Report di Smart Reporting. Esempio Hotel Ottobre 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Report di Smart Reporting. Esempio Hotel Ottobre 2012"

Transcript

1 Report di Smart Reporting Esempio Hotel Ottobre 212

2 Agenda We ReFeel The World Report Introduzione e premesse 3 Metodologia e Note specifiche 4 Smart Metering: meters e utenze monitorate 5 Analisi consumi energia elettrica, focus dettagliato ottobre Andamento consumi energia elettrica periodo Maggio Ottobre Resoconto interventi tecnici 19 Ulteriori proposte 21 2

3 Introduzione e Premesse Introduzione Il presente report si propone di fornire un analisi quantitativa e qualitativa dei consumi energetici della struttura alberghiera affrontando altresì ipotesi di soluzioni tecniche e comportamentali con il fine ultimo di incrementare ulteriormente l efficienza energetica della struttura. Premesse La struttura alberghiera è di recente costruzione (21) ed è stata concepita adottando virtuosi principi di efficienza energetica nella scelta delle sue diverse tecnologie. Esempio ne sono: Gruppi frigo di ultima generazione; Unità di Trattamento Aria (primaria) inverterata; Centrale idrica inverterata; Centrale termica ad alta efficienza; Camere dotate di keycard; Serramenti a doppio vetro; Porte di accesso alla hall automatizzate; Sensoristica di movimento per illuminazione; Building Management System (BMS) per la gestione della struttura 3

4 Metodologia e Note specifiche Metodologia L analisi dei consumi energetici della struttura si basa sui dati storici forniti dal cliente e sui dati prelevati dal sistema di monitoraggio ReFeel Smart Metering appositamente installato nel mese di Maggio 212. Periodo di analisi: Maggio 212 Ottobre 212 Dati analizzati: energia elettrica, temperatura esterna, occupazione della struttura, consumi gas metano Sensibilità analisi: Mensile Maggio-Ottobre; giornaliera e oraria (Ottobre) Note specifiche Il 19 ottobre 212 è stata effettuata l inversione freddo/caldo con spegnimento dei chiller ed accensione della caldaia. Da questo mese viene quindi inserito nel report anche il confronto con il gas naturale consumato per riscaldamento 4

5 Smart Metering: : riepilogo meters e utenze monitorate 1 2 3a 3b 4a 4b 5 6a 6b 7 Utenze monitorate Interruttore generale (quadro arrivo linea) Aspirapolvere + Autoclave Quadro Cucina, 2 celle frigo, apertura porte, luci esterne ristorante, luce insegna Quadro cucina + UTA ristorante Frigo 1 Frigo 2 Ventilatore mandata UTA aria primaria Quadro uffici sotto gruppo elettrogeno Quadro Piano 9 UTA sala colazione e UTA hall Meter Quadro generale Centrale idrica Cucina e gruppo elettrogeno Cucina e ristorante Frigo 1 Frigo 2 UTA aria primaria Uffici UPS Piano 9 UTA hall e Sala colazione 5

6 Smart Metering: : riepilogo meters e utenze monitorate 6

7 Riepilogo consumi energia elettrica, Ottobre MWh Consumo energia elettrica rilevato dal sistema di monitoraggio nel mese di Ottobre 212 Considerando perdite tra il contatore Enel e il misuratore generale del sistema di monitoraggio pari al 2%, si stima una quantità prelevata di energia elettrica pari a 51 MWh La ripartizione dei consumi indica una prevalenza dei consumi derivante dalle utenze non monitorate (circa il 57% che comprende le camere di 7 piani su 8 e l illuminazione comune) e dalla cucina (circa il 16%). Altro; 57% Frigo tot; 11% Cucina tot; 16% UTA tot; 7% Centrale idrica; 3% Rispetto ai mesi precedenti il contributo dei gruppi chiller è diminuito sensibilmente (11%) tenendo conto delle temperature inferiori e dello spegnimento del condizionamento da metà mese Uffici tot; 2% Piano 9, 3% Ripartizione dei consumi generali per il mese di Ottobre 212 7

8 Consumo totale energetico, Ottobre MWh Consumo energetico totale del mese di Ottobre 212 Dal 19 ottobre è stata effettuata l inversione termica in albergo (spegnimento chiller e accensione condizionamento); risulta interessante iniziare quindi a monitorare anche il consumo di gas metano per riscaldamento, per confrontarlo con benchmark di riferimento Gas cucina; 7,8% Energia elettrica; 52,6% L analisi di questo mese indica una percentuale di incidenza molto elevata del gas per la cucina (circa 8%); dobbiamo tuttavia considerare che ottobre non è ancora un mese significativo per fare valutazioni approfondite, che si rimandano ai mesi successivi Gas riscaldamento e acqua calda; 39,6% Ripartizione dei consumi generali per il mese di Ottobre 212 8

9 Andamento consumi da installazione Smart Metering Il trend di risparmio registrato ad agosto con una riduzione dei consumi del 5%* rispetto al dato del 211 viene confermato a settembre con un -1% e ad ottobre con un -24%. 15, 1, 5,, Mag Giu Lug Ago Set Ott -5, -1, -15, -2, -25, -3, Delta consumi elettrici ( ) Delta Camere vendute Delta temperature medie -24%! * Il dato è in linea con i dati di letteratura 8-1% (fonte Hotel Energy Solution 211) 9

10 Confronto consumi normalizzati 212 e 211 kwh Molto interessante è il confronto tra il consumo mensile normalizzato 212 (considerando il consumo per guest 211 Grafico 1) e il consumo mensile reale 212; notiamo che la variazione percentuale, in termini di riduzione del consumo, raggiunge il 19 % nel mese di ottobre % (Consumo mensile 211/guest mensile 211) * guest mensile 212 Consumo 212 Var % -3% +1% -13% -11% Mag Giu Lug Ago Set Ott Grafico 1 : Normalizzato sui consumi per guest %,25,2,15,1,5, -,5 -,1 -,15 kwh (Consumo mensile 211/camere vendute 211)xcamere vendute 212 Cons. '12 Var % -14% -13% Mag Giu Lug Ago Set Ott Grafico 2 : Normalizzato sui consumi per camera 211 Altrettanto significativo è il confronto tra il consumo mensile normalizzato 212 (considerando il consumo per camera 211 Grafico 2) e il consumo mensile reale 212; notiamo che la variazione percentuale, in termini di riduzione del consumo, raggiunge il 24% nel mese di ottobre. *Nel mese di luglio 212 si è registrata una temperatura più alta di due gradi C rispetto alla temperatura registrata nello stesso mese del 211-8% -2% +1% -24%,3,25,2,15,1,5, -,5 1

11 Risparmio economico a seguito di installazione Smart Metering In sei mesi il risparmio di energia ottenuto è di circa 4 MWh corrispondenti a ca 6. *. Il costo per l installazione di Smart Metering è quasi totalmente ripagato Costo norm.'12 Costo '12 - Mag Giu Lug Ago Set Ott * Si è considerato un costo dell energia elettrica di 15 /MWh 11

12 Consumi energia elettrica giornalieri, Ottobre [kwh] [ C] [Giorni] Consumo giornaliero generale (kwh) Temperatura media giornaliera ( C) Dettaglio giornaliero consumi generali in relazione a temperatura esterna, Ottobre 212 Il consumo giornaliero generale della struttura risulta essere ben correlato con l andamento della temperatura esterna sino alla metà del mese: con lo spegnimento dei chiller e l accensione del riscaldamento il consumo elettrico perde correlazione con la temperatura Si nota la diminuzione dei consumi dal 19 ottobre (a causa dello spegnimento dei chiller) Da notare anche il dato anomalo del 1 ottobre (superiore del 2% rispetto al giorno successivo): si rimanda all analisi dei chiller per un approfondimento 5 12

13 Consumi orari di un giorno tipo, Ottobre 212 [kwh] Settembre Ottobre [Ore] Dettaglio consumi generali giorno tipo (calcolato come media), Ottobre 212 Si nota rispetto al mese di settembre (e ancora più ai mesi precedenti) che i picchi delle ore di tarda mattinata e della serata si stanno riducendo rispetto agli altri consumi: è ipotizzabile che tale riduzione sia dovuta al minor contributo del condizionamento nel momento in cui durante le pulizie le finestre vengono lasciate aperte Si consiglia di attuare procedure per limitare l apertura delle finestre o per spegnere il condizionamento durante le pulizie 13

14 Consumi energia elettrica giornalieri gruppi frigo, Ottobre [kwh] [ C] [Giorni] Consumo giornaliero generale (kwh) Temperatura media giornaliera ( C) Dettaglio giornaliero consumi gruppi frigo in relazione a temperatura esterna, Ottobre 212 L andamento dei due gruppi chiller evidenzia un picco al 1 ottobre (superiore del 2% rispetto al giorno successivo a parità di temperatura esterna). Dal 2 ottobre il manutentore ha provveduto a cambiare la priorità dei due chiller (come suggerito anche da ReFeel) e ha aumentato il set point del circuito (da 6,8 a 7,1 C) Alla ripresa del funzionamento del condizionamento, si consiglia di fare delle prove per verificare il funzionamento più efficiente e il set point ottimale del circuito 5 14

15 Consumi energia elettrica giornalieri Piano 9, Ottobre 212 [kwh] Consumo giornaliero generale (kwh) Camere occupate [camere occupate] [Giorni] Dettaglio giornaliero consumi Piano 9 in relazione a camere occupate del piano, Ottobre 212 Il consumo giornaliero del piano 9 risulta scarsamente correlato con le occupazioni delle camere Il consumo specifico medio giornaliero è di 4,6 kwh/camera (contro i 3,9 kwh/camera di settembre); con dei picchi elevati i giorni 14, 26 e 31 ottobre E necessario approfondire quali utenze rimangono in funzione al piano indipendentemente dalle occupazioni (ad esempio luci dei corridoi,) e valutare possibilità di efficientamento (ad esempio apparecchiature di segnalazione della presenza etc.) 15

16 Consumi orari di un giorno tipo del Piano 9, Ottobre ,5 3 2,5 [kwh] 2 1,5 1, [Ore] Dettaglio consumi Piano 9 giorno tipo (calcolato come media), Ottobre 212 Il consumo giornaliero registra sempre due zone di massimo (tra le 8. e le 9. e tra le 2. e le 1.) derivanti dalla presenza degli ospiti e dalle pulizie mattutine Si nota un consumo orario di base non dovuto agli ospiti (intorno alle ) di circa 1,7 kwh. Il consumo medio tra il periodo sino al 19 ottobre (con condizionamento acceso) e dopo il 19 ottobre (senza condizionamento) è diminuito di circa il 16% Si ritiene utile implementare approfondimenti sui consumi di base (dovuti in parte agli stand by degli apparecchi ma anche alle luci fisse dei corridoi) per capire eventuali azioni di miglioramento 16

17 Consumi energia elettrica giornalieri UTA primaria, Ottobre [kwh] [Giorni] Dettaglio giornaliero consumi UTA primaria, Ottobre 212 Il consumo giornaliero generale della UTA primaria risulta essere sostanzialmente costante, tranne un consumo anomalo il 2 ottobre Rispetto al comportamento anomalo del mese di settembre (caratterizzato da diversi picchi giornalieri), il funzionamento della apparecchiatura risulta quindi stabilizzato: si consiglia di approfondire quali attività siano state svolte sull apparecchio tra settembre ed ottobre 17

18 Andamenti dei consumi Maggio Ottobre 212: Cucina [kwh] Consumo Assoluto (kwh) Consumo Specifico (kwh/coperto) Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre [kwh/coperto] Andamento dei consumi generali e confronto consumo specifico Cucina Il consumo specifico (kwh/pasto) del mese di ottobre è notevolmente inferiore rispetto alla media dei mesi precedenti (con esclusione di agosto): a fronte di una media precedente di circa 3,5 kwh/pasto, ad ottobre il consumo è stato di 2,7 kwh/pasto Ai fini di una riduzione costante dei consumi, è opportuno approfondire il funzionamento della cucina nel mese di ottobre (pasti serviti, modalità di funzionamento etc.) tenendo conto che nei mesi invernali la cucina diviene uno dei consumi elettrici principali 18

19 Andamenti dei consumi Maggio Ottobre 212: Frigo 35 3 [kwh] Consumo Assoluto (kwh) Temperatura media mensile ( C) Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Consumo Chiller e Temperature Medie mensili [ C] Il consumo complessivo dei gruppi chiller nel periodo estivo 212 è stato pari a circa 116 MWh, incidendo per circa il 3% del consumo elettrico complessivo Durante questo periodo sono state messe in atto alcune azioni di efficientamento (modifica dei set point della temperatura del circuito di raffreddamento, variazione della temperatura del circuito con curva variabile e non costante, alternanza dei due chiller) che certamente hanno migliorato il consumo delle apparecchiature 19

20 Andamenti dei consumi Maggio Ottobre 212: UTA [kwh] [#] 1 5 Consumo UTA primaria (kwh) Consumo UTA Hall (kwh) Camere vendute (numero) Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Andamento dei consumi UTA e confronto occupazione camere Il consumo della UTA aria primaria è aumentato di circa il 2% rispetto al mese di settembre ed è superiore del 25% rispetto alla media del periodo esaminato E necessario approfondire le motivazioni di tale aumento (ad esempio si deve verificare che sia stata fatta la corretta manutenzione dei filtri di aspirazione della UTA) 2

21 Resoconto Interventi tecnici (1/2) Intervento Tempistica Soggetto Costi Benefici Unita Trattamento Aria (UTA) Installazione inverter su macchine UTA zona hall, con contestuale verifica semestrale dei saving. Start: Nov. Durata: 1 gg ReFeel TBD Risparmio energetico ulteriore; Ridotta usura delle macchine Gruppo Frigo Approfondimento su logica di funzionamento dei gruppi con il fornitore (Cliver) e dotazione delle macchine Start: Nov. Durata: TDB ReFeel TBD Funzionamento ottimale Ridotta usura nel tempo 21

22 Resoconto Interventi tecnici (2/2) Intervento Tempistica Soggetto Costi Benefici Piani camere Verifica delle utenze non correlate alla presenza degli ospiti (illuminazione corridoi, stand bay, etc.) Start: Nov. Durata: 1 gg ReFeel TBD Riduzione dei consumi (ca 5% dei consumi ai piani) Illuminazione Verifica delle lampade installate con potenza e ore di funzionamento; ipotizzabile la sostituzione dei corpi illuminanti al piano 9 per avere un riscontro con i consumi pregressi Start: Nov. Durata: 7 gg ReFeel TBD Riduzione dei consumi (ca 3% dei consumi dell illuminazione) 22

23 Ulteriori proposte (1/2) Intervento Tempistica Soggetto Costi Benefici Sistema di Smart Metering Implementazione di alert sul software di metering Audit di dettaglio della struttura Audit completo analizzando il funzionamento delle apparecchiature, dei sistemi di regolazione della ventilazione e di condizionamento, anche nelle singole camere Staff training Due appuntamenti annuali di formazione del personale nei quali verrà presentato il piano di efficientamento energetico della struttura e il loro grado di coinvolgimento Start: Nov. ReFeel TBD Start: Nov. ReFeel TBD Start: Nov. Hotel / ReFeel TBD Facilità di gestione Minor impegno da parte del personale della struttura Individuazione di aspetti gestionali da ottimizzare Staff sensibilizzato (ca. 4-6 % di saving) 23

24 Ulteriori proposte (2/2) Intervento Tempistica Soggetto Costi Benefici Green Marketing Attività di green marketing informativo sugli interventi e le tecnologie virtuose utilizzate. Comunicazione tramite brochure e direct marketing direttamente tramite la TV nelle singole stanze, suggerendo altresì i migliori comportamenti da tenere per ridurre i consumi. Start: Nov. Hotel / ReFeel Da quotare su richiesta del cliente Green Marketing Sensibilizzazione della clientela Certificazione Energetica Calcolo delle prestazioni energetiche della struttura: Caratteristiche termiche; Imp. di riscaldamento e cdz; Impiego di fonti rinnovabili; Elementi passivi di riscaldamento e rinfrescamento; Sistemi di ombreggiamento; Qualità dell aria interna; Adeguata illuminazione naturale; Caratteristiche architettoniche Start: Nov. Hotel / HNH Da quotare su richiesta del cliente Adeguamento alla Direttiva 21/31/UE Individuazione della classe energetica della struttura Green Marketing 24

25 Copyright ReFeel S.p.A. 213 Tutti i diritti riservati Ogni diritto sui contenuti di questo rapporto è riservato ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il materiale originale contenuto in questo rapporto (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, i grafici, le immagini, le elaborazioni grafiche e le tabelle) sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta. 25

26 Head Office Via E. De Amicis, Milano Telefono: Fax: web:

Rapporto di Pre Audit Energetico. HOTEL Milano Febbraio 2013

Rapporto di Pre Audit Energetico. HOTEL Milano Febbraio 2013 Rapporto di Pre Audit Energetico HOTEL Milano Febbraio 2013 Agenda Main data We ReFeel The World Location 4 Struttura 5 Analisi preliminare 6 Findings & Milestones Analisi del consumo di energia elettrica

Dettagli

We ReFeel The World. Business Case LA.RE.TER SpA Rovigo, Dicembre 2013

We ReFeel The World. Business Case LA.RE.TER SpA Rovigo, Dicembre 2013 We ReFeel The World Business Case LA.RE.TER SpA Rovigo, Dicembre 2013 Casi di successo LA.RE.TER SpA Case History Cliente LA.RE.TER SpA Data Dicembre 2013 on going Prodotto/Servizio Energy Metering, Energy

Dettagli

Report di Pre Audit Energetico e prime indicazioni. Azienda Spa Febbraio 2013

Report di Pre Audit Energetico e prime indicazioni. Azienda Spa Febbraio 2013 Report di Pre Audit Energetico e prime indicazioni Azienda Spa Febbraio 2013 Agenda We ReFeel The World Main data Azienda spa: Location 4 Azienda spa: aree di produzione 5 Findings & Milestones Azienda

Dettagli

AUDIT ENERGETICO L L offerta di offerta di E.ON Energia ON Energia

AUDIT ENERGETICO L L offerta di offerta di E.ON Energia ON Energia AUDIT ENERGETICO L offerta di E.ON Energia L Audit Energetico: CHE COS E L inizio di progetto di GESTIONE EFFICIENTE Un opportunità PER RISPARMIARE Una scelta RESPONSABILE Un team di esperti negli usi

Dettagli

Der Spiegel riconosce in un suo articolo che l industria turistica può diventare una agenzia mondiale di protezione della natura.

Der Spiegel riconosce in un suo articolo che l industria turistica può diventare una agenzia mondiale di protezione della natura. Der Spiegel riconosce in un suo articolo che l industria turistica può diventare una agenzia mondiale di protezione della natura. Non tutti gli operatori sono consapevoli del fatto che per assicurare la

Dettagli

Building Management System (BMS)

Building Management System (BMS) Building Management System (BMS) L importanza dei sistemi di monitoraggio e controllo nel settore della climatizzazione con fonti rinnovabili Alessandro Veronesi Samuele Da Ros Introduzione Non si può

Dettagli

da hotel tradizionale a ClimaHotel

da hotel tradizionale a ClimaHotel da hotel tradizionale a ClimaHotel Concetto energetico Progetto impianti termoidraulici ed elettrici Direzione lavori impianti Consulenza e calcoli CasaClima Energytech INGEGNERI s.r.l. www.energytech.it

Dettagli

Efficienza energetica nel settore produttivo: esperienza Poste Italiane

Efficienza energetica nel settore produttivo: esperienza Poste Italiane Efficienza energetica nel settore produttivo: esperienza Poste Italiane Roma 19 Giugno 2013 8/10/2007 PAG. 1 Portafoglio Immobiliare in uso a Poste Italiane UFFICI POSTALI (UP) UFFICI DIREZIONALI N.ro:

Dettagli

Collabora con partners europei nelle attività di audit e consulenza ai clienti.

Collabora con partners europei nelle attività di audit e consulenza ai clienti. Energy Management Ge.Ser.Ind. possiede una solida competenza nel campo dell energy management, fornendo servizi di assistenza e di controllo dei costi e dei consumi energetici. Collabora con partners europei

Dettagli

La gestione dell energia in fieramilano

La gestione dell energia in fieramilano La gestione dell energia in fieramilano Dall analisi dei consumi agli interventi per un utilizzo responsabile ed efficiente delle risorse energetiche Osservatorio Energy Management 13 giugno Milano Gruppo

Dettagli

Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche. Incontro ISNART Varese Aprile 2010

Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche. Incontro ISNART Varese Aprile 2010 Soluzioni impiantistiche per le strutture ricettive: dall audit energetico alle scelte strategiche Incontro ISNART Varese Aprile 2010 Martedì 27.04.2010 OBIETTIVO della presentazione: Esistenza di un percorso

Dettagli

Protocollo Microkyoto Imprese. Provincia di Bologna. Giovedì17 Settembre2009. Stato attività e primi contenuti tecnici. Stato Attività.

Protocollo Microkyoto Imprese. Provincia di Bologna. Giovedì17 Settembre2009. Stato attività e primi contenuti tecnici. Stato Attività. Giovedì17 Settembre2009 Stato attività e primi contenuti tecnici Protocollo Microkyoto Imprese Provincia di Bologna 1 Introduzione Stato Avanzamento Lavori Documenti inviati Piano L analisi si è svolta

Dettagli

Analisi ed interventi di risparmio L'esperienza dell'area di Ricerca di Firenze del CNR sul monitoraggio e l'ottimizzazione dei consumi energetici

Analisi ed interventi di risparmio L'esperienza dell'area di Ricerca di Firenze del CNR sul monitoraggio e l'ottimizzazione dei consumi energetici Analisi ed interventi di risparmio L'esperienza dell'area di Ricerca di Firenze del CNR sul monitoraggio e l'ottimizzazione dei consumi energetici Francesco Grazzi Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto

Dettagli

l evoluzione della casa

l evoluzione della casa MART Domotica ed Efficienza Energetica: la EN 15232 I consumi Nazionali. I pianti internazionali. La EN 15232. Metodi di calcolo. Risultati Ottenibili con i sistemi HBES 1 I consumi... Energia impiegata

Dettagli

PAES. allegato_ AUDIT ENERGETICI. Piano d Azione per l Energia Sostenibile. comune di TREVIGLIO Provincia di Bergamo.

PAES. allegato_ AUDIT ENERGETICI. Piano d Azione per l Energia Sostenibile. comune di TREVIGLIO Provincia di Bergamo. comune di TREVIGLIO Provincia di Bergamo PROVINCIA DI BERGAMO Settore Ambiente FONDAZIONE CARIPLO promuovere la sostenibilità energetica nei comuni piccoli e medi 200 PAES Piano d Azione per l Energia

Dettagli

In un precedente articolo (pubblicato in Gestione

In un precedente articolo (pubblicato in Gestione Stime e ottimizzazioni energetiche riferite al monitoraggio dei consumi elettrici per parametrizzazioni Roberto Gerbo, Giuseppe elozzi, Paolo Zanon Intesa Sanpaolo Direzione Immobili cquisti In un precedente

Dettagli

CASE HISTORY Diagnosi Energetica per l Industria Alessandro Vitiello, Direttore Tecnico

CASE HISTORY Diagnosi Energetica per l Industria Alessandro Vitiello, Direttore Tecnico CASE HISTORY Diagnosi Energetica per l Industria Alessandro Vitiello, Direttore Tecnico Workshop Siram - Napoli, 31 marzo 2016 Diagnosi ed efficienza energetica obblighi e opportunità Simav Gestione efficiente

Dettagli

Fornitura di energia rinnovabile Certificata

Fornitura di energia rinnovabile Certificata Fornitura di energia rinnovabile Certificata Grazie a 100% energia verde, puoi ottenere una fornitura di energia elettrica proveniete interamente da fonti rinnovabili (certificata G.O. Garanzia d Origine),

Dettagli

STAFF DEL PRESIDENTE ASSESSORATO Ufficio Energia ALLE POLITICHE DELLA SCUOLA. Provincia Regionale di Catania. Il Project Work

STAFF DEL PRESIDENTE ASSESSORATO Ufficio Energia ALLE POLITICHE DELLA SCUOLA. Provincia Regionale di Catania. Il Project Work STAFF DEL PRESIDENTE ASSESSORATO Ufficio Energia ALLE POLITICHE DELLA SCUOLA Provincia Regionale di Catania Il Project Work PROPOSTE PER IL PROJECT WORK N. TITOLO ATTIVITA Gli studenti effettueranno un

Dettagli

ITALTEC. Programma per l ottimizzazione dei consumi energetici. Comune di. Scuola Elementare

ITALTEC. Programma per l ottimizzazione dei consumi energetici. Comune di. Scuola Elementare ITALTEC E N E R G I A S O S T E N I B I L E Programma per l ottimizzazione dei consumi energetici Comune di Scuola Elementare 2 di 13 Indice 1. La domanda 2. Il risparmio in 3 punti 2.1. Il controllo 2.2.

Dettagli

Il Gruppo Carrefour nel mondo

Il Gruppo Carrefour nel mondo Il Gruppo Carrefour nel mondo Oltre il 75% dei prodotti alimentari Carrefour provengono da fornitori locali 350 000 Collaboratori nel mondo N 2 nel mondo N 1 in Europa 10 105 Punti vendita sotto insegna

Dettagli

Una soluzione ad elevata efficienza energetica per il trattamento dell aria primaria

Una soluzione ad elevata efficienza energetica per il trattamento dell aria primaria Una soluzione ad elevata efficienza energetica per il trattamento dell aria primaria RECUPERO ENERGETICO RINNOVABILI RIDUZIONE DIEFFICIENZA NEL PER DEI SETTORE IL FABBISOGNI, RISPARMIO TERZIARIO E FONTI

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA. fonte di risparmio fonte di reddito

EFFICIENZA ENERGETICA. fonte di risparmio fonte di reddito EFFICIENZA ENERGETICA fonte di risparmio fonte di reddito INDICE Quanto costa energeticamente un albergo Suddivisione centri di costo energetici Come approcciare all efficientamento energetico Metodologia

Dettagli

Smart Building: nuovi paradigmi per l efficienza energetica. Ivan Mangialenti - Business Development Manager Milano, 26 Giugno 2014

Smart Building: nuovi paradigmi per l efficienza energetica. Ivan Mangialenti - Business Development Manager Milano, 26 Giugno 2014 Smart Building: nuovi paradigmi per l efficienza energetica Ivan Mangialenti - Business Development Manager Milano, 26 Giugno 2014 Agenda Il contesto energetico Smart Building: Misura Smart Building: Manutenzione

Dettagli

Il progetto Trend: i risultati tecnici e le prime riflessioni sull'efficacia dell'iniziativa

Il progetto Trend: i risultati tecnici e le prime riflessioni sull'efficacia dell'iniziativa Gestire l'energia per creare nuova competitività: i risultati del progetto Trend nel panorama nazionale degli strumenti per l'efficienza energetica Milano 28 ottobre 2014 Il progetto Trend: i risultati

Dettagli

Ufficio Stampa Tel. +39 02 6222.7331 Foro Buonaparte, 31 Fax. +39 02 6222.7379 20121 Milano ufficiostampa@edison.it

Ufficio Stampa Tel. +39 02 6222.7331 Foro Buonaparte, 31 Fax. +39 02 6222.7379 20121 Milano ufficiostampa@edison.it Edison Spa Ufficio Stampa Tel. +39 02 6222.7331 Foro Buonaparte, 31 Fax. +39 02 6222.7379 20121 Milano ufficiostampa@edison.it Comunicato stampa EDISON LANCIA ENERGY CONTROL : IL NUOVO DISPOSITIVO CHE

Dettagli

Hotel: Ristrutturazione

Hotel: Ristrutturazione Hotel: Ristrutturazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI il software Energy Planning Dati edificio Località Comune: Firenze Zona climatica: D Latitudine:

Dettagli

Energy Performance Day 2014

Energy Performance Day 2014 Energy Performance Day 2014 Incrementare l efficienza energetica in un polo fieristico: un percorso di miglioramento continuo Valutazione, risultati attesi e tempi di rientro Milano 27 novembre 2014 Fiera

Dettagli

Matteo Locati 25 novembre 2015 LA NORMA ISO 50001: CONTENUTI E OPPORTUNITA

Matteo Locati 25 novembre 2015 LA NORMA ISO 50001: CONTENUTI E OPPORTUNITA Matteo Locati 25 novembre 2015 LA NORMA ISO 50001: CONTENUTI E OPPORTUNITA TEMATICHE PRESENTATE AGGIORNAMENTI SU DLGS 102/2014 E GLI OBBLIGHI PER LE AZIENDE I CONTENUTI ED I REQUISITI DELLA NORMA ISO 50001:11

Dettagli

Cos è SportE2 4 Moduli per la gestione degli impianti sportivi La sperimentazione Europea Un esempio pratico di configurazione del sistema Conclusioni

Cos è SportE2 4 Moduli per la gestione degli impianti sportivi La sperimentazione Europea Un esempio pratico di configurazione del sistema Conclusioni Energy Efficiency for European Sport Facilities SportE2: Una soluzione innovativa per la gestione ottimale degli impianti sportivi Ottimizzare la gestione energetica degli impianti sportivi, Ancona 18

Dettagli

PERCHE SCEGLIERE IL SOLARE TERMICO PER GLI ALBERGHI

PERCHE SCEGLIERE IL SOLARE TERMICO PER GLI ALBERGHI PERCHE SCEGLIERE IL SOLARE TERMICO PER GLI ALBERGHI Produrre acqua calda sanitaria con il sole EmpowEr your future. Indice degli argomenti I costi energetici Cos è un impianto solare termico Perchè scegliere

Dettagli

Il contributo di AcegasAps alle azioni di piano

Il contributo di AcegasAps alle azioni di piano PAES IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI TRIESTE Il contributo di AcegasAps alle azioni di piano Trieste, 14 aprile 2014 Auditorium Museo Revoltella Pagina 1 Pagina 2 Servizi offerti

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

BOLLETTA ELETTRICA. Progetto energia

BOLLETTA ELETTRICA. Progetto energia BOLLETTA ELETTRICA Progetto energia Milano ottobre 2010 Ing. Matteo Maldarizzi 1 Progetto energia per i Comuni SITUAZIONE ATTUALE Il costo dell energia energia è in continuo aumento I consumi elettrici

Dettagli

L a p i p at a taf a or o ma a p e p r e ga g r a an a t n ire e l ef e fici c en e za za e n e e n r e ge g t e ica Powered By

L a p i p at a taf a or o ma a p e p r e ga g r a an a t n ire e l ef e fici c en e za za e n e e n r e ge g t e ica Powered By La piattaforma per garantire l efficienza energetica Powered By L efficienza energetica come nuovo punto di forza Secondo la norma ISO EN 50001, l efficienza energetica rappresenta il modo per ottimizzare

Dettagli

Secondo workshop BELIEF: L efficienza energetica e le fonti rinnovabili per un turismo sostenibile

Secondo workshop BELIEF: L efficienza energetica e le fonti rinnovabili per un turismo sostenibile Secondo workshop BELIEF: L efficienza energetica e le fonti rinnovabili per un turismo sostenibile Si è tenuto giovedì 5 aprile, il secondo workshop del progetto BELIEF L efficienza energetica e le fonti

Dettagli

INRES. Istituto Nazionale Consulenza, Progettazione, Ingegneria STRATEGIE DI RISPARMIO ENERGETICO ED USO DELLE FONTI RINNOVABILI NEI PUNTI VENDITA

INRES. Istituto Nazionale Consulenza, Progettazione, Ingegneria STRATEGIE DI RISPARMIO ENERGETICO ED USO DELLE FONTI RINNOVABILI NEI PUNTI VENDITA INRES Istituto Nazionale Consulenza, Progettazione, Ingegneria STRATEGIE DI RISPARMIO ENERGETICO ED USO DELLE FONTI RINNOVABILI NEI PUNTI VENDITA COOP INTEL MILANO 20 Maggio 2005 Presentazione di GIANASSI

Dettagli

Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme. Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl

Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme. Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl Direttiva 2012/27/UE Stabilisce un quadro comune di misure per la promozione dell efficienza

Dettagli

L Efficienza Energetica per gli Hotel Investire nel Risparmio. Relatore: Ing. Roberto Canu, A.D. Myenergy S.p.A.

L Efficienza Energetica per gli Hotel Investire nel Risparmio. Relatore: Ing. Roberto Canu, A.D. Myenergy S.p.A. L Efficienza Energetica per gli Hotel Investire nel Risparmio Relatore: Ing. Roberto Canu, A.D. Myenergy S.p.A. INTERNATIONAL TOURFILM FESTIVAL 2012 Convegno Nazionale su ECOTURISMO, IL FUTURO COMPATIBILE

Dettagli

Università di Pavia gruppo di ricerca in Energetica Elettrica

Università di Pavia gruppo di ricerca in Energetica Elettrica Università di Pavia gruppo di ricerca in Energetica Elettrica Pavia, 18 dicembre 2014 Efficienza Energetica e Certificati Bianchi per interventi nell ambito del servizio aria compressa Inquadramento generale

Dettagli

Seminario. A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente. Iseo, 4 marzo 2008

Seminario. A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente. Iseo, 4 marzo 2008 Seminario A scuola di risparmio energetico con 1 Legambiente Iseo, 4 marzo 2008 Dobbiamo modificare i nostri stili di vita! Siamo alla vigilia di una nuova rivoluzione, una rivoluzione 2 per l ambiente,

Dettagli

Bollette del gas metano Analisi e valutazione dei consumi

Bollette del gas metano Analisi e valutazione dei consumi 2014 Bollette del gas metano ABIECO Edilizia Sostenibile ABIECO Edilizia Sostenibile Mauro Alcesi via C. Colombo 5 26900 Lodi (LO) Bollette del gas metano 2 Cliente Cognome *** Nome *** Via *** CAP 26839

Dettagli

L AGENDA 21 LOCALE del Comune di Pianezza: uno strumento per la sostenibilità del territorio comunale Secondo Incontro tematico ENERGIA

L AGENDA 21 LOCALE del Comune di Pianezza: uno strumento per la sostenibilità del territorio comunale Secondo Incontro tematico ENERGIA L AGENDA 21 LOCALE del Comune di Pianezza: uno strumento per la sostenibilità del territorio comunale Secondo Incontro tematico ENERGIA Pianezza, 7 maggio 2009 Andrea Camarlinghi, Corintea soc. coop. Sommario

Dettagli

RIDUZIONE DEI COSTI ENERGETICI PER GLI IMPIANTI SPORTIVI Ancona, 8 Ottobre 2010

RIDUZIONE DEI COSTI ENERGETICI PER GLI IMPIANTI SPORTIVI Ancona, 8 Ottobre 2010 RIDUZIONE DEI COSTI ENERGETICI PER GLI IMPIANTI SPORTIVI Ancona, 8 Ottobre 2010 Procedure di controllo tecnico amministrativo ai fini della verifica della giusta spesa energetica e della corretta conduzione

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA : APPROCCIO METODOLOGICO ED OBIETTIVI

EFFICIENZA ENERGETICA : APPROCCIO METODOLOGICO ED OBIETTIVI EFFICIENZA ENERGETICA : APPROCCIO METODOLOGICO ED OBIETTIVI Bros Consulenza s.r.l.s. P.iva: 08605710964 Sede legale: Galleria Buenos Aires 7, 20124 Milano tel.: 02.394.35.901 fax: 02.871.53.810 Sede operativa:

Dettagli

I nuovi servizi di efficienza energetica di Enel Energia - Il progetto pilota con Etis. Milano, 24 Aprile 2012

I nuovi servizi di efficienza energetica di Enel Energia - Il progetto pilota con Etis. Milano, 24 Aprile 2012 I nuovi servizi di efficienza energetica di Enel Energia - Il progetto pilota con Etis Milano, 24 Aprile 2012 1 I nuovi servizi di efficienza energetica di Enel Energia Forte della leadership tecnologica

Dettagli

Energy management. Il ruolo dell energy manager attraverso lo studio di un caso reale

Energy management. Il ruolo dell energy manager attraverso lo studio di un caso reale Energy management Il ruolo dell energy manager attraverso lo studio di un caso reale Obiettivo dell energy manager Ottimizzare dal punto di vista energetico economico i consumi della propria azienda, sia

Dettagli

Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione

Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione Stefano Cordiner Università di Roma Tor Vergata cordiner@uniroma2.it Sostenibilità ambientale Le strutture sanitarie esplicano

Dettagli

Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo

Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo GREEN ENERGY PLUS S.R.L. Via della Ricerca Scientifica snc c/o Parco Scientifico Romano

Dettagli

Bollette dell energia elettrica Analisi e valutazione dei consumi

Bollette dell energia elettrica Analisi e valutazione dei consumi 2014 Bollette dell energia elettrica ABIECO Edilizia Sostenibile Mauro Alcesi via C. Colombo 5 26900 Lodi (LO) Bollette dell energia elettrica 2 Cliente Cognome *** Nome *** Via *** CAP 26839 Città Provincia

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO E GLI AZIONAMENTI A VELOCITA VARIABILE L utilizzo dell inverter negli impianti frigoriferi.

IL RISPARMIO ENERGETICO E GLI AZIONAMENTI A VELOCITA VARIABILE L utilizzo dell inverter negli impianti frigoriferi. IL RISPARMIO ENERGETICO E GLI AZIONAMENTI A VELOCITA VARIABILE L utilizzo dell inverter negli impianti frigoriferi. Negli ultimi anni, il concetto di risparmio energetico sta diventando di fondamentale

Dettagli

Il modo migliore per guadagnare parte dall energia.

Il modo migliore per guadagnare parte dall energia. Per saperne di più su tutte le offerte impresa visita il sito www.innovatec.it sezione impresa Innovatec IMPRESA meno spese in bolletta più risorse per la tua azienda Il modo migliore per guadagnare parte

Dettagli

ISO 50001 come strumento per l efficienza energetica

ISO 50001 come strumento per l efficienza energetica Per una migliore qualità della vita ISO 50001 come strumento per l efficienza energetica Alessandro Ficarazzo Certiquality QUALITY ENVIRONMENT SAFETY ENERGY PRODUCT INSPECTION TRAINING 27 maggio 2015 Assolombarda

Dettagli

18 settembre, Latina. Alessandro Ficarazzo Settore Sostenibilità Area QHSE Certiquality srl. a.ficarazzo@certiquality.

18 settembre, Latina. Alessandro Ficarazzo Settore Sostenibilità Area QHSE Certiquality srl. a.ficarazzo@certiquality. I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11 18 settembre, Latina Alessandro Ficarazzo Settore Sostenibilità Area QHSE Certiquality srl a.ficarazzo@certiquality.it 02 80 69 17 91 QUALITY ENVIRONMENT

Dettagli

Audit energetico e disaggregazione dei consumi delle stazioni di rifornimento. Obiettivi generali e scelta degli interventi

Audit energetico e disaggregazione dei consumi delle stazioni di rifornimento. Obiettivi generali e scelta degli interventi RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELLE STAZIONI DI RIFORNIMENTO CARBURANTE Prof. Giovanni Vincenzo Fracastoro giovanni.fracastoro@polito.it Dipartimento Energia Ing. Laura Rietto laura.rietto@polito.it Sommario

Dettagli

Bozza di preventivo. Valore solo indicativo

Bozza di preventivo. Valore solo indicativo ! "! " " #$% &#&% '(()( * +#,))(" pag. 1 di 20 Indice Indice...2 Descrizione tecnica dell impianto Fotovoltaico...3 Descrizione tecnica della proposta per l impianto di illuminazione...10 Relazione economica

Dettagli

AUDIT ENERGETICO EDIFICIO SCOLASTICO

AUDIT ENERGETICO EDIFICIO SCOLASTICO FASE 1a bollette e planimetrie AUDIT ENERGETICO EDIFICIO SCOLASTICO Scheda raccolta dati bollette del gas Inserire nelle caselle della tabella i dati di consumo di m 3 di gas metano per ciascuno dei mesi

Dettagli

Wazee. il sistema che mette a dieta gli eccessivi consumi della tua azienda.

Wazee. il sistema che mette a dieta gli eccessivi consumi della tua azienda. Wazee il sistema che mette a dieta gli eccessivi consumi della tua azienda. Produrre meglio consumando meno. WAZEE CREA UNA DIETA PERSONALIZZATA PER OGNI AZIENDA E AIUTA A METTERE IN FORMA I CONSUMI. L

Dettagli

Efficienza Energetica strutture Alberghiere. Ing. Giorgio Scoccini A.D. Ing. Luca Turis Terziario 20/04/2015

Efficienza Energetica strutture Alberghiere. Ing. Giorgio Scoccini A.D. Ing. Luca Turis Terziario 20/04/2015 Efficienza Energetica strutture Alberghiere Ing. Giorgio Scoccini A.D. Ing. Luca Turis Terziario 20/04/2015 1 Struttura Societaria Salva Energia è una Energy Service Company (E. S. Co Società di Servizi

Dettagli

L audit energetico: uno strumento importante per l individuazione di potenziali risparmi

L audit energetico: uno strumento importante per l individuazione di potenziali risparmi ing. Matteo Manica Polo Tecnologico per l Energia l srl (Trento) L audit energetico: uno strumento importante per l individuazione di potenziali risparmi INTRODUZIONE Andamento storico delle emissioni

Dettagli

PROGETTO EPI. Giancarlo Cavazzoni ECOMONDO 09 NOVEMBRE 2012

PROGETTO EPI. Giancarlo Cavazzoni ECOMONDO 09 NOVEMBRE 2012 PROGETTO EPI Giancarlo Cavazzoni ECOMONDO 09 NOVEMBRE 2012 Lo staff il gruppo è formato da circa 200 addetti di cui 40 tecnici e 160 operai Il fatturato Il fatturato di Riese Energy Group è stato nel 2011

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA NEL. Ing. Davide Vitali

EFFICIENZA ENERGETICA NEL. Ing. Davide Vitali Introduzione EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE TERZIARIO 1 Definizioni DIRETTIVA 2012/27/UE: Efficienza energetica - Rapporto tra risultato in termini di rendimento, energia, servizi o merci e l immissione

Dettagli

Manuale per un corretto uso dell energia negli ambienti di lavoro

Manuale per un corretto uso dell energia negli ambienti di lavoro Manuale per un corretto uso dell energia negli ambienti di lavoro Il costo annuale dell energia per il Comune di Genova rappresenta oggi una delle voci più rilevanti del bilancio di parte corrente. La

Dettagli

Formazione tecnica 2012 Corsi KNX

Formazione tecnica 2012 Corsi KNX Formazione tecnica 2012 Corsi KNX Corso KNX Entry level Introduzione ai sistemi di building automation ABB i-bus KNX Obiettivi Fornire le conoscenze di base della tecnologia bus ABB i-bus KNX per realizzare

Dettagli

Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini

Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini Strumenti per ridurre consumi e costi: dall audit energetico fino ai meccanismi di finanziamento Andrea Zanfini Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting I settori più energivori:

Dettagli

Confindustria Mantova

Confindustria Mantova Confindustria Mantova Enel Energia: i servizi di efficienza energetica dedicati ai clienti business Massimiliano Francone Enel Energia Energy Service Corporate Mantova, 29 ottobre 2014 Agenda B.U. Profile

Dettagli

L efficienza energetica nella sanità in Italia. Un caso di eccellenza: l Azienda Ospedaliera di Perugia.

L efficienza energetica nella sanità in Italia. Un caso di eccellenza: l Azienda Ospedaliera di Perugia. L efficienza energetica nella sanità in Italia. Un caso di eccellenza: l Azienda Ospedaliera di Perugia. Il nostro mondo sta cambiando 2 2N. 2 Nel 2050, la popolazione mondiale sarà di 9.1 miliardi di

Dettagli

Sanità sostenibile: il caso dell AUSL Rimini. Una sanità sostenibile sotto il profilo delle risorse energetiche: l esperienza dell AUSL Rimini

Sanità sostenibile: il caso dell AUSL Rimini. Una sanità sostenibile sotto il profilo delle risorse energetiche: l esperienza dell AUSL Rimini Una sanità sostenibile sotto il profilo delle risorse energetiche: l esperienza dell AUSL Rimini Coordinatore per lo sviluppo del PMS Ing. Paolo Bianco 2011 Ing. Paolo Bianco 1/25 Approccio globale e scelta

Dettagli

Studio di fattibilità per la climatizzazione di una struttura alberghiera mediante sistema di trigenerazione

Studio di fattibilità per la climatizzazione di una struttura alberghiera mediante sistema di trigenerazione Studio di fattibilità per la climatizzazione di una struttura alberghiera mediante sistema di trigenerazione Il presente studio si propone di analizzare i vantaggi derivanti dall'utilizzo di un sistema

Dettagli

Gestione energetica: Monitoraggio, visualizzazione, valutazione e ottimizzazione del consumo energetico 2012-2. Michael Rader

Gestione energetica: Monitoraggio, visualizzazione, valutazione e ottimizzazione del consumo energetico 2012-2. Michael Rader 2012-2 Michael Rader Marketing Manager CentraLine c/o Honeywell GmbH Gestione energetica: e ottimizzazione del Parte 2: visualizzazione e dei dati di consumo Il primo articolo di questa serie in due parti

Dettagli

Soluzioni integrate per una città intelligente e sostenibile

Soluzioni integrate per una città intelligente e sostenibile Paolo Scalera, ABB PS Division, Arezzo, 20 Novembre 2012 Forum Internazionale Sviluppo Ambiente Salute Soluzioni integrate per una città intelligente e sostenibile Soluzioni integrate per città intelligente

Dettagli

Ottimizzazione di un portfolio di impianti di cogenerazione in service per conto di utenze industriali

Ottimizzazione di un portfolio di impianti di cogenerazione in service per conto di utenze industriali HeraComm Case: Ottimizzazione di un portfolio di impianti di cogenerazione in service per conto di utenze industriali Relatore: Andrea Papageorgiou, HeraComm Milano, 15 maggio 2012 1 INDICE 1. Energy Service

Dettagli

La politica regionale a sostegno dei processi di riqualificazione degli edifici pubblici

La politica regionale a sostegno dei processi di riqualificazione degli edifici pubblici La politica regionale a sostegno dei processi di riqualificazione degli edifici pubblici giuliano vendrame sezione energia regione del veneto Venezia, 10 dicembre 2014 Piano Energetico Regionale Fonti

Dettagli

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Sett Ott Nov Dic Tot. Tabella 1. Andamento richiesta energia elettrica negli anni 2013, 2014 e 2015

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Sett Ott Nov Dic Tot. Tabella 1. Andamento richiesta energia elettrica negli anni 2013, 2014 e 2015 Marzo, 2016 Quadro energetico 1 La situazione dell energia elettrica in Italia nel 2015 in rapporto al 2014 presenta alcuni elementi caratteristici opposti rispetto al confronto tra 2014 e 2013: il timido

Dettagli

La gestione dell energia energia nei Consorzi e l esperienza di rete nel sistema alberghiero

La gestione dell energia energia nei Consorzi e l esperienza di rete nel sistema alberghiero La gestione dell energia energia nei Consorzi e l esperienza di rete nel sistema alberghiero Alessandro Cammelli Presidente Consorzio Energie Firenze Firenze, 14 aprile 2010 Confindustria Firenze 1 C.E.F.

Dettagli

Sistemi di ottimizzazione dei consumi

Sistemi di ottimizzazione dei consumi Sistemi di ottimizzazione dei consumi MISSION La nostra società ha consolidato una pluriennale esperienza nell ambito di fornitura e manutenzione dei sistemi di lavaggio professionali e delle attrezzature

Dettagli

Impianti Geotermici con pompe di calore:

Impianti Geotermici con pompe di calore: Impianti Geotermici con pompe di calore: le energie rinnovabili nelle riqualificazioni Direttore R-S & Innovazione Ferrara 22 Settembre 2010 Chi siamo Siram: una solida realtà italiana parte di un grande

Dettagli

Consumo troppo? Cosa fare? L approccio del FM al tema dell energia negli immobili esistenti

Consumo troppo? Cosa fare? L approccio del FM al tema dell energia negli immobili esistenti Consumo troppo? Cosa fare? L approccio del FM al tema dell energia negli immobili esistenti Relatori: Emilio Giacomini Responsabile Area Operativa Ceg Facility Raffaele Tardi Energy Manager Ceg Facility

Dettagli

Diagnosi Energetica La gestione della misura

Diagnosi Energetica La gestione della misura Diagnosi Energetica La gestione della misura SOLAREXPO 9 aprile 2015 - Milano Convegno ASSOEGE Perché parliamo di misura e di diagnosi energetica? I nostri esperti sono certificati EGE secondo UNI 11339

Dettagli

PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE E CIVILE

PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE E CIVILE PROGETTO STEEEP WORKSHOP: COME GESTIRE I CONSUMI ENERGETICI IN MODO EFFICIENTE: LO STRUMENTO DELLA CONTABILITA ENERGETICA PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE

Dettagli

PROBIS SUPPORTARE GLI APPALTI PUBBLICI DI SOLUZIONI EDILIZIE INNOVATIVE

PROBIS SUPPORTARE GLI APPALTI PUBBLICI DI SOLUZIONI EDILIZIE INNOVATIVE Il presente documento non è un documento ufficiale ma una traduzione non certificata messa a disposizione per facilitare la comprensione degli scopi del progetto. Per i dettagli ufficiali si prega di consultare

Dettagli

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Comunicato stampa COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Servono tra i 110 e i 120 milioni di euro per ridurre gli sprechi in campo energetico dei Comuni con meno

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE Strategie e interventi di successo. Ing. Marco Oliva Per. Ind. Colombo Lorenzo

EFFICIENZA ENERGETICA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE Strategie e interventi di successo. Ing. Marco Oliva Per. Ind. Colombo Lorenzo EFFICIENZA ENERGETICA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE Strategie e interventi di successo Ing. Marco Oliva Per. Ind. Colombo Lorenzo Il contenimento dei costi aziendali è una necessità!! Le strutture commerciali

Dettagli

EKE S.R.L. Energy Service Company VIA Massarenti 478-40138 (BO) Sede OP. Via Garibaldi 74, 43041 Bedonia (Parma ) TEL +39 0525.

EKE S.R.L. Energy Service Company VIA Massarenti 478-40138 (BO) Sede OP. Via Garibaldi 74, 43041 Bedonia (Parma ) TEL +39 0525. EKE S.R.L. Energy Service Company VIA Massarenti 478-40138 (BO) Sede OP. Via Garibaldi 74, 43041 Bedonia (Parma ) TEL +39 0525.820133 FAX +39 0525.306162 www.eke-esco.com MILESTONES EKE SRL ENERGY SERVICES

Dettagli

Diagnosi energetica - case history: stabilimento di macellazione di carni bovine

Diagnosi energetica - case history: stabilimento di macellazione di carni bovine Diagnosi energetica - case history: stabilimento di macellazione di carni bovine Ing. Davide Rizzinelli e 3 studio associato di consulenza davide.rizzinelli@ecubo.it Rho (MI) 09/05/14 Tecniche di diagnosi

Dettagli

GLT Telecomunicazioni e Sistemi Elettronici S.r.l. Via Bologna 152-10154 Torino (Italy) Tel. +39 11 2339111 - Fax +39 11 2339112 INTERNET:

GLT Telecomunicazioni e Sistemi Elettronici S.r.l. Via Bologna 152-10154 Torino (Italy) Tel. +39 11 2339111 - Fax +39 11 2339112 INTERNET: Sistema di automazione e gestione alberghiera GLT Telecomunicazioni e Sistemi Elettronici S.r.l. Via Bologna 152-10154 Torino (Italy) Tel. +39 11 2339111 - Fax +39 11 2339112 INTERNET: http://www.glt.it

Dettagli

Condominio: Riqualificazione

Condominio: Riqualificazione Condominio: Riqualificazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI il software Energy Planning Dati edificio Località Comune: Torino Zona climatica: E Latitudine:

Dettagli

PAES piano d'azione per l'energia sostenibile

PAES piano d'azione per l'energia sostenibile EFFICIENZA ENERGETICA PER LE AZIENDE comune di GALLARATE 29 Maggio 2013 PAES piano d'azione per l'energia sostenibile Giuseppe Maffeis, Giorgio Fedeli TerrAria srl, Via Gioia 132, 20125 Milano, Tel. 02

Dettagli

L.E.D. s.r.l. Audit Energe1co

L.E.D. s.r.l. Audit Energe1co L.E.D. s.r.l. Audit Energe1co 1 L AUDIT ENERGETICO 2 L AUTID ENERGETICO L audit energetico è una procedura sistematica per ottenere: 1) una adeguata conoscenza del profilo energetico in termini di consumi

Dettagli

Un modello per la riqualificazione energetica dell edilizia pubblica: opportunità, applicazioni e risultati attesi

Un modello per la riqualificazione energetica dell edilizia pubblica: opportunità, applicazioni e risultati attesi Un modello per la riqualificazione energetica dell edilizia pubblica: opportunità, applicazioni e risultati attesi Luigi Guerra, Ufficio Energia di Acer Reggio Emilia Alcuni numeri Il settore civile è

Dettagli

L'idea. Negli edifici del terziario oltre il 30% dell intero costo di costruzione è rappresentato dal costo degli impianti tecnologici.

L'idea. Negli edifici del terziario oltre il 30% dell intero costo di costruzione è rappresentato dal costo degli impianti tecnologici. L'idea Negli edifici del terziario oltre il 30% dell intero costo di costruzione è rappresentato dal costo degli impianti tecnologici. Gli impianti tecnologici contribuiscono in modo molto rilevante ai

Dettagli

Cos è l efficienza energetica?

Cos è l efficienza energetica? Perugia 10 maggio 2013 Sostenibilità delle strutture ricettive: «dall auditing energetico alla produzione di energia da fonte rinnovabile» Ing. Cristiano Brugnoni - Socio Amministratore - Criadon S.r.l

Dettagli

UNA STORIA DI EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE INDUSTRIALE. Lavazza S.p.A. Atlas Copco S.p.A. Solgen S.r.l.

UNA STORIA DI EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE INDUSTRIALE. Lavazza S.p.A. Atlas Copco S.p.A. Solgen S.r.l. UNA STORIA DI EFFICIENZA ENERGETICA NEL SETTORE INDUSTRIALE Lavazza S.p.A. Atlas Copco S.p.A. Solgen S.r.l. L IDEA La società Atlas Copco Italia S.p.A. CT Division, ha fornito con i suoi strumenti di analisi

Dettagli

Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore

Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore Martedi, 9 Giugno - 2015 Emanuele Cosenza SOGESCA Srl e.cosenza@sogesca.it ARGOMENTI Progetto 50000and1SEAPs

Dettagli

EN15232 con la domotica e l automazione dell edificio. Ing. Michele Pandolfi Resp. Marketing KNX-Italia Padova 22 aprile 2010

EN15232 con la domotica e l automazione dell edificio. Ing. Michele Pandolfi Resp. Marketing KNX-Italia Padova 22 aprile 2010 con la domotica e l automazione dell edificio Ing. Michele Pandolfi Resp. Marketing KNX-Italia Argomenti I consumi nazionali La norma europea Il futuro Page No. 2 I consumi nazionali Energia impiegata

Dettagli

Il panorama energetico nelle imprese manifatturiere in Italia

Il panorama energetico nelle imprese manifatturiere in Italia Como - 19 marzo 2008 RISPARMIO ENERGETICO: UNA PRIORITÀ ASSOLUTA Facoltà di Ingegneria - Università di Trento Il panorama energetico nelle imprese manifatturiere in Italia Obiettivi vincolanti fissati

Dettagli

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES Risparmio Energetico Manuale per il cittadino Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES RISPARMIO ENERGETICO L Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo persegue ormai da molti anni politiche di

Dettagli

Anno 2014. Rapporto ambientale

Anno 2014. Rapporto ambientale Anno 2014 Rapporto ambientale 1 ANNO 2014 Nell anno 2005 la SITI TARGHE S.r.l. ha ottenuto la certificazione ambientale secondo la norma internazionale ISO 14001:2004, rinnovata nel 2008, nel 2011 e nel

Dettagli

Contesto di riferimento. Descrizione

Contesto di riferimento. Descrizione EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI CONTENUTI: Contesto di riferimento. Descrizione delle tecnologie. Interventi sull involucro. Interventi sui dispositivi di illuminazione.

Dettagli

Trend di tecnologie e servizi per lo Smart Building del futuro. Ivan Mangialenti - Business Development Manager EcoBuilding Modena, 24 Marzo 2015

Trend di tecnologie e servizi per lo Smart Building del futuro. Ivan Mangialenti - Business Development Manager EcoBuilding Modena, 24 Marzo 2015 Trend di tecnologie e servizi per lo Smart Building del futuro Ivan Mangialenti - Business Development Manager EcoBuilding Modena, 24 Marzo 2015 Agenda Il contesto energetico Smart Building: Misura Smart

Dettagli