Presidente Filetti, dal suo osservatorio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presidente Filetti, dal suo osservatorio"

Transcript

1 Buone Notizie Sostenibilità e Trasparenza con Cooperativa Edificatrice Ansaloni Il Nome della Casa Mensile gratuito di informazione e approfondimento sociale N. 4 Anno I - 1 Aprile 2010 resistenza un vento di libertà Tra pochi giorni sarà il 25 aprile, festa della Liberazione, il giorno che ricorda la resistenza di molti italiani contro l occupazione nazi-fascista. Nessuno costrinse questi padri dell Italia repubblicana, ad assumere tale gravoso impegno, che in alcuni casi fu pagato con la vita stessa. Si, sicuramente ci sarà stato chi ha pensato ad un qualche tornaconto personale, magari da riscuotere a guerra finita. Ci sarà stato anche chi, mentre combatteva, si arricchiva col mercato nero. Altri erano dei veri e propri delinquenti, che si mimetizzavano tra le truppe partigiane. Sicuramente saranno stati compiuti degli errori tattici e strategici nella conduzione delle varie azioni. Alcuni, la maggioranza, lottavano per cacciare i padroni in nome degli ideali socialisti e comunisti, per creare una società di eguali, altri cercavano semplicemente di ripristinare un minimo di democrazia. In ogni caso, complessivamente, possiamo parlare di un grande gesto di generosità e di coraggio, come adesso difficilmente riusciamo neanche ad immaginare, presi come siamo dei nostri stupidissimi impegni quotidiani e terrorizzati dalla paura che qualcuno ci porti via le quattro carabattole che abbiamo per casa. Ma a che cosa è servita veramente la resistenza? In fondo, si poteva benissimo aspettare che gli alleati venissero a liberare il nostro Paese senza alzare un dito. Può effettivamente sembrare poco, di fronte a tanti morti e sofferenze, ottenere soltanto un po più di dignità per il nostro Paese. Ma per noi, la generazione nata nell immediato dopoguerra, ha significato poter andare a testa alta in mezzo agli altri paesi e per la nostra economia poter accedere anticipatamente allo sviluppo e al benessere degli anni successivi. Sicuramente possiamo dire che chi fece quella scelta e si schierò con la resistenza, era nel giusto. Gli altri no. La scelta che fecero gli altri può trovare delle giustificazioni, anche ampie e circostanziate, sul piano personale: la difficoltà che esisteva nel capire da che parte stare, la fedeltà e coerenza rispetto ai tanti voltagabbana dell ultima ora e chi sa quante altre; ma ciò non toglie che di fronte alla storia si è trattato di un errore fatale e di una gravità innegabile. Il tanto revisionismo che abbiamo sentito attorno a questo periodo storico, non appare quindi giustificato se si guardano le scelte di fondo e risultati a cui hanno portato. Meglio sarebbe un sincero riconoscimento degli errori commessi, rispetto ai quali possono essere accettate innumerevoli circostanze attenuanti, ma non la cancellazione di quanto è avvenuto. Forse è un po esagerato dire che attualmente nel nostro paese la libertà è in pericolo, ma quando quotidianamente si lavora ad appannare e a confondere la verità, che sia essa storica o di attualità, anche la libertà può ammalarsi e ripiegarsi su se stessa, portandoci a confondere la libertà di comperare un Nokia o un Siemens, rispetto a quella di poter scegliere il nostro futuro. In questo senso la resistenza, i suoi valori, il rigore morale della sua classe dirigente, il rispetto reciproco tra le varie componenti, la capacità di unire un popolo disgregato e affranto, rappresentano per noi ora un punto di riferimento fondamentale per superare la crisi in cui ci siamo cacciati. Certo, ci manca quel vento che spazzò via tanta schifezza. Maurizio Cocchi Bologna economia: Il Coraggio Contro La Crisi intervista del direttore di bnb a bruno filetti presidente della camera di commercio di bologna Bruno Filetti è stato eletto Presidente della Camera di Commercio di Bologna il 20 marzo 2008 rimarrà in carica per i prossimi tre anni. Per Legge (la n. 580 del 1993) il Presidente della Camera di Commercio «rappresenta l Ente nei confronti di ogni altro soggetto pubblico o privato, promuovendo e tutelando l immagine e l attività del sistema delle imprese e dell economia del territorio, convoca e presiede Consiglio e Giunta, indirizza e promuove l attività camerale nell ambito degli indirizzi deliberati dal Consiglio e dalla Giunta». Presidente Filetti, dal suo osservatorio privilegiato, la Camera di Commercio di Bologna, come sta andando la crisi sul nostro territorio, riusciremo ad uscirne meglio di altre realtà? I numeri di oggi sono molto critici, ma sono il confronto con i dati di un passato che aveva avuto uno sviluppo straordinario. Dobbiamo guardare al consolidato che già si era formato e alle capacità che avevano prodotto tanta crescita e quindi agli investimenti e al nuovo che c è e che necessariamente deve essere difeso e rilanciato. Il potenziale, quindi, esiste e mentre è vero che aziende silenziosamente chiudono e famiglie faticano ad arrivare alla fine del mese, è altrettanto vero che silenzioso è il coraggio e la determinazione dei tanti che si stanno difendendo e innovano per superare la crisi. La nostra imprenditoria non è piantata sulle palafitte. È quindi in grado di giocarsi una partita certamente difficile ma con i presupposti per superare questo vero e proprio stravolgimento che sta interessando tutto il mondo. Nel corso degli ultimi 20 anni abbiamo visto molte fabbriche chiudere nella nostra provincia e molti c a p a n n o n i sono dismessi o diroccati. Continueremo ad avere una significativa presenza industriale oppure saremo costretti a rinunciarci definitivamente? Le grandi fabbriche hanno dimostrato oggi di essere la fortuna ma anche la criticità di certi territori. I fattori positivi del nostro sistema si sono realizzati proprio perché l economia bolognese non è fondata su singoli segmenti. La nostra presenza industriale è molto diversificata e composita, fatta da un vasto sistema composto da tanti tipi di industrie e con alcuni settori specifici di eccellenza e leadership mondiale. Si devono consolidare le dimensioni che erano già in evoluzione prima di questa grande paralisi. La Fiera di Bologna è da sempre un importante realtà per il nostro territorio, attualmente subisce la concorrenza della nuova Fiera di Milano e più in generale soffre della crisi dei sistemi fieristici, secondo lei il nostro quartiere espositivo potrà continuare ad essere un volano economico per la realtà bolognese? Ho sempre detto che la Fiera di Bologna è il motore economico più importante della città. Sono tali e Bologna - Bruno Filetti, Presidente della Camera di Commercio di Bologna, fotografato per Econerre Andrea Samaritani tante le implicazioni che la Fiera genera, che senza di essa Bologna non sarebbe la stessa. La Camera di commercio ha fatto per la Fiera tutto quello che gli è stato chiesto. La Fiera deve impegnarsi e vincere una sfida non facile tenuto però conto che nel frattempo la centralità di Bologna - fattore fortemente strategico - si è ulteriormente arricchita con l alta velocità, lo sviluppo autostradale e i moltiplicati collegamenti dall aeroporto. Come vede lo sviluppo economico del nostro territorio nei prossimi 10 o 20 anni? Quali politiche ed iniziative di sistema dovrebbero essere adottate per favorire la nostra crescita? Formazione, internazionalizzazione, collegamenti e attenzione a tutti i servizi che migliorano la qualità della vita e dell ambiente. Tut- (segue a pagina 2)

2 2 Primo Piano to questo assieme collegato dalle capacità di attrazione che Bologna ha per la sua storia culturale e il patrimonio artistico di cui dispone sono leve sulle quali agire. Sono punti fermi attorno ai quali Bologna deve esprimere l orgoglio di fare. Tempo ne abbiamo perso molto. Dieci o vent anni sono davvero tanti, ma negli scenari di oggi bastano pochi anni per finire nel dimenticatoio o direttamente in cima alle classifiche come esempi da imitare. Guai se questi pochi anni vanno ad addizionarsi ad altri perché allora diventerebbero un eternità e quindi una fortissima pregiudiziale. Come Camera di Commercio stiamo mettendo a disposizione del mondo economico risorse a beneficio del credito, facilitazioni, consistenze finanziarie, informazione, formazione e collegamenti internazionali. La redazione giuliano, Storia di un partigiano da disertore della r.s.i. a combattente per la libertà Quest anno sono 65 gli anni passati da quel 25 aprile 1945 che vide la Liberazione del nostro paese dai nazisti e dai fascisti. Con una politica italiana che tende sempre più a perdere la memoria storica, il rispetto dei principi della propria Costituzione, scritta dai partiti della Resistenza, e dove il personalismo e l interesse di pochi confonde i ruoli e sfuma le differenze ideologiche;, dalla sua modesta nicchia informativa, intende celebrare a modo suo questa giornata. In particolare dando voce ad un bolognese, che recentemente ha dato alle stampe un volumetto dal titolo: Da disertore della R.S.I. a partigiano combattente, un racconto-testimonianza di un ragazzo del 25 che fugge dal fronte di Pescara, torna a casa a piedi, raggiunge i partigiani a Monte Cavallo, torna in pianura e finisce nel carcere nazifascista di Imola dal quale esce vivo per caso il 14 aprile 45. Sto parlando di Giuliano Vincenti, per tanti anni corrispondente stampa e direttore di Radio Budrio, soprattutto un c o m p a g n o ed un amico, ecco una sua NUMERO VERDE SULLE malattie DEL SANGUE Dalla Società Italiana di Ematologia un numero telefonico gratuito dedicato ai pazienti affetti da leucemie e da tutte le altre patologie ematologiche Uno sportello telefonico dedicato ai pazienti affetti da leucemie e da altre malattie ematologiche: è il Numero Verde , promosso dalla SIE Società Italiana di Ematologia. Un servizio di consulenza gratuita dedicato alle malattie del sangue già attivo in tutta Italia e realizzato con il supporto di Novartis. Per avere informazioni e assistenza in campo ematologico, basta chiamare il Numero Verde, da telefono fisso o cellulare, per ottenere spiegazioni su sintomi, esami e terapie e sapere a chi rivolgersi, se non si è già seguiti presso una struttura ematologica. Specialisti ematologi rispondono alle chiamate e forniscono informazioni generali sulle malattie ematologiche, un primo orientamento sulle strutture e sugli esami di laboratorio, e un supporto psicologico. Il Numero Verde non sostituisce l attività delle strutture sanitarie che hanno in cura il paziente, ma rappresenta un vero e proprio sportello informativo telefonico. Attivo dal febbraio dello scorso anno, il Numero Verde ha risposto a centinaia di chiamate di pazienti e familiari di tutta Italia - afferma il Professor Fabrizio Pane, Presidente della SIE - offrendo un servizio fondamentale a tutte le persone coinvolte nella gestione delle malattie ematologiche, direttamente (i pazienti), o indirettamente (i familiari, gli operatori sanitari). Oggi le terapie disponibili consentono di intervenire con successo sulle malattie ematologiche ma è essenziale orientare il paziente verso l appropriato percorso di diagnosi e cura, oltre che supportarlo psicologicamente. Il Numero Verde della SIE è attivo tutti i martedì ed i giovedì dalle ore alle breve biografia: Giuliano Vincenti, nato a Molinella nel 1925, iscritto al Partito Socialista, disertò la chiamata alle armi nel 1943; arrestato, disertò nuovamente nel Nel giugno dello stesso anno raggiunse la brigata Matteotti di montagna Toni sull Appennino tosco-emiliano, combattendo per la Resistenza con il nome di battaglia Saetta. Nell inverno operò nel battaglione Bevilacqua della 5ª brigata Matteotti Bonvicini. Arrestato dai tedeschi nel febbraio 1945 e detenuto a Medicina e a Imola, venne liberato nell aprile dello stesso anno. Giuliano, come mai l idea di fare globalizzazione e stato sociale Parte 3 - I vari punti di vista sulla globalizzazione Le opinioni sulla globalizzazione non sono uniformi, gli studiosi guardano il fenomeno da diversi lati, che spesso divergono. Sono due le linee di pensiero e di analisi: una che la considera un fatto del tutto positivo per la maggioranza degli Stati e dei popoli e che ne definisce gli effetti sgraditi come marginali e contenuti. Questa opinione è fondata sull avvenuto cambiamento qualitativo da un vecchio modo di gestire l ordine internazionale fondato sui rapporti fra Stati-nazione ad uno nuovo caratterizzato da un economia globale unificata. Un altra che invece pensa che sia un fatto negativo per le persone e le comunità locali che ne vengono travolte senza avere più alcuna possibilità di intervenire, specialmente per le fasce più deboli. Questo innanzitutto nell ambito della protezione dei cittadini e quindi nell area del welfare, che è quella più colpita dalla globalizzazione e dal mercato a livello planetario. Non si tratta di un analisi puramente accademica, perché le risultanze della globalizzazione sulla vita reale delle persone sono profonde e, a volte, dirompenti. Perseguire una visione più oltranzista della globalizzazione da parte di uno Stato può portare ad una volontaria riduzione della sua possibilità di intervento a sostegno questo libercolo? A 84 anni ho deciso di soddisfare un mio vecchio desiderio: unirmi a quanti, in maniera più o meno veritiera e documentata, hanno descritto fatti ben conosciuti perché vissuti personalmente nei drammatici tempi del secondo conflitto mondiale. A chi hai dedicato questa tua testimonianza? Alle famiglie Marcello Magrin e Renato Giorgi di Selva Malvezzi che, in tempi assai pericolosi, mi ospitarono ignorando i gravi pericoli che correvano. Un grato pensiero anche a Giulio che mi mise in guardia dall ignobile Rino, subdolo delatore che faceva la spia dei tedeschi durante la mia permanenza come prigioniero alla Rocca di Imola. Infine un sofferto pensiero a Pietro Galiani, amico e degli individui che da tale globalizzazione risultano colpiti; la scelta di perseguire invece una visione più morbida di globalizzazione può far sì che uno Stato metta comunque in atto provvedimenti a difesa degli interessi dei più deboli e delle categorie o comunità colpite dai processi planetari, incidendo così in maniera più efficace contro gli effetti peggiori e mantenendo il proprio welfare a livelli accettabili. I cosiddetti globalisti partono dal presupposto che lo Stato rappresenti una specie di intralcio allo sviluppo economico mondiale. Considerando il mercato come punto di riferimento, pensano che il singolo Stato rappresenti un punto di vista troppo angusto e limitato rispetto alle esigenze di grandi aziende transnazionali che investono con un aspettativa maggiore. Gli studiosi più moderati che, compagno di una breve e drammatica stagione giovanile, caduto combattendo i tedeschi a fianco di Toni Giuriolo il 12 dicembre Un episodio, un ricordo particolare? Te ne segnalo due, citati con altri nel mio scritto: il primo riguarda il periodo di detenzione alla Rocca di Imola. Quasi ogni notte, aerei e cannoni erano in azione dal vicino fronte. Bombe e granate cadevano in abbondanza anche sul carcere. Rari i silenzi concessi dai torturatori e carcerieri, al lavoro soprattutto di notte. Rarissimi i momenti di assoluto silenzio. Allora dalle alte ed ampie finestre giungeva un fruscio di ali ed anche il sinistro verso di civette e di altri uccelli notturni: almeno loro liberi volontari ospiti della vetusta rocca. Il secondo, ovviamente, quando il partigiano Vincenti, Saetta il suo nome di battaglia, può riabbracciare i genitori ed i vecchi amici sopravvissuti alla guerra ed alla guerriglia. Forse è il 21 od il 22 aprile 45. Forse qualche giorno dopo. Ma che importa! L importante è stato ritrovarmi vivo! Intervista di Marco Negri invece, vedono sì l avvento della globalizzazione come evento epocale ma non con la visione supernazionalista, ritengono che le regole interne agli Stati siano ancora valide ed essenziali per gestire la governance dell economia globale. Senza un controllo locale dei flussi planetari, il sistema imploderebbe su sé stesso portando alla dissoluzione del sistema economico mondiale. Quindi essi ritengono che vi debba essere, ed in realtà vi sia, un interazione continua fra leggi e regolamenti promossi dagli Stati nazionali e controlli e regole fissate dagli organismi internazionali che realizzino una governance globale più efficace di quella ottenibile lasciando mano libera ai mercati ed alle imprese transnazionali. Gianni Cacchiani

3 3 Buone Pratiche Wwf a San Lazzaro il comune affida ai volontari il bel poggio Da quest anno il WWF gestirà 3 ettari del Parco del Bel Poggio, sito nella frazione di Ponticella. La convenzione stipulata dall Amministrazione comunale di San Lazzaro con WWF rientra nella strategia adottata da tempo dal Comune di avvalersi del supporto di associazioni presenti sul territorio per realizzare finalità di pubblica utilità. «Si tratta, ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Qualità Ambientale Giorgio Archetti, di una sperimentazione innovativa che se avrà, come auspico, esito positivo potrà essere estesa ad altre aree verdi e contribuire a consolidare il rapporto proficuo sui temi dell educazione ambientale già in atto con le scuole». Soddisfatto anche Angelo Michelucci, vice presidente del WWF Bologna Area metropolitana, che ha dichiarato. «Il Parco pubblico del Bel Poggio si trova a Ponticella, immediatamente a ridosso dei confini del Parco dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell Abbadessa ed è stato segnato da una storia lunga e tormentata: ha subito atti di vandalismo, soprattutto sradicamento ed abbattimento di alberi, ed attualmente versa in una situazione di degrado. L Amministrazione comunale ha pensato di affidare direttamente ad un associazione presente da anni sul territorio la gestione dell area con un azione di cura che vada oltre la normale manutenzione effettuata fino ad ora. Una gestione più attenta dell area potrà contribuire ad un miglioramento complessivo, trasformandola da Parco Pubblico a Parco Pubblico Naturale. Il Parco Bel Poggio presenta caratteristiche del tutto particolari in quanto confina da una parte con il centro urbano di Ponticella e dall altra con una vasta area boschiva, ricca di grande varietà di flora e fauna. Una nuova gestione più attenta e sensibile potrebbe da un lato rispettare la necessità urbana lasciando aree significative alla fruizione dei cittadini, e al contempo sviluppare un percorso naturalistico che potrebbe destare interesse anche per un utilizzo didattico. Per raggiungere questi obiettivi, gli interventi più significativi che verranno effettuati dall Associazione sono: - sostituzione delle piante che si sono seccate o che sono state estirpate e/o tagliate; - migliorare la presenza di siepi a confine del Parco Pubblico Naturale; - realizzare una zona di sosta pedonale dove sia possibile svolgere le normali attività (relax, passeggio cani al guinzaglio con raccolta degli escrementi, prendere il sole ecc); - predisporre un percorso circolare dall ingresso del parco mantenendo la passeggiata a destra; - lasciare, a protezione delle piante nei terreni scoscesi, l erba durante tutto il periodo estivo per poi tagliarla in settembre - ottobre; - mantenere una decorosa attenzione alla pulizia dell area con sopraluoghi periodicamente cadenzati; - realizzare, nel tempo, micro interventi per facilitare l accesso alla naturalità del luogo in particolare creando un angolo per il birdgarden, un muretto a secco; - mantenere e realizzare fossi per scolo acque meteoriche per evitare scoscendimenti del terreno. La fase preparatoria prevede anche un incontro con i cittadini residenti nei pressi dell area per informarli del progetto, per accettare consigli e suggerimenti». G.C. Abbiamo a cuore la tua salute Campagna donazione sangue lasciando a casa l auto Parte la campagna di Avis e Regione per invitare a donare il sangue lasciando l auto in garage. Diecimila campanelli da bicicletta per premiare tutti i donatori di sangue che sceglieranno di donare lasciando l auto in garage. Si tratta della nuova campagna di Avis e Regione Abbiamo a cuore la tua salute che si rivolge a chi è già donatore, ma anche a chi potrebbe diventarlo in futuro e che affianca la campagna regionale contro lo smog Liberiamo l aria. Il campanello, che viene consegnato a tutti coloro che si recano a donare a piedi, in bici o con un mezzo pubblico, è decorato proprio con il logo di quest ultima e cioè un fumetto che richiama l immagine di una nuvola bianca con la scritta Liberiamo l aria. Oltre al campanello la campagna, che interessa tutti i comuni dell Emilia-Romagna, prevede l affissione di 3 mila manifesti, oltre a locandine e folder informativi che sono distribuiti presso le sedi Avis, gli Urp pubblici e le Aziende sanitarie. È una delle iniziative con cui questa Regione cerca di promuovere una maggiore consapevolezza nei cittadini, ha spiegato l assessore regionale all ambiente Lino Zanichelli, Regole e incentivi economici sono importanti per l ambiente, ma il comportamento dei cittadini, le scelte quotidiane di ciascuno di noi lo sono altrettanto. Per questo crediamo in questa collaborazione con l Avis, che tra l altro ha il pregio di rivolgersi a una parte dell opinione pubblica già sensibilizzata sui temi della salute pubblica. Per noi, ha aggiunto Andrea Tieghi presidente regionale Avis, si tratta di raggiungere un duplice obiettivo: aumentare i donatori per continuare ad essere autosufficienti e promuovere tra i nostri iscritti una maggiore consapevolezza ambientale. Nel 2009 l Avis ha raccolto oltre 268 mila unità di sangue e plasma. Un dato che contribuisce a garantire l autosufficienza regionale, ma anche ad aiutare le Regioni Lazio, Sicilia e Sardegna. Tuttavia le richieste di sangue crescono (tra il 3 e il 6% l anno) più delle donazioni (tra l 1,5 e il 2,5% l anno). Inoltre l età media dei donatori è abbastanza alta (tra i 43 e i 46 anni). Per questi motivi secondo Tieghi è importante continuare a lavorare sulla cultura delle donazioni. Bonus gas per sgonfiare la bolletta Il grande freddo di questo inverno di certo ha fatto lievitare le bollette energetiche, è possibile richiedere il bonus gas, un agevolazione per le famiglie bisognose o numerose introdotta dal Ministero dello Sviluppo Economico e resa operativo dall Autorità per l energia, con la collaborazione dei Comuni. Il bonus può essere richiesto presentando domanda al proprio Comune di residenza; per le domande presentate entro il 30 aprile 2010 ha valore retroattivo al 1 gennaio Dopo il 30 aprile si potrà comunque richiedere il beneficio per i dodici mesi successivi, ma non si avrà diritto al bonus retroattvo. A chi è riservato Il Bonus, che consente un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua presunta per la fornitura di gas naturale, può essere richiesto da tutti i clienti domestici che utilizzano gas metano distribuito a rete (non per il gas in bombola o per il GPL), con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale, se in presenza dell ISEE (l Indicatore di Situazione Economica Equivalente) non superiore a euro (fino a 3 figli a carico), non superiore a euro per le famiglie numerose (con più di 3 figli a carico). Possono accedere al bonus per la fornitura nell abitazione di residenza i clienti domestici con indicatore ISEE non superiore a euro, nonché le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a euro. Per richiedere il bonus è prevista un apposita modulistica, da consegnarsi al proprio Comune di residenza. La modulistica è disponibile anche sui siti internet www. autorita.energia.it e oppure sono reperibili presso lo Sportello del Quartiere o Comune di residenza. Per Bologna città: Quartiere Borgo Panigale, Navile, Porto, Reno, San Donato, San Vitale, Santo Stefano, Saragozza e Savena. Il diritto ha una validità di 12 mesi. Al termine di tale periodo, per ottenere l eventuale rinnovo, il consumatore dovrà presentare una domanda accompagnata da una certificazione ISEE aggiornata, che attesti il permanere delle condizioni di disagio economico. Il bonus è riconosciuto indipendentemente dal venditore con cui è attivo un contratto di fornitura, perciò continua ad essere valido anche in presenza di un cambio di fornitore, così come di un cambio della residenza del cliente che ha presentato la richiesta. Per venire incontro alle richieste di informazioni, l Autorità per l energia ha attivato un call center al numero verde (ore 8-18, lunedì-venerdì). A.S.

4 4 Teatro & Spettacoli Alberto Manzi e la televisione buona maestra I sussidiari e i sillabari per combattere l analfabetismo nel dopoguerra in mostra alla Biblioteca Marucelliana di Firenze fino al 30 aprile Sillabari, sussidiari e manuali su cui gli italiani impararono a leggere e scrivere nel dopoguerra. Ma anche estratti della televisione buona maestra come il celebre programma del maestro Alberto Manzi Non è mai troppo tardi che contribuì ad affrontare efficacemente l analfabetismo in quegli anni. Sono i protagonisti cartacei e non della mostra dal titolo Imparare a leggere e scrivere nell Italia del dopoguerra: sillabari, sussidiari e televisione, organizzata dal Centro Alberto Manzi della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con la Biblioteca Marucelliana e il Lions Club Firenze, nei locali della Biblioteca Marucelliana di Firenze e che resterà aperta fino al 30 aprile. Una delle priorità della giovane Repubblica Italiana fu quella di affrontare il problema del secolare analfabetismo, sopratutto nelle zone rurali e nel meridione con la scuola dell obbligo, ma anche con le scuole popolari e con Telescuola: nel giro di venti anni, anche grazie ai programmi televisivi, fu possibile dimezzare il numero degli analfabeti in Italia, che passarono dal 12,90% del 1951 al 5,22% del I libri di testo di quell epoca di rapido sviluppo economico, proponevano un progetto di società costituita da cittadini istruiti, laboriosi, solidali ed educati, rispettosi della patria. La televisione buona maestra con il programma Non è mai troppo tardi, condotto dal Maestro Alberto Manzi, contribuì alla costruzione di quella nuova società, permettendo di far conseguire dal 1960 al 1968 più di un milione di diplomi di scuola elementare. La mostra presenta agli studenti di ieri e di oggi i sillabari, i sussidiari, i libri di lettura e il programma televisivo grazie a cui gli italiani nel dopoguerra impararono a leggere e a scrivere: pagine scelte da libri talvolta anche riccamente illustrate da artisti di fama ed estratti dal programma Non è mai troppo tardi con approfondimenti sulla vita del Maestro Manzi e la sua attività di studioso e pedagogo. La mostra, organizzata in due sezioni, ne dedica una ai sillabari e sussidiari per la scuola elementare del dopoguerra e un altra ai programmi televisivi rivolti agli adulti analfabeti. Esposte anche alcune rarità dell editoria scolastica del periodo, conservate alla Biblioteca Marucelliana: testi per la scuola popolare, diari scolastici, sillabari per i bambini delle colonie italiane in Africa, sussidiari per le regioni autonome d Italia. Per info: Centro Manzi Via Aldo Moro, 68 Bologna Tel NUOVO estragon BOLOGNA Il programma di Aprile Giovedì 8 Aprile h Open h Salento Festival: Ms Triniti & The Burnin Band (Usa/ Jam/I), Boo Boo Vibration (Ita) Madkid (Ita), Dj Afghan (I), General Levy (Uk).5,00 Venerdì 9 Aprile h Open h Moltheni (Indie Rock - Ita) Guest Pan Del Diavolo h Indie Night Con Cecca Dj Free Entry Sabato 10 Aprile h Open h Motel Connection (Elettronica - Ita) h Fujiko Night Con Mingo Dj.10,00 Lunedì 12 Aprile h Open h Haggard (Synphonic Metal - Ger) A Cura Di Herd Cash Management.22,00 Sabato 17 Aprile h Open h Paolo Benvegnu (Rock D autore - Ita) h Fujiko Night Con Mingo Dj.10,00 Mercoledì 21 Aprile h Open h Thrash And Burn Europe Tour 2010 Dying Fetus, Beneath The Massacre (Rotating Slot), Origin (Rotating Slot) Revocation, Man Must Die A Cura Di Romagna Concerti.20,00 Venerdì 23 Aprile h Open h Africa Unite (Reggae - Ita) h Reggae Night Con Pier Tosi Dj E Vittorio Dj.10,00 Sabato 24 Aprile h Open h A Night To Remember Freddy A Cura Di Machada Promotion h Fujiko Night Con Mingo Dj.10,00 Venerdì 30 Aprile h Open h I Tre Allegri Ragazzi Morti (Rock - Ita) h Anni 80 Night Con Poppen Dj s Nuovo Estragon Via Stalingrado, 83 Bologna Per info: Tel Primavera Lirica al Consorziale di Budrio Sabato 24 aprile alle ore 21 e domenica 25 alle ore La Traviata di Giuseppe Verdi Interpreti: Fernanda Costa, Roberto Servile, Antonio Corianó, Sara Cervasio, Sun Hyung Cho, Alessandro Fantoni, Antonio Marani, Luca Gallo, Alex Righi. Coro Vincenzo Bellini, direttore M Roberto Bonato - Maestro collaboratore Paolo Potì - Assistente alla regia Clara Dutto - Luci Gianfranco Ferrari - Con la partecipazione della Società di Danza Bolognese Orchestra, M Direttore e Concertatore Aldo Salvagno. Regia di Edoardo Stravo. I biglietti sono in vendita presso la biglietteria del Teatro, Via Garibaldi, 35 - Budrio (Bologna) tel e fax La Stagione di Prosa 2009/10 del Teatro Testoni di Casalecchio di Reno giunge alla conclusione con un aprile ricco di appuntamenti interessanti. La programmazione del mese si apre il 10 aprile alle ore 21 con La notte poco prima della foresta, di Bernard-Marie Koltés, per la regia di Juan Diego Puerta Lopez, interpretato da Claudio Santamaria. Messo in scena in occasione del ventennale della morte di Koltés, lo spettacolo è un modo per ricordare anche in Italia uno degli autori teatrali più innovativi della seconda metà del Novecento. Il testo, nella traduzione italiana di Luca Scarlini, è il monologo di uno straniero alla ricerca di sé stesso in un mondo che non gli appartiene. Il 14 aprile alle 21 il Piccolo Teatro di Milano presenta Darwin tra le nuvole, un omaggio a Charles Darwin in occasione del bicentenario della nascita, celebrato nel L originalissima opera è frutto di una sinergia tra Luca Boschi, Giulio Giorello e Stefano de Luca che ne cura anche la regia. In scena tutto nasce dall idea di alcune ragazze di oggi di intervistare il oppure presso il circuito (Costa da.6,00 ad.26,00). Maggiori informazioni al sito sezione lirica, La Traviata. Il cantante Roberto Servile Aprile al Testoni grande scienziato. Si sviluppa così, con l aiuto di immagini animate al computer sullo sfondo, l intera vicenda del grande biologo: dalla vivace curiosità dell infanzia, fino alla vocazione per la scienza e al suo viaggio intorno al mondo sul vascello Beagle, alla volta dei misteri del mondo e dell evoluzione. La Stagione si conclude il 28 e 29 aprile alle 21 con Copenhagen una riflessione sempre attuale sulla scienza e il suo rapporto con l etica che viene riproposta da dieci anni, con la stessa forza e attualità, sulle scene nazionali. Per info: Tel sito: Buone Notizie Bologna Cerchiamo venditori di spazi pubblicitari Tel / Fax

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli