VIVERE LA DISABILITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VIVERE LA DISABILITÀ"

Transcript

1 CITTÀ DI IMOLA URP/Informacittadino Referente: D.ssa Roberta Giacometti Tel.0542/ Fax 0542/ VIVERE LA DISABILITÀ GUIDA A SERVIZI, CONTRIBUTI, OPPORTUNITÀ PER LE PERSONE DISABILI La normativa, la realtà territoriale, i contributi possibili, ecc. sono in continua evoluzione e pertanto è opportuno VERIFICARE SEMPRE le informazioni riportate in questo opuscolo, che potrebbero non essere complete o aggiornate. Recapiti e indirizzi sono riportati in ultima pagina. Si ricorda che questa guida è pubblicata nel sito comunale alla sezione Temi /Diversamente abili PROGETTO COMUNALE ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE Consulenza, collaborazione e supporto alla Giunta e agli uffici in materia di abbattimento barriere architettoniche: referente Dott. Matteo Sabbatani riceve per appuntamento in via Cogne 2-1 piano tel Nell ambito di questo progetto alla sezione è disponibile l elenco delle strutture e servizi pubblici con riferimento alla presenza o meno di barriere architettoniche. Ci scusiamo anticipatamente per tutti gli errori e le omissioni che possono essere presenti in testi, recapiti ed indirizzi vari, errori che preghiamo di voler gentilmente segnalare a URP/Informacittadino via Appia 5, tel , fax

2 SOMMARIO INVALIDITÀ ED HANDICAP GRAVE: invalidità civile; riconoscimento dell handicap INTERDIZIONE E TUTELA IL DIRITTO A VOTARE PROVVIDENZE ECONOMICHE: assegno mensile o pensione per invalidità civile; indennità di accompagnamento; pensione di inabilità; assegni familiari, indennità di frequenza; assegno di incollocabilità; rendita diretta per inabilità permanente e indennizzo per menomazione della integrità psicofisica e conseguenze patrimoniali. IL DIRITTO ALLO STUDIO: trasporto gratuito, personale di sostegno, agevolazioni o esenzioni rette e tasse scolastiche DICHIARAZIONE E AUTOCERTIFICAZIONI IL LAVORO: collocamento mirato; permessi lavorativi per familiari o per persone con handicap LAVORI E CONTRIBUTI PER IL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE ASSISTENZA SANITARIA E SOCIALE: esenzione del ticket-assistenza e sanitarie varie; interventi assistenziali; assistenza infermieristica domiciliare; ausili protesi e presidi sanitari; cure odontoiatriche e protesiche; cure termali; indennizzo per malattie da contagio; strutture residenziali; riabilitative; centri diurni CIRCOLAZIONE, SOSTA E TRASPORTI: contrassegno speciale per la libera circolazione; area pedonale del centro di Imola;accessi video controllati; buoni taxi; tariffe agevolate ATC; parcheggi gratuiti per disabili; patenti di guida speciali; acquisto mezzi di trasporto agevolati VIAGGI IN AUTO, TRENO, AEREO, TRASPORTO PUBBLICO,TAXI AGEVOLAZIONI FISCALI E STATALI: figli a carico; veicoli; eliminazione barriere architettoniche; spese mediche; ausili e sussidi tecnici e informatici; bonus bebè; successioni e donazioni a favore di disabili gravi CONTRIBUTI E AGEVOLAZIONI VARIE: ICI Imposta comunale sugli immobili; tariffa rifiuti; agevolazione consumi elettrici e gas; VOLONTARIATO E SERVIZI VARI: farmaci a domicilio; telesoccorso; servizio podologico; aiuti ANT. INIZIATIVE PER IL TEMPO: parchi cittadini; attività motoria, sportiva e riabilitativa; iniziative culturali e per il tempo libero; corsi di musicoterapia; orti per anziani e invalidi; centri a sostegno della domiciliarità. ALCUNE INFORMAZIONI SPECIFICHE PER PARTICOLARI TIPI DI HANDICAP: sordi e sordi preverbali; ciechi; sindrome di Down; Demenza senile; Alzheimer; mielolesione, autismo, sclerosi multipla, talassemia, malati in stato vegetativo. ORGANISMI DI TUTELA e ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA Tabella con alcune percentuali di invalidità e relativi diritti e benefici

3 2 A livello generale si evidenzia che la persona invalida, a seconda della sua specifica condizione, può beneficiare ad es. di: iscrizioni liste del collocamento obbligatorio, assegno mensile, pensione di inabilità, indennità di accompagnamento; protesi, ortesi ed ausili, congedo per cure, esenzione dai ticket sanitari, indennità di frequenza per i figli minori. Possono essere dichiarati invalidi civili: i soggetti di età compresa tra i 18 e i 65 anni, affetti da minorazioni congenite o acquisite, anche progressive, comprese le irregolarità psichiche e le insufficienze sensoriali e funzionali, che abbiamo una permanente riduzione della capacità lavorativa in misura superiore a 1/3, gli ultrasessatacinquenni ed i minori di 18 anni, affetti dalle stesse minorazioni di cui sopra, con difficoltà persistenti a svolgere compiti e funzioni normali per la loro età I soggetti con minorazioni originate a causa di guerra, di servizio, di lavoro ecc se non specificatamente riconosciute ed indennizzate, possono essere valutate ai fini del riconoscimento dell invalidità civile. Sono considerati invalidi civili anche i ciechi civili ed i sordomuti. INVALIDITA ED HANDICAP GRAVE Dal 2010 le domande di disabilità per il riconoscimento dello stato invalidante e dell handicap vanno presentate on line all INPS e non più alle Ausl (L.102/2009). E possibile presentare domanda anche tramite i Patronati. La domanda per i minori e per chi non è scritto all anagrafe INPS va richiesta direttamente all INPS presentando la carta di identità. L invalidità civile: La domanda on line all INPS va presentata su richiesta sempre on line del medico di base (30 giorni di tempo per l invio on line). L INPS la inoltrerà all Ausl del Comune di residenza per il riconoscimento dell invalidità civile, della cecità civile, del sordomutismo, per patologie oncologiche ecc. e per la valutazione dell handicap (L. 104/1992). Queste patologie NON devono derivare da cause di guerre o infortunio sul lavoro. Le persone disoccupate con il grado di invalidità previsto, possono chiedere al Centro per l Impiego l iscrizione alla graduatoria provinciale per l avviamento al lavoro degli invalidi. Col 100% di invalidità e il riconoscimento del diritto all indennità di accompagnamento, che può essere concessa anche temporaneamente e per brevi periodi, si riceverà l assegno di accompagnamento attribuito dalla Regione tramite l INPS. Riconoscimento dell handicap: La Legge 104/1992, permette di richiedere riconoscimento dell handicap, che può essere semplice o grave. Per avere diritto a molte agevolazioni previste dalla legge è necessario essere riconosciuti persona handicappata grave cioè persona che presentando una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, abbia difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa tale, da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione. ATTENZIONE: il riconoscimento di invalidità civile NON implicava necessariamente anche il riconoscimento di una condizione di handicap, né viceversa. Le persone straniere residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno da almeno un anno o carta di soggiorno, possono presentare domanda per il riconoscimento dell invalidità civile, indennità di accompagnamento, pensione di inabilità, assegno mensile di invalidità ed indennità di frequenza, ma solo se titolari dell assegno di accompagnamento e richiedere le previste provvidenze economiche. Informazioni per invalidità e handicap e relative provvidenze: presso i Patronati, oppure INPS o Ufficio Invalidi Civili presso Ausl. La procedura on line: alla voce servizi on line e poi Modalità di presentazione delle domande di invalidità. Normative sempre aggiornate sono consultabili sul sito Attenzione: Il riconoscimento dell handicap grave sulla base della L. 104 è un attestazione diversa dall invalidità e dà diritto ad agevolazioni diverse: con le novità introdotte dal Governo Monti è previsto un certificato unico per attestare lo status di diversamente abile.

4 INTERDIZIONE E TUTELA 3 In casi particolari, per la tutela delle persone incapaci, i familiari possono richiedere l interdizione, l inabilitazione, la cura o la tutela. E possibile anche nominare un amministratore di sostegno. Per le relative pratiche è opportuno farsi assistere dalle associazioni per gli invalidi. Nel sito del Comune di Imola a Imola/saperne di più si possono trovare tutte le informazioni e i moduli di domanda per l amministratore di sostegno. IL DIRITTO A VOTARE Ai sensi della l. 104/1992 art. 29 in occasione di consultazioni elettorali i Comuni sono tenuti a organizzare servizi di trasporto in modo da facilitare gli elettori con grave handicap al raggiungimento della sede del seggio elettorale. Nel nostro territorio anche alcune associazioni sono disponibili, se contattate preventivamente, ad organizzare un servizio di trasporto. Quando necessario un accompagnatore di fiducia può accompagnare in cabina gli elettori impossibilitati ad esercitare autonomamente il diritto di voto. Nei giorni delle consultazioni l A. Usl attiva un servizio medico che attesti questa necessità. Per patologie particolari è anche possibile richiedere un timbro sulla tessera elettorale che attesta che questa necessità è sempre presente, ad es. per le persone non vedenti; per informazioni rivolgersi all Uff. Elettorale comunale. PROVVIDENZE ECONOMICHE Per le pratiche (domanda, riconoscimento benefici, ecc.) ci si può rivolgere a Patronati, Sindacati e Associazioni di categoria. In alternativa solo per il proseguimento della pratica dopo la visita ci si può rivolgere all INPS Ist. Naz. Previdenza Sociale - Ag. di Imola v. Garibaldi, 54 Servizio Invalidi: tel fax n verde ; Il Settore Coordinamento Servizi Sociali Ufficio Invalidi Civili è in via Gramsci 6, Bologna tel fax Agli invalidi civili, ciechi e sordomuti che ne hanno diritto sono erogate provvidenze economiche. Le agevolazioni vanno alla famiglia se destinate a un minore o a un incapace di intendere e di volere, la quale, nei casi previsti, gode comunque anche di agevolazioni dirette come l incremento degli assegni familiari o le detrazioni o deduzioni fiscali previste (ad es. sulle spese per l assistenza dell educatore professionale). Assegno mensile o pensione per invalidità civile Spettano a persone affette da un'infermità fisica o mentale, nei limiti del grado di invalidità e di reddito previsti e per persone in età dai 18 ai 65 anni: per assegno mensile invalidità dal 74 e il 99%, per pensione di inabilità riconoscimento del 100%. La pensione è compatibile con l attività lavorativa o altre pensioni, con la patente di guida e con il ricovero in strutture o case di riposo. L assegno salvo casi particolari è incompatibile con l esercizio di attività lavorative e con qualsiasi pensione diretta (si può scegliere la prestazione più favorevole). Al compimento dell età pensionabile (65 anno di età) si ha diritto alla pensione di vecchiaia o in caso di assegno mensile all assegno sociale dell INPS per la quale sono previste disposizioni più vantaggiose. L assegno è più alto economicamente e si tiene conto solo del reddito personale. Per non essere cancellati automaticamente al momento dell assunzione, gli invalidi civili che hanno già l assegno mensile e che hanno un lavoro a tempo parziale (non più di 20 ore settimanali) o a tempo determinato (per non più di 4 mesi) devono richiedere espressamente di non essere tolti dalle liste speciali. Per ottenere l erogazione della pensione di invalidità agli invalidi civili al 100% si considera anche il reddito del coniuge (per il 2013 reddito cumulato fino a ,30). Indennità di accompagnamento Per l erogazione di questa indennità non è richiesto alcun limite di reddito o di età. Dal 2014 però è previsto che chi ha più di 65 anni per averne diritto non debba avere un reddito Irpef superiore ai euro, sia per le nuove domande che per chi l ha già. Si può richiedere anche per brevi periodi di inabilità (es. debilitazione per chemioterapia). Viene aggiornata annualmente su base ISTAT.

5 4 Ogni anno entro il 31 marzo, gli invalidi civili al 100% con indennità di accompagnamento, hanno l obbligo di inviare esclusivamente online tramite i CAF la dichiarazione di responsabilità relativa alla permanenza o meno del requisito di non ricovero in istituto a titolo gratuito. Pensione di inabilità Se si verificano le condizioni previste dalla legge, questa pensione può essere richiesta dagli iscritti INPS. In caso di necessità si può richiedere l assegno per assistenza personale e continuativa. I lavoratori del pubblico impiego possono chiedere all INPDAP vari trattamenti di inabilità (assoluta e permanente alla mansione, al proficuo lavoro, a qualsiasi attività lavorativa, per cause di servizio). Per informazioni e domande: INPS, INPDAP o Patronati Sindacali. Assegni familiari Previsti per presenza di disabili a seconda dei limiti di reddito previsti annualmente (luglio di ogni anno). Può essere richiesto anche in caso di pensioni di reversibilità in caso che il nucleo familiare sia costituito anche da una sola persona purché vedovo/a riconosciuto inabile. Indennità mensile di frequenza Quando siano accertate difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della propria età, ha diritto a questa indennità chi è iscritto a una scuola di ogni ordine e grado (anche nido d infanzia), un centro di formazione professionale, un centro di riabilitazione. NON ne ha diritto chi percepisce l indennità di accompagnamento, la pensione per ciechi parziali o l indennità di comunicazione per persone con problemi di ipoacusia. In questi casi possono scegliere il trattamento economico più favorevole. Compiuti 18 anni il disabile può percepire l assegno mensile a condizione che sia incollocato al lavoro, oltre a mantenere i requisiti di percentuale di invalidità e il rispetto del limite di reddito. Assegno di incollocabilità L assegno è corrisposto ai non idonei al lavoro (invalidità minima 34%) con meno di 65 anni, che non possono più svolgere attività lavorativa, dichiarati incollocabili dai medici dell Ispettorato del Lavoro in conseguenza a infortuni sul lavoro o malattia professionale. La dichiarazione di incollocabilità e il riconoscimento di grandi invalidi per causa di lavoro dà diritto al coniuge o ai figli (che al momento della dichiarazione siano minori o studenti) di beneficiare delle facilitazioni sul collocamento obbligatorio (legge n. 68/1999) previste per vedove e orfani in via sostitutiva dell avente diritto a titolo principale. Per informazioni uffici INAIL. Indennizzo mensile per contagio E previsto un indennizzo mensile per persone che risultano contagiate da epatite o AIDS a causa di trasfusioni di sangue, esposizione professionale a virus, vaccinazioni. La domanda va presentata all ASL. Una volta accertato il cosiddetto nesso da causalità il danneggiato può e- sercitare il diritto al risarcimento al danno biologico nei confronti della struttura ospedaliera coinvolta. Rendita diretta per inabilità permanente e indennizzo per menomazione della integrità psicofisica e conseguenze patrimoniali E un indennizzo per la diminuita capacità lavorativa per causa di infortunio o malattia sul lavoro. L INAIL provvede direttamente ad emettere la rendita, dopo l accertamento di inabilità sulla base del grado di menomazione. Si ricorda inoltre che il pronunciamento n.12326/2009 della Corte di Cassazione prevede che il danno da morte - anche in itinere - è riconoscibile come danno morale agli eredi e quindi presuppone una rendita ai superstiti (indennità per danno morale). Pensione di reversibilità a vedove e vedovi inabili In caso sia di reddito inferiore al limite stabilito (o attestata dall INPS oppure se non inferiore al 100% e attestata dall USL) possono essere corrisposti sulla pensione di reversibilità gli assegni familiari, anche se l unico componente la famiglia è il vedovo o la vedova. Se il pensionato muore senza aver presentato la richiesta la stessa può essere presentata dagli eredi e vale dal riconoscimento dell inabilità. I titolari di pensione di reversibilità o pensione indiretta dell Inpdap hanno diritto alla maggiorazione della pensione se sono inabili (inabilità riconosciuta della commissione medica periferica, non dalla commissione ASUL), e rispettano determinati limiti di

6 reddito. Il diritto si prescrive nel limite di 5 anni e spetta agli eredi del pensionato deceduto. 5 I titolari di indennità di accompagnamento, gli invalidi civili parziali titolari di assegno mensile di assistenza, i titolari di indennità di frequenza, i percettori di assegno o pensione sociale devono presentare ogni anno all inps le dichiarazioni relative alla permanenza delle condizioni. A inizio anno ricevono dall Inps uno specifico avviso che li invita a presentarsi al un CAF per la presentazione della dichiarazione. Per altre informazioni sulle Pensioni di invalidità e di inabilità attribuibile all assicurato (o titolare di assegno di invalidità) il quale, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, si trovi nell assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa, rivolgersi a Patronati Sindacali o Associazioni di categoria. IL DIRITTO ALLO STUDIO Per garantire in ogni modo la frequenza scolastica le normative in vigore garantiscono borse di studio, assegni alle famiglie, altre provvidenze ed insegnanti di sostegno. Il Comune di Imola ha anche attivato un progetto di laboratori di integrazione per alunni disabili. Per i ragazzi disabili che frequentano la scuola dell obbligo o di corsi di formazione professionale finanziati dallo stato, è inoltre previsto il trasporto gratuito avvalendosi di mezzi idonei e di personale specializzato al fine di erogare un servizio anche individualizzato, se necessario. Per ottenere le agevolazioni delle rette scolastiche (mensa e trasporto scolastico, frequenza nido) nel calcolo ISEE viene conteggiata la disabilità di un componente qualsiasi del nucleo familiare. Per bambini con problemi di apprendimento per dislessia, disgrafia o discalculia sono previsti interventi pedagogici e strategie didattiche specifiche da parte della scuola. In accordo con il medico, i genitori di bambini portatori di problematiche particolari (minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali, stabilizzate o progressive), possono chiedere al Servizio di Neuropsichiatria in età infantile, in tempo utile per l inizio dell anno scolastico, la certificazione che dà diritto al personale di sostegno e/o a un servizio di trasporto scolastico individualizzato: rivolgersi al Servizio Neuropsichiatria in età infantile Azienda Usl. Gli studenti con certificazione di invalidità superiore al 67% oltre cha i ciechi civili, i mutilati ed invalidi di guerra, di lavoro, di servizio e i loro figli, a seconda delle condizioni di reddito e iscritti alle Scuole Superiori e all Università possono usufruire dell esenzione del pagamento delle tasse scolastiche e universitarie (per gli Istituti Superiori rivolgersi alle relative segreterie, per l Università verificare i benefici previsti presso ARSTUD - Rispetto alle condizioni economiche disagiate, occorre tener presente che l art. 3 D. L. n. 130/2000 ha stabilito che per l accesso delle persone con disabilità ai servizi sociali, ove sia richiesta una loro partecipazione alle spese del servizio, occorre tener conto della situazione economica della sola persona con disabilità e non della famiglia di cui fa parte o della quale è fiscalmente a carico. Per informazioni sui servizi per gli studenti disabili che vogliano iscriversi all Università (contatti personalizzati, individuazione di un progetto individuale, attività di orientamento, ausili specifici, aiuto nel disbrigo delle pratiche, tutor, consulenza sulle barriere architettoniche, fornitura di materiale didattico, accompagnamento) rivolgersi a: SERVIZIO PER GLI STUDENTI DISA- BILI UNIVERSITÀ DI BOLOGNA CESENA, FORLÌ, RAVENNA E RIMINI via Petroni 26 Bologna Tel Fax Per altre informazioni relative all Università, anche riferite ai corsi on line contattare l Informagiovani DICHIARAZIONE E AUTOCERTIFICAZIONI L impedimento a sottoscrivere atti rivolti a Enti Pubblici da parte del disabile può essere dovuto a un problema fisico o ad incapacità di intendere e di volere. Nel primo caso, la dichiarazione del disabile può essere raccolta verbalmente dal funzionario preposto dell ufficio competente a ricevere la documentazione (senza bisogno di testimoni). Il pubblico ufficiale, previo accertamento dell identità del disabile, attesta che la dichiarazione gli è stata resa dall interessato indicando, di seguito alla dichiarazione, la causa dell impedimento a sottoscrivere. Nel caso invece di incapacità di intendere e di volere, le autodichiarazioni che la legge consente al disabile potranno essere sottoscritte, nei casi di incapacità assoluta, dal genitore e-

7 6 sercente la potestà parentale, oppure dal tutore; nei casi di inabilità relativa, la dichiarazione dovrà essere sottoscritta congiuntamente dall interessato e dal curatore che lo assiste. Per i minori la dichiarazione dovrà essere sottoscritta da un genitore esercente la potestà parentale. Si ricorda che la legge sull autocertificazione permette di presentare una domanda a un pubblico ufficio senza avere l obbligo di spostarsi fisicamente da casa, mediante terza persona incaricata dall interessato che consegna all impiegato addetto la domanda già sottoscritta dal richiedente allegando una fotocopia semplice di un documento di identità non scaduto; si può presentare la domanda sottoscritta e la fotocopia del documento di identità per fax o per posta oppure utilizzando mail con firma digitale. IL LAVORO Collocamento mirato In base alla legge 68/1999 ne possono usufruire le persone con una riduzione della capacità lavorativa accertata dalla Commissione Medica superiore al 45% se invalidi civili, 33% se invalidi del lavoro, se con cecità assoluta o residuo visivo non superiore a un decimo per entrambi gli occhi, se colpite da sordità dalla nascita o prima dell apprendimento della lingua parlata, se invalidi di guerra o civili di guerra e per servizio con minorazioni previste nelle tabelle in vigore. Queste persone possono iscriversi alla graduatoria speciale istituita presso i Centri per l Impiego per l assunzione obbligatoria che gli Enti pubblici o le Ditte con più di 14 dipendenti sono tenute a effettuare in base al numero degli addetti. Periodicamente vengono pubblicati bandi per l impiego di persone disabili nelle pubbliche amministrazioni: info al n Anticipo pensione: Per le persone con disabilità che svolgono attività lavorativa dipendente sono previste alcune agevolazioni che consentono di anticipare il momento della pensione. Una agevolazione permette ai lavoratori con un invalidità minima dell 80% di anticipare l età pensionabile a 55 anni se donne e 60 se uomini (per non vedenti 50 anni se donne e 55 anni se uomini) in deroga a quanto previsto dalle riforme delle pensioni. Un altra agevolazione consente la concessione di contributi figurativi fino a 5 anni ai dipendenti con invalidità superiore al 74%. Permessi lavorativi per familiari o per persone con handicap Le leggi che regolano la materia sono la 104/1992 e la 53/2000. Le agevolazioni vengono riconosciute alle persone in situazione di handicap grave accertata dall INPS tramite Commissione invalidi. La persona da assistere NON deve essere ricoverata a tempo pieno in una struttura, salvo la possibilità di chiedere permessi per visite e terapie esterne alla struttura, o che si tratti di stato vegetativo permanente o terminale o di minore che necessita di assistenza da parte dei genitori o di un familiare. Il dipendente ha diritto a prestare assistenza a più persone purchè si tratti del coniuge o parente o affine di primo grado, di secondo grado in casi eccezionali. Persone in situazione di gravità che possono essere assistite: coniuge, familiari e affini di secondo grado o di terzo in particolari situazioni ( 1 grado: genitori, figli, suocero/a, nuora, genero; 2 grado: nonni, fratelli, sorelle, nipoti cioè figli di figli, cognati; 3 grado: bisnonni, zii, nipoti cioè figli di fratelli e/o sorelle, zii acquisiti, nipoti acquisiti). Con la legge di stabilità 2012 è previsto il pagamento dei gironi di permesso al 100% o al 50% a seconda dl grado di parentela della persona assistita. Verificare sempre con il proprio datore di lavoro o con i sindacati perché la normativa non è di facile interpretazione e può sempre variare. Ultimi aggiornamenti della normativa in vigore: Collegato Lavoro cioè L.183/2010 e relativa circ. INPS 3 dic o risposta interpello 538/2011 e D.-L. 119/2011 pubb G.U. il 27 luglio 2011 In caso di più sedi di lavoro è possibile richiedere l avvicinamento al domicilio della persona disabile da assistere. In generale si ha diritto a: 3 giorni interi di permesso al mese, fruibili anche ad ore. L assistenza può essere prestata dallo stesso dipendente anche a più persone a condizione che si tratti del coniuge o di un parente o affine di primo grado (secondo grado solo in situazioni particolari, se i genitori o il coniuge del soggetto con grave handicap abbiano compiuto i 65 anni, siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti). I genitori del figlio disabile possono fruire alternativamente del prolungamento del congedo parentale fino al compimento degli otto anni

8 7 del figlio, in misura continuativa o frazionata, per un periodo massimo di tre anni, di due ore di permesso giornaliero o di tre giorni interi di permesso al mese (art. 4 dlg.119/2011). I permessi mensili possono essere usufruiti da parenti o affini entro il 3 grado qualora il coniuge o i genitori della persona con handicap grave abbiano compiuto i 65 anni di età oppure siano affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti. L assistenza di un soggetto portatore di handicap residente ad una distanza stradale superiore a 150 chilometri va attestata con titolo di viaggio o altra idonea documentazione (es. biglietto treno, ecc.) I giorni di permesso sono comunque retribuiti e sono utili per la maturazione delle ferie e della tredicesima, nonché dell eventuale premio o compenso incentivante e, se fruiti in modalità oraria, hanno diritto all attribuzione del buono pasto. I permessi non spettano ai lavoratori a domicilio, agli addetti a lavori domestici e familiari, ai lavoratori agricoli a tempo determinato occupati a giornata, né per sé stessi né in qualità di genitori e familiari, ai lavoratori autonomi, ai lavoratori parasubordinati. Il diritto ai tre giorni non può essere riconosciuto a più di un lavoratore con riferimento alla stessa persona disabile, salvo il caso dei figli con handicap in condizione di gravità, che potranno essere assistiti alternativamente da entrambi i genitori. Si ricorda che, oltre ai permessi previsti dalla L. 104, è comunque possibile avvalersi anche dei diritti previsti dalle leggi sui congedi parentali. I permessi si applicano anche agli affidatari di persone handicappate in situazioni di gravità. PERSONA LAVORATRICE CON HANDICAP: La persona con handicap grave che lavora ha diritto a: due ore di permesso giornaliero retribuite, anche frazionabili, oppure, in alternativa nello stesso mese, 3 giorni di permesso mensile fruibili anche in maniera continuativa. I permessi non fruiti durante il mese non possono essere recuperati ed utilizzati in altri periodi. fruire di un congedo straordinario per cure non superiore ai 30 gg. all anno. (previsto per mutilati e invalidi con riduzione della capacità lavorativa superiore al 50%. scegliere, ove possibile, la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio; il disabile non può essere trasferito senza il suo consenso. benefici previdenziali per sordomuti e invalidi per qualsiasi causa con invalidità superiore al 74% e per lavoratori con causa di servizio ascritta alle prime 4 categorie della TAB. A. Gli interessati possono richiedere una maggiorazione di 2 mesi di contribuzione figurativa per ogni anno di servizio effettivamente svolto (fino ad un massimo di cinque anni complessivi) che possono essere computati ai fini della determinazione del diritto al pensionamento di vecchiaia o anzianità, a decorrere dal momento del riconoscimento formale dell invalidità. Per i lavoratori non vedenti è previsto un beneficio contributivo pari a 4 mesi di contribuzione per ogni anno di lavoro dipendente. Vi sono leggi specifiche che ad es. prevedono la possibilità di richiedere il part-time sia per le persone disabili che per i relativi familiari, oppure sanciscono che il lavoratore che ha a carico un disabile non è obbligato a prestare lavoro notturno (cioè da mezzanotte alle 5 del mattino). In presenza di un genitore non lavoratore, il genitore lavoratore dipendente può usufruire dei giorni di permesso solo se sussistono motivi obiettivamente rilevanti che impediscono al genitore non lavoratore di assistere il figlio handicappato. Questo permesso è previsto anche per ricoveri finalizzati a interventi chirurgici oppure a scopo riabilitativo di un bambino di età inferiore ai tre anni con disabilità grave nonché quello della persona con disabilità grave in coma vigile o situazione terminale. La Circ. 90/2007 dell INPS chiarisce che al genitore o familiare lavoratore (anche non residente nella stessa abitazione) spettano comunque i 3 giorni di permesso, anche se nel nucleo familiare convive un non lavoratore idoneo a fornire l assistenza. Con disposizione INPS 14480/2010 è stato definito che un parente o affine può usufruire di permessi lavorativi anche in caso di ricovero del disabile in casa di riposo o struttura riabilitativa, se tale ricovero viene interrotto per garantire visite specialistiche o terapie al di fuori della struttura, che quindi affida il disabile all assistenza del familiare (serve documentazione specifica compresa la dichiarazione della struttura). L art 24 della legge 183/2010 ha modificato altre disposizioni prevedendo che il lavoratore dipendente pubblico o privato può fruire dei

9 8 permessi se la persona da assistere non è ricoverata a tempo pieno. Il lavoratore inoltre ha diritto di scegliere ove possibile la sede di lavoro più vicina al domicilio della persona da assistere. Tra il lavoratore e il disabile deve intercorrere un rapporto di coniugio o di parentela o affinità entro il secondo grado. Si può usufruire dei permessi per assistere un parente o un affine di terzo grado solo se i suoi genitori o il coniuge hanno compiuto 65 anni o sono affetti da patologie invalidanti o sono deceduti. Il permesso è riconosciuto a un solo lavoratore dipendente ad eccezione dei genitori, anche adottivi, per il figlio con handicap grave. I genitori non dovranno necessariamente convivere con il figlio maggiorenne per poter usufruire di questi permessi. L Ultimo decreto legisl ha stabilito che se l assistito risiede in un Comune distante 150 km dal luogo di residenza del lavoratore quest ultimo dovrà provare con un titolo di viaggio o altra documentazione di averlo effettivamente raggiunto. Infine tale decreto puntualizza la NON possibilità di cumulare tali permessi con le due ore di permesso giornaliero fino al terzo anno di età del bambino. Congedo straordinario: il diritto al congedo retribuito è previsto per l assistenza a disabili gravi per una durata massima di due anni nell arco della vita lavorativa (con indennità e contributi pari all ultima mensilità) frazionabile a giorni o mesi, può essere richiesta dal coniuge convivente o, in sua mancanza o impossibilità, dal padre o dalla madre o - se mancanti - da un figlio convivente o, in caso di mancanza, da fratello o sorella conviventi (modalità modificate dal Dec. Leg. 183/2010 e successivo decreto del ). Con sentenza 203 del 18/ la Corte costituzionale ha esteso la possibilità di richiedere il congedo a parenti e affini fino al terzo grado con il titolare, purchè conviventi. Per convivenza si intende non la residenza anagrafica ma la reale convivenza ad es. nello stesso stabile (non il domicilio o l elezione del domicilio speciale). Durante il periodo di congedo straordinario NON si maturano ferie, tredicesima e trattamento di fine rapporto (Dl 119/2011) e lo stipendio viene riconosciuto a livello diverso a seconda del grado di parentela. E ammesso UN unico periodo di 2 anni in una vita lavorativa, anche per assistenza a più disabili, che non devono essere ricoverati in strutture. Uniche eccezioni, quando il disabile è un minore e la presenza del genitore fa parte del piano terapeutico, quando il disabile è in situazione vegetativa o terminale, quando il disabile deve uscire per visite o terapie, quando è la struttura sanitaria a richiedere la presenza del genitore. L unico caso in cui è ammesso il sistema 2+2 è quando un genitore ne ha usufruito, poi viene a mancare o diventa egli stesso invalido, e l altro genitore chiede il congedo. Pensione anticipata: possibilità per i lavoratori che assistono familiari gravemente disabili del diritto al prepensionamento: verificare se la misura sperimentale per il triennio è prorogata, con possibilità per i lavoratori dipendenti di azienda privata la possibilità del prepensionamento al compimento dei 55 anni se donna e 60 anni se uomo, mentre i dipendenti pubblici verrebbero esonerati dalla prestazione lavorativa percependo il 70% dello stipendio con pensione a 60 e 65 anni. Va domanda va fatta dal familiare (coniuge, genitore, fratello, sorella o figlio conviventi stabilmente con la persona disabile per 18 anni) e almeno 20 anni di contributi previdenziali. INPS e INPDAP nelle relative Circolari applicative chiariscono le interpretazioni anche diverse delle tante norme in vigore che garantiscono i vari diritti previsti: considerando che la normativa è in continua evoluzione, è importante quindi riferirsi sempre alle indicazioni fornite dal proprio Istituto assicurativo e al contratto di lavoro di riferimento. Informazioni anche presso i Patronati. Sito sempre aggiornato: LAVORI E CONTRIBUTI PER IL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE La legge 9/2/1989 n. 13 prevede la possibilità di richiedere un contributo per l eliminazione delle barriere architettoniche nella propria abitazione o in parti comuni, purché la persona disabile abbia la residenza anagrafica nell edificio interessato. La domanda va accompagnata da un certificato medico che descriva le condizioni di disabilità; l esito della commissione invalidi va presentata solo se è accertata un invalidità del 100%. Hanno diritto al contributo coloro che realmente sostengono le spese (es. genitori, tutori, condomini), ma la richiesta deve essere presentata dalla persona disabile che abita l alloggio, se maggiorenne, controfirmata dalla persona che sostiene le spese. Attenzione: l invalido deve essere in vita al momento della ESECUZIONE dell intervento, al fine della trasmissibilità agli eredi del diritto al contributo.

10 9 ATTENZIONE: da marzo 2014 si è aggiunto anche un fondo regionale, che però è legato ai redditi (bisogna allegare l ISEE) e che potrà essere erogato anche a invalidità parziali, e non solo totali. E possibile fare tutte e due le domanda (tutti e due i moduli sono pubblicati nel sito comunale) In caso di lavori effettuati come condominio è necessario il consenso dell assemblea condominiale (dall entrata in vigore della nuova normativa sul condominio dal 18/6/2013 è necessaria sia in prima che in seconda convocazione la maggioranza degli intervenuti all assemblea e almeno la metà delle quote millesimali). In questo caso anche le spese di manutenzione saranno a carico del condominiali. In caso di mancanza di consenso del condominio (risposta negativa o mancanza di risposta entro un mese dalla richiesta fatta per iscritto) il portatore di handicap potrà far eseguire i lavori a totale carico delle spese a suo carico. In questo caso anche le spese di manutenzione sono a carico dell interessato. Se poi questo bene non viene più utilizzato per trasferimento o morte del disabile spetterà all assemblea decidere, con le stesse maggioranze previste, se mantenerlo in funzione a spese di tutto il condominio. Per gli interventi di superamento delle barriere architettoniche normalmente non servono permessi, ad eccezione dell installazione dell ascensore. Verificare comunque sempre con lo Sportello Unico Edilizia. Le domande di contributo vanno presentate PRIMA di realizzare le opere e possibilmente entro il 1 marzo di ogni anno. Per ogni informazioni rivolgersi al comune di Imola Edilità Privata ufficio Ambiente. I moduli sono disponibili anche sul sito Sono anche previste detrazioni d imposta del 36% per le spese sostenute per la realizzazione degli interventi finalizzati all abbattimento delle barriere architettoniche (fino al 2014 la detrazione prevista dal Governo è aumentata al 50%). Tali detrazioni si applicano limitatamente agli importi rimasti a carico dell avente diritto la detrazione, cioè NON si applicano sulla parte del contributo regionale a fondo perduto. E applicabile l IVA al 4% per la realizzazione delle opere direttamente finalizzate al superamento o alla eliminazione delle barriere architettoniche (verificare sempre con Agenzia delle Entrate) Nel sito del Comune sono pubblicati i moduli per la comunicazione di posa in essere e di avvenuta installazione di ascensori e piattaforme elevatrici per disabili. Chi ha eseguito tali lavori deve ricordarsi che ogni due anni è tenuto a sottoporre l'impianto alle verifiche previste per legge che ne accertino l'efficienza e la sicurezza. Nel caso in cui non sia possibile effettuare degli interventi in muratura per superare una o più rampe di scale, le persone riconosciute invalide non deambulanti hanno diritto a un montascale (il cosiddetto scoiattolo o poltrona cingolata o cingolato applicabile alla carrozzina) da parte dell Azienda USL. Per informazioni e domande: Sportello Distrettuale Azienda USL A questa domanda va allegata la relazione dell Ufficio Tecnico Comunale. Il relativo modulo è disponibile presso: URP/Informacittadino L Ufficio competente al sopralluogo necessario per ottenere il montascale-scoiattolo e competente per ogni quesito relativo ad interventi edilizi per il superamento di barriere architettoniche è lo Sportello per l Edilizia del Comune di Imola. Si ricorda che in Emilia Romagna sono operativi i CAAD Centri per l adattamento dell ambiente domestico, cioè strutture che forniscono indicazioni aiutare per adattare la casa delle persone alla sopravvenute esigenze della non autosufficienza.: Per info. Una sezione è dedicata anche a tutte le possibili fonti di contributi e finanziamento. ASSISTENZA SANITARIA- SOCIALE Esenzione del ticket - assistenze sanitarie varie E prevista l esenzione del ticket per visite, diagnostica, esami di laboratorio e farmaci prescrivibili per invalidi con disabilità accertata oltre i due/terzi. Sono presenti anche altre forme di esenzione, per reddito e per patologia (in caso di malattie croniche e invalidanti). Si ricorda che il rimborso delle cure mediche effettuate all estero è previsto solo se programmate in Italia e preventivamente autorizzate. Per informazioni è possibile rivolgersi all Azienda USL di Imola - Sportello Unico Distrettuale - Medicina di Base. La lista completa dei farmaci divisi per tipologia è consultabile su oppure nel sito nelle pagine della sanità. Negli ospedali regionali chi assiste persone riconosciute con handicap grave ha diritto al pasto gratuito. Tale prestazione va richiesta alla Capo Sala (Del. n. 88 del 9/7/2003). Interventi assistenziali l ASPCircondarioimolese - Area Adulti Handicap offre una diversificata gamma di percorsi di sostegno alle persone e alle famiglie in difficoltà e in situazioni di disagio socio-economico e relazionale. Al colloquio di filtro seguirà l appuntamento con l assistente sociale referente per il territorio di residenza,

11 per una valutazione del progetto d appoggio e l attivazione degli interventi assistenziali concordati. 10 Assistenza infermieristica domiciliare Il servizio viene svolto da lunedì a sabato mentre domenica sono disponibili due operatori che effettuano le visite programmate e rispondono a esigenze eventuali. Il servizio è gratuito anche per i non residenti ma con medico di base sul nostro territorio. Si accede su richiesta del medico di base e più raramente in base a richiesta seguita da una dimissione ospedaliera. Per le prestazioni contattare il Servizio Assistenza Infermieristica domiciliare ambulatoriale. Info al n Ausili, protesi e presidi sanitari Le persone residenti che hanno necessità di interventi particolari possono richiedere ausili, cioè strumenti assistenziali (funzionali al mantenimento dell utente a domicilio) e/o riabilitativi (funzionali al recupero di specifiche menomazioni) che servono alla persona disabile (e a chi la aiuta). Sono ausili ad esempio: la carrozzina, il girello, le stampelle, il tripode/deambulatore, il materasso antidecubito, il letto ortopedico, il montascale mobile, le protesi di arto, le scarpe, i pannoloni. Vengono erogati gratuitamente a chi ha invalidità certificata pari almeno al 34% se attinenti alla patologia per cui si è ottenuta l invalidità e su richiesta del medico specialista dell Azienda USL. Presentare la domanda allo Sportello Unico Distrettuale, insieme al certificato di invalidità (o alla copia di richiesta di visita), se richiesto. In alcuni casi (es. scarpe ortopediche per bambini) è sufficiente la prescrizione del fisiatra e il preventivo del negozio di sanitaria. In caso di dimissioni dall ospedale la procedura viene attivata dall ospedale stesso. Dal 2011 i medici di famiglia possono prescrivere direttamente i dispositivi assistenziali se l assistito ha già la certificazione di invalidità. Per informazioni contattare il numero Gli ausili si ritirano presso il Centro Gestione Ausili. E prevista la consegna a domicilio degli ausili sanitari di particolare ingombro e peso, che vengono lasciati al piano terra. Quelli concessi in comodato d uso gratuito devono essere restituiti quando non più necessari alla persona. Cure odontoiatriche e protesiche Le urgenze sono garantite a tutti, compresi i cittadini stranieri temporaneamente presenti in Italia. La prima visita sanitaria prenotabile al CUP è aperta a tutti i cittadini previo pagamento del ticket, se dovuto. Per le prestazioni di cura o protesica i criteri di accesso sono la vulnerabilità sanitaria (accertata nel corso della prima visita o già accertate ad es. dalla commissione invalidità) e quella sociale con ISEE fino a l anno. Il pagamento del ticket è previsto oltre Per informazioni di carattere sanitario: rivolgersi a Azienda USL Medicina di Base. Cure termali Gli invalidi civili al 100%, i ciechi assoluti, le persone riconosciute con handicap grave, i grandi invalidi sul lavoro, per servizio 1 cat ed alcuni invalidi di guerra non pagano il ticket per cure termali. Indennizzo per malattie da contagio E previsto un indennizzo per persone contagiate da Hiv o epatite in modo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati. Strutture residenziali, riabilitative, centri diurni -L ASPCircondarioimolese è l Ente di organizzazione e di coordinamento delle strutture socio-riabilitative a livello locale del territorio imolese. Per alleviare le famiglie che seguono l anziano o il disabile a casa sono previste Le domeniche del sollievo : due domeniche di apertura al mese presso i centri diurni che accolgono il disabile dalle ore 8.30 alle ore 18 con il pagamento del solo pasto. Per informazioni rivolgersi all ASPCircondarioimolese. Supporto psicologico: presso le farmacie comunali Pedagna e Michelangelo e presso la Caritas è possibile fissare un incontro gratuito con uno psicologo per affrontare situazioni di crisi. Vedi anche il capitolo Agevolazioni fiscali - detrazioni sanitarie. CIRCOLAZIONE, SOSTA E TRASPORTI Contrassegno speciale per la libera circolazione Coloro che hanno una grave difficoltà di deambulazione oppure sono affetti da cecità assoluta possono fare richiesta per il rilascio del contrassegno speciale, valido su tutto il territorio nazionale che consente: - il libero transito nelle zone a traffico limitato (sono escluse le aree pedonali) - la sosta gratuita negli spazi riservati alle persone disabili, delimitate con le strisce gialle. Ad Imola è gratuita anche la sosta nelle aree normalmente a pagamento indicate con il colore blu, ad esclusione dei parcheggi a sbarre; è comunque vietata la sosta in zone soggette a rimozione forzata. Il contrassegno è personale, non è vincolato ad uno specifico autoveicolo e può essere utilizzato dalla persona intestataria, sia essa il conducente oppure il passeggero. Ad ogni cambio di residenza in un diverso Comune, la persona intestataria deve presentare una nuova domanda per ottenere il contrassegno dal nuovo Comune e deve consegnare quello vecchio al Comune precedente. Anche nel caso in cui il cittadino cambi indirizzo, mantenendo la residenza nel Comune è necessario co-

12 11 municare la variazione. Se la persona interessata è affetta da una patologia stabile, il contrassegno viene rilasciato con validità di cinque anni. Alla scadenza non deve essere effettuata una nuova visita, ma (per Imola) occorre solo chiedere il rinnovo ad Area Blu, allegando una dichiarazione del medico di base dalla quale risulti il permanere della patologia. Se invece la persona interessata si trova in una situazione temporanea, la validità è determinata dalla commissione medica sulla base della previsione di recupero delle funzioni motorie. Alla scadenza potrà presentare una nuova domanda e sottoporsi a una nuova visita. Le domande devono essere consegnate e il contrassegno va ritirato presso gli uffici della società Area Blu In caso di decesso della persona intestataria del permesso bisogna riconsegnare il contrassegno ad Area Blu, che rilascerà la relativa ricevuta di riconsegna. Chi deve sottoporsi a visita medica gratuita la deve prenotare presso gli sportelli CUP o rivolgendosi al CUP telefonico. Da ottobre 2012 viene rilasciato un contrassegno su cartoncino azzurro con fotografia che è valido in tutti gli stati dell Unione Europea. Area pedonale del centro di Imola L Area pedonale di Imola comprende: via Emilia (da v. XX settembre a v. Appia), via Appia (da v. Cavour a v. Emilia), via Mazzini (da v. Emilia a v. Mameli), Vicolo Troni, Piazza Caduti per la Libertà. Attenzione: all'interno dell area in piazza Gramsci, via Emilia est e in via Aldrovandi possono accedere solo i taxi ed i veicoli A USO dei disabili ed eventualmente fermarsi ma solo per caricare o scaricare una persona disabile e al massimo accompagnarla al luogo di destinazione (sosta tollerata solo per un tempo brevissimo) quindi spostare il veicolo dove la sosta è consentita. Come previsto dall'ordinanza n del 30/12/2009, in caso di sosta continuata è prevista una sanzione amministrativa. Accessi alle ZTL zone a traffico limitato video controllati Sempre più città stanno attivando accessi video-controllati per zone a traffico limitato, pertanto verificare sempre presso i relativi uffici comunali (sono partiti anche a Imola in via sperimentale, da settembreottobre 2013 dovrebbe diventare operativo con multe fatte a seguito di videocontrollo. Le persone con contrassegno disabili di Imola saranno contattate da Area Blu per comunicare le targhe dei veicoli a disposizione, le persone di altri comuni dovranno comunicare la targa prima di entrare nelle zone controllate). I titolari del contrassegno per invalidi che visitano o frequentano abitualmente altre città e devono transitare nelle aree a traffico limitato e video controllato devono presentare una comunicazione sull apposito modulo: in questo modo le targhe dei loro veicoli verranno inserite nell elenco degli autorizzati al transito attraverso i varchi elettronici e non subiranno alcuna contravvenzione. Moduli e informazioni nei relativi siti internet. Al momento risultano già operative moltissime città (nella nostra regione TUTTE le grandi città esclusa al momento Forlì, anche Faenza sta definendo modalità particolari per l accesso). Il Comune di Bologna ha attivato il controllo elettronico degli accessi sia alle corsie preferenziali RITA che il controllo con il sistema SIRIO. Si possono essere comunicate n. 2 targhe per disabile. Per informazioni telefonare a (Sportello Mobilità Urbana). Per le comunicazioni delle targhe degli invalidi dal 274/2014 è attivo il nuovo numero di fax Per il resto, le modalità di accesso alle zone telecontrollate di Bologna rimangono invariate. Info aggiorn a t e e n u o v o m o d u l o a l l ' i n d i r i z z o Buoni taxi Annualmente è possibile presentare domanda per ottenere i buoni trasporto da utilizzare per taxi o auto con conducente, erogati a favore di cittadini disabili con esigenze di trasporto per accesso al luogo di lavoro, accesso ai presidi sanitari, attività di tempo libero. La domanda va accompagnata dalla copia del certificato di invalidità, del certificato del medico curante, della dichiarazione ISEE e a seconda dei casi del certificato del datore di lavoro o prescrizione medica e va presentata all ASPCircondarioimolese In ogni caso bisogna sempre richiedere l appuntamento con l assistente sociale. Tariffe agevolate TPER (ex ATC) I mutilati e invalidi di guerra anche civili e gli invalidi civili o per lavoro con il grado di invalidità previsto dalle normative vigenti possono fare richiesta di abbonamenti a tariffa ridotta extraurbani e/o urbani (2009: oltre 66% indipendentemente dal reddito). L abbonamento è valido un anno dalla data dell emissione. L abbonamento agevolato riconosciuto agli invalidi è valido anche per l accompagnatore, quando previsto. Le nuove domande o i rinnovi devono essere presentati all ASPCircondarioimolese Successivamente, per il ritiro delle tessere rivolgersi alla Biglietteria TPER (ex ATC) v.le A. Costa dal

13 lunedì al venerdì ore 7-13 sito internet 12 Parcheggi gratuiti per disabili A Imola e Castel San Pietro Terme i parcheggi individuati dalle righe blu sono gratuite per le auto che espongono il contrassegno invalidi. Attenzione perché la legge nazionale non prevede la gratuità per i parcheggi a pagamento per i veicoli con il contrassegno disabili: sono i singoli comuni che devono approvare l eventuale gratuità. Patenti di guida speciali Da maggio 2010 è partita una fase sperimentale che permette di poter fare a Imola molte visite per patenti fino a ad ora possibili solo a Bologna (categoria B - Patologie e categoria C - Abuso di alcool e sostanze stupefacenti). Si sta lavorando per poter fare anche la verifica dell idoneità per il rilascio o il rinnovo delle patenti per persone con mutilazioni e minorazioni fisiche della mobilità. Presentarsi al CUP con i moduli già compilati, scaricabili da alla sezione medicina legale. Prenotare le visite con un congruo anticipo per essere sicuri che possa essere effettuata in tempo utile. Cinture di sicurezza: l esonero viene autorizzato con richiesta le medico di base e dopo la visita della Commissione Medica Informazioni presso Commissione Invalidi Civili di Imola. Le visite ancora di competenza di Bologna si effettuano presso l Azienda USL Città di Bologna - Segreteria Commissione Medica Igiene Pubblica - via Gramsci 12 tel devono essere prenotate presso i CUP di Bologna, San Lazzaro e Ozzano. Vedi anche le altre Agevolazioni statali e regionali. Si ricorda che sul territorio ci sono autoservizi che noleggiano auto e pulmini attrezzati e adattati per disabili, con o senza autisti; inoltre per chi ha una carrozzina pieghevole e può spostarsi sul sedile è possibile utilizzare normalmente il servizio taxi. Viaggi in auto, treno, aereo, trasporto pubblico AUTO - le persone disabili munite di contrassegno invalidi possono effettuare il servizio self service post pay presso i distributori abilitati usufruendo dello sconto previsto per il fai da te. L elenco aggiornato dei distributori aderenti è disponibile nel portale La Regione ha esteso l esenzione del pagamento del bollo auto alle persone con handicap grave ai sensi della legge 104/1992. TRENO - le Ferrovie Spa garantiscono su treni e traghetti il trasporto delle persone disabili. Per informazioni tel. al n. verde o consultare il sito o rivolgersi al Centro assistenza per la clientela disabile Sala BLU viale Pietramellara 20/2, Bologna tel oppure fax tel nr.speciale per sordomuti. Ad Imola contattare il n La Carta Blu è una tessera gratuita nominativa valida 5 anni riservata a chi ha l indennità di accompagnamento che permette sconti e agevolazioni particolari per categorie di disabili. Consente la gratuità del biglietto di viaggio per l accompagnatore. Info presso la biglietteria FF.SS. l TRASPORTO PUBBLICO ATC - a Imola gli autobus rossi che effettuano il percorso urbano hanno veicoli abilitati al trasporto delle carrozzelle. Occorre un normale biglietto oppure un abbonamento annuale per disabili da richiedere tramite ASP AEREI - Le società che gestiscono le aree aeroportuali garantiscono l assistenza alle persone disabili, così come vi sono vettori abilitati all accesso di disabili in carrozzina. Per le relative informazioni è possibile contattare le agenzie viaggi, verificare nei vari siti internet delle compagnie aeree e rivolgersi agli aeroporti interessati. SCONTI VARI - Si ricorda che sono previsti sconti per le persone disabili per l acquisto di auto (molte compagnie prevedono sconti dal 10 al 17% sul listino prezzi), sul noleggio di auto attrezzate e sulle assicurazioni RCA. ACQUISTO MEZZI DI TRASPORTO AGEVOLATI: oltre a quanto riportato in altri sezioni del presente opuscolo (in particolare in agevolazioni fiscali e statali e contributi e agevolazioni ) si ricorda che è possibile applicare l IVA ridotta per l acquisto di biciclette con pedalata assistita se è presente, oltre al riconoscimento dell invalidità, anche la richiesta specifica del medico. AGEVOLAZIONI FISCALI E STATALI L Agenzia delle Entrate ha attivato un servizio per poter effettuare da casa le pratiche fiscali e la trasmissione telematica della dichiarazione dei redditi tramite un call center dedicato ai contribuenti n: e uno per gli intermediari tramite Entratel n Tutti coloro che sono effettivamente impossibilitati a recarsi presso qualsiasi struttura che svolga servizi fiscali o presso la stessa Agenzia delle Entrate possono anche richiedere un servizio a domicilio telefo-

14 13 nando agli uffici dell Agenzia dell Entrate locale, oppure tramite il sito assistenza alle persone svantaggiate. Ogni anno viene anche realizzata una GUIDA per le agevolazioni previste per i disabili e una guida specifica per le agevolazioni previste per a nostra regione, pubblicate nel sito dell Agenzia delle Entrate. Figli a carico Le recenti normative prevedono una ulteriore detrazione d imposta per ogni figlio a carico portatore di handicap grave. Veicoli Le agevolazioni nel settore auto sono previste per i non vedenti, i sordomuti, i disabili riconosciuti con handicap grave, i disabili con ridotte o impedite capacità motorie (solo per questo caso serve l adattamento del veicolo). I veicoli agevolabili possono essere acquistati o direttamente dai soggetti stessi o dai familiari di cui essi sono fiscalmente a carico, utilizzati in via esclusiva o prevalente a beneficio (nell interesse) dei soggetti portatori di handicap grave con ridotte capacità motorie : possibilità di detrarre dall Irpef il 19% della spesa sostenuta per l acquisto dei mezzi di locomozione sia nuovi che usati e anche per le prestazioni di manutenzione straordinaria rese da officine per l adattamento dei veicoli, anche usati, per renderli compatibili alla minorazione del disabile; acquisto di accessori e strumenti per le relative prestazioni di adattamento subordinato all uso esclusivo o prevalente del veicolo a beneficio della persone disabile Iva agevolata al 4% per acquisto di auto o motoveicolo, nuovo o usato (anche per i relativi opzional): numerose risoluzioni dell Agenzia delle Entrate hanno esteso il beneficio a disabili anche NON muniti di patente speciale e ai familiari di cui sono a carico e a soggetti con handicap psichici e mentali con accompagnamento e con gravi limiti di deambulazioni anche se il veicolo non è stato adattato. Modulo nel sito Esenzione permanente del bollo auto: ne hanno diritto gli autoveicoli adattati per disabili con handicap ridotto o permanente (con prescrizione delle modifiche sulla patente) o le auto dei familiari di cui sono fiscalmente a carico (con collegamento funzionale tra l adattamento e la menomazione dell invalido). L esenzione viene concessa anche per autoveicoli non adattati, esclusivamente nel caso di invalidi con handicap psichico o menomazione di gravità tale da avere determinato il riconoscimento dell indennità di accompagnamento o per invalidi con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluri-amputazione. La domanda va presentata all ACI, via Saragat 23, tel / , Il veicolo deve essere intestato direttamente al disabile oppure lo stesso deve essere fiscalmente a carico della persona intestataria. Esenzione dall imposta di trascrizione al PRA: L esenzione spetta anche in caso di intestazione a favore del familiare di cui il disabile sia fiscalmente a carico. Eliminazione barriere architettoniche e IVA agevolata Le spese sostenute per l eliminazione delle barriere architettoniche sono detraibili per il 36% (percentuale che fino al 2014 è aumentata al 50%) ma non è fruibile contemporaneamente alla detrazione del 19% prevista dal punto c dell art. 13/bis del Testo Unico delle Imposte sui redditi (le spese sanitarie riguardanti i mezzi necessari al sollevamento del disabili). La detrazione del 19% su tali spese pertanto spetta solo nella parte eccedente la quota assoggettata al 36% o 50% (lo stesso ragionamento vale in caso di contributo regionale - vedasi il capitolo Superamento Barriere Architettoniche): verificare SEMPRE con Agenzia delle Entrate. Godono dell IVA al 4% poltrone e veicoli simili anche con motore, compresi i servoscala e altri mezzi atti al superamento di barriere architettoniche. Spese mediche, ausili e sussidi tecnici e informatici E possibile l applicazione dell iva agevolata del 4% e c è la possibilità di detrarre dall IRPEF il 19 % delle spese per: - mezzi necessari per l accompagnamento, la deambulazione, il sollevamento (ad es. trasporto in ambulanza del portatore di handicap, acquisto di poltrone per inabili e minorati non deambulanti e apparecchi per il contenimento di fratture e la correzione dei difetti della colonna vertebrale, acquisto di arti artificiali per la deambulazione, costruzione di rampe per l eliminazione di barriere architettoniche esterne ed interne alle abitazioni, trasformazione dell ascensore adattato al contenimento della carrozzina) - acquisto di sussidi tecnici e informatici volti a favorire l autonomia e l autosufficienza (ad esempio: computer, fax, modem o altro sussidio telematico, abbonamento al servizio che consente l invio di una richiesta rapida di soccorso, dispositivi per il controllo ambientale, es. automatismi per porte e finestre, mentre non rientra il condizionatore d aria). Sono previste agevolazioni fiscali anche per:

15 14 - spese mediche generiche e di assistenza specifica necessarie nei casi di grave e permanente invalidità o menomazione. Si considerano di assistenza specifica le spese relative: all assistenza infermieristica e riabilitativa; al personale in possesso della qualifica professionale di addetto all assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all assistenza diretta della persona; al personale di coordinamento delle attività assistenziali di nucleo; al personale con la qualifica di educatore professionale; al personale qualificato addetto ad attività di animazione e/o di terapia occupazionale.. Attenzione: la legge di stabilità 2013 prevede l IVA al 10% per prestazioni di assistenza domiciliare o ambulatoriale per anziani e disabili resa da cooperative o consorzi. Sono detraibili anche i materassi iscritti in classe 1 antidecubito (occorre essere in possesso di prescrizione medica; per le persone con handicap grave e invalidità di lavoro, guerra, ecc. è sufficiente l accertamento sanitario) e anche la parrucche per malati oncologici, se l acquisto è corredato da prescrizione medica specialistica. - spese mediche generiche e di assistenza specifica sostenute in caso di ricovero di un disabile in un istituto di assistenza e ricovero. In caso di retta pagata all istituto, la deduzione spetta solo per le spese mediche e paramediche, che debbono essere separatamente indicate nella documentazione rilasciata dall istituto - acquisto o affitto di protesi sanitarie (ad esempio protesi dentarie e apparecchi ortodontici, occhi e cornee artificiali, occhiali da vista o lenti e relativo liquido, apparecchi auditivi, apparecchi ortopedici, comprese le cinture medico-chirurgiche, scarpe e tacchi ortopedici fatti su misura, arti artificiali, stampelle/bastoni canadesi, apparecchi da inserire nell organismo come stimolatori e protesi cardiache e simili) e di attrezzature sanitarie (ad es. apparecchio per aerosol o per la misurazione della pressione, gas per uso terapeutico, reni artificiali, parrucche per pazienti oncologici) - prestazioni chirurgiche; analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni, prestazioni specialistiche o rese da un medico generico, acquisto di medicinali, degenze o ricoveri collegati a operazioni chirurgiche, trapianto di organi - le prestazioni sanitarie rese da figure professionali (podologo, fisioterapista, logopedista, ortottista, assistente di oftalmologia, terapista della neuro e psicomotricità dell età evolutiva, tecnico della riabilitazione psichiatrica, terapista occupazionale, educatore professionale e in generale personale abilitato in materia sanitaria sono detraibili (l Ag. Entrate sostiene che le spese per prestazioni sanitarie resa da lati figure professionali possono esser detratte senza una specifica prescrizione medica) - spese sostenute per i servizi di interpretariato dai soggetti riconosciuti sordomuti - giornali, libri, periodici per non vedenti o ipovedenti - versamenti previdenziali per gli addetti a servizi domestici e assistenza se anziani - spese di acquisto e mantenimento forfettario del cane guida per i non vedenti. - è prevista anche la detrazione di spese mediche e quelle di assistenza specifica necessarie nei casi di grave e permanente invalidità o menomazione sostenute dai soggetti indicati nell art. 3 legge anche se sostenute per un familiare fiscalmente non a carico : in questo caso il documento deve essere intestato al contribuente che ha effettuato il pagamento con l indicazione del soggetto a favore del quale la spesa medica è stata sostenuta. - spese sostenute per la propria assistenza (badanti) o per quella di un familiare non autosufficiente anche non convivente. Bonus bebè Accordo con le banche per finanziamenti di (da restituire in 5 anni a tassi vantaggiosi) per i nuovi nati. Info nei siti governativi. Successioni e donazioni a favore di disabili gravi La legge 383/2001 ha soppresso l imposta di successione e ha previsto condizioni particolari per le donazioni esenti (non è dovuta l imposta di registro) e non esenti (tra estranei) se il beneficiario ha un handicap grave. Informazioni presso Agenzia delle Entrate CONTRIBUTI E AGEVOLAZIONI IUC - Imposta Unica Comunale: Dal 2014 è diventata operativa la IUC che comprende 3 tipi di Imposte: TASI per la prima casa e relative pertinenze, IMU per seconde case e altri tipi di immobili e -TARI: tariffa dei rifiuti (che sostituisce la TARES). Per quanto riguarda la TARI relativa al Comune di Imola, ai nuclei familiari costituiti da una sola persona portatrice di handicap o con invalidità superiore al 66% viene applicata una riduzione del 83% della quota variabile. Tale riduzione è estesa anche i nuclei familiari con portatori di handicap o persone con invalidità superiore al 66%: viene applicata una riduzione sulla quota variabile corrispondente alla persona avente diritto. Inoltre i familiari delle persone ricoverate in Casa di Riposo possono recarsi a qualsiasi sportello Hera per verificare la situazione. Per informazioni: Hera n. verde

16 15 Agevolazione consumi elettrici e gas Gli intestatari di utenze elettriche e gas (periodicamente anche per acqua) con i requisiti previsti possono presentare domanda per il contributo previsto. Oltre che in base al reddito è prevista anche una tariffa agevolata per l energia elettrica per persone con disagio fisico che per vivere hanno bisogno di apparecchiature salvavita ad energia elettrica. Rivolgersi all ASPCircondarioimolesePer le persone collegate a tali apparecchiature l Azienda USL può richiede che non vegano staccate le utenze elettriche anche in caso di mancato pagamento.. Esenzione o Riduzione del 50% del canone di abbonamento telefonico a Telecom Italia E prevista una riduzione pari al 50% del canone mensile per un solo abbonamento al servizio telefonico. Per richiedere l agevolazione bisogna verificare il requisito sociale (tra i membri della famiglia deve essere presente: un pensionato di invalidità civile, oppure un percettore di pensione sociale, oppure un anziano al di sopra dei 75 anni di età, oppure il capofamiglia deve essere disoccupato) e quello economico (ISEE inferiore o uguale al limite fissato). La domanda va presentata a Telecom Italia tramite i Patronati. L esenzione totale dal pagamento può essere richiesta da nuclei familiari in cui vi sia una persona sorda. Se invece nel nucleo familiare è presente una persona cieca totale è prevista la navigazione in Internet gratuita per almeno 90 ore mensili. Interventi per la permanenza nella propria abitazione A favore di cittadini in situazione di handicap grave - Ausili per l autonomia: è riferita ad es. a condizionatore, ausili, attrezzature e arredi personalizzati (maniglioni, infissi, lavatrice alta, poltrona alzabile, normali arredi se non adatti), attrezzature tecnologiche idonee per avviare e svolgere attività di lavoro, studio e riabilitazione nel proprio alloggio qualora la gravità non consenta lo svolgimento di tali attività in sedi esterne (es. computer con arredo e programmi, attrezzi per la riabilitazione, telecomandi, attrezzature per il telelavoro). Le domande vanno presentate entro il 1 marzo dell anno successivo tramite le assistenti sociali dell A- SPCircondarioimolese. Assegno di cura L assegno di cura è un sostegno economico per le persone con gravissime disabilità acquisite che hanno bisogni di assistenza particolarmente elevati nell'arco delle 24 ore. Può essere erogato direttamente alla persona disabile, alla sua famiglia o ad altre persone che assistono il disabile. L assegno è alternativo all inserimento in una struttura residenziale e permette alla persona disabile di rimanere nel proprio contesto sociale e affettivo, nonché di condurre una vita il più possibile indipendente. Sono previsti diversi livelli di contribuzione giornaliera fino a un massimo di 34 euro giornalieri (se vi è indennità di accompagnamento o similare il contributo è ridotto). Per verificare se è ancora operativo rivolgersi alle assistenti sociali dell ASPCircondarioimolese. Sono anche previsti 160 euro al mese dalla Regione come contributo aggiuntivo per chi ha un assistente familiare con regolare contratto. Contributi per le spese sostenute per l acquisto o l adattamento di veicoli privati destinati a disabili gravi La Regione Emilia Romagna prevede l erogazione di contributi per le spese sostenute per l acquisto o l adattamento di veicoli privati destinati a disabili gravi come previsto dall art. 9 comma 3 della Legge Regionale 29/97 non in possesso di patente di guida e titolari del veicolo stesso, oppure titolari di veicoli particolari o particolarmente adattati acquistati per consentire la mobilità di soggetti in situazioni di gravità e che abbiano con gli stessi legami di parentela e convivenza. Le domande vanno presentate entro il 1 marzo dell anno successivo, rivolgendosi alle assistenti sociali dell ASPCircondarioimolese Esenzione dal bollo o dall imposta di trascrizione Per persone riconosciute con handicap grave (legge 104) oppure non vedente o sordomuto: la domanda va presentata all Agenzia delle Entrate tramite ACI. E si può richiedere sia per veicolo intestato a familiare sia per veicolo intestato al disabile. Sostegno a figli vittime di incidenti mortali sul lavoro La Reg. Emilia Romagna ha istituito un fondo per figli di genitori deceduti a seguito di incidenti mortali sul lavoro. La domanda deve essere presentata per figli con età non superiore ai 25 anni e ISEE entro i limiti previsti. Bando e modulistica nel sito della Regione Altre agevolazioni regionali La Regione Emilia Romagna ha emanato una direttiva che permette alle persone disabili o alle loro famiglie di dedurre dalla dichiarazione dei redditi parte delle spese sostenute per la cura presso le strutture di assistenza (Centri Diurni, Case di riposo, RSA): possono essere dedotte le spese sostenute per

17 l assistenza medica generica, per l assistenza specifica e l animazione. 16 Assistenza anziani non autosufficienti: per la zona imolese è previsto un bonus di 160 mensili per le famiglie entro l ISEE prevista che regolarizzano la posizione lavorativa delle badanti. Rivolgersi all ASP. Licenza di pesca Il nuovo regolamento Regionale prevede che non si faccia più la licenza s l esenzione dal pagamento annuale per chi ha più di 65 anni e per i disabili. Per i soggetti con disabilità motoria viene anche prevista una deroga al divieto di pesca dai ponti, dalle opere di difesa, con reti e bilancella o altri attrezzi in ragione della loro impossibilità a percorrere le rive dei corsi d acqua. Bisogna fare domanda in OGNI PROVINCIA DOVE SI INTENDE PESCARE. Nei vari siti della Provincia di Bologna, di Ferrare, di Ravenna ecc. sono pubblicate le modalità di domanda e i relativi moduli per l autorizzazione. Per ogni tipo di agevolazione anche personalizzate (L. 162 ) è necessario rivolgersi all A- SPCircondarioimolese. TEMPO LIBERO, VACANZE, VOLONTARIATO E SERVIZI VARI Sono molte le associazioni di volontariato che svolgono la propria attività e intervengono in azioni di aiuto alle persone disabili. In questo depliant possiamo ricordarne solo alcune: servizio consegna spesa e libri a domicilio, trasporti e servizi vari per invalidi, prova della pressione ed iniezioni, glicemia, peso, medicazioni in vari ambulatori gestiti da infermieri e da volontari - volontariato a supporto dei ricoverati in ospedali, volontariato per persone con disagio psichico e loro famiglie. Per i recapiti delle Associazioni presenti a Imola consultare il sito vivere/ indirizzario. Farmaci a domicilio: Farmaco Pronto: al momento risulta sospeso (aveva il n. verde ); Servizio Pronto farmaco: servizio di consegna a domicilio di farmaci e altri prodotti sanitari dal lunedì al venerdì e e il sabato Il servizio è gratuito ed è rivolto a disabili e anziani nelle condizioni previste. Maggiori informazioni e moduli per la domanda di iscrizione presso Auser Imola, presso ASPCircondarioimolese e presso le Farmacie Comunali. Inoltre la Caritas può fornire farmaci gratuiti a famiglie e persone in difficoltà, sulla base di visita medica specifica. Servizi postali e pagamento bollette da casa: Su prenotazione poste italiane mettono a disposizione un addetto per pagare con modalità elettronica predefinita i bollettini premarcati del tipo 896 con codice a barre e offrire una serie di servizi di ritiro e spedizione della corrispondenza. Per prenotare il passaggio tel al n o accedere al sito scegliendo la tipologia del servizio e la fascia oraria più comoda. Telesoccorso Il servizio è demandato dall'aspcircondarioimolese a SOS Beghelli. Per attivare il servizio occorre contattare lo Sportello Sociale ASPCircondarioimolese Servizio Podologico Il servizio podologico è per appuntamento ed è rivolto a persone in possesso di apposita certificazione di invalidità pari o superiore a 2/3. Sono previste riduzioni alla tariffa prestabilita o prestazioni gratuite in base all ISEE. Il servizio è anche a domicilio per le persone costrette a letto. Rivolgersi all Ufficio Promozione Sociale Anziani del comune Aiuti ANT L ANT ha reso operativo per Bologna e Provincia il progetto servizio nutrizionale per permettere ai pazienti impossibilitati ad alimentarsi per via naturale di sottoporsi a una terapia di nutrizione artificiale domiciliare. Verificare se è ancora operativo un progetto che prevede fino ad esaurimento fondi del 5per mille un aiuto economico (. 250 al mese per 6 mesi) alle famiglie disagiate che assistono in casa un malato di tumore (presentazione ISEE speciale di ) e l erogazione di un bonus badante (.400 per 6 mesi) per nuclei familiari composti al massimo da 2 persone in cui la persona non malata non può garantire un adeguata assistenza, con ISEE speciale fino a Informazioni: Dott.ssa Silvestri o

18 17 Iniziative per il tempo libero e le vacanze Parchi cittadini Chi fosse interessato ad avere la chiave per poter aprire la sbarra e poter accedere a Parco Tozzoni può contattare l URP/Informacittadino. Nel Parco Vittime dell 11 settembre in viale D Agostino è installata una altalena per bambini diversamente abili. Attività motoria, sportiva e riabilitativa Si ricorda che la certificazione di idoneità alla pratica sportiva non agonistica per disabili di ogni età è gratuita, come lo era già per la pratica agonistica. L idoneità all attività sportiva, dopo la visita medica annuale, viene registrata nel libretto sanitario dello sportivo, rilasciato dai medici di famiglia, dai pediatri di libera scelta, oppure dai Servizi di Medicina dello Sport. Il Comune di Imola nella piscina comunale di Imola prevede la possibilità per i disabili (es. paraplegici) e il loro accompagnatore di entrare gratuitamente quando l attività natatoria è favorevole alla disabilità in essere. Domanda all Uff. Sport, presentandosi con la certificazione medica dell invalidità. Si può accedere in carrozzina dal Pala Ruggi (se l accesso è chiuso telefonare al n ). Vi sono anche alcune società sportive che svolgono in modo continuativo e sistematico attività sportiva rivolta ai portatori di handicap (per info. Uff. Sport Iniziative culturali e per il tempo libero Non vi sono norme specifiche che prevedono l accesso gratuito o con biglietto ridotto alle persone disabili e ai loro accompagnatori per l entrata a cinema, musei, stadi o strutture sportive, parchi di divertimento, campeggi o altro. Eventuali sconti o esenzioni sono concessi su iniziativa di chi organizza o gestisce le manifestazioni, dietro presentazione del tesserino di invalidità. Musei statali: ai portatori di handicap con idoneo documento e ad un loro familiare o ad altro accompagnatore (che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria) è garantito l ingresso gratuito a monumenti, musei, gallerie, scavi, parchi e giardini statali. Nella rete internet possono essere recuperate utili informazioni Musei comunali E possibile prenotare telefonicamente la visita presso Musei per visitare la Rocca e Palazzo Tozzoni utilizzando lo Scoiattolo messo a disposizione da Auser. Corsi di musicoterapia Una nuova pratica riabilitativa che aiuta a comunicare attraverso una modalità naturale quale quella dei suoni, organizzata dalla Scuola com. di Musica classica e moderna. Orti per anziani e invalidi Gli invalidi possono richiedere l assegnazione di un orto presso le apposite aree individuate nel Comune di Imola. Per informazioni e assegnazioni rivolgersi direttamente ai responsabili delle zone orti. Le zone degli orti comunali sono in: Campanella - via Banfi; Centro Sociale La Stalla - via Serraglio 20; Ospedale Nuovo - via Bel Poggio; Ponticelli - via Grilli; Sasso Morelli - via Sasso Morelli; Zolino - via Tinti. Info anche presso Ufficio Partecipazione. Centri a sostegno della domiciliarità Centro Anziani A M'Arcord - via Pirandello 12 complesso Sante Zennaro tel Informazioni ASPCircondarioimolese, per momenti di incontro e realizzazione di piccoli oggetti creativi. Centro Disabili Casa Azzurra - via Pirandello 12 complesso Sante Zennaro tel Rivolto ad adulti con disabilità, per l integrazione, la socializzazione e lo sviluppo delle capacità personali Per altri inserimenti in strutture che abbiano formule di day hospital o di aiuto alle famiglie (es. Centro Don Leo Commissari) contattare l ASPCircondarioimolese. Si ricorda che a Imola è in fase di realizzazione una struttura denominata Dopo di noi che garantisce alle famiglie che il disabile verrà seguito anche dopo la morte ad es. dei genitori. INFORMAZIONI PER HANDICAP PARTICOLARI Sordi e Sordi preverbali (sordomuti) Possono richiedere la pensione I sordi pre-verbali (i cosiddetti sordomuti) o l indennità di comunicazione o a seconda delle varie leggi finanziarie ulteriori vantaggi economici. A Imola è possibile chiedere al Convento del Piratello la traduzione nelle Lingua dei Segni LIS utilizzata

19 da sordi e sordomuti della S. Messa della domenica delle h Ciechi L indennità speciale per ciechi parziali è riconosciuta a persone con residuo visivo non superiore a un ventesimo in entrambi gli occhi con eventuale correzione. La pensione per ciechi parziali è riconosciuta a persone con residuo visivo non superiore ad un ventesimo in entrambi gli occhi con eventuale correzione (codice 08 riportato sul verbale di invalidità). La pensione per ciechi assoluti è concessa a chi è affetto da cecità congenita o contratta in seguito a cause che non siano di guerra, infortunio sul lavoro o di servizio e non abbia alcun residuo visivo, in entrambi gli occhi (codice 09 riportato sul verbale di invalidità). L indennità di accompagnamento per ciechi civili assoluti è concessa a chi è affetto da cecità congenita o contratta in seguito a cause che non siano di guerra, infortunio sul lavoro o di servizio e non abbia alcun residuo visivo, in entrambi gli occhi. Per l acquisto di ausili informatici con particolari caratteristiche tecniche utilizzabili solo da non vedenti si può applicare l aliquota IVA del 4% senza necessità di certificazione sanitaria ( Agenzia Entrate, risol del 20/7/07). Presso la Biblioteca Comunale di Imola è possibile utilizzare un pc e navigare in internet in una postazione per ipovedenti e non vedenti con apposita cuffia di sintesi vocale che legge quanto è presente sullo schermo. Il Comune di IMOLA sta gradualmente rendendo attivi in alcuni ATTRAVERSAMENTI STRADALI gli apparati acustici di segnalazione per i non vedenti; le direttrici che saranno percorribili sono: - stazione FF.SS./ Parco Acque minerali (incroci: Marconi/Costa/Galvani, Appia/Carducci/De Amicis, Mazzini/ Dante/Zappi, Pirandello/Dante/Graziadei), - direttrice Selice (incroci: Del lavoro/selice, Turati/Selice, Romagnoli/Selice), - direttrice v.le Piratello (incroci: Casoni/Amendola/D'agostino, Amendola/Belvedere), - direttrice servizi sociali ( Casoni/Amendola/D'Agostino, Saffi/D'Agostino/Villa Clelia), - direttrice mercati (incroci: Macchiavelli/Zappi/Quaini, Mazzini/Dante/Zappi),-semaforo ciclopedonale D'Agostino/Pratella, - semaforo ciclopedonale San Benedetto/passerella. Cani per i ciechi: Il DPR 23/12/1978 delega ai comuni le attività di assistenza ai non vedenti mediante i cani guida. Poiché il Comune di Imola ha delegato questa competenza al ASPCircondarioimolese, è a questo Ente che bisogna rivolgersi per ottenere il nulla osta per la richiesta del cane guida addestrato. Le vigenti leggi finanziare prevedono la possibilità di detrarre le spese per l acquisto e il mantenimento di un cane guida per i non vedenti in modo forfettario, così come è possibile detrarre dall IRPEF il 19% delle spese sostenute per i servizi d interpretariato usufruiti dai sordomuti. E prevista la gratuità dei cani guida dei ciechi su tutti i mezzi di trasporto pubblico. Info: Unione Italiana Ciechi via F.lli Cairoli 18, tel Sindrome di Down: Le persone con sindrome di down che sono dichiarate, anche dal medico di base, in situazione di gravità (deve essere indicato il cariotipo) vengono esentate da ogni ulteriore visita o controllo. Con circ. 9/12/2010 è riconosciuto automaticamente l indennità di accompagnamento. Per info: Telefono D Servizio di consulenza telef. v. delle Milizie Roma tel , Demenza senile: Rivolgersi al Centro Esperto Demenze di Imola, presso Day Hospital Geriatrico dell - Ospedale S. Maria della Scaletta : dal lunedì al giovedì h Specialista Geriatra: martedì h ; Specialista Neurologo: si accede tramite prenotazione diretta con richiesta del Medico di Base o da uno Specialista Ospedaliero: tel. al n Vedi la sezione sulla demenza senile in Alzheimer: Sede Ass. v. C. Sforza 3, tel , aperta sabato 9-11 (in estate solo sab. 9-11), Casa Alzheimer Cassiano Tozzoli via Venturini 14, sportello di ascolto mercoledì Il Cafè Alzheimer per sostegno familiari presso L altro Cafè in via Tiro a Segno il mercoledì dalle 15 alle 17 (esiste una consulenza psicologica gratuita su richiesta) Mielolesione: l Istituto Montecatone ha realizzato l opuscolo Blue Book: duecento risposte sulla mielolesione, che viene distribuito gratuitamente tel. a. n. Direct Service LoFric o tramite il sito Autismo: A Imola è presente uno sportello punto di incontro per le famiglie, aperto a giorni alterni dalle 9 alle 12 presso Imola contro autismo in v. Vivaldi 70 tel Sclerosi multipla: la sede AISM Sezione Provinciale di Bologna è in Via di Corticella 186/ Bologna Tel Talassemia: l art. 39 L. Finanziaria 2002 prevede un indennità per i lavoratori privi di reddito affetti da talassemia major o drepanocitosi accertata dall ASL che hanno raggiunto un anzianità contributiva pari o superiore a 10 anni e che abbiano almeno 35 anni di età

20 19 Malati in stato vegetativo: è stato attivato un Punto coma presso la sede UIL in v. Emilia 44 (tel oppure n. verde ) per richiedere gratuitamente assistenza e tutele in materia pensionistica, contributiva, previdenziale e informazioni sulle strutture di ricovero, di assistenza e di sostegno e sull orientamento delle opportunità mediche e riabilitative esistenti. ORGANISMI DI TUTELA E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA Per far garantire i propri diritti e l applicazione delle normative in vigore è possibile rivolgersi a patronati sindacali e associazioni di difesa dei consumatori e associazioni di categoria. Per segnalazioni di mancata applicazione dell Accordo di programma provinciale per l integrazione scolastica e formativa dei bambini e alunni disabili la Provincia di Bologna: Collegio di Vigilanza presso Provincia di Bologna, Uff. Coordinamento Handicap, via Malvasia Bologna. Per informazioni tel Fax Alcune PERCENTUALI DI INVALIDITA E RELATIVI DIRITTI O BENEFICI: 33%: Diritto alla gratuità di protesi e ausili, 46% : Diritto all iscrizione alle liste del collocamento speciale, 67% : Diritto all esenzione ticket per tutte le patologie, diritto all abbonamento a tariffa agevolata ATC, 74% : Assegno mensile di invalidità fra i 18 e i 65 anni 75% : Due mesi di versamenti figurativi per ogni anno di lavoro (massimo fino 5 anni) 100% : Pensione mensile di inabilità (invalidi totali) tra i 18 e i 65 anni; 100% con accompagnamento: indennità mensile per chi non deambula o non riesce a compiere gli atti quotidiani della vita 29/5/2014

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Si Puo` Guida ai permessi, ai congedi e ad altre agevolazioni, per l assistenza e la cura delle persone disabili

Si Puo` Guida ai permessi, ai congedi e ad altre agevolazioni, per l assistenza e la cura delle persone disabili Si Puo` Guida ai permessi, ai congedi e ad altre agevolazioni, per l assistenza e la cura delle persone disabili 1 a cura di Maria Patrizia Sparti, Inca Cgil - Area tutela del danno alla persona Capitolo

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI NEL SETTORE AUTO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI NEL SETTORE AUTO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI NEL SETTORE AUTO Introduzione Il presente Testo Unico si propone di illustrare il quadro aggiornato delle varie situazioni in cui la normativa tributaria riconosce

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Digitalizzazione a cura di. Quintadicopertina www.quintadicopertina.com

Digitalizzazione a cura di. Quintadicopertina www.quintadicopertina.com AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla Sede Nazionale Via Operai, 40 16149 Genova Numero Verde 800 80 30 28 www.aism.it - aism@aism.it Edizioni AISM ISBN: 9788871480756 Si ringrazia: Digitalizzazione

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA l agenzia inf orma aggiornamento dicembre 2013 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA INDICE 1. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI... 2 2. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO... 4 Chi ne

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA Gli aggiornamenti più recenti proroga al 31/12/2015 della maggior detrazione Irpef per l eliminazione delle barriere architettoniche agevolazione

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI MARZO 2013 aggiornamento

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI MARZO 2013 aggiornamento l agenzia aggiornamento in f orma MARZO 2013 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto 4 2. Per

Dettagli

Guida alle agevolazioni e contributi per le persone con disabilità

Guida alle agevolazioni e contributi per le persone con disabilità Guida alle agevolazioni e contributi per le persone con disabilità ANNA MARIA DAPPORTO Assessore Politiche Sociali Regione Emilia-Romagna Sono lieta di presentare la seconda edizione di questa guida informativa

Dettagli

I CONTRIBUTI FIGURATIVI

I CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI FIGURATIVI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Olindo Daliana Giuseppe Manzi Simone Parola Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo Rizzuti

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

GUIDA SUL LAVORO A TEMPO PARZIALE (PART TIME) Aggiornata a novembre 2013

GUIDA SUL LAVORO A TEMPO PARZIALE (PART TIME) Aggiornata a novembre 2013 GUIDA SUL LAVORO A TEMPO PARZIALE (PART TIME) Aggiornata a novembre 2013 MODALITÀ RICHIESTE (TRASFORMAZIONE E/O MODIFICA) DURATA ORARIO : ARTICOLAZIONE E INTERVALLO CRITERI PRINCIPALI ACCOGLIMENTO DELLE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI giugno 2010 aggiornamento

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI giugno 2010 aggiornamento l agenzia aggiornamento in f giugno 2010 orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto 4 2. Per

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI AGGIORNATA CON LA NORMATIVA IN VIGORE A MAGGIO 2008 INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI novembre 2011 aggiornamento

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI novembre 2011 aggiornamento l agenzia aggiornamento in f orma novembre 2011 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto 4 2.

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI. per le persone disabili e le loro famiglie

GUIDA AI SERVIZI. per le persone disabili e le loro famiglie GUIDA AI SERVIZI per le persone disabili e le loro famiglie INDICE E con vera gioia, e gratitudine a tutti coloro che a diverso titolo hanno messo mano al lavoro, che mi accingo a presentare questa guida

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 INSERIMENTO/AGGIORNAMENTO GRADUATORIE ATA DI 1^ FASCIA GUIDA ANALITICA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA (modelli di domanda - allegati B1, B2, F, G, H) 0) La modulistica

Dettagli

ORDINE DI SERVIZIO N. 6 DEL 18 Gennaio 2007. Con preghiera di massima diffusione

ORDINE DI SERVIZIO N. 6 DEL 18 Gennaio 2007. Con preghiera di massima diffusione DIVISIONE II U.P.T.A. e.p.c. Ai Capi Divisione Ai Capi Ufficio Ai Capi Settore Ai Segretari Amministrativi dei Dipartimenti Ai Responsabili dei Laboratori Ai Responsabili delle Biblioteche Ai Presidi di

Dettagli

COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI

COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI Istituto Nazionale Previdenza Sociale COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI Regolazione del rapporto di lavoro A cura di Coordinamento e Supporto alle attività connesse al Fenomeno Migratorio Marzo 2007 INDICE

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere BANDO DI CONCORSO Soggiorni e Itinerari Ben-Essere 2015 Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali per i pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, i loro coniugi e figli conviventi

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO

DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO 1 premessa La tutela della lavoratrice madre è un principio fondamentale sancito dall articolo 37 della

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

GUIDA AI CONGEDI PARENTALI

GUIDA AI CONGEDI PARENTALI L anticipazione del congedo di maternità si applica anche alle LAVORATRICI A DO- MICILIO E ALLE LAVORATRICI ADDETTE AI SERVIZI DOMESTICI E FAMILIARI (COLF). Prolungamento del congedo di maternità Il congedo

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Pagina1 Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione utenti

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53 d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18 comma 1 lettera r d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI CONSORZIO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI (Approvato con Deliberazione dell Assemblea Consortile n. 04 del 28/04/2014)

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI Fondazione di partecipazione dei Comuni di Casole d Elsa Colle di Val d Elsa Poggibonsi San Gimignano Radicondoli REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI - 1- INDICE Premessa... 5 Titolo Primo

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE (ai sensi dell art. 73 della L. n. 133/2008)

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE (ai sensi dell art. 73 della L. n. 133/2008) REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE (ai sensi dell art. 73 della L. n. 133/2008) Art. 1 Percentuale generale dei rapporti a tempo parziale 1. Le trasformazioni

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AD INTEGRAZIONE DEL CCNL PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI STIPULATO IL

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AD INTEGRAZIONE DEL CCNL PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI STIPULATO IL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AD INTEGRAZIONE DEL CCNL PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI STIPULATO IL 16.2.1999 A seguito del parere favorevole espresso in data

Dettagli

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA SOGGIORNI A TEMA IN ITALIA SOGGIORNI STUDIO ALL ESTERO STAGIONE 2015 in favore dei figli o orfani ed equiparati - dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014 Prescrizione e decadenza in materia di contributi e prestazioni INPS Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina le procedure per la trasformazione del

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO TITOLO I DISCIPLINA GENERALE DELLE PRESTAZIONI E DEI CONTRIBUTI CAPO I -

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli