Giuseppe Di Maria S.p.A. ELIOVIL R.C. Scheda Dati di Sicurezza

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giuseppe Di Maria S.p.A. ELIOVIL R.C. Scheda Dati di Sicurezza"

Transcript

1 Pagina n / 05 Scheda Dati di Sicurezza INGESTIONE: PROTEZIONE Nota per l utilizzatore: DEGLI consultare OCCHI immediatamente il medico. Indurre il vomito solo su indicazione del medico. Non somministrare nulla per via orale 13. se Indossare Le Considerazioni il informazioni soggetto occhiali è incosciente contenute protettivi sullo smaltimento. e ermetici in se questa non (rif. autorizzati scheda norma EN dal si 166). basano medico. sulle conoscenze disponibili presso di noi alla data dell ultima versione. L utilizzatore PROTEZIONE deve assicurarsi DELLA della idoneità PELLE e completezza delle informazioni in relazione allo specifico uso del prodotto. 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 5. Indossare Riutilizzare, Non Misure si deve antincendio. abiti interpretare se possibile. da lavoro tale I con documento residui maniche del come prodotto lunghe garanzia e sono calzature di da alcuna considerare di proprietà sicurezza rifiuti specifica per speciali uso del pericolosi. professionale prodotto. La pericolosità di categoria dei III rifiuti ((rif. che Direttiva contengono 89/686/CEE in parte e 1.1 norma questo Poichè Identificazione EN prodotto l'uso 344). del deve Lavarsi della prodotto essere sostanza con non acqua valutata cade o del e sapone in preparato sotto base il dopo alle nostro disposizioni aver diretto rimosso controllo, legislative gli indumenti è obbligo vigenti. protettivi. dell'utilizzatore osservare sotto la propria responsabilità le leggi e PROTEZIONE Lo INFORMAZIONI le disposizioni smaltimento vigenti RESPIRATORIA GENERALI deve in materia essere di igiene affidato e sicurezza. ad una Non società si assumono autorizzata responsabilità alla gestione per usi dei impropri. rifiuti, nel rispetto della normativa nazionale ed In Raffreddare eventualmente Codice: caso di superamento con locale. getti d'acqua del valore i contenitori di soglia per di una evitare o più la delle decomposizione sostanze presenti del prodotto nel preparato, e lo sviluppo riferito di all esposizione sostanze potenzialmente giornaliera pericolose nell ambiente per di IMBALLAGGI la Denominazione lavoro salute. o Indossare a CONTAMINATI una frazione sempre stabilita l'equipaggiamento dal servizio completo ELIOVIL di prevenzione di R.C. protezione e protezione antincendio. aziendale, Raccogliere indossare le una acque maschera di spegnimento con filtro di che tipo non B o devono di tipo universale Gli essere imballaggi scaricate la cui contaminati classe nelle fognature. (1, devono 2 o 3) Smaltire dovrà essere essere inviati l'acqua scelta a contaminata recupero relazione o smaltimento usata alla per concentrazione l'estinzione nel rispetto ed limite delle il residuo norme di utilizzo dell'incendio nazionali (rif. Norma sulla secondo EN gestione 141). le norme dei rifiuti. vigenti. 1.2 L utilizzo MEZZI Uso della DI di ESTINZIONE sostanza mezzi di / del protezione IDONEI preparato delle vie respiratorie, come maschere con cartuccia per vapori organici e per polveri/nebbie, è necessario in assenza I mezzi di di estinzione misure tecniche sono quelli per limitare tradizionali: l esposizione anidride carbonica, del lavoratore. schiuma, La protezione polvere ed offerta acqua dalle nebulizzata. maschere è comunque limitata. 14. Informazioni sul trasporto. 1.3 Nel MEZZI Identificazione caso DI ESTINZIONE in cui della la sostanza Società NON IDONEI considerata sia inodore o la sua soglia olfattiva sia superiore al relativo limite di esposizione e in caso di emergenza, Il Nessuno preparato in particolare. ovvero non è da quando considerarsi i livelli di pericoloso esposizione ai sensi sono delle sconosciuti disposizioni oppure vigenti la concentrazione in materia di trasporto di ossigeno di merci nell'ambiente pericolose di su lavoro strada sia (A.D.R.), inferiore al su PERICOLI ferrovia 17% in (RID), DOVUTI volume, via ALL'ESPOSIZIONE mare indossare (IMDG un Code) autorespiratore IN e via CASO aerea DI ad (IATA). INCENDIO aria compressa a circuito aperto (rif. norma EN 137) oppure respiratore a presa d'aria esterna Ragione Evitare di per Sociale respirare l'uso con i prodotti maschera di combustione intera, semimaschera (ossidi di Giuseppe carbonio, o boccaglio Di prodotti Maria (rif. norma di S.p.A. pirolisi EN 138). tossici, ecc.). Prevedere EQUIPAGGIAMENTO un sistema per il lavaggio oculare e doccia di emergenza. 15. Indirizzo Informazioni sulla regolamentazione. Via Enrico Mattei, 4 Il Località Elmetto prodotto e protettivo Stato deve essere con visiera, utilizzato indumenti ciclo ignifughi chiuso, in (giacca ambienti Palermo e pantaloni fortemente ignifughi aerati con ed in fasce presenza intorno di (PA) forti a braccia, aspirazioni gambe localizzate e vita), guanti (velocità da intervento di cattura > (antincendio, 1,5 m/s), altrimenti Xn antitaglio è obbligatorio e dielettrici), utilizzare una maschera i dispositivi a Italia di sovrapressione protezione personale con un indicati facciale sempre che in ricopre ambienti tutto fortemente il viso dell'operatore aerati ed in presenza oppure di l'autorespiratore forti aspirazioni (autoprotettore) localizzate (velocità in caso di di cattura grosse > 1,5 quantità tel. m/s). di fumo. fax Misure Proprietà della in fisiche caso persona di e competente, rilascio chimiche. accidentale. responsabile della scheda dati di sicurezza PRECAUZIONI Stato Fisico INDIVIDUALI Liquido NOCIVO 1.4 Eliminare Solubilità Numero telefonico ogni sorgente di chiamata di ignizione urgente (sigarette, fiamme, ND (non scintille, disponibile). ecc.) o di calore dall'area in cui si è verificata la perdita. In caso di prodotto solido Viscosità evitare la formazione di polvere spruzzando ND il (non prodotto disponibile). con acqua se non ci sono controindicazioni. In caso di polveri disperse nell'aria R 40 POSSIBILITÀ DI EFFETTI CANCEROGENI - PROVE INSUFFICIENTI. Per o Densità vapori informazioni Vapori adottare urgenti una rivolgersi protezione a respiratoria. Bloccare ND (non la disponibile). perdita se non c'è pericolo. Non manipolare i contenitori danneggiati o il prodotto Velocità fuoriuscito di evaporazione senza aver prima indossato l'equipaggiamento S 2 CONSERVARE FUORI DALLA PORTATA protettivo DEI BAMBINI. appropriato. Per le informazioni relative ai rischi per l'ambiente e la Proprietà salute, alla comburenti protezione delle vie respiratorie, alla ND ventilazione (non disponibile). 2. Identificazione S 13 dei CONSERVARE pericoli. LONTANO DA ALIMENTI O MANGIMI ed ai mezzi E DA individuali BEVANDE. di protezione, fare riferimento alle altre sezioni di questa Coefficiente scheda. S 36/37 di ripartizione: USARE n-ottanolo/acqua: INDUMENTI PROTETTIVI ND E (non GUANTI disponibile). ADATTI. 2.1 ph. PRECAUZIONI Classificazione S 46 AMBIENTALI della IN CASO sostanza D'INGESTIONE o del preparato. CONSULTARE IMMEDIATAMENTE IL MEDICO E MOSTRARGLI IL CONTENITORE O Punto Impedire ebollizione. che il prodotto L'ETICHETTA. penetri nelle fognature, nelle ND acque (non superficiali, disponibile). nelle falde freatiche e nelle aree confinate. Punto Il METODI preparato di infiammabilità. DI BONIFICA è classificato pericoloso ai sensi > delle 61 disposizioni C. di cui alle direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e successive modifiche ed Proprietà adeguamenti. Assorbire esplosive. il prodotto Il preparato fuoriuscito pertanto con materiale richiede una assorbente ND scheda (non disponibile). inerte dati (sabbia, sicurezza vermiculite, conforme terra alle disposizioni diatomee, del Kieselguhr, Regolamento ecc.). (CE) Raccogliere 1907/2006 la e Tensione successive Contiene: maggior parte di modifiche. vapore. del materiale DICLOROMETANO risultante e depositarlo ND (non in contenitori disponibile). per lo smaltimento. Eliminare il residuo con getti d'acqua se non ci sono Peso Eventuali controindicazioni. specifico. informazioni Provvedere aggiuntive ad riguardanti una sufficiente i rischi 1,05 per areazione la salute Kg/l del e/o luogo l'ambiente interessato sono dalla riportate perdita. alle Lo sez. smaltimento 11 e 12 della presente materiale scheda. contaminato deve Etichettatura essere effettuato di pericolo conformemente ai sensi delle alle disposizioni direttive 67/548/CEE del punto e /45/CE e successive modifiche ed adeguamenti. 10. Simboli Stabilità di pericolo: e reattività. Xn 7. I Manipolazione lavoratori esposti e immagazzinamento. a questo agente chimico pericoloso per la salute devono essere sottoposti alla sorveglianza sanitaria effettuata secondo le Il Frasi disposizioni prodotto R: è dell'articolo stabile nelle dell'art. normali 41 40condizioni del D.Lgs. di 81 impiego del 9 e aprile di stoccaggio salvo Per decomposizione che il rischio per termica la sicurezza o in caso e la di salute incendio del si lavoratore possono sia liberare stato valutato Conservare vapori potenzialmente irrilevante, in luogo secondo fresco dannosi quanto e alla ben salute. previsto ventilato; dall'art. mantenere 224 comma chiuso 2. il recipiente quando non è utilizzato; non fumare durante la manipolazione; conservare lontano da calore, fiamme libere, scintille e altre sorgenti di accensione. Prodotto DICLOROMETANO: non destinato si agli decompone usi previsti a dalla temperature Dir.2004/42/CE. > 120 C dando fumi tossici di fosgene e corrosivi di acido cloridrico. Con acqua e alcali 2.2 può 8. Controllo Identificazione dare acido dell'esposizione/protezione dei cloridrico pericoli. ed attaccare alluminio, rame e leghe; non è infiammabile e con l'aria può formare miscele esplosive solo in presenza individuale. D.Lgs. di un forte 152/2006 innesco, e successive come fiamme, modifiche. archi elettrici ecc. 8.1 POSSIBILITÀ Valori limite d'esposizione. DI EFFETTI CANCEROGENI - PROVE INSUFFICIENTI. 11. Emissioni: Informazioni tossicologiche. 3. TAB. Descrizione Composizione D / Informazioni Classe sugli 2 ingredienti. 04,40 Tipo % Stato TWA/8h STEL/15min Il ACQUA prodotto è da considerare con sospetto per possibili 08,73 % effetti cancerogeni. Non mg/m3 sono però disponibili ppm mg/m3 informazioni sufficienti ppm per procedere ad Contiene: una valutazione completa. 16. DICLOROMETANO Altre Denominazione. informazioni. TLV-ACGIH Concentrazione 174 % (C). Classificazione. Pelle Diclorometano - Tossicità acuta sull'uomo: disturbi dello TLVstato cognitivo, CH ma 180 se respirato a 50 dosi notevoli; a ppm si Pelle è notato: nausea, Testo vomito, DICLOROMETANO delle vertigine, frasi di rischio parestesia, (R) citate astenia alla sezione e cefalea. 3 della Il contatto scheda: cutaneo provoca 4<= C <4,5 dolore, che però scompare Xn presto R 40 senza lasciare bruciature. Per contatto Numero con gli occhi C.A.S. si hanno lesioni superficiali della cornea. Carc. Cat Tossicità Controlli R 40 Numero cronica: dell'esposizione. CEla POSSIBILITÀ sostanza è DI considerata EFFETTI CANCEROGENI dalla CE cancerogeno - PROVE sopetto INSUFFICIENTI. (cat.3) e possibile da ACGIH (A2). Studi epidemiologici con esposizione Numero intorno INDEX a 200 ppm (700 mg/mc) non hanno comunque evidenziato effetti sulla salute. Si possono avere casi di dermatosi per contatto Considerato BIBLIOGRAFIA ripetuto. che GENERALE: Il l'utilizzo limite di esposizione di misure tecniche per le 8 adeguate ore secondo dovrebbe ACGIH sempre è 174 mg/mc. avere la priorità rispetto agli equipaggiamenti di protezione personali, assicurare 1. Direttiva 1999/45/CE una buona e ventilazione successive modifiche nel luogo di lavoro tramite un'efficace aspirazione locale oppure con lo scarico dell'aria viziata. Se tali operazioni Informazioni Direttiva 67/548/CEE non consentono ecologiche. e successive di tenere modifiche la concentrazione ed adeguamenti del prodotto (XXIX adeguamento sotto i valori tecnico) limite di esposizione sul luogo di lavoro, indossare una Il 3. idonea testo Regolamento completo protezione (CE) delle per 1272/2008 frasi le di vie rischio respiratorie. del Parlamento (R) è riportato Durante Europeo alla l utilizzo sezione (CLP) del 16 della prodotto scheda. fare riferimento all etichetta di pericolo per i dettagli. Durante la scelta Utilizzare 4. degli Regolamento equipaggiamenti secondo (CE) le 1907/2006 buone protettivi pratiche del personali Parlamento lavorative, chiedere Europeo evitando eventualmente (REACH) di disperdere consiglio il prodotto ai propri nell'ambiente. fornitori di sostanze Avvisare le chimiche. autorità I competenti dispositivi di se protezione il prodotto 4. ha 5. personali Misure The raggiunto Merck di devono primo corsi Index. essere d'acqua soccorso. Ed. 10 conformi o fognature alle normative o se ha contaminato vigenti sottoindicate. il suolo o la vegetazione. 6. PROTEZIONE Handling Chemical DELLE Safety MANI OCCHI: Il 7. Proteggere diclorometano Niosh lavare - Registry le immediatamente mani non of Toxic con si accumula guanti Effects ed da of abbondantemente nel Chemical lavoro pesce di Substances categoria (Jetoc, con 1985). acqua III (rif. Concentrazioni per Direttiva almeno 89/686/CEE 15 di minuti. sostanza e Consultare norma > 1 EN mg/l immediatamente 374) possono quali in PVA, inibire un butile, medico. processo fluoroelastomero di digestioneo PELLE: anaerobica. 8. equivalenti. INRS - lavarsi Fiche Per Utilizzare Toxicologique la immediatamente scelta sempre definitiva nel rispetto del ed materiale abbondantemente delle buone dei guanti pratiche con da lavoro acqua. lavorative si Togliersi devono evitando considerare: di dosso di disperdere gli abiti degradazione, la contaminati. sostanza tempo nell'ambiente. Se l'irritazione di rottura e persiste, permeazione. consultare il medico. 9. Nel Patty caso - Lavare Industrial di preparati gli indumenti Hygiene la resistenza and contaminati Toxicology dei prima guanti di riutilizzarli. da lavoro deve essere verificata prima dell'utilizzo in quanto non prevedibile. I guanti hanno un INALAZIONE: 10. tempo N.I. di Sax usura - Dangerous portare che dipende il soggetto properties dalla all'aria durata of Industrial aperta. di esposizione. Se Materials-7 la respirazione Ed., 1989 è difficoltosa, consultare immediatamente il medico.

2 Pagina n. 2 / 5 INGESTIONE: consultare immediatamente il medico. Indurre il vomito solo su indicazione del medico. Non somministrare nulla per via orale se il soggetto è incosciente e se non autorizzati dal medico. 5. Misure antincendio. INFORMAZIONI GENERALI Raffreddare con getti d'acqua i contenitori per evitare la decomposizione del prodotto e lo sviluppo di sostanze potenzialmente pericolose per la salute. Indossare sempre l'equipaggiamento completo di protezione antincendio. Raccogliere le acque di spegnimento che non devono essere scaricate nelle fognature. Smaltire l'acqua contaminata usata per l'estinzione ed il residuo dell'incendio secondo le norme vigenti. MEZZI DI ESTINZIONE IDONEI I mezzi di estinzione sono quelli tradizionali: anidride carbonica, schiuma, polvere ed acqua nebulizzata. MEZZI DI ESTINZIONE NON IDONEI Nessuno in particolare. PERICOLI DOVUTI ALL'ESPOSIZIONE IN CASO DI INCENDIO Evitare di respirare i prodotti di combustione (ossidi di carbonio, prodotti di pirolisi tossici, ecc.). EQUIPAGGIAMENTO Elmetto protettivo con visiera, indumenti ignifughi (giacca e pantaloni ignifughi con fasce intorno a braccia, gambe e vita), guanti da intervento (antincendio, antitaglio e dielettrici), una maschera a sovrapressione con un facciale che ricopre tutto il viso dell'operatore oppure l'autorespiratore (autoprotettore) in caso di grosse quantità di fumo. 6. Misure in caso di rilascio accidentale. PRECAUZIONI INDIVIDUALI Eliminare ogni sorgente di ignizione (sigarette, fiamme, scintille, ecc.) o di calore dall'area in cui si è verificata la perdita. In caso di prodotto solido evitare la formazione di polvere spruzzando il prodotto con acqua se non ci sono controindicazioni. In caso di polveri disperse nell'aria o vapori adottare una protezione respiratoria. Bloccare la perdita se non c'è pericolo. Non manipolare i contenitori danneggiati o il prodotto fuoriuscito senza aver prima indossato l'equipaggiamento protettivo appropriato. Per le informazioni relative ai rischi per l'ambiente e la salute, alla protezione delle vie respiratorie, alla ventilazione ed ai mezzi individuali di protezione, fare riferimento alle altre sezioni di questa scheda. PRECAUZIONI AMBIENTALI Impedire che il prodotto penetri nelle fognature, nelle acque superficiali, nelle falde freatiche e nelle aree confinate. METODI DI BONIFICA Assorbire il prodotto fuoriuscito con materiale assorbente inerte (sabbia, vermiculite, terra di diatomee, Kieselguhr, ecc.). Raccogliere la maggior parte del materiale risultante e depositarlo in contenitori per lo smaltimento. Eliminare il residuo con getti d'acqua se non ci sono controindicazioni. Provvedere ad una sufficiente areazione del luogo interessato dalla perdita. Lo smaltimento del materiale contaminato deve essere effettuato conformemente alle disposizioni del punto Manipolazione e immagazzinamento. Conservare in luogo fresco e ben ventilato; mantenere chiuso il recipiente quando non è utilizzato; non fumare durante la manipolazione; conservare lontano da calore, fiamme libere, scintille e altre sorgenti di accensione. 8. Controllo dell'esposizione/protezione individuale. 8.1 Valori limite d'esposizione. Descrizione Tipo Stato TWA/8h STEL/15min mg/m3 ppm mg/m3 ppm DICLOROMETANO TLV-ACGIH 174 Pelle TLV CH Pelle 8.2 Controlli dell'esposizione. Considerato che l'utilizzo di misure tecniche adeguate dovrebbe sempre avere la priorità rispetto agli equipaggiamenti di protezione personali, assicurare una buona ventilazione nel luogo di lavoro tramite un'efficace aspirazione locale oppure con lo scarico dell'aria viziata. Se tali operazioni non consentono di tenere la concentrazione del prodotto sotto i valori limite di esposizione sul luogo di lavoro, indossare una idonea protezione per le vie respiratorie. Durante l utilizzo del prodotto fare riferimento all etichetta di pericolo per i dettagli. Durante la scelta degli equipaggiamenti protettivi personali chiedere eventualmente consiglio ai propri fornitori di sostanze chimiche. I dispositivi di protezione personali devono essere conformi alle normative vigenti sottoindicate. PROTEZIONE DELLE MANI Proteggere le mani con guanti da lavoro di categoria III (rif. Direttiva 89/686/CEE e norma EN 374) quali in PVA, butile, fluoroelastomero o equivalenti. Per la scelta definitiva del materiale dei guanti da lavoro si devono considerare: degradazione, tempo di rottura e permeazione. Nel caso di preparati la resistenza dei guanti da lavoro deve essere verificata prima dell'utilizzo in quanto non prevedibile. I guanti hanno un tempo di usura che dipende dalla durata di esposizione.

3 Pagina n. 3 / 5 PROTEZIONE DEGLI OCCHI Indossare occhiali protettivi ermetici (rif. norma EN 166). PROTEZIONE DELLA PELLE Indossare abiti da lavoro con maniche lunghe e calzature di sicurezza per uso professionale di categoria III ((rif. Direttiva 89/686/CEE e norma EN 344). Lavarsi con acqua e sapone dopo aver rimosso gli indumenti protettivi. PROTEZIONE RESPIRATORIA In caso di superamento del valore di soglia di una o più delle sostanze presenti nel preparato, riferito all esposizione giornaliera nell ambiente di lavoro o a una frazione stabilita dal servizio di prevenzione e protezione aziendale, indossare una maschera con filtro di tipo B o di tipo universale la cui classe (1, 2 o 3) dovrà essere scelta in relazione alla concentrazione limite di utilizzo (rif. Norma EN 141). L utilizzo di mezzi di protezione delle vie respiratorie, come maschere con cartuccia per vapori organici e per polveri/nebbie, è necessario in assenza di misure tecniche per limitare l esposizione del lavoratore. La protezione offerta dalle maschere è comunque limitata. Nel caso in cui la sostanza considerata sia inodore o la sua soglia olfattiva sia superiore al relativo limite di esposizione e in caso di emergenza, ovvero quando i livelli di esposizione sono sconosciuti oppure la concentrazione di ossigeno nell'ambiente di lavoro sia inferiore al 17% in volume, indossare un autorespiratore ad aria compressa a circuito aperto (rif. norma EN 137) oppure respiratore a presa d'aria esterna per l'uso con maschera intera, semimaschera o boccaglio (rif. norma EN 138). Prevedere un sistema per il lavaggio oculare e doccia di emergenza. Il prodotto deve essere utilizzato in ciclo chiuso, in ambienti fortemente aerati ed in presenza di forti aspirazioni localizzate (velocità di cattura > 1,5 m/s), altrimenti è obbligatorio utilizzare i dispositivi di protezione personale indicati sempre in ambienti fortemente aerati ed in presenza di forti aspirazioni localizzate (velocità di cattura > 1,5 m/s). 9. Proprietà fisiche e chimiche. Stato Fisico Liquido Solubilità Viscosità Densità Vapori Velocità di evaporazione Proprietà comburenti Coefficiente di ripartizione: n-ottanolo/acqua: ph. Punto di ebollizione. Punto di infiammabilità. > 61 C. Proprietà esplosive. Tensione di vapore. Peso specifico. 1,05 Kg/l 10. Stabilità e reattività. Il prodotto è stabile nelle normali condizioni di impiego e di stoccaggio. Per decomposizione termica o in caso di incendio si possono liberare vapori potenzialmente dannosi alla salute. DICLOROMETANO: si decompone a temperature > 120 C dando fumi tossici di fosgene e corrosivi di acido cloridrico. Con acqua e alcali può dare acido cloridrico ed attaccare alluminio, rame e leghe; non è infiammabile e con l'aria può formare miscele esplosive solo in presenza di un forte innesco, come fiamme, archi elettrici ecc. 11. Informazioni tossicologiche. Il prodotto è da considerare con sospetto per possibili effetti cancerogeni. Non sono però disponibili informazioni sufficienti per procedere ad una valutazione completa. Diclorometano - Tossicità acuta sull'uomo: disturbi dello stato cognitivo, ma se respirato a dosi notevoli; a ppm si è notato: nausea, vomito, vertigine, parestesia, astenia e cefalea. Il contatto cutaneo provoca dolore, che però scompare presto senza lasciare bruciature. Per contatto con gli occhi si hanno lesioni superficiali della cornea. Tossicità cronica: la sostanza è considerata dalla CE cancerogeno sopetto (cat.3) e possibile da ACGIH (A2). Studi epidemiologici con esposizione intorno a 200 ppm (700 mg/mc) non hanno comunque evidenziato effetti sulla salute. Si possono avere casi di dermatosi per contatto ripetuto. Il limite di esposizione per le 8 ore secondo ACGIH è 174 mg/mc. 12. Informazioni ecologiche. Utilizzare secondo le buone pratiche lavorative, evitando di disperdere il prodotto nell'ambiente. Avvisare le autorità competenti se il prodotto ha raggiunto corsi d'acqua o fognature o se ha contaminato il suolo o la vegetazione. Il diclorometano non si accumula nel pesce (Jetoc, 1985). Concentrazioni di sostanza > 1 mg/l possono inibire il processo di digestione anaerobica. Utilizzare sempre nel rispetto delle buone pratiche lavorative evitando di disperdere la sostanza nell'ambiente.

4 Pagina n. 4 / Considerazioni sullo smaltimento. Riutilizzare, se possibile. I residui del prodotto sono da considerare rifiuti speciali pericolosi. La pericolosità dei rifiuti che contengono in parte questo prodotto deve essere valutata in base alle disposizioni legislative vigenti. Lo smaltimento deve essere affidato ad una società autorizzata alla gestione dei rifiuti, nel rispetto della normativa nazionale ed eventualmente locale. IMBALLAGGI CONTAMINATI Gli imballaggi contaminati devono essere inviati a recupero o smaltimento nel rispetto delle norme nazionali sulla gestione dei rifiuti. 14. Informazioni sul trasporto. Il preparato non è da considerarsi pericoloso ai sensi delle disposizioni vigenti in materia di trasporto di merci pericolose su strada (A.D.R.), su ferrovia (RID), via mare (IMDG Code) e via aerea (IATA). 15. Informazioni sulla regolamentazione. Xn NOCIVO R 40 S 2 S 13 S 36/37 S 46 POSSIBILITÀ DI EFFETTI CANCEROGENI - PROVE INSUFFICIENTI. CONSERVARE FUORI DALLA PORTATA DEI BAMBINI. CONSERVARE LONTANO DA ALIMENTI O MANGIMI E DA BEVANDE. USARE INDUMENTI PROTETTIVI E GUANTI ADATTI. IN CASO D'INGESTIONE CONSULTARE IMMEDIATAMENTE IL MEDICO E MOSTRARGLI IL CONTENITORE O L'ETICHETTA. Contiene: DICLOROMETANO Etichettatura di pericolo ai sensi delle direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e successive modifiche ed adeguamenti. I lavoratori esposti a questo agente chimico pericoloso per la salute devono essere sottoposti alla sorveglianza sanitaria effettuata secondo le disposizioni dell'articolo dell'art. 41 del D.Lgs. 81 del 9 aprile 2008 salvo che il rischio per la sicurezza e la salute del lavoratore sia stato valutato irrilevante, secondo quanto previsto dall'art. 224 comma 2. Prodotto non destinato agli usi previsti dalla Dir.2004/42/CE. D.Lgs. 152/2006 e successive modifiche. Emissioni: TAB. D Classe 2 04,40 % ACQUA 08,73 % 16. Altre informazioni. Testo delle frasi di rischio (R) citate alla sezione 3 della scheda: R 40 POSSIBILITÀ DI EFFETTI CANCEROGENI - PROVE INSUFFICIENTI. BIBLIOGRAFIA GENERALE: 1. Direttiva 1999/45/CE e successive modifiche 2. Direttiva 67/548/CEE e successive modifiche ed adeguamenti (XXIX adeguamento tecnico) 3. Regolamento (CE) 1272/2008 del Parlamento Europeo (CLP) 4. Regolamento (CE) 1907/2006 del Parlamento Europeo (REACH) 5. The Merck Index. Ed Handling Chemical Safety 7. Niosh - Registry of Toxic Effects of Chemical Substances 8. INRS - Fiche Toxicologique 9. Patty - Industrial Hygiene and Toxicology 10. N.I. Sax - Dangerous properties of Industrial Materials-7 Ed., 1989

5 Pagina n. 5 / 5 Nota per l utilizzatore: Le informazioni contenute in questa scheda si basano sulle conoscenze disponibili presso di noi alla data dell ultima versione. L utilizzatore deve assicurarsi della idoneità e completezza delle informazioni in relazione allo specifico uso del prodotto. Non si deve interpretare tale documento come garanzia di alcuna proprietà specifica del prodotto. Poichè l'uso del prodotto non cade sotto il nostro diretto controllo, è obbligo dell'utilizzatore osservare sotto la propria responsabilità le leggi e le disposizioni vigenti in materia di igiene e sicurezza. Non si assumono responsabilità per usi impropri.

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Stampata il Pagina n.1 / 1 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 138500 Denominazione EDERPISCINE-

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Pagina n.1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: Denominazione Nome chimico e sinonimi

Dettagli

MASTERBATCH TRIOSSIDO DI ANTIMONIO BASE PVC 80/20

MASTERBATCH TRIOSSIDO DI ANTIMONIO BASE PVC 80/20 MASTERBATCH TRIOSSIDO DI ANTIMONIO BASE PVC 80/20 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1. Identificatore del prodotto Codice: Sb2O3 PVC Denominazione MB TRIOSSIDO DI ANTIMONIO

Dettagli

SCHEDE DI SICUREZZA FORM CASA. Redazione Qualità Dott.sa Tecla Tambuscio. Approvazione Direzione Gianbattista Gozio. 0 18/09/12 Emissione. S.p.A.

SCHEDE DI SICUREZZA FORM CASA. Redazione Qualità Dott.sa Tecla Tambuscio. Approvazione Direzione Gianbattista Gozio. 0 18/09/12 Emissione. S.p.A. FORM CASA Rev. Data Descrizione 0 18/09/12 Emissione Redazione Qualità Dott.sa Tecla Tambuscio Approvazione Direzione Gianbattista Gozio Pag. 1 di 5 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA

Dettagli

Giuseppe Di Maria S.p.A. GRAN PREMIO Sig.Oro. Scheda Dati di Sicurezza

Giuseppe Di Maria S.p.A. GRAN PREMIO Sig.Oro. Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 23 45 1 / 05 Scheda Dati di Sicurezza 7.3. 10.5. Usi Materiali finali particolari. incompatibili. 4. Informazioni Misure di primo non soccorso. 1. Identificazione della sostanza o della miscela

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza NTY-GRTY S.R.L. Elettrolita Mark - ELETTROLA DI MARCATURA AISI 300 Pagina n. 23 45 1 / 05 Scheda Dati di Sicurezza 10.6. INALAZIONE: Informazioni Prodotti di non decomposizione Portare disponibili. il

Dettagli

Siliconi Padova s.a.s. PUR 131 Parte A. Scheda Dati di Sicurezza

Siliconi Padova s.a.s. PUR 131 Parte A. Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione Nome chimico e sinonimi 1.2. Pertinenti

Dettagli

Kollant S.r.l. 8209509 - OLIO DI VASELINA

Kollant S.r.l. 8209509 - OLIO DI VASELINA Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: 8209509 Denominazione OLIO DI VASELINA Nome chimico

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1/6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione 1.2. Pertinenti usi identificati della sostanza

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza 331599000-POLIGOMMA Pagina n.1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 331599000 Denominazione

Dettagli

DI DONATO S.P.A. C13F - TONER CRYSTAL

DI DONATO S.P.A. C13F - TONER CRYSTAL Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: Denominazione C13F TONER CRYSTAL 1.2. Pertinenti

Dettagli

Icefor spa 8021182413053 - ALTASFERA DEODORANTE. Scheda Dati di Sicurezza ALTASFERA DEODORANTE. Deodorante liquido per ambienti

Icefor spa 8021182413053 - ALTASFERA DEODORANTE. Scheda Dati di Sicurezza ALTASFERA DEODORANTE. Deodorante liquido per ambienti Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: 8021182413053 Denominazione ALTASFERA DEODORANTE

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DENOMINAZIONE PRODOTTO: CRISTALLIZZANTE LUX LT.1 CODICE IDENTIFICATIVO: 399-3 CONFEZIONE: BOTTIGLIE DA LT. 1, SCATOLA DA 12 PEZZI

SCHEDA DI SICUREZZA DENOMINAZIONE PRODOTTO: CRISTALLIZZANTE LUX LT.1 CODICE IDENTIFICATIVO: 399-3 CONFEZIONE: BOTTIGLIE DA LT. 1, SCATOLA DA 12 PEZZI SCHEDA DI SICUREZZA DENOMINAZIONE PRODOTTO: CRISTALLIZZANTE LUX LT.1 CODICE IDENTIFICATIVO: 399-3 CONFEZIONE: BOTTIGLIE DA LT. 1, SCATOLA DA 12 PEZZI CANTELLO s.r.l. VIA VENARIA 46-10148 TORINO - TEL.

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Pagina n.1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione: 1.2. Pertinenti usi identificati della

Dettagli

PROCHIMICA VARESE SRL

PROCHIMICA VARESE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCHIMICA VARESE SRL 1. IDENTIFICAZIONE 1.1 Nome commerciale : Acido P-TOLUENSOLFONICO 97% MIN. Servizio assistenza : Interno 1.2 Fornitore : PROCHIMICA VARESE SRL VIA MERANO 19-21100

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Pagina n.1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o preparato Denominazione 1.2 Utilizzazione della sostanza / preparato

Dettagli

Icefor spa 12067 - MISTER HOUSE LAVAINCERA PARQUET. Scheda Dati di Sicurezza MISTER HOUSE LAVAINCERA PARQUET

Icefor spa 12067 - MISTER HOUSE LAVAINCERA PARQUET. Scheda Dati di Sicurezza MISTER HOUSE LAVAINCERA PARQUET Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: 12067 Denominazione MISTER HOUSE LAVAINCERA PARQUET

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza B G 0 1 Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: D1613 Denominazione BG01 Nome

Dettagli

Askoll test S C H E D E D AT I D I S I C U R E Z Z A. Askoll. L acquario facile

Askoll test S C H E D E D AT I D I S I C U R E Z Z A. Askoll. L acquario facile Askoll test S C H E D E D AT I D I S I C U R E Z Z A Askoll L acquario facile Test ph acqua dolce Askoll test ph acqua dolce 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA / PREPARATO E DELLA SOCIETÀ 1.1 Identificazione

Dettagli

ERRELAB SRL FONDO FIBRE "A"

ERRELAB SRL FONDO FIBRE A Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: Denominazione Nome chimico e sinonimi S-FONDOFIBREA

Dettagli

GELATINA CON FUCSINA

GELATINA CON FUCSINA Pagina n.1 / 5 Scheda di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o preparato Denominazione N. di catalogo: 200200 e 900200 1.2 Descrizione/utilizzo

Dettagli

Marmo bianco granulare

Marmo bianco granulare Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione Nome chimico e sinonimi calcio carbonato

Dettagli

Kollant S.r.l. 8207416 - FOVAL GEL SCARAFAGGI

Kollant S.r.l. 8207416 - FOVAL GEL SCARAFAGGI Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: 8207416 Denominazione FOVAL GEL SCARAFAGGI Nome

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza Coadiuvante per capelli

Scheda Dati di Sicurezza Coadiuvante per capelli Scheda Dati di Sicurezza Coadiuvante per capelli 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione COADIUVANTE CADUTA CAPELLI 1.2.

Dettagli

COLORE RAME. Scheda Dati di Sicurezza

COLORE RAME. Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: Denominazione COLORE RAME 1.2. Pertinenti usi

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Stampata il Pagina n.1 / 7 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione NITROLACCA 1.2 Uso

Dettagli

ANDREA GALLO DI LUIGI SRL. Rame Acetato ico. Scheda Dati di Sicurezza

ANDREA GALLO DI LUIGI SRL. Rame Acetato ico. Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione Numero INDEX - Numero CE - Numero CAS 6046-93-1

Dettagli

Vi offriamo il servizio di presa visione delle schede di sicurezza

Vi offriamo il servizio di presa visione delle schede di sicurezza Vi offriamo il servizio di presa visione delle schede di sicurezza Vi invitiamo a visitare il nostro sito www.comedilgrazioli.it attraverso il quale potete accedere all area di acquisto on-line SEGUE SCHEDA

Dettagli

ACEF S.p.A. FERRO SOLFATO (OSO) EPTAIDRATO EP. Scheda Dati di Sicurezza

ACEF S.p.A. FERRO SOLFATO (OSO) EPTAIDRATO EP. Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 7 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: 000775 Denominazione FERRO SOLFATO (OSO) EPTAIDRATO

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 198901 Denominazione 1.2 Uso della

Dettagli

C.A-L. ITALIA SRL C.A-L. VISION SOL

C.A-L. ITALIA SRL C.A-L. VISION SOL Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/im presa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione 1.2. Pertinenti usi identificati della

Dettagli

Scheda di sicurezza C.A-L. DSK CLEANER

Scheda di sicurezza C.A-L. DSK CLEANER del 01/09/2009, revisione 0 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETÀ Nome commerciale: Codice commerciale: T209 Tipo di prodotto ed impiego: Sgrassante universale pronto all uso Fornitore: C.A-L.

Dettagli

COLOR.GIANCARLO TESTA & C. S.A.S.

COLOR.GIANCARLO TESTA & C. S.A.S. Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: 00.1.209 Denominazione W.A.T. 7038 SMALTO IDRO

Dettagli

CFG OLIO DI VASELINA TECNICA. Scheda Dati di Sicurezza

CFG OLIO DI VASELINA TECNICA. Scheda Dati di Sicurezza Pagina n.1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione CFG OLIO DI VASELINA TECNICA 1.2

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificazione del prodotto Denominazione Numero Registrazione PROMAT - Kulermar sstraat 1 B-1880 Kapelle

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore. Sezione II - Composizione/Informazione sugli ingredienti

SCHEDA DI SICUREZZA. Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore. Sezione II - Composizione/Informazione sugli ingredienti Kerr Italia SpA Nome Commerciale del Prodotto: Mirror 3 Adhesive (V.P.S.) SCHEDA DI SICUREZZA ai sensi della Direttiva Comunitaria 91/155 Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore Data

Dettagli

Malta osmotica in polvere PROTEGGE DALL AZIONE DI CONTROSPINTA DELL ACQUA PER ESTERNO ED INTERNO

Malta osmotica in polvere PROTEGGE DALL AZIONE DI CONTROSPINTA DELL ACQUA PER ESTERNO ED INTERNO Malta osmotica in polvere PROTEGGE DALL AZIONE DI CONTROSPINTA DELL ACQUA PER ESTERNO ED INTERNO 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa. 1.1 Identificatore del prodotto:

Dettagli

Bio-Optica Milano S.p.a. Acqua distillata

Bio-Optica Milano S.p.a. Acqua distillata SEZIONE 10. 16. 15. 3. Composizione/informazioni Stabilità Altre Informazioni informazioni. e reattività. sulla regolamentazione....... / >> / >> sugli ingredienti.... / >>... / >> Pagina n. 23 45 61 /

Dettagli

Askoll test S C H E D E D AT I D I S I C U R E Z Z A. Askoll. L acquario facile

Askoll test S C H E D E D AT I D I S I C U R E Z Z A. Askoll. L acquario facile Askoll test S C H E D E D AT I D I S I C U R E Z Z A Askoll L acquario facile Askoll test ph acqua marina 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA / PREPARATO E DELLA SOCIETÀ 1.1 Identificazione della sostanza

Dettagli

AGRIBIOS ITALIANA Srl Solfato di ferro tipo neve

AGRIBIOS ITALIANA Srl Solfato di ferro tipo neve Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: 1 Denominazione 1.2. Pertinenti usi identificati

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o preparato Denominazione 1.2 Utilizzazione della sostanza / preparato

Dettagli

Simboli di pericolo: Frasi R:. 36/38, 41

Simboli di pericolo: Frasi R:. 36/38, 41 Scheda di sicurezza del 01/12/2012, revisione 3 Secondo il regolamento CE 453/2010 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETÀ Nome commerciale: C.A-L. SPEED PULITO VELOCE Codice commerciale: Tipo

Dettagli

Icefor spa 12086 - MISTER HOUSE PARQUET

Icefor spa 12086 - MISTER HOUSE PARQUET Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: 12086 Denominazione MISTER HOUSE PARQUET 1.2.

Dettagli

Kiss CARATTERISTICHE E CAMPI D IMPIEGO MANUTENZIONE

Kiss CARATTERISTICHE E CAMPI D IMPIEGO MANUTENZIONE Kiss DETERGENTE ALCOLICO DEODORANTE E BRILLANTANTE ALLA NOTA AGRUMATA CARATTERISTICHE E CAMPI D IMPIEGO MANUTENZIONE Kiss Kiss è un detergente a base alcolica ad azione brillantante e deodorante. Grazie

Dettagli

Scorrilegno Evita l adesione con la resina

Scorrilegno Evita l adesione con la resina Scorrilegno Evita l adesione con la resina -Evita l adesione con la resina ed impedisce che i pezzi lavorati si incollino con trucioli e segatura. -Per una pulizia efficace di manopole, bilancieri manuali,

Dettagli

SPRING COLOR SRL PRIM. C.S. - PRIMER CENTRI STORICI

SPRING COLOR SRL PRIM. C.S. - PRIMER CENTRI STORICI Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: Denominazione PRIM. C.S. PRIMER CENTRI STORICI

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA VAPOR GARD DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006

SCHEDA DI SICUREZZA VAPOR GARD DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006 SCHEDA DI SICUREZZA VAPOR GARD DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Identificazione della sostanza/preparato Utilizzazione

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA EUROPEA DIRETTIVA 91/155 CEE - DIRETTIVA 2001/58/CE - DIRETTIVA 2004/73/CE 11. ALCOOL ETILICO 90 %

SCHEDA DI SICUREZZA EUROPEA DIRETTIVA 91/155 CEE - DIRETTIVA 2001/58/CE - DIRETTIVA 2004/73/CE 11. ALCOOL ETILICO 90 % SCHEDA DI SICUREZZA EUROPEA DIRETTIVA 91/155 CEE - DIRETTIVA 2001/58/CE - DIRETTIVA 2004/73/CE Data aggiornamento : 01/06/2007 11. ALCOOL ETILICO 90 % 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA E DELLA

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 1.00.02 del 31/05/2006 COD. OL.ES.11 Pag. 1 di 5

SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 1.00.02 del 31/05/2006 COD. OL.ES.11 Pag. 1 di 5 SCHEDA DI SICUREZZA COD. OL.ES.11 Pag. 1 di 5 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA' NOME COMMERCIALE: OLIO ESSENZIALE ARANCIO AMARO Codice commerciale: OL.ES.11 Tipo di prodotto ed impiego:

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA W.W. POSITIVE CONTROL (conforme ai Regolamenti (CE) No. 1907/2006 e 453/2010)

SCHEDA DATI DI SICUREZZA W.W. POSITIVE CONTROL (conforme ai Regolamenti (CE) No. 1907/2006 e 453/2010) Page: 1/6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO Nome Prodotto: Codice Prodotto: 21250 Marchio: DIESSE 1.2 USI PERTINENTI IDENTIFICATI

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA NOME DEL PRODOTTO: PRODOTTONUMERO : 4322362 GENESCAN - 120 LIZ SIZE STANDARD FORNITORE: APPLIED

Dettagli

Scheda dati di sicurezza

Scheda dati di sicurezza Pagina n. 1 / 8 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione SHINE CLEAN 1.2. Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela

Dettagli

Giuseppe Di Maria S.p.A. DETERG.BISATEN. Dati di Sicurezza. Via Enrico Mattei, 4. Italia

Giuseppe Di Maria S.p.A. DETERG.BISATEN. Dati di Sicurezza. Via Enrico Mattei, 4. Italia Pagina n. 23 45 61 / 06 Scheda Dati di Sicurezza 2.3. 6.3. 15.2. Tasso LC50 Altri Metodi Valutazione (96h): pericoli. evaporazione e materiali della per sicurezza il contenimento chimica. 0,047 e per mg/l

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA NOME DEL PRODOTTO: PRODOTTONUMERO : 401750 PIPERIDINE FORNITORE: APPLIED BIOSYSTEMS 7 KINGSLAND

Dettagli

COCCOBRILLO SRL DETERSIVO PER LAVATRICE

COCCOBRILLO SRL DETERSIVO PER LAVATRICE Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione COCCOBRILLO 1.2. Pertinenti usi identificati

Dettagli

1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA

1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA SCHEDA DI SICUREZZA REVISIONE 00 DEL 04/03/2014 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA 1.1. Identificazione della sostanza o del preparato 1.1.1. Nome commerciale: Unidry

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010 Pag.1 di 6 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO 1.1 Nome commerciale: GUAINA STRONG VERDE - Monocomponente 1.2 Utilizzazione del preparato: Impermeabilizzante liquido a base di resine acriliche. 1.3 Produttore:

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o preparato Codice: 199278 Denominazione 1.2 Utilizzazione della

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ATTENZIONE: MANIPOLARE CON PRUDENZA

SCHEDA DI SICUREZZA ATTENZIONE: MANIPOLARE CON PRUDENZA Pag. 1 di 5... SCHEDA DI SICUREZZA 1. Denominazione della sostanza/preparato e della Ditta (Registr. n. 10113 del 27/07/1999) Ditta: 2. Composizione - Informazioni sui componenti Carattere chimico Contiene

Dettagli

Scheda dati di Sicurezza G PERACETICO

Scheda dati di Sicurezza G PERACETICO Pagina n.1 / 6 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: 5204 Denominazione DM CE 0546 1.2. Pertinenti usi identificati della sostanza

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Pagina n.1 / 8 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione Nome chimico e sinonimi 1.2 Uso

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore. Sezione II - Composizione/Informazione sugli ingredienti

SCHEDA DI SICUREZZA. Sezione I - Identificazione del Prodotto e del Produttore. Sezione II - Composizione/Informazione sugli ingredienti Scheda di Sicurezza per: Temp Bond Clear Base Paste Kerr Italia SpA Nome Commerciale del Prodotto: Temp Bond Clear Base Paste SCHEDA DI SICUREZZA ai sensi della Direttiva Comunitaria 91/155 Sezione I -

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI

SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI SICUREZZA DEI PRODOTTI DETERGENTI Ai sensi del Reg. (CE) 1907/2006 e Reg. (CE) 453/2010 SCHEDA SICUREZZA DENOMINAZIONE PRODOTTO: CODICE IDENTIFICATIVO: 405-10 CONFEZIONE:

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o preparato Codice: 199686 Denominazione 1.2 Utilizzazione della

Dettagli

3) DETERGE Per lavare qualsiasi superficie dura: - effettuare 2 o 3 spruzzate, poi procedere al lavaggio delle superfici

3) DETERGE Per lavare qualsiasi superficie dura: - effettuare 2 o 3 spruzzate, poi procedere al lavaggio delle superfici SCHEDA TECNICA Il Genio Deodorante per Ambienti semplicemente...geniale!!! 1) PROFUMA DEODORIZZA E DETERGE Per deodorare gli ambienti: - nebulizzare tal qual nell ambiente verso l alto. - Spruzzare negli

Dettagli

Scheda di sicurezza AMUCHINA PROFESSIONAL SAPONE IGIENIZZANTE MANI

Scheda di sicurezza AMUCHINA PROFESSIONAL SAPONE IGIENIZZANTE MANI Scheda di sicurezza AMUCHINA PROFESSIONAL SAPONE IGIENIZZANTE MANI Revisione: 01 Data: 17/04/08 01. Identificazione del preparato e della società Identificazione del preparato: SAPONE IGIENIZZANTE MANI

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Pagina n.1 / 8 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione Nome chimico e sinonimi Idrossido

Dettagli

Scheda di sicurezza SYSTEM CA 224 PULITORE ALTA PRESSIONE

Scheda di sicurezza SYSTEM CA 224 PULITORE ALTA PRESSIONE Scheda di sicurezza del 27/11/2009, revisione 3 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Codice commerciale: 4224 Tipo di prodotto ed impiego: Generatore di

Dettagli

COLOROBBIA S.P.A. MMO--000270 - Rame Nero Ossido

COLOROBBIA S.P.A. MMO--000270 - Rame Nero Ossido Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Pagina n. 1 / 7 Codice: Denominazione MMO--000270 Rame Nero Ossido 1.2.

Dettagli

Kollant S.p.a. 8221703 - RAME 40% WG

Kollant S.p.a. 8221703 - RAME 40% WG Pagina n. 1 / 5 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 8221703 Denominazione RAME 40% WG Nome

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1/5 Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1 - Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Denominazione commerciale: VIVACTIV PERFORMANCE Impiego: Preparato per uso enologico

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1/6 Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1 - Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Denominazione commerciale: ACIDE D,L-MALIQUE Impiego: Preparato per uso enologico

Dettagli

TRIVELLATO S.R.L. FS.CU01 - EFFETTO RAME 2K

TRIVELLATO S.R.L. FS.CU01 - EFFETTO RAME 2K 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 6 Codice: Denominazione FS.CU01 EFFETTO RAME

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1- INDIVIDUAZIONE DEL PRODOTTO MARCHIO POLICAR PRODUTTORE/FORNITORE MAFO S.R.L. INDIRIZZO Via A. Laterizio, 73-80035 NOLA (NA) TEL./FAX 081/8037226 E-mail: info@mafo.it PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A 081/8037226

Dettagli

AGRI-RAME Scheda Dati di Sicurezza

AGRI-RAME Scheda Dati di Sicurezza Pagina 1/6 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione... AGRI-RAME 1.2 Uso della sostanza / del preparato Descrizione/Utilizzo...

Dettagli

Scheda di sicurezza ADESIVIL D3

Scheda di sicurezza ADESIVIL D3 Scheda di sicurezza del 7/9/2009, revisione 5 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Tipo di prodotto ed impiego: Dispersione acquosa di polimeri sintetici.

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA W.F. POSITIVE CONTROL

NOTA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA W.F. POSITIVE CONTROL Pagina: 1/6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO Nome Prodotto: Codice Prodotto: 21350 Marchio: DIESSE 1.2 USI PERTINENTI IDENTIFICATI

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010

SCHEDA DI SICUREZZA. Conforme al Regolamento CE 1907/2006, come modificato dal Regolamento CE 453/2010 Pag.1 di 6 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO 1.1 Nome commerciale: TAPPATUTTO BEIGE Monocomponente 1.2 Uso: Usi sconsigliati: Pasta fibrorinforzata a base di resine acriliche, per sigillature impermeabili.

Dettagli

ALMACABIO SRL DETERSIVO LAVASTOVIGLIE POLVERE

ALMACABIO SRL DETERSIVO LAVASTOVIGLIE POLVERE Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: Denominazione A12107 A12123 1.2. Pertinenti usi

Dettagli

FORZA VERDE SUPER SGRASSATORE PER PULIZIE GENERALI

FORZA VERDE SUPER SGRASSATORE PER PULIZIE GENERALI SCHEDA TECNICA SUPER SGRASSATORE PER PULIZIE GENERALI PER CAPPE, FORNELLI, TAVOLI, VETRO Funzione: Pulitore superattivo per ogni superficie lavabile. Elimina pennarelli, penne, matita, unto, sporco ostinato

Dettagli

DM-BS 230 DETERGENTE SGRASSANTE CONCENTRATO

DM-BS 230 DETERGENTE SGRASSANTE CONCENTRATO Pagina 1 di 5 DETERGENTE SGRASSANTE ALCALINO CONCENTRATO 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA NOME PRODOTTO: TIPO DI PRODOTTO ED IMPIEGO: NOME DEL DISTRIBUTORE: INDIRIZZO COMPLETO: DETERGENTE

Dettagli

MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA MUGNANO - MODENA (Tel. 059/586511 - Fax 059/460133)

MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA MUGNANO - MODENA (Tel. 059/586511 - Fax 059/460133) S C A M S.r.l. Pag. 1 di 5 SCHEDA DI SICUREZZA 1. Denominazione della sostanza/preparato e della Ditta (Registr. n. 11624 del 11/03/2003) MIRADOR Ditta: SCAM S.r.l. Strada Bellaria, 164 41010 - S.MARIA

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 190683 Denominazione 1.2 Uso della

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA NOME DEL PRODOTTO: RNA POSITIVE CONTROL N1/H7 PRODOTTONUMERO : 4383899 NOME DEL KIT: TAQMAN INFLUENZA

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Data di revisione: 30/06/2009

SCHEDA DI SICUREZZA Data di revisione: 30/06/2009 SCHEDA DI SICUREZZA Data di revisione: 30/06/2009 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA 1.1 Descrizione commerciale: GRASSELLO 1.2 Usi previsti: Settore industriale: Edilizia Tipo di Impiego:

Dettagli

ANDREA GALLO DI LUIGI SRL

ANDREA GALLO DI LUIGI SRL Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Denominazione Nome chimico e sinonimi Zeoliti 1.2. Pertinenti

Dettagli

Scheda di sicurezza ANTISTATICO DATT SCHEDA DI SICUREZZA

Scheda di sicurezza ANTISTATICO DATT SCHEDA DI SICUREZZA SCHEDA DI SICUREZZA 1.0 IDENTIFICAZIONE PRODOTTO E SOCIETA' 1.1 Nome commerciale 1.2 Impieghi Ausiliario per l'industria tessile. 1.3 Produttore ed assistenza DATT CHIMICA SRL Via Clerici, 16 22070 Bulgarograsso

Dettagli

Eureka srl-lab Division

Eureka srl-lab Division Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: Denominazione Z23110A Acido S-fenilmercapturico

Dettagli

SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA CALCESTRUZZI PRECONFEZIONATI MARIOTTI CALCESTRUZZI SRL

SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA CALCESTRUZZI PRECONFEZIONATI MARIOTTI CALCESTRUZZI SRL Pagina 1 di 9 1. INFORMAZIONI GENERALI: IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DEL PRODOTTO 1.1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO Conglomerato cementizio fresco, prima dell indurimento. In base alla diversa miscelazione

Dettagli

Scheda di sicurezza CANDOGEN 2B SCHEDA DI SICUREZZA

Scheda di sicurezza CANDOGEN 2B SCHEDA DI SICUREZZA SCHEDA DI SICUREZZA 1.0 IDENTIFICAZIONE PRODOTTO E SOCIETA' 1.1 Nome commerciale 1.2 Impieghi Riducente per l industria tessile. 1.3 Produttore ed assistenza DATT CHIMICA SRL Via Clerici, 16 22070 Bulgarograsso

Dettagli

Scheda di Sicurezza. Sottofondo-Superleggero-Termoisolante. 0583.379028/370480 0583.370964 ufficiotecnico@marraccinilucca.

Scheda di Sicurezza. Sottofondo-Superleggero-Termoisolante. 0583.379028/370480 0583.370964 ufficiotecnico@marraccinilucca. Scheda di Sicurezza 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA - PREPARATO E DELLA SOCIETA' Nome commerciale del prodotto MAX 250 Impiego Identificazione della società Numero telefono emergenza : 2. IDENTIFICAZIONE

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO SCHEDA DI SICUREZZA DEL PREPARATO 1 IDENTIFICAZIONE PREPARATO E SOCIETA PRODUTTRICE 1.1 Denominazione commerciale : DILUENTE DELCO 1.2 Ditta produttrice : MGR ELECTRO SRL 1.3 Numero telefonico : 02/9660699

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006

SCHEDA DI SICUREZZA DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 DATA DI REVISIONE: GENNAIO 2006 SCHEDA DI SICUREZZA UFO ULTRA FINE OIL DATA DI COMPILAZIONE: MARZO 2001 PAGINA: 1 DI 6 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Nome commerciale UFO - ULTRA FINE OIL Identificazione

Dettagli

CIMSA SUD CHIMICA INDUSTRIALE MERIDIONALE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCESS OIL Conforme al regolamento CE n 1907/2006 del 18.12.

CIMSA SUD CHIMICA INDUSTRIALE MERIDIONALE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCESS OIL Conforme al regolamento CE n 1907/2006 del 18.12. 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/MISCELA E DELL IMPRESA 1.1 Identificazione della sostanza o preparato -Tipologia Reach : Miscela -Nome commerciale : PROCESS OIL 32-46-68 1.2 Utilizzo : Olio per usi generali

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina 1 di 5 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Data di stampa: 04.06.2014 Pagina 1 di 6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della sostanza

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome del prodotto: SODIUM ACETATE Solution Nome del corredo: SOLiD(TM) FRAGMENT SEQUENCING BUFFER KIT

Dettagli

Kollant S.p.a. 8204905 - DIREX 7,5 GR

Kollant S.p.a. 8204905 - DIREX 7,5 GR Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 8204905 Denominazione DIREX 7,5 GR Nome chimico e sinonimi Clorpirifos

Dettagli

LIQUIDO ELETTROLITICO

LIQUIDO ELETTROLITICO 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA DITTA 1.1 Identificazione del preparato Nome del prodotto: 1.2 Usi previsti: liquido elettrolitico per marcatura/incisione su metalli 1.3 Identificazione della

Dettagli