INDICE. ART. 2 OGGETTO DELLA FORNITURA pag. 1. ART. 3 DURATA DELLA FORNITURA pag. 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. ART. 2 OGGETTO DELLA FORNITURA pag. 1. ART. 3 DURATA DELLA FORNITURA pag. 1"

Transcript

1 INDICE ART. 1 DEFINIZIONI pag. 1 ART. 2 OGGETTO DELLA FORNITURA pag. 1 ART. 3 DURATA DELLA FORNITURA pag. 1 ART. 4 CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI DELLE COMPOSIZIONI pag. 2 ART. 5 TIPI DI COMPOSIZIONI CARATTERISTICHE SPECIFICHE pag. 4 ART. 6 MODALITA DI FONITURA pag. 7 ART. 7 PARTICOLARITA NELL ESECUZIONE DEL CONTRATTO PROGRAMMAZIONE DELLE FORNITURE pag. 7 ART. 8 CONFORMITA DELLE FORNITURE E VERIFICHE pag. 9 ART. 9 NORMATIVE DI RIFERIMENTO E DOCUMENTI CONTRATTUALI pag. 9 ART. 10 NORMATIVE GENERALI PER L ACCETTAZIONE, QUALITA ED IMPIEGO DEI MATERIALI pag. 10 ART. 11 RESPONSABILITA ED OBBLIGHI DERIVANTI DAI RAPPORTI DI LAVORO pag. 10 ART. 12 RESPONSABILITA DELLA DITTA IN ORDINE ALL ESECUZIONE DEL CONTRATTO pag. 10 ART. 13 STIPULAZIONE DEL CONTRATTO pag. 11 ART. 14 SUBAPPALTO pag. 11 ART. 15 GARANZIE E COPERTURE ASSICURATIVE pag. 12 ART. 16 COMUNICAZIONE DI CONCLUSIONE DELLA FORNITURA pag. 12 ART. 17 PENALI E RISOLUZIONE DI DIRITTO DEL CONTRATTO pag. 12 ART. 18 CORRISPETTIVI E PAGAMENTI pag. 13 ART. 19 DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO E DEL CREDITO pag. 13 ART. 20 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO pag. 13 ART. 21 FORO COMPETENTE pag. 14 ART. 22 ELENCO PREZZI UNITARI pag. 14

2 1 ART. 1 DEFINIZIONI Nel presente documento, successivamente chiamato anche Capitolato d oneri viene indicato con il nome Impresa la ditta alla quale sarà affidata la fornitura, e con il nome ASER, la Committente e precisamente: Azienda Servizi Romagna s.r.l. con sede legale in Via Bozzi 103 a Ravenna. ART. 2 OGGETTO DELLA FORNITURA Il contratto ha per oggetto la fornitura di addobbi floreali per onoranze funebri come meglio specificato nei seguenti articoli del presente Capitolato. Le composizioni floreali oggetto della fornitura sono descritte negli articoli che seguono. Fermo restando l obbligo per l Impresa di garantire l effetto cromatico e di riempimento illustrato nelle fotografie allegate all offerta, si precisa che il numero minimo di fiori obbligatorio per ciascuna composizione è quello richiamato espressamente nella corrispondente definizione contenuta nel Capitolato. A tal fine non è invece rilevante l eventuale diverso numero di fiori eventualmente rappresentato nelle foto allegate all offerta dell Impresa. Sono esclusi dal presente contratto cuscini e altre composizioni floreali, a lavorazione di tipo artigianale e/o personalizzate, o di tipologia non prevista nel presente Capitolato, che ASER si riserva di acquisire presso altre imprese sulla base delle specifiche preferenze espresse dalla clientela, senza che il Fornitore abbia nulla a pretendere in virtù del presente contratto. ART. 3 DURATA DELLA FORNITURA Il contratto per la fornitura oggetto del presente Capitolato che verrà stipulato con l Impresa avrà la durata di 12 mesi. In caso di urgenza, ed in particolare allo scopo di scongiurare soluzioni di continuità nella fornitura, il contratto potrà, su richiesta di ASER decorrere dalla data di comunicazione dell aggiudicazione secondo le indicazioni ivi contenute. Sarà da ritenersi comunque scaduto alternativamente ed a insindacabile giudizio di ASER, al raggiungimento del predetto periodo o alla copertura del suo ammontare, conseguente all applicazione dei prezzi offerti dall Impresa. In ogni caso, al fine di assicurare la continuità della fornitura, l aggiudicatario sarà tenuto all espletamento della fornitura agli stessi patti e condizioni anche dopo la scadenza contrattuale nelle more dello svolgimento della gara per l individuazione del nuovo contraente fino ad un massimo di tre mesi e senza che ciò comporti automatico rinnovo del contratto. La fornitura, effettuata nell arco del periodo contrattuale, sarà assicurata con consegne periodiche, su ordinativo dell ASER, che individuerà di volta in volta il numero dei manufatti, la loro tipologia e il punto di consegna dei medesimi, sulla base delle proprie necessità e delle richieste dell utenza.

3 2 ART. 4 CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI DELLE COMPOSIZIONI 4.A) SPECIFICHE TECNICHE DELLE PARTI COMPONENTI 4.A.1) FIORI I fiori dovranno essere freschi di 1a qualità ed integri in qualunque periodo dell anno indipendentemente dalle condizioni climatiche o dalle caratteristiche tecnico-fisiche del luogo di consegna. Le tonalità dei colori saranno vincolanti ai fini dell ordinativo. I fiori impiegati nelle composizioni floreali, illustrati nel presente Capitolato e nelle fotografie prodotte dal Fornitore allegate all offerta, dovranno essere sempre freschi ed aperti. I fiori che potranno essere impiegati durante la durata del contratto sono specificati nell elenco seguente, e saranno utilizzati per le composizioni secondo i criteri descritti nei successivi articoli del presente Capitolato. - anthurium; - bocche di leone; - calle; - cimbidium; - crisantemi; - dalie; - dendrobium; - garofani; - gerbere / gerbere doppie; - gigli; - ginestre; - girasole; - gladioli; - iris; - lilium specioso o normale; - orchidee; - rose; - roselline a grappolo; - sterlizie; - tulipani; - tuberose; - ginsofila; - viole. 4.A.2) VERDE Il verde dovrà coprire per intero la struttura, pertanto dovrà essere comunque flessibile e tale da non perdere foglie. L elenco del verde che sarà utilizzato durante la durata del contratto è specificato nei successivi articoli del presente Capitolato. L impiego del verde nelle diverse composizioni floreali dovrà corrispondere a quanto rappresentato nel presente Capitolato e nelle fotografie prodotte dal Fornitore allegate all offerta ed in ogni caso appartenere alle seguenti tipologie.

4 3 - agrifoglio; - alberi da palma (foglie); - alloro; - aralia; - asparagus; - aspidistra; - edera; - felci; - lauro; - magnolia; - philodendro; - piumoso. Altre tipologie di verde dovranno essere espressamente e preventivamente accettate dall ASER. 4.A.3) NASTRI E DIDASCALIE Dovranno essere di ottima fattura e qualità per quanto riguarda colorazione, materiali e carattere della scrittura, indicati da ASER di volta in volta, al momento dell ordinazione. 4.A.4) ELEMENTI DI AGGRAPPAGGIO, COLLEGAMENTO, VINCOLO Saranno tali da assicurare la funzione di ancoraggio (rigidi, flessibili, etc.) senza danneggiare vetture e cofani. 4.A.5) TELAIO (FUSTO), TREPPIEDE, SOSTEGNO, GANCIO, PROTEZIONE, PER IL TRASPORTO Sono le parti aventi funzione di sostegno, sagomatura e protezione. Saranno composte da elementi, adeguatamente robusti, tali da assicurare una facile manipolabilità, trasporto, etc., a seconda della destinazione. L ASER può ricusare forme, sagome, etc che, pur nel rispetto delle dimensioni e di queste prescrizioni, siano di pregiudizio o all estetica o ai mezzi di trasporto funebre o all incolumità degli addetti ai lavori. 4.B) TIPI DI COMPOSIZIONI CARATTERISTICHE GENERALI Quanto descritto nel presente articolo si intende riferito a tutti i tipi di composizione floreale oggetto del presente Capitolato. Le specifiche caratteristiche di ogni singolo tipo di composizione saranno indicate nei successivi articoli del Capitolato e nelle fotografie prodotte dal Fornitore allegate all offerta. 4.B.1) PARTE MECCANICA La parte meccanica di sostegno e sagomatura deve essere sufficientemente robusta e completamente rivestita di verde. Inoltre tutte le parti meccaniche dovranno essere rese invisibili dallo strato di fiori e verde.

5 4 4.B.2) EFFETTO CROMATICO UNIFORME L effetto cromatico uniforme s intende prodotto sia per l impiego di fiori dello stesso colore che per l impiego di fiori diversi ma della stessa variegatura cromatica. 4.B.3) EFFETTO CROMATICO VARIATO L effetto cromatico variato s intende prodotto per effetto dell impiego di fiori di diverso colore, ma disposti in modo da creare, nell insieme, non zone cromatiche ben distinte e definite, ma un unico effetto variato. 4.B.4) EFFETTO CROMATICO A DISEGNO L effetto cromatico a disegno s intende prodotto con fiori di uguale qualità ma diverso colore, o fiori di diversi tipi e colori, per realizzare la definizione di zone, ciascuna di colore uniforme all interno di essa, e diversificato tra zona e zona. ART. 5 TIPI DI COMPOSIZIONI CARATTERISTICHE SPECIFICHE 5.A) COPRICASSA 5.A.1) DESCRIZIONE Composizione di fiori e verde destinata ad elemento copribara e dotata di telaio, ganci, almeno due cordicelle, adeguati allo scopo. Le composizioni floreali dovranno corrispondere a quanto descritto nel presente Capitolato e nelle fotografie prodotte dal Fornitore allegate all offerta. Le possibili variazioni che ASER si riserva di richiedere rispetto a tali composizioni sono descritte all articolo 7 del presente documento. 5.A.2) DIMENSIONI Le dimensioni saranno: - copricassa per adulti: lunghezza m. 1,40, larghezza alla testa m. 0,35, larghezza ai piedi m. 0,25, spessore al centro da 18 a 20 cm.; - copricassa per bambini: lunghezza m. 0,70, larghezza alla testa m. 0,35, larghezza ai piedi m. 0,25, spessore al centro da 18 a 20 cm; - cuscino : standard cm. 100 x A.3) COMPONENTI Il copricassa si intende composto da: - fiori (caratteristiche e tipi descritti nel presente Capitolato) nei quantitativi minimi indicati nella tabella seguente (in caso di utilizzo da parte dell Impresa di fiori di dimensioni minori i quantitativi indicati dovranno essere aumentati direttamente dall Impresa in numero sufficientemente adeguato al fine di garantire un riempimento completo della composizione e con esso l effetto cromatico richiesto); - verde (caratteristiche e tipi descritti nel presente Capitolato); - nastro a didascalia (caratteristiche e tipi di scritti nel presente Capitolato);

6 5 - telaio ed elementi di ancoraggio, protezione per il trasporto (caratteristiche e tipi descritti nel presente Capitolato); - quanto altro necessario per garantire una composizione secondo le regole dell arte e della tradizione. 5.A.4) TIPOLOGIE COPRICASSA PER ADULTI TIPO A Tipo Composizione Descrizione A1 VARIATO UNIFORME A DISEGNO A2 VARIATO UNIFORME A DISEGNO Base verde con almeno 20 rose, 15 gerbere, 10 lilium. I fiori dovranno essere disponibili anche nei colori rosa, bianco e rosso. Base verde con almeno 10 orchidee, 20 rose, 20 gerbere, 10 lilium. I fiori dovranno essere disponibili anche nei colori rosso, giallo e bianco. COPRICASSA PER BAMBINI Tipo Composizione Descrizione B1 UNIFORME Base verde con fiori bianchi, con almeno 15 gerbere, 10 mazzetti di crisantemo a margherita, 5 mazzetti di roselline a grappolo. Dovranno essere disponibili anche in colore rosa e gialli. B2 UNIFORME Base verde con fiori bianchi, con almeno 20 gerbere, 5 lilium, 10 mazzetti di roselline a grappolo. Dovranno essere disponibili anche in colore rosa e gialli. CUSCINO Tipo Composizione Descrizione C1 UNIFORME Base verde con almeno 20 gerbere, 15 rose, 5 lilium, 3 anthurium. C2 UNIFORME Base verde con almeno 25 gerbere, 20 rose, 5 lilium, 5 orchidee. 5.B) CONFEZIONE CIOTOLA 5.B.1) DESCRIZIONE Composizioni con fiori intervallati da verde che dovranno corrispondere a quanto descritto nel presente Capitolato e nelle fotografie prodotte dal Fornitore allegate all offerta. Le possibili variazioni che ASER si riserva di richiedere rispetto a tali composizioni sono descritte all articolo 7 del presente Capitolato. CIOTOLE TIPO DESCRIZIONE DIMENSIONI ALTEZZA DESCRIZIONE D1 Ciotola Piccola 0,50 mt. Base verde con almeno 15 rose, 5 gerbere, 3 lilium. D2 Ciotola Grande 0,50 mt Base verde con almeno 15 rose, 4 lilium, 10 gerbere, 3 anthurium.

7 6 In tutti i casi in cui ASER richieda composizioni con fiori alternativi, come meglio dettagliato nella tabella sopra riportata (es.: quanto si richiedono garofani al posto di gerbere), il numero di fiori sostitutivi utilizzati deve essere tale da garantire un riempimento completo della composizione e con esso l effetto cromatico richiesto. 5.C) MAZZI DI FIORI 5.C.1) DESCRIZIONE Composizione in cui i fiori intervallati da verde sono disposti in modo da presentare una forma di mazzo avente una superficie cromatica rispondente ad una delle tipologie indicate all art. 4/b ed evidenziate dall ASER al momento dell ordinativo. 5.C.2) DIMENSIONI E TIPOLOGIE MAZZO DI FIORI Tipo Composizione Descrizione E1 VARIATO Base verde con almeno 10 gerbere, 5 rose, 3 anthurium. E2 UNIFORME Base verde con almeno 30 rose a gambo lungo. 5.D) CUORE COMPOSIZIONE 5.D.1) DESCRIZIONE Composizione in cui i fiori intervallati da verde sono disposti su un supporto in materiale poliuretanico da presentare in forma di cuore con effetto cromatico rispondente ad una delle tipologie indicate all art. 4.B ed evidenziate dall ASER al momento dell ordinativo. 5.D.2) DIMENSIONI E TIPOLOGIE CUORE DI FIORI TIPO DESCRIZIONE DIMENSIONI ALTEZZA DESCRIZIONE F1 CUORE GRANDE 0,50 mt. Base verde con almeno 30 rose, 1 mazzo margherite. F2 CUORE MEDIO 0,30 mt. Base verde con almeno 20 rose, 1 mazzo margherite. F3 CUORE GRANDE 0,50 mt. Base verde con almeno 50 rose. F4 CUORE MEDIO 0,30 mt. Base verde con almeno 40 rose.

8 7 ART. 6 MODALITA DI FONITURA 6.A) RESA In porto franco destino all indirizzo indicato dall ASER anche fuori del Comune di Ravenna e/o Faenza, fermo restando che la maggior parte dei servizi funebri ASER si svolge all interno del rispettivo territorio comunale. Per consegne oltre 20 km verrà riconosciuto il compenso addizionale pari ad Euro 0,75 per ogni chilometro successivo ed ulteriore ai primi 20 km. In via esemplificativa, per una consegna a 30 km dalla sede aziendale ASER sarà riconosciuto un compenso addizionale pari a 10 km + 0,75 euro. 6.B) CONSEGNA I manufatti dovranno essere consegnati 1 ora prima dell orario di partenza del servizio funebre ovvero secondo l orario fissato dall ASER al momento dell ordine. 6.C) TRASPORTO Il trasporto sarà a completa cura e carico dell Impresa, la quale predisporrà quanto necessario affinché sia salvaguardata l integrità della composizione (mezzo di trasporto adeguato, protezione copertura etc.) sia sotto il profilo estetico che fisico. Il danneggiamento della composizione durante il trasporto, a qualunque causa sia dovuto, rimane a rischio esclusivo dell Impresa. ART. 7 PARTICOLARITA NELL ESECUZIONE DEL CONTRATTO PROGRAMMAZIONE DELLE FORNITURE Data la peculiarità del contratto di cui si tratta, le forniture non sono programmabili in via anticipata, ma saranno commissionate dall ASER solamente al manifestarsi delle varie necessità e richieste della clientela. Considerato che le forniture da eseguirsi rivestono quasi esclusivamente carattere di urgenza, l Impresa è obbligata ad essere operativa nell arco della giornata. A tal fine, entro 30 giorni dalla comunicazione di affidamento e comunque prima della stipula del contratto, l Impresa deve dimostrare di disporre di un ufficio operativo nella Provincia di Ravenna pena la possibilità, da parte di ASER, di revoca dell aggiudicazione. Al fine di poter garantire un buon servizio di fornitura viene fatto esplicito e tassativo obbligo all Impresa di telefonare ogni giorno antecedente a quello nel quale sia prevista una consegna, fra le ore 16,00 e le ore 16,30 presso gli uffici dell ASER, per verificare gli ordinativi da consegnare nell arco della giornata successiva, ovvero inviare un fax al numero che verrà indicato da ASER con l indicazione delle consegne che verranno effettuate. Per le consegne previste nelle giornate di lunedì, tale comunicazione va inviata il sabato precedente tra le 12,00 e le 12,30. In caso di giorni festivi infrasettimanali la comunicazione va inviata entro l ultimo giorno feriale antecedente la festività tra le 12,00 e le 12,30. Ogni singola fornitura sarà formalmente commissionata dall ASER esclusivamente mediante l emissione di un ordinativo scritto che verrà inviato all Impresa tramite uno dei metodi sopracitati; tale ordinativo dovrà essere sottoscritto da un dipendente dell Impresa a ciò autorizzato che si assumerà tutta la responsabilità relativa all esecuzione della fornitura ed inviato controfirmato

9 8 dall Impresa ad ASER per conferma, anche all interno di un elenco riepilogativo degli ordini ricevuti durante la giornata. La fornitura potrà essere richiesta anche entro le 20 ore successive al conferimento dell ordine. In tal caso verrà riconosciuto all Impresa un compenso addizionale pari al 25% dell importo della fornitura richiesta. In considerazione dell improrogabilità di esecuzione delle forniture, l Impresa dovrà essere disponibile, nei termini sopra indicati, durante l intera durata del contratto, senza interruzione alcuna a qualsiasi causa dovuta (a titolo esemplificativo si indicano ferie, scioperi, malattie). L Impresa è contrattualmente obbligata, secondo le necessità, ovvero a semplice richiesta dell ASER, a coordinare le proprie forniture con quelle di altre ditte incaricate di operare negli stessi contesti. L Impresa deve sempre considerare che le forniture saranno eseguite prevalentemente in aree di culto dei defunti aperte al pubblico ed in presenza di particolari situazioni emotive, per cui si dovranno adottare particolari cautele al fine di garantire la sicurezza e l igiene per i frequentatori oltre che per gli addetti ai lavori, nonché si dovrà osservare un contegno serio e rispettoso e sarà comunque vietato compiere atti in contrasto con l austerità del luogo o con il culto dei defunti. Nessun ordine è valido se non è munito della firma di un dipendente ASER a ciò espressamente autorizzato. Per la modulistica da usare abitualmente si utilizzeranno preferibilmente i moduli redatti e resi disponibili dall ASER. L Impresa esonera ASER da ogni incombenza per materiali forniti in eccedenza su quantitativi ordinati, o su materiali forniti senza specifico ordine, anche se provvisoriamente accettati che non saranno, pertanto, pagati. ASER potrà, in ogni caso, chiederne il ritiro a cura e spese dell Impresa che sarà obbligata a provvedervi nel termine all uopo assegnato. Le condizioni apposte sulle lettere dell Impresa ovvero stampate o aggiunte sulle fatture in difformità da quelle indicate nell ordine emesso dall ASER non sono valide nei confronti dell ASER stessa se non saranno esplicitamente accettate per iscritto. La fornitura dei manufatti dovrà essere effettuata nel rispetto di tutte le norme e modalità previste dal presente Capitolato d oneri. In particolare i componenti ed i tipi di composizione dovranno conformarsi a quanto prescritto dallo stesso Capitolato e dalle fotografie prodotte dal Fornitore allegate all offerta. E fatto divieto all Impresa di apportare modifiche di qualunque natura a quanto ordinato dall ASER anche nell eventualità che tali modifiche fossero richieste dall utente o da terzi ed anche nell ipotesi di modifiche migliorative. L Impresa, nella formulazione dell offerta, dovrà tenere conto della variabilità del costo di alcuni materiali in relazione alla difficoltà di produzione e reperibilità degli stessi in alcuni periodi dell anno. L Impresa per tale circostanza non maturerà alcun diritto ad indennizzi o compensi aggiuntivi intendendosi l offerta comprensiva di tutti gli oneri e rischi connessi a tale circostanza. Inoltre quanto offerto dall Impresa si intende comprensivo di tutti gli oneri connessi alla protezione delle composizioni durante il trasporto, compresi gli oneri connessi all accesso ai nuclei urbani.

10 9 L Impresa, nella composizione degli addobbi floreali, dovrà attenersi alle tipologie descritte nel presente Capitolato e nelle fotografie prodotte dal Fornitore allegate all offerta. In particolare, le composizioni floreali dovranno rispettare le quantità e la tipologia di fiori e di verde descritti per ogni specifica composizione ed illustrati nella fotografia ad essa corrispondente, che il Fornitore dovrà allegare. Quanto al numero dei fiori si rinvia a quanto previsto all articolo 2) del presente Capitolato. In relazione a tutte le composizioni descritte nel presente Capitolato, il dipendente incaricato di eseguire il singolo ordinativo può chiedere l eventuale disponibilità dell Impresa di modificarne il contenuto, sia con riferimento ai fiori che al verde, secondo le indicazioni eventualmente richieste dal cliente od in base alla disponibilità di prodotti migliorativi eventualmente segnalata dall Impresa stessa (es: fiori più freschi per ragione di stagionalità, disponibilità contingente etc.). In tal caso, il dipendente ASER dovrà indicare, nell ordine, a quale fascia di prezzo sia equivalente la fornitura in tal modo richiesta. Le varianti saranno, in ogni caso, relative alle tipologie di fiori e di verde indicate all art. 4 di cui, conseguentemente, l Appaltatore dovrà disporre, salvo impedimenti dovuti a stagionalità. Prima della stipula del contratto, l Impresa dovrà presentare almeno cinque tipi di nastro (art. 4 Capitolato), diversi o per colore base (bianco, viola-fucsia, etc.) o per orlatura (argentea, oro, etc.) e almeno due tipi di caratteri, e per ciascun tipo di carattere, tre colori (argento, oro, etc.) per la composizione della didascalia; tipi di nastro e di caratteri dovranno ottenere l approvazione preventiva dell ASER. ART. 8 CONFORMITA DELLE FORNITURE E VERIFICHE ASER si riserva di verificare la rispondenza di quanto fornito a quanto specificato nei singoli moduli d ordine e nel rispetto di quanto riportato nel presente Capitolato nonché nella documentazione fotografica ad essa allegata, ove esistente. Sarà vincolante il rispetto delle dimensioni ed il numero minimo dei fiori indicato nel presente Capitolato (in entrambi i casi, tolleranza più o meno 5%), secondo le indicazioni ivi contenute. In ogni caso, dovrà essere garantito l effetto cromatico descritto nel Capitolato e nei relativi allegati. Sarà pure inderogabile la verifica dei tipi di fiori ordinati: limitatamente alla freschezza, si valuterà la situazione climatica, stagionale ed ambientale. La verifica potrà essere eseguita da ognuno dei dipendenti dell ASER all uopo autorizzato. ART. 9 NORMATIVE DI RIFERIMENTO E DOCUMENTI CONTRATTUALI L esecuzione del contratto è regolata: - dalle clausole e disposizioni del presente Capitolato e relativi allegati a da tutte le componenti dell offerta presentata; - dalle vigenti disposizioni di legge in materia di sicurezza ed igiene dei lavoratori; - dal codice civile e dalle altre disposizioni normative emanate in materia di contratti di diritto privato. E senz altro esclusa la validità di eventuali condizioni contrattuali proposte dall Impresa, e non formalmente accettate dall ASER in aggiunta ovvero ad integrazione di quanto specificato al comma precedente.

11 10 Le composizioni floreali oggetto della presente fornitura devono essere eseguite in ottemperanza alle normative vigenti per quanto attiene la sicurezza dei lavoratori. ART. 10 NORMATIVE GENERALI PER L ACCETTAZIONE, QUALITA ED IMPIEGO DEI MATERIALI Le composizioni floreali dovranno essere fornite esclusivamente nelle tipologie e quantitativi descritte nel presente Capitolato e nei rispettivi allegati, salvo quanto previsto nel precedente articolo 7. I componenti delle composizioni dovranno essere sempre freschi e di prima qualità. ASER avrà la facoltà di non pagare, in qualunque tempo, le composizioni che, per qualsiasi causa, non fossero conformi alle condizioni di contratto, a quanto ordinato dall ASER o non possedessero le caratteristiche di cui al comma precedente. Tale facoltà non viene meno in caso di utilizzo, per i servizi funebri, delle composizioni non conformi. Agli effetti del presente articolo, l accertamento della non conformità avverrà mediante semplice segnalazione da parte del capo squadra incaricato dell esecuzione del servizio funebre cui si riferisce la composizione floreale, secondo le regole imposte dal sistema di qualità adottato da ASER. ART. 11 RESPONSABILITA ED OBBLIGHI DERIVANTI DAI RAPPORTI DI LAVORO L Impresa è tenuta ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti, derivanti da disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro, di assicurazioni sociali, di igiene e sicurezza assumendo a suo carico tutti gli oneri relativi. L Impresa è tenuta altresì ad applicare, nei confronti dei propri dipendenti, impiegati nelle prestazioni oggetto del contratto, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro applicabili alla categoria e nella località in cui si svolgono le prestazioni, nonché le condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni ed, in genere, da ogni altro contratto collettivo successivamente stipulato per la categoria, applicabile alla località. L Impresa è tenuta altresì a continuare ad applicare i suindicati contratti collettivi anche dopo la loro scadenza e fino alla loro sostituzione. I suddetti obblighi vincolano l Impresa anche nel caso non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse. L ASER, in caso di violazione degli obblighi di cui sopra, e previa comunicazione all Impresa delle inadempienze ad essa denunciate dall Ispettorato del Lavoro, si riserva il diritto di operare una ritenuta pari, nel massimo, al 5% (cinque per cento) dell importo fatturato alla data della contestazione, per ciascuna violazione. Tale ritenuta sarà rimborsata soltanto quando l Ispettorato predetto avrà dichiarato che l Impresa si sia posta in regola; e la stessa non potrà vantare diritto alcuno per il ritardato pagamento. ART. 12 RESPONSABILITA DELLA DITTA IN ORDINE ALL ESECUZIONE DEL CONTRATTO L Impresa assume in proprio qualsiasi responsabilità per infortuni o danni eventualmente subiti da persone o cose, tanto dell ASER, che di terzi, sia dipendenti dell ASER, che terze persone, in dipendenza di omissioni o negligenze nell esecuzione delle forniture oggetto del presente contratto.

12 11 In particolare, l Impresa deve tenere in debita considerazione che le attività di consegna dovranno essere effettuate durante il normale orario di lavoro vigente in ASER e quindi con la necessità di garantire la normale erogazione di servizi da parte del personale dell ASER stessa. ASER ha facoltà di introdurre all atto esecutivo quelle modeste varianti, rispetto a quanto riportato nel presente Capitolato d oneri che riterrà indispensabili nell interesse della buona riuscita e della economia della fornitura, senza che l Impresa possa trarne motivi per avanzare pretese di compensi ed indennizzi, di qualsiasi natura e specie. Qualora dette modeste varianti comportino minori o maggiori forniture da parte dell Impresa saranno computate in diminuzione o in aumento sulla base dei prezzi definiti in fase di offerta, senza che l Impresa possa pretendere compensi maggiorati o indennizzi di sorta od opporre rifiuti. L Impresa è considerata comunque l unico responsabile civile e penale per ogni eventuale danno o incidente provocato sia all ASER che a terzi in genere, in conseguenza di difetti nei prodotti oggetto della fornitura, e più in generale, di violazioni delle clausole del presente Capitolato. In tali ipotesi l Appaltatore è altresì tenuto e manlevare e tenere indenne ASER da eventuali azioni promosse, nei suoi confronti, da terzi. L Impresa è obbligata a far osservare ai propri dipendenti le disposizioni di ordine interno comunicate dall ASER stessa. Tutte le comunicazioni intercorrenti tra ASER e l Impresa devono essere effettuate per iscritto con qualsiasi idoneo sistema che dimostri l avvenuto scambio delle comunicazioni stesse. ART. 13 STIPULAZIONE DEL CONTRATTO Il contratto sarà predisposto a cura ed onere dell ASER sulla base delle clausole contenute nella documentazione di gara e nel presente Capitolato d oneri. La firma del contratto di fornitura avverrà nel termine assegnato dall ASER all Impresa. Qualora l Impresa non si presenti alla data stabilita per la firma del contratto, l ASER si riserva la facoltà di procedere alla revoca dell affidamento. ART. 14 SUBAPPALTO Il concorrente che voglia avvalersi del subappalto dovrà dichiararlo all atto dell offerta indicando le parti di forniture che intende subconcedere. Qualora l Impresa non abbia dichiarato all atto dell offerta di volere subconcedere parte della fornitura, è vietato alla stessa subappaltare il contratto in corso di esecuzione dello stesso, pena la risoluzione del contratto e l incameramento della cauzione definitiva, fatto salvo il maggior risarcimento del danno. Fermo il diritto di cui al presente articolo, l Impresa rimane naturalmente l unico responsabile, nei confronti dell ASER della corretta esecuzione del contratto di fornitura.

13 12 ART. 15 GARANZIE E COPERTURE ASSICURATIVE L Impresa si impegna a garantire che ciascun prodotto, all atto della consegna sia privo di difetti in conformità alle specifiche tecniche, alla normativa vigente ed a quanto previsto dalla documentazione del presente capitolato. L Impresa dovrà inoltre presentare all atto di stipula del contratto una polizza per responsabilità civile di terzi e operai con un massimale pari ad almeno Euro = a copertura degli eventuali danni causati nello svolgimento dell attività di fornitura. ART. 16 COMUNICAZIONE DI CONCLUSONE DELLA FORNITURA La fine delle obbligazioni nascenti dalla fornitura dovrà avvenire entro trenta giorni dalla scadenza del contratto come definito nel precedente art. 3 DURATA DELLA FORNITURA. Di tale evento si darà formale comunicazione scritta da parte di ASER. ART. 17 PENALI E RISOLUZIONE DI DIRITTO DEL CONTRATTO Salvo quanto previsto dal precedente articolo 10, per forniture effettuate non in conformità delle norme e modalità previste dal presente Capitolato, verranno applicate le seguenti segnalazioni, richieste di azioni correttive e relative penali: a) Per consegne effettuate difformemente dal termine previsto anche con riferimento a consegne anticipate di oltre mezzora rispetto all orario indicato ma prima del servizio funebre una penale pari al 50% del corrispettivo complessivo da corrispondere per la suddetta fornitura non conforme; b) Per consegne effettuate dopo l inizio del servizio funebre e prima della conclusione una penale pari al corrispettivo complessivo da corrispondere per la suddetta fornitura non conforme; c) Euro 500,00= (cinquecento/00) per: - consegne non effettuate; - consegne non accettate perché avvenute a fine servizio funebre; - consegne di manufatti difformi da quanto prescritto nel presente Capitolato e/o negli ordini effettuati dall ASER da verificare in contraddittorio con l Impresa, entro le 48 ore dalla fornitura o mediante documentazione fotografica effettuata dai dipendenti dell ASER. d) Euro 50,00= (cinquanta/00=); - ogni qualvolta l Impresa ometta di telefonare ad ASER, ovvero inviare un fax al numero che verrà indicato da ASER per verificare gli ordinativi da consegnare nell arco della giornata successiva come indicato all art. 7 del presente Capitolato - ogni qualvolta l Impresa ometta di rinviare ad ASER gli ordini ricevuti, controfirmati per conferma, anche all interno di un elenco riepilogativo degli ordini ricevuti durante la giornata, come indicato all art. 7 del presente Capitolato I suddetti importi saranno detratti dalla fattura mensile relativa di cui al successivo articolo.

14 13 Ogni qualvolta si dovesse verificare una non conformità di cui ai precedenti punti ASER provvederà a comunicare formalmente all Impresa la contestazione con richiesta di chiarimenti sulle cause della suddetta non conformità e delle relative azioni correttive intraprese dallo stesso al fine di evitare il ripetersi della medesima. In caso di ulteriore avvenuta non conformità oltre alla prima, verrà inviata una ulteriore comunicazione di cui al punto precedente ed inoltre ASER potrà richiedere di effettuare una visita ispettiva presso la sede dell Impresa per verificare l efficacia delle azioni correttive messe in atto dall Impresa; le visite ispettive potranno essere effettuate direttamente da ASER o da personale delegato da ASER e dovranno essere accettate indiscutibilmente dall Impresa pena la risoluzione del contratto. ART. 18 CORRISPETTIVI E PAGAMENTI I pagamenti avverranno mediante bonifico bancario a 90 gg. dalla data di ricevimento della fattura rilevabile dal timbro di protocollo di ASER. L Impresa emetterà fattura riepilogativa delle forniture su base mensile. ART. 19 DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO E DEL CREDITO E vietata qualsiasi forma di cessione del contratto e del credito, pena la risoluzione del contratto. ART. 20 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO ASER è in diritto di risolvere il contratto se l Impresa si rende colpevole di frode o negligenza o, comunque, contravvenga agli obblighi ed alle clausole contrattuali, ovvero alle finalità del contratto. In tal caso l Impresa ha diritto al pagamento per le forniture eseguite regolarmente, solo dopo il definitivo completamento da parte di altra ditta, ma è passibile del risarcimento dei danni causati all ASER dalla stipulazione di un nuovo contratto, o dalla esecuzione d ufficio delle prestazioni appaltate, o da oneri per ritardata utilizzabilità delle merci, interessi passivi, etc.. Fatta salva la facoltà dell ASER di incamerare la cauzione definitiva, in caso di recesso per volontà unilaterale dell Impresa prima del completamento della consegna, l ASER non è tenuta a pagare i corrispettivi pattuiti per le forniture già eseguite. Ai sensi dell art codice civile l ASER si riserva la facoltà di procedere alla risoluzione di diritto del contratto in caso, mediante una semplice comunicazione scritta di: 1) consegne non effettuate verificatasi per tre volte anche non consecutive nell arco di 365 gg. naturali e consecutivi 2) consegne effettuate a fine servizio funebre per tre volte anche non consecutive nell arco di 365 gg. naturali e consecutivi 3) consegne effettuate oltre il termine previsto ma prima dell inizio del servizio funebre verificatesi per tre volte anche non consecutive nell arco di 365 gg. naturali e consecutivi 4) consegne di composizioni difformi da quanto prescritto nel presente Capitolato e/o nell ordine effettuato dall ASER verificatesi per due volte anche non consecutive nell arco di 365 gg. naturali e consecutivi 5) inosservanza dei termini previsti per la raccolta e la verifica degli ordinativi di cui all art. 7 del presente Capitolato verificatesi per oltre 5 volte anche non consecutive nell arco di 365 gg. naturali e consecutivi

15 14 6) mancata presentazione delle azioni correttive come previste al precedente art. 17 7) impedimento alla effettuazione di visite ispettive come previste al precedente art. 17 8) cessione del credito non autorizzata 9) cessione e/o subappalto del contratto avvenuta in difformità rispetto alle previsioni di legge e del presente Capitolato d oneri. La risoluzione del contratto comporterà l incameramento del deposito cauzionale, salvo il diritto dell ASER al risarcimento degli eventuali maggiori danni e di avvalersi di fornitori alternativi. La eventuale risoluzione del contratto comporterà la classificazione dell Impresa come ditta non qualificata e potrà comportare l inammissibilità della stessa a successive procedure di fornitura richieste dall ASER. ART. 21 FORO COMPETENTE La competenza a decidere qualsiasi controversia tra l ASER e l Impresa relativa all interpretazione ed esecuzione del presente capitolato spetta in via esclusiva all Autorità Giudiziaria Ordinaria del Foro di Ravenna. ART. 22 ELENCO PREZZI UNITARI PROG. RIFERIMENTO ARTICOLO CSA ELENCO PREZZI UNITARI IVA ESCLUSA PREZZO UNITARIO OFFERTO TIPO DI COMPOSIZIONE COME DA CSA CODICE TIPO COMPOSIZIONE COME DA CSA CIFRE 1 5.A.4 COPRICASSA A1 2 5.A.4 COPRICASSA A2 3 5.A.4 COPRICASSA B1 4 5.A.4 COPRICASSA B2 5 5.A.4 CUSCINO C1 6 5.A.4 CUSCINO C2 7 5.B.1 CIOTOLA D1 8 5.B.1 CIOTOLA D2 9 5.C.2 MAZZO DI FIORI E C.2 MAZZO DI FIORI E D.2 CUORE F D.2 CUORE F D.2 CUORE F D.2 CUORE F4 (EURO) LETTERE L offerta prezzi unitari dovrà essere presentata unitamente alla documentazione fotografica.

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A.

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A. SERVIZIO DI FORMAZIONE PONTEGGI ANNI 2015-2017 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO (14/M/006C) CIG N 61470301A1 SOMMARIO Articolo 1. OGGETTO DELL APPALTO Articolo 1bis DEFINIZIONI Articolo 2. LUOGO DI ESECUZIONE

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE COMUNE DI FAENZA SETTORE LAVORI PUBBLICI REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DI LAVORI DI SCAVO SU SUOLO PUBBLICO Regolamento approvato con atto C.C. verbale n. 275 del 15/11/2010 - prot. n. 44926 del 19/11/2010

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale 1 - Individuazione qualifiche e numero di rapporti di lavoro a tempo parziale Il rapporto di lavoro a tempo parziale, anche se a tempo

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

La Direzione dei Lavori

La Direzione dei Lavori La Direzione dei Lavori L istituzione della Direzione lavori. Ai sensi dell art.10, comma 1, lett.l, del Reg., l istituzione dell ufficio di direzione dei lavori è promossa dal responsabile del procedimento

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli