Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 21

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida ai servizi Zanica 18-06-2007 12:07 Pagina 21"

Transcript

1 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 21 21

2 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 22 Uffici Comunali Zanica (buono sociale per anziani non autosufficienti ultrasettantacinquenni dell'ambito) bando integrativo per l'assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica e procedure relative all'assegnazione degli stessi e gestione della graduatoria in collaborazione con ALER attivazione e monitoraggio servizio di assistenza domiciliare per anziani e disabili attraverso personale qualificato, secondo il piano individualizzato e in collegamento con gli altri servizi territoriali valutazione di eventuali integrazioni economiche per frequenza Centri Diurni Integrati (attraverso il buono di Ambito) e di integrazione al costo retta casa di riposo attivazione di ricoveri di sollievo per anziani presso strutture convenzionate con l'ambito interventi di socializzazione per giovani ed adolescenti attraverso le iniziative dell'ambito 285 e secondo il progetto giovani integrato di Zanica e Comun Nuovo segnalazioni per accesso ad inserimenti lavorativi protetti per persone svantaggiate, attraverso l'equipe di Inserimento Lavorativo dell'ambito di Dalmine; interventi di sostegno al disagio e emarginazione grave attraverso l'equipe relazione, case e lavoro dell'ambito di Dalmine Sportello Affitti: erogazione agli aventi diritto secondo la normativa regionale Competenze Servizio Istruzione: Svolge funzioni d'indirizzo e di programmazione nell'ambito della scuola gestendo i servizi e gli interventi destinati a garantire la frequenza di tutti i bambini alla scuola dell'obbligo, facilitando in tal modo l'integrazione dei bambini in età scolastica anche alla vita sociale indispensabile per una crescita armoniosa e sana. La Pubblica Istruzione si preoccupa per i soggetti particolarmente svantaggiati e disagiati, cercando di soddisfare i loro bisogni. Per mezzo del Piano per il Diritto allo Studio l'ufficio coordina e gestisce gli interventi mirati a favorire tutte le attività che riguardano la scuola e la vita sociale. In particolare, l'ufficio Pubblica Istruzione si occupa di: organizzazione e gestione del trasporto scolastico organizzazione e gestione della Mensa scolastica assistenza psicopedagogica e sostegno ai ragazzi in situazione di handicap inseriti nelle scuole di ogni ordine e grado sostegno alla programmazione educativa e didattica nelle scuole sostegno a progetti di integrazione degli alunni stranieri sostegno alle scuole materne autonome convenzionate e alle famiglie con bambini iscritti in scuole materne statali o paritarie fuori Zanica organizzazione e gestione del servizio pre-scuola 22

3 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 23 Uffici Comunali Zanica sportello informativo e gestione contributi regionali relativi alla fornitura semigratuita dei libri di testo per gli alunni delle scuole secondarie e primo e secondo grado scuole statali e paritarie sportello informativo e gestione contributi regionali relativi alle borse di studio non legate al merito per scuole primarie e secondarie gestione contributo comunale servizio trasporto scuole superiori fornitura libri di testo per gli alunni delle scuole primarie gestione servizio spazio famiglia "Bubu...settete!" Scuola elementare anni attuale centro Socio-Culturale indicatore della situazione economica equivalente, utilizzato per la determinazione delle rette per molti servizi (sociali, scolastici,.) contributi,. L'ISEE, tiene conto non solo del reddito ma anche del patrimonio e di particolari situazioni familiari. Invece delle vecchie fasce di reddito si utilizza ora l'indice ISEE. La dichiarazione ISEE non è obbligatoria, serve solo per pagare rette agevolate, inferiori a quella massima. Così chi non desidera dichiarare la propria situazione economica paga la retta intera, senza agevolazioni. L'ISEE si calcola tenendo conto dei seguenti dati: COSA E L ISEE COME SI CALCOLA Numero componenti del nucleo familiare Presenza nel nucleo familiare di persone con handicap o invalidità superiore al 66% Presenza di un solo genitore con figli minori Entrambi i genitori lavorano e vi sono figli minori Reddito complessivo dei componenti del nucleo familiare Patrimonio immobiliare (case, terreni) al netto dell'eventuale mutuo ancora da pagare. Patrimonio mobiliare (depositi bancari, BOT, azioni, ecc...) posseduto al 31/12 dell'anno precedente al netto di una franchigia di 30 milioni Il patrimonio (mobiliare più immobiliare) entra nel conteggio solo nella misura del 20% Affitto per la casa di abitazione fino a un massimo di lire 10 milioni, purché regolarmente registrato. Non è necessario produrre certificazioni ma solo una dichiarazione personale. L'Amministrazione potrà disporre accertamenti attraverso la Guardia di Finanza. La certificazione ha validità di un anno e può essere modificata se vi sono rilevanti cambiamenti nella situazione familiare. I cittadini, in alternativa al servizio gratuito garantito dai sindacati in convenzione con il Comune, possono avvalersi anche dei centri di assistenza fiscale (CAAF). 23

4 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 24 Uffici Comunali Zanica UFFICIO POLIZIA LOCALE Responsabile del settore: Gianpaolo Bettani Commissari aggiunti: Lucio Rampinelli, Stefania Bolis Agenti: Lidia Grossi, Calogero Calandra Impiegata amministrativa: Sabrina Corna Indirizzo: Villa Comunale - via Roma, 35 - piano secondo Tel: /861/862 Orario di apertura al pubblico: Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore alle Competenze: Il Servizio Polizia Locale, nell'ambito territoriale di appartenenza, ha funzioni di: Polizia Locale (controllo del territorio, del rispetto dei regolamenti e delle ordinanze comunali, controllo dell'attività edilizia, commercio, ambiente e quant'altro relativo alle competenze trasferite dallo Stato) Polizia Stradale (controllo, prevenzione/ repressione delle violazioni alle norme contenute nel "codice della strada") Polizia Giudiziaria (attività relativa a violazioni penali, referente la Procura della Repubblica) Agenti ausiliari di Pubblica Sicurezza, attività svolta in ausilio alle forze dell'ordine (Polizia,Carabinieri,Guardia di Finanza,ecc.) La Polizia Locale inoltre rilascia: le autorizzazioni per il transito e la sosta nelle zone a traffico limitato le autorizzazioni per l'esercizio delle attività di commercio su area privata e pubblica le autorizzazioni per l'esercizio di attività di somministrazioni alimenti e bevande al pubblico, circoli privati, attività di bed and breakfast le autorizzazioni per l'esercizio di attività di parrucchiere ed estetista le autorizzazioni per l'esercizio dell' attività di agriturismo le autorizzazioni per l'esercizio di alcuni tipi di agenzie d'affari (per il disbrigo di pratiche amministrative, di intermediazione nella vendita di veicoli, di onoranze funebri, ecc.) le autorizzazioni per le feste all'aperto, tombole, lotterie, trattenimenti musicali e danzanti, apparecchi da trattenimento, ecc. a richiesta delle parti interessate, copia dei rilievi planimetrici, fotografici e relazioni relative a incidenti stradali il nulla-osta per svolgimento competizioni sportive su strada il nulla-osta per transito sul territorio di veicoli e trasporti eccezionali certificazioni per iscrizione o modifica all'albo Artigiani autorizzazioni occupazione suolo pubblico (gru, ponteggi, traslochi, banchi per raccolta offerte, raccolta firme ecc.) i numeri di matricola di ascensori e montacarichi i contrassegni per i veicoli dei disabili (rilascio e rinnovo) certificati esistenza in vita dei bovini certificati centro abitato ai sensi del Codice della Strada. Inoltre alla Polizia Locale competono: sopralluoghi in merito ad attività edilizia vigilanza sugli esercizi commerciali in sede fissa, sulle attività di vendita su area pubblica, sugli esercizi pubblici rilievi in caso di infortunistica stradale sopralluoghi per adottare le misure idonee per una migliore viabilità in collaborazione con l'ufficio Tecnico ordinanze relative alla circolazione stradale gestione del recupero dei cani in stato di Via Stezzano 24

5 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 25 Uffici Comunali Zanica abbandono gestione del recupero dei veicoli in stato di abbandono ricezione delle denunce di cessione fabbricato ricezione delle denunce di ospitalità o di assunzione dei cittadini stranieri che sono presenti sul territorio ricezione delle denunce relative agli infortuni sul lavoro avvenuti sul territorio accertamenti relativi all'assegnazione della residenza anagrafica ai nuclei familiari UFFICIO BIBLIOTECA Responsabile del settore: Sergio Cazzaniga Personale: Daniela Mistrini Indirizzo: Biblioteca Comunale - Via Serio, 1 Tel: Orario di apertura al pubblico: Martedì e Mercoledì dalle ore alle / Giovedì e Venerdì dalle ore alle e dalle alle / Sabato dalle ore alle e dalle alle Competenze: Promuove le attività culturali sul territorio comunale, anche in collaborazione con le associazioni locali. Organizza le manifestazioni culturali e del tempo libero: spettacoli teatrali concerti musicali mostre Inoltre: predispone annualmente il piano di erogazione dei contributi il calendario delle attività culturali e delle manifestazioni organizzate e/o patrocinate dal Comune predispone richieste di contributi a Enti diversi (Provincia, Regione, Fondazioni) e gestisce la biblioteca comunale. l'iscrizione deve essere autorizzata dai genitori. La navigazione è gratuita e garantita su banda larga. Ogni utente può connettersi fino a un'ora al giorno per un massimo di tre ore la settimana. E' possibile prenotare la postazione telefonando in biblioteca. Per chi fosse interessato i bibliotecari hanno selezionato una serie di siti sui più svariati argomenti tra cui il mondo dei libri, attualità e informazione, tempo libero, opac per le ricerche bibliografiche. PRESTITO DVD : in biblioteca sono disponibili c.a. 600 titoli tra film e opere varie su DVD, sia per bambini che per adulti, prestabili gratuitamente per una settimana. La lista dei DVD posseduti dalla biblioteca di Zanica si può visionare sul sito del Sistema Bibliotecario di Dalmine alla voce Catalogo DVD. L'indirizzo del sito è: I DVD non posseduti dalla biblioteca di Zanica ma presenti in altre biblioteche del Sistema possono essere richiesti tramite il servizio di interprestito bibliotecario. Sede Biblioteca e scuola media Dal mese di Gennaio 2007 la biblioteca di Zanica ha attivato nuovi servizi per i cittadini: CONNESSIONE INTERNET : è possibile navigare in rete previa iscrizione in biblioteca. Per i minorenni Passaggio pedonale scuole elementari 25

6 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 26 Servizi Comunali Zanica CONTRIBUTI COMUNALI SERVIZIO TRASPORTO Scadenza domanda Il Comune di Zanica intende contribuire alla spesa sostenuta dalle famiglie zanichesi per il servizio trasporto destinato agli studenti di Scuole Secondarie di II grado (ex superiori) che usano mezzi pubblici. Ecco le condizioni: A - La domanda va presentata entro il 31 luglio 2007 presso l'ufficio Istruzione del Comune di Zanica (orari dal Lunedì al Venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,00 tel 035/ ) su apposito modulo disponibile in Comune oppure nel sito internet: B - Per avere diritto ad accedere al beneficio la famiglia deve avere un ISEE non superiore a euro L'importo dell'isee non corrisponde al reddito: si tratta di un indicatore della situazione economica della famiglia e si calcola tenendo conto di tutti i redditi, del patrimonio immobiliare e mobiliare, della composizione della famiglia, delle eventuali spese di affitto, di situazioni particolari come la presenza di un solo genitore o di un invalido. Per ottenere gratuitamente l'attestazione ISEE, grazie ad una convenzione che il Comune di Zanica ha stipulato con i Sindacati, ci si può rivolgere ad una delle seguenti sedi: CISL c/o Centro Socio Culturale Piazza Repubblica a Zanica - Giovedì dalle 9.00 alle o c/o SEDE via Carnovali, 88/a a Bergamo - tel. 035/ da Lunedì a Venerdì dalle 8.30 alle e dalle alle UIL c/o Centro Socio Culturale Piazza Repubblica a Zanica Giovedì dalle alle o c/o SEDE via S.Bernardino, 72 a Bergamo - tel 035/ da Lunedì a Venerdì dalle 9.00 alle e dalle alle CGIL c/o SEDE vicolo Livorno n. 19 a Urgnano - tel 035/ previo appuntamento telefonico da Lunedì a Venerdì dalle 8.30 alle o c/o SEDE via Garibaldi, 3 a Bergamo tel. 035/ da Lunedì a Venerdì dalle 8.30 alle e dalle alle e Sabato dalle 9.00 alle previo appuntamento C - L'importo del contributo è calcolato nel seguente modo: Valore ISEE del nucleo familiare Da 0 a 5000 Euro Da 5001 a Euro Da a Euro Oltre i Euro Contributo del Comune Pari al 50% della spesa sostenuta Pari al 30% della spesa sostenuta Pari al 20% della spesa sostenuta Nessun Contributo D - Alla domanda vanno allegate: a) tutte le pezze giustificative della spesa, in fotocopia; b) l'attestazione ISEE non superiore a Euro. E - Per la liquidazione del contributo, secondo i criteri di cui sopra, si procederà in ordine di ISEE fino ad esaurimento dell'importo stanziato (pari a Euro 5.000,00). Per qualsiasi informazione e per il ritiro dei moduli da compilare rivolgersi all'ufficio Istruzione del Comune di Zanica (tel. 035/ ) negli orari sopracitati. Tutta la documentazione è disponibile anche su internet al sito: SERVIZIO TRASPORTO LINEA ATB - FRAZIONE CAPANNELLE Scadenza domanda Il Comune di Zanica intende contribuire alla spesa sostenuta dalle famiglie zanichesi per il servizio trasporto destinato agli studenti di Scuole Secondarie di II grado (ex superiori) che utilizzano la linea ATB della Frazione Capannelle. Ecco le condizioni: A - La domanda va presentata entro il 31 luglio 2007 presso l'ufficio Istruzione del Comune di Zanica su apposito modulo disponibile in Comune oppure nel sito internet: B - L'importo del contributo corrisponderà alla differenza tra la spesa per l'abbonamento annuale ordinario studenti e quella sostenuta dalle famiglie 26

7 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 27 Servizi Comunali Zanica residenti in Comuni con la convenzione (tenendo in considerazione il numero di zone che ogni studente deve attraversare per raggiungere il plesso scolastico). C - Alla domanda vanno allegate tutte le pezze giustificative della spesa sostenuta, in fotocopia. Precisasi inoltre che la partecipazione al presente bando non preclude la presentazione della domanda di contributo comunale di cui alla G.C. n. 146/06 (Servizio Trasporto Scuole Superiori) soggetto ad ISEE; in tal caso nella spesa sostenuta dalle famiglie verrà considerato l'eventuale contributo ricevuto in relazione a questo bando. Per informazioni rivolgersi all'ufficio Istruzione (tel. 035/ ). Tutta la documentazione è disponibile anche su internet al sito: Padergnone dall alto 27

8 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 28 Servizi Comunali Zanica porre attenzione sia ai bisogni del bambino che a quelli dell'adulto di riferimento, secondo un'impostazione di lavoro che tiene insieme sia gli aspetti educativi che quelli sociali. La frequenza allo spazio-famiglia offre occasioni di crescita sia sul piano relazionale, quanto su quello cognitivo, in un contesto che garantisce, attraverso la presenza della mamma o di un altro adulto significativo, la continuità con l'esperienza familiare ma che al contempo, consente di sperimentare forme di autonomia e di distanza reciproca. BUBU...SETTETE è Un luogo pensato per i bambini da 0 a 3 anni Lo spazio-famiglia Bubu-settete si configura come un luogo progettato a misura di bambino, uno spazio attrezzato con la presenza di educatrici qualificate. In un ambiente protetto, sicuro, morbido e colorato i bambini possono giocare, disegnare, costruire, manipolare, imparare. Lo spazio-famiglia accoglie bambini e genitori insieme avendo come obiettivo principale il sostegno della relazione genitore-figlio; nel perseguire ciò, il progetto educativo si propone di Uno spazio per i genitori Per i genitori lo spazio-gioco è anche un occasione per attivare nuove relazioni che favoriscano la costruzione di rapporti significativi tra gli adulti, rapporti che dallo spazio famiglia dove essi nascono, possano trasferirsi ai luoghi della quotidianità familiare diventando così una barriera contro l'isolamento e la solitudine. Lunedì, Martedì, Giovedì e Venerdì dalle ore 9,30 alle ore 11,30 - Martedì dalle ore alle Dove: c/o ex-palestra Scuole Elementari Via Padergnone n Zanica Per informazioni telefonare all ufficio Servizi Sociali/Istruzione Tel: 035/

9 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 29 Servizi Comunali Zanica SERVIZI FUNERARI Convenzione tra il comune di Zanica e l Impresa Bergamo Onoranze Funebri S.r.l. per l espletamento di servizi funebri Il Comune di Zanica ha stipulato una convenzione con l Impresa Bergamo Onoranze Funebri S.r.l. per servizi completi di onoranze e trasporti funebri a tariffe agevolate. Informazioni sulla Società Bergamo Onoranze Funebri S.r.l. ha sede in Viale Pirovano, 17, nei pressi del Comitero di Bergamo. La Società è interamente partecipata dal Comune di Bergamo, il quale in ottemperanza alla Legge Regionale n.22 del 2003 e relativo Regolamento ha provveduto alla separazione della gestione dei cimiteri cittadini dall attività dei trasporti funebri. Il Comune di Bergamo ha conferito nella Società il ramo d azienda della struttura organizzativa precedentemente operante, denominata Divisione Servizi Funebri e Cimiteriali. Con tale soluzione si è inteso attribuire a questo particolare servizio anche una funzione sociale: ovvero mantenere, in un mercato in cui le imprese private sono già presenti, una funzione calmieratrice dei prezzi, soprattutto per aiutare gli strati più deboli dei cittadini in momenti particolarmente dolorosi e naturalmente assicurando il rispetto dei principi della libera concorrenza nel settore. La presenza della nuova Società pubblica si propone anche di migliorare la qualità del servizio, completandolo in ogni suo aspetto. La dignità ed il rispetto dovuto in questi particolari delicati momenti sono garantiti dalla professionalità e dall esperienza del personale comunale confluito nella Società. Informazioni sui servizi La convenzione ha per oggetto la gestione dei servizi funebri, di seguito riportati, che dovranno essere assolti ai seguenti prezzi: FUNERALE a) ad inumazione (cassa liscia senza zinco) per spazio campo comune b) a tumulazione (cassa liscia con zinco) per loculo o tomba di famiglia Euro 1.300,00 Euro 1.400,00 I servizi comprendono: Camera Ardente: tappeto, reggibara, candelabri, croce, pannelli interni-esterni, registro firme, vaso fiori, apparecchio refrigerante Disbrigo pratiche amministrative e chiusura feretro: (denuncia di morte, ASL, Comune) ad esclusione dei diritti comunali Trasporto: carro funebre con quattro necrofori, sosta in Chiesa, trasporto al luogo di sepoltura all interno del territorio Comunale e ove richiesto carro porta corone Cofano: realizzato secondo le disposizioni dell allegato 3 del Regolamento Regionale 9/11/2004 n. 6 a) per inumazione (in larice, imbottitura per inumazione, velo coprisalma e piastrina) b) per tumulazione (in larice con valvola di decompressione, imbottitura per tumulazione, velo coprisalma e piastrina) Servizi facoltativi aggiuntivi Vestizione salma - Euro 110,00 Trasporto da struttura pubblica sanitaria all abitazione - Euro 55,00 Furgone per trasporto cofano presso il luogo del decesso - Euro 70,00 Annunci necrologici (pubblicazione su quotidiano fino a 100 parole) - Euro 200,00 Fiori (cofano 3/4 sopra la cassa e n.1 vaso) - Euro 250,00 Fiori (cofano intero sopra la cassa e n.1 vaso) - Euro 300,00 Altri servizi Cremazione (trasporto salma al forno crematorio entro un raggio di Km. 50, ritiro urna cineraria, disbrigo pratiche amministrative escluso la tariffa per la cremazione e i diritti comunali) - Euro 250,00 Recupero salma (da obitorio o da incidente entro un raggio di Km. 30) - Euro 122,00 I prezzi proposti si intendono fissi ed invariabili per tutta la durata della convenzione che ha validità dal 12/12/2006 al 31/12/2007. E utile segnalare che i servizi funebri sono esenti da IVA. I servizi sono richiesti direttamente dai cittadini all Impresa Bergamo Onoranze Funebri S.r.l. per le sepolture delle persone ammesse ai cimiteri di Zanica (Capoluogo e Frazione Capannelle) a norma del regolamento comunale di polizia mortuaria (Art. 29

10 Guida ai servizi Zanica :07 Pagina 30 Servizi Comunali Zanica 2.2 della Convenzione). I pagamenti dei corrispettivi dovuti per i servizi funebri e gli accessori saranno effettuati direttamente dai dolenti all Impresa Bergamo Onoranze Funebri S.r.l. (Art. 9.1 della Convenzione) L Impresa, incaricata dei servizi, è direttamente responsabile di fronte a terzi, nonchè di fronte all Amministrazione Comunale, dei danni di qualsiasi natura causati a persone ed a cose durante l espletamento dei servizi, nonchè delle conseguenze per erroneo adempimento dei servizi ad essa imputabili (Art e segg. della Convenzione). Come si attiva il servizio Telefonare a: Bergamo Onoranze Funebri S.r.l. di Bergamo - Tel (Attivo 24 ore su 24) Per eventuali informazioni è possibile rivolgersi all Ufficio Servizi Cimiteriali - Tributi Tel: /851 CONFERIMENTO DEI RIFIUTI ALLA PIATTAFORMA ECOLOGICA L accesso alla piazzola è consentito ai soli privati cittadini residenti nel Comune di Zanica ed è vietato agli esercenti di attività industriali, artigianali e di servizio. ORARIO Martedì, Giovedì e Sabato Orario Invernale (Ottobre - Marzo) Orario Estivo (Aprile - Settembre) Dalle ore 8.00 alle ore e dalle ore alle ore Dalle ore 8.00 alle ore e dalle ore alle ore Cosa conferire Ingombranti Carta e cartone Vetro Contenitori in plastica per liquidi e altri imballaggi in plastica Latte e lattine in banda stagnata ed alluminio Ferro e materiale ferroso Cassette in plastica Scarti vegetali Legno Inerti da lavori di piccola manutenzione ordinaria Polistirolo Pneumatici Rifiuti pericolosi (farmaci scaduti, siringhe, etichettati T e/o F, olii da cucina, vernici, toner, neon, pile, accumulatori al piombo esausti, olii minerali esausti, stracci, frigoriferi, lavatrici, televisori e componenti elettronici) 30

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

ROMA CAPITALE. 1 9 ùi C Z013 31/01/2014.

ROMA CAPITALE. 1 9 ùi C Z013 31/01/2014. ROMA CAPITALE Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici. Giovani e Pari Opportunità Direzione de i Se rvizi Educativi e Sco lastici U.O. Serv,zi d, Supporto al sist ema educativo e scolastico RO M A

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL P.R.G., NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI. Approvato con

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

CITTA' DI ALZANO LOMBARDO

CITTA' DI ALZANO LOMBARDO CITTA' DI ALZANO LOMBARDO PROVINCIA DI BERGAMO Partita IVA 00220080162 Codice Fiscale 220080162 REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE APPROVATO CON DELIBERA C.C. N 27 DEL

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI..

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI.. Corso di laurea.... C.L. specialistica/magistrale... Curriculum/Indirizzo... Matricola.. Marca da bollo da 16,00 se non assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 Informazioni generali Legge 22 aprile 1941, n. 633 più volte modificata modifiche disorganiche farraginosa in corso di revisione integrale (presentata bozza il 18.12.2007)

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE La privacy DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE Temi in classe Non lede la privacy l insegnante che assegna ai propri alunni lo svolgimento di temi in classe riguardanti il loro

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI Descrizione : L apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI Fondazione di partecipazione dei Comuni di Casole d Elsa Colle di Val d Elsa Poggibonsi San Gimignano Radicondoli REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI - 1- INDICE Premessa... 5 Titolo Primo

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

818.61. Ordinanza. 1 Campo d applicazione e definizioni. del 17 giugno 1974

818.61. Ordinanza. 1 Campo d applicazione e definizioni. del 17 giugno 1974 Ordinanza concernente il trasporto e la sepoltura di cadaveri presentanti pericolo di contagio come anche il trasporto di cadaveri in provenienza dall estero e a destinazione di quest ultimo 818.61 del

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti IL NUOVO ISEE Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti Consorzio MIPA 2 Indice IL NUOVO ISEE: UN QUADRO D'INSIEME Riferimenti del nuovo Isee e ambiti di applicazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI DALMINE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI ZONA DEL SISTEMA INTEGRATO DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI

AMBITO TERRITORIALE DI DALMINE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI ZONA DEL SISTEMA INTEGRATO DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI All ente erogatore dell assistenza educativa del CRE di DOMANDA DI ASSISTENTE EDUCATORE PER LA FREQUENZA CENTRO RICREATIVO ESTIVO (in attuazione della Decreto Regionale n.1961 del 6 marzo 2013) (modulo

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Comune di Sanluri Provincia del Medio Campidano Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 66 del 26.11.2004. Sommario Art.

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

In caso di mancato inserimento, lo studente sarà collocato d'ufficio nella fascia massima di contribuzione.

In caso di mancato inserimento, lo studente sarà collocato d'ufficio nella fascia massima di contribuzione. Gli studenti immatricolati ed iscritti in corso e fuori corso che ritengono di essere nelle condizioni economiche per poter ottenere la riduzione delle tasse possono rivolgersi gratuitamente agli uffici

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.)

Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 29 del 09.06.2014 I 20099 Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI Approvato con D.G. N.40 DEL 10.04.2000 Modificato con D.G. N.79 DEL 04.11.2002 Modificato con D.G. N.70 DEL 13.11.2006

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art.

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art. DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art. 21 legge 241/90) Al Sindaco del Comune di. Il sottoscritto Cognome Nome Codice

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Progetto Insieme si può

Progetto Insieme si può Progetto Insieme si può Network dei servizi sociali Lavoro di cura, badanti, politiche dei servizi Milano, 17 aprile 2007 e.mail insieme.roma@libero.it Sito del progetto www.insiemesipuo.net GLI OBIETTIVI

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO CRESPELLANO Via IV Novembre, 23 Valsamoggia (BO) 40056 Località - Crespellano Tel. 051/6722325 051/960592 Fax. 051/964154 - C.F. 91235100376 E-mail: boic862002@istruzione.it - iccrespellano@virgilio.it

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli