650 Impianti consegnati nel 2005 degli oltre realizzati dal Gruppo Garaventa Lift.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "650 Impianti consegnati nel 2005 degli oltre 3.000 realizzati dal Gruppo Garaventa Lift."

Transcript

1

2

3 l azienda Garaventa Coswatt Profilo dell azienda Garaventa Coswatt srl, con sede a Lainate nei pressi di Milano, fa parte del Gruppo Garaventa Lift, uno dei leader mondiali nel settore dell accessibilità. Garaventa Coswatt progetta, produce ed installa, servoscale e piattaforme elevatrici per il superamento delle barriere architettoniche, quali rampe di scale, dislivelli e percorsi di vario tipo, interni ed esterni. Garaventa Coswatt svolge due importanti funzioni all interno del Gruppo Garaventa Lift: - Copertura del mercato Italiano (marketing, vendita, produzione installazione e assistenza); - Produzione per alcuni importanti mercati Europei tra cui Spagna, Portogallo, Francia, Polonia, Croazia. 650 Impianti consegnati nel 2005 degli oltre realizzati dal Gruppo Garaventa Lift. I punti di forza dell azienda: - alta qualità dei prodotti e delle relative finiture, - elevata competenza professionale, - puntualità e rispetto degli impegni, - referenze prestigiose. 1 Garaventa Coswatt in totale sintonia con la politica del Gruppo Garaventa Lift, sviluppa un ambizioso e constante programma di crescita e di consolidamento delle proprie quote di mercato, sempre attenta al rispetto della qualità e dell etica professionale. La soddisfazione dei nostri preziosi clienti resta obbiettivo centrale della nostra missione.

4 sommario LA NOSTRA STORIA... PAG.3 LE OPERE... PAG.5 SERVOSCALA GSL... XPRESS2... PAG.6 PAG.20 PIATTAFORME ELEVATRICI ELVORON... OPAL... Staage Willift... PAG.24 PAG.27 PAG.30 PAG.31 AUSILI Evacu-Trac... PAG.32 2

5 la storia Nel 1928, La Garaventa iniziò a specializzarsi nella costruzione di teleferiche. Nei primi anni di attività si costruivano sistemi per il trasporto di merci, oggi invece prevale la costruzione di funivie per il trasporto di passeggeri. Negli anni 80 la crescente popolarità delle funivie ne fece l obiettivo principale delle nuove strategie della Garaventa. ATTIVITÀ A LIVELLO MONDIALE La continua crescita e l aggiunta di nuovi mercati hanno da sempre contraddistinto la Garaventa. Attraverso le attività delle sue filiali la Garaventa rafforza continuamente la sua posizione nei mercati internazionali. La sede centrale della holding è situata a Goldau, Svizzera. Il gruppo è rappresentato direttamente da dodici società in Svizzera, Italia, Austria, Canada e Stati Uniti. Tutte le società sono indipendenti e sviluppano i loro prodotti in accordo con i rigidi standard qualitativi della casa madre. Per la Garaventa sono altrettanto importanti le cooperazioni internazionali con i licenziatari come Mitsubishi Heavy Industries Ltd., Kawasho/Kawaden (Kawasaki) in Giappone e Hyosung Industries Co. Ltd. in Corea del Sud. GARAVENTA LIFT Nel 1978 la Garaventa iniziò a sviluppare sistemi per l accessibilità (abbattimento delle barriere architettoniche) quali montascale e piattaforme elevatrici, divenendone oggi uno dei più grandi costruttori mondiali. Gruppo Garaventa Lift è il marchio che rappresenta tutte le società del gruppo operanti in questo settore. 3 Con oltre installazioni nel mondo e molti prodotti innovativi, Garaventa possiede la necessaria esperienza per risolvere i più difficoltosi problemi di accessibilità. Garaventa ha concluso molti grandi contratti come Korean Subway System (Sistema Metropolitano di Corea), Santiago Metro, Mexico City Metro e in Italia la Metropolitana Milanese.

6 nel mondo GRUPPO GARAVENTA-LIFT GARAVENTA COSWATT S. r. l. Via Pogliano, 43 IT Grancia di Lainate (MI) Tel Fax GARAVENTA LIFTECH AG Alte Zugerstrasse 15 CH-6403 Küssnacht am Rigi Tel. +41 (0) Fax +41 (0) KLEINDIENST GARAVENTA LIFTE GmbH Zusamstrasse 18 DE Augsburg Tel. +49 (0) Fax +49 (0) GARAVENTA CANADA Ltd A Street CA-Surrey, BC V3W 7B3 Tel Fax KLEINDIENST GARAVENTA - Polska Sp. z o. o. ul. Antonia Vivaldiego 36/5 PL Wroclaw Tel Fax GARAVENTA - ONTARIO DIVISION #41A Barton Street East CA-Stoney Creek, L8E 2K4 Tel Fax GARAVENTA USA - ILLINOIS P.O. Box 818 US-Antioch, Tel Fax GARAVENTA USA - SCITUATE 5 Bound Brook Court US-Scituate, Tel Fax GARAVENTA USA - FLORIDA 3500 N.E. 11th Avenue US-Ft Lauderdale, Tel Fax

7 le opere REFERENZE Elencare alcune tra le più prestigiose ed importanti realizzazioni eseguite in Italia dalla Garaventa Coswatt e in tutto il mondo dal Gruppo Garaventa Lift ITALIA Metropolitana di Milano (72 impianti servoscala) Stazioni dell Ente Ferrovie dello Stato Castello Sforzesco Milano Politecnico di Milano Museo delle Pietre Dure Firenze Ponti di Venezia Basilica di S. Marco Venezia Show Room Trussardi Milano Negozi Mc Donald s - Italia EUROPA Basilica del Sacro Cuore di Parigi (F) Universitèà di Kassel (D) Cattedrale di Mosca (RUSSIA) Stadio Santiago Bernabeu - Madrid (E) 10 - Downing Street (GB) Museo e Biblioteca di Kirchen (CH) RESTO DEL MONDO Casa Bianca - Washington D.C. (USA) Metrò Seoul (KOREA del SUD) Metrò Citta del Messico (MESSICO) Metrò Toronto + Montreal (CANADA) Metrò Shanghai (CINA) 5

8 Gsl CARATTERISTICHE GENERALI DEL SERVOSCALA GSL PREMESSA La qualità è parte integrante della filosofia del prodotto. Tutte le parti dell impianto, in costante evoluzione, vengono progettate e realizzate all insegna della semplicità e della qualità. ELEMENTI PRINCIPALI DELL IMPIANTO Il servoscala è costituito principalmente da tre elementi: servoscala Gsl IL VEICOLO LE GUIDE IL GRUPPO DI TRAINO IL VEICOLO Il veicolo è costituito da un elemento portante (spalliera) e da una piattaforma richiudibile. La spalliera è ancorata alle guide mediante due carrelli. La distanza tra i due carrelli conferisce elevata stabilità di marcia. Il veicolo può essere una semplice pedana con seggiolino, oppure una piattaforma di dimensioni idonee al trasporto di persona disabile su sedia a rotelle. PIATTAFORMA APERTA 6 IL SEGGIOLINO (OPTIONAL) PERMETTE IL TRASPORTO DI PERSONE SEDUTE

9 7 servoscala Gsl Le piattaforme, non gravate dal peso e dall ingombro del motore a bordo, possono avere dimensioni estremamente compatte e capacità di carico superiori alla media di mercato. Sia nella versione con solo seggiolino che nella versione con piattaforma, il veicolo è richiudibile per ridurre il suo ingombro quando non è utilizzato. Durante la corsa del veicolo vengono attivati i dispositivi di sicurezza che, in caso di urto contro eventuali ostacoli, bloccano istantaneamente il suo movimento. LE GUIDE I due tubi guida, che costituiscono il tracciato di percorso del veicolo, sono posizionati ed accoppiati ad una distanza verticale di 600 mm, seguono l andamento della scala (interna o esterna) ed ospitano il sistema di trazione (vedi paragrafo sotto). I tubi guida possono essere ancorati direttamente al muro, su pilastrini fissati ai gradini, oppure su montanti all interno dell occhio della scala Il tubo superiore ha funzione di corrimano ed il sistema guidepilastrini può sostituire la tradizionale ringhiera della scala. FORTE INCLINAZIONE PIATTAFORMA CHIUSA GUIDA CORRIMANO

10 PIATTAFORM A CON SEGGIOLINO EGRUPPO DI TRAINO COMPATTO. servoscala Gsl IL GRUPPO DI TRAINO Il sistema trainante è composto dal gruppo di traino (motoriduttore) e da due funi raccordate, una di traino ed una di supporto. Le funi restano centrate all interno dei tubi guida, mediante l applicazione di: sfere in Ertalon* per la fune di traino conetti a forma di fungo, sempre in Ertalon*, per la fune di supporto. 8 *materiale con elevata resistenza meccanica e basso coefficiente d attrito.

11 ELEMENTI DISTINTIVI DEL SERVOSCALA GSL 9 servoscala Gsl ESTETICA Design semplice e snello, molto discreto con linee essenziali. Finitura molto elegante eseguita con verniciatura a polveri elettrostatiche. Possibilità di colorazioni a richiesta. Ambientazione ben integrabile con le situazioni architettoniche esistenti. Ingombro ridottissimo grazie all assenza del sistema di traino (motore) a bordo del veicolo. AFFIDABILITÀ E DURATA La semplicità costruttiva del sistema in tutte le sue parti, garantisce all impianto un elevato grado di funzionalità rendendo quasi nulle le anomalie ed i conseguenti fermi macchina. La grande esperienza maturata dal Gruppo Garaventa, permette di affermare con la massima certezza, che gli impianti mantenuti in esercizio correttamente, hanno una durata pressoché illimitata. SICUREZZA L impianto rispetta rigorosi requisiti di sicurezza e risponde agli Standard Europei e Mondiali. La fune di supporto in azione combinata con il sistema limitatore di velocità (paracadute), permette l arresto del veicolo in caso di aumento imprevisto della velocita di discesa. Questo assieme garantisce all utilizzatore la massima sicurezza lungo tutto il percorso. Ulteriore tutela è garantita tramite l impiego di due carrelli adeguatamente distanziati tra loro che conferiscono la massima stabilità del veicolo mobile in ogni situazione di carico e di pendenza. La ricerca della sicurezza si estende anche agli abituali fruitori della scala, infatti le guide hanno funzione di corrimano ed in esse non v è presenza di parti meccaniche e conduttori elettrici. VENEZIA: UN SOLO IMPIANTO SALE E SCENDE IL PONTE.

12 APPROFONDIMENTI TECNICI 10 servoscala Gsl Corpo macchina Struttura portante in acciaio, verniciata RAL 7030 (come il binario guida), barre di sicurezza lato discesa/salita, barre in posizione di riposo raccolte all interno della pedana. Due carrelli di scorrimento per la stabilità del veicolo. Comando salita-discesa a uomo presente, pulsante di stop emergenza, a richiesta pulsantiera estraibile per accompagnatore. L impianto è completo di pulsantiere (con chiave di abilitazione rimovibile) di chiamata e rimando ai piani di partenza e arrivo. Gruppo motore Motore autofrenante posto alla estremità superiore della guida, tensione trifase 400V o monofase 230V. Trasmissione del movimento di traino mediante riduttore a vite senza fine. Fune di traino con bilie sferiche in ertalon antiusura con coefficiente di sicurezza 12. Fune di sicurezza con coni in ertalon antiusura per l azionamento del paracadute. Sistema di sicurezza (paracadute) ad intervento automatico e progressivo per il blocco della piattaforma, in caso di aumento della velocità o in caso di rottura della fune di traino. Piattaforma In profili d acciaio con piano di calpestio antiscivolo, adibita per l uso di persona in carrozzina, seduta o in piedi. Ribaltamento della piattaforma con molla di compensazione del peso e ammortizzatore a gas per terminare l apertura/chiusura. Ripiegamento della pedana sincronizzata con la chiusura verso il basso delle barre di sicurezza. Bandelle mobili di raccordo ai piani, con funzione di antiurto. Sistema che assicura l orizzontalità e la distanza costante dell impianto dalla scala e pianerottoli. Sedile integrato (su richiesta) per consentire l utilizzo alle persone sedute. DIMENSIONI DELLE PIATTAFORME 520 mm x 600 mm (solo seggiolino) 640 mm x 680 mm 700 mm x 750 mm standard 800 mm x 800 mm 800 mm x 900 mm Disponibili su richiesta altre misure.

13 11 servoscala Gsl GRUPPO DI TRAINO PER IMPIANTI FINO A 3 RAMPE. GRUPPO DI TRAINO (DETTAGLIO).

14 PER PERCORSILUNGHI. servoscala Gsl Disposizione dell impianto, ancoraggi e finiture La guida può essere installata sia sul lato interno della scala (lato ringhiera) sia sul lato esterno. Le soluzioni di fissaggio principali sono quattro: A PARETE/MURO A GRADINO A ZOCCOLO NELL OCCHIO DELLA SCALA COMBINAZIONE DELLE SOLUZIONI. L impianto ha finiture diverse in funzione del luogo d installazione: - All interno: le guide e gli ancoraggi sono verniciati con polveri epossidiche (RAL 7030). - All esterno: le guide e gli ancoraggi sono zincati a caldo. Il veicolo è corredato di telo protettivo impermeabile. Tubi Guida Ingombro da 110 a 170 mm, secondo il tipo di fissaggio richiesto. La guida di scorrimento, con funzione di corrimano, composta da due tubi in acciaio verniciato (RAL 7030), diametro 50 mm, paralleli e distanziati tra loro 600 mm segue l andamento della scala e di eventuali pianerottoli. 12 Prestazioni principali Pendenza superabile: Da 0 a 72 Larghezza scale percorribili: da un minimo di 840 mm Portata: fino a 250 kg Rispondenza alle normative DM 236 del 14/06/ UNI Direttiva Macchine 98/37 CEE

15 ESEMPI DI FISSAGGIO DELL IMPIANTO GSL Nelle foto vediamo le soluzioni di fissaggio più utilizzate. A ZOCCOLO NELL OCCHIO DELLA SCALA (con lunghi montanti che irrigidiscono e rendono più solida la scala). A GRADINO FISSAGGIO A ZOCCOLO 13 servoscala Gsl APARETE/MURO Le soluzioni presentate sono spesso usate in abbinata. La guida può essere installata sia sul lato interno della scala (lato ringhiera) sia sul lato esterno. RAMPE STRETTE CON PÈDOCA. FISSAGGIO NELL OCCHIO SCALA

16 14 servoscala Gsl FISSAGGIO NELL OCCHIO SCALA

17 FISSAGGIO A GRADINO 15 servoscala Gsl FISSAGGIO A MURO

18 16 servoscala Gsl IL SERVOSCALA GSL consente di superare agevolmente scale e dislivelli impegnativi quali: Scale a chiocciola. Scale di ridottissima larghezza Scale a pie d oca Pendenze da 0 fino a 72. Percorsi molto lunghi, oltre 70 m (prestazioni possibili con l utilizzo di gruppi traino di differenti potenze). Percorsi con cambi di inclinazione e con 0 di pendenza Percorsi misti con curve positive (interne) e negative (esterne) nello stesso tracciato. INOLTRE IL SERVOSCALA GSL: occupa spazio ridotto alla partenza. non sacrifica la portata massima di 250 kg in relazione alla pendenza e alla dimensione della piattaforma. garantisce massima silenziosità di marcia, dolcezza di avvio, movimento e arresto con il sistema di controlloelettronico. mantiene costanti le sue caratteristiche ed il suo standard qualitativo in ogni situazion e condizione ambientale:luoghi molto soleggiati e caldi, località montane con livelli di temperatura molto bassi e presenza di neve, località marine soggette alla corrosione della salsedine ed anche l arrivo della pioggia non compromettono minimamente il funzionamento dell impianto. ESTETICA ESTREMAMENTE PIACEVOLE. MONEGLIA (LIGURIA) STABILIMENTO BALNEARE. SCALE A CHIOCCIOLA.

19 GRANDE QUALITÀ ED ALTE PRESTAZIONI ANCHE NEI PERCORSI PIÙ COMPLESSI. 17 servoscala Gsl SERVOSCALA IN SPAZI ANGUSTI: SCALA A CHIOCCIOLA. LA STESSA PIATTAFORMA CONSENTE ANCHE IL TRASPORTO DI PERSONE IN CAROZZINA. IMPIANTO INSTALLATO A FUCECCHIO (FI). QUESTO DISEGNO TECNICO ESPRIME LA GRANDE VERSATILITÀ DEL SERVOSCALA GSL ANCHE DI FRONTE A PROVE TECNICAMENTE MOLTO COMPLESSE. CAMBI DI PENDENZA E TRATTI ORRIZONTALI CON FISSAGGIO A GRADINO.

20 CURVA NEGATIVA SU PÈDOCA. 18 servoscala Gsl PERCORSO CON CURVA ARAGGIO VARIABILE. CURVA NEGATIVA (IL VEICOLO PERCORRE LA CURVA ALL INTERNO) A GRANDE RAGGIO, CON ANDAMENTO A SPIRALE E STABILIZZAZIONE ORIZZONTALE (TUBO STABILIZZATORE CENTRALE). SCALE INTERNE CON PIÙ RAMPE

21 LUNGHI PERCORSI ESTERNI IMPIANTI DI LUNGHEZZA OLTRE 70 METRI, CON INCLINAZIONI FINO A 72 E TRACCIATI PARTICOLARMENTE TORTUOSI 19 servoscala Gsl CAMOGLI (GE). IMPIANTO ESTERNO LUNGO CIRCA 50 METRI, CON CURVE (ANCHE NEGATIVE) ECAMBI DI PENDENZA

22 Xpress2 servoscala Xpress2 Servoscala Xpress2 per scale rettilinee Il servoscala rettilineo GARAVENTA Xpress 2 è stato progettato per il superamento di singole rampe di scale. Xpress 2 offre una soluzione sicura, affidabile e a basso costo per l accessibilità. L installazione di questo servoscala, nella maggior parte dei casi, non richiede modifiche alle strutture esistenti. Quando una rampa di scala rettilinea crea problemi di accessibilità, Xpress 2 è la soluzione. Costruito con la qualità e l affidabilità che contraddistinguono i prodotti GARAVENTA, questo servoscala, dall attraente aspetto estetico, è lo strumento ideale per le scale rettilinee. 20 XPRESS 2: L IMPIANTO È FISSATO A MURO, IL SEGGIOLINO (OPTIONAL)PERMETTE IL TRASPORTO DI PERSONE SEDUTE.

23 CONFIGURAZIONE STANDARD Piattaforma, rampe e barre di sicurezza automatiche. Apertura/chiusura della piattaforma con singolo impulso. Chiave di abilitazione comandi. Fondello sensibile sotto la piattaforma e rampe sensibili (salita e discesa). Manovra manuale d emergenza. Piattaforma chiusa dal profilo ridotto (ingombro minimo sulla scala). OPTIONAL Seggiolino pieghevole. Rampa di accesso laterale. Pulsantiera per accompagnatore. Corrimano per il passeggero. Segnalazione di impianto rotto. 21 Xpress2 servoscala XPRESS 2. L IMPIANTO È FISSATO A GRADINO.

24 SPECIFICHE TECNICHE DIMENSIONI DELLA PIATTAFORMA: Standard Optional 750mm x 900mm Portata utile: 225 kg Velocità: 4m/min. Comandi: con chiave di abilitazione e pulsanti di direzione luminosi (comando ad uomo presente) Motore: 0,55 kw. Alimentazione: 230 v 50 Hz monofase (linea dedicata da 10A). 675mm x 1000mm 725mm x 1000mm 750mm x 900mm 800mm x 1000mm 800mm x 1220mm Trasmissione: pignone e cremagliera. Manovra di emergenza: mediante volantino ad azionamento manuale. Guide: in estruso di alluminio anodizzato colore Champagne con cremagliera zincata integrata. Controllo di sicurezza della velocità: paracadute di sicurezza per l immediato arresto meccanico ed elettrico del veicolo in caso di aumento della velocità di discesa. Tempi di consegna: l impiego di componenti standard a magazzino, permette la pronta consegna degli impianti servoscala. 22 Xpress2 servoscala

25 XPRESS 2. ELEGANTE, FUNZIONALE E TECNOLOGICAMENTE AVANZATO. Alcuni esempi di installazione con diversi utilizzi: persone con carrozzina o sedute. 23 servoscalaxpress2

26 piattaforme elevatrici Elvoron Elvoron Elvoron PIATTAFORMA ELEVATRICE IDRAULICA L impianto è costituito sommariamente da una centralina e da un pistone idraulico, dalle guide di scorrimento, da una cabina chiusa senza porta, da elementi di sicurezza a norma, da porte semiautomatiche di piano e da pulsantiere di chiamata ai piani. Normalmente installata in vano predisposto in muratura, può anche essere installata in un vano metallico (castelletto), rivestito esternamente con pannellature di lamiera finemente verniciata, o con vetri stratificati. PIATTAFORMA ELEVATRICE ELVORON, INSTALLATA IN STRUTTURA METALLICA (CASTELLETTO). 24

27 La corsa massima realizzabile è di 14,6 m, e sono 6 le fermate possibili A differenza dei tradizionali "ascensori", la piattaforma elevatrice oltre ad avere una velocità ridotta (0,15 m/s) funziona con comando ad "uomo presente", ovvero è necessario mantenere premuto costantemente il pulsante di salita o discesa durante la marcia. Diverse dimensioni di cabina consentono di poter collocare l impianto anche in spazi molto contenuti, senza dover eseguire grosse modifiche alla struttura. Altri dati rilevanti da evidenziare sono, le ridotte dimensioni di profondità della fossa (alla base dell impianto) e di altezza della testata, questa necessaria alla cabina per raggiungere la fermata all ultimo piano. 25 piattaforme elevatrici Elvoron ELVORON. LA PIATTAFORMA ELEVATRICE SCORRE ALL INTERNO DI UN VANO IN MURATURA

28 ELVORON. INSTALLAZIONE IN ESTERNO CON CASTELLETTO TAMPONATO IN VETRO. piattaforme elevatrici Elvoron ELVORON. UN DETTAGLIO DELLA PORTA PANORAMICA. ELVORON IN STRUTTURA METALLICA TAMPONATA IN VETRO CON L ACCESSO ALL INTERNO. 26

29 Opal Opal PIATTAFORMA ELEVATRICE PER DISLIVELLI FINO A 2 METRI. OPAL e' una piattaforma elevatrice per ambienti interni ed esterni, particolarmente adatta al superamento di dislivelli non superiori a 2 metri. OPAL e' stata pensata e realizzata come struttura modulare per ridurre al minimo i tempi di consegna ed installazione. Nella sua configurazione standard e' sempre pronta e disponibile a magazzino. OPAL puo' essere installata in appoggio a terra senza alcuna opera muraria, oppure installata in una fossa poco profonda per rendere piu' agevole l'accesso al piano di carico. piattaforme elevatrici Opal OPAL e' costituita da due guide di scorrimento integrate in una struttura auto-portante in alluminio anodizzato color bronzo, da un pianale in acciaio con superficie antiscivolo delimitata da pannelli di protezione in acciaio e da una portina di accesso a chiusura automatica. 27 OPAL. CLASSICA INSTALLAZIONE IN ESTERNO.

30 piattaforme elevatrici Op OPAL. PARTICOLARE INTERNO CABINA OPAL viene fornita con un cancelletto di protezione da inserire nel parapetto esistente per lo sbarco alla fermata superiore. L'innovativo sistema di sollevamento a vite senza fine, oltre a garantire una maggiore tutela dell'ambiente, offre un funzionamento sicuro e affidabile anche nelle installazioni esterne e in qualsiasi condizione climatica. Aplicazioni: Adatto per installazioni interne ed esterne, in edifici pubblici (scuole, chiese, etc.) e costruzioni private. Caratteristiche Standard: Piattaforma Standard- 867mm x 1237 mm (dimensione netta). Cancelletti sbarco superiore ed inferiore con chiusura interna. Pulsante di STOP illuminato e con segnalazione acustica. Chiave di abilitazione sulle pulsantiere di chiamata e a bordo della piattaforma. Movimento della piattaforma con vite senza fine. Fondello di sicurezza. Ingresso ed uscita opposti. Corrimano su pannello laterale. Pulsanti salita e discesa di facile uso. Caratteristiche Optional: Ingresso adiacente (a 90 ) disponibile solo con piattaforma grande- 1104mm x 1485mm (dimensione netta). Apertura motorizzata per cancelletti. Serratura elettromeccanica. Rampa di imbarco automatica sulla piattaforma (raccordo dislivello terreno/piattaforma). Interruttore generale. SPECIFICHE TECNICHE Piattaforma: Dimensioni standard 867mm x 1237mm (dimensioni nette) ingressi/uscite opposti. 28 Portata: 340 kg Movimento con vite senza fine: Movimento motore 0.50 kw. Vite senza fine da 1 Velocità 2.7m/min.

31 Linea di alimentazione: La tensione di alimentazione è 230V, 50 HZ con linea di alimentazione dedicata 20 A. Finiture: I pannelli di lamiera in acciaio e la struttura sono verniciati a polveri elettrostatiche con finitura satinata di colore grigio (RAL 7030). I pannelli dei cancelletti, delle pareti ed il supporto verticale, sono in alluminio anodizzato color champagne. piattaforme elevatrici Opal INGHILTERRA: L INSTALLAZIONE DELLA PIATTAFORMA OPAL NEL PRESTIGIOSO STADIO DEL TENNIS A WIMBLEDON. 29

32 Staage 44 Staage 44 PIATTAFORMA ELEVATRICE SU RUOTE PER DISLIVELLI FINO A 110 cm. E 340 kg. DI PORTATA. Staage 44, su ruote, è in grado di risolvere problemi di accessibilità con molta flessibilità. piattaforme elevatrici Staage44 ALLUMINIO ESTRUSO ANODIZZATO COLOR CHAMPAGNE, UTILIZZABILE ANCHE ALL ESTERNO PORTA D INGRESSO: (CON CHIUSURA AUTOMATICA) PESO DELLA MACCHINA 73 KG. RAMPA DI ACCESSO AUTOMATICA 30 DATI TECNICI STAAGE 44 Alimentazione: 230V Dimensione piattaforma: 867mm X 1237mm Potenza del motore: 0,5kw Velocità: 2,7 metri/minuto

33 piattaforme elevatrici Willif Willift Willift LA PIATTAFORMA ELEVATRICE AD AZIONAMENTO MANUALE. WILLIFT e' una piattaforma elevatrice manuale studiata per il superamento di piccoli dislivelli. WILLIFT ha una base di appoggio ampia che garantisce un'ottima stabilita' ed e' dotato di dispositivi di sicurezza, quali: Freno automatico in caso di rottura della fune di sollevamento Freno automatico (su tutte le ruote) al rilascio della barra di manovra Totale visibilita' della piattaforma di carico per manovre sicure. FLESSIBILITÀ D USO FACILE DA USARE PORTATA 250 kg. DISLIVELLO SUPERABILE MAX 110 cm. WILLIFT-LIFT PRONTO PER IMBARCARE. DIMENSIONI PIATTAFORMA 840mm x 1200mm IMBARCO SULLA CARROZZA FERROVIARIA. SUPERAMENTO DI PICCOLI DISLIVELLI. SUPERAMENTO DI UNA CORTA RAMPA DI SCALE. 31

34 ausili Evacu-trac Evacu-trac DISPOSITIVO CINGOLATO A DISCESA CONTROLLATA PER L EVACUAZIONE RAPIDA, DI PERSONE CON DIFFICOLTÀ MOTORIE TEMPORANEE O PERMANENTI. In caso di necessità, si trasferisce il passeggero dalla sedia a rotelle (nel caso di persona in carrozzina) all'evacu-trac. Il passeggero, una volta posizionato, viene assicurato all'apparecchio per mezzo di tre fasce che lo avvolgono all'altezza del petto, dell'addome e della parte bassa degli arti inferiori. Il veicolo e' poi accompagnato sulla scala per iniziare l'operazione di discesa. EVACU-TRAC e' molto semplice nel suo utilizzo, confortevole per il passeggero ed estremamente sicuro. Il suo peso e' molto ridotto ed è facile da manovrare anche in scale strette. EVACU-TRAC permette a chiunque di evacuare con facilità anche persone di taglia robusta. EVACU-TRAC e' fornito (a richiesta) di un Armadietto di Custodia, creato per contenere un singolo apparecchio, le istruzioni d'uso ed e' inoltre provvisto di una fascia di rilascio veloce, per rimuovere l'evacu-trac durante un'emergenza. 32

35

36 le coordinate GARAVENTA COSWATT S. r. l. Via Pogliano, Grancia di Lainate (MI) T el F ax

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio 2 3 4 Tipo 10 e Tipo 15 Affidabilità per i centri commerciali Appositamente studiati per i centri commerciali, i

Dettagli

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06 DESCRIZIONE IMPIANTO MOD. DP03 Sistema per il parcheggio di autoveicoli a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche con tre piattaforme singole sovrapposte idonee a parcheggiare in modo indipendente

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA.

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTEM nasce nel 1984 come azienda sotto casa, occupandosi principalmente della realizzazione di impianti elettrici e di installazione e motorizzazione di

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture LINEE GUIDA RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE DA PREDISPORRE NEGLI EDIFICI PER L ACCESSO, IL TRANSITO E L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE IN QUOTA IN CONDIZIONI DI SICUREZZA Aprile 2007

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata

Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata IT www.ditecentrematic.com Automazioni progettate per ambienti specialistici. Ditec Valor H, nella sua ampia gamma, offre

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE AMBIENTE LAVORO 15 Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BOLOGNA - QUARTIERE FIERISTICO 22-24 ottobre 2014 Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote Opere Provvisionali Linee guida per il montaggio e smontaggio di ANVVFC,, Presidenza Nazionale, dicembre 2008 pag 1 Il DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 (Pubblicato sulla G.U del 30 aprile 2008)

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

La manovra manuale di ritorno al piano. Ing. Raffaele Sabatino 1

La manovra manuale di ritorno al piano. Ing. Raffaele Sabatino 1 La manovra manuale di ritorno al piano Ing. Raffaele Sabatino 1 La manovra manuale di ritorno al piano D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162 (Regolamento recante norme per l'attuazione della direttiva 95/16/CE

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

un concentrato di tecnologia all avanguardia

un concentrato di tecnologia all avanguardia un concentrato di tecnologia all avanguardia VIP Class L emozione viaggia su due livelli. Nel 1967 NEOPLAN ideò la gamma degli autobus turistici a due piani che ha aperto la strada ad una storia di successo

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Misure di prevenzione e protezione collettive e individuali in riferimento al rischio di caduta dall alto nei cantieri edili A cura dei Tec. Prev. Mara Italia, Marco

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it SCALE PER LA SOFFITTA 2011 www.fakro.it 1 Scala rientrante da soffitta Rende l accesso alla soffitta più facile e sicuro senza la necessità di realizzare scale stabili con conseguente notevole risparmio

Dettagli

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 BORA Professional BORA Classic BORA Basic Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 Progettazione d avanguardia Aspirazione efficace dei vapori nel loro punto d origine BORA Professional Elementi da

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Misura di portata Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Scheda tecnica WIKA FL 10.05 FloTec Applicazioni Produzione di petrolio e raffinazione Trattamento

Dettagli

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera Diffusore a pavimento modello SOL per convezione libera Indice Campo di impiego... 5 Panoramica sui prodotti.... 6 Descrizione dei prodotti Modello SOL96... 8 Modello SOL... 9 Modello SOL...10 Modello

Dettagli

Mod. Il rivoluzionario ammodernamento per il tuo Ascensore

Mod. Il rivoluzionario ammodernamento per il tuo Ascensore Mod Il rivoluzionario ammodernamento per il tuo Ascensore DIAMO VALORE AL VOSTRO EDIFICIO u v x OTIS presenta l ammodernamento con una tecnologia innovativa ad alta efficienza energetica u w v Azionamento

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente

Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente tel. 055.32061 - fax 055.5305615 PEC: arpat.protocollo@postacert.toscana.it p.iva 04686190481 Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente Guida pratica per le informazioni sulle fasce

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

TECHNICALINFO. I veicoli LEITNER

TECHNICALINFO. I veicoli LEITNER TECHNICALINFO I veicoli LEITNER I veicoli LEITNER Comodi, stabili al vento, a richiesta riscaldati I progettisti LEITNER, nello sviluppo dei veicoli, considerano sempre come massima priorità il comfort

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0 1 ) Un veicolo che viaggia inizialmente alla velocità di 1 Km / h frena con decelerazione costante sino a fermarsi nello spazio di m. La sua decelerazione è di circa: A. 5 m / s. B. 3 m / s. C. 9 m / s.

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson:

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: 50Z3 75Z3 Liberatevi: Escavatore Zero Tail Wacker Neuson. Elementi Wacker Neuson: Dimensioni compatte senza sporgenze. Cabina spaziosa e salita comoda. Comfort migliorato

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro ElEvata sicurezza - Catenaccio laterale

Dettagli

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg.

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg. Spingete per 4 secondi una slitta dove si trova seduta la vostra sorellina. Il peso di slitta+sorella è di 40 kg. La spinta che applicate F S è in modulo pari a 60 Newton. La slitta inizialmente è ferma,

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

percorso fatto sul tratto orizzontale). Determinare il lavoro (minimo) e la potenza minima del motore per percorrere un tratto.

percorso fatto sul tratto orizzontale). Determinare il lavoro (minimo) e la potenza minima del motore per percorrere un tratto. Esercizio 1 Una pietra viene lanciata con una velocità iniziale di 20.0 m/s contro una pigna all'altezza di 5.0 m rispetto al punto di lancio. Trascurando ogni resistenza, calcolare la velocità della pietra

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

(Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione).

(Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione). (Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione). CIRCOLARE N 4 del 1 MARZO 2002 OGGETTO: Linee guida per

Dettagli

LA DINAMICA LE LEGGI DI NEWTON

LA DINAMICA LE LEGGI DI NEWTON LA DINAMICA LE LEGGI DI NEWTON ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. GIANLUIGI TRIVIA 1. La Forza Exercise 1. Se un chilogrammo campione subisce un accelerazione di 2.00 m/s 2 nella direzione dell angolo formante

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare.

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M & Era MH I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M Motore tubolare ideale per tende e tapparelle con

Dettagli

Schindler 3400 Con o senza torrino. Flessibilità nella progettazione, più spazio alle vostre idee. Ascensori Schindler

Schindler 3400 Con o senza torrino. Flessibilità nella progettazione, più spazio alle vostre idee. Ascensori Schindler Con o senza torrino. Flessibilità nella progettazione, più spazio alle vostre idee. Ascensori Schindler Flessibilità Lo è sinonimo di flessibilità. Questo ascensore è stato concepito in modo tale da consentire

Dettagli

Efficienza, comfort, e semplicità

Efficienza, comfort, e semplicità UM UM Efficienza, comfort, e semplicità La gamma UM offre diffusori con tecnologia MesoOptics. I vantaggi di questa tecnologia (altissima efficienza e distribuzione grandangolare della luce) uniti ad un

Dettagli

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni CADUTE In sicurezza ad ogni passo upi Ufficio prevenzione infortuni Andare a fare la spesa, montare una lampadina stando su una scala portatile, fare le scale: sono attività che svolgiamo comunemente ogni

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Enrico Bernardi e Michele Cannata www.anticaduta.com* Le necessità di manutenzione oppure di accesso a vario titolo ad una coperutra determinano importanti problemi

Dettagli

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa Trasmissione del suono attraverso una parete Prof. ng. Cesare offa W t W i scoltatore W r orgente W a La frazione di energia trasmessa dalla parete è data dal fattore di trasmissione t=w t /W i. Più spesso

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003

Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003 Cadute dall alto Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003 ATTUA la direttiva 2001/45/CE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e di salute per l'uso delle attrezzature di

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Una casa su misura. Domande e risposte per migliorare l accessibilità domestica. A cura di Devis Trioschi

Una casa su misura. Domande e risposte per migliorare l accessibilità domestica. A cura di Devis Trioschi Una casa su misura Domande e risposte per migliorare l accessibilità domestica A cura di Devis Trioschi Fisioterapista Centro Regionale Ausili di Bologna È un iniziativa Regione Emilia Romagna Programma

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro.

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro. 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042 TRASPORTATORI LEGGERI Non è saggio pagare troppo. Ma pagare troppo poco è peggio. Quando si paga troppo si

Dettagli

Manuale dell'operatore

Manuale dell'operatore Manuale dell'operatore con informazioni sulla manutenzione Second Edition Fifth Printing Part No. 82785IT CE Models Manuale dell operatore Seconda edizione Quinta ristampa Importante Leggere, comprendere

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. Questa è la visione di Solcrafte per il futuro. La tendenza in aumento ininterrotto, dei

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE DI PREVENZIONE INCENDI Analisi di rischio e individuazione delle misure di sicurezza equivalenti. Individuazione delle misure di prevenzione e/o di protezione che permettono

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

RISCHIO CADUTA DALL ALTO

RISCHIO CADUTA DALL ALTO MICHELE SANGINISI RISCHIO CADUTA DALL ALTO DAI PONTEGGI METALLICI FISSI @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on line: filodiretto con gli autori le

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli