GESTIONE CIMITERIALE CASI D USO. Manuale Back-Office. Alphasoft S.r.l.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GESTIONE CIMITERIALE CASI D USO. Manuale Back-Office. Alphasoft S.r.l."

Transcript

1 GESTIONE CIMITERIALE CASI D USO Manuale Back-Office Alphasoft S.r.l.

2 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 1 Sommario 1 Gestione anagrafica Utente Inserimento nuova anagrafica Ricerca anagrafica e gestione utente Gestione anagrafica Defunto e relative fasi Inserimento nuovo defunto Inserimento Fase Ricerca e gestione defunto Gestione Lampade Votive Gestione delle tabelle primarie Tipo pratica Tipo Lampada Riduzioni e Maggiorazioni Ruoli Inserimento pratica lampada votiva Ricerca e gestione pratiche lampade votive Aggiornamento Pratiche Chiusura Anno Generazione delle Fatture Visualizzazione delle Fatture e gestione dei pagamenti Gestione Contratti e Concessioni Inserimento delle tariffe Gestione dei Contratti e Concessioni Gestione Oggetti Cimiteriali (da applicativo non da gis) Inserimento Cimitero Inserimento Zona Inserimento Settore Inserimento Oggetto Ricerche sull oggetto Casi d uso GIS Accesso GIS Inserimento nuovi oggetti cimiteriali Inserimento Zona Inserimento Settore Inserimento Particelle (OGGETTI) Creazione di un nuovo oggetto Associazione oggetto già esistente Info sugli oggetti Info sulle Zone Info sui Settori Info sulle Particelle (OGGETTI) Modifiche degli oggetti Modifiche geometria Modifica Zone Modifica Settori Modifica Particelle (OGGETTI) Modifiche dati... 72

3 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Modifica Zone Modifica Settori Modifica particelle (OGGETTI) Eliminazione Oggetti Eliminazione Zone Eliminazione Settori Eliminazione particelle (OGGETTI) Ricerca Oggetti Stampa Mappa Funzioni Rimanenti... 84

4 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 3 1 Gestione anagrafica Utente. 1.1 Inserimento nuova anagrafica. Entrare nella procedura e scegliere dal menù Soggetto la funzione Utente. Verrà caricata la lista degli utenti. A questo punto clicchiamo sul bottone Nuovo per procedere all inserimento di un nuovo utente.

5 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 4 Procediamo ora ad inserire i dati del nuovo utente. Alcuni dati sono necessari all applicativo e quindi devono essere per forza inseriti. Questi sono:cognome, Nome, Sesso, Data di nascita, Comune di nascita, Comune di residenza, Indirizzo. Dopo aver inserito i dati anagrafici dell utente è possibile generare in automatico il suo codice fiscale, cliccando sul bottone Genera. Inserire gli altri dati e cliccare sul bottone salva Se tutti i dati obbligatori sono stati inseriti l applicativo registrerà il record nel DataBase.

6 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Ricerca anagrafica e gestione utente. Per effettuare una ricerca anagrafica di un utente bisogna entrare nella procedura e scegliere dal menù Soggetto la funzione Utente. Verrà caricata la lista degli utenti. A questo punto e possibile effettuare delle ricerche utilizzando i campi di input che si trovano su ogni singola colonna.

7 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 6 Una volta trovato l utente desiderato è possibile gestirne i dati utilizzando le funzioni di visualizzazione, eliminazione o di modifica del record presenti nella colonna Opzioni. Cliccando sul bottone modifica, sarà possibile gestire tutti i dati relativi all utente selezionato. Per confermare le operazioni di modifica basterà cliccare sul bottone aggiorna presente in basso a destra nella form. Se si sceglie elimina l applicativo provvederà all eliminazione del record selezionato (previa ulteriore conferma), se invece si sceglierà torna alla lista il programma tornerà alla lista utenti senza modificare nulla. Se infine si sceglie stampa verrà stampata una screen shot della form.

8 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 7 Nella lista utenti è possibile visualizzare i defunti collegati all utente cliccando sulla freccia presente nella prima colonna (dettaglio). Sono infine disponibili le funzioni di esportazione dati in Excel, pdf, csv ed xml 2 Gestione anagrafica Defunto e relative fasi 2.1 Inserimento nuovo defunto. Entrare nella procedura e scegliere dal menù Soggetto la funzione Defunto.

9 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 8 Verrà caricata la lista dei defunti. A questo punto clicchiamo sul bottone Nuovo per procedere all inserimento di un nuovo defunto. Procediamo ora ad inserire i dati del defunto. Alcuni dati sono necessari all applicativo e quindi devono essere per forza inseriti. Questi sono:cognome, Nome, Sesso, Data di nascita, Cimitero, data di sepoltura, Data morte, ora sepoltura.

10 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 9 I campi Cimitero, data di sepoltura, Data morte, ora sepoltura vengono valorizzati di default dall applicativo e possono essere variati qualora risultassero diversi. Dopo aver inserito i dati anagrafici del defunto si procede all inserimento dell utente referente. Chiaramente l utente sarà stato precedentemente inserito nell anagrafica utenti. Per poter scegliere l utente basterà cliccare sl bottone con l icona lente d ingrandimento. Questa funzione aprirà un help dove sarà possibile scegliere l utente da abbinare al defunto. Una volta trovato basterà cliccare due volte sulla riga per selezionarlo

11 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 10 I dati principali dell utente verrà quindi riportati nei relativi campi. Una volta abbinato l utente si potrà proseguire inserendo i dati relativi al decesso come: la presenza del certificato Medico, il nome del medico accertatore, la causa della morte, il Cimitero dove risiederà il defunto, la ditta funebre che ha provveduto alle esequie, se il defunto era residente nel comune, i dati autorizzativi per la sepoltura ed il trasporto, la data di morte, la data e l ora della sepoltura. Il calcolo dell età avviene nel momento in cui si clicca sul bottone genera ed è possibile solo se si sono inserite le date di nascita e di morte del defunto. E infine possibile inserire delle note ed una foto del defunto. Dopo aver inserito i dati del defunto è possibile cliccare sul tasto salva per procedere alla registrazione dei dati sul DataBase.

12 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Inserimento Fase. Dopo aver provveduto ad inserire i dati del defunto e dopo averli salvato sarà possibile inserire la prima fase del defunto. L applicativo, infatti, permette di gestire le fasi del defunto, che verranno inserite mano a mano che si verificheranno. La prima fase è sicuramente quella di inumazione o tumulazione della salma. Per procedere all inserimento di una nuova fase sarà sufficiente cliccare sul bottone Aggiungi fase. Il cimitero proposto sarà quello di default. Bisognerà quindi sceglie il tipo di fase. Le fasi precaricate sono presenti nella tabella Tipologia fase. Ne possono essere aggiunte quindi delle altre. Ogni singola fase, per ogni singolo anno ha il suo numero di

13 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 12 progressivo cronologico che viene calcolato in automatico dalla procedura e si ottiene cliccando sul bottone Genera. Ogni fase ha un inizio ed una fine. Per ogni fase è possibile specificare: la Tipologia resti l oggetto dove risiede il defunto, l utente, le note. E infine possibile allegare anche dei documenti (Certificato di morte, documenti autorizzativi etc etc). Di particolare importanza è legare il defunto all oggetto dove, per quella determinata fase, risiede.per fare questo basterà cliccare sul bottone presente a fianco del campo Oggetto. Comparirà l help oggetti, dove sarà possibile ricercare l oggetto voluto.

14 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 13 Per scegliere l oggetto, basterà cliccare due volte sulla riga. I dati principali dell oggetto verranno riportati nella fase. Per salvare i dati inseriti basterà cliccare sul bottone salva, per allegare dei documenti bisognerà cliccare sul bottone Aggiungi Allegati, se invece si vorrà tornare alla gestione del defunto senza effettuare salvataggi basterà cliccare sul bottone Torna alla gestione del defunto. Una volta effettuato il salvataggio della fase l applicativo ne riporterà i dati principali nella relativa griglia della gestione del defunto.

15 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 14 In qualsiasi momento sarà possibile, modificare, visualizzare, eliminare una fase relativa al defunto selezionato. 2.3 Ricerca e gestione defunto. Per effettuare una ricerca di un defunto bisogna entrare nella procedura e scegliere dal menù Soggetto la funzione Defunto. Verrà caricata la lista dei defunti. A questo punto e possibile effettuare una ricerca per utente oppure delle ricerche mirate sui defunti utilizzando i campi di input che si trovano su ogni singola colonna.

16 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 15 Una volta trovato il defunto desiderato è possibile gestirne i dati utilizzando le funzioni di visualizzazione, eliminazione o di modifica del record presenti nella colonna Opzioni. Sono infine disponibili le funzioni di esportazione dati in Excel, pdf, csv ed xml.

17 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Gestione Lampade Votive. Per poter gestire il ruolo delle lampade votive, oltre all inserimento degli utenti, dei defunti e degli oggetti nel cimitero, vanno parametrizzate le tabelle primarie presenti nel menù Lampade Votive. Queste tabelle sono: Tipo pratica Tipo lampada Riduzioni e Maggiorazioni Ruolo. La gestione delle Lampade votive avviene per anno. L anno può essere modificato (di partenza viene impostato l anno corrente) nella funzione Cimitero\Anno. Questa funzione permette di modificare l anno di esercizio (qualora si voglia interrogare l applicativo per ruoli effettuati in anni diversi). Tale funzione permette anche di modificare il cimitero (nel caso in cui l ente gestisca più cimiteri).

18 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Gestione delle tabelle primarie. Entrare nella procedura e scegliere dal menù Lampade Votive la funzione Tipo pratica.

19 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Tipo pratica. In questa tabella vanno inserite tutte le tipologie di pratica presenti all interno di un cimitero in un determinato anno. Oltre alla Descrizione, Anno,Cimitero vanno valorizzati i campi % iva e se ne ricorre il caso Tipologia associata. Il campo Tipologia associata serve nel caso in cui si voglia accomunare diverse tipologie in fase di chisura di anno. In questo modo infatti è possibile distinguere per un determinato anno le due tipologie diverse e, se associate in questa tabella, in fase di chiusura, il programma provvederà a fonderle per l anno successivo in un'unica tipologia Tipo Lampada. Nella tabella Tipo lampada vanno inserite tutte le tipologie di lampade presenti in un determinato cimitero per un determinato anno.

20 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 19 Oltre alla descrizione, l anno ed il cimitero è possibile specificare il costo della singola lampada ed allegare una foto della stessa Riduzioni e Maggiorazioni. Nella tabella riduzioni e maggiorazioni vanno inserite le eventuali riduzioni\maggiorazioni che possono essere applicate alla singola pratica in un determinato cimitero per un determinato anno. Vanno inseriti oltre l anno, la descrizione ed il cimitero anche la percentuale e la tipologia di percentuale (se riduttiva o maggiorativa).

21 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Ruoli. In questa tabella oltre al Cimitero ed alla descrizione vanno inseriti i dati relativi al Numero di conto corrente la causale di pagamento, l intestatario del conto corrente e i dati relativi alle rate. La procedura in fase di elaborazione della fattura genererà tante rate per quante sono le date di scadenza impostate. E possibile definire anche un importo di riferimento se si vuole generare un numero di rate differente da fattura a fattura. (Es:per un importo superiore ai 100 euro si devono generare due rate, altrimenti una sola rata). E possibile infine definire l importo delle spese di spedizione. Dopo effettuato il salvataggio sarà possibile associare il o i tipo pratica.

22 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 21 E dunque possibile associare anche più tipo pratica allo stesso ruolo. 3.2 Inserimento pratica lampada votiva. Entrare nella procedura e scegliere dal menù Lampade Votive la funzione Pratiche Lampade. Verrà caricata la lista delle pratiche. A questo punto clicchiamo sul bottone Nuovo per procedere all inserimento di una nuova pratica.

23 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 22 E possibile quindi procedere con l inserimento dei dati principali della pratica. Il software proporrà in automatico il cimitero di Default oltre al numero di pratica generato in automatico. Bisognerà quindi scegliere il Tipo pratica in modo da identificare in maniera univoca la pratica. Successivamente si passerà a scegliere l oggetto cimiteriale dove la lampada è stata applicata (Tomba, Loculo, Cassetta, etc). Per scegliere l oggetto basterà cliccare sulla lente d ingrandimento presente a fianco del campo oggetto. Dopo aver scelto l oggetto il programma riporterà in automatico i dati scelti. Si procederà con l inserimento dei dati necessari al calcolo dell importo della pratica. La data di inizio e la data di fine della pratica se inferiori all anno determineranno un calcolo in giorni dell importo, inoltre inserendo la data di fine la pratica non verrà riportata nell anno successivo. L importo fisso è invece un campo dove inserire un importo che esula dal calcolo del canone delle lampade ma viene addizionato ad esso (Es:importo di allaccio da pagare una tantum ). Scegliendo il tipo lampada ed il numero lampada verrà applicata la tariffa prevista per la lampada scelta con relativa percentuale IVA. Selezionando la riduzione\maggiorazione potrà essere applicata un aumento o una diminuzione in percentuale al totale della tariffa. E possibile inoltre aggiungere allegati alla pratica.

24 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 23 Dopo aver inserito i dati della pratica e cliccando sul bottone salva sarà possibile inserire il o gli utenti intestatari. Per ogni utente aggiunto è possibile inserire la percentuale di intestazione della pratica la data di inizio e fine dell intestazione.

25 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 24 Scegliendo salva, il programma memorizzerà i dati e si preparerà all inserimento di un nuovo utente, se dopo aver salvato non ci sono altri utenti da inserire, basterà scegliere torna alla gestione della pratica. I dati dell utente o degli utenti relativi alla pratica saranno visibili in alto.

26 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Ricerca e gestione pratiche lampade votive. Per effettuare una ricerca di una pratica di lampada votiva bisogna entrare nella procedura e scegliere dal menù Lampade votive la funzione Pratiche lampade. Verrà caricata la lista delle pratiche. A questo punto e possibile effettuare una ricerca per utente\tipo pratica oppure delle ricerche mirate sulle pratiche utilizzando i campi di input che si trovano su ogni singola colonna. Una volta trovato la pratica desiderata è possibile gestirne i dati utilizzando le funzioni di visualizzazione, eliminazione o di modifica del record presenti nella colonna Opzioni. Sono infine disponibili le funzioni di esportazione dati in Excel, pdf, csv ed xml. 3.4 Aggiornamento Pratiche. Per accedere a questa funzione bisogna scegliere nel menù lampade votive la voce Aggiornamento.

27 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 26 Questa funzione risulta essere molto utile se si decide di cambiare le tariffe o altre voci che compongono il calcolo della lampada per un determinato anno ed un determinato cimitero. Infatti con questa funzione l applicativo effettua una modifica di massa sulle pratiche in base agli importi cambiati nelle relative tabelle (Tariffe lampade, Riduzioni\Magiorazioni etc). Inoltre, valorizzando il campo importo fisso, la funzione applicherà tale importo ad ogni singola pratica. E possibile filtrare le pratiche che si vuole aggiornare per Tipo pratica. 3.5 Chiusura Anno. Per accedere a questa funzione bisogna scegliere nel menù lampade votive la voce Chiusura.

28 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 27 Questa funzione provvede a replicare le pratiche dell anno in corso nell anno successivo. Contemporaneamente replica i records presenti nelle tabelle Tipo Lampada Tipo Pratica Riduzione e Maggiorazione. Ciò per evitare di inserire manualmente di nuovo gli stessi records che semmai sono variati solo negli importi. Questa funzione provvede anche ad uniformare le tipologie pratiche qualora nella tabella Tipo pratica ad un record sia stato associata un altra tipologia di pratica. Esempio: Nell anno 2012 nella tabella Tipo pratica nel record tipo pratica Lampade Votive viene associato il record tipo pratica Lampade Suppletive. Con la funzione di chiusura il programma, nell anno 2013, provvede a copiare tutte le pratiche ed a cambiare le pratiche dove c è il codice Tipo Pratica Lampade Suppletive con il codice Tipo pratica Lampade Votive. Chiaramente ciò non accade se nella tabella Tipo pratica non vi è nessuna associazione.

29 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Generazione delle Fatture. Per accedere a questa funzione bisogna scegliere nel menù lampade votive il sotto-menù Fatture e scegliere la funzione Generazione Fatture. Per poter generare le fatture bisogna innanzitutto definire un Ruolo. Per Ruolo si intende l insieme di tutte le pratiche che appartengono ad una o più Tipologie Pratiche che sono state associate ad un determinato codice ruolo. In questo modo possiamo avere in archivio pratiche le pratiche distinte in diverse tipologie e raggrupparle poi in fase di fatturazione. Dopo aver scelto il ruolo si potrà scegliere la data in cui abbiamo deciso di generare le fatture (di default viene proposta la data corrente). Volendo si può generare la fattura per singolo utente. A questo punto si può cliccare su Genera Fatture. L operazione di generazione prevede l eliminazione delle fatture per quel determinato ruolo, se precedentemente generate. La generazione non verrà effettuata se il ruolo risulta essere validato dall operatore. (Per validare un ruolo è sufficiente valorizzare la data di validazione presente nella tabella ruoli).

30 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 29 Ad operazione completata verrà riportato il risultato dell elaborazione (totale numero fatture e totale importo). 3.7 Visualizzazione delle Fatture e gestione dei pagamenti. Per accedere a questa funzione bisogna scegliere nel menù lampade votive il sotto-menù Fatture e scegliere la funzione Elenco Fatture. Verrà caricata la lista delle fatture. E possibile effettuare delle ricerche puntuali per Utente e per Ruolo. Inoltre è possibile effettuare delle ricerche per ogni colonna della lista. Una volta selezionata la fattura è possibile visualizzarla utilizzando i bottoni presenti nella colonna opzioni. Sono infine disponibili le funzioni di esportazione dati in Excel, pdf, csv ed xml.

31 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 30 La visualizzazione della fattura permette di visualizzare i dati principali della fattura:i dati dell utente, i dati della fattura, le pratiche che hanno generato la fattura ed i pagamenti collegati alla fattura. Attraverso l utilizzo della funzione Aggiungi pagamento è possibile gestire le rate generate per la singola fattura. Cliccando su aggiungi pagamento si potrà registrare il pagamento ricevuto associandolo alla sua rata.

32 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 31 Dopo aver salvato il pagamento questo verrà visualizzato come riepilogo nella fattura. E possibile utilizza anche la funzione di pagamento unico nel caso in cui sia stato previsto anche la stampa dei bollettini con pagamento in unica soluzione. In questo caso basterà cliccare su aggiungi pagamento unico ed inserire l unico versamento effettuato. Se tale versamento sarà uguale al totale dell importo della fattura e se non sono state inserite precedenti pagamenti su singole rate relative alla fattura in questione, la procedura provvederà in automatico a spalmarlo sulle rate previste.

33 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 32 Dopo aver salvato in elenco fatture saranno visibili tutte le rate pagate.

34 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Gestione Contratti e Concessioni. Per poter inserire un contratto\concessione bisogna aver: 1)Inserito l anagrafica del\degli utente\i; 2)Inserito gli oggetti cimiteriali che riguardano la concessione; 3)Previsto le tariffe; 4.1 Inserimento delle tariffe. Entrare nella procedura e scegliere dal menù Contratti la funzione Tariffe. Verrà caricata la lista delle tariffe esistenti. Per inserire una nuova tariffa bisogna cliccare sul bottone nuovo

35 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 34 Oltre la descrizione bisognerà inserire l importo della tariffa l eventuale aliquota iva e la data di inizio e fine validità della tariffa. Cliccando su Salva i dati verranno registrati sul DataBase

36 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Gestione dei Contratti e Concessioni. Entrare nella procedura e scegliere dal menù Contratti la funzione Concessioni. Verrà caricata la lista delle concessioni. Per inserire una nuova concessione cliccare sul bottone nuovo Si procederà quindi con l inserimento dei dati relativi al contratto:

37 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 36 Descrizione, Cimitero, Data Contratto, Date Scadenza di eventuali rate di pagamento, Anno e numero di concessione, anno e numero protocollo, data e numero delibera di concessione, Spese generiche di segreteria, altre spese. Con il pulsante Genera si otterrà il numero di concessione Si procederà quindi inserendo i dati relativi agli oggetti della concessione cliccando su Aggiungi contratto concessione oggetto. Sarà quindi possibile legare ad un solo contratto uno o più oggetti. Si procederà quindi all inserimento dei dati dell oggetto.

38 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 37 Dopo aver ciccato su salva, si potrà inserire gli altri oggetti previsti per il contratto oppure tornare al contratto. Tornati al contratto nella griglia in basso verranno visualizzati tutti gli oggetti del contratto che saranno stati inseriti. Cliccando su Aggiungi Utente si potranno inserire gli intestatari del contratto. Oltre all intestatario andrà inserita la percentuale di possesso del contratto. Cliccando su salva i dati verranno memorizzati nel database. A questo punto si potrà decidere se inserire altri intestatari (qualora siano più di uno) oppure tornare al contratto. Ritornando sul contratto verranno visualizzati nella griglia in alto tutti gli intestatari.

39 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 38

40 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Gestione Oggetti Cimiteriali (da applicativo non da gis). Al fine di gestire gli oggetti cimiteriali bisogna seguire il seguente Iter: Passo 1 inserire il cimitero. Passo 2 inserire le zone cimiteriali all interno del cimitero Passo 3 per ogni zona cimiteriale inserire i settori Passo 4 inserire gli oggetti legandoli al settore di appartenenza 5.1 Inserimento Cimitero Per inserire un cimitero bisogna scegliere nel menù Oggetto la funzione Cimitero Verrà caricata la lista dei cimiteri. Per inserire un nuovo cimitero cliccare sul bottone nuovo

41 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 40 Inserire quindi i dati inerenti il cimitero che si vuole creare: Descrizione, Ubicazione, Note ed eventualmente inserire la foto del cimitero 5.2 Inserimento Zona Per inserire un zona bisogna scegliere nel menù Oggetto la funzione Zona Cimiteriale Verrà caricata la lista delle zone. Per inserire una nuova zona cliccare sul bottone nuovo

42 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 41 Inserire quindi i dati inerenti la zona che si vuole creare: Descrizione, il Cimitero a cui verrà associata la Zona, ed eventualmente inserire la foto della zona

43 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Inserimento Settore Per inserire un zona bisogna scegliere nel menù Oggetto la funzione Settore Cimiteriale Verrà caricata la lista dei settori. Per inserire un nuovo settore cliccare sul bottone nuovo Inserire quindi i dati inerenti il settore che si vuole creare: Descrizione, il Cimitero e la Zona a cui verrà associata il Settore, ed eventualmente inserire la foto del settore

44 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Inserimento Oggetto Per inserire un oggetto bisogna scegliere nel menù Oggetto la funzione Oggetto

45 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 44 Verrà caricata la lista degli oggetti. Per inserire un nuovo oggetto cliccare sul bottone Nuovo A questo punto è possibile procedere alla creazione di un nuovo oggetto. Per Oggetto si intende un contenitore generico che tramite la particella associatagli viene localizzato sulla mappa. Un oggetto quindi può essere un contenitore finito, cioè che non ha altri contenitori all interno, oppure un contenitore di contenitori. Questo permette di poter gestire anche i casi più complessi definendo N livelli di contenitori. Esempio: Supponiamo di vole gestire un blocco di loculi costituito da 3 file ed ogni fila composta da 10 loculi. Per prima cosa dovremo creare un oggetto padre di tipo blocco. Inseriremo la descrizione del blocco, e come tipologia oggetto sceglieremo tipo Blocco,

46 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 45 gli assegneremo quindi la particella cliccando sul bottone stato creato altrimenti sul bottone del campo particella se è già del campo particella se dobbiamo crearla. Clicchiamo quindi sul bottone e nella mascherina di dialogo valorizziamo i campi della descrizione, della zona e del settore dove l oggetto è ubicato (il cimitero viene valorizzato di default). Quindi clicchiamo su salva, il programma ritornerà sul form principale dell oggetto.

47 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 46 Nel campo Dimensione indicheremo quanti oggetti conterrà il contenitore padre (nel nostro caso indicheremo 3 perché dovrà contenere i tre oggetti FILA ). In Numero Oggetti indicheremo il numero di oggetti che dovranno essere replicati (nel caso dell oggetto padre verrà indicato 1). Nei campi descrittivi Altezza, Larghezza, Profondità indicheremo le misure del l oggetto. E possibile inserire una foto dell oggetto. A questo punto possiamo salvare l oggetto. Creato l oggetto padre passiamo ad inserire gli oggetti figlio.

48 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 47 Selezioniamo l oggetto padre appena creato e clicchiamo sul bottone corrispondente alla riga dell oggetto e presente nella colonna opzioni. Essendo un figlio dell oggetto padre selezionato, il programma riporterà in automatico la particella ereditata,il nome dell oggetto contenitore di livello superiore ed il numero degli oggetti anch esso ereditato dalla dimensione dell oggetto padre Inseriremo quindi la descrizione (nel nostro caso Fila), la tipologia (nel nostro caso FILA) la dimensione (nel nostro caso 10) ed i dati rimanenti (Foto, dimensioni note) Completato l inserimento cliccheremo su salva, ottenendo la seguente situazione.

49 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 48 Ora non ci resta che creare gli oggetti loculi che dovranno essere presenti nelle 3 File. Selezioniamo l oggetto padre appena creato (esempio Fila n.1) e clicchiamo sul bottone corrispondente alla riga dell oggetto e presente nella colonna opzioni. Essendo un figlio dell oggetto padre selezionato, il programma riporterà in automatico la particella ereditata,il nome dell oggetto contenitore di livello superiore ed il numero degli oggetti anch esso ereditato dalla dimensione dell oggetto padre In descrizione inseriremo Loculo, in tipologia sceglieremo Loculo ed in dimensione lasceremo 1 essendo questo un contenitore finito che non contiene altri contenitori

50 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 49 all interno e completando eventualmente con gli altri dati. Dopo aver ciccato su salva dovremmo avere la seguente situazione. E possibile quindi notare che è stato creato un oggetto di tipo Blocco all interno del quale abbiamo 3 oggetti fila ed all interno della fila numero 1 abbiamo 10 oggetti loculi. Ripeteremo la creazione dei loculi anche per la fila 2 e fila 3. In definitiva con questa metodologia è possibile gestire qualunque oggetto presente in un cimitero sia esso Cappella, Edificio, Tomba, Cassetta ossario, Loculo o quant altro. 5.5 Ricerche sull oggetto Per effettuare una ricerca sulla tabella oggetti bisogna scegliere nel menù Oggetto la funzione Oggetto

51 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 50 Verrà caricata la lista degli oggetti. E possibile filtrare i risultati della ricerca: per Zona; per settore; per Descrizione; per status oggetto (libero occupato) per tipologia Oggetto.

52 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Casi d uso GIS Fig 1: GIS 6.1. Accesso GIS Una volta posizionati sulla Home Page bisogna portarsi col mouse sull icona cliccare nel menu a tendina sulla voce Mappa (Fig. 2) e Fig 2: Accesso al GIS

53 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Inserimento nuovi oggetti cimiteriali 7.1 Inserimento Zona Per prima cosa bisogna creare le zone. Una volta selezionato il livello di lavoro Zone cliccando sul bottone Inserisci Zona (Fig 3). bisogna spostarsi col mouse su Inserisci e quindi cliccare su Fig 3: Inserimento Zona A questo punto il GIS è entrato in modalità inserimento permettendovi di disegnare la zona come una sequenza di punti collegati (Fig 4). Per annullare l inserimento si può cliccare sul tasto ESC della tastiera. Fig 4: Disegno Zona. Una volta disegnata bisogna cliccare due volte col mouse. (Fig 5)

54 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 53 Fig 5: Salvataggio Zona Per effettuare il salvataggio bisogna cliccare sul tasto. A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 6) all interno della quale inserire i dati della zona. Infine cliccare sul tasto per confermare il salvataggio o sul tasto tornare alla mappa. per annullarlo e Fig 6: Finestra salvataggio zona 7.2 Inserimento Settore Una volta create le Zone si può passare ai settori. Una volta selezionato il livello di lavoro Settore cliccando sul bottone cliccare su Inserisci Settore (Fig 7). bisogna spostarsi col mouse su Inserisci e quindi

55 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 54 Fig 7: Inserimento Settore A questo punto il GIS è entrato in modalità inserimento permettendovi di disegnare il settore (all interno della zona desiderata) come una sequenza di punti collegati (Fig 8). Per annullare l inserimento si può cliccare sul tasto ESC della tastiera. Fig 8: Disegno Settore. Una volta disegnata bisogna cliccare due volte col mouse. (Fig 9)

56 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 55 Fig 9: Salvataggio Settore Per effettuare il salvataggio bisogna cliccare sul tasto. A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 10) all interno della quale inserire i dati del settore. Infine cliccare sul tasto per confermare il salvataggio o sul tasto tornare alla mappa. per annullarlo e Fig 10: Finestra salvataggio settore 7.3 Inserimento Particelle (OGGETTI) Creazione di un nuovo oggetto Una volta create i Settori si può passare alle particelle. Una volta selezionato il livello di lavoro Particel. cliccando sul bottone bisogna spostarsi col mouse su Inserisci e quindi cliccare sul Tipo Oggetto che si desidera inserire(fig 11).

57 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 56 Fig 11: Inserimento Particella A questo punto il GIS è entrato in modalità inserimento permettendovi di disegnare la particella (all interno del settore desiderato) come una sequenza di punti collegati (Fig 12). Per annullare l inserimento si può cliccare sul tasto ESC della tastiera. Fig 12: Disegno Particella. Una volta disegnata bisogna cliccare due volte col mouse. (Fig 13)

58 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 57 Fig 13: Salvataggio Particella Per effettuare il salvataggio bisogna cliccare sul tasto. A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 14) all interno della quale inserire i dati della particella. Infine cliccare sul tasto per confermare il salvataggio o sul tasto per annullarlo e tornare alla mappa. Fig 14: Finestra salvataggio particella Associazione oggetto già esistente Una volta selezionato il livello di lavoro Particel. cliccando sul bottone bisogna spostarsi col mouse su Inserisci e quindi cliccare sul Tipo Oggetto che si desidera inserire(fig 15).

59 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 58 Fig 15: Inserimento Particella A questo punto il GIS è entrato in modalità inserimento permettendovi di disegnare la particella (all interno del settore desiderato) come una sequenza di punti collegati (Fig 16). Per annullare l inserimento si può cliccare sul tasto ESC della tastiera. Fig 16: Disegno Particella. Una volta disegnata bisogna cliccare due volte col mouse. (Fig 17)

60 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 59 Fig 17: Salvataggio Particella Per effettuare l associazione bisogna cliccare sul tasto. A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 18) all interno della quale bisogna selezionare l oggetto desiderato. Infine cliccare sul tasto per confermare il salvataggio o sul tasto per annullarlo e tornare alla mappa. Fig 18: Finestra selezione oggetto

61 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Info sugli oggetti 8.1 Info sulle Zone Una volta selezionato il livello di lavoro Zone cliccando sul bottone sul tasto. (Fig. 19) bisogna cliccare Fig 19: Info Zone A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 20) Fig 20: Finestra conferma selezione. Per selezionare la Zona su cui si vogliono le informazioni basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di essa (Fig. 21). Fig 21: Selezione Zona Per ottenere le info sulla Zona bisogna cliccare sul tasto. A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 22) all interno della quale sono visualizzati i dati della zona. Infine cliccare sul tasto per tornare alla mappa.

62 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 61 Fig 22: Finestra info zona 8.2 Info sui Settori Una volta selezionato il livello di lavoro Settori cliccando sul bottone cliccare sul tasto. (Fig. 23) bisogna Fig 23: Info Settori A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 24) Fig 24: Finestra conferma selezione. Per selezionare il settore su cui si vogliono le informazioni basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di esso (Fig. 25).

63 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 62 Fig 25: Selezione Settore Per ottenere le info sul Settore bisogna cliccare sul tasto. A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 26) all interno della quale sono visualizzati i dati del settore. Infine cliccare sul tasto per tornare alla mappa. Fig 26: Finestra info settore

64 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Info sulle Particelle (OGGETTI) Una volta selezionato il livello di lavoro Particel. cliccando sul bottone cliccare sul tasto. (Fig. 27) bisogna Fig 27: Info Particelle A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 28) Fig 28: Finestra conferma selezione. Per selezionare la particella su cui si vogliono le informazioni basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di essa (Fig. 29).

65 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 64 Fig 29: Selezione Particella Per ottenere le info sulla Particella bisogna cliccare sul tasto. A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 30) all interno della quale sono visualizzati i dati della particella. Fig 30: Finestra info particella Cliccando sul tasto è possibile vedere altri informazioni sull oggetto, quali: - Gli oggetti contenuti all interno dell oggetto selezionato (tramite una struttura ad albero) (Fig. 31)

66 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Per ciascun oggetto: Fig. 31: Albero degli oggetti o le info (cliccando sul tasto ); o le pratiche collegate (cliccando sul tasto ); o i contratti collegati (cliccando sul tasto ). Per le pratiche collegate si aprirà la finestra in Fig. 32. Fig. 32: Pratiche collegate Per i contratti collegati si aprirà la finestra in Fig. 33.

67 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 66 Fig. 33: Contratti collegati 9. Modifiche degli oggetti 9.1 Modifiche geometria Modifica Zone Una volta selezionato il livello di lavoro Zone cliccando sul bottone sul tasto. (Fig. 34) bisogna cliccare

68 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 67 Fig 34: Attiva selezione Zone A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 35) Fig 35: Finestra conferma selezione. Per selezionare la Zona che si vuole modificare basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di essa (Fig. 36). Fig 36: Selezione Zona Per modificare la Zona bisogna cliccare sul tasto selezionata (Fig. 37) e poi ricliccare all interno della zona

69 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 68 Fig 37: Modifica zona Spostando a piacimento i punti messi a disposizione dal GIS ( ) è possibile modificare la geometria della zona. Per annullare le modifiche apportate bisogna cliccare sul tasto evidenziato in Fig. 38 Fig 38: Annulla modifica Altrimenti per salvare le modifiche apportate bisogna cliccare sul tasto Conferma modifica poligono Modifica Settori Una volta selezionato il livello di lavoro Settori cliccando sul bottone cliccare sul tasto. (Fig. 39) bisogna

70 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 69 Fig 39: Attiva selezione Settori A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 40) Fig 40: Finestra conferma selezione. Per selezionare il Settore che si vuole modificare basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di esso (Fig. 41). Fig 41: Selezione Settore Per modificare il settore bisogna cliccare sul tasto settore selezionatao (Fig. 42) e poi ricliccare all interno del

71 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 70 Fig 42: Modifica settore Spostando a piacimento i punti messi a disposizione dal GIS ( ) è possibile modificare la geometria del settore. Per annullare le modifiche apportate bisogna cliccare sul tasto evidenziato in Fig. 42 Fig 42: Annulla modifica Altrimenti per salvare le modifiche apportate bisogna cliccare sul tasto Conferma modifica poligono Modifica Particelle (OGGETTI) Una volta selezionato il livello di lavoro Particel. cliccando sul bottone cliccare sul tasto. (Fig. 43) bisogna

72 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 71 Fig 43: Attiva selezione Particelle A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 44) Fig 44: Finestra conferma selezione. Per selezionare la particella che si vuole modificare basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di essa (Fig. 45). Fig 45: Selezione Particella Per modificare la Particella bisogna cliccare sul tasto particella selezionata (Fig. 46) e poi ricliccare all interno della Fig 46: Modifica particella Spostando a piacimento i punti messi a disposizione dal GIS ( ) è possibile modificare la geometria della particella. Per annullare le modifiche apportate bisogna cliccare sul tasto evidenziato in Fig. 49

73 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 72 Fig 49: Annulla modifica Altrimenti per salvare le modifiche apportate bisogna cliccare sul tasto Conferma modifica poligono. 9.2 Modifiche dati Modifica Zone Una volta selezionato il livello di lavoro Zone cliccando sul bottone sul tasto. (Fig. 50) bisogna cliccare Fig 50: Attiva selezione Zone A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 51)

74 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 73 Fig 51: Finestra conferma selezione. Per selezionare la Zona che si vuole modificare basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di essa (Fig. 52). Fig 52: Selezione Zona Per modificare la Zona bisogna cliccare sul tasto in FIg. 53 e poi cliccare sul tasto evidenziato Fig 53: Modifica zona A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 54) all interno della quale modificare i dati della zona. Infine cliccare sul tasto per confermare la modifica o sul tasto per annullarlo e tornare alla mappa Modifica Settori Fig 54: Finestra modifica zona Una volta selezionato il livello di lavoro Settori cliccando sul bottone cliccare sul tasto. (Fig. 55) bisogna

75 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 74 Fig 55: Attiva selezione Settori A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 56) Fig 56: Finestra conferma selezione. Per selezionare il Settore che si vuole modificare basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di esso (Fig. 57). Fig 57: Selezione Settore Per modificare il settore bisogna cliccare sul tasto in FIg. 58 e poi cliccare sul tasto evidenziato Fig 58: Modifica settore A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 59) all interno della quale modificare i dati del settore. Infine cliccare sul tasto per confermare la modifica o sul tasto per annullarlo e tornare alla mappa.

76 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 75 Fig 59: Finestra modifica Settore Modifica particelle (OGGETTI) Una volta selezionato il livello di lavoro Particel. cliccando sul bottone cliccare sul tasto. (Fig. 60) bisogna Fig 60: Attiva selezione Particelle A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 61) Fig 61: Finestra conferma selezione. Per selezionare la particella che si vuole modificare basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di essa (Fig. 62). Fig 62: Selezione Particella

77 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 76 Per modificare la Particella bisogna cliccare sul tasto evidenziato in FIg. 63 e poi cliccare sul tasto Fig 63: Modifica Particella A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 64) all interno della quale modificare i dati della particella. Infine cliccare sul tasto per confermare la modifica o sul tasto per annullarlo e tornare alla mappa. Fig 64: Finestra modifica Particella 10 Eliminazione Oggetti 10.1 Eliminazione Zone Una volta selezionato il livello di lavoro Zone cliccando sul bottone sul tasto. (Fig. 65) bisogna cliccare

78 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 77 Fig 65: Attiva selezione Zone A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 66) Fig 66: Finestra conferma selezione. Per selezionare la Zona che si vuole eliminare basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di essa (Fig. 67). Fig 67: Selezione Zona Per eliminare la Zona bisogna cliccare sul tasto evidenziato in FIg. 68 Fig 68: Eliminazione zona A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 69). Cliccare sul tasto per confermare l eliminazione o sul tasto per annullarlo e tornare alla mappa.

79 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Eliminazione Settori Fig 69: Finestra elimina zona Una volta selezionato il livello di lavoro Settori cliccando sul bottone cliccare sul tasto. (Fig. 70) bisogna Fig 70: Attiva selezione Settori A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 71) Fig 71: Finestra conferma selezione. Per selezionare il Settore che si vuole eliminare basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di esso (Fig. 72). Fig 72: Selezione Settore

80 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 79 Per eliminare il Settore bisogna cliccare sul tasto evidenziato in FIg. 73 Fig 73: Eliminazione Settore A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 74). Cliccare sul tasto per confermare l eliminazione o sul tasto per annullarlo e tornare alla mappa. Fig 74: Finestra elimina Settore 10.3 Eliminazione particelle (OGGETTI) Una volta selezionato il livello di lavoro Particel. cliccando sul bottone cliccare sul tasto. (Fig. 75) bisogna Fig 75: Attiva selezione Particelle A questo punto il GIS è entrato in modalità di selezione confermato dal messaggio che compare in alto a destra. (Fig. 76) Fig 76: Finestra conferma selezione.

81 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 80 Per selezionare la particella che si vuole eliminare basta cliccare col tasto sinistro del mouse su un punto della mappa all interno di essa (Fig. 77). Fig 77: Selezione Particella Per eliminare la Particella bisogna cliccare sul tasto evidenziato in FIg. 78 Fig 78: Eliminazione Particella A questo punto si aprirà una finestra (Fig. 79). Cliccare sul tasto per confermare l eliminazione o sul tasto per annullarlo e tornare alla mappa. Fig 79: Finestra elimina Particella

82 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Ricerca Oggetti Per effettuare la ricerca bisogna cliccare sul tasto evidenziato in Fig. 80. Fig. 80: Ricerca oggetti A questo punto si aprirà la finestra di ricerca (Fig. 81) all interno della quale sono disponibili tre filtri di ricerca: Tipo Oggetto Descrizione dell oggetto Soggetto defunto Fig. 81: Finestra di ricerca E possibile effettuare la ricerca selezionando uno dei filtri messi a disposizione. Il tipo è selezionabile da una lista (Fig. 82), per ricercare per descrizione bisogna inserire la parola o le parole contenute nella descrizione dell oggetto, per ricercare per defunto bisogna cliccare sul tasto che aprirà la finestra contenuta nella Fig. 83 all interno della quale cliccare col tasto sinistro del mouse per selezionare il defunto da ricercare. Fig. 82: Lista tipi oggetto

83 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 82 Fig. 83: Help defunti Per effettuare la ricerca bisogna cliccare sul tasto altrimenti per azzerare i filtri di ricerca bisogna cliccare sul tasto. Una volta effettuata la ricerca, chiudendo la finestra, verrà visualizzata la mappa con evidenziato l oggetto o gli oggetti risultato della ricerca (Fig. 84). Fig. 84: Risultato ricerca.

84 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Stampa Mappa Per effettuare la stampa della mappa bisogna cliccare sul tasto evidenziato in Fig. 85 Fig. 85: Stampa oggetto A questo punto si aprirà la finestra in Fig. 86 che mostra l anteprima della stampa. Fig. 86: Finestra anteprima stampa Ricliccando sul (Fig. 87). si aprirà la finestra di gestione della stampa del browser utilizzato Fig. 87: Gestione stampa browser (Chrome)

85 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L Funzioni Rimanenti Gestisce lo zoom sulla mappa Zoom estensione: ritorna alla schermata iniziale della mappa Zoom finestra: permette di ingrandire un punto sulla mappa Sposta: permette di spostarsi all interno della mappa Misura la lunghezza Misura l area Annulla la misurazione (in riferimento ai due ultimi tasti descritti) Permettono di andare ad una vista, rispettivamente, precedente o successiva nella mappa Permette di selezionare quali livelli si desidera visualizzare Mostra a quale tipo oggetto si riferisce ciascun colore

86 CASI D USO SOFTWARE GESTIONE CIMITERI ALPHASOFT S.R.L. 85 Visualizza una vista dall alto della mappa con racchiuso nel rettangolo rosso la porzione di mappa che si sta visualizzando Lo snap grid visualizza una griglia di punti che è possibile utilizzare per disegnare gli oggetti. E possibile definire il numero di punti dello snap grid. mappa del cursore Visualizza la posizione all interno della Visualizza la scala che si sta utilizzando Visualizza il livello di lavoro che è selezionato su cui si sta lavorando Visualizza l id delle particelle

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere Manuale d utilizzo 1 di 31 Indice dei Contenuti 1 Introduzione... 4 1 Accesso al portale Garanzie di Origine GO estere... 4 2 Primo accesso al portale GO estere (Scelta del profilo)... 4 2.1 Profilo Impresa

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti)

Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti) GUIDE Sa.Sol. Desk: Rete Telematica tra le Associazioni di Volontariato della Sardegna Guida all'uso del CMS (Content Management System, Sistema di Gestione dei Contenuti) Argomento Descrizione Gestione

Dettagli

MANUALE UTILIZZO BACKOFFICE

MANUALE UTILIZZO BACKOFFICE MANUALE UTILIZZO BACKOFFICE Menù Principale Con il tasto Chiudi verrà chiesta la conferma per la chiusura della libreria. Cliccando su Yes la libreria si chiuderà. GESTIONE DELLE OPERAZIONI LOCALI Cliccando

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

ios users guide il modulo copia commissione digitale su ipad

ios users guide il modulo copia commissione digitale su ipad ios users guide il modulo copia commissione digitale su ipad Ordini...pag. 4 Gestione...pag. 11 Impostazioni...pag. 13 Importa...pag. 14 Esporta...pag. 16 Business...pag. 18 www.ordersender.com ordini

Dettagli

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE Gestione Archivi 2 Configurazioni iniziali 3 Anagrafiche 4 Creazione prestazioni e distinta base 7 Documenti 9 Agenda lavori 12 Statistiche 13 GESTIONE ARCHIVI Nella

Dettagli

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015]

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Premessa... 2 Fase di Login... 2 Menù principale... 2 Anagrafica clienti...

Dettagli

Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando. Stampa dal menu File o si utilizza il pulsante omonimo sulla barra

Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando. Stampa dal menu File o si utilizza il pulsante omonimo sulla barra 4.5 Stampa 4.5.1 Stampare semplici fogli elettronici 4.5.1.1 Usare le opzioni di base della stampa Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando Stampa dal menu File o si utilizza

Dettagli

il modulo copia commissione digitale su tablet

il modulo copia commissione digitale su tablet Android users guide il modulo copia commissione digitale su tablet Ordini...pag. 4 Gestione...pag. 11 Impostazioni...pag. 13 Importa...pag. 14 Esporta...pag. 16 Business...pag. 18 www.ordersender.com ordini

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax 1 INDICE Capitolo 0: Per iniziare Configurazione. 3 Struttura del software.. 4 Utilizzo del software 5 Capitolo 1: Tabelle di base Clienti 6 Consulenti

Dettagli

Scrutinio Argo Software s.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

Scrutinio Argo Software s.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 INDICE INDICE...2 PREMESSA...3 MENÙ PRINCIPALE...4 ICONE UTILIZZATE PER ACCEDERE ALLE PROCEDURE PIÙ FREQUENTEMENTE USATE...5 ICONE UTILIZZATE NELLE PROCEDURE DI STAMPA...6 SISTEMA...7 SCRUTINI...7 CARICAMENTO

Dettagli

Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE. Gruppo Sportello

Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE. Gruppo Sportello Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE Gruppo Sportello i M A N U A L E U T E N T E SofTech srl SofTech srl Via G. Di Vittorio 21/B2 40013 Castel Maggiore (BO) Tel 051-704.112 (r.a.) Fax 051-700.097

Dettagli

AD HOC Servizi alla Persona

AD HOC Servizi alla Persona Software per la gestione dell amministrazione AD HOC Servizi alla Persona GESTIONE PASTI RESIDENZIALE Le principali funzioni del modulo pasti si possono suddividere nei seguenti punti: gestire le prenotazioni

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

MANUALE UTENTE. SITO WEB Applicazione Fotovoltaico GSE FTV. stato documento draft approvato consegnato. Riferimento Versione 1.

MANUALE UTENTE. SITO WEB Applicazione Fotovoltaico GSE FTV. stato documento draft approvato consegnato. Riferimento Versione 1. MANUALE UTENTE SITO WEB Applicazione Fotovoltaico GSE FTV stato documento draft approvato consegnato Riferimento Versione 1.0 Creato 14/07/06 REVISIONI VERSIONE DATA AUTORE MODIFICHE 1.0 14/07/2006 Prima

Dettagli

S.I.S.I.P. Sistema Informativo Scuole Infanzia Paritarie. B. Fontanella, Progettinrete 02/10/2014

S.I.S.I.P. Sistema Informativo Scuole Infanzia Paritarie. B. Fontanella, Progettinrete 02/10/2014 S.I.S.I.P. Sistema Informativo Scuole Infanzia Paritarie B. Fontanella, Progettinrete 02/10/2014 Powered by Progettinrete, Firenze GENERALITA S.I.S.I.P (Sistema Informativo Scuole Infanzia Paritarie) nasce

Dettagli

Istruzioni Aggiornamento RGT Xml

Istruzioni Aggiornamento RGT Xml Istruzioni Aggiornamento RGT Xml Sommario Installazione dell'aggiornamento... 2 Download...2 Installazione...2 Modulo RGT - Utilizzo e Funzioni... 7 Dati Generali...9 Testatore...10 Atto...12 Atto Di Riferimento...13

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Raccolta Ordini Agenti AVVIO PROGRAMMA Per avviare il programma fare click su Start>Tutti i programmi>modasystem>nomeazienda. Se il collegamento ad internet è attivo

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

Manuale d uso Gestione Condomini

Manuale d uso Gestione Condomini Manuale d uso Gestione Condomini Guida Per Amministratori Indice 1. Introduzione 1.1 Principali Videate pag. 3 2. Comandi 2.1 Inserire una riga pag. 4 2.2 Cancellare una riga pag. 4 2.3 Aggiornare una

Dettagli

Guida operativa. My Legal Corner. BestSoft SOFTWARE IN SANITÀ

Guida operativa. My Legal Corner. BestSoft SOFTWARE IN SANITÀ Guida operativa My Legal Corner BestSoft SOFTWARE IN SANITÀ Via Bono Cairoli 28/A - 20127 Milano (MI) Help desk: 02 29529140 Num. Verde da fisso: 800 978542 E-mail: info@bestsoft.it Sito Internet: www.bestsoft.it

Dettagli

Partite... 2 Pulsanti... 2 Impostazione dati prepartita... 4 Schermata scelta convocati... 5 Assegnazione numeri di maglia e ruoli...

Partite... 2 Pulsanti... 2 Impostazione dati prepartita... 4 Schermata scelta convocati... 5 Assegnazione numeri di maglia e ruoli... Partite... 2 Pulsanti... 2 Impostazione dati prepartita... 4 Schermata scelta convocati... 5 Assegnazione numeri di maglia e ruoli... 9 Emissione distinta giocatori... 11 Caricamento moduli e schemi...

Dettagli

Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa

Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa Stampa e salvataggio in vari formati. Utilizzare il prodotto per inserirlo in relazioni, come base di disegni In questa lezione vedremo come creare una mappa

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

HORIZON SQL MODULO AGENDA

HORIZON SQL MODULO AGENDA 1-1/11 HORIZON SQL MODULO AGENDA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Inserimento Appuntamento... 1-2 Inserimento Manuale... 1-2 Inserimento Manuale con Seleziona... 1-3 Inserimento con

Dettagli

Guida all utilizzo del sito web 4 apr. 2013 v. 1.0

Guida all utilizzo del sito web 4 apr. 2013 v. 1.0 www.comune.piario.bg.it created by zeramico.com Guida all utilizzo del sito web 4 apr. 2013 v. 1.0 1 COSA È CAMBIATO Le modifiche più grosse sono state apportate alla struttura del sito web, a ciò che

Dettagli

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo GESTIONE PROGETTO FORMATIVO Pag. 1 di 38 Portale tirocini Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo GESTIONE PROGETTO FORMATIVO Pag. 2 di 38 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA...

Dettagli

S.I.N. S.R.L. SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE

S.I.N. S.R.L. SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE Edizione 1.0 Marzo 2010 S.I.N. S.R.L. SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE PER LO SVILUPPO IN AGRICOLTURA Sviluppo Rurale 2007 2013 Misure Strutturali Compilazione domanda di pagamento Manuale Operativo Utente

Dettagli

Archimede Beta 1. Manuale utente

Archimede Beta 1. Manuale utente Archimede Beta 1 Manuale utente Archimede (Beta 1) Antares I.T. s.r.l. Indice Prerequisiti... 3 Installazione... 3 Accesso... 4 Recupero password... 4 Scadenza password... 4 Gestione Clienti... 6 Ricerca

Dettagli

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE Servizio INT Sistema Informativo Geografico INDICE Utilizzare il bt.viewer Navigare nella mappa Confrontare foto aeree Tematismi Tematismi: applicare la

Dettagli

SOMMARIO 1. PRESENTAZIONE 4 4. FILE 7 4.1. INVIO FILE DA AZIENDA A STUDIO... 8 4.2. TRASMISSIONE FILE DA AZIENDA A STUDIO E/O DIPENDENTE...

SOMMARIO 1. PRESENTAZIONE 4 4. FILE 7 4.1. INVIO FILE DA AZIENDA A STUDIO... 8 4.2. TRASMISSIONE FILE DA AZIENDA A STUDIO E/O DIPENDENTE... MANUALE DITTA 1 SOMMARIO 1. PRESENTAZIONE 4 2. RICEZIONE PASSWORD 5 3. ACCESSO AL PORTALE STUDIOWEB 6 4. FILE 7 4.1. INVIO FILE DA AZIENDA A STUDIO... 8 4.2. TRASMISSIONE FILE DA AZIENDA A STUDIO E/O DIPENDENTE...

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI. DATALOG Soluzioni Integrate

Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI. DATALOG Soluzioni Integrate KING Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI DATALOG Soluzioni Integrate - 2 - Domande e Risposte Allegati Clienti e Fornitori Sommario Premessa.... 3 Introduzione... 4 Elenco delle domande...

Dettagli

S.I.N. S.R.L. SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE

S.I.N. S.R.L. SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE Edizione 1.0 Marzo 2010 S.I.N. S.R.L. SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE PER LO SVILUPPO IN AGRICOLTURA Sviluppo Rurale 2007 2013 Misure Strutturali Compilazione domanda di aiuto Manuale Operativo Utente Controllo

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Maria Maddalena Fornari Aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI SU PORTALE DOCENTI

AGGIORNAMENTO DATI SU PORTALE DOCENTI AGGIORNAMENTO DATI SU PORTALE DOCENTI Il sito http://docenti.unicam.it consente agli utenti di accedere alle informazioni sui docenti dell' Università di Camerino: curriculum, carichi didattici, pubblicazioni,

Dettagli

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 MODELLO F24 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Importazione dati da anno precedente 3 1.2 Inserimento di una nuova anagrafica

Dettagli

www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D

www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D M www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D SOMMARIO INTRODUZIONE...3 I comandi di base...5 I comandi di base...6 Avvio...7 Gestione Clienti...7 Gestione Fornitori...8 Gestione Prodotti...9 Help...10

Dettagli

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) ------------------------------------------------- GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)... 1 Installazione Billiards Counter... 2 Primo avvio e configurazione

Dettagli

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO 5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO In questo capitolo tratteremo: a) dello scarico della pratica, b) della predisposizione della distinta di accompagnamento e c) di tutte

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO

GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO REGISTRO DEI REVISORI LEGALI DEI CONTI GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO PER I REVISORI LEGALI E LE SOCIETA DI REVISIONE Versione 1.0 del 31 maggio 2013 Sommario PREMESSA... 4 LA PROCEDURA

Dettagli

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12)

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12) Manuale utente per l ordine online del materiale pubblicitario e modulistica, biglietti da visita e timbri Versione 1.0 del 18/6/12 Login Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa dei listini Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il listino generale di vendita... 5 Rivalutare un singolo... 7 Ricercare gli articoli nei listini...

Dettagli

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file.

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file. Archivia Modulo per l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni Il modulo Archivia permette l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni (siano esse un immagine,

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB

MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB o RICERCA p3 Ricerca rapida Ricerca avanzata o ARTICOLI p5 Visualizza Modifica Elimina/Recupera Ordina o RUBRICHE p11 Visualizzazione Gestione rubriche

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Centro Acquisti per la Pubblica Amministrazione EmPULIA. Linee guida per gli Enti Aderenti. Procedure Negoziate: Richiesta di Preventivo. Versione 2.

Centro Acquisti per la Pubblica Amministrazione EmPULIA. Linee guida per gli Enti Aderenti. Procedure Negoziate: Richiesta di Preventivo. Versione 2. Centro Acquisti per la Pubblica Amministrazione EmPULIA Linee guida per gli Enti Aderenti Procedure Negoziate: Richiesta di Preventivo Versione 2.4 PROCEDURE NEGOZIATE - Richiesta di Preventivo E la funzione

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152)

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Commissario Delegato per l Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque in Sicilia PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Sistema WEB-GIS

Dettagli

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO Guida per l Istituto Convenzionato Versione 1.1 Sommario 1 Novità nella procedura informatica... 2 2 Valutazione tecnica... 2 2.1 Valutazione costi... 2 2.2

Dettagli

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra:

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra: Capitolo 9 I GRAFICI Si apra il Foglio3 e lo si rinomini Grafici. Si crei la tabella seguente: Figura 104. Tabella grafico Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico.

Dettagli

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814 TaleteWeb Funzionalità trasversali e configurazioni generali 1 rev. 0-280814 Indice Per accedere ad un applicazione... 3 La home page di un applicazione... 4 Come gestire gli elementi di una maschera...

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

Università degli Studi della Basilicata. Guida Docenti alla gestione degli Appelli e alla Verbalizzazione degli esami online

Università degli Studi della Basilicata. Guida Docenti alla gestione degli Appelli e alla Verbalizzazione degli esami online Università degli Studi della Basilicata Guida Docenti alla gestione degli Appelli e alla Verbalizzazione degli esami online Gestione Appelli e Verbalizzazione online pag. 1 di 42 INDICE 1. LOGIN... 3 2.

Dettagli

SW Legge 28/98 Sommario

SW Legge 28/98 Sommario SW Legge 28/98 Questo documento rappresenta una breve guida per la redazione di un progetto attraverso il software fornito dalla Regione Emilia Romagna. Sommario 1. Richiedenti...2 1.1. Inserimento di

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di FrontPage Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo1 CREARE UN NUOVO SITO INTERNET Aprire Microsoft FrontPage facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Monitor Orientamento. Manuale Utente

Monitor Orientamento. Manuale Utente Monitor Orientamento Manuale Utente 1 Indice 1 Accesso al portale... 3 2 Trattamento dei dati personali... 4 3 Home Page... 5 4 Monitor... 5 4.1 Raggruppamento e ordinamento dati... 6 4.2 Esportazione...

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage Gestione home page egovernment L home page del portale Halley egovernment permette all Amministrazione di pubblicare contenuti e informazioni e di organizzarle in blocchi. Questa struttura per argomenti

Dettagli

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS...

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... Manuale Utente (Gestione Formazione) Versione 2.0.2 SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... 4 2.1. Pagina Iniziale... 6 3. CARICAMENTO ORE FORMAZIONE GENERALE... 9 3.1. RECUPERO MODELLO

Dettagli

Manuale operatore CUP on-line (v.1)

Manuale operatore CUP on-line (v.1) Manuale operatore CUP on-line (v.1) In questo manuale sarà effettuata una panoramica sull utilizzo e sulle principali funzioni del programma CUP (Centro Unico di Prenotazione), disponibile on-line agli

Dettagli

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI NUOVO PORTALE ANCE MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI DEI CONTENUTI ACCESSO AL MENU PRINCIPALE PAG. 3 CREAZIONE DI UNA NUOVA HOME PAGE 4 SELEZIONE TIPO HOME PAGE 5 DATA

Dettagli

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara Le pagine che seguono introducono l utente all uso delle principali funzionalità di TQ Tara mediante un corso organizzato in otto lezioni. Ogni lezione spiega

Dettagli

I TUTORI. I tutori vanno creati la prima volta seguendo esclusivamente le procedure sotto descritte.

I TUTORI. I tutori vanno creati la prima volta seguendo esclusivamente le procedure sotto descritte. I TUTORI Indice Del Manuale 1 - Introduzione al Manuale Operativo 2 - Area Tutore o Area Studente? 3 - Come creare tutti insieme i Tutori per ogni alunno? 3.1 - Come creare il secondo tutore per ogni alunno?

Dettagli

Manuale d uso Web-Recall GruppoInfor

Manuale d uso Web-Recall GruppoInfor Manuale d uso Web-Recall GruppoInfor L accesso alla nuova Web Recall può avvenire collegandosi al sito internet www.gruppoinfor.net o, in alternativa, al sito di una delle aziende che fanno parte del gruppo

Dettagli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli Prerequisiti Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli L opzione Varianti articolo è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro e include tre funzionalità distinte: 1. Gestione

Dettagli

EMISSIONE FATTURE: LA STAMPA AVANZATA

EMISSIONE FATTURE: LA STAMPA AVANZATA EMISSIONE FATTURE: LA STAMPA AVANZATA PREMESSA Con la release 09/07/14, è stata introdotta la procedura STAMPA AVANZATA. In estrema sintesi, consiste nell esportazione delle fatture emesse in un modello

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

MANUALE UTENTE. P.I.S.A. Progetto Informatico Sindaci Asl

MANUALE UTENTE. P.I.S.A. Progetto Informatico Sindaci Asl MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO Ispettorato Generale di Finanza MANUALE UTENTE P.I.S.A. Progetto Informatico Sindaci Asl Versione 1.0 INDICE

Dettagli

Gestione Rapporti (Calcolo Aree)

Gestione Rapporti (Calcolo Aree) Gestione Rapporti (Calcolo Aree) L interfaccia dello strumento generale «Gestione Rapporti»...3 Accedere all interfaccia (toolbar)...3 Comandi associati alle icone della toolbar...4 La finestra di dialogo

Dettagli

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente 1. Introduzione Il Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli (SGSS) rappresenta l evoluzione dell ambiente

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

RID - SSP MPE- CO-FER - FTV

RID - SSP MPE- CO-FER - FTV MANUALE UTENTE Portale Web Distributori GSE RID - SSP MPE- CO-FER - FTV Stato documento Draft Approvato Consegnato Riferimento RID-MAN-UTE-001 Versione 3 Creato 07/03/2010 INDICE 1. SCOPO DEL DOCUMENTO...

Dettagli

ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it

ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it Manuale Utente ibowmobile Ottobre 2015 Pagina 1 Sommario 1. Utilizzo dell applicativo... 3 2. Clienti...

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Premessa Se e stata installata la versione 1.0 del programma procedere alla rimozione dei seguenti elementi.

Premessa Se e stata installata la versione 1.0 del programma procedere alla rimozione dei seguenti elementi. Gestione Fatture V.1.1 Manuale d uso Premessa Se e stata installata la versione 1.0 del programma procedere alla rimozione dei seguenti elementi. Nella cartella Documents dell utente attivo, trovate la

Dettagli

GESTIONE DEL CARTELLINO

GESTIONE DEL CARTELLINO GESTIONE DEL CARTELLINO Dipendente Appena entrato nel portale, il Dipendente riceve un messaggio di benvenuto, vede alcuni dati personali e l indicazione dell ultima volta che si è collegato. A seconda

Dettagli

per interventi strutturali di rafforzamento locale o di miglioramento sismico, - art. 2, comma 1, lettere b) e c) -

per interventi strutturali di rafforzamento locale o di miglioramento sismico, - art. 2, comma 1, lettere b) e c) - INTERVENTI DI RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO DISCIPLINATI DAL PROGRAMMA O.P.C.M. n. 4007 del 29/03/2012 Manuale del software per la gestione delle richieste di contributo per interventi strutturali di rafforzamento

Dettagli

GCEWEB Denunce mensili in WEB

GCEWEB Denunce mensili in WEB GCEWEB Denunce mensili in WEB OBIETTIVI La procedura GCEWEB è un servizio fornito dalla C.E.N.A.I. per consentire l invio delle denunce mensili e malattia delle imprese edili. Il servizio è rivolto alle

Dettagli

La catalogazione con LIBERO Modulo Catalogazione

La catalogazione con LIBERO Modulo Catalogazione CATALOGAZIONE 1. LA CATALOGAZIONE NEL FORMATO UNIMARC 2. COME LEGARE AL RECORD TERMINI DELLE LISTE DI AUTORITA 3. LA SCHERMATA GESTIONE DEL MAGAZZINO 1. LA CATALOGAZIONE NEL FORMATO UNIMARC Per catalogare

Dettagli

Sistema Informativo Gestione Fidelizzazione Clienti MANUALE D USO

Sistema Informativo Gestione Fidelizzazione Clienti MANUALE D USO Sistema Informativo Gestione Fidelizzazione Clienti MANUALE D USO Login All apertura il programma controlla che sia stata effettuata la registrazione e in caso negativo viene visualizzato un messaggio.

Dettagli

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA Requisisti di sistema L applicazione COMUNICAZIONI ICI è stata installata e provata sui seguenti

Dettagli

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241504A

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241504A Sommario VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO... 2 DICHIARAZIONE 770 / 2015... 3 CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI CORRISPOSTI... 3 CONTI INDIVIDUALI / 2015... 3 DELEGA F24... 4 COLLEGAMENTO CON IL MODULO

Dettagli

CortileGAS. Linee guida amministratore Gas. Andrea Nicotra Versione 2.0 03/06/13

CortileGAS. Linee guida amministratore Gas. Andrea Nicotra Versione 2.0 03/06/13 CortileGAS Linee guida amministratore Gas Andrea Nicotra Versione 2.0 03/06/13 Linee guida per l amministrazione di un Gas attraverso il software CortileGAS (gas.cortile.org) Sommario 1 Gestione listini

Dettagli

Guida all uso di Java Diagrammi ER

Guida all uso di Java Diagrammi ER Guida all uso di Java Diagrammi ER Ver. 1.1 Alessandro Ballini 16/5/2004 Questa guida ha lo scopo di mostrare gli aspetti fondamentali dell utilizzo dell applicazione Java Diagrammi ER. Inizieremo con

Dettagli

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Indice e Sommario 1 PRODUZIONE LETTERE INTERNE ED IN USCITA 3 1.1 Descrizione del flusso 3 1.2 Lettere Interne 3 1.2.1 Redazione 3 1.2.2 Firmatario

Dettagli

1 ACCESSO AL NET@PORTAL... 3 2 CARICAMENTO DELLE RICHIESTE/PRESTAZIONI... 4 3 MONITORAGGIO DELLE RICHIESTE... 8 4 DOWNLOAD ESITI...

1 ACCESSO AL NET@PORTAL... 3 2 CARICAMENTO DELLE RICHIESTE/PRESTAZIONI... 4 3 MONITORAGGIO DELLE RICHIESTE... 8 4 DOWNLOAD ESITI... MANUALE UTENTE NET@PORTAL ADEGUAMENTO DEL. 185/08 Sommario 1 ACCESSO AL NET@PORTAL... 3 2 CARICAMENTO DELLE RICHIESTE/PRESTAZIONI... 4 2.1 CREAZIONE DEL FILE CSV PER IL CARICAMENTO MASSIVO DELLE RICHIESTE...

Dettagli

GUIDA ALL INSERIMENTO DEI DATI PAES

GUIDA ALL INSERIMENTO DEI DATI PAES GUIDA ALL INSERIMENTO DEI DATI PAES Indice 1 MENU PAES... 5 1.1 ADESIONE AL PATTO DEI SINDACI... 5 1.2 CARICAMENTO DATI... 6 1.2.1 Il template vuoto... 6 1.2.2 Caricamento file PAES compilato... 7 1.3

Dettagli

BIBLIO. Fabio Cannone Consulente Software. Settembre 2014. email : fabcanno@gmail.com - http://www.facebook.com/cannonefabioweb

BIBLIO. Fabio Cannone Consulente Software. Settembre 2014. email : fabcanno@gmail.com - http://www.facebook.com/cannonefabioweb Fabio Cannone Consulente Software Settembre 2014 email : fabcanno@gmail.com - http://www.facebook.com/cannonefabioweb BIBLIO è il software per la catalogazione e la gestione del prestito dei libri adottato

Dettagli

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Edilnet Soldo Edilnet Web Sistema On Line Denunce Operai Sportello virtuale per gli utenti aperto h24 Cfp Informatica Srl

Dettagli

DENUNCE EDILCONNECT GUIDA COMPILAZIONE

DENUNCE EDILCONNECT GUIDA COMPILAZIONE Cassa Edile Como e Lecco DENUNCE EDILCONNECT GUIDA COMPILAZIONE COMPILAZIONE MANUALE DENUNCIA Guida per i consulenti e le imprese che compilano la denuncia senza utilizzare il file di esportazione dei

Dettagli

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015]

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Panoramica... 2 Menù principale... 2 Link Licenza... 3 Link Dati del tecnico... 3 Link

Dettagli

Asso. Con ordine si procederà ad esplorare il software.

Asso. Con ordine si procederà ad esplorare il software. Asso Assistenza Software Rivenditori SistemiData Spa è il modulo addizionale di In Azienda, sviluppato da Soluzioni Informatiche di Cassino. Nasce dalle esigenze dei Rivenditori fornendo assistenza a i

Dettagli