Newsletter. Una panoramica del Progetto Healthreats (Carmelo Scarcella, ASL Brescia, Italia)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Newsletter. Una panoramica del Progetto Healthreats (Carmelo Scarcella, ASL Brescia, Italia)"

Transcript

1 Newsletter 2010, Numero 2 Una panoramica del Progetto Healthreats (Carmelo Scarcella, ASL Brescia, Italia) Sommario Una crisi, intesa come un evento che minaccia il funzionamento di un'organizzazione e interferisce con le sue normali attività, minando il benessere e la sicurezza della comunità, è una questione di vitale importanza in qualsiasi settore. La gestione di una crisi è un processo complesso e la sua preparazione deve compiersi in tempi ordinari, durante i quali è necessario definire la struttura organizzativa e le procedure da implementare. L'adeguata sinergia tra questi due aspetti è fondamentale, al fine dell'effettiva capacità di un'organizzazione di gestire con successo una crisi. La gestione delle situazioni di crisi è un grosso problema per il sistema della Sanità Pubblica Europeo, non solo per la complessità della sua organizzazione, ma anche per la mancanza di collegamento tra i programmi internazionali, nazionali e locali, di gestione delle minacce sanitarie. Questo gap è dovuto al fatto che detti programmi spesso dedicano risorse qualitativamente e quantitativamente differenti per affrontare la questione e non offrono soluzioni applicabili in contesti diversificati. E' pertanto importante sviluppare strumenti in grado di funzionare a livello locale, per convertire i programmi strategici in programmi operativi. Per questa ragione nel 2007 la Direzione Generale dell'azienda Sanitaria Locale della provincia di Brescia ha promosso un consorzio di istituzioni pubbliche e private, a livello nazionale ed europeo, rappresentativo di competenze non solo in questioni sanitarie ma anche di innovazione tecnologica, sviluppo gestionale e pianificazione della formazione, al fine di proporre un progetto di sviluppo per soluzioni integrate, miranti ad aumentare la capacità delle istituzioni sanitarie europee di rispondere in maniera efficace e coordinata alle minacce sanitarie. Oggi questo Progetto è giunto a termine e il convegno Le Minacce Sanitarie nell'unione Europea" tenutasi a Brescia il 24 settembre, ha rappresentato la fase divulgativa finale dello stesso. Questa newsletter contiene il riassunto delle presentazioni del Una panoramica del Progetto Healthreats 01 Healtreats PDT 02 La localizzazione del PDT I progetti UE sull allerta nei casi di emergenza sanitaria convegno Healthreats, nonché alcune informazioni relative ad altri progetti europei connessi al tema della gestione delle situazioni di crisi nell'ambito della Sanità Pubblica.

2 Healthreats PDT Le seguenti presentazioni illustrano il pacchetto Healthreats PDT (Processi - Sistema di Supporto alle Decisioni - Formazione). La presentazione del dr. Baitelli riguarda le attività svolte per analizzare e descrivere gli eventi e i piani di intervento relativi alla gestione di una crisi di pandemia influenzale. Gli eventi e i piani di intervento costituiscono gli input di maggiore importanza per il Sistema di Supporto alle Decisioni, l'applicazione web descritta nel discorso del prof. Baroni. Infine, il dr. Ferrari presenta le attività di training ideate, pianificate e implementate da Laser, in collaborazione con gli altri partner. The processess (Baitelli Guglielmino, ASL Brescia, Italy) Di fronte ad una emergenza sanitaria biologica altamente diffusiva, come quella di una pandemia, è certamente importante conoscere le procedure appropriate con cui gestire la situazione. Proprio per la definizione di queste procedure, è stato costituito un gruppo di lavoro comprendente esperti con ruoli sanitari specifici e differenziati, sia organizzativi, sia procedurali/manageriali. Il lavoro ha preso le mosse dall'analisi dei processi internazionali di decision-making e dei requisiti necessari per le fasi relative al periodo di allarme pandemia (fase 3, 4 e 5), periodo di pandemia (fase 6) e periodo di post-pandemia, così come definite nel "Programma globale di allerta influenza OMS" ed è poi continuato con lo studio dei risultanti processi di decision-making nazionali e locali. I processi sono stati espressi tramite un linguaggio grafico semi-formale, facilmente comprensibile sia dagli addetti ai lavori, sia dai knowledge engineer e dai programmatori software, in previsione delle fasi successive riguardanti l'implementazione del Sistema di Supporto alle Decisioni. Tutti i modelli del processo sono infatti destinati a diventare gli input principali del sistema, in quanto parte fondamentale della sua base cognitiva. HT-DSS: The Healthreats Decision Support System (Pietro Baroni, Loredana Parasiliti Provenza, Università di Brescia, Claudio Greppi, Argonet Srl, Italia) Il Sistema di Supporto alle Decisioni sviluppato nell'ambito del progetto Healthreats (in breve definito HT-DSS) fornisce supporto a coloro che devono gestire le crisi sanitarie a diversi livelli organizzativi, nel prendere decisioni relative all'attivazione ed esecuzione di piani d'azione in risposta ad eventi critici e nell'assegnare e monitorare le adeguate risorse umane e materiali. Anche se lo studio della pandemia influenzale ha rappresentato il caso di riferimento per la sua programmazione e il suo sviluppo, il HT-DSS è stato concepito come uno strumento generale e riutilizzabile. In particolare, il linguaggio di modellazione standard BPMN (Business Process Modeling Notation) è stato adottato per assicurare che il HT-DSS possa essere applicato in qualsiasi contesto, laddove risulti opportuno quello stesso tipo di rappresentazione del progetto e di supporto decisionale. Il HT-DSS è costituito da un'architettura web-based che assicura accesso costante e uno stile interattivo noto alla maggior parte degli utenti. Pagina 2 Newsletter

3 The training (Giacomo Ferrari, Laser Soc. Coop., Italia) Le attività di formazione ideate e condotte nell'ambito del progetto Healthreats hanno accompagnato le varie fasi nelle quali esso era suddiviso, intervenendo a livelli differenti e collegandosi strettamente agli altri due macro-obiettivi del progetto: analisi e riorganizzazione dei processi, nonché sviluppo del DSS. L'organizzazione delle attività di training ha previsto quattro momenti definiti specificatamente come: l'organizzazione delle sessioni di training mirate ai rappresentanti del consorzio; la costituzione e promozione di una Comunità Virtuale di Studio nell'ambito del consorzio; l'esecuzione delle attività di training per gli operatori delle strutture coinvolte nel progetto e di quelle non coinvolte; l'organizzazione e implementazione di una sessione di training per l'utilizzo degli strumenti computerizzati di supporto alle decisioni (DSS). La localizzazione del PDT Questa parte mostra i risultati delle localizzazioni del pacchetto PDT in Italia, Slovenia, Spagna e Romania, nonché l'attività di sperimentazione condotta in Portogallo. Il dr. Besozzi presenta la localizzazione italiana realizzata nell'asl di Brescia, il dr. Schwarz descrive l'esperienza della Catalogna, il dr. Pribakovic mostra i risultati realizzati dall'istituto Nazionale di Salute Pubblica della Repubblica di Slovenia, il dr. Zolotusca presenta la localizzazione in Romania. Per finire, l'ing. Correia parla della sperimentazione portoghese. La localizzazione in Italia (Fabio Besozzi Valentini, ASL Brescia, Italia La localizzazione in Italia, che ha avuto luogo nel territorio dell'asl di Brescia, più precisamente in Val Trompia, distretto n. 4, è stata preparata tra la metà di maggio e la metà di giugno 2010 e ha compreso: training specifico del personale del distretto interessato; implementazione computerizzata di un set di dati preselezionati; approntamento dell'ambiente locale sia per quanto riguarda l'hardware, sia per quanto riguarda la rete, al fine di migliorare le attività di localizzazione del Sistema di Supporto alle Decisioni connesso e renderlo disponibile alla rete interna dell'asl; la presenza di due persone con il ruolo di osservatori e valutatori esterni per il periodo della localizzazione. La fase di localizzazione ha avuto luogo il 14 e 16 giugno 2010 e, nel corso delle sue attività specifiche, il team ha sottoposto a test sette programmi attivati da tre eventi. Il Sistema di Supporto alle Decisioni testato è solo un primo prototipo che lascia spazio a futuri miglioramenti e interessanti spunti di ricerca. Sembra essere uno strumento utile per monitorare le azioni prese e quelle da intraprende in una situazione di crisi; è certamente efficace come guida 2010, Numero 2 Pagina 3

4 per restare in linea con il corso degli eventi tracciati; evita che troppe persone simultaneamente prendano decisioni riguardanti le operazioni da intraprendere ed aumenta la sensazione di coinvolgimento nell'organizzazione da parte degli operatori. Inoltre, rappresenta una nuova modalità di conoscenza della modellizzazione; esso consente una maggiore chiarezza dei documenti chiave relativi a una determinata situazione e, soprattutto, permette di averli prontamente disponibili. Il Sistema di Supporto alle Decisioni testato può inoltre essere uno strumento utile nella gestione di altre emergenze, oltre a quella della pandemia influenzale. L'efficacia di tale strumento è strettamente connessa alla qualità dei dati immessi, in particolare in riferimento alla loro completezza e aggiornamento in tempo reale. La gestione di una crisi richiede abilità multiple e colui che ne è a capo necessita di una specifica competenza teorica. Il team che affronta una situazione di crisi deve pertanto essere addestrato e conoscere a fondo il modello e l'organizzazione (PDT - Processi, Decision Support System, Training). La localizzazione in Spagna (Simon Schwarz, Secretary s Office for Strategy and Coordination of the Ministry of Health of the Catalan Government, Spagna) La Sottodirezione Generale di Vigilanza e Intervento per le Emergenze Sanitarie Pubbliche, responsabile della sorveglianza epidemiologica di malattie contagiose e focolai epidemici in Catalogna, ha condotto la sperimentazione del Sistema di Supporto alle Decisioni. Lo scenario ipotetico scelto per la simulazione è stato quello della diffusione del morbo del legionario. La simulazione non è stata condotta a livello centralizzato, bensì in un infrastruttura complementare, in una sorta di sperimentazione in-vitro, in quanto i database della Sanità Pubblica, e tutte le loro informazioni storiche, sono attualmente sottoposti a un processo di migrazione. La sperimentazione ha dato risultati positivi ma si devono citare anche alcuni inconvenienti. Il sistema fornisce una conoscenza reale dello stato dell'evento, vengono suggerite misure decisionali secondo un ragionamento automatico; la visualizzazione delle informazioni è accattivante e semplice da seguire da parte degli utenti a qualsiasi livello; è inoltre facilitata una comunicazione rapida, puntuale e completa tra tutte le parti coinvolte. L'inconveniente principale riguarda le risorse umane necessarie per mantenere le informazioni aggiornate (linee guida per l'utente e informazioni all'elenco dei contatti) richieste dal HT-DSS. La localizzazione in Slovenia (Rade Pribakovic, National Institute of Public Health, Ljubljana, Slovenia ) La localizzazione è stata organizzata al Centro Malattie Trasmissibili (CCD) all'istituto Nazionale di Salute Pubblica (NIPH). Tra i compiti principali del CCD è inclusa la sorveglianza epidemiologica nazionale, la cooperazione nella sorveglianza epidemiologica internazionale, le diagnosi di laboratorio, l'approntamento di strategie di vaccinazione, la formazione degli operatori sanitari, ecc. Proprio per queste sue competenze, il delegato del CCD rappresenta il NIPH presso il Comitato di Coordinamento Nazionale per l'allarme Pandemia e l Assistenza Sanitaria del Ministero della Salute. Il prototipo del DSS è stato adattato al contesto specifico del sito di sperimentazione in Slovenia. Si è deciso che le fasi di localizzazione e sperimentazione del DSS avrebbero dovuto concentrarsi su due diverse si- Pagina 4 Newsletter

5 tuazioni di crisi: una pandemia influenzale, come esempio di grave situazione di emergenza con ampio spettro di attività interconnesse a diversi livelli di intervento; un focolaio dilagante di meningite meningococcica, come esempio di una situazione di crisi rapidamente evolvente in un ambiente localizzato. Durante le fasi di sperimentazione, abbiamo identificato svariati benefici e punti di forza del PDT. Riteniamo che il Sistema di Supporto alle Decisioni abbia un grande potenziale per un approccio a livello europeo della gestione delle pandemie. La localizzazione in Romania (Laurentiu Zolotusca, Romanian Society for Disaster and Emergency) In questa prima fase di implementazione del progetto e di test del prototipo del DSS, le istituzioni centrali coinvolte sono state il Centro Nazionale di Vigilanza e Controllo, il Ministero Rumeno della Sanità e l'ispettorato Generale per le Situazioni di Emergenza, nonché, a livello locale, il Dipartimento di Salute Pubblica del Comune di Bucarest. Successivamente, conformandosi ai bisogni, il sistema includerà gradualmente fino a 42 distretti della Romania, rispettivamente tutti i Dipartimenti Distrettuali di Salute Pubblica e tutti gli Ispettorati Distrettuali per le Situazioni di Emergenza. Inizialmente le procedure si riferiranno alla pandemia influenzale, per poi includere l'influenza aviaria e la SARS. Gradualmente il prototipo DSS andrà ad includere anche le procedure per altre minacce sanitarie, a seconda del loro verificarsi. La sperimentazione in Portogallo (Joao Correia, INOVAMAIS, Portogallo) La localizzazione portoghese è stata condotta presso INO- VAMAIS con l'intento di fornire una versione in lingua portoghese del sistema Healthreats PDT. Sebbene INOVAMAIS non sia un utente finale, è stato importante non perdere l'opportunità di avere una versione portoghese che sarà utile non solo alle autorità sanitarie portoghesi ma anche alla comunità dei paesi di lingua portoghese. Il processo di localizzazione ha avuto inizio con sessioni di training per il team di localizzazione, composto da elementi delle unità di Ricerca e Sviluppo Tecnologico e di Training. La traduzione in portoghese di Processi, Eventi, software DSS e tutti i relativi dati e parametri, si è basata sul campione generico in inglese. Una sperimentazione pratica dell'intero sistema è stata condotta al fine di testare il DSS e in particolare la localizzazione portoghese. 2010, Numero 2 Pagina 5

6 La valutazione interna del Progetto Healthreats (Martin Znidarsic, Jozef Stefan Institute, Slovenia) La valutazione interna di un progetto è costituita da una serie di azioni condotte al fine di ottenere una regolare autovalutazione delle attività e dello stato del progetto. Lo scopo dell'autovalutazione è di monitorare le attività e i risultati del progetto, di presentarli e valutarli in modo obiettivo e di fornire un feedback sotto forma di avvertimenti e consigli. Questo aiuta a rilevare le potenziali debolezze che necessitano di tempestivo intervento e miglioramento, evitando così che problemi potenziali diventino problemi reali. La valutazione interna del progetto rappresenta una buona pratica manageriale che dovrebbe sempre essere seguita al fine di aumentare il tasso di successo dei progetti di collaborazione. La metodologia della valutazione interna si basa per lo più sulla metodologia del supporto alle decisioni multi-attributo, ma prevede anche approcci specifici che facilitano il monitoraggio e la valutazione dello stato di un progetto, come la valutazione intermedia continuativa di obiettivi specifici e il raggiungimento di pacchetti di lavoro pianificati. La metodologia è stata stabilita nel piano di valutazione formale, quindi adattata e rifinita nel corso del progetto in riferimento ad ambiti minori. Durante il progetto Healthreats, i risultati disponibili della valutazione intermedia sono stati riportati con scadenza semestrale, in forma di rapporto interno ai partner del progetto. Il nucleo di questi rapporti era rappresentato dalla valutazione di traguardi specifici, poi utilizzata come strumento di orientamento per il monitoraggio e la messa a punto del lavoro. La metodologia presentata è stata ben accetta dai partner e ha ricevuto un feedback particolarmente favorevole da parte della Commissione Europea. Sulla base della nostra esperienza, siamo ora in grado di fare alcune osservazioni e dare dei suggerimenti. E' molto importante che i partner, specialmente i responsabili dei pacchetti di lavoro, siano coinvolti nella pianificazione dell'auto-valutazione e che forniscano indicatori rilevanti e misurabili per i loro specifici compiti. Inoltre, è importante revisionare e trasmettere i risultati dell'auto-valutazione in forma (grafica) di facile lettura e quanto più frequentemente possibile. L'intervallo di sei mesi scelto per il progetto Healthreats potrebbe essere ridotto a tre mesi, per mantenere più aggiornata l'iniziativa. Pagina 6 Newsletter

7 I progetti UE sull'allerta nei casi di emergenza sanitaria L'ultima parte di questa newsletter riguarda i riassunti delle presentazioni di alcuni progetti europei in corso, finanziati dall'agenzia Esecutiva per la Salute e i Consumatori (EAHC) e connessi con l'allerta in caso di emergenza sanitaria. Il dr. Pugliese presenta il progetto FluModCont, il cui scopo è la modellazione della diffusione della pandemia influenzale e delle strategie per il suo contenimento. La dr.ssa Riccardo mostra i risultati di EPISOUTH, una rete per il controllo delle malattie trasmissibili nei paesi mediterranei e del sud Europa. Infine, il dr. Amlôt descrive il progetto ORCHIDS, che si occupa della valutazione, ottimizzazione, sperimentazione e modellizzazione delle procedure di decontaminazione di massa delle vittime di incidenti. Il Progetto FluModCont (Andrea Pugliese, Università di Trento, Italia) FluModCont è un progetto finanziato dal Settimo Programma Quadro UE (FP7). Lo spunto è stato dato dal riconoscimento, specie dopo l'emergenza del virus H5N1 dell'influenza aviaria, della minaccia potenzialmente catastrofica dei nuovi ceppi di influenza A, che acquisiscono trasmissibilità tra le persone provocando una pandemia umana. L'emergenza per il nuovo ceppo di influenza suina A/H1N1 ha reso ancora più evidente il bisogno di essere preparati all'evento di una pandemia influenzale, ma è stata anche una sfida per i ricercatori in termini di applicazione delle tecniche di modellizzazione in tempo reale, nonché per le autorità sanitarie che hanno dovuto ri-valutare le strategie di sanità pubblica pianificate in vista di infezioni più gravi. Il progetto FluModcont mira a migliorare la teoria della diffusione delle malattie e, per mezzo di studi statistici e nuovi software, implementare una modellizzazione accurata e basata sui dati raccolti, del previsto decorso di una pandemia influenzale e dell'impatto delle misure di salute pubblica adottate. L'emergenza della pandemia influenzale A/H1N1 è stata una sfida in termini di valutazione e modellizzazione in tempo reale dei parametri. In questa occasione si è fatto ampio uso della modellizzazione matematica che ha offerto un utile consiglio, sarebbe però opportuno creare una migliore interazione tra sistemi di modellizzazione e istituzioni di salute pubblica. Il Progetto EPISOUTH (Flavia Riccardo, Istituto Superiore di Sanità, Italia) Ad eccezione di poche malattie infettive per le quali è disponibile un vaccino valido ed efficace, la vigilanza è il solo strumento utilizzabile dal personale sanitario per contenere questo tipo di malattie. Dal momento che esse non conoscono confini internazionali e si diffondono attraverso lo spostamento di beni e persone, sono essenziali approcci collettivi di sorveglianza e controllo, così da favorire un clima di fiducia e la divulgazione delle informazioni. I paesi dell'area mediterranea hanno in comune le frontiere marittime del mare Mediterraneo; essi costituiscono un riconosciuto sistema di migrazione di popoli e condividono problemi di salute pubblica comuni. EpiSouth è un network in collaborazione tra 27 paesi del Mediterraneo e dei Balcani che negli scorsi tre anni si è dedicato al potenziamento dello scambio di informazioni, nonché alla valutazione e al controllo delle debolezze nei sistemi di vigilanza delle malattie trasmissibili. L'eccezionale cornice di collaborazione e fiducia che si è sviluppata, ha permesso lo studio specifico dei bisogni di formazione, delle zoonosi emergenti e delle malattie prevenibili tramite vaccino tra le popolazioni migranti, come pure una raccolta di informazioni intra-nazionale e di un sistema di vigilanza transfrontaliera nell'area interessata. 2010, Numero 2 Pagina 7

8 Il Progetto ORCHIDS (Richard Amlot, UK Health Protection Agency, Inghilterra) Un'efficace doccia decontaminante è di importanza fondamentale per l'esito di incidenti con rilascio intenzionale di sostanze potenzialmente dannose e un grande numero di vittime contaminate. Per questo motivo il progetto OR- CHIDS mira a esaminare gli aspetti cruciali della decontaminazione di massa di vittime civili, che non sono mai stati oggetto di indagine scientifica accurata. Le capacità di intervento possono essere migliorate identificando le modalità di ottimizzazione dei processi di decontaminazione in situazioni di emergenza, riducendo anche il rischio di contaminazione secondaria del personale di soccorso e delle attrezzature. Il progetto apporta un significativo valore aggiunto alle esistenti conoscenze nel campo della sanità pubblica. Applicando direttamente queste conoscenze nelle sperimentazioni di ricerca operativa e nelle esercitazioni di decontaminazione di massa, il progetto offre un nuovo, significativo contributo alla pratica della salute pubblica in questo specifico settore. Il progetto contribuirà ad integrare le linee-guida della normativa europea relativa alla decontaminazione, nonché alla tutela dei cittadini europei contro minacce alla salute, deliberate o accidentali, richiedenti una decontaminazione di emergenza. Project Coordinator Dr. Carmelo Scarcella General Manager of ASL Brescia Editor in chief Carmelo Scarcella Editorial Board Umberto Gelatti - ASL Brescia Fiorenza Comincini - ASL Brescia Laura Antonelli - ASL Brescia Emilia Palazzo - Laser Giacomo Ferrari - Laser Massimiliano Giacomin - Università di Brescia (UNIBS) Le presentazioni del Convegno sono disponibili sul sito di Healthreats Pagina 8 Newsletter La newsletter Healthreats è una pubblicazione registrata al Tribunale di Brescia, numero 35/2009 del 30/06/2009

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Strategia per la pianificazione generale della capacità di intervento

Strategia per la pianificazione generale della capacità di intervento COMMISSIONE EUROPEA DIREZIONE GENERALE PER LA SALUTE E I CONSUMATORI Salute pubblica e valutazione dei rischi Minacce per la salute Strategia per la pianificazione generale della capacità di intervento

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

DECRETO N. 20 del 09.07.2013

DECRETO N. 20 del 09.07.2013 L Assessore DECRETO N. 20 del 09.07.2013 Oggetto: Modifiche al Decreto attuativo del Piano straordinario di eradicazione della Peste Suina Africana. Anni 2012 e 2013. VISTO lo Statuto Speciale della Regione

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Milano, 8 Maggio 2014 Sala Pirelli Palazzo Pirelli Esperienze di telemedicina in Regione Lombardia e sanità elettronica

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o Gli Indicatori di Processo Come orientare un azienda al miglioramento continuo Formazione 18 Novembre 2008 UN CIRCOLO VIRTUOSO Miglioramento continuo del sistema di gestione per la qualità Clienti Gestione

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof )

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof ) Centro nazionale per r la Prevenzione e il Controllo delle Malattie Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro Dipartimento

Dettagli

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE Progetto SEE-ITS in breve SEE-ITS è un progetto transnazionale che mira a stimolare la cooperazione, l'armonizzazione e l'interoperabilità tra Sistemi di Trasporto Intelligenti (ITS) nel Sud-Est Europa.

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

DECRETO n. 375 del 11/07/2014

DECRETO n. 375 del 11/07/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E 2010 Redexe S.u.r.l., Tutti i diritti sono riservati REDEXE S.r.l., Società a Socio Unico Sede Legale: 36100 Vicenza, Viale Riviera Berica 31 ISCRITTA ALLA CCIAA

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge

Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge ( www.economia.unimi.it/lda/adamss ) Facoltàdi Scienze, Università degli Studi di Milano 10 febbraio 2006 Coordinatore: Davide La Torre (Professore

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1 ' UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO Ufficio X ex DGPOB Ufficio relazioni con il pubblico e Centro di documentazione REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO SOMMARIO CAPO

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli