Nome..Cognome del paziente Data di nascita.. Diagnosi di ingresso.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nome..Cognome del paziente Data di nascita.. Diagnosi di ingresso."

Transcript

1 CONSENSO INFORMATO ALL INTERVENTO CHIRURGICO DI CATARATTA Data.Ora Nome..Cognome del paziente Data di nascita.. Diagnosi di ingresso. Gentile Paziente, La SOI, Società Oftalmologica Italiana, raccomanda nel Suo interesse che prima di sottoporsi all'intervento di cataratta, Lei riceva le necessarie informazioni e confermi con la sottoscrizione del consenso informato la Sua volontà di sottoporsi all'intervento. E' quindi invitata a leggere accuratamente la presente informativa, a rivolgere direttamente al Dr. Mahmudy le eventuali richieste di chiarimento e a riconsegnare allo stesso, prima dell'atto operatorio. Il presente modulo sottoscritto nell ultima pagina. COS È LA CATARATTA LA CATARATTA INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE La cataratta è una malattia dell occhio in cui il cristallino trasparente, perde la sua trasparenza producendo disturbi della vista. Il cristallino è una piccola lente a forma di lenticchia posizionata dietro all iride ed alla pupilla, che lo scopo di mettere a fuoco le immagini sulla retina. La cataratta colpisce in genere persone in età avanzata, ma non è per niente raro trovare cristallini opacizzati anche in età più giovane. Esistono anche cataratte presenti alla nascita (le cataratte congenite), cataratte giovanili e presenili (a volte ereditarie) e cataratte che insorgono in seguito a trauma dell occhio o della testa (queste possono insorgere anche molti anni dopo l evento traumatico), e infine cataratte presenti in pazienti affetti da malattie generali (diabete, ipervitaminosi, ipocalcemia, pazienti in dialisi, malattie dermatologiche, terapie croniche con cortisonici). Da segnalare infine che la cataratta può insorgere in occhi predisposti o affetti da altre patologie oculari: (miopia elevata, glaucoma, uveiti, uso prolungato di alcuni colliri). QUALI DISTURBI AVVERTE IL PAZIENTE CON LA CATARATTA La cataratta nella fase iniziale provoca pochissimi disturbi e spesso il paziente non avverte alcun disturbo. Nelle fasi più avanzate della cataratta invece la riduzione della vista e gli altri disturbi sono evidenti. Il sintomo più comune è la riduzione della vista senza alcun dolore e senza disturbi infiammatori dell occhio. La cataratta non causa mai una riduzione rapida della vista, ma il decorso è sempre abbastanza lento, nel giro di anni e non di settimane o giorni, ma sempre progressivo. Altri disturbi che si possono avere sono il fastidio alla luce intensa e la presenza di aloni attorno alle sorgenti luminose (fari delle automobili, lampade etc..). Un altro disturbo frequente, soprattutto nelle cataratte meno avanzate è la diversa capacità visiva in rapporto alla intensità

2 dell illuminazione ambientale, cioè il paziente vede molto meglio se l illuminazione è maggiore e peggio se nell ambiente c è poca luce. QUANDO OPERARE LA CATARATTA L intervento di cataratta non è mai un intervento d urgenza e può essere sempre programmato. La decisione di operare la cataratta dipende da molti fattori, ma forse il principale fattore è quello visivo ossia quanto il calo della vista del paziente è in grado di ridurre la sua capacità lavorativa o le sue normali attività quotidiane (lettura, guida dell automobile, lavoro, attività sportiva.). Per alcune persone anche un modesto abbassamento della vista o qualche disturbo della visione è incompatibile con una normale attività quotidiana e non è accettato dal paziente, mentre altri pazienti decidono di operarsi anche nelle fasi tardive della malattia quando la vista residua è molto scarsa. In genere un colloquio con l oculista di fiducia è in grado di dissipare i dubbi e di programmare l intervento nei tempi più corretti. Con le tecniche chirurgiche di oggi e con i nuovi biomateriali utilizzati per la costruzione dei cristallini artificiali, è possibile oggi operare cataratte non molto avanzate con un recupero della vista in tempi molto brevi, mentre attendere che la cataratta si evolva e si indurisca si rischia di esporre l occhio ad un traumatismo chirurgico superiore e con recupero della vista più tardivo. TRATTAMENTO DELLA CATARATTA Non esiste alcun trattamento medico in grado di prevenire o curare la cataratta, e l unico trattamento della cataratta è ancora chirurgico. Esistono alcune tecniche per operare la cataratta ma le principali sono due: 1. facoemulsificazione del cristallino 2. estrazione extracapsulare del cristallino La tecnica estracapsulare è ormai in disuso, ma rappresenta ancora una valida chirurgia nei casi di cataratte molto avanzate (cataratta morgagnana) ed in altri limitati casi. Era la tecnica più diffusa sino alla metà degli anni 90. Essa consiste nell estrarre il nucleo del cristallino attraverso un ampia incisione dell occhio e un ampia apertura dello stesso cristallino catarottoso. Dopo aver pulito manualmente la capsula residua del cristallino, viene inserito un cristallino artificiale (IOL=termine abbreviato anglosassone di Intra Ocular Lens). L apertura dell occhio viene infine suturata. La facoemulsificazione del cristallino ha ormai soppiantato la tecnica extracapsulare e rappresenta la chirurgia di elezione della cataratta. Con questa tecnica il cristallino catarottoso viene frantumato dall azione di ultrasuoni generati da una sonda che viene introdotta nell occhio attraverso una piccola incisione (meno di 3 mm); la stessa sonda è in grado di lavare e aspirare il materiale frantumato. Dopo aver ripulito il sacco capsulare dai residui catarottosi, attraverso la piccola incisione utilizzata in precedenza, viene inserito un iniettore che contiene il cristallino artificiale ripiegato su se stesso. Il cristallino artificiale viene spinto dentro il sacco capsulare ed una volta in sede, grazie al tipo di materiale di cui è costituito si apre prendendo la posizione più favorevole. Grazie al taglio molto piccolo ed alla possibilità di iniettare i cristallini artificiali non è necessario mettere dei punti di sutura, ma grazie al fatto che l area di ingresso nell occhio è fatta come un tunnel, questo è auto richiudente. La facoemulsificazione viene ormai considerata una tecnica sicura, precisa e veloce con altissime percentuali di successo e bassissime complicanze, e permette inoltre un recupero della vista in tempi molto più rapidi.

3 L OPERAZIONE DELLA CATARATTA: COME SI SVOLGE Tranne in caso di persone con problemi seri di salute o persone monocolo in cui la permanenza per una notte si rende necessaria, nella maggior parte dei pazienti l intervento di cataratta può essere eseguito ambulatorialmente o come chirurgia di giornata (day-surgery). Il giorno dell intervento il paziente dovrà assumere le normali medicine che assume a casa. L intervento di cataratta è un intervento di microchirurgia che deve essere eseguito in sala operatoria ed al microscopio. L intervento dura tra i minuti ed è indolore. L anestesia maggiormente utilizzata è quella topica ossia nei minuti precedenti all intervento viene instillato più volte un collirio anestetico in grado di abolire la sensibilità dolorosa dell occhio, ma non i suoi movimenti per cui è necessaria la collaborazione del paziente che per tutto l intervento dovrà fissare la luce del microscopio. Con questo tipo di anestesia il paziente può tornare subito a casa, ed il recupero visivo è quasi immediato ed una certa visione è già possibile dopo pochi minuti. In alcuni casi di cataratte molto avanzate in cui il paziente non è in grado di fissare bene la luce oppure in pazienti che non sono in grado di collaborare (molto pochi in realtà), si esegue un anestesia locale, cioè l infiltrazione di anestetico mediante un apposito ago nello spazio attorno all occhio. Con questo sistema oltre al anestesia completa si verifica il blocco dei muscoli e l immobilità dell occhio. RISCHI E COMPLICAZIONI DELL INTERVENTO DI CATARATTA L intervento è certamente un intervento sicuro, veloce con una bassissima percentuale di complicanze, ma come ogni intervento chirurgico non è completamente privo di rischi e complicanze. Le complicanze riportate possono essere di varia natura e gravità e vanno da semplici disturbi irritativi, emorragie, opacizzazioni della cornea, deformazioni della pupilla, aumento della pressione dell occhio, infiammazioni interne, rarissimi casi di distacco di retina e rarissimi casi di gravi infezioni postoperatorie (soprattutto nei pazienti a rischio di infezioni).tra queste complicanze molte possono essere trattate con specifiche terapie mediche mentre per altre può essere necessario un successivo intervento chirurgico (trapianto della cornea, distacco di retina, asportazione di aderenze). COMPORTAMENTO A CASA DEL PAZIENTE OPERATO Dopo l intervento il paziente ritorna a casa con l occhio bendato o quanto meno con una specifica protezione. Sino alla visita del giorno successivo, il paziente non dovrà assumere alcun farmaco (tranne i casi in cui il chirurgo non prescriva), ma dovrà stare in riposo a casa. In caso di dolore potrà assumere un comune analgesico. Il giorno successivo dovrà recarsi alla visita di controllo, quando l occhio verrà sbendato, controllato e medicato. Dopo la visita di controllo al paziente verrà consegnata una ricetta con i farmaci da somministrare, la posologia e verrà informato sul successivo controllo. Il paziente non deve mai sospendere le cure prescritte senza aver prima consultato il medico oculista. Le cure aiutano l occhio a guarire meglio e più in fretta. Prima di somministrare i colliri è sempre necessario lavarsi le mani. L occhio nei giorni successivi non andrà bendato, ma sarà necessario utilizzare occhiali da sole per riparare l occhio dalla luce solare o da possibili traumi esterni. Nel periodo successivo all intervento il paziente non deve strofinare l occhio operato e non deve fare sforzi eccessivi nella prima settimana. Il paziente però sin dal giorno successivo all intervento potrà fare molte cose: Leggere, scrivere, guardare la tv, far il bagno o la doccia. Per lavarsi i capelli attendere uno o due giorni. L asciuga-capelli può essere utilizzato purché l aria non venga diretta verso l occhio operato. E possibile andare dal parrucchiere sin dal terzo giorno dopo l intervento. La barba può essere fatta sin dal giorno successivo all intervento.

4 I rapporti sessuali sono permessi dal terzo giorno dopo l intervento. Se necessario, può essere prescritta una lente sin dalla settimana successiva all intervento. Nei giorni successivi l occhio potrà apparire arrossato ed avvertire sensazione di corpo estraneo, a volte una fotofobia (fastidio alla luce) che sparisce nelle settimane successive. Nei giorni successivi all intervento la vista da lontano è già abbastanza chiara e limpida, ma alcune volte occorre qualche ulteriore giorno o settimana per raggiungere risultati migliori. Bisogna sempre ricordare che il recupero della vista dipende anche dalle condizioni pre-operatorie della retina e del nervo ottico. E necessario ricordare che anche dopo la completa guarigione dell occhio, il paziente negli anni successivi dovrà sempre sottoporsi a visite di controllo di routine. LA CATARATTA SECONDARIA La cataratta secondaria consiste nell opacizzazione della capsula del cristallino già sottoposto ad intervento di cataratta. La cataratta secondaria rappresenta una evenienza che si verifica dopo mesi o alcuni anni dopo l intervento. Questa complicanza non dipende dalla qualità dell intervento e neppure dal tipo di tecnica utilizzata. E in fase di accertamento se il materiale utilizzato per costruire i cristallini artificiali abbiano influenza nella cataratta secondaria. La cataratta secondaria comunque è tanto più frequente quanto più giovane è il paziente. Per trattare la cataratta secondaria è necessario un trattamento con un particolare tipo di laser, lo YAG-laser, il quale è in grado di eseguire in maniera precisa, indolore e senza complicanze l incisione della capsula opacizzata, la quale rimossa non avrà più modo di riformarsi. L applicazione dello YAG-laser non comporta, nella maggioranza dei casi complicazioni, anche se in occhi delicati come quelli dei miopi può comportare alterazioni alla retina che in casi estremi può favorire il distacco della stessa retina. PROSPETTIVE FUTURE Le prospettive future nel campo della chirurgia della cataratta riguardano il miglioramento della tecnica ed il miglioramento dei cristallini artificiali. Probabilmente in un prossimo futuro gli ultrasuoni che vengono utilizzati con la facoemulsificazione saranno sostituiti con altre sorgenti di energia in grado di frantumare il cristallino. Queste tecniche sono già disponibili, ma ancora non rappresentano valide alternative agli ultrasuoni. Per quanto riguarda i cristallini artificiali, la scommessa di alcune aziende è quella di riuscire a creare e produrre dei cristallini artificiali in grado di offrire al paziente operato una buona visione per lontano e per vicino senza l utilizzo di lenti. ATTO DI CONSENSO ALL INTERVENTO DI CATARATTA Con la presente dichiarazione, da valere come manifestazione piena, libera ed incondizionata della mia volontà, acconsento a sottopormi all intervento di cataratta, dopo essere stato edotto delle caratteristiche dell intervento ed avere attentamente valutato, sulla base di quanto ampiamente illustrato e riassunto in una specifica informativa da me sottoscritta per presa visione e facente parte integrante della presente dichiarazione di consenso, i possibili vantaggi così come gli eventuali rischi generici e specifici dell intervento stesso. Dichiaro inoltre di avere ricevuto dal Dott. MAHMUDY tutte le spiegazioni da me richieste ed in particolare: Dichiaro d aver compreso che i vantaggi in relazione con l intervento chirurgico sono connessi alla rimozione dell opacità (cataratta) ma che il recupero visivo dipende anche da altre condizioni dell occhio; che dopo l intervento può essere necessario l uso di occhiali per vicino e/o per lontano.

5 Dichiaro di essere informato del fatto che fattori estranei alla mano del chirurgo ed alla precisione dell intervento, compresa la mancata osservanza di precauzioni post-operatorie sopra indicate possono comunque influenzare il decorso e quindi il risultato, con la conseguenza della impossibilità di formulare una previsione assoluta circa il risultato chirurgico ottenibile, malgrado il medico abbia esercitato la sua opera professionale con diligenza, perizia e prudenza. Dichiaro infine di avere letto accuratamente la presente informativa e di avere ricevuto spiegazioni esaurienti ai chiarimenti da me richiesti. Sono stato altresì informato di poter revocare il mio consenso in qualsiasi momento e comunque prima che l intervento stesso non sia più arrestabile I Io sottoscritto capace di intendere e volere, in grado di comprendere la lingua italiana, avuto adeguato tempo per leggere e riflettere sul presente modulo scritto, sulle informazioni riportate e su quelle integrate su mia richiesta e ricevute da parte del medico indicato Acconsento all intervento propostomi Firma del paziente Firma delegato. Firma testimone.. Firma medico Non acconsento all intervento propostomi Firma del paziente.. Firma delegato Firma medico. Data ora Data..ora

ESSERE OPERATI DI GLAUCOMA

ESSERE OPERATI DI GLAUCOMA DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI DI GLAUCOMA OPUSCOLO CON INFORMAZIONI ED ISTRUZIONI PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo

Dettagli

CONSENSO INFORMATO PER LA LASERVITREOLISI DEI CORPI MOBILI VITREALI

CONSENSO INFORMATO PER LA LASERVITREOLISI DEI CORPI MOBILI VITREALI SIG... CONSEGNATO IL... FIRMA... Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una affezione del vitreo responsabile dei suoi disturbi visivi. Questa scheda contiene le informazioni sul trattamento che Le è

Dettagli

ESSERE OPERATI DI CATARATTA

ESSERE OPERATI DI CATARATTA DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI DI CATARATTA OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo ha lo

Dettagli

COS E LA CATARATTA Come si opera

COS E LA CATARATTA Come si opera COS E LA CATARATTA Come si opera AMBULATORIO MEDICO-CHIRURGICO DI OCULISTICA Direttore Tecnico: dott. Giacomo Sanfelici 17027 Pietra Ligure SV Via Mameli, 54 12051 Alba CN Via Gastaldi, 5 Tel.: 019.62.57.02

Dettagli

LA CATARATTA CATARATTA BIANCA TOTALE

LA CATARATTA CATARATTA BIANCA TOTALE LA CATARATTA La cataratta consiste in una perdita di trasparenza, parziale o totale, del cristallino, cioè di una lente del nostro occhio fondamentale per la focalizzazione dell immagine. CATARATTA BIANCA

Dettagli

Informativa e Consenso Informato Intervento di Cataratta

Informativa e Consenso Informato Intervento di Cataratta CASA DII CURA FIIGLIIE DII SAN CAMIILLO Via Fabio Filzi, 56 --- 26100 Cremona Tel.:0372.421111 Fax.:0372.24533 mailto:info@figliedisancamillo.it Informativa e Consenso Informato Intervento di Cataratta

Dettagli

Intervento di Capsulotomia Laser INFORMAZIONI

Intervento di Capsulotomia Laser INFORMAZIONI Intervento di Capsulotomia Laser INFORMAZIONI Gentile Signore/ Signora, Lei soffre di una opacizzazione dell involucro (capsula) che avvolge parzialmente il suo cristallino artificiale.esso è responsabile

Dettagli

La sua patologia visiva si chiama. Il trattamento che le viene proposto è

La sua patologia visiva si chiama. Il trattamento che le viene proposto è Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n 9 Presidio Ospedaliero di Treviso UNITA OPERATIVA DI OCULISTICA Direttore: Dr. G. Manzotti INFORMATIVA INTERVENTO DI CHER ATOPLASTIC A LAMELLARE Gentile Signora, Signore,

Dettagli

Informazioni relative all intervento DI CATARATTA

Informazioni relative all intervento DI CATARATTA Informazioni relative all intervento DI CATARATTA Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una cataratta responsabile di un calo alla vista. Questa scheda contiene le informazioni sul trattamento che Le

Dettagli

Gentile Signora, Signore,

Gentile Signora, Signore, SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO D I IRIDO TO MI A L ASER APPROVATA DALLA SOI SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2003 AGGIORNATO DALLA SOI A GENNAIO 2007 Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una

Dettagli

Informativa intervento di cataratta approvata dalla SOI (Società oftalmologica italiana)

Informativa intervento di cataratta approvata dalla SOI (Società oftalmologica italiana) Informativa intervento di cataratta approvata dalla SOI (Società oftalmologica italiana) Il presente documento ha lo scopo di informarla e di fornirle, in maniera il più possibile semplice e comprensibile,

Dettagli

INFORMATIVA INTERVENTO D I L A SE R T R AB EC U LOP LA S T IC A

INFORMATIVA INTERVENTO D I L A SE R T R AB EC U LOP LA S T IC A Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n 9 Presidio Ospedaliero di Treviso UNITA OPERATIVA DI OCULISTICA Direttore: Dr. G. Manzotti INFORMATIVA INTERVENTO D I L A SE R T R AB EC U LOP LA S T IC A Gentile Signora,

Dettagli

La sua patologia visiva si chiama. Il trattamento che le viene proposto è. Il responsabile del trattamento chirurgico è

La sua patologia visiva si chiama. Il trattamento che le viene proposto è. Il responsabile del trattamento chirurgico è SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CHERATOPLASTICA PERFORANTE (O TRAPIANTO DI CORNEA) Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una delle seguenti patologie corneali: cheratocono, distrofia corneale superficiale,

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PER NEEDLING Approvata dalla Società Oftalmologica Italiana Luglio 2011. Il responsabile del trattamento è

SCHEDA INFORMATIVA PER NEEDLING Approvata dalla Società Oftalmologica Italiana Luglio 2011. Il responsabile del trattamento è Gentile Signora, Signore, Lei soffre di glaucoma,malattia che se non trattata è responsabile di gravi disturbi alla vista. E già stato sottoposto ad intervento chirurgico per ridurre la pressione intraoculare,

Dettagli

(da rilasciare in copia al paziente al momento del colloquio)

(da rilasciare in copia al paziente al momento del colloquio) diagnosi o sospetto diagnostico (al momento della proposta dell intervento):.. possibili varianti nell esecuzione: L intervento viene effettuato in sala operatoria con l'ausilio di un microscopio operatorio.

Dettagli

La sua patologia visiva si chiama. Il trattamento che le viene proposto è. Il responsabile del trattamento chirurgico è

La sua patologia visiva si chiama. Il trattamento che le viene proposto è. Il responsabile del trattamento chirurgico è Gentile Signora, Signore, Lei soffre di glaucoma, malattia che se non trattata è responsabile di gravi danni alla vista. Questa scheda contiene le informazioni sul trattamento che Le è proposto, sui risultati

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PER L UVA CROSS-LINKING CORNEALE Approvato dalla Società Oftalmologica Italiana - Ottobre 2007 Primo Aggiornamento Febbraio 2014

SCHEDA INFORMATIVA PER L UVA CROSS-LINKING CORNEALE Approvato dalla Società Oftalmologica Italiana - Ottobre 2007 Primo Aggiornamento Febbraio 2014 Gentile Sig./Sig.ra Lei è affetto in OD/OS/OO da una alterazione della forma della cornea denominata CHERATOCONO. Il trattamento che le viene proposto è... Il responsabile del trattamento chirurgico è...

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA-UNIVERSITARIA PISANA U.O. Oculistica Universitaria Direttore: Prof. Marco Nardi

AZIENDA OSPEDALIERA-UNIVERSITARIA PISANA U.O. Oculistica Universitaria Direttore: Prof. Marco Nardi AZIENDA OSPEDALIERA-UNIVERSITARIA PISANA U.O. Oculistica Universitaria Direttore: Prof. Marco Nardi INFORMATIVA INTERVENTO DI ESPIANTO DI LENTE INTRAOCULARE Gentile Paziente, Lei presenta una lente intraoculare

Dettagli

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI CATARATTA APPROVATO DALLA SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA Novembre 2009. Gentile Sig. Servizio Urgenze:...

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI CATARATTA APPROVATO DALLA SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA Novembre 2009. Gentile Sig. Servizio Urgenze:... CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI CATARATTA APPROVATO DALLA SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA Novembre 2009 Gentile Sig. Lei soffre di una patologia chiamata cataratta, responsabile di una diminuzione della

Dettagli

IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA

IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA LA MIOPIA Si parla di miopia quando la vista da lontano è ridotta. Il miope vede bene a distanza ravvicinata, mentre le immagini lontane appaiono sfuocate. La ragione

Dettagli

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI RIMOZIONE E/O SEZIONE CERCHIAGGIO E/O PIOMBAGGIO

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI RIMOZIONE E/O SEZIONE CERCHIAGGIO E/O PIOMBAGGIO Pag.1 di 6 Gentile Signora, Signore, Lei soffre di un decubito del cerchiaggio e/o piombaggio impiantato durante l intervento che ha già subito in precedenza. Questa scheda contiene le informazioni sul

Dettagli

Intervento combinato di Cataratta e Glaucoma INFORMAZIONI

Intervento combinato di Cataratta e Glaucoma INFORMAZIONI Intervento combinato di Cataratta e Glaucoma INFORMAZIONI Gentile Signore/ Signora, Lei soffre di cataratta e di glaucoma responsabili, insieme e/o separatamente, di un calo alla vista. Questa scheda contiene

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA ESAME ANGIOGRAFIA RETINICA

SCHEDA INFORMATIVA ESAME ANGIOGRAFIA RETINICA Gentile Signora, Signore, Lei ha un problema alla retina. Questa scheda contiene le informazioni sul trattamento che Le è proposto, sui risultati e sui rischi. Tutte le espressioni tecniche è bene che

Dettagli

INFORMATIVA INTERVENTO D I IMP I A N TO SEC ONDARIO D I LE N TE INTRA OCULAR E

INFORMATIVA INTERVENTO D I IMP I A N TO SEC ONDARIO D I LE N TE INTRA OCULAR E Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n 9 Presidio Ospedaliero di Treviso UNITA OPERATIVA DI OCULISTICA Direttore: Dr. G. Manzotti INFORMATIVA INTERVENTO D I IMP I A N TO SEC ONDARIO D I LE N TE INTRA OCULAR

Dettagli

IL GLAUCOMA I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A

IL GLAUCOMA I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A IL GLAUCOMA I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A IL GLAUCOMA Che cos è? Campagna informativa per la prevenzione delle malattie oculari che possono compromettere la visione

Dettagli

INFORMATIVA PER INIEZIONE SOTTOCONGIUNTIVALE DI MITOMICINA O DI 5-FLUOROURACILE

INFORMATIVA PER INIEZIONE SOTTOCONGIUNTIVALE DI MITOMICINA O DI 5-FLUOROURACILE L o g o o T i m b r o d e l l a s t r u t t u r a c h e r i l a s c i a l a s c h e d a i n f o r m a t i v a INFORMATIVA PER INIEZIONE SOTTOCONGIUNTIVALE DI MITOMICINA O DI 5-FLUOROURACILE Approvato dalla

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA COMBINATO DI CATARATTA E GLAUCOMA APPROVATA DALLA SOI - SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2003

SCHEDA INFORMATIVA COMBINATO DI CATARATTA E GLAUCOMA APPROVATA DALLA SOI - SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2003 SCHEDA INFORMATIVA COMBINATO DI CATARATTA E GLAUCOMA Gentile Signora, Signore, Lei soffre di cataratta e di glaucoma responsabili, insieme e/o separatamente, di un calo alla vista. Questa scheda contiene

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA COMBINATO DI CATARATTA E GLAUCOMA APPROVATA DALLA SOI - SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2003

SCHEDA INFORMATIVA COMBINATO DI CATARATTA E GLAUCOMA APPROVATA DALLA SOI - SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2003 SCHEDA INFORMATIVA COMBINATO DI CATARATTA E GLAUCOMA Gentile Signora, Signore, Lei soffre di cataratta e di glaucoma responsabili, insieme e/o separatamente, di un calo alla vista. Questa scheda contiene

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA COMBINATO DI CATA RATTA E GLAUCOMA APPROVATA DALLA SOI - SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2003

SCHEDA INFORMATIVA COMBINATO DI CATA RATTA E GLAUCOMA APPROVATA DALLA SOI - SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2003 SCHEDA INFORMATIVA COMBINATO DI CATA RATTA E GLAUCOMA Gentile Signora, Signore, Lei soffre di cataratta e di glaucoma responsabili, insieme e/o separatamente, di un calo alla vista. Questa scheda contiene

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI RIMOZIONE E/O SEZIONE CERCHIAGGIO E/O PIOMBAGGIO. Il trattamento che le viene proposto è

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI RIMOZIONE E/O SEZIONE CERCHIAGGIO E/O PIOMBAGGIO. Il trattamento che le viene proposto è SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI RIMOZIONE E/O SEZIONE CERCHIAGGIO E/O PIOMBAGGIO Gentile Signora, Signore, Lei soffre di un decubito del cerchiaggio e/o piombaggio impiantato durante l intervento che

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

AO FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO SC Oculistica 1

AO FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO SC Oculistica 1 AO FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO SC Oculistica 1 Direttore dott A. Scialdone INFORMAZIONE SUL TRATTAMENTO DI CROSS- LINKING CORNEALE ( TERAPIA FOTODINAMICA CORNEALE) PER IL CHERATOCONO E PATOLOGIE ECTASICHE

Dettagli

COS E LA MIOPIA? QUALI SONO I SINTOMI? COME CORREGGERLA?

COS E LA MIOPIA? QUALI SONO I SINTOMI? COME CORREGGERLA? COS E LA MIOPIA? QUALI SONO I SINTOMI? COME CORREGGERLA? La miopia è un'anomalia rifrattiva, a causa della quale i raggi luminosi che provengono dall infinito non si concentrano sulla retina, ma davanti

Dettagli

Aggiornato dalla SOI a Gennaio 2007

Aggiornato dalla SOI a Gennaio 2007 Ambulatorio di Chirurgia Oculare Santa Lucia Direttore Sanitario Dott. Giuseppe Eugenio Apuzzo Via Mazzini. 60 58100 Grosseto Tel. 0564-414775 Cell. Emergenze 320-0558171 Fax 0564-413023 e-mail: info@studiosarnicola.it

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA ALL INTERVENTO DI GLAUCOMA Approvata dalla SOI - Societa Oftalmologica Italiana - anno 2003. La sua patologia visiva si chiama

SCHEDA INFORMATIVA ALL INTERVENTO DI GLAUCOMA Approvata dalla SOI - Societa Oftalmologica Italiana - anno 2003. La sua patologia visiva si chiama All. 09.05.18 Rev. 02 del 27.07.10 PARTE 1 SCHEDA INFORMATIVA ALL INTERVENTO DI GLAUCOMA Approvata dalla SOI - Societa Oftalmologica Italiana - anno 2003 Gentile Sig./ra, Lei soffre di un glaucoma responsabile

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PER L INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER DISTACCO DI RETINA TRAZIONALE

SCHEDA INFORMATIVA PER L INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER DISTACCO DI RETINA TRAZIONALE REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE NO - NOVARA PRESIDIO OSPEDALIERO DI ARONA Via s. Carlo 11-28041 ARONA (NO) S.C. OCULISTICA Direttore: dr. Vito Belloli Tel. 0322/516313 e-mail: oculista.aro@asl13.novara.it

Dettagli

INFORMATIVA INTERVENTO COMBINATO D I C ATA R AT TA E G L AU CO MA

INFORMATIVA INTERVENTO COMBINATO D I C ATA R AT TA E G L AU CO MA Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n 9 Presidio Ospedaliero di Treviso UNITA OPERATIVA DI OCULISTICA Direttore: Dr. G. Manzotti INFORMATIVA INTERVENTO COMBINATO D I C ATA R AT TA E G L AU CO MA Gentile Signora,

Dettagli

La sua patologia visiva si chiama. Il trattamento che le viene proposto è. Il responsabile del trattamento chirurgico è

La sua patologia visiva si chiama. Il trattamento che le viene proposto è. Il responsabile del trattamento chirurgico è Timbro della struttura che rilascia la scheda informativa SU REVISIONE DELLA SOCIETA ITALIANA DEL GLAUCOMA (SIGla) Gentile Signora, Signore, Lei soffre di un glaucoma responsabile di alcuni disturbi alla

Dettagli

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana LA CATARATTA

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana LA CATARATTA IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana LA CATARATTA CAMPAGNA DI INFORMAZIONE DI SANITA' PUBBLICA SULLE MALATTIE CHE CAUSANO CECITA' O IPOVISIONE NELL'AMBITO DI PROGRAMMI

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER RIMOZIONE DI MEMBRANE NEOVASCOLARI SOTTORETINICHE

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER RIMOZIONE DI MEMBRANE NEOVASCOLARI SOTTORETINICHE SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER RIMOZIONE DI MEMBRANE NEOVASCOLARI SOTTORETINICHE Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una patologia chiamata membrana neovascolare sottoretinica. Questa

Dettagli

LA CATARATTA I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A

LA CATARATTA I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A LA CATARATTA I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A LA Cataratta La cataratta è l opacizzazione del cristallino. Campagna informativa per la prevenzione delle malattie oculari

Dettagli

Lussazione di frammenti nucleari del cristallino o del cristallino in toto in camera vitrea

Lussazione di frammenti nucleari del cristallino o del cristallino in toto in camera vitrea SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER LUSSAZIONE IN CAMERA VITREA DI FRAMMENTI NUCLEARI DEL CRISTALLINO/IOL Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una patologia oculare determinata da: ٱ lussazione

Dettagli

LA CATARATTA: CHIRURGIA E LASER QUALI LE TECNICHE MIGLIORI. Torino, 5 marzo 2013. Claudio Panico

LA CATARATTA: CHIRURGIA E LASER QUALI LE TECNICHE MIGLIORI. Torino, 5 marzo 2013. Claudio Panico LA CATARATTA: CHIRURGIA E LASER QUALI LE TECNICHE MIGLIORI Torino, 5 marzo 2013 Claudio Panico Direttore SC Traumatologia e SC Oculistica Generale, ASL TO1 Ospedale Oftalmico di Torino Caterina Bogetto

Dettagli

La cataratta INDICAZIONI E LIMITI DELL INTERVENTO DI CATARATTA NEGLI ANIMALI COSA È LA CATARATTA PERCHÉ COMPARE? COSA COMPORTA

La cataratta INDICAZIONI E LIMITI DELL INTERVENTO DI CATARATTA NEGLI ANIMALI COSA È LA CATARATTA PERCHÉ COMPARE? COSA COMPORTA La cataratta INDICAZIONI E LIMITI DELL INTERVENTO DI CATARATTA NEGLI ANIMALI Prof. Claudio Peruccio Specialista in Clinica delle Malattie dei Piccoli Animali (SCMPA) Diplomato European College of Veterinary

Dettagli

CONSENSO INFORMATO PER LA VITRECTOMIA PER FORO MACULARE

CONSENSO INFORMATO PER LA VITRECTOMIA PER FORO MACULARE Ambulatorio di Chirurgia Oculare Santa Lucia Direttore Sanitario Dott. Giuseppe Eugenio Apuzzo Via Mazzini. 60 58100 Grosseto Tel. 0564-414775 Cell. Emergenze 320-0558171 Fax 0564-413023 e-mail: info@studiosarnicola.it

Dettagli

CHIRURGIA REFRATTIVA

CHIRURGIA REFRATTIVA CHIRURGIA REFRATTIVA Responsabile: Dott. Marco Tavolato Perché un immagine possa essere vista, una complessa catena di eventi deve avvenire nell occhio. La luce entra nell occhio attraversando cornea,

Dettagli

Chirurgia della Cataratta Dott. A. Scialdone

Chirurgia della Cataratta Dott. A. Scialdone Chirurgia della Cataratta Dott. A. Scialdone La Cataratta e La Chirurgia L insorgenza di cataratta è un fenomeno fisiologico, che spesso è conveniente correggere con un intervento. In Italia ogni anno

Dettagli

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER VITREORETINOPATIA PROLIFERANTE. Consegnato il Firma. Il trattamento che le viene proposto è

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER VITREORETINOPATIA PROLIFERANTE. Consegnato il Firma. Il trattamento che le viene proposto è Ambulatorio di Chirurgia Oculare Santa Lucia Direttore Sanitario Dott. Giuseppe Eugenio Apuzzo Via Mazzini. 60 58100 Grosseto Tel. 0564-414775 Cell. Emergenze 320-0558171 Fax 0564-413023 e-mail: info@studiosarnicola.it

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI CATARATTA Gentile Sig. Lei soffre di una patologia chiamata cataratta, responsabile della diminuzione della vista. Questa scheda contiene le informazioni sulla malattia,

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO D I TRAP I ANTO D I ENDOTELIO ( EK) Approvata dalla Società Oftalmologica Italiana settembre 2010

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO D I TRAP I ANTO D I ENDOTELIO ( EK) Approvata dalla Società Oftalmologica Italiana settembre 2010 SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO D I TRAP I ANTO D I ENDOTELIO ( EK) Approvata dalla Società Oftalmologica Italiana settembre 2010 Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una delle seguenti patologie dell

Dettagli

CONSENSO INFORMATO ALL INIEZIONE INTRAVITREALE DI FARMACI ANTI-VEGF.

CONSENSO INFORMATO ALL INIEZIONE INTRAVITREALE DI FARMACI ANTI-VEGF. Rev.1 2007 pag. 1/5 CONSENSO INFORMATO ALL INIEZIONE INTRAVITREALE DI FARMACI ANTI-VEGF. Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una patologia definita Questa scheda contiene le informazioni sul trattamento

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER RETINOPATIA DIABETICA

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER RETINOPATIA DIABETICA SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI VITRECTOMIA PER RETINOPATIA DIABETICA Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una patologia responsabile di un calo alla vista e di altre possibili e gravi complicanze.

Dettagli

I N FO RM AT I VA I N T E RV E N T O L A SE R DE LL A R E T I N A

I N FO RM AT I VA I N T E RV E N T O L A SE R DE LL A R E T I N A Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n 9 Presidio Ospedaliero di Treviso UNITA OPERATIVA DI OCULISTICA Direttore: Dr. G. Manzotti I N FO RM AT I VA I N T E RV E N T O L A SE R DE LL A R E T I N A Gentile Signora,

Dettagli

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI IMPIANTO DI LENTE INTRAOCULARE DA CAMERA POSTERIORE IN OCCHIO FACHICO (LIOF-CP)

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI IMPIANTO DI LENTE INTRAOCULARE DA CAMERA POSTERIORE IN OCCHIO FACHICO (LIOF-CP) INTERVENTO DI IMPIANTO DI LENTE INTRAOCULARE DA CAMERA POSTERIORE IN OCCHIO FACHICO (LIOF-CP) APPROVATO DALLA SOI - SOCIETA OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2003 PRIMO AGGIORNAMENTO APRILE 2013 Data: Informazioni

Dettagli

La sua patologia visiva si chiama Il trattamento che le viene proposto è Il responsabile del trattamento chirurgico è il Prof. / Dott.

La sua patologia visiva si chiama Il trattamento che le viene proposto è Il responsabile del trattamento chirurgico è il Prof. / Dott. All. 09.05.12 Rev. 02 del 27.07.10 PARTE 1 SCHEDA INFORMATIVA ALL INTERVENTO DI INTERVENTO DI CATARATTA Approvata dalla SOI - Società Oftalmologica Italiana - anno 2003 Primo Aggiornamento 20 settembre

Dettagli

INFORMATIVA INTERVENTO DI TRAPIANTO DI ENDOTELIO (EK)

INFORMATIVA INTERVENTO DI TRAPIANTO DI ENDOTELIO (EK) Ambulatorio di Chirurgia Oculare Santa Lucia Direttore Sanitario Dott. Giuseppe Eugenio Apuzzo Via Mazzini. 60 58100 Grosseto Tel. 0564-414775 Cell. Emergenze 320-0558171 Fax 0564-413023 e-mail: info@studiosarnicola.it

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI IMPIANTO DI LENTE INTRAOCULARE DA CAMERA POSTERIORE IN OCCHIO FACHICO (LIOF-CP)

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI IMPIANTO DI LENTE INTRAOCULARE DA CAMERA POSTERIORE IN OCCHIO FACHICO (LIOF-CP) SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI IMPIANTO DI LENTE INTRAOCULARE DA CAMERA POSTERIORE IN OCCHIO FACHICO (LIOF-CP) Data: Informazioni fornite da: Responsabile del trattamento chirurgico:. I difetti visivi,

Dettagli

Stefano Miglior. Il Glaucoma ad angolo stretto/chiuso SMI

Stefano Miglior. Il Glaucoma ad angolo stretto/chiuso SMI Stefano Miglior Il Glaucoma ad angolo stretto/chiuso Che cos e? Forma particolare di glaucoma, relativamente frequente nella popolazione generale, ad andamento sia cronico che acuto si manifesta soprattutto

Dettagli

DOTT. FEDERICO DI TIZIO MEDICO CHIRURGO - SPECIALISTA IN OFTALMOLOGIA

DOTT. FEDERICO DI TIZIO MEDICO CHIRURGO - SPECIALISTA IN OFTALMOLOGIA DOTT. FEDERICO DI TIZIO MEDICO CHIRURGO - SPECIALISTA IN OFTALMOLOGIA Sig./Sig. ra : Occhio da operare: OD OS Intervento: Chirurgo: Facoemulsificazione della cataratta con impianto di cristallino artificiale

Dettagli

ASA X-tra. Advanced Surface Ablation. Soluzioni in vista. www.seri-lugano.ch

ASA X-tra. Advanced Surface Ablation. Soluzioni in vista. www.seri-lugano.ch ASA X-tra Advanced Surface Ablation Soluzioni in vista www.seri-lugano.ch Dr. Med. Roberto Pinelli Specialista FMH Oftalmologia e Oftalmochirurgia Se siamo in grado di vedere è perché i nostri occhi colgono

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO PER DISTACCO DI RETINA APPROVATA DALLA SOCIETA' OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2005

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO PER DISTACCO DI RETINA APPROVATA DALLA SOCIETA' OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2005 APPROVATA DALLA SOCIETA' OFTALMOLOGICA ITALIANA NELL ANNO 2005 Gentile Signora, Signore, Lei soffre di un distacco di retina. Questa scheda contiene le informazioni sul trattamento che Le è proposto, sui

Dettagli

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione Italiana IL GLAUCOMA

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione Italiana IL GLAUCOMA IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione Italiana IL GLAUCOMA CAMPAGNA DI INFORMAZIONE DI SANITA' PUBBLICA SULLE MALATTIE CHE CAUSANO CECITA' O IPOVISIONE NELL'AMBITO DI PROGRAMMI

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO NELLA CHIRURGIA REFRATTIVA ESEGUITA CON LASER AD ECCIMERI

INFORMAZIONE E CONSENSO NELLA CHIRURGIA REFRATTIVA ESEGUITA CON LASER AD ECCIMERI INFORMAZIONE E CONSENSO NELLA CHIRURGIA REFRATTIVA ESEGUITA CON LASER AD ECCIMERI Torino, li Informazione in merito al caso clinico del Sig.: Nato a: Residente in: Lei presenta un difetto visivo che viene

Dettagli

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI PTK O CHERATECTOMIA FOTOTERAPEUTICA CON LASER AD ECCIMERI

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI PTK O CHERATECTOMIA FOTOTERAPEUTICA CON LASER AD ECCIMERI Pag.1 di 7 Rev. 00 Del 24/09/2007 STUDIO OCULISTICO CHIRURGICO DOTT. DONATI LUCIANO Dott. Umberto CRAVEDI - Dott. Ettore MIRAGLIA Dott. Nicola BOLLA - Dott. Paola PERLINO Dott. Stefano FERRARESE - Dott.

Dettagli

La cataratta. La cataratta. Come si manifesta. Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria - Pisa

La cataratta. La cataratta. Come si manifesta. Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria - Pisa La cataratta Dr. Umberto Benelli U.O. Oculistica Universitaria - Pisa 1 La cataratta La cataratta è una patologia caratterizzata dall'opacizzazione del cristallino. Il cristallino, che separa la camera

Dettagli

SCHEDA I FORMATIVA I TERVE TO D I DALK ( Ch e ra t oplasti ca L a mellare An t e riore Profonda)

SCHEDA I FORMATIVA I TERVE TO D I DALK ( Ch e ra t oplasti ca L a mellare An t e riore Profonda) SCHEDA I FORMATIVA I TERVE TO D I DALK ( Ch e ra t oplasti ca L a mellare An t e riore Profonda) Autore: Prof. Vincenzo Sarnicola Approvato dalla Società Oftalmologica Italiana settembre 2010 Gentile Signora,

Dettagli

OFTALMOLOGIA. Dott. Francesco Laurelli (laurelli@tin.it - www.ofta.it) L'occhio: una macchina fotografica

OFTALMOLOGIA. Dott. Francesco Laurelli (laurelli@tin.it - www.ofta.it) L'occhio: una macchina fotografica OFTALMOLOGIA Dott. Francesco Laurelli (laurelli@tin.it - www.ofta.it) a cura di L'occhio: una macchina fotografica L'occhio funziona come una macchina fotografica; possiede lenti, diaframma e pellicola.

Dettagli

Informazioni sul GLAUCOMA

Informazioni sul GLAUCOMA Informazioni sul GLAUCOMA CHE COSA E IL GLAUCOMA? Il glaucoma è una malattia che colpisce il nervo ottico. Il nervo ottico è quella struttura che collega l occhio al cervello permettendoci di vedere (Vedi

Dettagli

Il Centro Ambrosiano Oftalmico

Il Centro Ambrosiano Oftalmico Il Centro Ambrosiano Oftalmico Il Centro Ambrosiano Oftalmico (CAMO Spa) è una innovativa clinica fondata nel 1983 dal Dott. Lucio Buratto. CAMO offre al paziente una struttura altamente specializzata

Dettagli

INTERVENTO PER SINDROME DEL TUNNEL CARPALE

INTERVENTO PER SINDROME DEL TUNNEL CARPALE INTERVENTO PER SINDROME DEL TUNNEL CARPALE 2 Il nervo mediano, evidenziato in giallo, risulta compresso a livello del polso e del palmo della mano dal legamento traverso del corpo ispessito. L intervento

Dettagli

C. M. A. CENTRO MICROCHIRURGIA AMBULATORIALE

C. M. A. CENTRO MICROCHIRURGIA AMBULATORIALE C. M. A. CENTRO MICROCHIRURGIA AMBULATORIALE Centro Privato di Microchirurgia Oculare Certificato UNI EN ISO 9001:2008 Certificato CERSOI la certificazione della Società Oftalmologia Italiana via Donizetti,

Dettagli

La chirurgia della Cataratta DR FABRIZIO CASPRINI

La chirurgia della Cataratta DR FABRIZIO CASPRINI La chirurgia della Cataratta DR FABRIZIO CASPRINI CAPITOLO 1 La chirurgia della Cataratta La cataratta, secondo la definizione dell Organizzazione Mondiale della Sanità OMS, è un opacizzazione del cristallino,

Dettagli

occhio e visione Il cristallino artificiale per la correzione di forti difetti di miopia, ipermetropia ed astigmatismo

occhio e visione Il cristallino artificiale per la correzione di forti difetti di miopia, ipermetropia ed astigmatismo occhio e visione Il cristallino artificiale per la correzione di forti difetti di miopia, ipermetropia ed astigmatismo Circa il 40% della popolazione italiana è miope, ipermetrope o astigmatica. In caso

Dettagli

Centro Oftalmologico Mediterraneo s.r.l Dir. Sanitario: Prof Bruno Lumbroso

Centro Oftalmologico Mediterraneo s.r.l Dir. Sanitario: Prof Bruno Lumbroso Centro Oftalmologico Mediterraneo s.r.l Dir. Sanitario: Prof Bruno Lumbroso www.brunolumbroso.it IL GLAUCOMA Prof. Bruno Lumbroso CHE COS'É IL GLAUCOMA? Il glaucoma é una malattia oculare causata dall'aumento

Dettagli

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI CATARATTA

CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI CATARATTA CONSENSO INFORMATO INTERVENTO DI CATARATTA Gentile Sig./Sig.ra, Lei soffre di una patologia chiamata cataratta, verosimilmente responsabile della diminuzione della sua vista e delle alterazioni relative

Dettagli

SERVIZIO DI OCULISTICA

SERVIZIO DI OCULISTICA SERVIZIO DI OCULISTICA Cellula gangliare Bastoncello Nervo ottico Retina Cono Vasi sanguigni della retina Coroide Cornea Iride Pupilla Cristallino Corpo ciliare Corpo vitreo Sclera ASSOCIAZIONE ITALIANA

Dettagli

INFORMAZIONI SUL GLAUCOMA

INFORMAZIONI SUL GLAUCOMA DIPARTIMENTO - TESTA COLLO U.O. - Clinica Oculistica Direttore: Prof. Stefano Gandolfi INFORMAZIONI SUL GLAUCOMA (A cura della Dott.ssa Sally Louise Williams, Coordinatore Studi Clinici e del Dott. Nicola

Dettagli

DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: prof. Paolo Perri IL GLAUCOMA OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: prof. Paolo Perri IL GLAUCOMA OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: prof. Paolo Perri IL GLAUCOMA OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo ha lo scopo di informarla

Dettagli

Tecnologia laser per la cura dei tuoi occhi

Tecnologia laser per la cura dei tuoi occhi struttura Tecnologia laser per la cura dei tuoi occhi Casa di Cura San Rossore dispone delle più avanzate tecnologie laser per il trattamento mirato dei tuoi occhi. Da noi potrai trovare la soluzione più

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PER L UTILIZZO DEI FARMACI ANTIFIBROTICI NELLA TERAPIA INTRA- E POST-OPERATORIA DEL GLAUCOMA

SCHEDA INFORMATIVA PER L UTILIZZO DEI FARMACI ANTIFIBROTICI NELLA TERAPIA INTRA- E POST-OPERATORIA DEL GLAUCOMA PREDISPOSTA DALLA SOCIETA ITALIANA DEL GLAUCOMA (SIGla) Gentile Signora, Signore, Lei soffre di glaucoma, malattia che se non trattata è responsabile di gravi danni alla vista. L intervento chirurgico

Dettagli

Sinchisi scintillante

Sinchisi scintillante SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI VITRECTOMIA PEREMOVITREO/IALOSI ASTEROIDE/SINCHISI Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una patologia a carico del corpo vitreo chiamata: emoviٱ treo ialosi asteroide

Dettagli

INFORMATIVA INTERVENTO DI PTK O CHERATECTOMIA FOTOTERAPEUTICA CON LASER AD ECCIMERI

INFORMATIVA INTERVENTO DI PTK O CHERATECTOMIA FOTOTERAPEUTICA CON LASER AD ECCIMERI INFORMATIVA INTERVENTO DI PTK O CHERATECTOMIA FOTOTERAPEUTICA CON LASER AD ECCIMERI Scopo del trattamento La cornea è la sottile membrana trasparente, posta davanti all iride, che costituisce la porzione

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

Tonaca esterna (fibrosa) formata dalla sclera che al limbus diventa trasparente e costituisce la cornea

Tonaca esterna (fibrosa) formata dalla sclera che al limbus diventa trasparente e costituisce la cornea Tonaca esterna (fibrosa) formata dalla sclera che al limbus diventa trasparente e costituisce la cornea Tonaca media (vascolare) detta anche uvea formata dalla coroide, dall iride col forame pupillare

Dettagli

LE MIGLIORI CANDIDATE ALL'INTERVENTO DI COMPLICANZE

LE MIGLIORI CANDIDATE ALL'INTERVENTO DI COMPLICANZE astopessi 1 MASTOPESSI Con il passare degli anni le mammelle di una donna subiscono dei cambiamenti dovuti a fattori come la gravidanza, l'allattamento e la forza di gravità. Poichè la cute perde la sua

Dettagli

Somministrazione Insulina - Dossier INFAD. Diabete: Conoscerlo per gestirlo!

Somministrazione Insulina - Dossier INFAD. Diabete: Conoscerlo per gestirlo! Somministrazione Insulina - Dossier INFAD Diabete: Conoscerlo per gestirlo! GENERALITA Secondo l ISS il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue

Dettagli

Informazioni per il paziente sull intervento chirurgico per distacco di retina

Informazioni per il paziente sull intervento chirurgico per distacco di retina S.C. Oculistica Direttore: Prof. Cesare Fiore Dir. Gen. e Sede Amm.va: c/o Villa Capitini Via Martiri 28 Marzo, 35-06129 PERUGIA Sede Legale: P.O. S. Maria della Misericordia in S. Andrea delle Fratte

Dettagli

occhio e visione Il glaucoma

occhio e visione Il glaucoma occhio e visione Il glaucoma Scopo di questo depliant è di fornire alcune semplici informazioni per capire cos'è il glaucoma, come viene curato e come può essere trattato con il laser od operato chirurgicamente.

Dettagli

Accesso alle nuove tecnologie: lenti intraoculari refrattive (toriche, multifocali, accomodative)

Accesso alle nuove tecnologie: lenti intraoculari refrattive (toriche, multifocali, accomodative) Federazione nazionale per le tecnologie biomediche, diagnostiche, apparecchiature medicali, dispositivi medici borderline, servizi e telemedicina Accesso alle nuove tecnologie: lenti intraoculari refrattive

Dettagli

Uso del casco stereotassica o del neuronavigatore per test diagnostici e biopsie

Uso del casco stereotassica o del neuronavigatore per test diagnostici e biopsie Uso del casco stereotassica o del neuronavigatore per test diagnostici e biopsie La biopsia cerebrale è una metodica che deve essere estremamente precisa. Per il chirurgo è necessario raggiungere una zona

Dettagli

LA CATARATTA. La cataratta consiste nell opacizzazione del cristallino, ovvero della lente situata all interno dell occhio.

LA CATARATTA. La cataratta consiste nell opacizzazione del cristallino, ovvero della lente situata all interno dell occhio. LA CATARATTA Definizione La cataratta consiste nell opacizzazione del cristallino, ovvero della lente situata all interno dell occhio. Più specificatamente il cristallino ha forma di sferoide ellissoidale,

Dettagli

STAZIONE CENTRALE Cataratta Informazioni e consigli per i pazienti C.A.M.O. AMBULATORIO di chirurgia C.A.M.O. STUDIO OCULISTICO 1.

STAZIONE CENTRALE Cataratta Informazioni e consigli per i pazienti C.A.M.O. AMBULATORIO di chirurgia C.A.M.O. STUDIO OCULISTICO 1. Cataratta Informazioni e consigli per i pazienti 1. Occhio normale con cristallino trasparente 2. Cataratta 3. Cristallino artificiale Lucio Buratto Biografia dell autore Il Dr. Lucio Buratto ha conseguito

Dettagli

GINECOLOGIA. Guida al DAY SURGERY

GINECOLOGIA. Guida al DAY SURGERY GINECOLOGIA Guida al DAY SURGERY Gentile utente, questa guida contiene le informazioni utili per accedere al Day Surgery. Le indicazioni che troverà nella guida la faciliteranno nel percorso pre e post

Dettagli

INTERVENTO PER MORBO DI DUPUYTREN

INTERVENTO PER MORBO DI DUPUYTREN INTERVENTO PER MORBO DI DUPUYTREN 2 L aponeurosi palmare è l elemento che viene colpito dalla malattia di Dupuytren, ritraendosi e flettendo le dita. Il Morbo do Dupuytren consiste nella progressiva retrazione

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA E MODULO DI CONSENSO INFORMATO SPECIFICO PER ADESIONE AL TRATTAMENTO CROSS-LINKING CORNEALE CON TECNICA TRANSEPITELIALE

SCHEDA INFORMATIVA E MODULO DI CONSENSO INFORMATO SPECIFICO PER ADESIONE AL TRATTAMENTO CROSS-LINKING CORNEALE CON TECNICA TRANSEPITELIALE Ambulatorio di Chirurgia Oculare Santa Lucia Direttore Sanitario Dott. Giuseppe Eugenio Apuzzo Via Mazzini. 60 58100 Grosseto Tel. 0564-414775 Cell. Emergenze 320-0558171 Fax 0564-413023 e-mail: info@studiosarnicola.it

Dettagli

CONSENSO INFORMATO ALL IMPIANTO INTRAOCULARE A SCOPO REFRATTIVO DEL SIG consegnato il..firma..

CONSENSO INFORMATO ALL IMPIANTO INTRAOCULARE A SCOPO REFRATTIVO DEL SIG consegnato il..firma.. Ambulatorio di Chirurgia Oculare Santa Lucia Direttore Sanitario Dott. Giuseppe Eugenio Apuzzo Via Mazzini. 60 58100 Grosseto Tel. 0564-414775 Cell. Emergenze 320-0558171 Fax 0564-413023 e-mail: info@studiosarnicola.it

Dettagli

Informativa per il trattamento chirurgico del Varicocele

Informativa per il trattamento chirurgico del Varicocele Informativa per il trattamento chirurgico del Varicocele Il presente documento ha lo scopo di informarla e di fornirle, in maniera il più possibile semplice e comprensibile, tutte le notizie circa la sua

Dettagli

CONOSCIAMO GLI ACROMATI

CONOSCIAMO GLI ACROMATI CONOSCIAMO GLI ACROMATI vedono pochissimo non vedono affatto quando c è tanta luce non vedono i colori Associazione Acromati Italiani Onlus Se aiutiamo loro, scopriremo cosa significa vedere, e guarderemo

Dettagli

BLEFAROPLASTICA LA CHIRURGIA DELLE PALPEBRE

BLEFAROPLASTICA LA CHIRURGIA DELLE PALPEBRE BLEFAROPLASTICA LA CHIRURGIA DELLE PALPEBRE dottor Alessandro Gennai CHIRURGIA PLASTICA RICOSTRUTTIVA ed ESTETICA dottor Luigi Izzo CHIRURGIA PLASTICA RICOSTRUTTIVA ed ESTETICA Gentilissima/o Paziente,

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE

NOTA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE Pag. 1 di 5 NORMA UNI EN ISO 9001:2008 REG.N.3000/GA1-A GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA NOTA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE Gentile Signora/e,come le è stato detto dal medico, Dott., per proseguire

Dettagli