Il bonus elettrico è una riduzione applicata alle bollette dell energia elettrica.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il bonus elettrico è una riduzione applicata alle bollette dell energia elettrica."

Transcript

1 settore Socioculturale BONUS ENERGIA Che cos è il bonus elettrico? Il cosiddetto bonus elettrico (ovvero il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica ) è uno strumento introdotto dal Governo con l obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per energia elettrica. Il bonus è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi di grave malattia che imponga l uso di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita. In che cosa consiste il bonus? Il bonus elettrico è una riduzione applicata alle bollette dell energia elettrica. Per quanto tempo viene riconosciuto il bonus? Per il disagio economico è riconosciuto per 12 mesi; al termine di tale periodo, per ottenere un nuovo bonus, il cittadino dovrà rinnovare la richiesta di ammissione, ciò al fine di tener conto delle eventuali variazioni intervenute con riferimento al nucleo familiare, al suo reddito e alle caratteristiche della fornitura. Per i casi di grave malattia che imponga l uso di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita, la riduzione sarà applicata senza interruzioni fino a quando sussiste la necessità di utilizzare tali apparecchiature. Da quando è operativo? Il sistema è pienamente operativo dal gennaio Il godimento del bonus può essere retroattivo anche per tutto il In questo caso le richieste dovranno essere presentate al Comune di residenza entro il 30 aprile Le richieste pervenute dopo tale data non consentiranno di beneficiare del bonus retroattivamente per il 2008, ma avranno diritto al bonus per i successivi 12 mesi. Chi ne ha diritto? Potranno accedere al bonus elettrico per disagio economico tutti i clienti domestici, intestatari di una fornitura elettrica nell abitazione di residenza, con potenza impegnata: fino a 3 kw, per un numero di persone residenti fino a 4, Via Grandi, 15 / CAP / tel / fax / / P.IVA / CF Servizi Sociali / Tel / Fax /

2 Città di Paderno Dugnano Pag. 2 di 7 fino a 4,5 kw per un numero di persone residenti superiori a 4, e che presentino una certificazione ISEE: con valore dell indicatore fino a per la generalità degli aventi diritto, con valore fino a per i nuclei familiari con quattro e più figli a carico. L ISEE (Indicatore di situazione economica equivalente) è uno strumento largamente utilizzato in Italia per l accesso a prestazioni assistenziali o a servizi di pubblica utilità e permette di misurare la condizione economica delle famiglie, tenendo conto del reddito, del patrimonio immobiliare, dei titoli posseduti (conti correnti, azioni, BOT e simili) e del numero di componenti della famiglia. Hanno inoltre diritto al bonus elettrico per disagio fisico tutti i clienti elettrici presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita. In questi casi, per avere accesso al bonus elettrico, il cliente finale deve essere in possesso di un certificato ASL che attesti: 1. la necessità di utilizzare tali apparecchiature, 2. il tipo di apparecchiatura utilizzata; 3. l indirizzo presso il quale l apparecchiatura è installata 4. la data a partire dalla quale il cittadino utilizza l apparecchiatura. I due bonus sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità. Quanti bonus si possono richiedere per ogni nucleo familiare? Ogni nucleo familiare può richiedere il bonus per un solo contratto di fornitura di energia elettrica. A quanto ammonta il bonus elettrico? Descrizione Anno 2008 Anno 2009 Numerosità familiare 1-2 componenti Numerosità familiare 3-4 componenti Numerosità familiare oltre 4 componenti Disagio fisico Il valore del bonus è aggiornato annualmente dall Autorità entro il 31 dicembre dell anno precedente. Esiste un bonus analogo anche per le forniture di gas naturale? Con il decreto legge 184/08, convertito con la Legge 2/09 è stato istituito il bonus anche per le forniture di gas. L Autorità ha avviato le procedure per la sua applicazione. Tali procedure comprendono anche una opportuna e necessaria fase di consultazione per tutti i soggetti interessati, le associazioni dei consumatori e gli operatori del settore. Ferma restando la sua decorrenza dal 1 gennaio 2009, la definizione delle regole per il riconoscimento del bonus gas è prevista entro il primo semestre Armanini Stefano / Servizi Sociali / Bonus energetico

3 Città di Paderno Dugnano Pag. 3 di 7 Dove si presenta la domanda per il riconoscimento del bonus sociale? Secondo quanto disposto dalla legge, per accedere al bonus elettrico il titolare della fornitura elettrica deve recarsi presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto designato dallo stesso Comune, compilando l apposita modulistica. Nel caso di abitazioni presso i quali viva un soggetto utilizzatore di apparecchiature elettromedicali salva vita, la richiesta del bonus elettrico va presentata al Comune di residenza del titolare della fornitura elettrica, anche se diverso dal Comune in cui è localizzata l abitazione nella quale è collocata l apparecchiatura salva vita. Dove sono reperibili i moduli? I moduli sono reperibili sul sito dell Autorità e presso i Comuni. E sconsigliato fare richiesta di ammissione senza utilizzare l apposita modulistica, per evitare l eventualità che non siano fornite informazioni essenziali con conseguente rifiuto della domanda. Se non si riescono ad individuare in bolletta i dati necessari alla compilazione del modulo, a chi ci si rivolge per richiederli? I moduli sono reperibili sul sito dell Autorità e presso i Comuni. E sconsigliato fare richiesta di ammissione senza utilizzare l apposita modulistica, per evitare l eventualità che non siano fornite informazioni essenziali con conseguente rifiuto della domanda. Che cos è il codice POD? Il codice POD, è l identificativo univoco della utenza, inizia con le lettere IT e viene riportato in ogni bolletta e nel contratto di fornitura. E possibile presentare la domanda delegando ad una terza persona questa incombenza? Sì, compilando l apposita sezione prevista nei moduli predisposti per la presentazione dell istanza. Quali documenti servono? Nuova istanza per disagio economico Nuova istanza per famiglie con 4 o più figli a carico Nuova istanza per disagio fisico Modulo richiesta Copia documento di riconoscimento Copia attestazione ISEE Certificazione ASL Dichiarazione sostitutiva di Nuova istanza per disagio fisico con punto di fornitura già compreso tra le forniture non disalimentabili ai fini del PESSE Armanini Stefano / Servizi Sociali / Bonus energetico

4 Città di Paderno Dugnano Pag. 4 di 7 certificazione ASL Copia attesatante l'inclusione negli elenchi PESSE (*) Dichiarazione sostitutiva di certificazione dei figli a carico Delega a presentare la dichiarazione (**) Copia documento di riconoscimento del delegato (**) (*) Comunicazione ricevuta dal distributore di riferimento (**) Solo per le istanze presentate delegata persona delegata dal richiedente Che cos è il PESSE? IL PESSE (Piano di Emergenza per la Sicurezza del Sistema Elettrico) è stato predisposto per ridurre, in caso di necessità, i prelievi di energia elettrica in maniera selettiva e programmata evitando così black out incontrollati. In alcune circostanze, se l assetto della rete lo consente, è possibile escludere dal distacco alcune utenze per le quali la mancanza di energia elettrica potrebbe risultare critica. Queste utenze sono incluse in un elenco, redatto dai distributori di energia elettrica che gestiscono le reti a cui queste utenze sono allacciate. A chi possono essere richieste informazioni riguardo al PESSE? Ulteriori informazioni relative al PESSE possono essere richieste all impresa di distribuzione dell energia elettrica della propria zona. Cosa accade se cambiano le condizioni grazie alle quali è stato riconosciuto il bonus? Variazione del numero di componenti: Nel caso in cui, durante il periodo di godimento del bonus, intervengano variazioni nella numerosità del nucleo familiare anagrafico, il cittadino potrà chiedere l adeguamento del bonus al nuovo numero di componenti. La variazione della compensazione decorre dal primo giorno del mese successivo all avvenuta notifica della variazione all impresa di distribuzione da parte del Comune, fermo restando il termine di scadenza originaria della compensazione. Variazione del reddito: Le variazioni della situazione reddituale e patrimoniale del cittadino verranno recepite solo al momento del rinnovo della domanda di ammissione al bonus. Armanini Stefano / Servizi Sociali / Bonus energetico

5 Città di Paderno Dugnano Pag. 5 di 7 Variazione del numero dei figli a carico: Le variazioni del numero dei figli a carico verranno recepite solo al momento del rinnovo della domanda di ammissione al bonus. Cessato uso dei macchinari elettromedicali salvavita: Il cessato uso delle apparecchiature elettromedicali salvavita deve essere tempestivamente comunicato al Comune di riferimento. L agevolazione è interrotta a decorrere dal primo giorno del secondo mese successivo alla notifica del cessato uso all impresa di distribuzione, da parte del Comune.li> Cambio di residenza: Se il cittadino cambia residenza durante il periodo di godimento del bonus elettrico, dovrà recarsi presso il nuovo Comune di residenza per effettuare nuovamente la domanda. In questo caso il bonus sarà trasferito sulla nuova abitazione e sarà applicato fino alla scadenza originaria del diritto. Se si posseggono i requisiti per accedere al bonus elettrico per disagio economico, tranne la titolarità del contratto di fornitura, intestato ad una persona non appartenente, o non più appartenente, al nucleo familiare, è possibile richiedere ugualmente il bonus? Se si è residenti in un abitazione in cui il contratto di fornitura elettrica è intestato ad una persona non appartenente, o non più appartenente al nucleo familiare, al fine di ottenere il bonus, è necessario richiedere la voltura del contratto al venditore di energia elettrica. E necessario essere un cliente del servizio di "maggior tutela" per la fornitura di energia elettrica, per avere diritto al bonus? Il diritto all agevolazione non dipende dal servizio (maggior tutela o mercato libero) o dal venditore prescelto ma spetta a tutti i clienti domestici che ne abbiano i requisiti. Se si cambia il contratto di fornitura accettando una nuova offerta, cosa accade? In caso di cambio delle condizioni economiche del contratto o del fornitore il bonus continuerà ad essere erogato senza interruzioni fino al termine della validità del diritto (per il disagio economico) ovvero fino a quando è necessario l utilizzo dell apparecchiatura elettromedicale (per il disagio fisico), indipendentemente dal venditore scelto. Il bonus gode di totale e gratuita portabilità! Il bonus sociale è per sempre o andrà rinnovato? Nel caso di disagio economico, la richiesta di rinnovo dovrà essere presentata ogni 12 mesi, entro due mesi dalla scadenza; nel caso di grave malattia che imponga l uso di apparecchiature elettromedicali essenziali per il mantenimento in vita, il bonus verrà erogato senza interruzione fino a quando sarà necessario l uso di tali apparecchiature. Il cessato uso di tali apparecchiature deve essere tempestivamente segnalato al Comune di residenza. Armanini Stefano / Servizi Sociali / Bonus energetico

6 Città di Paderno Dugnano Pag. 6 di 7 Da quando può essere applicato il bonus? Il bonus elettrico comincerà ad essere applicato in bolletta non prima di due mesi dalla presentazione dall inserimoneto dei dati dell istanza nel sistema (SGATE), come attestato dalla ricevuta fornita dal Comune. Il bonus elettrico sarà evidenziato in deduzione nelle bollette che si riferiscono ai consumi: dei successivi 12 mesi, nel caso di disagio economico; fino al cessato uso dei macchinari salvavita, nel caso di disagio fisico. Nel dettaglio, come viene erogato il bonus retroattivo per il 2008? Per garantire il riconoscimento del bonus retroattivamente per il 2008, i cittadini dovranno presentare la richiesta entro e non oltre il 30 aprile Per i casi di disagio economico, il riconoscimento della retroattività verrà effettuato secondo lo schema riassuntivo riportato nella tabella seguente: Bonus 2008 Bonus 2009 Attestazione ISEE emessa prima del 2007 No No Attestazione ISEE emessa nel 2007 Si No Attestazione ISEE emessa nel 2008, scaduta all atto della richiesta Si Quota parte Attestazione ISEE emessa nel 2008, valida all atto della richiesta, presentata entro il 30 aprile 2009 Si Si Attestazione ISEE emessa nel 2008, valida all atto della richiesta, presentata dopo il 30 aprile 2009 Attestazione ISEE emessa nel 2009, presentata entro il 30 aprile 2009 Attestazione ISEE emessa nel 2009, presentata dopo il 30 aprile 2009 Per i casi di disagio fisico: No Si No 12 mesi a partire dalla richiesta Si 12 mesi a partire dalla richiesta o o o i cittadini già inclusi negli elenchi delle forniture non interrompibili ai sensi del Piano di Emergenza per la Sicurezza del Sistema Elettrico (PESSE), dovranno presentare apposita autocertificazione specificando il tipo di apparecchiatura elettromedicale utilizzata, l indirizzo presso il quale la medesima apparecchiatura è installata, la data a partire dalla quale si utilizza l apparecchiatura elettromedicale; o i cittadini non inclusi negli elenchi relativi al PESSE dovranno munirsi di apposita certificazione presso la propria ASL di appartenenza che attesti l utilizzo dell apparecchiatura elettromedicale, il tipo di apparecchiatura installata, l indirizzo presso il quale l apparecchiatura è installata, la data a partire dalla quale si utilizza l apparecchiatura elettromedicale. Ove la certificazione ASL non riporti la data a partire dalla quale si utilizza l apparecchiatura elettromedicale, dovrà essere presentata apposita autocertificazione attestante tale data. Armanini Stefano / Servizi Sociali / Bonus energetico

7 Città di Paderno Dugnano Pag. 7 di 7 Affinché il bonus elettrico venga riconosciuto retroattivamente quanti moduli bisogna presentare? Qualora si abbia diritto al riconoscimento del bonus sia per l anno 2008 sia per il 2009, sarà sufficiente presentare un unico modulo entro il termine del 30 aprile L utente beneficiario del bonus, come ne riscontra l avvenuta corresponsione? Nella bolletta verrà inserito un messaggio nel quale si comunica all utente l avvenuta ammissione alla compensazione, inoltre l importo relativo all applicazione del bonus verrà indicata in dettaglio in ogni documento di fatturazione, per tutto il periodo in cui se ne beneficia. Armanini Stefano / Servizi Sociali / Bonus energetico

8 Il presente Modulo Abis sostituisce il precedente Modulo A. Il Modulo A può essere ancora utilizzato per le istanze con numerosità della famiglia anagrafica fino a 4 persone o con numerosità maggiore di 4, ma potenza impegnata fino a 3 kw. Modulo Abis ISTANZA PER L AMMISSIONE AL REGIME DI COMPENSAZIONE PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA (decreto interministeriale 28 dicembre 2007 e decreto-legge n. 185/08) DISAGIO ECONOMICO Il/La sottoscritto/a 1, (Cognome) (Nome) nato/a a, (prov. ), il, codice fiscale consapevole delle sanzioni penali previste dall articolo 76 del D.P.R. n. 445/2000 in caso di rilascio di dichiarazioni mendaci, ovvero di formazione od utilizzo di atti falsi, CHIEDE ai sensi del decreto interministeriale 28 dicembre 2007 e del decreto-legge n. 185/08, di essere ammesso/a al regime di compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica per i clienti economicamente svantaggiati nella propria abitazione di residenza. Numerosità famiglia anagrafica 2 Famiglia con 4 o più figli a carico 3 SI NO Informazioni relative alla fornitura di energia elettrica: Fornitura per uso domestico residenti 4 SI NO Fornitura effettuata nel Comune (prov. ) via/piazza, n civico Codice POD 5 Potenza impegnata 6 (kw) La presente richiesta si configura come 7 : Nuova istanza Rinnovo Variazione residenza Variazione numerosità familiare Al riguardo si allega copia fotostatica dei seguenti documenti: Attestazione ISEE 8 Documento di identità Certificato agevolazione in vigore 9 Autocertificazione figli a carico 10 Recapiti per eventuali comunicazioni (campi facoltativi) Tel, Cell, fax 1 Il richiedente deve essere l intestatario del contratto di fornitura dell energia elettrica. 2 Si tratta del numero di componenti desumibili dallo stato di famiglia. 3 Per famiglia numerosa si intende, sensi dell articolo 3, comma 9-bis del decreto-legge n. 185/08, il nucleo familiare con almeno quattro figli a carico. Per figli a carico si intendono i figli a carico ai fini IRPEF, ai sensi dell articolo 12, comma 2, del T.U.I.R. 4 La compensazione della spesa è riconosciuta solo per forniture nell abitazione di residenza del richiedente. 5 Il codice POD è il codice alfanumerico che inizia con le lettere IT riportato in ogni bolletta e nel contratto di fornitura. 6 La potenza impegnata, riportata in ogni bolletta e nel contratto di fornitura, non può essere maggiore di 3 kw nei casi di numerosità familiare fino a 4 componenti. Tale limite è esteso a 4,5 kw nel caso di numerosità familiare oltre 4 componenti. 7 Le istanze di rinnovo e variazione della numerosità famigliare sono ammesse solo se riferite al medesimo POD dell agevolazione in vigore. 8 Necessaria per le nuove istanze e per i rinnovi. Il valore dell ISEE non può essere superiore a euro. Tale limite è esteso a euro nel caso delle famiglie numerose. 9 È il certificato rilasciato dal Comune all atto della presentazione dell istanza di agevolazione in vigore. La sua presentazione è necessaria per le istanze di rinnovo, di variazione di residenza e di variazione numerosità famigliare. 10 Necessaria per attestare la condizione di famiglia numerosa nel caso di nuove istanze, rinnovi.

9 Il/La sottoscritto/a, inoltre Modulo Abis dichiara: che le informazioni riportate nella presente istanza, comprensive degli allegati, corrispondono al vero e sono accertabili ai sensi dell art. 43 del citato DPR n. 445/00, ovvero documentabili su richiesta delle amministrazioni competenti; di essere informato, ai sensi dell articolo 13 del D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, che i dati personali, acquisiti con la presente istanza: a) sono forniti per determinare le condizioni di ammissibilità del richiedente l applicazione del regime di compensazione; b) potranno essere trattati, unitamente ai dati relativi ai consumi elettrici, anche mediante strumenti informatici, esclusivamente nell ambito del procedimento relativo alla presente istanza.; c) saranno comunicati alle imprese di distribuzione ai fini dell erogazione della compensazione e potranno essere altresì trasmessi alla Guardia di finanza e all Agenzia delle Entrate, unitamente ai dati di consumo elettrici rilevati a seguito dell ammissione al regime di compensazione, per i controlli previsti dalla vigente normativa, ivi incluse le attività di controllo di cui all art. 10 dell Allegato A alla deliberazione dell Autorità 6 agosto 2008, n. 117/08 s.m.i; di impegnarsi a comunicare tempestivamente al proprio Comune di residenza le variazioni delle condizioni di ammissibilità di cui all articolo 9 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 intervenute durante il periodo di validità della compensazione. Il rifiuto al trattamento dei dati contenuti nella presente istanza non consentirà di accedere al regime di compensazione. Il dichiarante può rivolgersi in qualunque momento agli enti ai quali ha presentato l istanza per verificare, aggiornare, integrare, rettificare o cancellare, chiedere il blocco ed opporsi al trattamento dei dati che lo riguardano, se trattati in violazione di legge (articoli 7, 9, 10 e 138 del D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196). L ente al quale viene presentata l istanza e gli enti erogatori a cui sono trasmesse le informazioni sono titolari del trattamento dei dati, ciascuno per le rispettive competenze. (Luogo, data) (Firma del richiedente) PRESENTAZIONE DELL ISTANZA MEDIANTE INCARICATO La presente istanza è presentata dal sig. (Cognome) (Nome) (documento di identità n., rilasciato in data / / da ) in qualità di delegato del richiedente. Allo scopo si allega copia fotostatica dei seguenti documenti: Atto di delega a presentare la dichiarazione Documento di riconoscimento del delegato (Luogo, data) (Firma del delegato) La presente istanza costituisce DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTICOLI 38 E 47 DEL DPR n. 445/2000 E S.M.I.

10 [Fac simile] Modulo D Azienda Asl n. Regione Servizio Oggetto: Certificazione ai sensi dell articolo 4, comma 2, del Decreto interministeriale 28 dicembre 2007 recante Determinazione dei criteri per la definizione delle compensazioni della spesa sostenuta per la fornitura di energia elettrica per i clienti economicamente svantaggiati e per i clienti in gravi condizione di salute. Si certifica che il/la signor, (Cognome) (Nome) codice fiscale, persona in gravi condizioni di salute, utilizza abitualmente, presso il proprio domicilio situato in Comune (prov. ) via/piazza n civico, apparecchiature medico-terapeutiche necessarie per la sua esistenza in vita e alimentate ad energia elettrica. Le funzioni assolte da tali apparecchiature sono le seguenti: funzione alimentare funzione respiratoria funzione urinaria Le apparecchiature * utilizzate sono le seguenti: * indicare il tipo di dispositivo utilizzato: es. ventilatore polmonare, respiratore broncoaspiratore, pompa per alimentazione enterale, apparecchiatura per la dialisi domiciliare o altra apparecchiatura strettamente necessaria alle funzioni vitali. Si certifica che l uso di tali apparecchiature ha avuto inizio in data / / (Luogo, data) (Firma e Timbro)

11 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA (ARTICOLI 38 E 47 DEL DPR n. 445/2000 E S.M.I.) Modulo C Dichiarazione resa ai sensi dell articolo 4, comma 2, lettera a) della deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas 6 agosto 2008, ARG/elt 117/08 e s.m.i. Il/La sottoscritto/a, (Cognome) (Nome) nato/a, (prov. ), il, codice fiscale, che il/la signor dichiara, (Cognome) (Nome) codice fiscale, persona in gravi condizioni di salute, utilizza abitualmente apparecchiature medico-terapeutiche necessarie per la sua esistenza in vita e alimentate ad energia elettrica presso il proprio domicilio, situato in Comune (prov. ), via/piazza, n civico. Le funzioni assolte da tali apparecchiature sono le seguenti: funzione alimentare funzione respiratoria funzione urinaria Le apparecchiature 1 utilizzate sono le seguenti: Si dichiara altresì che l uso di tali apparecchiature ha avuto inizio in data / / Al riguardo si allega copia fotostatica della comunicazione ricevuta dal distributore di energia elettrica attestante che il punto di fornitura corrispondente al POD è compreso tra gli elenchi delle forniture non disalimentabili ai fini del P.E.S.S.E. (Piano di Emergenza per la Sicurezza del Sistema Elettrico). (Luogo, data) (Firma) 1 Indicare il tipo di dispositivo utilizzato: es. ventilatore polmonare, respiratore broncoaspiratore, pompa per alimentazione enterale, apparecchiatura per la dialisi domiciliare o altra apparecchiatura strettamente necessaria alle funzioni vitali.

12 Modulo B ISTANZA PER L AMMISSIONE AL REGIME DI COMPENSAZIONE PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA (decreto interministeriale 28 dicembre 2007) DISAGIO FISICO Il/La sottoscritto/a 1, nato/a, (Cognome) (Nome) (prov. ), il, codice fiscale, residente in Comune via/piazza, n. civico, consapevole delle sanzioni penali previste dall articolo 76 del D.P.R. n. 445/2000 in caso di rilascio di dichiarazioni mendaci, ovvero di formazione od utilizzo di atti falsi, CHIEDE di essere ammesso/a al regime di compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica in presenza di apparecchiature medico terapeutiche indispensabili per il mantenimento in vita del paziente 2. Informazioni relative alla fornitura di energia elettrica: Fornitura per uso domestico. 3 SI NO Fornitura effettuata nel Comune (prov. ) via/piazza, n civico Codice POD 4 Potenza impegnata 5 (kw) La presente richiesta si configura come: Nuova istanza Al riguardo si allegano i seguenti documenti: Variazione della localizzazione dell apparecchiatura medico terapeutica Copia fotostatica della certificazione ASL o dichiarazione sostitutiva della certificazione ASL 6 Copia fotostatica del documento di identità Certificato agevolazione in vigore 7 Recapiti per eventuali comunicazioni (campi facoltativi) Tel, Cell, fax 1 Il richiedente deve essere l intestatario del contratto di fornitura dell energia elettrica e può essere diverso dal soggetto utilizzatore delle apparecchiature medico terapeutiche indispensabili per il mantenimento in vita. 2 La localizzazione delle apparecchiature medico terapeutiche deve coincidere con il punto di fornitura. 3 La compensazione della spesa è riconosciuta solo per forniture uso domestico. 4 Il codice POD è il codice alfanumerico che inizia con le lettere IT riportato in ogni bolletta e nel contratto di fornitura 5 La potenza impegnata è riportata in ogni bolletta e nel contratto di fornitura. 6 La dichiarazione sostitutiva può essere presentata dai richiedenti che abbiano ricevuto comunicazione di essere inseriti tra gli utenti non disalimentabili ai fini del P.E.S.S.E. (Piano di Emergenza per la Sicurezza del Sistema Elettrico). In tutti gli altri casi è necessaria una certificazione dell ASL conforme ai criteri di cui alla deliberazione ARG/elt 117/08. 7 E il certificato rilasciato dal Comune all atto della presentazione dell istanza di agevolazione in vigore. La sua presentazione è necessaria per le istanze di variazione della localizzazione dell apparecchiatura medico terapeutica.

13 Il/La sottoscritto/a, inoltre dichiara: Modulo B che le informazioni riportate nella presente istanza, comprensive degli allegati, corrispondono al vero e sono accertabili ai sensi dell art. 43 del citato DPR n. 445/00, ovvero documentabili su richiesta delle amministrazioni competenti; di essere informato, ai sensi dell articolo 13 del D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, che i dati personali, acquisiti con la presente istanza: a) sono forniti per determinare le condizioni di ammissibilità del richiedente l applicazione del regime di compensazione; b) potranno essere trattati, unitamente ai dati relativi ai consumi elettrici, anche mediante strumenti informatici, esclusivamente nell ambito del procedimento relativo alla presente istanza.; c) saranno comunicati alle imprese di distribuzione ai fini dell erogazione della compensazione e potranno essere altresì trasmessi alla Guardia di finanza e all Agenzia delle Entrate, unitamente ai dati di consumo elettrici rilevati a seguito dell ammissione al regime di compensazione, per i controlli previsti dalla vigente normativa, ivi incluse le attività di controllo di cui all art. 10 dell Allegato A alla deliberazione dell Autorità 6 agosto 2008, n. 117/08 s.m.i; di impegnarsi a comunicare tempestivamente al proprio Comune di residenza le variazioni delle condizioni di ammissibilità di cui all articolo 9 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 intervenute durante il periodo di validità della compensazione. Il rifiuto al trattamento dei dati contenuti nella presente istanza non consentirà di accedere al regime di compensazione. Il dichiarante può rivolgersi in qualunque momento agli enti ai quali ha presentato l istanza per verificare, aggiornare, integrare, rettificare o cancellare, chiedere il blocco ed opporsi al trattamento dei dati che lo riguardano, se trattati in violazione di legge (articoli 7, 9, 10 e 138 del D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196). L ente al quale viene presentata l istanza e gli enti erogatori a cui sono trasmesse le informazioni sono titolari del trattamento dei dati, ciascuno per le rispettive competenze. (Luogo, data) (Firma del richiedente) PRESENTAZIONE DELL ISTANZA MEDIANTE INCARICATO La presente istanza è presentata dal sig. (Cognome) (Nome) (documento di identità n., rilasciato in data / / da ) in qualità di delegato del richiedente. Allo scopo si allega copia fotostatica dei seguenti documenti: Atto di delega a presentare la dichiarazione Documento di riconoscimento del delegato (Luogo, data) (Firma del delegato) La presente istanza costituisce DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTICOLI 38 E 47 DEL DPR n. 445/2000 E S.M.I.

14 Modulo A ISTANZA PER L AMMISSIONE AL REGIME DI COMPENSAZIONE PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA (decreto interministeriale 28 dicembre 2007) DISAGIO ECONOMICO Il/La sottoscritto/a 1, (Cognome) (Nome) nato/a, (prov. ), il, codice fiscale consapevole delle sanzioni penali previste dall articolo 76 del D.P.R. n. 445/2000 in caso di rilascio di dichiarazioni mendaci, ovvero di formazione od utilizzo di atti falsi, CHIEDE ai sensi del decreto interministeriale 28 dicembre 2007, di essere ammesso/a al regime di compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica per i clienti economicamente svantaggiati nella propria abitazione di residenza. Numerosità famiglia anagrafica 2 Informazioni relative alla fornitura di energia elettrica: Fornitura per uso domestico residenti 3 SI NO Fornitura effettuata nel Comune (prov. ) via/piazza, n civico Codice POD 4 Potenza impegnata 5 (kw) La presente richiesta si configura come 6 : Nuova istanza Rinnovo Variazione residenza Variazione numerosità familiare Al riguardo si allega copia fotostatica dei seguenti documenti: Attestazione ISEE 7 Documento di identità Certificato agevolazione in vigore 8 Recapiti per eventuali comunicazioni (campi facoltativi) Tel, Cell, fax 1 Il richiedente deve essere l intestatario del contratto di fornitura dell energia elettrica. 2 Si tratta del numero di componenti desumibili dallo stato di famiglia. 3 La compensazione della spesa è riconosciuta solo per forniture nell abitazione di residenza del richiedente. 4 Il codice POD è il codice alfanumerico che inizia con le lettere IT riportato in ogni bolletta e nel contratto di fornitura. 5 La potenza impegnata, riportata in ogni bolletta e nel contratto di fornitura, non può essere maggiore di 3 kw. 6 Le istanze di rinnovo e variazione della numerosità famigliare sono ammesse solo se riferite al medesimo POD dell agevolazione in vigore. 7 Necessaria per le nuove istanze e per i rinnovi. 8 E il certificato rilasciato dal Comune all atto della presentazione dell istanza di agevolazione in vigore. La sua presentazione è necessaria per le istanze di rinnovo, di variazione di residenza e di variazione numerosità famigliare.

15 Il/La sottoscritto/a, inoltre dichiara: Modulo A che le informazioni riportate nella presente istanza, comprensive degli allegati, corrispondono al vero e sono accertabili ai sensi dell art. 43 del citato DPR n. 445/00, ovvero documentabili su richiesta delle amministrazioni competenti; di essere informato, ai sensi dell articolo 13 del D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, che i dati personali, acquisiti con la presente istanza: a) sono forniti per determinare le condizioni di ammissibilità del richiedente l applicazione del regime di compensazione; b) potranno essere trattati, unitamente ai dati relativi ai consumi elettrici, anche mediante strumenti informatici, esclusivamente nell ambito del procedimento relativo alla presente istanza.; c) saranno comunicati alle imprese di distribuzione ai fini dell erogazione della compensazione e potranno essere altresì trasmessi alla Guardia di finanza e all Agenzia delle Entrate, unitamente ai dati di consumo elettrici rilevati a seguito dell ammissione al regime di compensazione, per i controlli previsti dalla vigente normativa, ivi incluse le attività di controllo di cui all art. 10 dell Allegato A alla deliberazione dell Autorità 6 agosto 2008, n. 117/08 s.m.i; di impegnarsi a comunicare tempestivamente al proprio Comune di residenza le variazioni delle condizioni di ammissibilità di cui all articolo 9 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 intervenute durante il periodo di validità della compensazione. Il rifiuto al trattamento dei dati contenuti nella presente istanza non consentirà di accedere al regime di compensazione. Il dichiarante può rivolgersi in qualunque momento agli enti ai quali ha presentato l istanza per verificare, aggiornare, integrare, rettificare o cancellare, chiedere il blocco ed opporsi al trattamento dei dati che lo riguardano, se trattati in violazione di legge (articoli 7, 9, 10 e 138 del D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196). L ente al quale viene presentata l istanza e gli enti erogatori a cui sono trasmesse le informazioni sono titolari del trattamento dei dati, ciascuno per le rispettive competenze. (Luogo, data) (Firma del richiedente) PRESENTAZIONE DELL ISTANZA MEDIANTE INCARICATO La presente istanza è presentata dal sig. (Cognome) (Nome) (documento di identità n., rilasciato in data / / da ) in qualità di delegato del richiedente. Allo scopo si allega copia fotostatica dei seguenti documenti: Atto di delega a presentare la dichiarazione Documento di riconoscimento del delegato (Luogo, data) (Firma del delegato) La presente istanza costituisce DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTICOLI 38 E 47 DEL DPR n. 445/2000 E S.M.I.

16 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA Per il riconoscimento della condizione di FAMIGLIA NUMEROSA comma 2.3, lettera b), della delibera dell Autorità per l energia elettrica e il gas ARG/elt 117/08 e s.m.i. Modulo E Il/La sottoscritto/a (Cognome), (Nome) nato/a (prov. ), il, codice fiscale, consapevole delle sanzioni penali previste dall articolo 76 del D.P.R. n. 445/2000 in caso di rilascio di dichiarazioni mendaci, ovvero di formazione od utilizzo di atti falsi, dichiara che: 1),, è figlio a carico ai fini IRPEF* di, 2),, è figlio a carico ai fini IRPEF* di, 3),, è figlio a carico ai fini IRPEF* di, 4),, è figlio a carico ai fini IRPEF* di, e che tutti i soggetti summenzionati sono compresi nel nucleo familiare rilevante ai fini dell attestazione ISEE n. allegata all istanza di ammissione al regime di compensazione della spesa di cui al decreto ministeriale 28 dicembre (Luogo, data) (Firma) * Sono considerati a carico i figli che, ai sensi dell articolo 12, comma 2, del T.U.I.R., possiedono un reddito complessivo non superiore a 2.840,51 euro.

17 Deliberazione 16 febbraio ARG/elt 19/09 Modificazioni e integrazioni alla deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas 6 agosto 2008 ARG/elt 117/08 in materia di modalità applicative del regime di compensazione della spesa per i nuclei familiari di cui all articolo 3, comma 9- bis del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni in legge 28 gennaio 2009, n. 2 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione del 16 febbraio 2009 Visti: la direttiva 2003/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 giugno 2003, relativa a norme comuni per il mercato interno dell energia elettrica e che abroga la direttiva 96/92/CE; il Decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, come successivamente modificato e integrato (T.U.I.R.); la legge 14 novembre 1995, n. 481 ed in particolare l articolo 2, comma 12, lettera e); il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79; il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze, delle Politiche per la Famiglia e della Solidarietà sociale 28 dicembre 2007, recante Determinazione dei criteri per la definizione delle compensazioni della spesa sostenuta per la fornitura di energia elettrica per i clienti economicamente svantaggiati e per i clienti in gravi condizioni di salute (di seguito: decreto 28 dicembre 2007); il decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185 recante Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale convertito con modificazioni in legge 28 gennaio 2009, n. 2 (di seguito: decreto-legge n. 185/08); la deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas (di seguito: l Autorità) 15 novembre 2001, n. 264/01; la deliberazione dell Autorità 5 dicembre 2002, n. 199/02; la deliberazione dell Autorità 26 giugno 2006, n. 126/06; la deliberazione dell Autorità 29 dicembre 2007, n. 348/07, e in particolare l Allegato A (di seguito: TIT), come successivamente modificata e integrata; la deliberazione dell Autorità 6 agosto 2008, ARG/elt 117/08, come successivamente modificata ed integrata (di seguito: deliberazione ARG/elt 117/08). 1

18 Considerato che: l articolo 3, comma 9 del decreto-legge n. 185/08 stabilisce che il regime di compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica di cui al decreto 28 dicembre 2007 sia applicato anche ai clienti finali domestici presso i quali sono presenti persone che versano in gravi condizioni di salute, tali da richiedere l utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche alimentate ad energia elettrica necessarie per il loro mantenimento in vita; l articolo 3, comma 9-bis del medesimo decreto-legge n. 185/08 stabilisce che l accesso al regime di compensazione della spesa di cui al decreto 28 dicembre 2007 sia riconosciuto anche ai nuclei familiari con almeno 4 figli a carico con indicatore della situazione economica equivalente non superiore a euro; nel caso di punti di prelievo caratterizzati da un numero di componenti la famiglia anagrafica superiore a 4 componenti, il limite di potenza impegnata di 3 kw previsto dall Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 ai fini dell accesso al regime di compensazione in caso di disagio economico potrebbe risultare troppo restrittivo rispetto ad una elevata probabilità che le apparecchiature elettriche siano utilizzate con un elevato coefficiente di contemporaneità; al fine di agevolare il funzionamento del sistema di compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica sostenuta dai clienti domestici disagiati, alcune segnalazioni formulate da operatori attivi nella distribuzione e nella vendita di energia elettrica hanno evidenziato esigenze di precisazione e affinamento di alcune disposizioni contenute nell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08; la standardizzazione delle informazioni necessarie per la richiesta di ammissione al regime di compensazione risulta utile al fine di agevolare il funzionamento del sistema di ammissione stesso e la corretta erogazione delle compensazioni; l Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 prevede che, ai fini della richiesta di ammissione al regime di compensazione della spesa di cui al decreto 28 dicembre 2007, i clienti finali domestici si avvalgano di una modulistica appositamente predisposta ed allegata alla medesima deliberazione; le innovazioni apportate con il decreto-legge n. 185/08 rendono necessario adattare la modulistica di cui al precedente alinea; la modifica della modulistica necessaria a recepire le innovazioni introdotte non comporta la necessità di ripetere la presentazione dell istanza da parte dei clienti che vi abbiano già provveduto rientrando nei criteri di ammissione previsti originariamente dalla deliberazione ARG/elt 117/08; il modulo A attualmente in uso può continuare ad essere utilizzato in relazione alle istanze di clienti che rientrano nell ambito di applicazione del regime di compensazione originariamente previsto dal decreto 28 dicembre 2007; è operativo il sistema informatico centralizzato per la gestione dei flussi informativi tra i Comuni e le imprese distributrici, di cui all articolo 8 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08; l articolo 4 della deliberazione ARG/elt 117/08 prevede che per il godimento della compensazione della spesa per la fornitura dell energia elettrica retroattivamente per l anno 2008 sia necessario fare richiesta di accesso alla compensazione entro il 31 marzo

19 Ritenuto opportuno: recepire le innovazioni apportate con il decreto-legge n. 185/08, introducendo le necessarie modifiche ed integrazioni alle disposizioni contenute nella deliberazione ARG/elt 117/08 e nel relativo Allegato A; elevare a 4,5 kw il limite di potenza impegnata di cui al comma 4.1 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 nei casi in cui il punto di prelievo oggetto della compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica sia caratterizzato da un numero di componenti la famiglia anagrafica superiore a 4; ai fini dell accesso al regime di compensazione dei nuclei familiari di cui all articolo 3, comma 9-bis del decreto-legge n. 185/08 predisporre un apposito modulo per la dichiarazione, sostitutiva di atto di notorietà, relativa all identificazione dei figli a carico; prevedere che per l istanza di ammissione al regime di compensazione della spesa per la fornitura per l energia elettrica: a) i clienti aventi i requisiti originariamente previsti dal decreto 28 dicembre 2007, come recepiti con deliberazione ARG/elt 117/08, possano continuare ad utilizzare il modulo A attualmente in uso; b) venga introdotto un nuovo modulo Abis, utilizzabile da tutti i clienti aventi i requisiti di accesso al regime di compensazione, ivi compresi i casi di nuclei familiari con almeno quattro figli a carico e i casi di numerosità familiare superiore a quattro componenti, con potenza impegnata superiore a 3 kw fino a 4,5 kw; apportare modifiche al sistema informatico centralizzato di cui all articolo 8 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08, al fine di consentire al medesimo sistema la gestione delle istanze relative ai nuclei familiari di cui all articolo 3, comma 9-bis del decreto-legge n. 185/08; prorogare il termine di cui ai commi 4.1 e 4.2 della deliberazione ARG/elt 117/08 per la richiesta di accesso alla compensazione nonché il termine di cui al comma 4.8 della medesima deliberazione, per tenere conto dei tempi necessari ad apportare le modifiche al sistema informatico di cui al precedente alinea, conseguenti all entrata in vigore del decreto-legge n. 185/08 DELIBERA Articolo 1 Modificazioni e integrazioni alla deliberazione ARG/elt 117/ Ai commi 4.1 e 4.2 della deliberazione ARG/elt 117/08 le parole entro il 31 marzo 2009 sono sostituite con le parole entro il 30 aprile Al comma 4.8 della deliberazione ARG/elt 117/08 le parole dall 1 aprile 2009 sono sostituite con le parole dall 1 maggio Dopo il comma 4.8 della deliberazione ARG/elt 117/08 è aggiunto il seguente comma: 3

20 4.9 Ai fini di quanto previsto dal comma 4.1, la data di presentazione della richiesta di accesso alla compensazione è comprovata dalla data riportata sull attestazione di presentazione dell istanza rilasciata mediante il sistema informatico di cui all articolo 8 dell Allegato A o, in alternativa, dalla data di protocollo attribuita dal Comune di residenza.. Articolo 2 Modificazioni e integrazioni all Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/ Al comma 1.1, dopo la definizione decreto 28 dicembre 2007, è aggiunta la seguente definizione: decreto-legge n. 185/08: è il decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185 recante Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale, convertito con modificazioni in legge 28 gennaio 2009, n. 2;. 2.2 Al comma 1.1, dopo la definizione disagio fisico, è aggiunta la seguente definizione: famiglia numerosa: è il nucleo familiare di cui all articolo 3, comma 9-bis, del decreto-legge n. 185/08;. 2.3 Il comma 2.3 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 è sostituito dal seguente comma: 2.3 I clienti domestici di cui al comma 2.2, lettera a) sono individuati come: a) i clienti finali domestici di cui all articolo 2, comma 4, del decreto 28 dicembre 2007; b) i clienti finali domestici che presentano apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante la sussistenza delle condizioni di cui all articolo 3, comma 9-bis, del decreto-legge n. 185/ Al comma 2.4 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08, le parole nel cui nucleo familiare sono sostituite con le parole presso i quali. 2.5 La lettera b) del comma 2.4 è sostituita con la seguente lettera: b) i clienti finali domestici che presentano una certificazione ASL che attesti la presenza, presso il punto di prelievo oggetto dell agevolazione, di persone che versano in gravi condizioni di salute tali da richiedere l utilizzo di apparecchiature elettromedicali necessarie per l esistenza in vita Al comma 4.1, lettera a) dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08, dopo le parole 28 dicembre 2007, sono aggiunte le parole ovvero di cui all articolo 3, comma 9-bis del decreto-legge n. 185/08,. 2.7 La lettera c) del comma 4.1 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 è sostituita con la seguente lettera: c) la potenza impegnata nel punto di prelievo per il quale è richiesta la compensazione non può essere: i. superiore a 3 kw, nei casi di cui al comma 2.2, lettera a), con numerosità familiare fino a 4 componenti; 4

21 ii. superiore a 4,5 kw, nei casi di cui al comma 2.2, lettera a), con numerosità familiare oltre 4 componenti;. 2.8 La lettera c) del comma 4.2 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08, è sostituita con la seguente lettera: c) il richiedente la compensazione deve essere l intestatario del contratto di fornitura del punto di prelievo per il quale si richiede l ammissione al regime di compensazione Al comma 4.3 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08, la parola sociale e sostituita con economico Al comma 4.4 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08, le parole La condizione sono sostituite con le parole Per numerosità familiare fino a quattro componenti, la condizione Al comma 8.2 lettera a), punto v) dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08, dopo le parole numerosità familiare, sono aggiunte le parole ed eventuale condizione di famiglia numerosa Al comma 8.2 lettera a), punto vii) dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08, è eliminata la parola contrattualmente La lettera c) del comma 8.3 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 è sostituita con la seguente lettera: c) numerosità familiare ed eventuale condizione di famiglia numerosa; La lettera f) del comma 8.3 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 è sostituita dalla seguente lettera: f) per le richieste di compensazione di cui al comma 2.2, lettera b), presenza del soggetto utilizzatore di apparecchiature elettromedicali presso il cliente finale domestico titolare del punto di prelievo beneficiario della compensazione; Al comma 9.5 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08, le parole del limite di potenza contrattualmente impegnata sono sostituite con le parole dei limiti di potenza impegnata Il comma 11.2, è sostituito dal seguente comma 11.2 L ammontare della compensazione determinato ai sensi del comma 11.1 è riportato nella tabella 3 allegata al presente provvedimento ed è differenziato rispetto al numero di componenti la famiglia anagrafica, vale a dire: a) numerosità familiare fino a 2 (due) componenti; b) numerosità familiare oltre 2 (due) e fino a 4 (quattro) componenti; c) numerosità familiare oltre 4 (quattro) componenti Il comma 17.2 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 è sostituito con il seguente comma: 17.2 Ciascun venditore, ai sensi di quanto previsto dall articolo 13 dell Allegato A alla deliberazione n. 152/06, per ciascun punto di prelievo ammesso al regime di compensazione della spesa provvede ad 5

22 inserire, in ciascun documento di fatturazione nel quale venga riconosciuta la compensazione di cui al comma 2.1, la seguente dicitura: a) La sua fornitura è ammessa alla compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica ai sensi del decreto 28 dicembre 2007 (cosiddetto bonus sociale elettrico). La richiesta di rinnovo deve essere effettuata entro mese/anno, nei casi di cui al comma 2.2, lettera a), ovvero nei casi di cumulo di cui al comma 4.3; b) La sua fornitura è ammessa alla compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica ai sensi del decreto 28 dicembre 2007 (cosiddetto bonus sociale elettrico), nei casi di cui al comma 2.2, lettera b) Al comma 19.1 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 le parole il modulo A sono sostituite con le parole il modulo Abis Dopo il comma 19.4 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 è aggiunto il seguente comma: 19.5 Ai fini della dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà di cui al comma 2.3, lettera b), i clienti finali domestici utilizzano il modulo E, allegato al presente provvedimento La Tabella 1 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 è sostituita con la Tabella 1 allegata al presente provvedimento La Tabella 3 dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 è sostituita con la Tabella 3 allegata al presente provvedimento Il Modulo A dell Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08 è sostituito con il Modulo Abis allegato al presente provvedimento. Articolo 3 Disposizioni finali 3.1 Ai fini della richiesta di ammissione al regime di compensazione della spesa di cui al comma 2.2, lettera a), della deliberazione ARG/elt 117/08, il modulo A attualmente in uso, così come definito dalla medesima deliberazione precedentemente alle modifiche di cui al comma 2.18, continua a mantenere la sua validità per i clienti finali domestici aventi i requisiti originariamente previsti dal decreto 28 dicembre Il presente provvedimento è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito internet dell Autorità ( ed entra in vigore dalla data di prima pubblicazione. 3.3 La deliberazione ARG/elt 117/08, comprensiva dell Allegato A, è pubblicata sul sito dell Autorità con le modifiche e le integrazioni di cui al presente provvedimento. 3.4 Il presente provvedimento, nonché la deliberazione ARG/elt 117/08, comprensiva dell allegato A, come modificata e integrata dal presente provvedimento, sono trasmessi al Ministero dello Sviluppo Economico, al Ministero dell Economia e delle Finanze, al Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, 6

nato/a, (prov. ), il, codice fiscale

nato/a, (prov. ), il, codice fiscale Modulo A ISTANZA PER L AMMISSIONE AL REGIME DI COMPENSAZIONE PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA (decreto interministeriale 28 dicembre 2007) DISAGIO ECONOMICO Il/La sottoscritto/a 1, nato/a, (prov.

Dettagli

REQUISITI BONUS ENERGIA

REQUISITI BONUS ENERGIA REQUISITI BONUS ENERGIA Si tratta di uno sconto sui costi dell'elettricita' previsto per le famiglie in condizioni di disagio economico o presso le quali vive un soggetto affetto da grave malattia che

Dettagli

MODULO A_GAS _FORNITURE INDIVIDUALI_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL REGIME DI COMPENSAZIONE PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE

MODULO A_GAS _FORNITURE INDIVIDUALI_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL REGIME DI COMPENSAZIONE PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE MODULO A_GAS _FORNITURE INDIVIDUALI_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL REGIME DI COMPENSAZIONE PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE (art. 3, comma 9 del decreto-legge n. 185/08, convertito con modificazioni in legge

Dettagli

BONUS GAS. Famiglie fino a 4 componenti

BONUS GAS. Famiglie fino a 4 componenti BONUS GAS Il Bonus Gas è uno strumento introdotto dal Governo con l obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per energia elettrica.

Dettagli

Le richieste pervenute dopo tale data non consentiranno di beneficiare del bonus retroattivamente per il 2008.

Le richieste pervenute dopo tale data non consentiranno di beneficiare del bonus retroattivamente per il 2008. Bonus sociale Che cos è il bonus sociale? Il cosiddetto bonus sociale (ovvero il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica ) è uno strumento

Dettagli

IL BONUS SULLE BOLLETTE DEL GAS: DALL 11 GENNAIO 2010 SI PUÒ INOLTRARE LA DOMANDA AL COMUNE

IL BONUS SULLE BOLLETTE DEL GAS: DALL 11 GENNAIO 2010 SI PUÒ INOLTRARE LA DOMANDA AL COMUNE IL BONUS SULLE BOLLETTE DEL GAS: DALL 11 GENNAIO 2010 SI PUÒ INOLTRARE LA DOMANDA AL COMUNE Dopo il bonus elettrico arriva il bonus gas, un aiuto riservato alle famiglie in difficoltà economica o numerose,

Dettagli

MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ),

MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a, (prov. ), il / /, Codice fiscale AMMISSIONE PRESENTA DOMANDA DI RINNOVO AL BONUS SOCIALE PER DISAGIO ECONOMICO PER LA/E

Dettagli

La presente istanza costituisce DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTICOLI 38 E 47 DEL DPR. n. 445/2000 E S.M.I.

La presente istanza costituisce DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTICOLI 38 E 47 DEL DPR. n. 445/2000 E S.M.I. MODULO B DISAGIO FISICO 1 Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a, (prov. ), il / /, codice fiscale residente in via/piazza n. civico (Comune) CHIEDE IN QUALITA DI CLIENTE DOMESTICO DI ESSERE AMMESSO/A

Dettagli

MODULO RS DOMANDA DI RINNOVO SEMPLIFICATA. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), CHIEDE DI RINNOVARE

MODULO RS DOMANDA DI RINNOVO SEMPLIFICATA. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), CHIEDE DI RINNOVARE MODULO RS DOMANDA DI RINNOVO SEMPLIFICATA Il/La sottoscritto/a nato/a a, (prov. ), il / /, codice fiscale CHIEDE DI RINNOVARE 2 bonus elettrico istanza n... bonus gas istanza n. 3 N. identificativo ISEE

Dettagli

BONUS ENERGIA NUOVA GESTIONE ISTANZE DISAGIO FISICO COMUNI CONVENZIONATI CON IL CAF

BONUS ENERGIA NUOVA GESTIONE ISTANZE DISAGIO FISICO COMUNI CONVENZIONATI CON IL CAF Roma 08/01/2013 BONUS ENERGIA NUOVA GESTIONE ISTANZE DISAGIO FISICO COMUNI CONVENZIONATI CON IL CAF Il bonus per disagio fisico è uno sconto sulla bolletta dell energia elettrica, previsto per i casi in

Dettagli

FAQ Bonus Sociale. Home. Contatti. Home. Bonus Sociale. Che cos' è il "Bonus Sociale"? In che cosa consiste il Bonus Sociale?

FAQ Bonus Sociale. Home. Contatti. Home. Bonus Sociale. Che cos' è il Bonus Sociale? In che cosa consiste il Bonus Sociale? Contatti Home Home FAQ Bonus Sociale Bonus Sociale Che cos' è il "Bonus Sociale"? Il cosiddetto "Bonus Sociale" è l agevolazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia

Dettagli

MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ),

MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO 1 Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a, (prov. ), il / /, Codice fiscale AMMISSIONE PRESENTA DOMANDA DI RINNOVO AL BONUS SOCIALE PER DISAGIO ECONOMICO PER LA/E

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 27 novembre 2008. ModiÞ cazioni e integrazioni alla deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas 6 agosto 2008 ARG/elt 117/08 in materia di modalità applicative del regime

Dettagli

MODULO RS BIS. DOMANDA DI RINNOVO SEMPLIFICATA (validità fino al 31 marzo 2015. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), CHIEDE DI RINNOVARE

MODULO RS BIS. DOMANDA DI RINNOVO SEMPLIFICATA (validità fino al 31 marzo 2015. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), CHIEDE DI RINNOVARE MODULO RS BIS DOMANDA DI RINNOVO SEMPLIFICATA (validità fino al 31 marzo 2015 1 Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a, (prov. ), il / /, codice fiscale CHIEDE DI RINNOVARE 2 bonus elettrico istanza

Dettagli

n. civico, edificio, scala, interno

n. civico, edificio, scala, interno MODULO A _FORNITURE INDIVIDUALI ISTANZA PER L AMMISSIONE AL BONUS RIFERITO AL SERVIZIO TELERISCALDAMENTO FORNITURA INDIVIDUALE1 N Protocollo del Il/La sottoscritto/a2 (Cognome) (Nome) nato/a a, (prov.

Dettagli

UNO SCONTO SULLE BOLLETTE

UNO SCONTO SULLE BOLLETTE COMUNE DI BEINASCO Provincia di Torino Piazza Alfieri,7-10092 Beinasco (TO) Tel. 011/39891 Fax 011 39.89.310 PEC: protocollo@comune.beinasco.legalmail.it Area dei Servizi Servizio Politiche Sociali e-mail

Dettagli

Chi ne ha diritto? CHE COS'E'IL BONUS SULLA BOLLETTA ELETTRICA? CHI HA DIRITTO AL BONUS ELETTRICO QUANTO VALE IL BONUS ELETTRICO

Chi ne ha diritto? CHE COS'E'IL BONUS SULLA BOLLETTA ELETTRICA? CHI HA DIRITTO AL BONUS ELETTRICO QUANTO VALE IL BONUS ELETTRICO CHE COS'E'IL BONUS SULLA BOLLETTA ELETTRICA? E' uno strumento introdotto dal Governo e reso operativo dall'autorità per l'energia con la collaborazione dei Comuni, per garantire alle famiglie in condizione

Dettagli

MODULO VR DOMANDA DI VARIAZIONE DI RESIDENZA. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ),

MODULO VR DOMANDA DI VARIAZIONE DI RESIDENZA. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), Delibera dell Autorità per l energia elettrica e il gas 40/0/R/com e Allegato A - TIBEG MODULO VR DOMANDA DI VARIAZIONE DI RESIDENZA Il/La sottoscritto/a nato/a a, (prov. ), il / /, codice fiscale CHIEDE

Dettagli

CONDIZIONI PER L OTTENIMENTO DEL BONUS TELERISCALDAMENTO E MISURA DEL CONTRIBUTO

CONDIZIONI PER L OTTENIMENTO DEL BONUS TELERISCALDAMENTO E MISURA DEL CONTRIBUTO Allegato 2 Scheda Esplicativa. HERA SpA nel Comitato di Coordinamento SOT del 21 marzo 2012 ha determinato di riconoscere alle famiglie economicamente svantaggiate un bonus a compensazione della spesa

Dettagli

A DATI ANAGRAFICI DEL RICHIEDENTE E INTESTATARIO DELLA FORNITURA

A DATI ANAGRAFICI DEL RICHIEDENTE E INTESTATARIO DELLA FORNITURA ALLEGATO 1 ALLA DETERMINA 20 MAGGIO 2014, 9/2014 DIUC Modulo per l inoltro della richiesta di ADESIONE alla sperimentazione tariffaria riservata a coloro che utilizzano pompe di calore elettriche come

Dettagli

BONUS ENERGIA ELETTRICA

BONUS ENERGIA ELETTRICA BONUS ENERGIA ELETTRICA PER I CITTADINI RESIDENTI NEL COMUNE DI CASALE SUL SILE Dal 1^ Gennaio 2009 tutti i Cittadini italiani e stranieri residenti nel Comune di Casale sul Sile potranno richiedere il

Dettagli

UNO SCONTO SULLE BOLLETTE

UNO SCONTO SULLE BOLLETTE COMUNE DI BEINASCO Area Metropolitana di Torino Piazza Alfieri,7-10092 Beinasco (TO) Tel. 011/39891 Fax 011 39.89.382 PEC: protocollo@comune.beinasco.legalmail.it AREA DEI SERVIZI ALLA PERSONA Servizio

Dettagli

CONTRIBUTI PER LA DIALISI DOMICILIARE EROGATI DALLA REGIONE LAZIO

CONTRIBUTI PER LA DIALISI DOMICILIARE EROGATI DALLA REGIONE LAZIO Gentile dottore, Con lo schema riassuntivo per l anno 2015 dei contributi previsti per la dialisi domiciliare intendiamo dare il nostro sostegno a quanti effettuano o si apprestano ad accedere a questa

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), il / /,

Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), il / /, Enel Servizio Elettrico Servizio di maggior tutela MODULO PER L INOLTRO DELLA RICHIESTA DI ADESIONE ALLA SPERIMENTAZIONE TARIFFARIA RISERVATA A COLORO CHE UTILIZZANO POMPE DI CALORE ELETTRICHE COME UNICO

Dettagli

Al bonus elettricità hanno poi diritto anche tutti quei malati gravi che purtroppo devono usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita.

Al bonus elettricità hanno poi diritto anche tutti quei malati gravi che purtroppo devono usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita. I BONUS ENERGIA I BONUS ENERGIA sono gli sconti sulla bolletta dell elettricità e del gas previsti per le famiglie a basso reddito e numerose, un aiuto che, a chi ne ha diritto, garantisce un risparmio

Dettagli

BONUS SOCIALE GAS. Descrizione del servizio

BONUS SOCIALE GAS. Descrizione del servizio BONUS SOCIALE GAS Descrizione del servizio Il Bonus Gas è una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito (con ISEE inferiore o uguale a 7.500,00) e alle famiglie numerose(con

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 18 dicembre 2009. ModiÞ cazioni e integrazioni della deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas 25 gennaio 2008 ARG/elt 4/08 in materia di regolazione del servizio di dispacciamento

Dettagli

Bonus energia: meccanismi del bonus sociale e risultati

Bonus energia: meccanismi del bonus sociale e risultati Bonus energia: meccanismi del bonus sociale e risultati Antonella Bertazzi Direzione Consumatori, Conciliazioni e Arbitrati Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Questa presentazione

Dettagli

A INDICE PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI...

A INDICE PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI... TESTO INTEGRATO DELLE MODALITA APPLICATIVE DEI REGIMI DI COMPENSAZIONE DELLA SPESA SOSTENUTA DAI CLIENTI DOMESTICI DISAGIATI PER LE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E GAS NATURALE (TIBEG) 26 settembre 2013

Dettagli

Assegno di cura. Descrizione. Requisiti. Documentazione da presentare. Tempi

Assegno di cura. Descrizione. Requisiti. Documentazione da presentare. Tempi Assegno di cura Contributo che sostituisce i precedenti: per persone non auto assistite a domicilio; per famiglie che assistono persone non autosufficienti con assistenti familiari; per famiglie che assistono

Dettagli

AL BONUS SOCIALE PER DISAGIO ECONOMICO PER LAIE FORNITURA,/E AD USO

AL BONUS SOCIALE PER DISAGIO ECONOMICO PER LAIE FORNITURA,/E AD USO BONUS SOCIALI, PER DISAGIO DCONOMICO PER LE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E/O GAS NATURALE Decreto interministeriale 28 dicembre 2007 e decretojegge n. 185/08, art. 3, comma 9 e 9 Dis Delibera dell'autoritd

Dettagli

L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres.

L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres. L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres. Regolamento recante i criteri e le modalità per la concessione dei

Dettagli

Dove si presenta la domanda per il riconoscimento del bonus sociale?

Dove si presenta la domanda per il riconoscimento del bonus sociale? Che cos'è il "bonus gas"? Il cosiddetto "bonus gas" (ovvero "il sistema di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di gas naturale") è uno strumento introdotto con il

Dettagli

RICHIESTA DI VOLTURA

RICHIESTA DI VOLTURA Ed. 1 - mag 2015 Spett.le CVA TRADING S.r.l. Servizio di Maggior Tutela Via Clavalité 8 11100 Aosta FAX 0165/647933 maggiortutela@cvatrading.it RICHIESTA DI VOLTURA Dati del richiedente (non coincidente

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. OGGETTO: Erogazione delle agevolazioni a favore delle utenze deboli del S.I.I. Puglia. Anno 2012 e 2013. IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

AVVISO PUBBLICO. OGGETTO: Erogazione delle agevolazioni a favore delle utenze deboli del S.I.I. Puglia. Anno 2012 e 2013. IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO AVVISO PUBBLICO OGGETTO: Erogazione delle agevolazioni a favore delle utenze deboli del S.I.I. Puglia. Anno 2012 e 2013. CONSIDERATO CHE: IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO il Decreto Legislativo n. 152/2006

Dettagli

Informazioni Bonus Sociale sulle tariffe elettriche e del gas 2015

Informazioni Bonus Sociale sulle tariffe elettriche e del gas 2015 Informazioni Bonus Sociale sulle tariffe elettriche e del gas 2015 1. Si comunica che, in conformità a quanto previsto dal DPCM n.159 del 5 dicembre 2013 relativamente alla revisione delle modalità di

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

RICHIESTA di ATTIVAZIONE CONTATORE PREDISPOSTO

RICHIESTA di ATTIVAZIONE CONTATORE PREDISPOSTO Ed. REV. 1-05/2015 mag 2015 Spett.le CVA Trading S.r.l. Servizio di Maggior Tutela Via Clavalité 8 11100 Aosta FAX 0165/647933 maggiortutela@cvatrading.it RICHIESTA di ATTIVAZIONE CONTATORE PREDISPOSTO

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Dipartimento Attività Produttive, Politiche dell Impresa, Innovazione Tecnologica AVVISO PUBBLICO. Anno 2009

REGIONE BASILICATA. Dipartimento Attività Produttive, Politiche dell Impresa, Innovazione Tecnologica AVVISO PUBBLICO. Anno 2009 REGIONE BASILICATA Dipartimento Attività Produttive, Politiche dell Impresa, Innovazione Tecnologica AVVISO PUBBLICO Anno 2009 CONTRIBUTO REGIONALE PER LA RIDUZIONE DEL COSTO DELL ENERGIA PER LE FAMIGLIE

Dettagli

COMUNE DI GAGGIANO Provincia di Milano

COMUNE DI GAGGIANO Provincia di Milano BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI RELATIVI ALLE SPESE CONNESSE ALLA FORNITURA DI GAS METANO A FAVORE DEI CITTADINI ECONOMICAMENTE DISAGIATI ANNO TERMICO 2006/2007 ARTICOLO 1 OGGETTO DEL BANDO

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Prot.2013/151663 Modalità di attuazione delle disposizioni relative al monitoraggio fiscale contenute nell articolo 4 del decreto legge 28 giugno 1990, n. 167, convertito, con modificazioni, dalla legge

Dettagli

Comune di Villa San Pietro Provincia di Cagliari

Comune di Villa San Pietro Provincia di Cagliari Comune di Villa San Pietro Provincia di Cagliari Piazza San Pietro,6-09010 Villa San Pietro (CA) - Tel.070\90770104 - Fax.070\90.74.19 c.f. 00492250923 www.comune.villasanpietro.ca.it AREA SOCIO-ASSISTENZIALE

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A FAVORE DI PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DISAGIO ECONOMICO PER PAGAMENTO UTENZE GAS

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A FAVORE DI PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DISAGIO ECONOMICO PER PAGAMENTO UTENZE GAS BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A FAVORE DI PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DISAGIO ECONOMICO PER PAGAMENTO UTENZE GAS PREMESSA L'Amministrazione comunale con Delibera di

Dettagli

MOROSITA INCOLPEVOLE

MOROSITA INCOLPEVOLE SETTORE Lavori Pubblici Sportello Affitto MOROSITA INCOLPEVOLE IL SOTTOSCRITTO C.F.: NATO A IL RESIDENTE A LECCO IN VIA DAL / / TEL. Ai sensi e per gli effetti di quanto previsto agli artt. 46 e 47 del

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 30 LUGLIO 2015 400/2015/R/EEL INTERVENTI FINALIZZATI ALLA SEMPLIFICAZIONE DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA CONNESSIONE ALLE RETI CON OBBLIGO DI CONNESSIONE DI TERZI DEGLI IMPIANTI

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Visto l articolo 1, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, (di seguito: legge finanziaria 2007) ed in particolare:

Dettagli

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 20 febbraio 2008

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 20 febbraio 2008 pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 20 febbraio 2008 Delibera ARG/com 15/08 MODIFICHE E INTEGRAZIONI ALLA DELIBERAZIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS 27 GIUGNO 2007, N.

Dettagli

Il sistema di gestione delle agevolazioni delle tariffe elettriche (a cura di Ancitel)

Il sistema di gestione delle agevolazioni delle tariffe elettriche (a cura di Ancitel) Palazzo delle Stelline Milano 26 novembre ore 10.00 13.00 ATTI DEL SEMINARIO Il sistema di gestione delle agevolazioni delle tariffe elettriche (a cura di Ancitel) Con la liberalizzazione del mercato dell

Dettagli

RICHIESTA di ALLACCIAMENTO FORNITURA TEMPORANEA

RICHIESTA di ALLACCIAMENTO FORNITURA TEMPORANEA Ed. 1 - mag 2015 Spett.le CVA Trading S.r.l. Servizio di Maggior Tutela Via Clavalité 8 11100 Aosta FAX 0165/647933 maggiortutela@cvatrading.it RICHIESTA di ALLACCIAMENTO FORNITURA TEMPORANEA Dati del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE AGEVOLAZIONI ECONOMICHE ALLE UTENZE DEBOLI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

REGOLAMENTO PER LE AGEVOLAZIONI ECONOMICHE ALLE UTENZE DEBOLI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO CONSIGLIO DI BACINO DOLOMITI BELLUNESI AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE ALTO VENETO Legge Regionale 27 aprile 2012 n. 17 REGOLAMENTO PER LE AGEVOLAZIONI ECONOMICHE ALLE UTENZE DEBOLI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

Dettagli

Bando di concorso per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione - Anno 2015

Bando di concorso per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione - Anno 2015 PROVINCIA DI FIRENZE Tel. (055) 819941 Bando di concorso per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione - Anno 2015 Il presente bando è emanato ai sensi dell art. 11 della legge

Dettagli

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale MODULISTICA DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI E DELL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI COSENZA- EDIZIONE 2015 ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA Il/la sottoscritto/a

Dettagli

Residente in via/piazza n. Città Provincia DELEGO. Preventivo/fattura intestato a: C.F. Part. IVA tel: Indirizzo di spedizione:

Residente in via/piazza n. Città Provincia DELEGO. Preventivo/fattura intestato a: C.F. Part. IVA tel: Indirizzo di spedizione: Io sottoscritto1 Residente in via/piazza n Città Provincia C.I. n 2 DELEGO La società DUFERCO ENERGIA SPA ad effettuare la/e seguenti operazioni4: Preventivo nuovo impianto Colloca contatore con attivazione

Dettagli

DETERMINAZIONE 18 MARZO 2013, N. 4/DCOU/2013

DETERMINAZIONE 18 MARZO 2013, N. 4/DCOU/2013 DETERMINAZIONE 18 MARZO 2013, N. 4/DCOU/2013 Modifiche ed integrazioni dei format delle comunicazioni relative al bonus elettrico in seguito alle modifiche introdotte con la deliberazione 350/2012/R/eel

Dettagli

Il sottoscritto/a ( persona disabile ) residente a cap. via...n. civico... tel. e-mail (1) C.F.. in qualità di: proprietario affittuario altro (2).

Il sottoscritto/a ( persona disabile ) residente a cap. via...n. civico... tel. e-mail (1) C.F.. in qualità di: proprietario affittuario altro (2). Comune di Brescia Settore Mobilità, eliminazione barriere architettoniche e trasporto pubblico Via Marconi, 12-25128 BRESCIA Tel. 030/2978496-030/2977669 e-mail: ufficioeba@comune.brescia.it Marca da bollo

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì Cesena REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AI CITTADINI DI CONRIBUTI PER L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA PRESSO ABITAZIONI PRIVATE Approvato con deliberazione

Dettagli

aggiorna le disposizioni per gli accertamenti documentali sugli impianti di utenza NUOVI (di nuova installazione);

aggiorna le disposizioni per gli accertamenti documentali sugli impianti di utenza NUOVI (di nuova installazione); FEBBRAIO 2014 Il 6 febbraio 2014 l Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (AEEG) ha emanato e pubblicato sul proprio sito la Delibera n. 40/2014/R/gas, Disposizioni in materia di accertamenti della

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 02/ALBO/CN 11 SETTEMBRE 2013 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 11 settembre 2013 Regolamento per la gestione telematica

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO In esecuzione delle seguenti deliberazioni del Coordinamento Istituzionale n. 21 del 26.11.2009, n. 16 del 11.05.2010 e n. 06 del 15.03.2011; VISTO

Dettagli

BANDO PER LA SELEZIONE DI 530 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità)

BANDO PER LA SELEZIONE DI 530 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità) ALLEGATO H) BANDO PER LA SELEZIONE DI 530 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità) È indetto un bando per la selezione di 530 giovani, da avviare al servizio civile

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

DOMANDA. Il/La sottoscritto/a: Cognome... Nome... nat... a... Prov... il... Cod.Fisc... residente a... Prov... C.A.P... indirizzo... tel...

DOMANDA. Il/La sottoscritto/a: Cognome... Nome... nat... a... Prov... il... Cod.Fisc... residente a... Prov... C.A.P... indirizzo... tel... Marca da bollo valore secondo normativa vigente DOMANDA di concessione contributo per il superamento e l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati esistenti, ai sensi della legge

Dettagli

RICHIESTA di POSA NUOVO CONTATORE CANTIERE

RICHIESTA di POSA NUOVO CONTATORE CANTIERE Ed. 1 - mag 2015 Spett.CVA Trading S.r.l. a s.u. Servizio di Maggior Tutela Via Clavalité 8 11100 Aosta FAX 0165/647933 maggiortutela@cvatrading.it RICHIESTA di POSA NUOVO CONTATORE CANTIERE Dati del richiedente

Dettagli

COMUNE DI APOLLOSA Provincia di Benevento

COMUNE DI APOLLOSA Provincia di Benevento COMUNE DI APOLLOSA Provincia di Benevento Prot. 6262 BANDO DI CONCORSO Legge 9 dicembre 1998, n. 431 art. 11- Fondo Nazionale per il sostegno all accesso alle abitazioni in locazione. Erogazione contributi

Dettagli

Comune di Villa San Pietro

Comune di Villa San Pietro Comune di Villa San Pietro Provincia di Cagliari Piazza San Pietro,6-09010 Villa San Pietro (CA) - Tel.070/90.77.01 - Fax.070/90.74.19 c.f. 00492250923 www.comune.villasanpietro.ca.it AREA SOCIO-ASSISTENZIALE

Dettagli

DA PRESENTARSI IMPROROGABILMENTE ENTRO IL 20/07/2015. Il/la sottoscritto/a nato/a il. a Prov. e residente a SAN ROMANO IN G.NA. in Via n.

DA PRESENTARSI IMPROROGABILMENTE ENTRO IL 20/07/2015. Il/la sottoscritto/a nato/a il. a Prov. e residente a SAN ROMANO IN G.NA. in Via n. Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di affitto (esente da bollo art. 8 - comma 3 - della Tabella, Allegato B, DPR n. 642/1972) DA PRESENTARSI IMPROROGABILMENTE

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L'EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L'INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

BANDO PUBBLICO PER L'EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L'INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI BANDO PUBBLICO PER L'EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L'INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Premessa Per raggiungere le finalità dello sviluppo e della diffusione di fonti energetiche rinnovabili,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ACCESSO AI BENEFICI

AVVISO PUBBLICO PER L ACCESSO AI BENEFICI COMUNE DI Atri (Provincia di Teramo) FONDO DELLE POLITICHE PER LA FAMIGLIA Annualità 2010 INTERVENTI A FAVORE DELLE FAMIGLIE NUMEROSE IN DIFFICOLTA ECONOMICA AVVISO PUBBLICO PER L ACCESSO AI BENEFICI IL

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Visto l articolo 1, comma 20, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (di seguito: legge finanziaria 2008), il

Dettagli

Servizi Sociali II Ambito Politiche di affiancamento e di supporto alle famiglie

Servizi Sociali II Ambito Politiche di affiancamento e di supporto alle famiglie Allegato A Città di Alghero Provincia di Sassari Servizi Sociali II Ambito Politiche di affiancamento e di supporto alle famiglie DOMANDA PER LA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO INTEGRATIVO PER IL PAGAMENTO

Dettagli

CIRCOLARE N. 107 08.05.2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE

CIRCOLARE N. 107 08.05.2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE INNOVAZIONE E RICERCA CIRCOLARE N. 107 08.05.2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Conto termico: dal 20 maggio aperti i Registri per l accesso agli incentivi riguardanti alcune tipologie di intervento

Dettagli

Argos Energia srl Via Chiara Varotari, 11 35030 Rubano (PD)

Argos Energia srl Via Chiara Varotari, 11 35030 Rubano (PD) DELIBERAZIONE 21 FEBBRAIO 2013 67/2013/R/COM - DISPOSIZIONI PER IL MERCATO DELLA VENDITA AL DETTAGLIO DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE IN MATERIA DI COSTITUZIONE IN MORA L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

CO MUNE DI. Dati del Richiedente il beneficio 1 (Cognome e Nome)... nato a. il. residente in (Comune e Provincia) indirizzo (via/piazza/n.

CO MUNE DI. Dati del Richiedente il beneficio 1 (Cognome e Nome)... nato a. il. residente in (Comune e Provincia) indirizzo (via/piazza/n. Contarina Spa è la società pubblica, totalmente partecipata e soggetta all attività di direzione e coordinamento del Consorzio Intercomunale Priula e del Consorzio Azienda Intercomunale di Bacino Treviso

Dettagli

Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Biella. Via Marconi, 28 13900 Biella. Istanza di ammissione al Patrocinio a spese dello Stato

Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Biella. Via Marconi, 28 13900 Biella. Istanza di ammissione al Patrocinio a spese dello Stato Depositato / Pervenuto il Ammesso il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Biella Via Marconi, 28 13900 Biella Istanza di ammissione al Patrocinio a spese dello Stato Il / La sottoscritt nat a prov./naz.

Dettagli

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE Indetto ai sensi dell art. 11 della legge 9

Dettagli

Delibera n. 28/06 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati

Delibera n. 28/06 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati Documenti collegati Comunicato stampa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 13 febbraio 2006 Delibera n. 28/06 CONDIZIONI TECNICO-ECONOMICHE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO DELL ENERGIA

Dettagli

CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE

CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE Si informano i cittadini che sono stati approvati i criteri per l assegnazione del CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE Requisiti per l accesso: 1. anziani

Dettagli

COMUNE DI PIACENZA DIREZIONE OPERATIVA SERVIZI ALLA PERSONA E AL CITTADINO SERVIZIO FAMIGLIA E TUTELA MINORI BANDO PUBBLICO

COMUNE DI PIACENZA DIREZIONE OPERATIVA SERVIZI ALLA PERSONA E AL CITTADINO SERVIZIO FAMIGLIA E TUTELA MINORI BANDO PUBBLICO COMUNE DI PIACENZA DIREZIONE OPERATIVA SERVIZI ALLA PERSONA E AL CITTADINO SERVIZIO FAMIGLIA E TUTELA MINORI BANDO PUBBLICO Per la selezione dei soggetti interessati ad accedere all'intervento di credito

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 6 FEBBRAIO 2014 28/2014/R/COM INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO EROGATORE DELLA COMPENSAZIONE DELLA SPESA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE AI CLIENTI DOMESTICI INDIRETTI E DISPOSIZIONI PER L ASSEGNAZIONE

Dettagli

F24 Versamenti con elementi identificativi Il nuovo modello e le relative istruzioni Agenzia delle Entrate, provvedimento del 29 marzo 2010

F24 Versamenti con elementi identificativi Il nuovo modello e le relative istruzioni Agenzia delle Entrate, provvedimento del 29 marzo 2010 COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI 18/2010 AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE F24 Versamenti con elementi identificativi Il nuovo modello e le

Dettagli

Al Comune Di Piacenza Direzione Operativa Servizi Alla Persona e Al Cittadino Servizio Famiglia e Tutela Minori

Al Comune Di Piacenza Direzione Operativa Servizi Alla Persona e Al Cittadino Servizio Famiglia e Tutela Minori IN CARTA LIBERA Al Comune Di Piacenza Direzione Operativa Servizi Alla Persona e Al Cittadino Servizio Famiglia e Tutela Minori Oggetto: Domanda per la selezione dei soggetti interessati ad accedere all'intervento

Dettagli

il sottoscritto/a NOME _ COGNOME nato/a a, il,c.f.: _ residente in _, via/p.zza _ n. _

il sottoscritto/a NOME _ COGNOME nato/a a, il,c.f.: _ residente in _, via/p.zza _ n. _ Spett.le SMART LUCE E GAS SRL Via Alberico Albricci, 8 20122 Milano P.IVA e C.F. 07463650965 Oggetto: IMPIEGHI DEL GAS NATURALE PER USI INDUSTRIALI. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA RESA

Dettagli

RICHIESTA DI ESENZIONE DEL CANONE TELECOM RETE FISSA DELIBERA AGCOM 514/07/CONS

RICHIESTA DI ESENZIONE DEL CANONE TELECOM RETE FISSA DELIBERA AGCOM 514/07/CONS RICHIESTA DI ESENZIONE DEL CANONE TELECOM RETE FISSA DELIBERA AGCOM 514/07/CONS Si informano tutti i sordi italiani che, come previsto dall art. 2 della delibera 514/07/CONS dell Autorità per le Garanzie

Dettagli

AREA POLITICHE DEL TERRITORIO DIREZIONE PIANIFICAZIONE URBANISTICA E.R.P. E MOBILITÀ SERVIZIO SVILUPPO TERRITORIALE E POLITICHE DELLA CASA

AREA POLITICHE DEL TERRITORIO DIREZIONE PIANIFICAZIONE URBANISTICA E.R.P. E MOBILITÀ SERVIZIO SVILUPPO TERRITORIALE E POLITICHE DELLA CASA AREA POLITICHE DEL TERRITORIO DIREZIONE PIANIFICAZIONE URBANISTICA E.R.P. E MOBILITÀ SERVIZIO SVILUPPO TERRITORIALE E POLITICHE DELLA CASA BANDO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMIGLIARI REGOLARMENTE ASSUNTE

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMIGLIARI REGOLARMENTE ASSUNTE BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE PRESSO CUI OPERANO ASSISTENTI FAMIGLIARI REGOLARMENTE ASSUNTE 1. COS È IL BUONO SOCIALE PER ASSISTENTI FAMIGLIARI È un contributo

Dettagli

BUONO A FAVORE DELLE FAMIGLIE NUMEROSE CON ALMENO 4 FIGLI DI CUI ALMENO N.1 FISCALMENTE A CARICO

BUONO A FAVORE DELLE FAMIGLIE NUMEROSE CON ALMENO 4 FIGLI DI CUI ALMENO N.1 FISCALMENTE A CARICO BUONO A FAVORE DELLE FAMIGLIE NUMEROSE CON ALMENO 4 FIGLI DI CUI ALMENO N.1 FISCALMENTE A CARICO (D.D.G. N. 6440 del 28/06/2010) 1) FINALITA Attraverso l erogazione del Buono Sociale Famiglie numerose,

Dettagli

Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15

Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15 Prot. 2008/A20C 12/05/2015 Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15 BANDO di CONCORSO Assegnazione n. 12 Borse di Studio Il presente concorso, per soli titoli,

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 1 dicembre 2009 - ARG/com 185/09 Disposizioni in materia di agevolazioni tariffarie per le popolazioni colpite dagli eventi sismici verificatisi nella provincia di L Aquila e in altri comuni

Dettagli

Spett.le Provincia di Pordenone Settore Politiche Sociali Largo San Giorgio, 12 33170 PORDENONE

Spett.le Provincia di Pordenone Settore Politiche Sociali Largo San Giorgio, 12 33170 PORDENONE Spett.le Provincia di Pordenone Settore Politiche Sociali Largo San Giorgio, 12 33170 PORDENONE DOMANDA DI AMMISSIONE AL PROGETTO MICROCREDITO Il/la sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a (Prov. ), il

Dettagli

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Con decreto del Ministero dell economia e delle finanze 31 gennaio

Dettagli

ENTITA DEL CONTRIBUTO

ENTITA DEL CONTRIBUTO COMUNE DI CITERNA Settore Socio Assistenziale AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI UN CONTRIBUTO PER L ABBATTIMENTO DEI COSTI DI SERVIZI ANNO 2010 A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE NUMEROSE CON UN NUMERO DI FIGLI

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Comune di Catania DOMANDA DI CARTA ACQUISTI SPERIMENTALE Modello di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà

Dettagli

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI 1. Definizioni Prima casa ammessa a contributo. Si intende l abitazione che usufruisce delle agevolazioni

Dettagli

(Artt. 46 e 47 - D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

(Artt. 46 e 47 - D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Sospensione del credito alle famiglie Accordo ABI-Associazioni dei Consumatori del 31 marzo 2015 Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà (Artt. 46 e 47 - D.P.R. 28 dicembre 2000,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO AVVISO PUBBLICO OGGETTO: Erogazione delle agevolazioni a favore delle utenze deboli del Servizio Idrico Integrato della Puglia. Periodo di 2012, 2013 e 2014. CONSIDERATO CHE: IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

Dettagli

COMUNE DI RIGNANO SULL ARNO (Provincia di Firenze)

COMUNE DI RIGNANO SULL ARNO (Provincia di Firenze) COMUNE DI RIGNANO SULL ARNO (Provincia di Firenze) MODULO PER LA DOMANDA DI CONTRIBUTO AD INTEGRAZIONE DEL CANONE DI LOCAZIONE ANNO 2015 DA PRESENTARSI IMPROROGABILMENTE ENTRO IL 5 GIUGNO 2015 AL COMUNE

Dettagli

IL RESPONSABILE DEI SERVIZI SOCIALI

IL RESPONSABILE DEI SERVIZI SOCIALI PLNA 2013 AVVISO PUBBLICO PER RICHIESTA ASSEGNO DISABILITA GRAVISSIME IL RESPONSABILE DEI SERVIZI SOCIALI RENDE NOTO CHE SONO APERTI I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER L EROGAZIONE DI ASSEGNI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI CONTRIBUTI SOCIO-ASSISTENZIALI A TUTELA DELLA MATERNITA E DELL INFANZIA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI CONTRIBUTI SOCIO-ASSISTENZIALI A TUTELA DELLA MATERNITA E DELL INFANZIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI CONTRIBUTI SOCIO-ASSISTENZIALI A TUTELA DELLA MATERNITA E DELL INFANZIA MODULISTICA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SOCIO-ASSISTENZIALI A TUTELA DELLA MATERNITA E INFANZIA

Dettagli

Città di Casorate Primo

Città di Casorate Primo BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEI NUCLEI FAMILIARI E DEI CITTADINI RESIDENTI A CASORATE PRIMO CHE HANNO SUBITO RIDUZIONE DEL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE A SEGUITO DELLA CRISI ECONOMICA

Dettagli

Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa

Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa Pagina 1 di 13 Documenti collegati Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data

Dettagli