SEMPLIFICATA. Indice degli argomenti. Caratteristiche ed Impostazioni

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SEMPLIFICATA. Indice degli argomenti. Caratteristiche ed Impostazioni"

Transcript

1 2 Manuale Operativo Release 4.60 Manuale Operativo SEMPLIFICATA Caratteristiche ed Impostazioni La Contabilità Semplificata ha le medesime caratteristiche strutturali e procedurali della Contabilità Ordinaria (per le spiegazioni delle specifiche comuni si rimanda alla lettura dei Man. Introduzione 1 e 2 e del Man. Contabilità). Nel presente manuale evidenzieremo le differenze relative alle diverse modalità di gestione degli adempimenti previsti dall attuale normativa fiscale. La Contabilità Semplificata richiede la tenuta dei Registri IVA integrati con le registrazioni dei Costi e Ricavi, ai fini delle imposte sul reddito: a tale proposito la procedura utilizza una funzione di Rilevazione dei Costi e Ricavi. La procedura consente di gestire la Contabilità Semplificata con lo Stato Patrimoniale, permettendo la registrazione anche di movimenti patrimoniali; questo è possibile abilitando il flag Utilizza Stato Patrimoniale presente nel menù Utilità Variazione Società cartella Varie. In conseguenza della scelta operata, la procedura effettuerà le stampe con modalità differenti e attiverà o disattiverà le operazioni di apertura e chiusura. Per quanto concerne la gestione dei Conti Economici è possibile impostare direttamente dal piano dei conti le percentuali di Deducibilità dei costi ed Assoggettamento dei ricavi, mentre per i Conti Patrimoniali sarà possibile codificare il conto abilitando o meno il flag Immobilizzazioni per poter stampare il Conto Patrimoniale sul Bilancio anche senza l utilizzo Stato Patrimoniale: entrambe le opzioni verranno analizzate nel corso di questo manuale. La Contabilità Semplificata, esaminata nel presente manuale, affronta le seguenti problematiche: - Tabelle e Anagrafiche - Operazioni giornaliere, periodiche ed annuali - Operazioni Integrative Indice degli argomenti 1 LA CONTABILITÀ SEMPLIFICATA Creazione società in contabilità semplificata La società Demo semplificata La Semplificata e l Utilizza Stato Patrimoniale TABELLE E IMPOSTAZIONI Impostazione Strutture Contabilità e Struttura Iva Struttura Contabilità Struttura Iva e Regimi Iva Piano dei Conti Semplificata Tabella Causali Contabili OPERAZIONI DI PRIMA NOTA Prima Nota Iva / Diversi a Diversi Prima Nota: Rilevazione Costi e Ricavi Rilevazione Costi/Ricavi (utilizza Stato Patrimoniale) Rilevazione Costi/Ricavi (non utilizza Stato Patrimoniale) Rilevazione Costi/Ricavi con protocollazione dei movimenti Prima Nota: Registrazione Bolletta Doganale Prima Nota: Pagamento Collaboratori OPERAZIONI PERIODICHE E ANNUALI OPERAZIONI PER REGISTRAZIONI INTEGRATIVE STAMPE IN CONTABILITÀ SEMPLIFICATA Stampa Bilancio Impresa Minore Stampa Bilancio per Mese Impresa Minore Stampa Riepilogo Dettaglio IRPEF Stampa Bilancio in Valuta Impresa Minore Stampa Registri Vendite e Acquisti ESERCITAZIONI PASSO PER PASSO Creazione Società Registrazione di Prima Nota Registrazione di Costi e Ricavi Registrazione dell acquisto di un Cespite Registrazione di una Fattura di un Professionista Registrazione di una Bolletta Doganale Apertura Nuovo Esercizio Registrazioni Integrative Rilevazione Fondo Spesa/Ricavo Rilevazione Ammortamenti Rilevazione Rimanenze Finali Accantonamenti TFR Registrazione Ratei e Risconti (manuali) Esempio rilevazione RISCONTO ATTIVO Esempio rilevazione RISCONTO PASSIVO Esempio rilevazione RATEO ATTIVO Esempio rilevazione RATEO PASSIVO... 67

2 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 1 La Contabilità Semplificata 1.1 Creazione società in contabilità semplificata Rispetto a quanto descritto nei Man. Introduzione, nei quali si tratta ampiamente l argomento, le particolarità si rilevano nella fase iniziale di creazione della società, con la scelta del tipo di Operazione da compiere, e nell inserimento dei dati nella cartella Varie. Per effettuare la creazione di una nuova società si può scegliere l opzione Standard oppure crearla da altra: in quest ultimo caso occorre selezionare una società sorgente sempre in contabilità semplificata. Con questa modalità, la società nuova copia tutte le tabelle e le anagrafiche clienti/fornitori dalla società sorgente. Campo Operazione Società Sorgente Dati da inserire Creazione Società da altra SEMPL Società DEMO Semplificata Una volta inseriti tutti i dati relativi all anagrafica della società, occorre spostarsi nella cartella Varie: in questa sezione è indicato il tipo di contabilità S-Semplificata (che verrà proposto di difetto nel caso di Creazione Società Da Altra società in semplificata) ed è possibile indicare il Collegamento DR al fine di collegare i conti del Piano dei conti ai singoli righi, ottenere il passaggio dati ai quadri dichiarativi (nel caso di utilizzo dei relativi moduli software), il corretto prospetto del Dettaglio IRPEF e la corretta Stampa dei Registri Iva. I vari quadri sono selezionabili nella lista a tendina. Campo Tipo Contabilità Collegamento D.R. Dati da inserire S - Semplificata 740 Quadro G Si potranno inserire, nella parte sinistra della form, i dati relativi alla natura giuridica, al codice e alla descrizione dell attività, al capitale sociale (con relativa parte versata), al numero di iscrizione al tribunale ed alla camera di commercio. Sulla parte destra della maschera è presente il flag Utilizza Stato Patrimoniale, grazie al quale l utente potrà attivare la gestione dello Stato Patrimoniale; Al termine dell inserimento dei dati nelle cartelle, cliccando sul pulsante CREA si confermano i dati inseriti; cliccando invece sul pulsante ESCI, l operazione viene annullata. Con la conferma, viene lanciata la creazione della società; sono richiesti i dati relativi della Struttura Contabile e le date di inizio e fine esercizio (per maggiori dettagli si rimanda ai Man. Introduzione). Tutti i dati dell anagrafica, ad esclusione del codice della società e del tipo di contabilità, sono modificabili successivamente alla creazione: si accede alla sezione dedicata alla variazione dei dati della società dal Utilità Variazione Società La società Demo semplificata La società Demo Semplificata, codificata con la sigla SEMPL, è un esempio di impresa individuale, fornita a scopo didattico ed operativo insieme alla procedura, nella quale sono stati inseriti alcuni Clienti e Fornitori, tutte le Tabelle e alcune registrazioni contabili di esempio. In particolare, sono presenti i codici I.V.A., le Causali Contabili, un Piano dei Conti strutturato per la tenuta della Contabilità Semplificata, ed altre tabelle di collegamento per la gestione degli automatismi. Le tabelle già caricate nella società SEMPL contengono valori realistici: creando una società in Contabilità Semplificata (seguendo la modalità descritta nel prossimo capitolo) tutte le Tabelle preimpostate vengono copiate, riportando nella nuova società una struttura di base, modificabile dall utente per singola società o per singola Tipologia (per la spiegazione delle Tipologie si rimanda al Man. Contabilità). Al fine di poter familiarizzare con la procedura prima di iniziare con le registrazioni della propria contabilità, si consiglia di effettuare delle registrazioni di prova, consultando i Man. Introduzione, dove vengono descritte le funzionalità di base comuni a tutte le Procedure, con l ausilio del manuale per gli utenti meno esperti, e/o avvalendosi degli help in linea. Ogni tabella e anagrafica piano conti/clienti/fornitori contiene una lista associata al campo Codice: facendo clic sul pulsante di richiamo della lista posto alla fine del campo appare l elenco dei dati presenti nella tabella. Per visualizzare il contenuto dei vari campi associati a ciascun dato, occorre cliccare in corrispondenza di un elemento presente nella maschera. Nel caso in cui l utente avesse l esigenza di ulteriori chiarimenti, può consultare l help in linea cui si accede premendo il tasto <F1> della tastiera oppure consultare l apposito capitolo dei Man. Introduzione. L utente può utilizzare la seguente procedura come guida ipotetica. 1. Entrare nel menù Archivi Tabelle Società e richiamare per le seguenti tabelle: Categorie Cespiti Causali Contabili Codici Imposte Codici Iva Codici Prestazione Valute 2. Entrare nel menù Tipologie Tabelle Comuni e richiamare le seguenti tabelle: Codici Imposte Codici Iva Nazioni Valute

3 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 3. Entrare nel menù Archivi Piano Conti Consultare le cartelle contenenti tutti i dati relativi all anagrafica del piano dei conti Effettuare un inserimento di nuove voci nel piano dei conti Richiamare una delle voci presenti nel piano dei conti 1.2 La Semplificata e l Utilizza Stato Patrimoniale Il Menù delle funzioni delle società in contabilità semplificata si presenta come segue: 4. Entrare nel menù Archivi Clienti Consultare le cartelle contenenti tutti i dati relativi all anagrafica dei clienti Effettuare un inserimento di una nuova anagrafica clienti Richiamare l anagrafica di un cliente inserito 5. Entrare nel menù Archivi Fornitori Consultare le cartelle contenenti tutti i dati relativi all anagrafica dei fornitori Effettuare un inserimento di una nuova anagrafica fornitori Richiamare l anagrafica di un fornitore inserito 6. Entrare nel menù Cont. Semplificata Prima Nota DD Effettuare una registrazione di un semplice giroconto di prima nota Richiamare la scrittura di prima nota DD inserita, indicando il numero della registrazione nel campo di corrispondenza la numero del movimento 7. Entrare nel menù Cont. Semplificata Prima Nota IVA Effettuare una registrazione di una fattura di vendita/acquisto Richiamare la scrittura di prima nota IVA inserita, indicando il numero della registrazione nel campo di corrispondenza la numero del movimento Come anticipato, la Contabilità Semplificata eredita tutte le caratteristiche strutturali della Contabilità Ordinaria: di conseguenza, nel presente manuale andremo ad evidenziare solo le funzionalità specifiche, mentre la descrizione delle funzionalità comuni è descritta nei Manuali Introduzione e Contabilità Generale. In confronto agli altri regimi contabili, si hanno delle differenze a livello di Piano dei Conti e impostazione della Tabella Causali Contabili, mentre alcune funzioni risultano abilitate a seconda delle impostazioni scelte dall utente, ed in particolare se viene attivo il flag Utilizza Stato Patrimoniale (presente nella Anagrafica della società). 8. Entrare nel menù Cont. Semplificata Consultazione Mastrini Richiamare alcuni sottoconti inseriti nel piano dei conti ed effettuare l estrazione seguendo le istruzioni indicate nel Man. Contabilità 9. Verificare le strutture Richiamare la struttura di contabilità, la struttura IVA e quella dei corrispettivi, al fine di verificare l impostazione ed i dati inseriti nei vari campi. Per ulteriori informazioni si rimanda al Man. Contabilità 10. Entrare nel menù Utilità Gestione Utenti provare ad inserire dei nuovi Utenti con diversi livelli associati, per verificare quali abilitazioni di difetto siano state associate ai livelli. Nota Importante: per gestire il credito Iva è indispensabile abilitare il flag Utilizza Stato Patrimoniale.

4 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo Nello schema che segue, evidenziamo le funzionalità che saranno trattate nel presente manuale (evidenziate in grassetto), ed in particolare le funzioni che sono legate all attivazione del flag Utilizza Stato Patrimoniale. 2 Tabelle e Impostazioni 2.1 Impostazione Strutture Contabilità e Struttura Iva Prima Nota D.D. Prima Nota Iva Prima Nota Corrispettivi Stampa Brogliaccio Prima Nota Consultazioni Mastrini Calcolo Iva Fine Mese Consultazione Totali Iva Stampa Registri Iva Stampe Contabili Stampa Mastrini Stampe Fatturato ABC Clienti e Fornitori Stampa Bilancio Impresa Minore Stampa Situazione Economico-Reddituale Stampa Bilancio di Verifica Impresa Minore Stampa Bil. per Mese Impresa Minore Stampa Riepilogo Dettaglio IRPEF Stampa Bilancio in Valuta Impresa Minore Annuali Riporto Saldi Provvisori Riporto Saldi Definitivi Apertura Iva annuale Struttura Iva Chiusura Conti Registrazioni integrative Gestione Ratei e Risconti Manutenzione Ratei e Risconti Stampa Bilancio Simulato Rilevazione Fondo Spesa/Ricavo Rilevazione Ammortamenti Rilevazione Rimanenze Finali Riprese Ripresa Apertura Clienti/Fornitori Ripresa Saldi IVA in sospensione Situazione Saldi IVA in sospensione Ripresa Ammortamenti In caso di flag Utilizza Stato Patrimoniale In caso di flag Utilizza Stato Patrimoniale Di seguito saranno descritte le differenze e le particolarità proprie del regime semplificato; in particolare, tali differenze riguardano la Struttura Contabilità e la Struttura Iva Struttura Contabilità Nella Struttura di Contabilità, le cartelle interessate dalla gestione della contabilità semplificata sono le seguenti: Causali e Conti Sempl. Ritenuta Bilancio di Apertura e Chiusura Iva Regimi Speciali Si accede alla funzione dal menù Cont. Semplificata Servizi Struttura Contabilità Cartella Causali e conti Semplificati In questa cartella devono essere impostate le causali necessarie per la gestione dei Cespiti e delle Rimanenze Finali. E importante l inserimento dell ultimo conto di questa cartella, il Conto Dif. Semplificata, che permette di indicare un conto di contropartita, che verrà proposto di difetto, nel momento in cui si inseriscono dei movimenti di Registrazioni Integrative (ad esempio le rilevazioni Costi e Ricavi). Campo Codice Conto Descrizione Conto Conto Dif. Semplificata Rilevazione Costi e Ricavi Nel caso di gestione dello stato patrimoniale, questo conto sarà proposto dalla procedura, modificabile per ogni movimento. In caso, invece, di non gestione dello Stato Patrimoniale, tale conto sarà automaticamente associato a tutte le registrazioni di tipo RC RR. Servizi Struttura Contabilità Struttura IVA Struttura Corrispettivi Prenotazione protocolli Definizione Causali Guidate Iva Annullo Movimenti Contabili Ripristino Saldi contabili Come si evince dallo schema, in funzione dell attivazione del flag Utilizza Stato Patrimoniale saranno visualizzate a Menù alcune funzionalità aggiuntive; in questa condizione varia anche la maschera relativa alle registrazioni di Prima Nota di Rilevazione Costi e Ricavi, che visualizzerà il campo Conto in testata (per scegliere la contropartita da associare al movimento contabile). Cartella Ritenuta Flag Scheda Compensi. Estrarre i pagamenti dalla rilevazione della ritenuta Descrizione Il flag, attivabile solo nel caso in cui non sia stata abilitata la gestione della ritenuta in sospensione, consente di effettuare l estrazione dei dati relativi alla ritenuta in fase di stampa Certificazioni. Per le società in contabilità semplificata in cui non vengono rilevati i pagamenti, è possibile comunque effettuare le stampe delle certificazioni prelevando i dati dalla rilevazione della ritenuta e non dai pagamenti. E necessario non aver abilitato la gestione della ritenuta in sospensione in quanto, in fase di caricamento della fattura di acquisto, viene direttamente richiesta la data del pagamento (data considerata nelle certificazioni).

5 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo Cartella Bilancio di Apertura Le cartelle Bilancio Apertura e Bilancio Chiusura contengono le causali ed i conti di riferimento che vengono utilizzati per la corretta registrazione automatica di apertura e chiusura dei conti dello Stato Patrimoniale del Bilancio, tra un esercizio e l altro. Campo Codice Descrizione Causale apertura definitiva APER APERTURA CONTI DEFINITIVA Causale apertura provvisoria APPR APERTURA CONTI PROVVISORIA Causale apertura clienti APCL APERTURA SALDI CLIENTI Causale apertura fornitori APFO APERTURA SALDI FORNITORI Conto bilancio apertura BILANCIO DI APERTURA Cartella Bilancio di Chiusura Campo Codice Descrizione Causale chiusura CHIU CHIUSURA CONTI Conto profitti e perdite BILANCIO DI CHIUSURA Conto profitti e perdite CONTO ECONOMICO Conto utile esercizio UTILE D ESERCIZIO Conto perdita esercizio PERDITA D ESERCIZIO Conto utile esercizio prec UTILI ESERCIZI PRECEDENTI Conto perdita esercizio prec PERDITE ESERCIZI PRECEDENTI Cartella Iva Regimi Speciali La cartella Iva Regimi Speciali contiene il campo del Conto Iva Dif. Vers. Forfettari, che viene movimentato dalla funzione di Calcolo IVA Fine Mese (ad es: Differenza Versamenti Forfettari). Campo Codice Conto Descrizione Conto Conto IVA Dif. Vers. Forfettari DIFFERENZA VERSAMENTI FORFETTARI Struttura Iva e Regimi Iva Nel presente manuale vengono evidenziati gli aspetti e gli automatismi legati all attivazione di particolari gestioni Iva, quali: Iva Forfettaria Iva Autotrasportatori Iva Sospesa Iva Agricola Si accede alla funzione dal menù Cont. Semplificata Servizi Struttura IVA Cartella Iva forfettaria Per la gestione del Regime Forfetario, in Struttura Iva, e necessario indicare la percentuale da applicare all Iva a debito; di conseguenza, il programma nella funzione Calcolo Iva Fine Mese, come nel caso del Pro rata, calcola l Iva sulle vendite e vi applica la percentuale trovata in Struttura Iva, ottenendo l Iva a Debito. Campo Percentuale Iva Debito per Forfettari Dati da inserire 73,00 (esempio) Per la corretta gestione dell IVA forfetaria è inoltre indispensabile inserire, nella Struttura Contabilità all interno della cartella Iva Regimi Speciali, il conto di ricavo nel campo Conto Iva Dif. Vers. Forfetari, che viene movimentato dalla funzione di Calcolo IVA Fine Mese (ad es: Differenza Versamenti Forfetari). Riportiamo qui di seguito un esempio delle registrazioni di prima nota, su cui verrà calcolata l IVA forfettaria: Esempio di registrazioni in prima nota con acquisti (causale IFM) Perc. Forf. 73% Giroconto dal conto Iva vendite al conto di riepilogo Iva a debito rilevando la differenza forfetaria Erario C/Iva vendite 200,00 Erario C/riepilogo Iva debito 146,00 Differenza Versamenti Forfetari 54,00 Giroconto dal conto Iva Acquisti al conto di differenza Versamenti Forfetari Erario C/Iva Acquisti 40,00 Differenza Versamenti Forfetari 40,00 Il suddetto conto può essere o patrimoniale o economico e lo stesso movimenterà la differenza tra l Iva vendite e la percentuale forfetaria applicata alle vendite. Nel caso venga movimentato come conto patrimoniale sarà cura del cliente a fine anno girarlo al conto economico di abbuono. Giroconto dal conto riepilogativo IVA a debito al conto Differenza Versamenti Forfetari Erario C/riepilogo Iva debito 146,00 Differenza Versamenti Forfetari 146,00

6 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo Per determinare l importo Iva da regolare è fondamentale applicare la percentuale forfettaria al conto Erario riepilogo Iva a debito. Tenendo presente che l Iva sugli acquisti non determina Iva credito, è indispensabile comunque evidenziare il conto Erario Riepilogo Iva a credito e movimentare il conto Iva Diff. Vers. Forfet. in DARE se la differenza tra C/riepilogo Iva debito e la somma dei conti Iva da regolare e Riepilogo Iva credito è negativa, e in AVERE se la differenza è positiva. Si fa presente che i soggetti in regime forfettario in genere non sono obbligati a registrare gli acquisti. L imposta relativa agli acquisti intracomunitari dovrà essere annotata separatamente e versata in aggiunta a quella calcolata forfetariamente. Cartella Iva Autotrasportatori Il regime per gli autotrasportatori prevede che l Iva sulle vendite viene traslata di 3 mesi e versata nel trimestre successivo. Quindi, il primo trimestre in liquidazione avrò solo crediti, mentre nel 2 trimestre avrò i crediti del trimestre e i debiti Iva del trimestre precedente, e così via. La stampa dei Registri Iva segue, di conseguenza, questa logica. Dal punto di vista del reddito (IRPEF) il comportamento dell autotrasportatore è standard. La funzione si abilita indicando in Struttura Iva l apposito protocollo nel campo Vendite per Autotrasportatori. La liquidazione Iva, per questi soggetti, è trimestrale; nel caso in cui sia mensile, viene visualizzato il seguente messaggio di avviso: Esempio di registrazioni in prima nota con acquisti (causale IFM) Perc. Forf. 73% Giroconto dal conto Iva vendite al conto di riepilogo Iva a debito Erario C/Iva vendite 600,00 Differenza Versamenti Forfetari 162,00 Iva Indetraibile 240,00 Erario c/iva riep. A credito 678,00 Premendo sul pulsante Sì viene automaticamente impostata a Trimestrale; premendo invece sul pulsante No viene cancellato il dato (rif. Protocollo) indicato nel campo. Giroconto dal conto Iva Acquisti al conto di differenza Versamenti Forfetari Erario C/Iva Acquisti 416,67 Differenza Versamenti Forfetari 416,67 Giroconto dal conto riepilogativo IVA a debito al conto Differenza Versamenti Forfetari Erario C/riepilogo Iva debito 678,00 Erario C/Iva da regolare 678,00 In questo caso l Iva da versare, non sarà solo rappresentata dalla percentuale forfetaria applicata all Iva sulle vendite, ma anche dell Iva su gli acquisti CEE.

7 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo Cartella Iva Sospesa Per ottenere una corretta gestione dell Iva in sospensione, è necessario avere abilitato il flag Partite Aperte nella Struttura Contabilità. Per maggiori dettagli, si rimanda alla lettura del Man. Contabilità; di seguito, indichiamo la struttura delle causali contabili da utilizzare. La gestione dell IVA in sospensione d imposta è possibile sia per coloro che hanno attivato la gestione dello Stato patrimoniale sia per chi non l ha attivata. In particolare la causale per il pagamento (nella società Demo la causale ISO ) permette il pagamento della fattura con IVA in sospensione attraverso la gestione della partita (anche se non è attivo il Flag Stato Patrimoniale). Per avere la gestione corretta è necessario avere la gestione delle partite nella Struttura Contabile (flag Partite Aperte). Le causali da impostare sono le seguenti e devono avere la struttura qui riportata. Si accede alla funzione dal Menù Archivi Tabelle Società Causali Contabili: 1. Causale per fatture: Fatture Vendite in Sospensione (codice FVS). Campo Dati da inserire Note Codice Caus. Contabile FVS può essere deciso dall utente Descrizione Fatture Vendita in sospensione può essere decisa dall utente Descrizione Breve FVS può essere decisa dall utente Tipo Causale FC = tipologia per Fatture Clienti Protocollo V = per le vendite Gestione IVA in sospensione Abilitare il flag = per la gestione IVA in sospensione 2. Causale per incasso fatture: Incasso Fattura con IVA SOSPESA ( codice ISO). Campo Dati da inserire Note Codice Caus. Contabile ISO il codice può essere deciso dall utente Descrizione Descrizione Breve Incasso Fattura con IVA SOSPESA ISO la descrizione può essere deciso dall utente la descrizione breve può essere deciso dall utente Tipo Causale DD = causale per movimento Diversi/Diversi 3. Causale per nota di accredito: Nota di Accredito IVA in sospensione (codice NCS). Campo Dati da inserire Note Codice Caus. Contabile NCS può essere deciso dall utente Cartella Iva Agricola Per attivare l automatismo, è necessario impostare i conti nella cartella Iva Regimi Speciali della Struttura Contabilità; inserendo i conti necessari negli appositi campi, la società viene automaticamente gestita con regime Iva agricoltura. Si accede alla funzione dal Menù Cont. Semplificata Servizi Struttura Contabilità cartella Iva Regimi Speciali Campo Codice Descrizione Conto IVA Acquisti CEE a debito Conto IVA Dif. Vers. Forfettari Conto Iva Acquisti Agricoltura Conto Iva Vendite Agricoltura Conto Iva Corrispettivi Agr. Conto Iva a Debito Agricoltura Conto Iva Agricoltura Detraibile ERARIO C/IVA ACQUISTI CEE ERARIO C/IVA DA REGOLARE IVA ACQUISTI REGIME AGRICOLO IVA VENDITE REGIME AGRICOLO ERARIO C/IVA CORRISPETTIVI ERARIO C/IVA A DEBITO ERARIO C/IVA DA REGOLARE In particolare, occorre compilare tutti i campi presenti nella maschera, che riportiamo nell elenco seguente: Conto Iva Acquisti Agricoltura Conto Iva Vendite Agricoltura Conti Iva Corrispettivi Agricoltura Conto Iva a Debito Agricoltura Conto Iva Agricoltura Detraibile Cartella Liquidazione Iva La funzione non presenta differenze in confronto alla Contabilità Ordinaria. La maschera di consultazione Totali Iva prevede in aggiunta il campo in cui riportare l Iva Vendite forfetaria e l Iva Acquisti CEE. Inoltre, il campo Iva da Versare evidenzia come si è giunti al risultato indicato. Per quanto riguarda la stampa della liquidazione Iva è indicata la voce Iva forfetaria Dovuta che riporta la percentuale indicata in Struttura Iva e l importo sulla quale è indicata. Descrizione Nota di Accredito IVA in sospensione può essere decisa dall utente Descrizione Breve NCS può essere decisa dall utente Tipo Causale NC = tipologia per Note Credito Clienti Protocollo V = per le vendite Gestione IVA in sospensione Abilitare il flag = per la gestione IVA in sospensione

8 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 2.2 Piano dei Conti Semplificata Il piano dei conti di una società semplifica è solitamente differente da quello di una società in contabilità ordinaria: l utente può personalizzarlo in base alle esigenze contabili oppure mantenere l impostazioni presenti nella società Demo Semplificata. Si accede alla funzione dal Menù Archivi Piano Conti: Coll. 740 Quadro G / Coll. 750 Quadro X Per il collegamento ai quadri fiscali, a seconda di quanto impostato in fase di Creazione Azienda/Studio, viene visualizzato un campo dal quale è possibile richiamare la lista dei Righi del quadro ed effettuare il collegamento per ogni singolo conto, al fine di ottenere il passaggio dati ai quadri dichiarativi (nel caso di utilizzo dei relativi moduli software) e il corretto prospetto del Dettaglio IRPEF e la corretta Stampa dei Registri Iva. Di seguito, riportiamo un esempio di tabella nel caso di collegamento al 740 Quadro G: Codice Descrizione 32 ALTRI COMPONENTI NEGATIVI 13 ALTRI COMPONENTI POSITIVI 05 ALTRI PROVENTI CONSID.RICAVI 25 BENI STRUMENTALI COSTO NON SUP.1MIL 29 CANONI LOCAZ.FIN.BENI MOBILI STRUMENTALI 06 CORRISP.NON ANNOTATI SCRIT.CONTABILI 18 COSTI MAT.PRIME,SUSSID.,SEMILAV.,ECC. 35 CREDITO D'IMPOSTA SUI DIVIDENDI 36 CREDITO D'IMPOSTA SUI DIVIDENDI ART 9 38 CREDITO D'IMPOSTA SUI DIVIDENDI LIMIT 33 EROGAZIONI LIBERALI 16 ESIST.INIZIALI DI DURATA ULTRA ANNUALE 14 ESIST.INIZIALI NON DI DURATA ULTRA ANNUA 00 IMPORTI ESCLUSI AI FINI IRPEF 07 PLUSVALENZE PATRIMONIALI Per i Conti Patrimoniali In anagrafica del piano dei conti, per i conti patrimoniali, è visualizzato un flag denominato Immobilizzazioni: ponendo un flag in corrispondenza di questo campo, viene abilitata la stampa del relativo conto nelle stampe contabili. Per i Conti Economici Per i conti Economici, appartenenti al Gruppo dei Costi e dei Ricavi, vengono invece visualizzati due campi aggiuntivi: % di indetraibilità per i conti del gruppo Costi: % di assoggettabilità per i conti del gruppo Ricavi: 23 QUOTE AMMORTAMENTO 03 RICAVI LETT.A),B) ART.53 TUIR 02 RICAVI LETT.A),B) ART.53 TUIR AGRITUR. 01 RICAVI LETT.A),B) ART.53 TUIR CON FATT. 11 RIMAN.FINALI DURATA ULTRA ANNUALE 09 RIMAN.FINALI NON DI DURATA ULTRA ANNUALE 37 RITENUTE D'ACCONTO SUBITE,QUOTA IMPR. 08 SOPRAVVENIENZE ATTIVE 20 SPESE LAVORO DIP. E ALTRE PRESTAZ. 22 UTILI SPETT.ASSOCIATI IN PARTECIPAZIONE I codici indicati in questa tabella non sono modificabili dall utente.

9 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 2.3 Tabella Causali Contabili Le Causali Contabili contengono i dati necessari per identificare il tipo di movimento inserito ed effettuare gli automatismi procedurali che ne conseguono. Per la corretta gestione della procedura, è indispensabile codificare ed utilizzare nel modo corretto le causali contabili. Si accede alla funzione dal Menù Archivi Tabelle Società cartella Causali Contabili FC Fattura cliente RI Registrazione Integrative FF Fattura fornitore RP Risconti passivi IC Ratei passivi RR Rilevazione ricavi IR Ratei attivi SC Rilevazione costi in diminuzione NA Nota di credito acquisti cee SR Rilevazione ricavi in diminuzione NC Nota di credito cliente VC Fattura vendita cee Con la società Demo Semplificata, codificata con la sigla SEMPL, sono state rilasciate delle causali specifiche per l utilizzo della contabilità semplificata; l ultimo capitolo del presente manuale spiega l uso di alcune di queste causali con esempi pratici di utilizzo. Protocollo Con la gestione della Contabilità Semplificata, è necessario indicare nel campo Protocollo la sigla del Registro Iva di competenza, sul quale devono essere stampati i movimenti, in quanto, a differenza dell Ordinaria, vengono stampati sui registri Iva anche tutti quei movimenti che rappresentano costi e ricavi, ma che in realtà sono fuori campo Iva. Viene visualizzato un flag denominato Protocolla Movimenti di Rilevazione Costi/Ricavi, che, se selezionato sulla singola causale, provvede ad assegnare un numero di protocollo ai movimenti, come avviene con le fatture, con lo stesso protocollo indicato nel campo Protocollo. Tipo Causale Le causali contabili vengono definite per Tipo di causale (per maggiori informazioni si rimanda ai Man. Introduzione): infatti, in base alla causale inserita nella funzione di Prima Nota Iva/DD, la procedura riconosce il tipo di causale inserito e modifica la maschera in funzione della tipologia di inserimento che verrà effettuata. Possono essere di volta in volta inserite nuove causali, in base alle proprie esigenze: in quest ultimo caso è necessario associare un tipo causale tra quelli previsti per la Contabilità Semplificata; i tipi di causale possono essere: AC Fattura acquisti cee NF Nota di credito fornitore BA Bilancio di apertura NV Nota di credito vendite cee BC Bilancio di chiusura PC Pagamento collaboratori BD Bolletta doganale PF Pagamento fatture CI Incasso cliente PS Pagamento collaboratori in sempl. CO Corrispettivi RA Risconti attivi DD Diversi a diversi RC Rilevazione costi Riportiamo di seguito tutte le causali create per la società Demo Semplificata, necessarie per le varie registrazioni contabili: Codice Descrizione Tipo P. AAT Abbuoni attivi RR V AFF Affitti e locazioni attive RR V AFFC Affitti e locazioni passive RC A AMM Ammortamento per cespite RI A AMM1 Ammortamento per categorie RI A APCL Apertura saldi Clienti BA APER Apertura conti definitiva BA APFO Apertura saldi Fornitori BA APPR Apertura conti provvisoria BA APS Abbuoni passivi RC A ASS Assicurazioni RC A BOD Bolletta Doganale BD A CHIU Chiusura conti BC COMP Compensazione DD COR Corrispettivi att. 1 CO W CORV Corrispettivi con ventilazione att. 2 CO G DDC Storno COSTI -per fatture da ricevere SC A DDR Storno RICAVI - per fatture da SR V emettere DICH Dichiarazione Iva Periodica DD FAE Fattura acquisto Cee AC B FAV Fattura acquisto in valuta FF A FES Fatture da emettere RI V FRS Fatture da ricevere RI A FTA Fattura di acquisto FF A FTV Fattura di vendita FC V VC Fattura di vendita Cee VC C FVS Fattura di vendita IVA in sospensione FC V FVV Fattura vendita in valuta FC V Codice Descrizione Tipo P. GEN Movimento generico DD IFM Iva fine mese DD INTA Interessi Attivi RR V INTP Interessi Passivi RC A ISO Incasso Fattura con IVA sospesa DD MIN Minusvalenze RC A NCA Note di accredito acquisti NF A NCE Nota di accredito acquisti Cee NA B NCS Nota di Accredito IVA in sospensione NC V NCV Note di accredito vendite NC V PGC Pagamento nota coll.coord.e PS A continuat. PGO Pagamento nota collaboraz. Occasion. PS A PLUS Plusvalenze RR V RAA Ratei Attivi IR V RAP Ratei passivi IC A RETT Rilevazioni di rettifica DD RFIN Rilevazione rimanenze finali RI V RIC Rilevazione costi RC A RIR Rilevazione ricavi RR V RIT Ritenuta d'acconto DD RSA Risconti Attivi RA A RSP Risconti Passivi RP V SPB Spese e commissioni bancarie RC A SRIS Spese Ristoranti RC A STRC Storno Rilevazione Costo SC A STRR Storno Rilevazione Ricavo SR V TFR Accantonamento annuale TFR RI A

10 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 3 Operazioni di Prima Nota Le operazioni di utilizzo quotidiano si riassumono in: registrazione dei documenti Iva, dei corrispettivi e dei movimenti diversi a diversi. La struttura della Prima Nota IVA, Diversi a diversi e Ratei e Risconti è la stessa utilizzata dalla contabilità Ordinaria, pertanto si rimanda alla lettura del Man. Contabilità; di seguito andremo a dettagliare solamente le specifiche relative alla Semplificata. 3.1 Prima Nota Iva / Diversi a Diversi Le differenze rispetto alla funzione Prima Nota Iva in Contabilità Ordinaria sono le seguenti: Disattivazione delle voci relative al Pagamento Fatture / Incasso Fatture Disattivazione del pulsante Giroconto per il trattamento delle Note di credito Nella registrazione dei pagamenti a collaboratori e delle fatture di professionisti soggette a ritenuta d acconto: la procedura prevede la compilazione, da parte dell utente, del campo Data Pagamento all atto della registrazione della fattura, al fine di aggiornare i dati da passare al 770. Il campo Data Pagamento, visualizzato nella form accessibile dal pulsante Imposta Ritenuta d Acconto, dovrà quindi essere compilato dall utente all atto della registrazione della fattura: 3.2 Prima Nota: Rilevazione Costi e Ricavi La rilevazione Costi e Ricavi è utilizzata nel caso in cui si debba registrare un costo oppure un ricavo non generato da un documento di acquisto/vendita (fattura). Per la rilevazione costi si utilizza questa funzione relativamente ad esempio alle quote ammortamento annuali, alle spese di assicurazione ed ai costi del personale, mentre per i ricavi ad esempio viene utilizzata per rilevare gli interessi attivi bancari. Si accede alla funzione dal Menù Cont. Semplificata Prima Nota Iva / D.D: La maschera e i campi visualizzati sono gli stessi della registrazione dei movimenti Iva/DD. A seguito dell inserimento nel campo Causale di una causale di tipo RC o RR la maschera si modificherà e la procedura presenterà la relativa vietata, che presenta delle differenze in base all attivazione o meno del flag Utilizza Stato Patrimoniale in Anagrafica Società. Le stampe dei registri IVA sono differenziate in base all inserimento o meno del flag della protocollazione nella causale contabile: nel caso in cui venga inserito il flag, sulla stampa dei registri IVA sarà riportata la registrazione allo stesso modo delle fatture: dati del documento, partita, dettagli importi. Invece, nel caso in cui non sia abilitato il flag, è necessario creare i collegamenti al quadro dichiarativo: si rimanda l utente alla lettura del Man. Contabilità. Nella successiva stampa del registro IVA appariranno gli importi nella sezione dedicata ai Dettagli IRPEF, in fondo all elenco delle fatture inserite. Come precedentemente evidenziato, in caso di esigenze che richiedano l utilizzo dei conti dello Stato Patrimoniale (pertanto, per quelle società che presentano in anagrafica il flag Utilizza Stato patrimoniale selezionato) questa la funzione Prima Nota Diversi\Diversi in Semplificata permette la registrazione dei relativi movimenti contabili diversi a diversi (esempio giroconto).

11 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo Rilevazione Costi/Ricavi (utilizza Stato Patrimoniale) Per le società con abilitato il flag Utilizza Stato Patrimoniale: la maschera sarà la seguente, con la possibilità di indicare nella testata il conto di rilevazione costo/ricavo desiderato (tale conto rappresenta la contropartita patrimoniale) Rilevazione Costi/Ricavi con protocollazione dei movimenti All interno della causale contabile di Rilevazione Costi e Ricavi è presente un flag denominato Protocolla Movimenti di Rilevazione Costi/Ricavi. Tale flag permette di numerare le singole movimentazioni di rilevazione costi e ricavi progressivamente alle fatture inserite e quindi di attribuire una partita in base al protocollo inserito nella causale Rilevazione Costi/Ricavi (non utilizza Stato Patrimoniale) Per le società senza il flag Utilizza Stato Patrimoniale: non sarà visualizzato il campo Conto. In questo caso, tutte le registrazioni vengono imputate automaticamente al conto indicato nella Struttura Contabilità cartella Causali e Conti Sempl. nel campo Conto Dif. Semplificata. La maschera sarà la seguente: La maschera che appare al momento della rilevazione in contabilità, oltre a seguire i parametri imposti in base alla selezione del flag Utilizza Stato Patrimoniale, indica automaticamente il primo protocollo disponibile.

12 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 3.3 Prima Nota: Registrazione Bolletta Doganale Un caso particolare è la registrazione della Bolletta Doganale: di seguito evidenziamo le impostazioni e le causali da utilizzare per effettuare tale registrazione [Per maggiori dettagli, si veda alla fine del manuale la visita passo passo]. La registrazione della bolletta doganale avviene dalla Prima Nota Iva, inserendo nel campo causale una causale di tipo BD. La causale contabile deve essere codificata con la seguente struttura: Dalla funzione dal Menù Archivi Tabelle Società cartella Causali Contabili: Campo Dati da inserire Codice Caus. Contabile BOD può essere deciso dall utente Descrizione Bolletta Doganale può essere decisa dall utente Tipo Causale BD = tipologia per Bolletta Doganale Protocollo A = per gli acquisti L inserimento di una registrazione con causale di tipo BD abilita la sola richiesta del codice Fornitore (Dogana) e l ammontare dell Iva. Sarà quindi necessario creare anche un apposito codice fornitore, che rappresenterà la Dogana: 3.4 Prima Nota: Pagamento Collaboratori Un altro caso particolare è la registrazione del Pagamento collaboratori: di seguito evidenziamo le impostazioni e le causali da utilizzare per effettuare tale registrazione. La registrazione del pagamento collaboratori avviene dalla Prima Nota Iva, inserendo nel campo causale una causale di tipo PS. La causale contabile deve essere codificata con la seguente struttura: Dalla funzione dal Menù Archivi Tabelle Società cartella Causali Contabili: Campo Dati da inserire Codice Caus. Contabile PGO può essere deciso dall utente Descrizione Pagamento Collaboratori può essere decisa dall utente Tipo Causale PS = tipologia per Pagamento collaboratori in semplificata Protocollo A = per gli acquisti L inserimento di una registrazione con causale di tipo PS abilita la maschera apposita per la registrazione del pagamento collaboratori: sarà richiesto un codice Fornitore percipiente, la data di pagamento e i dati relativi ai conti economici. Dalla funzione dal Menù Archivi Anagrafica Fornitori: Campo Dati da inserire Note Codice F019 può essere deciso dall utente C. Fiscale - Nota: La modalità di registrazione è sostanzialmente identica alla contabilità ordinaria: la differenza consiste solo nel tipo causale (PS), che consente l associazione del protocollo Iva acquisti Rag. Sociale DOGANA Per maggiori dettagli, si rimanda all esempio passo per passo presente alla fine di questo manuale.

13 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 4 Operazioni Periodiche e Annuali Per quanto concerne le Operazioni periodiche relative al Calcolo Iva Fine mese, alla Consultazione Totali Iva ed alla Stampa dei Registri Iva si rimanda al Man. Contabilità. Anche per quando concerne le operazioni del menù Riprese ed in generale delle Operazioni annuali, si rimanda alla lettura del Man. Contabilità, dove vengono dettagliatamente descritte. Le funzioni riguardanti le operazioni annuali per l apertura della contabilità sono le seguenti: Riporto Saldi Provvisori (Da effettuare nel nuovo esercizio) Riporto Saldi Definitivi (Da effettuare nel nuovo esercizio) Chiusura Conti (Da effettuare nell esercizio precedente) Si tratta delle funzioni che nel Man. Contabilità hanno le seguenti descrizioni (i contenuti e le fasi operative sono identiche): Bilancio di Apertura Provvisorio (Da effettuare nel nuovo esercizio) Bilancio di Apertura Definitivo (Da effettuare nel nuovo esercizio) Bilancio di Chiusura (Da effettuare nell esercizio precedente) 5 Operazioni per Registrazioni Integrative La Normativa per la tenuta della Contabilità Semplificata prevede, oltre all annotazione nei Registri Iva delle operazioni non soggette ad Iva ma rilevanti ai fini delle imposte dirette (ossia le rilevazioni di costi e ricavi), l obbligo di effettuare le Registrazioni integrative nei Registri Iva entro il termine della dichiarazione dei redditi. Queste registrazioni riguardano: Le rettifiche apportate a costi o ricavi secondo il criterio della competenza: Fatture da emettere e fatture da ricevere Ammortamenti Accantonamento TFR Ratei e Risconti (per le Operazioni per la gestione dei Ratei/Risconti si rimanda al Man. Contabilità) Il Valore delle Rimanenze con indicazioni distinte per categorie omogenee o per lavorazioni o opere in corso delle quantità, del valore e dei criteri di valutazione Sono state a tal proposito creati una serie di automatismi e funzionalità specifiche per ottimizzare la gestione di queste registrazioni; Si accede alla funzione dal Menù Contabilità Registrazioni Integrative: le funzionalità presenti in questo menù sono le seguenti: Rilevazione Fondo Spesa/Ricavo Rilevazione Ammortamenti Rilevazione Rimanenze Finali Le caratteristiche e le impostazioni per attivare gli automatismi necessari sono: Utilizzo causali contabili con Tipo Causale RI Registrazioni Integrative Impostazione nella Struttura Contabilità delle causali e dei relativi conti di difetto, che durante la registrazione viene proposto nel campo Conto della testata della maschera di Rilevazione I dati inseriti nel campo Note (ossia la descrizione del tipo di rilevazione) nella testa della maschera di Rilevazione vengono stampati nel Registro Iva di riferimento In particolare, per quanto concerne la Rilevazione Rimanenze finali, il conto proposto sta ad evidenziare la categoria omogenea di beni, e nella colonna Note della griglia di dettaglio devono essere inseriti i seguenti dati: quantità / valore / criterio di valutazione (ossia Prezzo di Vendita, Costo Ultimo o Costo Medio Ponderato) Per maggiori dettagli si rimanda all esempio passo passo alla fine del presente manuale.

14 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 6 Stampe in Contabilità Semplificata Stato Patrimoniale Le stampe contabili generate dalla procedura si differenziano a seconda che siano selezionati o meno il flag Utilizza Stato Patrimoniale (in Anagrafica Società) e il flag Immobilizzi (in Anagrafica del Piano dei Conti). Alcune delle stampe prodotte sono equivalenti a quelle gestite in Contabilità Ordinaria (Fatturato ABC Clienti e Fornitori, Stampa Mastrini,Stampa Brogliaccio di Prima Nota; le stampe descritte nei paragrafi seguenti sono specifiche della Contabilità Semplificata. Per tutte le stampe di seguito descritte: Con Conferma si visualizza l anteprima di stampa, con Esci si annulla il processo. Dall anteprima, cliccando sul pulsante si procede alla Stampa 6.1 Stampa Bilancio Impresa Minore La stampa del bilancio impresa minore è abilitata solo nel caso in cui sia stato selezionato il flag di Utilizza Stato Patrimoniale presente in anagrafica società. La procedura effettua la stampa del bilancio dell Impresa in Contabilità Semplificata (attività e passività, costi e ricavi), evidenziando l'utile o la perdita d'esercizio. Conto Economico Si accede alla funzione dal menù Cont. Semplificata Stampe Contabili Stampa Bilancio Impresa Minore: Tipo Stampa: permette di scegliere se effettuare una stampa comprendente tutti i conti o solo quelli con saldo diverso da zero (Solo Significativi). Tipo Totali: consente di scegliere se effettuare una totalizzazione progressiva o mensile dei saldi. Da Data a Data: è possibile selezionare il periodo di cui si vuole effettuare la stampa.

15 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 6.2 Stampa Situazione Economico Reddituale La stampa della Situazione Economico-Reddituale è realizzata in orizzontale ed evidenzia i costi, i ricavi dell esercizio e le Attività e Passività che nell anagrafica del conto sono state codificate selezionando l apposito flag corrispondente al campo Immobilizzi. Si accede alla funzione dal menù Cont. Semplificata Stampe Contabili Stampa Situazione Economico-Reddituale: 6.2 Stampa Bilancio per Mese Impresa Minore La funzione permette di effettuare una stampa della situazione contabile suddivisa per i mesi dell esercizio contabile impostato. Si accede alla funzione dal menù Cont.Semplificata Stampe Contabili Stampa Bilancio per Mese Impresa Minore: Tipo Stampa:permette di decidere che tipo di stampa ottenere (Bilancio, Bilancio di Verifica, Bilancio di Verifica Clienti, Bilancio di Verifica Fornitori). Tipo Selezione: permette di scegliere se effettuare una stampa comprendente tutti i conti o solo quelli con saldo diverso da zero. Tipo Stampa: permette di scegliere se effettuare una stampa comprendente tutti i conti o solo quelli con saldo diverso da zero (Solo Significativi). Tipo Totali: consente di scegliere se effettuare una totalizzazione progressiva o mensile dei saldi. Da Data a Data: è possibile selezionare il periodo di cui si vuole effettuare la stampa. Costi Ricavi

16 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 6.3 Stampa Riepilogo Dettaglio IRPEF La funzione permette di effettuare la stampa riassuntiva dei codici di identificazione fiscale movimentati. Tali codici sono quelli utilizzati per i collegamenti dei conti del Piano dei Conti alla dichiarazione dei redditi. Nella stampa saranno evidenziati oltre ai codici e le relative descrizioni, l importo totale movimentato. Si accede alla funzione dal menù Cont.Semplificata Stampe Contabili Stampa di Riepilogo Dettaglio IRPEF. 6.4 Stampa Bilancio in Valuta Impresa Minore La funzione permette di effettuare una stampa del Bilancio di Verifica nella seconda valuta indicata in Struttura Contabilità. Si accede alla funzione dal menù Cont.Semplificata Stampe Contabili Stampa Bilancio in Valuta Impresa Minore: Con la selezione Da Data A Data è possibile selezionare il periodo; vengono accettati anche periodi inferiori al mese. Da Data A Data: è possibile selezionare il periodo di cui si vuole effettuare la stampa. Tipo Totali: consente di ottenere una totalizzazione progressiva o mensile dei saldi. Selezione: permette di scegliere se effettuare una stampa comprendente tutti i conti o solo quelli con saldo diverso da zero. Tipo Stampa:permette di decidere che tipo di stampa ottenere tra: Bilancio di Verifica, Bilancio di verifica Clienti, Bilancio di verifica Fornitori.

17 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 6.5 Stampa Registri Vendite e Acquisti La stampa dei Registri Iva può essere effettuata dalle stesse funzioni attive anche per le contabilità ordinarie: la differenza sostanziale consiste nel fatto che su tali registri saranno riportate anche le registrazioni di rilevazioni costi e ricavi, gestire nella relativa Prima nota Rilevazione Costi/Ricavi. A differenza della contabilità ordinaria, inoltre, sulla stampa dei registri delle contabilità semplificate vengono riportati i Dettagli IRPEF. L utente può scegliere tra metodi diversi sia per la stampa delle registrazioni di rilevazioni costi e ricavi, sia per la eventuale indicazione dei dettagli Irpef: a tal fine, sono visibili appositi flag che consentono la selezione di un metodo di stampa piuttosto che un altro, nella funzione accessibile dal Menù Riportiamo alcuni esempi. Stampa con Dettagli IRPEF Contabilità Stampa Registri Stampa Registri Iva e Bollati (Nuova Modalità) La stampa, elaborata senza attivare particolari flag nella maschera di selezione, viene prodotta con i Dettagli IRPEF: nel caso in cui venga richiesta la Stampa Anagrafica Completa e viene mantenuta la stampa in verticale (quindi, non si selezionano i flag Stampa orizzontale e stampa a 132 colonne ) L utente può scegliere di escludere dalla stampa i dettagli Irpef, attivando il flag Stampa con il flag attivo Escludi dettagli Irpef Esclusi dettagli Irpef: elaborando la stampa con questa modalità, si otterrà che l importo relativo alle rilevazioni dei Costi e dei Ricavi sarà riportato nella colonna Imponibile e non nella colonna Dettagli Irpef. non vengono riportate in stampa le note del documento Nella stampa con esclusione dei dettagli Irpef vengono omesse le righe di contropartita, nelle righe movimenti, e a piè pagina viene omesso il riepilogo dei dettagli Irpef (anche se la colonna Dett. IRPEF rimane visualizzata in testata e non valorizzata). Nella stampa, la descrizione del Fornitore/Conto è di 23 caratteri, mentre i campi numerici hanno dimensione massima di ,00 euro.

18 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo E possibile anche stampare i dettagli della contropartita nelle registrazioni di Rilevazione costi e ricavi, in modo tale di riportare tutti gli estremi delle registrazioni; al fine di migliorare la leggibilità, verrà anche inserita una riga per separare le singole registrazioni. Il flag è attivo solo se per la società è impostato lo Stato Patrimoniale e se non sono stati selezionati i seguenti flags : Escludi dettagli irpef Stampa anagrafica completa Stampa in orizzontale Stampa 132 colonne 7 Esercitazioni Passo per Passo Il presente capitolo si pone l'obiettivo di guidare il lettore all'utilizzo della Contabilità Semplificata, passo per passo. L intero documento deve essere inteso come supporto e verifica alla consultazione dei manuali standard. Per maggiori informazioni e dettagli sulle strutture di base, si rimanda alla lettura dei Man. Introduzione e Contabilità, nei quali sono già stati affrontati i seguenti argomenti di natura contabile: Inserimento di un cliente ed un fornitore Struttura Iva a creazione protocolli Inserimento e consultazione del piano dei conti Movimenti contabili e Prima Nota Causali guidate Consultazione mastrini Brogliacci di Prima Nota Gestione ratei e riconti Ripresa saldi Iva in sospensione In questo contesto, approfondiremo gli argomenti indicati nei capitoli precedenti, con esempi pratici di utilizzo. Prima Nota e Registrazioni particolari Operazioni di Apertura e Chiusura Esercizio Registrazioni Integrative Stampa contropartite: elaborando la stampa con questa modalità, si otterrà il seguente risultato: 1 2 Nell esempio vediamo che nell ultima riga della registrazione di costi/ricavi (nella quale precedentemente veniva stampato solo il totale della registrazione) è stato inserito il codice e la descrizione della contropartita ( 1). Per separare le righe le singole registrazioni ( documenti iva e rilevazione costi/ricavi ) è stata inserita una riga continua ( 2).

19 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 7.1 Creazione Società Procediamo ad effettuare la creazione di una società, utilizzando il modello della società Demo in Semplificata. Si accede alla funzione dal Menù Utilità Creazione Società Creazione Azienda (o Studio): Confermiamo la Struttura Contabile (tutte le tabelle e le strutture vengono riprese dalla società sorgente SEMPL). Quando viene richiesto, indichiamo che quello che stiamo creando NON è il primo esercizio: in automatico, la procedura aprirà 2 esercizi precedenti alle date che noi indicheremo nella maschera successiva. Indichiamo le date dal al Denominiamo la nuova società SEM1 e inseriamo dei dati fittizi tralasciando quelli facoltativi: Nella cartella Varie abilitiamo il flag Utilizza Stato Patrimoniale ; inoltre, indichiamo come Collegamento DR = 740 Quadro G. Alla conferma, ci troviamo posizionati sulla nuova società SEM1, in data 01/01/2001. Avendo creato la società da altra, avremo le anagrafiche clienti e fornitori e le tabelle uguali a quelle presenti nella società di origine, che utilizzeremo negli esempi che seguono. Campo Tipo Contabilità Collegamento D.R. Flag Utilizza Stato Patrimoniale Dati da inserire S - Semplificata 740 Quadro G Abilitare Clicchiamo sul pulsante Crea. Quando viene visualizzata la Struttura Contabile, abilitiamo il flag Partite Aperte.

20 SEMPLIFICATA: Caratteristiche ed Impostazioni Manuale Operativo 7.2 Registrazione di Prima Nota L inserimento di prima nota è uguale alla contabilità ordinaria. Si accede alla funzione dal Menù Cont. Semplificata Prima Nota IVA: Ci troviamo posizionati sul campo Numero/Data Registrazione: spostiamoci premendo il tasto <Invio> fino al campo Causale nel quale digitiamo FTV: in automatico, la procedura associa il protocollo V (*) e il numero progressivo di protocollo. Continuiamo premendo <Invio> fino ad arrivare al campo Clienti dal quale premiamo il tasto funzione <F5> : questo tasto richiama la lista delle anagrafiche clienti codificate e ci permette di selezionare il codice che ci interessa. Selezioniamo con il mouse il cliente EXPERT CASA NEW e premiamo il tasto <Invio>. Procedendo sempre con <Invio> sui campi (lasciamo invariati i valori che vengono proposti di difetto, in quanto prelevati dall anagrafica del cliente) indichiamo nel campo Importo Totale 619,75: la procedura in automatico compila la griglia sottostante con il codice Iva e il conto associati al cliente (ripresi sempre dall anagrafica dello stesso) e scorpora il totale da noi inserito in Imponibile e Imposta Con il tasto <F12> sui campi per l inserimento di un valore numerico, vengono automaticamente indicare i 3 zeri: per es: digitando 5 + il tasto <F12> otterrò ovvero in automatico i 3 zeri finali. Tutte le liste sui vari campi della procedura (per il richiamo di elementi già codificati come clienti fornitori codici Iva ecc) sono richiamabili premendo il tasto funzione <F5> oppure cliccando sul pulsante a lato del campo contraddistinto dai punti di sospensione. 7.3 Registrazione di Costi e Ricavi Si accede alla funzione dal Menù Cont. Semplificata Prima Nota D.D.: In automatico viene proposta la data di elaborazione in cui si è posizionati. Ora, premendo il tasto <Invio> (o anche con il tasto <Tab> )spostiamoci sul campo Causale: con il tasto <F5> richiamiamo la lista delle Causali Contabili e scegliamo la causale AFFC. (*) Premendo sul tasto <Invio> viene visualizzata la seguente maschera: (*) Nota: avremmo anche potuto scrivere direttamente la causale nel campo seguita dalla pressione del tasto <Invio>: se la causale da noi inserita non fosse stata corretta, la procedura avrebbe aperto automaticamente la lista. Ricordiamo che le liste sono richiamabili con la pressione del tasto <F5> o Ora, confermiamo l inserimento cliccando sul pulsante Conferma presente in fondo alla maschera. In questo modo, abbiamo registrato una fattura di vendita al cliente Export Casa New di 619,75 ed abbiamo generato la seguente scrittura contabile, visualizzabile stampando il Brogliaccio di Prima Nota: cliccando sul pulsante in corrispondenza del campo. La causale AFFC è stata impostata all interno delle tabelle come appartenente alla tipologia di causali RC - Rilevazione Costi: questa è una caratteristica fondamentale che devono avere tutte le causali contabili che dovranno essere utilizzate per la Rilevazione Costi/Ricavi. Avendo selezionato il flag Utilizza Stato Patrimoniale, visualizziamo anche il campo Conto in Testata, nel quale può essere inserito un conto Patrimoniale. (*) Nota: La causale contabile FTV ha nella Tabella Causali Contabili il flag abilitato denominato Protocolla movimenti ed il protocollo V. La procedura riconosce che il tipo della causale inserita è RC = Rilevazione Costi, ed imposta la maschera a video indicando già i conti e la struttura necessaria per questo tipo di registrazione contabile.

SEMPLIFICATA Caratteristiche ed Impostazioni

SEMPLIFICATA Caratteristiche ed Impostazioni Release 4.90 Manuale Operativo SEMPLIFICATA Caratteristiche ed Impostazioni La Contabilità Semplificata ha le medesime caratteristiche strutturali e procedurali della Contabilità Ordinaria (per le spiegazioni

Dettagli

PROFESSIONISTI. Caratteristiche e Impostazioni. Release 5.20 Manuale Operativo

PROFESSIONISTI. Caratteristiche e Impostazioni. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo PROFESSIONISTI Caratteristiche e Impostazioni In questo manuale verranno descritte tutte le caratteristiche della contabilità professionisti, sia in regime ordinario sia

Dettagli

PROFESSIONISTI. Caratteristiche e Impostazioni. Release 4.90 Manuale Operativo

PROFESSIONISTI. Caratteristiche e Impostazioni. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo PROFESSIONISTI Caratteristiche e Impostazioni In questo manuale verranno descritte tutte le caratteristiche della contabilità professionisti, sia in regime ordinario sia

Dettagli

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva Il presente manuale ha lo scopo di guidare l utente nella gestione ed impostazione dell IVA, nel calcolo dell IVA, nella gestione

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva Il presente manuale ha lo scopo di guidare l utente nella gestione ed impostazione dell IVA, nel calcolo dell IVA, nella gestione

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Separate ai fini IVA L art. 36 del DPR 633/72 disciplina la tenuta di contabilità separate per le diverse attività esercitate da parte dei soggetti

Dettagli

Stampe Contabili, Registri IVA e Bollati

Stampe Contabili, Registri IVA e Bollati Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Stampe Contabili, Registri IVA e Bollati Nel presente manuale verranno analizzate tutte le stampe contabili, quali ad esempio la stampa del bilancio, quella

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

Corrispettivi Ventilazione Grafici

Corrispettivi Ventilazione Grafici HELP DESK Nota Salvatempo 0044 MODULO FISCALE Corrispettivi Ventilazione Grafici Quando serve La normativa Registrazione dei corrispettivi in ventilazione a partire dall'esercizio IVA 2015 Decreto Ministeriale

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0.1H3 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 ARCHIVI E GENERALE... 5 2.1 Gestione

Dettagli

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009 Prodotto Sistema Professionista Modulo Contabilità Oggetto Giroconto IVA * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016)

OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) 1. Introduzione Il presente documento riassume le operazioni da eseguire per gestire correttamente con e/satto il passaggio dall esercizio 2015 a quello 2016. Verranno

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2C DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 4 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva Contabilità semplificate 68 Casi particolari Il capitolo espone alcune caratteristiche della procedura e modalità operative in casi particolari di gestione come ad esempio le contabilità semplificate,

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

RITENUTE. Ritenute e Certificazioni. Release 4.90 Manuale Operativo

RITENUTE. Ritenute e Certificazioni. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo RITENUTE Ritenute e Certificazioni Il modulo per una gestione completa delle ritenute d acconto, dalla rilevazione fino alla stampa delle certificazioni, per una compilazione

Dettagli

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Bollettino 5.00-229 5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Per risolvere l esigenza delle aziende di manutenzione (che operano su impianti), che richiedono la fatturazione

Dettagli

Gestione e allineamento delle Giacenze

Gestione e allineamento delle Giacenze Release 5.20 Manuale Operativo INVENTARIO Gestione e allineamento delle Giacenze Il modulo permette la contemporanea gestione di più inventari, associando liberamente ad ognuno un nome differente; può

Dettagli

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/:

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/: il mondo di e/ Il presente documento è da ritenersi valido per i seguenti prodotti: - e/2 ready - e/2 - e/3 - e/ready - e/impresa - e/sigip OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) 1. Introduzione Il presente

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00059z)...2 Disapplicazione regime IVA per cassa...2 Acquisizione dati fatturazione

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Multipunto. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Multipunto. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Multipunto L art. 10, Legge 8 maggio 1998, n. 146 ha previsto l obbligo di annotazione separata dei costi e dei ricavi relativi alle diverse

Dettagli

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E]

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] Bollettino 5.2.0-27 2 CONTABILITA 2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] L implementazione permette di visualizzare nella consultazione e nella stampa dei mastrini solo le causali

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione

Dettagli

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori.

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. Release 5.20 Manuale Operativo ORDINI PLUS Gestione delle richieste di acquisto In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. La gestione

Dettagli

FONDO IMPOSTE. Gestione Imposte e Studi di Settore. Release 4.90 Manuale Operativo

FONDO IMPOSTE. Gestione Imposte e Studi di Settore. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo FONDO IMPOSTE Gestione Imposte e Studi di Settore In questo manuale verranno descritte le procedure per effettuare una corretta gestione del fondo imposte per determinare

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Release 5.20 Manuale Operativo CLIENTI PLUS Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Il modulo Clienti Plus è stato studiato per ottimizzare la gestione amministrativa dei clienti, abilitando la gestione

Dettagli

Registrazione in Prima Nota

Registrazione in Prima Nota Registrazione in Prima Nota Il programma consente l'immissione dei movimenti di Contabilità Generale, fatture clienti /fornitori, movimenti contabili, corrispettivi etc. Il programma lavora in tempo reale,

Dettagli

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Beni Usati

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Beni Usati Gestione Beni Usati Introduzione e Impostazioni Il regime speciale per i rivenditori di Beni Usati, di oggetti d arte, di antiquariato e da collezione, introdotto dalla legislazione italiana con il D.L.

Dettagli

Mon Ami 3000 Ratei e Risconti Calcolo automatico di ratei e risconti

Mon Ami 3000 Ratei e Risconti Calcolo automatico di ratei e risconti Prerequisiti Mon Ami 3000 Ratei e Risconti Calcolo automatico di ratei e risconti L opzione Ratei e risconti estende le funzioni contabili già presenti nel modulo di base e può essere attivata solo con

Dettagli

Guida rapida all uso del prodotto

Guida rapida all uso del prodotto Filosofia e metodologia di lavoro 17 Guida rapida all uso del prodotto Il capitolo espone in maniera semplice e pratica l uso normale dell applicativo StudioXp, leggendolo vi renderete conto immediatamente

Dettagli

Sistema Ipsoa Professionista

Sistema Ipsoa Professionista Sistema Ipsoa Professionista CONTABILITA RITENUTE CESPITI Competenza e Innovazione al centro del Sistema Un software innovativo Software nativo Windows Interfaccia intuitiva apprendimento immediato Archivi

Dettagli

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale Nota Salvatempo Contabilità 13.03 1 APRILE 2015 Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale *in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 31/03/2014

Dettagli

5.8.2 Novità funzionali

5.8.2 Novità funzionali - 176 - Manuale di Aggiornamento 5.8.2 Novità funzionali Le modifiche al programma contabile sono le seguenti: implementazione nei Parametri della procedura implementazione delle tabelle Intra per gestire

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMC5F89155 Data ultima modifica 16/01/2014 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Comunicazione Annuale

Dettagli

Gestione Cespiti. Revisione 04.04.2011. 11/06/2015 pag. 1

Gestione Cespiti. Revisione 04.04.2011. 11/06/2015 pag. 1 Gestione Cespiti SiCia Revisione 04.04.2011 11/06/2015 pag. 1 Sommario Importazione da precedente procedura... 3 Anagrafica ditta... 8 Menù cespiti... 11 Gestione anagrafica cespite... 12 Storico cespiti...

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

CONTABILITA ANALITICA

CONTABILITA ANALITICA CONTABILITA ANALITICA Operazioni da svolgere per gestire Movimentazioni di Contabilità Analitica. Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per: Predisporre

Dettagli

CESP1 Gestione archivio cespiti Deve essere utilizzato per l inserimento di dati pregressi e/o rettifiche manuali. Annotazioni:

CESP1 Gestione archivio cespiti Deve essere utilizzato per l inserimento di dati pregressi e/o rettifiche manuali. Annotazioni: Corso Cespiti Tabelle e parametri di configurazione Parametrizzazioni di base TABE02A, personalizzazione dati procedura, causali semplificate TABE10, tabella conti cespiti TABE25, tabella 9-percentuali

Dettagli

Mon Ami 3000 Cespiti Gestione cespiti e calcolo degli ammortamenti

Mon Ami 3000 Cespiti Gestione cespiti e calcolo degli ammortamenti Prerequisiti Mon Ami 3000 Cespiti Gestione cespiti e calcolo degli ammortamenti L opzione Cespiti è disponibile per le versioni Contabilità e Azienda Pro. Introduzione Il cespite è un qualsiasi bene materiale

Dettagli

Contabilità: chiusure mensili ed annuali

Contabilità: chiusure mensili ed annuali Contabilità: chiusure mensili ed annuali Indice Report fiscali 2 Registri IVA 2 Liquidazione IVA 2 Riepilogo annuale IVA 3 Elenco clienti e fornitori - SPESOMETRO 3 Giornale Bollato 4 Certificazioni collaboratori

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI

REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI Il regime dei contribuenti minimi (dal 2012 denominato superminimi) è riservato alle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato che svolgono attività di impresa,

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46 AGENZIE DI VIAGGIO Con il presente rilascio è stata completata la gestione dei registri IVA con l implementazione della gestione delle fatture emesse art. 74-ter; sarà possibile utilizzare le nuove causali

Dettagli

AZZERAMENTO PROGRESSIVI (solo per installazioni di oltre 10 anni)

AZZERAMENTO PROGRESSIVI (solo per installazioni di oltre 10 anni) Servizio Supporto Ad Hoc Windows Il presente documento contiene informazioni inerenti le problematiche di inizio anno da affrontare con il gestionale Ad Hoc Windows. Per ulteriori informazioni Vi invitiamo

Dettagli

Mon Ami 3000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività

Mon Ami 3000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività Prerequisiti Mon Ami 000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività L opzione Centri di costo è disponibile per le versioni Contabilità o Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

HARDWARE INTERNET NETWORKING LIQUIDAZIONI IVA

HARDWARE INTERNET NETWORKING LIQUIDAZIONI IVA EASYGEST LIQUIDAZIONE IVA SOFTWARE LIQUIDAZIONI IVA Se il calcolo iva è trimestrale Prima di utilizzare la liquidazione in una data ditta Si imposta una volta soltanto se è trimestrale. Si clicca dal menù

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi.

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi. Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7BHDGU9929 Data ultima modifica 08/09/2009 Prodotto Sistema Professionista - Picomwin Modulo Contabilità Oggetto Nuovo regime Contribuenti Minimi * in giallo

Dettagli

CONTABILITA' Gestione Effetti. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITA' Gestione Effetti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Gestione Effetti La gestione degli effetti permette, attraverso una serie di funzionalità fornite dalla procedura, di tener traccia del percorso di ogni effetto

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

Fatture in Ambito CEE e Modello Intra

Fatture in Ambito CEE e Modello Intra Release 4.90 Manuale Operativo PASSAGGIO DATI INTRA Fatture in Ambito CEE e Modello Intra Il modulo Intra permette il passaggio dei dati di ogni fine periodo delle fatture attive e passive in ambito CEE,

Dettagli

I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi

I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi Il Punto sull Iva I regimi contabili: obblighi, opzioni e revoche a cura di Daniele Fezzardi I regimi Iva previsti dalla normativa Il sistema giuridico italiano ha previsto, per le imprese e professionisti,

Dettagli

Apertura Contabile 2013. Contabilità Libens

Apertura Contabile 2013. Contabilità Libens Apertura Contabile 2013 Contabilità Libens Apertura contabile 17 dicembre 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE... 1 2 AZZERAMENTO NUMERAZIONE AUTOMATICA DEI DOCUMENTI... 2 3 APERTURA NUOVO ESERCIZIO CONTABILE 2013...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

Massima facilità d uso. Autoinstallante

Massima facilità d uso. Autoinstallante Versione mono o multi-utente. Funzioni potenti e complete. In linea con le procedure di certificazione di qualità. Massima facilità d uso Personalizzabile per i tuoi modelli di documenti. Autoinstallante

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 22 APRILE 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H6. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H6. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0.1H6 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Ritenuta 10%

Dettagli

Chiusure CONTABILI. Per generare le Chiusure/Aperture contabili nei diversi moduli

Chiusure CONTABILI. Per generare le Chiusure/Aperture contabili nei diversi moduli HELP DESK Nota Salvatempo 0026 MODULO FISCALE Chiusure CONTABILI Quando serve Per generare le Chiusure/Aperture contabili nei diversi moduli In questo documento: 1. Premessa 2. Operazioni Preliminari 3.

Dettagli

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011 Roma, 19 Settembre 2011 Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI Per i Clienti ed i Fornitori è possibile inserire note per data e settore interessato Con F8 viene data la possibilità

Dettagli

Aziende Editrici BREVE GUIDA

Aziende Editrici BREVE GUIDA Gestione Aziende Editrici BREVE GUIDA ( Logiche di funzionamento e modalità d uso ) 1 sommario Introduzione... 3 Regime IVA Speciale Liquidazione e Registro Editori...3 Valorizzazione e Chiusura Magazzini

Dettagli

il software per la gestione della CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE

il software per la gestione della CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE il software per la gestione della CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE ...il metodo più semplice per far tornare i conti... CONTABILITÀ ECONOMICA, PATRIMONIALE E CONTROLLO DI GESTIONE

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

Schematizzando, le operazioni che permettono di effettuare l apertura dell Iva sono, in sequenza:

Schematizzando, le operazioni che permettono di effettuare l apertura dell Iva sono, in sequenza: Documentazione KING Apertura Iva annuale e riporto del credito Milano, li 03/12/2008 Nel seguito Le indichiamo le operazioni da effettuare per una corretta apertura dell Iva annuale e del riporto del credito

Dettagli

L aggiornamento di valore deve riguardare tutti i beni appartenenti alla stessa categoria omogenea.

L aggiornamento di valore deve riguardare tutti i beni appartenenti alla stessa categoria omogenea. Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7PTCTV28338 Data ultima modifica 06/03/2009 Prodotto Sistema Professionista Modulo Cespiti Oggetto Rivalutazione D.L. 185/2008 Riferimenti normativi - D.L. 185/2008

Dettagli

CONTABILITÀ E CESPITI

CONTABILITÀ E CESPITI Information Technology Solutions Scheda tecnica CONTABILITÀ E CESPITI Rev. 10/11/2014 Sede legale: Via Conciliazione 90 46100 Mantova (Italy) Sede operativa: Cisa 146/B 46034 Borgo Virgilio (MN) P.Iva

Dettagli

HORIZON SQL STAMPE FISCALI

HORIZON SQL STAMPE FISCALI 1-1/16 HORIZON SQL STAMPE FISCALI 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Flusso per la generazione delle stampe fiscali... 1-3 Avvio del mosulo Stampe fiscali... 1-3 2 CONFIGURAZIONE... 2-3

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. ANOMALIE CORRETTE RELEASE Versione 2016.1.0

Dettagli

G E C O M CHIUSURE CONTABILI

G E C O M CHIUSURE CONTABILI CHIUSURE CONTABILI G E C O M CHIUSURE CONTABILI 1. Contabilità Ordinarie 1.1. Introduzione Pag. 2 1.2. Chiusura 31.12.XX apertura 01.01.YY Pag. 3 1.3. Scheda sequenza operativa 31.12/01.01 Pag. 6 1.4.

Dettagli

Apertura Chiusura Archivi Passepartout Nuovo Anno

Apertura Chiusura Archivi Passepartout Nuovo Anno MANUALISTICA PERSONALIZZAZIONI Apertura Chiusura Archivi Passepartout Nuovo Anno 16/12/09 Versione 5.0 17 dicembre 2009 - EBS_MANUALISTICA_20091216_Apertura_Chiusura_Archivi_Passepartout_2009.doc Pagina

Dettagli

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo COLLI Gestione dei Colli di Spedizione La funzione Gestione Colli consente di generare i colli di spedizione in cui imballare gli articoli presenti negli Ordini Clienti;

Dettagli

EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA

EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA In questo documento viene descritta l operatività per l immissione e la modifica di documenti di tipo fattura che si esegue dalla funzione Vendite Acquisti. FATTURA

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

VARIAZIONE NUMERARIA ASSIMILATA NEGATIVA COSTITUITA DALLA DIMINUZIONE DELLE DISPONIBILITA SUL C/C BANCARIO PER 18.000.

VARIAZIONE NUMERARIA ASSIMILATA NEGATIVA COSTITUITA DALLA DIMINUZIONE DELLE DISPONIBILITA SUL C/C BANCARIO PER 18.000. OPERAZIONE 1 Acquisto di attrezzature per 15.000, IVA 20%, regolamento con assegno bancario; ASPETTO ORIGINARIO: VARIAZIONE NUMERARIA ASSIMILATA NEGATIVA COSTITUITA DALLA DIMINUZIONE DELLE DISPONIBILITA

Dettagli

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1 Tibet Manuale Centri di Costo Tibet R 1 Che cosa è la gestione dei Centri di Costo La gestione dei Centri di Costo consente alle aziende di controllare in modo analitico l'aspetto economico della gestione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Definizione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

CHECKLIST ADEMPIMENTI

CHECKLIST ADEMPIMENTI CHECKLIST ADEMPIMENTI CHECK LIST - INTRODUZIONE La CHECKLIST completa la funzione IMMISSIONE REVISIONE ATTIVITÀ UTENTE già presente nel programma fornendo un sistema integrato per il controllo di gestione

Dettagli

La gestione dei cespiti ammortizzabili

La gestione dei cespiti ammortizzabili La gestione dei cespiti ammortizzabili Aggiornato al 10/05/2013 Indice 1 I parametri nella gestione ditta... 3 2 Registrazione di un bene ammortizzabile... 6 3 Calcolo Ammortamento Cespiti... 18 Calcolo

Dettagli

One Click Analysis. Gecom MULTI. One Click Analysis. ( Rif. rilascio MULTI vers. 2012.00.08 )

One Click Analysis. Gecom MULTI. One Click Analysis. ( Rif. rilascio MULTI vers. 2012.00.08 ) Gecom One Click Analysis ( Rif. rilascio vers. 2012.00.08 ) One Click Analysis - Folder Analisi Dati ADVANCED PRINT One Click Analysis - Analisi Dati All interno del programma di richiesta stampe Advanced

Dettagli

LA VENTILAZIONE DEI CORRISPETTIVI

LA VENTILAZIONE DEI CORRISPETTIVI LA VENTILAZIONE DEI CORRISPETTIVI CAPITOLO I LE REGISTRAZIONI CONTABILI DI ESERCIZIO 1) LA REGISTRAZIONE DEI CORRISPETTIVI Come noto, per i corrispettivi soggetti a ventilazione l aliquota IVA non è nota

Dettagli

Cedaf Informa Documentazione per nuovo esercizio contabile e IVA Anno 2015

Cedaf Informa Documentazione per nuovo esercizio contabile e IVA Anno 2015 Cedaf Informa Documentazione per nuovo esercizio contabile e IVA Anno 2015 Alla c.a. del responsabile amministrativo Come ben sapete, i prodotti della famiglia Adhoc si appoggiano ad un codice esercizio

Dettagli

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Modulo Intrastat * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

Area Amministrativa Prima nota IVA e Contabile Bolla Doganale

Area Amministrativa Prima nota IVA e Contabile Bolla Doganale Area Amministrativa Prima nota IVA e Contabile Bolla Doganale Guida utente 1 Il presente documento illustra la modalità di registrazione delle Bolle doganali dall area amministrativa e dall area commerciale.

Dettagli

Gestione Ratei e Risconti

Gestione Ratei e Risconti HELP DESK Nota Salvatempo 0024 MODULO FISCALE Gestione Ratei e Risconti Quando serve Questa procedura, presente nei moduli delle Contabilità Ordinaria e Semplificata, consente la gestione, la stampa ed

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 7 8 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch

Dettagli

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo LOTTI DI MAGAZZINO Gestione dei Lotti di Magazzino In questo manuale sono descritte le procedure per gestire correttamente i lotti di magazzino ed i lotti di trasformazione.

Dettagli

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL Questo documento ha lo scopo di riassumere e di chiarire l uso del software gestionale ARCA2000SQL per la parte che riguarda le Ritenute d acconto. Si tratta di una procedura

Dettagli

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi 2 Manuale Operativo Release 4.60 Manuale Operativo ASSISTENZA Gestione Contratti e Interventi GESTIONE ASSISTENZA è il modulo applicativo pensato e realizzato per soddisfare le esigenze delle diverse tipologie

Dettagli

Questo documento, unitamente ai precedenti, è disponibile per il download all url: http://www.siamelogica.it/winopus.html

Questo documento, unitamente ai precedenti, è disponibile per il download all url: http://www.siamelogica.it/winopus.html Gent.mo Cliente, WinOPUS è in costante evoluzione tecnologica e funzionale ed il presente documento viene proposto per presentare una sintesi delle principali novità. Gli ultimi mesi sono stati ricchi

Dettagli

Menù archivi. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù archivi. Anagrafica intestazione registri. Descrizione campi. Anagrafica intestazione registri

Menù archivi. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù archivi. Anagrafica intestazione registri. Descrizione campi. Anagrafica intestazione registri Anagrafica intestazione registri 84 Menù archivi Anagrafica intestazione registri La scheda serve per l indicazione dei dati stampare in testa ai registri fiscali e nelle stampa dei prospetti, dei mastri

Dettagli

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 138/2011: Aumento aliquota IVA al 21%... 3 1.1 Tabella Codici Iva... 3 1.1.1

Dettagli