ravvivare la vita sociale di Castagneto Po e come costante punto di collaborazione con l Amministrazione; predisposizione di spazi pubblicitari gratuiti (bacheche, sito web comune, ecc.) per la promozione degli eventi delle associazioni; Avviamento dell iter di riqualificazione di Casa Matta: ristrutturazione frazionata in modo da mettere a disposizione, nel minor tempo possibile, alcuni spazi pubblici (sale e locali) per incontri di associazioni, giovani, anziani; Favorire la creazione di un centro giovani a cui fornire un luogo d incontro per realizzare iniziative; Predisposizione di un bando di apertura per un locale pubblico c/o Fonte San Genesio; Consumo responsabile e incentivazione dei prodotti agricoli a km zero con obiettivo la creazione di un mercato a Castagneto Po riservato ai produttori locali; Proposta di partecipazione al Progetto Treno della memoria : coinvolgimento della popolazione interessata in un percorso educativo che culminerà nel Giorno della Memoria (27 gennaio); 2

5 Incentivazione di imprese agricole e/o progetti sociali per la messa a disposizione in comodato d uso gratuito di terreni demaniali inutilizzati ovvero di terreni agricoli privati inutilizzati per la coltivazione, con sgravi fiscali per i privati che scelgono di mettere a disposizione tali terreni gratuitamente Sviluppo sostenibile, ambiente e cura del territorio. Piano regolatore partecipato: analisi della variante predisposta dai tecnici per l adeguamento al Piano di assetto idrogeologico e approvazione solo in seguito a momenti di incontro e discussione con la popolazione; Blocco dello sviluppo edilizio e del consumo di territorio indiscriminato e predisposizione di un piano di incentivazione del recupero del patrimonio abitativo esistente, con convenzioni con istituti di credito per condizioni agevolate nei confronti di cittadini castagnetesi che provvedano ad interventi di recupero e riqualificazione di insediamenti esistenti; Bioedilizia: revisione del regolamento edilizio con particolare attenzione a case ecologiche, a ridotto consumo energetico e basso impatto ambientale grazie all impiego di materiali ecologici certificati. Miglioramento complessivo dei servizi e programma di analisi e messa a norma del sistema idrogeologico e fognario: pubblicazione periodica su sito web del Comune dei dati relativi alla funzionalità degli impianti SMAT; Monitoraggio dell asta, avviata a febbraio, per le Case Copel; Eliminazione delle barriere architettoniche al Cimitero; Realizzazione di un Ecostazione permanente per conferimento rifiuti, in collaborazione con i Comuni limitrofi; Interventi di abbellimento ambientale con particolare riferimento alle infrastrutture stradali (ad esempio muraglioni di contenimento). Campagna di sensibilizzazione ed informazione sul modo corretto di smaltire i rifiuti e sfruttare le risorse disponibili per avviare una politica di risparmio e diventare un vero Comune virtuoso ; Aiutare ed incentivare lo smaltimento Eternit in piccole quantità; Riqualificazione delle antiche strade vicinali in posizione strategica per la viabilità (esempio antica strada del confine). Servizi ai cittadini Adesione alla rete informatica del Sistema Piemonte, costituita per i cittadini, le imprese e gli operatori pubblici (esempio servizi ASL online); Ottimizzazione della nuova biblioteca nelle sue potenzialità (esempio miglior sfruttamento dei locali e dell organizzazione). 3

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 TERRITORIO Potenziamento delle strutture sul territorio : Realizzazione di progetti ex novo e di ristrutturazione affiancati da richieste di assegnazione di fondi europei,

Dettagli

CAPISTRELLO AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE CANDIDATO SINDACO ANGELO BISEGNA

CAPISTRELLO AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE CANDIDATO SINDACO ANGELO BISEGNA CAPISTRELLO AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE CANDIDATO SINDACO ANGELO BISEGNA Sommario PREMESSA... 3 1. GIOVANI... 3 2. TERRITORIO E DECORO URBANO... 3 3. TRASPERENZA E PARTECIPAZIONE

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO rese dal Sindaco dott. Mario Battistuta nella seduta del 6 luglio 2011

LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO rese dal Sindaco dott. Mario Battistuta nella seduta del 6 luglio 2011 LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO rese dal Sindaco dott. Mario Battistuta nella seduta del 6 luglio 2011 Il sociale continuare l'associazione con gli altri Comuni del Distretto di Codroipo; sostenere l'operato

Dettagli

Sintesi risultati tavoli tematici e prossimi passi. Incontro plenario 14 giugno 2005

Sintesi risultati tavoli tematici e prossimi passi. Incontro plenario 14 giugno 2005 Sintesi risultati tavoli tematici e prossimi passi Incontro plenario 14 giugno 2005 Il percorso partecipativo di questo secondo ciclo del Forum di Agenda 21 locale è stato articolato in tre differenti

Dettagli

La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD)

La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD) La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD) Udine, Palazzo della Regione 27 giugno 2014 La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto

Dettagli

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO)

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) Votazioni del giorno 31/05/2015

Dettagli

Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO

Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016 PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO IL PAES e GLI OBIETTIVI Ricognizione su tutto il territorio comunale degli

Dettagli

Il bando Liguria/unioni di Comuni

Il bando Liguria/unioni di Comuni Il bando Liguria/unioni di Comuni Contributi alle nuove Unioni di Comuni Amministrazione Erogatrice Regione Liguria Istituzionale Normativa Dlgs 18 agosto 2000 n.267, articolo 32 Dl 31 maggio 2010 n.78/2010,

Dettagli

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES -

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Smart City Comuni in classe A 1 Indice 1. Il Patto dei Sindaci 2. Il Piano di Azione per l Energia Sostenibile PAES 3. Il progetto

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 SANTA MARIA A MONTE

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 SANTA MARIA A MONTE PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 SANTA MARIA A MONTE DEMOCRAZIA DIRETTA E TRASPARENZA. Partecipazione diretta attraverso processi deliberativi popolari (petizioni, proposte e referendum); Referendum

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile

La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile giuliano vendrame sezione energia regione del veneto Padova, 17 novembre 2014 Piano Energetico Regionale Fonti Rinnovabili - Risparmio

Dettagli

PROGRAMMA N. 1 17.200,00

PROGRAMMA N. 1 17.200,00 PROGRAMMA N. 1 1.01.01.03 10 Indennità Sindaco, assessori, gettoni di presenza consiglieri 22.000,00 1.01.01.03 40 Spese per elezioni amministrative 1.01.01.03 50 Compensi e rimborsi al revisore dei conti

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

Comune di Cecina: regolamento per l edilizia sostenibile

Comune di Cecina: regolamento per l edilizia sostenibile Comune di Cecina: regolamento per l edilizia sostenibile Indirizzi del settore energia nella provincia di Livorno Roberto Bianco 19 giugno 2007 1 Pianificazione energetica provinciale: di linee di indirizzo

Dettagli

Efficienza energetica nel patrimonio pubblico

Efficienza energetica nel patrimonio pubblico Scheda P Azione P.1 Efficienza energetica nel patrimonio pubblico Ristrutturazione del parco edilizio pubblico Obiettivi Quelli che sono stati gli Obiettivi prefissati quali : riduzione dei consumi di

Dettagli

LISTA NOI X SANTENA PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 6-7 MAGGIO 2012

LISTA NOI X SANTENA PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 6-7 MAGGIO 2012 LISTA NOI X SANTENA PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 6-7 MAGGIO 2012 La lista NOI X SANTENA ritiene che l amministrazione di un Ente Pubblico possa essere gestita da persone oneste e competenti,

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

Energia per Gassino. Programma del Movimento 5 Stelle per il risparmio e l efficienza 2014-2020

Energia per Gassino. Programma del Movimento 5 Stelle per il risparmio e l efficienza 2014-2020 Energia per Gassino Programma del Movimento 5 Stelle per il risparmio e l efficienza 2014-2020 PROTOCOLLO DI KYOTO strategia 20-20-20 Entro il 2020 taglio del 20% del consumo di energia aumento della produzione

Dettagli

Provincia Eternit Free

Provincia Eternit Free Protocollo d Intesa Provincia Eternit Free Provincia di Catanzaro Legambiente AzzeroCO2 Catanzaro 21 marzo 2011 Protocollo d Intesa Provincia Eternit Free Provincia di Catanzaro Legambiente Azzeroco2

Dettagli

1. REDDITO MINIMO GARANTITO

1. REDDITO MINIMO GARANTITO 1. REDDITO MINIMO GARANTITO 28% delle famiglie pugliesi vivono in condizioni di povertà relativa La Puglia è al quartultimo posto per reddito medio in Italia Fonte: Dati Svimez 2012 e ISTAT 2013 2. DIRITTO

Dettagli

Comune di Vinchio. Provincia di Asti - Italia. www.comune.vinchio.at.it

Comune di Vinchio. Provincia di Asti - Italia. www.comune.vinchio.at.it Comune di Vinchio Provincia di Asti - Italia www.comune.vinchio.at.it La certificazione ambientale come opportunità di sviluppo: l esempio del Comune di Vinchio Vinchio, 1 dicembre 07 - Andrea Laiolo,

Dettagli

La mappa delle esigenze del territorio

La mappa delle esigenze del territorio La mappa delle esigenze del territorio Settembre - Ottobre 2014 Luoghi di aggregazione Valorizzando strutture già esistenti, serve la creazione di nuovi luoghi di socializzazione e integrazione, per favorire

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino

COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 31 del 15/06/2006 RELAZIONE AL CONTO DEL BILANCIO ESERCIZIO FINANZIARIO 2005 L applicazione del D.Lgs. n. 267/2000, ha profondamente innovato la gestione

Dettagli

Comune di Galzignano Terme (Prov. Pd)

Comune di Galzignano Terme (Prov. Pd) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di Galzignano Terme (Prov. Pd) Votazioni del giorno 26 e 27 maggio

Dettagli

Prot. AOODGAI/ 10031 Roma, 30/07/2010

Prot. AOODGAI/ 10031 Roma, 30/07/2010 UNIONE EUROPEA Direzione Generale Politiche Regionali MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Dipartimento per la Programmazione D.G. per gli Affari Internazionali Uff. IV Programmazione

Dettagli

ELENCO CAPITOLI USCITA

ELENCO CAPITOLI USCITA ELENCO CAPITOLI USCITA DESCRIZIONE 2010 2011 Indennità a Sindaco, Assessori e Consiglieri Indennità missione e rimborso spese per amministratori Rimborso datori di lavoro permessi amm.ri 18.400,00 18.400,00

Dettagli

PROGRAMMA OPERE PUBBLICHE TRIENNALE 2015/2017 ed ELENCO ANNUALE 2015. Approvato con delibera di consiglio comunale n.

PROGRAMMA OPERE PUBBLICHE TRIENNALE 2015/2017 ed ELENCO ANNUALE 2015. Approvato con delibera di consiglio comunale n. COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA P.zza Vighenzi n.1 C.A.P. 25050 - Codice Fiscale 00632150173 TEL. 030 6817726 - FAX. 030 6817737 e.mail: tecnico@rodengosaiano.net Area Tecnica - Settore Lavori

Dettagli

Settala ad un passo da Kyoto: un Comune poco comune

Settala ad un passo da Kyoto: un Comune poco comune Settala ad un passo da Kyoto: un Comune poco comune I consumi energetici e le emissioni a Settala A CHE PUNTO SIAMO? Irene de Piccoli - Infoenergia 2 ottobre 211 SINTESI EMISSIONI AL FASE A EMISSIONI CO

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI PUGLIA 2015

ELEZIONI REGIONALI PUGLIA 2015 PROGRAMMA ELETTORALE 2015 ELEZIONI REGIONALI PUGLIA 2015 1 Reddito di cittadinanza regionale - 580 euro a persona per chi è nella soglia di povertà (ISEE fino a 3000 euro) - 1200 euro per nuclei familiari

Dettagli

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA CONTESTO PATRIMONIALE GENERALE Consistenza : 265 unità/attività (n. 200 edifici)

Dettagli

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 Presentazione Programma Amministrativo Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 FILOSOFIA E PRINCIPI ISPIRATORI DELLA LISTA N.1 INSIEME PER DIANO - al servizio della

Dettagli

OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE

OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE SEMINARIO LE IMPRESE E L AMBIENTE Come le imprese partecipano oggi alla tutela dell ambiente? 15 Aprile 2011 OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE Bando

Dettagli

Lista GALLICANO CONCRETA E SOLIDALE

Lista GALLICANO CONCRETA E SOLIDALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6 E 7 GIUGNO 2009 PROGRAMMA ELETTORALE Lista GALLICANO CONCRETA E SOLIDALE Meglio conoscere un poco di tutto che tutto di una sola cosa. L universale è sempre migliore. Pascal

Dettagli

CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA

CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA CITTA DI PIAZZOLA SUL BRENTA INVESTIMENTI SULLE OPERE PUBBLICHE I contenuti qui esposti sono stati presentati alla cittadinanza nelle serate: Tremignon 9 DICEMBRE 2014 Presina 10 DICEMBRE 2014 Vaccarino

Dettagli

Rete Regionale dei Percorsi Escursionistici e le nuove leggi sull escursionismo

Rete Regionale dei Percorsi Escursionistici e le nuove leggi sull escursionismo Corso di Formazione 2010 per operatori regionali tutela ambiente montano Torino 19 giugno 2010 Rete Regionale dei Percorsi Escursionistici e le nuove leggi sull escursionismo Argomenti della presentazione

Dettagli

PREMESSA. Il programma individua tre linee di indirizzo:

PREMESSA. Il programma individua tre linee di indirizzo: PREMESSA Gli eventi traumatici e l'instabilità amministrativa che hanno dolorosamente segnato gli ultimi quaranta anni della nostra città hanno disperso le già labili tracce della sua tradizione comunale

Dettagli

IL PATTO DEI SINDACI: IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI SCIACCA Sciacca Maggio 2015

IL PATTO DEI SINDACI: IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI SCIACCA Sciacca Maggio 2015 IL PATTO DEI SINDACI: IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI SCIACCA Sciacca Maggio 2015 SPES Consulting srl Ing. Adriano PESSINA LITOS Progetti srl Ing. Piero Lo Duca SPES Consulting

Dettagli

Patto dei sindaci Comune di Genova

Patto dei sindaci Comune di Genova Patto dei sindaci Comune di Genova Pinuccia Montanari Città e cambiamento climatico: l'azione locale Dati caratteristici della città di Genova Superficie città Superficie urbanizzata Superficie agglomerato

Dettagli

L AGEAS ed il. Risparmio Energetico

L AGEAS ed il. Risparmio Energetico L AGEAS ed il Risparmio Energetico ing. Angelo Nicoletti Direttore Ageas Salerno 1 Napoli 5 maggio 2006 LE ATTIVITA DI RUE INFORMAZIONE FORMAZIONE PIANIFICAZIONE 2 INFORMAZIONE CAMPAGNA DI TAKE OFF RIVOLTA

Dettagli

LEGGE SPORT VENETO. In ogni diapositiva di questa presentazione, si cita inizialmente l articolo 2, per poi parlare dell articolo specifico

LEGGE SPORT VENETO. In ogni diapositiva di questa presentazione, si cita inizialmente l articolo 2, per poi parlare dell articolo specifico LEGGE SPORT VENETO COME LEGGERLA? La legge sullo sport da poco approvata è di facile consultazione se ne si conosce la struttura : l articolo 2 infatti è come un indice, che rimanda agli articoli successivi

Dettagli

Comune di Cucciago. Strumenti per l efficienza energetica negli Enti locali 16 ottobre 2014 Como. L amministrazione: La stufona, l impianto a led,..

Comune di Cucciago. Strumenti per l efficienza energetica negli Enti locali 16 ottobre 2014 Como. L amministrazione: La stufona, l impianto a led,.. Strumenti per l efficienza energetica negli Enti locali 16 ottobre 2014 Como Comune di Cucciago L amministrazione: La stufona, l impianto a led,.. e i Cittadini: Informazione, Regolamento edilizio Sommario

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NELLE REGIONI ITALIANE

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NELLE REGIONI ITALIANE LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA NELLE REGIONI ITALIANE CONTESTO ISTITUZIONALE OMS, rete delle città sane (carta di Ottawa 1997): gli amministratori delle città hanno il dovere di tutelare la salute dei propri

Dettagli

PROPOSTA. connessi in rete.

PROPOSTA. connessi in rete. PROPOSTA La riduzione i delle emissioni i i di gas ad effetto serra rappresenta una priorità ità delle amministrazioni locali europee impegnate a dare il contributo per il raggiungimento degli obiettivi

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini: - La detrazione fiscale del 55% per rinnovabili e risparmio energetico nelle abitazioni - Il Conto Energia per il Fotovoltaico - La tariffa omnicomprensiva e i certificati

Dettagli

Avv. CUOMO Nicola. Arch. QUINTAVALLE Lea. Ing. SCIANNIMANICA Bartolomeo

Avv. CUOMO Nicola. Arch. QUINTAVALLE Lea. Ing. SCIANNIMANICA Bartolomeo Sindaco Assessore all Urbanistica R.U.P. Energy Manager Coordinamento Avv. CUOMO Nicola Arch. D AURIA Alessio Arch. QUINTAVALLE Lea Arch. SCOGNAMIGLIO Antonella Ing. SCIANNIMANICA Bartolomeo Gruppo di

Dettagli

Provincia di Mantova. Provincia di Mantova

Provincia di Mantova. Provincia di Mantova LE POLITICHE DEL PROGRAMMA ENERGETICO PROVINCIALE PER IL RISPARMIO ENERGETICO IN EDILIZIA Giancarlo Leoni Dirigente Settore Pianificazione Territoriale, Pianificazione e Assetto del Territorio della Mantova,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA TRA L Unione delle Province d Italia (di seguito UPI) con sede in Piazza Cardelli n. 4, Roma, nella persona del Presidente Antonio Saitta; E L Associazione Nazionale dei Dirigenti e

Dettagli

Programma Ambientale 2014-2017

Programma Ambientale 2014-2017 Regione Piemonte Provincia del Verbano Cusio Ossola Comune di Cannero Riviera Programma Ambientale 2014-2017 novembre 2014 Il presente documento è stato redatto in conformità a quanto indicato da: UNI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali Comune di c Caronno Pertusella Provincia di Varese Iniziativa del Sindaco di Caronno Pertusella coordinata da Marco Giudici: Assessore Bilancio, Tributi, Attività Economiche Produttive, Tempo Libero. REGOLAMENTO

Dettagli

Educational Tour 5 ottobre 2010 La Dimora Storico Romantica Il Sole e la Luna: un esempio di turismo sostenibile in Alta Langa

Educational Tour 5 ottobre 2010 La Dimora Storico Romantica Il Sole e la Luna: un esempio di turismo sostenibile in Alta Langa Educational Tour 5 ottobre 2010 La Dimora Storico Romantica Il Sole e la Luna: un esempio di turismo sostenibile in Alta Langa Alberto Monaco MIXO Consulting S.r.l. 1 Molti degli interventi da attuare

Dettagli

Politiche regionali per l efficienza energetica

Politiche regionali per l efficienza energetica Politiche regionali per l efficienza energetica Giuliano Vendrame Sez Energia Regione del Veneto Venezia, 15 dicembre 2015 Piano Energetico Regionale Fonti Rinnovabili - Risparmio Energetico - Efficienza

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI STEFANO SCALERA

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI STEFANO SCALERA EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI STEFANO SCALERA Direzione per la valorizzazione dell attivo e del patrimonio dello Stato, Dipartimento del Tesoro, Ministero dell economia e delle finanze INDICE

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE DI SETTORE anno 2015. SETTORE 3 L.L.P.P. Urbanistica edilizia privata S.U.A.P. ambiente sistema informatico

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE DI SETTORE anno 2015. SETTORE 3 L.L.P.P. Urbanistica edilizia privata S.U.A.P. ambiente sistema informatico PIA ESECUTIVO DI GESTIONE DI SETTORE anno SETTORE 3 L.L.P.P. Urbanistica edilizia privata S.U.A.P. ambiente sistema informatico DIRIGENTE GIANNI ZERBINATI Obiettivi Strategici Formulazione Piani di Azione

Dettagli

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia 1 Riferimenti: Legge 9/10 del 1991: Norme per l'attuazione del Piano energetico

Dettagli

Bilancio di previzione 2013/2015 - Vincoli di destinazione BILANCIO 2013

Bilancio di previzione 2013/2015 - Vincoli di destinazione BILANCIO 2013 PROVENTI SANZIONI AMMINISTRATIVE CODICE DELLA STRADA CAP. 0301080 Sanzioni amministrative CDS" 300.000,00 CAP. 0301085 Sanzioni amministrative CDS - arretrati" 50.000,00 TOTALE 350.000,00 Importo da vincolare

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA Premessa Il Comune di Colonna istituisce il "Consiglio Comunale dei Ragazzi" (CCR), come previsto dall'art. 5 Bis dello Statuto Comunale

Dettagli

Il ritorno dell investimento energetico. Gli strumenti di incentivazione della Regione Piemonte nel settore energetico

Il ritorno dell investimento energetico. Gli strumenti di incentivazione della Regione Piemonte nel settore energetico Il ritorno dell investimento energetico Torino 17 Novembre 2008 Gli strumenti di incentivazione della Regione Piemonte nel settore energetico Arch. Aurelia VINCI L ENERGIA IN PIEMONTE: LE PRIORITÀ Le priorità

Dettagli

PROGETTI PER L EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE STRADALE PROVINCIALE. Mestre, Auditorium del Centro Servizi 1 della Provincia di Venezia

PROGETTI PER L EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE STRADALE PROVINCIALE. Mestre, Auditorium del Centro Servizi 1 della Provincia di Venezia PROGETTI PER L EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE STRADALE PROVINCIALE 29 giugno 2012 29 giugno 2012 Mestre, Auditorium del Centro Servizi 1 della Provincia di Venezia INDICE DELLA PRESENTAZIONE La Provincia

Dettagli

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO Riccardo Tardiani Coordinamento Ambiente Comune di Verona Ecomondo Fiera di Rimini 5 novembre 2014

Dettagli

Finanza agevolata Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte

Finanza agevolata Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte Finanza agevolata Opportunità e meccanismo di accesso ai fondi gestiti da Finpiemonte Torino, 30 ottobre 2013 L.R. 23/02 Riqualificazione energetica di edifici esistenti Bando 2013 L.R. 23/02 Riqualificazione

Dettagli

PROBLEMA AMIANTO: aspetti gestionali e procedure di bonifica. Casale Monferrato, 11 febbraio 2005 Ing. Domenica Catalfamo Dott. Giuseppe Postorino

PROBLEMA AMIANTO: aspetti gestionali e procedure di bonifica. Casale Monferrato, 11 febbraio 2005 Ing. Domenica Catalfamo Dott. Giuseppe Postorino PROBLEMA AMIANTO: aspetti gestionali e procedure di bonifica Casale Monferrato, 11 febbraio 2005 Ing. Domenica Catalfamo Dott. Giuseppe Postorino Attività in itinere sul territorio della Provincia di Reggio

Dettagli

Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES)

Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) Dati preliminari e principali linee d azione Giugno 2012 Prof. Massimo Dentice d Accadia DETEC Università degli studi di Napoli Federico II COS E IL PATTO

Dettagli

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI TIPOLOGIA DESCRIZIONE esemplificativa Limite importo per affid. diretto Limite importo per gara ufficiosa Col.1 Col.2 Col.3

Dettagli

Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni

Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni Introduzione alla direttiva del Dipartimento della Funzione Pubblica I principali campi di indagine Le fasi del processo di rilevazione (c) IdWeb S.r.l. Ottobre

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA MEDIO CAMPIDANO PROVINCIA ETERNIT FREE

PROTOCOLLO DI INTESA MEDIO CAMPIDANO PROVINCIA ETERNIT FREE PROTOCOLLO DI INTESA MEDIO CAMPIDANO PROVINCIA ETERNIT FREE L'anno duemiladodici addì del mese di in Sanluri nella sede dell'amministrazione Provinciale tra i Sigg.:------------------------------------------

Dettagli

Preambolo. a) SVILUPPARE L'USO DELLA BICICLETTA QUALE MEZZO DI TRASPORTO ALTERNATIVO AI MEZZI MOTORIZZATI; b) AGEVOLARE IL TRAFFICO CICLISTICO.

Preambolo. a) SVILUPPARE L'USO DELLA BICICLETTA QUALE MEZZO DI TRASPORTO ALTERNATIVO AI MEZZI MOTORIZZATI; b) AGEVOLARE IL TRAFFICO CICLISTICO. REGIONE: PIEMONTE LEGGE REGIONALE 17 APRILE 1990, n. 33 (G.U. n. 040 SERIE SPECIALE N. 3 del 13/10/1990 - BU n. 017 del 24/04/1990) INTERVENTI PER LA PROMOZIONE DELLA BICICLETTA COME MEZZO DI TRASPORTO,

Dettagli

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale L esperienza del PAES congiunto dell Isola d Elba 11 febbraio 2014 Roberto Bianco

Dettagli

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Trimestrale di informazione a cura dell Amministrazione Comunale di Orsenigo Direttore Responsabile: Licia Viganò Numero chiuso il: 5 febbraio 2009 Supplemento al numero 37 Stampa: Com.Unica srl (Lipomo)

Dettagli

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione N. 285 OGGETTO: PROGETTO RAEE@SCUOLA PROMOSSO DA ANCI E CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE CON IL PATROCINIO DEL

Dettagli

Predisposizione di strumenti per il risparmio energetico nella pubblica illuminazione e per lo sviluppo del fotovoltaico nei Comuni Italiani

Predisposizione di strumenti per il risparmio energetico nella pubblica illuminazione e per lo sviluppo del fotovoltaico nei Comuni Italiani Predisposizione di strumenti per il risparmio energetico nella pubblica illuminazione e per lo sviluppo del fotovoltaico nei Comuni Italiani POLITICHE DI RISPARMIO ENERGETICO Progetto di adeguamento e

Dettagli

conforme all'originale

conforme all'originale COMUNE DI SCANZOROSCIATE PROVINCIA DI BERGAMO Codice Ente: 10197 N 116 del 25/07/2006 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Milano, 14 settembre 2011

Milano, 14 settembre 2011 1 LA NUOVA DISCIPLINA IN MATERIA DI RIFIUTI ALLA LUCE DEL D. LGS. 3 DICEMBRE 2010, N. 205 Milano, 14 settembre 2011 2 1. I principi della gestione dei rifiuti Precauzione e quindi tutela dell ambiente

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI 1 TITOLO I 3 Disposizioni Generali 3 Art. 1 3 Finalità 3 Art. 2 3 Obiettivi 3 Art. 3 3 Funzionamento del Regolamento del C.C.R. 3 TITOLO II 4 Il Consiglio

Dettagli

Comune di Scandicci PIANO TRIENNALE INVESTIMENTI 2015-2017

Comune di Scandicci PIANO TRIENNALE INVESTIMENTI 2015-2017 Comune di Scandicci PIANO TRIENNALE INVESTIMENTI 2015-2017 Piano Triennale Investimenti 2015-2017 RIEPILOGO PER TIPO DI FINANZIAMENTO CODICE TIPO FINANZIAMENTO 2015 2016 2017 Totale 2015-2017 1 LEGGE

Dettagli

GIOVEDI 12 SETTEMBRE 2013

GIOVEDI 12 SETTEMBRE 2013 GIOVEDI 12 SETTEMBRE 2013 IL PROCESSO PARTECIPATO FASE DI ATTIVAZIONE 9 MAGGIO 2013 28 MAGGIO 2013 ATTIVITA DI INFORMAZIONE E INTRODUZIONE ALLE POSSIBILI INIZIATIVE DEL P.A.E.S. FASE DI APPROFONDIMENTO

Dettagli

Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi. Simone Uggetti Assessore all Ambiente Comune di Lodi

Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi. Simone Uggetti Assessore all Ambiente Comune di Lodi CITTA DI LODI Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi I comuni, l'energia, l ambiente e la tutela del cittadino: esperienze, innovazioni e finanziamenti Simone Uggetti Assessore

Dettagli

C O M U N E D I S A N F E L E

C O M U N E D I S A N F E L E PATRIMONIO ED ESPROPRI Concessione a terzi di diritti di superficie su aree a servizio per la realizzazione di strutture di interesse collettivo Gestione amministrativa del patrimonio immobiliare e demaniale

Dettagli

Comune di Vernate Provincia di Milano

Comune di Vernate Provincia di Milano Comune di Vernate Provincia di Milano SINTESI RISULTANZE FINALI RENDICONTO DELLA GESTIONE FINANZIARIA ANNO 2010 Con l approvazione del Rendiconto di gestione anno 2010 l Amministrazione Comunale vuole

Dettagli

RENDICONTO DI GESTIONE PARCO E VILLA REALE DI MONZA - ANNO 2006

RENDICONTO DI GESTIONE PARCO E VILLA REALE DI MONZA - ANNO 2006 RENDICONTO DI GESTIONE PARCO E VILLA REALE DI MONZA - ANNO 2006 ENTRATE CODICE RISORSA DESCRIZIONE RISORSA ACCERTATO 3010440 PROVENTI DIVERSI PARCO E VILLA REALE 6.015,00 3020520 FITTI REALI DI FONDI RUSTICI

Dettagli

Comune di LAURIA PROVINCIA DI POTENZA SETTORE GOVERNO DEL TERRITORIO

Comune di LAURIA PROVINCIA DI POTENZA SETTORE GOVERNO DEL TERRITORIO SETTORE Oggetto Decreto del Ministero dell Istruzione, dell Università e della ricerca del 07/08/2015 prot. 593, relativo alla ripartizione delle risorse e definizione dei criteri per la costruzione di

Dettagli

Comune di Udine Pianificazione Energetica

Comune di Udine Pianificazione Energetica Comune di Udine Pianificazione Energetica Pianificazione Energetica: procedura PIANIFICAZIONE ENERGETICA RACCOLTA DATI ANALISI DATI DEFINIZIONE BASELINE BILANCIO ENERGETICO INCIDENZA CONSUMI/EMISSIONI

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA "REGIONE ETERNIT FREE"

PROTOCOLLO DI INTESA REGIONE ETERNIT FREE ALLEGATO SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA "REGIONE ETERNIT FREE" TRA REGIONE ABRUZZO E ANCI ABRUZZO LEGAMBIENTE AZZEROCO 2 1 L anno 2011, il giorno.., del mese di, presso la sede della Regione Abruzzo in

Dettagli

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Le iniziative della Regione Emilia- Romagna per l housing sociale Bologna 15 novembre 2012 Caterina Brancaleoni Nucleo

Dettagli

Secondo Forum territoriale di Agenda 21 Corbetta 19 ottobre 2007. Report integrale

Secondo Forum territoriale di Agenda 21 Corbetta 19 ottobre 2007. Report integrale Secondo Forum territoriale di Agenda 21 Corbetta 19 ottobre 2007 Report integrale ABCittà società cooperativa sociale onlus www.abcitta.org Azioni Forum 02 Breve descrizione dei programmi e degli obiettivi

Dettagli

A relazione dell'assessore Pentenero:

A relazione dell'assessore Pentenero: REGIONE PIEMONTE BU12S1 26/03/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 23 marzo 2015, n. 19-1217 DPR 20 marzo 2009, n. 81, DPR 20 marzo 2009, n. 89, DCR n. 10-35899 del 4 novembre 2014. Programmazione

Dettagli

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014 Patrocinio Università degli Studi di Genova Facoltà di Architettura - Dipartimento di Scienze per l'architettura Dottorato di Ricerca in "Recupero Edilizio ed Ambientale" Provincia di Genova CONVEGNO FACILITY

Dettagli

REGIONE BASILICATA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO FINANZIARIO 2011

REGIONE BASILICATA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO FINANZIARIO 2011 ALLEGATO 10 REGIONE BASILICATA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO FINANZIARIO 2011 Elenco dei Capitoli di Spesa aventi carattere di Investimento Finanziati con ricorso all'indebitamento Descrizione 0134.07 MANUTENZIONE

Dettagli

PROGRAMMA. ELEZIONI COMUNALI 2014 Comune di Fontanafredda MOVIMENTO 5 STELLE - FONTANAFREDDA

PROGRAMMA. ELEZIONI COMUNALI 2014 Comune di Fontanafredda MOVIMENTO 5 STELLE - FONTANAFREDDA PROGRAMMA ELEZIONI COMUNALI 2014 Comune di Fontanafredda MOVIMENTO 5 STELLE - FONTANAFREDDA 1 13/04/2014 LA LISTA MOVIMENTO 5 STELLE è contraddistinta dal contrassegno di seguito descritto: Linea di circonferenza

Dettagli

Comune di Paterno. ( Provincia di Potenza ) P.zza Isabella Morra n. 2 - Tel. 0975.340301

Comune di Paterno. ( Provincia di Potenza ) P.zza Isabella Morra n. 2 - Tel. 0975.340301 Comune di Paterno ( Provincia di Potenza ) P.zza Isabella Morra n. 2 - Tel. 0975.340301 Avviso pubblico per volontariato individuale ai fini di attività utili alla collettività Il Responsabile dell Area

Dettagli

Egidio Longoni. Assessore alla partecipazione e politiche giovanili IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI

Egidio Longoni. Assessore alla partecipazione e politiche giovanili IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI Egidio Longoni Sistemi informativi e innovazione RIVOLUZIONE DIGITALE IN COMUNE Più servizi ai cittadini con meno costi. Investimento di 2,4 milioni di euro per aggiornare l infrastruttura tecnologica

Dettagli

Governare il tempo IV Bando l.r. 28/2004 Comune di DESENZANO DEL GARDA Progetto: ARIA NUOVA A DESENZANO

Governare il tempo IV Bando l.r. 28/2004 Comune di DESENZANO DEL GARDA Progetto: ARIA NUOVA A DESENZANO Governare il tempo IV Bando l.r. 28/2004 Comune di DESENZANO DEL GARDA Progetto: ARIA NUOVA A DESENZANO Percorso formativo di accompagnamento III seminario Milano, 25 settembre 2013 Dalla Manifestazione

Dettagli

La Sostenibilità Finanziaria dei progetti per una Amministrazione Virtuosa

La Sostenibilità Finanziaria dei progetti per una Amministrazione Virtuosa иoiros La Sostenibilità Finanziaria dei progetti per una Amministrazione Virtuosa Risorse Comuni 24 Novembre 2011 Obiettivo Diventare Amministrazioni Virtuose sempre più al servizio del cittadino, nel

Dettagli

IL SINDACO PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE LA SEGUENTE DELIBERAZIONE

IL SINDACO PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE LA SEGUENTE DELIBERAZIONE IL SINDACO PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE LA SEGUENTE DELIBERAZIONE OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO PER LA RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI COMUNALI E STRUMENTALI, DELLE SOCIETA PARTECIPATE E PER IL REGOLAMENTO

Dettagli

Ecosportello GPP per gli acquisti verdi

Ecosportello GPP per gli acquisti verdi Progetto cofinanziato dall Unione Europea P.O. FESR Sardegna 2007-2013 Asse IV, Linea di Attività 4.1.2.d La Sardegna cresce con l Europa Ecosportello GPP per gli acquisti verdi Provincia di Cagliari Vania

Dettagli

Domanda di partecipazione sezione Azioni di eccellenza dei PAES

Domanda di partecipazione sezione Azioni di eccellenza dei PAES Quarta edizione - 2015 Segreteria organizzativa: Tel. 075.8554321 / Fa 075.8520429 Alleanza per il Clima Italia onlus coordinamento@climatealliance.it / mail@pec.climatealliance.it Via G. Marconi, 8 06012

Dettagli